Manuale aggiornato a 07/09/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale aggiornato a 07/09/2014"

Transcript

1 Manuale tecnico LABDomotic LABInput PRO Arduino Manuale aggiornato a // DTProduction Production DT Argomenti Schemi elettrici per domotica con Software Domotica Tartaglia Schemi elettrici di punti luce, punti prese, serrande nelle due modalità utilizzate: Priorità impianto e priorità Scheda Collegamento generale delle centraline con varie soluzioni Varie configurazioni utilizzando tablet oppure PC Desktop con monitor touch screen Misure ed ingombri delle interfacce Misure con interasse fori per capire le dimensioni delle interfacce Accenni alla programmazione con Multimedia Fusion Chiarimenti su come inviare i comandi alla centralina LABDomotic da Multimedia fusion e non LABInput PRO, Come funziona: Esempio di collegamento con piu pulsanti per portare un canale in ingresso a valore alto ARDUINO e Domotica Tartaglia PRO Come collegare sonde temperatura, centralina allarme e ingressi digitali con arduino MEGA Progetto e disegni: Tartaglia Daniele

2 NEUTRO FASE LABDomotic Scatolotto derivazione. mm SCATOLA PULSANTE CIVILE CORRUGATO SEGNALE. /. mm CORRUGATO POTENZA CORRUGATO SEGNALE v DC PULSANTE CIVILE SCATOLA LABInput PRO / Punto luce in PRIORITA SCHEDA: Schema elettrico da due punti luce utilizzando la scheda LABDomotic per l accensione della lampada controllata dal Software: Quando il pulsante viene premuto, invia al Software l impulso tramite LABInput PRO che, in relazione alla programmazione, provvederà ad accendere o spegnere la lampada in relazione al suo stato. L accensione potrà avvenire anche direttamente da Software oppure da remoto con dispositivi mobile (SmartPhone, Tablet ecc.). Questa modalità è molto semplice dal punto di vista realizzativo, ma senza interfacce o Software, l impianto non potrà piu funzionare.

3 NEUTRO FASE LABDomotic IMPORTANTE CORRUGATO POTENZA. mm Questo relè ha il compito di inviare al Software l impulso per avere lo stato della lampada. Ogni volta che accendiamo o spegniamo la luce da Software oppure da pulsante civile, invieremo al programma l impulso che servirà per avere lo stato se la lampada è accesa oppure spenta. In mancanza di questo relè, non possiamo avere il monitoraggio da Software. Come potete vedere dallo schema, il piccolo relè con bobina da volt è collegato in parallelo al relè passo/passo. CORRUGATO SEGNALE PULSANTE CIVILE. /. mm SCATOLA v DC CORRUGATO SEGNALE PULSANTE CIVILE SCATOLA LABInput PRO / Punto luce in PRIORITA IMPIANTO: Schema elettrico di un punto luce che utilizza un piccolo relè da volt per inviare al Software lo stato commutativo della lampada. A differenza della priorità scheda, l impianto è leggermente piu complesso perché utilizza un relè passo/passo e un relè ausiliario collegato in parallelo al passo/passo. Questa modalità permette di avere l impianto elettrico indipendente e può funzionare anche senza domotica collegata. Dal punto di vista funzionale non cambia nulla, sia priorità scheda o impianto il funzionamento è lo stesso, quello che cambia è l impianto elettrico e i collegamenti alle interfacce.

4 NEUTRO FASE LABDomotic Scatolotto derivazione FUSE A CORRUGATO POTENZA FUSE A. mm SCATOLA RIPRISTINO IMPIANTO ESCLUDENDO LA DOMOTICA CORRUGATO SEGNALE FASE v DC x x x x FASE alla presa FASE alla presa SCATOLA LABInput PRO / NOTE: Il contatto a domotica non in funzione è normalmente aperto PRESE ELETTRICHE IN PRIORITA SCHEDA: Schema elettrico per il controllo di due prese elettriche da Ampere. Quando si tratta di collegare delle prese elettriche, non ha nessuna importanza seguire la priorità impianto o domotica perché il circuito è molto semplice e solitamente si usa domotizzare solo alcune prese importanti, non tutte quelle che abbiamo nella nostra abitazione. Se vogliamo ripristinare l impianto eliminando la domotica, basta semplicemente ponticellare come mostrato nel circuito. Per le prese elettriche, la scheda LABInput PRO non è necessaria

5 NEUTRO FASE LABDomotic MOTORE SALITA/DISCESA CORRUGATO POTENZA FUSE xxa Salita Com Discesa FUSE xxa FUNZIONE SALITA/DISCESA CON PULSANTE Singola pressione a tapparella chiusa o in arresto= SALITA Doppia pressione a tapparella in salita o in arresto= DISCESA Singola pressione a tapparella aperta= DISCESA Singola pressione a tapparella in movimento= STOP v DC SERRANDA SCATOLA Pulsante N.A. CORRUGATO SEGNALE LABInput PRO / SERRANDE IN PRIORITA SCHEDA: Con questa modalità è possibile il controllo di una serranda/tapparella/saracinesca attraverso un solo e semplice pulsante civili con una funzione speciale. è molto semplice aprire o chiudere semplicemente rispettando una regola rappresentata nel grafico in alto. Le funzioni sono due: singola pressione e doppia pressione in relazione allo stato della serranda/tapparella. Per realizzare un punto serranda con questa modalità, vengono utilizzati due relè della LAB e un solo ingresso della LABInput PRO

6 NEUTRO FASE LABDomotic MOTORE SALITA/DISCESA Salita Com Fusibile CORRUGATO POTENZA Discesa ATTENZIONE: Interblocco assente Per maggiore sicurezza, sarebbe opportuno utilizzare un relè ausiliario, sia per la salita, sia per la discesa collegati nello schema sotto riportato: F Relé Lab K P UP k Relé Lab K P DW kb kb k ka ka M NON RICHIESTA PER IL COLLEGAMENTO TAPPARELLE IN PRIORITA IMPIANTO Motore tapparella CORRUGATO POTENZA N Questo circuito serve per evitare che si presenti un corto se dovessero andare inavvertitamente due relè insieme. Questo non dovrebbe succedere perchè è il Software che gestisce le uscite, ma è sempre meglio evitare. SERRANDA v DC SCATOLA CORRUGATO POTENZA C LABInput PRO / SERRANDE IN PRIORITA IMPIANTO: Questa modalità è molto semplice da realizzare perché mantie l impianto elettrico originale. L interfaccia LAB è utilizzata per far funzionare in modo parallelo la salita o la discesa della vostra tapperella sempre con l utilizzo di due relè. In questo caso i relè non fanno altro che azionare il motore della serranda in modo parallelo al pulsante utilizzato a parete. Con questa configurazione, la scheda ad ingressi non è utilizzata e rendo l impianto completamente indipendente dalla domotica.

7 vac LABDomotic LABInput PRO / Quadro distribuzione generale Input vac Magnetotermico Domotica Alimentatore vdc A Input vac Mini PC Watt Requisiti minimi Mhz gb ram vac v DC VGA Fusibile (max A) Monitor Touch screen Cavo video SVGA Out vac VGA HUB Alimentazione v dc ausiliaria consigliata Domotica Tartaglia Semplice impianto domotica CON USCITE e / ingressi utilizzando un mini pc e un monitor touch da pollici: Questa modalità permette un controllo completo per la gestione dei punti luce, prese elettriche, apriporta/cancelli, consumi e molte altre funzioni. Basta una LABDomotic con un modulo da relè, una LABInput PRO da / ingressi, un mini PC, oppure un portatile senza schermo o un classico Desktop case. Una Hub usb per collegare le interfacce direttamente al pc e un alimentatore elettronico da volt ampere per alimentare le interfacce.

8 vac LABDomotic Quadro distribuzione generale Magnetotermico Domotica Alimentatore vdc A Input vac vac v DC Fusibile (max A) Out vac HUB Alimentazione v dc ausiliaria consigliata Domotica Tartaglia Configurazione minima necessaria Semplice impianto domotica con USCITE e / ingressi utilizzando un TABLET O MONITOR PC Questa modalità permette un controllo completo per la gestione dei punti luce, prese elettriche, apriporta/cancelli, consumi e molte altre funzioni. Basta una LABDomotic con un modulo da relè, una LABInput PRO da / ingressi, un TABLET O MONITOR PC. Una Hub usb per collegare le interfacce direttamente al pc e un alimentatore elettronico da volt ampere per alimentare le interfacce.

9 vac LABDomotic full Quadro distribuzione generale Magnetotermico Domotica Input vac Alimentatore vdc A LABInput PRO vac v DC vac Fusibile (max A) Out HUB Alimentazione v dc ausiliaria consigliata TX RX Arduino MEGA RESET V V VIN Parte analogica e sensori AREF HUMID. TEMP Domotica Tartaglia Allarme e funzioni EXTRA A B C # D IMPIANTO COMPLETO CON USCITE, ingressi e ARDUINO per la sezione analogica/segnali comandato da TABLET O MONITOR PC Questa modalità permette un controllo completo per la gestione dei punti luce, prese elettriche, apriporta/cancelli, consumi sensori temperatura umidità, centralina allarme ecc. Basta una LABDomotic con udue modul da relè, una LABInput PRO da ingressi, ARDUINO e un monitor PC per la gestione di tutto il sistema. Una Hub usb per collegare le interfacce direttamente al PC e un alimentatore elettronico da volt ampere per alimentare le interfacce.

10 LABInput PRO / Esempio del canale attivo Pulsanti N.A a rilascio automatico Pulsante Pulsante Pulsante Pulsante Pulsante CHIUSO v DC Positivo VDC LABInput PRO utilizza un sistema a matrice quindi, per questioni di conflitto non è possibile mantenere a livello alto piu di ingressi contemporaneamente. Per livello alto si intende un canale input che riceve un vdc da un qualsiasi contatto. In ambito domotica il problema non sussiste perché non avremmo mai più di una o due pressioni simultanee. Questo problema potrebbe verificarsi invece se vogliamo collegare più di sensori che utilizzano un contatto N.C (Normalmente chiuso) in modo permanente collegato agli ingressi della scheda. In questo caso dobbiamo cambiare la configurazione utilizzando contatti aperti. Alimentatore v dc Collegare alla presa usb del PC o Tablet LABInput PRO e una interfaccia da / ingressi optoisolati utilizzata per rilevare l apertura o chiusura di contatti meccanici es: Microswitch, relè, sensori di movimento ecc. L interfaccia va connessa tramite un cavetto usb al PC e viene gestita interamente da tutti i Software LAB compresi i Tutorial scaricabili dal sito Come mostrato nello schema, basta alimentarla con tensione DC a volt e portare lo stesso positivo a tutti I contatti che intendiamo utilizzare. Per avere uno stato attivo, basta portare un positivo ad uno degli ingressi optoisolati, il Software riconosce il comando per essere utilizzato nella gestione delle funzioni.

11 F Q W E R T Y U I O P A S D F CH CH CH CH LEGENDA COLORI Non utilizzati Non implementati Utilizzati in LABInput PRO Utilizzati sul espansione Espansione aggiuntiva canali v DC IMPORTANTE CH K CH J H G C X Z L M N B V., Fate attenzione a non portare un segnale invertito oppure un segnale maggiore di volt su uno dei tanti ingressi digitali per evitare di danneggiare irreversibilmente il Chip opto array LABInput PRO LABInput PRO espansione: Questo schema mostra l associazione dei canali ingresso con i tasti della tastiera. Ho utilizzato una matrice di una tastiera per rendere il sistema piu flessibile ed economico rispetto a sistemi BUS dieci volte piu costosi. Gli ingressi sono protetti da optoisolatore e quindi possono arrivare a distanze anche chilometriche. LABInput PRO utilizza massimo ingressi optoisolati, ma è possibile estendere il numero degli ingressi fino ad un massimo di. Il cuore di LABInput PRO è gestito da una matrice di una tastiera di alto livello, sia per quanto riguarda la qualità dei componenti e sia per l alta affidabilità

12 ATTIVO ATTIVO ATTIVO ATTIVO rele rele rele rele «Stringa comandi A» composta da caratteri Ad ogni carattere corrisponde un relè della scheda Invio stringa ogni volta che cambia il suo stato RELE_= RELE_= RELE_= RELE_= RELE_= RELE_=... RELE_= Variabili MMF gia configurate nel sorgente HARDWARE Potete cambiare lo stato di una variabile / da qualsiasi evento, dipende dalla programmazione e funzione che dovete eseguire es: Potete portare il valore della variabile RELE_= quando il pulsante «W» è premuto e portare la stessa variabile alla stato quando è rilalasciato. Questo è un esempio semplice di accendi/spegni attraverso un pulsante della tastiera, ma le combinazioni ed eventi sono infinite. Nel mio esempio "HARDWARE " Scaricabile dal sito troverete un sorgente Multimedia funsion gia configurato, sia per gli sia per gli OUT per avere l accensione/spegnimento dei relè attraverso una struttura di variabili. es: RELE_= RELE_= RELE_= RELE_=... RELE_= Esempio di istruzione binaria per accendere/spegnere i relè _= _= _= _=... _= VARIABILI RELE (LABDomotic ) VARIABILI INGRESSI DIGITALI (LABInput PRO /) RELE_= Spegnimento relè RELE_= Eccitazione relè Ogni volta che una variabile cambia il suo stato, va ad aggiornare una delle stringhe comandi modificando il carattere associato a quella variabile es: Se vogliamo accendere il relè e il relè, porteremo la variabile RELE_= e RELE_= ma cosa succede immediatamente alla stringa comandi? La stringa comandi relativa alle prime variabili assumerà questo valore per poi essere inviata successivamente al interfaccia LABDomotic : STRINGA COMANDI «A» RELE_ RELE_ RELE_ Ad ogni cambiamento di stato di una delle varibili, avremo anche l invio del istruzione alla scheda LAB RELE_ Ogni stringa comando gestisce una interfaccia LABDomotic quindi, se vogliamo accende il relè, sarà chiamata in causa la (stringa comando B) come da esempio: STRINGA COMANDI «B» RELE_ RELE_ Questa stringa gestisce una seconda LABDomotic con FIRMWARE «B» RELE_ COME COMUNICARE CON LABDOMOTIC : Questo esempio è relativo al controllo tramite il Software Multimedia fusion, ma questa regola puo essere applicata da qualsiasi programma, vedi Visual Basic, C, VB Net ecc... PER VIA CHE LA SCHEDA POSSA RICEVERE QUESTE ISTRUZIONI, DOVETE SCARICARE DAL SITO nella sezione SOFTWARE, L archivio che contiene la cartella "labdomotic". Una volta estratto l archivio, posizionate quella cartella in C:\ Senza quella cartella, l interfaccia LABDomotic non potrà ricevere i comandi per l accensione/spegnimento dei relè.

13 Tastierino multifunzione A B C * # D massimo sensori con contatto meccanico N.A che vanno collegato dal pin al pin di arduino LED Centralina allarme PIN led stato allarme centralina PIN Tastierino multifunzione (Cavo x.) Connettere al PC per la ricezione ed invio dati TX RX A A A A A A A A AREF V Collegare al PC USB Alimentazione v consigliata vdc A A A A A A A A IOREF RESET.V V Vin Arduino MEGA LEGENDA COLORI Collegamento dei contatti N.A utilizzati per la centralina allarme Ingressi analogici per la sonda temeratura LM Ingressi DIGITALI per il tastierino x utilizato per l allarme e funzioni extra Uscite DIGITALI per l accensione dei due led usati per la centralina allarme Non ancora utilizati al momento, feature nelle prossime relase Varie configurazioni di temperatura con LM Utilizzando un cavo UTP Cat LABSENSOR (Schedina gia assemblata) A B C A B C LABSENSOR (su tappo PLANA) Collegamento semplice LM CAZ A B C LABSENSOR blu/bia mar/bia ara/bia PIN led stato contatti sensore Resistenze anti disturbo.k Cavo utp CAT consigliato (usare le coppie per aumentare la sezione) ARDUINO MEGA : Questo è il collegamento di tutta la parte analogica e sensori extra del sistema domotica Tartaglia PRO. Arduino si occupa di inviare tutti i valori letti dai sensori compreso gli ingressi digitali, e altre funzioni. Arduino è utilizzato anche per la gestione di uscite digitali per espandere le uscite e possono avere diverse funzioni. Per il momento questa interfaccia si occupa di sonde temperatura, il tastierino numerico è adibito per la centralina Software e funzioni speciali a richiamo. Abbiamo anche sensori temperatura e due uscite dedicate allo stato della centralina allarme. Piu avanti verranno inserite nuove funzioni.

14 movimento Piastra fissaggio tastierino e led AREF IOREF RESET.V V Vin TX RX A B c n.c n.a Cavo (x./.) SENSOR C * # D c n.c n.a SENSOR c n.c n.a Cavo (x./.) Contatto Magnetico Com SIRENA ESTERNA E COMBINATORE TELEFONICO N.A V A A A A A A A A Arduino MEGA A A A A A A A A SENSOR La sirena come il combinatore telefonico, vengono collegati ai relè di LABDomotic, sarete voi a decidere quale relè, nelle impostazioni del Software. Quando la centralina ha identificato una presenza, accenderò il relè che verrà usato per il combinatore telefonico e per la sirena esterna. Com N.A DOMOTICA TARTAGLIA PRO, Centralina allarme: Questo è un circuito molto semplice che permette di avere una centralina allarme molto semplice, ma altrettanto funzionale. Si possono collegare un massimo di sensori con contatto meccanico. Abbiamo utilizzato un tastierino multifunzione per l immissione del codice di attiva/disattiva centralina. Lo stesso tastierino permette di richiamare altre funzioni implementate in futuro come il richiamo degli scenari ecc.

15 LABSensor LM Arduino MEGA A A A A A A A A A A A A A A A A V RIPRISTINO SENZA DOMOTICA MONO ZONA Per ripristinare l impianto tradizionale eliminando la domotica, basta semplicemente scollegare i fili del T.A collegati al relè DI LABDomotic e collegarli ad un qualsiasi termostato. A B C LABSENSOR Suggerimento per semplificare il collegamento: Inserire le due resistenze dentro una guaina termorestringente. In questo modo il cablaggio risulta piu pulito e semplificato TX RX IOREF RESET.V V Vin CALDAIA LABDomotic v dc v dc AREF v dc USB T.A. corrugato potenza Invio da seriale tutti i valori delle sonde ogni secondi DOMOTICA TARTAGLIA PRO, Collegamento termostato con sonda LM : Questo circuito è molto semplice, abbiamo utilizzato una sonda LM per misurare la temperatura della nostra abitazione. Grazie ad arduino, ogni secondi viene inviato al Software Domotica Tartaglia PRO tutti gli stati delle sonde ad esso collegate. Tramite le impostazioni del Cronotermostato Software, è possibile far partire la vostra caldaia utilizzando un relè di llabdomotic. La caldaia si accende ogni volta che il relè chiude il suo contatto quindi, in condizione di normalità, a relè non attivo, la caldaia resta spenta.

16 Arduino MEGA LABSensor Lm ZONA (B) A B C A B C LABSENSOR LABSENSOR BI ZONA CALDAIA A A A A A A A A A A A A A A A A V LABSensor Lm ZONA (A) TX RX IOREF RESET.V V Vin T.A. è possibile collegare piu zone con questo circuito, per ogni zona in piu si dovrà avere un sensore di temperatura, una valvola di zona e un relè della scheda LABDomotic Se volessimo escludere la domotica, basta sostituire al posto dei relè della scheda, due cronotermostati commerciali. AREF LABDomotic F Contatti in parallelo: Quando una delle due valvole interviene, accende la caldaia N v dc ZONA (A) ZONA (B) USB Valvola di ZONA (A) v dc v dc Valvola di ZONA (B) CORRUGATO POTENZA F F N N Invio da seriale tutti i valori delle sonde ogni secondi DOMOTICA TARTAGLIA PRO, Collegamento termostato BIZONA con due sondae LM : Questo circuito è leggermente differente rispetto ad un tradizionale sistema di riscaldamento per l aggiunta delle valvole di zona. Il circuito è molto semplice, quando una delle due sonde raggiunge la temperatura impostata, il Software fa spegnere il relè associato. Di conseguenza, il relè andrà ad aprire il suo contatto che toglierà l alimentazione della elettrovalvola facendo chiudere il circuito del acqua. La caldaia si spegnerà solamente se tutte e due le sonde temperatura hanno raggiunto la temperatura impostata.

17 v dc MICROCHIP F v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc A v dc Collegamento consigliato per la visualizzazione dei led dello stato attivo relè v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc V DC ( A) B v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc Collegamento consigliato per avere un minimo ingombro se abbiamo poco spazio dove alloggiare tutte le interfacce. v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc V DC (A) Cavo x. (non esiste limite di distanza) v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc MICROCHIP F C v dc Collegamento consigliato per portare i moduli relè in posti lontano dalla centralina master v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc Cavo x. Collegamento al altro modulo relè V DC ( A) ESEMPI DI CONFIGURAZIONE CON LABDOMOTIC : Esistono diverse configurazione in funzione alla necessità del tipo di installazione: Il primo caso è consiglito per rendere visibile tutti i led dello stato attivo uscite ma richiede una maggiore superficie di occupazione. Il secondo esempio è consigliato quanto non è necessario avere la visibilità dei led perché posto dentro un armadio o quadro elettrico. In questo modo avremo una maggiore superficie per installare altre interfacce o componenti elettrici. L ultimo esempio, è indicato se vogliamo allontanare i moduli perché le nostre apparecchiature elettriche risiedono in posti lontani e scomodi.

18 mm mm mm v dc mm v dc v dc mm v dc v dc v dc v dc v dc v dc v dc MICROCHIP F LABDomotic mm LAB Modulo relè LAB centralina (MASTER) v dc v dc v dc v dc v dc O mm mm mm mm LABInput PRO mm Arduino MEGA mm A A A A A A A A IOREF RESET.V V Vin LABInput PRO mm Misure interfacce: Le misure servono per avere un idea di ingombro per il fissaggio delle interfacce dentro un modulo o quadro elettrico. LABDomotic (centralina) X LABDomotic (Modulo rele) X LABInput PRO X Arduino MEGA X mm mm A A A A A A A A TX RX Arduino MEGA mm AREF V

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 Pagina 1 di 31 I.B.S. Intelligent Building System Pagina 2 di 31 INDICE I.B.S. INTELLIGENT BUILDING SYSTEM 1. Cosa è I.B.S. Descrizione pag. 4 2. Componenti

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO

COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO Il sistema domotico offre soluzioni di comfort, risparmio e sicurezza a cui oggi è ben difficile rinunciare. Ma cosa fare quando nell

Dettagli

Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Montaggio dei SENSORI DI GAS nel sistema D2NA e NNA

Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Montaggio dei SENSORI DI GAS nel sistema D2NA e NNA Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Il gas detector è un dispositivo che segnala la presenza di un certo tipo di gas con l ausilio di un allarme acustico e visivo locale. Il dispositivo può funzionare

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android...

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... Sommario Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... 4 Indruduzione La scheda può controllare fino a quattro

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit DomoDigit è la tecnologia che unisce, integra e controlla i dispositivi elettrici ed elettronici utili per la gestione della casa.

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

Sistemi GPS Mo d u l i G S M. Controlli remoti GSM. Esempio applicativo. Moduli GSM

Sistemi GPS Mo d u l i G S M. Controlli remoti GSM. Esempio applicativo. Moduli GSM Sistemi GPS Mo d u l i G S M Controlli remoti GSM Per controllare, attivare e verificare in modalità remota, sfruttando le reti GSM che coprono capillarmente tutto il territorio nazionale, europeo e gran

Dettagli

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti Il dispositivo è utilizzato per collegare al sistema antintrusione i contatti magnetici di allarme normalmente chiusi, contatti elettromeccanici a fune per la protezione di avvolgibili e tapparelle e sensori

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM INDICE Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la sicurezza... 2 Inserimento della SIM (operazione da eseguire con spento)...

Dettagli

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Descrizione tecnica Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14 Ingressi Max. tensione di ingresso 1000 1000 1000 1000 Canali di misura 4 8 10 14 Max corrente Idc per ciascun canale [A] 20 (*) 20 (*) 20

Dettagli

Web Server a 4 canali. Sommario. Introduzione

Web Server a 4 canali. Sommario. Introduzione Sommario Introduzione... 1 Collegamento della scheda... 2 Collegamento alla rete... 2 Programmazione della scheda... 4 Applicazioni della scheda... 5 Browser PC e Tablet... 7 Introduzione Questa scheda

Dettagli

Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort.

Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort. Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort. I valori alla base dell offerta sono: y Innovazione

Dettagli

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C Centralina di regolazione per la gestione locale e a distanza di impianti termici e tecnologici complessi - MASTER Il regolatore è utilizzato negli impianti particolarmente complessi dove, per risolvere

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG

CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG ISTRUZIONI D USO CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG (con driver cod. 3DCONTR-DRIVER, senza driver cod. 3DCONTROLLER) 1. Descrizione Realizzata completamente in SMD (eccetto i connettori) e basata sul microcontrollore

Dettagli

Free_ring control gsm based

Free_ring control gsm based Free_ring control gsm based 1. Introduzione Il free_ring è un apparecchio per la generazione di controllo remoto mediante rete GSM, di conseguenza possiamo utilizzare chiamate, sms o app. Facile da installare

Dettagli

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno per vari

Dettagli

SOLUZIONI PER LA DOMOTICA

SOLUZIONI PER LA DOMOTICA O.E. OmniBus Engineering SA SOLUZIONI PER LA DOMOTICA O.E.OmniBus Enginnering SA Via Carvina, 4 CH-6807 Taverne Switzerland +41 91 9309520 - info@oeomnibus.ch www.oeomnibus.ch O.E. OmniBus Engineering

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

CENTRALINA AHC 9000 scheda tecnica cet01-s01-13a

CENTRALINA AHC 9000 scheda tecnica cet01-s01-13a S Y S T E M S CETRAIA scheda tecnica cet01-s01-13a testo di capitolato impiego schemi di collegamento CETRAIA specifica per la gestione dei componenti della famiglia ahc 9000, con antenna integrata per

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326)

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Vista D insieme.. Visualizzazione

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Apparecchi. Cronotermostato elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE

Apparecchi. Cronotermostato elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE Apparecchi elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE 01913 - elettronico GSM Alimentazione: 120-230 V~, 50-60 Hz. 2 batterie AAA NiMH 1,2 V ricaricabili (fornite) in grado di garantire, per alcune ore,

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

CatalogoProdotti. Co.Fin Elettronica s.r.l. Presentazione

CatalogoProdotti. Co.Fin Elettronica s.r.l. Presentazione Co.Fin Elettronica s.r.l. CatalogoProdotti Presentazione Co.fin Elettronica è un'azienda di provata esperienza nel campo dell'automazione industriale, con uno sguardo particolare per il settore ceramico.

Dettagli

È ARRIVATA L ORA DI CAMBIARE

È ARRIVATA L ORA DI CAMBIARE È ARRIVATA L ORA DI CAMBIARE PERCHÈ LA DOMOTICA La domotica è nata nel corso della terza rivoluzione industriale allo scopo di studiare, trovare strumenti e strategie per: - migliorare la qualità della

Dettagli

Manuale di Installazione Serie Kairos 4,3 7 10. Powered By

Manuale di Installazione Serie Kairos 4,3 7 10. Powered By Manuale di Installazione Serie Kairos 4,3 7 10 Powered By Introduzione I nuovi manuali Eelectron sono realizzati a schede come uno Slide Show. Questo approccio ci permette di affrontare ogni singolo argomento

Dettagli

Centralina di regolazione con gestione a distanza

Centralina di regolazione con gestione a distanza Centralina di regolazione con gestione a distanza L apparecchio regola la temperatura dell acqua di mandata dell impianto di riscaldamento. Adatte per tutti i tipi di impianti di riscaldamento di condomini,

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI.

DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI. DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI. Comfort: comodità, agio, e in particolare, con significato concreto, le comodità materiali, il complesso di impianti, installazioni

Dettagli

Building automation con Titino ed Arduino

Building automation con Titino ed Arduino Building automation con Titino ed Arduino Il progetto Titino nasce dopo una prima analisi delle soluzioni di building automation già esistenti e consolidate sul mercato, che hanno le seguenti criticità:

Dettagli

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 www.sistel-elettronica.it info@sistel-elettronica.it support@sistel-elettronica.it ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE Modulare, semplice

Dettagli

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MARY VOX Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Caratteristiche Tecniche Centrale 8 zone parzializzabile i 2 o 3 Aree con modulo GSM integrato Zone ritardate selezionabili

Dettagli

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE Nasce FACILE, il nuovo sistema di sicurezza e automazione, completamente gestibile da qualunque smart phone, tablet o pc CON FACILE É PIÚ FACILE

Dettagli

Slot di alloggiamento per memoria aggiuntiva Memoblock. Contatto di allarme normalmente chiuso. 1000ohm 1000ohm 1000ohm

Slot di alloggiamento per memoria aggiuntiva Memoblock. Contatto di allarme normalmente chiuso. 1000ohm 1000ohm 1000ohm Tasto di Programmazione, se premuto a scheda alimentata serve per variare la velocità di baud rate, se premuto in fase di prima alimentazione, abilita la funzione di aggiornamento del firmware (vedere

Dettagli

WarmBoy. by Alter Energy

WarmBoy. by Alter Energy WarmBoy by Alter Energy WarmBoy è un dispositivo che permette di accendere o spegnere il riscaldamento a distanza, mediante una chiamata ad un numero GSM. E possibile collegare un ingresso del WarmBoy

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

E-Box Quadri di campo fotovoltaico

E-Box Quadri di campo fotovoltaico Cabur Solar Pagina 3 Quadri di campo fotovoltaico Quadri di stringa con elettronica integrata per monitoraggio e misura potenza/energia CABUR, sempre attenta alle nuove esigenze del mercato, ha sviluppato

Dettagli

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High Simply8 Cod. 27951 Centrale filare Simply8 High Manuale d uso v. 1.0 INTRODUZIONE Zone di allarme temporizzabili e parzializzabili con linee configurabili come N.C., N.A., bilanciate e ad impulsi (es.

Dettagli

CLIMA. Il clima a tua misura.

CLIMA. Il clima a tua misura. CLIMA Il clima a tua misura. CLIMAPIÙ Da oggi il clima è più facile, più semplice, più immediato. ClimaPiù: innovare vuol dire semplificare. Con ClimaPiù tutto diventa più semplice. Impostare la temperatura

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la

Dettagli

Programmatore scenari

Programmatore scenari Programmatore scenari scheda tecnica ART. MH00 Descrizione Questo dispositivo permette la gestione di scenari semplici e evoluti fino ad un numero massimo di 300. Grazie al programmatore scenari il sistema

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici,

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, Moduli di espansione Per le zone di ingresso, di uscita e di controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, attuazioni a bassa e media potenza. Moduli di espansione I moduli di espansione servono

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

GUIDA RAPIDA. NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5

GUIDA RAPIDA. NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5 GUIDA RAPIDA NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5 9240003 Leggere attentamente il presente manuale e conservarlo per

Dettagli

1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware

1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware 1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware Il seguente diagramma è un esempio di sistema di controllo accessi con il software Veritrax AS-215 e i controllori AC- 215. 1.1

Dettagli

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1.

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1. Procedura di avviamento LEC Ciclo a secco stampo, applicare la massima forza di chiusura, ripetere - volte (chiudere tutti i conduttori prima di iniziare). Accendere l interruttore principale (posizione

Dettagli

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Manuale di Prodotto Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Sommario Sommario 1 Caratteristiche tecniche... 4 1.1 Modulo 2 ingressi binario 1 interruttore...

Dettagli

Rivelatori di fughe gas Serie CIVIC1 - CIVIC4

Rivelatori di fughe gas Serie CIVIC1 - CIVIC4 Rivelatori di fughe gas Serie - Caratteristiche principali - Adatti per applicazioni domestiche e industriali. - Funzionamento mediante elettronica con autodiagnostica. - Collegabili fino a 4 sensori IP44

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

Shineforce. La tecnologia che semplifica la vita DOMOTICA

Shineforce. La tecnologia che semplifica la vita DOMOTICA DOMOTICA La tecnologia che semplifica la vita Shineforce Centrodomotica Srl SEDE CENTRALE Via Cellina, 1 33080 Porcia (PN) - Italy Tel. e Fax +39 0434.593090 info@centrodomotica.it www.centrodomotica.it

Dettagli

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM MANUALE DEL CONTROLLO ELETTRONICO UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM Il sistema di controllo elettronico presente a bordo delle unità

Dettagli

Caratteristiche. Contenuto della confezione

Caratteristiche. Contenuto della confezione ITA Caratteristiche Il sistema ASA-30 può essere utilizzato sia come sirena aggiuntiva collegata al sistema di allarme sia come sirena indipendente collegata al telecomando e/o rilevatori senza fili. -

Dettagli

Tester di impianto HOTEL ROOM MANAGEMENT RMAS1380 A B C D

Tester di impianto HOTEL ROOM MANAGEMENT RMAS1380 A B C D Tester di impianto Descrizione Il tester di impianto è un dispositivo portatile indipendente, dotato di un pratico display LCD retroilluminato e di tasti facili da individuare. Consente di configurare

Dettagli

SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE

SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE 1 INDICE INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE SISHOME 1.0... 3 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI SISHOME 1.0... 7 PANNELLO LUCI... 8 PANNELLO SCENARI... 8 PANNELLO TAPPARELLE... 9 PANNELLO

Dettagli

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA MANUALE iais VR1.00 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto del Ricevitore iais. Raccomandiamo che il ricevitore

Dettagli

i.home Home Automation Solutions Inlon Engineering srl

i.home Home Automation Solutions Inlon Engineering srl i.home Home Automation Solutions Inlon Engineering srl i.home Controllo sempre e ovunque di una abitazione. Lo scopo di questo documento è fornire una descrizione generale delle possibilità offerte dalla

Dettagli

Un installatore di sistemi di antintrusione

Un installatore di sistemi di antintrusione di Angelo De Bartolo La modulazione PWM RICONDIZIONARE UN CONTATTO D ALLARME Alcuni produttori di sensori per antintrusione preferiscono bilanciare internamente i loro dispositivi ma ciò rende spesso incompatibile

Dettagli

GSM Dialer. Skynet Italia Srl www.skynetitalia.net Pagina 1 COMBINATORE GSM - DIALER

GSM Dialer. Skynet Italia Srl www.skynetitalia.net Pagina 1 COMBINATORE GSM - DIALER COMBINATORE GSM - DIALER Combinatore telefonico GSM con funzione combinatore telefonico a linea fissa.dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature. Invia chiamate vocali

Dettagli

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it domotica semplice intuitiva affidabile La domotica rappresenta la soluzione alle crescenti esigenze di sicurezza, benessere, comfort e risparmio energetico nelle nostre case. Un attenta progettazione domotica

Dettagli

Manuale Utente: AQUADIGIT PRO6 Info: npnmail@mail.com Per versione software 2.2 rx All rights reserved

Manuale Utente: AQUADIGIT PRO6 Info: npnmail@mail.com Per versione software 2.2 rx All rights reserved Manuale Utente: AQUADIGIT PRO6 Info: npnmail@mail.com Per versione software 2.2 rx All rights reserved Indice: Schema generale Input/output Installazione 1 Collegamento delle linee led 2 Collegamento delle

Dettagli

TONER RIGENERATO SAMSUNG ML-1640

TONER RIGENERATO SAMSUNG ML-1640 TONER RIGENERATO SAMSUNG ML-1640 Il toner rigenerato appena acquistato è munito di un chip elettronico che permette di sfruttare tutta la reale quantità e capacità della cartuccia, fino a 3000 pagine.

Dettagli

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1 Manuale d Istruzioni Tester & Multimetro LAN 2in1 PAN LAN 1 Dipl.Ing. Ernst KRYSTUFEK GmbH & Co KG AUSTRIA, 1230 Vienna, Pfarrgasse 79 Tel: +43/ (0)1/ 616 40 10, Fax: +43/ (0)1/ 616 40 10 21 www.krystufek.at

Dettagli

CHIAVE ELETTRONICA CON CHIP CARD (EEPROM) di Massimo e Leonardo Divito div.massimo@tiscali.it

CHIAVE ELETTRONICA CON CHIP CARD (EEPROM) di Massimo e Leonardo Divito div.massimo@tiscali.it CHIAVE ELETTRONICA CON CHIP CARD (EEPROM) di Massimo e Leonardo Divito div.massimo@tiscali.it Ecco a voi un semplice circuito utile ad attivare una serratura elettrica o a tenere sotto chiave qualsiasi

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

fog machines FX5 Show division

fog machines FX5 Show division Show division INDICE CARATTERISTICHE TECNICHE PAG 3 1 IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA PAG 4 2 CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA PAG 5 3 COLLEGAMENTO DMX PAG 5 4 INDIRIZZI DMX PAG 6 5 CAMBIO FUSIBILE

Dettagli

Eminent e-domotica è un sistema di automazione domestico che offre comodità, sicurezza e risparmio energetico

Eminent e-domotica è un sistema di automazione domestico che offre comodità, sicurezza e risparmio energetico e-domotica Questo sistema intelligente di automazione semplificherà la vostra vita, aumenterà il confort, vi farà risparmiare soldi e ridurrà i consumi energetici! Il touch screen è il centro di controllo

Dettagli

Astel. GSM remote controller. Guida per l utente Ver. 1.0.

Astel. GSM remote controller. Guida per l utente Ver. 1.0. Astel GSM remote controller Guida per l utente Ver. 1.0. Astel Electronics and industrial automation Via Rosselli,9 /a - 10015 Ivrea (TO) ITALY Tel. 0125 63.42.25 / 62.71.15 FAX 0125 64.89.11 e-mail: info@astel.it

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

Cos è la domotica. www.sitzia.it

Cos è la domotica. www.sitzia.it Cos è la domotica La Domotica, anche conosciuta con il termine home automation, è la scienza dedita allo creazione e allo sviluppo delle tecnologie mirate a migliorare la qualità della vita nelle case

Dettagli

PN SMS. Combinatore telefonico. Manuale di installazione ed uso

PN SMS. Combinatore telefonico. Manuale di installazione ed uso si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento i dati contenuti nel presente senza alcun preavviso Combinatore telefonico PN SMS Manuale di installazione ed uso Tutti i diritti sono riservati.

Dettagli

TABLET UNIQO-PRO. Procedura di upgrade

TABLET UNIQO-PRO. Procedura di upgrade TABLET UNIQO-PRO Procedura di upgrade Note importanti: - Ricordiamo che eseguendo l aggiornamento tutti i dati e le applicazioni da voi caricate verranno cancellate. Si consiglia di effettuare un backup

Dettagli

La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: Fig. 2 2 a fase: trasmissione

La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: Fig. 2 2 a fase: trasmissione Sistema RF comando e controllo Configurazione dei dispositivi a configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: A - Associazione tra i dispositivi

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

Sistema PICnet - PN Digiterm

Sistema PICnet - PN Digiterm Sistema PICnet - PN Digiterm PN DIGITERM - modulo di termoregolazione e gestione camera Il modulo PN DIGITERM è costituito da un modulo da guida DIN (6m) per le connessioni con le apparecchiature e da

Dettagli

KIT DI AUTOMAZIONE PER SERVER DIGITAL-CINEMA DCI MANUALE D USO E INSTALLAZIONE V 4.1 01/2012

KIT DI AUTOMAZIONE PER SERVER DIGITAL-CINEMA DCI MANUALE D USO E INSTALLAZIONE V 4.1 01/2012 KIT DI AUTOMAZIONE PER SERVER DIGITAL-CINEMA DCI MANUALE D USO E INSTALLAZIONE V 4.1 01/2012 di Strada Daniele vicolo degli Alpini, 13/4 31041 Cornuda (TV) cell. +39 348 4125025 fax +39 0423 639403 e-mail

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM EL35.002 Telecontrollo GSM MANUALE UTENTE Il dispositivo EL35.002 incorpora un engine GSM Dual Band di ultima generazione. Per una corretta installazione ed utilizzo rispettare scrupolosamente le indicazioni

Dettagli

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico Building Automation Il concetto edificio intelligente o meglio conosciuto come Building Automation, identifica quelle costruzioni progettate e costruite in modo da consentire la gestione integrata e computerizzata

Dettagli

KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa.

KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa. Benvenuti in KiWi KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa. Casistiche di utilizzo Sonda a bordo Riscaldamento (a pavimento, a parete, termoconvettori,

Dettagli

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 DESCRIZIONE GENERALE L espansore senza fili è un modulo

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

Sistema integrato di chiamata infermiere

Sistema integrato di chiamata infermiere Descrizione del sistema Componenti principali dell'impianto: Per la realizzazione di un impianto di chiamata mbc call vengono utilizzati i seguenti componenti: Alimentatore con uscita bus 2 Vdc Montaggio

Dettagli

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI >ITALIANO MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE TAU srl via E. Fermi, 43-36066 Sandrigo (VI) Italia - Tel ++390444750190

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO Gruppo di continuità UPS Kin Star 850 MANUALE D USO 2 SOMMARIO 1. NOTE SULLA SICUREZZA... 4 Smaltimento del prodotto e del suo imballo... 4 2. CARATTERISTICHE PRINCIPALI... 5 2.1 Funzionamento automatico...

Dettagli

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA Manuale istruzioni 093 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA RADIOCLIMA Indice. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Installazione 2 4. Collegamenti 3 5. Comandi e segnalazioni del comunicatore

Dettagli