A.A.A.A. ASSOCIAZIONE ASTRONOMICA AMICI DI ARCETRI ONLUS BILANCIO Sede sociale: Firenze, Largo Enrico Fermi 5 Codice Fiscale:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.A.A.A. ASSOCIAZIONE ASTRONOMICA AMICI DI ARCETRI ONLUS BILANCIO 2011. Sede sociale: Firenze, Largo Enrico Fermi 5 Codice Fiscale: 05916820482"

Transcript

1 A.A.A.A. ASSOCIAZIONE ASTRONOMICA AMICI DI ARCETRI ONLUS BILANCIO 2011 Sede sociale: Firenze, Largo Enrico Fermi 5 Codice Fiscale: Presidente Gian Paolo Tozzi Vice Presidente Daniele Galli Tesoriere Francesca Bacciotti

2 SOMMARIO Relazione del Presidente pag. 3 Stato Patrimoniale pag. 6 Determinazione dell avanzo di gestione pag. 7 Rendiconto Finanziario pag. 9 Nota Integrativa pag. 12 Relazione e rendiconto sul preventivo pag. 17 Relazione dei Revisori pag Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

3 RELAZIONE DEL PRESIDENTE Relazione del presidente sul consuntivo Nell esercizio appena concluso l associazione ha proseguito la sua attività volta alla promozione e divulgazione della cultura, in particolare scientifica, valorizzando in modo specifico le scienze astronomiche. Così come previsto dallo statuto, all articolo 2, l attività istituzionale è stata svolta attraverso l organizzazione di corsi e visite guidate, porgendo particolare attenzione alle persone svantaggiate per condizioni economiche, di salute, sociali, quali ad esempio gli immigrati e gli anziani. Prevalente è stata la partecipazione di studenti, di ogni classe ed età, con un significativo contributo delle scuole dell area fiorentina, che hanno accolto tali iniziative quale valido momento educativo nel percorso scolastico. In più occasioni, di seguito citate, sono state promosse ricerche, studi, conferenze e attività educativo-didattiche e sociali a scopo divulgativo, nell'interesse dei soggetti sopra descritti. Come specificato in dettaglio di seguito l associazione ha perseguito esclusivamente finalità di promozione sociale, senza fini di lucro, e anche l occasionale attività commerciale esercitata vendita libri di esiguo importo, è stata svolta nell ambito dell attività istituzionale. Nel 2011 l'associazione ha svolto principalmente le seguenti attività: Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

4 Organizzazione e gestione di visite notturne: in 11 mesi abbiamo avuto circa 170 visite notturne, con un incremento di circa il 50%, rispetto all'anno scorso, di partecipazione e contatti. Anche quest'anno le donazioni offerte durante tali incontri hanno coperto solo parzialmente le spese organizzative, seppure ridotte al minimo, composte in massima parte dai rimborsi spese agli assistenti volontari ( per rifondere le spese del trasferimento all Osservatorio) e dal materiale divulgativo. Organizzazione e gestione di visite diurne per scuole: abbiamo avuto circa 80 visite diurne, per lo più con la partecipazione delle scuole, che hanno portato a quasi 2400 contatti. Purtroppo queste visite tendono a concentrarsi nei mesi marzo-maggio con conseguenti difficoltà organizzative. Da settembre le visite diurne vengono accompagnate dalla nostra collaboratrice M. Bruscoli, quando libera da impegni scolastici, dal personale non-strutturato dell'osservatorio di Arcetri, e in casi di emergenza dal personale strutturato, con un valido contributo volontario di tutti. Chiavi della Città: l'associazione è entrata nel progetto del comune di Firenze denominato Chiavi della Città, un progetto che offre alle scuole primarie le attività didattiche cittadine. Collaborazione con Coop, sezione di Campi Bisenzio: esiste una collaborazione fra Coop e Comune di Campi Bisenzio, da una parte, Osservatorio ed A.A.A.A., dall'altra, per la conduzione di visite diurne all'osservatorio per scuole medie di Campi Bisenzio. Il contributo della Coop è stato di Attività nelle scuole: Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

5 sono state fatte diverse lezioni nelle scuole primarie col planetario portatile Starlab, attività sempre più richiesta in varie sedi. Domeniche al MEYER: ad aprile 2011 A.A.A.A. ha partecipato con il planetario portatile Starlab all iniziativa Domeniche al Meyer. Nel planetario i bambini hanno potuto osservare come cambia il cielo notturno al variare delle stagioni e conoscere i nomi e le storie delle costellazioni. SOTTO UNA NUOVA OTTICA: dal 24 al 29 maggio 2011 l Osservatorio Astrofisico di Arcetri e A.A.A.A. hanno partecipato all evento Sotto una nuova ottica per festeggiare i 150 anni dell ottica in Italia con un percorso didattico e interattivo che dall ottica risorgimentale arrivava all ottica adattiva. LIBRI SOTTO LE STELLE: nel Giugno 2011 A.A.A.A., in collaborazione con la Biblioteca INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri e la Biblioteca delle Oblate di Firenze, ha organizzato l evento Libri sotto le stelle: scrittori e astronomi al Teatro del cielo. L evento, gratuito e organizzato in un ciclo di 4 serate, ognuna dedicata ad un pubblico specifico di adulti o di bambini, ha riscosso un grande successo di presenze. BAMBINEIDE 2011: il 24 Settembre, in collaborazione con l Osservatorio Astrofisico di Arcetri, è stata organizzata la Bambineide Astrokids: in collaborazione con INAF e Le librerie Feltrinelli sono state organizzate delle domeniche astronomiche dedicate ai bambini. Tra gli aspetti negativi, viceversa dobbiamo segnalare come, a causa dei cambiamenti dei regolamenti sugli assegni di Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

6 ricerca, dalla fine di giugno non abbiamo potuto più stanziare un assegno di ricerca cofinanziato. Dal lato delle entrate nel 2011 i finanziamenti delle istituzioni sono purtroppo diminuiti pur rappresentando sempre un supporto fondamentale per il funzionamento dell Associazione: dall'osservatorio di Arcetri sono pervenuti per le spese inerenti la Bambineide e i libri sotto le stelle. Altri 1000, sono pervenuti dall'inaf centrale, per rimborso spese per l'organizzazione di Astrokids. Il CNR ha rimborsato AAAA con 1600 per l'organizzazione di Sotto una nuova Ottica. Una donazione di 1200 è stata versata dalla Coop Sez. Campi Bisenzio come contributo per le visite diurne e un attività occasionale consistente in un corso di aggiornamento insegnanti. Così anche da Istituto Comprensivo di Gavorrano abbiamo ricevuto 1250 quale contributo per l'organizzazione di corsi di aggiornamento insegnanti, esperienze col planetario Starlab e conferenze nelle scuole. Tutti gli altri finanziamenti provengono da donazioni volontarie di persone, scuole o enti in visita all'osservatorio. In merito a quanto programmato nel preventivo dello scorso anno, rileviamo complessivamente maggiori contributi da parte di terzi, essenzialmente con un incremento da parte di organismi e soggetti non istituzionali ( )che hanno compensato la riduzione dei fondi da enti istituzionali. Di converso, le numerose richieste di visite ed incontri, ha prodotto maggiori spese (rimborsi agli assistenti-volontari e materiale a disposizione) per circa euro L avanzo di gestione è risultato quindi maggiore di quanto preventivato. STATO PATRIMONIALE DELL ASSOCIAZIONE Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

7 ATTIVITA' Il prospetto sotto indicato presenta gli elementi patrimoniali rilevati alla fine dell esercizio 2011, raffrontati con i valori dell anno precedente. PASSIVITA' Attrezzatura Varia 3.331, ,76 Dotazione di capitale iniziale 1.250, ,00 Elaboratori 477,90 477,90 Riserva avanzi di gestione anni prec , ,36 Banche , ,33 F.do Amm.to Attrezzatura 2.498, ,88 Cassa 566,75 954,60 F.do Amm.to Elaboratori 358,44 238,96 Rimanenze 815,00 - Altri Fondi Spese 1.867,00 - Debiti vs Erario per rit su redditi lavoro 1.917, ,38 Debiti vs Erario c/irap 1.031,00 - Avanzo d'esercizio 4.998, ,01 TOTALE , ,59 TOTALE , ,59 L attivo di A.A.A.A. Onlus, come emerge dal prospetto di cui sopra, è caratterizzato da alcune attrezzature acquistate nel corso degli anni precedenti necessarie per lo svolgimento dell attività e da rimanenze costituite dai libri in giacenza alla fine dell anno residuati dall attività occasionale di vendita accessoria alle attività istituzionali. L 84% circa delle attività è composto da disponibilità liquide depositate presso la cassa/contanti e presso i due conti correnti accesi presso Poste Italiane Spa e Banca Nazionale del Lavoro, intestati all associazione. L associazione presenta quindi una elevata flessibilità finanziaria. Il passivo è rappresentato dal patrimonio consistente nell apporto dei soci, dalla riserva per gli avanzi di gestione del 2009 e del 2010 accantonata, dai fondi ammortamento dei beni materiali, dal debito erariale per ritenute d acconto in scadenza nel mese di gennaio a fronte di prestazioni ricevute nel mese di dicembre, già versato a mezzo modello F24 al momento della redazione del presente rendiconto, infine il debito verso l Erario per l imposta sulle attività produttive stimato e di competenza dell anno in oggetto ed il fondo accantonamenti per passività potenziali Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

8 DETERMINAZIONE DELL AVANZO DI GESTIONE Di seguito si riporta il prospetto che indica i costi ed i proventi di competenza dell esercizio ottenuti, ponendo l attenzione sulla natura delle fonti. RACCOLTA FONDI Erogazioni Liberali ,56 di cui da associati 160,00 di cui da non associati per donazioni in occasione di visite e manifestazioni ,56 Contributi di associazioni ed enti pubblici/privati ,00 TOTALE ,56 SPESE DI FUNZIONAMENTO Rimborsi spese per prestazioni di lavoro occasionale ,34 Acquisti beni materiali vari di consumo 406,09 Consulenze tecniche e legali 1.028,76 Pubblicità 1.203,95 Oneri diversi di gestione 2.159,26 Accantonamenti Altri Fondi 1.867,00 Ammortamenti 952,42 TOTALE , Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

9 Saldo attività istituzionale 5.129,74 RICAVI E ONERI ACCESSORI Ricavi da Vendita Libri 2.095,50 Rimanenze di libri 815,00 Costi acquisto libri 2.010,93 Saldo attività accessoria 899,57 Imposte di esercizio 1.031,00 AVANZO DI GESTIONE 4.998, Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

10 RENDICONTO FINANZIARIO DELL ASSOCIAZIONE ONERI AL 31/12/2011 RICAVI AL 31/12/2011 Rimborsi spese collab ,34 Contributi ,56 Pubblicità 1.203,95 Ricavi Accessori 2.095,50 Consulenze 1.028,76 Rimanenze 815,00 Oneri diversi di gestione 2.159,26 Beni materiali acquistati 406,09 Acquisto oneri accessori 2.010,93 RISULTATO OPERATIVO 8.453,73 Ammortamenti 952,42 Accantonamenti 1.867,00 Imposte d esercizio 1.031,00 Totale oneri ,7 5 Totale Proventi ,06 Avanzo d esercizio 4.998,3 1 Var. debiti - 815,00 Var. Rimanenze erariali + 89,82 Var. Immobilizz ,42 Var. Altri fondi ,00 Var. Cassa e banca 7.092, Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

11 Dal rendiconto della gestione possiamo notare come nel corso dell anno quanto raccolto in base ai contributi elargiti da enti istituzionali e non costituiscono il 23% delle entrate monetarie; il 72% è provenuto dalle donazioni dei partecipanti alle visite e agli eventi, mentre il residuo 5% è essenzialmente composto da ricavi accessori. Le uscite, viceversa, sono rappresentate in massima parte dalle spese sostenute a fronte dei rimborsi elargiti agli accompagnatori-volontari per il loro trasferimento all Osservatorio in occasione delle visite, lezioni e convegni. Gli oneri diversi di gestione sono invece formati dal materiale utilizzato per le visite (cancelleria, dépliant e varie), da spese di viaggio, di rappresentanza, di assicurazione e commissioni bancarie. Si rileva una diminuzione di circa il 15% delle entrate dovuto principalmente alla riduzione delle erogazioni liberali da parte degli enti pubblici, sbilancio completamente compensato dall associazione grazie alla riduzione delle uscite rispetto all anno precedente pari a circa il 23%. Con il contenimento delle uscite, in particolare con l abolizione della borsa di studio, è stato possibile raggiungere un risultato di gestione positivo anche per l anno Tutti i costi sostenuti e i componenti positivi realizzati, sono stati finalizzati all attuazione dello scopo dell associazione, scopo di solidarietà e promozione sociale così come prescritto dallo Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

12 statuto, promuovendo e valorizzando in modo specifico la scienza e la cultura scientifica e attuando in maniera continuativa iniziative idonee per la divulgazione dell astronomia, con particolare attenzione a categorie di persone svantaggiate per condizioni economiche, di salute, sociali. Si specifica che non è stata svolta alcuna attività commerciale, fatto salvo per l occasionale e saltuaria vendita di libri, peraltro strettamente correlata alle attività istituzionali di promozione della cultura astronomica, con l intento di meglio illustrare quanto trattato durante gli incontri. Il risultato economico di tale attività accessoria è visibilmente esiguo rispetto alle entrate complessive, ed è stato accantonato assieme all avanzo di gestione, facendone intrinsecamente parte, senza alcuna distribuzione, neanche attraverso forme indirette. Occorre precisare che tale attività, data la natura, è da considerarsi connessa direttamente all esercizio dell attività istituzionale ed è stata caratterizzata dall assenza di corrispettivi specifici, senza quindi un prezzo prestabilito, viceversa determinato dalla sensibilità e generosità dei partecipanti. Pertanto rappresenta un attività secondaria e strumentale, finalizzata alla divulgazione della cultura e secondariamente a procurare strumenti economici utili e necessari al diretto conseguimento dello scopo associativo e culturale. Tutti gli avanzi di gestione degli anni passati sono stati destinati all associazione e alle sue attività. Vi propongo quindi di approvare il presente rendiconto consuntivo della gestione finanziaria accantonando l avanzo di gestione risultante a incremento della dotazione dell associazione, nonché il bilancio formalmente redatto. Firenze, IL PRESIDENTE Gian Paolo TOZZI Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

13 Associazione Astronomica Amici di Arcetri ONLUS Sede Legale Largo Enrico Fermi 5 - FIRENZE Codice Fiscale n NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO E AL RENDICONTO DI ESERCIZIO AL 31/12/2011 Il bilancio dell'esercizio chiuso il 31/12/2011 di cui la presente Nota integrativa costituisce parte integrante ai sensi dell'art C.C., corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute ed è redatto nel rispetto del principio della chiarezza e con l'obiettivo di rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della associazione, il risultato economico dell'esercizio con il criterio di competenza e il rendiconto finanziario con il criterio di cassa. Nella redazione del bilancio d'esercizio sono stati osservati i seguenti principi generali: - la valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività; - sono indicati esclusivamente gli utili conseguiti alla data di chiusura dell'esercizio; - trattandosi del terzo esercizio sociale è espressa la comparazione con il precedente periodo. - in analogia a quanto prescritto dall art C.C. si forniscono le informazioni e i dettagli nei punti che seguono Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

14 CRITERI APPLICATI NELLA VALUTAZIONE DEI VALORI DI BILANCIO I criteri di valutazione sono in linea con quelli prescritti dall'art.2426 del Codice Civile, integrati dai Principi Contabili emanati dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri. In particolare i criteri utilizzati sono i seguenti: * Immobilizzazioni materiali e immateriali Le immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto. Gli importi sono ammortizzati in misura costante in relazione alla residua possibilità di utilizzo. *Immobilizzazioni finanziarie Non sono presenti in bilancio. * Crediti Non sono presenti in bilancio. * Rimanenze Finali Sono presenti alcune giacenze di magazzino valutate al costo e rappresentate dalle rimanenze di libri acquistati durante il corso dell anno. * Disponibilità liquide Sono iscritte al loro valore nominale e rappresentano le somme iscritte sul conto corrente acceso presso Poste Italiane spa, Banca Nazionale del Lavoro e le disponibilità di cassa. *Ratei e Risconti Non sono iscritti a bilancio Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

15 MOVIMENTI DELLE IMMOBILIZZAZIONI Variazioni degli esercizi precedenti Variazioni dell esercizio Costo storico 3.809,66 Valore al 1.904,82 01/01/2011 Acquisizioni Acquisizioni 0 Ammortamenti 1.904,84 Spostamenti 0 Spostamenti Alienazioni Svalutazioni Rivalutazioni Valore al 31/12/ ,82 Svalutazioni 0 Ammortamenti 952,42. Valore a 31/12/ ,42 PASSIVO Patrimonio Netto Come già precedentemente illustrato, il patrimonio netto è rappresentato dal contributo dei soci effettuato al momento della costituzione della società, dall avanzo di gestione del corrente esercizio e dall accantonamento a riserva degli avanzi di gestione dei precedenti esercizi, interamente non distribuibili. Debiti Sono presenti per un importo complessivo pari ad euro 2.948,20 a fronte di debiti verso l Erario, per ritenute versate a gennaio per erogazioni di rimborsi spese corrisposti agli accompagnatori delle visite, nonché il debito per le imposte di competenza pari ad euro 1.031,00. * Ricavi e costi I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri sono stati indicati al netto degli sconti, abbuoni e premi. Come suggerito nella Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

16 Raccomandazione n. 2 del Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti, le somme ricevute a titolo di liberalità e/o contributi sono state raccolte in base al criterio di cassa. NUMERO MEDIO DEI DIPENDENTI RIPARTITO PER CATEGORIE Non sono stati assunti dipendenti nel corso dell esercizio. INFORMAZIONI SUL RENDICONTO DI GESTIONE Quanto alla redazione del rendiconto finanziario, le entrate e le uscite in esso ricomprese sono state rilevate in base all effettiva riscossione o pagamento, indipendentemente dal fatto che siano state accertate o impegnate in esercizi finanziari precedenti o futuri. Le entrate di moneta pertanto rappresentano fonti di liquidità, le uscite impieghi di liquidità. Con il rendiconto dei flussi di cassa, sono stati così evidenziati: da un lato, la natura e la consistenza dei diversi esborsi monetari richiesti dallo svolgimento dell attività istituzionale; dall altro, le specifiche fonti attraverso le quali l associazione si è procurata i mezzi monetari per far fronte a fabbisogni finanziari originati da tali esborsi. Con il rendiconto è possibile quindi esaminare la situazione della liquidità dell ente e quindi la sua solvibilità. Si precisa che, ai fini della redazione del documento in oggetto, è stato prescelto il metodo diretto, il quale si basa sulla contrapposizione fra i ricavi ed i costi generati dal ciclo operativo dell associazione debitamente corretti per ricondurli da una logica di competenza economica, ad una di competenza monetaria Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

17 Il risultato così ottenuto, essendo praticamente assenti movimenti scaturenti dalla gestione strutturale, finanziaria e straordinaria, rappresenta la misurazione del flusso di cassa generato dallo svolgimento del ciclo operativo, indicatore della capacità dell ente di autoprodurre un volume di risorse finanziarie adeguato alle molteplici esigenze dell attività istituzionale. In base a quanto sopra esposto, si rileva che le risorse liquide dell associazione, tra quanto a disposizione nel conto corrente e quanto nelle disponibilità di cassa, ha subito un incremento nel corso del 2011 pari ad euro 7.092,55. FIRENZE, lì Il Presidente Gian Paolo Tozzi (Firmato) Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

18 RELAZIONE SUL PREVENTIVO DELLA GESTIONE 2012 Per il 2012 si prevede di: continuare l'attività di visite diurne coinvolgendo sia M. Bruscoli che tutto il personale dell'osservatorio, specialmente i giovani non strutturati. Continuare l'attività notturna anche nei mesi di Luglio ed Agosto, avvalendosi della struttura del nuovo teatro e dei telescopi Meade 12, cercando di rendere più efficiente la gestione. Ripetere le serate di presentazione di libri. Partecipare ad eventi occasionali quali la cosiddetta Bambineide a Maggio e la nuova edizione della Notte Bianca. Continuare ad incentivare l'uso del planetario gonfiabile Starlab presso le scuole della Toscana, nonché le strutture sanitarie ospedaliere, quelle di assistenza ai bambini e le associazioni di supporto ai soggetti svantaggiati e a favore dell integrazione. Per quanto riguarda i finanziamenti, oltre alle donazioni raccolte durante le visite all'osservatorio, si prevedono per ora solo finanziamenti dell'osservatorio di Arcetri per l'organizzazione della Bambineide RENDICONTO PREVENTIVO Per la previsione programmatica relativa all anno in corso, tenendo in debita considerazione le valutazioni sopra esposte ed in base ad un analisi prospettica, si riportano i dati stimati: Causale Ammontare Ammontare Avanzo Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

19 Entrate Quote Associazione 350,00 Entrate Contributi enti ,00 Entrate Contributi eventi 3.250,00 Entrate Donazioni Organizzaz.Visite ,00 Entrate Vendita occasionale Libri 2.000,00 Uscite Residuo Pagamento comp ,20 Uscite Acquisto Libri 1.600,00 Uscite Pagamento Assicurazione RC 250,00 Uscite Rimborsi starlab 2.000,00 Uscite Rimborsi organizzaz. visite ,00 Uscite Spese commerciali e viaggi 1.000,00 Uscite Corso aggiornamento Chiavi della città 1.200,00 Uscite Acquisto materiale vario 500,00 Uscite Commissioni bancarie 300,00 Uscite Consulenze tecniche 1.000,00 Uscite Imposte 1.300,00 Uscite Rimborsi Bambineide 400,00 Uscite Spese Astrokid 700,00 Uscite Consulenze occasionali 5.000,00 Totale , , ,80 Per quanto su illustrato si propone di approvare il presente rendiconto preventivo per l anno 2012, conforme agli scopi istituzionali dell associazione. FIRENZE, lì Il Presidente Gian Paolo Tozzi (Firmato) Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

20 Associazione Astronomica Amici di Arcetri ONLUS Sede Legale Largo Enrico Fermi 5 - FIRENZE Codice Fiscale n RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI AL RENDICONTO CHIUSO AL Egregi associati, il bilancio chiuso al , comprensivo del rendiconto finanziario, così come viene sottoposto alla Vs. approvazione, redatto ai sensi delle normative vigenti e dei principi contabili, è stato oggetto di esame da parte nostra. In base allo Statuto, i revisori hanno predisposto la presente relazione accompagnatoria. Possiamo confermarvi che le singole voci dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico, nonché le informazioni in dettaglio esposte nella Nota Integrativa e nel rendiconto, concordano con le risultanze della contabilità, di cui è stata riscontrata la regolare tenuta ai sensi di legge. La struttura patrimoniale risulta in sintesi: Beni materiali 952,42 Rimanenze 815,00 Liquidità ,48 TOTALE ATTIVO = Altri Fondi 1.867, Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

21 Debiti 2.948,00 Dotazione di capitale 1.250,00 Riserve di avanzi non distribuibili ,00 TOTALE PASSIVO = Avanzo della gestione TOTALE A PAREGGIO Tale risultato trova conferma nel Conto Economico che rappresenta la gestione dal 1/1/2011 al 31/12/2011 riassunto come segue: - Proventi di esercizio Oneri di esercizio DIFFERENZA Proventi ed oneri accessori 900 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE Imposta Irap dell esercizio AVANZO DELL ESERCIZIO Il rendiconto finanziario formato con il metodo diretto espone invece le seguenti movimentazioni di liquidità: ENTRATE USCITE TOTALE VARIAZIONE CASSA La Relazione sulla gestione che correda il Bilancio, predisposta dal Presidente, ci esime da ulteriori considerazioni sull andamento della gestione dell attività istituzionale e sulle prospettive per il corrente anno Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

22 In sede di controllo del bilancio d esercizio si è riscontrato che sono stati seguiti i principi contabili e civilistici previsti per la redazione del bilancio, in particolare sono stati correttamente applicati i principi della prudenza e della competenza economica. Abbiamo inoltre verificato la conciliazione delle poste diversamente rappresentate con il criterio di competenza nel bilancio di esercizio e di cassa nel rendiconto finanziario. A nostro giudizio, il soprammenzionato bilancio nel suo complesso é stato redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria ed il risultato economico dell associazione per l esercizio chiuso al 31 dicembre 2011, nonché corrisponde all avanzo di gestione risultante con il criterio di cassa riconciliato con le scritture contabili. Abbiamo verificato periodicamente la giacenza di cassa, la tenuta delle scritture contabili, la conciliazione dei conti di liquidità, il regolare pagamento di imposte e tributi vari ai sensi di legge, mediante l ottenimento di informazioni dai responsabili di funzione, dall esame materiale dei documenti aziendali e a tale riguardo sono stati richiesti i modelli F24 pagati nel corso dell anno. Tutto ciò posto, non abbiamo osservazioni particolari da riferire. Quanto al rendiconto preventivo esposto, che prevede un avanzo di gestione, non riteniamo di esprimere particolari osservazioni. CONCLUSIONI I revisori, visti i risultati delle verifiche eseguite, i criteri seguiti dagli Amministratori nella redazione del bilancio, la rispondenza del bilancio stesso alle scritture contabili, nonché la rispondenza Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

23 della gestione finanziaria, ritiene che il bilancio, chiuso alla data del 31/12/2011, sia conforme alle norme civilistiche e fiscali, nonché coerente con le disposizioni statutarie; pertanto nulla osti alla sua approvazione. Invita quindi l assemblea ad approvare: il bilancio e il rendiconto consuntivo così come formulati dal Consiglio Direttivo tramite il suo Presidente; il rendiconto finanziario preventivo dell anno 2012, la destinazione ai sensi dello statuto e di legge del risultato, proposta dal Consiglio Direttivo tramite il suo Presidente. Firenze, 7 marzo 2012 IL COLLEGIO DEI REVISORI - F. PIRRELLI - F. MANNUCCI Firenze, Largo Enrico Fermi 5 - C.F

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Relazione del collegio

Relazione del collegio Relazione del collegio revisori i dei conti RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO 2013 DEL PARTITO "IL POPOLO DELLA L1BERTA'" Il Collegio dei revisori composto dai

Dettagli

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali?

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? 1 R. Per gli enti non commerciali non sussiste, ai fini civilistici, relativamente

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Allegato A) deliberazione nr.14 d.d. 28.04.2015 APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Il Presidente

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Il riparto dell utile nelle società per Azioni

Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle spa è soggetto alle limitazioni imposte dal codice civile e dallo statuto. Solo dopo aver soddisfatto i predetti vincoli l utile

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGE 11 agosto 2014, n. 125. Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo. La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE OSSERVATORIO PER LA FINANZA E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI LOCALI I PRINCIPI CONTABILI PER

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Definizioni e denominazioni 3 Art. 2 - Ambito

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno Osservatorio per la finanza e la contabilità degli enti locali FINALITA E POSTULATI DEI PRINCIPI CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI Testo approvato dall Osservatorio il 12 marzo 2008 1

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli