Scheda 4 Dispositivi di monitoraggio cardiorespiratorio domiciliare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scheda 4 Dispositivi di monitoraggio cardiorespiratorio domiciliare"

Transcript

1 Scheda 4 Dispositivi di monitoraggio cardiorespiratorio domiciliare I monitor impedenzometrici, comunemente chiamati apnea monitors, sono attualmente i dispositivi più usati per il monitoraggio domiciliare. Questi apparecchi registrano i movimenti della gabbia toracica mediante il passaggio di una corrente di debole intensità ad alta frequenza (dai 50 ai 100 khz) fra due elettrodi posti sul torace del paziente. L alta frequenza limita il percorso della corrente agli strati più superficiali della cute. Le modificazioni dell'impedenza elettrica (resistenza al flusso) dipendono dalla variazione dell interfaccia aria/liquidi della parete toracica che si verifica in concomitanza degli atti respiratori: il segnale che ne deriva rappresenta la forma d onda respiratoria. I monitors impedenzometrici sono apparecchiature facili da usare, di ridotto ingombro e di buona affidabilità, anche se presentano l'importante limite tecnologico di non rilevare le apnee di natura ostruttiva. In caso di ostruzioni respiratorie, le escursioni forzate della parete toracica, pur essendo lo scambio gassoso inefficace, vengono rilevate dal monitor come atti respiratori validi e quindi non attivano l allarme di apnea. Solo in caso di ulteriore peggioramento della situazione clinica del paziente, con la comparsa della bradicardia, viene attivato il relativo allarme acustico; ma questa fase potrebbe essere già troppo avanzata per consentire un efficace manovra rianimatoria (1). Per questo motivo i monitor di ultima generazione incorporano anche i pulsossimetri (saturimetri) che consentono di monitorizzare in modo continuo e non invasivo l ossigenazione sanguigna. I saturimetri forniscono una modalità di rilevamento "secondaria", in quanto non analizzano direttamente l'evento apnea, ma ne segnalano le eventuali conseguenze (ipossiemia) e sono attualmente considerati la tecnologia standard per la rilevazione incruenta dell ossigenazione sanguigna (2) Il loro principio generale di funzionamento si basa sul diverso spettro di assorbimento alla luce rossa ed infrarossa della desossiemoglobina e dell'ossiemoglobina presenti nei tessuti. La luce emessa da un diodo incorporato nella sonda, passa attraverso i tessuti, ad esempio quelli di un dito. Lo strumento è in grado di registrare i cambiamenti nella trasmissione della luce che si verificano ad ogni pulsazione arteriosa (ossimetria pulsatile). La luce viene assorbita da un fotorilevatore, giustapposto al diodo, che la trasforma in: a) corrente alternata (componente pulsante), che viene analizzata per determinare la percentuale di saturazione dell emoglobina (Hb) b) corrente continua (componente non pulsante), che viene sottratta elettronicamente e quindi non è registrata. L apparecchio tiene conto soltanto dell assorbimento sincrono con l onda sfigmica e distingue la componente arteriosa pulsante, che modula la luce che l attraversa, da quella dei tessuti che hanno un valore fisso di assorbimento della luce. Il grado di assorbimento a ciascuna delle due lunghezze d onda (rossa, 660 nm; infrarossa, 940 nm) è in relazione alla saturazione di ossigeno: infatti, a 660 nm, l Hb ossigenata è più trasparente dell Hb non ossigenata, mentre a 940 avviene il contrario. I valori numerici di saturazione di ossigeno visualizzati sul display rappresentano in sintesi la media delle rilevazioni battito-battito ( beat to beat ), ottenute in un determinato intervallo di tempo. La simultanea rilevazione dell'impedenza toracica e della saturazione di ossigeno consente di effettuare un monitoraggio che copre quasi tutte le possibili evenienze, in quanto le apnee ostruttive, che non vengono rilevate all'impedenza toracica, quando determinano una desaturazione, fanno scattare l'allarme del saturimetro. Solo gli eventi ostruttivi non desaturanti sfuggono quindi a questo tipo di monitoraggio. 1

2 Questi dispositivi sono dotati di memoria ( data recorder ) e la lettura delle tracce di allarme avviene attraverso l'analisi dei singoli eventi registrati. Gli allarmi sono suddivisibili in veri e falsi (2). I primi possono essere così classificati : -Apnea: 1) apnea senza bradicardia 2) apnea con bradicardia -Bradicardia: 1) bradicardia 2) bradicardia con apnea -Desaturazioni I falsi allarmi sono classificabili come: 1) Segnali di bassa ampiezza respiratoria (Low amplitude respiratory signals-lars): periodi prolungati con variazione minima del segnale respiratorio, senza bradicardia 2) Artefatti cardiogeni: Sono relativamente frequenti e sono provocati essenzialmente da brusche fluttuazioni del volume sanguigno, che possono interferire in modo considerevole con il segnale impedenzometrico del respiro (3) (4). 3) False bradicardie: Possono essere erroneamente rilevate dal monitor quando i complessi QRS sono di ampiezza troppo bassa. 4) Perdita di contatto degli elettrodi e/o dei cavi (loose lead): Questi due ultimi tipi di falsi allarmi sono i più comuni (3) (5) (6) e quindi rappresentano le cause più frequenti di disturbo per il bambino ed il nucleo familiare. La precisazione del tipo di falso allarme può consentire di ridurne la frequenza; ad esempio, in caso di allarmi di bassa impedenza sarà opportuno spostare la posizione degli elettrodi più vicino al diaframma, oppure, in caso di allarmi dovuti ad artefatti cardiogeni, di allontanarli dal cuore. Impostazione dei limiti di allarme I monitor emettono il segnale acustico ed iniziano la registrazione dei dati quando avviene la violazione dei limiti di allarme, ma possono anche semplicemente memorizzare eventi di minore rilevanza senza emettere alcun allarme acustico (silent alarms). Questi ultimi sono utili all'inquadramento del pattern cardiorespiratorio del paziente, pur non essendo necessaria la loro segnalazione acustica. Gli allarmi così come gli eventi devono essere impostati dal medico responsabile del monitoraggio. La registrazione di tutte le fasi di accensione e spegnimento del dispositivo, così come di eventuali manomissioni, viene automaticamente memorizzata e consente una esatta valutazione della compliance del nucleo familiare. Riportiamo nelle tabelle I, II e III l impostazione dei limiti di allarme che si desume dalla letteratura specifica sull argomento e quella raccomandata. 2

3 Tab. I Impostazione dell allarme di apnea Hunt et al sec Nathanson et al sec Poets et al 1 20 sec Impostazione raccomandata 20 sec Tab. II Impostazione dell allarme di bradicardia Hunt et al mese 80 bpm 1-12 mesi 60 bpm > 12 mesi 50 bpm Nathanson et al mese 80 bpm 2-3 mesi 70 bpm >12 mesi 60 bpm Poets et al 1 0-1mese 80 bpm 3-6 mesi 70 bpm > 6mesi 60bpm Impostazione raccomandata 0-1 mese 80 bpm 2-3 mesi 70 bpm 4-6 mesi 60 bpm > 6 mesi 50 bpm Tab. III Impostazione dell allarme di desaturazione Nassi et al. 7 85% Gelinas et al. 8 85% Impostazione raccomandata 85% Addestramento al monitoraggio domiciliare Quando un bambino viene sottoposto a monitoraggio domiciliare è necessario che i genitori vengano istruiti meticolosamente sia sul funzionamento dell apparecchio che sulle manovre di rianimazione da mettere in atto in caso di allarme. E necessario quindi trasmettere tutte le informazioni sul funzionamento di base del monitor, sugli allarmi, sui segnali di malfunzionamento o di perdita di contatto e sul corretto posizionamento delle sonde e degli elettrodi. Trattandosi di tecnologie molto sofisticate, i genitori vanno informati sull importanza di prestare la necessaria cura per i vari componenti (monitor, cavi, elettrodi, sonde), in quanto l usura o la cattiva manutenzione possono provocare una perdita di precisione del dispositivo e un aumento dei falsi allarmi. Un medico o un infermiera, in possesso della necessaria formazione per l insegnamento delle manovre relative al pediatric basic life support, devono illustrare le manovre rianimatorie da mettere in atto in caso di allarme. 3

4 Monitoraggio in telemedicina La rete di monitoraggio domiciliare può utilizzare sistemi di trasmissione a distanza (telemedicina) con ricadute favorevoli sia in termini di compliance familiare che di riduzione dei costi. Le modalità di gestione dei sistemi di telemedicina applicati al monitoraggio domiciliare sono estremamente semplici, in quanto si possono avvalere della trasmissione dei dati dal monitor al computer preposto alla ricezione. sia via che tramite la trasmissione su siti web appositamente strutturati (www.sids.nannasicura.com). Requisiti indispensabili dei sistemi di monitoraggio Riassumendo, in considerazione delle tecnologie disponibili, i requisiti essenziali che deve possedere un monitor cardiorespiratorio sono i seguenti: - data recorder - traccia cardiaca e respiratoria - forma d onda ECG-QRS - livelli di allarme ed intervallo di registrazione regolabili - saturimetro incorporato Bibliografia 1. Poets CF, Meny RG, Chobanian R, Bonofiglio RE. Gasping and Other Cardiorespiratory Patterns during Sudden Infant Deaths. Pediatr Res 1999; 45: Poets CF, Martin RJ. Noninvasive Determination of Blood Gases. In Stocks J, Sly PD, Tepper RS, Morgan WJ (eds): Infant Respiratory Function Testing. Wiley-Liss, New York, 1996; pp Weese Mayer DE, Brouillette RT, Morrow RS, Comway LP, Klenka-Walden LM, Hunt CE. Assensing validity of infant monitor alarm with event recording. J Pediatr 1989; 115: Brouillette RT, Morrow AS, Weese-Mayer DE, Hunt CE. Comparison of respiratory inductive plethysmography and thoracic impedance for apnea monitoring. J Pediatr 1987; 111: Hunt CE, Hufford DR, Bourguignon C, Oess MA. Home Documented Monitoring of Cardiorespiratory Pattern and Oxygen Saturation in Healthy Infants. Pediatr Res 1996;39: Nathanson I, O Donnell J, Commins MF. Cardiorespiratory patterns during alarms in infants using apnea/bradycardia monitors. AJDC 1989; 143: Nassi N, Piumelli R, Lombardi E, et al. Comparison between pulse oximetry and transthoracic impedance alarm traces during home monitoring Arch Dis Child 2008;93:

5 8. Gélinas JF, Davis GM, Arlegui C, Coté A. Prolonged documented home.monitoring of oxygenation in infants and children. Pediatr Pulmon 2008;43:

6 6

7 7

8 8

Il monitoraggio domiciliare e il centro SIDS. Dr. Raffaele Pomo

Il monitoraggio domiciliare e il centro SIDS. Dr. Raffaele Pomo Il monitoraggio domiciliare e il centro SIDS Ospedale Buccheri La Ferla UOC pediatria e neonatologia Centro SIDS ALTE - Servizio di monitoraggio domiciliare Resp. R. Pomo Dr. Raffaele Pomo Il monitoraggio

Dettagli

Scheda prodotto: sp_vsign200_cardiolinespa_05_ita1.doc 24/09/2014 1/6

Scheda prodotto: sp_vsign200_cardiolinespa_05_ita1.doc 24/09/2014 1/6 vsign200 vsign200 è un monitor paziente di piccole dimensioni, leggero (1,9 kg/4.2 lbs) ed affidabile (IPX2 a prova di urti e spruzzi d'acqua). Il suo design rende efficace la cura dei pazienti in ambiente

Dettagli

Descrizione del sottosistema clinico

Descrizione del sottosistema clinico Progetto Casa intelligente per una longevità attiva ed indipendente dell'anziano DGR 1464, 7/11/2011 Ambient-Aware LIfeStyle tutor, Aiming at a BETter Health (Tutoraggio dello stile di vita basato sulla

Dettagli

DESCRIZIONE ANALITICA

DESCRIZIONE ANALITICA V6 Monitor V6 PRODUTTORE: BIOLIGHT LTD. DESCRIZIONE ANALITICA Monitor per parametri vitali portatile progettato per l utilizzo in un ampia varietà di aree critiche. Il monitor V6 è dotato di uno schermo

Dettagli

DESCRIZIONE ANALITICA

DESCRIZIONE ANALITICA M8500 Monitor M8500 BLTM8500-XX PRODUTTORE: BIOLIGHT LTD. DESCRIZIONE ANALITICA Monitor portatile versatile, progettato per l utilizzo in un ampia varietà di aree critiche. E dotato di uno schermo ad alta

Dettagli

EtCO2 - filterline SpO2 - Sensore NIBP - Manichetta ECG - 12/4/3 Der. 50/100mm Paper

EtCO2 - filterline SpO2 - Sensore NIBP - Manichetta ECG - 12/4/3 Der. 50/100mm Paper LIFEPAK 12 1 EtCO2 - filterline SpO2 - Sensore NIBP - Manichetta ECG - 12/4/3 Der. Piastre rigide Piastre rigide steriliz. Piastre interne steriliz. QUIK COMBO FAST-PATCH 50/100mm Paper 2 SATURIMETRO:

Dettagli

ESECUZIONE DELL ACCERTAMENTO DI IDONEITA ALLA DONAZIONE

ESECUZIONE DELL ACCERTAMENTO DI IDONEITA ALLA DONAZIONE Servizio di Medicina Trasfusionale S.Orsola Malpighi Bologna LA DETERMINAZIONE DELL EMOGLOBINA E/O L ESECUZIONE DELL ESAME EMOCROMOCITOMETRICO Dr.ssa Monica Benni 1 CENTRO RACCOLTA SANGUE ED EMOCOMPONENTI

Dettagli

Avanzato Livello nella Gestione degli Allarmi

Avanzato Livello nella Gestione degli Allarmi SOLUZIONI DI ALLARME MASIMO Avanzato Livello nella Gestione degli Allarmi Riduzione significativa dei falsi allarmi senza ritardare la risposta clinica agli allarmi accurati Rispondete con fiducia agli

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. VdS Samuele Luzi

CROCE ROSSA ITALIANA. VdS Samuele Luzi CROCE ROSSA ITALIANA Apparati Elettromedicali VdS Samuele Luzi Comitato Locale di Castelplanio OBBIETTIVI La Check List Le apparecchiature elettromedicali Gestione e utilizzo LA CHECK LIST L IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

7 Preparazione del monitoraggio della frequenza cardiaca e dell'apnea

7 Preparazione del monitoraggio della frequenza cardiaca e dell'apnea Preparazione del monitoraggio della freq. card. e dell'apnea 67 7 Preparazione del monitoraggio della frequenza cardiaca e dell'apnea Questo capitolo è suddiviso nei seguenti sottocapitoli: Avvertenze

Dettagli

WINPACK E MODULI SENSORE

WINPACK E MODULI SENSORE WINPACK E MODULI SENSORE www.winmedical.com WinPack WinPack è il più completo e modulare dispositivo di monitoraggio attualmente sul mercato. I Pazienti possono beneficiare del monitoraggio continuo dei

Dettagli

Tecnologie per lo studio della sincope. Ing. Valentina Viscardi

Tecnologie per lo studio della sincope. Ing. Valentina Viscardi Tecnologie per lo studio della sincope Ing. Valentina Viscardi 1 Tecnologie per lo studio della sincope: - Nexfin (monitoraggio pressorio battitobattito non invasivo) - V-Patch h(loop recorder esterno)

Dettagli

Azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008 UNI EN ISO 13485:2012 Costruttore Metrico

Azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008 UNI EN ISO 13485:2012 Costruttore Metrico Catalogo 2014 Azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008 UNI EN ISO 13485:2012 Costruttore Metrico www.intermeditalia.it Area Download: per scaricare la documentazione tecnica e il materiale di marketing.

Dettagli

Livello avanzato nella gestione degli allarmi

Livello avanzato nella gestione degli allarmi Soluzioni di allarme Masimo Livello avanzato nella gestione degli allarmi Riduzione significativa dei falsi allarmi senza ritardare la risposta clinica agli allarmi che richiedono interventi Allarmi: Decisivi

Dettagli

Cod. 10812 Pulsoximetro CMS 60D. Manuale d uso

Cod. 10812 Pulsoximetro CMS 60D. Manuale d uso Cod. 10812 Pulsoximetro CMS 60D Manuale d uso 0123 I MANUALE D USO Questo manuale è redatto in accordo alla direttiva CEE 93/42 concernente i dispositivi medici ed i relativi standard. Nel caso fossero

Dettagli

Elettrodi Multifunzione per defibrillatori

Elettrodi Multifunzione per defibrillatori Elettrodi Multifunzione per defibrillatori PRAZZOLI Roberto ** TEGONI Daniela ** BORRI Michele * MONTANARI Carlo * BOSCHI Diego *** L art. 1 della legge 15 marzo 2004 prevede che è consentito l uso del

Dettagli

... e che necessitano di una sorveglianza elettronica..

... e che necessitano di una sorveglianza elettronica.. ... e che necessitano di una sorveglianza elettronica.. 1 Still descrive alcuni lattanti che vanno incontro a crisi di apnea e cianosi. Alcuni di essi sopravvivono altri muoiono. Gli episodi sono spesso

Dettagli

CAMPAGNA DI LOTTA ALLA DIPENDENZA DA TABACCO DEI DISTRETTI SANITARI H1 & H3 SCREENING GRATUITO DELLA SATURAZIONE DI OSSIGENO

CAMPAGNA DI LOTTA ALLA DIPENDENZA DA TABACCO DEI DISTRETTI SANITARI H1 & H3 SCREENING GRATUITO DELLA SATURAZIONE DI OSSIGENO CAMPAGNA DI LOTTA ALLA DIPENDENZA DA TABACCO DEI DISTRETTI SANITARI H1 & H3 SCREENING GRATUITO DELLA SATURAZIONE DI OSSIGENO C H E C O S E L A P U L S O S S I M E T R I A? Il pulsossimetro e uno strumento

Dettagli

S.I.T. srl 4 febbraio 2008. Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici

S.I.T. srl 4 febbraio 2008. Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici Indice degli argomenti Indice delle figure...2 Introduzione...3. Parametri misurati dal sistema Hornet...4 2. Caratteristiche hardware del

Dettagli

Pediatric Alarm. Intercettamento precoce del peggioramento clinico. C. Bondone, I. Bergese, M.C. Rossi, A. F. Urbino

Pediatric Alarm. Intercettamento precoce del peggioramento clinico. C. Bondone, I. Bergese, M.C. Rossi, A. F. Urbino Pediatric Alarm Intercettamento precoce del peggioramento clinico C. Bondone, I. Bergese, M.C. Rossi, A. F. Urbino Centro di Riferimento SIMEUP Torino, Ospedale Infantile Regina Margherita REGIONE PIEMONTE

Dettagli

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO. ---- Sicurezza elettrica ---- Materia: Elettronica, Telecomunicazioni ed applicazioni. prof. Ing.

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO. ---- Sicurezza elettrica ---- Materia: Elettronica, Telecomunicazioni ed applicazioni. prof. Ing. I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO a.s. 2011/2012 -classe IV- Materia: Elettronica, Telecomunicazioni ed applicazioni ---- Sicurezza elettrica ---- alunni Paletta Francesco Scalise Pietro Iacoi Domenico Turco

Dettagli

PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I.

PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I. PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I. 1 PROTOCOLLO NUMERO N. 0143/2008 Bologna, 12 Maggio 2008 OFFERTA 1 N. 1 Defibrillatore Semi-Automatico - mod. RESPONDER AED (cod. 2019198-110) Dotato della tecnologia leader

Dettagli

Misuratore di umidità senza contatto + IR

Misuratore di umidità senza contatto + IR Manuale utente Misuratore di umidità senza contatto + IR Modello MO290 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il misuratore di umidità senza contatto Extech MO290 con termometro IR integrato

Dettagli

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel UNI EN ISO 9001:2008 ALL. 3/1 QUESTIONARIO TECNICO PER SISTEMI DI MONITORAGGIO PAZIENTI, SISTEMI DA ANESTESIA E VENTILATORI PER NIV PER REPARTI VARI DEL NUOVO BLOCCO NORD DELL OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA

Dettagli

IPM 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 9261B) Breve descrizione del prodotto. Caratteristiche principali. Opzioni

IPM 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 9261B) Breve descrizione del prodotto. Caratteristiche principali. Opzioni IPM 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 9261B) Breve descrizione del prodotto Monitor Paziente multiparametrico preconfigurato, con possibilità di alloggiare moduli per implementare ulteriori parametri (IBP, G.C.,

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

ATTIVITA AMBULATORIALE

ATTIVITA AMBULATORIALE Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte AZIENDA SANITARIA OSPEDALIERA O.I.R.M.-S.ANNA di rilievo nazionale ad alta specializzazione materno infantile 10126 Torino Corso Spezia 60 tel. 011313.4444

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

PULSOSSIMETRIA. MODALITA DI RILEVAZIONE E

PULSOSSIMETRIA. MODALITA DI RILEVAZIONE E ASPETTI TECNICI DELLA PULSOSSIMETRIA. MODALITA DI RILEVAZIONE E INVIO A DISTANZA DEI DATI PARTE PRIMA ASPETTI TECNICI DELLA PULSOSSIMETRIA Il pulsossimetro e uno strumento di facile utilizzo, che fornisce

Dettagli

GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE

GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE Introduzione Acquistare un DAE (defibrillatore semiautomatico esterno) per uso professionale o personale è una prassi che si sta consolidando grazie alla legge n 120 del 2001

Dettagli

Scheda tecnica C80. Monitor multiparametrico

Scheda tecnica C80. Monitor multiparametrico Pagina 1 Rev. 01 Giugno 2012 Scheda tecnica C80 Monitor multiparametrico Codice Descrizione C80 Monitor a 12 tracce con schermo a colori da 12,1 Indicazioni Produttore Shenzhen Comen Medical Instruments

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. NIKE TRIAX C6 http://it.yourpdfguides.com/dref/2185286

Il tuo manuale d'uso. NIKE TRIAX C6 http://it.yourpdfguides.com/dref/2185286 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di NIKE TRIAX C6. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso (informazioni,

Dettagli

Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230

Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230 Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230 PRODOTTO DA: Mortara Instrument DISTRIBUITO DA: Mortara Rangoni Europe Uso previsto e principali caratteristiche tecniche ed applicative:

Dettagli

Monitor Paziente Multiparametrico

Monitor Paziente Multiparametrico . Monitor Paziente Multiparametrico Caratteristiche Display TFT a colori ad alta risoluzione 12.1 ; Touch-screen opzionale con scrittura manuale per un facile utilizzo; Pulsanti in silicone retroilluminati;

Dettagli

ASPIRAZIONE delle VIE AEREE

ASPIRAZIONE delle VIE AEREE Associazione Riabilitatori Insufficienza Respiratoria ASPIRAZIONE delle VIE AEREE Marta Lazzeri Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca' Granda DEFINIZIONE PROCEDURA ATTUATA ALLO SCOPO DI RIMUOVERE SECREZIONI

Dettagli

Le peculiarità del prodotto sono: - grande precisione - rapida rilevazione di saturazione ossigena e di frequenza cardiaca - display SpO 2

Le peculiarità del prodotto sono: - grande precisione - rapida rilevazione di saturazione ossigena e di frequenza cardiaca - display SpO 2 PULSOSSIMETRO COMDEX CON ALLARMI E STAMPANTE MANUALE D USO E MANUTENZIONE cod. 34291 CARATTERISTICHE Descrizione del prodotto Il PULSOXIMETRO portatile MD-630P COMDEK (cod. 34291) è uno strumento leggero

Dettagli

manualesat200 20-07-2007 17:09 Pagina 1 SAT-200 PULSOSSIMETRO PORTATILE DA DITO CON DISPLAY ORIENTABILE A COLORI MANUALE D ISTRUZIONI REV.

manualesat200 20-07-2007 17:09 Pagina 1 SAT-200 PULSOSSIMETRO PORTATILE DA DITO CON DISPLAY ORIENTABILE A COLORI MANUALE D ISTRUZIONI REV. manualesat200 20-07-2007 17:09 Pagina 1 SAT-200 PULSOSSIMETRO PORTATILE DA DITO CON DISPLAY ORIENTABILE A COLORI MANUALE D ISTRUZIONI REV. 00 manualesat200 20-07-2007 17:09 Pagina 2 MANUALE DI ISTRUZIONI

Dettagli

Il defibrillatore indossabile LifeVest

Il defibrillatore indossabile LifeVest Il defibrillatore indossabile LifeVest Via Tolstoi 7 20090 Trezzano S/N (Milano) Tel 02/48424.1; Fax 02/48424290 sito internet: www.sedaitaly.it certificazione UNI EN ISO 9002 Introduzione Il rischio dell

Dettagli

Investigazioni private

Investigazioni private Servizi di bonifica STAZIONE MOBILE BON S72 Questo è l interno del furgone attrezzato con apparecchiature per effettuare le operazioni di bonifica elettronica. L operazione viene eseguita in tutta Italia

Dettagli

imec 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 6302B-PA001XX) Breve descrizione del prodotto Caratteristiche principali Opzioni

imec 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 6302B-PA001XX) Breve descrizione del prodotto Caratteristiche principali Opzioni imec 8 MONITOR PAZIENTE (COD: 6302B-PA001XX) Breve descrizione del prodotto Monitor Paziente multiparametrico preconfigurato con schermo TFT a colori da 8,4 visualizzazione sino a 8 tracce. Questa unità

Dettagli

Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone

Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone ing. R. Massari, ISIB-CNR - dott. F. Maiuri, ITC -CNR - arch. A. D'Eredità, ITC -CNR In un mondo globalizzato dove

Dettagli

R Series. La sicurezza è garantita. dal sistema Code-Ready

R Series. La sicurezza è garantita. dal sistema Code-Ready R Series La sicurezza è garantita dal sistema Code-Ready Il primo ed unico defibrillatore Code-Ready Il momento peggiore per scoprire che un defibrillatore non è pronto è quando serve. Agire rapidamente

Dettagli

Riabilitazione Respiratoria in Chirurgia Toracica

Riabilitazione Respiratoria in Chirurgia Toracica Riabilitazione Respiratoria in Chirurgia Toracica Gli Interventi di Chirurgia Toracica o Addominale alta favoriscono la comparsa di : Complicanze respiratorie polmonari. 1) Atelectasie. 2) Ingombro di

Dettagli

La presa in carico del paziente affetto da scompenso cardiaco a domicilio: esperienza del Piemonte Mauro Feola

La presa in carico del paziente affetto da scompenso cardiaco a domicilio: esperienza del Piemonte Mauro Feola La presa in carico del paziente affetto da scompenso cardiaco a domicilio: esperienza del Piemonte Mauro Feola Riabilitazione Cardiologica-Unita Scompenso Cardiaco Ospedale di Fossano (CN) Gheorgiade Heart

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com 1 INTRODUZIONE La Norma CEI 64-8/6 tratta delle verifiche per gli impianti elettrici in BT. Le prove eseguibili sono in ordine sequenziale dirette a verificare e/o misurare: continuità dei conduttori di

Dettagli

Le metodiche polisonnografiche: Scoring degli eventi respiratori nel sonno nel bambino e nell adolescente

Le metodiche polisonnografiche: Scoring degli eventi respiratori nel sonno nel bambino e nell adolescente Le metodiche polisonnografiche: Scoring degli eventi respiratori nel sonno nel bambino e nell adolescente Silvia Miano Centro Di Medicina del Sonno in Età Pediatrica UOC Pediatria Ospedale S.Andrea- Roma

Dettagli

Cod. AED Plus Codice CND: Z12030501 Defibrillatori semi-automatici

Cod. AED Plus Codice CND: Z12030501 Defibrillatori semi-automatici SCHEDA TECNICA n. 2141 Cod. AED Plus Codice CND: Z12030501 Defibrillatori semi-automatici Codice 000101011110 Defibrillatore 000102011110 000302011110 001101011110 001102011110 001302011110 Descrizione

Dettagli

Valutazione del paziente dopo intervento chirurgico. Lazzeri Marta A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda MILANO

Valutazione del paziente dopo intervento chirurgico. Lazzeri Marta A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda MILANO Valutazione del paziente dopo intervento chirurgico Lazzeri Marta A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda MILANO The natural history of postoperative atelectasis is usually one of spontaneous reinflation. 65

Dettagli

Esiste un legame. tra il sonno e la mia salute dentale? Nuovo sistema di diagnosi e trattamento per l'apnea del sonno e la roncopatia

Esiste un legame. tra il sonno e la mia salute dentale? Nuovo sistema di diagnosi e trattamento per l'apnea del sonno e la roncopatia Esiste un legame tra il sonno e la mia salute dentale? Nuovo sistema di diagnosi e trattamento per l'apnea del sonno e la roncopatia I disturbi del sonno Il sonno è talmente importante che gli esseri umani

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

MyDiagnostick 1001R - Manuale Dispositivo UI0003-003 DEFINITIVO Revision 1. MyDiagnostick 1001R. Manuale Dispositivo. Page 1 of 10

MyDiagnostick 1001R - Manuale Dispositivo UI0003-003 DEFINITIVO Revision 1. MyDiagnostick 1001R. Manuale Dispositivo. Page 1 of 10 MyDiagnostick 1001R Manuale Dispositivo Page 1 of 10 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Uso previsto... 3 1.2 Software... 3 1.3 Informazioni regolamentari... 3 1.4 Avvertenze... 3 2 CONFEZIONE... 4 2.1 Simboli

Dettagli

Il nuovo standard per. l automisurazione della pressione

Il nuovo standard per. l automisurazione della pressione Il nuovo standard per l automisurazione della pressione Azienda, Prodotti, Qualità Intermed ha selezionato per gli operatori del settore, medici e pazienti loro assistiti, aziende leader a livello mondiale

Dettagli

Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche

Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche FRED easy Relazione Generale Rev.A13 Pagina 1 di 10 Defibrillatore Bifasico FRED easy FRED EASY è un defibrillatore

Dettagli

La defibrillazione precoce

La defibrillazione precoce L American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è l effetto di un circolo vizioso

Dettagli

LIFE PEDIATRIC BASIC SUPPORT DEFIBRILLATION

LIFE PEDIATRIC BASIC SUPPORT DEFIBRILLATION PEDIATRIC BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION IL PBLS-D Deve essere praticato nei soggetti con una o più funzioni vitali compromesse Pz. in arresto respiratorio o in arresto cardio-respiratorio IL PBLS-D

Dettagli

PO 80. I Pulsossimetro Instruzioni per l uso

PO 80. I Pulsossimetro Instruzioni per l uso PO 80 IT I Pulsossimetro Instruzioni per l uso BEURER GmbH Söflinger Str. 218 89077 Ulm (Germany) Tel.: +49 (0) 731 / 39 89-144 Fax: +49 (0) 731 / 39 89-255 www.beurer.de Mail: kd@beurer.de 0483 Gentile

Dettagli

BIOHARNESS 3 ECHO: Training & Psychophysical status monitoring

BIOHARNESS 3 ECHO: Training & Psychophysical status monitoring BIOHARNESS 3 ECHO: Training & Psychophysical status monitoring La misurazione di parametri vitali è sempre un fattore determinante per interpretare correttamente lo stato di salute di un utente o atleta

Dettagli

P.B.L.S. Pediatric Basic Life Support Sostegno di base delle funzioni vitali in età pediatrica Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana

P.B.L.S. Pediatric Basic Life Support Sostegno di base delle funzioni vitali in età pediatrica Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana P.B.L.S. Pediatric Basic Life Support Sostegno di base delle funzioni vitali in età pediatrica Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana Quando si pratica il PBLS Il PBLS deve essere praticato

Dettagli

Studio sull'accuratezza della Pulsossimetria

Studio sull'accuratezza della Pulsossimetria Patient Monitoring Technical Library Monitoraggio SpO2 Studio sull'accuratezza della Pulsossimetria 0614-902709 Stampato: 2008/12/24 Questo documento è di proprietà o rientra sotto il controllo di Nihon

Dettagli

HEARTSTART XL ISTRUZIONI D USO M4735A

HEARTSTART XL ISTRUZIONI D USO M4735A HEARTSTART XL ISTRUZIONI D USO M4735A Istruzioni d Uso Defibrillatore/Monitor HeartStart XL M4735A Avvertenze Informazioni sull edizione corrente Edizione 7 Stampato negli USA Numero di pubblicazione

Dettagli

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata La protezione è disinserita Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata * Rete locale di sicurezza senza fili (wireless Local SecurityNetwork)

Dettagli

NASTRO TRASPORTATORE ALUNNI:DE CHIARA CARMINE IMPROTA SALVATORE MATERIA TDP CLASSE 5^I CORSO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1

NASTRO TRASPORTATORE ALUNNI:DE CHIARA CARMINE IMPROTA SALVATORE MATERIA TDP CLASSE 5^I CORSO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1 NASTRO TRASPORTATORE ALUNNI:DE CHIARA CARMINE IMPROTA SALVATORE MATERIA TDP CLASSE 5^I CORSO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1 Nastro Trasportatore 2 Schema di potenza 3 Schema funzionale 4 FINECORSA Meritano

Dettagli

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission touchecg touchecg è un elettrocardiografo per ECG a riposo a 12 canali che si avvale di un tablet computer con schermo tattile ad alta risoluzione e dell acquisitore ECG clickecgbt, che comunicano tra

Dettagli

Scheda tecnica ECG-6010. Elettrocardiografo interpretativo a 6 canali

Scheda tecnica ECG-6010. Elettrocardiografo interpretativo a 6 canali Pagina 1 Rev. 00 Marzo 2014 Scheda tecnica Elettrocardiografo interpretativo a 6 canali Codice Descrizione ECG interpretativo a 6 canali con display da 5,7 e stampa su carta termica da 112 mm Indicazioni

Dettagli

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3:

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3: LOTTO 1: N. 9 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliero Universitaria S. Orsola di Bologna n 6 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliera di Ferrara

Dettagli

Capitolo 6: Algoritmi per la rilevazione del QRS ed il riconoscimento di aritmie

Capitolo 6: Algoritmi per la rilevazione del QRS ed il riconoscimento di aritmie Capitolo 6: Algoritmi per la rilevazione del QRS ed il riconoscimento di aritmie 6.1 Algoritmi per la rilevazione del complesso QRS Esistono varie classi di algoritmi di riconoscimento del QRS presenti

Dettagli

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI >ITALIANO MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE TAU srl via E. Fermi, 43-36066 Sandrigo (VI) Italia - Tel ++390444750190

Dettagli

CORSO TEORICO-PRATICO DI ELETTROCARDIOGRAFIA PER INFERMIERI

CORSO TEORICO-PRATICO DI ELETTROCARDIOGRAFIA PER INFERMIERI Novi Ligure, 10-11 Dicembre 2007 CORSO TEORICO-PRATICO DI ELETTROCARDIOGRAFIA PER INFERMIERI Gabriele Zaccone Laura Giorcelli L ELETTROCARDIOGRAMMA Laura GIORCELLI L ECG Significato Esecuzione Interpretazione

Dettagli

Relatore: Basigli Sonia PARAMETRI VITALI ETA PEDIATRICA. Temperatura Frequenza cardiaca Frequenza respiratoria SaO2 P.A.

Relatore: Basigli Sonia PARAMETRI VITALI ETA PEDIATRICA. Temperatura Frequenza cardiaca Frequenza respiratoria SaO2 P.A. Relatore: Basigli Sonia PARAMETRI VITALI ETA PEDIATRICA Temperatura Frequenza cardiaca Frequenza respiratoria SaO2 P.A. SEGNI DI ALLARME IN ETA PEDIATRICA APNEA > 10 sec. FR > 60 atti/min: distress respiratorio

Dettagli

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Referti Referti Centro di Refertazione ECG Internet ECG Il sistema ha lo scopo di consentire la refertazione remota di esami ECG acquisiti dalle unità periferiche

Dettagli

PULSOSSIMETRO INDOSSABILE DA POLSO CON DISPLAY A COLORI SAT-600. Manuale di istruzioni Rev. 00

PULSOSSIMETRO INDOSSABILE DA POLSO CON DISPLAY A COLORI SAT-600. Manuale di istruzioni Rev. 00 PULSOSSIMETRO INDOSSABILE DA POLSO CON DISPLAY A COLORI SAT-600 Manuale di istruzioni Rev. 00 I Istruzioni per gli utilizzatori Grazie per aver acquistato il Pulsossimetro indossabile da polso SAT-600.

Dettagli

Teoria di riferimento per il funzionamento del Contropulsatore Aortico. Sergio del Rosso, Luigi Grisoni

Teoria di riferimento per il funzionamento del Contropulsatore Aortico. Sergio del Rosso, Luigi Grisoni Teoria di riferimento per il funzionamento del Contropulsatore Aortico Novara, Maggio 2012 Sergio del Rosso, Luigi Grisoni Le componenti del sistema Le prestazioni della terapia sono soggette e alle caratteristiche

Dettagli

D-3541-2011. Al servizio delle vostre esigenze in ambito clinico VISTA 120

D-3541-2011. Al servizio delle vostre esigenze in ambito clinico VISTA 120 D-3541-2011 Al servizio delle vostre esigenze in ambito clinico VISTA 120 02 D-3533-2011 Monitoraggio di parametri essenziali a un prezzo eccezionale Le strutture ospedaliere di tutto il mondo si trovano

Dettagli

Sensore luminosità/ movimento - PIR

Sensore luminosità/ movimento - PIR Sensore luminosità/ movimento - PIR HD/HC/HS4659 - L/N/NT4659N - AM5659 Descrizione Questo dispositivo è dotato di rilevatore di movimento PIR e sensore di luminosità per l attivazione automatica di carichi

Dettagli

Prima domanda da farsi

Prima domanda da farsi Prima domanda da farsi Vedo un normale QRS? Asistolia FV L egc normale QRS di solito meno 0,12 m sec il ritmo è regolare onde p prima di ogni QRS? ( possono essere dopo o nel QRS ) 1 cm =1 mv 1mm =0.04

Dettagli

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Le lampade a vapori di mercurio sono sicuramente le sorgenti di radiazione UV più utilizzate nella disinfezione delle acque destinate al consumo umano in quanto offrono

Dettagli

Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione

Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione La 3 a generazione di Microlife Qualità totale Grande innovazione Estrema semplificazione Protocollo BHS: A/A Pazienti

Dettagli

Valutazione e trattamento alterazione parametri vitali base (coscienza, respiro circolo) Soccorso alla persona Personale: Volontari

Valutazione e trattamento alterazione parametri vitali base (coscienza, respiro circolo) Soccorso alla persona Personale: Volontari Corso per Operatori P.S.T.I. della CROCE ROSSA ITALIANA ASSISTENZA AL MEDICO ASSISTENZA AL MEDICO I RUOLI AMBULANZA Valutazione e trattamento alterazione parametri vitali base (coscienza, respiro circolo)

Dettagli

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Corso BLSD per Laici Dott. Claudio Pagliara European Resuscitation Council Corso BLSD per Laici Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione ARRESTO CARDIORESPIRATORIO Negli

Dettagli

MultiMeter 44. Trasmettitore-regolatore da 1, 2 o 3 canali. Qualità e buon servizio

MultiMeter 44. Trasmettitore-regolatore da 1, 2 o 3 canali. Qualità e buon servizio MultiMeter 44 Trasmettitore-regolatore da 1, 2 o 3 canali Il MultiMeter 44 è uno strumento modulare che può essere configurato con uno, due o tre canali. Può essere acquistato con un solo canale di misura

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE

RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE 1.1 DATA: 20 maggio 2009 1.2 COMPOSIZIONE DEL GRUPPO: CALIFANO Alessio Pagina 1 1.3 STRUMENTI UTILIZZATI: Strumento Marca e modello Caratteristiche Laser Diode Controller

Dettagli

Dr. Antonio Urbino Direttore S.C. Pediatria d Urgenza Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino APPROCCIO AL BAMBINO CRITICO

Dr. Antonio Urbino Direttore S.C. Pediatria d Urgenza Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino APPROCCIO AL BAMBINO CRITICO Dr. Antonio Urbino Direttore S.C. Pediatria d Urgenza Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino APPROCCIO AL BAMBINO CRITICO Gli eventi acuti che mettono in pericolo la vita del bambino sono molto

Dettagli

MISURE NON INVASIVE DURANTE VENTILAZIONE POLESE GUIDO U.O.C. PNEUMOLOGIA OSPEDALI RIUNITI BERGAMO

MISURE NON INVASIVE DURANTE VENTILAZIONE POLESE GUIDO U.O.C. PNEUMOLOGIA OSPEDALI RIUNITI BERGAMO MISURE NON INVASIVE DURANTE VENTILAZIONE POLESE GUIDO U.O.C. PNEUMOLOGIA OSPEDALI RIUNITI BERGAMO INSUFFICIENZA RESPIRATORIA Insufficienza del polmone Insufficienza della pompa Insuff. scambio dei gas

Dettagli

DISPONIBILE ANCHE UMIDIFICATORE AD ACQUA, PAGINE SUCCESSIVE

DISPONIBILE ANCHE UMIDIFICATORE AD ACQUA, PAGINE SUCCESSIVE DISPONIBILE ANCHE UMIDIFICATORE AD ACQUA, PAGINE SUCCESSIVE - 1 - sistema di terapia per l apnea nel sonno Transcend dispone di innumerevoli funzioni per adattarsi al vostro stile di vita. È innovativo,

Dettagli

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4 INTRODUZIONE L obiettivo principale del progetto è dimostrare come ridefinire le strategie di gestione dei quadri elettrici disponendo di un network telematico in grado di monitorare e storicizzare tutti

Dettagli

EMOGASANALISI ARTERIOSA 20/09/14. La valutazione degli scambi gassosi: EGA, saturimetria, CO 2 transcutanea, CO 2 espirata

EMOGASANALISI ARTERIOSA 20/09/14. La valutazione degli scambi gassosi: EGA, saturimetria, CO 2 transcutanea, CO 2 espirata La valutazione degli scambi gassosi: EGA, saturimetria, CO 2 transcutanea, CO 2 espirata FtR Luciana Ptacinsky Is6tuto Palazzolo Fondazione Don Carlo Gnocchi Milano VALUTAZIONE DEGLI SCAMBI GASSOSI È uno

Dettagli

MORTE CEREBRALE EEG. Paolo Girlanda UO Neurofisiopatologia

MORTE CEREBRALE EEG. Paolo Girlanda UO Neurofisiopatologia MORTE CEREBRALE EEG Paolo Girlanda UO Neurofisiopatologia MORTE CEREBRALE EEG Modifiche dell Allegato 1 D.M. 11 aprile 2008 Silenzio elettrico cerebrale Art. 3 comma 1 c) silenzio elettrico cerebrale,

Dettagli

Guida alla manutenzione preventiva dei defibrillatori

Guida alla manutenzione preventiva dei defibrillatori Guida alla manutenzione preventiva dei defibrillatori SEDA S.p.A. Via Tolstoi 7 20090 Trezzano S/N (Milano) Tel 02/48424.1; Fax 02/48424290 sito internet: www.sedaitaly.it certificazione UNI EN ISO 9001:2000

Dettagli

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Rispettare le esigenze di tutti i pazienti Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Trilogy100 e Trilogy200, funzioni esclusive a misura di ciascun paziente La serie Trilogy, una linea versatile

Dettagli

Il colore. IGEA 2006-07 7 febbraio 2007

Il colore. IGEA 2006-07 7 febbraio 2007 Il colore IGEA 2006-07 7 febbraio 2007 La luce Radiazione elettromagnetica 380 740 nanometri (790 480 THz) Percezione della luce /1 Organi sensoriali: Bastoncelli Molto sensibili (anche a un solo fotone:

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

Caratteristiche Tecniche dei prodotti e Condizioni di Garanzia, Assistenza Tecnica, Installazione, Collaudo e Utilizzo per le apparecchiature

Caratteristiche Tecniche dei prodotti e Condizioni di Garanzia, Assistenza Tecnica, Installazione, Collaudo e Utilizzo per le apparecchiature Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA Capitolato tecnico Caratteristiche Tecniche dei prodotti e Condizioni di Garanzia, Assistenza Tecnica, Installazione, Collaudo e Utilizzo per le apparecchiature LOTTO

Dettagli

Manuale operativo. Italiano. Il rilevatore infrarosso per le banconote PRO COBRA 1300IR. www.pro-intell.com

Manuale operativo. Italiano. Il rilevatore infrarosso per le banconote PRO COBRA 1300IR. www.pro-intell.com Manuale operativo Il rilevatore infrarosso per le banconote Italiano PRO COBRA 1300IR www.pro-intell.com Il rilevatore infrarosso per le banconote PRO COBRA 1300IR è programmato per il controllo delle

Dettagli

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE. Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE. Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation SIMEUP SOCIETA ITALIANA DI MEDICINA D EMERGENZA E D URGENZA PEDIATRICA SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation

Dettagli

Sistema per anestesia e monitoraggio ad alte prestazioni, composto di:

Sistema per anestesia e monitoraggio ad alte prestazioni, composto di: CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA A LOTTO UNICO DI SISTEMI DI MONITORAGGIO E VENTILAZIONE COMPOSTO DA: n. 6 Apparecchi per anestesia completi di monitoraggio da installarsi nel nuovo B.O. del Presidio

Dettagli

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Contenuto della presentazione I principali cambiamenti nei protocolli di BLS

Dettagli

Il B.L.S. (Basic Life Support)

Il B.L.S. (Basic Life Support) Il B.L.S. (Basic Life Support) Cos è: Sequenza di verifiche ed azioni da effettuare sulla Vittima quando A NON E COSCIENTE B NON RESPIRA C NON HA CIRCOLO Scopo: Prevenire o Limitare i danni dovuti alla

Dettagli

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO Nel novembre 2005 l European Resuscitation Council (ERC) ha reso pubbliche

Dettagli

Monitor paziente PROCARE

Monitor paziente PROCARE Monitor paziente PROCARE Eccellenza clinica ad un costo sostenibile L'aumento del numero dei pazienti sta portando ad un impatto sempre maggiore sulle risorse limitate nel settore della sanità. Qualità

Dettagli