La Cassa. Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Cassa. Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura"

Transcript

1 1 La Cassa e c o n o m i a, t e r r i t o r i o e c o m u n i t à FEBBRAIO Trimestrale - Anno XII n. 1 - taxe perçue - Poste Italiane S.p.A - Sped. in A.P. - D. L. 353/2003 (conv. in I. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Trento Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura

2 OMMARIO DIRETTORE EDITORIALE Luigi Cristoforetti REDAZIONE Tiziana Borzaga Sergio Branz Matteo Lorenzoni Massimiliano Ortler Massimo Pinamonti Rita Ruatti Rodolfo Slanzi A QUESTO NUMERO HANNO COLLABORATO: Nicola Bortolamedi Barbara Gervasi Cristian Valentini FOTOGRAFIE Archivio Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non Archivio Nitida Immagine Fedrizzi Foto - Foto Flaim Foto Parrotta - Foto Pellegrini PROGETTO, IDEAZIONE E REALIZZAZIONE Ag. Nitida Immagine - Cles STAMPA Tipografia Quaresima - Cles DIRETTORE RESPONSABILE Sandro de Manincor Autorizzazione n del del Tribunale di Trento La Cassa EDITORIALE 3 Il futuro del Credito Cooperativo 4 Conosciamo il nuovo Direttore Generale È ACCADUTO 5 Notizie aziendali PRODOTTI E SERVIZI 8 Assihome, polizza per la famiglia 9 Il nuovo Inbank è a portata di tutti 10 I Conti Correnti per i pensionati CONSULENZA 11 Novità antiriciclaggio 12 Novità tassazione rendite finanziarie ASSOCIAZIONI 13 Progetto costruire per crescere 14 Cooperativa Aquilone 15 La Cassa per il volontariato 16 Educare per crescere GIOVANI E SCUOLA 17 I nostri ragazzi entrano in Europa 18 Job Trainer 19 Le Cooperative scolastiche all Enaip di Cles 20 Il laboratorio di danza creativa 21 Che emozione il primo giorno di scuola! EVENTI 22 Esposizione di pittura Omaggio agli artisti trentini tra Ottocento e Novecento IN RIMA 26 Ciampane de Tuen IN COPERTINA: Carlo Bonacina. Mercato a Cles. 1928, olio su tela, cm 70x75. 2

3 3 EDITORIALE Il futuro del Credito Cooperativo Un caro saluto a tutti i Soci della Cassa Rurale. Voglio condividere con voi una riflessione di don Marcello Farina, teologo, filosofo e studioso del nostro tempo, conoscitore ed estimatore del modello cooperativo. In numerosi passaggi della sua formazione, egli si sofferma sul ruolo attuale del modello cooperativo, in particolare il settore che riguarda il credito, ovvero le Casse Rurali. Dove va ricercato il presente e il futuro di questa importante realtà e quale ricetta è consigliabile mettere in pratica per rendere sempre attuali il linguaggio e la scala di valori tradizionalmente associati a tale modello? Innanzitutto, pur riconoscendo l importanza del linguaggio utilizzato per decenni nel mondo cooperativo, credo sia arrivato il tempo di rivitalizzarlo e renderlo più moderno. Gustav Mahler, compositore e direttore d orchestra che visse a cavallo tra 800 e 900, disse che: Tradizione non è culto delle ceneri, ma custodia del fuoco. Ci si deve chiedere cosa evocano oggi le grandi parole della Cooperazione: bene comune, responsabilità sociale, solidarietà, ecc. Molte di esse, seppur essenziali, sono diventate ovvie, scontate, vuote. Un linguaggio nuovo e trasparente potrà sicuramente migliorarne il significato, condividendo quell esperienza che esse evocano, anche nei confronti dei giovani. Il futuro chiede a noi cooperatori di riprogrammare una nuova tavola di valori. E qui la Cooperazione e le Casse Rurali sono favorite da due circostanze: in primo luogo, si deve considerare che il modello cooperativo è nato grazie a dei valori irrinunciabili ed è cresciuto negli anni cercando di non tradirli, rimanendo il più possibile realtà per lo sviluppo del Territorio e della Comunità. La storia, perciò, ci dà ragione. In secondo luogo, perché in questo periodo particolarmente delicato di crisi internazionale, proprio il modello cooperativo ha saputo esprimere una modalità di resistenza più umana rispetto ad altri mondi simili, facendo ricredere anche gli studiosi più scettici sull importanza della Cooperazione all interno del panorama economico moderno. La dimostrazione di questo fatto può essere ricercata nella continua concessione di finanziamenti erogati dalla Cassa Rurale a famiglie e imprese anche durante questa fase storica complessa. Sulla base di queste considerazioni trovo coerente terminare la mia riflessione con un accenno al pensiero di don Lorenzo Guetti, fondatore del movimento cooperativo trentino. Egli riteneva che tre fossero i capisaldi di riferimento della Cooperazione: conservare la purezza dell ideale, impegnarsi per il coinvolgimento costante della gente e investire sul confronto continuo con il proprio Territorio di riferimento, avendo a cuore i problemi della Comunità. Sono certo che anche la nostra Cassa Rurale potrà guardare al futuro con positività e fiducia, consapevole del ruolo importante che riveste nei confronti dei Soci e di tutti coloro che in essa credono. Il Presidente Gino Cristoforetti

4 EDITORIALE Conosciamo il nuovo Direttore Generale Massimo Pinamonti, 46 anni, vive a Tassullo con la moglie e i suoi due figli, Federica, 17 anni e Andrea, 12 anni. Dopo gli studi, Pinamonti entra nel mondo del lavoro, dapprima come impiegato presso un azienda locale, per poi approdare alla Cassa Rurale di Tuenno nel 1990, dove svolge, per i primi quattro anni, l attività di consulenza presso la Filiale di Viale Degasperi di Cles. Nel 1994 viene nominato Responsabile della Filiale di Flavon. Nell anno 2000 gli è affidata la responsabilità dell Area Sviluppo della Cassa Rurale e dal 2004 è Responsabile dell Unità Commerciale del Centro Direzionale. Nel 2009 viene nominato responsabile dell Area Commerciale, con compiti di coordinamento di tutta la rete di consulenza. Un anno fa la nomina a Vice Direttore e da luglio 2011 Direttore Generale della nostra Cassa. Capacità, competenza professionale, empatia nei confronti dei suoi interlocutori, massima dedizione e impegno per il bene della Cassa Rurale: sono queste le caratteristiche distintive del nostro nuovo Direttore. con grande piacere che voglio salutare tutti i Soci della Cassa Rura- è le; un saluto umile e sincero, che nasce dal profondo e vuole arrivare a tutti voi e alle vostre famiglie. Con grande gioia e senso di responsabilità ho accettato la proposta del Presidente e del Consiglio di Amministrazione, che ringrazio, che mi hanno voluto nominare Direttore Generale della nostra Cassa Rurale. Una Cassa Rurale che è cresciuta molto in questi ultimi decenni, anche per merito di chi mi ha preceduto, e anche adesso, in un passaggio storico particolarmente delicato e difficile, riesce a rispettare la sua missione: essere una Banca del Territorio, sostegno e sviluppo della sua Comunità. Non è scontato, al giorno d oggi, trovare un istituzione bancaria espressione di Soci, che sono persone, e le persone sono fatte di parole, sguardi, idee, pensieri, insomma, di umanità. La Cassa Rurale è la nostra Banca, proprio perché è cresciuta insieme a noi, alle nostre famiglie, ai nostri genitori, nonni, bisnonni. Una Banca nata tra la gente più di 110 anni fa e ancora intenzionata a perseguire i suoi valori originari. Il nostro tessuto economico e sociale ci sta a cuore e l intenzione è quella di impegnarci quotidianamente per la crescita, non solo economica, del nostro Territorio. L anno da poco concluso ci ha consentito, nonostante il periodo di incertezza internazionale, di continuare nella nostra missione nell erogare credito a famiglie e imprese. Sappiamo quanto sia importante questo fattore per l economia locale. Ed è anche importante il Patrimonio della Cassa Rurale, che è poi il Patrimono di ognuno di noi, dei Soci che hanno creduto e ancora sostengono con entusiasmo la nostra Cassa Rurale. Un Patrimonio importante che sarà tramandato alle generazioni future e permetterà alla Cassa Rurale di mantenere nel tempo la sua vocazione localistica. Mi permetto, da ultimo, di suggerirvi alcune novità che saranno promosse dalla nostra Cassa Rurale e dalla squadra di collaboratori che ho il piacere e l orgoglio di rappresentare. In questo numero de La Cassa troverete alcune interessanti proposte di viaggi, pensate appositamente per voi. Inoltre, nelle prossime settimane, avremo il piacere di presentarvi altri momenti di aggregazione: convegni, serate di intrattenimento, spettacoli, voluti dalla Cassa Rurale per tutti voi Soci e Clienti e per le vostre famiglie. In attesa di incontrarci, vi saluto cordialmente, ringraziandovi ancora per la vostra fiducia e il vostro attaccamento nei confronti della Cassa Rurale. Il Direttore Massimo Pinamonti 4

5 È ACCADUTO Notizie aziendali Matrimoni Felicitazioni alla collega Lara Chilovi e al neo-marito Andrea Mascotti che il 23 luglio 2011 hanno celebrato il loro matrimonio. Auguri al collega Ivan Tretter che il 10 dicembre 2011 si è unito in matrimonio con Luciana Martini. FIOCCO AZZURRO Per Niccolò Branz, figlio della collega Fabiana Anderlan e del marito Luca, nato il 17 ottobre Felicitazioni anche al fratellino Filippo! FIOCCO ROSA Per Veronica Zenoniani, nata il 21 ottobre Tanti auguri ai neo-genitori: papà Luigi, collega della Cassa Rurale, e mammm Romina Menapace. CENA AZIENDALE Si è svolta con grande successo di partecipazione nella serata di venerdì 16 dicembre I dipendenti in organico, gli amministratori e alcuni pensionati ex dipendenti della Cassa hanno partecipato alla cena aziendale, occasione di incontro, di divertimento e di scambio di auguri in prossimità del Natale. 5

6 È ACCADUTO DIRETTORE Il 24 ottobre 2011 il Consiglio di Amministrazione ha conferito a Massimo Pinamonti l incarico di Direttore Generale della Cassa Rurale. ALTRI INCARICHI Sempre nello scorso autunno, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato alcune modifiche dell assetto organizzativo dell Area Commerciale: WEGHER RODOLFO Responsabile Consulenza Aziende MICHELETTI CHRISTIAN Responsabile dell Unità Commerciale Centro Direzionale UEZ ROBERTO Responsabile della Filiale Uno di Cles FLOR PIERO Responsabile della Filiale Due di Cles Con l occasione, menzioniamo gli altri Responsabili di Filiale, facenti parte dell Area Commerciale: ZANOTTI STEFANO Responsabile della Sede di Tuenno DE OLIVA MAURIZIO Responsabile delle Filiali di Campodenno e Sporminore DOLZANI LORIS Responsabile delle Filiali di Flavon e Cunevo IOB ETTORE Responsabile delle Filiali di Livo, Bresimo e Cis VENDER MAURIZIO Responsabile delle Filiali di Rumo (Marcena e Mocenigo) FORMAZIONE Nell ottica di promuovere la crescita professionale dei Collaboratori, la Cassa Rurale prosegue l investimento in attività formative, tra le quali spiccano: il corso di formazione La gestione commerciale della filiale rivolto ai Responsabili di Filiale, iniziato nell ottobre 2011; il percorso formativo rivolto ai giovani dipendenti delle Casse Rurali delle valli di Non e di Sole, iniziato nell autunno 2009 e che continua nell obiettivo di arricchire la preparazione e la professionalità degli ultimi collaboratori assunti; il percorso formativo Private recentemente concluso da un dipendente nell ambito della Finanza; il corso di Middle Management seguito da un Responsabile di Filiale; il percorso in tema di Gestione delle Risorse intrapreso dal Responsabile del Personale; il Master Assicurativo che sta impegnando un operatore di sportello da circa un anno. 6

7 È ACCADUTO SOLIDARIETà ALLE FAMIGLIE PER l INCENDIO A TUENNO La Cassa Rurale comunica di aver aperto, in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di Tuenno, un Conto Corrente dedicato alle famiglie colpite dallo spaventoso incendio che ha distrutto alcuni appartamenti nel comune di Tuenno. Chi volesse contribuire con un offerta può recarsi presso le Filiali della Cassa Rurale, oppure effettuare un Bonifico sul Conto Corrente Solidarietà incendio Tuenno al seguente IBAN: IT 07 H Fortunati vincitori con Nord Est Fund La premiazione di Tullio Deromedi. Si è concluso nel mese di dicembre il concorso PAC NEF 2011, che metteva a disposizione importanti premi a estrazione tra i nuovi sottoscrittori o tra chi incrementava la quota investita in un Piano di Accumulo dei comparti Nord Est Fund. Dopo il successo nell estrazione di aprile della nostra Socia Romina Pinamonti di Tuenno, la fortuna ha regalato un I-Pod anche a Veronica Dallaserra di Cles, Stefano Dalpiaz di Terres e Tullio Deromedi di Cles. la slipegada Alcuni colleghi ed Amministratori della Cassa Rurale hanno partecipato ad inizio febbraio a "La Slipegada", la Festa della Neve dei Dipendenti ed Amministratori delle Casse Rurali del Trentino, che quest'anno si è tenuta sulle nevi di San Martino di Castrozza. La temperatura polare non ha fermato i nostri intrepidi sciatori che hanno affrontato gare di scialpinismo, ciaspole, slalom e fondo piazzandosi all'undicesimo posto della classifica generale (su 44 enti partecipanti). 7 Alcuni collaboratori e amministratori della Cassa Rurale alla Slipegada 2012.

8 8 PRODOTTI E SERVIZI Assihome, polizza per la famiglia CHE COS è partire dal nuovo anno, il pacchetto delle polizze della linea A Sicuro delle Casse Rurali trentine si è arricchito di un nuovo prodotto, Assihome, che può essere acquistato anche ai nostri sportelli. Assihome è una polizza multi rischio: copre i danni all abitazione e quelli legati alla vita privata. Le garanzie possono essere sottoscritte singolarmente. Per ogni garanzia il cliente può scegliere l importo della copertura. DANNI ALL ABITAZIONE La polizza contro i danni all abitazione è senza franchigie e scoperti e senza distinzioni tra i diversi tipi di costruzione. Inoltre, l indennizzo prevede la formula a valore a nuovo per l immobile e per il contenuto. L assicurazione copre i danni all edificio e al suo contenuto (arredamento, vestiario, stoviglie, apparecchi elettronici, ecc.) causati da incendio, scoppio, fumo, fuoriuscita di acqua, atti vandalici o dolosi, fenomeni atmosferici. Una novità è rappresentata dalla possibilità di assicurare anche i pannelli solari e l impianto fotovoltaico. La polizza può essere sottoscritta anche se l assicurato è in affitto. Se a seguito del danno la casa diventa inagibile, vengono rimborsate le spese per un alloggio sostitutivo e quelle per il trasloco e il deposito degli arredi e degli altri contenuti. FURTO, SCIPPO E RAPINA Nel caso di furto, la garanzia si estende alle cose che si trovano nell abitazione e ai danni provocati dai ladri nel corso della loro azione. Un ulteriore garanzia è offerta per scippo e rapina di valori personali commessi in Italia ai danni dell assicurato e dei suoi familiari conviventi. RESPONSABILITà CIVILE Assihome comprende anche il ramo responsabilità civile. L assicurazione risarcisce i danni provocati a terzi dall assicurato e dai suoi familiari. Le circostanze possono essere molteplici, ad esempio: i danni causati nella pratica di sport, in qualità di pedone o ciclista, nella conduzione dell immobile di residenza o di dimora saltuaria, i danni provocati dagli animali di proprietà della famiglia, senza distinzione di razza. Viene, inoltre, espressamente prevista la temporanea custodia di minori da parte dell Assicurato e la partecipazione, in qualità di genitori, a gite o trasferte. Il massimale unico previsto è di Euro. MAGGIORI INFORMAZIONI Richiedi senza impegno un preventivo alla tua Cassa Rurale. è sufficiente recarti presso uno dei nostri sportelli e avrai tutte le informazioni necessarie per conoscere AssiHome e le sue caratteristiche.

9 Il nuovo Inbank è a portata di tutti PRODOTTI E SERVIZI Lo strumento Inbank si rinnova e consente alla nostra Clientela di beneficiare di servizi sempre più aggiornati, per rispondere in modo completo e professionale alle loro richieste, anche quelle tecnologicamente più evolute. Al tradizionale servizio Inbank, che permette di consultare e operare con il proprio Conto Corrente direttamente dal computer con una connessione internet, si affiancano altri servizi utili e il cui utilizzo è sicuro e certificato: Servizi SMS: questi servizi consentono di ricevere, tramite SMS, sul proprio cellulare, informazioni sul saldo del Conto Corrente, con evidenza delle ultime operazioni registrate ed inoltre permettono di effettuare ricariche telefoniche; Servizio InfoBanking: i Clienti possono ricevere gli estratti conto, gli scalari e tutta la documentazione della trasparenza bancaria direttamente in formato elettronico; Inbank Privati: è il servizio di Banca virtuale dedicato ai soggetti privati e alle famiglie. Consente di collegarsi, tramite il PC di casa, 24 ore su 24, al proprio Conto Corrente, visualizzare l elenco dei movimenti e provvedere a gestire i pagamenti (bonifici, ecc.); Inbank Business: è il prodotto Inbank riservato alle Aziende, sempre aggiornato e veloce, consente di avere sotto controllo tutti i rapporti bancari, di effettuare pagamenti, versare i contributi relativi alle deleghe fiscali e di eseguire numerose altre funzioni. 9 E con TOKEN puoi utilizzare INBANK con la massima sicurezza! Token è l apparecchio elettronico della Cassa Rurale che consente di effettuare disposizioni on-line con un elevato livello di sicurezza. Comodo e facile da usare, Token genera una password di sei cifre usa e getta ogni 60 secondi, che garantisce l autenticità di accesso a Inbank e alle disposizioni di pagamento. Una volta utilizzata, la password non sarà più valida per successive operazioni. VANTAGGI massima sicurezza: Token ti protegge da un uso fraudolento del tuo Inbank; accessibilità: piccolo come una chiave, Token è sempre a portata di mano; semplicità: è sufficiente premere il pulsante di Token, copiare il numero in Inbank e l operazione è autorizzata.

10 10 PRODOTTI E SERVIZI I Conti Correnti per i pensionati La Cassa Rurale offre ai Soci e ai Clienti che accreditano la propria pensione particolari condizioni di Conto Corrente e numerosi servizi utili e scontati. In particolare, il pensionato può optare per: Conto Corrente accredito Pensione: permette di ottenere un agevolazione sulle spese per operazione, avendone la gratuità fino ad un numero predeterminato; CiConto: questo Conto a pacchetto consente di ottenere numerosi vantaggi versando un canone mensile, diverso a seconda della linea prescelta. Inoltre, anche quest anno il Consiglio di Amministrazione ha voluto confermare due importanti iniziative, a vantaggio diretto dei Soci e Clienti pensionati: Abbonamento agevolato a quotidiani e riviste: permette a chi accredita la pensione di richiedere l abbonamento alle principali testate locali (L Adige, Trentino, Vita Trentina, Nos Magazine) ad un prezzo scontato; Polizza ricovero ospedaliero: consente di essere tutelati con un assicurazione sul ricovero ospedaliero. Anche questo servizio è offerto a condizioni vantaggiose.

11 11 CONSULENZA Novità antiriciclaggio Al pari di coloro che lo hanno preceduto, anche il neo Presidente del Consiglio Mario Monti ha voluto modificare e novellare (attraverso il Decreto Legge n. 21 del 06 dicembre 2011, convertito nella Legge n. 214 del 22 dicembre u.s.) l art. 49 del Decreto legislativo n. 231 del 2007, incentrato sull uso e sul trasferimento dei contanti e dei titoli al portatore. Com è noto, a seguito della riforma sopra citata, sono a tutt oggi vietati i trasferimenti, fra soggetti diversi, di somme in contanti ovvero di titoli al portatore di importo pari o supe- riori a 1.000,00 euro. è evidente che, ai fini di una sempre più marcata lotta all evasione fiscale, le istituzioni politiche italiane hanno iniziato, di fatto, una guerra senza quartiere nei confronti del denaro contante, intendendo scoraggiarne l utilizzo. Ulteriori elementi di novità della normativa in oggetto hanno riguardato i deposti a risparmio al portatore (i cosiddetti libretti ). Ebbene, a partire dal 31 marzo del 2012 questi rapporti non potranno avere un saldo pari o superiore a 1.000,00 euro. Si vuole infine dar conto delle novità che hanno investito gli assegni: se essi verranno emessi per una somma pari o superiore a 1.000,00 euro dovranno obbligatoriamente recare la clausola di non trasferibilità, oltre che l indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario. Siccome la materia di cui si tratta non è di facile comprensione, si invitano tutti i Soci ed i Clienti che nutrissero delle incertezze attorno ad essa a rivolgersi al personale della nostra Cassa Rurale. Quest ultima si pone, infatti, a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento nel merito.

12 12 CONSULENZA NOVITà IMPOSTA DI BOLLO Nel sistema fiscale italiano, l'imposta di bollo è un imposta applicata alla produzione, alla richiesta o alla presentazione di determinati documenti. Di recente, la cosiddetta manovra Monti è intervenuta sul punto ed ha introdotto delle novità delle quali si intende, qui di seguito, dare brevemente conto. Si fa riferimento, da questo punto di vista, ai rapporti di conto corrente, di deposito a risparmio ed alle polizze titoli (o deposito titoli) che la Clientela intrattiene con la Cassa Rurale. Ebbene per quanto riguarda i conti correnti ed i depositi a risparmio si apprende che l imposta di bollo equivale a 34,20 euro annui (per i rapporti stipulati dalle persone fisiche) e di 100,00 euro annui (per i rapporti stipulati dalle persone giuridiche). Si osservi che le persone fisiche, inoltre, possono beneficiare di un esenzione dal pagamento dell imposta, ove il saldo del rapporto sia di importo inferiore ai 5.000,00 euro. Di diverso tenore è la disciplina che regola la materia in oggetto relativa agli strumenti ed ai prodotti finanziari: a partire dall importo depositato sul dossier titoli si deve applicare un imposta dello 0,1% (a partire dall I gennaio 2012) e, successivamente, dello 0,15%, (a partire dall 1 gennaio 2013). Il calcolo deve essere svolto tenendo conto che è stata fissata, in precedenza, un imposta minima (pari a 34,20 euro) ed una massima (pari a 1.200,00 euro: regola, quest ultima, che vale, per ora, solo per il 2012). Si tratta, com è evidente di una materia ricca di tecnicismi. è opportuno che il Cliente, di conseguenza, si rivolga, eventualmente, al proprio referente della Cassa Rurale per ottenere ulteriori chiarimenti. Il primo gennaio 2012 è entrata in vigore la legge n. 214 del 22 dicembre u.s. (che ha convertito il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, rubricato Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici ). Attraverso essa sono state introdotte nel nostro ordinamento giuridico le nuove disposizioni sul prelievo per le rendite finanziarie. A partire da quella data, viene attualmente applicata la ritenuta del 20% (contro quella precedente, pari al 27%) sugli interessi che derivano dai conti correnti, dai depositi bancari e dai certificati di deposito. La normativa, inoltre, ha operato una distinzione fra i redditi di capitale ed i cosiddetti redditi diversi, intervenendo in tal modo sul trattamento fiscale riservato al capital gain, ai dividendi, ai proventi e agli interessi (questa volta relativi ai titoli obbligazionari e similari: titoli pubblici italiani, titoli ad essi equiparati, titoli emessi da banche e società quotate italiane e da emittenti esteri). In particolare, per quanto riguarda il (A) capital gain su titoli di Stato ed equiparati (BEI, BIRS, ecc.) e titoli di Stati esteri white list, viene applicata un imposta sostitutiva del 12,5% (come nel vecchio regime); invece, Novità tassazione rendite finanziarie con riferimento al capital gain su altri strumenti finanziari diversi dalle partecipazioni qualificate e per quanto riguarda il Risparmio gestito viene applicata un imposta sostitutiva del 20% (nuovo regime). Lo stesso dicasi per i (B) dividendi non qualificati (non provenienti da società localizzate in paradisi fiscali), ai quali viene applicata un imposta sostitutiva del 20%) e per (C) i proventi delle polizze vita e di capitalizzazione, ai quali viene applicata alternativamente una ritenuta ovvero un imposta sostitutiva del 20%. Relativamente agli (D) interessi su titoli di Stato ed equiparati (BEI, BIRS, ecc.) e titoli di Stati esteri white list con scadenza non inferiore a 18 mesi e ad altri titoli di Stati esteri white list con scadenza (questa volta) inferiore a 18 mesi, viene applicata un imposta sostitutiva del 12,5% (come nel vecchio regime); mentre sugli interessi calcolati su altri titoli esteri e titoli di banche e società quotate italiane con scadenza non inferiore a 18 mesi e su altri titoli esteri con scadenza (questa volta) inferiore a 18 mesi, viene applicata un imposta sostitutiva del 20%. Infine, sugli altri titoli italiani viene applicata una ritenuta del 20%.

13 13 ASSOCIAZIONI Progetto costruire per crescere Si dovrà attendere la fine di quest anno per vedere completamente terminata l opera edilizia del progetto Costruire per crescere che, anche con il contributo della Cassa Rurale e dell Associazione Aca de Vita, il Comitato Pro Padre Graziano Stablum, coordinato da Bruno Sandri e Paolo Sarcletti sta realizzando nella cittadina di San Lorenzo nel rione Campina in Brasile. Le opere che oggi sono state portate a termine al 75% del progetto complessivo hanno subito dei rallentamenti per molteplici cause, prima fra tutte la malattia e poi la morte di padre Graziano Stablum. Il suo successore, padre Renzo Florio, con impegno e spirito missionario sta dandosi da fare per dare continuità ai lavori, ma l incremento dei costi, le piogge torrenziali, e le difficoltà per il reperimento delle materie prime hanno rallentato i lavori. Nelle strutture finora completate hanno trovato posto gli 83 ragazzi che si trovavano in edifici fatiscenti e possono quindi godere di spazi moderni per la ristorazione, le attività ludiche e l accompagnamento didattico. Una recente visita a San Lorenzo di una delegazione nonesa conferma che tutto procede con gli obiettivi prefissati e che il progetto voluto fortemente da padre Graziano Stablum troverà L opera quasi ultimata attuazione completa. Le associazioni di volontariato internazionale nonese, impegnate nel trovare i fondi necessari, fanno affidamento sui contributi della PAT, della nostra Cassa Rurale e di quanti generosamente, nella memoria del conterraneo Padre Stablum che ha dedicato tutta la sua vita ai poveri del Brasile, vogliono dare gioia e felicità ai bambini poveri della terra brasiliana. Operati impegnati nella costruzione dell opera.

14 14 ASSOCIAZIONI Cooperativa Aquilone Grazie al contributo della nostra Cassa Rurale ed a quello del Lions Club Cles, la Cooperativa l Aquilone può avvalersi per i suoi impegni sociali di un nuovo mezzo di trasporto. Si tratta di un pulmino Fiat Scudo multiuso. Questo mezzo, ha affermato il presidente Gianfranco Rao ci consentirà di trasportare i nostri utenti e tutti i materiali necessari per l attività lavorativa che viene svolta nelle sedi di Cles e Mezzolombardo da parte delle persone affette da disagi psichiatrici. Quest anno l Aquilone compie 20 anni di attività; nel 1992, quando la Cooperativa è nata fra mille difficoltà, certamente nessuno pensava un percorso così lungo e significativo. L impegno posto dagli operatori che hanno saputo affrontare più di una problematica ha permesso di far crescere la cooperativa Aquilone che oggi, con i suoi soggetti, è conosciuta in tutta la Val di Non e nella Piana Rotaliana. Con il contributo sostanzioso della nostra Cassa ora la Cooperativa Aquilone può contare su un mezzo di trasporto moderno ed efficace, uno strumento indispensabile per dare risposte ai molti utenti assistiti dalla cooperativa. La lettera di ringraziamento inviataci dalla Cooperativa Aquilone.

15 15 ASSOCIAZIONI La Cassa per il volontariato on esiste Comunità di Valle in "Nsenso istituzionale se non esiste una valle, e non esiste una valle se non esiste uno spirito di comunità". Con queste parole il presidente della P. A. T. Lorenzo Dellai si è rivolto agli amministratori, alle associazioni e ai gruppi di volontariato che hanno costruito insieme "Con il cuore, con le mani. Il volontariato anaune in mostra", l'evento che ha animato la val di Non lo scorso novembre. Un momento di riflessione e incontro sul volontariato, sull esempio delle due passate edizioni della Vetrina del Volontariato organizzate dal Centro Servizi Volontariato. Conoscere le diverse associazioni, le loro storie, le attività, le aspirazioni, i desideri, ma anche le difficoltà e le problematiche: l esperienza ci stringe attorno ad un filo trasparente che unisce solidarietà e volontariato. Un filo che nasce dalla proposta dell Unione Europea e dell Onu, incoraggiando chi intende impegnarsi al loro fianco, promuovendo il valore del volontariato attraverso contatti diretti tra il mondo dell associazionismo e la Comunità. Perciò, in occasione dell Anno Europeo del Volontariato, questo filo è riuscito ad avvolgere in un unico progetto: Alpini, Vigili del Fuoco, Nuvola, Corpo Volontari, Croce Rossa, Croce Bianca, associazioni culturali, sportive, ricreative, associazioni del sociale e della solidarietà, donne rurali, il mondo dei bambini, dei giovani e degli anziani, gruppi e singoli volontari. E non poteva certo mancare l'attiva partecipazione delle Casse Rurali della Val di Non quale sponsor di un progetto così ricco di spunti di cooperazione tra mondi diversi. Ha inoltre preso vita un progetto nato dall idea di realizzare un portale internet per le associazioni istituito sul sito della Comunità di Valle, uno strumento pratico, dove sviluppare i propri contatti e promuovere la reciproca conoscenza, gli scambi e le collaborazioni: un vero luogo di idee. Infine, la mostra e gli eventi (appuntamenti di approfondimento e situazioni di aggregazione) collegati al mese del volontariato anaune hanno costituito momenti di un percorso entusiasmante che ha così avvicinato la comunità al mondo della solidarietà. L inaugurazione della manifestazione Con il cuore, con le mani.

16 16 ASSOCIAZIONI Educare per crescere Educazione: processo e attività, influenzata dai diversi periodi storici dalle varie culture, volta allo sviluppo e alla formazione di conoscenze e facoltà mentali, sociali e comportamentali dell'individuo. Ecco come la definizione stessa di educazione inquadra il contenuto del corso promosso dalla Comunità della Val di Non e rivolto a genitori che quotidianamente si inpegnano nella difficile arte della formazione. Il giovane d'oggi necessita di un confronto continuo con il padre e la madre, essendo soggetto ad un sovraccarico d'informazione, elemento critico nella fase della sua crescita. Il percorso "L'arte di educare" intendeva perciò creare uno spazio dove mettere a confronto genitori ed insegnanti lungo un ciclo di tre incontri. Educare attraverso insegnamenti efficaci, il fine dell'educazione nella relazione con figli e alunni, lo sviluppo delle abilità nella vita quotidiana, costituiscono gli strumenti di un concreto avvicinamento al mondo giovanile. Da sottolineare come un'opportunità di confronto sia stata messa a disposizione del pubblico ad un prezzo assolutamente popolare, grazie anche al contributo della nostra Cassa Rurale che ha dimezzato la quota di partecipazione delle coppie di genitori interessati. "I ragazzi, spiega Alessia Bonini, docente del corso, non rispondono più alle metodiche passate e diventa dunque necessario adottare una nuova abilità di educazione". Pertanto, lo sviluppo di una personalità abile a recepire e interpretare, senza vincoli generazionali, il cambiamento della società presente e di quella futura rappresentata proprio dai ragazzi, risulta fondamentale per capire verso quale direzione ci stiamo muovendo.

17 17 GIOVANI E SCUOLA I nostri ragazzi entrano in Europa I Ragazzi dell Europa premiati dal Direttore e dal cantautore Anansi. Grande successo per la decima edizione di Ragazzi dell Europa, progetto promosso dalla Cassa Rurale, mercoledì 23 novembre presso la Sala Polifunzionale del Centro Direzionale di Cles. La serata è stata aperta con i saluti del Consigliere Silvio Mucchi che ha confermato la volontà di sostenere la progettualità giovanile. Successivamente il Direttore generale, Massimo Pinamonti, ha spiegato che Ragazzi dell Europa nasce dalla volontà della Cassa Rurale di premiare chi investe nel proprio futuro. Dal 2002 ad oggi la Cassa Rurale ha premiato più di 500 studenti delle Scuole Medie, delle Scuole Superiori e dell Università, distribuendo complessivamente quasi euro in premi-studio legati a periodi di studio all estero. La parola è quindi passata al Presidente della Comunità di Valle, Sergio Menapace, accompagnato dall Assessore all Associazionismo e Volontariato Carmen Noldin, il quale ha ringraziato tutti gli enti che sostengono lo sviluppo di capacità innovative e il confronto con realtà lontane. Agendo sul Territorio in maniera responsabile nei confronti dei giovani si genera un processo virtuoso affinché i giovani riportino in Valle conoscenze ed esperienze acquisite all estero. La professoressa Cristina Lostorto, rappresentante del Liceo Russel di Cles, impegnata da anni a coordinare i progetti di scambi linguistici dell Istituto, ha concluso la prima parte dell'incontro. La serata è entrata nel vivo con Patrizia Orsingher, speaker di Radio NBC, che ha dato il via al concerto del cantautore trentino Anansi, protagonista al Festival di Sanremo La voce del cantautore reggae ha emozionato il pubblico in sala e la sua capacità di confrontarsi con i giovani ha confermato una preparazione intellettuale e un impegno sociale non indifferenti. La serata si è conclusa con la consegna dei premi-studio e la foto ricordo. NOTE SUL PROGETTO Ben 49 ragazzi hanno aderito all iniziativa Ragazzi dell Europa e hanno ritirato il premio-studio messo a disposizione dalla Cassa Rurale per chi ha vissuto, durante l anno 2011, un esperienza di studio all estero, con l obiettivo di imparare o perfezionare una lingua straniera. I ragazzi sono iscritti alle Scuole Medie, Scuole Superiori e all Università, questi ultimi tornati in Italia dopo un periodo di studio all estero. La Cassa Rurale ha deciso di investire su di loro, promuovendo e sostenendo progetti formativi rivolti all apprendimento di una lingua straniera, utili per lo studente non soltanto nell attuale percorso scolastico, bensì nell inserimento nel mondo del lavoro. Di seguito i nomi dei ragazzi premiati dalla Cassa Rurale: Studenti Scuole Medie e Superiori Agosti Alice, Andreis Paolo Andrea, Battistini Giulia, Bentivoglio Denise, Biliotti Jacopo, Bortolameolli Michele, Cattani Federico, Chini Silvia, Daldoss Daniele, Dalpiaz Jacopo, Di Risio Francesco, Endrizzi Carlo, Gentilini Elena, Grandi Alessandro, Iob Damiano, Leonardi Diletta, Leonardi Viviana, Lorenzoni Ilaria, Malfatti Pietro, Martini Giulia, Mascotti Michele, Odorizzi Giada, Osele Gianluca, Ossanna Claudio, Pezzin Alessandro, Piffer Luca, Pilati Lorenzo, Preti Laura, Ramus Gabriele, Rensi Olga, Salsano Veronica, Stablum Andrea, Zadra Maddalena, Zanon Sofia, Zanotelli Camilla. Studenti Università Belleli Alessandro, Berti Tanya, Cattani Giulia, Cova Maddalena, Fabiano Sara, Ferrari Federico, Ferro Roberto, Fondriest Gianluca, Keller Elisa, Menapace Matteo, Modenese Giulia, Paoli Linda, Sampieri Arianna, Zambiasi Elisa.

18 18 GIOVANI E SCUOLA Campus Job Trainer: agire in team Job Trainer La nostra Cassa Rurale è impegnata nel progetto formativo Job Trainer, un iniziativa promossa da alcune Casse Rurali Trentine, da Asdir (Associazione direttori Casse Rurali Trentine) e da Formazione Lavoro. Il progetto, rivolto a neolaureati e laureandi, si articola su tre giorni con prove intensive di formazione. Un vero e proprio Campus con l obiettivo di fornire conoscenze ed elementi importanti per lo sviluppo professionale ed umano. Le attività comprendono percorsi sia di gruppo che individuali e si svolgono durante tutto l'arco della giornata: dal mattino fino a tarda sera. Queste attività formative hanno lo scopo di far acquisire maggiore sicurezza personale, imparare a definire obiettivi concreti, prendere decisioni, capire cosa significa lavorare in gruppo. Una proposta innovativa, un occasione per mettersi alla prova. All ultima sessione tenutasi nel mese di ottobre ha partecipato il nostro cliente Gianluca Fondriest. L anno 2012 prevede la rinnovata adesione al progetto da parte della Cassa Rurale. Si invitano perciò gli eventuali interessati a richiedere informazioni presso le nostre Filiali. Dal 28 al 30 ottobre 2011 ho potuto partecipare, grazie alla borsa di studio concessa dalla Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non, a un Master intensivo di tre giornate in Toscana organizzato da Job Trainer con l obiettivo di avvicinare i giovani al mondo del lavoro. Alloggiato in un agriturismo immerso nelle colline attorno a Volterra, ogni partecipante del gruppo composto da 20 laureandi e neolaureati provenienti dalle varie Casse Rurali trentine ha avuto l opportunità di accrescere la propria motivazione, di imparare a prendere decisioni e lavorare in team, di acquisire chiarezza e sicurezza nel perseguire i propri obiettivi professionali grazie ai consigli di docenti esperti e Il gurppo di studenti trentini impegnati nel master. Gianluca Fondriet con il diploma di parteciapazione. testimonial scelti fra l eccellenza dei giovani imprenditori trentini. Il Campus era strutturato in maniera intensiva durante le tre giornate, con sessioni di lavoro al mattino, pomeriggio e sera e prove pratiche in cui testare le tecniche adottate. Per ogni tema di lavoro era prevista una parte formativa in aula e una parte outdoor, che si è rivelata particolarmente divertente ed efficace. Di norma, a conclusione di ogni sessione di lavoro seguiva un test di valutazione che permetteva a ogni partecipante di conoscere, attraverso i feedback dei compagni, quali e quante delle proprie caratteristiche personali venissero riconosciute dagli altri, ossia quanto di se stessi si riesca a trasmettere a chi lavora con noi. Non sono mancati momenti di socializzazione fra i partecipanti provenienti da un po tutto il territorio trentino, culminati con la visita fuori programma al centro storico di Volterra prima del viaggio di ritorno verso casa. Gianluca Fondriest

19 19 GIOVANI E SCUOLA Le Cooperative scolastiche all Enaip Sono quattro le Associazioni Cooperative scolastiche organizzate quest anno presso il Centro di Formazione professionale ENAIP di Cles. Grazie alla collaborazione con l Ufficio Educazione Cooperativa di Federazione Trentina della Cooperazione, gli studenti hanno così potuto approfondire vari aspetti del mondo cooperativo, migliorando la capacità di lavorare in gruppo. Le Cooperative scolastiche sono state tenute a battesimo dalla Cassa Rurale presso il Centro di Formazione Professionale Enaip di Cles. I Soci delle classi 2 elettrici e 2 meccanici potranno così avvicinarsi alla Cassa Rurale e al mondo della Cooperazione Trentina e dei suoi valori dando mostra nel contempo al Territorio delle loro competenze professionali. Tra le attività in programma la partecipazione alle fiere di settore sul Territorio. Parte degli utili realizzati dai giovani Soci sarà devoluta in progetti di solidarietà. Una cooperativa scolasctica delle E.N.A.I.P. La scuola cresce con la Cassa La nostra scuola come ponte verso il futuro. Questo lo spirito che da sempre anima la Cassa Rurale nel supportare lodevoli iniziative editoriali che vedono lavorare fianco a fianco allievi e docenti. Un percorso di crescita comune, gestito in spazi ulteriormente dinamici rispetto alla canonica lezione in classe, dove il giovane può costruire da zero uno strumento d informazione, apportando il proprio estro e sviluppando la propria fantasia. Ne sono un riuscito esempio l annuario scolastico dell Istituto Tecnico C.A. Pilati, il giornalino scolastico 100 metri sopra il Polo del CFP Enaip di Cles e il primo annuario scolastico del Liceo Russel di Cles, pubblicato lo scorso autunno, progetti giunti a buon fine attraverso l impegno e la costanza dimostrati dagli autori e dai dirigenti scolastici. E proprio in un ottica di sostegno alla creatività che nasce tra i banchi, rendendosi così portavoce del pensiero dei nostri ragazzi, la Cassa Rurale intende attestare la propria disponibilità al sostegno di questi ottimi modelli di cooperazione giovane.

20 GIOVANI E SCUOLA Il laboratorio di danza creativa sono strutturati i progetti, dalla voce diretta dell insegnante Natascia Belsito: I bambini della Scuola Elementare di Cles impegnati nel laboratorio di danza. L esperienza positiva dello scorso anno scolastico, quando la Cassa Rurale aveva finanziato con successo un corso di danza creativa presso la Scuola Elementare di Campodenno, ci ha convinti della bontà del progetto e ci ha permesso di accettare la richiesta della Scuola Elementare di Cles, per l attivazione di nuovi laboratori didattici sulla danza. Di seguito vediamo da vicino come Il laboratorio che propongo ha come finalità quella di introdurre i bambini nel mondo della danza. La danza è un'arte che coinvolge allo stesso tempo corpo, mente ed emozioni, è un linguaggio completo che incoraggia l'esplorazione, l'espressività e la comunicazione. Accresce il potenziale fisico\comunicativo stimolando l'ascolto e l'osservazione di sé e del gruppo e aiuta a sviluppare autostima e iniziativa. Le lezioni prevedono una parte di esercizi che uniscono organizzazione del movimento e spontaneità, questi volgono allo sviluppo di coordinazione, forza, elasticità e reattività, la creazione di piccole partiture co-reografiche create dai bambini e da me portano a stimolare la memoria, la creatività e l'espressività. Il lavoro gravita attraverso uno studio sullo spazio, il tempo e la dinamica che sono i principali elementi della danza. L'approccio è sensibile e rende il percorso accessibile a tutti, si basa sulla cooperazione e non sulla competizione, cerco di stimolare il confronto e la condivisione in un ambiente rispettoso delle diversità stimolando e prendendo spunto dalle loro potenzialità creative, li spingo a raccontare e raccontarsi attraverso la loro danza. 20

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

Il giro del mondo in 40 giorni

Il giro del mondo in 40 giorni Centro Ricreativo Estivo Qiqajon 2015 Dall 8 giugno al 17 luglio Il giro del mondo in 40 giorni Introduzione Il Progetto Qiqajon è una realtà dinamica, in continua crescita, che si occupa nello specifico

Dettagli

PROGETTO CASCINA MONLUE

PROGETTO CASCINA MONLUE Associazione "La Nostra Comunità" TEL. e FAX +39 02 71 55 35 www.lanostracomunita.it E-mail: info@lanostracomunita.it Codice Fiscale n. 97026250155 PROGETTO CASCINA MONLUE non un nostro sogno ma un sogno

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE

PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE - PREMESSE E OBIETTIVI DEL PROGETTO - Dopo il nucleo familiare, senza dubbio, è la scuola a rappresentare per il bambino il principale punto di

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Guida del tutor Associazione LECCO 100

Guida del tutor Associazione LECCO 100 Guida del tutor Associazione LECCO 100 Sommario INTRODUZIONE... 3 Dediche dagli allievi ai tutor... 4 GLI OBIETTIVI... 6 LE REGOLE... 7 LE ATTIVITÀ... 8 La preparazione... 8 La giornata con l'allievo...

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

Piera De Giorgi, insieme ad alcune riflessioni di due studenti del Canudo : Simone Ungaro e Tiziano D Ambrosio

Piera De Giorgi, insieme ad alcune riflessioni di due studenti del Canudo : Simone Ungaro e Tiziano D Ambrosio Al termine del progetto Comenius che ha portato a Gioia studenti e docenti provenienti dalla Turchia, si torna tutti alla solita routine, ma con tanti bei ricordi e nuovi amici. Di seguito un breve resoconto

Dettagli

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa Ormai nel lontano 2004, l allora parroco di Trissino Don Giuseppe Nicolin mi chiese di entrare nel CDA del nuovo Ente, Fondazione Casa della Gioventù. Successivamente, i componenti dello stesso organo

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Anno Educativo 2011.2012 Il mestiere di un narratore non è quello di raccontare grandi eventi, ma di rendere i piccoli eventi interessanti. Arthur Schopenhauer Abbiamo

Dettagli

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento Nei rapporti con le persone che ami, nell essere genitore, nella comunicazione, nel lavoro, nel business e nella vendita devi avere comportamenti eccezionali, saperti distinguere e usare una comunicazione

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI!

PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI! PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI! PRESENTAZIONE. Nell intento di favorire lo sviluppo della pratica sportiva, intesa come sana consuetudine di vita volta al miglioramento delle capacità

Dettagli

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F.

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F. ISTITUTO COMPRENSIVO VIA VOLSINIO Via Volsinio, 23-25 - 00199 Roma Tel./Fax 06/8546344 E-MAIL: rmic8d900r@istruzione.it PEC: rmic8d900r@pec.istruzione.it SITO WEB: www.istitutoviavolsinio.it PIANO dell

Dettagli

GIROTONDO DI PAROLE Edizioni

GIROTONDO DI PAROLE Edizioni GIROTONDO DI PAROLE Edizioni Associazione Culturale Lecce,. Preg.ma/o Dirigente dell Istituto Scolastico e p.c. alla/al Responsabile dei Progetti Buongiorno, mi chiamo Alessandra Toma e con la mia Associazione

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

Scuola Primaria Arcivescovile Dame Inglesi

Scuola Primaria Arcivescovile Dame Inglesi Scuola Primaria Arcivescovile Dame Inglesi Che cosa offriamo? Il Progetto educativo d Istituto La Scuola si propone di contribuire alla formazione integrale dell alunno, accompagnandolo in una crescita

Dettagli

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia ASSOCIAZIONE BAMBINI CEREBROLESI CAMPANIA Riconosciuta con DP.G.R.C. n.12705 del 28/9/98 iscritta al Registro del Volontariato al n. 471 Sede Regionale in Pisciotta (SA) Via Borgo 67/69 tel. 0974/973079

Dettagli

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio Relazione finale di Sonia Graziotto Migliorare la qualità dell insegnamento, avvalendosi delle

Dettagli

n 03 Marzo 2008 In questo numero: - Auguri di Buona Pasqua - Manifestazione Dai un senso alla Vita: Rispettala 2008 - Corso di Scrittura Creativa In breve...: - La prima tv on-line di sociologia sul sito

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Bassa Val di Sole piano operativo giovani anno 2012 Sommario SPLASH - CALCIO SAPONATO 2012 (BVS_6_2012)...

Piano Giovani di Zona di Bassa Val di Sole piano operativo giovani anno 2012 Sommario SPLASH - CALCIO SAPONATO 2012 (BVS_6_2012)... Piano Giovani di Zona di Bassa Val di Sole piano operativo giovani anno 2012 Sommario SPLASH - CALCIO SAPONATO 2012 (BVS_6_2012)... 1 29-10-2012 SCHEDA di presentazione progetti 1 Codice progetto 1 BVS_6_2012

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

RISPARMIO: LE NOVITÀ FISCALI COSA SAPERE SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI

RISPARMIO: LE NOVITÀ FISCALI COSA SAPERE SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI RISPARMIO: LE NOVITÀ FISCALI COSA SAPERE SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI 27% Risparmio: Le novità fiscali 12,5% 20% Cosa sapere su investimenti e deposito titoli INDICE 1. Le imposte dirette Cosa cambia?

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: OREFO 10 SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA DISABILI COD.A06 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI Il progetto intende favorire

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo di accoglienza per gli alunni stranieri è da intendersi quale parte integrante dell assetto regolamentare dell ENAIP Trentino.

Dettagli

Solidarietà e Servizi Cooperativa Sociale. Comune di Saronno

Solidarietà e Servizi Cooperativa Sociale. Comune di Saronno Solidarietà e Servizi Cooperativa Sociale Comune di Saronno CENTRI ESTIVI 2015 Il Centro Estivo, organizzato per i minori dai 6 ai 14 anni, costituisce uno spazio e un tempo speciale: il tempo dell estate,

Dettagli

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com IALT 9 International Academy on Leadership and Teamwork L obiettivo dell International Academy on Leadership and Teamwork è creare un cambiamento positivo nella società attraverso la crescita delle persone

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Investiamo sul futuro del nostro territorio

Investiamo sul futuro del nostro territorio Il Rendiconto Sociale 2011 in sintesi Investiamo sul futuro del nostro territorio Gruppo Banca Popolare di Cividale: crescita e responsabilità sociale per il territorio Per il Gruppo Banca Popolare di

Dettagli

CONSIDERAZIONI GENERALI

CONSIDERAZIONI GENERALI CONSIDERAZIONI GENERALI In questo momento di forte cambiamento della scuola e di un accresciuto bisogno di orientamento il Salone dello Studente ha proposto una formula completamente nuova al fine di rispondere

Dettagli

PASSWORD FOR OUR FUTURE Progetto per l apprendimento della lingua inglese

PASSWORD FOR OUR FUTURE Progetto per l apprendimento della lingua inglese ISTITUTO COMPRENSIVO SAVIGNANO S. P. Via Don Gherardi, 1-41056 Savignano s.p. (MO) Tel 059730804 Fax 059730124 E-Mail - MOIC81400E@istruzione.it E-Mail certificata - MOIC81400E@pec.istruzione.it C.F. 80013950367

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

Spett. le Fondazione De Mari

Spett. le Fondazione De Mari Spett. le Fondazione De Mari desideriamo ringraziarvi per il nuovo finanziamento di 15.000 euro ricevuto. Il Vostro contributo ha dato un grande aiuto alla nostra scuola consentendoci di acquistare le

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina Via E. Mach, 2 38010 San Michele all Adige (TN) Tel. 0461 650314 Referente per i contatti con i giovani:

Dettagli

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca Spett. DIRIGENTI SCOLASTICI COLLEGI DOCENTI della SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO di San Daniele del Friuli OGGETTO: proposta di attività di didattica

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o Io?... Sono Socio!!! CHI E IL SOCIO? Il Socio rappresenta per la Bcc un valore aggiunto. Essere socio della Banca di Credito Cooperativo vuol dire partecipare attivamente e in prima persona al miglioramento

Dettagli

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA Il sistema bancario italiano ha deciso di accettare la sfida della

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

FATTI FURBO Progetto di prevenzione delle dipendenze nella società dei consumi

FATTI FURBO Progetto di prevenzione delle dipendenze nella società dei consumi COMUNI DI CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO PROVINCIA DI LECCE AMBITO TERRITORIALE SOCIALE CASARANO ASL LECCE D.S.S. 9 CASARANO Tel.: 0833 502428-0833 514227 Fax: 0833 514227

Dettagli

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente Cambio Conto Come cambiare il conto corrente INDICE Caro Cliente... 3 Cosa offre l iniziativa Cambio Conto come cambiare il conto corrente... 4 CAMBIARE IL CONTO CORRENTE IN 5 MOSSE... 5 2 1. SCEGLIERE

Dettagli

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Piccoli PA.S.S.I.- Parrocchia di San Prospero Sostegno Scolastico Integrato di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali PREMESSA In ambito scolastico e,

Dettagli

CORSI & WORKSHOP FOTOGRAFICI

CORSI & WORKSHOP FOTOGRAFICI Maurizio D Angelo @ Corso base 2008 Ho cominciato ad insegnare le basi della tecnica fotografica per caso, su richiesta di alcuni amici. E stato quasi sconvolgente per me capire quanto è stato bello far

Dettagli

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 2 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 3 il Welfare inpdap i convitti dal collegio al social campus scuola,

Dettagli

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc.

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013 La presente relazione, predisposta ai sensi dell art. 8 dello Statuto ha lo scopo di informare gli aderenti delle attività poste in essere dall

Dettagli

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VALDAGNO 1^ Via Pasubio, 171 36078 VALDAGNO Tel. 0445/410428 Fax

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA 2015/2016 1 PREMESSA Come specificato nelle Nuove Indicazioni, la scuola primaria, insieme alla scuola secondaria

Dettagli

200 e non finisce qui! Siamo a maggio, nemmeno a metà anno, eppure sono già tante le attività che ci hanno. Para n 200 2 giugno

200 e non finisce qui! Siamo a maggio, nemmeno a metà anno, eppure sono già tante le attività che ci hanno. Para n 200 2 giugno IL PARAdiso Settimanale dei gruppi: Millemani InSIeme X con : Rangers Gruppo Ragazzi Madonna dei Poveri Via Vespucci 17 Collegno www.movimentorangers.com www.millemani.org Tutti i numeri dal PARA li puoi

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

Indice ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 6-7 8-11 12-13 14-15

Indice ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 6-7 8-11 12-13 14-15 Indice 5 6-7 8-11 12-13 14-15 ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 2 3 TRAVELLING Il portale delle esperienze. Vivi momenti indimenticabili

Dettagli

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE L AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI IMPEGNA A 1. promuovere forme di collaborazione con la scuola, con le famiglie, gli Enti e le Associazioni locali

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

TRACCEimpronte. PAROLEdelcuore. Attività Ricreative. Progetti per la Scuola. Attività di Gruppo

TRACCEimpronte. PAROLEdelcuore. Attività Ricreative. Progetti per la Scuola. Attività di Gruppo TRACCEimpronte Attività Ricreative PAROLEdelcuore Attività di Gruppo Progetti per la Scuola Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo. Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno. Insegnerai

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!!

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!! Il è parte dell Area Rimettere le Ali del Borgo Ragazzi Don Bosco, insieme alla Casa Famiglia, al Centro diurno, al Centro di ascolto psico-educativo SOS Ascolto Giovani. Dal 2002 si occupa di sensibilizzare,

Dettagli

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI L esperienza del bambino, gli aspetti giuridici, il padre adottivo: costruire i nuovi legami familiari a cura di Fiamma Buranelli, Patrizia Gatti e Emanuela Quagliata Presentazione

Dettagli

scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te

scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te il Welfare inpdap i convitti dal collegio al social campus scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell amministrazione

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA Premessa L avvio di una nuova esperienza scolastica o il passaggio da una classe all altra dovrebbe avvenire senza cambiamenti bruschi, senza traumi, solo con l entusiasmo di intraprendere

Dettagli

ARCI 2016 _ CAMPAGNA DI TESSERAMENTO

ARCI 2016 _ CAMPAGNA DI TESSERAMENTO CONCEPT _ Il messaggio e l azione di sono, oggi ancora di più, importanti e all avanguardia. Dal rosso e dal nero, dai colori di, nasce una proposta creativa che si rifà apertamente, ma anche in modo libero

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO

SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO PREMESSA L Associazione M.G.S. SER.MI.G.O. (Iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato con Decreto n. 22 del 28/02/2007) ha lo scopo

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Settore: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Area d intervento: CENTRI DI AGGREGAZIONE (BAMBINI, GIOVANI, ANZIANI)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Settore: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Area d intervento: CENTRI DI AGGREGAZIONE (BAMBINI, GIOVANI, ANZIANI) TITOLO DEL PROGETTO: Spazio ai giovani 2014 SETTORE e Area di Intervento: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Settore: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Area d intervento: CENTRI DI AGGREGAZIONE (BAMBINI,

Dettagli

La bravura vale un premio

La bravura vale un premio 02/06/2013 - PAG. 21 Giornata della scuola Assegno di 350 euro per 166 studenti La bravura vale un premio di Stefania Piccotti A PERUGIA - Centosessantasei studenti umbri premiati per il loro impegno nello

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO Corso per la specializzazione delle competenze professionali per l implementazione

Dettagli

Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione!

Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione! Ottobre 2012 Anno 1 Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione! L esperienza di Luca: Quest anno voglio farcela.

Dettagli

Con il patrocinio del Comune di Ceriano L.

Con il patrocinio del Comune di Ceriano L. Con il patrocinio del Comune di Ceriano L. Perché? Il Camp Multi Sport è proposto dalla Associazione Sportiva Dilettantistica G.S. Dal Pozzo L idea nasce dalla volontà di permettere ai ragazzi dall età

Dettagli

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA ISTITUTO PARITARIO NAZARETH SCUOLA DELL INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO - LICEI CLASSICO-LINGUISTICO-SCIENTIFICO POF 2014-2015 Il piano offerta formativa è il documento fondamentale che rappresenta

Dettagli

Scuola Primaria Catena Classe 1 a

Scuola Primaria Catena Classe 1 a Istituto Comprensivo Statale B. Sestini Scuola Primaria Catena Classe 1 a Segni e Sogni: Dall immagine all immaginato per vivere il nostro territorio Anno scolastico 2009/2010 Referente: Luciana Falegnami

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Programma delle. a Pinarella di Cervia (RA)

Programma delle. a Pinarella di Cervia (RA) Programma delle a Pinarella di Cervia (RA) MUSICOPOLI-BIMBART LE VACANZE ARTISTICHE ITALIANE! EMILIA-ROMAGNA/RIVIERA ADRIATICA - Pinarella di Cervia (RA) VACANZE ARTISTICHE di Musicopoli, un mare di fantasia!

Dettagli

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT PROGETTO CHIOCCIOL@.IT Premessa: Secondo una ricerca condotta da Skuola.net, in Italia un giovane su tre (nella fascia di età che va dagli undici ai venti anni) sarebbe sempre connesso ai social network.

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il progetto del IV Circolo di Rivoli, di educazione alla Pace e alla Legalità, CITTADINI EUROPEI. COMINCIAMO DA PICCOLI... coinvolge

Dettagli

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA 1 DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare chiedo un sorriso di chi sa amare chiedo un papà che mi abbracci forte chiedo un bacio

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 DC.DP.00.36 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli