Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3"

Transcript

1 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca

2 Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (a) Si differenziano sulla base del tipo di finanziamento e di protezione dai rischi relativi alla salute (tipo e grado di copertura) assicurata alla popolazione 1) SISTEMA ASSICURATIVO PRIVATO (SAP) Finanziamento: sottoscrizione privata volontaria di una polizza sanitaria (da parte degli individui, o attraverso i contratti di lavoro, ma non per legge) Protezione dai rischi: differenziata in base alla copertura fornita dalla polizza sottoscritta

3 Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (b) 2) ASSICURAZIONE SOCIALE DI MALATTIA (ASM), O SISTEMA MUTUALISTICO O BISMARCKIANO Finanziamento: contributo obbligatorio sul reddito da lavoro (stabilito per legge) Protezione dai rischi: differenziata in base alla categoria occupazionale o al settore produttivo 3) SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN) Finanziamento: tassazione obbligatoria Protezione dei rischi: universale (a tutti i cittadini) e comprensiva (tutte le prestazioni)

4 Nota bene: abbreviazioni D ora in poi Assicurazioni sociali (di malattia) = ASM Servizio sanitario nazionale = SSN Sistema assicurativo privato = SAP Pil (già usato in precedenza ) = Prodotto interno lordo

5 Forme prevalenti di organizzazione dei sistemi sanitari in Europa 1) Assicurazioni sociali = Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Svizzera (dalla metà degli anni 90), Italia fino al 1978, Grecia, Portogallo e Spagna fino alla metà degli anni 80 2) Servizio sanitario nazionale = Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Grecia, Italia, Portogallo e Spagna 3) Sistema assicurativo privato = USA, Svizzera (fino a metà anni 90)

6 Le tappe dell intervento pubblico in sanità Paesi Legislazione sul mutuo soccorso Assicurazione obbligatoria Servizio sanitario nazionale Tentativi di riforma falliti Gran Bretagna 1793, 1815, 1850, Svezia 1891, 1910, , , 1948 Danimarca Norvegia 1909, Italia , 1946 Spagna 1839, Germania Provvedimenti locali 1883 Austria 1888, 1939 Francia 1834, 1852, , Belgio 1849, Olanda 1929, 1934 Svizzera 1911, , 1920, 1947, 1972, 1986 Fonte: Rielaborazione da Immergut (1992).

7 Evoluzione storica dei sistemi sanitari europei 1) Esiste un gruppo di paesi europei il cui sistema sanitario è sempre stato organizzato secondo il modello delle ASM (Europa continentale = Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda) 2) Vi è poi un secondo gruppo in cui nei primi decenni del secondo dopoguerra è stato creato un SSN (Regno Unito e paesi scandinavi, cioè Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia), in un momento in cui le ASM istituite in precedenza erano sviluppate in modo limitato (N.B. Irlanda associata a questo gruppo di paesi anche se SSN di istituzione recente) 3) Un terzo gruppo di paesi ha prima sviluppato (ampiamente) un sistema di ASM e poi, tra la fine degli anni 70 e gli anni 80, è passato al SSN (Europa mediterranea = Italia, Grecia, Portogallo, Spagna)

8 Estensione della copertura sanitaria nei principali paesi OECD ( ) Paesi 1960 % Germania 85.0 Austria 78.0 Francia 76.3 Belgio 58.0 Olanda 71.0 Svizzera 74.0 Svezia Danimarca 95.0 Norvegia Regno Unito Irlanda 85.0 Italia 87.0 Spagna 54.0 Canada % % % Fonte: rielaborazione da OECD [1995].

9 Il finanziamento del sistema sanitario (a) In generale un sistema sanitario si dice pubblico se la spesa sanitaria pubblica è più elevata di quella privata e si dice privato se la spesa privata è maggiore di quella pubblica Spesa pubblica = è quella spesa finanziata dalla somma delle entrate acquisite mediante tassazione obbligatoria e contributi obbligatori da redditi da lavoro Spesa privata = spesa finanziata dalla somma delle entrate acquisite mediante spesa diretta degli utenti per beni e servizi (out-of-pocket) e polizze assicurative sanitarie private

10 Il finanziamento del sistema sanitario (b) Tutti i sistemi sanitari dei paesi occidentali vedono una prevalenza della spesa pubblica rispetto a quella privata, tranne gli Stati Uniti Tutti i sistemi sanitari usufruiscono di una pluralità di forme di finanziamento (si definiscono quindi sistemi misti sotto questo profilo). Però si differenziano tra loro per la forma prevalente di finanziamento ASM = contributi da reddito da lavoro SSN (eccetto Grecia) = tassazione generale SAP = polizze assicurative private volontarie

11 Il finanziamento del sistema sanitario (c) Nei sistemi ad ASM le assicurazioni sanitarie private hanno una maggiore diffusione rispetto ai paesi con SSN, in funzione integrativa (Francia) o anche sostitutiva rispetto all assistenza pubblica delle casse mutue (Germania, Olanda)

12 Spesa sanitaria totale, pubblica e privata in % sul Pil nei principali paesi OECD Francia Germania Italia Giappone Olanda Spagna Svezia Svizzera Canada Regno Unito Stati Uniti spesa pubblica in % del PIL 2,4 3,2 3,0 1,8 1,3 0,9 3,4 2,0 2,3 3,3 1,3 spesa privata in % del PIL 1,8 1,6 0,6 1,2 2,5 0,6 1,3 1,3 3,1 0,6 4,0 spesa totale in % del PIL 4,2 4,8 3,6 3,0 3,8 1,5 4,7 3,3 5,4 3,9 5,3 spesa pubblica in % del PIL 8,7 8,0 6,7 6,6 * 7,6** 6,1 7,4 6,4 * 7,1 6,9 7,3 spesa privata in % del PIL 2,3 2,4 2,0 1,6 * 1,7** 2,4 1,7 4,4 * 3,0 1,5 8,7 spesa totale in % del PIL 11,0 10,4 8,7 8,1 * 9,8** 8,5 9,1 10,8 * 10,1 8,4 16,0 * = dati ** = stima. Fonte: rielaborazione su OECD Health Database.

13 La spesa sanitaria pubblica e totale (pubblica + privata ) La spesa sanitaria totale è aumentata a ritmi molto elevati fino al 1990 La spesa pubblica per la sanità ha seguito la stessa tendenza: una crescita più rapida fino al 1990 un'evoluzione più moderata dal 1990, in particolare per effetto degli sforzi di contenimento della spesa effettuati in tutti i paesi dal 2000 la spesa pubblica per la sanità sembra aver ritrovato un ritmo di crescita elevato e superiore al Pil in numerosi paesi

14 La spesa sanitaria pubblica e complessiva in alcuni paesi europei in % del Pil Tra parentesi la spesa complessiva - Fonte: rielaborazione su dati Oecd (2009) Francia 5,7 6,6 7,1 8,7 (7,1) (8,6) (9,3) (11,0) Germania 6,8 6,5 8,3 8,0 (8,7) (8,5) (10,6) (10,4) Italia 5,6 6,3 5,9 6,7 (6,9) (7,9) (8,1) (8,7) Regno Unito 5,0 5,0 5,9 7,3 (5,6) (6,0) (7,3) (8,4) Spagna 4,3 5,3 5,3 6,1 (5,4) (6,7) (7,4) (8,5) Svezia 8,4 7,5 7,2 7,4 (9,1) (8,4) (8,4) (9,1)

15 La spesa sanitaria pubblica e complessiva in alcuni paesi europei in % del Pil Tra parentesi la spesa complessiva Fonte: rielaborazione su dati Oecd (2009) Canada 5,3 6,6 6,2 7,1 (7,0) (8,9) (8,8) (10,1) Giappone 4,6 4,6 6,3 6,6* (6,5) (6,0) (7,7) (8,1)* Grecia 3,3 3,5 4,8 5,8 (5,9) (6,6) (7,8) (9,6) Svizzera n.d. 4,3 5,7 6,4** (7,3) (8,2) (10,3) (10,8)** Stati Uniti 3,6 4,7 5,8 7,3 (8,7) (11,9) (13,2) (16,0) *Dato relativo al 2006

16 Percentuale della spesa sanitaria pubblica sul totale della spesa sanitaria Fonte: dati Oecd (2009) Francia 80,1% 76,6% 79,4% 79,0% Germania 78,7 % 76,2% 79,7% 76,9% Italia n.d 79,5% 72,5% 76,5% Regno Unito 89,4% 83,6% 80,9% 81,7% Spagna 79,9% 78,7% 71,6% 71,8% Svezia 92,5% 89,9% 84,9% 81,7%

17 Percentuale della spesa sanitaria pubblica sul totale della spesa sanitaria Fonte: dati Oecd (2009) Canada 75,6% 74,5% 70,4% 70,0% Giappone 71,3% 77,6% 81,3% 81,3%* Grecia 55,6% 53,7% 60,9% 60,3% Svizzera n.d. 52,4% 55,6% 59,3%** Stati Uniti 41,2% 39,4% 43,7% 45,4% *Dato relativo al 2006 **Stima

18 N.B.: paesi inseriti nelle seconde parti delle tabelle sulla spesa Giappone = sistema sanitario organizzato in modo assimilabile alle ASM Canada = SSN Stati Uniti = SAP Grecia e Svizzera = casi atipici, intermedi rispettivamente, il primo tra ASM e SSN, e il secondo tra SAP e ASM

19 I casi atipici 1) Grecia L istituzione del SSN (1983) non ha eliminato ma si è sovrapposta alle ASM. Il SSN ha funzione soprattutto integrativa (fornisce assistenza sanitaria a chi non ha l ASM) Fonti di finanziamento: out-of-pocket = oltre 36% spesa complessiva; contributi obbligatori sul reddito da lavoro = 34%; tassazione generale = solo 27% Percentuale di spesa sanitaria pubblica molto bassa, seppure in crescita (60,3% nel 2007)

20 I casi atipici 2) Svizzera Fino al 1996, sottoscrizione assicurazione sanitaria solo volontaria (quindi: SAP) : approvazione legge per assicurazione sanitaria obbligatoria, che i cittadini possono iscriversi presso una cassa mutua non profit o una compagnia assicurativa privata (passaggio a ASM) Il sistema sanitario svizzero resta tra i più dispendiosi in termini di risorse (spesa sanitaria totale nel 2007 = 10,8% del Pil, era oltre l 11% nel periodo ) La percentuale di spesa sanitaria pubblica resta molto bassa (59,3% del totale)

21 Spesa pubblica, privata e totale nei 3 modelli di sistemi sanitari Sotto il profilo della spesa pubblica, privata e totale possiamo distinguere in Europa tra paesi che adottano il modello delle ASM (Austria, Francia, Germania, Belgio, Olanda, Giappone) il SSN, istituito nei primi decenni del dopoguerra (Regno Unito e paesi scandinavi) Il SSN, istituito in epoca più recente (Italia e paesi mediterranei, Canada)

22 La spesa totale La spesa sanitaria totale è maggiore nei paesi con le ASM rispetto ai paesi dotati di SSN Nel 2006 (dati Toth) media ASM = 9,9% del Pil media SSN di recente istituzione (recenti) = 9,3% del Pil media SSN di vecchia istituzione (consolidati) = 8,7% del Pil N.B. nel 2007 USA = 16,0 % del Pil; Svizzera = 10,8 % del Pil

23 La spesa pubblica La percentuale di spesa pubblica sul totale della spesa sanitaria è maggiore nei paesi dotati di SSN più consolidato, rispetto a quelli con SSN di istituzione più recente e ai paesi con ASM Nel 2007 (dati Oecd) Paesi con SSN più consolidato = spesa pubblica tra 74-75% (Finlandia) e l 81-82% del totale (Regno Unito e Svezia) Paesi con SSN più recente (tranne Grecia) = spesa pubblica tra il 70% (Canada) o il 71-72% (Portogallo e Spagna) e il 76-77% del totale (Italia) Paesi con ASM = spesa pubblica tra 70% (Belgio) e il 79% del totale (Francia), con il Giappone all 81,3%

24 La spesa sanitaria in Italia (a) In Italia la spesa sanitaria totale appare in linea con quella degli altri paesi europei, quella pubblica addirittura assai contenuta Tra il 1990 e il 2000 la spesa totale rimane quasi invariata, ma la spesa pubblica decresce in termini di % del Pil, per effetto delle politiche di contenimento messe in atto dopo il 1992 Tra il 1990 e il 2000 vi è un effetto di sostituzione con la spesa privata Dopo il 2000 si assiste ad un recupero della spesa pubblica, che riprende a crescere considerevolmente

25 La spesa sanitaria in Italia (b) La percentuale di spesa pubblica sulla spesa complessiva è sempre stata inferiore a quella dei SSN più tradizionali (Regno Unito e Nord Europa) Nell ambito della spesa privata, la componente out-ofpocket è predominante rispetto a quella derivante da polizze assicurative private (nel 2006 spesa privata = 22,6%, di cui 20,2% out of pocket e 2,4% da assicurazioni private)

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa www.unil.ch/share Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa Cosa accadrà in futuro? Il passo successivo dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa sarà completare la base dati già

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Chiara Saraceno Università di Torino Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo 1. Modelli

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

Rapporto di ricerca Il lavoro part-time. Italia e Lombardia nel contesto europeo

Rapporto di ricerca Il lavoro part-time. Italia e Lombardia nel contesto europeo Progetto FSE Obiettivo 3 Misura E1 Rapporto di ricerca Il lavoro part-time. Italia e Lombardia nel contesto europeo Istituto per la Ricerca Sociale Unioncamere Lombardia Centro di Iniziativa Europea 30

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Breve storia della Cooperazione allo Sviluppo in Italia

Breve storia della Cooperazione allo Sviluppo in Italia Breve storia della Cooperazione allo Sviluppo in Italia L Italia entra nel settore della cooperazione allo sviluppo fondamentalmente per due fattori: le pressioni internazionali e i legami coloniali. L

Dettagli

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni Premessa Il senso comune suggerisce che i figli non hanno prezzo ma l esperienza insegna che per farli diventare grandi e sperabilmente autonomi,

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti una valutazione comparata della gestione dei rifiuti Parte una valutazione comparata della gestione dei rifiuti La Commissione europea nell Aprile del 01 ha presentato gli esiti di una ricerca eseguita

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Catalogo PDE2542TCIT-ca ATTENZIONE LA SCELTA OPPURE L UTILIZZO ERRATI DEI PRODOTTI E/O SISTEMI IVI DESCRITTI OPPURE DEGLI ARTICOLI CORRELATI POSSONO

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

CEATL. Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires www.ceatl.eu. Redditi comparati dei traduttori letterari in Europa

CEATL. Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires www.ceatl.eu. Redditi comparati dei traduttori letterari in Europa CEATL Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires www.ceatl.eu Redditi comparati dei traduttori letterari in Europa Holger Fock, Martin de Haan, Alena Lhotová, CEATL, Bruxelles 2007/2008

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

Vivere e lavorare in Italia

Vivere e lavorare in Italia Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali EURES - Italia Vivere e lavorare in Italia Una breve guida per cittadini EU interessati a trasferirsi in Italia Marzo 2010 VIVERE E LAVORARE IN ITALIA L Italia

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE SUL LAVORO SOMMERSO

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE SUL LAVORO SOMMERSO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, COM (98) - 219 COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE SUL LAVORO SOMMERSO Indice 1. INTRODUZIONE 4 2. ANALISI DEL MERCATO DEL LAVORO SOMMERSO 4 2.1. Definizione del lavoro sommerso

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Capitolo 3. Confronto con altri paesi

Capitolo 3. Confronto con altri paesi Capitolo 3 Confronto con altri paesi Indice Sintesi introduttiva... 215 Tavola 3.1 Quadro di sintesi (anno 2006)... 216 Organizzazione... 217 Tavola 3.2 Sede centrale: strutture dirigenziali di primo

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento Per I Trasporti Terrestri E Per I Sistemi Informativi E Statistici Ufficio di Coordinamento per la Lombardia Circolare interna n. 1 Milano 18/04/2004

Dettagli

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE Sintesi comparativa Rapporto 103 ETUI-REHS RESEARCH Department La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non

Dettagli

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 10 Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti Un nuovo quadro comparativo della povertà infantile in alcuni paesi a reddito medio-alto La Innocenti

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti

Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti 4 CAPITOLO 4 DISUGUAGLIANZE, EQUITÀ E SERVIZI AI CITTADINI Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti paesi avanzati, ivi compresa l Italia. Peraltro, per i 27 membri dell Unione Europea

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori

Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori Febbraio 2011 Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori Sintesi e Raccomandazioni Per il testo integrale del rapporto si rimanda a: www.epsu.org/a/7431 A cura di Jane Lethbridge, PSIRU

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane

La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane Roma, luglio 2010 La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane a cura di Giorgio Sirilli LA PRODUZIONE E LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

LE CONDIZIONI DI POVERTÀ TRA LE MADRI IN ITALIA

LE CONDIZIONI DI POVERTÀ TRA LE MADRI IN ITALIA Save the Children è la più grande organizzazione internazionale indipendente che lavora per migliorare concretamente la vita dei bambini in Italia e nel mondo. Esiste dal 1919 e opera in oltre 120 paesi

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Come cambia la cura dell infanzia

Come cambia la cura dell infanzia UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 8 Come cambia la cura dell infanzia Un quadro comparativo dei servizi educativi e della cura per la prima infanzia nei paesi economicamente avanzati La presente

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL Tre strati, triplice vantaggio SICUREZZA SUPERIORE Tutti i nostri fili guida in nitinol, con corpo standard o stiff, sono dotati di una punta flessibile di sicurezza che protegge

Dettagli

Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita?

Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita? Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita? Mauro Caselli 1 Paolo Falco 2 1 School of Economics Australian School of Business The University of New South Wales m.caselli@unsw.edu.au

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Il mercato del lavoro danese

Il mercato del lavoro danese 1 AMBASCIATA D ITALIA COPENAGHEN Il mercato del lavoro danese Il modello della Flexicurity Composto dalle parole inglesi flexibility e security, il termine coniuga il concetto della facilità con cui le

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

Figli della recessione

Figli della recessione UNICEF Innocenti Report Card 12 La condizione dell'infanzia nei paesi ricchi Figli della recessione L'impatto della crisi economica sul benessere dei bambini nei paesi ricchi La Innocenti Report Card 12

Dettagli

Servizi domiciliari e residenziali per gli anziani non autosufficienti in Europa

Servizi domiciliari e residenziali per gli anziani non autosufficienti in Europa Servizi domiciliari e residenziali per gli anziani non autosufficienti in Europa Franco Pesaresi 1, Cristiano Gori 2 1. Introduzione Nel 2030 gli anziani (con 65 anni e più) costituiranno un quarto della

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

L empowerment nei progetti di inclusione sociale

L empowerment nei progetti di inclusione sociale IV Convegno Nazionale di Psicologia di Comunità Psicologia per la politica e l empowerment individuale e sociale. Dalla teoria alla pratica L empowerment nei progetti di inclusione sociale di P. Andreani,

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli