La Cassa. Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Cassa. Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura"

Transcript

1 1 La Cassa e c o n o m i a, t e r r i t o r i o e c o m u n i t à FEBBRAIO Trimestrale - Anno XII n. 1 - taxe perçue - Poste Italiane S.p.A - Sped. in A.P. - D. L. 353/2003 (conv. in I. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Trento Novità normative Inserto viaggi 2012 Esposizione di pittura

2 OMMARIO DIRETTORE EDITORIALE Luigi Cristoforetti REDAZIONE Tiziana Borzaga Sergio Branz Matteo Lorenzoni Massimiliano Ortler Massimo Pinamonti Rita Ruatti Rodolfo Slanzi A QUESTO NUMERO HANNO COLLABORATO: Nicola Bortolamedi Barbara Gervasi Cristian Valentini FOTOGRAFIE Archivio Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non Archivio Nitida Immagine Fedrizzi Foto - Foto Flaim Foto Parrotta - Foto Pellegrini PROGETTO, IDEAZIONE E REALIZZAZIONE Ag. Nitida Immagine - Cles STAMPA Tipografia Quaresima - Cles DIRETTORE RESPONSABILE Sandro de Manincor Autorizzazione n del del Tribunale di Trento La Cassa EDITORIALE 3 Il futuro del Credito Cooperativo 4 Conosciamo il nuovo Direttore Generale È ACCADUTO 5 Notizie aziendali PRODOTTI E SERVIZI 8 Assihome, polizza per la famiglia 9 Il nuovo Inbank è a portata di tutti 10 I Conti Correnti per i pensionati CONSULENZA 11 Novità antiriciclaggio 12 Novità tassazione rendite finanziarie ASSOCIAZIONI 13 Progetto costruire per crescere 14 Cooperativa Aquilone 15 La Cassa per il volontariato 16 Educare per crescere GIOVANI E SCUOLA 17 I nostri ragazzi entrano in Europa 18 Job Trainer 19 Le Cooperative scolastiche all Enaip di Cles 20 Il laboratorio di danza creativa 21 Che emozione il primo giorno di scuola! EVENTI 22 Esposizione di pittura Omaggio agli artisti trentini tra Ottocento e Novecento IN RIMA 26 Ciampane de Tuen IN COPERTINA: Carlo Bonacina. Mercato a Cles. 1928, olio su tela, cm 70x75. 2

3 3 EDITORIALE Il futuro del Credito Cooperativo Un caro saluto a tutti i Soci della Cassa Rurale. Voglio condividere con voi una riflessione di don Marcello Farina, teologo, filosofo e studioso del nostro tempo, conoscitore ed estimatore del modello cooperativo. In numerosi passaggi della sua formazione, egli si sofferma sul ruolo attuale del modello cooperativo, in particolare il settore che riguarda il credito, ovvero le Casse Rurali. Dove va ricercato il presente e il futuro di questa importante realtà e quale ricetta è consigliabile mettere in pratica per rendere sempre attuali il linguaggio e la scala di valori tradizionalmente associati a tale modello? Innanzitutto, pur riconoscendo l importanza del linguaggio utilizzato per decenni nel mondo cooperativo, credo sia arrivato il tempo di rivitalizzarlo e renderlo più moderno. Gustav Mahler, compositore e direttore d orchestra che visse a cavallo tra 800 e 900, disse che: Tradizione non è culto delle ceneri, ma custodia del fuoco. Ci si deve chiedere cosa evocano oggi le grandi parole della Cooperazione: bene comune, responsabilità sociale, solidarietà, ecc. Molte di esse, seppur essenziali, sono diventate ovvie, scontate, vuote. Un linguaggio nuovo e trasparente potrà sicuramente migliorarne il significato, condividendo quell esperienza che esse evocano, anche nei confronti dei giovani. Il futuro chiede a noi cooperatori di riprogrammare una nuova tavola di valori. E qui la Cooperazione e le Casse Rurali sono favorite da due circostanze: in primo luogo, si deve considerare che il modello cooperativo è nato grazie a dei valori irrinunciabili ed è cresciuto negli anni cercando di non tradirli, rimanendo il più possibile realtà per lo sviluppo del Territorio e della Comunità. La storia, perciò, ci dà ragione. In secondo luogo, perché in questo periodo particolarmente delicato di crisi internazionale, proprio il modello cooperativo ha saputo esprimere una modalità di resistenza più umana rispetto ad altri mondi simili, facendo ricredere anche gli studiosi più scettici sull importanza della Cooperazione all interno del panorama economico moderno. La dimostrazione di questo fatto può essere ricercata nella continua concessione di finanziamenti erogati dalla Cassa Rurale a famiglie e imprese anche durante questa fase storica complessa. Sulla base di queste considerazioni trovo coerente terminare la mia riflessione con un accenno al pensiero di don Lorenzo Guetti, fondatore del movimento cooperativo trentino. Egli riteneva che tre fossero i capisaldi di riferimento della Cooperazione: conservare la purezza dell ideale, impegnarsi per il coinvolgimento costante della gente e investire sul confronto continuo con il proprio Territorio di riferimento, avendo a cuore i problemi della Comunità. Sono certo che anche la nostra Cassa Rurale potrà guardare al futuro con positività e fiducia, consapevole del ruolo importante che riveste nei confronti dei Soci e di tutti coloro che in essa credono. Il Presidente Gino Cristoforetti

4 EDITORIALE Conosciamo il nuovo Direttore Generale Massimo Pinamonti, 46 anni, vive a Tassullo con la moglie e i suoi due figli, Federica, 17 anni e Andrea, 12 anni. Dopo gli studi, Pinamonti entra nel mondo del lavoro, dapprima come impiegato presso un azienda locale, per poi approdare alla Cassa Rurale di Tuenno nel 1990, dove svolge, per i primi quattro anni, l attività di consulenza presso la Filiale di Viale Degasperi di Cles. Nel 1994 viene nominato Responsabile della Filiale di Flavon. Nell anno 2000 gli è affidata la responsabilità dell Area Sviluppo della Cassa Rurale e dal 2004 è Responsabile dell Unità Commerciale del Centro Direzionale. Nel 2009 viene nominato responsabile dell Area Commerciale, con compiti di coordinamento di tutta la rete di consulenza. Un anno fa la nomina a Vice Direttore e da luglio 2011 Direttore Generale della nostra Cassa. Capacità, competenza professionale, empatia nei confronti dei suoi interlocutori, massima dedizione e impegno per il bene della Cassa Rurale: sono queste le caratteristiche distintive del nostro nuovo Direttore. con grande piacere che voglio salutare tutti i Soci della Cassa Rura- è le; un saluto umile e sincero, che nasce dal profondo e vuole arrivare a tutti voi e alle vostre famiglie. Con grande gioia e senso di responsabilità ho accettato la proposta del Presidente e del Consiglio di Amministrazione, che ringrazio, che mi hanno voluto nominare Direttore Generale della nostra Cassa Rurale. Una Cassa Rurale che è cresciuta molto in questi ultimi decenni, anche per merito di chi mi ha preceduto, e anche adesso, in un passaggio storico particolarmente delicato e difficile, riesce a rispettare la sua missione: essere una Banca del Territorio, sostegno e sviluppo della sua Comunità. Non è scontato, al giorno d oggi, trovare un istituzione bancaria espressione di Soci, che sono persone, e le persone sono fatte di parole, sguardi, idee, pensieri, insomma, di umanità. La Cassa Rurale è la nostra Banca, proprio perché è cresciuta insieme a noi, alle nostre famiglie, ai nostri genitori, nonni, bisnonni. Una Banca nata tra la gente più di 110 anni fa e ancora intenzionata a perseguire i suoi valori originari. Il nostro tessuto economico e sociale ci sta a cuore e l intenzione è quella di impegnarci quotidianamente per la crescita, non solo economica, del nostro Territorio. L anno da poco concluso ci ha consentito, nonostante il periodo di incertezza internazionale, di continuare nella nostra missione nell erogare credito a famiglie e imprese. Sappiamo quanto sia importante questo fattore per l economia locale. Ed è anche importante il Patrimonio della Cassa Rurale, che è poi il Patrimono di ognuno di noi, dei Soci che hanno creduto e ancora sostengono con entusiasmo la nostra Cassa Rurale. Un Patrimonio importante che sarà tramandato alle generazioni future e permetterà alla Cassa Rurale di mantenere nel tempo la sua vocazione localistica. Mi permetto, da ultimo, di suggerirvi alcune novità che saranno promosse dalla nostra Cassa Rurale e dalla squadra di collaboratori che ho il piacere e l orgoglio di rappresentare. In questo numero de La Cassa troverete alcune interessanti proposte di viaggi, pensate appositamente per voi. Inoltre, nelle prossime settimane, avremo il piacere di presentarvi altri momenti di aggregazione: convegni, serate di intrattenimento, spettacoli, voluti dalla Cassa Rurale per tutti voi Soci e Clienti e per le vostre famiglie. In attesa di incontrarci, vi saluto cordialmente, ringraziandovi ancora per la vostra fiducia e il vostro attaccamento nei confronti della Cassa Rurale. Il Direttore Massimo Pinamonti 4

5 È ACCADUTO Notizie aziendali Matrimoni Felicitazioni alla collega Lara Chilovi e al neo-marito Andrea Mascotti che il 23 luglio 2011 hanno celebrato il loro matrimonio. Auguri al collega Ivan Tretter che il 10 dicembre 2011 si è unito in matrimonio con Luciana Martini. FIOCCO AZZURRO Per Niccolò Branz, figlio della collega Fabiana Anderlan e del marito Luca, nato il 17 ottobre Felicitazioni anche al fratellino Filippo! FIOCCO ROSA Per Veronica Zenoniani, nata il 21 ottobre Tanti auguri ai neo-genitori: papà Luigi, collega della Cassa Rurale, e mammm Romina Menapace. CENA AZIENDALE Si è svolta con grande successo di partecipazione nella serata di venerdì 16 dicembre I dipendenti in organico, gli amministratori e alcuni pensionati ex dipendenti della Cassa hanno partecipato alla cena aziendale, occasione di incontro, di divertimento e di scambio di auguri in prossimità del Natale. 5

6 È ACCADUTO DIRETTORE Il 24 ottobre 2011 il Consiglio di Amministrazione ha conferito a Massimo Pinamonti l incarico di Direttore Generale della Cassa Rurale. ALTRI INCARICHI Sempre nello scorso autunno, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato alcune modifiche dell assetto organizzativo dell Area Commerciale: WEGHER RODOLFO Responsabile Consulenza Aziende MICHELETTI CHRISTIAN Responsabile dell Unità Commerciale Centro Direzionale UEZ ROBERTO Responsabile della Filiale Uno di Cles FLOR PIERO Responsabile della Filiale Due di Cles Con l occasione, menzioniamo gli altri Responsabili di Filiale, facenti parte dell Area Commerciale: ZANOTTI STEFANO Responsabile della Sede di Tuenno DE OLIVA MAURIZIO Responsabile delle Filiali di Campodenno e Sporminore DOLZANI LORIS Responsabile delle Filiali di Flavon e Cunevo IOB ETTORE Responsabile delle Filiali di Livo, Bresimo e Cis VENDER MAURIZIO Responsabile delle Filiali di Rumo (Marcena e Mocenigo) FORMAZIONE Nell ottica di promuovere la crescita professionale dei Collaboratori, la Cassa Rurale prosegue l investimento in attività formative, tra le quali spiccano: il corso di formazione La gestione commerciale della filiale rivolto ai Responsabili di Filiale, iniziato nell ottobre 2011; il percorso formativo rivolto ai giovani dipendenti delle Casse Rurali delle valli di Non e di Sole, iniziato nell autunno 2009 e che continua nell obiettivo di arricchire la preparazione e la professionalità degli ultimi collaboratori assunti; il percorso formativo Private recentemente concluso da un dipendente nell ambito della Finanza; il corso di Middle Management seguito da un Responsabile di Filiale; il percorso in tema di Gestione delle Risorse intrapreso dal Responsabile del Personale; il Master Assicurativo che sta impegnando un operatore di sportello da circa un anno. 6

7 È ACCADUTO SOLIDARIETà ALLE FAMIGLIE PER l INCENDIO A TUENNO La Cassa Rurale comunica di aver aperto, in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di Tuenno, un Conto Corrente dedicato alle famiglie colpite dallo spaventoso incendio che ha distrutto alcuni appartamenti nel comune di Tuenno. Chi volesse contribuire con un offerta può recarsi presso le Filiali della Cassa Rurale, oppure effettuare un Bonifico sul Conto Corrente Solidarietà incendio Tuenno al seguente IBAN: IT 07 H Fortunati vincitori con Nord Est Fund La premiazione di Tullio Deromedi. Si è concluso nel mese di dicembre il concorso PAC NEF 2011, che metteva a disposizione importanti premi a estrazione tra i nuovi sottoscrittori o tra chi incrementava la quota investita in un Piano di Accumulo dei comparti Nord Est Fund. Dopo il successo nell estrazione di aprile della nostra Socia Romina Pinamonti di Tuenno, la fortuna ha regalato un I-Pod anche a Veronica Dallaserra di Cles, Stefano Dalpiaz di Terres e Tullio Deromedi di Cles. la slipegada Alcuni colleghi ed Amministratori della Cassa Rurale hanno partecipato ad inizio febbraio a "La Slipegada", la Festa della Neve dei Dipendenti ed Amministratori delle Casse Rurali del Trentino, che quest'anno si è tenuta sulle nevi di San Martino di Castrozza. La temperatura polare non ha fermato i nostri intrepidi sciatori che hanno affrontato gare di scialpinismo, ciaspole, slalom e fondo piazzandosi all'undicesimo posto della classifica generale (su 44 enti partecipanti). 7 Alcuni collaboratori e amministratori della Cassa Rurale alla Slipegada 2012.

8 8 PRODOTTI E SERVIZI Assihome, polizza per la famiglia CHE COS è partire dal nuovo anno, il pacchetto delle polizze della linea A Sicuro delle Casse Rurali trentine si è arricchito di un nuovo prodotto, Assihome, che può essere acquistato anche ai nostri sportelli. Assihome è una polizza multi rischio: copre i danni all abitazione e quelli legati alla vita privata. Le garanzie possono essere sottoscritte singolarmente. Per ogni garanzia il cliente può scegliere l importo della copertura. DANNI ALL ABITAZIONE La polizza contro i danni all abitazione è senza franchigie e scoperti e senza distinzioni tra i diversi tipi di costruzione. Inoltre, l indennizzo prevede la formula a valore a nuovo per l immobile e per il contenuto. L assicurazione copre i danni all edificio e al suo contenuto (arredamento, vestiario, stoviglie, apparecchi elettronici, ecc.) causati da incendio, scoppio, fumo, fuoriuscita di acqua, atti vandalici o dolosi, fenomeni atmosferici. Una novità è rappresentata dalla possibilità di assicurare anche i pannelli solari e l impianto fotovoltaico. La polizza può essere sottoscritta anche se l assicurato è in affitto. Se a seguito del danno la casa diventa inagibile, vengono rimborsate le spese per un alloggio sostitutivo e quelle per il trasloco e il deposito degli arredi e degli altri contenuti. FURTO, SCIPPO E RAPINA Nel caso di furto, la garanzia si estende alle cose che si trovano nell abitazione e ai danni provocati dai ladri nel corso della loro azione. Un ulteriore garanzia è offerta per scippo e rapina di valori personali commessi in Italia ai danni dell assicurato e dei suoi familiari conviventi. RESPONSABILITà CIVILE Assihome comprende anche il ramo responsabilità civile. L assicurazione risarcisce i danni provocati a terzi dall assicurato e dai suoi familiari. Le circostanze possono essere molteplici, ad esempio: i danni causati nella pratica di sport, in qualità di pedone o ciclista, nella conduzione dell immobile di residenza o di dimora saltuaria, i danni provocati dagli animali di proprietà della famiglia, senza distinzione di razza. Viene, inoltre, espressamente prevista la temporanea custodia di minori da parte dell Assicurato e la partecipazione, in qualità di genitori, a gite o trasferte. Il massimale unico previsto è di Euro. MAGGIORI INFORMAZIONI Richiedi senza impegno un preventivo alla tua Cassa Rurale. è sufficiente recarti presso uno dei nostri sportelli e avrai tutte le informazioni necessarie per conoscere AssiHome e le sue caratteristiche.

9 Il nuovo Inbank è a portata di tutti PRODOTTI E SERVIZI Lo strumento Inbank si rinnova e consente alla nostra Clientela di beneficiare di servizi sempre più aggiornati, per rispondere in modo completo e professionale alle loro richieste, anche quelle tecnologicamente più evolute. Al tradizionale servizio Inbank, che permette di consultare e operare con il proprio Conto Corrente direttamente dal computer con una connessione internet, si affiancano altri servizi utili e il cui utilizzo è sicuro e certificato: Servizi SMS: questi servizi consentono di ricevere, tramite SMS, sul proprio cellulare, informazioni sul saldo del Conto Corrente, con evidenza delle ultime operazioni registrate ed inoltre permettono di effettuare ricariche telefoniche; Servizio InfoBanking: i Clienti possono ricevere gli estratti conto, gli scalari e tutta la documentazione della trasparenza bancaria direttamente in formato elettronico; Inbank Privati: è il servizio di Banca virtuale dedicato ai soggetti privati e alle famiglie. Consente di collegarsi, tramite il PC di casa, 24 ore su 24, al proprio Conto Corrente, visualizzare l elenco dei movimenti e provvedere a gestire i pagamenti (bonifici, ecc.); Inbank Business: è il prodotto Inbank riservato alle Aziende, sempre aggiornato e veloce, consente di avere sotto controllo tutti i rapporti bancari, di effettuare pagamenti, versare i contributi relativi alle deleghe fiscali e di eseguire numerose altre funzioni. 9 E con TOKEN puoi utilizzare INBANK con la massima sicurezza! Token è l apparecchio elettronico della Cassa Rurale che consente di effettuare disposizioni on-line con un elevato livello di sicurezza. Comodo e facile da usare, Token genera una password di sei cifre usa e getta ogni 60 secondi, che garantisce l autenticità di accesso a Inbank e alle disposizioni di pagamento. Una volta utilizzata, la password non sarà più valida per successive operazioni. VANTAGGI massima sicurezza: Token ti protegge da un uso fraudolento del tuo Inbank; accessibilità: piccolo come una chiave, Token è sempre a portata di mano; semplicità: è sufficiente premere il pulsante di Token, copiare il numero in Inbank e l operazione è autorizzata.

10 10 PRODOTTI E SERVIZI I Conti Correnti per i pensionati La Cassa Rurale offre ai Soci e ai Clienti che accreditano la propria pensione particolari condizioni di Conto Corrente e numerosi servizi utili e scontati. In particolare, il pensionato può optare per: Conto Corrente accredito Pensione: permette di ottenere un agevolazione sulle spese per operazione, avendone la gratuità fino ad un numero predeterminato; CiConto: questo Conto a pacchetto consente di ottenere numerosi vantaggi versando un canone mensile, diverso a seconda della linea prescelta. Inoltre, anche quest anno il Consiglio di Amministrazione ha voluto confermare due importanti iniziative, a vantaggio diretto dei Soci e Clienti pensionati: Abbonamento agevolato a quotidiani e riviste: permette a chi accredita la pensione di richiedere l abbonamento alle principali testate locali (L Adige, Trentino, Vita Trentina, Nos Magazine) ad un prezzo scontato; Polizza ricovero ospedaliero: consente di essere tutelati con un assicurazione sul ricovero ospedaliero. Anche questo servizio è offerto a condizioni vantaggiose.

11 11 CONSULENZA Novità antiriciclaggio Al pari di coloro che lo hanno preceduto, anche il neo Presidente del Consiglio Mario Monti ha voluto modificare e novellare (attraverso il Decreto Legge n. 21 del 06 dicembre 2011, convertito nella Legge n. 214 del 22 dicembre u.s.) l art. 49 del Decreto legislativo n. 231 del 2007, incentrato sull uso e sul trasferimento dei contanti e dei titoli al portatore. Com è noto, a seguito della riforma sopra citata, sono a tutt oggi vietati i trasferimenti, fra soggetti diversi, di somme in contanti ovvero di titoli al portatore di importo pari o supe- riori a 1.000,00 euro. è evidente che, ai fini di una sempre più marcata lotta all evasione fiscale, le istituzioni politiche italiane hanno iniziato, di fatto, una guerra senza quartiere nei confronti del denaro contante, intendendo scoraggiarne l utilizzo. Ulteriori elementi di novità della normativa in oggetto hanno riguardato i deposti a risparmio al portatore (i cosiddetti libretti ). Ebbene, a partire dal 31 marzo del 2012 questi rapporti non potranno avere un saldo pari o superiore a 1.000,00 euro. Si vuole infine dar conto delle novità che hanno investito gli assegni: se essi verranno emessi per una somma pari o superiore a 1.000,00 euro dovranno obbligatoriamente recare la clausola di non trasferibilità, oltre che l indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario. Siccome la materia di cui si tratta non è di facile comprensione, si invitano tutti i Soci ed i Clienti che nutrissero delle incertezze attorno ad essa a rivolgersi al personale della nostra Cassa Rurale. Quest ultima si pone, infatti, a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento nel merito.

12 12 CONSULENZA NOVITà IMPOSTA DI BOLLO Nel sistema fiscale italiano, l'imposta di bollo è un imposta applicata alla produzione, alla richiesta o alla presentazione di determinati documenti. Di recente, la cosiddetta manovra Monti è intervenuta sul punto ed ha introdotto delle novità delle quali si intende, qui di seguito, dare brevemente conto. Si fa riferimento, da questo punto di vista, ai rapporti di conto corrente, di deposito a risparmio ed alle polizze titoli (o deposito titoli) che la Clientela intrattiene con la Cassa Rurale. Ebbene per quanto riguarda i conti correnti ed i depositi a risparmio si apprende che l imposta di bollo equivale a 34,20 euro annui (per i rapporti stipulati dalle persone fisiche) e di 100,00 euro annui (per i rapporti stipulati dalle persone giuridiche). Si osservi che le persone fisiche, inoltre, possono beneficiare di un esenzione dal pagamento dell imposta, ove il saldo del rapporto sia di importo inferiore ai 5.000,00 euro. Di diverso tenore è la disciplina che regola la materia in oggetto relativa agli strumenti ed ai prodotti finanziari: a partire dall importo depositato sul dossier titoli si deve applicare un imposta dello 0,1% (a partire dall I gennaio 2012) e, successivamente, dello 0,15%, (a partire dall 1 gennaio 2013). Il calcolo deve essere svolto tenendo conto che è stata fissata, in precedenza, un imposta minima (pari a 34,20 euro) ed una massima (pari a 1.200,00 euro: regola, quest ultima, che vale, per ora, solo per il 2012). Si tratta, com è evidente di una materia ricca di tecnicismi. è opportuno che il Cliente, di conseguenza, si rivolga, eventualmente, al proprio referente della Cassa Rurale per ottenere ulteriori chiarimenti. Il primo gennaio 2012 è entrata in vigore la legge n. 214 del 22 dicembre u.s. (che ha convertito il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, rubricato Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici ). Attraverso essa sono state introdotte nel nostro ordinamento giuridico le nuove disposizioni sul prelievo per le rendite finanziarie. A partire da quella data, viene attualmente applicata la ritenuta del 20% (contro quella precedente, pari al 27%) sugli interessi che derivano dai conti correnti, dai depositi bancari e dai certificati di deposito. La normativa, inoltre, ha operato una distinzione fra i redditi di capitale ed i cosiddetti redditi diversi, intervenendo in tal modo sul trattamento fiscale riservato al capital gain, ai dividendi, ai proventi e agli interessi (questa volta relativi ai titoli obbligazionari e similari: titoli pubblici italiani, titoli ad essi equiparati, titoli emessi da banche e società quotate italiane e da emittenti esteri). In particolare, per quanto riguarda il (A) capital gain su titoli di Stato ed equiparati (BEI, BIRS, ecc.) e titoli di Stati esteri white list, viene applicata un imposta sostitutiva del 12,5% (come nel vecchio regime); invece, Novità tassazione rendite finanziarie con riferimento al capital gain su altri strumenti finanziari diversi dalle partecipazioni qualificate e per quanto riguarda il Risparmio gestito viene applicata un imposta sostitutiva del 20% (nuovo regime). Lo stesso dicasi per i (B) dividendi non qualificati (non provenienti da società localizzate in paradisi fiscali), ai quali viene applicata un imposta sostitutiva del 20%) e per (C) i proventi delle polizze vita e di capitalizzazione, ai quali viene applicata alternativamente una ritenuta ovvero un imposta sostitutiva del 20%. Relativamente agli (D) interessi su titoli di Stato ed equiparati (BEI, BIRS, ecc.) e titoli di Stati esteri white list con scadenza non inferiore a 18 mesi e ad altri titoli di Stati esteri white list con scadenza (questa volta) inferiore a 18 mesi, viene applicata un imposta sostitutiva del 12,5% (come nel vecchio regime); mentre sugli interessi calcolati su altri titoli esteri e titoli di banche e società quotate italiane con scadenza non inferiore a 18 mesi e su altri titoli esteri con scadenza (questa volta) inferiore a 18 mesi, viene applicata un imposta sostitutiva del 20%. Infine, sugli altri titoli italiani viene applicata una ritenuta del 20%.

13 13 ASSOCIAZIONI Progetto costruire per crescere Si dovrà attendere la fine di quest anno per vedere completamente terminata l opera edilizia del progetto Costruire per crescere che, anche con il contributo della Cassa Rurale e dell Associazione Aca de Vita, il Comitato Pro Padre Graziano Stablum, coordinato da Bruno Sandri e Paolo Sarcletti sta realizzando nella cittadina di San Lorenzo nel rione Campina in Brasile. Le opere che oggi sono state portate a termine al 75% del progetto complessivo hanno subito dei rallentamenti per molteplici cause, prima fra tutte la malattia e poi la morte di padre Graziano Stablum. Il suo successore, padre Renzo Florio, con impegno e spirito missionario sta dandosi da fare per dare continuità ai lavori, ma l incremento dei costi, le piogge torrenziali, e le difficoltà per il reperimento delle materie prime hanno rallentato i lavori. Nelle strutture finora completate hanno trovato posto gli 83 ragazzi che si trovavano in edifici fatiscenti e possono quindi godere di spazi moderni per la ristorazione, le attività ludiche e l accompagnamento didattico. Una recente visita a San Lorenzo di una delegazione nonesa conferma che tutto procede con gli obiettivi prefissati e che il progetto voluto fortemente da padre Graziano Stablum troverà L opera quasi ultimata attuazione completa. Le associazioni di volontariato internazionale nonese, impegnate nel trovare i fondi necessari, fanno affidamento sui contributi della PAT, della nostra Cassa Rurale e di quanti generosamente, nella memoria del conterraneo Padre Stablum che ha dedicato tutta la sua vita ai poveri del Brasile, vogliono dare gioia e felicità ai bambini poveri della terra brasiliana. Operati impegnati nella costruzione dell opera.

14 14 ASSOCIAZIONI Cooperativa Aquilone Grazie al contributo della nostra Cassa Rurale ed a quello del Lions Club Cles, la Cooperativa l Aquilone può avvalersi per i suoi impegni sociali di un nuovo mezzo di trasporto. Si tratta di un pulmino Fiat Scudo multiuso. Questo mezzo, ha affermato il presidente Gianfranco Rao ci consentirà di trasportare i nostri utenti e tutti i materiali necessari per l attività lavorativa che viene svolta nelle sedi di Cles e Mezzolombardo da parte delle persone affette da disagi psichiatrici. Quest anno l Aquilone compie 20 anni di attività; nel 1992, quando la Cooperativa è nata fra mille difficoltà, certamente nessuno pensava un percorso così lungo e significativo. L impegno posto dagli operatori che hanno saputo affrontare più di una problematica ha permesso di far crescere la cooperativa Aquilone che oggi, con i suoi soggetti, è conosciuta in tutta la Val di Non e nella Piana Rotaliana. Con il contributo sostanzioso della nostra Cassa ora la Cooperativa Aquilone può contare su un mezzo di trasporto moderno ed efficace, uno strumento indispensabile per dare risposte ai molti utenti assistiti dalla cooperativa. La lettera di ringraziamento inviataci dalla Cooperativa Aquilone.

15 15 ASSOCIAZIONI La Cassa per il volontariato on esiste Comunità di Valle in "Nsenso istituzionale se non esiste una valle, e non esiste una valle se non esiste uno spirito di comunità". Con queste parole il presidente della P. A. T. Lorenzo Dellai si è rivolto agli amministratori, alle associazioni e ai gruppi di volontariato che hanno costruito insieme "Con il cuore, con le mani. Il volontariato anaune in mostra", l'evento che ha animato la val di Non lo scorso novembre. Un momento di riflessione e incontro sul volontariato, sull esempio delle due passate edizioni della Vetrina del Volontariato organizzate dal Centro Servizi Volontariato. Conoscere le diverse associazioni, le loro storie, le attività, le aspirazioni, i desideri, ma anche le difficoltà e le problematiche: l esperienza ci stringe attorno ad un filo trasparente che unisce solidarietà e volontariato. Un filo che nasce dalla proposta dell Unione Europea e dell Onu, incoraggiando chi intende impegnarsi al loro fianco, promuovendo il valore del volontariato attraverso contatti diretti tra il mondo dell associazionismo e la Comunità. Perciò, in occasione dell Anno Europeo del Volontariato, questo filo è riuscito ad avvolgere in un unico progetto: Alpini, Vigili del Fuoco, Nuvola, Corpo Volontari, Croce Rossa, Croce Bianca, associazioni culturali, sportive, ricreative, associazioni del sociale e della solidarietà, donne rurali, il mondo dei bambini, dei giovani e degli anziani, gruppi e singoli volontari. E non poteva certo mancare l'attiva partecipazione delle Casse Rurali della Val di Non quale sponsor di un progetto così ricco di spunti di cooperazione tra mondi diversi. Ha inoltre preso vita un progetto nato dall idea di realizzare un portale internet per le associazioni istituito sul sito della Comunità di Valle, uno strumento pratico, dove sviluppare i propri contatti e promuovere la reciproca conoscenza, gli scambi e le collaborazioni: un vero luogo di idee. Infine, la mostra e gli eventi (appuntamenti di approfondimento e situazioni di aggregazione) collegati al mese del volontariato anaune hanno costituito momenti di un percorso entusiasmante che ha così avvicinato la comunità al mondo della solidarietà. L inaugurazione della manifestazione Con il cuore, con le mani.

16 16 ASSOCIAZIONI Educare per crescere Educazione: processo e attività, influenzata dai diversi periodi storici dalle varie culture, volta allo sviluppo e alla formazione di conoscenze e facoltà mentali, sociali e comportamentali dell'individuo. Ecco come la definizione stessa di educazione inquadra il contenuto del corso promosso dalla Comunità della Val di Non e rivolto a genitori che quotidianamente si inpegnano nella difficile arte della formazione. Il giovane d'oggi necessita di un confronto continuo con il padre e la madre, essendo soggetto ad un sovraccarico d'informazione, elemento critico nella fase della sua crescita. Il percorso "L'arte di educare" intendeva perciò creare uno spazio dove mettere a confronto genitori ed insegnanti lungo un ciclo di tre incontri. Educare attraverso insegnamenti efficaci, il fine dell'educazione nella relazione con figli e alunni, lo sviluppo delle abilità nella vita quotidiana, costituiscono gli strumenti di un concreto avvicinamento al mondo giovanile. Da sottolineare come un'opportunità di confronto sia stata messa a disposizione del pubblico ad un prezzo assolutamente popolare, grazie anche al contributo della nostra Cassa Rurale che ha dimezzato la quota di partecipazione delle coppie di genitori interessati. "I ragazzi, spiega Alessia Bonini, docente del corso, non rispondono più alle metodiche passate e diventa dunque necessario adottare una nuova abilità di educazione". Pertanto, lo sviluppo di una personalità abile a recepire e interpretare, senza vincoli generazionali, il cambiamento della società presente e di quella futura rappresentata proprio dai ragazzi, risulta fondamentale per capire verso quale direzione ci stiamo muovendo.

17 17 GIOVANI E SCUOLA I nostri ragazzi entrano in Europa I Ragazzi dell Europa premiati dal Direttore e dal cantautore Anansi. Grande successo per la decima edizione di Ragazzi dell Europa, progetto promosso dalla Cassa Rurale, mercoledì 23 novembre presso la Sala Polifunzionale del Centro Direzionale di Cles. La serata è stata aperta con i saluti del Consigliere Silvio Mucchi che ha confermato la volontà di sostenere la progettualità giovanile. Successivamente il Direttore generale, Massimo Pinamonti, ha spiegato che Ragazzi dell Europa nasce dalla volontà della Cassa Rurale di premiare chi investe nel proprio futuro. Dal 2002 ad oggi la Cassa Rurale ha premiato più di 500 studenti delle Scuole Medie, delle Scuole Superiori e dell Università, distribuendo complessivamente quasi euro in premi-studio legati a periodi di studio all estero. La parola è quindi passata al Presidente della Comunità di Valle, Sergio Menapace, accompagnato dall Assessore all Associazionismo e Volontariato Carmen Noldin, il quale ha ringraziato tutti gli enti che sostengono lo sviluppo di capacità innovative e il confronto con realtà lontane. Agendo sul Territorio in maniera responsabile nei confronti dei giovani si genera un processo virtuoso affinché i giovani riportino in Valle conoscenze ed esperienze acquisite all estero. La professoressa Cristina Lostorto, rappresentante del Liceo Russel di Cles, impegnata da anni a coordinare i progetti di scambi linguistici dell Istituto, ha concluso la prima parte dell'incontro. La serata è entrata nel vivo con Patrizia Orsingher, speaker di Radio NBC, che ha dato il via al concerto del cantautore trentino Anansi, protagonista al Festival di Sanremo La voce del cantautore reggae ha emozionato il pubblico in sala e la sua capacità di confrontarsi con i giovani ha confermato una preparazione intellettuale e un impegno sociale non indifferenti. La serata si è conclusa con la consegna dei premi-studio e la foto ricordo. NOTE SUL PROGETTO Ben 49 ragazzi hanno aderito all iniziativa Ragazzi dell Europa e hanno ritirato il premio-studio messo a disposizione dalla Cassa Rurale per chi ha vissuto, durante l anno 2011, un esperienza di studio all estero, con l obiettivo di imparare o perfezionare una lingua straniera. I ragazzi sono iscritti alle Scuole Medie, Scuole Superiori e all Università, questi ultimi tornati in Italia dopo un periodo di studio all estero. La Cassa Rurale ha deciso di investire su di loro, promuovendo e sostenendo progetti formativi rivolti all apprendimento di una lingua straniera, utili per lo studente non soltanto nell attuale percorso scolastico, bensì nell inserimento nel mondo del lavoro. Di seguito i nomi dei ragazzi premiati dalla Cassa Rurale: Studenti Scuole Medie e Superiori Agosti Alice, Andreis Paolo Andrea, Battistini Giulia, Bentivoglio Denise, Biliotti Jacopo, Bortolameolli Michele, Cattani Federico, Chini Silvia, Daldoss Daniele, Dalpiaz Jacopo, Di Risio Francesco, Endrizzi Carlo, Gentilini Elena, Grandi Alessandro, Iob Damiano, Leonardi Diletta, Leonardi Viviana, Lorenzoni Ilaria, Malfatti Pietro, Martini Giulia, Mascotti Michele, Odorizzi Giada, Osele Gianluca, Ossanna Claudio, Pezzin Alessandro, Piffer Luca, Pilati Lorenzo, Preti Laura, Ramus Gabriele, Rensi Olga, Salsano Veronica, Stablum Andrea, Zadra Maddalena, Zanon Sofia, Zanotelli Camilla. Studenti Università Belleli Alessandro, Berti Tanya, Cattani Giulia, Cova Maddalena, Fabiano Sara, Ferrari Federico, Ferro Roberto, Fondriest Gianluca, Keller Elisa, Menapace Matteo, Modenese Giulia, Paoli Linda, Sampieri Arianna, Zambiasi Elisa.

18 18 GIOVANI E SCUOLA Campus Job Trainer: agire in team Job Trainer La nostra Cassa Rurale è impegnata nel progetto formativo Job Trainer, un iniziativa promossa da alcune Casse Rurali Trentine, da Asdir (Associazione direttori Casse Rurali Trentine) e da Formazione Lavoro. Il progetto, rivolto a neolaureati e laureandi, si articola su tre giorni con prove intensive di formazione. Un vero e proprio Campus con l obiettivo di fornire conoscenze ed elementi importanti per lo sviluppo professionale ed umano. Le attività comprendono percorsi sia di gruppo che individuali e si svolgono durante tutto l'arco della giornata: dal mattino fino a tarda sera. Queste attività formative hanno lo scopo di far acquisire maggiore sicurezza personale, imparare a definire obiettivi concreti, prendere decisioni, capire cosa significa lavorare in gruppo. Una proposta innovativa, un occasione per mettersi alla prova. All ultima sessione tenutasi nel mese di ottobre ha partecipato il nostro cliente Gianluca Fondriest. L anno 2012 prevede la rinnovata adesione al progetto da parte della Cassa Rurale. Si invitano perciò gli eventuali interessati a richiedere informazioni presso le nostre Filiali. Dal 28 al 30 ottobre 2011 ho potuto partecipare, grazie alla borsa di studio concessa dalla Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non, a un Master intensivo di tre giornate in Toscana organizzato da Job Trainer con l obiettivo di avvicinare i giovani al mondo del lavoro. Alloggiato in un agriturismo immerso nelle colline attorno a Volterra, ogni partecipante del gruppo composto da 20 laureandi e neolaureati provenienti dalle varie Casse Rurali trentine ha avuto l opportunità di accrescere la propria motivazione, di imparare a prendere decisioni e lavorare in team, di acquisire chiarezza e sicurezza nel perseguire i propri obiettivi professionali grazie ai consigli di docenti esperti e Il gurppo di studenti trentini impegnati nel master. Gianluca Fondriet con il diploma di parteciapazione. testimonial scelti fra l eccellenza dei giovani imprenditori trentini. Il Campus era strutturato in maniera intensiva durante le tre giornate, con sessioni di lavoro al mattino, pomeriggio e sera e prove pratiche in cui testare le tecniche adottate. Per ogni tema di lavoro era prevista una parte formativa in aula e una parte outdoor, che si è rivelata particolarmente divertente ed efficace. Di norma, a conclusione di ogni sessione di lavoro seguiva un test di valutazione che permetteva a ogni partecipante di conoscere, attraverso i feedback dei compagni, quali e quante delle proprie caratteristiche personali venissero riconosciute dagli altri, ossia quanto di se stessi si riesca a trasmettere a chi lavora con noi. Non sono mancati momenti di socializzazione fra i partecipanti provenienti da un po tutto il territorio trentino, culminati con la visita fuori programma al centro storico di Volterra prima del viaggio di ritorno verso casa. Gianluca Fondriest

19 19 GIOVANI E SCUOLA Le Cooperative scolastiche all Enaip Sono quattro le Associazioni Cooperative scolastiche organizzate quest anno presso il Centro di Formazione professionale ENAIP di Cles. Grazie alla collaborazione con l Ufficio Educazione Cooperativa di Federazione Trentina della Cooperazione, gli studenti hanno così potuto approfondire vari aspetti del mondo cooperativo, migliorando la capacità di lavorare in gruppo. Le Cooperative scolastiche sono state tenute a battesimo dalla Cassa Rurale presso il Centro di Formazione Professionale Enaip di Cles. I Soci delle classi 2 elettrici e 2 meccanici potranno così avvicinarsi alla Cassa Rurale e al mondo della Cooperazione Trentina e dei suoi valori dando mostra nel contempo al Territorio delle loro competenze professionali. Tra le attività in programma la partecipazione alle fiere di settore sul Territorio. Parte degli utili realizzati dai giovani Soci sarà devoluta in progetti di solidarietà. Una cooperativa scolasctica delle E.N.A.I.P. La scuola cresce con la Cassa La nostra scuola come ponte verso il futuro. Questo lo spirito che da sempre anima la Cassa Rurale nel supportare lodevoli iniziative editoriali che vedono lavorare fianco a fianco allievi e docenti. Un percorso di crescita comune, gestito in spazi ulteriormente dinamici rispetto alla canonica lezione in classe, dove il giovane può costruire da zero uno strumento d informazione, apportando il proprio estro e sviluppando la propria fantasia. Ne sono un riuscito esempio l annuario scolastico dell Istituto Tecnico C.A. Pilati, il giornalino scolastico 100 metri sopra il Polo del CFP Enaip di Cles e il primo annuario scolastico del Liceo Russel di Cles, pubblicato lo scorso autunno, progetti giunti a buon fine attraverso l impegno e la costanza dimostrati dagli autori e dai dirigenti scolastici. E proprio in un ottica di sostegno alla creatività che nasce tra i banchi, rendendosi così portavoce del pensiero dei nostri ragazzi, la Cassa Rurale intende attestare la propria disponibilità al sostegno di questi ottimi modelli di cooperazione giovane.

20 GIOVANI E SCUOLA Il laboratorio di danza creativa sono strutturati i progetti, dalla voce diretta dell insegnante Natascia Belsito: I bambini della Scuola Elementare di Cles impegnati nel laboratorio di danza. L esperienza positiva dello scorso anno scolastico, quando la Cassa Rurale aveva finanziato con successo un corso di danza creativa presso la Scuola Elementare di Campodenno, ci ha convinti della bontà del progetto e ci ha permesso di accettare la richiesta della Scuola Elementare di Cles, per l attivazione di nuovi laboratori didattici sulla danza. Di seguito vediamo da vicino come Il laboratorio che propongo ha come finalità quella di introdurre i bambini nel mondo della danza. La danza è un'arte che coinvolge allo stesso tempo corpo, mente ed emozioni, è un linguaggio completo che incoraggia l'esplorazione, l'espressività e la comunicazione. Accresce il potenziale fisico\comunicativo stimolando l'ascolto e l'osservazione di sé e del gruppo e aiuta a sviluppare autostima e iniziativa. Le lezioni prevedono una parte di esercizi che uniscono organizzazione del movimento e spontaneità, questi volgono allo sviluppo di coordinazione, forza, elasticità e reattività, la creazione di piccole partiture co-reografiche create dai bambini e da me portano a stimolare la memoria, la creatività e l'espressività. Il lavoro gravita attraverso uno studio sullo spazio, il tempo e la dinamica che sono i principali elementi della danza. L'approccio è sensibile e rende il percorso accessibile a tutti, si basa sulla cooperazione e non sulla competizione, cerco di stimolare il confronto e la condivisione in un ambiente rispettoso delle diversità stimolando e prendendo spunto dalle loro potenzialità creative, li spingo a raccontare e raccontarsi attraverso la loro danza. 20

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli