CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO TRASPORTI IN FAVORE DEI BAMBINI ISCRITTI AI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI (ASILI NIDO E SPAZIO-GIOCO)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO TRASPORTI IN FAVORE DEI BAMBINI ISCRITTI AI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI (ASILI NIDO E SPAZIO-GIOCO)"

Transcript

1 Allegato: B Comune di Novara CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO TRASPORTI IN FAVORE DEI BAMBINI ISCRITTI AI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI (ASILI NIDO E SPAZIO-GIOCO) PERIODO: dal al 31/07/2016 Art. 1 - OGGETTO DELL'AFFIDAMENTO L'affidamento ha per oggetto la gestione del servizio di trasporto in favore dei bambini iscritti ai servizi socio-educativi (asili nido e spazi-gioco) situati nel territorio comunale di Novara, fra cui anche disabili, e relativi accompagnatori, fra tali servizi ed altri luoghi previsti dall organizzazione educativa (piscine, musei, biblioteche, sedi sanitarie,.), secondo le esigenze manifestate dall Unità Asili-Nido dei Servizi Socio-Educativi del Comune di Novara (art.4). Art. 2 - DURATA DELL AFFIDAMENTO La durata dell affidamento è stabilita dal al Allo scadere del contratto, l'impresa affidataria è tenuta, nel rispetto delle modalità e dei termini previsti dalle norme vigenti, all eventuale proroga del rapporto alle medesime condizioni, modalità e prezzi fissati nel contratto, per il tempo che dovesse rendersi necessario fino al completamento della procedura per l individuazione del successivo affidatario. Art. 3 VALORE DELL AFFIDAMENTO L importo presunto per l affidamento, per il periodo al , è stimato in ,00 al netto dell IVA (10%) con un costo unitario a corsa equivalente di 17,00 (al netto dell IVA) di cui ,00 soggetti a ribasso ed 35,00 per oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso. Art. 4 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO 4.1 Il servizio di cui al presente capitolato consiste nel trasporto dei bambini, fra cui anche disabili, dai servizi socio-educativi frequentati verso gli altri luoghi previsti dall organizzazione educativa (piscine, musei, biblioteche, sedi sanitarie, ) e viceversa. Il servizio si svolgerà esclusivamente nel territorio del Comune di Novara e dovrà essere espletato in conformità e nel pieno rispetto di tutte le norme di legge e regolamentari che disciplinano il trasporto di persone e, nella fattispecie, dei bambini disabili, e di tutte le clausole contenute nel presente capitolato. Il trasporto riguarderà anche gli assistenti accompagnatori messi a disposizione del Comune e/o i familiari dei bambini (o loro delegati), secondo quanto disposto dal Comune stesso. 4.2 L Impresa affidataria dovrà attuare il servizio nel massimo rispetto degli utenti, in particolare: a) assicurandosi che il trasporto avvenga sempre in presenza dell accompagnatore messo a disposizione del Comune o di un familiare del bambino, avvertendo tempestivamente l Unità Asili Nido qualora si rilevi la mancanza dell accompagnatore stesso; b) supportando l accompagnatore in caso di necessità, specialmente in presenza di bambini disabili in situazione di particolare gravità; c) portando la massima attenzione ai bambini durante la salita e discesa dal mezzo; Pagina 1 su 9

2 d) assicurando i bambini con i sistemi di ritenuta di sicurezza di cui all art.5 e senza mai lasciarli privi di sorveglianza e assistenza; e) assicurandosi che, al momento di ingresso nell asilo nido, questo sia aperto all'accoglienza e che il personale addetto prenda in consegna il bambino, il quale non deve mai essere lasciato privo di sorveglianza e assistenza; f) assicurandosi, altresì, che ciò avvenga all arrivo presso ogni destinazione; g) garantendo in ogni fase del viaggio (salita, viaggio e discesa) un adeguato aiuto nel trasportare e sistemare a bordo eventuali bagagli, in modo che non ci siano danni né disagi. Anche se talune delle operazioni sopra elencate saranno di competenza dell'accompagnatore addetto al servizio messo a disposizione del Comune o del familiare, l autista dovrà comunque prestare attenzione continua ai bambini tenendo la massima prudenza durante la guida e assicurandosi che abbiano sul mezzo di trasporto posizionamento adeguato e corretto. 4.3 I giorni di effettuazione del servizio di trasporto saranno quelli del calendario fissato dall Unità Asili Nido dei Servizi Socio-Educativi dei Comune di Novara: indicativamente da metà settembre a fine luglio, dal lunedì al sabato per le corse di andata e ritorno in orario antimeridiano e pomeridiano, nell'arco temporale normalmente tra le ore 8.00 e le e saltuariamente anche tra le ore e le L'Impresa affidataria dovrà sempre rispettare gli orari stabiliti dall Unità Asili Nido. 4.4 Il numero di corse potrà variare da un giorno all altro; in via preventiva e orientativa si prevedono n. 950 (novecentocinquanta) corse equivalenti da effettuarsi nel periodo di affidamento. Il concetto di corsa equivalente è specificato all art Il numero delle corse sopra riportate è puramente indicativo, con una variabilità massima più o meno 20% rispetto al totale; qualora si oltrepassasse tale percentuale, il corrispettivo potrà essere rinegoziato fra le parti. 4.5 I percorsi e gli orari potranno variare, nel corso dell'appalto, prolungandosi o riducendosi, a seconda delle necessità che si presenteranno in relazione a possibili rinunce o a nuovi iscritti o a specifici progetti didattici; il Comune di Novara, non appena possibile, fornirà un calendario da affinarsi nel corso dell anno e garantendo sempre comunque la prenotazione delle corse non programmate con almeno due giorni di anticipo, fatte salvo eventuali richieste per emergenze. Il Servizio, per cause di forza maggiore, si riserva di disdire il trasporto prenotato nella giornata stessa in cui deve essere effettuato. Art. 5 - MEZZI IMPIEGATI E SISTEMI DI RITENUTA 5.1 L'Impresa affidataria dovrà svolgere i servizi con l'utilizzo di mezzi propri o in propria disponibilità. I mezzi dovranno essere mantenuti in perfette condizioni di pulizia sia all'interno che all'esterno, dovranno essere a norma di legge e in regola con le revisioni, nonché con la normativa in materia di circolazione stradale e servizio di trasporto persone in condizioni di disabilità per conto terzi. 5.2 In ogni caso, anche se si trattasse di taxi o mezzi NCC (noleggio con conducente), i mezzi dovranno essere provvisti di sistemi di ritenuta per bambini (SRB o CRS Child Restraint Systems) con seggiolini e adattatori omologati secondo le norme ECE R44-03 oppure 04 dei Gruppi 0+ e 1, da utilizzarsi rispettivamente a seconda dell età e del peso del bambino da trasportare. I veicoli e i sistemi di ritenuta dovranno essere conformi a quanto dichiarato dall Impresa affidataria; in particolare dovrà sempre essere adottato il sistema ISOFIX. qualora si riscontrasse il non utilizzo o l utilizzo improprio dei sopracitati sistemi di ritenuta o l utilizzo di sistemi difettosi o danneggiati o non rispondenti ai requisiti di cui sopra, l Impresa affidataria incorrerà nelle penalità di cui all art.15. Il bambino non dovrà mai essere collocato sul sedile anteriore del veicolo e, se di peso inferiore a 9 kg, dovrà sempre essere trasportato in senso contrario alla marcia del veicolo: la violazione di questa regola assoggetterà l Impresa affidataria alle penali di cui all art Si prevede l impegno: - di una solo autovettura Pagina 2 su 9

3 - di due autovetture in contemporanea - di un pulmino attrezzato con almeno sei posti bimbo + tre posti per gli accompagnatori - di un pulmino + due autovetture in contemporanea 5.4 Ai fini della definizione del corrispettivo (art.11), si introduce il concetto di corse equivalenti : ogni corsa svolta con autovettura è pari a una corsa equivalente mentre ogni corsa svolta con pullmino è equiparata a due corse equivalenti. Le corse equivalenti consuntivate saranno perciò pari alla somma del numero di corse svolte con autovettura più il doppio del numero di corse svolte con pullmino. 5.5 L elenco dei mezzi utilizzati, comprensivo di dati tecnici (modello, targa, anno di prima immatricolazione, posti totali a cui sedere) e l elenco dei sistemi di ritenuta utilizzati, anch esso comprensivo di dati tecnici, dovrà essere trasmesso all Unità Asili-Nido del Comune di Novara prima dell effettuazione del servizio; parimenti ogni modifica ai due elenchi dovrà essere comunicata in anticipo. Qualora, a causa di guasti, revisioni o altre anomalie non imputabili al Comune di Novara, l Impresa affidataria non potesse far fronte al servizio con i mezzi e/o con i sistemi di ritenuta indicati in sede di aggiudicazione del servizio, essa dovrà provvedere tempestivamente alla sostituzione con altri di caratteristiche analoghe, tenendo presente che l interruzione del servizio o l effettuazione del servizio con mezzi e/o con sistemi di ritenuta inidonei potrà determinare l applicazione di penalità (art.15). Art. 6 - REQUISITI DEL PERSONALE 6.1. Le attività di cui ai precedenti punti dovranno essere svolte dall'impresa affidataria con personale in possesso di tutti i requisiti tecnico-professionali abilitanti e di idoneità psico-fisica previsti dalle vigenti normative per lo svolgimento del servizio in oggetto. In particolare, per tutti gli itinerari previsti l'impresa dovrà garantire per ogni mezzo la presenza di un autista in possesso di patente idonea al mezzo utilizzato e dovrà accertarsi della presenza del/degli operatore/i accompagnatore/i messi a disposizione da parte del Comune. Durante il servizio non è ammessa la presenza di altri passeggeri. Durante il servizio il conducente dovrà essere munito di telefono cellulare, da utilizzare comunque nelle modalità compatibili con la normativa vigente. Il personale assegnato al servizio dovrà effettuare le prestazioni di propria competenza con diligenza tenendo una condotta irreprensibile nei confronti degli utenti (bambini ed accompagnatori); dovrà altresì osservare scrupolosamente il segreto d'ufficio e il dovere di riservatezza relativamente a tutto ciò di cui viene a conoscenza nel rapporto con i bambini e le loro famiglie. 6.2 L'Impresa affidataria dovrà individuare un responsabile reperibile negli orari di svolgimento del servizio per i contatti con l Unità Asili Nido del Comune di Novara. L Impresa, sulla base delle domande di accesso al servizio che saranno acquisite e comunicate dal Comune e trasmesse nelle forme e con le modalità da concordarsi, dovrà effettuare i propri percorsi rispettando i parametri indicati nel capitolato e facendo in modo che il tempo di permanenza dei bambini a bordo degli automezzi sia accettabile in rapporto alla distanza origine-destinazione. L'attivazione effettiva dei percorsi, sulla base della proposta avanzata dall'impresa affidataria, è subordinata alla validazione della proposta stessa entro quindici giorni da parte dell'amministrazione tramite comunicazione scritta del Responsabile dell Unità Asili Nido. Art. 7 - OBBLIGHI DELL'IMPRESA AFFIDATARIA 7.1 L'Impresa affidataria, con riferimento all'esecuzione e alle modalità del servizio, dovrà: o garantire il regolare e puntuale adempimento del servizio organizzando il proprio personale e il parco mezzi necessario assumendo direttamente ogni e qualunque rischio di impresa; o svolgere il servizio rispettando le leggi e i regolamenti in vigore per il servizio oggetto d'appalto; o garantire la riservatezza delle informazioni riferite alle persone che fruiranno del servizio e rispettare tutte le vigenti normative in materia di trattamento dati, come specificato all art L'Impresa affidataria dovrà fornire all Amministrazione Comunale tutti i dati necessari e richiesti Pagina 3 su 9

4 dopo l aggiudicazione e prima dell inizio dei lavori, e precisamente: elenco del personale utilizzato; elenco dei veicoli utilizzati; analisi dei rischi introdotti nelle sedi oggetto del servizio dall attività propria dell appaltatore; dati dell appaltatore; compilando i modelli predisposti; 7.3 Con riferimento al personale utilizzato nel servizio, l Impresa dovrà: o utilizzare personale di assoluta fiducia e in possesso di tutti i requisiti tecnico-professionali previsti dalle vigenti normative; o rispettare tutte le norme e gli obblighi retributivi previsti dai contratti collettivi di lavoro di settore vigenti nel tempo e dagli eventuali accordi locali integrativi degli stessi, relativi alla località in cui si svolge l'attività nonché ad assolvere tutti gli obblighi contributivi, previdenziali, antinfortunistici, assistenziali assicurativi derivanti dalle vigenti normative in materia di tutela del lavoro e di assicurazioni sociali, assumendo a proprio carico tutti gli oneri per cui nessun rapporto diretto con l'amministrazione Comunale potrà mai essere configurato; in caso di inottemperanza accertata dal Comune o ad esso segnalata dall'ispettorato del Lavoro, si procederà alla sospensione del pagamento delle fatture, destinando le somme così accantonate a garanzia degli adempimenti degli obblighi di cui sopra; l'impresa, per la sospensione di cui sopra, non potrà opporre eccezione al Comune, né titolo al risarcimento danni; o osservare tutte le norme in materia di sicurezza sul lavoro; o garantire nel possibile la stabilità del personale impiegato, limitando il turn-over al tempo minimo indispensabile per assicurare efficienza e standard qualitativo costante al servizio, provvedendo anche all'immediata eventuale sostituzione per ferie, malattia o altro motivo di assenza del personale, da comunicare comunque tempestivamente all'unità Asili-Nido del Comune; il Comune, a proprio insindacabile giudizio, potrà chiedere per iscritto la sospensione dal servizio del personale ritenuto non idoneo nell'espletamento dello stesso: l'impresa dovrà provvedere alla sostituzione entro e non oltre cinque giorni dal ricevimento della comunicazione; o in caso di sciopero del proprio personale o di eventi che possano interrompere o influire in modo sostanziale sul normale espletamento del servizio, l'impresa affidataria dovrà darne comunicazione scritta preventiva e tempestiva all Unità Asili Nido del Comune; o l'elenco nominativo del personale dipendente dell'impresa affidataria assegnato ai servizi oggetto del presente appalto dovrà essere comunicato all'ente affidante almeno dieci giorni prima dell'inizio del primo anno scolastico oggetto di affidamento. Nel corso della durata del contratto, eventuali modifiche del personale, anche se temporanee, dovranno essere comunicate. 7.4 L'Impresa affidataria sarà considerata responsabile dei danni che, per fatto suo, del suo personale (inclusi soci, volontari e altri collaboratori o prestatori di lavoro, dipendenti e non, di cui l'impresa si avvalga), dei suoi mezzi o per mancate previdenze venissero arrecati agli utenti, persone e cose, sia del Comune che di terzi, durante il periodo contrattuale, tenendo al riguardo sollevata l'amministrazione Comunale, che sarà inserita nel novero dei terzi, da ogni responsabilità ed onere. A tal fine l'impresa, con effetti dalla data di decorrenza dell'appalto, dovrà stipulare con primario assicuratore (e mantenere in vigore per tutta la durata del presente contratto, suoi rinnovi e/o proroghe) un'adeguata copertura assicurativa dei rischi inerenti il servizio affidato contro i rischi di: a) Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) per danni arrecati a terzi (tra cui l'amministrazione Comunale) in conseguenza di fatti verificati in relazione all'attività svolta, comprese tutte le operazioni di attività inerenti, accessorie e complementari, nessuna esclusa né eccettuata, con massimale minimo per sinistro ,00 unico per sinistro senza alcun sottolimite di risarcimento; b) Responsabilità Civile verso Prestatori di Lavoro (RCO) per infortuni sofferti da Prestatori di lavoro addetti all'attività svolta (inclusi soci, volontari e altri collaboratori o prestatori di lavoro, dipendenti e non, di cui l'impresa affidataria si avvalga), comprese tutte le operazioni di attività Pagina 4 su 9

5 inerenti, accessorie e complementari, nessuna esclusa né eccettuata, con massimale minimo di ,00 per sinistro e di ,00 per persona danneggiata; c) Responsabilità Civile Auto (RCA) per danni a cose o persone (inclusi i trasportati), in conseguenza della circolazione di veicoli posseduti e/o utilizzati dall Impresa affidataria per l esecuzione del presente contratto, con massimale unico di garanzia non inferiore a ,00. Copia delle polizze e delle eventuali successive variazioni o appendici dovrà essere trasmessa all'amministrazione Comunale prima dell'inizio del servizio. L'operatività o meno delle coperture assicurative predette, così come l'eventuale approvazione espressa dall'amministrazione sull'assicuratore prescelto dall'impresa affidataria - non esonerano l'impresa stessa dalle responsabilità di qualsiasi genere su di essa incombenti né dal rispondere di quanto non coperto in tutto o in parte - dalle suddette coperture assicurative, avendo esse solo lo scopo di ulteriore garanzia. Tutti gli oneri assicurativi, antinfortunistici, assistenziali e previdenziali, relativi al personale addetto ai servizi in appalto, sono a carico dell'affidatario il quale ne è il solo responsabile anche in deroga alle norme che disponessero l'obbligo del pagamento delle spese a carico del Comune o in solido con il Comune, con esclusione di ogni diritto di rivalsa. Eventuali differenze di risarcimento derivanti dal superamento dei massimali assicurati saranno a carico dell aggiudicataria. In nessun caso potranno essere richiesti al Comune di Novara risarcimenti per danni a persone o a cose occorsi a causa del trasporto in oggetto. 7.5 L'Impresa affidataria deve essere a conoscenza di quanto previsto dal combinato disposto dell art. 53, comma 16- ter del D.Lgs. n. 165/2001 e dell art. 21 del D.Lgs. n. 39/2013: Art. 8 - SICUREZZA (D.LGS. 81/2008 e s.m.i.) L'Impresa affidataria dovrà presentare un'autocertificazione in cui attestare l adempimento a tutti gli obblighi previsti dalla vigente normativa in materia di sicurezza sul lavoro; in particolare l'impresa, per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, dovrà rispettare ed applicare quanto previsto dal D.Lgs.81/2008 e s.m.i. e quanto riportato sull Allegato al capitolato d appalto (Art.26 D.Lgs. n. 81/2008 smi) contenente anche l indicazione dei Costi per la sicurezza. I costi per la sicurezza vengono quantificati in 35,00. Art. 9 - TRATTAMENTO DATI PERSONALI (D.Lgs. 196/2003) Ai sensi del D.Lgs.196/03 il Comune di Novara è titolare del trattamento dei dati personali connessi al servizio di trasporto dei bambini con e senza disabilità. L'Impresa, in quanto affidataria del servizio, sarà responsabile esterna del trattamento e a tal fine indicherà, contestualmente alla sottoscrizione del contratto, il/la sig./ra in possesso nei necessari requisiti di esperienza, capacità, affidabilità idonee a garantire il pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia, ivi compreso il profilo di sicurezza, quale responsabile del trattamento dati; il predetto Responsabile: - opererà nel rispetto delle vigenti disposizioni normative; - dovrà designare gli incaricati ai sensi dell'art.30 D.Lgs.196/03 e fornire loro le relative istruzioni; - consegnerà all'amministrazione Comunale copia della designazione degli incaricati; - provvederà ad abilitare e disabilitare gli incaricati secondo le prescrizioni del D.Lgs.196/03. L'Impresa affidataria, il Responsabile esterno e gli incaricati, procederanno al trattamento dei dati attenendosi alle istruzioni di seguito previste o di quelle successivamente impartite dall'amministrazione Comunale formalmente o verbalmente; in ogni caso: a) non potranno essere comunicati dati sensibili, particolari o di natura giudiziaria, di cui gli operatori dell'impresa affidataria siano venuti a conoscenza; b) i dati personali comuni dovranno essere trattati esclusivamente ai fini del corretto espletamento del servizio affidato e nel pieno rispetto della vigente normativa in materia di riservatezza; c) dovranno essere adottate le opportune misure atte a garantire la sicurezza dei dati di cui è ammesso il trattamento sia detenuti in formato elettronico, sia cartaceo; d) non potranno essere diffusi dati se non in forma anonima; e) i dati dovranno essere conservati per il tempo strettamente necessario connesso esclusivamente alla gestione del servizio oggetto di affidamento. Pagina 5 su 9

6 Art. 10 CESSIONE DI CONTRATTO E DI CREDITO, SUBAFFIDAMENTO 10.1 A pena di nullità, è vietato all'impresa affidataria cedere il contratto di cui al presente appalto salvo quanto previsto dall'art.51 per le vicende soggettive del candidato, dell'offerente e dell'affidatario e dall'art.116 del D.Lgs.163/2006 per le vicende soggettive dell'esecutore La cessione dei crediti è regolata dall'art.117 del D.Lgs.163/ L Impresa affidataria, qualora, in sede di offerta, abbia dichiarato l intenzione di subaffidare parte del servizio e indicato le parti del servizio da subaffidare (non oltre il 30%), nel rispetto dell'art.118 D.Lgs.163/06, dovrà: - trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti, con l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate; - osservare integralmente quanto previsto dall art.118 c.6 D.Lgs.163/06, essendo responsabile in solido dell'osservanza delle norme, oltre che delle prestazioni e degli obblighi previsti nel presente capitolato, da parte del subaffidatario. Il subaffidamento dovrà essere autorizzato dall'amministrazione con specifico provvedimento, previa verifica del possesso in capo al subaffidatario dei medesimi requisiti di ordine generale nonché dei requisiti di carattere economico-finanziario e tecnico-professionale indicati nel bando di gara. I requisiti di carattere economico-finanziario saranno da verificare in relazione al valore percentuale delle prestazioni che intenderà eseguire rispetto all'importo complessivo dell'affidamento. Art. 11 CORRISPETTIVO 11.1 Il corrispettivo tiene conto di tutte le spese inerenti alla gestione del servizio, quali costi del personale, ammortamento mezzi, manutenzioni, carburante, bollo, assicurazione, rimessamento, ecc, comprese le spese per imprevisti quali la sostituzione mezzi in caso di avarie. Il corrispettivo è forfetariamente comprensivo del rimborso spese per i tempi a vuoto occorrenti per gli spostamenti dei mezzi e del personale addetto dal luogo di deposito alla "prima" fermata per il prelievo e viceversa per il rientro in deposito, e pertanto l Impresa affidataria non potrà richiedere alcun rimborso spese in aggiunta all importo contrattualmente definito né potrà conteggiare i percorsi a vuoto come corse Nel corso della durata contrattuale potranno rendersi necessari aumenti o diminuzioni del servizio, nei limiti del più o meno 20% dell'importo presunto del contratto, secondo il disposto dell'art.11 del RD.2440/1923 e dell'art.120 del RD.827/1924. L Impresa affidataria si impegna a fornire alle condizioni economiche e contrattuali di aggiudicazione quanto ordinato nei predetti limiti. In particolare saranno valutati semestralmente gli scostamenti del numero di corse effettive rispetto a quello della media mensile quale risulta dal calcolo sopra indicato e a tal fine l'impresa affidataria dovrà produrre mensilmente l'attestazione sottoscritta del numero di corse effettuate per permettere i relativi riscontri. L'importo dell'aumento del corrispettivo dovuto sarà calcolato tenendo conto dell'offerta del prezzo unitario a corsa equivalente (definizione in art. 5.4) come risultante dall'offerta di gara Il pagamento del corrispettivo sarà effettuato in rate bimestrali posticipate entro trenta giorni dal ricevimento di regolari fatture e previa verifica dell'effettivo svolgimento del servizio. Il pagamento dell'ultima rata è subordinato alla verifica del corretto adempimento in materia contributiva, assicurativa e infortunistica da parte dell'impresa affidataria. Le fatture dovranno riportare le seguenti indicazioni: ai sensi dell art. 191 del Decreto Legislativo n 2 67/2000: - il numero della determinazione di aggiudicazione; - i riferimenti contabili: centro di costo e numero dell impegno di spesa; ai sensi dell art.3 della Legge n 136/2010: - il codice CIG del lotto - il codice IBAN per poter effettuare il pagamento mediante bonifico bancario e/o postale. Pagina 6 su 9

7 Non sarà possibile procedere alla liquidazione delle fatture che perverranno prive dei suddetti riferimenti. Art REVISIONE DEL CORRISPETTIVO Il corrispettivo di aggiudicazione potrà essere soggetto a revisione annua nei termini di cui all'art.115 D.Lgs.163/06, sulla base di richiesta motivata da parte dell'impresa affidataria recante in allegato la documentazione idonea a giustificare la pretesa e sulla base di istruttoria volta ad accertare il sussistere delle condizioni per la revisione stessa. Art. 13 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI Ai sensi dell art. 3 - commi 7 e 8 - della Legge n. 136/2010 l aggiudicatario si impegna ad assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari connessi all affidamento dell appalto utilizzando uno o più conti correnti bancari o postali, accesi presso banche o presso la società Poste Italiane S.p.A., dedicati, anche se non in via esclusiva, alle commesse pubbliche come prescritto dal comma 1 dello stesso art. 3 della Legge n. 136/2010. L aggiudicatario dovrà inoltre, ai sensi dell art.3 comma 7 della Legge n 136/2010, inviare una comunicazione contenente: gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati alle commesse pubbliche di cui al comma 1; le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi. Art GARANZIE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO A garanzia dell esatto adempimento delle prestazioni e degli obblighi contrattuali, del pagamento delle penali, del risarcimento dei danni e dei maggiori oneri derivanti dall inadempimento, l Impresa affidataria dovrà costituire, ai sensi dell art.113 D.Lgs.163/06 s.m.i. e prima della stipula del contratto, una garanzia sotto forma di cauzione definitiva per un importo pari al 10% del corrispettivo contrattuale dell affidamento così come risulta dall offerta economica presentata in sede di gara. Resta salvo e impregiudicato ogni diritto al risarcimento dell ulteriore danno ove la cauzione non risultasse sufficiente. La cauzione è ridotta al 50% per le imprese certificate ai sensi dell'art.75 del D.Lgs.163/06. In caso di garanzia sotto forma di fidejussione assicurativa, l'impresa di assicurazione dovrà essere tra quelle autorizzate all'esercizio del ramo cauzioni. La garanzia dovrà prevedere espressamente le seguenti condizioni: a) pagamento a semplice richiesta e senza che il garante possa sollevare eccezione alcuna e con l'obbligo di versare la somma richiesta entro il limite dell'importo garantito, entro un termine massimo di quindici giorni consecutivi dalla richiesta scritta dell'amministrazione Comunale, senza che sia necessaria la costituzione in mora da parte di quest'ultima; b) rinuncia del fideiussore al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all'art.1944 del C.C.; c) che l'eventuale mancato pagamento dei premi non sia opponibile all'amministrazione Comunale garantita; d) rinuncia ad eccepire il decorso dei termini di cui all'art.1957 c.2 del C.C. La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa dovranno prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art.1957 c.2, del C.C., nonché l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta dell'amministrazione Comunale. La garanzia fidejussoria garantirà per il mancato od inesatto adempimento di tutti gli obblighi assunti dall Impresa affidataria, anche per quelli a fronte dei quali è prevista l'applicazione di penali: l'amministrazione Comunale, fermo restando quanto previsto al successivo art.13, avrà diritto pertanto di rivalersi direttamente sulla garanzia fidejussoria per l'applicazione delle stesse. Fermo restando quanto previsto dall'art.113 c.3 D.Lgs.163/06, qualora l'ammontare della garanzia dovesse ridursi per effetto dell'applicazione delle penali, o per qualsiasi altra causa, l Impresa Pagina 7 su 9

8 affidataria dovrà provvedere al reintegro entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della relativa richiesta trasmessa dall'amministrazione Comunale. La mancata costituzione della garanzia determinerà la revoca dell'affidamento e l'acquisizione, da parte dell'amministrazione Comunale, della cauzione provvisoria. La garanzia fidejussoria sarà progressivamente svincolata secondo il disposto dell art.113 c.3 D.Lgs.163/06. Art INADEMPIMENTI, PENALI, RISOLUZIONE CONTRATTO, RISARCIMENTO DANNI 15.1 Ogni qualvolta fosse rilevata una qualunque inadempienza rispetto a quanto previsto nel presente capitolato, l Unità Asili Nido invierà comunicazione scritta all Impresa affidataria con specifica motivata delle contestazioni, con richiesta di giustificazioni e con invito a conformarsi immediatamente alle condizioni contrattuali. In caso di contestazione l'impresa affidataria dovrà comunicare le proprie deduzioni all'unità stessa nel termine massimo di cinque giorni dal ricevimento della stessa. Nel caso in cui le giustificazioni addotte non fossero ritenute accoglibili o in caso di mancata risposta o di mancato arrivo nel termine indicato, si applicheranno le seguenti penali: a) in caso di automezzi non idonei o non conformi all elenco trasmesso o non puliti (art.4): penale di 100,00, raddoppiata nel caso ciò abbia ripercussioni sulla sicurezza; b) per violazione delle regole sul sistema di ritenuta e/o sul posizionamento del bambino a bordo del veicolo (art.4): penale di 200,00; c) per mancata effettuazione della corsa: penale di 100,00, salvo i fatti accertati di forza maggiore non dipendenti dall Impresa; d) per inosservanza degli orari pattuiti, salvo fatti accertati di forza maggiore: penale di euro 50,00, raddoppiata qualora ciò comprometta la fruizione dell asilo-nido o dei servizi annessi; e) per eccessivo e ingiustificato tempo di viaggio: penale di 50,00, raddoppiata qualora ciò determini problemi al bambino o ai familiari; f) per comportamento scorretto o sconveniente nei confronti dell utenza, accertato a seguito di contraddittorio: penale di 300,00, salvo che il fatto non costituisca più grave inadempimento; g) per mancato rispetto di ulteriori condizioni di cui al presente capitolato: penale da 100,00 a 300,00, commisurata alla gravità dell'inadempimento contestato soprattutto in relazione alla gravità dell'inadempienza o ai disagi provocati al servizio. I valori massimi delle suddette penali saranno raddoppiati in caso di recidiva. In ogni caso le penalità complessivamente applicabili in un anno non potranno superare il 20% del corrispettivo spettante all Impresa affidataria per il medesimo anno. In caso d'inadempimento dell'impresa affidataria è inoltre prevista la possibilità per l'amministrazione Comunale di acquisire i servizi presso altra ditta in possesso dei necessari requisiti. Il corrispettivo per i servizi in questione o l'importo delle penali applicate potrà essere recuperato dalla stessa Amministrazione mediante corrispondente riduzione sulla liquidazione delle fatture emesse dall'impresa inadempiente. In alternativa l'amministrazione potrà avvalersi della cauzione di cui all'art.14 senza bisogno di diffida, ulteriore accertamento o procedimento giudiziario. La richiesta e/o il pagamento delle penali di cui al presente articolo non esonera in nessun caso l'impresa dall'adempimento dell'obbligazione per la quale si sarà reso inadempiente e che avrà fatto sorgere l'obbligo di pagamento della medesima penale Risoluzione del contratto: In caso di gravi e ripetuti inadempimenti, anche riguardanti fattispecie diverse, l'amministrazione Comunale potrà risolvere il contratto e ritenere definitivamente la cauzione. L'Amministrazione potrà risolvere di diritto il contratto ai sensi dell'art.1456 C.C. previa comunicazione scritta all'impresa affidataria, mediante raccomandata A/R, nei seguenti casi: a) verificarsi, da parte dell'impresa affidataria, in un trimestre, di dieci inadempienze o gravi negligenze verbalizzate riguardo agli obblighi contrattuali, o nel caso di inadempienze normative, retributive, assicurative verso il personale; b) accertata non veridicità del contenuto delle dichiarazioni presentate dall'impresa affidataria; c) sospensione ingiustificata del servizio, anche per una sola volta; d) mancata reintegrazione della cauzione eventualmente escussa nel termine di dieci giorni dalla richiesta da parte dell'amministrazione Comunale; Pagina 8 su 9

9 e) situazioni di fallimento, liquidazione, cessione attività, concordato preventivo o qualsiasi altra situazione equivalente a carico dell'impresa affidataria; f) frode da parte dell'impresa affidataria. Inoltre, costituisce motivo di risoluzione di diritto del contratto ai sensi dell art del Codice Civile la violazione degli obblighi di cui al DPR 16 aprile 2013 n Risarcimento danni: L Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di rivalersi degli eventuali danni, materiali e morali, subiti durante l'esecuzione del contratto soprattutto nel caso in cui le inadempienze dovessero comportare rischi per la salute degli utenti oppure determinare l'interruzione del pubblico servizio. In ogni caso di risoluzione anticipata del contratto, per qualsiasi motivo, l'amministrazione, oltre a procedere all'immediata escussione della cauzione prestata dall'impresa affidataria, si riserva di chiedere il risarcimento dei danni subiti. Art FORMA CONTRATTUALE Il contratto sarà stipulato, ai sensi dell'art.11 D.Lgs.163/06, con scrittura privata non autenticata. Il contratto sarà soggetto a registrazione solo in caso d'uso ai sensi dell'art.5 DPR. 2674/86 n Art SPESE ED ONERI CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti il contratto saranno a carico dell'impresa affidataria senza alcuna possibilità di rivalsa nei riguardi dell'amministrazione Comunale. Tali oneri sono: diritti di segreteria, imposta di registro, marche da bollo per la stesura del contratto e qualsiasi altra imposta e tassa secondo le leggi vigenti. Saranno inoltre a carico dell Impresa affidataria le spese derivanti da specifiche richieste relative a particolari modalità di pagamento, come accrediti in c/c bancari o postali. Art CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO La sottoscrizione del capitolato e dei suoi allegati equivale a dichiarazione di perfetta conoscenza degli stessi. L'Impresa affidataria, con la firma del contratto, accetta espressamente e per iscritto, a norma dell art.1341 c.2, tutte le clausole previste nel presente capitolato, nonché le clausole contenute in disposizioni di legge e regolamento nel presente atto richiamate. Art CONTENZIOSO Tutte le controversie e la loro definizione tra le parti, di qualunque natura, sono regolate dalla Parte IV del D.Lgs.163/06. Art RINVIO Per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato, si applicano le disposizioni in materia contenute nella normativa vigente. Pagina 9 su 9

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli