Manuale per memoq (versione 6)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale per memoq (versione 6)"

Transcript

1 Manuale per memoq (versione 6) CONSULENZA E FORMAZIONE PER CAT TOOLS LINGUATECH SNC - Via Beato Angelico 21 - Arezzo

2 Indice Introduzione 4 Abbreviazioni e termini importanti 5 L interfaccia utente di memoq 6 Preparazione 9 Creare una memoria di traduzione (TM) 9 Impostazioni opzionali della TM 10 Importare dati in una TM 11 Caricare una TM (formato memoq) 13 Creare un glossario (term base) 14 Importare dati in un term base 15 Caricare un term base (formato memoq) 16 Creare un LiveDocs corpus 17 Caricare un LiveDocs corpus 19 Eseguire un estrazione terminologica 19 Progetti 21 Creare un progetto locale (traduttore o project manager) 21 Eseguire un analisi 23 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto 25 Impostare il correttore ortografico 26 Creare una lista per parole frequenti (Autocorrection) 27 Esportare un file bilingue per la traduzione o revisione esterna 28 Impostare i filtri 30 Importare il file bilingue dopo la traduzione o revisione 31 Creare il file target di un progetto 32 Gestire file SDL Trados in memoq 32 Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) 33 Collegamento al server (traduttore) 34 Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) 34 Effettuare una verifica (QA check) 37 Aggiornare una TM 38 Manutenzione, gestione 39 Allineamento 39 Esportare dati di una TM 41 Esportare dati di un term base 41 2 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

3 Manutenzione dei dati nella TM 42 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Word 44 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Excel 44 Sostituire il file da tradurre (nuova versione) 47 Sezione Project manager 49 Creare un handoff package 49 Ricezione di un delivery package tradotto o revisionato (PM) 51 Gestire progetti e risorse online (PM) 52 Collegamento al server (project manager) 52 Creare una TM online (pubblicata sul server) 53 Trasferire una TM locale sul server 54 Definire utenti e diritti di accesso di TM online 54 Creare un progetto online (PM) 57 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (09/03/12) 3

4 Introduzione memoq (www.kilgray.com) è un cosiddetto CAT tool (computer aided translation) che memorizza le traduzioni in una memoria di traduzione (TM, translation memory) in modo da richiamarle in modo automatico nel momento in cui si deve tradurre un segmento uguale o simile. Non si tratta quindi di un sistema di traduzione automatica (machine translation, per approfondimenti vedi il sito ma di un database di segmenti (frasi) tradotti da una o più persone ad esempio per un determinato progetto o cliente. È possibile, inoltre, gestire database terminologici (glossari): raccogliendo la terminologia specifica per clienti e settori sarà possibile utilizzarla direttamente in fase di traduzione. Infatti per ogni segmento che si traduce il programma cerca e visualizza automaticamente i termini e le traduzioni presenti nel glossario. Le risorse utilizzate in memoq sono: memorie di traduzione (TM) glossari (term base) livedocs La memoria di traduzione viene creata automaticamente: mentre si traduce il sistema salva il segmento (frase) del testo di partenza con la traduzione. È altresì possibile recuperare vecchie traduzioni (ad esempio eseguite senza memoq) preparandoli nei file livedocs ed eventualmente importandoli in una TM oppure importare dati di altri CAT tools (Trados, Wordfast, DVX ecc.). Le voci di glossari (term base) vengono inserite manualmente, scheda per scheda; è però possibile importare i dati da tabelle Excel ecc.. I file LiveDocs sono documenti di riferimento: possono essere file nella lingua di partenza o di arrivo, file bilingui (Word uncleaned, sdlxliff ecc.), anche in formati diversi (Office, pdf ecc.). Si tratta di risorse separate e indipendenti tra di loro. Gestione cartelle Per progetti, TM, termbase, livedocs corpora e light resources viene gestita una cartella separata. Di default la cartella progetti si trova in Documenti > My memoq projects. Le altre risorse invece si trovano in C:\Programmi\memoQ. Importante tenerne conto quando si vanno backup di dati. 4 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

5 Abbreviazioni e termini importanti Csv DesktopDocuments Doc uncleaned File con valori separati da virgole, si apre/crea ad es. in Excel documenti di un progetto online, presenti sul server ma che non richiedono un collegamento ininterrotto a internet (vengono sincronizzati regolarmente) formato di file bilingue di Trados 2007 o Wordfast Classic doc estensione di documenti MS Word in Office docx estensione di documenti MS Word in Office 2007 dot estensione di modelli di MS Word in Office dotx estensione di modelli MS Word in Office 2007 fuzzy match segmento con corrispondenza parziale (<100%) handoff package pacchetto di memoq, ovvero un progetto contente file da light resources live docs local project match tradurre con TM ed eventualmente altre risorse (glossari, livedocs) risorse (impostazioni) esclusi TM, term base e livedocs: liste variabili, impostazioni QA, regole segmentazione ecc. raccolta di file di riferimento: allineamenti, file in una lingua solo, altri file di riferimento (eseguibili). progetto con file locali, non richiede collegamento a Internet corrispondenza tra il segmento presente in memoria (con traduzione) e il segmento del nuovo testo da tradurre mbd estensione di un file bilingue di memoq versione 5 mqxliff mqxlz online documents online project repetition sdlxliff tbx termbase translation unit TM tmx ttx zip estensione di un file bilingue di memoq versione 6 e sup. estensione di un file bilingue di memoq versione 6 se sup. (contiene anche le informazioni sulle versioni) documenti di un progetto online presenti sul server, richiedono collegamento a Internet (ininterrotto) progetto presente sul server, richiede collegamento a Internet segmento che dovrà essere tradotto e poi si ripeterà nel testo o nel progetto estensione di file bilingui di SDL Trados Studio Termbase Exchange format, formato di scambio per glossari glossario, bancadati terminologica unità composta dal segmento source e target ed eventuali altre informazioni (cliente, settore, progetto ecc.) translation memory, memoria di traduzione translation memory exchange format, formato di scambio per memorie di traduzione estensione dei file bilingui in TagEditor tipo di file compresso che contiene più file. Si apre con Winzip o sim. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 5

6 L interfaccia utente di memoq L interfaccia utente - senza progetto aperto 6 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

7 L interfaccia utente - con progetto aperto NB. Nella versione 5 la funzione Import si chiamava Open. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 7

8 L interfaccia utente - con file aperto 8 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

9 Preparazione Creare una memoria di traduzione (TM) È possibile creare una TM senza aver creato o aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Fare clic su Translation memories nelle finestra Resource: 2. Nello spazio a destra fare clic destro e selezionare Create new: 3. Inserire un nome per la TM (qui Informtica_en-it ), selezionare la lingua di partenza e la lingua di arrivo (qui Inglese>Italiano) ed eventuali informazioni aggiuntive (vedi Impostazioni opzionali). 4. Fare clic su OK. Qualora il pulsante OK non fosse cliccabile verificare che sia stato inserito un nome della TM e che non esista già una TM con lo stesso nome. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 9

10 Impostazioni opzionali della TM Le altre informazioni che si trovano nel registro General e nel registro Custom Fields sono opzionali. Use context: nella TM verranno anche salvati i contesti di ogni segmento, ovvero il segmento precedente e quello successivo; aumenta l affidabilità in quanto tiene presente del contesto del segmento. Allow multiple translations: permette la creazione di varanti di traduzioni (translation units con source identici ma traduzioni diverse). Attenzione: qualora venga corretto un match 100% verranno salvati nella TM sia il segmento corretto sia quello precedente. Allow reverse lookup: permette di utilizzare la TM anche nella direzione di lingue opposta, in sola lettura (in questo esempio anche da ITA verso ING). Importante: questi tre valori non potranno essere modificati una volta che è stata creata la TM. Read-only: la TM potrà essere utilizzata solamente in lettura. Store document name: salvataggio del nome del file per ogni segmento. More fuzzy hits: permette di scegliere tra una ricerca più approfondita nella TM oppure una ricerca più rapida ma meno precisa. Questi valori potranno essere modificati anche successivamente. Meta-information: Grosso modo la copertina della TM che contiene informazioni riferite all intera TM. Usando le meta-information ad es. è possibile filtrare le TM secondo determinati parametri. Consiglio: se la TM viene utilizzata per diversi progetti, clienti ecc. non conviene inserire il nome del progetto in questo campo bensì gestire queste informazioni nei custom fields. Custom fields: permette di definire campi e valori da assegnare ai segmenti che vengono salvati nella TM, ad es. codice progetto, settore, cliente ecc. 10 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

11 Importare dati in una TM È possibile importare dati in formato csv (foglio Excel) oppure TMX (translation memory exchange format). Prima di importare i dati è necessario creare una TM. Vedi Creare una memoria di traduzione (TM), pag. 9. Importare un file tmx: 1. Da Tools, Resource console oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: 2. Fare clic destro sulla TM e selezionare Import from TMW/CSV. 3. Scegliere il file tmx e fare clic su Apri. 4. Selezionare la lingua di partenza (source) e di arrivo (target) corrispondente e fare clic su OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 11

12 Impostazioni opzionali durante l import Import options: parametri che permettono di ottimizzare l uso di dati provenienti da CAT tools (ad es. Trados). Process TRADOS TMX for best results in memoq: se il file tmx è un esporto di una TM di Trados. Permette di ottimizzare ad es. l analisi (e la pretraduzione) di file ttx. Import memoq formatting: impostazione di default. Se disattivato non importa le informazioni relative alla formattazione di memoq contenuta nel tmx. Import <ut> as memoq tag: permette di importare i tag di tipo <ut> come tag memoq. Secondo lo standard tmx la formattazione viene gestita con tag del tipo <ut>, in questo caso i tag verrebbero tradotti nella codifica dei tag di memoq (per ottimizzare l uso dei dati con progetti con file di memoq). Custom <tags> in text as memoq tags: permette di importare i tag personalizzati come tag di memoq (per ottimizzare l uso dei dati con progetti con file di memoq). Nei registri Custom field conflicts è possibile specificare in che modo procedere nel caso di conflitti nei nomi o valori di campi (codice progetto, ecc.). Nel registro Default values invece è possibile impostare valori di default da assegnare a tutti i segmenti che si stanno per importare (ad es. codice progetto ecc.). Importando un file che contiene translation units con il segmento source identico ma il target diverso viene sovrascritto il segmento presente nella TM. Importando un file che contiene translation units con il segmento target identico ma il segmento source diverso la translation unit viene aggiunta lasciando invariato il segmento già presente nella TM. 12 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

13 Caricare una TM (formato memoq) Diversamente da TM in formato tmx (da importare) le TM nel formato memoq vanno caricate con la funzione Register local. Sono contenute di default nella cartella C:\ProgramData\MemoQ\Translation Memories, il nome della cartella è il nome della TM e contiene di norma 13 file con estensione mtx. La necessità di dover caricare una TM nel formato memoq si può avere quando ad es. una TM è stata spostata oppure per trasferirla su un altra postazione. 1. Da Tools, Resource control oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: 2. Fare clic su Register local. 3. Selezionare la TM e fare clic su Apri. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 13

14 Creare un glossario (term base) È possibile creare un glossario senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. A sinistra selezionare Term bases. 2. Nello spazio a destra fare clic su Create/use new. 3. Inserire un nome per il term base (Name) e selezionare le lingue del term base (possono essere più di due; se il term base viene creato all interno di un progetto le lingue del progetto sono già spuntate). Fare clic su OK. Parametri opzionali: Meta-information: grosso modo la copertina del term base che contiene informazioni riferite all intero term base. Usando le meta-information ad es. è possibile filtrare i term base secondo determinati parametri. Consiglio: se il term base viene utilizzato per diversi progetti, clienti ecc. non conviene inserire il nome del progetto in questo campo bensì gestire queste informazioni nei custom fields all interno del term base. 14 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

15 Importare dati in un term base È possibile importare dati nel formato txt o csv (testo con tabulazioni) oppure tmx (per trasferire i dati di una TM in un term base). I dati possono essere importanti in un term base esistente (che contiene già dei dati) oppure un term base nuovo (in quel caso è necessario crearlo prima). Esempio di file txt. Nella prima riga sono indicate le lingue, successivamente i termini sourcetarget separati da tabulazione. Se viene utilizzato Excel si consiglia di salvare i dati nel formato Unicode txt. 1. Selezionare il term base e fare clic su Import from CSV/TMX. 2. Selezionare il file da importare e fare clic su Apri. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 15

16 3. Verificare l impostazione File encoding (1) (ad es. i termini in italiano devono figurare con gli accenti) e nella parte Fields che le lingue all interno della casella (2) corrispondano alle lingue selezionate nella lista a tendina Import as term (3). Poi fare clic su OK. Caricare un term base (formato memoq) Questa situazione si presenta quando si riceve un glossario nel formato term base oppure quando il term base è stato scollegato da memoq (funzione unpin tramite l icona ). È possibile caricare un glossario senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Selezionare a sinistra Term bases, nello spazio a destra con il clic destro selezionare Register local. 16 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

17 2. Aprire la cartella che contiene il term base (il nome della cartella porta il nome assegnato al term base) e scegliere il file con estensione.mtb, fare clic su Apri. Creare un LiveDocs corpus È possibile associare ad ogni progetto uno o più livedocs corpus. Questi contenitori possono comprendere: - allineamenti: file source con la rispettiva traduzione, oppure file bilingui memoq (o formato Trados doc unleaned, ttx o sdlxliff) - file di riferimento in una sola lingua (file Office, pdf, html ecc.) e/o - allegati (file eseguibili ecc.). È possibile creare un live corpus senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Nello spazio a destra fare clic su Create/Use new. 2. Inserire un nome del corpus ed eventualmente un riferimento al cliente e/o il settore. Queste parole chiave servono per filtrare successivamente la lista dei livedocs. Fare clic su OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 17

18 3. Per aggiungere coppie di file da allineare fare clic su Add alignment pair. Per aggiungere singoli file nel formato bilingue e non (memoq, xliff, Word, Word uncleaned, ttx, mif, pdf ecc.) è possibile aggiungerli singolarmente (Import document) oppure si possono aggiungere cartelle e sottocartelle che contengono i file (Import folder structure). 4. Add alignment pair: fare clic su Add source documents per aggiungere i file di partenza, quindi Add target documents per selezionare il file tradotti. Le coppie di file vengono create in base al nome, eventualmente con la funzione Unlink documents è possibile scollegare le coppie e collegarle manualmente con la funzione Link documents. Confermare con OK. 18 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

19 Caricare un LiveDocs corpus Questa situazione si presenta quando si riceve un LiveDocs corpus da terzi oppure quando il term base è stato scollegato da memoq (funzione unpin tramite l icona ). È possibile caricare un LiveDocs corpus senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Selezionare a sinistra LiveDocs, nello spazio a destra con il clic destro selezionare Register local. 2. Aprire la cartella contenente il LiveDocs corpus (il nome della cartella coincide con il nome del corpus) e scegliere il file denominato Corpus.xml, fare clic su Apri. Se sono presenti LiveDocs corpus di versioni di memoq precedenti è necessario convertirli. Questi LiveDocs sono contrassegnati dall icona. Per convertirli fare clic destro e selezionare Migrate. Attenzione: una volta convertiti i livedocs non potranno più essere utilizzati nella versione predente, eventualmente eseguire una copia di backup (opzione Back up corpus before migration). Eseguire un estrazione terminologica Per estrazione (statistica) si intende l estrapolazione di termini (parole o gruppi di parole) da una serie di testi per creare una lista di candidati eventualmente da utilizzare per la creazione di un glossario di progetto. Si possono estrarre i termini da file in una lingua sola o da file bilingui (ma in ogni caso solo dalla lingua di partenza): dai file presenti in Project home > Translations, Livedocs e Translation memories. Eseguendo l estrazione con un term base verranno in automatico inserite le traduzioni presenti nel term base; inoltre sarà possibile aggiungere i nuovi termini al term base. 1. Creare un progetto con almeno una file nel registro Translation e/o livedocs e/o Translations memory e preparare eventualmente un term base. Selezionare Operations > Extract terms. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 19

20 2. Fare clic su Start new session. 3. Selezionare nella sezione Source il materiale da cui estrapolare i termini. Se una risorsa non è disponibile significa che non è presente nel progetto. Nella sezione Options è possibile personalizzare le opzioni, ad esempio la lunghezza minima di parole comprese nel termine (maximum length), la frequenza minima del termine (minimum frequency). Selezionando una stop word list sará possibile escludere termini poco interessanti (preposizioni, verbi ecc.). Fare clic su OK. 4. Eventuali termini già presenti nel term base sono indicati nella colonna target. Per aggiungere le traduzioni mancanti scrivere nella colonna target la traduzione del termine source. Confermare il termine con Ctrl+Invio per validarlo (Accept as term). Questo permetterà poi di aggiungere al term base solo i termini rivisti e accettati (e non ad esempio quelli già presenti o inutili). La colonna indica la probabilità (statistica) che si tratti di un termine utile; più alto è il valore maggiore è la probabilità. La colonna indica la frequenza del termine (il numero di volte che appare nel testo). Facendo clic su queste colonne è possibile mettere i termini in ordine di probabilità o frequenza crescente/decrescente. Nella finestra Occurrences vengono visualizzati i contesti del materiale da cui è stato estrapolato il termine. 20 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

21 Nel caso di estrazioni da file bilingui nella finestra Occurrences accanto al segmento source è presente il segmento target da cui copiare la traduzione (copia-incolla) 5. Al termine fare clic sul pulsante per esportare i termine nel term base usato nel progetto (Primary). Progetti Esistono diversi tipi di progetto secondo il tipo di file da gestire (source oppure bilingui), il tipo di scambio dei dati (manuale con singoli file o tramite package) e il tipo di risorse (locali o online). Progetti a partire da file source (Word, Excel ecc.) o bilingue: vedi Creare un progetto locale (traduttore o project manager) pag. 21. Progetti con handoff package: vedi Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) pag. 33. Progetti con risorse online: vedi sezione dedicata Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) pag. 34. Creare un progetto locale (traduttore o project manager) Per analizzare e/o tradurre uno o più file è necessario creare un progetto. È possibile associare ad un progetto una o più memorie di traduzione (TM), uno o più glossari (term base) e uno o più elementi LiveDocs. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 21

22 1. Fare clic sull icona New Project. 2. Inserire il nome del progetto (Name), selezionare la lingua di partenza (source) e la lingua di arrivo (target). Le caselle Project, Client, Domain e Subject sono opzionali ma possono essere utili per filtrare i progetti (per cliente ecc.). Inoltre ad ogni segmento salvato nella TM verranno associati i valori qui indicati. 3. Fare clic su Next. 4. Fare clic su Import per aggiungere uno o più file da tradurre. Possono essere aggiunti file source (Word, Excel, ecc.) oppure file bilingui nei formati supportati (mbd memoq, Word uncleaned, ttx, sdlxliff, Wordfast txml). 5. Fare clic su Next. 22 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

23 6. Aggiungere una o più memorie di traduzione (TM). Selezionare Create/use new per creare una TM nuova oppure Register local per aggiungere una TM di memoq esistente ma non presente nella lista. N.B: Eventuali TM indicate in corsivo sono TM utilizzabili in entrambe le direzioni ma usate in questo progetto nella direzione non originale quindi in modalità di sola lettura (non selezionabile come primary). La TM indicata come Primary è quella che verrà aggiornata durante il progetto. È possibile utilizzare una sola TM primary. 7. Fare clic su Next. 8. Aggiungere eventualmente dei glossari (term base). Selezionare Create/use new per creare un term base nuovo oppure Register local per aggiungere term base esistente ma non presente nella lista. Fare clic su Finish. Eseguire un analisi Per eseguire un analisi è necessario creare un progetto (vedi Creare un progetto locale (traduttore o project manager), 21Errore. Il segnalibro non è definito.). Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 23

24 1. Selezionare uno o più file da analizzare e con il clic destro selezionare Statistics. 2. Personalizzare eventualmente i parametri di default e fare clic su Calculate. Alcune impostazioni utili: Project: per analizzare tutti i file del progetto (a prescindere da quello/quelli selezionati) Selected documents: per analizzare solo i file selezionati in Project home. Open documents: per analizzare solo i file aperti Homogenity: per conteggiare le fuzzy repetitions (vale a dire un segmento tradotto ex novo in un progetto a sua volta può essere la base di un fuzzy match successivo, ovvero i fuzzy match che si creano dal materiale tradotto ex novo). Create project TM: Permette di creare una TM di progetto che conterrà unicamente i segmenti necessari (in base all analisi) per eseguire la traduzione dei file. Include spaces in character count: per conteggiare i caratteri spazi compresi 24 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

25 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto 1. Nella finestra Manage projects fare doppio clic sul progetto. 2. Nel Translations tab fare doppio clic sul file da tradurre. Il testo da tradurre/revisionare è visualizzato nella tabella chiamata Translation grid. Tradurre i segmenti, al termine della traduzione di ogni segmento usare il comando Ctrl+Invio per confermare il segmento, salvarlo nella TM e portare il cursore nel segmento successivo. Dettagli del Translation grid: Per correggere un segmento posizionare il cursore nel segmento, inserire la correzione e confermare il segmento con Ctrl+Invio. Per effettuare un operazione di trova-sostituisci selezionare Operations, Replace. Al termine sarà necessario confermare i segmenti modificati per aggiornare la TM: singolarmente con il cursore nel segmento e Ctrl+Invio, selezionando tutti e confermando con Ctrl+Invio oppure selezionando dal menu Operations, Confirm and update rows. Eventuali segmenti trovati nella TM oppure nel term base potranno essere copiati nel Translation grid con un doppio clic. In presenza di Format tags (numeri tra parentesi graffe) questi vanno copiati nella traduzione con il comando Insert next format tag (F8). Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 25

26 Nel caso di formattazioni (grassetto, corsivo, sottolineato) usare le funzioni Bold ecc. dalla barra strumenti (oppure dalla tastiera Ctrl+B ecc.). Impostare il correttore ortografico In memoq è possibile utilizzare il corretto ortografico di Word o Hunspell (Openoffice). Solo con il corretto di Hunspell gli errori vengono sottolineati durante la digitazione, il correttore di Word può essere utilizzato solo dopo aver scritto il segmento o il testo. a) Impostare il correttore di Word: 1. Selezionare Tools, Options. 2. Selezionare a sinistra Spell settings, selezionare dalla lista a tendina la lingua target del progetto. 3. Confermare le impostazioni con OK. b) Impostare il correttore di Hunspell: 1. Scaricare dal sito OpenOffice ftp://ftp.osuosl.org/pub/openoffice/contrib/dictionaries/ il dizionario della lingua target. 26 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

27 2. Selezionare Tools, Options. 3. Selezionare a sinistra Spell settings, a destra nei dettagli spuntare la casella Check spelling as you type (funzione disponibile solo per il correttore Hunspell) e selezionare dalla lista la lingua target del progetto. Fare clic su Install new dictionary from file. Fare clic sul pulsante e selezionare il dizionario Openoffice. 4. Fare clic su Add. 5. Spuntare la casella del correttore da utilizzare e confermare con OK. Creare una lista per parole frequenti (Autocorrection) La funzione Autocorrection permette di definire una serie di voci (lettere, combinazione di lettere oppure parole) da sostituire in automatico con una stringa predefinita. Ad esempio Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 27

28 scrivendo perchè la parole viene in automatico sostituita con perché oppure cda con consiglio di amministrazione o W con Windows ecc.. 1. Con il file aperto selezionare Translation > AutoCorrect. 2. Fare clic su New list. 3. Inserire un nome della lista (ad esempio settore, cliente ecc.) e selezionare eventualmente la lingua di arrivo a cui si applica. Lasciando l opzione Neutral la lista sarà utilizzabile per qualsiasi lingua target (utile ad esempio per nomi propri, nomi di prodotti ecc..). 4. Confermare con OK. 5. Spuntare la casella che precede la lista per attivarla. 6. Inserire nel campo Replace la sequenza di caratteri da sostituire, nel campo With la sequenza con cui sostituirla e fare clic su Add. Esportare un file bilingue per la traduzione o revisione esterna Se il traduttore o revisore non utilizza memoq è possibile esportare i file di un progetto in modo tale da poterlo gestire con altri programmi. Può essere anche un alternativa alla gestione/creazione di package (funzione ad esempio non disponibile nella versione translator). Sono disponibili i seguenti formati: memoq bilingual compatible document: file da aprire/gestire con memoq Trados-compatible bilingual DOC: formato che potrà essere gestito in Trados 2007 o programmi che supportano il formato word uncleaned (ad es. Wordfast Classic, DVX, Studio 2011). Xliff: formato bilingue gestibile da diversi software (Across, Dvx, Studio, ma non Wordfast ad esempio) Two-column RTF: word a due colonne (source-target) che può essere gestito direttamente in Word (quindi senza l ausilio di CAT tools). 28 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

29 1. Nel Translations tab selezionare eventualmente i file da esportare. Fare clic su Export bilingual. 2. Scegliere il formato di esporto desiderato. Nel caso del formato Xliff e RTF è possibile creare un unico file con i dati di tutti i file selezionati. Nel caso degli altri formati verrà creato un file per ogni file del progetto. 3. Fare clic su Export. Nel caso di più file verrà chiesto di indicare la cartella in cui salvare i file esportati, nel caso di un singolo file va indicato il nome e percorso del file esportato. Opzioni esporto Trados bilingual: Export context marches as 100%: dato che con Trados 2007 ad es. non vengono gestiti i cosiddetti match 101%, questi verranno esportati come semplici match 100%. Export markup: segmenta il testo anche per i segmenti senza match. Opzioni esporto Xliff: Include multiple documents in a single Xliff document: crea un singolo file xliff. Include skeleton: lo skelton permette ad un altro utente (solamente se usa memoq) di creare il file target. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 29

30 Export comments: per esportare in una colonna a parte eventuali commenti dei segmenti. Export segment : per esportare in una colonna gli status di ogni segmento (valore e colore) Two target columns in table: per esportare la colonna target due volte. Può essere utile per il revisore che modificherà solamente la seconda colonna target (ad es. per tenere traccia delle modifiche del revisore). Export all selected documents in a single RTF file: per creare un singolo file esportato contenente i vari file del progetto selezionati. Include locked segments in export: per non esportare i segmenti bloccati. Impostare i filtri Usando i filtri è possibile visualizzare i segmenti: in un ordine diverso da quello testo: ad esempio ordine alfabetico, in base alla lunghezza ecc. che contengono determinate parole o frasi segmenti con determinate caratteristiche: non confermati, ripetizioni, ecc. Il filtro si imposta mediante la barra strumenti dei filtri: Ad esempio scrivendo inst nella casella source vengon visualizzati tutti i segmenti che contengono install, installation, installed ecc. Per cambiare l ordine di apparizione dei segmenti nella lista selezionare dal menu a tendina la relativa voce: 30 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

31 Per visualizzare invece segmenti con uno status particolare (ad esempio quelli non confermati) fare clic sull icona. Selezionare poi la condizione: N.B. impostando più opzioni le condizioni si vanno a sommare. Ad esempio inserendo nella casella source detect e poi nella casella target applicativo vengono visualizzati solo segmenti che soddisfano entrambe le condizioni. Prima di impostare quindi un nuovo filtro è necessario annullarlo con l icona. Importare il file bilingue dopo la traduzione o revisione È possibile importare solamente file nel formato in cui possono essere esportati (vedi capitolo precedente). 1. Aprire il progetto. 2. Nel Translation tab selezionare il file e con il clic destro scegliere Reimport document. 3. Fare clic su No. 3. Selezionare il file bilingue (formato rtf o mdb). 4. Nella finestra Document import options fare clic su OK. 5. Viene visualizzato un report. Confermare con OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 31

32 Creare il file target di un progetto Una volta terminata la traduzione e/o revisione va creato il file target. È possibile creare il file target di uno o più file di un progetto anche se tradotti solo parzialmente. L unica condizione è che non siano presenti errori di tag (segnalati con il simbolo ). 1. Con il progetto aperto selezionare il Translations tab. Selezionare il file o i file da completare. Fare clic destro e selezionare Export (Stored path). Di default il file target viene salvato nella stessa cartella del source con il nome del file modificato (ad es. installation_ita.doc per il target italiano). Gestire file SDL Trados in memoq In memoq è possibile gestire file Word uncleaned (Trados 2007, Wordfast classic), file ttx (Tageditor Trados 2007) e file sdlxliff (Trados Studio 2009 e 2011). Dalla versione 6.2 è possibile gestire anche direttamente package. È consigliabile preparare i file segmentati/pretradotti in Trados o Wordfast. Ad esempio in Workbench, usando la funzione Tools >Translate spuntando l opzione Segment unknown sentences. Oppure in SDL Trados Studio eseguire la pretraduzione con l opzione Copy source to target spuntata. Una volta preparati i file è possibile aggiungerli normalmente al progetto (Import o Import folder structure). File target: nel caso dei file ttx e sdlxliff, il file target sarà sempre nel medesimo formato. Nel caso del file word uncleaned invece è possibile sia produrre un file word pulito (Export stored path o Export dialog) sia un Word uncleaned (Export bilingual). 32 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

33 Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) 1. Selezionare dal Menu Project > Import handoff package. 2. Selezionare il handoff package ricevuto e fare clic su Apri. Modificare se necessario il nome del progetto e della cartella in cui salvarne in contenuto. Quindi fare clic su OK. 3. Dopo la traduzione/revisione (vedi il capitolo Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 33

34 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto, pag. 4) fare clic su Delivery/return nel Translations tab a destra in basso. 4. Definire il nome del Delivery package ed una cartella in cui salvarlo, fare clic su Salva. Collegamento al server (traduttore) I dati di accesso vengono chiesti quando si apre il handoff package oppure (nel caso di progetti online) quando si seleziona Check out an online project oppure selezionando Manage logins dal menu Tools. Inserire il nome utente e la password e fare clic su OK. Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) 1. Fare doppio clic sull allegato dell Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

35 2. Selezionare Apri. 3. Inserire nome utente e password (la password non è contenuta nell ma è stata notificata dal PM separatamente). 4. Selezionare il progetto e confermare con OK. 5. Tradurre/revisionare i file contenuti nel progetto (vedi capitolo Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 35

36 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto, pag. 25). Nel caso di revisione i segmenti confermati verranno contrassegnati dal check doppio. Se si lavora su documenti online, ogni modifica verrà automaticamente salvata sul server. Lavorando invece con documenti offline gli aggiornamenti vanno confermati manualmente con il comando Synchronize document. 6. Conclusa la traduzione/revisione selezionare i file e con il clic destro scegliere Deliver/return. Importante: una volta consegnata la traduzione/revisione non sarà più possibile aprire il file nel progetto per ulteriori modifiche. Nel caso del revisore appare la seguente schermata. Selezionare The document is fine, I am delivering it per la consegna al project manager. 36 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

37 Effettuare una verifica (QA check) La verifica avviene automaticamente durante la traduzione quando i segmenti vengono confermati; inoltre la verifica dei tag avviene in automatico quando si crea il file target. È possibile effettuare la verifica anche al termine delle traduzione, per esempio in fase di revisione. È possibile eseguire la verifica su singole parti di un documento (ad es. sezione), su un documento interno o più documenti oppure tutti i documenti di un progetto. Sono già impostati alcuni parametri di default (segmenti non tradotti, errori di tag mancanti/sbagliati, segmenti non tradotti in modo coerente, errori nei numeri) che possono essere eventualmente personalizzati. 1. Selezionare Operations, Run QA. 2. Selezionare Project per verificare l intero progetto Selected documents per verificare i file selezionati Open documents per verificare il file aperto 3. Correggere gli errori inserendo le modifiche nei vari segmenti e confermando i segmenti con Ctrl+Invio. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 37

38 Aggiornare una TM Una volta ricevuto un delivery package oppure dopo aver importato un file bilingue oppure ancora se sono state apportate modifiche ai file bilingue senza aver già confermato i singoli segmenti è necessario aggiornare la TM. 1. Con il progetto aperto selezionare Operations > Confirm and update rows. 2. Selezionare Project per aggiornare la TM con i file dell intero progetto oppure Selected documents per farlo solo con i file selezionati. Tramite le opzioni Status of segments to confirm and update è possibile definire quali tipologie di segmenti includere o escludere in questa operazione: Edited: segmenti modificati (anche se non confermati), ad es. icona Confirmed: segmenti confermati, icona Proofread: segmenti revisionati, icona 38 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

39 100% or 101% pretranslated: segmenti pretradotti con match 100% o 101%. Locked: segmenti bloccati a prescindere dallo status (simbolo ) Fare clic su OK. Manutenzione, gestione Allineamento L allineamento viene eseguito nell ambito dei LiveDoc corpus. La verifica e correzione degli allineamento è opzionale (vale dire in questo caso alcuni collegamenti risulteranno sbagliati). In alcuni casi tuttavia è necessario verificare e correggere l allineamento; inoltre in questo modo il materiale allineato potrebbe essere aggiunto ad una TM. 1. Creare un corpus e aggiungere le coppie di file (vedi capitolo Creare un LiveDocs corpus, pag. 17). Se l allineamento viene creato all interno del progetto il risultato potrà essere importato direttamente nella TM principale; altrimenti potrà essere esportato in formato tmx per un futuro utilizzo. 2. Fare doppio clic sul file per aprire il file nell alignment editor. 3. Eventuali segmenti spezzati possono esere uniti con la funzione Join segments. 4. Per spezzare segmenti selezionar con il clic destro la funzione Split segment. 5. Per rimuovere un collegamento selezionare con il clic destro la funzione Remove link. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 39

40 6. Per collegare il segmento source con il segmento target selezionarli e quindi con il clic destro scegliere Create synchro link. 6. Se i testi devono essere usati in una TM esportare i file allineati: aprire un progetto in cui la TM risulta attivata (primary), selezionare il file nella lista del corpus e fare clic su Export to TM. 7. Personalizzare eventualmente le opzioni e poi confermare con OK. Opzioni: Alignment document.. only confirmed (blue) links: se spuntato vengono esportati nella TM solamente le coppie di segmenti che sono state confermate o corrette manualmente. Meta-information: permette di salvare informazioni relativa al nome del file ecc. 40 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

41 Esportare dati di una TM Per utilizzare la memoria di traduzione di memoq in un altro sistema (Trados ecc.) è necessario esportarla. 1. Da Tools, Resource control oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: Non è stata trovata alcuna voce d'indice.2. Fare clic destro sulla TM da esportare e selezionare Export to tmx. 3. Inserire il nome del file di esporto e fare clic su Salva. Esportare dati di un term base È possibile esportare i dati di un glossario dal Resource console oppure all interno di un progetto dal Term bases tab. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 41

42 1. Selezionare il term base da esportare e fare clic su Export to CSV. 2. Fare clic sul pulsante per salvare il file di esporto. 3. Selezionare il tipo di separatore (Tab, tabulazione, oppure, comma, virgola ecc.). Spuntare le caselle Fields dei contenuti da esportare. 4. Quindi fare clic su Export. Manutenzione dei dati nella TM È possibile aprire una TM per eseguire correzioni (singoli errori, trova-sostituisci ecc.). 1. Se non è aperto un progetto con la TM da correggere selezionare Tools > Resource console. Selezionare la TM e con il clic destro selezionare Edit. 42 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

43 Inserire eventualmente delle parole nei campi source o target per visualizzare i segmenti contenenti quel testo oppure definire criteri quali ultima modifica oppure indicazione del cliente/progetto settore ecc. Se non viene specificato nessun criterio verranno visualizzati tutti i dati della TM. Fare clic su OK. 2. Nella tabella vengono visualizzati i segmenti della TM. Ora è possibile inserire singole correzioni oppure eseguire un trova-sostituisci nella lista visualizzata selezionando dal menu Operations > Replace. 3. Al termine chiudere la TM e confermare le modiche con Sì. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 43

44 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Word Per escludere delle parti di un file Word è possibile personalizzare i filtri di memoq. Preparazione di un file Word: per escludere delle parti definire uno stile paragrafo (ad es. NONTRADURRE) ed assegnare a tutte le parti da escludere quel tipo di stile. 1. Creare eventualmente un progetto e aggiungere il file con Import with options 2. Fare clic su Change filter and configuration. 3. Nella casella Excluded styles digitare il nome dello stile da escludere e far clic su Add style. 4. Salvare il filtro personalizzato facendo clic sull icona. 5. Fare clic su OK. Ora il file viene importato escludendo le parti con lo stile NONTRADURRE. Personalizzare le opzioni Filter configuration: Excel Per escludere delle parti di un file Excel è possibile personalizzare i filtri di memoq. 1. Creare eventualmente un progetto e aggiungere il file con Import with options 44 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

45 2. Fare clic su Change filter and configuration. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 45

46 3. Selezionare Import only these ranges e a destra Select ranges in Excel per selezionare in Excel solo determinati gruppi di celle. 4. Con il mouse nel foglio Excel selezionare il gruppo di celle e fare clic su Add ranges. Ripetere eventualmente questa procedura per aggiungere altri gruppi di celle. 5. Al termine fare clic su Finish. 6. Salvare il filtro personalizzato facendo clic sull icona. 7. Fare clic su OK. Ora il file viene importato. 46 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

47 Sostituire il file da tradurre (nuova versione) Se durante la traduzione di un file viene fornita una nuova versione del documento è possibile sostituire il file recuperando i segmenti tradotti dalla versione precedente (anziché dalla TM). 1. Con il progetto aperto selezionare il Settings tab. Spuntare la casella Record document version history. 2. Selezionare il file nel registro Translations e importare la nuova versione del file con Reimport document. Deve avere lo stesso nome del file della versione 1 e trovarsi nella stella cartella. 3. Nella finestra Document import options deve essere selezionata l opzione Action > Reimport. Confermare facendo clic su OK. 4. Ora nel Translation tab il file risulterà con l indicazione versione Per recuperare i segmenti già tradotti nella prima versione selezionare il file nel Translations tab e fare clic su Operations > X-Translate. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 47

48 6. Nella finestra X-translate fare clic su OK. Avendo selezionato Use translations from > Major Version 1 viene pretradotto il file della versione 2 utilizzando i segmenti del file bilingue della versione precedente (Major 1 in questo caso). 7. I segmenti ripresi dalla versione precedente verranno contrassegnati con l icona. 48 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

49 Sezione Project manager Creare un handoff package Con un cd. handoff package è possibile assegnare ad un traduttore un progetto (locale); il traduttore dovrà utilizzare memoq (non è sufficiente la versione free). 1. Nel Translations tab inserire (manualmente) il nome del traduttore e/o revisore a cui assegnare il lavoro. Una volta inserito un valore è possibile selezionarlo dalla lista a tendina. 2. Nell Overview tab fare clic su Check project now. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 49

50 3. Nell Overview tab selezionare Create new handoff. 4. Definire una data di scadenza (1 per tipo di incarico, ad es. traduzione o revisione). Poi fare clic su Next. 5. Definire un nome per gli handoff package. Impostazioni: Allow joining/splitting segments: abilita l utente di unire/dividere segmenti rispetto alla segmentazione di default. 50 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

51 Include local TMs and TBs: include nel package anche le TM locali e gli eventualii term base locali. Include local corpus: include i livecorpora locali. Include preview files: include i file per visualizzare l anteprima dei file. Include skeletons: include i file che permettono di salvare il documento target. 6. Fare clic su Next due volte. Ora i file nel Translation tab risulteranno assegnati. I package si trovano nella cartella del progetto denominata Handoff Packages. Ricezione di un delivery package tradotto o revisionato (PM) 1. Aprire il progetto facendo doppio clic sulla relativa voce nella lista dei progetti. 2. Nell Overview tab fare clic su Receive delivery. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 51

52 3. Selezionare il delivery package e fare clic su Apri. Il file bilingue contenuto nel delivery package andrà a sostituire il file bilingue contenuto nel progetto locale da cui era originato il handoff package. Lo status risulterà delivered. Gestire progetti e risorse online (PM) Utilizzando il memoq Server è possibile condividere TM, Termbase e altre light resources tra più utenti (accessibili tramite internet). Esistono diverse possibilità: - progetto con documenti offline e TM online: il traduttore lavora con un handoff package ma utilizza TM e altre risorse online. - progetto con documenti online e TM online: il traduttore lavora con documenti online (che vengono aggiornati segmento per segmento) e TM e altre risorse online, con possibilità di creare delle copie locali di file e risorse (ad es. in caso di mancanza di collegamento a Internet). Collegamento al server (project manager) 1. Collegarsi al memoq server (per le credenziali contattare il proprio amministratore di rete). Selezionare Tools, Manage Logins e digitare nella casella Server URL l indirizzo del server e fare clic su Select. 2. Inserire user name e password, fare clic su OK. 52 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

53 Creare una TM online (pubblicata sul server) NB: è possibile creare una TM direttamente sul server oppure trasferire sul server una TM locale (vedi capitolo successivo). 1. Selezionare Tools > Resource console. 2. Fare clic su Create new. 3. In Location selezionare Remote. Inserire un nome per la TM, specificare le lingue sourcetraget e associarla eventualmente ad un cliente/progetto/settore. Fare clic su OK. N.B.: se l opzione Location non è disponibile effettuare il login al server (vedi capitolo precedente) Ora la TM risulta pubblicata sul server. 4. Per eventualmente importare dei dati fare clic su Import from TMX. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 53

54 Trasferire una TM locale sul server 1. Selezionare Tools > Resource console. 2. Selezionare la TM locale e fare clic destro su Share on server. 3. Scegliere il nome della TM. L opzione Keep local resource permette di conservare una copia locale della TM. In ogni caso anche successivamente è possibile creare una copia locale di una TM pubblicata sul server. Definire utenti e diritti di accesso di TM online Per permettere l accesso a TM online è necessario definire utenti e assegnargli i relativi ruoli (traduttori, PM ecc.). 1. Collegarsi al server (vedi capitolo Collegamento al server, pag. 52). Selezionare Tools > Server Administration. Selezionare eventualmente il server e fare clic su Select. 54 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

55 2. Selezionare User management e fare clic su Add. Inserire nome e password, indirizzo Nella finestra User properties fare clic su Add e selezionare il tipo di ruolo (in questo esempio traduttore ). 4. Confermare con OK e chiudere la finestra con Close. 5. Selezionare Tools > Resource console > Translation memories. 6. Fare clic destro sulla TM e selezionare Set permissions. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 55

56 7. Fare clic su Add. 8. Selezionare l utente e definire il tipo di permesso ed eventualmente una data di scadenza. Lookup: sola lettura Update: lettura-scrittura, ma non potrà eseguire lavori di manutenzione ecc. Admin: potrà usare la TM con diritti da amministratore (anche manutenzione ecc.). Expiration date: dopo tale data l utente non potrà più accedere a quella TM. 9. Scegliere tra le due opzioni Allow users to check out offline copies (l utente potrà creare una copia locala della TM) e Only online access (l utente non potrà creare una copia locala della TM). 10. Fare clic su OK. 56 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

57 Creare un progetto online (PM) Prima di procedere con la creazione del progetto preparare eventuali memorie e/o term base da usare in questo progetto. Durante la creazione del progetto sarà solo possibile selezionare TM esistenti o creare nuove TM, ma non sarà possibile importare dati TMX ecc. Lo stesso vale per i term base. Vedi eventualmente i Importare i dati in una TM. 1. Dopo aver eseguito il login al server fare clic su Create online project. 2. Inserire il nome del progetto ed eventuali altre informazioni. Poi fare clic su Next. 3. Selezionare la lingua di partenza (source) e una o più lingue di arrivo (target). Fare clic su Next. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 57

58 4. Selezionare Server documents affinché i traduttori/revisori possano lavorare sui file online (aggiornamento in tempo reale, richiesto collegamento a Internet ininterrotto) oppure Desktop documents (utenti lavoreranno in locale e aggiornano i documenti online ad intervalli, non richiede collegamento costante a Internet). L opzione Web translation permette di eseguire la traduzione tramite interfaccia web. 5. Nel caso di Server documents fare clic su Finish. Nel caso di Desktop documents fare clic su Next. Definire se gli utenti potranno - salvare copie locali di TM e term base, - unire/dividere segmenti (potrebbe essere rischioso con documenti molto complessi o file bilingui di altri prodotti ad es. file Trados) - se includere lo skeleton nella copia locale (permette all utente di creare il target) - se includere l anteprima nella copia locale. Quindi fare clic su Finish. 8. Fare clic destro sul progetto e selezionare Manage. 58 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

59 6. Nell Overview selezionare il registro User. Con Add aggiungere i collaboratori di questo progetto. Per ogni passaggio è necessario confermare le modifiche facendo clic sul pulsante. 7. Nel Reports tab è possibile eseguire un analisi. Fare clic su Analysis last calculated - Calculate now. 9. Nel Translations tab aggiungere i file da tradurre (con Add documents o Add folder structure). Assegnare ogni file a un utente (traduttore e/o revisore), specificare eventualmente la data di consegna (deadline). Confermare le modifiche facendo clic sul pulsante. 10. Nel Translation memory tab selezionare una o più TM da utilizzare in questo progetto. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 59

60 Se sono state scelte più TM una di questa sarà la TM primary ovvero quella che verrà aggiornata durante il progetto, le altre saranno di sola lettura. Eventualmente fare clic su Set as primary per modificare i parametri. 11. Definire eventuali term base, Livedocs e parametri relativi ai Settings (QA settings, TM settings, Auto translation rules ecc.). In particolare nella sezione Communication, notification selezionare eventualmente l opzione di invio di al PM (Notify project manager) quando cambiano gli status dei file/progetti. Tra le opzioni Notification chain: - Avviso l utente successivo quando un documento è stato consegnato o restituito - Avviso utente quanto cambia la scadenza - Avviso partecipanti quando un documento è stato assegnato e riassegnato - Invio cc ai PM 12. Fare clic su Click to launch project (in memoq 4.5 nel registro Settings > Distribute project now). 60 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

61 Verrà inviato un all utente che dovrà eseguire il primo lavoro (traduzione). Esempio di inviata al traduttore: Esempio di inviata al revisore (dopo che il traduttore ha completato il lavoro): Ad ogni modifica dello status di ogni file/progetto il PM riceverà un . Esempio: Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 61

62 13. Terminata la traduzione e revisione il progetto risulterà completato. Eventualmente il PM riceve l apposita comunicazione via Per creare i file target selezionare il progetto e selezionare Manage. Nel Translations tab selezionare Export stored path. I file verranno salvati nella cartella da cui sono stati inizialmente prelevati i file source. 62 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

SDL Trados Studio. Manuale per. Versione 2014

SDL Trados Studio. Manuale per. Versione 2014 Manuale per SDL Trados Studio Versione 2014 CONSULENZA E FORMAZIONE PER L INDUSTRIA DELLA TRADUZIONE LINGUATECH SNC - Via Beato Angelico 21 - Arezzo www.cat-trainer.it Informazioni generali Tutti i marchi

Dettagli

Translation Workspace

Translation Workspace Translation Workspace Translation Workspace (TW) è composto da tre moduli: un'applicazione webbased (all'interno del browser), un client per la preparazione dei file/delle TM (Translation Workspace Tools)

Dettagli

SDLXLIFF in Word. Revisionare file SDLXLIFF in MS Word. Guida

SDLXLIFF in Word. Revisionare file SDLXLIFF in MS Word. Guida SDLXLIFF in Word Revisionare file SDLXLIFF in MS Word Guida Autore Klaus Kurre, kurre@loctimize.com Stampa 8 agosto 2011 Copyright 2011 Loctimize GmbH Questo documento è di proprietà della Loctimize GmbH,

Dettagli

ambiente di traduzione integrato guida rapida

ambiente di traduzione integrato guida rapida ambiente di traduzione integrato guida rapida 2004-2012 Kilgray Translation Technologies. Tutti i diritti riservati. Contenuti Contenuti... 2 1 Introduzione... 4 L ambiente di traduzione... 4 Risparmio...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Copyright 2013. Siemens AG. All rights reserved.

Copyright 2013. Siemens AG. All rights reserved. Le informazioni riportate in questo manuale tecnico contengono descrizioni o caratteristiche che potrebbero variare con l evolversi dei prodotti e non essere sempre appropriate, nella forma descritta,

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Utilizzo del plugin ApSIC Xbench per SDL Trados Studio 2014

Utilizzo del plugin ApSIC Xbench per SDL Trados Studio 2014 Utilizzo del plugin ApSIC Xbench per SDL Trados Studio 2014 Stampato in data 27 July, 2015 Copyright 1999-2015 ApSIC S.L. Tutti i diritti riservati Il software descritto in questa documentazione contiene

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

bla bla Documents Manuale utente

bla bla Documents Manuale utente bla bla Documents Manuale utente Documents Documents: Manuale utente Data di pubblicazione lunedì, 14. settembre 2015 Version 7.8.0 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Sommario. Prefazione... 15. Parte 1 - Introduzione

Sommario. Prefazione... 15. Parte 1 - Introduzione Sommario Prefazione... 15 Parte 1 - Introduzione 1.1 L interfaccia utente e le operazioni più comuni... 19 La scheda File...24 Ridurre la barra multifunzione...29 Personalizzare la barra multifunzione...29

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

Versione 2.0. Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi

Versione 2.0. Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi Versione 2.0 Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi 1 Cos è? E un software gratuito, estensione del browser Mozilla Firefox ed è sviluppato dal Center for History and New Media della

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery Writer è il programma per l'elaborazione di testi della suite OpenOffice.org che ti consente di creare documenti, lettere, newsletter, brochures, grafici, etc. Gli elementi dello schermo: Di seguito le

Dettagli

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Indice Format PDF e software per la creazione di documenti Che cosa si può fare con Adobe Acrobat Commenti, annotazioni e marcature grafiche

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine Guida Utente V.0 Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti 7 Risorse 0 Presentazioni Procedura d ordine Cos è aworkbook Prodotti Risorse Presentazione Assortimento aworkbook presenta al

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

Pagina 1 di 9. WinZip

Pagina 1 di 9. WinZip Pagina 1 di 9 WinZip 1.0 Cosa sono gli archivi compressi 2.0 Utilizzo di WinZip 3.0 Installazione 4.0 Disinstallazione 5.0 Decomprimere e comprimere dati 1.0 Cosa sono gli archivi compressi Nella gestione

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

Guida autore all'uso di Lotus Quickr

Guida autore all'uso di Lotus Quickr Guida autore all'uso di Lotus Quickr Operazioni preliminari Lotus Quickr è la nuova piattaforma collaborativa IBM per la creazione e la gestione dei corsi elearning. È visualizzabile utilizzando un normale

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

bla bla Documenti Manuale utente

bla bla Documenti Manuale utente bla bla Documenti Manuale utente Documenti Documenti: Manuale utente Data di pubblicazione mercoledì, 25. febbraio 2015 Version 7.6.2 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Scopo: Windows, creare cartelle, creare e modificare file di testo, usare il cestino, spostare e copiare file, creare collegamenti. A

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser Per vedere come apparirà il nostro lavoro sul browser, è possibile visualizzarne l anteprima facendo clic sulla scheda Anteprima accanto alla scheda HTML, in basso al foglio. Se la scheda Anteprima non

Dettagli

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa WWW.ICTIME.ORG NVU Manuale d uso Cimini Simonelli Testa Cecilia Cimini Angelo Simonelli Francesco Testa NVU Manuale d uso EDIZIONE Gennaio 2008 Questo manuale utilizza la Creative Commons License www.ictime.org

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Lavorare con i Fireworks pop-up menus in Dreamweaver

Lavorare con i Fireworks pop-up menus in Dreamweaver Lavorare con i Fireworks pop-up menus in Dreamweaver Su una pagina Web, un menu pop-up è uno strumento di navigazione che rimane nascosto fino a che l utente non sposta il puntatore del mouse sopra un

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP)

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) 7.4 POSTA ELETTRONICA MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) prima parte 7.4.1 Concetti e termini 7.4.1.1 Capire come è strutturato un indirizzo di posta elettronica Tre parti

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Condividere i documenti

Condividere i documenti Appendice Condividere i documenti Quando si lavora in gruppo su uno stesso documento, spesso succede che ciascun redattore stampi una copia del testo per segnare su di essa, a mano, le proprie annotazioni

Dettagli

Microsoft Office 2007 Master

Microsoft Office 2007 Master Microsoft Office 2007 Master Word 2007, Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007, Outlook 2007 Descrizione del corso Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di conoscenze informatiche di base, intendano

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI DOCUSOFT integra una procedura software per la creazione e l'archiviazione guidata di documenti in formato elettronico (documenti Microsoft Word,

Dettagli

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX GUIDA RAPIDA di COMPATIBILITA è compatibile con i sistemi operativi Microsoft Windows 9x/ME/NT/2000/XP/2003/Vista/Server2008/7/Server2008(R. Non è invece garantita la compatibilità del prodotto con gli

Dettagli

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni COS È? principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni un programma gratuito: la versione base offre 300 MB di spazio disco

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

Manuale d Uso di Mailchimp:

Manuale d Uso di Mailchimp: Manuale d Uso di Mailchimp: Per accedere a Mailchimp digitare nel browser il seguente indirizzo: http://mailchimp.com. Creare un account Se non siete ancora iscritti a Mailchimp cliccare su sign up free.

Dettagli

2.2 Gestione dei file

2.2 Gestione dei file 2.2 Gestione dei file Concetti fondamentali Il file system Figura 2.2.1: Rappresentazione del file system L organizzazione fisica e logica dei documenti e dei programmi nelle memorie del computer, detta

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

GNred Ver1.5 Manuale utenti

GNred Ver1.5 Manuale utenti GNred Ver1.5 Manuale utenti [ultima modifica 09.06.06] 1 Introduzione... 2 1.1 Cos è un CMS?... 2 1.2 Il CMS GNred... 2 1.2.1 Concetti di base del CMS GNred... 3 1.2.2 Workflow... 3 1.2.3 Moduli di base...

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Seconda parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Seconda parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Seconda parte AA 2013/2014 STAMPA Quando si esegue il comando FILE STAMPA, Excel manda alla stampante tutte le celle del foglio di lavoro corrente che hanno un contenuto. Il numero

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo SCRIVERE CON WORD Per iniziare Dopo aver acceso il computer, attiviamo il programma con un doppio clic sull icona di Word o utilizzando l opzione Programmi del menu Avvio. Compare l iniziale finestra di

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Il formato PDF/A rappresenta lo standard dei documenti delle Pubbliche Amministrazioni adottato per consentire la conservazione digitale

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Personale amministrativo Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Pag. 1 di 14 MINISTERO DELLA PUBBLICA

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox per Postemailbox Documento pubblico Pagina 1 di 22 Indice INTRODUZIONE... 3 REQUISITI... 3 SOFTWARE... 3 HARDWARE... 3 INSTALLAZIONE... 3 AGGIORNAMENTI... 4 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE...

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

Guida per l utente. Marzo 2013. www.iphonesmsexport.info. New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy. info@digitalpower.

Guida per l utente. Marzo 2013. www.iphonesmsexport.info. New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy. info@digitalpower. Guida per l utente Marzo 2013 www.iphonesmsexport.info New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy info@digitalpower.it Introduzione SMS Export è stato concepito per dare la possibilità

Dettagli

Manuale per i redattori del sito web OttoInforma

Manuale per i redattori del sito web OttoInforma Manuale per i redattori del sito web OttoInforma Contenuti 1. Login 2. Creare un nuovo articolo 3. Pubblicare l articolo 4. Salvare l articolo in bozza 5. Le categorie 6. Modificare un articolo 7. Modificare

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Esercitazione n. 10: HTML e primo sito web

Esercitazione n. 10: HTML e primo sito web + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 0/4 Esercitazione n. 0: HTML e primo sito web Scopo: Creare un semplice sito web con Kompozer. Il sito web è composto da una home page, e da altre due pagine

Dettagli

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA A.A. 2015/2016

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA A.A. 2015/2016 INTRODUZIONE ALL INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA A.A. 2015/2016 1 FUNZIONI DI UN SISTEMA OPERATIVO TESTO C - UNITÀ DI APPRENDIMENTO 2 2 ALLA SCOPERTA DI RISORSE DEL COMPUTER Cartelle utili: Desktop

Dettagli

NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete )

NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete ) NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete ) 1.1 SE CONOSCIAMO L'INDIRIZZO - 1. ACCEDERE ALLE PAGINE WEB (Web = rete) APRIRE L' URL (Uniform Resource Locator), cioè l'indirizzo

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli