MERRILL LYNCH E CAPGEMINI PRESENTANO LA DODICESIMA EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, L INDAGINE SULLA RICCHEZZA INDIVIDUALE NEL MONDO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MERRILL LYNCH E CAPGEMINI PRESENTANO LA DODICESIMA EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, L INDAGINE SULLA RICCHEZZA INDIVIDUALE NEL MONDO."

Transcript

1 MERRILL LYNCH E CAPGEMINI PRESENTANO LA DODICESIMA EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, L INDAGINE SULLA RICCHEZZA INDIVIDUALE NEL MONDO. L INDAGINE 2008 RIVELA CHE, A FINE 2007, IN ITALIA SONO GLI INDIVIDUI CON UN PATRIMONIO FINANZIARIO SUPERIORE A 1 MILIONE DI DOLLARI, IN CRESCITA DEL 1,1% RISPETTO AL NEL MONDO, LA RICCHEZZA INDIVIDUALE HA RAGGIUNTO UN VALORE COMPLESSIVO DI PATRIMONI FINANZIARI PARI A MILIARDI DI DOLLARI REGISTRANDO UN INCREMENTO DEL 9,4%; PER LA PRIMA VOLTA IL PATRIMONIO MEDIO DEGLI HIGH NET WORTH INDIVIDUALS SUPERA LA SOGLIA DEI 4 MILIONI DI DOLLARI. SU SCALA MONDIALE IL WORLD WEALTH REPORT RIVELA CHE SONO 10,1 MILIONI GLI INDIVIDUI CON UNA RICCHEZZA PERSONALE SUPERIORE AL MILIONE DI DOLLARI; INDIA, CINA E BRASILE REGISTRANO LA CRESCITA PIÙ MARCATA. Milano, 24 Giugno 2008 L Indagine 2008 sulla ricchezza individuale di Merrill Lynch e Capgemini (World Wealth Report) rivela che alla fine del 2007 in Italia gli High Net Worth Individuals (HNWI), vale a dire gli individui con un patrimonio finanziario netto superiore al milione di Dollari, erano Questo significa che rispetto alla fine del 2006, quando i grandi ricchi italiani erano , la crescita è stata pari solamente al 1,1% (l aumento rilevato in Italia nella scorsa edizione del World Wealth Report era stato invece del 3,8%). 1

2 A livello mondiale, il World Wealth Report 2008 evidenzia che, grazie a una forte crescita della capitalizzazione di mercato nelle economie emergenti, la ricchezza individuale è cresciuta nel 2007 del 9,4 % raggiungendo così un valore complessivo di patrimoni finanziari detenuti dagli HNWI pari a miliardi di Dollari. Rispetto al 2006 nel mondo il numero degli HNWI è così cresciuto del 6%, per un totale di 10,1 milioni di individui; ancora più marcata la crescita degli ultra-hnwi, ossia gli individui con patrimoni finanziari di oltre 30 milioni di Dollari, che è stata pari all 8,8%; inoltre, per la prima volta da quando il World Wealth Report viene pubblicato, il patrimonio medio degli HNWI ha superato la soglia dei 4 milioni di Dollari. Per l'economia mondiale il 2007 è stato un anno di transizione, caratterizzato da scenari macroeconomici in netto contrasto tra loro. L'economia mondiale ha fatto registrare, sotto l'impulso del 2006, una crescita ininterrotta nei primissimi mesi del 2007 ma verso la fine dell'anno ha dovuto affrontare un clima di crescente incertezza. La crescita a livello mondiale è rimasta solida nel 2007, in termini sia di PIL reale che di capitalizzazione di mercato, che rimangono i due principali driver per la creazione di ricchezza. Le ottime performance registrate dall economia mondiale nel primo semestre del 2007 hanno favorito l'aumento della popolazione di HNWI nel mondo; di contro, nel secondo semestre dell'anno, la solidità delle economie emergenti ha bilanciato gli effetti della congiuntura negativa nelle economie mature. L'economia mondiale è cresciuta del 5,1%, con un leggero calo rispetto al 5,3% del Secondo il World Wealth Report 2008, sia il numero di HNWI che il valore complessivo dei patrimoni finanziari detenuti ha commentato Massimo Fortuzzi, Chief Operating Officer Merrill Lynch Global Wealth Management Italia - hanno continuato ad aumentare nel 2007, registrando tassi di crescita straordinari soprattutto nei mercati emergenti come India, Cina e Brasile. Crescita esplosiva della capitalizzazione di mercato nelle economie emergenti Considerato che una quota significativa dei patrimoni degli HNWI viene investita nei mercati azionari, l analisi dell 'andamento della capitalizzazione di mercato è un fattore determinante per la creazione di ricchezza degli HNWI. A fronte di una crescita moderata degli indici azionari tradizionali statunitensi, europei e asiatici, molti mercati emergenti hanno messo a segno performance decisamente positive. I vari indici di mercato del Dow Jones, ad esempio, hanno fatto registrare rendimenti moderati nel 2007, mediamente del 6,8%, ben al di sotto della media del 2006 pari al 17,3%; inoltre, a differenza di quanto avvenuto nel 2006, nel 2007 queste performance non hanno avuto ripercussioni positive sulla creazione di ricchezza per gli HNWI. La maggior parte dei principali indici europei e asiatici hanno registrato tassi di crescita a una sola cifra; addirittura il Nikkei 225, l'indice con la peggiore performance a livello mondiale, ha subito una contrazione dell'11,1%, mentre il migliore indice europeo, il tedesco DAX, è stato l'unico tra i principali indici tradizionale a registrare un risultato migliore rispetto al 2006, con un tasso di crescita a due cifre. 2

3 Di contro, le borse valori di Shanghai e Shenzhen, sostenute soprattutto dagli aumenti dei prezzi delle materie prime, hanno fatto registrare tassi di crescita, rispettivamente, del 303% e del 244%. La borsa valori di Bombay e il National Stock Exchange hanno fatto registrare rispettivamente tassi di crescita del 122% e del 115%. Il divario della crescita della capitalizzazione di mercato nelle economie mature rispetto a quelle emergenti - ha commentato Mauro Masciarelli, Vice President Financial Services e Responsabile Wealth Management Capgemini Italia - è stato significativamente più marcato nel 2007 rispetto agli anni precedenti. Malgrado il rallentamento della crescita delle borse valori tradizionali e la significativa volatilità presente nei mercati, diverse borse valori dei mercati emergenti hanno registrato solide performance nel 2007, facendo accelerare ulteriormente la crescita della ricchezza a livello mondiale. Ruolo trainante delle economie emergenti e delle nazioni dell'area BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) La crescita formidabile delle economie emergenti è stata in larga misura favorita dall'andamento positivo delle esportazioni e dall'aumento della domanda interna. I più alti tassi di crescita del numero degli HNWI si sono registrati in Medioriente, nell'europa dell'est e in America Latina, con incrementi rispettivi del 15,6%, 14,3% e 12,2%. I ricavi derivanti dalle esportazioni di materie prime, uniti alla sempre maggiore consapevolezza da parte della comunità internazionale della centralità dei centri finanziari emergenti, hanno contribuito a sostenere i tassi di crescita delle economie emergenti. Nel 2007 le nazioni dell'area BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) hanno continuato a svolgere un ruolo di traino dell'economia mondiale, grazie a formidabili risultati economici e alla solida crescita della capitalizzazione di mercato. L'India è al primo posto nella classifica mondiale dei tassi di crescita della popolazione di HNWI (+22,7%), favorita dalla crescita della capitalizzazione di mercato (+118%) e del PIL reale (+7,9%). Sebbene la crescita del PIL reale in India abbia subito una decelerazione rispetto al 9,4% del 2006, gli attuali livelli sono considerati più stabili e sostenibili. Le due maggiori borse valori indiane il Bombay Stock Exchange e il National Stock Exchange erano nelle prime dodici posizioni della classifica mondiale delle borse valori alla fine del 2007, grazie all'intensa attività di operazioni di quotazione (IPO) e all'aumento dell'interesse degli investitori internazionali. La Cina si è classificata al secondo posto per quanto riguarda il tasso di crescita del numero degli HNWI (+20,3%). Tale risultato è conseguenza tra l altro della crescita della capitalizzazione di mercato (+291%) e del PIL reale (+11,4%). Gli aumenti significativi delle quotazioni e dei valori di borsa hanno portato la Borsa di Shanghai a diventare la sesta piazza valori mondiale in termini di capitalizzazione di mercato. La crescita della capitalizzazione di mercato e del PIL reale è stata più elevata in Cina rispetto all'india, ma il numero di HNWI in India è aumentato più rapidamente nel Secondo il World Wealth Report 2008, ciò 3

4 sarebbe dovuto al fatto che in Cina i benefici dell'aumento della capitalizzazione di mercato e del PIL reale sono stati spalmati su una popolazione più ampia, per cui i guadagni pro-capite sono risultati inferiori. Nel 2007 l'india ha visto un tasso di crescita della capitalizzazione di mercato maggiore al tassi di crescita del reddito nazionale lordo, il che ha inciso significativamente sull'aumento della popolazione di HNWI. La Cina invece registra una crescita esplosiva degli individui affluent, ossia di individui benestanti che tuttavia devono ancora superare la soglia del milione di dollari. Nel 2007 il Brasile si è posizionato al terzo posto nella classifica della crescita degli HNWI, con un incremento del 19,1%, grazie alla notevole crescita della capitalizzazione di mercato (+93%) e del PIL reale (+5,1%). I flussi netti di capitali privati in Latin America sono raddoppiati nel 2007, contribuendo a portare la Borsa valori (Bovespa) al quarto posto tra i maggiori mercati mondiali delle IPO. Secondo il World Wealth Report, l insieme di questi fattori ha favorito il consolidamento e l internazionalizzazione del sistema finanziario brasiliano. In Russia il tasso di crescita degli HNWI è stato tra i dieci maggiori a livello mondiale, malgrado la decelerazione della crescita (dal 15,5% del 2006 al 14,4% nel 2007). Gli elevati tassi di crescita della capitalizzazione di mercato (+37,6%) e del PIL reale (+7,4%) testimoniano il crescente interesse della comunità internazionale degli investitori per la Russia in quanto player globale. L ondata record di IPO e altre opportunità d investimento nei mercati emergenti attirano gli HNWIs I mercati emergenti hanno contribuito in modo significativo al numero eccezionale di IPO registrate nel 2007 a livello mondiale. Le oltre IPO hanno raccolto nel corso dell'anno circa 300 miliardi di dollari USA; e proprio 7 delle 10 più importanti IPO sono state realizzate nei mercati emergenti. Le nazioni dell'area BRIC si sono dimostrate particolarmente attive da questo punto di vista, catturando il 39% dell'intero volume delle IPO nel 2007 rispetto al 32% del Nel 2007 si è registrato anche un aumento dei flussi netti di capitale privato verso i mercati emergenti. Durante l anno la Cina ha attirato in valore assoluto i maggiori volumi di sempre sotto forma di flussi netti di capitale privato a livello nazionale, assorbendo circa 55 miliardi di dollari USA. I Paesi emergenti dell'europa sono stati i mercati che più hanno beneficiato di questi flussi di capitale, assorbendo 276 miliardi di dollari Usa. I Paesi emergenti dell'asia hanno subito una flessione del 20% nei flussi di capitali privati; tale risultato è in parte riconducibile al fatto che i flussi di capitale hanno aiutato i policymakers ad accumulare riserve in valuta estera, che hanno raggiunto circa i mille miliardi di dollari Usa nella sola Cina. I flussi di capitale privato in America Latina sono più che raddoppiati e hanno raggiunto la cifra di 106 miliardi di dollari Usa nel Complessivamente, gli hedge fund hanno messo a segno buone performance nel 2007, con guadagni medi del 12,6%, in lieve flessione rispetto al I rendimenti degli hedge fund hanno sovraperformato gli indici di borsa tradizionali nel 2007, grazie a un rendimento medio del 20,3% nei mercati emergenti. Negli ultimi anni una 4

5 proporzione sempre maggiore dei patrimoni degli hedge fund è attribuibile a investitori istituzionali, piuttosto che alla clientela abbiente, con un conseguente cambiamento dei driver di crescita del settore. La raccolta dei fondi di venture capital e gli investimenti di questi fondi nel 2007 hanno raggiunto i livelli più alti dal 2001, in larga parte grazie alla crescita di settori ad alta intensità di capitale. Nuove opportunità nei campi delle biotecnologie e delle energie rinnovabili hanno ampliato il ventaglio di opportunità di investimento; tanto che l'anno scorso il settore delle energie rinnovabili ha fatto registrare un record di IPO, con in testa l'ipo da 6,5 miliardi di dollari Usa di un gruppo spagnolo di utility e l'ipo da 1,2 miliardi di dollari Usa di un produttore brasiliano di zucchero ed etanolo. Gli investimenti totali nella tecnologia clean sono aumentati del 35%, sotto la spinta dell'andamento positivo di numerosi indici relativi a queste tecnologie, che sono saliti più del 50% nel Rallentamento nelle economie mature Gli effetti della congiuntura sfavorevole dell'economia statunitense hanno fatto sentire il loro peso sulle altre economie mature come risulta evidente dal rallentamento del tasso di crescita del PIL e delle deboli performance dei mercati azionari in alcune parti dell'europa e dell'asia. Tre sono stati i fattori principali: il rallentamento del mercato immobiliare, la minore disponibilità di credito, la maggiore volatilità e il calo delle quotazioni nei mercati azionari. Questa catena di eventi ha avuto ripercussioni sia sui consumi che sulle istituzioni, impedendo di mantenere un elevato livello di liquidità e di gestire al meglio attività imprenditoriali. In linea con la congiuntura sfavorevole del mercato immobiliare, gli indici REIT hanno subito perdite significative a livello mondiale in netto contrasto con i solidi guadagni del Le performance dei mercati azionari a livello mondiale hanno rispecchiato il divario fra i mercati maturi e quelli emergenti nel secondo semestre dell'anno gli indici MSCI Global hanno fatto registrare contrazioni dello 0,1% e del 3,2%, rispettivamente, in Europa e negli Stati Uniti, contro gli aumenti del 10,4% e del 6,3% del primo semestre. Gli indici globali MSCI dei mercati emergenti hanno fatto registrare performance eccellenti riconducibili ai risultati ottenuti in America Latina nella parte iniziale dell'anno e nelle nazioni dell'area BRIC nel secondo semestre. Le perdite dei mercati azionari nelle economie mature si sono riflesse sui mercati creditizi internazionali nel secondo semestre del Il rallentamento dell'economia negli Stati Uniti ha causato un notevole deprezzamento del dollaro Usa rispetto alle principali valute mondiali il dollaro ha perso rispettivamente il 10,5%, il 15,8% e il 17% nei confronti dell'euro, del dollaro canadese e del real brasiliano. A partire dalla fine del 2007, gli indicatori economici negli Stati Uniti sono ulteriormente peggiorati. In particolare bisogna segnalare il rallentamento della spesa statale e dei mercati immobiliari nonchè l'andamento debole dell occupazione. Una vasta serie di conseguenze nei mercati del credito e nei mercati azionari internazionali, tutti derivanti dal rallentamento dell'economia negli Stati Uniti, ha caratterizzato i mesi iniziali del Questi maggiori rischi di rallentamento della crescita economica negli Stati Uniti insieme alle implicazioni di vasta portata della stretta creditizia sui mercati internazionali hanno inciso pesantemente sui mercati azionari di tutto il mondo. A metà 5

6 gennaio 2008 le perdite registrate da tutti i principali mercati geografici hanno superato il 10%. 1 Tuttavia i mercati maturi si sono in qualche misura stabilizzati, registrando perdite medie pari al 4% circa, mentre i mercati emergenti hanno recuperato le perdite sostenute e sono addirittura passati in attivo, generando un guadagno netto medio verso la metà di aprile. 2 Il passaggio a investimenti più sicuri L andamento divergente degli indicatori macroeconomici, registrato sia all'inizio che alla fine del 2007, ha contribuito a definire le strategie di asset allocation degli HNWI. Sulla base del clima di ottimismo del 2006, i primi mesi del 2007 hanno visto gli HNWI scommettere in maniera decisa sulle asset class a maggior rischio. Con il passare dei mesi e l'intensificarsi delle turbolenze dei mercati finanziari e del clima di incertezza, gli HNWI hanno iniziato a fare marcia indietro, spostando i loro investimenti su classi d'investimento più sicure e meno volatili. Il World Wealth Report 2008 evidenzia che la liquidità, i depositi e i titoli a reddito fisso hanno assorbito il 44% degli asset finanziari degli HNWIs, con un aumento di 9 punti percentuali rispetto al Il peso dei titoli a reddito fisso nell'asset allocation è salito al 27%, con un aumento di 6 punti percentuali rispetto al 21% nel A livello mondiale, gli HNWI hanno continuato a disinvestire in America Settentrionale e hanno mostrato maggiore interesse per gli investimenti nel mercato domestico, preferendo un ambito più circoscritto e conosciuto, in un clima di generale maggior incertezza economica. Gli investimenti sostenibili acquistano maggiore peso In conseguenza del maggior interesse generale per le tematiche ambientaliste, negli ultimi anni gli investimenti sostenibili sono diventati molto popolari in tutto il mondo, in quanto offrono all'investitore rendimenti interessanti e l'opportunità di un coinvolgimento attivo a livello di responsabilità sociale. Una serie di veicoli di supporto delle iniziative imprenditoriali sostenibili in campo ambientale, come i fondi comuni, gli ETF, altri prodotti finanziari e investimenti alternativi, hanno posto le premesse di una solida crescita di questi settori nel Gli investimenti totali nelle tecnologie clean sono aumentati a 117 miliardi di dollari USA nel 2007, con un aumento del 41% rispetto al 2005 in particolare nei settori dell'eolico e dell'energia solare. Gli HNWI e ultra-hnwi del Medioriente e dell'europa si sono dimostrati i più sensibili ai temi dell'ambiente, con un aumento degli investimenti in tali ambiti che spazia in media tra il 17% e il 21%. Di contro, solo il 5% degli HNWI e il 7% degli ultra-hnwi dell'america Settentrionale hanno destinato una parte del loro portafoglio agli investimenti sostenibili in campo ambientale. Il World Wealth Report 2008 prevede una continua crescita degli investimenti sostenibili. 1 Dow Jones World Indices, SunGard PowerData, accesso del 18 aprile Ibid. 6

7 Previsioni per il 2008 Malgrado il clima di maggiore incertezza sulle prospettive globali a breve termine, la solidità dei fondamentali nei mercati emergenti è probabilmente destinata a sostenere alti livelli di crescita. Il bilanciamento tra la forza dei mercati emergenti e la ripresa nei mercati maturi è probabilmente destinato a permanere per tutto il corso del 2008, con prospettive a breve termine soggette a variabilità, considerato che gli effetti di alcuni rischi potenziali non sono ancora noti. L'economia mondiale nei prossimi mesi dovrà affrontare due precisi ostacoli: l insieme dei fattori inibitori della crescita nei mercati maturi e gli alti rischi di inflazione nei mercati emergenti. La risposta a queste sfide condizionerà le prospettive di crescita a livello mondiale degli HNWI. Considerati i risultati del 2007 e i recenti sviluppi nei mercati internazionali, il World Wealth Report prevede che nel 2012 il patrimonio totale degli HNWI a livello mondiale salirà a miliardi di dollari Usa, con un tasso annuo di crescita del 7,7%. Per un ulteriore approfondimento sulla complessità e competitività del mercato mondiale della gestione della ricchezza, si suggerisce di leggere il libro di recente pubblicazione WEALTH: How the World s High-Net-Worth Grow, Sustain, and Manage Their Fortunes di Merrill Lynch e Capgemini, Informazioni su Merrill Lynch Merrill Lynch è una delle società leader a livello mondiale nella consulenza, nella gestione patrimoniale e nei capital market, con sedi in 40 paesi e patrimonio di terzi in gestione per circa miliardi di dollari. Come banca d investimento, è tra i principali trader e sottoscrittori mondiali di titoli e derivati in svariate categorie patrimoniali, nonché advisor strategico per società, amministrazioni pubbliche, istituzioni e privati in tutto il mondo. Merrill Lynch detiene circa il 50% di BlackRock, una delle principali società di gestione del risparmio quotate in borsa, con attivi in gestione per oltre miliardi di dollari. Per maggiori informazioni su Merrill Lynch visitare il sito Informazioni su Capgemini Capgemini, uno dei più principali fornitori mondiali di servizi di consulenza, tecnologia e outsourcing, consente ai suoi clienti di evolversi e ottenere performance superiori attraverso le sue tecnologie. Capgemini trasferisce ai propri clienti intuizioni e competenze per aiutarli a raggiungere risultati migliori attraverso un modo unico e distintivo di lavorare - la Collaborative Business Experience - e attraverso Rightshore, il modello globale di delivery ideato con l'obiettivo di fornire le risorse giuste, al posto giusto e a costi competitivi. Il Gruppo Capgemini, presente in 36 Paesi nel mondo, ha registrato nel 2007 ricavi per 8,7 miliardi di euro (circa 12 miliardi di dollari Usa) e conta su una rete di professionisti in tutto il mondo. 7

8 Capgemini mette a disposizione del settore dei servizi finanziari un'esperienza profonda del settore, servizi di altissimo livello e una global delivery di prossima generazione. Con una rete di professionisti al servizio di oltre 900 clienti in tutto il mondo, aiutiamo le aziende a progredire con servizi di avanguardia e best practice nel settore bancario, delle assicurazioni, dei mercati di capitale e degli investimenti. Per maggiori informazioni, visitare: L edizione 2008 del World Wealth Report è disponibile sul sito # # # 8

MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA 15ª EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, IL RAPPORTO ANNUALE SULLA RICCHEZZA NEL MONDO

MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA 15ª EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, IL RAPPORTO ANNUALE SULLA RICCHEZZA NEL MONDO Merrill Lynch: Brunswick Ana Iris Reece Gonzalez aireece@brunswickgroup.com Natasha Aleksandrov naleksandrov@brunswickgroup.com +39 02 92 886200 / 03 Capgemini: Community - consulenza nella comunicazione

Dettagli

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203 Capgemini Contacts: Merrill Lynch Contacts: Raffaella Poggio Martina Corak raffaella.poggio@capgemini.com martina_corak@ml.com +39 02 414931 +39 02 65594203 Community consulenza nella comunicazione Brunswick

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Merrill Lynch: Capgemini:

Merrill Lynch: Capgemini: Merrill Lynch: Brunswick Ana Iris Reece Gonzalez aireece@brunswickgroup.com Natasha Aleksandrov naleksandrov@brunswickgroup.com +39 02 92 886200 / 03 Capgemini: Community - consulenza nella comunicazione

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 16 marzo 2015 S.A.F.

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO AGGIORNAMENTO 2012 Si tratta di un Rapporto riservato. Nessuna parte di esso

Dettagli

3. Il mercato internazionale dei titoli di debito

3. Il mercato internazionale dei titoli di debito Gregory D. Sutton (+41 61) 280 8421 greg.sutton@bis.org 3. Il mercato internazionale dei titoli di debito La decelerazione dell economia mondiale sembra aver frenato la domanda di nuovi finanziamenti internazionali,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Allianz, Axa, Le Generali a confronto Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Elaborazioni dai bilanci consolidati dei 3 big assicurativi europei A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino 2012

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 Cfa Society: +56,8 pt Italy sentiment in maggio, fiducia confermata 2015-05-04

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere 02 Luglio 2012 Il petrolio greggio è uno dei prodotti più utilizzati e richiesti nel

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com

Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com News release Contact Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com PwC: I patrimoni globali gestiti supereranno quota 100.000 miliardi

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio?

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Fabio Innocenzi CEO UBS Italia S.p.A. 8 Giugno 2012 QFinPanel, Politecnico di Milano Gli effetti della crisi economica sul

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

Moneta e Tasso di cambio

Moneta e Tasso di cambio Moneta e Tasso di cambio Come si forma il tasso di cambio? Determinanti del tasso di cambio nel breve periodo Determinanti del tasso di cambio nel lungo periodo Che cos è la moneta? Il controllo dell offerta

Dettagli

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE Comunicato stampa Bank of America Merrill Lynch Financial Centre 2 King Edward Street London EC1A 1HQ Per ulteriori informazioni: Ana Iris Reece Gonzalez Donatella Cifarelli Brunswick tel: 02 9288 6200

Dettagli

lo scenario internazionale lorena vincenzi Ozzano dell Emila 22 aprile 2013

lo scenario internazionale lorena vincenzi Ozzano dell Emila 22 aprile 2013 lo scenario Ozzano dell Emila 22 aprile 2013 internazionale lorena vincenzi riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività e può

Dettagli

Rapporto sulla Stabilità Finanziaria. Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia. Università Bocconi, 12 Novembre 2015

Rapporto sulla Stabilità Finanziaria. Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia. Università Bocconi, 12 Novembre 2015 Rapporto sulla Stabilità Finanziaria Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia Università Bocconi, 12 Novembre 2015 Indice o I rischi macroeconomici o I rischi settoriali: famiglie e imprese

Dettagli

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 9 gennaio 2014 Il punteggio di ogni domanda è fissato in uno o due asterischi. Il punteggio intero viene dato solo Non consegnare se non sei convinto di aver realizzato almeno 7 punti. 1.

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il ruolo dei Venture Capital (VC) nel finanziamento dello sviluppo industriale e economico è esemplificato da alcuni dati. Nel 2006,

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2013

Comunicato Stampa 12 novembre 2013 Landi Renzo: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2013. o Fatturato pari a 164,6 (203,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) o EBITDA pari a 8,1 milioni di euro (23,7 milioni

Dettagli

L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK:

L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK: L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK: IL PATRIMONIO GESTITO IN ETF/ETP A LIVELLO INTERNAZIONALE POTREBBE SUPERARE LA SOGLIA DEI 2.000 MILIARDI DI DOLLARI ENTRO L INIZIO DEL 2012 Gli ETF si impongono

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Euler Hermes Italia Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Aggiornamento 3 Trimestre 2013 Il Report si basa sul monitoraggio giornaliero dei pagamenti

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA:

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA: Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA INCOME FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

Comunicato stampa. 4 maggio 2011

Comunicato stampa. 4 maggio 2011 Comunicato stampa 4 maggio 2011 Alstom realizza un utile operativo conforme alle previsioni per l esercizio 2010/2011 e registra ordini in forte aumento nel secondo semestre Tra il 1 o aprile 2010 e il

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30/06/2006 76 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 30 GIUGNO 2006 Signori Partecipanti,

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE GRUPPO ITALMOBILIARE RICAVI: 4.908,1 MILIONI DI EURO (+5,4) UTILE NETTO TOTALE:

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 gennaio 2015 In attesa della crescita I più recenti dati sul sistema bancario 1 confermano il lento miglioramento in atto nel settore creditizio. La variazione annua degli

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la QUADRO CONGIUNTURALE DEL SETTORE MANIFATTURIERO, DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Primo semestre 2007 1. La congiuntura economica internazionale In questo primo semestre del

Dettagli

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2012 Swisscanto Supra L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve 2011: Un anno all insegna del consolidamento 2 Cifre indicative 2011 3 Investimenti del patrimonio 4 Performance:

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri 1 Risparmio e investimento Risparmio è l ammontare di reddito che non viene consumato. Si origina nelle famiglie

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 15 maggio 2012 - Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc.

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Merrill Lynch Investment Managers - Europe, Middle East & Africa (EMEA) 33 King William Street London EC4R 9AS Data di pubblicazione: Venerdì 30 Aprile 2004 MERRILL LYNCH

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Solida redditività operativa Maggior utile netto

Solida redditività operativa Maggior utile netto Esercizio 2009 Fa stato il testo orale Solida redditività operativa Maggior utile netto Relazione di Beat Grossenbacher, responsabile Finanze e Servizi, in occasione della conferenza stampa annuale del

Dettagli

Snam e i mercati finanziari

Snam e i mercati finanziari Snam e i mercati finanziari Nel corso del 2012 i mercati finanziari europei hanno registrato rialzi generalizzati, sebbene in un contesto di elevata volatilità. Nella prima parte dell anno le quotazioni

Dettagli

IL MERCATO M&A NEL 2010: DATI 2003-2010

IL MERCATO M&A NEL 2010: DATI 2003-2010 http://www.sinedi.com ARTICOLO 49 GENNAIO / FEBBRAIO 2011 IL MERCATO M&A NEL 2010: DATI 2003-2010 Il presente lavoro propone una breve analisi del mercato globale M&A (mergers & acquisitions) tra il 2003

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%).

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). COMUNICATO STAMPA Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). Fatturato: 125,2 milioni di euro (115,6 milioni

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli