Risorse umane. Chi sono. Cosa pensano di Ras. Le aspettative cui Ras risponde. Dipendenti per categoria economica e sesso 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risorse umane. Chi sono. Cosa pensano di Ras. Le aspettative cui Ras risponde. Dipendenti per categoria economica e sesso 2006"

Transcript

1 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Risorse umane Chi sono Dipendenti per categoria economica e sesso persone (2005: 5.650; -7,2%) % Agricolo-turistica % Servizi IT 16% Finanziaria % Assicurativa 0 Assicurativa Finanziaria Servizi IT Agricolo turistica Fondazione Uomini Donne Cosa pensano di Ras Le aspettative cui Ras risponde Rispetto Non discriminazione Equità di trattamento Pari opportunità. Formazione adeguata. Buona qualità della vita aziendale. Luoghi di lavoro sicuri e salubri. Stabilità nel rapporto professionale. Valorizzazione delle capacità e dello spirito innovativo. Comunicazione interna chiara e trasparente. Nell ambito di un progetto Allianz e in concomitanza con i cambiamenti intervenuti a livello societario a seguito della integrazione con Allianz, nel 2006 è stato commissionato a una società esterna in grado di garantire l anonimato dei rispondenti un Engagement Survey a cui ha partecipato il 53% del totale dei dipendenti e da cui sono emersi: - forte senso di appartenenza; - apprezzamento per l efficienza della struttura organizzativa; - soddisfazione per la solida immagine di Ras anche presso l esterno; - qualche perplessità sulla comprensione dei programmi a lungo termine - probabilmente legato al momento di transizione societaria. Nell ambito di un confronto fra Ras e la Norma Nazionale (un campione elaborato dalla società che ha condotto la ricerca sulla base dei risultati di tutte le indagini effettuate negli ultimi due anni tra il personale di aziende presenti in Italia e con più di 100 dipendenti) la maggior parte dei temi indagati sono risultati particolarmente positivi per Ras. 28

2 Relazione sociale Rispetto, Non Discriminazione, Equità di Trattamento, Pari opportunità Incidenza ore di sciopero 2006: irrisoria (2005: 0,4% delle ore di assenza). 6 organizzazioni sindacali nelle società assicurative. 5 organizzazioni sindacali nelle società del settore bancario/finanziario. Tasso di sindacalizzazione: - 49% circa nelle società assicurative; - 40% circa nelle società informatiche; - 30% circa in Ras Asset Management Sgr; - 30% circa in RasBank. Costituita la Rappresentanza Europea dei Lavoratori del Gruppo Allianz, in seguito alla fusione di Allianz Ag con Ras Holding Spa (con accordo sindacale del 20 settembre 2006), di cui 3 membri sono italiani. con le normative delle polizze contrattuali aziendali; - rinnovato il contratto integrativo aziendale per i dipendenti di Allianz Subalpina; - per Genialloyd si è raggiunta l intesa sindacale sul corretto utilizzo di specifiche apparecchiature informatiche nei luoghi di lavoro; - in RasBank è stata portata a termine senza conflittualità la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Asilo nido aziendale (aperto al territorio). Dirigenti o funzionari donne: 19,2% del totale (2005: 17,4%). Inquadramento e sesso Tematiche principali affrontate nelle relazioni sindacali 2006: - sottoscritto un accordo sindacale volto a disciplinare gli effetti derivanti al personale dalla nuova legislazione in materia di previdenza complementare, anche in armonia Dirigenti Funzionari Impiegati Operai / Portieri Uomini Donne Rappresentanza europea dei lavoratori del Gruppo Allianz A seguito del processo di fusione transnazionale di Allianz Ag con Ras Holding Spa - deciso a settembre 2005 e conclusosi formalmente il 16 ottobre 2006 con la nascita di Allianz SE (Societas Europaea) - è stata costituita con apposito accordo sindacale del 20 settembre 2006 la rappresentanza europea dei lavoratori del Gruppo Allianz, organo europeo con diritto di informazione e consultazione in merito a questioni transnazionali. Il predetto accordo costitutivo disciplina la composizione, le competenze e le regole di gestione dell organo che conta 37 membri per 24 Paesi - di cui tre per l Italia - e che ha altresì il compito di provvedere alla nomina di sei dei dodici componenti dell organo di vigilanza di Allianz SE (attualmente 4 per la Germania e uno ciascuno per Francia e Regno Unito). In particolare, le materie oggetto di informazione e consultazione della rappresentanza europea dei lavoratori possono riguardare, ad esempio, la struttura e la situazione economica e finanziaria del Gruppo Allianz, la situazione occupazionale e le previsioni sulla stessa, la localizzazione di aziende e attività, la fusione con, o scissione da, imprese o aziende, i programmi di investimento, i cambiamenti sostanziali dell organizzazione. 29

3 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Asilo nido aziendale aperto al territorio Fra le iniziative a favore dei dipendenti si segnala l asilo nido aziendale Bimbingioco", inaugurato nel 2002, all epoca una delle poche esperienze del genere in Italia. La struttura è adiacente alla direzione generale e copre circa 400 metri quadrati in pieno centro a Milano. Può accogliere una cinquantina di bimbi da uno a tre anni ed è gestito da educatrici altamente qualificate, con una formazione di livello universitario (laurea in scienze dell educazione, pedagogia o psicologia infantile). Nel 2005/2006 l asilo ha messo a disposizione un educatore ogni cinque bambini per i bambini fino a 24 mesi, uno ogni sette per i bambini dai 24 ai 36, un rapporto superiore a quanto indicato dalla normativa provinciale. Gli orari di frequenza sono differenziati in quattro fasce, dalle 8 alle 18,30; il prezzo per i dipendenti è inferiore a quello medio degli asili privati di Milano. Ras ha sostenuto i costi per la ristrutturazione degli ambienti, realizzata in base a innovativi criteri di pedagogia e architettura per l infanzia, e ha aperto l accesso anche a famiglie di terzi per tutti i posti non assegnati a utenti interni. Nel 2006/2007 hanno frequentato l asilo 43 bambini: 27 figli di dipendenti e 16 di esterni. Formazione adeguata giornate/uomo (2005: ). 3 giornate uomo/per dipendente in media (2005: 2,7). 152 corsi a catalogo (2005: 145) di cui: - 66 tecnici (2005: 62); - 74 comportamentali (2005: 70); - 12 istituzionali (2005:13). 24 percorsi formativi progettati ad hoc per varie direzioni e società del Gruppo, che hanno coinvolto 750 persone per un totale di giornate/uomo (2005: rispettivamente, 32, 700 e 1.370). Catalogo corsi per dirigenti. Catalogo corsi per oltre 100 docenti interni. Iscrizione a master esterni di alcune risorse ad alto potenziale. Fra questi: nel 2006, 18 diplomati della I edizione del Master on-line assicurativo e finanziario (MAF), sviluppato in partnership con il Politecnico di Milano e Sfera, avviata nel Nel 2005 è iniziata la II edizione, cui Ras ha iscritto 19 persone e nel 2006 la III, cui Ras ha iscritto 29 persone. Buona qualità della vita aziendale Oltre 250 diverse possibilità di orario lavorativo nel Gruppo (2005: 275): fasce di lavoro part-time nelle società assicurative; - circa 30 fasce di lavoro part-time nelle società del credito. Per gli impiegati, 1,7% ore di lavoro straordinario sul totale delle ore retribuite (2005: 1,4%). 3% d incidenza dei giorni di malattia sul totale dei giorni di lavoro, per il 98% dei dipendenti (2005: 3%). Per gli impiegati, 19,5% giornate/uomo non lavorate ma retribuite (2005: 20,5%). Benefit aziendali, fra cui: polizze assicurative, mutui e conti correnti a condizioni di favore, borse di studio per i figli, fondo pensione aziendale, sconti sugli abbonamenti ai mezzi pubblici dell area milanese, circolo aziendale, ecc. 54 cause di lavoro di tipo individuale pendenti al 31 dicembre 2006, di cui 20 notificate nel 2006 (fine 2005: 65, di cui 14 notificate nel 2005). Le sei cause collettive promosse tempo addietro da 55 dipendenti per il mancato riconoscimento da parte di Ras del pagamento di festività cadenti di domenica sono state definite nel Strumenti di dialogo: - per le società assicurative, colloqui pianificati con i gestori delle risorse e possibilità di chiedere momenti di confronto ulteriori; - cassetta dei suggerimenti, per migliorare la vita in azienda o i processi. Strumenti di coinvolgimento: - Spazi Aperti, giornata di apertura degli uffici aziendali ai figli dei dipendenti (150 bambini nel 2006); - ricorso a dipendenti come testimonial per i preventivatori e le pagine web di Ras. 30

4 Relazione sociale Luoghi di lavoro sicuri e salubri 116 infortuni denunciati all Inail (2005: 87), prevalentemente avvenuti in itinere (durante i viaggi casa-ufficio e viceversa). Durata media degli infortuni: 16,8 giorni (2005: 23,9). Nessun addebito a carico di Ras nel 2006 per infortuni denunciati. Oltre euro spesi per medicina preventiva ex contrattazione aziendale (2005: euro). La differenza rispetto al 2006 è dovuta alla diversa frequenza dei check-up per i dipendenti RasBank (ogni 18 mesi). Circa euro per la sorveglianza sanitaria ex D. Lgs. 626/92 (2005: ). La diminuzione è dovuta al minor numero di visite mediche effettuate. Oltre a quanto previsto dalla legge o dai contratti (tra cui polizze Rimborso Spese Mediche e Infortuni a condizioni di favore), vengono periodicamente effettuati: - controlli sulla temperatura, umidità, ricambio d aria degli ambienti; - disinfezione e pulizia di hardware e telefoni; - test a campione sul cibo delle mense e dei distributori automatici; - verifiche sul grado di pulizia degli ambienti. Benefit e welfare aziendali I contratti collettivi nazionali e integrativi aziendali prevedono per tutti i dipendenti benefit di carattere assicurativo e previdenziale: in alcuni casi il costo viene sostenuto in toto dalla società di appartenenza; in altri è prevista una suddivisione dei costi fra azienda e dipendente; in altri ancora, infine, il costo, interamente a carico del dipendente, è di particolare favore. Nelle ultime due eventualità il dipendente è ovviamente libero di aderire o meno. Si tratta, ad esempio, per quanto riguarda il settore assicurativo (e in buona parte anche il settore creditizio) di polizze: Vita, d investimento dell anticipazione per il Tfr, Rimborso spese mediche, Infortuni, Auto, Abitazione e del Fondo pensione aziendale. La polizza di capitalizzazione Conto Corrente ha raccolto a tutto il 2006, al netto dei riscatti, premi per quasi 100 milioni di euro, da più di dipendenti in servizio e in quiescenza (erano 46,5 milioni di euro da quasi 950 dipendenti a fine 2005). I dipendenti possono poi sottoscrivere altre polizze alle condizioni previste da accordi e/o regolamenti aziendali. Fra i benefit di carattere non assicurativo rientrano, per i soli impiegati, la possibilità di concorrere per l assegnazione di case di proprietà Ras in affitto, di mutui per l acquisto della prima casa e di prestiti per comprare l autovettura da utilizzare a fini aziendali. Non derivano invece dal contratto altri benefit quali le borse di studio per i figli di dipendenti, l assistenza fiscale nella compilazione della dichiarazione dei redditi 730, lo sconto per gli abbonamenti annuali ai mezzi pubblici dell area milanese e prodotti che presentano condizioni esclusive, sviluppati ad hoc per i dipendenti, come Mutuo Unico e il conto corrente Ras Unico. A fine 2006 risultavano aperti (6.025 a fine 2005) rapporti di conto corrente a condizioni riservate ai dipendenti, mentre nel corso di tale anno sono state presentate e accolte 49 richieste per Mutuo Unico, per un importo complessivo pari a euro (nel 2005 erano state invece presentate e accolte 51 richieste per un importo complessivo di euro). Grazie ai rapporti di sponsorizzazione che Ras intrattiene con alcune associazioni o enti, è stato possibile offrire ai dipendenti la partecipazione gratuita o a prezzi agevolati a mostre ed eventi sportivi. Alcuni benefit (fra cui la polizza Rimborso spese mediche) sono estesi anche ai pensionati che si siano iscritti, durante la vita lavorativa, al Gruppo Lavoratori Anziani. Il Circolo interaziendale Ras è aperto a tutto il personale del Gruppo. La sua mission è di contribuire a stabilire e rafforzare le relazioni fra le persone, offrendo varie attività per il tempo libero, oltre a diversi servizi e vantaggi. Si trova accanto alla sede Ras di Corso Italia a Milano ed è frequentato tipicamente dopo l orario di ufficio, ma anche la mattina presto e durante la pausa pranzo. Comprende un bar-tavola calda, con prezzi inferiori rispetto a quelli di mercato, che rappresenta un alternativa alla mensa aziendale, ed è dotato di palestra, sala biliardo e biblioteca. È sovvenzionato sia dalla Compagnia sia dai dipendenti che desiderino associarsi. Possono iscriversi anche familiari (i bambini gratis) ed ex dipendenti in quiescenza. A fine 2006 i soci erano Il Circolo organizza diverse attività di svago, da tornei sportivi e gare di vario genere a visite culturali, mostre, viaggi e corsi. Programma inoltre campi estivi su base giornaliera per i figli degli associati in vacanza da scuola nei mesi di giugno e luglio. Infine, sottoscrive accordi per consentire ai soci di accedere a prodotti o servizi a prezzi agevolati (circa 80 i punti vendita convenzionati). Sono presenti distaccamenti del Circolo anche presso le sedi Ras di Roma e Trieste. 31

5 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Valorizzazione delle capacità e dello spirito innovativo Nell ambito del Programma 3+1 di Allianz, i progetti Sustainability Vita e Sustainability Danni mirano a far condividere a tutte le società del Gruppo a livello mondiale le best practice in termini di processi, prodotti e servizi; il progetto i2s (Ideas to Success) mira a stimolare la generazione di nuove idee all interno dell azienda da parte di tutti i dipendenti e agenti (234 nuove idee nel 2006). 92% dei nuovi funzionari da nomine interne (2005: 63%). 53% dei nuovi dirigenti da nomine interne (2005: 23%). Le prestazioni dei dipendenti vengono annualmente valutate attraverso la scheda e il colloquio di Performance Management. La scheda formalizza i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati l anno precedente e i comportamenti organizzativi messi in atto per conseguirli; definisce inoltre i target per l anno successivo. Gli obiettivi e comportamenti, coerenti con i valori aziendali, sono declinati in: - iniziative di innovazione, miglioramento e sviluppo, qualità per il cliente, economici-quantitativi, di produttività/efficienza, possesso e sviluppo delle conoscenze professionali (per gli obiettivi); - orientamento al valore per il cliente, team working, proattività, miglioramento continuo (per i comportamenti organizzativi). Progetto 3+1 La strategia di lungo termine del Gruppo Allianz è definita dal Programma 3+1, che si concretizza in tre iniziative principali, seguite da gruppi di lavoro internazionali: la Customer Focus Initiative (CFI), il Sustainability Program e la Global Branding & Communication. A queste si affiancano i Leadership Values. Completano il 3+1 altri tre progetti: Opex Black Belt, i2s e TOM-Target Operating Model. CFI - Customer Focus Initiative Obiettivo della Customer Focus Initiative è quello di perseguire una crescita sostenibile e profittevole attraverso un esperienza di eccellenza per il cliente che porti a una maggiore fidelizzazione. L attenzione al cliente si realizza attraverso due punti fondamentali: l ottima qualità dei prodotti, servizi e prezzi offerti; la capacità di superare le aspettative e di creare un legame emozionale basato sulla tranquillità e la fiducia. Ras, nel corso del 2006, ha dato inizio alla rilevazione del NPS (Net Promoter Score, uno dei processi chiave del CFI), un indicatore del livello di fidelizzazione del cliente basato sulla propensione a raccomandare la compagnia a amici o conoscenti. Sustainability Program A partire dal 2005 questo programma ha progressivamente coinvolto un centinaio di persone del Gruppo Ras. Obiettivo è raggiungere l eccellenza operativa, tramite la condivisione delle best practice del Gruppo Allianz in tema di prodotti, processi e servizi. Per i Danni, erano attivi nel 2006 una cinquantina di progetti negli ambiti Sinistri (correlati anche alla necessità di adeguamento alle recenti novità legislative, come il potenziamento della denuncia telefonica per una migliore assistenza ai clienti nell indennizzo diretto o il rafforzamento delle reti di carrozzerie convenzionate), Agenti, Auto e Piccole e Medie Imprese. Per il comparto Vita, invece, erano in essere una ventina di progetti, in quanto le attività, partite un anno prima rispetto al settore Danni, si sono in parte già concluse. Ciascuna di queste attività ha un responsabile locale che ha un costante rapporto con il controllo di progetto di Gruppo attraverso uno strumento informatico, denominato ICDB (Implementation Controlling Data Base). I responsabili dei lavori fanno inoltre una relazione ai propri Ceo. Global Branding and Communication Il progetto ha inizialmente sviluppato una value proposition distintiva, ossia una promessa/proposta di valore al cliente, comune a tutto il Gruppo, in stretto collegamento con il team della CFI. L elemento caratterizzante del brand Allianz (brand personality), di cui tutti dovrebbero farsi portatori, è la fiducia, supportata da impegno, competitività e competenza. Nel 2006/2007 su queste basi è stata lanciata una nuova campagna di comunicazione globale incentrata su Allianz, the international financial services provider trusted to deliver in moments of truth (Allianz, il fornitore internazionale di servizi finanziari di cui ci si può fidare nei momenti cruciali della vita). 32

6 Relazione sociale Riconoscimenti economici attraverso l MBO (Management By Objectives) al raggiungimento di prefissati obiettivi di tipo quantitativo e qualitativo ad alcuni dirigenti e a cascata ai loro collaboratori, che abbiano ottenuto una positiva valutazione attraverso il Performance Management (77 dirigenti e loro collaboratori nel 2006), più altre forme di incentivazione economica per alcuni particolari settori. Premi di produttività non direttamente legati alle prestazioni individuali, ma ai risultati aziendali complessivi e assegnati a seconda del livello di inquadramento e dell anzianità aziendale a tutte le risorse del Gruppo (con forme diverse a seconda del contratto applicato). Stock option per alcuni dirigenti selezionati dall amministratore delegato. 11 incontri di assessment, per vagliare il potenziale professionale a 3 o 4 anni dall assunzione di chi ha ottenuto un Performance Management positivo; altre sezioni di assessment per chi è da più anni in azienda. Ricerca e opportunità di giovani talenti su tutto il territorio nazionale: - circa curricula ricevuti e valutati (2005: ); circa colloqui (2005: 2.500); 11 sessioni di assessment (2005: 30) per il solo settore assicurativo; - 94 stage (2005: 98); - 44 incontri e interventi in università e istituti secondari italiani (2005: 43). Leadership Values Il progetto Leadership Values coinvolge oltre dirigenti del Gruppo Allianz (circa 70 in Ras) nella diffusione di valori comuni tra tutte le compagnie. I Leadership Values (per un dettaglio, si veda sotto Identità, Chi siamo, Profilo del Gruppo Allianz) sono stati introdotti per accrescere la qualità e le capacità delle persone deputate a prendere decisioni e accelerare lo sviluppo di una cultura della performance nell intero Gruppo Allianz. Offrono una chiara scala di valori e priorità legate ai comportamenti e agli obiettivi di business. Nell autunno di ogni anno viene svolta un indagine, che si conclude con un report inviato agli amministratori delegati di ogni società, per valutare come proceda la diffusione dei valori tra i top manager. Nel 2006 questo progetto è stato integrato con la Customer Focus Initiative. OPEX - Operational Excellence OPEX (Operational Excellence) è la metodologia Allianz di analisi dei processi e gestione del cambiamento, sulla quale alcuni dipendenti del Gruppo ricevono un apposita formazione (della durata di 15 giorni); dopo la realizzazione di due processi applicando tale metodologia si ottiene la certificazione Black Belt. Nel 2006 oltre dipendenti Allianz hanno intrapreso questo percorso (di cui 13 presso Ras). i2s - Ideas to Success È un programma per la generazione e la realizzazione di nuove idee che vede coinvolti i dipendenti e tutta la rete agenziale. L obiettivo è quello di essere un Gruppo aperto e portatore di una cultura dell innovazione e di essere percepiti come tali. Il programma partito nel 2006 con l istituzione delle diverse strutture a livello locale si svilupperà anche nel 2007 e nel 2008, aumentando il livello di competitività dell intero Gruppo Allianz. Il primo anno ha visto la generazione a livello mondiale di oltre idee. Di queste, circa 250 sono state proposte all interno del Gruppo Ras. Le prime tre idee giudicate come migliori a livello locale sono state premiate dalle singole società nel corso di una cerimonia alla presenza dei rispettivi amministratori delegati. Queste hanno anche concorso a livello internazionale e le prime classificate sono state premiate nel corso di una cerimonia presieduta dal Ceo di Allianz. TOM - Target Operating Model Questo progetto ha coinvolto gli alti vertici delle compagnie del Gruppo Allianz, portandoli a disegnare le linee guida e il modello di riferimento organizzativo che verrà progressivamente applicato a tutte le società. 33

7 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Stabilità nel rapporto professionale A fine 2006, il 99,5% dei contratti di lavoro erano a tempo indeterminato, l organico di persone (2005: rispettivamente, 99%, 5.596). turnover (rapporto fra personale che ha rassegnato le dimissioni nel corso del 2006 e totale delle risorse a fine anno): 3,1% (2005: 2,9%); 101 assunzioni (2005: 333). -7,2% riduzione complessiva dell organico da fine 2005 a fine La riduzione è frutto di un lavoro capillare di revisione dei processi in alcune aree assicurative dell azienda, che ha permesso lo snellimento e l automazione di molte delle attività di back office. È stato adottato l approccio Lean Six Sigma che ha previsto il forte coinvolgimento delle risorse che svolgono direttamente le attività oggetto di revisione. A seguito dell operazione societaria con Allianz, la intranet aziendale ha ospitato nel giugno 2006 un forum on-line della durata di circa 2 ore con l amministratore delegato, che ha risposto in tempo reale a 77 quesiti posti da dipendenti, di cui 28 direttamente riguardanti l integrazione con Allianz. Alle ulteriori numerose domande pervenute è stata data risposta successivamente, con pubblicazione integrale a beneficio di tutti. Comunicazione interna su iniziative di responsabilità sociale del Gruppo: - incontro di presentazione di Telethon; - punto informativo interno su GenerAzione Clima; - nel marzo 2007, sezione sulla intranet dedicata alla CSR, con possibilità per i dipendenti di presentare iniziative da loro seguite personalmente e di inviare/ricevere commenti. 12 anni di anzianità aziendale media; 92 persone sono state premiate nel 2006 per il raggiungimento dei 25, 30 o 40 anni di anzianità di servizio. 433 persone hanno cambiato area di attività nei core business e nelle attività ausiliarie (2005: 490); 50 persone sono passate da Ras ad Allianz SE, mantenendo il contratto invariato. Assunti 12 dei 94 giovani che hanno effettuato uno stage nel 2006 in società del Gruppo. Comunicazione interna chiara e trasparente Il 5 giugno 2006 si è tenuta presso la Fiera di Milano la prima riunione di tutti i dirigenti e funzionari del Gruppo Ras (circa persone), dopo l annuncio della nascita di Allianz SE. L amministratore delegato e altri membri del top management hanno illustrato i risultati dell esercizio precedente e le strategie per il futuro, con un preciso focus sulle singole linee di business. 6 numeri della rivista aziendale La Rassegna, nel 2006 completamente rinnovata nella grafica, su temi tanto di respiro internazionale a livello di Gruppo Allianz (Sostenibilità, i2s...) quanto legati ad una migliore conoscenza dell azienda e delle persone che ci lavorano, senza dimenticare importanti argomenti di attualità con un forte impatto sul business, quali l indennizzo diretto o la riforma previdenziale. 34

Tutto il personale impiegato in Webkorner è maggiorenne.

Tutto il personale impiegato in Webkorner è maggiorenne. SA8000 IN WEBKORNER LAVORO INFANTILE Webkorner si impegna a non utilizzare né a favorire l utilizzo di manodopera infantile e minorile. L azienda, ritenendo la tutela dei minori di assoluta priorità, ha

Dettagli

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI Mario Giuseppe Napoli, Responsabile Risorse Umane, Gruppo UBI Banca Roma, Palazzo Altieri,19

Dettagli

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE Età media dipendenti 2010 2009 2008 Uomini 45,4 44,7 44,5 Donne 41,3 40,6 40,2 Dirigenti 50,1 49,6 49,3 Dipendenti per categoria e genere [%] 2010 2009 2008 Dirigenti

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

R e s p o n s a b i l i t à S o c i a l e

R e s p o n s a b i l i t à S o c i a l e R e s p o n s a b i l i t à S o c i a l e Carimali e la Responsabilità Sociale Non solo soddisfare pienamente gli obblighi giuridici applicabili ma anche andare al di là, investendo sempre di più nel capitale

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Welfare Aziendale per MPMI Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Edenred: soluzioni per una vita semplice Da Edenred, l inventore dei Ticket Restaurant, una gamma completa di soluzioni

Dettagli

Previdenza Complementare

Previdenza Complementare Previdenza Complementare I GEOMETRI SONO PRONTI CONVEGNO LUOGO, GIORNO MESE ANNO GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA MILANO, 11 MAGGIO 2012 PROBLEM SETTING Perché è importante disporre in vecchiaia di

Dettagli

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Sono circa 10.000 in provincia di Bologna Sondaggio tra gli iscritti Cna: sono laureati e soddisfatti della loro autonomia Rivendicano

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche.

Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche. Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche. Human Resources and Organization - Relazioni Industriali - Welfare 16-17 ottobre 2007 Roma

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. premesso che 1 VERBALE DI ACCORDO A Parma, il 25 giugno 2013 tra la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza SpA anche nella sua qualità di Capogruppo, la Banca Popolare FriulAdria SpA, la Cassa di Risparmio della Spezia

Dettagli

Gestione credito e attività sociali Inpdap

Gestione credito e attività sociali Inpdap Istituto Nazionale di Previdenza Per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gestione credito e attività sociali Inpdap 11 buone ragioni per aderire Gestione credito e attività sociali Inpdap 11 buone

Dettagli

LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2005

LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2005 LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2005 I BILANCI ECCELLENTI Estratto dal bilancio RAS Lo stralcio che segue è estratto da RAS relazione sulla gestione e bilancio consolidato 2004

Dettagli

Licenza d uso: Associazione BRAINS - Imprese per giovani menti

Licenza d uso: Associazione BRAINS - Imprese per giovani menti 2 CHE COS È BOB? BOB è la prima Banca Internazionale del Capitale Intellettuale per Giovani Menti. 3 CHE COS È BOB? La Banca BOB ha due casseforti, una per le business ideas e una per i profili professionali

Dettagli

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Premessa Il contesto nel quale avviene il rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle autoscuole e agenzie è

Dettagli

COMUNICAZIONE AGLI STAKEHOLDERS

COMUNICAZIONE AGLI STAKEHOLDERS COMUNICAZIONE AGLI STAKEHOLDERS Oggetto: Comunicazione relativa all impegno per la Responsabilità Sociale di Sparacio Trasporti Sparacio Trasporti ha sempre dato una fondamentale importanza alla qualità

Dettagli

L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012

L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012 L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012 Indagine sulla agent satisfaction degli agenti Generali Presentazione al Consiglio Direttivo Bologna, 15 novembre 2012 Copyright by IAMA Consulting Srl,

Dettagli

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI PREMESSA Anche se il settore della coibentazione termoacustica risente, inevitabilmente, delle difficoltà relative alle produzioni industriali ed alle realizzazioni

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Regole generali di condotta per le procedure

Dettagli

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE 1 PREMESSA Il presente codice disciplina le procedure di ricerca, selezione ed inserimento di personale, che sono demandate alla Direzione Generale,

Dettagli

Elementi Costitutivi della Retribuzione

Elementi Costitutivi della Retribuzione Elementi Costitutivi della Retribuzione Nel porsi la domanda: "sono ben ricompensato?" un lavoratore deve prendere in considerazione molti aspetti, non solo la retribuzione. Deve prendere in conto, come

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007 AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Febbraio 2007 SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. PRINCIPI GENERALI...3 2. REGOLE GENERALI DI

Dettagli

WELFARE AZIENDALE. Ottimizzare il costo del lavoro migliorando il clima aziendale

WELFARE AZIENDALE. Ottimizzare il costo del lavoro migliorando il clima aziendale WELFARE AZIENDALE Ottimizzare il costo del lavoro migliorando il clima aziendale L esperienza di Muoversi nella gestione di piani benefit e work life balance: il caso concreto di BPER Milano, 15 Aprile

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

L Università degli Studi dell Aquila. Il job placement dell Università. Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1

L Università degli Studi dell Aquila. Il job placement dell Università. Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1 Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1 L Università degli Studi dell Aquila Il job placement dell Università Di antiche tradizioni, il nostro Ateneo trae origine dal cinquecentesco Aquilanum Collegium

Dettagli

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI (Lavanderie Industriali) Premessa Il contesto nel quale

Dettagli

LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2006

LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2006 LE RISORSE UMANE NEI BILANCI AZIENDALI OSSERVATORIO ANNUALE 2006 I BILANCI ECCELLENTI Estratto dal Bilancio RAS Lo stralcio che segue è estratto da Ras Holding Bilancio consolidato 2005 Pagine 31-39 Questo

Dettagli

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Il profilo Fondiaria-Sai è una compagnia assicurativa specializzata nel settore Danni, con una posizione di rilievo nei rami Auto. È frutto della

Dettagli

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni:

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni: copertina pg. 1 immagine pg. 2 Easytech è un gruppo di giovani professionisti uniti da un obiettivo comune: proporre le migliori soluzioni per rendere le imprese leggere e pronte a sostenere la competizione

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso:

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso: ACCORDO QUADRO Premesso: o che coerentemente con quanto previsto dal piano industriale 2006-2009 al fine di proseguire e dare ulteriore impulso alla costante crescita conseguita negli ultimi anni, il Gruppo

Dettagli

PREMESSE ART. 1 DEFINIZIONI

PREMESSE ART. 1 DEFINIZIONI Pag 1 di 6 PREMESSE Richiamata la normativa vigente in materia di stage o tirocini formativi e d orientamento ed in particolare la Circolare del Ministero del Lavoro-Direzione generale impiego n 92 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (Approvato con deliberazione di G.C. 140/02.12.2010) 1 TITOLO I - SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE Capo I - Aspetti generali

Dettagli

Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro

Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro 1 Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro LE PROPOSTE DELLA CISL per un sistema pensionistico equo e sostenibile LA CISL CONTRATTA, UNISCE, PROPONE 1 2 1. La flessibilità in uscita: restituire

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) PROTOCOLLO D INTESA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Associazione Volontari Italiani del Sangue (di seguito denominato AVIS) VISTI gli articoli 2-3-13-19-32

Dettagli

PIATTAFORMA CONTRATTO INTEGRATIVO BANCA DELL'ARTIGIANATO E DELL'INDUSTRIA

PIATTAFORMA CONTRATTO INTEGRATIVO BANCA DELL'ARTIGIANATO E DELL'INDUSTRIA Maggio 2009 PIATTAFORMA CONTRATTO INTEGRATIVO BANCA DELL'ARTIGIANATO E DELL'INDUSTRIA PREMIO AZIENDALE (EX V.A.P.) Viene richiesto con decorrenza 1/1/2008 erogazione 2009 un premio aziendale secondo i

Dettagli

COMUNICATO. Nella tarda serata del 18 giugno si è conclusa la trattativa raggiungendo una intesa sull ipotesi di rinnovo.

COMUNICATO. Nella tarda serata del 18 giugno si è conclusa la trattativa raggiungendo una intesa sull ipotesi di rinnovo. COMUNICATO Il giorno 17 giugno è ripresa la trattativa per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale del Gruppo Allianz ed è proseguita il giorno successivo con l intento di giungere ad una fase finale.

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Settembre 2007 INTRODUZIONE

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP All.5 BPW Italy FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA - BPW ITALY INTERNATIONAL FEDERATION OF BUSINESS AND PROFESSIONAL WOMEN Via Piemonte, 32 00187 Roma Tel 06 4817459 Fax 06 4817385

Dettagli

Procedura Selezione del Personale

Procedura Selezione del Personale Pag. 1 di 9 PROCEDURA SELEZIONE DEL PERSONALE ISMEA Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare Pag. 2 di 9 SCOPO... 3 1. RESPONSABILITA... 4 2. BANCA DATI ISMEA LAVORA CON NOI... 4 3. MODALITA'...

Dettagli

Randstad HrUp shaping the world of work

Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp striving for perfection Per migliorare la performance, la soddisfazione e la crescita delle aziende e dei loro dipendenti, sviluppiamo progetti eccellenti

Dettagli

Welfare Aziendale Nuove frontiere

Welfare Aziendale Nuove frontiere Welfare Aziendale Nuove frontiere Il contesto: nuovi bisogni e nuove soluzioni Ritiro del Welfare State a causa della spending review e della riduzione dei fondi di welfare pubblico. Nascita di nuovi servizi

Dettagli

Requisiti minimi per un Percorso di Responsabilità Sociale d Impresa

Requisiti minimi per un Percorso di Responsabilità Sociale d Impresa Requisiti minimi per un Percorso di Responsabilità Sociale d Impresa Il presente documento riporta gli Indicatori per la Responsabilità Sociale d Impresa, individuati dal Comitato Tecnico Operativo e approvati

Dettagli

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * Evoluzione della previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * La pensione pubblica *La previdenza complementare *I numeri della previdenza complementare in Italia *Le questioni

Dettagli

Agoal per i più piccoli

Agoal per i più piccoli Agoal per i più piccoli Iniziativa per la Famiglia Asili Nido Happy Child Happy Child è un network di asili nidi familiari, tradizionali e aziendali. Impresa nata nel 2002, oggi conta oltre 40 strutture

Dettagli

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE Premessa CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE La formazione è una delle leve cardine per il rilancio di un'efficace politica di sviluppo, dei diritti

Dettagli

I.P. PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 19 - Lavoro AUTONOME PROVINZ. BOZEN - SÜDTIROL Abteilung 19 - Arbeit

I.P. PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 19 - Lavoro AUTONOME PROVINZ. BOZEN - SÜDTIROL Abteilung 19 - Arbeit AUTONOME PROVINZ I.P. BOZEN - SÜDTIROL Abteilung 19 - Arbeit PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 19 - Lavoro MIGLIOR POSTO DI LAVORO IN ALTO ADIGE 2011 INFO: Business Pool Srl Via degli

Dettagli

I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione

I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione Gentile pensionata, gentile pensionato, sono lieta di comunicarle

Dettagli

Team Building e Volontariato d impresa

Team Building e Volontariato d impresa Team Building e Volontariato d impresa LE MALATTIE RARE OGNI MINUT0 NEL MONDO NASCONO 10 BAMBINI COME TOMMASO, AFFETTI DA UNA MALATTIA GENETICA RARA. La Formazione di Valore produce VALORE Rebis e Zeta

Dettagli

Patto politiche attive del 16 giugno 2009

Patto politiche attive del 16 giugno 2009 Patto politiche attive del 16 giugno 2009 1 Premessa: per il lavoro oltre la crisi L'Accordo sottoscritto in Lombardia il 4 maggio 2009 prevede uno stretto rapporto tra le politiche passive, attraverso

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Fare rete sul welfare. Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014

Fare rete sul welfare. Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014 Fare rete sul welfare Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014 Obiettivo Mettere in rete le aziende attorno al tema del welfare creando vantaggi per i collaboratori e le per le aziende stesse

Dettagli

AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO

AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO PREMESSO: - che occorre una azione sinergica, a tutti i livelli, tra le iniziative legislative, le politiche sociali e quelle contrattuali

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

Fiera Milano SpA. www.fieramilano.it

Fiera Milano SpA. www.fieramilano.it Fiera Milano SpA www.fieramilano.it I numeri di Fiera Milano Il Gruppo Fiera Milano è leader in Italia e uno dei più grandi operatori al mondo all interno dell intera catena del valore del business fieristico

Dettagli

Bilancio SA8000:2008

Bilancio SA8000:2008 Bilancio SA8000:2008 2010 30 luglio 2011 Il Presidente Fabio Pini Bilancio Sociale SA 8000:2008 anno 2009 Pagina 1 Indice Leggi di Riferimento per la Cooperativa pag. 03 Requisiti della norma SA8000 Lavoro

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

PIANO DI AZIONI POSITIVE PER IL TRIENNIO 2012 2014. Premessa

PIANO DI AZIONI POSITIVE PER IL TRIENNIO 2012 2014. Premessa PIANO DI AZIONI POSITIVE PER IL TRIENNIO 2012 2014 Premessa Nell ambito delle finalità espresse dalla L. 125/1991 e successive modificazioni ed integrazioni, ossia favorire l occupazione femminile e realizzare

Dettagli

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE Mi è convenuto aderire a Priamo? Guardando ai rendimenti che Priamo ha ottenuto negli ultimi anni, la risposta è sicuramente sì. I risultati dei rendimenti conseguiti nel 2013 dai gestori finanziari selezionati

Dettagli

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 Mission Il progetto fin dal 2001 si è posto un duplice obiettivo: offrire alle P.A. - in particolare alle amministrazioni locali

Dettagli

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Fondo Pensione Dipendenti del Gruppo Enel COMUNICATO AGLI ISCRITTI N. 6-2011 ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Si informano gli associati che, a partire dal 1 ottobre 2011,

Dettagli

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale Premessa L apertura del confronto per il rinnovo dei Contratti del Comparto Socio Sanitario - Assistenziale - educativo per gli anni

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Spettabile cliente, Studio Meggiorini Rag. Tito & Partners - Via Montello 1/a, 37045 Legnago VR

Spettabile cliente, Studio Meggiorini Rag. Tito & Partners - Via Montello 1/a, 37045 Legnago VR Studio Meggiorini Rag. Tito & Partners - Via Montello 1/a, 37045 Legnago VR info@studiomeggiorini.it info@pec.studiomeggiorini.it Tel. +390442602719 Fax. +3904421850222 www.studiomeggiorini.it Spettabile

Dettagli

MUOVERSI WELFARE. Servizi ai dipendenti in azienda. www.welfareinazienda.net

MUOVERSI WELFARE. Servizi ai dipendenti in azienda. www.welfareinazienda.net MUOVERSI WELFARE Servizi ai dipendenti in azienda www.welfareinazienda.net COS E UN SISTEMA DI WELFARE IN AZIENDA? I sistemi di welfare in azienda sono caratterizzati da due elementi: diverse tipologie

Dettagli

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 POR FSE 2007-2013 L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 Cagliari, 14 Novembre 2013 Lo sviluppo del capitale umano nel PO Con gli interventi finanziati dal POR assi IV e V - la Regione

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

Gruppo Helvetia. La politica di gestione delle risorse umane

Gruppo Helvetia. La politica di gestione delle risorse umane Gruppo Helvetia La politica di gestione delle risorse umane Cari colleghi Anche la nostra politica di gestione delle risorse umane è basata sulla dichiarazione contenuta nella nostra mission «Primi per

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

NUOVE FORME DI WELFARE AZIENDALE: I FLEXIBLE BENEFITS MILANO, 14 MAGGIO 2014

NUOVE FORME DI WELFARE AZIENDALE: I FLEXIBLE BENEFITS MILANO, 14 MAGGIO 2014 NUOVE FORME DI WELFARE AZIENDALE: I FLEXIBLE BENEFITS MILANO, 14 MAGGIO 2014 dal 2001 il gruppo Willis è quotato al New York Stock Exchange 17.000 dipendenti nel mondo 400 uffici in 140 Paesi il broker

Dettagli

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 1 CHI SIAMO Coopservice nasce nel 1991 dalla fusione di due cooperative reggiane

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti.

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti. ALLEGATO A Apprendistato 2013 2015 PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE (art. 5 D. Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 ) (art. 41 della Legge regionale 11 maggio 2009 n. 18) PROTOCOLLO DI INTESA TRA la Regione Liguria

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA Problem Setting Perché è importante disporre in vecchiaia di un assegno pensionistico adeguato? Come garantire nel tempo agli iscritti un dignitoso

Dettagli

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA Caratteristiche generali 0 I R M 1 Leadership e coerenza degli obiettivi 2. Orientamento ai risultati I manager elaborano e formulano una chiara mission. Es.: I manager

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E LEGACOOP UNIPOL Sommario 02 Convenzione Nazionale fra LEGACOOP e Compagnia Assicuratrice Unipol 07 Allegato 1 Prodotti e Condizioni per i Soci e i Dipendenti delle

Dettagli

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 RETI TERRITORIALI OBIETTIVO Attivazione di reti territoriali

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

7 a edizione. Bando di concorso. Bando Premio Impresa Ambiente 7 edizione 1 di 6

7 a edizione. Bando di concorso. Bando Premio Impresa Ambiente 7 edizione 1 di 6 7 a edizione Bando di concorso Bando Premio Impresa Ambiente 7 edizione 1 di 6 Art.1 Finalità, soggetti promotori e obiettivi Il Premio Impresa Ambiente è promosso dalla Camera di Commercio di Roma - Asset

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1 company profile vision chi siamo mission back office rete distributiva struttura e modello organizzativo processi di certificazione collaboratori e accreditamento presso partner prestitosi governance e

Dettagli

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale MEGAS. NET S.P.A. Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale (adottato ai sensi dell'art. 18, secondo comma, D.L. 112/2008, convertito con Legge 6 agosto 2008, n.

Dettagli

REGOLAMENTO per la disciplina delle procedure di ricerca, selezione e inserimento di personale e per il conferimento di incarichi professionali

REGOLAMENTO per la disciplina delle procedure di ricerca, selezione e inserimento di personale e per il conferimento di incarichi professionali REGOLAMENTO per la disciplina delle procedure di ricerca, selezione e inserimento di personale e per il conferimento di incarichi professionali Aggiornato in data 25/02/2015 dall Assemblea dei Soci 1 SOMMARIO

Dettagli

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life COMPANY PROFILE Adecco better work, better life Adecco è il leader in Italia e nel mondo nei servizi per la gestione delle risorse umane. Nato nel 1996 in seguito alla fusione tra Adia (Svizzera) ed Ecco

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 203 Abstract Il 203 è stato un anno ancora pesantemente influenzato da una profonda crisi economica e finanziaria, i cui effetti hanno minato la stabilità di molte famiglie e

Dettagli

CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo

CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo Daniela Carlini Trento 14 marzo 2016 DA DOVE PARTIAMO IN TRENTINO La costruzione

Dettagli