FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA Indice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA 2011. Indice"

Transcript

1

2 FU ISK AAGT I SAITA 2011 Indice CGI ISTITUZIALI Innovazione e sicurezza nei percorsi territorio-ospedale-territorio... pag. 9 La nuova organizzazione nelle cure primarie... Come ristrutturare e costruire nuovi ospedali ipensare l ospedale fra compatibilità innovazione e rapporto con il territorio istrutturazione aziendale e salute... I costi della obesità Sicurezza nella riabilitazione Innovazione e sicurezza nei dispositivi medici... Fattore umano ed ergonomia per la sicurezza del paziente... ischio da farmaci in ospedale e sul territorio. sperienze regionali a confronto spedale territorio, innovazione e sicurezza in sanità... I professionisti sanitari e i gestori di sistema: quale formazione per le sfide del futuro... pportunità e rischi nella chirugia robotica... Parto sicuro percorso donna... La medicina telematica per l assistenza domiciliare... Progetti europei di telemedicina... Il paradigma rischio-beneficio nella prevenzione cardiovascolare... La farmacia dei servizi: dalla convenzione nazionale agli accordi regionali... uone pratiche e trasferibilità... L istituto della mediazione e nuovi strumenti di gestione del contenzioso... Sicurezza in sala operatoria, II assemblea nazionale degli ospedali... Sicurezza in sala operatoria, II assemblea nazionale degli ospedali... Le sfide sanitarie poste dalle migrazioni: diffondere le buone pratiche... Sicurezza e sanità nella rete dei trapianti... Sicurezza e prevenzione - Convegno IAIL... Innovazioni in sanità uove partnership tra pubblico e privato... La gestione delle malattie croniche... adioprotezione sicurezza e radiazioni ionizzanti... etodologie per la gestione del rischio clinico... etodologie per la gestione del rischio clinico... Congresso azionale SIT... Congresso azionale SIT... Federalismo: spesa sanitaria, costi standard e standard organizzativi... Federalismo: risorse, costi standard e standard organizzativi... La comunicazione in sanità... edicina narrativa... ischio uso macchinari e complicazioni in estetica... AFT

3 FU ISK AAGT I SAITA 2011 Convegno servizi... L innovazione e la ricerca in sanità: fattori di sviluppo. Il ruolo dell impresa... I prodotti naturali: collocazione normativa, sicurezza ed effetti... I prodotti naturali: quali prove di efficacia?... Programmi del inistero della Salute su sicurezza e qualità delle cure... Studio dell incidenza degli eventi avversi negli ospedali del SS... Congresso SIT... Congresso SIT... AA IAZI ITGAZI Una innovazione necessaria, una integrazione possibile... alle esperienze ai nuovi modelli di integrazione anno europeo del volontariato... Un patto di solidarietà per la tutela della non-atuosufficienza dell anziano... FA FU Simulazione e gestione del rischio clinico: dal simulatore ai contesti reali... Simulazione e gestione del rischio clinico: dal simulatore ai contesti reali... Il ruolo della simulazione nelle maxiemergenze: la Crush Syndrome... ebriefing sulla simulazione della Crush Syndrome... Conferenza multidisciplinare... Gestione del rischio in Chirurgia mini-invasiva Urologica AA SIULAZI TIG PIT Spazio d Autore - L angolo del libro a cura della Provincia di Arezzo Spazio d Autore - L angolo del libro a cura della Provincia di Arezzo... erso nuovi modelli di economia: microcredito e ruolo del volontariato... La figura professionale dell assistente sociale fra innovazione e domiciliarità... La progettualità dell IPAP: esperienze a confronto... uove opportunità riabilitative: pet therapy, clown therapy e musicoterapia... pag AFT

4 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C Convegni Istituzionali novembre " Innovazione e sicurezza nei percorsi territorio - ospedale - territorio " da pagina 7 a pagina 52 AFT 7

5 8 AFT

6 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C re 8.30 re Innovazione e sicurezza nei percorsi territorio - ospedale - territorio egistrazione partecipanti Inaugurazione forum Presiedono onica ettoni G Istituto Superiore Sanità asco Giannotti Presidente Fondazione Sicurezza in Sanità Saluti delle autorità Giuseppe Fanfani oberto asai Sindaco di Arezzo Presidente Provincia di Arezzo Intervengono Ferruccio Fazio inistro della Salute aniela Scaramuccia nrico Garaci enato alduzzi Assessore iritto alla Salute egione Toscana Presidente Istituto Superiore Sanità Presidente Age.a.S. SALA ASAI 22 A T LTTU AGISTALI Salute e sanità a 150 anni dall Unità d Italia. Più vicini o più lontani? Giuseppe Costa Università di Torino Le malattie emergenti nell epoca della globalizzazione Ilaria Capua Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle enezie eurosurgical Simulation: the future is now olando el aestro irector rain Tumour esearch Centre ontreal Hospital AFT 9

7 22 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA ASAI re La nuova organizzazione nelle cure primarie Assemblea azionale FIG Coordinano Giacomo ilillo Segretario Generale azionale FIG Angela Panuccio inistero della Salute Apertura Il nuovo provvedimento per la organizzazione delle cure primarie Giacomo ilillo Segretario Generale azionale FIG Stefano Zingoni Presidente azionale FIG odelli ed esperienze a confronto [odello egione Toscana] ittorio oscherini Segretario FIG Toscana [sperienza dell Accordo aziendale di Arezzo] ranka ujovic S AUSL 8 Arezzo ario Grisillo Segretario FIG Arezzo [CG e modello egione Lombardia] Giancarlo Fontana egione Lombardia [I nuovi servizi per migliorare e semplificare l esperienza dei pazienti] enato otti spedale San affaele del onte Tabor ilano [odello egione eneto] enato ubin [odello egione milia omagna] Antonio rambilla [odello egione Sicilia] Giuseppe oto egione eneto egione milia-omagna egione Siciliana Tavola rotonda Conclusiva Coordina Partecipano Giacomo ilillo omenico antoan aniela Scaramuccia Carlo Lusenti Carlo Lucchina aurizio Guizzardi Segretario Generale azionale FIG Segretario egionale per la Sanità egione eneto Assessore iritto alla Salute egione Toscana Assessore Politiche per la Salute egione milia-omagna irettore Assessorato Sanità egione Lombardia irettore Assessorato della Salute egione Siciliana 10 AFT

8 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA PTACA re 9.00 Come ristrutturare e costruire nuovi ospedali In partnership con AIIC - SIAIS Coordinano Paola Freda Presidente AIIC Andrea annucci S illa agionieri Firenze Introducono [etodi e strumenti per un progetto innovativo di ospedale] Amelia utti ucleo alutazione Investimenti Age.a.S. [L ospedale moderno e il ruolo delle tecnologie] Federico Golla A Siemens sperienze in atto [Il progetto Città della Salute Torino] Claudio Zanon Commissario ASS Piemonte [La valorizzazione dei quattro ospedali toscani] Francesco ellomo Coordinatore Sanitario Progetti nuovi ospedali Giorgio Almansi irigente egione Toscana [Il nuovo spedale di Santorso] Antonio Canini egione eneto [Innovazione e tendenze a livello internazionale] Tiziano inini Presidente inini Partners 22 A T Intervengono [Sicurezza nei percorsi sanitari] aniela Pedrini Presidente SIAIS [La riconversione di una struttura sanitaria] arcello Fiorenza AUSL ieti [L ospedale verde] aniele Giorni AUSL 8 Arezzo HTA ed innovazione tecnologica Tavola rotonda Coordina Luigi acchitella irettore ICT Partecipano Antonio artino leno ondi TS Group Alliance C CPL Concordia Techint AFT 11

9 22 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA PTACA re ipensare l ospedale fra compatibilità innovazione e rapporto con il territorio In partnership con FIAS FSAITÀ Coordinano Francesco evere inistero della Salute nrico esideri G AUSL 8 Arezzo Apertura Giovanni issoni Contributi di Francesco Taroni Fulvio oirano Giovanni onchiero Angelo Lino del Favero ibattito con interventi di Amedeo ianco Annalisa Silvestro Tiziano Carradori Giacomo ilillo Costantino Troise Franco ossi Chiara Gherardeschi Giovanna Ghirlanda ario Lombardo Flori egrassi Giuseppe Ligato Presidente spedale di ontecatone Università di ologna irettore Age.a.S. Presidente FIAS Presidente FSAITÀ Presidente FCe Presidente Federazione azionale Collegi IPASI G AUSL avenna Segretario Generale azionale FIG Segretario azionale AAA Coordinatore SISAC egione Toscana egione eneto egione Piemonte S A..U. Le Scotte Siena G AUSL 2 Perugia Concludono Giovanni issoni Francesco evere Presidente spedale di ontecatone G Programmazione Sanitaria inistero della Salute 12 AFT

10 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA I re istrutturazione aziendale e salute A cura di FIAS Coordina Lorenzo Terranova irettore FIAS Intervengono [La ristrutturazione aziendale e salute: il rapporto HIS] Sebastiano agnara Coordinatore HIS Italia [La ristrutturazione aziendale e salute: il caso della sanità] arco irabile icercatore IAIL [Il caso dell ospedale della ersilia] Giancarlo Sassoli Interventi preordinati Franco Carnevale Sebastiano Calleri Cinzia Frascheri Gabriella Galli oberto Centazzo Sergio Iavicoli G AUSL 12 iareggio Presidente Fondazione Giovanni ichelucci CGIL CISL UIL CA irettore ipartimento edicina del Lavoro IAIL 22 A T Conclude Gianfranco Simoncini Assessore Attività Produttive, Lavoro e Formazione, egione Toscana re AFT 13

11 22 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA I re Tavola rotonda I costi della obesità A cura Istituto Superiore di Sanità Coordina anieri Guerra Addetto Scientifico Ambasciata d Italia a Washington Partecipano nrico Garaci Presidente Istituto Superiore di Sanità A T 14 AFT

12 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA LIPPI re 9.00 Sicurezza nella riabilitazione In partnership con SIF Coordinano omenico antoan Segretario egionale per la Sanità egione eneto Anna Paola Santaroni G Centro iabilitazione Terranuova racciolini Apertura [Le linee guida del inistero della Salute] assimo Fini irettore Scientifico ICCS San affaele la Pisana Intervengono incenzo Saraceni Giovanni Zotta [Il Quadro di riferimento internazionale] Alessandro Giustini Tavola rotonda Presidente SIF Consigliere Corte dei Conti Presidente SP Applicazione delle linee guida nelle regioni Coordina incenzo Saraceni Presidente SIF Partecipano 22 A T Andrea aldi Federico Posteraro Giovanna eretta Gaspare Crimi egione milia omagna egione Toscana egione Lombardia egione eneto L opinione delle società scientifiche e degli esperti Tavola otonda Coordina Paolo Zolo AUSL 8 Arezzo Partecipano Antonio ortone Tiziana ossetto lisa Papino dda Samory Giuseppe Palma Augusto Cavina Giampiero Lapini Lucia enzi Presidente azionale Associazione Italiana Fisioterapisti Presidente azionale Federazione Logopedisti Italiana Presidente azionale Ass. Italiana Terapisti ccupazionali Presidente azionale rdine azionale Assistenti Sociali Presidente azionale rdine azionale Psicologi G di ontecatone I Istituto iabilitazione adre della ivina Provvidenza Arezzo AUSL 8 Arezzo AFT 15

13 22 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA LIPPI re Innovazione e sicurezza nei dispositivi medici Assobiomedica a confronto con inistero della Salute e egioni Coordinano Stefano imondi Presidente Assobiomedica arcella arletta G Farmaci e ispositivi edici inistero della Salute [egolamento dei flussi] Fernanda Gellona [Sperimentazione clinica] Ugo rtelli [uovo regolamento per le autorizzazioni] Luigi oggio [Pubblicità e informazione] Paola Alessandro [Un esempio di informazione qualificata] Gianni esseri G Assobiomedica icepresidente Assobiomedica Presidente Assobiomedicali - Assobiomedica inistero della Salute SIIC [onitoraggio delle infezioni ospedaliere] Giuseppe Ippolito irettore Scientifico Spallanzani oma avide Perego Assobiomedica [Sicurezza dei dispositivi medici nei diversi contesti] Leo Traldi AIIC [alutazione della performance funzionale delle tecnologie biomediche] Sergio ossolini STA SU-ST A confronto con arcella arletta Loredano Giorni uilia artellucci auro onin G Farmaci e ispositivi edici inistero della Salute egione Toscana egione Siciliana egione eneto 16 AFT

14 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA GUI AC re 9.00 Fattore umano ed ergonomia per la sicurezza del paziente Professionisti e cittadini per la sicurezza del paziente. Il contributo italiano al congresso internazionale HPS 2011 viedo Coordinano Sebastiano agnara Steering Committee HPS Francesca Tosi Presidente SI [Studio prospettico di un metodo di conteggio delle garze utilizzando un sistema di lettura L] Angelo Chiappetta, (Altri Autori: Angela rtolani) 2 ULSS 4 Schio-icenza, Cen. It. di rgonomia Pisa [L esperienza del gruppo Accademia del Cittadino] afne ossi Portavoce Gruppo Accademia del Cittadino egione Toscana [Il ruolo dei cittadini] Amelia itiello Presidente Comitato azionale contro la eningite [La riorganizzazione del dipartimento chirurgico secondo il modello ad intensità di cura] addalena Quintili, (Altri Autori: Patrizia Chierchini, aria escia, Giorgio Pasquini, Giancarlo Cannella, Umbertina Tomassetti, Alessandra Petrarolo, Cesira Fazi, Carmine Piesco) Asl [Il ruolo dell organizzazione nelle cure cardiovascolari: uno studio a campione nella popolazione maschile in Giappone] Giulio Arcangeli, (Altri Autori: Gabriele Giorgi, incenzo Cupelli, ikayo Ando, Claudia Ferrero) Università uropea di oma, Università di Firenze, kayama University, Japan 22 A T [alattie rare e siti web delle associazioni dei pazienti: luoghi affettivi virtuali per uno scambio comunicativo bidirezionale] aria Cristina Caratozzolo, (Altri Autori: nrica archigiani, ronzo Parlangeli, argherita racci) Università di Siena [Soluzioni e-health per la gestione del rischio clinico: metodologia ed applicazione delle Clinical isk Control ules (CC)] Francesco Lorenzi, (Altri Autori: Stefano Arici, Sally Atkinson, ike Pinkerton, Paolo Trucco) Politecnico di ilano, 3otherham HS Foundation Trust, egno Unito [Prevenzione rischio in psichiatria], egione eneto [ ] onatella iviani esp. ip. ICT STA SU-ST AFT 17

15 22 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA GUI AC re ischio da farmaci in ospedale e sul territorio. sperienze regionali a confronto A cura della egione milia-omagna Coordina Stefania odella Agenzia Sanitaria e Sociale egionale milia-omagna [Inquadramento concettuale del tema] Luisa artelli, Stefania odella Agenzia Sanitaria e Sociale egionale milia-omagna [L esperienza della egione milia-omagna: stato dell arte] ster Sapigni ir. Gen. Sanità e Politiche Sociali egione milia-omagna ttavio icastro Agenzia Sanitaria e Sociale egionale milia-omagna [ischio da farmaci: l esperienza di una grande Azienda spedaliero-universitaria] Gaetano Privitera, Simona Frangioni Azienda.U. Pisana [azionalizzazione farmaci in sala operatoria, centralizzazione preparazione chemioterapia e elastomeri in farmacia: l esperienza AeSS] arco apellino A..U. San Giovanni attista Torino [Linearità Accuratezza Sensibilizzazione Accreditamento (non solo Look Alike Sound Alike)] ita Cursano, Patrizio Piacentini A.. San Carlo ilano [Sistemi esperti a supporto della prescrizione farmacologica] Adriano arcolongo G ULSS18 ovigo [Gli eventi avversi da farmaci nelle SA: l esperienza della egione Liguria] Anna anchero AS Liguria [L intervento multifase della AUSL di Parma sulla Inappropriatezza Prescrittiva dei G nel paziente anziano: implicazioni per la riduzione del ischio Clunico da farmaci nel territorio] Giovanna egri irigente Servizio Farmaceutico AUSL Parma Stefano el Canale G eferente Progetti di icerca Jefferson AUSL Parma [Certificazioni di qualità del processo di gestione del bene farmaceutico in oncologia] osalba arone ipartimento Tutela della Salute egione Calabria [Il pronto soccorso come osservatorio privilegiato degli eventi avversi evitabili da farmaci in pazienti domiciliari] Giuseppe ighi irettore ff S.C. Qualità e Sicurezza Clinica 18 AFT

16 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA ASAI re 9.00 spedale territorio, innovazione e sicurezza in sanità A cura di IPASI Coordinano arcello ozzi Presidente Collegio Provinciale IPASI Ancona Ciro Carbone Presidente Collegio Provinciale IPASI apoli Apertura [spedale, territorio: un incontro complesso] Annalisa Silvestro Presidente Federazione azionale Collegi IPASI Intervengono [L evoluzione epidemiologica: le caratterizzazioni del sistema e la risposta] Gavino aciocco Professore Università di Firenze Franco allicella Tesoriere Fondazione azionale Collegi IPASI [Territorio spedale Territorio: obiettivi, progetti, percorsi] Giovanni ecattini AUSL 7 Siena arta Fontani A..U. Le Scotte Siena [Le cure primarie e la cronicità: il sistema, l integrazione e la responsabilità professionale] avid Coletta irigente spedale di Continuità AUSL 11 mpoli assimo artelloni edico Legale AUSL 2 Lucca Antonio Gant Infermiere irigente AUSL 10 Firenze [I nuovi bisogni, la sostenibilità del sistema e la ridefinizione delle competenze] Simona ei S AUSL 5 Pisa 23 C L [La ricerca e le sperimentazioni nel sistema salute] Annamaria Ferraresi AUSL Ferrara [La riforma delle professioni sanitarie: lo stato dell arte] Giovanni Leonardi G isorse Umane inistero della Salute Conclude Annalisa Silvestro Presidente Federazione azionale Collegi IPASI AFT 19

17 23 C L FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA ASAI re Tavola rotonda I professionisti sanitari e i gestori di sistema: quale formazione per le sfide del futuro Coordinano Saverio Proia inistero della Salute italiano e Salasar G Istituto azionale Lazzaro Spallanzani Partecipano aria Linetti Amedeo ianco Gennaro occo anilo assai aniele Livon arbara angiacavalli Age.a.S. Presidente FCe ice Presidente Federazione azionale Collegi IPASI irettore ipartimento Agenzia per la Formazione AUSL 11 mpoli G IU Segretaria Federazione azionale Collegi IPASI -learning valutazione outcome e metodologie innovative per la formazione: un progetto di ricerca A cura di Gutenberg, IPASI, Fondazione Sicurezza in Sanità Introduce asco Giannotti Presidente Fondazione per la Sicurezza in Sanità Intervengono Tommaso ellandi, Ambra Amerini, Anja Gepponi, Federica Amorevoli 20 AFT

18 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA PTACA re 9.00 pportunità e rischi nella chirurgia robotica In partnership con SIC Coordina Francesco evere G Programmazione Sanitaria inistero della Salute SIC Introduce [La robotica in Italia ] ugenio Santoro icepresidente Consiglio Superiore di Sanità Comunicazioni [Il obot a inci] nrico izza IF oma [iotecnologie ed innovazioni tecnologiche in chirurgia ortopedica] Giuliano Cerulli icola s Foundation Arezzo [siti clinici della chirurgia obotica: la parola agli Specialisti] Tavola rotonda Coordinano nrico esideri G AUSL 8 Arezzo Giulio aira Professore eurochirurgia Università Cattolica Partecipano I chirurghi Fabio Sbrana Primario Chirurgia spedale Arezzo Luciano Casciola Primario Chirurgia spedale Spoleto Gli urologi ito Pansadoro Pres. Soc. Ital. Urologia oma ttavio de Cobelli I... ilano I ginecologi ito Cela Università di Pisa omenico itobello Humanitas ilano Gli otorini arco enazzo Università di Pavia I cardiochirurghi Franca elfi A..U. Pisana 23 C L [Il prezzo del progresso: obotica ed alta tecnologia. La parola ai anager] Tavola rotonda Coordinano ugenio Santoro ice Presidente Consiglio Superiore di Sanità Luigi lia Sub Commissario Sanità egione Calabria Partecipano nrico esideri G AUSL 8 Arezzo Antonio Giordano G spedale Cotugno apoli Stefano Cencetti G A..U. Policlinico di odena Giuseppe Turchetti Professore Scuola Superiore Sant Anna Conclusioni ugenio Santoro Francesco evere icepresidente Consiglio Superiore di Sanità G Programmazione Sanitaria inistero della Salute AFT 21

19 23 C L FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA PTACA re Parto sicuro percorso donna In partnership con AGI Coordinano Alessandro Ghirardini inistero della Salute Giuseppe ttore Segretario AGI egione Siciliana ito Trojano Presidente azionale AGI Intervengono [Intesa Stato-egioni del 16/12/2010 sul percorso nascita] Sara Terenzi inistero della Salute [Linee guida per il parto sicuro] Istituto Superiore di Sanità [Implementazione a livello regionale dell Intesa, con riferimento alle isole minori] Giuseppe ttore Segretario AGI egione Siciliana [Indicatori per l implementazione: esperienza nella egione eneto] Gianfranco Jorizzo egione eneto [Criteri di qualità, efficienza, e sostenibilità: il punto di vista del neonatologo] inaldo Zanini irettore ipartimento aterno Infantile A.. Lecco [peratori sanitari e strutture sanitarie: ruoli e responsabilità] Carmine Gigli Presidente FS [Clinical Competence per il parto sicuro] osario Canino irettore Presidio spedaliero i glio Po Cremona [L stetrica in autonomia e nel team per la sicurezza] A. archi [Partorire senza dolore] Claudia ecine affaele e Gaudio AUSL 8 Arezzo irettore Unità perativa AU Careggi [Partorire senza stress] Julie onapace AFT

20 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA I re 9.00 La medicina telematica per l assistenza domiciliare In partnership con SIT Coordinano Gianfranco Gensini Presidente SIT ossana Ugenti inistero della Salute Intervengono [L esperienza di Arezzo e della Toscana] ranka ujovic S AUSL 8 Arezzo ario Grisillo AUSL 8 Arezzo [Il CG: l esperienza della Lombardia] Giancarlo Fontana ip. Prog. egione Lombardia [La deospedalizzazione protetta: l esperienza del Piemonte] Claudio Zanon Commissario AeSS Piemonte [Telemedicina e omotica] Fabrizia Lattanzio ICA Ancona [L esperienza della Puglia] Giorgio Aquilino AS Puglia [omiciliarità assistita: il farmaco infusivo] Filomena ini ASP Lazio [L esperienza della egione Siciliana] Salvatore rugaletta ASP agusa [Il Know how dell Istituto Superiore di Sanità] elio acellari Istituto Superiore di Sanità [Telemonitoraggio pazienti cronici] [La continuità assistenziale: un progetto pilota] Alfredo Zuppiroli AUSL 10 Firenze [Alimentazione artificiale a domicilio] manuele Ceccherini AUSL 8 Arezzo [uolo delle società di servizio nell assistenza domiciliare e nell utilizzo della tecnologia anche in remoto] Crescenzo Simone Presidente Ancom 23 C L La Parola alle Imprese [Il progetto omino] Fabio Faltoni TS Group [Il sistema Informatico Socio-Sanitario della egione Lombardia: aggiornamenti ed evoluzioni] icola Contardi Lombardia Informatica [Le tecnologie applicate al progetto CG] Andrea ason Telbios [Il progetto Home octor] Andrea Costa Telecom edtronic Interventi conclusivi Pier Carlo Ghiselli ossana Ugenti AUSL 8 Arezzo inistero della Salute AFT 23

21 23 C L FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA I re Progetti europei di telemedicina Coordinano aria Carla Gilardi inistero della Salute Sergio Pillon icepresidente SIT [Presentazione progetti selezionati] [WHL Web ased Health rganization Learning nvironment ] Antonio rambilla egione milia-omagna [epss Smart pen Services for uropean Patients ] [ALIAS Alpine Hospitals etworking for Improved Access to Telemedicine Services] Chiara Penello egione Lombardia [Screening con l Albania] incenzo Pomo egione Puglia [Telecardio Sea Project: la telecardiologia in mare] Cristina Pecoraro egione Sicilia [ICHA egional ICT ased Clusters for Health Care Applications and &] Andrea Leto egione Toscana [HALTH PTIU HALTHcare delivery PTIisation through Ugh telemedicine] [WIG HALTH gios of urope WorkIg together for HALTH ] Lorenzo Gubian egione eneto 24 AFT

22 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA LIPPI re 9.00 Il paradigma rischio-beneficio nella prevenzione cardiovascolare In partnership con SIPC e FIC Coordinano Francesco omeo Presidente FIC Leonardo olognese ip. Cardiovascolare e eurologico AUSL 8 Arezzo [Prevenzione e diritto alla salute] assimo olpe [Carta del rischio vascolare] Simona Giampaoli Past President SIPC Istituto Superiore di Sanità [Prevenzione primaria: dal regime dietetico agli stili di vita] Francesco azzuoli A..U. Careggi Firenze [La prevenzione nella cardiopatia ischemica] assimo Uguccioni ASL C [Il ruolo del controllo glicemico nella prevenzione secondaria] aurizio Giuseppe Abrignani spedale di Trapani [anagement multifattoriale del paziente diabetico] doardo annucci Università di Firenze [I farmaci in prevenzione: vantaggi o solo costi?] runo Trimarco Presidente SIPC 23 C L [Prevenzione farmacologica della trombosi dello STT] Leonardo e Luca uropean Hospital [Prevenzione ictus nel paziente con fibrillazione atriale dopo impianto STT] Corrado Tamburino Università di Catania Tavola otonda La prevenzione dell ictus ischemico Coordina Gianfranco Gensini Università di Firenze Partecipano Giuseppe Germanò Giancarlo Agnelli Sergio Coccheri Consiglio irettivo SIC - Università La Sapienza oma Università di Perugia icepresidente ALT AFT 25

23 23 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA LIPPI re La farmacia dei servizi: dalla convenzione nazionale agli accordi regionali in partnership con FFAA - ASSFA La farmacia dei servizi presidio socio-sanitario sul territorio Tavola rotonda Coordina Sara Todaro Il Sole 24 re Sanità Partecipano C L Annarosa acca Alfredo rlandi enanzio Gizzi arcella arletta Luigi ezzalira uilia artellucci odolfo Gianani nrico esideri Presidente Federfarma Presidente Sunifar Presidente Assofarm inistero della Salute egione Lombardia egione eneto egione Siciliana egione Lazio egione Toscana 26 AFT

24 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA GUI AC re 9.00 uone pratiche e trasferibilità Sessione organizzata da Age.a.S. Coordinano Giovanni Caracci Age.a.S. Quinto Tozzi Age.a.S. arbara Labella Age.a.S. Introduzione Fulvio oirano irettore Age.a.S. [L osservatorio uone Pratiche: i risultati della Call etodi e strumenti per la promozione del trasferimento delle buone pratiche] arbara Labella, Quinto Tozzi Age.a.S. [Il sistema di rilevazione delle uone Pratiche: criticità e proposte] oberta e lasi Age.a.S. [Percorso iagnostico Terapeutico Assistenziale Artoprotesi d Anca] argherita ianchi spedali iuniti ASL 14 A-ASL co - egione Piemonte [alle buone pratiche all accreditamento regionale: aspetti organizzativi e informativi] ichela Tanzini, Sara Albolino Centro GC egione Toscana [Applicazione del sistema di incident reporting e conseguente miglioramento dell accuratezza nella determinazione dell emoglobina] Giovanna onfant spedale Generale egionale U. Parini egione alle d Aosta [La tecnica FCA come strumento per condividere esperienze, migliorare il sistema ed il benessere percepito dal professionista. L esperienza del Pronto Soccorso dell Azienda spedaliera S. aria uova] oberto Caroli Arcispedale S. aria uova egione milia omagna 23 C L [Pronto Soccorso in rete per la Farmacovigilanza: progetto nazionale AFaPS] Giuseppe ighi A.. Ca Granda iguarda egione Lombardia [Il Foglio Unico i Terapia: sperienza ella Casa Sollievo ella Sofferenza] Luigi Pacilli, Giovanni Pepe spedale Casa Sollievo ella Sofferenza egione Puglia [La formazione per la cultura e la pratica della sicurezza: l esperienza della A..U. Integrata di erona] onica Lavarini A..U. Integrata di erona [Sistemi informatizzati Securlood e I-trac di rintracciabilità paziente-sacca per la prevenzione della reazione trasfusionale da incompatibilità A 0] nrico Capuzzo, nrico urato A.. Carlo Poma antova egione Lombardia AFT 27

25 23 C L FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA GUI AC re L istituto della mediazione e nuovi strumenti di gestione del contenzioso In partnership con SIHA e Gutenberg Coordinano Andrea Soccetti Presidente SIHA Antonello Tornitore Avvocato esperto esponsabilità Sanitaria assimiliano Palermo Gutenberg Apertura affaella Giardiello A..U. Careggi Antonio Capparelli Policlinico Umberto I Comunicazioni Claudio Seraschi Leonardo ugiolacchi Giovanni Zotta inistero della Salute Unitelma Sapienza Consigliere Corte dei Conti [Il punto di vista delle egioni e delle Aziende Sanitarie] [ediazione e gestione del contenzioso nella egione Lombardia] avide ozzanica egione Lombardia [Il programma regionale sul nuovo modello assicurativo] Paolo oreni, Stefano Cocco egione eneto [L esperienza della egione Puglia] Alessandro dell rba egione Puglia [Il sistema assicurativo egione Piemonte: sette anni di esperienza] Alessandro Stiari egione Piemonte [ediazione dei conflitti: prevenzione e riduzione del contenzioso nella egione Piemonte] Alessandra Alfonso SoS Sistema Qualità e Gestione del ischio ASL 2 Torino [La gestione della mediazione e del contenzioso in Sicilia] Lucia orsellino egione Siciliana Paolo Cantaro G ASP Caltanissetta [La mediazione e l esperienza di gestione del contenzioso nell milia omagna] Alessandra e Palma egione milia-omagna [Il punto di vista di Cittadinanzattiva] Francesca occia Coordinatore azionale Cittadinanzattiva [La gestione del contenzioso: un modello organizzativo] Andrea inarini ASL ologna [Gestione del contenzioso e autoassicurazione: competenze e aspetti organizzativi] Simona el ecchio ASL 1 Imperiese [Un esperienza di formazione specializzata per la gestione della mediazione] Cristina atranga A ASL H 28 AFT

26 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C SALA ASAI re 9.00 Sicurezza in sala operatoria II assemblea nazionale degli ospedali in partnership SIC ACI - AIC Coordinano Stefano Cencetti G A..U. Policlinico di odena Paolo Cantaro G ASP Caltanissetta Il manuale per la sicurezza e la check list: lo stato dell arte Alessandro Ghirardini inistero della Salute Intervengono [Presentazione di esperienze egionali] [La checklist di sala operatoria: perché non piace ai chirurghi?] Giovanna Paggi, Silvia Galli, arcella, Andrea annucci Centro ncologico Fiorentino - egione Toscana [L implementazione della checklist chirurgica in un azienda ad elevata complessità e specializzazione] Fabrizio Gemmi, Gaetano Privitera A..U. Pisa - egione Toscana [Progetto di implementazione delle misure di sicurezza nelle sale operatorie: introduzione della checklist nelle chirugia pediatrica nell ASL di Pescara] AS Abruzzo - egione Abruzzo Intervengono 24 G I Gianluigi elotti Luigi Presenti Sonia ianchi Presidente SIC Presidente ACI Presidente AIC Toscana Le applicazioni di manuale e check list anche in contesti specifici [anuale e Check List indagine in 600 sale operatorie] Salvatore Giampiccolo P... Chiello ASP nna G. ancini [ay Surgery] [Chirurgia Pediatrica] [Chirurgia ambulatoriale] [sperienze selezionate di Aziende sanitarie e ospedali pubblici e privati] AFT 29

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Lunedì 24 Novembre 2014

Lunedì 24 Novembre 2014 DIREZIONE SCIENTIFICA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sanità Futura Formazione srl 2 4 / 2 5 N o v e m b r e 2 0 1 4 Pa l a z z o d e i c o n g

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Master in Hospital Risk Management

Master in Hospital Risk Management Master in Hospital Risk Management XII Edizione (2014-2015) in memoria di Leonardo la Pietra con il patrocinio di* SIC SIOT * i patrocini sono in fase di aggiornamento. Master Destinatari Il master è rivolto

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RACCOMANDAZIONE PER LA PREVENZIONE

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SSN DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA UFFICIO III Morte o grave danno conseguente a non corretta attribuzione

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RACCOMANDAZIONE PER PREVENIRE

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale MONZA BRIANZA, 6-7 Maggio 2011 Devero Hotel Società Italiana di Medicina Generale 1 11 Congresso Regionale PRESIDENTI DEL CONGRESSO Claudio Cricelli e Aurelio Sessa PRESIDENTE ONORARIO Ovidio Brignoli

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli