REGOLAMENTO. Nel presente Regolamento, salvo laddove diversamente specificato, i seguenti termini definiti avranno i significati di seguito indicati:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO. Nel presente Regolamento, salvo laddove diversamente specificato, i seguenti termini definiti avranno i significati di seguito indicati:"

Transcript

1 D REGOLAMENTO Il testo in corsivo nel presente Regolamento è fornito unicamente a scopo informativo. In caso di incongruenze tra il testo in corsivo e il rimanente testo nel presente Regolamento, quest'ultimo sarà da ritenersi prevalente. Nel presente Regolamento, tutti i riferimenti agli "investitori" devono intendersi come riferimenti a ciascuna persona che detiene un interesse nei Titoli. 1. DEFINIZIONI Nel presente Regolamento, salvo laddove diversamente specificato, i seguenti termini definiti avranno i significati di seguito indicati: Agente Locale per i Pagamenti Agente per il Calcolo Agente Principale per i Pagamenti Agenzia di Rating Borsa Valori Citibank International plc, presso 1 North Wall Quay, Dublin 1, Ireland e Citigroup Global Markets Deutschland AG & Co KGaA, presso Reuterweg 16, Frankfurt, Germany. Citigroup Global Markets Limited, presso Citigroup Centre, Canada Square, Canary Wharf, Londra E14 5LB, o un altra società ad essa collegata. Citibank N.A., Citigroup Centre, 21 Piano, Canada Square, Canary Wharf, London E14 5LB.. Moody's Investors Service Limited (Moody's) e Standard and Poor's Ratings Service, una divisione di The McGraw-Hill Companies, Inc. (S&P). In relazione ad un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori, la borsa valori indicata come tale in riferimento all'indice dall'articolo 8.3 ovvero una borsa valori che ad essa succeda ovvero altra borsa valori, o sistema di quotazione, sostitutiva sulla quale sia stata temporaneamente trasferita la negoziazione dei Titoli che compongono l'indice (purché, a giudizio dell'agente di Calcolo, tale borsa valori e sistema di quotazione sostitutivi presentino un livello di liquidità relativo ai Titoli che compongono l'indice simile a quello della Borsa Valori originaria). In relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, ciascuna borsa valori o sistema di quotazione sui quali i Titoli Costitutivi (come definiti dall'articolo 8) sono, a giudizio dell'agente per il Calcolo, quotati in misura preponderante. Borsa Valori Collegata Con riferimento ad un Indice, la borsa valori indicata come tale nell'articolo 8.3 o, in ogni caso, una borsa Milan-1/185581/01.../...

2 valori o sistema di quotazione che ad essa succeda, o, in ogni caso, una borsa valori o sistema di quotazione sostitutiva, su cui sia stata temporaneamente trasferita la negoziazione di contratti di opzione o futures relativi all Indice di riferimento (purché, a giudizio dell Agente per il Calcolo, tale borsa valori o sistema di quotazione sostitutivi presentino una liquidità, relativamente ai contratti di opzione o futures relativi all Indice di riferimento, simile a quella esistente sulla Borsa Valori Collegata originale); Clearstream Banking, Frankfurt Data della Risoluzione Anticipata Clearstream Banking AG, Neue Börsenstrasse 1, D Frankfurt am Main, Germania. La data in cui l'emittente individua i Titoli dovuti e maturati ai sensi di uno degli Articoli 8.1, 9.2 o Data di Emissione 28 febbraio Data di Rimborso Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio 23 febbraio 2012, ovvero, qualora tale data non sia un Giorno Lavorativo, il Giorno Lavorativo successivo. Si veda l'articolo 9.1 Data di Valutazione Si veda l'articolo 8. Data di Valutazione Finale Date di Pagamento Intermedio Emittente Giorni Lavorativi Giorno di Negoziazione Programmato La Data di Valutazione finale 26 agosto 2008, 23 febbraio 2009, 24 agosto 2009, 23 febbraio 2010, 23 agosto 2010, 23 febbraio 2011, 23 agosto 2011 e 23 febbraio 2012 ovvero, se qualcuna di tali date non corrisponde ad un Giorno Lavorativo, il primo Giorno Lavorativo successivo. Citibank International plc. Ciascun giorno in cui le banche commerciali e i mercati valutari effettuano i pagamenti e sono aperti per l attività in generale (ivi inclusi la negoziazione su divise e i depositi in valuta estera) a Londra ed in cui il Sistema Trans-European Automated Real-time Gross Settlement Express Transfer (TARGET) è aperto. Con riferimento ad un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori, qualsiasi giorno programmato di apertura alle negoziazioni, nel corso delle regolari e rispettive sessioni di negoziazione, di ciascuna Borsa Valori di riferimento e ciascuna Borsa Valori Milan-1/185581/ /...

3 Collegata; o Con riferimento ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, qualsiasi giorno in cui: E' previsto che lo Sponsor di riferimento pubblichi il livello dell'indice; E' previsto che ciascuna Borsa Valori Collegata sia aperta alle negoziazioni nel corso delle regolari e rispettive sessioni di negoziazione; (c) la Percentuale X (come definita nell'articolo 8) non sia superiore al 20% dei Titoli Costitutivi. Giorno Lavorativo di Borsa In relazione ad un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori, ciascun Giorno di Negoziazione Programmato nel quale ciascuna Borsa Valori e le relative Borse Valori Collegate siano aperte alle negoziazioni nel corso delle loro regolari e rispettive sessioni di negoziazione, nonostante ciascuna Borsa Valori o Borsa Valori Collegata chiuda prima del suo Orario di Chiusura Programmato. In relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, ciascun Giorno di Negoziazione Programmato nel quale lo Sponsor pubblica l'indice e ciascuna Borsa Valori Collegata è aperta alle negoziazioni nel corso della sua regolare sessione di negoziazione, nonostante ciascuna Borsa Valori o Borsa Valori Collegata chiuda prima del suo Orario di Chiusura Programmato. Importo dell Emissione Fino ad un massimo di EURO Importo di Pagamento Intermedio Si veda l'articolo 7. Importo di Rimborso Si veda l'articolo 6. Importo di Rimborso Anticipato Importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio Si veda l'articolo 9.3. Si veda l'articolo 9.1. Importo Nominale Tranche: fino ad EURO Serie: fino ad EURO Indice Ciascuno dei seguenti indici: Milan-1/185581/ /...

4 l'indice Dow Jones EURO STOXX 50 SM (.STOXX50E/SX5E) (l'euro STOXX 50 SM ); l'indice S&P 500 (.SPX/SPX) (l's&p 500); e (c) l indice Nikkei 225 Stock Average (.N225/NKY) (il Nikkei 225), come calcolato e pubblicato dallo Sponsor di riferimento e soggetto a modifiche come indicato all'articolo 8.1 (insieme gli Indici). Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori Ciascun Indice indicato come tale nell'articolo 8.3. Ciascun Indice indicato come tale nell'articolo 8.3. Numero di Tranche 1 Orario di Chiusura Programmato Con riferimento ad una Borsa Valori o una Borsa Valori Collegata e a ciascun Giorno di Negoziazione Programmato, l orario di chiusura programmato feriale di tale Borsa Valori o Borsa Valori Collegata in tale Giorno di Negoziazione Programmato, a prescindere dal mercato after hours o da qualsiasi altra negoziazione effettuata al di fuori dei normali orari delle sessioni di negoziazione. Portatore Si veda l'articolo 2. Prezzo di Emissione Prezzo Ufficiale di Chiusura EURO per ciascun Titolo. Per qualunque giorno, il prezzo ufficiale di chiusura dell'indice di riferimento, come individuato dall Agente per il Calcolo. Proventi Netti Fino ad un massimo di EURO Rating Si prevede che, al momento dell emissione verrà assegnato ai Titoli un rating pari a "Aa1" da Moody's. Si prevede che, al momento dell emissione verrà assegnato ai Titoli un rating pari a "AA" da S&P. Responsabile del Collocamento Citigroup Global Markets Limited presso Citigroup Centre, Canada Square, Canary Wharf, Londra E14 Milan-1/185581/ /...

5 5LB Serie Sistema di Compensazione Sottostante Sponsor Euroclear Bank S.A./N.V., presso 1 Boulevard du Roi Albert II, Brussels B-1210, Belgio e/o Clearstream Banking société anonyme, presso L-2967, Lussemburgo e/o Monte Titoli, presso Via Mantegna 6, Milano, Italia. Gli Indici. In relazione all'indice di riferimento, la società o altra entità che: è incaricata della determinazione e della verifica delle regole e delle procedure, nonché dei metodi di calcolo e degli aggiustamenti, qualora ve ne siano, relativi a tale Indice; e annunci regolarmente (direttamente o attraverso un agente) il livello di tale Indice di riferimento nel corso di ciascun Giorno di Negoziazione Programmato, Taglio Minimo EURO che alla Data di Emissione sia l'entità indicata come tale in riferimento all'indice nell'articolo 8.3. Titoli Emissione fino a EURO di Titoli legati agli Indici EURO STOXX 50 SM, Nikkei 225, ed S&P 500 (Europe Outperformance Target Note) con scadenza al 23 febbraio Valore Nominale EURO PORTATORI DEI TITOLI I Titoli sono al portatore. Sarà emesso un unico certificato globale (descritto nel presente Regolamento come il titolo globale) per ciascuna Serie. Il titolo globale sarà detenuto da Clearstream Banking, Frankfurt. I "Portatori" dei Titoli sono le persone indicate nei registri del Sistema di Compensazione come portatori di un dato ammontare di Titoli. Al verificarsi di un evento di borsa (quando Clearstream Banking, Frankfurt o il suo successore e/o il Sistema di Compensazione sono chiusi per un periodo di oltre 14 giorni consecutivi), l Emittente provvederà affinché i Titoli siano emessi in forma nominativa definitiva. Milan-1/185581/ /...

6 Si prega di fare riferimento alla Parte 3 da (D) a (F) nella Sezione 1 per una spiegazione sulle modalità di detenzione della propria quota da parte dell investitore. 3. TRASFERIMENTO DEI TITOLI 3.1 Importo di ciascun Trasferimento I Titoli possono essere trasferiti in multipli del Valore Nominale. 3.2 Cessione di Titoli I Titoli potranno essere trasferiti solo nel rispetto della legge applicabile e in base alle norme e procedure del Sistema di Compensazione di riferimento. Si prega di fare riferimento alla Parte 3 (B) e (F) e alla Parte 5 della Sezione 1 per ulteriori dettagli. 4. CLASSIFICAZIONE DEI TITOLI Ciascun Titolo ha il medesimo grado degli altri Titoli della stessa Serie e di tutti gli altri obblighi non garantiti e non subordinati dell Emittente. I Titoli rappresentano obbligazioni non garantite e non subordinate dell'emittente. Tutti i Titoli emessi nella stessa Serie hanno la stessa classificazione, pertanto nessun Titolo avrà diritto di essere pagato prima di qualsiasi altro. Qualora l Emittente non fosse in grado di effettuare integralmente i pagamenti sui Titoli alla data di scadenza del pagamento, le richieste di pagamento di tutti i Portatori (e quindi indirettamente degli investitori) saranno trattate nello stesso modo. Ciò significa che l eventuale importo effettivamente corrisposto dall Emittente in tali circostanze sarà suddiviso equamente tra tutti i Portatori (e quindi indirettamente tra gli investitori) in modo che ciascun Titolo riceva proporzionalmente la propria quota dell importo effettivamente corrisposto. Gli obblighi di pagamento dell Emittente in relazione ai Titoli non sono garantiti. I portatori di titoli garantiti hanno il vantaggio della garanzia relativa ai beni specificamente a garanzia dei loro crediti qualora l Emittente non effettuasse i pagamenti. Dal momento che i Titoli non sono garantiti, i Portatori non potranno richiedere la vendita dei beni dell Emittente per il pagamento degli importi dovuti in relazione ai Titoli senza prima intraprendere altre azioni nei confronti dell Emittente; inoltre, potrebbe non essere disponibile alcun bene da cedere. Inoltre, gli obblighi di pagamento dell Emittente in relazione ai Titoli non sono subordinati. La subordinazione determina l ordine di pagamento, per cui le richieste subordinate saranno pagate dopo quelle non subordinate. Qualora l Emittente non fosse in grado di effettuare i pagamenti, il diritto dei Portatori al pagamento non sarà anteposto o subordinato rispetto ai diritti di tutti gli altri creditori non garantiti dell Emittente. Qualora fossero disponibili beni dell Emittente per il pagamento dei creditori non garantiti (inclusi i Portatori) in seguito a un inadempienza, ciascun creditore non garantito avrà diritto proporzionalmente a una quota di tali beni. Tutti i creditori saranno pagati anticipatamente rispetto agli azionisti dell Emittente. Milan-1/185581/ /...

7 5. PAGAMENTI I pagamenti dell Importo di Rimborso e di un eventuale Importo di Rimborso Anticipato o Importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio deve essere effettuato in un Giorno Lavorativo. Qualora una data di pagamento programmata non cadesse in un Giorno Lavorativo, il pagamento sarà effettuato il Giorno Lavorativo immediatamente successivo. Non maturerà alcun interesse se il pagamento viene ritardato per qualsivoglia motivo. Tutti i pagamenti ai Portatori saranno effettuati in conformità con le leggi, regolamenti, consuetudini e usi convenzionalmente applicabili a questo tipo di transazione. 6. IMPORTO DOVUTO A TITOLO DI RIMBORSO Se non si è verificato un rimborso anticipato o un rimborso anticipato obbligatorio dei Titoli, l Emittente corrisponderà a ciascun Portatore EURO per Valore Nominale (l'importo di Rimborso) alla Data di Rimborso. 7. INTERESSI E PAGAMENTI INTERMEDI 7.1 Cedola Fissa L'Emittente in data 25 febbraio 2008, o se tale giorno non è un Giorno Lavorativo, il primo Giorno Lavorativo successivo (la Data di Pagamento della Cedola Fissa) pagherà a ciascun Portatore un importo a titolo di interesse pari a EURO 50 per Titolo (l'importo Cedola Fissa). 7.2 Pagamenti Intermedi L'Emittente, in ciascuna delle Date di Pagamento Intermedio, pagherà a ciascun Portatore di ciascun Titolo un importo pari all'importo di Pagamento Intermedio determinato ai sensi dell'articolo Calcolo dell'importo di Pagamento Intermedio L'Importo di Pagamento Intermedio degli Strumenti Finanziari pagabili a ciascuna Data di Pagamento Intermedio sarà un ammontare in EURO calcolato come segue: qualora, alla Data di Valutazione immediatamente precedente: SX5E SX5E t 0 SPX max SPX t 0 NKYt ; NKY 0 l'importo di Pagamento Intermedio applicabile sarà uguale al 4 per cento moltiplicato per EURO qualora, alla Data di Valutazione immediatamente precedente: SX5E SX5E t 0 SPX < max SPX t 0 NKYt ; NKY 0 l'importo di Pagamento Intermedio applicabile sarà uguale a 0. Milan-1/185581/ /...

8 7.4 Arrotondamento Tutti gli importi calcolati ai sensi del presente Articolo saranno arrotondati alla più vicina sotto unità della valuta di riferimento in conformità agli usi ed alle pratiche di mercato. 8. DISPOSIZIONI RELATIVE AL SOTTOSTANTE 8.1 Rettifiche Il calcolo dell Importo di Rimborso e la valutazione se si sia verificato un rimborso anticipato obbligatorio si basa sulla performance del Sottostante. Possono sopraggiungere degli eventi che influenzano la composizione del Sottostante o il metodo di determinazione della sua performance. Inoltre, il Sottostante potrebbe cessare di esistere oppure la determinazione della sua performance potrebbe non essere possibile, anche per ragioni di tipo pratico. In tali circostanze, l Agente per il Calcolo ha la possibilità di apportare dei cambiamenti al Regolamento onde tenere conto di questi eventi senza il consenso dei Portatori. L Agente per il Calcolo può apportare tali cambiamenti senza prendere in considerazione l effetto che essi avranno sui Portatori e/o sugli importi dovuti in relazione ai Titoli. Gli investitori dovrebbero essere consapevoli del fatto che tali cambiamenti potrebbero avere un impatto negativo sugli investimenti e/o sugli importi dovuti in relazione ai Titoli. Qualora un Indice: non sia calcolato e reso noto dallo Sponsor, ma sia calcolato e reso noto da un successore dello Sponsor (lo "Sponsor Sostitutivo"), che sia accettabile a giudizio dell Agente per il Calcolo; o sia sostituito da un indice successore che utilizzi, a giudizio dell'agente per il Calcolo, una formula e metodo di calcolo identici o sostanzialmente analoghi a quelli utilizzati nel calcolo dell'indice, allora, in ciascun caso, tale indice (l "Indice Sostitutivo") sarà ritenuto l Indice. Qualora, in riferimento ad un Indice: In coincidenza con, o precedentemente a, una Data di Valutazione t o qualsiasi altra data, lo Sponsor o, eventualmente, lo Sponsor Sostitutivo, annunci che apporterà un cambiamento materiale alla formula o al metodo di calcolo dell'indice o modifichi sostanzialmente in qualsiasi altro modo l'indice (ad eccezione delle modifiche prescritte in tale formula o metodo ai fini di conservare l'indice nel caso di variazioni dei titoli costitutivi, di capitalizzazione e di altri eventi ordinari) (una Modifica dell Indice ); o in coincidenza con, o precedentemente a, una Data di Valutazione t o qualsiasi altra data di riferimento, lo Sponsor o, eventualmente, lo Sponsor Sostitutivo cessi permanentemente in un qualsiasi momento di Milan-1/185581/ /...

9 calcolare l'indice e non esista un Indice Sostitutivo (una Cancellazione dell Indice );o (iii) in coincidenza con una Data di Valutazione t, lo Sponsor o, eventualmente, lo Sponsor Sostitutivo non calcoli e non renda noto il relativo Indice (uno Sconvolgimento dell Indice e, insieme a una Modifica dell Indice e a una Cancellazione dell Indice, un Evento di Rettifica dell Indice); allora, l Agente per il Calcolo, a sua sola e assoluta discrezione, stabilirà se l'evento di Rettifica dell Indice ha un impatto materiale sui Titoli e, in tal caso (A) l Agente per il Calcolo calcolerà il Prezzo Ufficiale di Chiusura utilizzando, invece di un valore pubblicato per il relativo Indice, il valore per il relativo Indice nell Orario di Valutazione della rispettiva Data di Valutazione t stabilito dall Agente per il Calcolo in base all ultima formula e metodo di calcolo del relativo Indice in vigore prima di tale cambiamento, mancato calcolo o cancellazione ma utilizzando esclusivamente quei titoli che componevano l Indice immediatamente prima di tale Evento di Rettifica dell Indice (diversi dai titoli che da allora hanno smesso di essere quotati su qualsiasi Borsa Valori rilevante) o (B) l Agente per il Calcolo sostituirà l'indice con un Indice alternativo utilizzando, secondo quanto sarà stabilito dall Agente per il Calcolo, la stessa formula e lo stesso metodo di calcolo o una formula e un metodo di calcolo sostanzialmente analoghi a quelli utilizzati per il calcolo dell'indice o (C) i Titoli saranno rimborsati per intero il Giorno Lavorativo di Borsa immediatamente precedente a quello di efficacia dell Evento di Rettifica dell Indice o, se successiva, alla data in cui l Evento di Rettifica dell Indice è reso noto dallo Sponsor. Qualora i Titoli siano in tal modo rimborsati per intero, l Emittente corrisponderà un importo per ciascun Portatore, il cui ammontare sarà pari al valore equo di mercato del Titolo in una data individuata dall Emittente, a sua esclusiva e assoluta discrezione, e prendendo in considerazione l Evento di Rettifica dell Indice, così come stabilito dall Agente per il Calcolo a sua esclusiva e assoluta discrezione. I pagamenti saranno effettuati in base alle modalità che saranno comunicate in conformità con l'articolo 18. Qualsiasi operazione di swap o altra operazione di copertura annullata a seguito di un Evento di Rettifica dell Indice sarà valutata utilizzando la formula o il metodo usati per il calcolo dell'indice in vigore immediatamente prima di tale Evento di Rettifica dell Indice. (c) Qualora il valore di un Indice ad una Data di Valutazione t utilizzato, o che dovrà essere utilizzato, dall Agente per il Calcolo per determinare l'importo di Rimborso o l'eventuale Importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio sia successivamente rettificato e tale rettifica sia resa nota dallo Sponsor entro il secondo Giorno Lavorativo precedente la relativa Data di Rimborso o la Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio (a seconda del caso), ed in uno di questi casi l Agente per il Calcolo abbia avvisato l Emittente entro tale data, allora il valore dell'indice in tale Data di Valutazione t sarà il valore di tale Indice come rettificato. Milan-1/185581/ /...

10 (d) L'Agente per il Calcolo notificherà all'emittente e agli Agenti per i Pagamenti ogni valutazione fatta ai sensi dei successivi sottoparagrafi o (c) del presente Articolo 8.1 e l'azione proposta dovrà essere assunta in relazione a questa valutazione. Gli Agenti per i Pagamenti notificheranno ai portatori detta informazione non appena ragionevolmente possibile e ai sensi dell'articolo 18. L Agente per il Calcolo non agirà in veste di agente o fiduciario dei Portatori. Tutte le quotazioni e i calcoli trasmessi o effettuati da parte dell Agente per il Calcolo in relazione ai Titoli saranno (salvo in caso di errore manifesto) definitivi e vincolanti per l Emittente, gli Agenti per i Pagamenti e i Portatori. Né l Emittente, né gli Agenti per i Pagamenti o l Agente per il Calcolo avranno alcuna responsabilità nei confronti di alcun soggetto per qualsivoglia errore o omissione nel calcolo di qualsiasi importo dovuto in relazione ai Titoli effettuato da parte dell Agente per il Calcolo o in qualsiasi calcolo effettuato dall Agente per il Calcolo. 8.2 Definizioni per la Valutazione del Sottostante Chiusura Anticipata indica, relativamente ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, la chiusura, in qualsiasi Giorno Lavorativo di Borsa, della Borsa Valori per qualsiasi Titolo Costitutivo o qualsiasi Borsa Valori Collegata, prima del rispettivo Orario di Chiusura Programmato a meno che l'orario di chiusura anticipato non venga annunciato dalla Borsa Valori o Borsa Valori Collegata almeno un ora prima rispetto: all orario di chiusura effettivo per la sessione regolare di negoziazione sulla Borsa Valori o Borsa Valori Collegata, a seconda del caso, nel Giorno Lavorativo di Borsa; e alla scadenza per la presentazione degli ordini da immettere nel sistema della Borsa Valori o Borsa Valori Collegata di riferimento per l esecuzione all Orario di Valutazione di riferimento in quel Giorno Lavorativo di Borsa. Data di Valutazione indica 18 agosto 2008 (t=1), 17 febbraio 2009 (t=2), 17 agosto 2009 (t=3), 16 febbraio 2010 (t=4), 16 agosto 2010 (t=5), 16 febbraio 2011 (t=6), 16 agosto 2011 (t=7) e 16 febbraio 2012 (t=8), fermo restando che, qualora una di queste date non sia un Giorno di Negoziazione Programmato per ciascuno degli Indici, la Data di Valutazione di riferimento sarà il primo giorno che è un Giorno di Negoziazione Programmato per tutti gli Indici dopo tale data a meno che, a giudizio dell Agente per il Calcolo, tale giorno non sia un Giorno di Sconvolgimento per un Indice. Se il giorno che sarebbe dovuto essere la relativa Data di Valutazione è un Giorno di Sconvolgimento per qualsiasi Indice, allora la relativa Data di Valutazione sarà la prima tra: il primo Giorno di Negoziazione Programmato successivo che non sia Giorno di Sconvolgimento per alcun Indice; l'ottavo Giorno di Negoziazione Programmato immediatamente successivo al primo Giorno di Sconvolgimento; e Milan-1/185581/ /...

11 (c) il secondo Giorno Lavorativo precedente la Data di Pagamento Anticipato Obbligatorio immediatamente successiva o, nel caso della Data di Valutazione Finale, la Data di Rimborso. Qualora la Data di Valutazione t sia determinata ai sensi del paragrafo o (c), e questo giorno sia un Giorno di Sconvolgimento per un Indice, l Agente per il Calcolo stabilirà il valore dell'indice nell Orario di Valutazione in tale giorno in base all ultima formula e metodo di calcolo del valore dell'indice in vigore prima del verificarsi del primo Giorno di Sconvolgimento utilizzando il prezzo quotato o negoziato sulla Borsa Valori nell Orario di Valutazione in tale giorno di ciascun titolo incluso nell'indice (ovvero, qualora si sia verificato un evento che dia luogo a un Giorno di Sconvolgimento in relazione al titolo in questione in tale giorno, la stima in buona fede del valore del rispettivo titolo nell Orario di Valutazione in tale giorno). Benché una Data di Valutazione cada: in un giorno che non è un Giorno di Negoziazione Programmato per un Indice in quanto una o più Borse Valori Collegate relative ad uno o più Indici non sono aperte (ciascuno Indice Coinvolto); oppure in un giorno che sia un Giorno di Sconvolgimento per un Indice solamente in quanto la Borsa Valori Collegata non è aperta, qualora l'agente per il Calcolo ritenga che tale circostanza non sia rilevante, allora lo stesso potrà discrezionalmente stabilire che tale giorno costituisce una Data di Valutazione (nonostante il fatto che tale data non è un Giorno di Negoziazione Programmato in relazione ad un Indice in quanto uno o più Borse Valori Collegate non sono aperte o è un Giorno di Sconvolgimento in quanto una Borsa Valori Collegata non è aperta). A tal fine, l'agente per il Calcolo terrà conto, a sua sola ed assoluta discrezione, di quelle circostanze che ritenga rilevanti ivi incluso l'effetto sul prezzo di tale Indice Coinvolto delle negoziazioni di futures o contratti di opzione sulla rispettiva Borsa Valori Collegata e operazioni di copertura effettuate dall'emittente in relazione ai Titoli. Data Strike indica 23 febbraio Evento di Sconvolgimento del Mercato indica, in relazione a un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori: il verificarsi o il sussistere in qualsiasi momento durante l'ora antecedente all Orario di Valutazione rilevante: (A) di qualsiasi sospensione o limitazione della negoziazione imposta da qualsivoglia Borsa Valori o Borsa Valori Collegata, o altrimenti, e in ragione di oscillazioni di prezzo superiori ai limiti consentiti dalla rispettiva Borsa Valori o Borsa Valori Collegata o per altri motivi: Milan-1/185581/ /...

12 (aa) (bb) su qualsiasi Borsa Valori relativa a titoli che costituiscono almeno il 20 per cento del valore dell Indice; o in contratti di opzione o futures relativi all'indice, a seconda dei casi, su qualsiasi Borsa Valori Collegata; o (B) di qualsiasi evento (diverso da un evento descritto al punto qui di seguito) che comprometta o ostacoli (a giudizio dell Agente per il Calcolo) la capacità dei partecipanti del mercato in generale (aa) (bb) di effettuare transazioni o di ottenere valori di mercato, su qualsiasi Borsa Valori rilevante, in relazione a titoli/merci che costituiscano almeno il 20 per cento del valore dell Indice, o di effettuare transazioni o di ottenere valori di mercato in relazione a contratti di opzione o futures relativi all Indice, a seconda dei casi, su qualsiasi Borsa Valori Collegata; o la chiusura in qualsiasi Giorno Lavorativo di Borsa di qualsivoglia Borsa Valori rilevante relativa a titoli che costituiscono almeno il 20 per cento o più del valore dell Indice o di qualsiasi Borsa Valori Collegata prima del rispettivo Orario di Chiusura Programmato, salvo ove tale orario di chiusura anticipato sia annunciato da tale Borsa(e) Valori o tale Borsa(e) Valori Collegata(e), a seconda dei casi, almeno un ora prima: (C) dell orario di chiusura effettivo per la sessione regolare di negoziazione su tale Borsa(e) Valori o tale Borsa Valori Collegata in quel Giorno Lavorativo di Borsa; o, se antecedente, (D)della scadenza di presentazione degli ordini da immettere nel sistema di tale Borsa Valori o Borsa Valori Collegata per l esecuzione all Orario di Valutazione in quel Giorno Lavorativo di Borsa, che in ciascun caso l Agente per il Calcolo riterrà rilevante; o in relazione a un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori e con riferimento ai Titoli Costitutivi: il verificarsi o il sussistere di, in relazione ad un Titolo Costitutivo, di: (A) uno Sconvolgimento delle Negoziazioni in relazione al Titolo Costitutivo e che l Agente per il Calcolo ritenga rilevante in qualsiasi momento durante l'ora antecedente all Orario di Valutazione di riferimento in relazione alla Borsa Valori rilevante relativa a tale Titolo Costitutivo; o Milan-1/185581/ /...

13 (B) (C) uno Sconvolgimento della Borsa in relazione a questo Titolo Costitutivo, che l Agente per il Calcolo ritenga rilevante, in qualsiasi momento durante l'ora antecedente all Orario di Valutazione di riferimento in relazione alla Borsa Valori di riferimento per tale Titolo Costitutivo; o una Chiusura Anticipata in relazione a tale Titolo Costitutivo e che l Agente per il Calcolo ritenga rilevante; e la somma di tutti i Titoli Costitutivi in relazione a cui si verifica o sussiste uno Sconvolgimento delle Negoziazioni, uno Sconvolgimento della Borsa o una Chiusura Anticipata e per cui la Percentuale X costituisca almeno il 20 per cento del valore dell Indice; o il verificarsi o il sussistere, in relazione a contratti di opzione o futures relativi all Indice di: (D) (E) (F) uno Sconvolgimento delle Negoziazioni in qualsiasi momento durante l ora antecedente all Orario di Valutazione in relazione a qualsiasi Borsa Valori Collegata; uno Sconvolgimento della Borsa in qualsiasi momento durante l'ora antecedente all Orario di Valutazione in relazione a qualsiasi Borsa Valori Collegata o una Chiusura Anticipata, in ciascun caso in relazione a tali contratti di opzione o futures e che l Agente per il Calcolo ritiene rilevanti. Al fine di stabilire se sussiste un Evento di Sconvolgimento del Mercato in relazione a un Indice o a un Titolo Costitutivo in qualsiasi momento, qualora si verifichi un evento che dia luogo a un Evento di Sconvolgimento del Mercato in relazione a un titolo incluso in un Indice o, eventualmente, in relazione ad un Titolo Costitutivo, in quel momento, allora il contributo percentuale di tale titolo o, eventualmente, Titolo Costitutivo al valore dell Indice si baserà su un raffronto tra: la porzione del valore dell Indice attribuibile a quel titolo o, eventualmente, Titolo Costitutivo, e il valore complessivo dell Indice, in ciascun caso: in relazione a un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori, immediatamente prima del verificarsi di tale Evento di Sconvolgimento del Mercato; o in relazione a un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, utilizzando le ponderazioni di apertura ufficiali pubblicate dal relativo Sponsor nell ambito dei "dati di apertura" del mercato. Milan-1/185581/ /...

14 Per maggior chiarezza, una limitazione degli orari e del numero di giorni di negoziazione derivante da una variazione dei normali orari lavorativi di qualsiasi borsa valori non costituirà un Evento di Sconvolgimento del Mercato. Giorno di Sconvolgimento indica: in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori, qualsiasi Giorno di Negoziazione Programmato in cui la Borsa Valori o Borsa Valori Collegata di riferimento non apra per le negoziazioni durante la sua sessione regolare di negoziazione o si è verificato un Evento di Sconvolgimento del Mercato; o in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, qualsiasi Giorno di Negoziazione Programmato in cui: (iii) lo Sponsor di riferimento non pubblichi il valore dell Indice; una delle Borse Valori Collegate non apra per le negoziazioni durante la sua sessione regolare di negoziazione; o si sia verificato un Evento di Sconvolgimento del Mercato. L'Agente per il Calcolo dovrà, non appena sia ragionevolmente possibile, notificare all'emittente l'esistenza o il verificarsi di un Evento di Sconvolgimento in un giorno che, se non fosse stato un Giorno di Sconvolgimento, sarebbe stato una Data di Valutazione t e l'emittente dovrà non appena possibile notificarlo agli investitori ai sensi dell'articolo 18. La mancata notifica all Emittente da parte dell Agente per il Calcolo del verificarsi di un Giorno di Sconvolgimento non influenzerà la validità della determinazione dell esistenza di tale Giorno di Sconvolgimento, né delle relative conseguenze. NKY t indica, in riferimento al Nikkei 225 ed alla Data di Valutazione t, il Prezzo Ufficiale di Chiusura del Nikkei 225 a tale Data di Valutazione t. NKY 0 indica, in riferimento al Nikkei 225, il Prezzo Ufficiale di Chiusura del Nikkei 225 alla Data Strike. Orario di Chiusura Programmato indica, in riferimento ad una Borsa Valori o Borsa Valori Collegata e ad un Giorno di Negoziazione Programmato, il momento di chiusura programmata del giorno settimanale di tale Borsa Valori o Borsa Valori Collegata, in tale Giorno di Negoziazione Programmato, senza considerare le ore successive o qualsiasi altra negoziazione fuori dalle ordinarie sessioni orarie di negoziazione. Orario di Valutazione indica: in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su un'unica Borsa Valori: al fine di determinare se si sia verificato un Evento di Sconvolgimento del Mercato: (A) in relazione ad un titolo incluso nell'indice, l'orario di Chiusura Programmato sulla rispettiva Borsa Valori, e Milan-1/185581/ /...

15 (B) in relazione a qualsiasi contratto d'opzione o futures sull'indice, la chiusura della negoziazione sulla Borsa Valori Collegata, e in tutte le altre circostanze, il momento in cui il Prezzo Ufficiale di Chiusura dell'indice viene calcolato e pubblicato dallo Sponsor. in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori: al fine di determinare se si sia verificato un Evento di Sconvolgimento del Mercato: (A) (B) in relazione ad un Titolo Costitutivo, l'orario di Chiusura Programmato sulla Borsa Valori di riferimento, e in relazione a qualsiasi contratto d'opzione o futures sull'indice, la chiusura della negoziazione sulla Borsa Valori Collegata, e in tutte le altre circostanze, il momento in cui il Prezzo Ufficiale di Chiusura dell'indice viene calcolato e pubblicato dallo Sponsor di riferimento. Qualora, ai fini dei paragrafi e, la Borsa Valori rilevante chiuda prima del rispettivo Orario di Chiusura Programmato, allora l Orario di Valutazione sarà l orario effettivo di chiusura della Borsa Valori di riferimento. Il valore del Sottostante alla Data(e) di Valutazione sarà utilizzato per calcolare l'importo di Rimborso e determinare se si sia verificato un rimborso anticipato obbligatorio. Qualora il valore dei Sottostanti non possa essere calcolato a causa di uno sconvolgimento o di altro evento che abbia un impatto sulla Borsa Valori o sulla Borsa Valori Collegata, il metodo di valutazione del Sottostante sarà quello descritto nel presente Articolo. Percentuale X indica, in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori e in qualsiasi giorno, la percentuale dei Titoli Costitutivi per i quali si prevede che non siano più disponibili alla negoziazione sulla(e) Borsa(e) Valori in tale giorno, non essendo tale giorno un giorno nel quale è previsto che la(e) rispettiva(e) Borsa(e) Valori siano aperte alle negoziazioni durante le loro regolari e rispettive sessioni di negoziazione. Per determinare la Percentuale X, il contributo percentuale del Titolo Costitutivo non disponibile alla negoziazione dovrebbe essere basata sulla comparazione tra: la porzione del livello dell'indice attribuibile a tale Titolo Costitutivo; e il livello complessivo dell'indice, in ciascun caso utilizzando la ponderazione ufficiale di apertura come pubblicata dallo Sponsor dell'indice nell ambito dei "dati di apertura" del mercato. Sconvolgimento della Borsa indica, relativamente ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, qualsiasi evento (diverso da una Chiusura Anticipata) che ostacoli o comprometta (così come stabilito dall Agente per il Calcolo) la capacità dei Milan-1/185581/ /...

16 partecipanti del mercato in generale di effettuare transazioni o di ottenere valori di mercato in relazione a: qualsiasi Titolo Costitutivo, sulla Borsa Valori relativa a tale Titolo Costitutivo; o contratti di opzione o futures relativi all Indice su qualsiasi Borsa Valori Collegata di riferimento. Sconvolgimento delle Negoziazioni indica, in relazione ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, qualsiasi sospensione o limitazione della negoziazione imposta dalla Borsa Valori o dalla Borsa Valori Collegata di riferimento, a seconda del caso, o diversamente, ed in ragione di oscillazioni di prezzo superiori ai limiti consentiti alla rispettiva Borsa Valori o Borsa Valori Collegata o per altri motivi: relativa a qualsiasi Titolo Costitutivo sulla Borsa Valori di riferimento per tale Titolo Costitutivo; in contratti di opzione o futures relativi all'indice su qualsiasi Borsa Valori Collegata. SPX t indica, in riferimento all's&p 500 ed alla Data di Valutazione t, il Prezzo Ufficiale di Chiusura del S&P 500 a tale Data di Valutazione t. SPX 0 indica, in riferimento all's&p 500, il Prezzo Ufficiale di Chiusura dell's&p 500 alla Data Strike. SX5E t indica, in riferimento all'euro STOXX 50 SM ed alla Data di Valutazione t, il Prezzo Ufficiale di Chiusura dell'euro STOXX 50 SM a tale Data di Valutazione t. SX5E 0 indica, in riferimento all''euro STOXX 50 SM, il Prezzo Ufficiale di Chiusura dell'euro STOXX 50 SM alla Data Strike. Titolo Costitutivo indica, relativamente ad un Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori, ciascun titolo ricompreso nell'indice. 8.3 Disposizioni relative al Sottostante Indice Borsa Valori Borsa Valori Collegata l'indice Dow Jones EUROSTOXX 50 SM (Bloomberg: SX5E) l'indice Nikkei 225 Stock Average (Bloomberg: NKY) Indice con Titoli Quotati su Due o Più Borse Valori Indice con Titoli Quotati su una sola Borsa Valori (Tokyo Stock Exchange) EUREX una borsa dei derivati svizzerotedesca) Osaka Securities Exchange Sponsor STOXX Limited Nikou Keizai Shimbun Inc. Milan-1/185581/ /...

17 l'indice S&P 500 (Bloomberg: SPX) Indice con Titoli Quotati su una sola Borsa Valori (New York Stock Exchange) Global and the Chicago Mercantile Exchange Standard & Poor's, una divisione della McGraw-Hill Companies Inc. 9. RIMBORSO PRIMA DELLA DATA DI RIMBORSO 9.1 Rimborso Anticipato Obbligatorio Se ad una Data di Valutazione t l'insieme dell'importo Cedola Fissa + la Somma degli Importi di Pagamento Intermedio per Titolo è uguale al 17 per cento del Valore Nominale del Titolo, l'emittente corrisponderà in relazione a ciascun Titolo, alla Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio immediatamente successiva, l'importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio. Somma degli Importi di Pagamento Intermedio indica C t, dove t corrisponde a ciascuna delle Date di Pagamento Intermedio (inclusa, per maggior chiarezza, la Data di Pagamento Intermedio immediatamente successiva alla Data di Valutazione applicabile), e C t indica l'importo di Pagamento Intermedio pagabile a tale Data di Pagamento Intermedio ai sensi dell'articolo 7.3. Con il pagamento dell'importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio, l'emittente non avrà ulteriori obblighi in riferimento ai Titoli. Non appena sia possibile, ma in ogni caso non oltre il secondo Giorno Lavorativo precedente alla Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio nella quale i Titoli devono essere rimborsati, l'emittente comunicherà gli Agenti per il Pagamento e ai Portatori che i Titoli sono divenuti oggetto di rimborso di cui al presente Articolo 9.1. L'Importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio in relazione ad una Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio e ad un Titolo sarà l'importo applicabile di seguito indicato: 8 t= 1 Data di Valutazione prevista per il: 18 agosto 2008 (t=1) Importo di Rimborso Anticipato Obbligatorio Non applicabile. Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio Non applicabile. 17 febbraio 2009 (t=2) Non applicabile. Non applicabile. 17 agosto 2009 (t=3) EURO agosto 2009 Milan-1/185581/ /...

18 16 febbraio 2010 (t=4) 16 agosto 2010 (t=5) 16 febbraio 2011 (t=6) 16 agosto 2011 (t=7) 16 febbraio 2012 (t=8) EURO febbraio 2010 EURO agosto 2010 EURO febbraio 2011 EURO agosto 2011 EURO febbraio Rimborso Anticipato Salvo il caso in cui vi sia una Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio ai sensi dell'articolo 9.1, i Titoli non saranno rimborsati prima della Data di Rimborso, a meno che non si verifichi uno dei seguenti eventi: Illegalità, Impossibilità e Forza Maggiore Qualora, secondo il parere dell Emittente, diventasse illegale o fosse impossibile emettere i Titoli o esistesse qualsiasi motivo per cui l Emittente non potesse, per ragioni che sfuggono al suo controllo, adempiere ai propri obblighi derivanti dai Titoli, allora l Emittente potrà cancellare i Titoli e rimborsare a ciascun Portatore un importo pari al valore equo di mercato dei Titoli (prima che si verificasse qualsiasi illegalità) detratto di eventuali costi sostenuti dall Emittente (ivi inclusi quelli per la risoluzione di accordi di copertura da lui sottoscritti onde controbilanciare i rischi derivanti dai Titoli). Non appena sarà stato corrisposto tale importo, i Titoli saranno annullati automaticamente e non sarà dovuto alcuna altra somma da parte dell Emittente in relazione ai Titoli; Evento di Rettifica dell'indice Un Evento di Rettifica dell Indice si verifica quando l Agente per il Calcolo decide di rimborsare i Titoli in conformità con l'articolo 8.1; (c) Evento di Sconvolgimento Un Evento di Sconvolgimento rispetto al quale l Emittente decide di rimborsare i Titoli in conformità con l'articolo 13.2; o (d) Acquisto Qualora l'emittente acquisti i Titoli in conformità con l'articolo Ammontare del Rimborso Anticipato Milan-1/185581/ /...

19 Alla Data di Rimborso Anticipato, l'emittente corrisponderà a ciascun Portatore l'ammontare del Rimborso Anticipato. Ai fini degli Articoli 8.1, 9.2 e 13.2, l'ammontare del Rimborso Anticipato per Titolo sarà un importo in EUR stabilito dall'agente per il Calcolo ai sensi degli Articoli 8.1, 9.2 o 13.2, a seconda dei casi. 10. ACQUISTI E ULTERIORI EMISSIONI DA PARTE DELL EMITTENTE 10.1 Acquisti L Emittente, le società collegate e le sue controllate potranno riacquistare qualsiasi Titolo sul mercato aperto. Qualora l Emittente o qualunque delle sue società collegate o controllate acquisti qualsiasi Titolo sul mercato aperto, l Emittente, le sue società collegate o le sue controllate potranno detenerlo o rivenderlo oppure cancellarlo. La liquidità e/o il prezzo o il valore dei Titoli potranno essere influenzati se l Emittente acquista propri Titoli. Si prega di vedere la Parte 1 (D) e (E) nella Sezione Emissione di ulteriori Titoli L Emittente ha la facoltà di emettere, di volta in volta, ulteriori titoli, che faranno parte della stessa Serie dei Titoli già emessi. L Emittente può emettere tali ulteriori Titoli senza il consenso di alcun Portatore. La liquidità e/o il prezzo o il valore dei Titoli potranno essere influenzati se l Emittente emette ulteriori Titoli. Si prega di vedere la Parte 1 (E) e la Parte 3 (G) della Sezione PRESCRIZIONE DEL DIRITTO AI PAGAMENTI Il diritto al pagamento della somma capitale dei Titoli si prescrive in dieci anni e decorre dalla data in cui il relativo pagamento diventa esigibile. Il diritto al pagamento degli interessi sui Titoli si prescrive in cinque anni e decorre dalla data in cui il relativo pagamento diventa esigibile. Non sarà effettuato alcun pagamento dopo che il relativo diritto si sia prescritto. 12. TASSAZIONE E SPESE Ogni investitore è tenuto a corrispondere tutte le tasse e le spese dovute in ragione della proprietà e del trasferimento dei Titoli. Qualora l'emittente, ai sensi di legge, fosse tenuto a dedurre un determinato importo da un pagamento ad un Portatore, l'importo pagabile a tale Portatore sarà l'importo al netto di tale deduzione e l'emittente non avrà alcun obbligo di pagare un ulteriore importo al Portatore per colmare il pagamento oggetto della deduzione. L'Emittente non è responsabile né ha l obbligo di corrispondere alcuna tassa, imposta o ritenuta ovvero altri pagamenti simili, che possano sorgere in forza della proprietà o del trasferimento, da parte di qualsiasi Portatore, dei Titoli. Qualora l'emittente fosse tenuto a corrispondere o di fatto corrisponda uno qualsiasi di detti pagamenti per conto di un Portatore, l'emittente ha diritto di richiedere a tale Portatore la restituzione del denaro ovvero di trattenere gli importi dovuti a tale Portatore fino a quando l'emittente non avrà recuperato le somme corrispondenti. Milan-1/185581/ /...

20 13. SCONVOLGIMENTI 13.1 Evento di Sconvolgimento Di volta in volta l'emittente potrà concludere operazioni con terze parti al fine di controbilanciare gli eventuali rischi che acquisirà in conseguenza dell'emissione dei Titoli. Un Evento di Sconvolgimento si verifica qualora l'emittente decida che sia divenuto impossibile fissare, mantenere o realizzare il valore di qualsiasi delle predette operazioni, che siano state o potrebbero essere concluse dall'emittente medesimo. Nel decidere se si sia verificato un Evento di Sconvolgimento, l'emittente potrà considerare i seguenti fattori: (iii) un cambiamento della normativa applicabile in qualsiasi giurisdizione rilevante ovvero dell'interpretazione di tale normativa; una diminuzione del numero di terze parti idonee con le quali impegnarsi o con le quali contrattare a condizioni ragionevoli; o una carenza significativa di liquidità nel mercato delle azioni, delle opzioni o di altre attività solitamente utilizzate per controbilanciare tali rischi Conseguenze di un Evento di Sconvolgimento Qualora l Emittente stabilisca che si è verificato un Evento di Sconvolgimento, i Portatori ne saranno informati in conformità con l'articolo 18. L Emittente avrà quindi il diritto di intraprendere qualsiasi delle seguenti azioni: rimborsare anticipatamente i Titoli corrispondendo a ciascun Portatore un importo pari al valore equo di mercato dei Titoli stessi detratto delle eventuali spese sostenute dall Emittente e a fronte di tale pagamento i Titoli saranno cancellati e l Emittente non avrà alcun ulteriore obbligo con riguardo ai Titoli medesimi; o apportare al Regolamento qualsiasi modifica che l Emittente ritenga opportuna per attenuare l impatto dell Evento di Sconvolgimento mantenendo al tempo stesso il valore economico teorico dei Titoli, fatto salvo l'articolo CALCOLI Tutti i calcoli effettuati dall Agente per il Calcolo sono definitivi e vincolanti e i Portatori non possono opporsi a tali calcoli, salvo in caso di errore manifesto. Un errore manifesto è un errore evidente a livello del calcolo ed è, per esempio, un errore tipografico, quale un numero scorretto in un calcolo. 15. RETTIFICHE AL REGOLAMENTO L Emittente ha la facoltà di apportare modifiche al presente Regolamento, senza il consenso dei Portatori, qualora tale cambiamento: sia di natura formale, secondaria o tecnica; o sia effettuato per correggere un errore manifesto; o Milan-1/185581/ /...

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE Le note di sintesi sono composte dagli elementi informativi richiesti dalla normativa applicabile noti come "Elementi". Detti Elementi

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

6. Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate

6. Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 (2004/72/CE) TUF Regolamento Proposto Articolo 6, paragrafo 3, comma 3, Articolo 115-bis (Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate) Gli

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) 25.6.2015 L 159/27 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/983 DELLA COMMISSIONE del 24 giugno 2015 sulla procedura di rilascio della tessera professionale europea e sull'applicazione del meccanismo di allerta

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

I. DESCRIZIONE DEL PRODOTTO. Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva

I. DESCRIZIONE DEL PRODOTTO. Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva Termsheet del' 08.07.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva 11.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su BMW, Daimler,

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

10.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su ABB, Holcim, OC Oerlikon Osservazione continua della barriera Rimborso anticipato a discrezione

10.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su ABB, Holcim, OC Oerlikon Osservazione continua della barriera Rimborso anticipato a discrezione Termsheet indicativo del' 26.06.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva 10.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

5.25% p.a. Barrier Reverse Convertible su Basilea Pharmaceutica Osservazione continua della barriera

5.25% p.a. Barrier Reverse Convertible su Basilea Pharmaceutica Osservazione continua della barriera Termsheet indicativo del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva 5.25% p.a. Barrier Reverse Convertible su Basilea

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

I. DESCRIZIONE DEL PRODOTTO. I Termini e le Condizioni di questo prodotto sono state aggiustate a causa di una Corporate Action.

I. DESCRIZIONE DEL PRODOTTO. I Termini e le Condizioni di questo prodotto sono state aggiustate a causa di una Corporate Action. Termsheet dell' 20.01.2014 Offerta al pubblico: CH Certificato del riferimento del debitore con protezione del capitale Condizionata Tipo di prodotto secondo ASPS: 1410 Derivati garantiti Certificato Step

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

3.00% p.a. Multi Reverse Convertible su ABB, Credit Suisse, Nestlé, Novartis, Roche Worst of style Strike basso

3.00% p.a. Multi Reverse Convertible su ABB, Credit Suisse, Nestlé, Novartis, Roche Worst of style Strike basso Termsheet del' 07.07.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1220 Imposta preventiva 3.00% p.a. Multi Reverse Convertible su ABB, Credit Suisse,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

5.70% p.a. Barrier Reverse Convertible su ABB Osservazione continua della barriera

5.70% p.a. Barrier Reverse Convertible su ABB Osservazione continua della barriera Termsheet indicativo del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 Imposta preventiva 5.70% p.a. Barrier Reverse Convertible su ABB

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli