MINERARIO. Rel /03/2007. Minerario 1

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINERARIO. Rel.1.0 29/03/2007. Minerario 1"

Transcript

1 MINERARIO Minerario 1

2 Il consolidamento del fronte di scavo con chiodatura in vetroresina : Il consolidamento del fronte di scavo viene normalmente effettuato in gallerie scavate in terreni coesivi, semicoesivi ed in genere di natura argillosa soggetti ad alterazioni chimico-fisiche e a fenomeni di estrusione del nucleo di scavo, tendente a muoversi verso la parte già scavata, tali da compromettere la stabilità dell opera e/o la sicurezza delle lavorazioni. Minerario 2

3 L effetto di consolidamento del fronte può essere ottenuto mediante l applicazione di chiodi in vetroresina. Minerario 3

4 La chiodatura del fronte di scavo con elementi in vetroresina, da sola o congiuntamente alla coronella rinforzata al contorno del cavo, al guscio del pretaglio o all ombrello di infilaggi o di colonne di jetgrouting, è stata diffusamente utilizzata negli ultimi anni per consentire lo scavo a piena sezione. Tale metodo appartiene alla categoria degli interventi che garantiscono la stabilità del fronte e controllano le convergenze prima della messa in opera dei sostegni di prima fase. Minerario 4

5 La chiodatura del fronte consiste nella installazione in avanzamento, in direzione longitudinale di barre e tubi in vetroresina, integralmente connesse alla roccia circostante attraverso cementazione, con lunghezze che variano tra 10 e 30 m e con densità che può arrivare ad oltre 1 chiodo/m2. Le barre di armatura sono usualmente disposte per cerchi concentrici o comunque con una geometria regolare. Minerario 5

6 Sono ben noti i benefici che l intervento di chiodatura dà nell organizzazione del cantiere di scavo. In particolare la possibilità di eseguire tutti i consolidamenti in un unica fase e con una sola procedura operativa, permettendo, in questo modo, un avanzamento sistematico Minerario 6

7 Il consolidamento del fronte agisce prevalentemente: riducendo le deformazioni plastiche della roccia nel nucleo,e, nel contempo, anche gli spostamenti del nucleo verso la galleria già scavata. L analisi del comportamento di gallerie reali, delle simulazioni numeriche e dei modelli sperimentali di laboratorio, hanno permesso di rilevare come la chiodatura del fronte sia efficace nel contenere la sua estrusione contenendo lo spostamento radiale della parete della galleria in prossimità del fronte di scavo. Tale effetto ha il pregio di controllare l estensione radiale della fascia plastica e soprattutto limitare la presenza di porzioni di roccia che raggiungono condizioni di plasticizzazione residua, alle quali sono associati parametri di resistenza generalmente molto bassi Minerario 7

8 Minerario 8

9 Le barre in vetroresina vengono integralmente connesse al terreno circostante attraverso cementazione, disposte per cerchi concentrici, con lunghezze che possono variare da 10 a 30 m, con una densità che può arrivare ad oltre 1 chiodo/m2 e a seconda delle sezioni tipo che si desidera realizzare. Minerario 9

10 I materiali utilizzati : tubi in vetroresina Il tubo in vetroresina è prodotto con resina poliestere termoindurente rinforzata con fibre di vetro; il contenuto in peso della fibra di vetro non è mai inferiore al 50%. Minerario 10

11 I materiali utilizzati : tubi in vetroresina L aderenza della superficie esterna del tubo è migliorata mediante fresatura elicoidale della profondità di almeno 1 mm che conferisce al tubo elevata resistenza allo sfilamento. I tubi possono essere dotati di valvole a manchette e possono essere uniti tra loro con manicotti metallici filettati. Minerario 11

12 I materiali utilizzati : elementi strutturali Gli elementi strutturali sono composti tipicamente da tre piatti prodotti con resina poliestre termoindurente rinforzata con fibre di vetro, posti al contorno di un tubo per l iniezione della malta cementizia Minerario 12

13 Il contenuto in fibra di vetro dei piatti non è mai inferiore al 50%. I tubi per l iniezione della malta possono essere semplici o muniti di valvole a manchette. Minerario 13

14 Gli elementi strutturali vengono utilizzati in sostituzione dei tubi in vetroresina Per le loro caratteristiche di : leggerezza maneggevolezza miglior rapporto sezione/superficie di adesione al cemento Minerario 14

15 Minerario 15

Nella tratta relativa al Lotto 5, sono presenti due gallerie naturali: - galleria Monte Domini - galleria Sappanico. Galleria Monte Domini

Nella tratta relativa al Lotto 5, sono presenti due gallerie naturali: - galleria Monte Domini - galleria Sappanico. Galleria Monte Domini Nella tratta relativa al Lotto 5, sono presenti due gallerie naturali: - galleria Monte Domini - galleria Sappanico Galleria Monte Domini Le tratte in sotterraneo della galleria Monte Domini risultano

Dettagli

Iniezioni e consolidamenti

Iniezioni e consolidamenti 1 2 INDICE Presentazione generale 5 6 L'azienda Underground Technology Iniezioni e consolidamenti 9 12 22 Acceleranti di presa per spritz beton - Silicati di sodio Profili pultrusi in vetroresina (VTR)

Dettagli

Palificazioni e Consolidamenti

Palificazioni e Consolidamenti Palificazioni e Consolidamenti PALI TRIVELLATI Pali trivellati a secco, incamiciati e con utilizzo di fanghi bentonitici/polimeri. PALI C.F.A. Pali ad elica continua C.F.A. PALI VIBROINFISSI Pali vibroinfissi,

Dettagli

SISTEMA DI SCAVO E CONSOLIDAMENTO ALTERNATIVO DEI FRONTI DI SCAVO IN GALLERIA

SISTEMA DI SCAVO E CONSOLIDAMENTO ALTERNATIVO DEI FRONTI DI SCAVO IN GALLERIA STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA CAPALDINI Via Raffaello 5, Giano dell Umbria 06030 - PG - tel 0742 99391/969420 fax 0742 99056 p.iva 02994630545 web: www.studiocapaldini.it - e-mail: info@studiocapaldini.it

Dettagli

Tiranti Attivi attrezzati con Sistema TFEG

Tiranti Attivi attrezzati con Sistema TFEG Tiranti Attivi attrezzati con Sistema Sommario Il sistema è un applicazione meccanica che consente di migliorare le caratteristiche di trasferimento del carico da pali di fondazione, di piccolo, medio

Dettagli

CHRYSO Flexò la tecnologia avanzata per pannelli a taglio termico

CHRYSO Flexò la tecnologia avanzata per pannelli a taglio termico la tecnologia avanzata per pannelli a taglio termico CHRYSO Flexò: la tecnologia avanzata per pannelli a taglio termico IL SISTEMA, COPERTO DA BREVETTO INTERNAZIONALE, PER OTTIMIZZARE LA PRESTAZIONE TERMICA

Dettagli

Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche

Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche D: Opere speciali Nelle opere speciali rientrano tutte quelle tipologie di opere che non appartengono specificatamente a categorie di intervento quali sistemazioni d alveo o di versante. Sono particolari

Dettagli

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture.

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. CONSOLIDAMENTI Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. Essa non può prescindere dai risultati di un accurata

Dettagli

CANCELLI MM08 CANCELLI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 2 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

CANCELLI MM08 CANCELLI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 2 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 CANCELLI MM08 30.07.2015 Rev. 2 CANCELLI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1. TABELLA PROFILI E ACCESSORI

Dettagli

Divisione Underground & Civil Works ATP - UNDERGROUND AND A CIVIL WORKS DIVISION. per jet grouting armato eseguito in unica fase

Divisione Underground & Civil Works ATP - UNDERGROUND AND A CIVIL WORKS DIVISION. per jet grouting armato eseguito in unica fase ATP - UNDERGROUND AND A CIVIL WORKS DIVISION per jet grouting armato eseguito in unica fase 1 realizzate per il consolidamento del fronte di scavo di gallerie in terreni incoerenti e/o debolmente coesivi

Dettagli

IO NON TREMO la prevenzione del rischio sismico Efficienza energetica e conservazione della muratura antisismica Fano 13 28 aprile 2013

IO NON TREMO la prevenzione del rischio sismico Efficienza energetica e conservazione della muratura antisismica Fano 13 28 aprile 2013 IO NON TREMO la prevenzione del rischio sismico Efficienza energetica e conservazione della muratura antisismica Fano 13 28 aprile 2013 IL CONSOLIDAMENTO DI MURATURE STORICHE ovvero: valutazione e caratteristiche

Dettagli

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA 1 Via Arni, 30 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA DMW ( Deep Mixing Wall ) - monoelica RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Emissione : Castelnuovo di Garfagnana,

Dettagli

Fornitura di tubi in materiale composito per armatura di micropali. Controlli e collaudo

Fornitura di tubi in materiale composito per armatura di micropali. Controlli e collaudo Fornitura di tubi in materiale composito per armatura di micropali Controlli e collaudo Le armature di nostra fornitura sono costituite da tubi di diametro 200 mm e spessore 10 mm in resina poliestere

Dettagli

Grazie ai mezzi maneggevoli, si possono produrre pali inclinati in quasi ogni inclinazione e direzione.

Grazie ai mezzi maneggevoli, si possono produrre pali inclinati in quasi ogni inclinazione e direzione. Battitura di pali duttili Generalità: Grazie agli escavatori idraulici leggeri e maneggevoli, i lavori per fondazioni di pali possono essere eseguiti anche in condizioni difficili oppure quando lo spazio

Dettagli

Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it

Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it Università degli Studi di Cassino Progettazione Sostenibile bl di Strutture tt Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it

Dettagli

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera (Ai sensi del D.M. 14.01.2008, art. 10.1) 1. Premessa Il presente Piano di manutenzione è relativo alle opere strutturali da eseguire per il ripristino

Dettagli

7. Pali UNITÀ. 2 Trivella di perforazione per la gettata di pali trivellati.

7. Pali UNITÀ. 2 Trivella di perforazione per la gettata di pali trivellati. 7. Pali UNITÀ I pali sono elementi strutturali utilizzati nelle opere di fondazione, nelle opere di contenimento della terra e dell acqua, negli interventi di miglioramento della stabilità dei pendii e

Dettagli

SOMMARIO 1. RAYGLASS... 1 2. RAYGLASS... 3 2. SCALE... 8 3. LAMINATI IN VETRORESINA... 9

SOMMARIO 1. RAYGLASS... 1 2. RAYGLASS... 3 2. SCALE... 8 3. LAMINATI IN VETRORESINA... 9 CATALOGO PRODOTTI SOMMARIO 1. RAYGLASS... 1 1.1 Pultrusione... 1 1.2 Caratteristiche dei prodotti... 1 1.3 Tabella di comparazione... 2 2. RAYGLASS... 3 2.1 Parapetto... 7 2. SCALE... 8 3. LAMINATI IN

Dettagli

EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E VETRORESINA

EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E VETRORESINA EUROG EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E strutture IN VETRORESINA CARATTERISTICHE I profili strutturali sono realizzati con processo di pultrusione, (polimerizzazione a caldo di un profilo tirato

Dettagli

Generalità sui provvedimenti tecnici

Generalità sui provvedimenti tecnici 14 Problemi Strutturali dei Monumenti e dell Edilizia Storica Immagini lezioni 2012 Generalità sui provvedimenti tecnici fuori piano arch. Mariateresa Guadagnuolo 1 Sintesi schematica di dissesti da sisma

Dettagli

Barre autoperforanti ed accessori, modalita di esecuzione, campi di impiego, problemi esecutivi e controlli in cantiere

Barre autoperforanti ed accessori, modalita di esecuzione, campi di impiego, problemi esecutivi e controlli in cantiere Incontro sul tema Autoperforanti: una tecnologia in evoluzione 7 Ottobre, 2010 Barre ed accessori, modalita di, campi di, problemi esecutivi e Con la collaborazione di: Con il patrocinio Dell Istittuto

Dettagli

Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali

Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali Roberto Valentino e Davide Stevanoni Introduzione La ditta Novatek ha recentemente intrapreso

Dettagli

PALI TRIVELLATI CLASSICI 15

PALI TRIVELLATI CLASSICI 15 QUADERNO I Sistemi di fondazione PALI E MICROPALI Scheda N : PALI TRIVELLATI CLASSICI 15 1 Pali trivellati semplici La trivellazione è eseguita senza tubazione di sostegno delle pareti o con tubazione

Dettagli

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA 1 Via Arni, 30 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA SMW ( Soil Mixing Wall ) - trielica RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Emissione : Castelnuovo di Garfagnana,

Dettagli

ALL.9 - ANALISI PREZZI

ALL.9 - ANALISI PREZZI AP_01 muro rivestito prefabbricato c.re MURO DI SOSTEGNO IN C.A. voce a misura MURO DI SOSTEGNO IN C.A. Realizzato con Pannelli PREFABBRICATI rivestiti con pietra di vario genere. Possono essere realizzate

Dettagli

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica pag. 1 di 6 DESCRIZIONE è un betoncino pronto strutturale, reoplastico, antiritiro, ad alta resistenza meccanica, di calce idraulica naturale NHL 5 ed inerti selezionati. è ideale negli interventi di consolidamento,

Dettagli

Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO)

Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO) Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO) Le tubazioni in cemento armato ordinario utilizzano le caratteristiche di resistenza alla compressione del calcestruzzo ed a trazione per l'acciaio. Le condotte

Dettagli

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 RECINZIONI IN PRFV MM05 30.07.2015 Rev. 3 RECINZIONI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1 TABELLA PROFILI

Dettagli

REALIZZAZIONE DI OPERE IN CEMENTO ARMATO CON TUBI IN GFRP TIPO ROCKWORM

REALIZZAZIONE DI OPERE IN CEMENTO ARMATO CON TUBI IN GFRP TIPO ROCKWORM REALIZZAZIONE DI OPERE IN CEMENTO ARMATO CON TUBI IN GFRP TIPO ROCKWORM 1 1. Premessa La presente relazione ha per oggetto lo studio delle strutture in cemento armato in cui il rinforzo interno, anzichè

Dettagli

Le piastre Precompresse

Le piastre Precompresse Corso di Progetto di Strutture POTENZA, a.a. 2012 2013 Le piastre Precompresse Dott. Marco VONA Scuola di Ingegneria, Università di Basilicata marco.vona@unibas.it http://www.unibas.it/utenti/vona/ PIASTRE

Dettagli

IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI.

IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI. IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI. Tube Tech Machinery Marcello Filippini Il settore dei trasporti, specialmente i trasporti passeggeri con treni e navi,

Dettagli

SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg

SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg SPECIFICHE DEL TELAIO DI PROTEZIONE. : il testo compreso fra i precedenti simboli

Dettagli

METROPOLITANA AUTOMATICA DI TORINO REALIZZAZIONE DELLE OPERE CIVILI DEL LOTTO 1 PORTA NUOVA-MARCONI LINEA 1 TRATTA PORTA NUOVA-LINGOTTO METODO PELIZZA

METROPOLITANA AUTOMATICA DI TORINO REALIZZAZIONE DELLE OPERE CIVILI DEL LOTTO 1 PORTA NUOVA-MARCONI LINEA 1 TRATTA PORTA NUOVA-LINGOTTO METODO PELIZZA METROPOLITANA AUTOMATICA DI TORINO REALIZZAZIONE DELLE OPERE CIVILI DEL LOTTO 1 PORTA NUOVA-MARCONI LINEA 1 TRATTA PORTA NUOVA-LINGOTTO METODO PELIZZA Prof. Ing. Sebastiano Pelizza Politecnico di Torino

Dettagli

Contenitori ed armadi per telecomunicazioni. OEC Catalogo Prodotti

Contenitori ed armadi per telecomunicazioni. OEC Catalogo Prodotti Serie ARE/T-C ARMADIETTO in VETRORESINA C per TELECOMUNICAZIONI ed ENERGIA Codice Articolo: Vedi Tabella 108 Tipo Codice Dimensioni Esterne (mm) Interne (mm) Peso (kg) Altezza Larghezza Profondità Altezza

Dettagli

CRITERI PROGETTUALI PER IL CONSOLIDAMENTO -Le strutture in legno-

CRITERI PROGETTUALI PER IL CONSOLIDAMENTO -Le strutture in legno- CORSO DI RECUPERO E CONSERVAZIONE DEGLI EDIFICI A.A. 2010-2011 CRITERI PROGETTUALI PER IL CONSOLIDAMENTO -Le strutture in legno- CONSOLIDAMENTO DEL LEGNO BIODEGRADATO Prima che il legno affetto da degrado

Dettagli

Gallerie. Alessandro Focaracci Presidente Fondazione Fastigi

Gallerie. Alessandro Focaracci Presidente Fondazione Fastigi 78 Sistemi Tradizionali Grandi gallerie in terreni difficili OBIETTIVO PUNTATO SUL METODO DI SCAVO A PIENA SEZIONE CON IL PRECONSOLIDAMENTO DEL FRONTE PER APPROFONDIRE UNA TECNICA COSTRUTTIVA, MESSA A

Dettagli

Tecniche per il Restauro

Tecniche per il Restauro Tecniche per il Restauro arch. Luisa De Marco Corso di laurea in Restauro Architettonico AA. 2004-2005 21 gennaio 2005 Consolidamenti di elementi e componenti costruttive il consolidamento degli elementi

Dettagli

www.romolodifrancesco.it

www.romolodifrancesco.it PREMESSA Il caso trattato è relativo ad un progetto di consolidamento di un edificio residenziale sito nel comune di Giulianova (TE), in funzione del dissesto palesato riconducibile anche a cedimenti delle

Dettagli

Scheda Tecnica Galleria La Franca (GA403-GN402-GA404)

Scheda Tecnica Galleria La Franca (GA403-GN402-GA404) Scheda Tecnica Galleria La Franca (GA403-GN402-GA404) La galleria La Franca si compone di due canne, una per ciascun senso di marcia, con carreggiata composta da due corsie di 3,75 m con banchina in destra

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Attidium: l area archeologica diviene luogo di fruibilità turistica Importo dell opera 133.000,00 Importo del cofinanziamento

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA e RACCOLTA FOTOGRAFICA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA e RACCOLTA FOTOGRAFICA ENAV S.p.A. MILANO ACC SITO NAV DI VOGHERA COMUNE DI PONTECURONE (AL) NUOVA RECINZIONE RADIO-TRASPARENTE RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA e RACCOLTA FOTOGRAFICA 1. PREMESSA. Nell ambito di un ampio progetto

Dettagli

Risanamento non Distruttivo RETI FOGNARIE

Risanamento non Distruttivo RETI FOGNARIE Risanamento non Distruttivo RETI FOGNARIE DESCRIZIONE Nell ambito della manutenzione e rispristino delle condutture, il sistema di lavorazione senza scavo, garantisce grandi vantaggi minimizzando costi

Dettagli

INTERVENTI SULLE STRUTTURE

INTERVENTI SULLE STRUTTURE INTERVENTI SULLE STRUTTURE 1 - Intervento di adeguamento. 2 - Intervento di miglioramento. 3 - Riparazione o intervento locale. INTERVENTI SULLE STRUTTURE IN C.A. 8.4.1. Intervento di adeguamento. È fatto

Dettagli

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi 357 Analisi R.05.10.10.a Perforazione fino al diametro di mm 36 e lunghezza fino a m 1,20 con martello a rotopercursione a secco, per consolidamenti Per diametri fino a 32 mm in muratura di tufo cm 1,00

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione Schede tecniche e linee guida per l installazione 43 Intumex RS10 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS10 è un tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile vericiato a

Dettagli

Potenzialità di materiali avanzati per il miglioramento sismico di strutture in c.a. Andrea Prota

Potenzialità di materiali avanzati per il miglioramento sismico di strutture in c.a. Andrea Prota Potenzialità di materiali avanzati per il miglioramento sismico di strutture in c.a. Andrea Prota Ricercatore di Tecnica delle Costruzioni Dipartimento di Ingegneria Strutturale Università degli Studi

Dettagli

Resistenza caratteristica del connettore, f connettore CARATTERISTICHE MATERIALE

Resistenza caratteristica del connettore, f connettore CARATTERISTICHE MATERIALE Proprietà geometriche e meccaniche* -Maggio 2012- Trefolo Tensione caratteristica a trazione, σ filo 2820 MPa Modulo elastico, E filo 190 GPa Deformazione a rottura, ε trefolo 1,50 % Connettore Carico

Dettagli

CAL-601001. Estensimetro ad Aste. www.pizzi-instruments.it. Strumenti e Sistemi di Monitoraggio Geotecnico e Strutturale

CAL-601001. Estensimetro ad Aste. www.pizzi-instruments.it. Strumenti e Sistemi di Monitoraggio Geotecnico e Strutturale Estensimetro ad Aste Estensimetro ad Aste Descrizione _ Gli estensimetri ad asta, consentono di monitorare e misurare con precisione i movimenti di uno o più punti punti ancorati a diverse profondità in

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ATTIVITA DI RESTAURO E CONSERVAZIONE

DOCUMENTAZIONE ATTIVITA DI RESTAURO E CONSERVAZIONE DOCUMENTAZIONE ATTIVITA DI RESTAURO E CONSERVAZIONE Predisposizione e inserimento di piastre e barre filettate acciaio inox AISI 316 per consolidamento strutturale Collegamenti degli elemnti di consolidamento

Dettagli

Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali

Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali Corso di Riabilitazione Strutturale POTENZA, a.a. 2011 2012 Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali Dott. Marco VONA DiSGG, Università di Basilicata marco.vona@unibas.it http://www.unibas.it/utenti/vona/

Dettagli

Vetroresina (GFRP) nel TUNNELLING

Vetroresina (GFRP) nel TUNNELLING Vetroresina (GFRP) nel TUNNELLING 1 Introduzione L utilizzo preponderante di profilati in materiale composito (materiale polimerico rinforzato con fibra di vetro comunemente indicato come vetroresina)

Dettagli

IL PROBLEMA DEL PRODURRE

IL PROBLEMA DEL PRODURRE IL PROBLEMA DEL PRODURRE IL CICLO TECNOLOGICO E I PROCESSI PRIMARI E SECONDARI Ing. Produzione Industriale - Tecnologia Meccanica Processi primari e secondari - 1 IL CICLO TECNOLOGICO Il ciclo tecnologico

Dettagli

DISPOSITIVI MECCANICI PER L ANCORAGGIO L LAMINE DI FRP NEGLI INTERVENTI DI RINFORZO A FLESSIONE O A PRESSOFLESSIONE DI ELEMENTI STRUTTURALI DI C.A.

DISPOSITIVI MECCANICI PER L ANCORAGGIO L LAMINE DI FRP NEGLI INTERVENTI DI RINFORZO A FLESSIONE O A PRESSOFLESSIONE DI ELEMENTI STRUTTURALI DI C.A. Materiali ed Approcci Innovativi per il Progetto in Zona Sismica e la Mitigazione della Vulnerabilità delle Strutture Università degli Studi di Salerno, 12-13 13 Febbraio 2007 DISPOSITIVI MECCANICI PER

Dettagli

Metodologia di Calcolo TFEG Modelli e Validazione

Metodologia di Calcolo TFEG Modelli e Validazione Metodologia di Calcolo TFEG Modelli e Validazione Rev. 0.3 Foglio 2 di 22 INDICE INDICE... 2 1 Elementi tesi attrezzati con dispositivi TFEG... 3 1.1 Dati sperimentali ed interpretazione... 3 1.2 Incremento

Dettagli

Malte standard Prodotti cementizi compositi di ultima generazione: Confronto tra le proprietà fisico-meccaniche

Malte standard Prodotti cementizi compositi di ultima generazione: Confronto tra le proprietà fisico-meccaniche Malte standard Prodotti cementizi compositi di ultima generazione: Confronto tra le proprietà fisico-meccaniche malte standard Refor-tec UHPC HPFRCC HFE-tec SHCC ECC Modulo elastico [GPa] 8-30 40-50 8-25

Dettagli

VICRete Plus EN 1504-3

VICRete Plus EN 1504-3 VICRete Plus Prodotto di riparazione strutturale del calcestruzzo per mezzo di malte CC di riparazione (a base di cemento idraulico) Bettoncino per applicazione meccanizzata. Appositamente studiato per

Dettagli

Descrizione Calio S Codice 1157.522-IT. KSB Calio S 15-40 - 130

Descrizione Calio S Codice 1157.522-IT. KSB Calio S 15-40 - 130 Calio S 15-40 - 130 della Temperatura ambiente ammessa da 0 C a +40 C Max portata 2,5 m 3 /h 4,0 mws Attacco filettato pompa G1" Connessione della tubazione R½" Lunghezza di montaggio 130 mm Potenza assorbita

Dettagli

PALI TRIVELLATI A GRANDE DIAMETRO, CON ELICA CONTINUA E MICROPALI

PALI TRIVELLATI A GRANDE DIAMETRO, CON ELICA CONTINUA E MICROPALI PALI TRIVELLATI A GRANDE DIAMETRO, CON ELICA CONTINUA E MICROPALI Paolo Simonini Università degli Studi di Padova Dipartimento IMAGE PALI A TRIVELLATI A GRANDE DIAMETRO IN TERRENI GRANULARI PROGETTO DI

Dettagli

PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 "DEL CAFFARO" COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA

PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 DEL CAFFARO COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 "DEL CAFFARO" COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA In accordo con le indicazioni di cui al comma 1 dell'art.

Dettagli

Lezione 9 GEOTECNICA

Lezione 9 GEOTECNICA Lezione 9 GEOTECNICA Docente: Ing. Giusy Mitaritonna e-mail: g.mitaritonna@poliba.it - Lezione 9 A. Fondazioni su pali: requisiti di progetto B. Tecnologie esecutive nella realizzazione dei pali C. Pali

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA La lunghezza standard per il palo della turbina da 3kw per installazione a terra varia da un minimo di 2mt ad un massimo di 6mt; per installazione

Dettagli

Corsi di Laurea in Ingegneria Edile ed Edile-Architettura. Costruzioni in Zona Sismica. Parte 7.

Corsi di Laurea in Ingegneria Edile ed Edile-Architettura. Costruzioni in Zona Sismica. Parte 7. Università di Pisa DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA STRUTTURALE Corsi di Laurea in Ingegneria Edile ed Edile-Architettura Costruzioni in Zona Sismica. Parte 7. Danneggiamento e riparazione di elementi strutturali

Dettagli

La nuova MDT 640 GM. > Mc Drill Technology di Raffaella Chierici

La nuova MDT 640 GM. > Mc Drill Technology di Raffaella Chierici > Mc Drill Technology di Raffaella Chierici La nuova MDT 640 GM È nata una nuova macchina da galleria, frutto di un attenta progettazione e realizzata grazie anche alle osservazioni e alle necessità di

Dettagli

ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI

ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI: DIAGNOSI E CONSOLIDAMENTO ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI ing. Giacomo Iannis (TECNOCHEM ITALIANA SpA) 210 210.000 compressive strength

Dettagli

FRP PROFILES PROFILI STRUTTURALI IN MATERIALE COMPOSITO

FRP PROFILES PROFILI STRUTTURALI IN MATERIALE COMPOSITO FRP PROFILES 2008 FRP PROFILES PROFILI STRUTTURALI IN MATERIALE COMPOSITO COSA SONO I PROFILI PULTRUSI? I Profili Pultrusi sono elementi in profilo sottile di materiale composito ottenuti con la tecnica

Dettagli

TTM tension technology s.r.l. Engineering geotechnical applications

TTM tension technology s.r.l. Engineering geotechnical applications I tiranti tipo TPE-02-SP sono da considerarsi permanenti e sono realizzati secondo EURO NORM EN 1537-2002 paragrafo 6.9.3, sono formati da trefoli di acciaio armonico secondo EN 10138. Il tirante permanenti

Dettagli

In trazione e compressione in ogni terreno

In trazione e compressione in ogni terreno In trazione e compressione in ogni terreno SYTEC Titan è un sistema di ancoraggio completo ed innovativo Micropali e chiodi per applicazioni temporanee e permanenti Esecuzione senza problemi anche nelle

Dettagli

SAFERALPS. Prg n 6782-103 28-02-2012

SAFERALPS. Prg n 6782-103 28-02-2012 SAFERALPS Prg n 6782-103 28-02-2012 Study of the characteristics of the "via ferrata Analysis of the installation and maintenance techniques Similarities and differences in the Alps P1-Universität Salzburg

Dettagli

CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE.

CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE. www.systab.it CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE. Le crepe nei muri sono un sintomo da non trascurare, spesso legato ad un cedimento del terreno

Dettagli

tecnologia viadotti 0 120022012 A N N I

tecnologia viadotti 0 120022012 A N N I tecnologia viadotti 0 12002 201 2 A N N I te.via. te.via. nasce nel 2002, ha sede a Vermezzo (MI) in via Ravello 12, su un area complessiva di 3.000 mq. te.via. è un azienda specializzata nel ripristino,

Dettagli

Inserimento di un nuovo solaio

Inserimento di un nuovo solaio Inserimento di un nuovo solaio DIRETTIVE TECNICHE Regioni Basilicata, Calabria e Campania, sisma del 9/9/1998 [ ] Cordoli in c.a.: verificare preliminarmente la fattibilità e l'efficienza di interventi

Dettagli

Università degli Studi di Firenze

Università degli Studi di Firenze Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pistoia ortolani@dicea.unifi.it PISTOIA 28/09/2012 ASPETTI GENERALI Malta: acqua

Dettagli

Varie in vetroresina. OEC Catalogo Prodotti

Varie in vetroresina. OEC Catalogo Prodotti Colonnina Serie LTE/TX COLONNINA TAXI in VETRORESINA Codice Articolo: T0PL0037 Ricevitore Serratura Altezza (mm) Diametro (mm) Dimensioni d ingombro 1950 320 Vetroresina centrifugata di colore Giallo.

Dettagli

S ottof on daz ion i. VITTORIO VENETO (TreViso - ITALia) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS. www.pacchiosi.com

S ottof on daz ion i. VITTORIO VENETO (TreViso - ITALia) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS. www.pacchiosi.com ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS VITTORIO VENETO (TreViso - ITALia) S ottof on daz ion i www.pacchiosi.com ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS NOVE DI VITTORIO VENETO (TREVISO - ITA- LIA) PROGETTO:

Dettagli

EDILIZIA 12. Dosare. malta e cemento

EDILIZIA 12. Dosare. malta e cemento EDILIZIA 12 Dosare malta e cemento 1 La composizione della malta La malta si usa per assemblare mattoni e blocchi di calcestruzzo, per preparare l'intonaco per le facciate e preparare le solette,... CALCE

Dettagli

LA FINESTRA DALL IMPRONTA VERDE NOVITÀ

LA FINESTRA DALL IMPRONTA VERDE NOVITÀ LA FINESTRA DALL IMPRONTA VERDE NOVITÀ Uw FINO A 0.85 anta esterna piatta distanziatore termicamente migliorato con gas argon vetro Basso Emissivo taglio di giunzione 45 sezione telaio 86 mm a 6 camere

Dettagli

DISCHI LAMELLARI AL CORINDONE - LAMELLA INSERITA - SUPPORTO IN NYLON

DISCHI LAMELLARI AL CORINDONE - LAMELLA INSERITA - SUPPORTO IN NYLON 36 DISCHI I dischi lamellari sono utilizzati con successo nell asportazione di saldature e imperfezioni, nella raccordatura di superfici e per asportazioni rilevanti su tutti i materiali (metalli, legno,

Dettagli

Una panoramica sullo stampaggio ad iniezione. Processi/Stampaggio ad iniezione. DATA: 24 luglio 2003

Una panoramica sullo stampaggio ad iniezione. Processi/Stampaggio ad iniezione. DATA: 24 luglio 2003 TITOLO: AREA SITO: Una panoramica sullo stampaggio ad iniezione Processi/Stampaggio ad iniezione DATA: 24 luglio 2003 SOTTOTITOLO: Si considerano i vari processi e i loro pro e contro Le alternative di

Dettagli

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO EFFICIENZA ENERGETICA VERSATILITÀ DI APPLICAZIONE RISPARMIO SULLA BOLLETTA RIDUZIONE delle EMISSIONI DI CO2 e dell

Dettagli

Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009

Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009 IEEE Giornata di studio su: Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009 Maurizio Crispino Maurizio Crispino

Dettagli

La pultrusione può essere definita sinteticamente. Semilavorati in materiale composito per applicazioni industriali. I pultrusi MATERIALE DEL MESE

La pultrusione può essere definita sinteticamente. Semilavorati in materiale composito per applicazioni industriali. I pultrusi MATERIALE DEL MESE La rubrica Materiale del mese è curata da: Matech materiali innovativi g Alessio Cuccu MaTech Parco Scientifico e Tecnologico Galileo Corso Stati Uniti,14 35127 Padova Tel.+39.049.8705973 - Fax.+39.049.8061222

Dettagli

Anas SpA. Anas SpA. Direzione Centrale Progettazione. Camera di Commercio Como. Ministero Infrastrutture e Trasporti. Direzione Centrale Progettazione

Anas SpA. Anas SpA. Direzione Centrale Progettazione. Camera di Commercio Como. Ministero Infrastrutture e Trasporti. Direzione Centrale Progettazione Anas SpA Direzione Centrale Progettazione Ministero Infrastrutture e Trasporti RegioneLombardia Provincia di Como Camera di Commercio Como Anas SpA Direzione Centrale Progettazione INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

. Pagina 210 D E S C R I Z I O N E

. Pagina 210 D E S C R I Z I O N E 1 Pagina 209 C RIPRISTINI STRUTTURALI C01 Preparazioni delle superfici C02 Inghisaggi, ancoraggi ed iniezioni nel cemento armato C03 Ripristino del cemento armato C04 Rinforzo strutturale del cemento armato

Dettagli

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE:

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Pag. 1 Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Alla semplicità strutturale si accompagnano soluzioni avanzate che fanno una macchina molto versatile utilizzabile in tutte

Dettagli

LA SICUREZZA E IL NOSTRO OBIETTIVO

LA SICUREZZA E IL NOSTRO OBIETTIVO EDILIZIA MODERNA FIBREBUILD Edilizia moderna LA SICUREZZA E IL NOSTRO OBIETTIVO L imponente patrimonio architettonico italiano comprende, oltre alle costruzioni storiche di grande valore storico e artistico,

Dettagli

Benessere. Soluzione doccia

Benessere. Soluzione doccia Soluzione doccia Rinnovare l area doccia con la tecnica a sovrapposizione consente di realizzare il lavoro velocemente, in poche ore, e senza interventi di muratura grazie ad un rivestimento a pannelli

Dettagli

Elenco tasselli per pannello isolante minerale Multipor

Elenco tasselli per pannello isolante minerale Multipor Elenco tasselli per isolante minerale Multipor In campo edile i tasselli, gli ancoraggi e le viti vengono utilizzati ogni giorno in mille modi; tuttavia spesso il loro utilizzo non segue le indicazioni

Dettagli

CLF Lighting via Santo Stefano 38 Rivoli(TO) Tel. +39 338 2408565 Email :cl_service@alice.it Web : http://clflighting.xoom.it

CLF Lighting via Santo Stefano 38 Rivoli(TO) Tel. +39 338 2408565 Email :cl_service@alice.it Web : http://clflighting.xoom.it 1 CLF Lighting via Santo Stefano 38 Rivoli(TO) Tel. +39 338 2408565 Email :cl_service@alice.it Web : http://clflighting.xoom.it Legenda simboli 2 3 Presentazione La CLF propone al mercato dell illuminazione

Dettagli

PCR Srl e P-Trex Dalla ricerca all applicazione industriale

PCR Srl e P-Trex Dalla ricerca all applicazione industriale CATALOGO 2015 PCR Srl e P-Trex Dalla ricerca all applicazione industriale P-Trex TM nasce da 30 anni di esperienza industriale di PCR nel campo dei materiali compositi polimerici e vetro. 2 Property and

Dettagli

Tubi in polietilene. OEC Catalogo Prodotti

Tubi in polietilene. OEC Catalogo Prodotti Tubo in polietilene per il trasporto d acqua potabile Serie TB/PE 100 TUBO in POLIETILENE ALTA DENSITÀ per CONDOTTE di FLUIDI in PRESSIONE (PE 100) Articolo: Vedi Tabella Caratteristiche tecniche: Prodotto

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI"DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERIDI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 13 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE

Dettagli

10 I SOLAI. 10.1 Gli elementi costitutivi di un solaio

10 I SOLAI. 10.1 Gli elementi costitutivi di un solaio 10 I SOLAI 10.1 Gli elementi costitutivi di un solaio I solai sono strutture piane aventi la funzione di portare i carichi presenti sulle costruzioni e di trasferirli alle strutture su cui si appoggiano.

Dettagli

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5.

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. I materiali fonoassorbenti 1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. Risonatori 1 Modalità di assorbimento

Dettagli

CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS

CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS TUBI in POLIETILENE o ACQUEDOTTI o IRRIGAZIONE o GAS RACCORDI IN POLIETILENE o Saldabili TESTA/TESTA o ELETTROSALDABILI TUBI in ACCIAIO o GENERALITA o DIAMETRI E SPESSORI

Dettagli

Centri di Trasformazione: requisiti secondo il D.M. 14 gennaio 2008

Centri di Trasformazione: requisiti secondo il D.M. 14 gennaio 2008 75 Convegno ATE - ASSOCIAZIONE TECNOLOGI PER L EDILIZIA: Le Saldature in Cantiere Centri di Trasformazione: requisiti secondo il D.M. 14 gennaio 2008 Materiale a cura di: P.I. BENEDETTO SCOTTI (AREA CONSULTING

Dettagli

manuale di utilizzo e manutenzione

manuale di utilizzo e manutenzione Dispositivo classe A2 su tetti inclinati manuale di utilizzo e manutenzione CONFORME ALLA NORMA UNI EN 795-2005 CLASSE A2 Dispositivo classe A2 su tetti inclinati Indice 1. NOTE GENERALI DI SICUREZZA pag.

Dettagli

PALI CON COSTIPAMENTO LATERALE FDP

PALI CON COSTIPAMENTO LATERALE FDP Via Arni, 30 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Emissione : Castelnuovo di Garfagnana, lì 25/01/2012 Redatto Firme Intersonda srl INDICE 1. PALO CON COSTIPAMENTO

Dettagli

Sistema di tubazioni preisolate flessibili

Sistema di tubazioni preisolate flessibili Sistema di tubazioni preisolate flessibili A Division of Watts Water Technologies Inc. Fornitura in rotoli da max 100 metri Disponibile fascicolo tecnico con istruzioni di posa Primo in flessibilità Componenti

Dettagli

Caratteristiche dei Pannelli:

Caratteristiche dei Pannelli: Un pannello per tutti gli utilizzi Caratteristiche dei Pannelli: I tre prodotti Possiamo fornire strutture di facciate ed interni utilizzando tre diversi tipi di soluzioni: Armoredstone Pietra di basso

Dettagli

Le opere di sostegno dei fronti di scavo

Le opere di sostegno dei fronti di scavo a cura dello Studio Associato Pilati Le opere di sostegno dei fronti di scavo Inauguriamo una collaborazione editoriale con lo Studio Associato Pilati di Costabissara (Vi). Al centro degli interventi,

Dettagli