leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it"

Transcript

1 leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

2 27

3 I edizione: maggio Lit Edizioni Srl Sede operativa: Via Isonzo, Roma Castelvecchi Rx è un marchio di Lit Edizioni Cover design: Laura Oliva

4 Sergio Canciani ROULETTE RUSSIA NEOZARISMO AI TEMPI DI PUTIN. VIAGGIO NELL EX IMPERO SOVIETICO TRA CORRUZIONE, NOSTALGIA E ILLUSIONE DEMOCRATICA

5

6 «La Russia è sublime Un universale, ordinato caos». F. DOSTOEVSKIJ

7

8 PREMESSA

9

10 Cara Antonija Radovanovna, sono appena sceso dalla Russia e ancora mi gira la testa. Tredici inverni, tredici anni di soqquadro, di teste e pensieri spettinati, di stanze mentali in disordine. Non certo le sue, amica mia, luminose e razionali come lo è questo aeroporto viennese di Schwechat, da dove le scrivo queste righe, memore dei suoi insegnamenti per orientarmi nell infinito «altrove» russo. Quanti sussieghi e disapprovazioni, quante eresie ed esorcismi e quanta gaia decadenza. All edicola ho preso «The Economist» che mette in prima pagina il viso liscio e distaccato del piccolo zar con la seguente didascalia: The beginnig of the end of Putin. Le sembra una prospettiva o un pio desiderio dei britanni che non lo hanno mai amato? Il tempo per discuterne non ci mancherà visto che l irresistibile ascesa di Vladimir Vladimirovič potrebbe durare per i prossimi dodici anni accompagnando fino al loro naturale spegnimento la nostra appassionata curiosità su cosa sarà la Russia del futuro prossimo. In che direzione rotolerà la pallina? Verso la casella che dice «democrazia compiuta» come tra alti e bassi continua ad essere quella occidentale, oppure verso la casella che porta la scritta «autocrazia slavo-asiatica» nel segno del paternalismo imperiale? Ogni opzione è aperta anche se si ha l impressione che nel dramma shakespeariano

11 10 SERGIO CANCIANI stiano entrando nuovi inattesi protagonisti e anche i registi potrebbero cambiare in corso d opera mentre re Lear, ignaro, si attarda a saldare la corona. Cara Antonija Radovanovna, mi sono sistemato nel solito albergo sul Graben e ora, seduto da Havelka, davanti a un mokka e a un buchteln appena sfornato, il quadro post elettorale russo, nella sua complessità, mi sembra abbastanza chiaro. Sarà la distanza che permette di vedere meglio la situazione sul campo. In questi appunti che spero avrà la compiacenza di sfogliare, ritroverà, magari in forma di sketch, molte conversazioni, molti incontri, qualche viaggio che abbiamo condiviso insieme ad altri amici. Considerazione d inizio: è passato l inverno in Moscovia e nel giardino del Cremlino ha gemmato il pero chiamato Putin. Dopo il quinquennio sabbatico da premier, Vlad è rimontato sul cavallo bianco, anche se le procedure che hanno portato alla sua terza incoronazione si sono svolte con maneggi forzati e opachi. In Russia e fuori di essa molti sono rimasti scandalizzati e delusi. Ma la nuova opposizione è un onda che finora non ha disturbato il timoniere, pur essendo un onda che sale. La maggioranza degli elettori si è guardata intorno, non ha visto approdi affidabili ma solo i contrafforti della fortezza chiamata «Russia Unita», il partito-mamma. Dalla culla alla tomba. E se qualcuno non vuol bene al partito-mamma, ebbene il presidente-babbo lo manda in castigo. Al Gran Hotel Siberia il figlio disubbidiente Michail (Chodorkovskij) recrimina ma non tace, scrivendo e riscrivendo la sua personale versione di Delitto e castigo, senza nemmeno aver bisogno di consultare l originale. Stimata Antonija, quante volte abbiamo discusso se l idea putiniana di rinnovata grandeur, non solo economica e militare ma anche morale, è velleità, inganno, tirata antioccidentale

12 ROULETTE RUSSIA 11 o strada praticabile. Durante il viaggio di ritorno mi sono letto le memorie di un grande diplomatico italiano, Pietro Quaroni, rappresentante del governo Badoglio in Urss nel 44 (suo nipote Michele, ora a Bruxelles, ha pure svolto servizio all ambasciata di Mosca). Incontrando nel 1947 Andrej Vysinškij, il terribile pubblico ministero di Stalin, Quaroni è costretto a subirsi una spietata requisitoria contro l Occidente e osserva: «C era dietro di tutto, la logica feroce del comunismo, il nazionalismo acceso del vecchio sciovinismo russo, una sconfinata volontà di potenza, una sicurezza altrettanto illimitata nella forza russa». Le minacce e gli annunci di riarmo pronunciati da Putin prima delle elezioni hanno colto l eco di questa irriducibilità, sebbene il quadro geopolitico e ideologico si sia rovesciato spandendo tegole sulla Russia. Così Putin, in mancanza di meglio, ha deciso di sottoporre a maquillage il corpaccione ancora pieno di cerotti. Si ritorna sulla grande scena liberata dall intollerabile e intollerante Bush. La Nato in crisi di identità ha rinunciato a espandersi a Est. L Ucraina ritornata nei ranghi, la Bielorussia c era già. A Sud la Georgia si è resa conto di aver fatto un passo più lungo della gamba e invece di ingrandirsi si è ristretta con la perdita di Abcasia e Ossezia meridionale, offrendo ai russi su un vassoio di porcellana «Lomonosov» corridoi strategici tra Caucaso e Mar Nero, buoni per le colonne militari e soprattutto per le pipeline. Anche l Asia Centrale con le sue grandi riserve di idrocarburi si è lasciata prendere dall abbraccio Cremlino-Gazprom. I «khan» locali sono stati coperti d oro e gli americani si sono visti sottrarre dalla manica tutti gli assi. Cara Antonija, ovviamente la vita è anche o soprattutto altrove. Per esempio, nei luoghi dove la bella gente della nuova opposizione discute sì di politica ma anche di dolce vita, di

13 12 SERGIO CANCIANI bei vestiti e di «ammmore». Magari in Italia a qualcuno interesserà sapere chi sono, dove nascono, come si comportano i cortigiani del Cremlino? Indossano completi firmati, cravatte francesi (hanno imparato a farsi il nodo) e mocassini italiani. Lunghe partite a biliardo, Mercedes in cortile, belle dacie tra le betulle, donne imperiose. Insomma, soldi. Da dove arrivano? La questione ci conduce al problema che agita la piazza della nuova borghesia, cioè la corruzione. L ingiustizia è gratis, il diritto si paga. Tredici anni, cara amica, o come piace dire a me, tredici inverni. Quanti viaggi in Siberia, senza la cui ricchezza Putin cancellerebbe la parola «rinascimento» dalla sua agenda. Quanti incontri, non quelli ufficiali, ripetitivi e noiosi, ma serate con buon cibo, buon bere, compagni sempre interessanti. Ecco quanto vorrei raccontare. Ma? Quando a metà Cinquecento l imperatore Carlo V d Austria ricevette a corte il suo inviato in Moscovia, il Freiherr Sigismund von Herberstein (che era di Vipacco, vicino a Gorizia) si sentì chiedere: «Allora, com è la Russia?» Sigismondo non rispose subito, poi disse: «Sua Maestà, mi riceva di nuovo fra tre mesi. Forse riuscirò a farle capire qualcosa».

14 ARCIPELAGO RUSSIA

15

16 «Nell amministrazione russa la minuziosità non esclude il disordine». Lo constatò nel remoto 1839 il marchese Astolphe de Custine, dandy ed emissario francese presso lo zar Nicola I, nonché autore di un epistolario tuttora insuperato per capire l eterna Russia, le sue abissali tenebre e le sue algide luci. Per quanto riguarda l osservazione antropologica dell uomo euro-asiatico, cioè il russo che esso sia un cicisbeo di corte o si distrugga la schiena trascinando il barcone sul Volga le note di questo «journal» equivalgono le pagine di Tolstoj (il misticismo della terra madre), di Dostoevskij (l inafferrabile profondità dell anima russa perennemente alle prese con la voluttà del flagello: delitto e castigo?), di Gogol, Bulgakov e Solženicyn. Non per ultimo, anzi, Vasilij Grossman che nelle trincee del fronte ha vissuto la Tragedia Umana del suo popolo. Angeli e demoni che si muovono in una delirante cosmografia affollata da pazzi di Dio e adoratori di Satana. Secondo alcuni psichiatri Stalin apparteneva a entrambe le categorie: ha iniziato da seminarista ed è finito a comandare i Torquemada comunisti, sempre in nome di un dogma punitivo. Quello sì che conosceva i russi anche se era gruzin, ovvero georgiano, commentava dall esilio la principessa Trubeckaja. La razionalità illuminista, (rara avis nella Russia dell epoca), i languori del romanticismo ottocentesco (invece molto diffu-

17 16 SERGIO CANCIANI si, lo si capisce ascoltando Čaikovskij) e i vortici tecnicistici prodotti anche nel campo delle arti (russkij avangard) legati ai primi Piani quinquennali dovettero fare i conti con il cupio dissolvi del nichilismo e poi con il distruttivismo della lotta di classe leninista. Il rullio di tamburi di una jacquerie permanente con i plotoni d esecuzione al posto della ghigliottina era il rumore di sottofondo per secoli. È come se il Paese non avesse ancora trovato le energie, e la volontà, di seppellire un interminabile Medio Evo, dominato dal gosudar, il padre-padrone benedetto dai pope ortodossi, tuttora stampella essenziale del potere temporale. Nei momenti più difficili del conflitto che i russi chiamano Seconda Grande Guerra Patriottica, essendo stata per loro la Prima quella del 1812 contro Napoleone l ex seminarista Stalin, benché fucilatore di preti, si inchinava dinnanzi alle sacre icone. Sapeva che un popolo profondamente religioso come quello russo (nonostante decenni di ateismo imposto con la violenza) continuava a considerare il Patriarcato come il vero depositario della tradizione spirituale e dell identità nazionale della rodina, la patria, venerata con un sentimento di dolente orgoglio che in fondo resta la sola ideologia unificante tra vecchie e giovani generazioni. I garofani rossi che i bambini porgono ai reduci della guerra nella Giornata della Vittoria sono un omaggio spontaneo e sincero, anche se per il resto dell anno il nonno viene lasciato solo in qualche sanatorium per veterani a lucidarsi le medaglie, che, quando muore, spesso finiscono sui banchetti di militaria al bazar di Izmajlovo, insieme a uniformi tarlate e sbiadite foto ricordo. Il leitmotiv del ritorno del condottiero Vladimir Putin alla presidenza dovrebbe essere la ricostruzione della potenza russa mediante una modernizzazione civile-militare operata in profondità. Dalle avventure ottocentesche di de Custine ad oggi, gli alti papaveri bianchi o rossi, al di là delle ideologie, si sono sempre mossi con il passo del gattopardo, felino afro-si-

18 ROULETTE RUSSIA 17 culo che da Donnafugata sembra essersi acquartierato al Cremlino: tutto può e, anzi, deve cambiare affinché resti intatto ciò che conta, la sacralità del potere. Non è altro che una delle molte varianti della perestrojka, una trasformazione da applicare dall alto in basso con pedagogica severità affinché sia chiaro al narod, al popolo, in quali mani è passato il knut, lo scudiscio del boiardo. Fin dall epoca dei villaggi di cartapesta con i quali il governatore Potëmkin imbrogliava l imperatrice Caterina, molte sono state le perestrojke, tutte fallite o insabbiate: dalla Nuova politica Economica (Nep) lanciata da Lenin all inizio degli anni Venti alle grandiose, e velleitarie, promesse di Gorbačëv il cui fallimento, nel 1991, fece colare a picco l impero sovietico. Fu il Brežnev terminale con un autonomia fisica e mentale limitata a mezza mattinata a mettere in pratica il metodo che, sotto occultamento, resta in vigore tuttora: la tattica del galleggiamento con qualche mossa brusca ogni tanto. È un metodo ovviamente pericoloso, come ubriacarsi in un bar sull orlo dell abisso, ma alla lunga narcotizza il cittadino, che può dedicarsi ai fatti propri, e tranquillizza la nomenklatura, che è sempre in allerta, visto che conosce, partecipandovi, tutti i segreti dell inconfessabile sottosuolo politico, a cominciare dalla corruzione e dalla spartizione delle tangenti distribuite «là dove occorre» del comparto industrial-militare e dei grandi commerci con l estero che presuppongono maneggi di valuta pregiata. Per ammissione dei funzionari responsabili delle entrate il peso dell economia illegale è tale da rendere inattendibile ogni statistica a cominciare dal Pil e dal gettito fiscale. Ogni aspetto della vita è soggetto alla krysha, alla protezione, perfino la scuola pubblica. Ai genitori viene chiesto un contributo annuale pari a 10mila rubli, circa 260 euro. «Il sistema si regge sull impunità di una massa di burocrati che hanno licenza di appropriazione indebita e di pretendere tangenti», ha scritto il quotidiano in lingua inglese «The Moscow Ti-

19 18 SERGIO CANCIANI mes». È stato calcolato che il 15 per cento della popolazione carceraria è composto da uomini d affari incastrati da concorrenti o da funzionari ai quali non è stato versato il «pizzo» richiesto. In questo modo la Russia ha perso posizioni nella graduatoria dei Paesi virtuosi stilata da Transparency International: nel 2011 è scivolata al 143mo posto, a pari merito con la Nigeria. «Come va da voi in Russia, cher ami?», si sentì chiedere nel 1891 il ministro delle Finanze di Alessandro III Sergej Witte, in vacanza a Deauville. «Esimio collega, tutto come sempre», fu la risposta, «si ruba». Se vuole evitare un precipitare del declino, la squadra del presidente deve accelerare la modifica della geometria dell amministrazione dello Stato e della gestione dell economia. Secondo una formula spesso enfatizzata da Dmitrij Medvedev, quando si presenta in veste di «liberal», questo significa affermare il primato di una società davvero aperta, incardinata in uno stato di diritto, e sbarazzarsi di un apparato burocratico, la cui inefficienza è pari alla voracità. È sufficiente capitare in qualche ufficio amministrativo per rendersi conto di come girano i mulini della burocrazia. «Tutti danno ordini a tutti, tutti hanno un sottoposto, anche l usciere e la donna delle pulizie, tutti siglano rapporti, attestati di controlli mai o mal fatti e circolari vergate in linguaggio criptico e riguardanti questioni astratte. Cumuli di carta che nessuno legge». Esattamente come facevano i personaggi nei racconti di Gogol. Kafka sarebbe venuto dopo. Il sistema è antico, risale a Pietro il Grande che lo ha imposto «per meglio disciplinare il suo popolo», come scrive lo storico Henri Troyat. Per tenere l apparato sotto stretto controllo l imperatore si era inventato il chin, o grado, la tavola delle gerarchie. La scala dei valori annoverava quattordici chin, che andavano, per i civili, dall umile scriba all onnipotente cancelliere dell impero, e per i militari dal giovanissimo alfiere al feldmaresciallo. Con poche varianti lo schema, semmai appesantito

20 ROULETTE RUSSIA 19 dalla tendenza leninista a regolare e controllare orwellianamente le esistenze di ogni individuo, resta in funzione. I titolari di un chin, i chinovniki, distribuendo privilegi e manovrando carriere negli «uffici quadri», come ai tempi degli zar assicurano l ubbidienza e la fedeltà dei sudditi al vertice. Tutti i chinovniki sono schierati lungo una scala gerarchica infinita, una piramide che sale dal basso, e dalla periferia, verso l alto, e verso il centro, e che non serve solo come catena di comando ma anche come graduatoria per la distribuzione di «proventi integrativi», ovvero di regalie e di mazzette. Una delle amministrazioni più fameliche è quella doganale, con la quale ho avuto spesso da fare come capo di un ufficio che si occupava di televisione e quindi spesso necessitava di importare materiale tecnico dall Italia. Le operazioni di sdoganamento erano sempre una spossante odissea che inevitabilmente terminava quando una busta con un tot di dollari passava di mano. A un certo punto negli uffici preposti a sbloccare la consegna delle merci si innescò un repentino ricambio di funzionari. Che sia iniziata un «operazione pulizia»? Lo chiesi a un amico avvocato, esperto di queste cose. «Ma quale operazione pulizia», fu la risposta, «il ministero ha messo in atto una rotazione per dare modo a un maggior numero di chinovniki di partecipare a turno alla spartizione del bottino. Gli esclusi avevano protestato molto in alto minacciando di boicottare il lavoro». Così finisce che ogni gerarca da scrivania ha il suo tariffario. «Come i killer e le puttane», conclude l amico avvocato. È questo il segreto peggio custodito della Russia. Lungo il Novyj Arbat, lo stradone che collega il Cremlino con il Palazzo Bianco, dove siede il governo, le urgenze corrono veloci come le Mercedes ministeriali, nere e dai finestrini oscurati. Fin da subito per Putin una delle grandi sfide è rappresentata dalla recente cooptazione della Russia nel Wto, l Organizzazione mondiale del commercio, un obiettivo rag-

21 20 SERGIO CANCIANI giunto con fatica dopo 18 anni di complesse negoziazioni. È un traguardo che dovrebbe aiutare la crescita del Paese partendo da una diversificazione dell economia oggi sbilanciata verso l estrazione di materie prime, a cominciare dagli idrocarburi che però non sono inesauribili e comunque restano esposti alle variabili dei mercati e delle relazioni internazionali. L entrata nel «club Wto» impone alla Russia un maggiore rispetto delle regole e quindi la costruzione rapida di un clima più favorevole al business, come si afferma negli uffici moscoviti delle principali banche occidentali. Le promesse sono molte. Putin si è impegnato a ridurre le tariffe sulle importazioni, a eliminare progressivamente i sussidi all export e a erigere difese verificabili contro gli abusi sulla proprietà intellettuale. Il tutto secondo i guru vicini al Cremlino dovrebbe portare a una crescita supplementare dell economia del 3,3 per cento nel breve e dell 11 per cento nel lungo periodo. Questa perestrojka dei commerci dovrebbe dare impulso alla crescita di una nuova borghesia formata da piccoli e medi imprenditori «che parlano inglese», aperti cioè all innovazione tecnologica e ai mercati globalizzati. Seguirà per questo ceto emergente un adeguata capacità di rappresentanza politica, ammesso che crescano leader capaci e credibili, il che finora non è avvenuto. La necessità della formazione di una classe media è una storia che viene dibattuta da oltre un secolo e mezzo. Sarebbe stata essa il pilastro della Russia, un ceto «che non sta né al fondo né al vertice, ma nella zona intermedia della società». Lo dice verso il 1850 Aleksandr Herzen, in polemica con Marx. Per paradosso il novyj buržujche ha preso il posto della spodestata (espropriata, fisicamente liquidata o esiliata) élite protocapitalista è stato un prodotto del leninismo quando fu varata la breve stagione della Nep, la nuova politica economica. Nel 1926, visitando la Russia, il grande scrittore austriaco Jo-

22 ROULETTE RUSSIA 21 seph Roth (l autore de La cripta dei cappuccini) ne fa un ritratto per il «Frankfurter Zeitung». «Dalle macerie del capitalismo distrutto», scrive Roth, «sta emergendo il nuovo commerciante e il nuovo industriale, primitivo come agli esordi del capitalismo, senza borsa né listino delle quotazioni, armato soltanto di penna stilografica e di cambiali». E ancora: «Il nuovo borghese rasenta spesso la prigione, e in prigione ci è già stato più volte. La perdita dei diritti civili può essergli indifferente, dato che di diritti non ne ha neanche uno. Non vuole comandare, non vuole governare, vuole solo guadagnare. E guadagna». Con Stalin la musica sarebbe cambiata, ma questo ritratto fatto da Roth del novyj buržuj si adatta perfettamente, settant anni dopo quel viaggio nella Russia di Lenin, a quello di tanti oligarchi della Russia di Putin. Esclusa però la questione del comando e del governo, ma incluso invece il carcere. I personaggi che hanno l ambizione di assumere il ruolo di rappresentanti politici del novyj buržuj post sovietico sono molti ma sembrano tutti scendere dalla Torre di Babele, vista la confusione e la incompatibilità tra i vari programmi politici e anche tra gli stili personali. Boris Nemcov, che anche dall aspetto sembra appena uscito da qualche public school britannica, parla di liberalismo ma il suo tentativo di applicarne almeno i concetti base, quando fu giovane ministro sotto Eltsin, restò negli intenti. Non riuscì ad arieggiare l economia ma le promesse liberalizzazioni, in assenza di un adeguata intelaiatura di leggi e controlli, finirono in un caos di privatizzazioni selvagge. Spuntarono i «turbocapitalisti», che come gli antichi signori del latifondo alla Golicyn e alla Šeremetev considerano i loro sottoposti non come individui ma come servi della gleba appena un po emancipati. I grandi proprietari terrieri in realtà non parlavano nemmeno di sudditi ma di «anime». I nuovi principi si sono lanciati nell acquisto all inclusive di intere città industriali della Siberia, come la polare Norilsk,

23 22 SERGIO CANCIANI capitale del nichel e del palladio, o di enormi bacini carboniferi dove si scava a mille metri sotto terra, tra esplosioni e crolli che provocano ogni anno centinaia di morti. Oppure si sono accodati al monopolista Gazprom, ritagliandosi quote minoritarie ma molto remunerative di giacimenti metaniferi e petroliferi. Per rendere sopportabile il lavoro in territori estremi dove per sei mesi all anno la temperatura scende a meno 50 e durante la breve estate non c è modo di difendersi da sciami di zanzare tigre, le paghe sono almeno il triplo della media (che non supera i 600 dollari) e le ferie raddoppiate con viaggio a carico della ditta. Gli altri campioni dell antiputinismo, meno portati a discutere di economia, esibiscono un passato magari glorioso ma un presente confuso. Garri Kasparov è popolarissimo come può esserlo un campione di scacchi in Russia, dove questo gioco è una religione e un esercizio quasi esoterico, che contiene una inconfessabile brama: uccidere il re. Ma in politica lo šachmatist Garri non ha indovinato una mossa, finendo annichilito come lo fu Boris Spasskij, bandiera scacchistica sovietica, in quel duello mortale di Reykjavík con Bobby Fischer, bandiera americana (però alla fine il perdente salvò il proprio equilibrio psichico e il vincitore impazzì). Non depone a favore di questi due oppositori, che si definiscono «moderati», la loro incapacità di smarcarsi dagli estremisti. La compromissione dei «liberal» che parlano di necessità contingente con quell arcipelago di intolleranza formato a Sinistra dai nazional-bolscevichi e a Destra dagli xenofobi naziskin può solo prefigurare una resa dei conti. Il vožd ( duce ) nazional-bolscevico e antisemita Eduard Limonov un mingherlino occhialuto con il pizzetto considerato grande scrittore dagli intellò parigini continua a vantarsi di aver combattuto in Bosnia contro «i turchi» a fianco delle Tigri serbe di Arkan: «Nei Balcani come nel Caucaso bisogna difendere la nostra civiltà contro la nuova invasione islamica».

24 ROULETTE RUSSIA 23 In effetti, lo si vide nel 1993 sulla montagna di Pale, quartier generale degli armigeri di Karadžić, sparare sulla sottostante Sarajevo mezza morta con una mitragliatrice da 20 mm. Il vecchio comunista Zjuganov e lo sciovinista Žirinovskij, con i loro gruppi parlamentari di minoranza, sono considerati dei maggiordomi, si pagano e loro abbaiano ma non mordono. Ma in fondo, nel vento della protesta, le voci di questi personaggi si sono affievolite, lasciando il campo a Internet e a cyber-dissidenti alla Aleksej Naval nyj, 36 anni, una popolarità in seguito messa in discussione da eccessive tirate contro i čërnye, i neri, che sarebbero i disprezzati immigrati caucasici e centro-asiatici in prevalenza di religione musulmana. Il montare dell intolleranza etnica e religiosa è uno dei problemi che preoccupano di più i responsabili della sicurezza interna. Il cuore nero della Russia, Paese che inventò i pogrom, continua a produrre rigurgiti di antisemitismo oggi alimentato anche dall odio nei confronti degli oligarchi che sono quasi tutti di origine ebraica, anche se Putin ha instaurato buone relazioni con Israele spendendosi per «il suo diritto alla sicurezza» e quindi prendendo le distanze dalle minacce degli ayatollah iraniani. Se la Chiesa ortodossa continua a proclamarsi antemurale Christianitatis, baluardo della Cristianità, come ai tempi di Bisanzio e dell assedio di Belgrado, nelle aree a prevalenza islamica 23 milioni di musulmani delle repubbliche del Caucaso, del Caspio e nel Tatarstan, sul Volga cresce l influenza del fondamentalismo wahabita alimentato da consuetudini tribali, dal sottosviluppo e dalla disoccupazione giovanile. La mano dura di Putin in Cecenia ha motivazioni molteplici colpire il separatismo, sradicare la criminalità organizzata che con i taliban afgani controlla il narcotraffico, mettere in sicurezza i percorsi dell energia ma la più importante riguarda forse la volontà di bloccare manu militari la diffusione dell influenza dell integralismo jihadista con il suo carico di terrori-

25 24 SERGIO CANCIANI smo, già esploso negli anni recenti, da Beslan al cuore di Mosca, provocando migliaia di vittime. Questa «battaglia di civiltà» è forse la sola che trova concordi i giovani della nascente classe media «che parla inglese», quelli dell invernale «rivoluzione bianca» anti-putin. Questi happy few che finalmente possono viaggiare e che preferiscono il bistrot «Jean Jacques» e Burger King al ristorantone sovietizzante credono che la Russia del Terzo millennio, la «nostra» Russia, dovrà sbarazzarsi di un sistema che è autoritario, o nel caso migliore paternalista, ostile alla meritocrazia, alla concorrenza e al pluralismo. Rispetto al loro stile e alle loro aspirazioni il politico russo è volgare, nei salotti dell alta finanza è pesato per i soldi che porta o che promette, ma fa brutta figura. Allora? Una primavera dai cento fiori in un trionfo di bon ton? Vedremo. La battaglia per aprire una pista nella foresta pietrificata del potere sarà dura, e il suo esito incerto. Secondo Maksim Trudoljubov bisognerà cominciare stabilendo i percorsi per la formazione e la legalizzazione di nuovi partiti, regolare il loro finanziamento e dare a tutti libero accesso ai media. Per usare un po quella enfasi declamatoria che piace ai russi «siamo al primo capitolo di un epopea degna di pionieri temerari». Le prime carovane (formate da Suv) sono già in marcia affardellate con antenne satellitari, computer e ipod.

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

La Piramide dell Odio

La Piramide dell Odio Lezione La Piramide dell Odio Partecipanti: Studenti di scuola media inferiore o superiore/ max. 40 Materiali: Foglio Domande (una copia per ciascuno studente) Lucido con la definizione di Genocidio (allegato)

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Note di Alfredo Reichlin. Per il Congresso del Partito Democratico. Il problema che sta davanti al Congresso del PD è quello di una

Note di Alfredo Reichlin. Per il Congresso del Partito Democratico. Il problema che sta davanti al Congresso del PD è quello di una Note di Alfredo Reichlin Per il Congresso del Partito Democratico Il problema che sta davanti al Congresso del PD è quello di una svolta. La necessità di un grande cambiamento. Si tratta del fatto che

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Foglio per gli studenti Domande

Foglio per gli studenti Domande Domande Rispondi Sì o No a ciascuna delle seguenti domande (Rispondi con sincerità. Questo questionario è visto solo da te!): Domande: 1. Hai mai sentito una barzelletta che prendeva in giro una persona

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Su quali linee? Il dio socialdemocratico ci salverà?

Su quali linee? Il dio socialdemocratico ci salverà? Una rete socialista, nuova E urgentissimo un vero, non tattico, confronto programmatico. Nel e per il nuovo secolo, facendo nostra la geopolitica del mondo, quella del post G8: Cina, India, Brasile. Del

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli