Previdenza AgricolA. L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura. mensile ENPAIA n. 4-5 anno Numero. Speciale. Enpaia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Previdenza AgricolA. L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura. mensile ENPAIA n. 4-5 anno 2014. Numero. Speciale. Enpaia"

Transcript

1 Speciale Numero Enpaia aprile-maggio mensile - Poste Italiane SPA - sped. in abb. post. - Dl. 353/2003 (convertito in Legge 27/02/2004, n. 46) art. 1 - comma1/dcb - Roma Previdenza AgricolA mensile ENPAIA n. 4-5 anno 2014 L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura

2 SOMMARIO ENPAIA L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura Antonio Piva 1 L Enpaia casa del welfare agricolo 3 Soggetti contribuenti, assicurati, aliquote e prestazioni 4 Fondo Trattamento di fine rapporto 5 Fondo di Previdenza 6 Fondo Assicurazione Infortuni 7 Assistenza creditizia 8 Consorzi di bonifica 9 Enpaia in cifre 10 Fondazione Enpaia 24 CASSE DI PREVIDENZA Cassa di previdenza Periti Agrari e Periti Agrari laureati 11 Cassa di previdenza Agrotecnici e Agrotecnici laureati 12 FONDI PENSIONE Fondo pensione Agrifondo 13 Fondo pensione Filcoop 16 FONDI SANITARI Fondo sanitario Fia 19 Fondo sanitario Fis 21 EDITORIA Internet - portale dell Enpaia 23 Giornale dell Enpaia 23 Speciale Numero Enpaia Camille Pissarro, La Varenne di Saint-Hilaire, circa 1863 Budapest, Szépmuvészeti Múzeum

3 L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura ENPAIA Fondazione Enpaia è l Ente bilaterale del welfare per il mondo agricolo, e sin dalla fondazione che risale al 1936 svolge con efficienza i suoi compiti istituzionali, mantenendo piena autonomia finanziaria insieme all autogoverno degli organi amministrativi. Così, dirigenti e impiegati dell agricoltura trovano da sempre in Enpaia un punto di riferimento prezioso per la tutela dei loro diritti: dal trattamento di fine rapporto al fondo di previdenza in aggiunta a quello erogato dall Inps, fino alla più completa copertura assicurativa contro ogni specie di infortunio. Con gli anni, a fianco di questa attività istituzionale, Enpaia ha esteso i propri servizi ai lavoratori dell intero comparto: grazie al Fondo di quiescenza per i Consorzi di bonifica, alle Casse di previdenza per i periti agrari e gli agrotecnici, ai Fondi pensione complementare ed a quelli sanitari integrativi... Nel 2002 inoltre ha assunto il service del Fondo pensione complementare Filcoop (rivolto ai dipendenti di cooperative e consorzi agricoli), e dal 2007 quello direzionale-amministrativo di Agrifondo, il Fondo pensione complementare per impiegati, operai agricoli e quadri delle associazioni allevatori. Un offerta sempre più ricca e completa, che dal 1 gennaio scorso si è ulteriormente ampliata con la gestione del service direzionaleamministrativo di Fia, Fis e Fida, i tre Fondi sanitari integrativi del comparto agricolo. Questo e altro ancora. Mi piace infatti sottolineare la qualificata assistenza creditizia che il nostro ente fornisce ai propri assicurati, grazie alla concessione di mutui ipotecari a tasso agevolato e di piccoli finanziamenti attraverso Carta Enpaia. Antonio Piva Paul Cézanne, La diga di François Zola, Cardiff, Amgueddfa Cymru National Museum Wales 1

4 ENPAIA Ma non ci fermeremo qui. Siamo infatti convinti che il mondo agricolo abbia bisogno di un welfare sempre più vicino ai propri lavoratori, anche in considerazione dell attuale difficile situazione socio economica che certo non risparmia il nostro settore. Così, Enpaia avvierà nuove iniziative: col duplice obiettivo di incrementare i servizi offerti agli iscritti, e cotemporaneamente di ampliare la platea di riferimento. Per diffondere la conoscenza delle importanti opportunità socio assistenziali che mettiamo a disposizione dell intero comparto, da anni Enpaia promuove eventi nazionali e partecipa a fiere e manifestazioni. E il 2014, naturalmente, non farà eccezione: dal 14 al 16 maggio, con un nostro stand saremo tra i protagonisti della Giornata della Previdenza, in programma al Palazzo della Borsa di Milano, in Piazza Affari 6. Per il pomeriggio del 16 in particolare abbiamo organizzato un convegno che fin dal titolo (L Enpaia per il welfare integrativo in agricoltura), riassume e presenta al meglio la nostra mission. Un iniziativa particolarmente importante, alla quale prenderanno parte rappresentanti del Governo, i segretari delle organizzazioni sindacali (Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil, Confederdia, Cida), i presidenti delle organizzazioni professionali, di Confcooperative, Anbi e Snebi. Sarà un altra occasione per ribadire che Fondazione Enpaia vuole e deve essere sempre più un punto di riferimento per tutto il mondo agricolo, con la sua progettualità e il suo impegno per la modernizzazione del settore. Francesco Guardi, Veduta del Canale Grande, dopo il 1754, Tolosa, Fondation Bemberg 2

5 L Enpaia casa del welfare agricolo L Enpaia, sin dalla sua nascita nel lontano 1936, ha saputo autogestirsi senza chiedere mai l aiuto finanziario dello Stato e ciò in forza della sua peculiare bilateralità. Con l entrata in vigore della Legge 29 novembre 1962, n. 1655, la preesistente Cassa nazionale di assistenza per gli impiegati agricoli e forestali, giuridicamente riconosciuta con R.D. 14 luglio 1937, n. 1485, ha assunto la denominazione di Ente nazionale di previdenza e di assistenza per gli impiegati dell agricoltura con attribuzione di personalità giuridica di diritto pubblico. A seguito del D.Lgs. 30 giugno 1994 n. 509 si trasforma, in virtù della sua autonomia finanziaria, in Fondazione con personalità giuridica di diritto privato. Nasce così la Fondazione Enpaia, Ente nazionale di previdenza per gli addetti e per gli impiegati in agricoltura. Nel 1996 l Enpaia incrementa la sua attività ottenendo la gestione della previdenza obbligatoria delle nuove casse previdenziali degli Agrotecnici e Agrotecnici Laureati e dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, che esercitano la libera professione, istituite ai sensi del decreto legislativo n. 103/96. L Enpaia, in quanto Ente Bilaterale, è stata dalle parti sociali indicata quale Ente di riferimento per il welfare del comparto agricolo. La Fondazione ha assunto dal 2002 il service amministrativo di Filcoop, Fondo pensione complementare a capitalizzazione per i dipendenti delle cooperative. Cura dal 2007 il supporto direzionale e amministrativo di Agrifondo, Fondo pensione complementare a capitalizzazione per gli operai agricoli e florovivaisti e per dirigenti, quadri e impiegati agricoli. Dal 2014 gestisce il service direzionale-amministrativo dei tre Fondi sanitari integrativi del comparto agricolo Fia Fis Fida. L Enpaia, attraverso un completo restyling della rete telematica, ha voluto dare rilevanza e supporto all esterno, sia alle aziende che ai dipendenti. Oggi, infatti, iscrizioni, denunce, prestazioni, visualizzazione di estratti conto, Cud e variazioni di ogni tipo, vengono gestiti on line, per garantire un servizio veloce ed efficiente. L attivazione del sistema telematico ha determinato un cambiamento radicale nel rapporto con gli utenti ed ha migliorato la qualità dell attività, la semplificazione degli adempimenti e lo snellimento delle procedure operative. ENPAIA 3

6 ENPAIA soggetti contribuenti, assicurati, aliquote e prestazioni Legge 29 novembre 1962 n Soggetti obbligati all iscrizione Imprenditori, singoli o associati, Società, Consorzi ed Enti che esercitano attività agricola o attività connesse Istituti, Enti e Associazioni che attuano o promuovono difesa, miglioramento e incremento della produzione agricola Consorzi di miglioramento fondiario Consorzi di irrigazione Consorzi di bonifica, per il solo fondo di previdenza e la copertura infortuni Tabacchifici Frantoi di olive Imprese ed aziende agricole esercitate da Enti di diritto pubblico Categorie assicurate Impiegati agricoli Dirigenti agricoli Aliquote contributive CATEGORIA TFR Fondo di Previdenza INFORTUNI TOTALE* QUOTA DIPENDENTE QUOTA DATORE DI LAVORO Impiegati 6% 4% 1% 11% 2% 9% Dirigenti 6% 4% 2% 12% 2,5% 9,5% *Al contributo totale va aggiunta un ulteriore contributo del 4% destinato ad Enpaia Denunce retributive e pagamento contributi Denuncia tramite funzione dei servizi on line entro il 25 di ogni mese e pagamento con M.Av. elaborabile dalla stessa procedura. 4

7 Fondo trattamento di fine rapporto all atto della cessazione del rapporto di lavoro, l Enpaia, per il principio dell automaticità delle prestazioni, anche in caso di morosità del datore di lavoro, corrisponde direttamente all iscritto la prestazione del Trattamento di fine rapporto (Tfr) accantonata a suo nome ai sensi della legge 297/82. A fronte del contributo del 6% versato dalle aziende, viene garantito all iscritto il Tfr previsto dalle norme vigenti e cioè una quota pari al 6,91% dello stipendio dell anno più la rivalutazione, con un evidente risparmio di contribuzione per le aziende pari a per il Durante il rapporto di lavoro, a richiesta degli interessati ed in presenza dei requisiti prescritti, l Enpaia provvede a liquidare l anticipazione sul Trattamento di fine rapporto ai sensi della legge 297/82 e degli artt. 5 e 5bis del vigente Regolamento. Alla chiusura di ogni esercizio viene accantonato in un apposito fondo, per il Trattamento di fine rapporto, per ogni iscritto quanto a lui dovuto al 31 dicembre. Infatti se a tale data, per una ipotesi irrealistica, tutti gli iscritti dovessero avere diritto alla prestazione il Fondo risponde a tale esigenza. Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi al fondo Tfr per il 2013 ENPAIA Caspar David Friedrich, Mare al chiaro di luna, Amburgo, Hamburger Kunsthalle Anno Iscritti AL Tfr contributi numero liquidazioni importo liquidazioni Anno % rivalutazione nell anno accantonamento dell anno Ammontare del Tfr al 31/ ,

8 ENPAIA Claude Monet La casetta del pescatore sugli scogli, Varengeville, 1882 Boston, Museum of Fine Arts Fondo di Previdenza L aliquota contributiva del Fondo di Previdenza è del 4%, l 1% copre l indennità per caso morte e invalidità permanente totale ed assoluta conseguenti a malattia, mentre la restante quota del 3% viene accantonata nel conto individuale dell iscritto che viene annualmente rivalutato del 4%. La liquidazione del conto individuale viene garantita dopo 6 mesi dall ultimo rapporto nel settore agricolo o al raggiungimento del sessantacinquesimo anno d età, anche come rendita pensionistica. Anche per il Fondo di Previdenza, analogamente a quanto si fa per quello del Tfr, al 31 dicembre di ogni anno viene accantonato quanto dovuto ad ogni iscritto, determinando l ammontare totale delle prestazioni dovute dall Ente a tale titolo. Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi a tale fondo di Previdenza per il 2013 Anno Iscritti al Fondo di Previdenza contributi numero liquidazioni importo liquidazioni Anno % rivalutazione nell anno accantonamento dell anno Ammontare del fondo al 31/

9 Fondo Assicurazione Infortuni Legge 48/1988 ENPAIA la tutela assicurativa del Fondo Assicurazione Infortuni copre, oltre agli infortuni in occasione di lavoro ed in itinere e le malattie professionali, anche gli infortuni extralavorativi. L assicurazione garantisce il diritto all indennità giornaliera per invalidità assoluta temporanea, all indennità per invalidità permanente assoluta o parziale, all indennità per il caso di morte per infortunio, all indennità di ricovero. L indennità per invalidità permanente assoluta o parziale è erogata per invalidità accertate di grado pari o superiore al 5%. In caso di invalidità per malattia professionale, l indennità è erogata per invalidità accertate di grado pari o superiore al 16%. In ambito di infortunio extralavorativo, l invalidità è riferita alla riduzione della capacità lavorativa generica. In ambito di infortunio lavorativo, in itinere e di malattia professionale, l invalidità è estesa anche al danno biologico. Le indennità riferite alla riduzione della capacità lavorativa generica e al danno biologico sono erogate in capitale. Per invalidità riferite al danno biologico, pari o superiori al 30%, accertate in ambito di infortunio lavorativo, in itinere e di malattia professionale, l indennità è erogata sotto forma di vitalizio annuo. Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi al Fondo Assicurazione Infortuni per il 2013 Joseph Mallord William Turner, Paesaggio con fiume e montagne in lontananza, circa Liverpool Museums Walker Art Gallery Anno Iscritti al Fondo Infortuni contributi numero infortuni importo liquidazioni Anno accantonamento dell anno Ammontare del fondo al 31/

10 ENPAIA Assistenza creditizia L Enpaia gestisce, inoltre, in favore dei propri assicurati una qualificata assistenza creditizia con la concessione di mutui ipotecari a tasso agevolato e piccoli finanziamenti mediante la Carta Enpaia. Servizi all iscritto Carta Enpaia, una carta di credito rateale che, in base ad una Convenzione tra la Fondazione Enpaia e la Banca Popolare di Sondrio, viene concessa a chi abbia compiuto due anni di servizio presso un azienda agricola o un Consorzio di Bonifica in regola con i versamenti. Mutui, in base ad una Convenzione tra la Fondazione Enpaia e la Banca Popolare di Sondrio, vengono concessi a tassi vantaggiosi per l acquisto, costruzione e ristrutturazione della prima casa. Jacob Isaacksz van Ruisdael, Veduta di Alkmaar, circa, Boston, Museum of Fine Arts 8

11 Consorzi di bonifica Convenzione 9 giugno 1971 La Fondazione Enpaia, in forza della Convenzione stipulata il 9 giugno 1971 con l Anbi (Associazione nazionale bonifiche, irrigazione e miglioramento fondiario) e lo Snebi (Sindacato nazionale Enti di bonifica, irrigazione e miglioramento fondiario), della durata di 50 anni, gestisce il Fondo di Accantonamento del Trattamento di quiescenza dei dipendenti consorziali (dirigenti, impiegati ed operai) mettendo a disposizione dei Consorzi di Bonifica le somme lorde loro occorrenti per il pagamento del trattamento di fine rapporto (Tfr) ovvero una rendita pensionistica integrativa in luogo del Tfr nei soli casi previsti dalla Contrattazione collettiva nazionale. La contribuzione a totale carico dei Consorzi è pari al 8,44%. Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi al gestione, per il 2013 ENPAIA Nicolas Poussin, Paesaggio con le ceneri di Focione, 1648 Liverpool Museums Walker Art Gallery Anno Iscritti al Fondo Consorzi di Bonifica contributi Numero liquidazioni Tfr /annui Numero liquidazioni Pensioni/mese importo liquidazioni Anno Accantonamento dell anno Ammontare del Fondo al 31/

12 ENPAIA Enpaia in cifre L ammontare totale dei Fondi del Tfr, di Previdenza, degli Infortuni e della Gestione Speciale dei Consorzi di Bonifica, è pari a ed è garantito dalla solidità del patrimonio dell Enpaia ammontante a nel bilancio al 31 dicembre del Tale patrimonio è composto da: patrimonio immobiliare che ha un valore di libro pari a e un valore commerciale pari a ; Claude Monet, Il sentiero di Chailly nella foresta di Fontainebleau, 1865, Copenaghen, Ordrupgaard patrimonio mobiliare per titoli in portafoglio e liquidità pari a

13 CASSE DI PREVIDENZA cassa di previdenza periti agrari e periti agrari laureati Decreto legislativo 103/96 Hanno l obbligo di iscrizione gli iscritti all Albo dei Periti Agrari che esercitano detta attività in forma autonoma di libera professione. Contributi Sono previste le seguenti contribuzioni: Contributo soggettivo pari al 10% del reddito netto Contributo integrativo pari al 2% del volume di affari Contributo di maternità in quota fissa È prevista la possibilità di versamento di contribuzioni volontarie finalizzate ad un incremento della prestazione finale nelle seguenti forme: a) incremento dell aliquota contributiva annua fino al 30%; b) prosecuzione volontaria in caso di cessazione dell attività; c) riscatto di periodi di studio o militare o di praticantato o di anni di libera professione antecedenti la nascita della Cassa. Prestazioni Pensione di Vecchiaia Pensione di Invalidità Pensione di Inabilità Pensioni ai Superstiti Indennità di Maternità Tra i servizi offerti agli iscritti sono previste erogazioni di mutui tramite convenzione con la Banca Popolare di Sondrio fino ad un massimo di e provvidenze straordinarie nei casi di morte, gravi malattie o gravi infortuni. Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi alla Cassa per il 2013 Anno Iscritti Entrate contributive Numero pensioni erogate Spesa per Pensioni Numero maternità Anno Spesa per maternità Montante contributi iscritti Patrimonio netto Utile

14 CASSE DI PREVIDENZA cassa di previdenza agrotecnici e agrotecnici laureati Decreto legislativo 103/96 Hanno l obbligo di iscrizione gli iscritti all Albo degli Agrotecnici che esercitano detta attività in forma autonoma di libera professione. Contributi Sono previste le seguenti contribuzioni: Contributo soggettivo pari al 10% del reddito netto Contributo integrativo pari al 2% del volume di affari Contributo di maternità in quota fissa È prevista la possibilità di versamento di contribuzioni volontarie finalizzate ad un incremento della prestazione finale nelle seguenti forme: a) incremento dell aliquota contributiva annua fino al 26%; b) prosecuzione volontaria in caso di cessazione dell attività; c) riscatto di periodi di studio o militare o di praticantato o di anni di libera professione antecedenti la nascita della Cassa. Prestazioni Pensione di Vecchiaia Pensione di Invalidità Pensione di Inabilità Pensioni ai Superstiti Indennità di Maternità Tra i servizi offerti agli iscritti sono previste erogazioni di prestiti tramite convenzione con la Banca Popolare di Sondrio fino ad un massimo di Di seguito sono indicati i valori economici e patrimoniali relativi alla Cassa per il 2013 Anno Iscritti Entrate contributive Numero pensioni erogate Spesa per Pensioni Numero maternità Anno Spesa per maternità Montante contributi iscritti Patrimonio netto Utile

15 Fondo pensione Agrifondo fondi pensione Agrifondo è il Fondo pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori del comparto agricolo voluto e sottoscritto il 14 dicembre 2006, da: Confederazione Generale dell Agricoltura Italiana, Confederazione Nazionale Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil e Confederdia. Con deliberazione del 13 aprile 2007, ha ottenuto l iscrizione all albo tenuto dalla Covip con il n. 157, ed è il Fondo negoziale di previdenza integrativa del comparto agricolo. Destinatari del Fondo sono i lavoratori dipendenti a cui si applica uno dei seguenti Ccnl o accordi collettivi: il Ccnl per gli operai agricoli e florovivaisti; il Ccnl per i quadri e gli impiegati agricoli; il Ccnl Pesca Marittima; il Ccnl per i dipendenti delle organizzazioni degli allevatori, consorzi ed enti zootecnici; l accordo collettivo aziendale per i dipendenti della Confederazione Italiana Agricoltori (compresi gli Enti e le Società collegate); l accordo collettivo aziendale per i dipendenti di Canaletto, Bacino di San Marco, Venezia, 1738 circa Boston, Museum of Fine Arts 13

16 fondi pensione Confagricoltura (compresi gli Enti e le Società collegate); l accordo collettivo aziendale per i dipendenti della Confederazione Italiana Coldiretti (compresi gli Enti e le Società collegate) e l accordo collettivo per i dipendenti della Fondazione Enpaia. Il Fondo dispone di due comparti di investimento, quello garantito, per una gestione prudente delle risorse, e quello bilanciato per chi è disposto ad accettare una media propensione al rischio in vista di guadagni più elevati. Agrifondo conta iscritti al 31 dicembre 2013 e un forte bacino di aderenza che si aggira intorno alle unità. A chi si rivolge? Si possono iscrivere ad Agrifondo i lavoratori i cui contratti di riferimento sono: Ccnl Operai agricoli e florovivaisti; Ccnl Quadri e Impiegati agricoli; Ccnl Pesca marittima; Dipendenti Fondazione Enpaia; Dipendenti Confederazione generale dell Agricoltura Italiana; Dipendenti Confederazione italiana Agricoltori; Dipendenti Confederazione nazionale Coldiretti; Ccnl Organizzazioni Allevatori, Consorzi ed Enti zootecnici; Ccnl Dirigenti e Direttori Organizzazioni Allevatori, Consorzi ed Enti zootecnici; Ccnl Consorzi di bonifica e miglioramento fondiario; Ccnl Dirigenti dell agricoltura. Cosa offre Il Fondo pensione complementare Agrifondo ha l obiettivo di creare una pensione aggiuntiva al trattamento pensionistico pubblico obbligatorio. Come funziona Agrifondo Con l adesione al Fondo viene aperto a nome del lavoratore un conto pensionistico individuale, distinto da quello degli altri aderenti, nel quale sono versati periodicamente il Tfr, la contribuzione del lavoratore e quella del datore di lavoro. Il Fondo investe le somme versate dagli associati nel mercato finanziario ricorrendo a società specializzate (i gestori). Tali società sono 14

17 fondi pensione selezionate ogni 5 anni, con gara pubblica, in base alla loro capacità, affidabilità e solidità. Quando l aderente ha maturato i requisiti per il pensionamento stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza con almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari, può richiedere: una rendita vitalizia (pensione) per l intero ammontare della posizione previdenziale maturata; una parte delle prestazioni in capitale (massimo 50%) ed il resto sotto forma di rendita; la liquidazione in capitale dell intera posizione maturata (al verificarsi di alcune condizioni). I vantaggi dell adesione 1. Il contributo del datore di lavoro. Il lavoratore aderente versa al Fondo il Tfr (ad esclusione del lavoratore iscritto all Enpaia), ma può ottenere un ulteriore beneficio: il versamento aggiuntivo del contributo datoriale. Il vantaggio del versamento aggiuntivo del datore di lavoro è previsto solo per l adesione ai fondi pensione negoziali come Agrifondo e contribuisce ad aumentare il valore della posizione nel fondo. 2. La Fiscalità agevolata. La contribuzione versata al Fondo (contributo del lavoratore e del datore di lavoro) è deducibile dal reddito dal lavoratore, ai fini Irpef, per un importo non superiore a 5.164,57 annui. Il risparmio fiscale del lavoratore è riconosciuto direttamente in busta paga. Il lavoratore versa al Fondo il suo contributo e per effetto della deduzione fiscale ha una minore trattenuta per imposte. 3. La tassazione dei rendimenti. I rendimenti maturati sul capitale versato sono tassati con un aliquota agevolata dell 11% in modo definitivo, ovvero su queste somme non verrà più applicata altra forma di tassazione. Le prestazioni pensionistiche, per i montanti maturati dal 1 gennaio 2007, sono tassate con un aliquota agevolata del 15%, per i primi 15 anni di adesione al fondo, ridotta di un ulteriore 0,30% per ogni anno di partecipazione successivo al quindicesimo anno, fino ad un minimo del 9%, (invece dell ordinaria tassazione Irpef con scaglioni a partire dal 23%). 15

18 fondi pensione Fondo pensione Filcoop Il Fondo pensione Filcoop, Fondo pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori dipendenti addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale ed idraulico-agraria, per i dipendenti da cooperative di trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici e lavorazione di prodotti alimentari, e per i dipendenti da cooperative e consorzi agricoli, costituito in attuazione dell accordo stipulato in data 7 novembre 2000 tra Cci, Legacoop, Agica-Agci, Uncem, Federforeste e Federazione alimentare e tabacco Cisl, Federazione italiana salariati, braccianti, impiegati e tecnici dell agricoltura Cisl, Flai- Cgil, Uila-Uil. Destinatari del Fondo sono i lavoratori dipendenti a cui si applica uno dei seguenti Ccnl: Ccnl per i dipendenti da aziende cooperative e consorzi agricoli; Ccnl per gli addetti ai lavori di sistemazione idraulicoforestale ed idraulico-agraria; Ccnl per i dipendenti da cooperative di trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici e lavorazione prodotti alimentari; Ccnl per i dipendenti delle cooperative della pesca marittima, acquacoltura e maricoltura; Ccnl per i dipendenti dei consorzi agrari. Sono attivi due comparti di investimento, il garantito e il bilanciato. Un Fondo consolidato da oltre 10 anni di attività e esperienza, che gestisce iscritti e con un bacino di aderenza pari a unità. A chi si rivolge? Si possono iscrivere a Filcoop i lavoratori i cui contratti di riferimento sono: Ccnl Dipendenti da Cooperative e Consorzi agricoli; Ccnl Addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulicoagraria; Ccnl Dipendenti da Cooperative di trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici e lavorazione prodotti alimentari; Ccnl Dipendenti delle Cooperative della pesca marittima, acquacoltura e maricoltura; Ccnl Dipendenti Consorzi agrari. 16

19 fondi pensione Cosa offre Il Fondo pensione complementare Filcoop ha l obiettivo di creare una pensione aggiuntiva al trattamento pensionistico pubblico obbligatorio. Come funziona Filcoop Con l adesione al Fondo viene aperto a nome del lavoratore un conto pensionistico individuale, distinto da quello degli altri aderenti, nel quale sono versati periodicamente il Tfr, la contribuzione del lavoratore e quella del datore di lavoro. Il Fondo investe le somme versate dagli associati nel mercato finanziario ricorrendo a società specializzate (i gestori). Tali società sono selezionate ogni 5 anni, con gara pubblica, in base alla loro capacità, affidabilità e solidità. Quando l aderente ha maturato i requisiti per il pensionamento stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza con almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari, può richiedere: una rendita vitalizia (pensione) per l intero ammontare della posizione previdenziale maturata; una parte delle prestazioni in capitale (massimo 50%) ed il resto sotto forma di rendita; la liquidazione in capitale dell intera posizione maturata (al verificarsi di alcune condizioni). I vantaggi dell adesione 1. Il contributo del datore di lavoro. Il lavoratore aderente versa al Fondo il Tfr (ad esclusione del lavoratore iscritto all Enpaia), ma può ottenere un ulteriore beneficio: il versamento aggiuntivo del contributo datoriale. Il vantaggio del versamento aggiuntivo del datore di lavoro è previsto solo per l adesione ai Fondi pensione negoziali come Filcoop e contribuisce ad aumentare il valore della posizione nel Fondo. 2. La fiscalità agevolata. La contribuzione versata al Fondo (contributo del lavoratore e del datore di lavoro) è deducibile dal 17

20 fondi pensione reddito dal lavoratore, ai fini Irpef, per un importo non superiore a 5.164,57 annui. Il risparmio fiscale del lavoratore è riconosciuto direttamente in busta paga. Il lavoratore versa al Fondo il suo contributo e per effetto della deduzione fiscale ha una minore trattenuta per imposte. 3. La tassazione dei rendimenti. I rendimenti maturati sul capitale versato sono tassati con un aliquota agevolata dell 11% in modo definitivo, ovvero su queste somme non verrà più applicata altra forma di tassazione. Le prestazioni pensionistiche, per i montanti maturati dal 1 gennaio 2007, sono tassate con un aliquota agevolata del 15%, per i primi 15 anni di adesione al Fondo, ridotta di un ulteriore 0,30% per ogni anno di partecipazione successivo al quindicesimo anno, fino ad un minimo del 9% (invece dell ordinaria tassazione Irpef con scaglioni a partire dal 23%). Vincent van Gogh, Campi di grano in un paesaggio collinare, 1889, Otterlo, Kröller-Müller Museum 18

21 Fondo sanitario Fia FONDI SANITARI Il Fia, Fondo sanitario impiegati agricoli, eroga prestazioni sanitarie integrative al Servizio sanitario nazionale. Nasce nel 1980 da un accordo sottoscritto tra: Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil, Confederdia; in attuazione della legge 23/12/1978 n. 833 che istituisce il sistema mutualistico integrativo dell assistenza erogata dal Servizio sanitario nazionale. Attualmente il Fia fornisce assistenza a circa persone. A chi si rivolge? Sono iscritti al Fia, salvo rinuncia scritta: i dirigenti, gli appartenenti ai quadri direttivi e gli impiegati che prestino opera retribuita alle dipendenze di imprese agricole singole o associate nonché di Istituti, Enti, Associazioni ed organismi operanti nel settore agricolo, cui si applica, rispettivamente, il Ccnl per i dirigenti dell agricoltura del 3/8/1993 ed il Ccnl quadri e impiegati agricoli del 28/7/1988 e successive modifiche e integrazioni. Inoltre, possono iscriversi: a) i dipendenti delle Organizzazioni sindacali b) i dipendenti di Enti previdenziali operanti in agricoltura c) i dirigenti, gli appartenenti ai quadri direttivi e gli impiegati tecnici e amministrativi in quiescenza d) altre categorie oggetto di ulteriori accordi fra le parti Le prestazioni assistenziali possono, su richiesta, essere estese agli appartenenti al nucleo familiare dell iscritto. Cosa offre Il Fondo Fia fornisce agli iscritti assistenza sanitaria integrativa mediante rimborsi indiretti delle spese sanitarie sostenute nei casi di malattia, infortunio, gravidanza e puerperio con la previsione di: rimborsi delle spese sostenute per visite, esami diagnostici e strumentali, cure, fisioterapie; rimborsi o indennità giornaliere per ricoveri in caso di intervento chirurgico; rimborsi o concorso alle spese per acquisto protesi, assistenza infermieristica domiciliare, cure termali a seguito di infortunio o intervento chirurgico, parto; 19

22 FONDI SANITARI rimborsi per cure ortodontiche; opzioni integrative per ulteriori garanzie. Contribuzione Il contributo per aderire alla formula A è stato definito dalla contrattazione collettiva nella seguente misura: Contributo annuo pari a 520,00 di cui 420,00 a carico dell azienda e 100,00 a carico del dipendente; Contributo annuo per i dirigenti pari a 520,00 di cui 520,00 a carico dell azienda; Contributo annuo per il personale in quiescenza pari a 477,00. Dal 2014 il Fia svolge la sua attività tramite il service direzionale e amministrativo della Fondazione Enpaia. Paul Cézanne, La montagna Sainte-Victoire, , Amsterdam, Stedelijk Museum 20

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2015.

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 38 Roma, 10 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione a favore dei lavoratori del settore dell igiene ambientale e dei settori affini

Fondo Nazionale Pensione a favore dei lavoratori del settore dell igiene ambientale e dei settori affini Fondo Nazionale Pensione a favore dei lavoratori del settore dell igiene ambientale e dei settori affini LE REGOLE DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE DOMANDE PIU IMPORTANTI SUL FUNZIONAMENTO DI PREVIAMBIENTE

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

Sommario. Definizione 3

Sommario. Definizione 3 Sommario Definizione 3 1. Contratto di solidarietà difensivo 4 1.1 Contenuto del contratto 7 1.2 Riflessi sul rapporto di lavoro 15 1.3 codici autorizzazione Inps 17 2. Contratto di solidarietà espansivo

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI 1 Il giorno 12 settembre 2008, tra l AVIS Nazionale - Associazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato)

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato) (Progetto Esemplificativo Standardizzato) Il presente progetto esemplificativo contiene una stima della pensione complementare predisposta per consentirti una valutazione sintetica e prospettica del programma

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Le schede di approfondimento della Federazione Confsal-Unsa A cura dell Avv. Pasquale Lattari n. 2 Il sistema previdenziale per i pubblici dipendenti. Le competenze.

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5003 Nota Informativa per i potenziali Aderenti (depositata

Dettagli