Risorse umane. Chi sono. Cosa pensano di Ras. Le aspettative cui Ras risponde. Dipendenti per categoria economica e sesso 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risorse umane. Chi sono. Cosa pensano di Ras. Le aspettative cui Ras risponde. Dipendenti per categoria economica e sesso 2006"

Transcript

1 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Risorse umane Chi sono Dipendenti per categoria economica e sesso persone (2005: 5.650; -7,2%) % Agricolo-turistica % Servizi IT 16% Finanziaria % Assicurativa 0 Assicurativa Finanziaria Servizi IT Agricolo turistica Fondazione Uomini Donne Cosa pensano di Ras Le aspettative cui Ras risponde Rispetto Non discriminazione Equità di trattamento Pari opportunità. Formazione adeguata. Buona qualità della vita aziendale. Luoghi di lavoro sicuri e salubri. Stabilità nel rapporto professionale. Valorizzazione delle capacità e dello spirito innovativo. Comunicazione interna chiara e trasparente. Nell ambito di un progetto Allianz e in concomitanza con i cambiamenti intervenuti a livello societario a seguito della integrazione con Allianz, nel 2006 è stato commissionato a una società esterna in grado di garantire l anonimato dei rispondenti un Engagement Survey a cui ha partecipato il 53% del totale dei dipendenti e da cui sono emersi: - forte senso di appartenenza; - apprezzamento per l efficienza della struttura organizzativa; - soddisfazione per la solida immagine di Ras anche presso l esterno; - qualche perplessità sulla comprensione dei programmi a lungo termine - probabilmente legato al momento di transizione societaria. Nell ambito di un confronto fra Ras e la Norma Nazionale (un campione elaborato dalla società che ha condotto la ricerca sulla base dei risultati di tutte le indagini effettuate negli ultimi due anni tra il personale di aziende presenti in Italia e con più di 100 dipendenti) la maggior parte dei temi indagati sono risultati particolarmente positivi per Ras. 28

2 Relazione sociale Rispetto, Non Discriminazione, Equità di Trattamento, Pari opportunità Incidenza ore di sciopero 2006: irrisoria (2005: 0,4% delle ore di assenza). 6 organizzazioni sindacali nelle società assicurative. 5 organizzazioni sindacali nelle società del settore bancario/finanziario. Tasso di sindacalizzazione: - 49% circa nelle società assicurative; - 40% circa nelle società informatiche; - 30% circa in Ras Asset Management Sgr; - 30% circa in RasBank. Costituita la Rappresentanza Europea dei Lavoratori del Gruppo Allianz, in seguito alla fusione di Allianz Ag con Ras Holding Spa (con accordo sindacale del 20 settembre 2006), di cui 3 membri sono italiani. con le normative delle polizze contrattuali aziendali; - rinnovato il contratto integrativo aziendale per i dipendenti di Allianz Subalpina; - per Genialloyd si è raggiunta l intesa sindacale sul corretto utilizzo di specifiche apparecchiature informatiche nei luoghi di lavoro; - in RasBank è stata portata a termine senza conflittualità la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Asilo nido aziendale (aperto al territorio). Dirigenti o funzionari donne: 19,2% del totale (2005: 17,4%). Inquadramento e sesso Tematiche principali affrontate nelle relazioni sindacali 2006: - sottoscritto un accordo sindacale volto a disciplinare gli effetti derivanti al personale dalla nuova legislazione in materia di previdenza complementare, anche in armonia Dirigenti Funzionari Impiegati Operai / Portieri Uomini Donne Rappresentanza europea dei lavoratori del Gruppo Allianz A seguito del processo di fusione transnazionale di Allianz Ag con Ras Holding Spa - deciso a settembre 2005 e conclusosi formalmente il 16 ottobre 2006 con la nascita di Allianz SE (Societas Europaea) - è stata costituita con apposito accordo sindacale del 20 settembre 2006 la rappresentanza europea dei lavoratori del Gruppo Allianz, organo europeo con diritto di informazione e consultazione in merito a questioni transnazionali. Il predetto accordo costitutivo disciplina la composizione, le competenze e le regole di gestione dell organo che conta 37 membri per 24 Paesi - di cui tre per l Italia - e che ha altresì il compito di provvedere alla nomina di sei dei dodici componenti dell organo di vigilanza di Allianz SE (attualmente 4 per la Germania e uno ciascuno per Francia e Regno Unito). In particolare, le materie oggetto di informazione e consultazione della rappresentanza europea dei lavoratori possono riguardare, ad esempio, la struttura e la situazione economica e finanziaria del Gruppo Allianz, la situazione occupazionale e le previsioni sulla stessa, la localizzazione di aziende e attività, la fusione con, o scissione da, imprese o aziende, i programmi di investimento, i cambiamenti sostanziali dell organizzazione. 29

3 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Asilo nido aziendale aperto al territorio Fra le iniziative a favore dei dipendenti si segnala l asilo nido aziendale Bimbingioco", inaugurato nel 2002, all epoca una delle poche esperienze del genere in Italia. La struttura è adiacente alla direzione generale e copre circa 400 metri quadrati in pieno centro a Milano. Può accogliere una cinquantina di bimbi da uno a tre anni ed è gestito da educatrici altamente qualificate, con una formazione di livello universitario (laurea in scienze dell educazione, pedagogia o psicologia infantile). Nel 2005/2006 l asilo ha messo a disposizione un educatore ogni cinque bambini per i bambini fino a 24 mesi, uno ogni sette per i bambini dai 24 ai 36, un rapporto superiore a quanto indicato dalla normativa provinciale. Gli orari di frequenza sono differenziati in quattro fasce, dalle 8 alle 18,30; il prezzo per i dipendenti è inferiore a quello medio degli asili privati di Milano. Ras ha sostenuto i costi per la ristrutturazione degli ambienti, realizzata in base a innovativi criteri di pedagogia e architettura per l infanzia, e ha aperto l accesso anche a famiglie di terzi per tutti i posti non assegnati a utenti interni. Nel 2006/2007 hanno frequentato l asilo 43 bambini: 27 figli di dipendenti e 16 di esterni. Formazione adeguata giornate/uomo (2005: ). 3 giornate uomo/per dipendente in media (2005: 2,7). 152 corsi a catalogo (2005: 145) di cui: - 66 tecnici (2005: 62); - 74 comportamentali (2005: 70); - 12 istituzionali (2005:13). 24 percorsi formativi progettati ad hoc per varie direzioni e società del Gruppo, che hanno coinvolto 750 persone per un totale di giornate/uomo (2005: rispettivamente, 32, 700 e 1.370). Catalogo corsi per dirigenti. Catalogo corsi per oltre 100 docenti interni. Iscrizione a master esterni di alcune risorse ad alto potenziale. Fra questi: nel 2006, 18 diplomati della I edizione del Master on-line assicurativo e finanziario (MAF), sviluppato in partnership con il Politecnico di Milano e Sfera, avviata nel Nel 2005 è iniziata la II edizione, cui Ras ha iscritto 19 persone e nel 2006 la III, cui Ras ha iscritto 29 persone. Buona qualità della vita aziendale Oltre 250 diverse possibilità di orario lavorativo nel Gruppo (2005: 275): fasce di lavoro part-time nelle società assicurative; - circa 30 fasce di lavoro part-time nelle società del credito. Per gli impiegati, 1,7% ore di lavoro straordinario sul totale delle ore retribuite (2005: 1,4%). 3% d incidenza dei giorni di malattia sul totale dei giorni di lavoro, per il 98% dei dipendenti (2005: 3%). Per gli impiegati, 19,5% giornate/uomo non lavorate ma retribuite (2005: 20,5%). Benefit aziendali, fra cui: polizze assicurative, mutui e conti correnti a condizioni di favore, borse di studio per i figli, fondo pensione aziendale, sconti sugli abbonamenti ai mezzi pubblici dell area milanese, circolo aziendale, ecc. 54 cause di lavoro di tipo individuale pendenti al 31 dicembre 2006, di cui 20 notificate nel 2006 (fine 2005: 65, di cui 14 notificate nel 2005). Le sei cause collettive promosse tempo addietro da 55 dipendenti per il mancato riconoscimento da parte di Ras del pagamento di festività cadenti di domenica sono state definite nel Strumenti di dialogo: - per le società assicurative, colloqui pianificati con i gestori delle risorse e possibilità di chiedere momenti di confronto ulteriori; - cassetta dei suggerimenti, per migliorare la vita in azienda o i processi. Strumenti di coinvolgimento: - Spazi Aperti, giornata di apertura degli uffici aziendali ai figli dei dipendenti (150 bambini nel 2006); - ricorso a dipendenti come testimonial per i preventivatori e le pagine web di Ras. 30

4 Relazione sociale Luoghi di lavoro sicuri e salubri 116 infortuni denunciati all Inail (2005: 87), prevalentemente avvenuti in itinere (durante i viaggi casa-ufficio e viceversa). Durata media degli infortuni: 16,8 giorni (2005: 23,9). Nessun addebito a carico di Ras nel 2006 per infortuni denunciati. Oltre euro spesi per medicina preventiva ex contrattazione aziendale (2005: euro). La differenza rispetto al 2006 è dovuta alla diversa frequenza dei check-up per i dipendenti RasBank (ogni 18 mesi). Circa euro per la sorveglianza sanitaria ex D. Lgs. 626/92 (2005: ). La diminuzione è dovuta al minor numero di visite mediche effettuate. Oltre a quanto previsto dalla legge o dai contratti (tra cui polizze Rimborso Spese Mediche e Infortuni a condizioni di favore), vengono periodicamente effettuati: - controlli sulla temperatura, umidità, ricambio d aria degli ambienti; - disinfezione e pulizia di hardware e telefoni; - test a campione sul cibo delle mense e dei distributori automatici; - verifiche sul grado di pulizia degli ambienti. Benefit e welfare aziendali I contratti collettivi nazionali e integrativi aziendali prevedono per tutti i dipendenti benefit di carattere assicurativo e previdenziale: in alcuni casi il costo viene sostenuto in toto dalla società di appartenenza; in altri è prevista una suddivisione dei costi fra azienda e dipendente; in altri ancora, infine, il costo, interamente a carico del dipendente, è di particolare favore. Nelle ultime due eventualità il dipendente è ovviamente libero di aderire o meno. Si tratta, ad esempio, per quanto riguarda il settore assicurativo (e in buona parte anche il settore creditizio) di polizze: Vita, d investimento dell anticipazione per il Tfr, Rimborso spese mediche, Infortuni, Auto, Abitazione e del Fondo pensione aziendale. La polizza di capitalizzazione Conto Corrente ha raccolto a tutto il 2006, al netto dei riscatti, premi per quasi 100 milioni di euro, da più di dipendenti in servizio e in quiescenza (erano 46,5 milioni di euro da quasi 950 dipendenti a fine 2005). I dipendenti possono poi sottoscrivere altre polizze alle condizioni previste da accordi e/o regolamenti aziendali. Fra i benefit di carattere non assicurativo rientrano, per i soli impiegati, la possibilità di concorrere per l assegnazione di case di proprietà Ras in affitto, di mutui per l acquisto della prima casa e di prestiti per comprare l autovettura da utilizzare a fini aziendali. Non derivano invece dal contratto altri benefit quali le borse di studio per i figli di dipendenti, l assistenza fiscale nella compilazione della dichiarazione dei redditi 730, lo sconto per gli abbonamenti annuali ai mezzi pubblici dell area milanese e prodotti che presentano condizioni esclusive, sviluppati ad hoc per i dipendenti, come Mutuo Unico e il conto corrente Ras Unico. A fine 2006 risultavano aperti (6.025 a fine 2005) rapporti di conto corrente a condizioni riservate ai dipendenti, mentre nel corso di tale anno sono state presentate e accolte 49 richieste per Mutuo Unico, per un importo complessivo pari a euro (nel 2005 erano state invece presentate e accolte 51 richieste per un importo complessivo di euro). Grazie ai rapporti di sponsorizzazione che Ras intrattiene con alcune associazioni o enti, è stato possibile offrire ai dipendenti la partecipazione gratuita o a prezzi agevolati a mostre ed eventi sportivi. Alcuni benefit (fra cui la polizza Rimborso spese mediche) sono estesi anche ai pensionati che si siano iscritti, durante la vita lavorativa, al Gruppo Lavoratori Anziani. Il Circolo interaziendale Ras è aperto a tutto il personale del Gruppo. La sua mission è di contribuire a stabilire e rafforzare le relazioni fra le persone, offrendo varie attività per il tempo libero, oltre a diversi servizi e vantaggi. Si trova accanto alla sede Ras di Corso Italia a Milano ed è frequentato tipicamente dopo l orario di ufficio, ma anche la mattina presto e durante la pausa pranzo. Comprende un bar-tavola calda, con prezzi inferiori rispetto a quelli di mercato, che rappresenta un alternativa alla mensa aziendale, ed è dotato di palestra, sala biliardo e biblioteca. È sovvenzionato sia dalla Compagnia sia dai dipendenti che desiderino associarsi. Possono iscriversi anche familiari (i bambini gratis) ed ex dipendenti in quiescenza. A fine 2006 i soci erano Il Circolo organizza diverse attività di svago, da tornei sportivi e gare di vario genere a visite culturali, mostre, viaggi e corsi. Programma inoltre campi estivi su base giornaliera per i figli degli associati in vacanza da scuola nei mesi di giugno e luglio. Infine, sottoscrive accordi per consentire ai soci di accedere a prodotti o servizi a prezzi agevolati (circa 80 i punti vendita convenzionati). Sono presenti distaccamenti del Circolo anche presso le sedi Ras di Roma e Trieste. 31

5 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Valorizzazione delle capacità e dello spirito innovativo Nell ambito del Programma 3+1 di Allianz, i progetti Sustainability Vita e Sustainability Danni mirano a far condividere a tutte le società del Gruppo a livello mondiale le best practice in termini di processi, prodotti e servizi; il progetto i2s (Ideas to Success) mira a stimolare la generazione di nuove idee all interno dell azienda da parte di tutti i dipendenti e agenti (234 nuove idee nel 2006). 92% dei nuovi funzionari da nomine interne (2005: 63%). 53% dei nuovi dirigenti da nomine interne (2005: 23%). Le prestazioni dei dipendenti vengono annualmente valutate attraverso la scheda e il colloquio di Performance Management. La scheda formalizza i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati l anno precedente e i comportamenti organizzativi messi in atto per conseguirli; definisce inoltre i target per l anno successivo. Gli obiettivi e comportamenti, coerenti con i valori aziendali, sono declinati in: - iniziative di innovazione, miglioramento e sviluppo, qualità per il cliente, economici-quantitativi, di produttività/efficienza, possesso e sviluppo delle conoscenze professionali (per gli obiettivi); - orientamento al valore per il cliente, team working, proattività, miglioramento continuo (per i comportamenti organizzativi). Progetto 3+1 La strategia di lungo termine del Gruppo Allianz è definita dal Programma 3+1, che si concretizza in tre iniziative principali, seguite da gruppi di lavoro internazionali: la Customer Focus Initiative (CFI), il Sustainability Program e la Global Branding & Communication. A queste si affiancano i Leadership Values. Completano il 3+1 altri tre progetti: Opex Black Belt, i2s e TOM-Target Operating Model. CFI - Customer Focus Initiative Obiettivo della Customer Focus Initiative è quello di perseguire una crescita sostenibile e profittevole attraverso un esperienza di eccellenza per il cliente che porti a una maggiore fidelizzazione. L attenzione al cliente si realizza attraverso due punti fondamentali: l ottima qualità dei prodotti, servizi e prezzi offerti; la capacità di superare le aspettative e di creare un legame emozionale basato sulla tranquillità e la fiducia. Ras, nel corso del 2006, ha dato inizio alla rilevazione del NPS (Net Promoter Score, uno dei processi chiave del CFI), un indicatore del livello di fidelizzazione del cliente basato sulla propensione a raccomandare la compagnia a amici o conoscenti. Sustainability Program A partire dal 2005 questo programma ha progressivamente coinvolto un centinaio di persone del Gruppo Ras. Obiettivo è raggiungere l eccellenza operativa, tramite la condivisione delle best practice del Gruppo Allianz in tema di prodotti, processi e servizi. Per i Danni, erano attivi nel 2006 una cinquantina di progetti negli ambiti Sinistri (correlati anche alla necessità di adeguamento alle recenti novità legislative, come il potenziamento della denuncia telefonica per una migliore assistenza ai clienti nell indennizzo diretto o il rafforzamento delle reti di carrozzerie convenzionate), Agenti, Auto e Piccole e Medie Imprese. Per il comparto Vita, invece, erano in essere una ventina di progetti, in quanto le attività, partite un anno prima rispetto al settore Danni, si sono in parte già concluse. Ciascuna di queste attività ha un responsabile locale che ha un costante rapporto con il controllo di progetto di Gruppo attraverso uno strumento informatico, denominato ICDB (Implementation Controlling Data Base). I responsabili dei lavori fanno inoltre una relazione ai propri Ceo. Global Branding and Communication Il progetto ha inizialmente sviluppato una value proposition distintiva, ossia una promessa/proposta di valore al cliente, comune a tutto il Gruppo, in stretto collegamento con il team della CFI. L elemento caratterizzante del brand Allianz (brand personality), di cui tutti dovrebbero farsi portatori, è la fiducia, supportata da impegno, competitività e competenza. Nel 2006/2007 su queste basi è stata lanciata una nuova campagna di comunicazione globale incentrata su Allianz, the international financial services provider trusted to deliver in moments of truth (Allianz, il fornitore internazionale di servizi finanziari di cui ci si può fidare nei momenti cruciali della vita). 32

6 Relazione sociale Riconoscimenti economici attraverso l MBO (Management By Objectives) al raggiungimento di prefissati obiettivi di tipo quantitativo e qualitativo ad alcuni dirigenti e a cascata ai loro collaboratori, che abbiano ottenuto una positiva valutazione attraverso il Performance Management (77 dirigenti e loro collaboratori nel 2006), più altre forme di incentivazione economica per alcuni particolari settori. Premi di produttività non direttamente legati alle prestazioni individuali, ma ai risultati aziendali complessivi e assegnati a seconda del livello di inquadramento e dell anzianità aziendale a tutte le risorse del Gruppo (con forme diverse a seconda del contratto applicato). Stock option per alcuni dirigenti selezionati dall amministratore delegato. 11 incontri di assessment, per vagliare il potenziale professionale a 3 o 4 anni dall assunzione di chi ha ottenuto un Performance Management positivo; altre sezioni di assessment per chi è da più anni in azienda. Ricerca e opportunità di giovani talenti su tutto il territorio nazionale: - circa curricula ricevuti e valutati (2005: ); circa colloqui (2005: 2.500); 11 sessioni di assessment (2005: 30) per il solo settore assicurativo; - 94 stage (2005: 98); - 44 incontri e interventi in università e istituti secondari italiani (2005: 43). Leadership Values Il progetto Leadership Values coinvolge oltre dirigenti del Gruppo Allianz (circa 70 in Ras) nella diffusione di valori comuni tra tutte le compagnie. I Leadership Values (per un dettaglio, si veda sotto Identità, Chi siamo, Profilo del Gruppo Allianz) sono stati introdotti per accrescere la qualità e le capacità delle persone deputate a prendere decisioni e accelerare lo sviluppo di una cultura della performance nell intero Gruppo Allianz. Offrono una chiara scala di valori e priorità legate ai comportamenti e agli obiettivi di business. Nell autunno di ogni anno viene svolta un indagine, che si conclude con un report inviato agli amministratori delegati di ogni società, per valutare come proceda la diffusione dei valori tra i top manager. Nel 2006 questo progetto è stato integrato con la Customer Focus Initiative. OPEX - Operational Excellence OPEX (Operational Excellence) è la metodologia Allianz di analisi dei processi e gestione del cambiamento, sulla quale alcuni dipendenti del Gruppo ricevono un apposita formazione (della durata di 15 giorni); dopo la realizzazione di due processi applicando tale metodologia si ottiene la certificazione Black Belt. Nel 2006 oltre dipendenti Allianz hanno intrapreso questo percorso (di cui 13 presso Ras). i2s - Ideas to Success È un programma per la generazione e la realizzazione di nuove idee che vede coinvolti i dipendenti e tutta la rete agenziale. L obiettivo è quello di essere un Gruppo aperto e portatore di una cultura dell innovazione e di essere percepiti come tali. Il programma partito nel 2006 con l istituzione delle diverse strutture a livello locale si svilupperà anche nel 2007 e nel 2008, aumentando il livello di competitività dell intero Gruppo Allianz. Il primo anno ha visto la generazione a livello mondiale di oltre idee. Di queste, circa 250 sono state proposte all interno del Gruppo Ras. Le prime tre idee giudicate come migliori a livello locale sono state premiate dalle singole società nel corso di una cerimonia alla presenza dei rispettivi amministratori delegati. Queste hanno anche concorso a livello internazionale e le prime classificate sono state premiate nel corso di una cerimonia presieduta dal Ceo di Allianz. TOM - Target Operating Model Questo progetto ha coinvolto gli alti vertici delle compagnie del Gruppo Allianz, portandoli a disegnare le linee guida e il modello di riferimento organizzativo che verrà progressivamente applicato a tutte le società. 33

7 RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 2006 Stabilità nel rapporto professionale A fine 2006, il 99,5% dei contratti di lavoro erano a tempo indeterminato, l organico di persone (2005: rispettivamente, 99%, 5.596). turnover (rapporto fra personale che ha rassegnato le dimissioni nel corso del 2006 e totale delle risorse a fine anno): 3,1% (2005: 2,9%); 101 assunzioni (2005: 333). -7,2% riduzione complessiva dell organico da fine 2005 a fine La riduzione è frutto di un lavoro capillare di revisione dei processi in alcune aree assicurative dell azienda, che ha permesso lo snellimento e l automazione di molte delle attività di back office. È stato adottato l approccio Lean Six Sigma che ha previsto il forte coinvolgimento delle risorse che svolgono direttamente le attività oggetto di revisione. A seguito dell operazione societaria con Allianz, la intranet aziendale ha ospitato nel giugno 2006 un forum on-line della durata di circa 2 ore con l amministratore delegato, che ha risposto in tempo reale a 77 quesiti posti da dipendenti, di cui 28 direttamente riguardanti l integrazione con Allianz. Alle ulteriori numerose domande pervenute è stata data risposta successivamente, con pubblicazione integrale a beneficio di tutti. Comunicazione interna su iniziative di responsabilità sociale del Gruppo: - incontro di presentazione di Telethon; - punto informativo interno su GenerAzione Clima; - nel marzo 2007, sezione sulla intranet dedicata alla CSR, con possibilità per i dipendenti di presentare iniziative da loro seguite personalmente e di inviare/ricevere commenti. 12 anni di anzianità aziendale media; 92 persone sono state premiate nel 2006 per il raggiungimento dei 25, 30 o 40 anni di anzianità di servizio. 433 persone hanno cambiato area di attività nei core business e nelle attività ausiliarie (2005: 490); 50 persone sono passate da Ras ad Allianz SE, mantenendo il contratto invariato. Assunti 12 dei 94 giovani che hanno effettuato uno stage nel 2006 in società del Gruppo. Comunicazione interna chiara e trasparente Il 5 giugno 2006 si è tenuta presso la Fiera di Milano la prima riunione di tutti i dirigenti e funzionari del Gruppo Ras (circa persone), dopo l annuncio della nascita di Allianz SE. L amministratore delegato e altri membri del top management hanno illustrato i risultati dell esercizio precedente e le strategie per il futuro, con un preciso focus sulle singole linee di business. 6 numeri della rivista aziendale La Rassegna, nel 2006 completamente rinnovata nella grafica, su temi tanto di respiro internazionale a livello di Gruppo Allianz (Sostenibilità, i2s...) quanto legati ad una migliore conoscenza dell azienda e delle persone che ci lavorano, senza dimenticare importanti argomenti di attualità con un forte impatto sul business, quali l indennizzo diretto o la riforma previdenziale. 34

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Banca Popolare Friuladria

Banca Popolare Friuladria La Voce Banca Popolare Friuladria Comunicato d informazione sindacale per gli iscritti - settembre 2007 SOMMARIO Aumento di capitale Credit Agricole 1 Conclusa la bozza Staututo FIM 3 18 settembre primo

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Il Part-Time in Poste Italiane

Il Part-Time in Poste Italiane Il Part-Time in Poste Italiane Vademecum Che cos è? Il contratto a tempo parziale è un contratto di lavoro subordinato che prevede una prestazione di lavoro di durata inferiore rispetto alle 36 ore settimanali

Dettagli