EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.altrex.com EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500"

Transcript

1 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500 EN of 32

2 Manuale montaggio e uso N art Versione 10/09 Sostituisce: versione 01/09 Indice analitico I Introduzione II Generale II.I Utilizzo II.II Indicazioni supplementari per l'utilizzo dei ponteggi II.III Check list per l'uso dei ponteggi II.IV Ispezione, cura e manutenzione II.V Smontaggio del ponteggio II.VI Spostamento del ponteggio su ruote...37 II.VII Montaggio dei ricambi e/o riparazione II.VIII Condizioni di garanzia II.IX Montaggio delle tavole fermapiede II.X Spine di sicurezza III Ponteggio su ruote III.I Tabella di configurazione III.II Metodo di montaggio IV Ponteggio su ruote IV.I Tabella di configurazione IV.II Metodo di montaggio V Ponteggio su ruote con scale integrate V.I Tabella di configurazione V.II Metodo di montaggio VI Ponteggio pieghevole VI.I Tabella di configurazione VI.II Metodo di montaggio VII Ponteggio pieghevole VII.I Tabella di configurazione VII.II Metodo di montaggio VIII Schema di montaggio Copyright Altrex B.V. 09 Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere duplicata, conservata in un database automatizzato, o resa pubblica, sotto qualsiasi forma, o qualsiasi maniera possibile, elettronica, meccanica, mediante fotocopie, registrazione, o altro, senza previo accordo di Altrex B.V. Zwolle. Tale pubblicazione può essere utilizzata solo per prodotti Altrex. Con riserva di errori tipografici e di stampa. IX Zavorra X Elementi della serie XI Istruzioni sul ponteggio di 32 3 di 32

3 I Introduzione Il presente manuale si applica esclusivamente alle configurazioni di ponteggi su ruote e pieghevoli, chiamati qui di seguito il ponteggio, come descritto nel presente manuale di montaggio e uso, chiamato qui di seguito il manuale. Prima di iniziare a montare il ponteggio, bisogna leggere attentamente il presente manuale. Il ponteggio desiderato deve essere montato e utilizzato conformemente a questo manuale. Bisogna seguire scrupolosamente tutte le indicazioni contenute nel presente manuale; il non rispetto delle indicazioni contenute in esso può comportare incidenti. Altrex non è considerata responsabile di danni conseguenti al montaggio e all utilizzo di un ponteggio Altrex non conformi al presente manuale. Il datore di lavoro, il supervisore e l'utente sono responsabili dell'utilizzo appropriato del ponteggio, che deve essere conforme al presente manuale, e devono verificare che questo manuale sia sempre presente in cantiere, in caso di lavori con il ponteggio. II Generale Si può comporre un gran numero di configurazioni di ponteggi Altrex a partire dal sistema di ponteggio modulare della serie Altrex Per le configurazioni standard, fare riferimento alle tabelle di configurazione nel presente manuale. Per le configurazioni non standard, cioè le cosiddette configurazioni combinate, contattare Altrex. Bisogna sempre calcolare la resistenza e la stabilità di queste configurazioni in base alla norma europea EN 1004; questo calcolo deve essere presente in cantiere. Si possono montare, smontare, o modificare i ponteggi solo sotto la direzione di una persona competente e impiegando personale che abbia ricevuto una formazione appropriata e specifica per questi lavori riguardante i possibili rischi e in particolare in merito ai seguenti punti: la comprensione dello schema di montaggio, di smontaggio, o di trasformazione del ponteggio in questione; il montaggio, lo smontaggio e la trasformazione in tutta sicurezza del ponteggio in questione; misure di prevenzione circa i rischi di caduta di persone, o oggetti; misure di sicurezza in caso di condizioni meteo mutevoli che possono nuocere alla sicurezza dei ponteggi in questione; il carico consentito; qualsiasi altro rischio legato ai lavori di montaggio, smontaggio e di trasformazione del ponteggio. La persona che dirige i lavori e i dipendenti che svolgono tali lavori devono essere in possesso del presente manuale. Per il montaggio bisogna utilizzare solo i pezzi originali Altrex. L'altezza fino al primo piolo può essere massimo di 40 cm; in caso di altezza superiore a 40 cm, bisogna posizionare sul piolo inferiore una staffa a gradino, o una piattaforma. Le configurazioni standard dei ponteggi Altrex soddisfano le norme europee EN 1004, classe di carico 3 (per la resistenza e la stabilità) e EN 1298 (per i manuali). È possibile che la legislazione e la normativa locali contengano misure supplementari al presente manuale. È necessario assicurarsi alla facciata durante il montaggio, qualora sia possibile realizzare ciò in modo sicuro, per garantire un'ulteriore protezione personale. È vietato assicurarsi al ponteggio, salvo che questo sia ancorato alla facciata. II.I Utilizzo Il ponteggio Altrex 5000 è adatto per realizzare lavori in altezza. Altezza mass. della Serie Interno Esterno metri 8.2 metri metri 8.2 metri metri 8.2 metri metri 3.8 metri metri 8.2 metri Altezza mass. della * Sono possibili altezze superiori in concertazione con Altrex e sulla base di calcoli di resistenza e stabilità. Il carico massimo è di 200 kg/m2. Il carico massimo sul ponteggio completo è di 750 kg. Non sono autorizzati carichi orizzontali superiori a 30 kg risultanti dai lavori da svolgere sui ponteggi. In caso di forze superiori, bisogna ancorare il ponteggio alla facciata. Si può utilizzare il ponteggio solo su un supporto orizzontale, piatto e duro. Non si può usare il ponteggio, se la velocità del vento è superiore a 14 m/s (max. 6 Beaufort). In caso di tempesta, neve, ghiaccio, forti piogge, o fulmini, non si può utilizzare il ponteggio. È vietato issare, o tenere sospeso il ponteggio. Non si può utilizzare il ponteggio per accedere ad altre costruzioni. Per applicazioni speciali non descritte nel presente manuale, contattare Altrex B.V. Non si sono calcolate le configurazioni standard prevedendo l'uso di teloni di copertura e/o di cartelloni pubblicitari. Il ponteggio non deve poter scivolare, o compiere movimenti involontari. II.II Indicazioni supplementari per l utilizzo di ponteggi Lavorando con i ponteggi, bisogna indossare scarpe di sicurezza, guanti da lavoro e il casco di sicurezza. Non arrampicarsi mai sul ponteggio dal lato esterno e non stare mai in piedi sui puntelli. Non alzare mai la piattaforma di lavoro, posizionando su di essa scale, casse, ecc. [1]. Non si possono aumentare in nessun modo le dimensioni di base delle piattaforme. L'utilizzo di apparecchi di sollevamento sopra, o sul ponteggio non è autorizzato [2], in quanto può compromettere gravemente la stabilità. Il trasporto di elementi del ponteggio e di strumenti (verso la piattaforma di lavoro) deve essere esclusivamente manuale, ad esempio utilizzando una corda e il secchio. Se il supporto è molle, mettere piastre protettive, o profilati a U sotto le ruote. [3] Il carico del vento merita un'attenzione particolare in caso di utilizzo in luoghi sensibili al vento, ad esempio in costruzioni aperte e sull'angolo dell'edificio. In caso di forza del vento superiore a 14 m/s (max. 6 Beaufort) e anche al termine della giornata di lavoro, bisogna portare il ponteggio su ruote in un luogo senza vento. [4] Sul lato esterno del ponteggio standard, non si può fissare nessuna piattaforma di lavoro supplementare, o nessun'altra cosa. Non si può posizionare nessuna passerella tra il ponteggio e l'edificio. Posizionare gli stabilizzatori, se sono prescritti; non sono obbligatori sotto i 2,5 m, ma sono tuttavia consigliati per lavori con grandi forze orizzontali. La differenza di verticalità del ponteggio può essere al massimo dell'1%. Quindi, per un ponteggio di 4 metri la differenza può essere di massimo 4 cm. Adottare sufficienti misure contro le intemperie che possono minare la sicurezza lavorando sul ponteggio. Adottare sufficienti misure contro i fattori ambientali che possono minare la sicurezza, lavorando sul ponteggio. Utilizzare parapetti quando la sicurezza, o la normativa lo esige. Non lasciare mai il ponteggio senza sorveglianza. Verificare che nessuna persona non autorizzata possa accedere al ponteggio su ruote. È vietato mescolare tra loro elementi di ponteggio di marche e/o produttori diversi. Bisogna delimitare il cantiere intorno al ponteggio con coni e/o nastri segnaletici. Verificare che sia sempre possibile lavorare in piena sicurezza sul ponteggio. Prevedere sempre almeno 2 persone per montare il ponteggio. [5] di 32 5 di 32

4 II.III Check list per l'uso dei ponteggi In caso di (ri)utilizzo del ponteggio montato, bisogna sempre verificare i seguenti punti: 1. che il ponteggio sia appropriato per l'uso previsto; 2. che l'ambiente dove si costruirà il ponteggio garantisca un uso sicuro; 3. che il ponteggio possa essere ancora utilizzato in completa sicurezza; 4. che il supporto sia di buona qualità, orizzontale, piatto e sufficientemente portante; 5. che fattori ambientali, quali portefinestre, tende automatiche, cavi elettrici superficiali, il traffico e/o i passanti, ecc. non possano causare situazioni pericolose; 6. che ci sia sufficiente spazio libero per il montaggio e l'uso in sicurezza del ponteggio; 7. che i pezzi e gli strumenti di sicurezza necessari siano presenti in cantiere; 8. che non sia utilizzato nessun pezzo rovinato, o non prescritto; 9. che il ponteggio sia montato conformemente al presente manuale e secondo la tabella relativa alla configurazione e alle zavorre; 10. che non si superi l'altezza massima di montaggio; 11. che sia semplice arrampicarsi sul lato interno del ponteggio; 12. che le ruote siano correttamente montate, regolate, centrate e in posizione di frenaggio; 13. che i telai siano correttamente montati e fissati; 14. che i puntelli orizzontali e diagonali siano montati e fissati nella giusta posizione; 15. che gli stabilizzatori siano correttamente montati; 16. che il ponteggio sia in posizione verticale (controllare mediante la livella); 17. che il ponteggio sia stabile; 18. che le piattaforme siano in buona posizione e che la protezione anti-sollevamento per effetto del vento sia bloccata; 19. che ci sia una piattaforma ausiliare almeno ogni 4 metri; 20. che la configurazione del ponteggio sia regolarmente ispezionata (vedi autoadesivo che certifica l'ispezione); 21. che tutte le spine di sicurezza siano posizionate e fissate nel ponteggio. II.IV Ispezione, cura e manutenzione 1. Gli elementi del ponteggio devono essere maneggiati e trasportati con cura per evitare di danneggiarli. 2. L'immagazzinamento deve essere organizzato in modo tale che siano disponibili, nella giusta quantità, solo elementi del ponteggio intatti. 3. Controllare la pulizia e il buon funzionamento di tutti gli elementi mobili. 4. Controllare la presenza di danni su tutti gli elementi. È vietato utilizzare elementi rovinati, o incorretti. 5. Gli elementi rovinati devono essere restituiti al produttore per essere ispezionati. 6. I ponteggi destinati a un uso professionale devono essere controllati periodicamente da uno specialista. 7. Prima dell'utilizzo e in caso di calamità quali, ad esempio, una tempesta, bisogna ispezionare di nuovo il ponteggio. II.V Smontaggio del ponteggio Bisogna smontare il ponteggio seguendo le istruzioni per il montaggio, ma in senso inverso. II.VI Spostamento del ponteggio su ruote Per spostare il ponteggio, bisogna ridurre l'altezza fino a un massimo di 6,2 metri. Per spostare il ponteggio su ruote, bisogna sollevare gli stabilizzatori fino a un massimo di 10 cm. I freni delle ruote si sbloccano sollevando il pedale del freno. In fase di spostamento del ponteggio, non possono essere presenti su di esso persone e/o materiali. [6] 6 Bisogna controllare preventivamente che fattori ambientali, quali portefinestre, coperture, cavità, tende automatiche, cavi elettrici superficiali, il traffico e/o i passanti, ecc. non possano causare situazioni pericolose spostando il ponteggio. Spostare il ponteggio solo in senso longitudinale, o diagonale alla forza manuale su un supporto piatto, orizzontale e sufficientemente portante. Verificare che il ponteggio non sia di traverso. Subito dopo aver spostato il ponteggio, bisogna bloccare i freni delle ruote, premendo il pedale del freno. Dopo avere spostato il ponteggio, bisogna di nuovo centrarlo orizzontalmente con la livella. Regolare ancora gli stabilizzatori tutto intorno, in modo che siano di nuovo a contatto con il terreno. II.VII Montaggio dei ricambi e/o riparazione Bisogna montare i pezzi di ricambio consegnati da Altrex sul prodotto marcato Altrex nello stesso modo in cui era montato il pezzo sostituito. Il montaggio (il fissaggio) e/o la riparazione si svolgono a vostro rischio e pericolo. Altrex non è responsabile di danni causati da riparazioni e/o montaggi incorretti. Dietro pagamento, Altrex può riparare il prodotto, o montare i pezzi in questione. II.VIII Condizioni di garanzia Questo prodotto Altrex è stato progettato, fabbricato e testato con la più grande cura. Se utilizzato conformemente alle istruzioni e alla sua destinazione, la garanzia si applica alle seguenti condizioni: 1. Altrex garantisce la buona qualità del prodotto e la qualità dei materiali utilizzati. 2. Ripareremo i difetti coperti da garanzia, sostituendo l'elemento difettoso, o il prodotto, o inviando il pezzo di ricambio. 3. I difetti non coperti da garanzia sono menzionati qui di seguito: a) Utilizzo del prodotto in modo contrario alla sua destinazione, o alla modalità d'uso. b) Usura normale. c) Montaggio, o riparazione da parte del cliente, o di terzi (eccetto il montaggio di pezzi inviati, come indicato al punto 2). d) Modifica di disposizioni legali riguardanti la natura, o la qualità dei materiali utilizzati. 4. I difetti constatati alla consegna devono essere immediatamente segnati ad Altrex, altrimenti la garanzia scade. Per godere della garanzia, bisogna presentare la prova d'acquisto ad Altrex, o al distributore Altrex. 5. Bisogna segnalare i difetti del prodotto al distributore Altrex nel più breve lasso di tempo possibile e in ogni caso entro 14 giorni dalla scoperta. 6. a) In caso di ricorso alle condizioni di garanzia, Altrex deve poter studiare il prodotto nel proprio centro di qualità; a tale scopo, il cliente deve mettere a disposizione il prodotto. Se tale studio rivela che il prodotto è stato utilizzato in modo incorretto, saranno fatturate le spese dello studio. b) Se il cliente desidera ricevere uno studio da un istituto indipendente, le spese di tale studio saranno a suo carico, nel caso in cui risulti che il prodotto sia stato utilizzato in modo incorretto. Le spese dello studio sono a carico del cliente anche qualora, precedentemente a tale studio, Altrex abbia proposto di riparare, o sostituire il prodotto a sue spese. II.IX Montaggio delle tavole fermapiede Montare le tavole fermapiede secondo lo schema. II.X Spine di sicurezza Fissare i telai con le spine di sicurezza. 6 di 32 7 di 32

5 PONTEGGIO SU RUOTE 5100 III Ponteggio su ruote 5100 III.I Tabella di configurazione x 1.85 m Altezza della piattaforma (m) Altezza di lavoro (m) Descrizione N art. Peso (kg) Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 1,85 m , Piattaforma Fiber-Deck con botola 1,85 m , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 0, , Fermapiedi 2 / 1, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso 85,7 120,1 161,7 180,9 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso 81,7 116,1 153,7 172,9 III.II Metodo di montaggio del ponteggio su ruote Montare le ruote nei telai di base. 2. Connettere i telai di base mediante 2 puntelli orizzontali. Montare i puntelli orizzontali, dall'interno verso l'esterno e sotto il 1 piolo, sui supporti dei telai. 4. Montare sulla piattaforma inferiore, quindi posizionare 2 telai parapetto sul telaio del ponteggio su ruote. Fissare i telai parapetto con le spine di sicurezza (vedi II.X). In seguito montare i puntelli all'altezza delle ginocchia dall'interno verso l'esterno sui supporti dei telai parapetto. 5. Spostare la piattaforma con botola sul 7 piolo del telaio. In seguito posizionarsi nella botola della piattaforma, quindi montare i due puntelli del parapetto dall'interno verso l'esterno sui supporti dei telai parapetto. PONTEGGIO SU RUOTE x 2.45 m 0.75 x 3.05 m Descrizione N art. Peso (kg) Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 2,45 m , Piattaforma Fiber-Deck con botola 2,45 m , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 0, , Fermapiedi 2 / 2, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso 95,1 130,5 178,6 198,8 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso 90,1 125,5 168,6 188,8 Descrizione N art. Peso (kg) Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 3,05 m , Piattaforma Fiber-Deck con botola 3,05 m , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 0, , Fermapiedi 2 / 3, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso 104,1 139,9 194,5 215,1 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso 97,8 133,6 181,9 202,5 3. In seguito posizionare un puntello diagonale a croce tra il 2 e il 6 piolo del telaio di base, uno sul lato sinistro e uno sul lato destro del telaio. Posizionare una piattaforma con botola sul primo piolo del telaio di base. Dirigere le ruote in modo che puntino verso l'esterno e bloccarlein seguito regolare il telaio di base orizzontalmente nella direzione della lunghezza e della larghezza, poggiando la livella sul piolo inferiore e sul puntello orizzontale. 6. Montare le tavole fermapiede. Vedi II.IX. Ora il ponteggio con una piattaforma alta 2,2 metri è pronto all'uso. Estensione del montaggio con telai a 7 pioli e una piattaforma alta 4,2 metri. 7. Fare riferimento al telaio di base della fase 3. Montare 4 stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio, con un angolo di circa 120 rispetto all'asse longitudinale del ponteggio. 1 ) se il ponteggio è usato indipendente, bisogna utilisare 4, stabilizzatore tutto intorno 2 ) per ottenere questa configurazione sono necessari 4 puntelli orizzontale e 1 piattaforma supplementare. Per una configurazione con una piattaforma alta 2,2 metri, eseguire le fasi 4, 5 e 6. Montare gli elementi di fissaggio degli stabilizzatori sui supporti, sotto il 2 e il 7 piolo dei telai. Assicurarsi che l'estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con un supporto duro e fissare lo stabilizzatore. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore quasi orizzontalmente, fissare in modo fermo l'elemento di fissaggio e controllare l'angolo di di 32 9 di 32

6 7a. Qualora richiesto (vedi tabella delle zavorre, capitolo IX), montare la zavorra, posizionandone i sostegni sui 4 supporti del ponteggio. 11. Si può rimuovere la piattaforma intermedia prima di utilizzare definitivamente il ponteggio. Ora il ponteggio è pronto all'uso. Spostare la 2 piattaforma sul 1 piolo del 4 telaio, quindi passare alle fasi 4, 5 e 6. PONTEGGIO SU RUOTE 5100 Sostegno della zavorra art Zavorra 5 kg art Montare sulla piattaforma, quindi posizionare due telai con 7 pioli sulla base del ponteggio su ruote. Fissare i telai con le spine di sicurezza in dotazione. Da una parte e dall'altra dei telai di base, posizionare un puntello diagonale a croce tra il 2 e il 6 piolo del telaio successivo, 1 sul lato sinistro e 1 sul lato destro del telaio. Posizionare una piattaforma con botola sul 7 piolo del telaio di base. Estensione del montaggio con telai a 7 pioli e una piattaforma alta 6,2 metri. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. A tale scopo servono 2 piattaforme con botola. 14. Si deve rimuovere la piattaforma intermedia a 6 metri prima di utilizzare definitivamente il ponteggio. PONTEGGIO SU RUOTE Ripetere le fasi 8 e 9 fino a raggiungere l'altezza della piattaforma desiderata. In seguito passare alle fasi 4, 5 e In seguito infilarsi nella botola della piattaforma, quindi posizionare da una parte e dall'altra i puntelli orizzontali sul 2 e sul 4 piolo sopra la piattaforma. Estensione del montaggio con telai a 7 pioli e una piattaforma alta 8,2 metri. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. Ora il ponteggio 5100 è pronto all uso. 10. Per posizionare i parapetti e le tavole fermapiede, ripetere di nuovo le fasi 4, 5 e 6. A tale scopo servono 3 piattaforme con botola. 13. Ripetere di nuovo le fasi 8 e 9 fino a raggiungere l altezza della piattaforma desiderata. 10 di di 32

7 PONTEGGIO SU RUOTE 5200 IV Ponteggio su ruote 5200 IV.I Tabella di configurazione 5200, configurazioni 2-4 e x 1.85 m 1.35 x 2.45 m Altezza della piattaforma (m) Altezza di lavoro (m) Descrizione N art. Peso (kg) Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 1,85 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma legno senza botola 1,85 m ,4 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 1,85 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 1,85 m ,1 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 1, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /353 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / /327 Opis N art. Peso (kg) Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 2,45 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma legno senza botola 2,45 m ,4 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 2,45 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 2,45 m ,3 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 2, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /369 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / /366 Opis N art. Peso (kg) IV.II Metodo di montaggio del ponteggio su ruote 5200 Sui modelli 5200, si può utilizzare il ponteggio su ruote con due configurazioni diverse: 1/2: Ogni due metri 1 piattaforma senza botola, prima 1 sul lato lungo, poi 1 sull'altro lato e sfasata. 2/4: Ogni quattro metri due piattaforme, di cui almeno 1 con botola. 1. Montare le ruote nei telai di base. 2. Connettere i telai di base mediante 2 puntelli orizzontali assemblati. Montare i puntelli orizzontali, dall interno verso l'esterno e sotto il 1 piolo, sui supporti dei telai di base. 3. Su un lato del ponteggio montare 2 puntelli diagonali a croce tra il 2 e il 6 piolo dei telai di base. In seguito posizionare la piattaforma senza botola sul 3 piolo del telaio di base sul lato delle diagonali. Quindi, sull'altro lato del ponteggio, montare 2 puntelli diagonali a croce tra il 2 e il 6 piolo dei telai di base. 4. Dirigere le ruote in modo che puntino verso l esterno. Bloccare le ruote, premendo il pedale del freno. In seguito regolare il telaio di base orizzontalmente nella direzione della lunghezza e della larghezza, poggiando la livella su un piolo e su un puntello orizzontale. Per un ponteggio con una piattaforma alta 2,2 m, eseguire le fasi dalla 5 alla Salire sulla piattaforma e montare 2 telai parapetto sul telaio di base del ponteggio su ruote. Fissare i telai parapetto con le spine di sicurezza (vedi II.X). In seguito montare i puntelli, all altezza delle ginocchia/anche e dall'interno verso l'esterno, sui supporti dei telai parapetto. 6. Posizionare una piattaforma con botola sul 7 piolo del telaio di base. 7. Spostare anche la piattaforma inferiore senza botola sul livello più alto. PONTEGGIO SU RUOTE x 3.05 m Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Piattaforma legno con botola 3,05 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma legno senza botola 3,05 m ,3 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 3,05 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 3,05 m ,7 1 1/2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 3, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /436 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / /397 1 ) se il ponteggio è usato indipendente, bisogna utilisare 4, stabilizzatore tutto intorno 2 ) primo numero: ogni 4 metri due piattaforme, di cui almeno 1 con botola, secondo numero: 1 piattaforma ogni 2 Metri e sfasata 3 ) per il montaggio di questa configurazione bisogna 2 traverse orrizontale supplementari 8. Montare le tavole fermapiede (vedi II.IX). Ora il ponteggio con una piattaforma alta 2,2 metri è pronto all uso. 12 di di 32

8 PONTEGGIO SU RUOTE 5200 Per l'estensione che prevede piattaforme alte 4,2 metri, eseguire le fasi dalla 8 alla 13, a partire dalla fase 4. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. 9. Montare 4 stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio su ruote, con un angolo di circa 120 rispetto all asse longitudinale del ponteggio su ruote. Montare gli elementi di fissaggio degli stabilizzatori sui supporti, sotto il 2 e il 6 piolo del telaio di base. 12. In seguito, montare alcuni puntelli diagonali a croce tra il 2 e il 6 piolo da una parte e dall'altra dei telai posizionati come ultimi. Posizionare un'altra piattaforma sul 3 piolo dei telai successivi, sfasata rispetto alla piattaforma inferiore. 13. Posizionarsi sulla piattaforma superiore, quindi montare un supporto per le anche sul 4 piolo sopra la piattaforma, da una parte e dall altra della piattaforma (di riposo). 15. Ora il ponteggio è pronto all uso. Configurazione 1/2 Configurazione 2/4 PONTEGGIO SU RUOTE 5200 Assicurarsi che l estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con un supporto duro e fissare lo stabilizzatore. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore (quasi) orizzontalmente, fissare l elemento di fissaggio e controllare l'angolo di Qualora richiesto (vedi tabella delle zavorre, cap. IX), montare la zavorra, posizionandone i sostegni sui 4 supporti del telaio di base. Ripetere le fasi 11, 12 e 13 fino a raggiungere l altezza della piattaforma desiderata: 6,2 metri, 8,2 metri, 10,2 metri, o 12,2 metri. In seguito eseguire le fasi dalla 5 alla 8 per posizionare i telai parapetto e i puntelli del parapetto. Quindi passare alla fase 14 per preparare il ponteggio all'uso. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. 14. Ora le piattaforme intermedie sono ancora su posizioni necessarie per un montaggio sicuro. Sostegno della zavorra art Zavorra 5 kg art Montare sulla piattaforma, quindi posizionare due telai con 7 pioli sulla base del ponteggio su ruote. Fissare i telai con le spine di sicurezza. Si può utilizzare il ponteggio con due configurazioni: 1 piattaforma sfasata ogni 2 metri (configurazione 1-2), o due piattaforme l'una a fianco all'altra ogni 4 metri (configurazione 2-4). Prima di poter utilizzare il ponteggio, bisogna spostare le piattaforme intermedie e i supporti per le anche. Per spostare le piattaforme per le varie configurazioni, seguire gli schemi di montaggio al capitolo VIII. 14 di di 32

9 PONTEGGIO SU RUOTE CON SCALE INTEGRATE 5300 V Ponteggio su ruote con scale integrate 5300 V.I Tabella di configurazione x 2.45 m Altezza della piattaforma (m) Altezza di lavoro (m) Opis N art. Peso (kg) Telaio , Telaio di passaggio , Telaio parapetto , Ruote 200 mm , Piattaforma legno senza botola 2,45 m , Piattaforma Fiber-Deck senza botola 2,45 m , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 2, , Scala , Balaustra , Righiera della scala , Staffa a gradino , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso 136,4 224,8 298,0 371,2 444,4 517,6 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso 131,3 214,6 221,8 274,4 327,0 379,6 1 ) se il ponteggio è usato indipendente, bisogna utilisare 4 stabilizzatore tutto intorno 2 ) Carico massimo oltre le 10 metri e da mass. 500 kg. Per il montaggio bisogna utilizzare 1 traversa diagonale supplementare V.II Metodo di montaggio del ponteggio con scale integrate Per la base del ponteggio con scale integrate si utilizza 1 telaio di passaggio e 1 telaio. Montare le ruote nel telaio di passaggio e nel telaio. Assemblare i telai mediante 2 puntelli orizzontali sotto il 1 piolo e dall interno verso l'esterno. 2. Montare 1 puntello diagonale sul lato del passaggio tra il 3 piolo del telaio e il 7 piolo del telaio di passaggio. In seguito posizionare 2 puntelli diagonali a croce sull'altro lato, tra il 2 e il 6 piolo del telaio di base verso il telaio di passaggio. Regolare il telaio di base nel senso della lunghezza e della larghezza mediante la livella e il dado di regolazione sui supporti della ruota. 3. Posizionare la scala tra il 1 puntello del telaio di passaggio e il 7 piolo del telaio. Montare la staffa a gradino sul piolo inferiore, davanti all'entrata del telaio di passaggio, con gli elementi di fissaggio all'esterno del ponteggio. In seguito, a partire dalla scala e sull'altra metà del telaio di base, posizionare una piattaforma sul 7 piolo del telaio di base. Verificare che la protezione anti-sollevamento per effetto del vento della piattaforma sia ben fissata. Per un ponteggio con una piattaforma alta 2,2 m, eseguire le fasi dalla 4 alla Montare sul 2 piolo della scala, quindi montare un telaio parapetto sul telaio di passaggio. Fissare il telaio parapetto con le spine di sicurezza (vedi II.X). In seguito posizionare una diagonale supplementare tra il 7 piolo del telaio di base e il 2 piolo del telaio parapetto. 5. Quindi salire sul 5 piolo della scala. Montare un telaio parapetto sul telaio di base del ponteggio su ruote. Fissare il telaio parapetto con le spine di sicurezza. 6. Montare la ringhiera della scala tra il 1 e il 2 piolo del telaio parapetto, quindi serrare in modo fermo i dadi ad alette sugli elementi di fissaggio. Rimuovere la diagonale provvisoria in corrispondenza del lato della scala. 7. Seduti sulla piattaforma, posizionare i puntelli del parapetto, dall interno verso l'esterno, sui supporti dei telai parapetto. In corrispondenza del lato della scala, posizionare un puntello del parapetto sotto il piolo superiore sui supporti dei telai parapetto. PONTEGGIO SU RUOTE CON SCALE INTEGRATE di di 32

10 PONTEGGIO SU RUOTE CON SCALE INTEGRATE Montare le tavole fermapiede. Vedi II.IX. 9. Sull'estremità della scala, montare una balaustra sul puntello del parapetto opposto e sul telaio parapetto. Ora il ponteggio con scale integrate e con una piattaforma alta 2,2 metri è pronto all uso. Per un ponteggio con scale integrate e con una piattaforma alta 4,2, 6,2, 8,2, 10,2, o 12,2 metri, eseguire le fasi dell'estensione dalla 10 alla 16. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. 10. Fare riferimento al telaio di base descritto nella fase 3. Montare gli stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio con scale integrate, con un angolo di circa 120 rispetto all asse longitudinale del ponteggio. Assicurarsi che l estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con un supporto duro e fissare lo stabilizzatore. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore il più possibile orizzontalmente, fissare l elemento di fissaggio e controllare l'angolo di Salire sul 2 piolo della scala, quindi montare un telaio sul telaio di passaggio. Fissare il telaio con le spine di sicurezza. In seguito, posizionare la diagonale supplementare tra il 7 piolo del telaio di base e il 4 piolo del telaio. 12. A partire dal 5 piolo della scala, posizionare un telaio dall'altra parte del ponteggio e fissare le spine di sicurezza. 13. Montare la ringhiera della scala sopra il 3 piolo del 2 telaio, quindi serrare in modo fermo i dadi ad alette sugli elementi di fissaggio. 14. Sul lato della piattaforma, montare 2 puntelli diagonali a croce tra il 2 e il 6 piolo dei telai. Quindi, in corrispondenza del lato della piattaforma, posizionare 2 puntelli del parapetto sul 2 e sul 4 piolo dei telai. In seguito montare la seconda scala tra il 1 e il 7 piolo della 2 sezione di montaggio. Quindi spostare la diagonale supplementare in corrispondenza del lato della scala sul 3 e sul 7 piolo dei telai successivi. Ripetere le fasi dalla 11 alla 15 fino a raggiungere l altezza della piattaforma desiderata. 16. Per posizionare i parapetti, le tavole fermapiede e la balaustra, ripetere le fasi dalla 4 alla 9. Ora il ponteggio è pronto all uso. Attenzione! È possibile utilizzare il ponteggio con scale integrate 5300 come ponteggio d'accesso. Per esigenze supplementari e per conoscere le condizioni, contattare Altrex B.V. PONTEGGIO SU RUOTE CON SCALE INTEGRATE 5300 Se richiesto (vedi tabella delle zavorre, cap. IX), montare la zavorra, posizionandone i sostegni sui 4 supporti del telaio di base. 15. A fianco della scala, montare una piattaforma sui pioli superiori dei telai. Sostegno della zavorra art Zavorra 5 kg art di di 32

11 PONTEGGIO PIEGHEVOLE 5400 VI Ponteggio pieghevole 5400 VI.I Tabella di configurazione x 1.85 m Altezza della piattaforma (m) Altezza di lavoro (m) Opis N art. Peso (kg) Unità pieghevole 3 pioli , Unità pieghevole 6 pioli , Rama , Telaio parapetto , Set di 4 ruote 125 mm , Piattaforma legno senza botola 1,85 m , Piattaforma legno con botola 1,85 m , Piattaforme Fiber-Deck senza botola 1,85 m , Piattaforma Fiber-Deck con botola 1,85 m , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 0, , Fermapiedi 2 / 1, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso 39,9 75,3 104,5 111,5 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso 35,6 71,3 100,5 107,5 1 ) Jeżeli wieża w powyższej konfiguracji użytkowana jest jako wolnostojąca, dookoła niej wymagane są 4 stabilizatory. 2 ) per il montaggio e da. 3 ) per il montaggio di questa configurazione bisogna 1 piattaforma supplmentare VI.II Metodo di montaggio del ponteggio pieghevole 5400 Per una piattaforma alta 1 m, eseguire le fasi dalla 1 alla Montare le ruote nel telaio pieghevole con 6 pioli. 2. Aprire il telaio pieghevole con 6 pioli. 3. Posizionare una piattaforma senza botola sul 3 piolo. Dirigere le quote in modo che puntino verso l'esterno, quindi bloccarle premendo il pedale del freno. Ora il ponteggio con una piattaforma alta 1 metro è pronto all'uso. 5. Salire sulla piattaforma, montare 2 telai parapetto sul telaio di base pieghevole e fissare i telai parapetto con le spine di sicurezza. 6. Posizionare 4 puntelli del parapetto, dall interno verso l'esterno, sui montanti dei telai parapetto. 7. Quindi spostare la piattaforma con botola sul 6 piolo del telaio pieghevole di base. PONTEGGIO PIEGHEVOLE Montare le tavole fermapiede. Vedi II.IX. Per una piattaforma alta 1,8 metri, eseguire le fasi dalla 4 alla Fare riferimento al telaio di base descritto nelle fasi dalla 1 alla 3. Quindi posizionare una piattaforma con botola sul 3 piolo. Sul lato aperto del ponteggio, montare 1 puntello orizzontale tra i supporti, sotto il primo piolo. Ora il ponteggio con una piattaforma alta 1,8 metri è pronto all uso. 20 di di 32

12 PONTEGGIO PIEGHEVOLE 5400 Per una piattaforma alta 2,7 m, eseguire le fasi dalla 9 alla Fare riferimento al telaio di base descritto nelle fasi dalla 1 alla 4. Quindi posizionare un telaio pieghevole con 3 pioli sulla base del ponteggio. Fissare i telai con le spine di sicurezza (vedi II.X). 10. In seguito montare 4 stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio, con un angolo di circa 120 rispetto all asse longitudinale del ponteggio. Assicurarsi che l estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con il supporto duro. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore quasi orizzontalmente, montare gli stabilizzatori con gli elementi di fissaggio sui supporti e controllare l'angolo di Montare le tavole fermapiede intorno alla piattaforma. Vedi II.IX. Ora il ponteggio con una piattaforma alta 2,7 metri è pronto all utilizzo. Per una piattaforma alta 3,8 metri, eseguire le fasi dalla 14 alla Fare riferimento al ponteggio descritto nelle fasi dalla 1 alla Posizionare alcuni telai con 7 pioli sulla base del ponteggio. Posizionare, su ogni lato del telaio, un puntello diagonale tra il 2 piolo e il 6 piolo. 17. Spostare la piattaforma con botola sul 6 piolo del telaio di base. Tale piattaforma svolge il ruolo di piattaforma ausiliare. 18. In seguito mettersi sulla piattaforma ausiliare e posizionare sul 7 piolo del telaio prima i telai parapetto e poi una piattaforma di lavoro con botola. 19. In seguito posizionarsi nella botola della piattaforma, quindi montare i puntelli del parapetto, dall interno verso l'esterno, sui supporti dei telai parapetto. In seguito posizionare le tavole fermapiede. Vedi II.IX. PONTEGGIO PIEGHEVOLE Posizionare due telai parapetto sul telaio pieghevole con 3 pioli, quindi fissare i telai parapetto con le spine di sicurezza. 12. Spostare la piattaforma di base con botola sul 3 piolo del telaio pieghevole superiore. 16. In seguito montare 4 stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio, con un angolo di circa 120 rispetto all asse longitudinale del ponteggio. Assicurarsi che l estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con il supporto duro. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore quasi orizzontalmente, montare gli stabilizzatori con gli elementi di fissaggio sui supporti e controllare l angolo di Si può rimuovere la piattaforma ausiliare intermedia, dopo aver montato le tavole fermapiede. Ora il ponteggio su ruote con una piattaforma alta 3,8 metri è pronto all uso. Montare un puntello diagonale tra il 1 e il 5 piolo del lato aperto del telaio pieghevole di base. In seguito infilarsi nella botola della piattaforma, quindi posizionare i puntelli del parapetto, dall interno verso l'esterno, sui supporti dei telai parapetto. 22 di di 32

13 PONTEGGIO PIEGHEVOLE 5500 VII Ponteggio pieghevole 5500 VII.I Tabella di configurazione 2/4 1/2 del ponteggio pieghevole x 1.85 m Altezza della piattaforma (m) Altezza di lavoro (m) Opis N art. Peso (kg) Unità pieghevole telescopico 6 pioli , Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Set di 4 ruote 125 mm , Piattaforma legno con botola 1,85 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma legno senza botola 1,85 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 1,85 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 1,85 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Puntello/traversa telescopico , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 1, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /371 2 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / /342 2 VII.II Metodo di montaggio del ponteggio pieghevole 5500 Sui modelli 5500, si può utilizzare il ponteggio pieghevole con due configurazioni diverse: 1/2: Ogni due metri 1 piattaforma senza botola, prima 1 sul lato lungo, poi 1 sull'altro lato e sfasata. 2/4: Ogni quattro metri due piattaforme, di cui almeno 1 con botola. 1a. Per una configurazione di base con una piattaforma alta 1 metro e 1,8 metri, montare le ruote Ø 125 mm nel telaio pieghevole e fissarle. 2b. Per configurazioni superiori, montare sul lato aperto del telaio pieghevole 1 puntello orizzontale dall interno verso l'esterno e sotto il 1 piolo sui supporti. 3. Posizionare una piattaforma senza botola sul 3 piolo del telaio di base, sul lato aperto del telaio pieghevole. Sul lato aperto del ponteggio montare 2 puntelli diagonali a croce tra il 1 e il 5 piolo del telaio. PONTEGGIO PIEGHEVOLE x 2.45 m 1.35 x 3.05 m Opis N art. Peso (kg) Unità pieghevole telescopico 6 pioli , Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Set di 4 ruote 125 mm , Piattaforma legno con botola 2,45 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma legno senza botola 2,45 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 2,45 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 2,45 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Puntello/traversa telescopico , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale , Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /418 2 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / /382 2 Opis N art. Peso (kg) Unità pieghevole telescopico 6 pioli , Telaio , Telaio parapetto , Ruota 200 mm , Set di 4 ruote 125 mm , Piattaforma legno con botola 3,05 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma legno senza botola 3,05 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Piattaforma Fiber-Deck con botola 3,05 m , /2 2 2/3 2 2/4 2 3/5 2 3/6 2 Piattaforma Fiber-Deck senza botola 3,05 m , /1 2 2/1 2 3/1 2 3/1 2 Puntello/traversa telescopico , Puntello/traversa diagonale , Puntello/traversa orrizontale Stabilizzatore Easy-Lock universale , Fermapiedi 2 / 1, , Fermapiedi 2 / 3, , Peso totale (kg) piattaforma in legno incluso / / / / /428 2 Peso totale (kg) piattaforma "Fiber-Deck" incluso / / / / / ) se il ponteggio è usato indipendente, bisogna utilisare 4 stabilizzatore tutto intorno 2 ) per il montaggio di questa configurazione bisogna 1 piattaforma supplementare 3 ) per il montaggio di questa configurazione bisogna 2 traverse orizzontale supplementare 1b. Per configurazioni superiori, montare i supporti delle ruote con ruote Ø 200 mm nel telaio pieghevole. 2a. Per le configurazioni di base con una piattaforma alta 1 metro e 1,8 metri, aprire il telaio pieghevole, bloccare la cerniera, quindi stendere i bracci telescopici alla stessa lunghezza dei due lati fino alla lunghezza della piattaforma desiderata, quindi fissarli. Dirigere le ruote in modo che puntino verso l esterno. Bloccare le ruote, premendo il pedale del freno. In seguito regolare il telaio di base orizzontalmente nella direzione della lunghezza e della larghezza, poggiando la livella su un piolo e su un puntello orizzontale. Per un ponteggio con una piattaforma alta 1,8 metri, eseguire le fasi dalla 4 alla Salire sulla piattaforma e montare 2 telai parapetto sul telaio di base del ponteggio. Fissare i telai parapetto con le spine di sicurezza. In seguito montare i puntelli all altezza delle ginocchia/anche, dall'interno verso l'esterno, sui supporti dei telai parapetto. 24 di di 32

14 5. Posizionare una piattaforma con botola sul 6 piolo del telaio di base. l elemento di fissaggio e controllare l'angolo di Ora le piattaforme intermedie sono ancora su posizioni necessarie per una costruzione sicura. PONTEGGIO PIEGHEVOLE Spostare anche la piattaforma inferiore senza botola sul livello più alto. 7. In seguito montare le tavole fermapiede sui supporti dei telai parapetto dall'interno verso l'esterno (vedi cap. II.IX). Se richiesto (vedi cap. IX), montare la zavorra, posizionandone i sostegni sui 4 supporti del telaio di base. Sostegno della zavorra art Zavorra 5 kg art In seguito, montare alcuni puntelli diagonali a croce tra il 2 e il 6 piolo da una parte e dall altra dei telai posizionati come ultimi. Posizionare un'altra piattaforma sul 3 piolo dei telai successivi, sfasata rispetto alla piattaforma inferiore. Si può utilizzare il ponteggio con due configurazioni, 1 piattaforma sfasata ogni 2 metri (configurazione 1-2), o 2 piattaforme ogni 4 metri una a fianco all'altra (configurazione 2-4). Prima di poter utilizzare il ponteggio, bisogna spostare le piattaforme intermedie e i supporti all'altezza delle anche. Per spostare le piattaforme, seguire gli schemi di montaggio al capitolo VIII. Ora il ponteggio è pronto all uso. PONTEGGIO PIEGHEVOLE 5500 Ora il ponteggio con una piattaforma alta 1,8 metri è pronto all uso. Configurazione 1/2 Configurazione 2/4 Per l'estensione che prevede piattaforme alte 3,8 metri, eseguire le fasi dalla 8 alla Fare riferimento al telaio di base descritto nelle fasi 1b, 2b e 3. Montare sulla piattaforma e posizionare due telai con 7 pioli sulla base del ponteggio. Fissare i telai con le spine di sicurezza. Vedi II.X. 11. Posizionarsi sulla piattaforma superiore, quindi montare un supporto per le anche sul 4 piolo sopra la piattaforma, da una parte e dall altra della piattaforma (di riposo). 9. Montare 4 stabilizzatori ai 4 angoli del ponteggio su ruote, con un angolo di circa 120 rispetto all asse longitudinale del ponteggio su ruote. Montare gli elementi di fissaggio degli stabilizzatori sui supporti, proprio sotto il 2 e il 7 piolo del telaio di base. Assicurarsi che l estremità di ogni stabilizzatore sia in contatto con un supporto duro e fissare lo stabilizzatore. Posizionare il braccio inferiore dello stabilizzatore (quasi) orizzontalmente, fissare in modo fermo Ripetere le fasi dalla 8 alla 11 fino a raggiungere l altezza della piattaforma desiderata: 5,8 metri, 7,8 metri, 9,8 metri, o 11,8 metri. Per posizionare i telai parapetto, eseguire le fasi dalla 4 alla 7, quindi passare alla fase 12 per preparare il ponteggio all'uso. All'occorrenza, utilizzare una corda per sollevare gli elementi del ponteggio. 26 di di 32

15 VIII Schema di montaggio del ponteggio /4 (ogni 4 metri 2 piattaforme) 1/2 (ogni 2 metri 1 piattaforma sfasata) IX Zavorra In alcuni casi il ponteggio deve essere dotato di zavorra. La tabella delle zavorre indica qui di seguito in quali situazioni bisogna usare la zavorra. La giusta quantità di dischi con funzione di zavorra, numero di articolo , è fissata mediante sostegni, numero di articolo , ai quattro supporti del telaio di base. Configurazione 1/4 PONTEGGIO SU RUOTE 5100 Numero di pesi con funzione di zavorra di 5 kg per ogni supporto della ruota Altezza INTERNO ESTERNO della piattaforma (metri) Legno Fibra Legno Fibra PONTEGGIO SU RUOTE/PIEGHEVOLE Numero di pesi con funzione di zavorra di 5 kg per ogni supporto della ruota Configurazione 1/2 Configurazione 2/4 Altezza INTERNO ESTERNO della piattaforma (metri) Legno Fibra Legno Fibra NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA NA PONTEGGIO SU RUOTE CON SCALE INTEGRATE 5300 Numero di pesi con funzione di zavorra di 5 kg per ogni supporto della ruota Configurazione standard Altezza Piattaforma 2,45 metri della piattaforma INTERNO ESTERNO (metri) Legno Fibra Legno Fibra NA NA NA NA 1/4 1 piattaforma ogni 4 metri 1/2 1 piattaforma sfasata ogni 2 metri 2/4 2 piattaforme ogni 4 metri, chiuse NA Non applicabile X Numero di pesi con funzione di zavorra per ogni supporto della ruota Sostegno della zavorra, numero di articolo: Zavorra 5 kg, numero di articolo: di di 32

16 X Elementi della serie 5000 XI Istruzioni sul ponteggio Unità pieghevole Unità pieghevole Montante per passaggio Telaio parapetto Ruota ø 125 mm Ruota ø 200 mm Viste le attuali nozioni in materia di sicurezza, derivanti dalla legislazione europea pertinente, le istruzioni menzionate riguardanti il ponteggio sono decisive. Bisogna applicare queste istruzioni secondo le modalità indicate nel presente manuale. Unità pieghevole Telaio parapetto Staffa a gradino Telaio Puntello orizzontale (parapetto) Ringhiera della scala Telaio Puntello diagonale Balaustra Telaio Piattaforma con botola Legno Fiber-DecK Scala Telaio Telaio di passaggio Piattaforma senza botola Legno Fiber-DecK Gioco delle tavole Easy-Fit fermapiede 75 (frontali) (frontali) (laterali) (laterali) (laterali) Sostegno della zavorra Zavorra 5 kg Telaio di passaggio di base Stabilizzatore Easylock Universel 30 di di 32

17 NL ALGEMEEN Altrex B.V. P.O. Box CD Zwolle The Netherlands P10/2009 M10/2009 Relax. It's Het It s an is een Altrex. Altrex van a 32 64

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le otto regole vitali da rispettare sistematicamente nell edilizia Formatori Assistenti, capi

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 Leggete attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale. Questo manuale è parte integrante del prodotto e deve essere conservato in un luogo sicuro per future consultazioni.

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Laboratorio di sicurezza degli impianti industriali Docente: Prof. Ing. Lorenzo Fedele Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Andrea Spaziani 1318099 A. A.

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 Cadute dall alto Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 ATTUA la direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung PART 1 PART 1 Manuel dʼinstructions et dʼentretien Manuel de Uso y Manutención Handleiding

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica 1 Ambito operativo e inquadramento normativo Tenuto conto del rilevante impatto che gli eventi sismici,

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate e le rispettano sistematicamente.

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO

RISCHIO CADUTA DALL ALTO MICHELE SANGINISI RISCHIO CADUTA DALL ALTO DAI PONTEGGI METALLICI FISSI @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le

Dettagli

Allestimento del cantiere, opere di recinzione, realizzazione degli accessi, montaggio baracche di cantiere, uffici, impianti di cantiere (elettrico,

Allestimento del cantiere, opere di recinzione, realizzazione degli accessi, montaggio baracche di cantiere, uffici, impianti di cantiere (elettrico, Allestimento del cantiere, opere di recinzione, realizzazione degli accessi, montaggio baracche di cantiere, uffici, impianti di cantiere (elettrico, terra, idrico, fogna), posizionamento macchinari (betoniera

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilitá delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilitá delle istituzioni 1994L0020 IT 01.01.2007 002.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilitá delle istituzioni B DIRETTIVA 94/20/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA LA VALUTAZIONE DEI RISCHI L art. 168 definisce per il DDL una sequenza di azioni PARTENDO DAL POSTO DI LAVORO: 1) Individuazione e valutazione ATTIVA ai

Dettagli

-105- 1 http://www.edilio.it; Dossier Ponteggi in sicurezza: tipologie e normativa

-105- 1 http://www.edilio.it; Dossier Ponteggi in sicurezza: tipologie e normativa I ponteggi sono definiti "opere provvisionali", cioè strutture di servizio di tipo temporaneo non facenti parte integrante della costruzione, ma allestiti o impiegati per la realizzazione, la manutenzione

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com TIP-ON per TANDEMBOX Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia www.blum.com 2 Apertura facile basta un leggero tocco Nel moderno design del mobile, i frontali

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso 1. 2. 3. 4. 5. 6. Congratulazioni! Il footpod Polar S1 rappresenta la scelta migliore per misurare la velocità/andatura e la distanza durante la corsa. L'apparecchio

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO CLU LPINO ITLINO C I CLU LPINO ITLINO E S C U RSIONISMO Club lpino Italiano SEZIONE DI TREGNGO Ettore Castiglioni CLU LPINO ITLINO CLU LPINO ITLINO SEZIONE DI TREGNGO Vicolo Cipolla, 20-37039 Tregnago

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta Apertura agevole al tocco Apertura affidabile senza maniglia Nel moderno design del mobile, i frontali senza maniglia svolgono un ruolo sempre più importante. Con il supporto per l apertura meccanico di

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2...

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... CB 1 CB 2 Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... 1 Indice Note importanti Pagina Corretto impiego...8 Note di sicurezza...8 Pericolo...8 Applicabilità secondo articolo

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta MASTERSOUND 300 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended Congratulazioni per la Vostra scelta Il modello 300 B S.E. che Voi avete scelto è un amplificatore integrato stereo in pura

Dettagli

la differenza è Zanzar .it

la differenza è Zanzar .it la differenza è Zanzar.it 2014 SOLO PER IPAD CERCA ZANZAR SISTEM SU APP STORE IL QR CODE TI PERMETTERÀ DI ACCEDERE A INFORMAZIONI MAGGIORI SEMPLICEMENTE FOTOGRAFANDO CON IL TUO SMARTPHONE. PER SAPERNE

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto.

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto. Esercizio 1 Una pietra viene lanciata con una velocità iniziale di 20.0 m/s contro una pigna all'altezza di 5.0 m rispetto al punto di lancio. Trascurando ogni resistenza, calcolare la velocità della pietra

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info info Lavori in quota Ponteggio Da Tre Metri Di Altezza Vittima un ingegnere responsabile della sicurezza di un cantiere edile di Forte dei Marmi. La notizia è stata

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla.

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla. Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec nuovo senza colla senza tasselli Benefici del fissaggio meccanico degli angoli con il sistema MC Con

Dettagli

PER L INNESTO, PER IL VIVAIO E PER L IMPIANTO

PER L INNESTO, PER IL VIVAIO E PER L IMPIANTO PASSIONE PER IL VIVAIO E PER L IMPIANTO TECNICA PER L INNESTO, PER IL VIVAIO E PER L IMPIANTO MACCHINE INNESTATRICI NASTRI PER LA SELEZIONE E PARAFFINATURA MACCHINE STENDITELO E RACCOGLITELO STERRORACCOGLITORI

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

MANUALE D USO MB3195-IT-B

MANUALE D USO MB3195-IT-B MANUALE D USO IT -B Introduzione Ci congratuliamo con voi per aver acquistato questa nuova sedia a rotelle. La qualità e la funzionalità sono le caratteristiche fondamentali di tutte le sedie a rotelle

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli