Manuale per memoq (versione 6)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale per memoq (versione 6)"

Transcript

1 Manuale per memoq (versione 6) CONSULENZA E FORMAZIONE PER CAT TOOLS LINGUATECH SNC - Via Beato Angelico 21 - Arezzo

2 Indice Introduzione 4 Abbreviazioni e termini importanti 5 L interfaccia utente di memoq 6 Preparazione 9 Creare una memoria di traduzione (TM) 9 Impostazioni opzionali della TM 10 Importare dati in una TM 11 Caricare una TM (formato memoq) 13 Creare un glossario (term base) 14 Importare dati in un term base 15 Caricare un term base (formato memoq) 16 Creare un LiveDocs corpus 17 Caricare un LiveDocs corpus 19 Eseguire un estrazione terminologica 19 Progetti 21 Creare un progetto locale (traduttore o project manager) 21 Eseguire un analisi 23 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto 25 Impostare il correttore ortografico 26 Creare una lista per parole frequenti (Autocorrection) 27 Esportare un file bilingue per la traduzione o revisione esterna 28 Impostare i filtri 30 Importare il file bilingue dopo la traduzione o revisione 31 Creare il file target di un progetto 32 Gestire file SDL Trados in memoq 32 Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) 33 Collegamento al server (traduttore) 34 Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) 34 Effettuare una verifica (QA check) 37 Aggiornare una TM 38 Manutenzione, gestione 39 Allineamento 39 Esportare dati di una TM 41 Esportare dati di un term base 41 2 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

3 Manutenzione dei dati nella TM 42 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Word 44 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Excel 44 Sostituire il file da tradurre (nuova versione) 47 Sezione Project manager 49 Creare un handoff package 49 Ricezione di un delivery package tradotto o revisionato (PM) 51 Gestire progetti e risorse online (PM) 52 Collegamento al server (project manager) 52 Creare una TM online (pubblicata sul server) 53 Trasferire una TM locale sul server 54 Definire utenti e diritti di accesso di TM online 54 Creare un progetto online (PM) 57 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (09/03/12) 3

4 Introduzione memoq (www.kilgray.com) è un cosiddetto CAT tool (computer aided translation) che memorizza le traduzioni in una memoria di traduzione (TM, translation memory) in modo da richiamarle in modo automatico nel momento in cui si deve tradurre un segmento uguale o simile. Non si tratta quindi di un sistema di traduzione automatica (machine translation, per approfondimenti vedi il sito ma di un database di segmenti (frasi) tradotti da una o più persone ad esempio per un determinato progetto o cliente. È possibile, inoltre, gestire database terminologici (glossari): raccogliendo la terminologia specifica per clienti e settori sarà possibile utilizzarla direttamente in fase di traduzione. Infatti per ogni segmento che si traduce il programma cerca e visualizza automaticamente i termini e le traduzioni presenti nel glossario. Le risorse utilizzate in memoq sono: memorie di traduzione (TM) glossari (term base) livedocs La memoria di traduzione viene creata automaticamente: mentre si traduce il sistema salva il segmento (frase) del testo di partenza con la traduzione. È altresì possibile recuperare vecchie traduzioni (ad esempio eseguite senza memoq) preparandoli nei file livedocs ed eventualmente importandoli in una TM oppure importare dati di altri CAT tools (Trados, Wordfast, DVX ecc.). Le voci di glossari (term base) vengono inserite manualmente, scheda per scheda; è però possibile importare i dati da tabelle Excel ecc.. I file LiveDocs sono documenti di riferimento: possono essere file nella lingua di partenza o di arrivo, file bilingui (Word uncleaned, sdlxliff ecc.), anche in formati diversi (Office, pdf ecc.). Si tratta di risorse separate e indipendenti tra di loro. Gestione cartelle Per progetti, TM, termbase, livedocs corpora e light resources viene gestita una cartella separata. Di default la cartella progetti si trova in Documenti > My memoq projects. Le altre risorse invece si trovano in C:\Programmi\memoQ. Importante tenerne conto quando si vanno backup di dati. 4 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

5 Abbreviazioni e termini importanti Csv DesktopDocuments Doc uncleaned File con valori separati da virgole, si apre/crea ad es. in Excel documenti di un progetto online, presenti sul server ma che non richiedono un collegamento ininterrotto a internet (vengono sincronizzati regolarmente) formato di file bilingue di Trados 2007 o Wordfast Classic doc estensione di documenti MS Word in Office docx estensione di documenti MS Word in Office 2007 dot estensione di modelli di MS Word in Office dotx estensione di modelli MS Word in Office 2007 fuzzy match segmento con corrispondenza parziale (<100%) handoff package pacchetto di memoq, ovvero un progetto contente file da light resources live docs local project match tradurre con TM ed eventualmente altre risorse (glossari, livedocs) risorse (impostazioni) esclusi TM, term base e livedocs: liste variabili, impostazioni QA, regole segmentazione ecc. raccolta di file di riferimento: allineamenti, file in una lingua solo, altri file di riferimento (eseguibili). progetto con file locali, non richiede collegamento a Internet corrispondenza tra il segmento presente in memoria (con traduzione) e il segmento del nuovo testo da tradurre mbd estensione di un file bilingue di memoq versione 5 mqxliff mqxlz online documents online project repetition sdlxliff tbx termbase translation unit TM tmx ttx zip estensione di un file bilingue di memoq versione 6 e sup. estensione di un file bilingue di memoq versione 6 se sup. (contiene anche le informazioni sulle versioni) documenti di un progetto online presenti sul server, richiedono collegamento a Internet (ininterrotto) progetto presente sul server, richiede collegamento a Internet segmento che dovrà essere tradotto e poi si ripeterà nel testo o nel progetto estensione di file bilingui di SDL Trados Studio Termbase Exchange format, formato di scambio per glossari glossario, bancadati terminologica unità composta dal segmento source e target ed eventuali altre informazioni (cliente, settore, progetto ecc.) translation memory, memoria di traduzione translation memory exchange format, formato di scambio per memorie di traduzione estensione dei file bilingui in TagEditor tipo di file compresso che contiene più file. Si apre con Winzip o sim. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 5

6 L interfaccia utente di memoq L interfaccia utente - senza progetto aperto 6 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

7 L interfaccia utente - con progetto aperto NB. Nella versione 5 la funzione Import si chiamava Open. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 7

8 L interfaccia utente - con file aperto 8 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

9 Preparazione Creare una memoria di traduzione (TM) È possibile creare una TM senza aver creato o aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Fare clic su Translation memories nelle finestra Resource: 2. Nello spazio a destra fare clic destro e selezionare Create new: 3. Inserire un nome per la TM (qui Informtica_en-it ), selezionare la lingua di partenza e la lingua di arrivo (qui Inglese>Italiano) ed eventuali informazioni aggiuntive (vedi Impostazioni opzionali). 4. Fare clic su OK. Qualora il pulsante OK non fosse cliccabile verificare che sia stato inserito un nome della TM e che non esista già una TM con lo stesso nome. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 9

10 Impostazioni opzionali della TM Le altre informazioni che si trovano nel registro General e nel registro Custom Fields sono opzionali. Use context: nella TM verranno anche salvati i contesti di ogni segmento, ovvero il segmento precedente e quello successivo; aumenta l affidabilità in quanto tiene presente del contesto del segmento. Allow multiple translations: permette la creazione di varanti di traduzioni (translation units con source identici ma traduzioni diverse). Attenzione: qualora venga corretto un match 100% verranno salvati nella TM sia il segmento corretto sia quello precedente. Allow reverse lookup: permette di utilizzare la TM anche nella direzione di lingue opposta, in sola lettura (in questo esempio anche da ITA verso ING). Importante: questi tre valori non potranno essere modificati una volta che è stata creata la TM. Read-only: la TM potrà essere utilizzata solamente in lettura. Store document name: salvataggio del nome del file per ogni segmento. More fuzzy hits: permette di scegliere tra una ricerca più approfondita nella TM oppure una ricerca più rapida ma meno precisa. Questi valori potranno essere modificati anche successivamente. Meta-information: Grosso modo la copertina della TM che contiene informazioni riferite all intera TM. Usando le meta-information ad es. è possibile filtrare le TM secondo determinati parametri. Consiglio: se la TM viene utilizzata per diversi progetti, clienti ecc. non conviene inserire il nome del progetto in questo campo bensì gestire queste informazioni nei custom fields. Custom fields: permette di definire campi e valori da assegnare ai segmenti che vengono salvati nella TM, ad es. codice progetto, settore, cliente ecc. 10 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

11 Importare dati in una TM È possibile importare dati in formato csv (foglio Excel) oppure TMX (translation memory exchange format). Prima di importare i dati è necessario creare una TM. Vedi Creare una memoria di traduzione (TM), pag. 9. Importare un file tmx: 1. Da Tools, Resource console oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: 2. Fare clic destro sulla TM e selezionare Import from TMW/CSV. 3. Scegliere il file tmx e fare clic su Apri. 4. Selezionare la lingua di partenza (source) e di arrivo (target) corrispondente e fare clic su OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 11

12 Impostazioni opzionali durante l import Import options: parametri che permettono di ottimizzare l uso di dati provenienti da CAT tools (ad es. Trados). Process TRADOS TMX for best results in memoq: se il file tmx è un esporto di una TM di Trados. Permette di ottimizzare ad es. l analisi (e la pretraduzione) di file ttx. Import memoq formatting: impostazione di default. Se disattivato non importa le informazioni relative alla formattazione di memoq contenuta nel tmx. Import <ut> as memoq tag: permette di importare i tag di tipo <ut> come tag memoq. Secondo lo standard tmx la formattazione viene gestita con tag del tipo <ut>, in questo caso i tag verrebbero tradotti nella codifica dei tag di memoq (per ottimizzare l uso dei dati con progetti con file di memoq). Custom <tags> in text as memoq tags: permette di importare i tag personalizzati come tag di memoq (per ottimizzare l uso dei dati con progetti con file di memoq). Nei registri Custom field conflicts è possibile specificare in che modo procedere nel caso di conflitti nei nomi o valori di campi (codice progetto, ecc.). Nel registro Default values invece è possibile impostare valori di default da assegnare a tutti i segmenti che si stanno per importare (ad es. codice progetto ecc.). Importando un file che contiene translation units con il segmento source identico ma il target diverso viene sovrascritto il segmento presente nella TM. Importando un file che contiene translation units con il segmento target identico ma il segmento source diverso la translation unit viene aggiunta lasciando invariato il segmento già presente nella TM. 12 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

13 Caricare una TM (formato memoq) Diversamente da TM in formato tmx (da importare) le TM nel formato memoq vanno caricate con la funzione Register local. Sono contenute di default nella cartella C:\ProgramData\MemoQ\Translation Memories, il nome della cartella è il nome della TM e contiene di norma 13 file con estensione mtx. La necessità di dover caricare una TM nel formato memoq si può avere quando ad es. una TM è stata spostata oppure per trasferirla su un altra postazione. 1. Da Tools, Resource control oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: 2. Fare clic su Register local. 3. Selezionare la TM e fare clic su Apri. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 13

14 Creare un glossario (term base) È possibile creare un glossario senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. A sinistra selezionare Term bases. 2. Nello spazio a destra fare clic su Create/use new. 3. Inserire un nome per il term base (Name) e selezionare le lingue del term base (possono essere più di due; se il term base viene creato all interno di un progetto le lingue del progetto sono già spuntate). Fare clic su OK. Parametri opzionali: Meta-information: grosso modo la copertina del term base che contiene informazioni riferite all intero term base. Usando le meta-information ad es. è possibile filtrare i term base secondo determinati parametri. Consiglio: se il term base viene utilizzato per diversi progetti, clienti ecc. non conviene inserire il nome del progetto in questo campo bensì gestire queste informazioni nei custom fields all interno del term base. 14 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

15 Importare dati in un term base È possibile importare dati nel formato txt o csv (testo con tabulazioni) oppure tmx (per trasferire i dati di una TM in un term base). I dati possono essere importanti in un term base esistente (che contiene già dei dati) oppure un term base nuovo (in quel caso è necessario crearlo prima). Esempio di file txt. Nella prima riga sono indicate le lingue, successivamente i termini sourcetarget separati da tabulazione. Se viene utilizzato Excel si consiglia di salvare i dati nel formato Unicode txt. 1. Selezionare il term base e fare clic su Import from CSV/TMX. 2. Selezionare il file da importare e fare clic su Apri. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 15

16 3. Verificare l impostazione File encoding (1) (ad es. i termini in italiano devono figurare con gli accenti) e nella parte Fields che le lingue all interno della casella (2) corrispondano alle lingue selezionate nella lista a tendina Import as term (3). Poi fare clic su OK. Caricare un term base (formato memoq) Questa situazione si presenta quando si riceve un glossario nel formato term base oppure quando il term base è stato scollegato da memoq (funzione unpin tramite l icona ). È possibile caricare un glossario senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Selezionare a sinistra Term bases, nello spazio a destra con il clic destro selezionare Register local. 16 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

17 2. Aprire la cartella che contiene il term base (il nome della cartella porta il nome assegnato al term base) e scegliere il file con estensione.mtb, fare clic su Apri. Creare un LiveDocs corpus È possibile associare ad ogni progetto uno o più livedocs corpus. Questi contenitori possono comprendere: - allineamenti: file source con la rispettiva traduzione, oppure file bilingui memoq (o formato Trados doc unleaned, ttx o sdlxliff) - file di riferimento in una sola lingua (file Office, pdf, html ecc.) e/o - allegati (file eseguibili ecc.). È possibile creare un live corpus senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Nello spazio a destra fare clic su Create/Use new. 2. Inserire un nome del corpus ed eventualmente un riferimento al cliente e/o il settore. Queste parole chiave servono per filtrare successivamente la lista dei livedocs. Fare clic su OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 17

18 3. Per aggiungere coppie di file da allineare fare clic su Add alignment pair. Per aggiungere singoli file nel formato bilingue e non (memoq, xliff, Word, Word uncleaned, ttx, mif, pdf ecc.) è possibile aggiungerli singolarmente (Import document) oppure si possono aggiungere cartelle e sottocartelle che contengono i file (Import folder structure). 4. Add alignment pair: fare clic su Add source documents per aggiungere i file di partenza, quindi Add target documents per selezionare il file tradotti. Le coppie di file vengono create in base al nome, eventualmente con la funzione Unlink documents è possibile scollegare le coppie e collegarle manualmente con la funzione Link documents. Confermare con OK. 18 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

19 Caricare un LiveDocs corpus Questa situazione si presenta quando si riceve un LiveDocs corpus da terzi oppure quando il term base è stato scollegato da memoq (funzione unpin tramite l icona ). È possibile caricare un LiveDocs corpus senza aver creato e aperto un progetto specifico oppure all interno di un progetto esistente. Nel primo caso selezionare prima Tools, Resource Console. 1. Selezionare a sinistra LiveDocs, nello spazio a destra con il clic destro selezionare Register local. 2. Aprire la cartella contenente il LiveDocs corpus (il nome della cartella coincide con il nome del corpus) e scegliere il file denominato Corpus.xml, fare clic su Apri. Se sono presenti LiveDocs corpus di versioni di memoq precedenti è necessario convertirli. Questi LiveDocs sono contrassegnati dall icona. Per convertirli fare clic destro e selezionare Migrate. Attenzione: una volta convertiti i livedocs non potranno più essere utilizzati nella versione predente, eventualmente eseguire una copia di backup (opzione Back up corpus before migration). Eseguire un estrazione terminologica Per estrazione (statistica) si intende l estrapolazione di termini (parole o gruppi di parole) da una serie di testi per creare una lista di candidati eventualmente da utilizzare per la creazione di un glossario di progetto. Si possono estrarre i termini da file in una lingua sola o da file bilingui (ma in ogni caso solo dalla lingua di partenza): dai file presenti in Project home > Translations, Livedocs e Translation memories. Eseguendo l estrazione con un term base verranno in automatico inserite le traduzioni presenti nel term base; inoltre sarà possibile aggiungere i nuovi termini al term base. 1. Creare un progetto con almeno una file nel registro Translation e/o livedocs e/o Translations memory e preparare eventualmente un term base. Selezionare Operations > Extract terms. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 19

20 2. Fare clic su Start new session. 3. Selezionare nella sezione Source il materiale da cui estrapolare i termini. Se una risorsa non è disponibile significa che non è presente nel progetto. Nella sezione Options è possibile personalizzare le opzioni, ad esempio la lunghezza minima di parole comprese nel termine (maximum length), la frequenza minima del termine (minimum frequency). Selezionando una stop word list sará possibile escludere termini poco interessanti (preposizioni, verbi ecc.). Fare clic su OK. 4. Eventuali termini già presenti nel term base sono indicati nella colonna target. Per aggiungere le traduzioni mancanti scrivere nella colonna target la traduzione del termine source. Confermare il termine con Ctrl+Invio per validarlo (Accept as term). Questo permetterà poi di aggiungere al term base solo i termini rivisti e accettati (e non ad esempio quelli già presenti o inutili). La colonna indica la probabilità (statistica) che si tratti di un termine utile; più alto è il valore maggiore è la probabilità. La colonna indica la frequenza del termine (il numero di volte che appare nel testo). Facendo clic su queste colonne è possibile mettere i termini in ordine di probabilità o frequenza crescente/decrescente. Nella finestra Occurrences vengono visualizzati i contesti del materiale da cui è stato estrapolato il termine. 20 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

21 Nel caso di estrazioni da file bilingui nella finestra Occurrences accanto al segmento source è presente il segmento target da cui copiare la traduzione (copia-incolla) 5. Al termine fare clic sul pulsante per esportare i termine nel term base usato nel progetto (Primary). Progetti Esistono diversi tipi di progetto secondo il tipo di file da gestire (source oppure bilingui), il tipo di scambio dei dati (manuale con singoli file o tramite package) e il tipo di risorse (locali o online). Progetti a partire da file source (Word, Excel ecc.) o bilingue: vedi Creare un progetto locale (traduttore o project manager) pag. 21. Progetti con handoff package: vedi Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) pag. 33. Progetti con risorse online: vedi sezione dedicata Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) pag. 34. Creare un progetto locale (traduttore o project manager) Per analizzare e/o tradurre uno o più file è necessario creare un progetto. È possibile associare ad un progetto una o più memorie di traduzione (TM), uno o più glossari (term base) e uno o più elementi LiveDocs. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 21

22 1. Fare clic sull icona New Project. 2. Inserire il nome del progetto (Name), selezionare la lingua di partenza (source) e la lingua di arrivo (target). Le caselle Project, Client, Domain e Subject sono opzionali ma possono essere utili per filtrare i progetti (per cliente ecc.). Inoltre ad ogni segmento salvato nella TM verranno associati i valori qui indicati. 3. Fare clic su Next. 4. Fare clic su Import per aggiungere uno o più file da tradurre. Possono essere aggiunti file source (Word, Excel, ecc.) oppure file bilingui nei formati supportati (mbd memoq, Word uncleaned, ttx, sdlxliff, Wordfast txml). 5. Fare clic su Next. 22 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

23 6. Aggiungere una o più memorie di traduzione (TM). Selezionare Create/use new per creare una TM nuova oppure Register local per aggiungere una TM di memoq esistente ma non presente nella lista. N.B: Eventuali TM indicate in corsivo sono TM utilizzabili in entrambe le direzioni ma usate in questo progetto nella direzione non originale quindi in modalità di sola lettura (non selezionabile come primary). La TM indicata come Primary è quella che verrà aggiornata durante il progetto. È possibile utilizzare una sola TM primary. 7. Fare clic su Next. 8. Aggiungere eventualmente dei glossari (term base). Selezionare Create/use new per creare un term base nuovo oppure Register local per aggiungere term base esistente ma non presente nella lista. Fare clic su Finish. Eseguire un analisi Per eseguire un analisi è necessario creare un progetto (vedi Creare un progetto locale (traduttore o project manager), 21Errore. Il segnalibro non è definito.). Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 23

24 1. Selezionare uno o più file da analizzare e con il clic destro selezionare Statistics. 2. Personalizzare eventualmente i parametri di default e fare clic su Calculate. Alcune impostazioni utili: Project: per analizzare tutti i file del progetto (a prescindere da quello/quelli selezionati) Selected documents: per analizzare solo i file selezionati in Project home. Open documents: per analizzare solo i file aperti Homogenity: per conteggiare le fuzzy repetitions (vale a dire un segmento tradotto ex novo in un progetto a sua volta può essere la base di un fuzzy match successivo, ovvero i fuzzy match che si creano dal materiale tradotto ex novo). Create project TM: Permette di creare una TM di progetto che conterrà unicamente i segmenti necessari (in base all analisi) per eseguire la traduzione dei file. Include spaces in character count: per conteggiare i caratteri spazi compresi 24 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

25 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto 1. Nella finestra Manage projects fare doppio clic sul progetto. 2. Nel Translations tab fare doppio clic sul file da tradurre. Il testo da tradurre/revisionare è visualizzato nella tabella chiamata Translation grid. Tradurre i segmenti, al termine della traduzione di ogni segmento usare il comando Ctrl+Invio per confermare il segmento, salvarlo nella TM e portare il cursore nel segmento successivo. Dettagli del Translation grid: Per correggere un segmento posizionare il cursore nel segmento, inserire la correzione e confermare il segmento con Ctrl+Invio. Per effettuare un operazione di trova-sostituisci selezionare Operations, Replace. Al termine sarà necessario confermare i segmenti modificati per aggiornare la TM: singolarmente con il cursore nel segmento e Ctrl+Invio, selezionando tutti e confermando con Ctrl+Invio oppure selezionando dal menu Operations, Confirm and update rows. Eventuali segmenti trovati nella TM oppure nel term base potranno essere copiati nel Translation grid con un doppio clic. In presenza di Format tags (numeri tra parentesi graffe) questi vanno copiati nella traduzione con il comando Insert next format tag (F8). Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 25

26 Nel caso di formattazioni (grassetto, corsivo, sottolineato) usare le funzioni Bold ecc. dalla barra strumenti (oppure dalla tastiera Ctrl+B ecc.). Impostare il correttore ortografico In memoq è possibile utilizzare il corretto ortografico di Word o Hunspell (Openoffice). Solo con il corretto di Hunspell gli errori vengono sottolineati durante la digitazione, il correttore di Word può essere utilizzato solo dopo aver scritto il segmento o il testo. a) Impostare il correttore di Word: 1. Selezionare Tools, Options. 2. Selezionare a sinistra Spell settings, selezionare dalla lista a tendina la lingua target del progetto. 3. Confermare le impostazioni con OK. b) Impostare il correttore di Hunspell: 1. Scaricare dal sito OpenOffice ftp://ftp.osuosl.org/pub/openoffice/contrib/dictionaries/ il dizionario della lingua target. 26 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

27 2. Selezionare Tools, Options. 3. Selezionare a sinistra Spell settings, a destra nei dettagli spuntare la casella Check spelling as you type (funzione disponibile solo per il correttore Hunspell) e selezionare dalla lista la lingua target del progetto. Fare clic su Install new dictionary from file. Fare clic sul pulsante e selezionare il dizionario Openoffice. 4. Fare clic su Add. 5. Spuntare la casella del correttore da utilizzare e confermare con OK. Creare una lista per parole frequenti (Autocorrection) La funzione Autocorrection permette di definire una serie di voci (lettere, combinazione di lettere oppure parole) da sostituire in automatico con una stringa predefinita. Ad esempio Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 27

28 scrivendo perchè la parole viene in automatico sostituita con perché oppure cda con consiglio di amministrazione o W con Windows ecc.. 1. Con il file aperto selezionare Translation > AutoCorrect. 2. Fare clic su New list. 3. Inserire un nome della lista (ad esempio settore, cliente ecc.) e selezionare eventualmente la lingua di arrivo a cui si applica. Lasciando l opzione Neutral la lista sarà utilizzabile per qualsiasi lingua target (utile ad esempio per nomi propri, nomi di prodotti ecc..). 4. Confermare con OK. 5. Spuntare la casella che precede la lista per attivarla. 6. Inserire nel campo Replace la sequenza di caratteri da sostituire, nel campo With la sequenza con cui sostituirla e fare clic su Add. Esportare un file bilingue per la traduzione o revisione esterna Se il traduttore o revisore non utilizza memoq è possibile esportare i file di un progetto in modo tale da poterlo gestire con altri programmi. Può essere anche un alternativa alla gestione/creazione di package (funzione ad esempio non disponibile nella versione translator). Sono disponibili i seguenti formati: memoq bilingual compatible document: file da aprire/gestire con memoq Trados-compatible bilingual DOC: formato che potrà essere gestito in Trados 2007 o programmi che supportano il formato word uncleaned (ad es. Wordfast Classic, DVX, Studio 2011). Xliff: formato bilingue gestibile da diversi software (Across, Dvx, Studio, ma non Wordfast ad esempio) Two-column RTF: word a due colonne (source-target) che può essere gestito direttamente in Word (quindi senza l ausilio di CAT tools). 28 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

29 1. Nel Translations tab selezionare eventualmente i file da esportare. Fare clic su Export bilingual. 2. Scegliere il formato di esporto desiderato. Nel caso del formato Xliff e RTF è possibile creare un unico file con i dati di tutti i file selezionati. Nel caso degli altri formati verrà creato un file per ogni file del progetto. 3. Fare clic su Export. Nel caso di più file verrà chiesto di indicare la cartella in cui salvare i file esportati, nel caso di un singolo file va indicato il nome e percorso del file esportato. Opzioni esporto Trados bilingual: Export context marches as 100%: dato che con Trados 2007 ad es. non vengono gestiti i cosiddetti match 101%, questi verranno esportati come semplici match 100%. Export markup: segmenta il testo anche per i segmenti senza match. Opzioni esporto Xliff: Include multiple documents in a single Xliff document: crea un singolo file xliff. Include skeleton: lo skelton permette ad un altro utente (solamente se usa memoq) di creare il file target. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 29

30 Export comments: per esportare in una colonna a parte eventuali commenti dei segmenti. Export segment : per esportare in una colonna gli status di ogni segmento (valore e colore) Two target columns in table: per esportare la colonna target due volte. Può essere utile per il revisore che modificherà solamente la seconda colonna target (ad es. per tenere traccia delle modifiche del revisore). Export all selected documents in a single RTF file: per creare un singolo file esportato contenente i vari file del progetto selezionati. Include locked segments in export: per non esportare i segmenti bloccati. Impostare i filtri Usando i filtri è possibile visualizzare i segmenti: in un ordine diverso da quello testo: ad esempio ordine alfabetico, in base alla lunghezza ecc. che contengono determinate parole o frasi segmenti con determinate caratteristiche: non confermati, ripetizioni, ecc. Il filtro si imposta mediante la barra strumenti dei filtri: Ad esempio scrivendo inst nella casella source vengon visualizzati tutti i segmenti che contengono install, installation, installed ecc. Per cambiare l ordine di apparizione dei segmenti nella lista selezionare dal menu a tendina la relativa voce: 30 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

31 Per visualizzare invece segmenti con uno status particolare (ad esempio quelli non confermati) fare clic sull icona. Selezionare poi la condizione: N.B. impostando più opzioni le condizioni si vanno a sommare. Ad esempio inserendo nella casella source detect e poi nella casella target applicativo vengono visualizzati solo segmenti che soddisfano entrambe le condizioni. Prima di impostare quindi un nuovo filtro è necessario annullarlo con l icona. Importare il file bilingue dopo la traduzione o revisione È possibile importare solamente file nel formato in cui possono essere esportati (vedi capitolo precedente). 1. Aprire il progetto. 2. Nel Translation tab selezionare il file e con il clic destro scegliere Reimport document. 3. Fare clic su No. 3. Selezionare il file bilingue (formato rtf o mdb). 4. Nella finestra Document import options fare clic su OK. 5. Viene visualizzato un report. Confermare con OK. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 31

32 Creare il file target di un progetto Una volta terminata la traduzione e/o revisione va creato il file target. È possibile creare il file target di uno o più file di un progetto anche se tradotti solo parzialmente. L unica condizione è che non siano presenti errori di tag (segnalati con il simbolo ). 1. Con il progetto aperto selezionare il Translations tab. Selezionare il file o i file da completare. Fare clic destro e selezionare Export (Stored path). Di default il file target viene salvato nella stessa cartella del source con il nome del file modificato (ad es. installation_ita.doc per il target italiano). Gestire file SDL Trados in memoq In memoq è possibile gestire file Word uncleaned (Trados 2007, Wordfast classic), file ttx (Tageditor Trados 2007) e file sdlxliff (Trados Studio 2009 e 2011). Dalla versione 6.2 è possibile gestire anche direttamente package. È consigliabile preparare i file segmentati/pretradotti in Trados o Wordfast. Ad esempio in Workbench, usando la funzione Tools >Translate spuntando l opzione Segment unknown sentences. Oppure in SDL Trados Studio eseguire la pretraduzione con l opzione Copy source to target spuntata. Una volta preparati i file è possibile aggiungerli normalmente al progetto (Import o Import folder structure). File target: nel caso dei file ttx e sdlxliff, il file target sarà sempre nel medesimo formato. Nel caso del file word uncleaned invece è possibile sia produrre un file word pulito (Export stored path o Export dialog) sia un Word uncleaned (Export bilingual). 32 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

33 Aprire un handoff package e creare il delivery package tradotto/revisionato (traduttore/revisore) 1. Selezionare dal Menu Project > Import handoff package. 2. Selezionare il handoff package ricevuto e fare clic su Apri. Modificare se necessario il nome del progetto e della cartella in cui salvarne in contenuto. Quindi fare clic su OK. 3. Dopo la traduzione/revisione (vedi il capitolo Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 33

34 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto, pag. 4) fare clic su Delivery/return nel Translations tab a destra in basso. 4. Definire il nome del Delivery package ed una cartella in cui salvarlo, fare clic su Salva. Collegamento al server (traduttore) I dati di accesso vengono chiesti quando si apre il handoff package oppure (nel caso di progetti online) quando si seleziona Check out an online project oppure selezionando Manage logins dal menu Tools. Inserire il nome utente e la password e fare clic su OK. Traduzione/revisione nell ambito di un progetto online (traduttore/revisore) 1. Fare doppio clic sull allegato dell Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

35 2. Selezionare Apri. 3. Inserire nome utente e password (la password non è contenuta nell ma è stata notificata dal PM separatamente). 4. Selezionare il progetto e confermare con OK. 5. Tradurre/revisionare i file contenuti nel progetto (vedi capitolo Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 35

36 Traduzione/revisione del contenuto di un progetto, pag. 25). Nel caso di revisione i segmenti confermati verranno contrassegnati dal check doppio. Se si lavora su documenti online, ogni modifica verrà automaticamente salvata sul server. Lavorando invece con documenti offline gli aggiornamenti vanno confermati manualmente con il comando Synchronize document. 6. Conclusa la traduzione/revisione selezionare i file e con il clic destro scegliere Deliver/return. Importante: una volta consegnata la traduzione/revisione non sarà più possibile aprire il file nel progetto per ulteriori modifiche. Nel caso del revisore appare la seguente schermata. Selezionare The document is fine, I am delivering it per la consegna al project manager. 36 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

37 Effettuare una verifica (QA check) La verifica avviene automaticamente durante la traduzione quando i segmenti vengono confermati; inoltre la verifica dei tag avviene in automatico quando si crea il file target. È possibile effettuare la verifica anche al termine delle traduzione, per esempio in fase di revisione. È possibile eseguire la verifica su singole parti di un documento (ad es. sezione), su un documento interno o più documenti oppure tutti i documenti di un progetto. Sono già impostati alcuni parametri di default (segmenti non tradotti, errori di tag mancanti/sbagliati, segmenti non tradotti in modo coerente, errori nei numeri) che possono essere eventualmente personalizzati. 1. Selezionare Operations, Run QA. 2. Selezionare Project per verificare l intero progetto Selected documents per verificare i file selezionati Open documents per verificare il file aperto 3. Correggere gli errori inserendo le modifiche nei vari segmenti e confermando i segmenti con Ctrl+Invio. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 37

38 Aggiornare una TM Una volta ricevuto un delivery package oppure dopo aver importato un file bilingue oppure ancora se sono state apportate modifiche ai file bilingue senza aver già confermato i singoli segmenti è necessario aggiornare la TM. 1. Con il progetto aperto selezionare Operations > Confirm and update rows. 2. Selezionare Project per aggiornare la TM con i file dell intero progetto oppure Selected documents per farlo solo con i file selezionati. Tramite le opzioni Status of segments to confirm and update è possibile definire quali tipologie di segmenti includere o escludere in questa operazione: Edited: segmenti modificati (anche se non confermati), ad es. icona Confirmed: segmenti confermati, icona Proofread: segmenti revisionati, icona 38 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

39 100% or 101% pretranslated: segmenti pretradotti con match 100% o 101%. Locked: segmenti bloccati a prescindere dallo status (simbolo ) Fare clic su OK. Manutenzione, gestione Allineamento L allineamento viene eseguito nell ambito dei LiveDoc corpus. La verifica e correzione degli allineamento è opzionale (vale dire in questo caso alcuni collegamenti risulteranno sbagliati). In alcuni casi tuttavia è necessario verificare e correggere l allineamento; inoltre in questo modo il materiale allineato potrebbe essere aggiunto ad una TM. 1. Creare un corpus e aggiungere le coppie di file (vedi capitolo Creare un LiveDocs corpus, pag. 17). Se l allineamento viene creato all interno del progetto il risultato potrà essere importato direttamente nella TM principale; altrimenti potrà essere esportato in formato tmx per un futuro utilizzo. 2. Fare doppio clic sul file per aprire il file nell alignment editor. 3. Eventuali segmenti spezzati possono esere uniti con la funzione Join segments. 4. Per spezzare segmenti selezionar con il clic destro la funzione Split segment. 5. Per rimuovere un collegamento selezionare con il clic destro la funzione Remove link. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 39

40 6. Per collegare il segmento source con il segmento target selezionarli e quindi con il clic destro scegliere Create synchro link. 6. Se i testi devono essere usati in una TM esportare i file allineati: aprire un progetto in cui la TM risulta attivata (primary), selezionare il file nella lista del corpus e fare clic su Export to TM. 7. Personalizzare eventualmente le opzioni e poi confermare con OK. Opzioni: Alignment document.. only confirmed (blue) links: se spuntato vengono esportati nella TM solamente le coppie di segmenti che sono state confermate o corrette manualmente. Meta-information: permette di salvare informazioni relativa al nome del file ecc. 40 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

41 Esportare dati di una TM Per utilizzare la memoria di traduzione di memoq in un altro sistema (Trados ecc.) è necessario esportarla. 1. Da Tools, Resource control oppure con il progetto aperto da Project home selezionare la voce Translation memories: Non è stata trovata alcuna voce d'indice.2. Fare clic destro sulla TM da esportare e selezionare Export to tmx. 3. Inserire il nome del file di esporto e fare clic su Salva. Esportare dati di un term base È possibile esportare i dati di un glossario dal Resource console oppure all interno di un progetto dal Term bases tab. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 41

42 1. Selezionare il term base da esportare e fare clic su Export to CSV. 2. Fare clic sul pulsante per salvare il file di esporto. 3. Selezionare il tipo di separatore (Tab, tabulazione, oppure, comma, virgola ecc.). Spuntare le caselle Fields dei contenuti da esportare. 4. Quindi fare clic su Export. Manutenzione dei dati nella TM È possibile aprire una TM per eseguire correzioni (singoli errori, trova-sostituisci ecc.). 1. Se non è aperto un progetto con la TM da correggere selezionare Tools > Resource console. Selezionare la TM e con il clic destro selezionare Edit. 42 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

43 Inserire eventualmente delle parole nei campi source o target per visualizzare i segmenti contenenti quel testo oppure definire criteri quali ultima modifica oppure indicazione del cliente/progetto settore ecc. Se non viene specificato nessun criterio verranno visualizzati tutti i dati della TM. Fare clic su OK. 2. Nella tabella vengono visualizzati i segmenti della TM. Ora è possibile inserire singole correzioni oppure eseguire un trova-sostituisci nella lista visualizzata selezionando dal menu Operations > Replace. 3. Al termine chiudere la TM e confermare le modiche con Sì. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 43

44 Personalizzare le opzioni Filter configuration: Word Per escludere delle parti di un file Word è possibile personalizzare i filtri di memoq. Preparazione di un file Word: per escludere delle parti definire uno stile paragrafo (ad es. NONTRADURRE) ed assegnare a tutte le parti da escludere quel tipo di stile. 1. Creare eventualmente un progetto e aggiungere il file con Import with options 2. Fare clic su Change filter and configuration. 3. Nella casella Excluded styles digitare il nome dello stile da escludere e far clic su Add style. 4. Salvare il filtro personalizzato facendo clic sull icona. 5. Fare clic su OK. Ora il file viene importato escludendo le parti con lo stile NONTRADURRE. Personalizzare le opzioni Filter configuration: Excel Per escludere delle parti di un file Excel è possibile personalizzare i filtri di memoq. 1. Creare eventualmente un progetto e aggiungere il file con Import with options 44 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

45 2. Fare clic su Change filter and configuration. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 45

46 3. Selezionare Import only these ranges e a destra Select ranges in Excel per selezionare in Excel solo determinati gruppi di celle. 4. Con il mouse nel foglio Excel selezionare il gruppo di celle e fare clic su Add ranges. Ripetere eventualmente questa procedura per aggiungere altri gruppi di celle. 5. Al termine fare clic su Finish. 6. Salvare il filtro personalizzato facendo clic sull icona. 7. Fare clic su OK. Ora il file viene importato. 46 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

47 Sostituire il file da tradurre (nuova versione) Se durante la traduzione di un file viene fornita una nuova versione del documento è possibile sostituire il file recuperando i segmenti tradotti dalla versione precedente (anziché dalla TM). 1. Con il progetto aperto selezionare il Settings tab. Spuntare la casella Record document version history. 2. Selezionare il file nel registro Translations e importare la nuova versione del file con Reimport document. Deve avere lo stesso nome del file della versione 1 e trovarsi nella stella cartella. 3. Nella finestra Document import options deve essere selezionata l opzione Action > Reimport. Confermare facendo clic su OK. 4. Ora nel Translation tab il file risulterà con l indicazione versione Per recuperare i segmenti già tradotti nella prima versione selezionare il file nel Translations tab e fare clic su Operations > X-Translate. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 47

48 6. Nella finestra X-translate fare clic su OK. Avendo selezionato Use translations from > Major Version 1 viene pretradotto il file della versione 2 utilizzando i segmenti del file bilingue della versione precedente (Major 1 in questo caso). 7. I segmenti ripresi dalla versione precedente verranno contrassegnati con l icona. 48 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

49 Sezione Project manager Creare un handoff package Con un cd. handoff package è possibile assegnare ad un traduttore un progetto (locale); il traduttore dovrà utilizzare memoq (non è sufficiente la versione free). 1. Nel Translations tab inserire (manualmente) il nome del traduttore e/o revisore a cui assegnare il lavoro. Una volta inserito un valore è possibile selezionarlo dalla lista a tendina. 2. Nell Overview tab fare clic su Check project now. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 49

50 3. Nell Overview tab selezionare Create new handoff. 4. Definire una data di scadenza (1 per tipo di incarico, ad es. traduzione o revisione). Poi fare clic su Next. 5. Definire un nome per gli handoff package. Impostazioni: Allow joining/splitting segments: abilita l utente di unire/dividere segmenti rispetto alla segmentazione di default. 50 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

51 Include local TMs and TBs: include nel package anche le TM locali e gli eventualii term base locali. Include local corpus: include i livecorpora locali. Include preview files: include i file per visualizzare l anteprima dei file. Include skeletons: include i file che permettono di salvare il documento target. 6. Fare clic su Next due volte. Ora i file nel Translation tab risulteranno assegnati. I package si trovano nella cartella del progetto denominata Handoff Packages. Ricezione di un delivery package tradotto o revisionato (PM) 1. Aprire il progetto facendo doppio clic sulla relativa voce nella lista dei progetti. 2. Nell Overview tab fare clic su Receive delivery. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 51

52 3. Selezionare il delivery package e fare clic su Apri. Il file bilingue contenuto nel delivery package andrà a sostituire il file bilingue contenuto nel progetto locale da cui era originato il handoff package. Lo status risulterà delivered. Gestire progetti e risorse online (PM) Utilizzando il memoq Server è possibile condividere TM, Termbase e altre light resources tra più utenti (accessibili tramite internet). Esistono diverse possibilità: - progetto con documenti offline e TM online: il traduttore lavora con un handoff package ma utilizza TM e altre risorse online. - progetto con documenti online e TM online: il traduttore lavora con documenti online (che vengono aggiornati segmento per segmento) e TM e altre risorse online, con possibilità di creare delle copie locali di file e risorse (ad es. in caso di mancanza di collegamento a Internet). Collegamento al server (project manager) 1. Collegarsi al memoq server (per le credenziali contattare il proprio amministratore di rete). Selezionare Tools, Manage Logins e digitare nella casella Server URL l indirizzo del server e fare clic su Select. 2. Inserire user name e password, fare clic su OK. 52 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

53 Creare una TM online (pubblicata sul server) NB: è possibile creare una TM direttamente sul server oppure trasferire sul server una TM locale (vedi capitolo successivo). 1. Selezionare Tools > Resource console. 2. Fare clic su Create new. 3. In Location selezionare Remote. Inserire un nome per la TM, specificare le lingue sourcetraget e associarla eventualmente ad un cliente/progetto/settore. Fare clic su OK. N.B.: se l opzione Location non è disponibile effettuare il login al server (vedi capitolo precedente) Ora la TM risulta pubblicata sul server. 4. Per eventualmente importare dei dati fare clic su Import from TMX. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 53

54 Trasferire una TM locale sul server 1. Selezionare Tools > Resource console. 2. Selezionare la TM locale e fare clic destro su Share on server. 3. Scegliere il nome della TM. L opzione Keep local resource permette di conservare una copia locale della TM. In ogni caso anche successivamente è possibile creare una copia locale di una TM pubblicata sul server. Definire utenti e diritti di accesso di TM online Per permettere l accesso a TM online è necessario definire utenti e assegnargli i relativi ruoli (traduttori, PM ecc.). 1. Collegarsi al server (vedi capitolo Collegamento al server, pag. 52). Selezionare Tools > Server Administration. Selezionare eventualmente il server e fare clic su Select. 54 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

55 2. Selezionare User management e fare clic su Add. Inserire nome e password, indirizzo Nella finestra User properties fare clic su Add e selezionare il tipo di ruolo (in questo esempio traduttore ). 4. Confermare con OK e chiudere la finestra con Close. 5. Selezionare Tools > Resource console > Translation memories. 6. Fare clic destro sulla TM e selezionare Set permissions. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 55

56 7. Fare clic su Add. 8. Selezionare l utente e definire il tipo di permesso ed eventualmente una data di scadenza. Lookup: sola lettura Update: lettura-scrittura, ma non potrà eseguire lavori di manutenzione ecc. Admin: potrà usare la TM con diritti da amministratore (anche manutenzione ecc.). Expiration date: dopo tale data l utente non potrà più accedere a quella TM. 9. Scegliere tra le due opzioni Allow users to check out offline copies (l utente potrà creare una copia locala della TM) e Only online access (l utente non potrà creare una copia locala della TM). 10. Fare clic su OK. 56 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

57 Creare un progetto online (PM) Prima di procedere con la creazione del progetto preparare eventuali memorie e/o term base da usare in questo progetto. Durante la creazione del progetto sarà solo possibile selezionare TM esistenti o creare nuove TM, ma non sarà possibile importare dati TMX ecc. Lo stesso vale per i term base. Vedi eventualmente i Importare i dati in una TM. 1. Dopo aver eseguito il login al server fare clic su Create online project. 2. Inserire il nome del progetto ed eventuali altre informazioni. Poi fare clic su Next. 3. Selezionare la lingua di partenza (source) e una o più lingue di arrivo (target). Fare clic su Next. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 57

58 4. Selezionare Server documents affinché i traduttori/revisori possano lavorare sui file online (aggiornamento in tempo reale, richiesto collegamento a Internet ininterrotto) oppure Desktop documents (utenti lavoreranno in locale e aggiornano i documenti online ad intervalli, non richiede collegamento costante a Internet). L opzione Web translation permette di eseguire la traduzione tramite interfaccia web. 5. Nel caso di Server documents fare clic su Finish. Nel caso di Desktop documents fare clic su Next. Definire se gli utenti potranno - salvare copie locali di TM e term base, - unire/dividere segmenti (potrebbe essere rischioso con documenti molto complessi o file bilingui di altri prodotti ad es. file Trados) - se includere lo skeleton nella copia locale (permette all utente di creare il target) - se includere l anteprima nella copia locale. Quindi fare clic su Finish. 8. Fare clic destro sul progetto e selezionare Manage. 58 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

59 6. Nell Overview selezionare il registro User. Con Add aggiungere i collaboratori di questo progetto. Per ogni passaggio è necessario confermare le modifiche facendo clic sul pulsante. 7. Nel Reports tab è possibile eseguire un analisi. Fare clic su Analysis last calculated - Calculate now. 9. Nel Translations tab aggiungere i file da tradurre (con Add documents o Add folder structure). Assegnare ogni file a un utente (traduttore e/o revisore), specificare eventualmente la data di consegna (deadline). Confermare le modifiche facendo clic sul pulsante. 10. Nel Translation memory tab selezionare una o più TM da utilizzare in questo progetto. Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 59

60 Se sono state scelte più TM una di questa sarà la TM primary ovvero quella che verrà aggiornata durante il progetto, le altre saranno di sola lettura. Eventualmente fare clic su Set as primary per modificare i parametri. 11. Definire eventuali term base, Livedocs e parametri relativi ai Settings (QA settings, TM settings, Auto translation rules ecc.). In particolare nella sezione Communication, notification selezionare eventualmente l opzione di invio di al PM (Notify project manager) quando cambiano gli status dei file/progetti. Tra le opzioni Notification chain: - Avviso l utente successivo quando un documento è stato consegnato o restituito - Avviso utente quanto cambia la scadenza - Avviso partecipanti quando un documento è stato assegnato e riassegnato - Invio cc ai PM 12. Fare clic su Click to launch project (in memoq 4.5 nel registro Settings > Distribute project now). 60 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

61 Verrà inviato un all utente che dovrà eseguire il primo lavoro (traduzione). Esempio di inviata al traduttore: Esempio di inviata al revisore (dopo che il traduttore ha completato il lavoro): Ad ogni modifica dello status di ogni file/progetto il PM riceverà un . Esempio: Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013) 61

62 13. Terminata la traduzione e revisione il progetto risulterà completato. Eventualmente il PM riceve l apposita comunicazione via Per creare i file target selezionare il progetto e selezionare Manage. Nel Translations tab selezionare Export stored path. I file verranno salvati nella cartella da cui sono stati inizialmente prelevati i file source. 62 Bruno Ciola/Linguatech. Tutti i marchi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari. Riproduzione, pubblicazione e traduzioni vietate senza il consenso scritto dell autore. (2/05/2013)

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta alla Rubrica PA da client di Posta Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 Indice INDICE... 2 PREMESSA... 3 CONFIGURAZIONE OUTLOOK 2007... 3 CONFIGURAZIONE EUDORA 7... 6 CONFIGURAZIONE

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT PMS SYSTEM PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT Giovanni Serpelloni 1), Massimo Margiotta 2) 1. Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria Azienda

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

RefWorks: un gestore di bibliografie su web

RefWorks: un gestore di bibliografie su web RefWorks: un gestore di bibliografie su web Un applicativo avanzato e innovativo per l import di citazioni da database online, la creazione di archivi personali e la generazione di bibliografie in vari

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com DATA CENTER PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi 3.0 Indice 1 Premessa...3 2 DATA CENTER 3...4 2.1 Utilizzo dei dispositivi SIGMA con DATA CENTER 3....4 2.2 Requisiti di sistema....4 2.2.1 Computer

Dettagli

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Istruzioni per visualizzazione codici di particella, simboli e linee tratteggiate in ArcGis 8.x 9.x 1- Da pannello di controllo in Windows installare

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli