Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi"

Transcript

1 Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche Silvia Gallozzi

2 Indicazioni operative specificate nella Determina Regionale B 02807/2013 Ser.D. Servizio per la prevenzione, la cura e la riabilitazione dei soggetti con disturbo da uso di sostanze psicotrope illegali e legali, e/o con comportamenti di addiction L intervento terapeutico prevede l elaborazione di un Programma Individualizzato costituito da un Trattamento Multidisciplinare con integrazione delle azioni dei vari ambiti sanitario psicologico sociale

3 Sanitario -accoglienza, valutazione e diagnosi clinica -visita medica, visita psichiatrica -analisi cliniche, monitoraggio tossicologico tramite ricerca dei cataboliti urinari delle sostanze stupefacenti -trattamenti farmacologici per la disintossicazione da sostanze stupefacenti e/o alcol -terapie anticraving -terapie per la prevenzione delle ricadute -trattamento della psicopatologia di base avvalendosi, ove necessario, della consulenza del CSM -prevenzione e/o cura delle patologie correlate alla tossicodipendenza attraverso la presa in carico e la gestione della salute residua dei pazienti, ove necessario in accordo con strutture specialistiche -counseling pre e post test HIV

4 Psicologico -valutazione psicodiagnostica -valutazione delle risorse residue del paziente e del nucleo familiare e sociale di riferimento, attraverso colloqui clinici -psicoterapia individuale, di coppia e familiare -psicoterapia di gruppo -consulenze

5 Sociale -accoglienza -segretariato sociale -attività (colloqui individuali e familiari, visite domiciliari, accompagnamento, verifiche, ) di sostegno finalizzate alle seguenti aree: a. inserimento lavorativo b. L. 68/90 (lavori protetti, invalidità, accompagno,inabilità, L. 104/92, c. sostegno economico (sussidi, contributi, ) d. misure alternative alla custodia cautelare ed alla detenzione (art. 89, 90, 94, 47, 47 ter, 50 del DPR 309/90) e. inserimento servizi a bassa soglia(dormitori, mense, centri diurni, ) f. Inserimenti strutture residenziali (Comunità Terapeutiche)

6 ASL RM H Numero pazienti 2014 DISTRETTI Distretto H n. pazienti distretto H4 -H6 30% distretto distretto H1 H2 17% 10% Distretto H2 223 Distretto H3 268 Distretto H5 227 Distretto H5 carcere 471 Distretto H4 H6 648 distretto H5 carcere 21% distretto distretto H3 H5 12% 10% totali nuovi 629 già in carico già in carico 28% 72% nuovi

7 ASL RM H 2014 Tipologia pazienti genere uomini 242 donne 2000 n. pazienti 1901 nazionalità n. pazienti 0 italiana straniera

8 ASL RM H 2014 Tipologia pazienti Fasce di Età > pz > pz.

9 Distribuzione fasce d età nuovi pazienti totali nuovi % 9 4 % % 22 9 % % % % % % % > % % % %

10 ASL RM H 2014 Tipologia dipendenza 4% dipendenza n. pazienti sostanze alcol 405 GAP 76 18% 78% sostanze alcol GAP n. pazienti Circa il 10 % dei pazienti presenta polidipendenza Nuovi pz. Distretto H3 FARMACI 3 4 % ALCOL % THC 9 11% COCAINA % EROINA % GIOCO 12 14%

11 Eroina 13% Ciampino 2014 Nuovi Utenti per sostanza Gap 14% Farmaci 4% COCAINA 33% Alcol 25% (n.84) Thc 11%

12 Titolo asse Evoluzione GAP negli anni GAP ASL RMH Nuovi ingressi dal 2005 al Serie

13 ASL ROMA H PAZIENTI GAP totale utenti nuovi gia' in carico H4/6 ANZIO/ POMEZIA 34% H1 FRASCATI 23% H2 GENZANO 8% H5 VELLETRI 9% H3 CIAMPINO 26%

14 ASL RM H 2014 Tipologia pazienti GAP % Fasce d età % % 4% 5% 8% 12% 9% 9% 2% % 35% TITOLO di STUDIO 49% 4% 3% casalinga 5% disoccupato 14% pensionato 10% saltuaria 4% ATTIVITA' LAVORATIVA occupato 66%

15 lotto poker online videopoker gratta/slot gratta e vinci slot/scomme scommesse slot machine 4% 1% 5% 4% 2% 5% 5% ASL RMH GAP 2014 TIPO di GIOCO (n.76) 74%

16 alcol/coca tabacco thc 8% 8% 9% GAP SER.T. alcol 25% cocaina 50% alcol/coca 0 GAP AMBULATORIO tabacco thc 0 91% alcol 9% cocaina

17 ASL RM H GAP 2014 DOPPIA DIAGNOSI 17% 83%

18 ASL RM H 2014 Inserimenti in Comunità Terapeutiche n. pazienti inseriti Comunità per dipendenza % Comunità per Doppia Diagnosi % totale % distretto H3 25% distretto H2 6% inserimenti lavorativi distretto H1 67% distretto H5 2% misure alternative detenzione

19

20 Nel corso degli anni, dal 2003 al 2015, sono stati individuati percorsi formativi sulla base dei bisogni formativi degli operatori dei Ser.T. sollecitati dall esigenza di dare risposte adeguate all evolversi del fenomeno delle dipendenze nel tempo, dalla necessità di lavorare in equipe multidisciplinari integrate per la complessità dei casi multiproblematici e dalla necessità di un continuo adeguamento dell agire professionale rispetto allo sviluppo scientifico. Le esigenze formative si sono orientate nel corso degli anni su 5 principali filoni: VALUTAZIONE PSICODIAGNOSTICA TRATTAMENTI DELLE DIPENDENZE DA SOSTANZE ALCOL E NEW ADDICTION TRATTAMENTO CASI MULTIPROBLEMATICI : INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA COUNSELLING MOTIVAZIONALE PREVENZIONE linguaggi mediali e percezione delle droghe nel mondo giovanile I corsi realizzati hanno coinvolto: - diverse professionalità per favorire il lavoro d equipe all interno dei servizi, - operatori Ser.T. e DSM per favorire la valutazione di casi multiproblematici in DD e l individuazione di protocolli condivisi, - operatori dei Comuni, di altri servizi del territorio con i quali si opera nella valutazione di casi congiunti per favorire l integrazione ed il lavoro di rete - MMG per attivare la collaborazione E auspicabile incrementare la supervisione (corsi psicodiagnosi e trattamento dei casi )

21 TEMATICHE COMUNI SERVIZI DIVERSI 4% INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA 20% PREVENZIONE 8% STRUMENTI PSICODIAGNOSI 33% TEMATICHE SPECIFICHE TIPOLOGIA UTENZA 35% Formazione ECM ASL RMH DIPENDENZE PF (tot. 52)

22 Possibile evoluzione del GA nelle persone vulnerabili Alta disponibilità di gioco d azzardo Fattori di rischio ambientali Ga ricreativo Ga pronblematico Ga patologico Alterazioni genetiche Vulnerabilità individuale Fattori promuoventi (sale da gioco, facilità accesso,pubblicità Fattori protettivi (familiari,sociali,ambientali) Fattori di rischio sociali Ga ricreativo Assenza di evoluzione Bassa disponibilità di gioco d azzardo

23

24

25

26 European Drug addition prevention (prevenzione europea della dipendenza da sostanze) È un progetto della Unione Europea nasce nel 2003 destinato agli studenti tra i 12 e i 14 anni Lo studio EU-Dap è stata la prima esperienza di valutazione dell efficacia di un programma scolastico di prevenzione del fumo di tabacco, dell uso di sostanze e dell abuso di alcol condotta a livello Europeo che include l uso di metodologie interattive e la continuità dell intervento nel tempo. (sostenibilità) Il progetto, coordinato dall Osservatorio Epidemiologico delle Dipendenze della Regione Piemonte, è stato finanziato dalla Commissione Europea nel 2003, ed ha coinvolto più di 7000 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 14 anni in 143 scuole di 7 paesi europei: Italia, Spagna, Grecia, Austria, Belgio, Germania e Svezia.

27 Il programma è attivo sul nostro territorio dal 2009 Sostenibilità del Progetto ( insegnanti formati ad oggi n.100) Formazione Ariccia 2013 Simonetta Della Scala

28 E stato inserito nel: PRP Piano Regionale Prevenzione PNP Piano Nazionale Prevenzione Unplugged ha l obiettivo di prevenire l inizio dell uso di sostanze e/o ritardare il passaggio dall uso sperimentale a quello regolare.

29

30 Unità di Strada per la PREVENZIONE delle PATOLOGIE CORRELATE

31 Unità di Strada per la PREVENZIONE delle PATOLOGIE CORRELATE

32

33 Il progetto, finanziato dal Fondo Lotta alla Droga, nasce dal parternariato tra la ASL RM H, il Comune di Pomezia e l Associazione Onlus La Tenda. Responsabile del Progetto Dr. Gaetano Di Mauro Via Pontina Vecchia Km 33,350 Pomezia

34 Collaborazione al Progetto Regionale (FRLD) Centro Specialistico Residenziale breve per il trattamento di soggetti Alcolisti ARCA - (3, 6 mesi) consulenza relativa a: valutazione psicodiagnostica, valutazione della motivazione, idoneità utenti realizzazione sito WEB In collaborazione con i servizi socio-sanitari, MMG coinvolti nel trattamento dell'alcolismo, in modo da garantire la piena risposta ai bisogni dei pazienti in carico

35

36 Ciampino

37

38

39

40 I Servizi per le Patologie da Dipendenza (Ser.D.) devono garantire su scala ASL l intera offerta ambulatoriale, anche articolando su più sedi le singole tipologie (Diagnostico, Terapeutico Riabilitativo, Specialistico, Riduzione del Danno)

41 L I V E L L O C E N T R A L E T E R R I T O R I A L E Ser.D. H1 H3 UOC DIPENDENZE PATOLOGICHE Consiglio di Direzione Unità psicologia Ser.D. H2 H5 + sede carcere Staff - coordinatore servizio sociale - coordinatore infermieristico - supporto amministrativo - nuclei multidisciplinari per verifica e vigilanza attività e requisiti CT progettazione formazione e ricerca Ser.D. H4 H6 - Centro unico aziendale per gli accertamenti di II livello e certificazioni medico legali - Servizio Semiresidenziale Specialistico (SR.S) ora Centro Specialistico D/D di Pomezia

SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE TOSSICODIPENDENZE

SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE TOSSICODIPENDENZE SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE T.U. 309/90 e L.n.49/06 Prov.to30/10/07 (Conferenza stato/regioni) D.M.S. 444/90 e LR n.22/02 con relativi decreti Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli

Dettagli

Curriculum Vitae Marco Cappuccio. 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it. Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana

Curriculum Vitae Marco Cappuccio. 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it. Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI Marco Cappuccio 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana POSIZIONE ATTUALE RICOPERTA ESPERIENZA PROFESSIONALE 05.11.93 a tuttoggi Azienda

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

Allegato 2 Proposta di modello standard per la raccolta di dati aggregati relativi ai pazienti con gioco d azzardo

Allegato 2 Proposta di modello standard per la raccolta di dati aggregati relativi ai pazienti con gioco d azzardo Allegato 2 Proposta di modello standard per la raccolta di dati aggregati relativi ai pazienti con gioco d azzardo Viene di seguito riportata la proposta sviluppata dal Dipartimento Politiche Antidroga

Dettagli

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1. SEZIONE 1: DATI ANAGRAFICI E INFORMAZIONI PRELIMINARI Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.2 Tipologia utente Utente

Dettagli

Requisiti specifici per l accreditamento dei Sert e delle Strutture di Trattamento Residenziali e Semiresidenziali per persone dipendenti da sostanze

Requisiti specifici per l accreditamento dei Sert e delle Strutture di Trattamento Residenziali e Semiresidenziali per persone dipendenti da sostanze Requisiti specifici per l accreditamento dei Sert e delle Strutture di Trattamento Residenziali e Semiresidenziali per persone dipendenti da sostanze d abuso Premessa Elenco strutture 1. Strutture ambulatoriali

Dettagli

Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche

Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER LA DIPENDENZA DA ALCOOL 22/05/2015 Elena Bruno, Cristina

Dettagli

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci AREA MATERNO INFANTILE ED ETÀ EVOLUTIVA (1) Assistenza di tipo consultoriale

Dettagli

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate Il progetto di legge regionale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960 Qualifica Dirigente Psicologo Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI I Sessione: Il problema del lavoro rispetto alla psicopatologia e alla psicologia Malattie psichiatriche e lavoro Milano Ospedale San Raffaele 19 Novembre 2010 ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

Dettagli

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 29/01/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 9

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 29/01/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 9 Regione Lazio Decreti del Commissario ad Acta Decreto del Commissario ad Acta 24 dicembre 2012, n. U00430 Lotta alla droga. Approvazione bando per l'assegnazione di progetti di carattere sanitario per

Dettagli

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA 1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA Nella tabella riepilogativa, per le singole tipologie erogative di carattere socio sanitario, sono evidenziate, accanto al richiamo alle prestazioni sanitarie, anche

Dettagli

ASPETTI PSICHIATRICI

ASPETTI PSICHIATRICI Le nuove droghe e addiction comportamentali Varese, 5 dicembre 2012 ASPETTI PSICHIATRICI Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE 2011 DELL'OSSERVATORIO EUROPEO DELLE DROGHE E TOSSICODIPENDENZE Cannabis: Prevalenza

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011. Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma

GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011. Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011 Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma La Fondazione Villa Maraini onlus, naturale evoluzione della Comunità Terapeutica Villa Maraini fondata nel 1976 da Massimo

Dettagli

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T. di Prato

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T. di Prato Dipendenze Le relazioni periodiche dell Osservatorio Provinciale sulle Dipendenze consentono di seguire l evoluzione del fenomeno droga 1 nel contesto pratese, relativamente all andamento delle rilevazioni,

Dettagli

Lauree triennali delle professioni sanitarie. Terapista della neuro e psicomotricità della età evolutiva Educatore professionale Logopedista

Lauree triennali delle professioni sanitarie. Terapista della neuro e psicomotricità della età evolutiva Educatore professionale Logopedista Lauree triennali delle professioni sanitarie Terapista della neuro e psicomotricità della età evolutiva Educatore professionale Logopedista I.R.C.C.S. E. Medea: Polo di Eccellenza in Sanità Friendly Hospital

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963. medico responsabile di struttura semplice

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963. medico responsabile di struttura semplice INFORMAZIONI PERSONALI Nome Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio medico responsabile di struttura semplice ASL DELLA PROVINCIA

Dettagli

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale.

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. Decreto MIUR su Riassetto delle Scuole di specializzazione di area sanitaria G.U. n. 285 del

Dettagli

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA CREARI N. 18-37051 BOVOLONE (VR) Telefono 045 2220476 347-9496138 Fax 0442-330608 E-mail Nazionalità macoralice@tiscali.it

Dettagli

DOCUMENTO DEL SERVIZIO

DOCUMENTO DEL SERVIZIO DOCUMENTO DEL SERVIZIO Questo documento ha lo scopo di far conoscere i servizi e le prestazioni che vengono erogate, nella convinzione che la conoscenza e l informazione possano garantire un appropriato

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALBERTO SANTI Amministrazione Telefono dell Ufficio 06 58704411 A O San Camillo Forlanini Piazza Carlo Forlanini,

Dettagli

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT.

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT. UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA-RIABILITATIVA CENTRO DIURNO PROGETTO SPERIMENTALE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Disturbo dell alimentazione: Conoscere per curare e per vivere RESPONSABILI: Direttore

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. SANTI VITTORIO Data di nascita 14/03/1946. Dirigente ASL I fascia - ser.t formia

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. SANTI VITTORIO Data di nascita 14/03/1946. Dirigente ASL I fascia - ser.t formia INFORMAZIONI PERSONALI Nome SANTI VITTORIO Data di nascita 14/03/1946 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI LATINA Dirigente ASL I fascia - ser.t formia

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - U.O.S.D. Latina 3 Centro di Salute Mentale di Sezze

Dirigente ASL I fascia - U.O.S.D. Latina 3 Centro di Salute Mentale di Sezze INFORMAZIONI PERSONALI Nome Soscia Anna Maria Data di nascita 05/12/1956 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Psicologo Dirigente ASL DI LATINA Dirigente ASL I fascia

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative. Nome

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative. Nome Curriculum Vitae Nome Luisa BLASI Data di nascita 30/10/1955 Qualifica Dirigente psicologo I livello presso il Servizio Dipendenze Centro Storico ed Estuario Amministrazione Azienda ULSS 12 Veneziana Incarico

Dettagli

Responsabile - Servizio di Psicologia Clinica - Dipartimento delle Dipendenze Patologiche

Responsabile - Servizio di Psicologia Clinica - Dipartimento delle Dipendenze Patologiche INFORMAZIONI PERSONALI Nome Corvino Maria Teresa Data di nascita 02/06/1961 Qualifica dirigente sanitario iss psicologo Amministrazione ASL DI CASERTA 1 Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

XXXXXXXXXXXXXXXXXX. Xxxxxxxxxxxxxx Xxxxxxxxxxxxxxxxxx

XXXXXXXXXXXXXXXXXX. Xxxxxxxxxxxxxx Xxxxxxxxxxxxxxxxxx F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail XXXXXXXXXXXXXXXXXX Xxxxxxxxxxxxxx Xxxxxxxxxxxxxxxxxx Nazionalità Italiana Data

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE Renzo Marsili, nato a Treviso il 23-07-1952 e-mail: r.marsili@ausl.fe.it CURRICULUM PROFESSIONALE Titoli di studio Diploma di Maturità classica 1971 Diploma di laurea in Psicologia, Padova 1979. Counselor

Dettagli

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Dicembre 2011 Informativa Breve In Breve 8/2011 I servizi per gli anziani I servizi per la disabilità I servizi

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.24

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.24 8.24 Requisiti specifici per l accreditamento dei Sert e delle Strutture di Trattamento Residenziali e Semiresidenziali per persone dipendenti da sostanze d abuso 1 di 37 Premessa I Servizi ritenuti utili

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

Deli bera zio ne del Direttore Generale n.

Deli bera zio ne del Direttore Generale n. A Z I E N D A S A N I T A R I A L O C A L E AL Sede legale: Viale Giolitti 2 15033 Casale Monferrato (AL) Partita IVA/Codice Fiscale n. 02190140067 Deli bera zio ne del Direttore Generale n. d el OGGETTO:

Dettagli

Residenze Sanitarie Assistenzali. Milano e Provincia Monza e Provincia 2014. Per informazioni: SERVIZIO CORTESIA

Residenze Sanitarie Assistenzali. Milano e Provincia Monza e Provincia 2014. Per informazioni: SERVIZIO CORTESIA Milano e Provincia Monza e Provincia 2014 Residenze Sanitarie Assistenzali La è una Struttura residenziale finalizzata all accoglienza, cura e recupero funzionale di Persone anziane parzialmente o totalmente

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello INFORMAZIONI PERSONALI Nome Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Psicologo I livello ASL DI RM/F Dirigente ASL

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. MARINELLI PAOLA Data di nascita 17/08/1967. Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. MARINELLI PAOLA Data di nascita 17/08/1967. Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3) INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARINELLI PAOLA Data di nascita 17/08/1967 Qualifica I Fascia Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente ASL

Dettagli

Finalità Obiettivi Utenza Organizzazione Coordinamento

Finalità Obiettivi Utenza Organizzazione Coordinamento PROTOCOLLO D INTESA TRA L ASL DI BRESCIA E L AZIENDA SPECIALE CONSORTILE OVEST SOLIDALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO TUTELA MINORI INTERESSATI DA PROVVEDIMENTI DELLA MAGISTRATURA ANNO 2011 Premessa La

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A

R E G I O N E C A L A B R I A R E G I O N E C A L A B R I A 1 R E G I O N E C A L A B R I A a cura di: Dott. Bernardo S. Grande Responsabile LVD supervisione e coordinamento Dott.ssa Tiziana Bevacqua Psicologa LVD dati e testo Dott.ssa

Dettagli

Finanziamenti finalizzati alla lotta alla droga

Finanziamenti finalizzati alla lotta alla droga Finanziamenti finalizzati alla lotta alla droga Finanziamenti finalizzati alla lotta alla droga FINANZIAMENTI FINALIZZATI AL CONTRASTO DELLE DIPENDENZE ANNI 2003-2004 Nel corso del 2003, con Delibera

Dettagli

CAPITOLO VI.1 PIANO DI AZIONE

CAPITOLO VI.1 PIANO DI AZIONE CAPITOLO VI.1 PIANO DI AZIONE VI.1.1. del Piano d Azione Nazionale Antidroga 2010-2013 (a cura di ITC ILO) VI.1 PIANO DI AZIONE VI.1.1 del Piano d Azione Nazionale Antidroga 2010-2013 (a cura di ITC ILO)

Dettagli

Dal 01-09-2009 a tutt oggi Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo Via G. Cusmano, 24 Palermo

Dal 01-09-2009 a tutt oggi Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo Via G. Cusmano, 24 Palermo in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome BERARDI Marco Data di nascita 11/06/1961 Posto di e indirizzo A.S.P. di Palermo

Dettagli

in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69

in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 ASP Palermo MARINA CIARAMITARO Data di nascita 16.03.1957 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO Profilo professionale

Dettagli

Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità nel lavoro di equipe

Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità nel lavoro di equipe I CONFERENZA DELLA REGIONE LAZIO SULLA SALUTE MENTALE. 3 sessione IL GOVERNO CLINICO IN SALUTE MENTALE Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità

Dettagli

CORSI PER SMETTERE DI FUMARE IN GRUPPO

CORSI PER SMETTERE DI FUMARE IN GRUPPO CORSI PER SMETTERE DI FUMARE IN GRUPPO DIPARTIMENTO DIPENDENZE AMBULATORIO ANTIFUMO Responsabile: dott. ssa Laura Bini MODALITA DI ACCESSO E INFORMAZIONI TELEFONICA ACCESSO DIRETTO SITO WEB ASL SITO WEB

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000)

CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000) CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000) La sottoscritta ROSA SALMERI, nata a Catania il 20 marzo 1956 e ivi residente in via Renato Imbriani n. 177, consapevole delle conseguenze

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) BRUNO AIELLO 166, VIA REGINA MARGHERITA 80053, CASTELLAMMARE DI STABIA, ITALIA Telefono(i) 0818724785 Cellulare: 3392845450

Dettagli

IL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO NELLE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI IN COMORBILITÁ CON L ABUSO DI SOSTANZE

IL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO NELLE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI IN COMORBILITÁ CON L ABUSO DI SOSTANZE IL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO NELLE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI IN COMORBILITÁ CON L ABUSO DI SOSTANZE Giuseppe ZANDA (Lucca) www.psichiatragiuseppezanda.com Viterbo, 16-17 novembre 2012 Premessa 2 In questa

Dettagli

TABELLA UNICA DELLE PRESTAZIONI NELL ASSISTENZA ALLE PERSONE CON DIPENDENZA DA SOSTANZE

TABELLA UNICA DELLE PRESTAZIONI NELL ASSISTENZA ALLE PERSONE CON DIPENDENZA DA SOSTANZE Protocollo SESIT Standard Europei per il Sistema Informativo Tossicodipendenze TABELLA UNICA DELLE PRESTAZIONI NELL ASSISTENZA ALLE PERSONE CON DIPENDENZA DA SOSTANZE - Versione Aggiornata all Agosto 2006

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. Rita Cataudella. Italiana ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Nome. Nazionalità. Data di nascita 13/03/1954

INFORMAZIONI PERSONALI. Rita Cataudella. Italiana ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Nome. Nazionalità. Data di nascita 13/03/1954 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità Italiana Data di nascita 13/03/1954 ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (da a) 1980 -- 1992 Nome e tipo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Andrea Cognome Clementi Indirizzo Via achille ferruzzi n 49 Soriano nel Cimino (VT) Telefono Cel: 3292917882

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Cognome e nome SCALABRI MARIA ENRICA Data di nascita 29-01-1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA ULSS 10 VENETO ORIENTALE

Dettagli

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana Curriculum Vitae Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804 e-mail tiziana_realini@virgilio.it Nazionalità italiana Nata il 28-10-1958 Laureata in psicologia presso l università

Dettagli

Curriculum formativo- professionale

Curriculum formativo- professionale Curriculum formativo- professionale Dott. Valenti Aldo nato a Reggio Cal. il 25.10.1956 Dirigente psicologo-psicoterapeuta presso ASP n.5 di Reggio Calabria Recapito: Ufficio 0965347086-0965347208 cell.

Dettagli

Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA

Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA PREMESSA 1. Normativa di riferimento La legge n. 328/00 enuncia all art. 14 le disposizioni per la realizzazione

Dettagli

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O C R I S T I N A I O R I O C U R R I C U L U M F O R M A T I V O E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome CRISTINA IORIO Telefono 347/8035515 E-mail

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANDOLINA ILENIA Telefono 333 2341974 E-mail ilenia.andolina@gmail.com Nazionalità Italiana Data di nascita 07/ 09/ 1980 ESPERIENZA LAVORATIVA 1 ESPERIENZE LAVORATIVE

Dettagli

Il fenomeno delle dipendenze da sostanze in Toscana: consumi e conseguenze, rete dei servizi e trattamenti I trattamenti erogati dai Ser.T.

Il fenomeno delle dipendenze da sostanze in Toscana: consumi e conseguenze, rete dei servizi e trattamenti I trattamenti erogati dai Ser.T. Il fenomeno delle dipendenze da sostanze in Toscana: consumi e conseguenze, rete dei servizi e trattamenti I trattamenti erogati dai Ser.T. Dottor Intaschi Guido Responsabile U.F. SERT ASL 12 di Viareggio

Dettagli

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile.

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile. PROCEDURA UNIFICATA E CONDIVISA DEI RAPPORTI TRA SERVIZI SOCIALI DELLA PROVINCIA E LA S.C. SMRIA (DSM) AUSL DI FERRARA PER L ATTIVITA SOCIO SANITARIA INTEGRATA PER MINORI. La mancanza di una procedura

Dettagli

Relazione salute mentale adulti 01/03/2012

Relazione salute mentale adulti 01/03/2012 Relazione salute mentale adulti 01/03/2012 (a cura del responsabile Unità Funzionale Salute Mentale Adulti Zona delle Apuane, dott. Fabrizio Lazzerini)) La legge 180 e la legge 833 "Riforma del Servizio

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE. fra.. in materia di. Assistenza integrata alle persone Hiv positive

ACCORDO DI COLLABORAZIONE. fra.. in materia di. Assistenza integrata alle persone Hiv positive ACCORDO DI COLLABORAZIONE fra.. in materia di Assistenza integrata alle persone Hiv positive 1. PREMESSA L integrazione, la stretta collaborazione, la sinergie di risorse sono elementi essenziali per affrontare

Dettagli

Dirigente psicologo I livello. Luisa.Blasi@ulss12.ve.it

Dirigente psicologo I livello. Luisa.Blasi@ulss12.ve.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BLASI Luisa Dati nascita Venezia 30/10/1955 Qualifica Dirigente psicologo I livello Fax 0039 041 5295884 Luisa.Blasi@ulss12.ve.it E-mail

Dettagli

CENTRO di RIABILITAZIONE ambulatoriale day hospital tempo pieno vedano olona (va)

CENTRO di RIABILITAZIONE ambulatoriale day hospital tempo pieno vedano olona (va) A S S O C I A Z I O N E A S S O C I A Z I O N E VIA DON LUIGI MONZA, 10 21040 VEDANO OLONA (VA) TEL. 0332.866080 F AX 0332.400208 WWW. LANOSTRAFAMIGLIA. IT E - MAIL: LNFVEDANO@ TIN. IT C.F. E P. IVA: 00307430132

Dettagli

IL PERCORSO NO COCAINE. Eliseo Bertani, Roberto Casotti, Mario Cipressi, Antonio Lanzoni

IL PERCORSO NO COCAINE. Eliseo Bertani, Roberto Casotti, Mario Cipressi, Antonio Lanzoni 10.7 IL PERCORSO NO COCAINE Eliseo Bertani, Roberto Casotti, Mario Cipressi, Antonio Lanzoni CeIS CENTRO DI SOLIDARIETÀ DI REGGIO EMILIA, Regione Emilia Romagna Abstract Il progetto NO COCAINE del CeIS

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CASTRICA SIMONETTA Indirizzo studio VIA DI TOR FIORENZA, 38 00199 ROMA Telefono 347 7132846 Fax E-mail simonettacastrica@psiconauti.it

Dettagli

Psicologa Psicoterapeuta

Psicologa Psicoterapeuta INFORMAZIONI PERSONALI Ramona Perelli Via del Rile 14, 27045 Casteggio (Pv), Italia +39 338.3749945 ramonaperelli@libero.it Sesso Femminile, Data di nascita 04/06/1977 Nazionalità Italiana POSIZIONE PER

Dettagli

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD)

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD) I GRUPPI DI TERAPIA PER I GIOCATORI D AZZARDO E LE LORO FAMIGLIE : L ESPERIENZA DI CAMPOFORMIDO (UD) ROLANDO DR. DE LUCA PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA RESPONSABILE DEL CENTRO DI TERAPIA DI CAMPOFORMIDO E-mail

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

PROGETTO MY SPACE: CENTRO DIURNO PER LA RIABILITAZIONE DI ADOLESCENTI TOSSICODIPENDENTI PROGETTO A CURA DEL DIPARTIMENTO ASL 3 GENOVESE

PROGETTO MY SPACE: CENTRO DIURNO PER LA RIABILITAZIONE DI ADOLESCENTI TOSSICODIPENDENTI PROGETTO A CURA DEL DIPARTIMENTO ASL 3 GENOVESE PROGETTO MY SPACE: CENTRO DIURNO PER LA RIABILITAZIONE DI ADOLESCENTI TOSSICODIPENDENTI PROGETTO A CURA DEL DIPARTIMENTO ASL 3 GENOVESE ANNO 2008-2010 CENTRO DIURNO PER LA RIABILITAZIONE DI ADOLESCENTI

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009 Servizi Socio-Sanitari AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Unità Complessa Disabilità Direttore Dott. Gabriele Bezzan Funzionario Dott.ssa Liliana Menegoi Segreteria

Dettagli

Il progetto regionale sostanze legali

Il progetto regionale sostanze legali Lavori preparatori alla II Conferenza regionale sulla salute mentale Il Sistema Dipendenze patologiche si presenta Il progetto regionale sostanze legali Maurizio Laezza Bologna,27 febbraio 2007 Fumo di

Dettagli

Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL.

Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL. LEGGE REGIONALE N. 27 DEL 6-09-1999 REGIONE PUGLIA Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 94 del 8

Dettagli

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013 Percorsi di cura dei disturbi dell alimentazione nella Regione Veneto Paolo Santonastaso Centro Regionale per i Disturbi Alimentari Dipartimento di Neuroscienze Università di padova Appropriatezza clinica,

Dettagli

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento 2.7 Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento Obiettivi di integrazione - Si rileva una disomogeneità nelle modalità di raccordo e collaborazione tra il Servizio

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 0161. di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli

PROGETTO DI LEGGE N. 0161. di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 8228 PROGETTO DI LEGGE N. 0161 di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli Norme per la prevenzione,

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTI NEL SETTORE DELLE DIPENDENZE

PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTI NEL SETTORE DELLE DIPENDENZE Allegato alla Delib.G.R. n. 12/3 del 27.3.2007 PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTI NEL SETTORE DELLE DIPENDENZE INDICE 1. L evoluzione dei comportamenti di abuso e di dipendenza 2. La rete delle strutture

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

Estratto del Progetto G A P

Estratto del Progetto G A P Estratto del Progetto G A P Progetto nazionale per l attivazione di strategie e per lo studio e la preparazione di linee di indirizzo tecnico-scientifiche, coordinate e finalizzate alla prevenzione, alla

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Giuseppe Luci Telefono 392 9963891 E-mail Piazzale Vienna 11 B, 03100 Frosinone (residenza) Via

Dettagli

Sistema Informativo Territoriale

Sistema Informativo Territoriale Sistema Informativo Territoriale Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento Convegno Nazionale Ospedale, Città e Territorio Verona, 13 15 Settembre 2007 Responsabile Sistemi Informativi leonardo.sartori@apss.tn.it

Dettagli

Centri regionali di riferimento

Centri regionali di riferimento Centri regionali di riferimento Emilia-Romagna BOLOGNA - AREA VASTA CENTRO - AUSL - in attesa di ricezione dati Centro Team HUB Disturbi dello Spettro Autismo Viale Pepoli 5-40100 Bologna Telefono: 051/6584164

Dettagli

INDICE. PREMESSA... pag. 4 popolazione bersaglio

INDICE. PREMESSA... pag. 4 popolazione bersaglio INDICE PREMESSA... pag. 4 popolazione bersaglio OBIETTIVI DEL PROGETTO... pag. 4 obiettivi generali obiettivi specifici. integrazione territoriale metodologie e strumenti adoperati. PRIMA FASE DELL INTERVENTO...

Dettagli

ANGSA LOMBARDIA ONLUS

ANGSA LOMBARDIA ONLUS ANGSA LOMBARDIA ONLUS Convegno Coop. Sociale Cascina Bianca ASCOLTARE, INFORMARE SENSIBILIZZARE, FARE RETE presentazione di RETE AUTISMO CRITICITA DEL PROGETTO DI VITA DELLE PERSONE CON AUTISMO I CARE

Dettagli

RACCOMANDAZIONE CIVICA

RACCOMANDAZIONE CIVICA RACCOMANDAZIONE CIVICA SULLE TOSSICODIPENDENZE Realizzata da Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato In collaborazione con FeDerSerD - Federazione Italiana degli Operatori dei Dipartimenti

Dettagli

Dipendenze patologiche

Dipendenze patologiche PROVINCIA DI RIMINI Assessorato Politiche Sociali Dipendenze patologiche Mini guida ai soggetti e ai servizi del territorio Dipendenze patologiche La presente pubblicazione nasce con l intento di dare

Dettagli

Interazione tra alcol e farmaci o "sostanze" varie Molti farmaci (in primo luogo tranquillanti ed ansiolitici, ma anche antidolorofici, alcuni antistaminici, perfino sciroppi per la tosse) interagiscono

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MASSIMO CLERICI Via Roncaglia 18 20146 Milano Telefono cell 338-7106055 Fax tel/fax 02-48018507

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE. Nome. GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE. Nome. GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959 MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia; Oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l utilizzazione

Dettagli

a cura di: Società Italiana di Psicologia dei Servizi Ospedalieri e Territoriali

a cura di: Società Italiana di Psicologia dei Servizi Ospedalieri e Territoriali EROGATA DALLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE COMPLESSE DI PSICOLOGIA, TERRITORIALI ED OSPEDALIERE, DEL S. S. N. E PER GLI INTERVENTI A FAVORE DELLO SVILUPPO DELL INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA. a cura di: Società

Dettagli

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE ALLEGATO 1 PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE Il presente progetto è finalizzato alla sperimentazione nella Regione Piemonte di un percorso di presa in carico

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - Servizio Psicologico Giovani

Dirigente ASL I fascia - Servizio Psicologico Giovani INFORMAZIONI PERSONALI Nome Buccoleri Giovanna Data di nascita 01/05/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI PERUGIA Dirigente ASL I fascia - Servizio

Dettagli

Relazione conclusiva. Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1

Relazione conclusiva. Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1 Relazione conclusiva Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1 Il progetto di ricerca Valutazione della performance dei Servizi del

Dettagli

1. Presentazione Compulsiòn è un servizio ambulatoriale, multimodale di diagnosi e cura dei comportamenti compulsivi e delle nuove forme di

1. Presentazione Compulsiòn è un servizio ambulatoriale, multimodale di diagnosi e cura dei comportamenti compulsivi e delle nuove forme di Carta dei servizi Progetto finanziato dalla Regione Lombardia ai sensi della d.g.r. 4 aprile 2012 n.ix/3239 Sperimentazione nell ambito delle nuove politiche di welfare come da decreto n 6964 del 1 agosto

Dettagli

LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI. Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE

LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI. Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE Dr.Franco Badii Responsabile Struttura Semplice Abuso e Dipendenza da sostanze illegali S.C.Area Dipendenze Ser.T.

Dettagli

L. 22.12.1975, n. 685 - (G.U. n. 342/1975) *

L. 22.12.1975, n. 685 - (G.U. n. 342/1975) * L. 22.12.1975, n. 685 - (G.U. n. 342/1975) * Disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope. Prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza Art. 1: Comitato nazionale di

Dettagli

Lorenzo Rampazzo Servizio Prevenzione e Cura delle Dipendenze, Direzione per i Servizi Sociali della Regione Veneto.

Lorenzo Rampazzo Servizio Prevenzione e Cura delle Dipendenze, Direzione per i Servizi Sociali della Regione Veneto. LA RETE ALCOLOGICA DELLA REGIONE VENETO NEL SISTEMA DELLE DIPENDENZE Lorenzo Rampazzo Servizio Prevenzione e Cura delle Dipendenze, Direzione per i Servizi Sociali della Regione Veneto. L abuso di alcol

Dettagli

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G.

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. I Sessione ore 9,30 La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. Gabriele Carbone Responsabile medico Centro Demenze Unità

Dettagli