Journal Club Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, UO Geriatria NOCSAE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Journal Club Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, UO Geriatria NOCSAE"

Transcript

1 Journal Club Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, UO Geriatria NOCSAE Problemi geriatrici nella valutazione dell ipertensione arteriosa - Risultati dello studio su determinanti e prevalenza di ipotensione postprandiale nell anziano Andrea Zanasi U.O. Geriatria

2 Cos è la pressione arteriosa

3 Prevalenza di ipertensione arteriosa per età e sesso Men Women >75 Age NHANES III; ; CDC NCHS Data

4 Vivrai abbastanza per sviluppare ipertensione? Time (years) Framingham Study Women age 55 % (95% confidence interval) 52 (46-58) 72 (68-76) 83 (80-86) 91 (89-93) Women age 65 % (95% confidence interval) 64 (60-69) 81 (77-84) 89 (86-92) Vasan et al.; JAMA 287:1003, 2002

5

6 Sistolica o diastolica..? In the older hypertensive population, the level of SBP will correctly classify the stage of hypertension in 99% of patients. Lloyd-Jones Hypertension 34:381, 1999

7 Sistolica o diastolica..? Specialmente negli anziani,, la SBP è un fattore predittore migliore di DBP riguardo: Eventi coronarici acuti Scompenso cardiaco Malattia renale Malattie cardiovascolari Mortalità per tutte le cause JNC VI, 1997

8 Pulse Pressure come fattore di rischio cardiovascolare Framingham data: in those >50 yrs., CV mortality independently related best to pulse pressure; for given SBP, lower DBP associated with higher mortality. Franklin et al. Circulation 100:354, SHEP data analysis: stroke and total mortality associated with pulse pressure independent of mean BP. Domanski et al. Hypertension 34:375, 1999.

9

10 Target di trattamento The goal of treatment in older patients should be the same as in younger patients (to below 140/90 mm Hg if at all possible), although an interim goal of SBP below 160 mm Hg may be necessary in those patients with marked systolic hypertension. JNC VI, 1997

11 Esercizio fisico e PA Aerobic Capacity Aging Exercise Training Blood Pressure Insulin Sensitivity Adiposity SNS activity

12 Lifestyle Modification Modification Weight reduction Adopt DASH eating plan Approximate SBP reduction (range) 5 20 mmhg/10 kg weight loss 8 14 mmhg Dietary sodium reduction Physical activity Moderation of alcohol consumption 2 8 mmhg 4 9 mmhg 2 4 mmhg JNC 7 Report. JAMA. 2003:2560

13 Review del trattamento farmacologico - 1 Tutti I farmaci antiipertensivi sono efficaci nell anziano. I diuretici tiazidici sono raccomandati dal JNC-7. Evitare i vasodilatatori diretti (nitroderivato) farmaci adrenergici che agiscono sul SNC. La scelta del farmaco deve essere individualizzata sul paziente. Start low; go slow! JNC 7 Report. JAMA. 2003:2560

14 Review del trattamento farmacologico 2 Iniziare con un approccio non farmacologico: perdita di peso, esercizio fisico, riduzione intake di NaCl. Scegliere bassi dosi di diuretico come terapia iniziale (es. Tiazidico) o in alternativa ACE inibitore. Basare la terapia sul paziente e sulle sue comorbilità. Quando si inizia una terapia, iniziare con metà della posologia e incrementare lentamente, continuando la terapia non farmacologica. JNC 7 Report. JAMA. 2003:2560

15

16

17 35% reduction in stroke rate SHEP Study; JAMA 265:3255; 1991

18 Patologie secondarie

19 Aging Sympathetic Nervous System Activation Insulin resistance

20 IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI DI IPERTENSIONE ENCEFALO: : ictus ischemico o emorragico (p. in TAO), demenza vascolare o tipo Alzheimer RENE: nefroangiosclerosi con IRC (albuminuria e ridotto FG); stenosi arteria renale con rene grinzo VASI: : aneurismi, arteriopatia periferica

21 IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI DI IPERTENSIONE CUORE: : cardiopatia ipertensiva e ischemica, scompenso cardiaco, fibrillazione atriale

22 Cambiamenti vascolari nell invecchiamento Aumento dell IMT (ontima medi thickness) Modificazioni dell interstizio Aumento di deposizione di collagene Aumento di deposizione di fibronectina Glicosilazione proteica avanzata e degenerazione (crosslinking) Net result is increased vascular stiffness.

23 Conseguenze della diminuzione della compliance vascolare Relativo aumento della pressione sistolica. Aumento della Pulse Pressure Diminuzione della sensibilità barorecettoriale

24 Conseguenze della riduzione della sensibilità barorecettoriale Aumento della variabilità pressoria Squilibrio nell omeostasi della PA Ipertensione Ipotensione ortostatica Ipotensione postprandiale Aumento dell attività simpaticomimetica

25 Invecchiamento e attività simpaticomimetica Compared with younger people: sympathetic nervous system activity increases. adrenergic receptor responsiveness is reduced. Decreased chronotropic response to β-agonists. Shannon et al., NEJM 342:541, 2000

26 Modificazioni vascolari e neuroumorali dell anziano Diminuzione della compliance vascolare. Diminuzione della sensibilità barorecettoriale. Aumento della sensibilità all NaCl della PA. Aumento dell adiposità centrale. Aumento della resistenza all insulina. Aumento dell attività simpaticomimet ica. Riduzione della sensibilità recettoriale α- adrenergica.

27 IPERTENSIONE E DEMENZA Studi osservazionali evidenziano che soggetti trattati per ipertensione sviluppano MENO demenza e incidenza inferiore di malattia di Alzheimer dei soggetti ipertesi non trattati e normotesi 1,2 1. Hoffman LB, Schmeidler J, Lesser GT, et al. Neurology Epub. 2. Haag MDM, Hofman A, et al. Neurology Epub Knopman DS. Neurology 2009

28 IPERTENSIONE E DEMENZA - 2 The choice of an antihypertensive that is optimal for prevention of dementia is not going to be resolved by the two current studies, but the suggestion is that the specific drug or drug class does not make a difference. Knopman DS. Neurology 2009

29 IPERTENSIONE E DEMENZA - 3 Microvascular mechanisms for B - amyloid clearance could conceivably be altered by endothelial changes from hypertension Zlokovic BV. Trends Neurosciences 2005;28:

30 IPERTENSIONE E DEMENZA - 4 Conclusions: Antihypertensive drug use was associated with 8% risk reduction of dementia per year of use for persons > 75 years. Haag, A. Hofman, P.J. Koudstaal, Neurology 2009

31 IPERTENSIONE E DEMENZA - 5 Aging, Alzheimer disease, and hypertension, major determinants of cognitive dysfunction, are associated with profound alterations in the structure and function of cerebral blood vessels. These vascular alterations may impair the delivery of energy substrates and nutrients to the active brain, and impede the clearance of potentially toxic metabolic byproducts. Stroke. 2009;40[suppl 1]: S40-S44.

32 IPERTENSIONE E DEMENZA - 6 Stroke. 2009;40[suppl 1]: S40-S44.

33 IPERTENSIONE E DEMENZA - 7 The severity of WMH was independently associated with: increased carotid intima media thickness stiffness (as assessed by augmentation index) increased age plasma levels of von Willebrand Factor, a biomarker of endothelial dysfunction. Stroke. 2009;40:00-00.

34 DEFINIZIONE DI ABPM ABPM = Ambulatory blood pressure monitoring E la registrazione nelle 24 h della pressione arteriosa tramite misurazioni effettuate da uno sfigmomanomentro automatico con una frequenza di campionamento di minuti. Successivamente I dati raccolti vengono eleborati da un software che fornisce i più comuni parametri ABPM: - Pressione sistolica media - Pressione diastolica media - Pulse pressure - Blood pressure charge - Deviazione standard sisto diastolica - AASI UO Geriatria: : sample frequency 15

35 SPACELABS 90207

36 PERCHE SI ESEGUE L ABPML Ambulatory blood pressure monitoring (ABPM) is being increasingly recommended for routine clinical practice. It may be particularly useful in evaluating the patient with variable blood pressure readings in the office, or the patient with wide discrepancies between the blood pressure readings at home and the physician's office (ie( ie,, "white coat" hypertension). ABPM and, in particular, nocturnal blood pressure readings, may also provide prognostic data. Myers, MG. Ambulatory blood pressure monitoring for routine clinical practice. Hypertension 2005; 45:483

37 Principali vantaggi dell ABPM Profilo pressorio nelle 24 ore Dipper non dipper pattern. BP load: correla con danno d organo! Fondamentale per valutare ipertensione da camice bianco, resistenza al farmaco, cause secondarie di ipertensione ipotensione postprandiale

38 Cause secondarie L ipertensione primitiva è la causa primaria di ipertensione nell anziano. Un aumento improvviso della pressione arteriosa diastolica, l ipertensione maligna e l ipertensione resistente necessitano di ulteriori approfondimenti diagnostici per valutare le cause secondarie. La malattia renovascolare e le interzaioni farmacologiche sono la principale causa secondaria di ipertensione.

39 ABPM: GRADO DI ACCURATEZZA E TIPO DI ESAME ABPM = gold standard nella diagnosi e definizione di ipertensione ESAME DI 2 2 LIVELLO

40 ABPM: TIPI DI DIAGNOSI

41 ABPM: TIPI DI DIAGNOSI

42 ABPM: TIPI DI DIAGNOSI

43 ABPM: TIPI DI DIAGNOSI

44 Importanza del diario

45 AASI - Definizione Ambulatory arterial stiffness index Metodo statistico ABPM

46 Graficamente

47 Cenni di statistica - 2 Quindi l AASI l è: Un metodo utilizzato per produrre la linea di regressione che minimizza la somma dei residui e quindi la loro varianza

48 Cenni di statistica Dia Residual distance R Sq Linear = 0, Sis

49 Quindi.. AASI = 1 R

50 Differenza AASI - PP Hypertension 2006;47:

51 Differenza AASI - PP Hypertension 2006;47:

52 Pulse wave velocity

53 L anziano, le comorbilità e il trattamento dell ipertensione Condition Angina Atrial tachycardia and fibrillation Appropriate for Use β, D, non-d β, non-d Avoid or Contraindicated Bronchospasm Diabetes mellitus Dyslipidemia Essential tremor HF Hyperthyroidism MI Osteoporosis Prostatism (BPH) Renal insufficiency Urge UI ACEI, ARB, β, T * β AA, ACEI, ARB, β, αβ, L β β, AA, ACEI T α AA, ACEI D, non-d β, αβ T * β, T D, non-d non-d L, T Note: AA = aldosterone antagonist; α = α-blocker; β = β-blocker; αβ = combined α- and β-blocker; ARB = angiotensin receptor blocker; D = dihydropyridine calcium antagonist; non-d = nondihydropyridine calcium antagonist; L = loop diuretic; T = thiazide diuretic * Low-dose diuretics probably beneficial in type 2 diabetes; high-dose diuretics relatively contraindicated in types 1 and 2. Low-dose diuretics have a minimal effect on lipids. May be beneficial in HF caused by diastolic dysfunction. Use with great caution in renovascular disease. Geriatrics at your fingertips American Geriatric Society

54 Chi trattare? Sulla base di quale valutazione? Home blood pressure monitoring (HBPM) overcomes many of the limitations of traditional office blood pressure (BP) measurement and is both cheaper and easier to perform than ambulatory BP monitoring. Monitors that use the oscillometric method are currently available that are accurate, reliable,, easy to use,, and relatively inexpensive.. An increasing number of patients are using them regularly to check their BP at home, but although this has been endorsed by national and international guidelines, detailed recommendations for their use have been lacking. Hypertension. 2008;52:10

55 Chi trattare? Hypertension. 2008;52:10

56 Come effettuare la misurazione della PA

57 Measurement Matters! Auscultatory BP Measurement Method Sitting. Bare arm. Arm supported at heart level (5-6 mmhg increase if arm vertical). Resting for five minutes. Proper cuff size. Use calibrated aneroid manometer. Palpate SBP. Record phase 1 (first sound) and phase 5 (disappearance) Korotkoff sounds as SBP and DBP. Two or more readings taken several minutes apart should be averaged. JNC VI. Arch Int Med 157: 2413, 1997

58 Metodo auscultatorio Auscultation This technique also involves occlusion of arterial blood flow using an inflatable cuff; however, rather than using cuff oscillations to determine the systolic and diastolic blood pressures, a stethoscope is applied to the brachial artery to detect Korotkoff sounds following resumption of blood flow.

59 Metodo oscillometrico Oscillometry Peripheral blood flow to the arm or wrist is occluded using an inflatable cuff (sphygmomanometer). A pressure transducer is then used to record the pressure oscillations within the cuff following the return of blood flow.

60 AMBULATORY BLOOD PRESSURE MONITORING (ABMP) PATTERN IN HYPERTENSIVE ELDERLY WITH POSTPRANDIAL HYPOTENSION (PPH) Zanasi, A. Minnucci, C. Vedele Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Geriatric division

61 OBJECTIVE: The aim of this study is to define postprandial hypotension (PPH) prevalence and its risk factors in elderly patients with treated hypertension. DESIGN AND METHOD: From 2005 to 2008, we enrolled 334 hypertensive patients without disability evaluated by activity of daily living (ADL). We performed 24-hour ambulatory blood pressure monitoring (ABPM) carried out on request of family physicians and we defined PPH as a decrease in systolic blood pressure of 20 mmhg or more within 2 hours of the meal. We recorded daytime (09:00-21:00) and nighttime (01:00-06:00) ambulatory blood pressure (BP) with SpaceLabs recorder with measurements each 15 minutes.

62 Ruolo dell AASI nel nostro studio Ambulatory arterial stiffness index (AASI) and daytime - nighttime of this parameter was evaluated as 1 regression slope of diastolic on systolic BP; dipper status indicates subjects with night:day ratio of systolic BP < 0.9. For statistical analysis we used SPSS software, version 15. The variables with a significant P at the univariate analysis were included as covariates in a binary logistic regression model to identify drugs and ABPM variables associated with PPH.

63 RISULTATI Analisi descrittiva Subjects enrolled : 334 (49.1 % men) Mean age of ± yr Total antihypertensive drug number: 1.69 ± 1.31 Mean systolic BP night:day ratio: 0.95 ± 0.10 Dipper s prevalence: 28.7%.

64 RISULTATI Analisi descrittiva PPH occurs in 56.8% of examined hypertensive elderly patients

65 RISULTATI Analisi univariata PPH prevalence (57%) increases with age, lower mean systolic and diastolic BP, higher systolic and diastolic BP variability, non dipping status and lower AASI (low arterial stiffness). PPH prevalence increases when patients receive ACE-inhibitors or a β-blockerscalcium channel blockers association. No associations were found between PPH, orthostatic hypotension (prevalence of 17.6%) and pulse pressure values in ABPM.

66 RISULTATI 1 Analisi univariata IPP No IPP P Maschi Femmine 87 (25,0%) 110 (31,6%) 81 (23,3%) 70 (20,1%) n.s. Età 75,26 ± 9,80 70,93 ± 12,61,000 Età > 75 aa 111 (31,9%) 60 (17,2%) 0,002 Statura 163,73 ± 8,49 166,08 ± 8,89,019 BMI 25,87 ± 3,97 27,12 ± 4,22,008 Mean Sis totale 132,60 ± 12,84 133,92 ± 13,98 n.s. Mean Dia totale 71,22 ± 8,58 74,32 ± 9,95,002 Mean Fc totale 67,63 ± 10,33 69,72 ± 9,08,049 Variabilità pressoria totale 14,86 ± 3,78 13,51 ± 3,70,001 Mean Sis diurna 133,66 ± 13,25 137,70 ± 13,87,006 Mean Dia diurna 73,39 ± 9,23 77,92 ± 10,37,000 Mean Fc diurna 70,89 ± 11,45 74,18 ± 10,39,006 Variabilità pressoria diurna 14,057 ± 3,60 11,68 ± 3,067,000

67 RISULTATI 2 Analisi univariata IPP No IPP P Mean Sis notturna 129,80 ± 16,29 127,66 ±17,88 n.s. Mean Dia notturna 67,72 ± 9,71 68,89 ± 11,42 n.s. Mean PAM notturna 90,56 ± 11,04 90,30 ± 12,80 n.s. Mean Fc notturna 62,06 ± 9,92 62,51 ± 8,50 n.s. Variabilità pressoria notturna 10,40 ± 3,64 9,38 ± 2,86,005 NIGHT_DAY_RATIO,9743 ±,108,9283 ±,099,000 Dipper 38 ( 10,9%) 59 ( 17,0%) 0,000 Non dipper 159 ( 45,7%) 92 (26,4%) PP totale 61,37 ± 11,87 59,59 ± 11,64 n.s. PP diurna 60,26 ± 12,15 59,78 ± 11,69 n.s. PP notturna 62,07 ± 11,69 58,77 ± 12,94,019 AASI totale,2995 ±,1450,3339 ±,1651,040 AASI diurna,3535 ±,1693,4746 ±,1893,000 AASI notturna,3510 ±,2220,3733 ±,2335 n.s.

68 RISULTATI 2 Analisi univariata IPP No IPP P Ipertensione camice bianco 40 (11,5%) 26 (7,5%) n.s. Ipotensione ortostatica 17,6% 82,4% n.s. Numero di farmaci cardiologici assunti dal paziente 2,57 1,93 0,000 Numero di farmaci NON cardiologici assunti dal paziente 0,96 ± 1,18 0,82 ± 1,06 n.s. Numero di farmaci totali 3,53 ± 2,25 2,75 ± 1, Assunzione DIURETICI 36 (18,3%) 25 (16,6%) n.s. Assunzione B Bloccanti 58 ( 29,4%) 28 (18,5%),019 Assunzione Ca antagonisti 58 (29,4%) 37 (24,5%) n.s. Assunzione ACE o ARB 132 (67,0%) 77 (36,8%),003 Associazione Calcio antagonisti + B bloccante 20 (10,2%) 6 (4,0%),030

69 Analisi multivariata Regressione logistica binaria Principal determinants of PPH B S.E. Wald Sig. Exp(B) 95,0% C.I.for EXP(B) Lower Upper Daytime AASI < 0,37,808,270 8,956,003 2,243 1,321 3,806 SD of Systolic BP > 11 mmhg,863,290 8,879,003 2,371 1,344 4,184 Dipper -1,002,291 11,894,001,367,208,649 Mean Diastolic BP < 75 mmhg,928,270 11,842,001 2,530 1,491 4,292 SD of Diastolic BP > 9 mmhg,756,291 6,740,009 2,130 1,204 3,770 Constant -1,043,283 13,581,000,352

70 Consequences of Decreased Baroreceptor Sensitivity Increased BP variability Impaired BP homeostasis Hypertension Quindi Postural (orthostatic) hypotension Post-prandial hypotension Increase in sympathetic nervous system activity

71 Grazie dell attenzione

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009 Terapie nel DM2 non Ipoglicemizzanti Reggio Emilia 2009 Ipertensione: obiettivi Il trattamento anti-ipertensivo nei pazienti con diabete ha come obiettivo il raggiungimento di valori di pressione sistolica

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Le tecniche di misurazione della pressione arteriosa

Le tecniche di misurazione della pressione arteriosa XXVII CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA ITALIANA DI NEFROLOGIA PEDIATRICA Tavola rotonda: l ipertensione arteriosa Le tecniche di misurazione della pressione arteriosa Enrico Vidal SS Nefrologia Pediatrica,

Dettagli

Agire sui fattori di rischio per prevenire lo scompenso cardiaco

Agire sui fattori di rischio per prevenire lo scompenso cardiaco Sessione II - Prevenzione, terapia e riabilitazione Agire sui fattori di rischio per prevenire lo scompenso cardiaco Classificazione AHA / ACC dello SC Fattori di rischio Scompenso Cardiaco STADIO A STADIO

Dettagli

Andamento della pressione

Andamento della pressione Il gradiente pressorio per la circolazione sanguigna è generato dalla pompa del cuore Vasi di trasporto veloce a bassa resistenza Vasi di resistenza Vasi di capacitanza Legge di Poiseuille: P = GS x R

Dettagli

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Daniela Poli La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Atrial fibrillation occurred in 1 2% of the general population. Over 6 million Europeans suffer from this arrhythmia, and its

Dettagli

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica (DI.BI.MI.S.) Università degli Studi di Palermo Popolazione Italiana 1950-2020: Giovani ed Anziani

Dettagli

Alterazioni vascolari: nuove metodologie di studio e nuovi farmaci

Alterazioni vascolari: nuove metodologie di studio e nuovi farmaci Alterazioni vascolari: nuove metodologie di studio e nuovi farmaci Lorenzo Ghiadoni, Agostino Virdis, Stefano Taddei Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università di Pisa The Cardiovascular

Dettagli

Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione

Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione Progresso e tecnologia per la prevenzione dell ictus e la gestione dell ipertensione La 3 a generazione di Microlife Qualità totale Grande innovazione Estrema semplificazione Protocollo BHS: A/A Pazienti

Dettagli

Molte informazioni Insufficienza renale e diabete Maurizio Gallieni

Molte informazioni Insufficienza renale e diabete Maurizio Gallieni Insufficienza renale e diabete Molte informazioni Maurizio Gallieni U.O. Nefrologia e Dialisi A.O. Ospedale San Carlo Borromeo, Milano Medscape 21/9/2012 ASN September 2012 examine the relationship of

Dettagli

STILI DI VITA SANI PER COMBATTERE I FATTORI DI RISCHIO E PREVENIRE LE PATOLOGIE CRONICHE

STILI DI VITA SANI PER COMBATTERE I FATTORI DI RISCHIO E PREVENIRE LE PATOLOGIE CRONICHE INFORMATI E COMPETENTI: PERCORSI PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE Roma, 6 maggio 2010 STILI DI VITA SANI PER COMBATTERE I FATTORI DI RISCHIO E PREVENIRE LE PATOLOGIE CRONICHE Pasquale Strazzullo Dipartimento

Dettagli

sembra una Anche qui sembra questione di sesso: Aspirina e donne

sembra una Anche qui sembra questione di sesso: Aspirina e donne sembra una Anche qui sembra questione di sesso: Aspirina e donne The Women s Health Study Razionale per l uso di bassi dosaggi di aspirina nella prevenzione primaria Nella prevenzione secondaria delle

Dettagli

Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva?

Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva? Prof. Dr. med. Claudio Marone eoc Ospedale San Giovanni, Schweiz Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva? Keywords: ipertensione, automisurazione della

Dettagli

Dia 1 L ipertensione arteriosa è una patologia più frequente nella popolazione diabetica rispetto alla popolazione generale, soprattutto da quando i criteri per definire un iperteso si sono fatti più rigorosi.

Dettagli

LE FRAGILITA DELL ANZIANO FRAGILITA

LE FRAGILITA DELL ANZIANO FRAGILITA LE FRAGILITA DELL ANZIANO Motoria FRAGILITA Cerebro-vascolare Cognitiva Ambientale Metabolica STROKE 80 % ISCHEMICO EMORRAGICO 20 % CORTICALE A. cerebrale ant. A. cerebrale media A. cerebrale post. SOTTOCORTICALE

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

IPERTENSIONE. Dr. Alessandro Bernardini IPERTENSIONE

IPERTENSIONE. Dr. Alessandro Bernardini IPERTENSIONE HOME IPERTENSIONE IPERTENSIONE Dr. Alessandro Bernardini HOME IPERTENSIONE IPERTENSIONE La pressione arteriosa aumenta con l'età nelle società occidentalizzate e l'ipertensione è quindi sostanzialmente

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Problema ipertensione arteriosa:

Problema ipertensione arteriosa: Problema ipertensione arteriosa: E uno dei più rilevanti in ambito socio-sanitario, per vari motivi: *non tanto per gravità di patologia, bensì per *prevalenza in popolazione, *insoddisfacente controllo

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo Telefono Fax E-mail GIULIA GROSSI di nascita 29 AGOSTO 1987 Il/La sottoscritta, consapevole delle sanzioni penali e leggi speciali

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CARLO POMA Dipartimento di Medicina di Laboratorio Struttura complessa di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Primario: Dott. Massimo Franchini Il Centro TAO di Mantova

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

Corneal Cross-Linking Indications

Corneal Cross-Linking Indications Corneal Cross-Linking Indications Aldo Caporossi MD, FRCS Cosimo Mazzotta MD, PhD Stefano Baiocchi MD, PhD Department of Ophthalmology and Neurosurgery Siena University Head: Prof. Aldo Caporossi First

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

Cardiopatia ischemica e fibrillazione atriale: Antiaggreganti e anticoagulanti orali

Cardiopatia ischemica e fibrillazione atriale: Antiaggreganti e anticoagulanti orali Cardiopatia ischemica e fibrillazione atriale: Antiaggreganti e anticoagulanti orali Francesco Di Pede Dipartimento Cardiologico ULSS 10 Portogruaro-San Donà di Piave CIRCA IL 20% DEI PAZIENTI IN FIBRILLAZIONE

Dettagli

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello vietati ai cardiopatici inducono dipendenza pericolosi per il cuore sostanze dopanti sono stati segnalati gravi eventi cardiovascolari, inclusi

Dettagli

La fibrillazione atriale in rosa

La fibrillazione atriale in rosa La fibrillazione atriale in rosa E proprio vero che le donne rischiano l ictus più degli uomini? Paolo Verdecchia, F.A.C.C., F.E.S.C., F.A.H.A. Hospital of Assisi Department of Medicine Via Valentin Müller,

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

Piani terapeutici e dosaggi: la prescrizione dei nuovi farmaci anticoagulanti

Piani terapeutici e dosaggi: la prescrizione dei nuovi farmaci anticoagulanti Piani terapeutici e dosaggi: la prescrizione dei nuovi farmaci anticoagulanti Nicoletta Riva Centro di Ricerca Malattie Tromboemboliche e Terapie Antitrombotiche Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale,

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA Andrea MAGNANO Dirigente Nefrologo UOC Medicina Interna Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro Azienda USL di Parma DEFINIZIONE THE

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Il nuovo approccio diagnostico

Il nuovo approccio diagnostico Il nuovo approccio diagnostico al paziente iperteso Il nuovo approccio diagnostico al paziente iperteso CVM è un software potente e innovativo concepito per una diagnosi esaustiva del paziente iperteso

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE CARDIOVASCOLARI, RESPIRATORIE, NEFROLOGICHE E GERIATRICHE. CURRICULUM DIDATTICO-SCIENTIFICO DEL Prof. F. Ciciarello.

DIPARTIMENTO DI SCIENZE CARDIOVASCOLARI, RESPIRATORIE, NEFROLOGICHE E GERIATRICHE. CURRICULUM DIDATTICO-SCIENTIFICO DEL Prof. F. Ciciarello. DIPARTIMENTO DI SCIENZE CARDIOVASCOLARI, RESPIRATORIE, NEFROLOGICHE E GERIATRICHE. CURRICULUM DIDATTICO-SCIENTIFICO DEL Prof. F. Ciciarello. DATI PERSONALI Nome e Cognome Francesco Ciciarello Luogo e data

Dettagli

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 16 novembre 2012 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI PER PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER

Dettagli

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Nicoletta Telleri Da: La sorveglianza del benessere fetale in travaglio di parto. Linea

Dettagli

Ipertensione. arteriosa. 1. Quando si può porre la diagnosi di ipertensione? Evidence based nursing. Hypertension. 1. When is hypertension diagnosed?

Ipertensione. arteriosa. 1. Quando si può porre la diagnosi di ipertensione? Evidence based nursing. Hypertension. 1. When is hypertension diagnosed? 54 Evidence based nursing N.2/2012 IJN Roberto Manfrini Tratto da NURSINGFAD IPASVI MI-LO-MB Quesiti clinico-assistenziali From NURSINGFAD IPASVI MILO-MB Clinical nursing questions Ipertensione arteriosa

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari?

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Stefano Maria Zuccaro 12 GIUGNO 2015 18 marzo 2014 Cascata dell acido arachidonico CASCATA DELL ACIDO ARACHDONICO Il mismatch

Dettagli

Convegno. 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it

Convegno. 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it Convegno 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it Criteri di appropriatezza clinica, tecnologica e strutturale nell assistenza all anziano La fragilità Niccolò

Dettagli

Una scossa al cuore!

Una scossa al cuore! Una scossa al cuore! Aritmie ad alto rischio: il punto di vista del cardiologo intensivista. Cosa è cambiato in Utic. Dott. Antonio Anastasia Aiuto cardiologo Utic Casa di cura Villa Verde Utic Unità

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Macchine ad Impatto Impact machines

Macchine ad Impatto Impact machines Macchine ad Impatto Impact machines Macchine ad impatto S6 S5 S4 Queste macchine sono idonee per marcare, rivettare, ribadire, cianfrinare, numerare, fustellare, tranciare ecc. ed in tutte quelle operazioni

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE

Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Commissione Regionale del Farmaco (D.G.R. 1540/2006, 2129/2010 e 490/2011) Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE Giugno 2014 EPLERENONE 25 mg 50 mg cpr

Dettagli

Linkage tra Database Sanitari

Linkage tra Database Sanitari Workshop La Drug Utilization attraverso i Database Amministrativi Linkage tra Database Sanitari Valutare il peso delle comorbilità Verificare l effectiveness dei trattamenti Supportare ipotesi di ricerca

Dettagli

La telemedicina a supporto del paziente: nuove prospettive di assistenza sanitaria

La telemedicina a supporto del paziente: nuove prospettive di assistenza sanitaria La telemedicina a supporto del paziente: nuove prospettive di assistenza sanitaria Antonio Nicolucci Dipartimento di Farmacologia Clinica e Epidemiologia Consorzio Mario Negri Sud Santa Maria Imbaro (CH)

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Myerburg RJ, Castellanos A 1980; Task-force on SD of ESC. Eur Heart J 2001; 22: 1374-1450

Myerburg RJ, Castellanos A 1980; Task-force on SD of ESC. Eur Heart J 2001; 22: 1374-1450 Morte naturale, preceduta da improvvisa perdita della conoscenza, che si verifica entro un ora dall inizio dei sintomi, in soggetti con o senza cardiopatia nota preesistente, ma in cui l epoca e la modalità

Dettagli

Milano, 27 novembre 2012

Milano, 27 novembre 2012 WORKSHOP La drugutilizationattraverso i database amministrativi Milano, 27 novembre 2012 GLI ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA IL PROGETTO EPIFARM-ELDERLY ELDERLY AlessandroNobili, Carlotta Franchi, Luca Pasina,

Dettagli

valutazione rischio malattie cardiovascolari

valutazione rischio malattie cardiovascolari Giovanni Liguori n DE arteriogenica veno-occlusiva induratio penis plastica n priapismo n alto flusso basso flusso trauma del pene n valutazione rischio malattie cardiovascolari n necessità approfondimento

Dettagli

TELEMEDICINA E MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE

TELEMEDICINA E MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE ANNO VIII - NUMERO 4-5 - MAGGIO/GIUGNO 4 - Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/3 (conv. in L. 27/2/4 n 46) art. 1, comma 1, DCB (Varese) -, - COPIA OMAGGIO - Contiene I.P.

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

L incidenza della funzione renale nella progressione della malattia aterosclerotica

L incidenza della funzione renale nella progressione della malattia aterosclerotica PROGETTO NAZIONALE - FORMAZIONE ATTIVA CFC 2015 «Dalla macrosimulazione alla clinica» Perugia, 22/24 maggio 2015 L incidenza della funzione renale nella progressione della malattia aterosclerotica Agostino

Dettagli

La terapia farmacologica

La terapia farmacologica La terapia farmacologica Angelo Bianchetti Gruppo di Ricerca Geriatrica, Brescia Dipartimento Medicina e Riabilitazione, Istituto Clinico S.Anna, Brescia Gli outcome del trattamento del delirum Prevenzione

Dettagli

Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale LA GESTIONE DEL MALATO IPERTESO La misurazione della pressione arteriosa. Dott. Arrigo Menozzi MMG

Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale LA GESTIONE DEL MALATO IPERTESO La misurazione della pressione arteriosa. Dott. Arrigo Menozzi MMG Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale LA GESTIONE DEL MALATO IPERTESO La misurazione della pressione arteriosa Dott. Arrigo Menozzi MMG L ipertensione arteriosa rappresenta la più comune patologia

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

Integrazione nell anziano PRO

Integrazione nell anziano PRO Integrazione nell anziano PRO Lorenzo M Donini Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Fisiopatologia Medica, Scienza dell Alimentazione ed Endocrinologia Lorenzomaria.donini@uniroma1.it Definizioni

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE: FLUSSO, RICIRCOLO, MISURA delle PRESSIONI

MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE: FLUSSO, RICIRCOLO, MISURA delle PRESSIONI VI Corso teorico-pratico Nefrologia Interventistica ATTUALITA in TEMA di PROGRAMMAZIONE,CREAZIONE e GESTIONE degli ACCESSI VASCOLARI per EMODIALISI Roma 6 8 maggio 2013 MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE:

Dettagli

CONVEGNO REGIONALE Lo Scompenso Cardiaco nel Veneto

CONVEGNO REGIONALE Lo Scompenso Cardiaco nel Veneto CONVEGNO REGIONALE Lo Scompenso Cardiaco nel Veneto La Gestione Integrata del Paziente con Scompenso Cardiaco: il Medico di MG Mario Roberto Celebrano Mmg - S.I.M.G. Verona Aula Giorgio De Sandre - Ente

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

I TEST FUNZIONALI NELL IPERTENSIONE POLMONARE

I TEST FUNZIONALI NELL IPERTENSIONE POLMONARE SCODITTI CRISTINA Fondazione S.Maugeri, Sede di Cassano delle Murge (BA) Reparto di Pneumologia I TEST FUNZIONALI NELL IPERTENSIONE POLMONARE QUALI TEST FUNZIONALI? PFT DLCO 6 MWT CPET VALORE DIAGNOSTICO

Dettagli

Storia naturale delle malattie infettive!

Storia naturale delle malattie infettive! Storia naturale delle malattie infettive! Fase libera Fase di incubazione Malattia conclamata a)morte b)guarigione c)complicazioni PREVENZIONE PRIMARIA Da poche ore a diversi mesi (PREVENZIONE SECONDARIA?)

Dettagli

Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica

Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica Stress La legislazione Art. 28 del D. Lgs 81/2008 La valutazione dei rischi... Deve riguardare tutti i rischi

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Regressione Logistica

Regressione Logistica Regressione Logistica Esercizio Data set: Nel data set heart.txt (o heart.sav) sono contenute informazioni riguardo 302 pazienti che hanno avuto infarto e 60 che non hanno avuto infarto in uno studio retrospettivo

Dettagli

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano DONATO Giuseppe*, FURNARI Giacomo, ZACCARI Clara ^ *medico di Medicina Generale (MMG) presso ASL RmF-distretto 2, medico referente

Dettagli

ETG Renale è una Tecnica Diagnostica Accreditata presso la SIN

ETG Renale è una Tecnica Diagnostica Accreditata presso la SIN DIAGNOSI ECOGRAFICA NELLE NEFROPATIE VASCOLARI ETG Renale è una Tecnica Diagnostica Accreditata presso la SIN il GSER si occupa di mettere a punto dei criteri condivisi sulla metodologia di indagine, sulla

Dettagli

IL FITNESS METABOLICO

IL FITNESS METABOLICO Esercizio fisico e fattori di rischio cardiovascolari : dalla teoria alla pratica IL FITNESS METABOLICO Dott.ssa C. Baggiore L'esercizio fisico è parte integrante del piano di trattamento del Diabete Mellito.

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri

per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri La cura oltre il paziente : corsi per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri Chi è il caregiver? Un inchiesta tra i familiari Il caregiver E una donna nel 70% dei casi E un figlia/o nel 47% E il coniuge

Dettagli

Lo sviluppo di demenza in pazienti anziani con deficit cognitivo e fibrillazione atriale cronica: ruolo della risposta ventricolare.

Lo sviluppo di demenza in pazienti anziani con deficit cognitivo e fibrillazione atriale cronica: ruolo della risposta ventricolare. 57 Congresso MiCo Milano Convention Center 21/11/2012-24/11/2012 Lo sviluppo di demenza in pazienti anziani con deficit cognitivo e fibrillazione atriale cronica: ruolo della risposta ventricolare. Mastrobuoni

Dettagli

LiDCO System: le ragioni di una scelta

LiDCO System: le ragioni di una scelta Corsi STAT Congresso Nazionale a Corsi (11-13 febbraio 2005) UDINE Italy LiDCO System: le ragioni di una scelta L. Belloni, A. Natale A.O.R.N. SAN SEBASTIANO A.O.R.N. San Sebastiano MISURAZIONE DELLA GITTATA

Dettagli

Reazioni Avverse a Farmaci: come prevederle e prevenirle?

Reazioni Avverse a Farmaci: come prevederle e prevenirle? Reazioni Avverse a Farmaci: come prevederle e prevenirle? Graziano Onder Centro di Medicina dell Invecchiamento Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Reazioni Avverse a Farmaci (ADR) Le reazioni avverse

Dettagli

Le Indicazioni del Cardiologo

Le Indicazioni del Cardiologo . LA SALUTE VIEN DAL MARE Bergeggi, Savona ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE Le Indicazioni del Cardiologo Dott. Paolo Bellotti, Cardiologia, OSP. S. Paolo Savona Genova, 23 gennaio 2009 Il 90% dei pazienti

Dettagli

PAY FOR PERFORMANCE IN AREA ORTOPEDICA: L'IMPATTO NELLA REGIONE LAZIO PER TIPOLOGIA DI OSPEDALE

PAY FOR PERFORMANCE IN AREA ORTOPEDICA: L'IMPATTO NELLA REGIONE LAZIO PER TIPOLOGIA DI OSPEDALE PAY FOR PERFORMANCE IN AREA ORTOPEDICA: L'IMPATTO NELLA REGIONE LAZIO PER TIPOLOGIA DI OSPEDALE Colais P, Pinnarelli L, Perucci CA, Braga M, Davoli M, Fusco D Bari, 29-31 ottobre 2012 Background (1) In

Dettagli

Web 2.0 per guadagnare salute

Web 2.0 per guadagnare salute Web 2.0 per guadagnare salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - La definizione forse più corretta

Dettagli

La salute sessuale e il Medico di Famiglia

La salute sessuale e il Medico di Famiglia La salute sessuale e il Medico di Famiglia Disfunzioni sessuali e Medico di famiglia La sessualità è una parte fondamentale nello sviluppo delle persone La sessualità influenza in maniera sostanziale la

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

Criteri di riconoscimento della sindrome metabolica

Criteri di riconoscimento della sindrome metabolica Criteri di riconoscimento della sindrome metabolica Measuring waist circumference: a practical guide from the NIDDK/NIH Place a tape measure around the bare abdomen, just above the hip bone Be sure

Dettagli

La riabilitazione del paziente anziano depresso

La riabilitazione del paziente anziano depresso 20 Gennaio 2012 Le malattie tipiche della terza e quarta età La riabilitazione del paziente anziano depresso Sara Morghen Outline Introduzione La depressione nel paziente ospedalizzato La depressione in

Dettagli

Obstructive Sleep Apnea Syndrome

Obstructive Sleep Apnea Syndrome OSAS Obstructive Sleep Apnea Syndrome Sintomi Notturni: Sonno interrotto e non ristoratore Reflusso gastro-esofageo Russamento Sintomi Diurni: Emicranie mattutine Alterazioni dell umore Disfunzioni sessuali

Dettagli

Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli

Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli VALUTAZIONE DEL PESO E CONTROLLO DELLA GLICEMIA NEI DIVERSI SOTTOTIPI MOLECOLARI DEL CANCRO DELLA MAMMELLA. Background Negli

Dettagli

FOCUS ON TERAPIA DELL INSUFFICIENZA SURRENALICA: VERSO UNA MIGLIORE QUALITA DELLA VITA. Nuove prospettive terapeutiche: quali vantaggi?

FOCUS ON TERAPIA DELL INSUFFICIENZA SURRENALICA: VERSO UNA MIGLIORE QUALITA DELLA VITA. Nuove prospettive terapeutiche: quali vantaggi? FOCUS ON TERAPIA DELL INSUFFICIENZA SURRENALICA: VERSO UNA MIGLIORE QUALITA DELLA VITA Nuove prospettive terapeutiche: quali vantaggi? Dr. Alberto Falorni Dipartimento di Medicina Interna MISEM Università

Dettagli

Programma di Valutazione Esterna di Qualità. Prof A Gaddi: Paziente con iperlipoproteinemia

Programma di Valutazione Esterna di Qualità. Prof A Gaddi: Paziente con iperlipoproteinemia Programma di Valutazione Esterna di Qualità Prof A Gaddi: Paziente con iperlipoproteinemia In epidemiologia, che cosa vediamo? Eventi Cardiovascolari Diabete tipo 2 Sindrome Metabolica Iperlipidemia familiare

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

FIBRILLAZIONE ATRIALE. FIBRILLAZIONE ATRIALE : cause

FIBRILLAZIONE ATRIALE. FIBRILLAZIONE ATRIALE : cause FIBRILLAZIONE ATRIALE Aritmia di più comune riscontro nella popolazione di età >65 aa Caratterizzata da attivazione completamente irregolare degli atri con contrazione meccanica parziale ed inefficace

Dettagli

La comunicazione con il paziente anziano

La comunicazione con il paziente anziano 29 Aprile 2011 La comunicazione con il paziente anziano Sara Morghen Outline Introduzione Specificità della comunicazione con l anziano Perché comunicare Come comunicare Conclusioni Introduzione La comunicazione

Dettagli

Implementazione strumento interrai- Home Care

Implementazione strumento interrai- Home Care Implementazione strumento interrai- Home Care Francesco Landi Dipartimento di Scienze Gerontologiche-Geriatriche Geriatriche e Fisiatriche Università Cattolica Sacro Cuore - Roma MODELLI INNOVATIVI PER

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

IL DATA MANAGEMENT NELLA PRATICA CLINICA. Dott.ssa Silvia Acquati U.O. di Endocrinologia e Malattie Metaboliche Direttore Dott. M.

IL DATA MANAGEMENT NELLA PRATICA CLINICA. Dott.ssa Silvia Acquati U.O. di Endocrinologia e Malattie Metaboliche Direttore Dott. M. IL DATA MANAGEMENT NELLA PRATICA CLINICA Dott.ssa Silvia Acquati U.O. di Endocrinologia e Malattie Metaboliche Direttore Dott. M. Nizzoli RUOLO DEL COMPENSO GLICEMICO The Diabetes control and complications

Dettagli

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride.

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. 5 12 ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. UN BAMBINO/ONE CHILD Su questo gioco può salire al massimo un bambino.

Dettagli

Ver 2.0 del 15/12/2012. 2010-2012 Tutti I diritti riservati. Vietata la copia e la distribuzione senza permesso.

Ver 2.0 del 15/12/2012. 2010-2012 Tutti I diritti riservati. Vietata la copia e la distribuzione senza permesso. Misuratori della pressione arteriosa con Linee Guida incorporate e Sistema di Telemedicina per tenere sotto controllo il rischio cardiovascolare a domicilio e nelle 24 ore Ver 2.0 del 15/12/2012 2010-2012

Dettagli

La frutta secca, un alternativa alimentare ideale. Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna

La frutta secca, un alternativa alimentare ideale. Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna La frutta secca, un alternativa alimentare ideale Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna Cos è la frutta secca Frutti oleosi (noci, nocciole, mandorle, ecc) (in

Dettagli

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come?

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? R. Albisinni UOC Medicina Infettivologica e dei Trapianti Ospedale Monaldi Seconda Università di Napoli Introduzione La terapia anticoagulante

Dettagli

Longevità in buona salute: c è un gradiente geografico anche in Italia?

Longevità in buona salute: c è un gradiente geografico anche in Italia? Longevità in buona salute: c è un gradiente geografico anche in Italia? Antonia Stazi, Rodolfo Cotichini, Virgilia Toccaceli, Cristina D Ippolito, Rosalba Masciulli Istituto Superiore di Sanità Giuseppe

Dettagli