MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALI CONTENENTI AMIANTO"

Transcript

1 Cmune di Terruggia Servizi Tecnic Via Marcni, Terruggia (AL) Tel Fax C.F MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Elenc nn esaustiv dei materiali cntenenti amiant, della nrmativa vigente e quadr sinttic del principi di cntrll/manutenzine/bnifica Dve si può trvare l'amiant in un'abitazine? 1. Intnac 2. Guarnizini stufe 3. Pannelli 4. Cibentazine tubi 5. Rivestiment camini 6. Elettrdmestici 7. Tubazini idriche 8. Materiali Islanti 9. Lastre di cpertura 10. Canne fumarie 11. Serbati idrici carta e cartni Principali applicazine dell'amiant cme barriere antifiamma, cme guarnizini per frni caldaie, cme rivestiment di piani d'appggi per pezzi caldi. I cartni inltre sn stati impiegati all'intern di prte tagliafuc e all'intern delle pareti e delle prte delle cassefrti. Pag. 1

2 tessuti cnfezinament di tute prtettive antifuc, cperte spegnifiamma e tende per il cnteniment del calre dei frni a tunnel. crde, nastri e guaine cibentazine di tubazini di cavi elettrici vicini a srgenti di calre intens cme frni, caldaie, ecc. Pag. 2

3 pannelli di fibre grezze cmpresse impiegati per la cibentazine di tubazini che trasprtan vapre ad alta temperatura. filtri amiant a spruzz materiali di attrit vinil-amiant cstruiti cn carta di amiant, semplicemente cn plvere cmpressa, utilizzati nell'industria chimica ed alimentare. cme islante termic nei cicli industriali cn alte temperature (es. centrali termiche e termelettriche, industria chimica, siderurgica, vetraria, ceramica e laterizi, alimentare, distillerie, zuccherifici, fnderie). cme islante termic nei cicli industriali cn basse temperature (es. impianti frigriferi, impianti di cndizinament). cme islante termic e barriera antifiamma nelle cndtte per impianti elettrici. è stat impiegat, inltre, nel settre dei trasprti per la cibentazine di carrzze ferrviarie, di navi, di autbus, ecc. impast di resine sintetiche e amiant utilizzat per realizzare i ferdi, usati per fabbricare freni e frizini degli autveicli. impast di resine sintetiche e amiant, utilizzat per cnfezinare mattnelle per pavimenti. cement-amiant impast di cement cn amiant, nt cme Eternit (il marchi più diffus di prdtti in cementamiant), largamente utilizzat in edilizia, sttfrma di: lastre piane ndulate: le lastre ndulate sn state impiegate per cperture di edifici civili e industriali e quelle piane cme pareti divisrie nn prtanti. A vlte al mment della fabbricazine ptevan essere unite a elementi quali schiume pliuretaniche, plistirl espans lana di vetr. tubi: usate per acquedtti e fgnature per via della resistenza alle alte pressini ed all'attacc crrsiv di agenti chimici. tegle: l'amiant è stat utilizzat in miscele Pag. 3

4 di calcestruzz per cnferire alle tegle leggerezza e resistenza. canne fumarie: sn state utilizzate largamente per la buna resistenza termica. serbati: eran impiegati per le caratteristiche di leggerezza, impermeabilità e durata nel temp, per cntenere acqua e altri liquidi. intnaci l'amiant in plvere, mesclat cn leganti particlari, è stat usat per intnaci e stucchi. Veniva applicat sia cme la malta tradizinale sia a spruzz, cme ad esempi per il rivestiment di strutture prtanti quali slai e pilastri. Stessa applicazine anche per le strutture metalliche prtanti di capannni (travi e pilastri) per la prtezine cntr il fuc Pag. 4

5 cement-amiant ggetti di cmune us dmestic alcuni elettrdmestici, all'intern di frni, stufe, in alcuni utensili, in prese e guanti da frn, in teli da stir, ecc. ed anche in adesivi e cllanti, tessuti ignifughi per arredament (tendaggi, tappezzerie), tessuti per imballaggi (sacchi per la psta), ecc Scarti di lavrazine e particlarità del Mnferrat casalese Plverin, vasi, crdlini aiule, manufatti diversi L'amiant è stat mess ai band cn l'emanazine della Legge 257/1992 e al prblema del su utilizz si è sstituit quell nn men impegnativ, della sua manutenzine della rimzine in sicurezza. La persistenza dell'amiant nel nstr ambiente di vita è dvuta in massima parte ai materiali e ai prdtti impiegati in passat nell'edilizia in edifici di tip civile, sia strutture industriali agricle. Gli ambienti di lavr più significativi per presenza di amiant sn cantieri tempranei nel cas di bnifiche di edifici, semipermanenti nel cas di rimzine di amiant da mezzi di trasprt cme le carrzze ferrviarie e le navi. Appsite nrme tecniche definiscn i criteri di allestiment e cnduzine di questi cantieri cn un apprcci di prtezine dalle fibre di amiant. QUADRO SINOTTICO DEL PRINCIPIO DI CONTROLLO/MANUTENZIONE/BONIFICA VALUTAZIONE MATERIALI CONTENENTI AMIANTO NEGLI EDIFICI Materiali integri nn suscettibili di danneggiament Materiali integri suscettibili di danneggiament Materiali danneggiati Eliminazine delle cause Area nn estesa Area estesa Restaur e eliminazine delle cause CONTROLLO PERIODICO PROCEDURE PER CORRETTA MANUTENZIONE BONIFICA Pag. 5

6 ELENCO PRINCIPALI NORMATIVE Decret del Presidente della Repubblica n. 215 del 24 maggi 1988: Nrma relativa alle restrizini in materia di immissine sul mercat e di us di talune sstanze e preparati periclsi (etichettatura amiant). Legge 27 marz 1992 n. 257: Nrme relative alla cessazine dell impieg dell amiant. L art. 1 vieta in md tassativ, l estrazine, l imprtazine, l esprtazine, la cmmercializzazine e la prduzine di amiant di prdtti cntenenti amiant. La legge arresta in md definitiv qualsiasi aument, immissine aggiuntiva di amiant, di prdtti di amiant di prdtti cntenenti amiant, sul territri nazinale. Il diviet definitiv di cmmercializzazine per tutti i tipi di materiale in amiant è in vigre dal 28/04/94. Decret Ministeriale 6 settembre 1994: Nrmative e metdlgie tecniche per la valutazine del rischi, il cntrll, la manutenzine e la bnifica di materiali cntenenti amiant presenti nelle strutture edilizie. Decret Ministeriale 14 maggi 1996: Nrmative e metdlgie per gli interventi di bnifica, ivi cmpresi quelli per rendere inncu l amiant, previst dall art. 5, cmma 1, lettera f), della legge 27/3/92, n È cstituit da cinque allegati e precisamente: allegat 1: Nrmative e metdlgie tecniche per la valutazine del rischi, il cntrll e la bnifica di siti industriali dismessi; allegat 2: Criteri per la manutenzine e l us di unità prefabbricate cntenenti amiant; allegat 3: Criteri per l us e la manutenzine di tubazini e cassni in cement-amiant destinati al trasprt e/ al depsit di acqua ptabile e nn; allegat 4: Criteri relativi alla classificazine ed all utilizz delle pietre verdi in funzine del lr cntenut di amiant; allegat 5: Requisiti dei labratri pubblici e privati che intendn effettuare attività analitiche sull amiant. Decret Ministeriale 20 agst 1999: ampliament delle nrmative e metdlgie tecniche per gli interventi di bnifica: utilizz di rivestimenti incapsulanti per la bnifica di manufatti in cement-amiant, bnifica di materiali cn amiant a brd delle navi, ecc. Decret Ministeriale 5 febbrai 2004: Mdalità ed imprti delle garanzie finanziarie che devn essere presentate a favre dell Stat dalle imprese che effettuan le attività di bnifica dei beni cntenenti amiant. Decret Ministeriale 29 lugli 2004 n. 248: reglament relativ alla determinazine e alla disciplina delle attività di recuper dei prdtti e dei beni di amiant e cntenenti amiant. Decret 14 dicembre 2004: diviet di installazine di materiali cntenenti amiant intenzinalmente aggiunt. Decret Legislativ 25 lugli 2006 n. 257: Attuazine della direttiva 2003/18/CE relativa alla prtezine dei lavratri dai rischi derivanti dall espsizine all amiant durante il lavr (nrma che abrga il cap III del D.Lgs. 277/91). Circlare della Regine Piemnte /27.02 del 3/8/2007: Indicazini perative per l applicazine del D.Lgs. 257/06. D.Lgs 81 del 9 aprile 2008: Attuazine dell'articl 1 della legge 3 agst 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei lughi di lavr Pag. 6

L AMIANTO : COSA È DOVE SI TROVA. a cura del Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro ASL 17

L AMIANTO : COSA È DOVE SI TROVA. a cura del Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro ASL 17 L AMIANTO : COSA È DOVE SI TROVA a cura del Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro ASL 17 CHE COSA E L AMIANTO La parola amianto non è un termine scientifico ma commerciale amianto (incorruttibile)

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 PROVINCIA DI BIELLA Ambiente e Agricltura - DT Impegn n. Dirigente / Resp. P.O.: SARACCO GIORGIO DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 Oggett: ATTIVITÀ DI STOCCAGGIO DI OLI MINERALI di cui all art.

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

AMIANTO : che fare. Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre

AMIANTO : che fare. Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre AMIANTO : che fare Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre AMIANTO : che fare gli impieghi la pericolosità dei materiali gli interventi possibili DOVE E STATO IMPIEGATO L

Dettagli

Amianto D.Lgs 81/08 Titolo IX - Capo III Enrico Galileo Catelani Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 12 Viareggio Viareggio, 15 Gennaio 2013

Amianto D.Lgs 81/08 Titolo IX - Capo III Enrico Galileo Catelani Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 12 Viareggio Viareggio, 15 Gennaio 2013 D.Lgs 81/08 Titolo IX - Capo III Enrico Galileo Catelani Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 12 Viareggio Viareggio, 15 Gennaio 2013 UE e IARC: classe 1 cancerogeno per l uomo Miniera di amianto

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative amiantomianto DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 Novità?? Riferimenti normativi L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06 Tutela dei lavoratori D. Lgs 81/08 L. 1124/65 Norme attuative Disciplinari tecnici

Dettagli

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere Impianti per l applicazine delle vernici inplvere Gianluigi Barni Gema Eurpa Lay ut tipic dell impiant Lay ut tipic dell impiant Per la prduzine di piccle serie spess è sufficiente una cabina per l applicazine

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Corso di formazione per i Rappresentanti del Lavoratori per la sicurezza eireferentiperlaprevenzione e sicurezza dei dipartimenti SICUREZZA AMBIENTE IENE IG SERVIZI INTEGRATI

Dettagli

Il mio contributo di oggi:

Il mio contributo di oggi: Assessorato politiche per la salute Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Sanità Pubblica Assessorato politiche per la salute Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Sanità

Dettagli

dove si trova Usi dell amianto nei mezzi di trasporto Usi dell amianto nell industria

dove si trova Usi dell amianto nei mezzi di trasporto Usi dell amianto nell industria amianto L amianto rappresenta un pericolo per la salute umana. Nel corso degli scorsi decenni se ne è fatto un abbondante uso per via dei suoi bassi costi. Proprio per questo occorre conoscere bene le

Dettagli

Pronto intervento, messa in sicurezza e classificazione rifiuti a seguito di esplosione in deposito di prodotti chimici

Pronto intervento, messa in sicurezza e classificazione rifiuti a seguito di esplosione in deposito di prodotti chimici Prnt intervent, messa in sicurezza e classificazine rifiuti a seguit di esplsine in depsit di prdtti chimici Relatre Olivier Bistletti 2 Wrkshp - Radar Best Pratices e Strumenti per la prevenzine e la

Dettagli

Le imprese di bonifica dei beni contenenti amianto

Le imprese di bonifica dei beni contenenti amianto 13 Le imprese di bnifica dei beni cntenenti amiant 13.1 Obblighi del prduttre di rifiuti cntenenti amiant Il Decret Legislativ n. 152/2006 definisce in maniera chiara la figura del prduttre del rifiut,

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

Capitolato. localizzazione. www.casatrenno.coop

Capitolato. localizzazione. www.casatrenno.coop Capitlat lcalizzazine www.casatrenn.cp Edilizia sstenibile Gli edifici di prssima realizzazine testimnian l attenzine vers l ambiente, da sempre un principi ed un biettiv della nstra Cperativa. Classe

Dettagli

Introduzione pag. 3. Interventi di adeguamento derivanti da esigenze architettoniche pag. 3

Introduzione pag. 3. Interventi di adeguamento derivanti da esigenze architettoniche pag. 3 1 Indice Intrduzine pag. 3 Interventi di adeguament derivanti da esigenze architettniche pag. 3 Interventi di adeguament derivanti da esigenze strutturali pag. 4 Individuazine degli interventi e particlari

Dettagli

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO La tutela della popolazione dal rischio amianto Dr.ssa Fiorini Cristina SPISAL ULSS 20

Dettagli

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Dipartimento Politiche dell Ambiente Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie A cura di Unità Speciale Amianto (U.S.A.) 2013 Unità Speciale Amianto (U.S.A.) Ing. Salvatore Epifanio Dirigente

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1385 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CAPARINI, GIANLUCA PINI, MOLTENI, FEDRIGA, MATTEO BRAGANTINI, GRIMOLDI, ALLASIA, ATTAGUILE,

Dettagli

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica Infrmazini generali minime per una crretta esecuzine dell attestat di prestazine energetica Si prega il richiedente dell attestat di prestazine energetica dell edific di rispndere alle seguenti dmande

Dettagli

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati AMIANTO L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati L'amianto resiste al fuoco e al calore, all'azione di agenti biologici, agenti chimici, all abrasione e usura fonoassorbente

Dettagli

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO PROVINCIA DI ALESSANDRIA R EGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L'ACCESSO AGLI INCENTIVI PER I LAVORI DI RIMOZIONE DEI MANUFATTI IN AMIANTO ANCORA PRESENTI NEL TERRITORIO DI

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

COSA SI DEVE SAPERE PER LE FASI DI VERIFICA, VALUTAZIONE E BONIFICA DA CEMENTO AMIANTO PRESENTE NEL PATRIMONIO IMMOBILIARE PRIVATO

COSA SI DEVE SAPERE PER LE FASI DI VERIFICA, VALUTAZIONE E BONIFICA DA CEMENTO AMIANTO PRESENTE NEL PATRIMONIO IMMOBILIARE PRIVATO COSA SI DEVE SAPERE PER LE FASI DI VERIFICA, VALUTAZIONE E BONIFICA DA CEMENTO AMIANTO PRESENTE NEL PATRIMONIO IMMOBILIARE PRIVATO 1. DOVE È STATO UTILIZZATO L AMIANTO 2. COSA DEVE FARE UN PROPRIETARIO

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denminata Liber Cnsrzi Cmunale ai sensi della L.R. n.8/2014 C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 PIANO PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (R.C.A.)

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 416

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 416 Senato della Repubblica XVII Legislatura Fascicolo Iter DDL S. 416 Disposizioni per favorire la bonifica degli immobili pubblici e privati dall'amianto 04/01/2016-05:45 Indice 1. DDL S. 416 - XVII Leg.

Dettagli

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati DESENZANO DEL GARDA 9 APRILE 2015 Sala Pelèr Palazzo Todeschini AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati Cos è l amianto Con il termine amianto, o asbesto, si intende un gruppo di

Dettagli

CLASSIFICAZIONE E USO DELLE FIBRE DI AMIANTO E DELLE FIBRE NATURALI E ARTIFICIALI

CLASSIFICAZIONE E USO DELLE FIBRE DI AMIANTO E DELLE FIBRE NATURALI E ARTIFICIALI CLASSIFICAZIONE E USO DELLE FIBRE DI AMIANTO E DELLE FIBRE NATURALI E ARTIFICIALI Riassunto Effettuare un censimento dei materiali fibrosi che sono e sono stati utilizzati nell industria è praticamente

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

CITTA DI PIOVE DI SACCO

CITTA DI PIOVE DI SACCO CITTA DI PIOVE DI SACCO Prvincia di Padva Piazza Mattetti, 4 35028 Pive di Sacc Allegat alla determinazine dirigenziale n. 1428 del 06/09/2012 Oggett: Band per l ergazine di cntributi per l smaltiment

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE 1 Lrenz Dmenic Parill: e-mail: urbanistica@cmune.merne.c.it COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE C.Fisc./ P. I.V.A.: 00549420131 Tel.: 031/650000 Fax: 031/651549

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

ATLANTE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

ATLANTE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO ATLANTE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Documento estratto dal Manuale interno di istruzione per la raccolta e la trasmissione di campioni per analisi di fibre: microscopia ottica ed elettronica. Contarp

Dettagli

Inquadramento territoriale dell edificio 2 NOTE STORICHE 4 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 5

Inquadramento territoriale dell edificio 2 NOTE STORICHE 4 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 5 INDICE Inquadrament territriale dell edifici 2 NOTE STORICHE 4 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 5 Allegat 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA Inquadrament territriale dell edifici NOTE STORICHE

Dettagli

ISPESL LINEE GUIDA PER LA "VALUTAZIONE DEL RISCHIO" D. L.vo 626/94

ISPESL LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO D. L.vo 626/94 ISPESL ISTITUTO SUPERIORE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA SUL LAVORO LINEE GUIDA PER LA "VALUTAZIONE DEL RISCHIO" D. L.v 626/94 Applicazine agli Uffici Amministrativi ed ai Labratri Scientifici di strutture

Dettagli

Amianto: come riconoscerlo e intervenire. correttamente

Amianto: come riconoscerlo e intervenire. correttamente Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Divisione Sicurezza sul lavoro Lucerna Casella postale, 6002 Lucerna Fax 041 419 59 17 (per ordinazioni) www.suva.ch Amianto: come

Dettagli

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Divisione Sicurezza sul lavoro Lucerna Casella postale, 6002 Lucerna Fax 041

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Impieghi principali dell amianto Panoramica senza lavorazione, pulizia, con lavorazione, pulizia, rimozione rimozione Pagina Amianto fortemente agglomerato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settre Edilizia Sclastica GRUPPO 4 - ZONA 8 - SCUOLA N 7486 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NELLA

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * * TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * * CONSISTENZA E UBICAZIONE IMMOBILI N. 79/14 R.G. LOTTO 4 (n 1 immbiliare)

Dettagli

I PRINCIPALI ELEMENTI STORICI, NORMATIVI E TECNICI PER IL CONTROLLO DEL RISCHIO AMIANTO

I PRINCIPALI ELEMENTI STORICI, NORMATIVI E TECNICI PER IL CONTROLLO DEL RISCHIO AMIANTO I PRINCIPALI ELEMENTI STORICI, NORMATIVI E TECNICI PER IL CONTROLLO DEL RISCHIO AMIANTO NELL AMBIENTE Gabriele Fornaciai AMIANTO: PANDEMIA O BOLLA MEDIATICA? 1 TIPI DI AMIANTO L A. E UN MINERALE COMPOSTO

Dettagli

Verifica impianti elettrici EX. Normativa Soggetti Procedure. Certifico Srl - IT

Verifica impianti elettrici EX. Normativa Soggetti Procedure. Certifico Srl - IT Verifica impianti elettrici EX Nrmativa Sggetti Prcedure Certific Srl - IT Smmari La verifica degli impianti EX Legislazine e Nrme Tecniche Premessa... 3 1. Classificazine EX... 4 2. Sintesi legislativa

Dettagli

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza DOCUMENTO D INDIRIZZO CONGIUNTO N. 1 LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Emissione 15 ottobre 2003 SOMMARIO 1. Premessa 2. Gli

Dettagli

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente

Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente Sicurezza sul lavoro Cos è l amianto? Il termine «amianto» indica un gruppo di minerali a struttura fibrosa presenti in natura. L amianto è presente

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione L AMIANTO

Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione L AMIANTO Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione L AMIANTO (natura, proprietà-caratteristiche e impiego, normative sull amianto

Dettagli

3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA. S.S. S. Giorgio Jonico s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981

3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA. S.S. S. Giorgio Jonico s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981 3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA S.S. S. Girgi Jnic s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE 3. DESCRIZIONE E STATO DI MANUTENZIONE 4.

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

Si informa che sono in corso di spedizione le basi di calcolo per l autoliquidazione 2014/2015, con il relativo prospetto aggiornato.

Si informa che sono in corso di spedizione le basi di calcolo per l autoliquidazione 2014/2015, con il relativo prospetto aggiornato. 4 cembre 2014, n. 7803 utliquidazine 2014/2015. Prspett "Basi calcl premi" Si infrma che sn in crs spezine le basi calcl per l autliquidazine 2014/2015, cn il relativ prspett aggirnat. Si ricrda che cn

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo AL RESPONSABILE DEL SETTORE III Gestine del territri DEL COMUNE DI BRUSAPORTO Cmunicazine di inizi lavri attività edilizia libera che nn necessita di titl abilitativ ai sensi dell art. 6 cmma 2 del D.P.R.

Dettagli

Corso formazione Rischio amianto" Parte pratica

Corso formazione Rischio amianto Parte pratica Corso formazione Rischio amianto" Parte pratica Giardinieri Amianto fortemente agglomerato In caso di o di lavorazione Rilascio di fibre in caso di foratura, taglio, smerigliatura, ecc. Pericolo maggiore.

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Prvincia di Venezia Lavri Pubblici\\Edilizia pubblica e prgettazine realizzazine Infrastrutture, D. Lgs 81/2008 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 1938 Del 12/10/2012 Oggett:

Dettagli

CHECK-LIST DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTEFERENZE (D.U.V.R.I.) PER LA COOPERAZIONE E IL COORDINAMENTO

CHECK-LIST DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTEFERENZE (D.U.V.R.I.) PER LA COOPERAZIONE E IL COORDINAMENTO Via San Dmenic, 21 10023 Chieri (TO) Data: / / AZIENDA COMMITTENTE A.S.L. TO5 AZIENDA APPALTATRICE OGGETTO DELL APPALTO FORNITURA DI LAVORI DI MANUTENZIONE CHECK-LIST DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTEFERENZE

Dettagli

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 1.00 IDENTIFICAZIONE DELL IMMOBILE: Comune... Prov...

Dettagli

Resina epossidica bicomponente per laminazione

Resina epossidica bicomponente per laminazione Scheda tecnica Edizine 07/11/2012 Resina epssidica bicmpnente per laminazine Descrizine è una resina epssidica bicmpnente ad alta viscsità. "Resina a cmpsizine epssidica a cntenut ttale di slidi in accrd

Dettagli

QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI. Classi di Priorità. Attività produttive Popolazione sensibile Tempo libero. Classi di punteggio

QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI. Classi di Priorità. Attività produttive Popolazione sensibile Tempo libero. Classi di punteggio Appendice QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI Nel presente quadro sinottico sono riportate nelle tabelle le principali informazioni raccolte dalle schede dei siti mappati, utilizzate per il calcolo di punteggi

Dettagli

Attività che comportano un rischio basso

Attività che comportano un rischio basso MODULO INFORMATIVO 1 Cemento-amianto Davanzale Lastre ondulate (tetti e pareti) Lastre per facciate Tubi Pannelli per quadri elettrici Tegole Attività che comportano un rischio basso Salita/discesa di

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale Scheda 1. Band per la cncessine di agevlazini alle imprese per favrire la registrazine di marchi cmunitari e internazinali Nazinale Tempistiche e scadenze del band Le dmande ptrann essere presentate dal

Dettagli

HUS 6 / HUS-S 6 Ancorante a vite

HUS 6 / HUS-S 6 Ancorante a vite Versine Vantaggi HUS 6 HUS-S 6 Vite per cls in acciai zincat - installazine semplice e velce - ridtte frze di espansine nel materiale base - fissaggi passante - rimvibile Calcestruzz Fissaggi multipl Mattne

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici.

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. 16 dicembre 2015 Cn l'appsizine della marcatura CE il "fabbricante"

Dettagli

Città di Marsala. Medaglia d oro al Valore Civile AVVISO CENSIMENTO AMIANTO

Città di Marsala. Medaglia d oro al Valore Civile AVVISO CENSIMENTO AMIANTO Città di Marsala Medaglia d r al Valre Civile Settre Servizi Pubblici P. I.V.A. 00139550818 Dirigente: Ing. Francesc Patti Uffici Ambiente Indirizz: C.da Amabilina 91025 Marsala (TP) prt AVVISO CENSIMENTO

Dettagli

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI INFORMAZIONE FISCALE OTTOBRE 2012 Ai Sig.ri Clienti Lr Sedi OGGETTO: In vigre le nuve regle sulle cessini di prdtti agralimentari Il 24 ttbre 2012 sn entrate in vigre le nuve regle sulla cmmercializzazine

Dettagli

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326 Minister dell Istruzine dell Università e Uffici Sclastic Reginale per il Piemnte Direzine Generale Assessrat all Istruzine e Frmazine Prfessinale Prt. n. 10985/U Prt. n. 59168/DB1507 Trin, 30 ttbre 2009

Dettagli

Oggetto: Estensione del reverse charge - Legge di stabilità 2015

Oggetto: Estensione del reverse charge - Legge di stabilità 2015 Oggett: Estensine del reverse charge - Legge di stabilità 2015 L art.1, cmma 629, lett. a), della Finanziaria 2015 mdificand l art. 17, cmma 6, DPR n. 633/72 ha estes il reverse charge anche a: prestazini

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

La gestione del rischio da materiali con amianto presenti negli edifici Incontro rivolto ai cittadini

La gestione del rischio da materiali con amianto presenti negli edifici Incontro rivolto ai cittadini La gestione del rischio da materiali con amianto presenti negli edifici Incontro rivolto ai cittadini Piacenza, 23 ottobre 2014 A cura di Anna Bosi Referente per Rischio da Amianto negli Ambienti di Vita

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

Modulo 3. Identificazione dei materiali contenenti amianto

Modulo 3. Identificazione dei materiali contenenti amianto Modulo 3 Identificazione dei materiali contenenti amianto Nel Modulo 3 prenderemo in esame Le attività durante le quali può verificarsi l'esposizione all'amianto Strutture e oggetti in cui l'amianto può

Dettagli

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO Dr.ssa Marinella Natali Dr.ssa Mariella Riefolo Assessorato Sanità REGIONE

Dettagli

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1 1 La Scietà IM.EC TECNOLOGIE ECOLOGICHE s.r.l. perante nel settre della gestine dei rifiuti, cn sede perativa e legale in Via dell Arte, 85 00144 ROMA, ha sviluppat un prgett per la realizzazine di una

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA PALAZZINA N. 23 - ALLOGGIO MRM0308 -

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA PALAZZINA N. 23 - ALLOGGIO MRM0308 - MARINA MILITARE DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA ROMA Via dell Acqua Traversa, 151-00135 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA PALAZZINA N. 23 - ALLOGGIO MRM0308 - Indirizz del bene da stimare CITTA

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Dipartimento Politiche dell Ambiente Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie A cura di Unità Speciale Amianto (U.S.A.) 2013 Unità Speciale Amianto (U.S.A.) Ing. Salvatore Epifanio Dirigente

Dettagli

PIANO DELLA QUALITÀ PQ02 - Funzioni Comunali Obitoriali

PIANO DELLA QUALITÀ PQ02 - Funzioni Comunali Obitoriali AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PIANO DELLA QUALITÀ PQ02 - Funzini Cmunali Obitriali Edizine 2 Apprvata dal Direttre della SC Medicina Legale Emessa dal Referente Aziendale

Dettagli

art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Modulo B Ateco 9 Servizi

art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Modulo B Ateco 9 Servizi art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Mdul B Atec 9 Servizi Crs di specializzazine per RSPP e ASPP adeguat alla natura dei rischi presenti nei lughi di lavr e relativi alle attività lavrative: PROGRAMMA DEL

Dettagli

Macchine per il conferimento in cantina

Macchine per il conferimento in cantina Macchine per il cnferiment in cantina ing. Maines Fernand Fndazine E.Mach C.I.F. Premessa (0) La vendemmia può essere effettuata: a man; cn le macchine. èimprtante che durante il perid di trasprt in cantina

Dettagli

AMIANTO. il SERPENTINO (silicati di magnesio), il quale comprende: il Crisotilo (amianto bianco).

AMIANTO. il SERPENTINO (silicati di magnesio), il quale comprende: il Crisotilo (amianto bianco). AMIANTO In greco la parola Amianto significa immacolato e incorruttibile e Asbesto, che di fatto è equiparato ad amianto, significa perpetuo e inestinguibile. L'amianto, chiamato perciò anche indifferentemente

Dettagli

tel. 091 / 820 11 11 www.berion.ch

tel. 091 / 820 11 11 www.berion.ch Prprietari: Patriziat di Arbed Infrmazini e lcazine: Fiduciaria Berin SA (Arbed) tel. 091 / 820 11 11 www.berin.ch Agibilità degli spazi: estate 2008 1. UBICAZIONE La nuva Residenza "Prati S. Cristfr"

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1 POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Cmpetitività BANDO PUBBLICO Vucher Startup Incentivi per la cmpetitività delle Startup innvative ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DATI IMPRESA TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

AMIANTO rischi e smaltimento

AMIANTO rischi e smaltimento COMUNE DI COGOLETO PROVINCIA DI GENOVA Via Rati 66 Tel. 010/91701 Fax 010/9170225 C.F. 80007570106 P.I. 00845470103 Assessorato all Ambiente e alla Tutela del Territorio AMIANTO rischi e smaltimento Fino

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

Che cos è l amianto? Vantaggi Materiale con proprietà ideali Ampio campo d applicazione

Che cos è l amianto? Vantaggi Materiale con proprietà ideali Ampio campo d applicazione Che cos è l amianto? Vantaggi Materiale con proprietà ideali Ampio campo d applicazione Che cos è l amianto? Proprietà dell amianto È ininfiammabile È refrattario sino a 400 0 C, per brevi esposizioni

Dettagli

Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC

Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC AMIANTO «Il Rischio di un Respiro» Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC Ing. Maurizio Villa MINUS ENERGY - NETWORKENERGIA Classificazione e Identificazione dell Amianto Dove Trovarlo e Pericoli

Dettagli

Sistema di alimentazione: L alimentazione elettrica al motore di una pompa antincendio può avvenire in tre differenti modi:

Sistema di alimentazione: L alimentazione elettrica al motore di una pompa antincendio può avvenire in tre differenti modi: Alimentazine delle pmpe antincendi Ultim aggirnament: 1 gen. 2008 ALIMENTAZIONE DELLE POMPE ANTINCENDIO Sistema di alimentazine: L alimentazine elettrica al mtre di una pmpa antincendi può avvenire in

Dettagli

PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI. della Denominazione di Origine Controllata. DOC Cortona

PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI. della Denominazione di Origine Controllata. DOC Cortona PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI la Denminazine di Origine Cntrllata DOC Crtna INTRODUZIONE Il Pian è realizzat sulla base l schema apprvat dal Minister le Plitiche Agricle Alimentari e Frestali cn

Dettagli

Il rischio amianto e l attività del CNVVF - opuscolo informativo -

Il rischio amianto e l attività del CNVVF - opuscolo informativo - INDICE Il rischio amianto e l attività del CNVVF - opuscolo informativo - 1. Premessa 2. Che cosa è l amianto 3. Perché è stato utilizzato 4. Perché è pericoloso 5. Quali sono le malattie che può provocare

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli