Lista Guglionesi nel cuore PROGRAMMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lista Guglionesi nel cuore PROGRAMMA"

Transcript

1

2 Lista Guglionesi nel cuore PROGRAMMA Il nostro programma è frutto di precise scelte politiche, dettate non solo da alcune emergenze dovute alla congiuntura internazionale e che non sono venute meno in questi ultimi anni, ma anche dalla volontà di indirizzare lo sviluppo del nostro territorio e della nostra comunità verso una ripresa che abbia come protagonisti la persona, la famiglia, le libere associazioni di cittadini, le imprese, le realtà educative. Il cardine della nostra azione politica e della nostra proposta amministrativa è il principio di sussidiarietà, unica vera possibilità di realizzazione del Bene Comune. In tale direzione Guglionesi nel Cuore svolgerà il compito di amministrare la cosa pubblica senza mai sostituirsi alle persone, alle famiglie e ai corpi intermedi nella risposta ai bisogni della collettività, anzi creando i presupposti normativi, organizzativi, procedurali che favoriscano la libera iniziativa e l intrapresa dei cittadini singoli o associati. Combattere e vincere la sfida della crisi è possibile solo a partire dalla valorizzazione della risorsa che si chiama persona, della sua capacità di creatività, di rischio, di innovazione, di solidarietà. Il rilancio dell economia, dell immagine e della produttività della nostra comunità in ogni settore può venire soltanto da una politica che sia aperta alla realtà, sappia davvero mettersi al servizio della comunità e rifugga i personalismi e le rigidità ideologiche, sostenendo decisamente la famiglia e i corpi sociali. I nostri candidati, sottoscrivendo il presente programma, si impegnano solennemente a sostenerne fattivamente la realizzazione e liberamente si danno vincolo di mandato nel massimo rispetto della volontà dei cittadini elettori per i 5 anni di amministrazione. Inoltre tutti i candidati si impegnano a sostenere la futura compagine amministrativa attraverso la personale partecipazione all attività della giunta e un costante contributo di azione e proposta. Il nostro programma è aperto al contributo di idee e di proposte di quanti ne condividano l impostazione generale e si articola in tre sezioni: educazione, impresa e sviluppo, società e territorio. Appena insediati inoltre realizzeremo un integrazione del nostro programma di governo con i punti condivisibili che saranno proposti dalla minoranza. Rapporto con i cittadini: la Lista Guglionesi nel Cuore, in continuità con l esperienza amministrativa precedente, intende basare il suo governo sui principi di presenza, trasparenza, partecipazione ed efficienza quali fondamento di un rinnovato rapporto con tutti i cittadini. 1. EDUCAZIONE E la vera emergenza di questo tempo. L amministrazione si impegna a coordinare, valorizzare, sostenere e favorire tutti i soggetti che siano portatori di una proposta educativa per ridare impulso alla nostra tradizione culturale intesa come passaggio creativo di cultura da una generazione all altra. Scuola Comunale Mimì Del Torto Memore della grande tradizione educativa e della preziosa opera sociale assicurata per 84 anni dalle Suore Apostole del Sacro Cuore, l amministrazione, in continuità con l esperienza amministrativa precedente, intende favorire non solo la sopravvivenza della scuola ma anche il permanere della sua specificità educativa, e porrà in essere, come ha già fatto, tutte le iniziative più opportune ed efficaci in funzione della salvaguardia della Scuola, compresa la eventuale cessione della parifica ad un soggetto privato, continuando a sostenerla nella stessa attuale modalità e in un ottica di reale sussidiarietà, riconoscendone il valore pubblico.

3 Sezione Primavera e Asilo Nido Guglionesi nel Cuore, riservando particolare attenzione ai più piccoli ed alle famiglie, e in continuità con l esperienza amministrativa precedente, attiverà, con finanziamenti statali o regionali, la Sezione Primavera. Sarà più facile così assicurare anche il servizio dell Asilo Nido, altrimenti a rischio viste le dinamiche delle nascite purtroppo preoccupanti. Quello di Guglionesi è, a detta di tutti, il più bello tra gli asili nido comunali della regione Molise. Guglionesi nel Cuore, dopo aver dotato per la prima volta nella storia la comunità cittadina di un asilo nido completo e funzionale (struttura, arredi, servizi, logistica, personale competente e qualificato), ne curerà il potenziamento rivolgendo il servizio anche alla popolazione dei comuni limitrofi. Istituto Omnicomprensivo L amministrazione continuerà a seguire con attenzione i piani annuali di dimensionamento per scongiurare accorpamenti che farebbero perdere l autonomia all Istituto, mantenuta con deciso e forte impegno e lungimiranza di scelte in sede di conferenza decisoria negli anni scorsi. L amministrazione continuerà ad assicurare come minimo i contributi concessi negli ultimi anni a vantaggio della didattica, ivi compresi quelli di compartecipazione a bandi per l ammodernamento dei sussidi informatici, in modo tale da fornire le scuole e centro per anziani di sale multimediali dotate di PC per permettere ai ragazzi di fruire dell innovazione tecnologica. Proporre nelle classi della scuola dell'obbligo lo studio della storia del nostro paese d'origine, formando i ragazzi, anche attraverso un progetto dedicato, come guide turistiche e storiche del paese. Polo culturale C. Gizzi, Casa di Dante e Pinacoteca comunale Grazie ad un finanziamento PISU già ottenuto e da monitorare in modo attento nelle sue fasi finali, i locali adiacenti la Chiesa di Sant Antonio Abate verranno ristrutturati ed adibiti a Polo Culturale. In tale stabile troveranno sistemazione le sedi delle associazioni che ne faranno richiesta, e la Biblioteca Comunale, attualmente ospitata nei locali dell ex Convento dei Cappuccini. La gestione del polo culturale sarà affidata alle associazioni, ai giovani del servizio civile, a pensionati, alle scuole (attraverso apposita convenzione). Occorre programmare come far sì che il Polo possa autosostenersi e diventare, non solo per Guglionesi, un centro culturale vivo e moderno, dotato di spazi per attività artistico-culturali, inserito in un percorso di cui Guglionesi, per le sue emergenze storico-culturali, può essere tappa fondamentale. Nei locali dell ex Convento dei Cappuccini, attraverso un accordo con la Fondazione Casa di Dante in Abruzzo, verranno ospitate la nuova Pinacoteca Comunale (con le opere facenti parte del lascito del prof. Corrado Gizzi) e la Casa di Dante a Guglionesi, che si intende promuovere come luogo di memoria dedicato al nostro amato concittadino prof. Corrado Gizzi. Cinema Teatro Comunale Nell ottica di una conferma decisa della scelta politica strategica dell esperienza amministrativa precedente, Guglionesi nel Cuore intende far vivere e sviluppare lo spazio del Cinema Teatro Comunale come volano di proposta culturale, artistica, musicale ed educativa attraverso l attività di programmazione cinematografica, la stagione teatrale, la scuola di teatro, la proposta del teatro-ragazzi per scuole e comunità, la produzione di spettacoli in loco, la formazione di maestranze e professionalità locali, le collaborazioni già in essere tra soggetti, associazioni ed agenzie educative, e l utilizzo dello spazio teatrale da parte della nostra comunità per iniziative, conferenze, presentazioni, recite scolastiche, concerti al chiuso, ecc. Occorrerà tempestivamente riprendere con la Regione i contatti, iniziati in sede di audizione in Consiglio regionale, per evitare la chiusura del Cinema nel 2014, quando le proiezioni saranno effettuate esclusivamente con tecnologie digitali. Colonia estiva e attività di animazione Per venire incontro alle crescenti esigenze delle famiglie, si organizzerà, in continuità con la precedente esperienza amministrativa, la colonia estiva. Per le attività di animazione, non rivolte solo alla colonia,

4 ma anche all Estate guglionesana, si coinvolgeranno giovani disoccupati di Guglionesi con l uso di voucher. Scuola di musica comunale L amministrazione continuerà a tenere aperta la Scuola di musica, rinnovando la convenzione e la fattiva collaborazione con l IMAM. Si riserverà attenzione anche alle esperienze altamente positive dei corsi curriculari di educazione musicale della scuola primaria e secondaria di primo grado, sperando in maggiori disponibilità di bilancio che rendano possibile, nel quinquennio, l organizzazione di un concorso nazionale. 2. IMPRESA E SVILUPPO Le uniche possibilità di sviluppo e di ripresa del nostro territorio sono legate alla libera intrapresa di tutti i soggetti produttivi dei vari settori economici. Guglionesi è un paese a vocazione agricola ma anche con grandi potenzialità turistiche, da coltivare e incentivare attraverso un azione di valorizzazione e liberazione di tutte le energie positive in campo. Le risorse del nostro territorio sono tali da consentire un progressivo incremento del turismo come esperienza, superando il modello di sviluppo territoriale contemporaneo, basato sull illusione della crescita continua, favorendo un turismo a misura d uomo, che non privilegi il consumo irreversibile delle risorse e favorisca l incontro con l ambiente e la vita locale. Gruppo di lavoro Impresa e sviluppo Guglionesi nel Cuore intende creare un Gruppo di lavoro misto (formato da amministratori, soggetti della società civile ed esperti) per la redazione di un progetto complessivo di sviluppo per Guglionesi che intercetti finanziamenti regionali, nazionali ed europei e favorisca il collegamento costante tra le aziende, i lavoratori e le nuove opportunità di intrapresa. All interno di tale gruppo si provvederà a realizzare una programmazione strategica per il turismo che consenta una concreta conoscenza del territorio e una definizione di obiettivi chiari e realizzabili. Rete delle imprese L amministrazione attiverà una Rete degli artigiani, delle aziende e degli imprenditori di Guglionesi che, attraverso incontri periodici e la reciproca conoscenza e collaborazione, tenda a razionalizzare, valorizzare ed implementare le azioni dei singoli soggetti in sinergia tra di loro, producendo benefici per tutto il tessuto sociale ed economico anche verso l esterno. L obiettivo ultimo di tale rete, che fungerà anche da incubatore, è la realizzazione e la gestione di un marchio territoriale, attraverso un contratto di rete, identificativo di una offerta esaustiva della ricchezza del nostro territorio: cooperare per competere. Agricoltura commercio e attività produttive Guglionesi nel Cuore favorirà la costituzione di un Consorzio locale di produttori agricoli al fine di agevolare la collocazione dei prodotti locali in contesti economici più evoluti nazionali ed internazionali. In quest ottica sarà prioritario il rilancio di strutture produttive locali ormai da tempo in declino come il Conservificio al fine di valorizzare le colture locali con un ricaduta immediata nel nostro contesto economico. Istituzione e promozione di un mercato ortofrutticolo a km zero. Redazione e approvazione del Regolamento comunale di polizia rurale. Istituzione di un gruppo di lavoro per incentivare le richieste e progetti Por 2014/2020. Rivalutazione del settore agricolo e gastronomico con la creazione e l'incentivazione di centri agricoli efficienti basati su moderni criteri tali da poter ottenere risultati di eccellenza. Il nostro territorio ha

5 bisogno di riconquistare il mercato con la indiscussa qualità dei suoi prodotti: olio, vino, frutta, cereali, creando numerosi nuovi posti di lavoro. Promozione turistica L opportunità di creare posti di lavoro e nuovi imprenditori nel settore turistico è legata alla possibilità di contare su una rete di agenzie e tour operator che promuovano Guglionesi, individuando percorsi appetibili nel centro storico che dovrà essere dotato di cartellonistica e segnaletica; inoltre dovranno essere formate guide turistiche locali ed essere organizzati corsi HACCP per gli esercenti commerciali. Inoltre, individuando una zona shopping nella quale allestire dei bazar (assegnati con bando pubblico), potrà essere incentivata la vendita e degustazione di prodotti tipici, manufatti artigianali, ecc. Lo stesso percorso, durante l estate, potrebbe divenire sagra itinerante. Borgo antico e ricettività turistica Incentivazione della ristrutturazione di abitazioni di proprietà site nel centro storico per la creazione di attività di albergo diffuso o altre attività ricettive (hotel, bed & breakfast) e di nuove attività commerciali in genere attraverso la restituzione di una quota dell IMU versata e l esenzione della tassa sui rifiuti per i primi 2 anni di attività. Successiva creazione di un portale internet per la pubblicizzazione della ricettività e dell ospitalità dell albergo diffuso. Realizzazione di una guida e di un percorso interattivo con l ausilio di pannelli dedicati, cartellonistica, segnaletica e QR Code, presso monumenti e luoghi identificativi che consentano tramite mobile devices (smartphone e tablet) l accesso alla guida e ai suoi contenuti multimediali, per rendervi immediatamente fruibili i momenti più significativi della vita della comunità (manifestazioni religiose, tradizioni, ecc). Acquisizione e successiva demolizione di abitazioni dirute e abbandonate per creare parcheggi o mini aree verdi nel centro storico o compatibilmente con quanto previsto dal Piano di recupero. Valorizzazione delle risorse storiche architettoniche e artistiche Creazione e gestione di un portale internet ( GuglioneSì ) e stampa di una guida turistica per la promozione delle risorse del nostro territorio. Creazione di un Centro di ricerca di storia locale al quale destinare fondi comunali e provenienti da progetti europei. Connettività wi-fi free L amministrazione, per consentire l accesso e l utilizzo delle risorse della rete web a cittadini e visitatori, offrirà la connettività gratuita wi-fi nella zona di Lungomare e Castellara. Mercatino di Natale L amministrazione intende collaborare con la Pro Loco per l organizzazione di un mercatino natalizio in grado di coinvolgere aziende, produttori e associazioni (locali e delle realtà molisane), per favorire la conoscenza e la promozione delle risorse locali oltre ad offrire occasione di animazione e di destagionalizzazione del turismo. Pertanto l amministrazione e la Pro Loco coopereranno per dotarsi delle attrezzature e delle strutture (casette di legno) idonee a questa ed altre iniziative similari (mostra mercato, eventi espositivi). 3. SOCIETA E TERRITORIO Guglionesi nel Cuore si impegna a valorizzare le risorse umane (persone, famiglie, piccole e medie imprese), le risorse territoriali e ambientali (verde pubblico, agricoltura, commercio, qualità della vita)

6 3.1 Trasparenza-partecipazione Adeguamento dello Statuto Adeguamento dello alle leggi vigenti. Approvare il regolamento del Referendum consultivo previsto nello Statuto come strumento di democrazia diretta. Indennità di sindaco e giunta Le indennità di carica non supereranno mai l 80% dell importo previsto dalle leggi nazionali. Gli eventuali adeguamenti avverranno soltanto in caso di diminuzione prevista dalle leggi nazionali, e mai in caso di aumento. Partecipazione Operazione trasparenza e filo diretto con i cittadini: attraverso il sito internet del Comune () potenziare il servizio di richiesta certificati, avvisi sms e telefonia fissa, consiglio comunale in streaming, forum multimediali. Valutare l opportunità dell attivazione di una segreteria del sindaco con orario al pubblico. Collegialità In continuità con l esperienza amministrativa precedente, Guglionesi nel Cuore prevede cha ad ogni riunione della Giunta possa presenziare l intera maggioranza e che l impostazione del lavoro sia collegiale. Struttura amministrativa Riorganizzazione della pianta organica del Comune. 3.2 Famiglia e Giovani Sport Compatibilmente con i vincoli di bilancio, si dovranno sostenere le attività sportive come risorsa educativa e anche come strumenti di prevenzione delle devianze e delle dipendenze. Per questo motivo Guglionesi nel Cuore intende promuovere e favorire un modello di attività sportiva accessibile a tutti, a costi sostenibili e con una varietà di offerta sempre più vasta. Le attuali scuole di sport (scuola calcio, basket, ginnastica e pallavolo) verranno affiancate da nuovi corsi da promuovere sui nostri impianti, primo fra tutti un corso di tennis. Carnevale guglionesano Reperimento di locali idonei da adibire a laboratori per la realizzazione di carri allegorici permettendo così uno sviluppo sempre più ampio del Carnevale guglionesano, già ripreso sotto la nostra precedente amministrazione, e sicuramente da potenziare, per rendere tale appuntamento evento di riferimento non solo per la nostra collettività ma per l intero territorio. Sinergie per il sociale Guglionesi nel Cuore favorirà l azione sinergica dell ufficio degli affari sociali della struttura comunale con la Caritas, la Parrocchia, il Banco di Solidarietà e altre associazioni caritative e di volontariato sociale anche attraverso la concessione dei locali inutilizzati dell ex mattatoio alle associazioni caritative e di assistenza alle famiglie bisognose. Riqualificazione e sostenibilità urbana L amministrazione curerà il ripristino degli spazi della socialità, il verde urbano, la sensibilizzazione e l educazione civica e ambientale, l integrazione tra le varie generazioni e.

7 Valorizzazione e difesa della famiglia L amministrazione valorizzerà e difenderà la famiglia attraverso: l incentivazione delle nascite attraverso un assegno una tantum per i nuovi nati; la sensibilizzazione sulle dipendenze (ludopatia, alcolismo, droghe, social media); la vigilanza sulle richieste di apertura di nuove attività commerciali che installino video poker e slot machine; la rimodulazione e regolamentazione della TARES per non penalizzare le famiglie numerose. 3.3 Solidarietà e attività sociali Pro loco e Comitati festa Al fine di meglio rendicontare alla Regione per ottenere contributi più significativi, occorrerà stimolare forme di collaborazione. Si può partire, anche per dare l esempio di fattibilità, con la festa di S. Adamo, visto che il Comitato è presieduto dal Sindaco. Centro sociale Guglionesi vive (centro sociale delle tre età) L amministrazione intende continuare con la gestione dell Anteas, sollecitando la realizzazione di progetti di solidarietà attraverso l enorme disponibilità di tempo dei tesserati più anziani. Sarà incrementata la frequentazione dei più giovani in modo che sempre di più si realizzi quanto previsto dallo statuto: un Centro sociale delle tre età, anche in collaborazione con la parrocchia e le associazioni di tipo educativo, in modo che siano i giovani ad essere protagonisti, guidati da alcuni adulti, di modelli nuovi e integralmente umani di convivenza, di socialità e di creazione di cultura. Fornire il centro per anziani di sala multimediale dotata di PC per permettere ai cittadini di restare al passo con l'innovazione tecnologica. Percorsi di aiuto allo studio Identificando in capo alla famiglia la libertà di educazione della persona, l amministrazione incentiverà la creazione di percorsi di aiuto allo studio per affrontare, in sintonia con le famiglie e le istituzioni scolastiche, tramite il lavoro volontario di personale qualificato, i problemi legati all apprendimento e al recupero scolastico, attraverso un intervento di aiuto allo studio che metta al centro la relazione personale. Gruppo locale di protezione civile L amministrazione formerà un gruppo locale di protezione civile per far fronte in modo tempestivo ad eventuali emergenze e per lo svolgimento di servizi in occasione di eventi. Rete delle associazioni Creazione di un assemblea di coordinamento delle attività di tutte le associazioni residenti nel territorio comunale e operanti in esso denominata Rete delle associazioni, presieduta dall assessore alla cultura, a servizio di tutte le realtà associative e per garantire maggiore efficacia e visibilità alle tante iniziative che sorgono dalla società civile e dalle realtà culturali, ricreative, religiose e sportive presenti a Guglionesi. All interno del progetto di Rete, l amministrazione si impegna, nei limiti della propria disponibilità di locali, a mettere a disposizione, delle associazioni che ne facciano richiesta, una sede che verrà gestita in autonomia dalle associazioni stesse (attrezzature, pulizie, manutenzione ordinaria). Orto sociale Utilizzare terreni agricoli di proprietà del Comune assegnandoli a cittadini che ne faranno richiesta per la produzione di prodotti ortofrutticoli, seguendo precisi criteri di assegnazione (famiglie numerose, famiglie bisognose). 3.4 Politiche economiche e territorio

8 Unione dei Comuni Guglionesi nel Cuore incentiverà i rapporti con l Unione dei Comuni cercando di incrementare i servizi in comune : gestione contabilità associata, opuscolo turistico dell unione per la promozione di un circuito turistico integrato. Bilancio comunale Guglionesi nel Cuore continuerà a mantenere una linea di rigore e lungimiranza, come dimostrato nel quinquennio amministrativo precedente, sul bilancio comunale, tendendo ad una progressiva riduzione dell indebitamento ereditato, al rispetto puntuale del patto di stabilità e dei principali vincoli di bilancio. Riteniamo che avere i conti a posto sia la condizione imprescindibile per l intrapresa di qualsivoglia azione di sviluppo economico territoriale. Raccolta differenziata, traffico e decoro urbano Prosecuzione, miglioramento e sensibilizzazione continua della cittadinanza per incrementare la percentuale di differenziazione dei rifiuti e beneficiare così di riduzioni della TARES. Predisposizione di un piano del traffico a cura degli uffici comunali e provvedimenti miranti al decongestionamento in alcune zone nevralgiche del centro urbano, anche attraverso l istituzione di apposite aree di parcheggio e rifacimento della segnaletica. Manutenzione delle aree giochi a Castellara e creazione di piccoli parchi giochi decentrati nei vari quartieri. L amministrazione curerà in maniera particolare l immagine del paese attraverso la pulizia e il decoro urbano, il ripristino della toponomastica, la manutenzione dell arredo urbano e l accoglienza ai visitatori (pannelli, installazioni artistiche e naturalistiche) nei vari punti di ingresso al paese (rotonde e vie d accesso, borgo antico). Strade interpoderali Guglionesi nel Cuore si impegna a sollecitare gli organi regionali competenti, vista l estensione dell agro del Comune, ad erogare fondi per la manutenzione e la realizzazione delle strade interpoderali. Sicurezza L incremento di attività, manifestazioni, eventi e visite all interno del centro storico, con la conseguente rivitalizzazione di immobili, piazze e vie secondarie, influirà in modo positivo sulla sicurezza, agendo da deterrente sulle attività illecite che potrebbero manifestarsi. Rimane fondamentale, in continuità con l esperienza amministrativa precedente, la stretta collaborazione con le forze dell ordine per un monitoraggio costante ed una attenta sorveglianza del territorio. 3.5 Opere pubbliche In attesa che le condizioni economiche abbiano una svolta e, comunque, in qualche modo si liberino risorse con un allentamento del Patto di Stabilità, come negli ultimi cinque anni si dovranno seguire tutte le possibilità che si aprono a livello regionale, nazionale ed europeo. Piano colore Formulazione di un Piano colore per il centro storico, al fine di migliorare i prospetti delle abitazioni adeguandole ad uno standard prefissato. Palazzetto dello sport Tenendo conto che, purtroppo, occorreranno circa euro per completarlo, occorrerà insistere per accedere ad un finanziamento regionale. L amministrazione valuterà se e come sfruttare i locali sottostanti, realizzati per mettere in piano la struttura dall amministrazione in carica negli anni , per recuperare in parte o totalmente lo spreco di denaro pubblico perpetrato.

9 Campi sportivi Dopo gli ultimi interventi sui campetti e sulla palestra esterna dell edificio scolastico di Piazza Indipendenza, effettuati nel quinquennio , per un certo numero di anni ci si limiterà alla sola manutenzione ordinaria, partendo dal campo di calcio che necessita di un riempimento del manto sintetico. Strada di collegamento tra Guglionesi e Termoli Ottenere dalla Provincia il miglioramento della sicurezza e la costante manutenzione della strada provinciale che collega Guglionesi a Termoli, allo scopo di rendere più confortevole e sicuro il tragitto indispensabile alla proficua comunicazione con l importante centro bassomolisano. Servizi a rete (acquedotto, fognature depuratore, pubblica illuminazione, gas) In continuità con l esperienza amministrativa precedente, Guglionesi nel Cuore intende avviare una mappatura delle reti, la ristrutturazione del depuratore e una forte azione di individuazione delle perdite idriche e fognarie. Inoltre proseguirà l'iniziativa di spostamento dei contatori rurali fuori dalle proprietà private, individuando specifici finanziamenti volti alla sostituzione delle condotte più vetuste e alla installazione di contatori sulle utenze pubbliche non controllate attualmente. Si darà impulso alla redazione di un bilancio idrico puntuale, per tenere sotto controllo un risorsa più importante del petrolio quale è l'acqua. Guglionesi nel Cuore valorizzerà le fontanelle comunali con una erogazione più moderna, già molto diffusa in altre località italiane, ad esempio in Abruzzo (erogatori che distribuiscono anche acqua gassata). Per quanto riguarda la pubblica illuminazione, sarà avviato il progetto di illuminazione a led con risorse dedicate già utilizzabili. Sarà anche espletata la nuova gara che la legge impone in materia di forniture di gas. Inoltre le fonti d'acqua, molto diffuse nel nostro territorio, saranno gestite, valorizzate e governate, in quanto diversamente, creerebbero danni anche gravi alle infrastrutture (strade, cunette, terreni...) o addirittura incidenti stradali. Nei primi 100 giorni Approvazione del Bilancio di Previsione Programmazione di interventi per far ripartire il paese. Riorganizzazione della pianta organica del comune. Particolare attenzione ai problemi dei più deboli attraverso lo strumento veloce dei voucher. Attuazione dei PISU già avviati. Completamento degli appalti in essere.

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Art.1. Oggetto del regolamento

Art.1. Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GI ORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli