leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it"

Transcript

1 leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

2 27

3 I edizione: maggio Lit Edizioni Srl Sede operativa: Via Isonzo, Roma Castelvecchi Rx è un marchio di Lit Edizioni Cover design: Laura Oliva

4 Sergio Canciani ROULETTE RUSSIA NEOZARISMO AI TEMPI DI PUTIN. VIAGGIO NELL EX IMPERO SOVIETICO TRA CORRUZIONE, NOSTALGIA E ILLUSIONE DEMOCRATICA

5

6 «La Russia è sublime Un universale, ordinato caos». F. DOSTOEVSKIJ

7

8 PREMESSA

9

10 Cara Antonija Radovanovna, sono appena sceso dalla Russia e ancora mi gira la testa. Tredici inverni, tredici anni di soqquadro, di teste e pensieri spettinati, di stanze mentali in disordine. Non certo le sue, amica mia, luminose e razionali come lo è questo aeroporto viennese di Schwechat, da dove le scrivo queste righe, memore dei suoi insegnamenti per orientarmi nell infinito «altrove» russo. Quanti sussieghi e disapprovazioni, quante eresie ed esorcismi e quanta gaia decadenza. All edicola ho preso «The Economist» che mette in prima pagina il viso liscio e distaccato del piccolo zar con la seguente didascalia: The beginnig of the end of Putin. Le sembra una prospettiva o un pio desiderio dei britanni che non lo hanno mai amato? Il tempo per discuterne non ci mancherà visto che l irresistibile ascesa di Vladimir Vladimirovič potrebbe durare per i prossimi dodici anni accompagnando fino al loro naturale spegnimento la nostra appassionata curiosità su cosa sarà la Russia del futuro prossimo. In che direzione rotolerà la pallina? Verso la casella che dice «democrazia compiuta» come tra alti e bassi continua ad essere quella occidentale, oppure verso la casella che porta la scritta «autocrazia slavo-asiatica» nel segno del paternalismo imperiale? Ogni opzione è aperta anche se si ha l impressione che nel dramma shakespeariano

11 10 SERGIO CANCIANI stiano entrando nuovi inattesi protagonisti e anche i registi potrebbero cambiare in corso d opera mentre re Lear, ignaro, si attarda a saldare la corona. Cara Antonija Radovanovna, mi sono sistemato nel solito albergo sul Graben e ora, seduto da Havelka, davanti a un mokka e a un buchteln appena sfornato, il quadro post elettorale russo, nella sua complessità, mi sembra abbastanza chiaro. Sarà la distanza che permette di vedere meglio la situazione sul campo. In questi appunti che spero avrà la compiacenza di sfogliare, ritroverà, magari in forma di sketch, molte conversazioni, molti incontri, qualche viaggio che abbiamo condiviso insieme ad altri amici. Considerazione d inizio: è passato l inverno in Moscovia e nel giardino del Cremlino ha gemmato il pero chiamato Putin. Dopo il quinquennio sabbatico da premier, Vlad è rimontato sul cavallo bianco, anche se le procedure che hanno portato alla sua terza incoronazione si sono svolte con maneggi forzati e opachi. In Russia e fuori di essa molti sono rimasti scandalizzati e delusi. Ma la nuova opposizione è un onda che finora non ha disturbato il timoniere, pur essendo un onda che sale. La maggioranza degli elettori si è guardata intorno, non ha visto approdi affidabili ma solo i contrafforti della fortezza chiamata «Russia Unita», il partito-mamma. Dalla culla alla tomba. E se qualcuno non vuol bene al partito-mamma, ebbene il presidente-babbo lo manda in castigo. Al Gran Hotel Siberia il figlio disubbidiente Michail (Chodorkovskij) recrimina ma non tace, scrivendo e riscrivendo la sua personale versione di Delitto e castigo, senza nemmeno aver bisogno di consultare l originale. Stimata Antonija, quante volte abbiamo discusso se l idea putiniana di rinnovata grandeur, non solo economica e militare ma anche morale, è velleità, inganno, tirata antioccidentale

12 ROULETTE RUSSIA 11 o strada praticabile. Durante il viaggio di ritorno mi sono letto le memorie di un grande diplomatico italiano, Pietro Quaroni, rappresentante del governo Badoglio in Urss nel 44 (suo nipote Michele, ora a Bruxelles, ha pure svolto servizio all ambasciata di Mosca). Incontrando nel 1947 Andrej Vysinškij, il terribile pubblico ministero di Stalin, Quaroni è costretto a subirsi una spietata requisitoria contro l Occidente e osserva: «C era dietro di tutto, la logica feroce del comunismo, il nazionalismo acceso del vecchio sciovinismo russo, una sconfinata volontà di potenza, una sicurezza altrettanto illimitata nella forza russa». Le minacce e gli annunci di riarmo pronunciati da Putin prima delle elezioni hanno colto l eco di questa irriducibilità, sebbene il quadro geopolitico e ideologico si sia rovesciato spandendo tegole sulla Russia. Così Putin, in mancanza di meglio, ha deciso di sottoporre a maquillage il corpaccione ancora pieno di cerotti. Si ritorna sulla grande scena liberata dall intollerabile e intollerante Bush. La Nato in crisi di identità ha rinunciato a espandersi a Est. L Ucraina ritornata nei ranghi, la Bielorussia c era già. A Sud la Georgia si è resa conto di aver fatto un passo più lungo della gamba e invece di ingrandirsi si è ristretta con la perdita di Abcasia e Ossezia meridionale, offrendo ai russi su un vassoio di porcellana «Lomonosov» corridoi strategici tra Caucaso e Mar Nero, buoni per le colonne militari e soprattutto per le pipeline. Anche l Asia Centrale con le sue grandi riserve di idrocarburi si è lasciata prendere dall abbraccio Cremlino-Gazprom. I «khan» locali sono stati coperti d oro e gli americani si sono visti sottrarre dalla manica tutti gli assi. Cara Antonija, ovviamente la vita è anche o soprattutto altrove. Per esempio, nei luoghi dove la bella gente della nuova opposizione discute sì di politica ma anche di dolce vita, di

13 12 SERGIO CANCIANI bei vestiti e di «ammmore». Magari in Italia a qualcuno interesserà sapere chi sono, dove nascono, come si comportano i cortigiani del Cremlino? Indossano completi firmati, cravatte francesi (hanno imparato a farsi il nodo) e mocassini italiani. Lunghe partite a biliardo, Mercedes in cortile, belle dacie tra le betulle, donne imperiose. Insomma, soldi. Da dove arrivano? La questione ci conduce al problema che agita la piazza della nuova borghesia, cioè la corruzione. L ingiustizia è gratis, il diritto si paga. Tredici anni, cara amica, o come piace dire a me, tredici inverni. Quanti viaggi in Siberia, senza la cui ricchezza Putin cancellerebbe la parola «rinascimento» dalla sua agenda. Quanti incontri, non quelli ufficiali, ripetitivi e noiosi, ma serate con buon cibo, buon bere, compagni sempre interessanti. Ecco quanto vorrei raccontare. Ma? Quando a metà Cinquecento l imperatore Carlo V d Austria ricevette a corte il suo inviato in Moscovia, il Freiherr Sigismund von Herberstein (che era di Vipacco, vicino a Gorizia) si sentì chiedere: «Allora, com è la Russia?» Sigismondo non rispose subito, poi disse: «Sua Maestà, mi riceva di nuovo fra tre mesi. Forse riuscirò a farle capire qualcosa».

14 ARCIPELAGO RUSSIA

15

16 «Nell amministrazione russa la minuziosità non esclude il disordine». Lo constatò nel remoto 1839 il marchese Astolphe de Custine, dandy ed emissario francese presso lo zar Nicola I, nonché autore di un epistolario tuttora insuperato per capire l eterna Russia, le sue abissali tenebre e le sue algide luci. Per quanto riguarda l osservazione antropologica dell uomo euro-asiatico, cioè il russo che esso sia un cicisbeo di corte o si distrugga la schiena trascinando il barcone sul Volga le note di questo «journal» equivalgono le pagine di Tolstoj (il misticismo della terra madre), di Dostoevskij (l inafferrabile profondità dell anima russa perennemente alle prese con la voluttà del flagello: delitto e castigo?), di Gogol, Bulgakov e Solženicyn. Non per ultimo, anzi, Vasilij Grossman che nelle trincee del fronte ha vissuto la Tragedia Umana del suo popolo. Angeli e demoni che si muovono in una delirante cosmografia affollata da pazzi di Dio e adoratori di Satana. Secondo alcuni psichiatri Stalin apparteneva a entrambe le categorie: ha iniziato da seminarista ed è finito a comandare i Torquemada comunisti, sempre in nome di un dogma punitivo. Quello sì che conosceva i russi anche se era gruzin, ovvero georgiano, commentava dall esilio la principessa Trubeckaja. La razionalità illuminista, (rara avis nella Russia dell epoca), i languori del romanticismo ottocentesco (invece molto diffu-

17 16 SERGIO CANCIANI si, lo si capisce ascoltando Čaikovskij) e i vortici tecnicistici prodotti anche nel campo delle arti (russkij avangard) legati ai primi Piani quinquennali dovettero fare i conti con il cupio dissolvi del nichilismo e poi con il distruttivismo della lotta di classe leninista. Il rullio di tamburi di una jacquerie permanente con i plotoni d esecuzione al posto della ghigliottina era il rumore di sottofondo per secoli. È come se il Paese non avesse ancora trovato le energie, e la volontà, di seppellire un interminabile Medio Evo, dominato dal gosudar, il padre-padrone benedetto dai pope ortodossi, tuttora stampella essenziale del potere temporale. Nei momenti più difficili del conflitto che i russi chiamano Seconda Grande Guerra Patriottica, essendo stata per loro la Prima quella del 1812 contro Napoleone l ex seminarista Stalin, benché fucilatore di preti, si inchinava dinnanzi alle sacre icone. Sapeva che un popolo profondamente religioso come quello russo (nonostante decenni di ateismo imposto con la violenza) continuava a considerare il Patriarcato come il vero depositario della tradizione spirituale e dell identità nazionale della rodina, la patria, venerata con un sentimento di dolente orgoglio che in fondo resta la sola ideologia unificante tra vecchie e giovani generazioni. I garofani rossi che i bambini porgono ai reduci della guerra nella Giornata della Vittoria sono un omaggio spontaneo e sincero, anche se per il resto dell anno il nonno viene lasciato solo in qualche sanatorium per veterani a lucidarsi le medaglie, che, quando muore, spesso finiscono sui banchetti di militaria al bazar di Izmajlovo, insieme a uniformi tarlate e sbiadite foto ricordo. Il leitmotiv del ritorno del condottiero Vladimir Putin alla presidenza dovrebbe essere la ricostruzione della potenza russa mediante una modernizzazione civile-militare operata in profondità. Dalle avventure ottocentesche di de Custine ad oggi, gli alti papaveri bianchi o rossi, al di là delle ideologie, si sono sempre mossi con il passo del gattopardo, felino afro-si-

18 ROULETTE RUSSIA 17 culo che da Donnafugata sembra essersi acquartierato al Cremlino: tutto può e, anzi, deve cambiare affinché resti intatto ciò che conta, la sacralità del potere. Non è altro che una delle molte varianti della perestrojka, una trasformazione da applicare dall alto in basso con pedagogica severità affinché sia chiaro al narod, al popolo, in quali mani è passato il knut, lo scudiscio del boiardo. Fin dall epoca dei villaggi di cartapesta con i quali il governatore Potëmkin imbrogliava l imperatrice Caterina, molte sono state le perestrojke, tutte fallite o insabbiate: dalla Nuova politica Economica (Nep) lanciata da Lenin all inizio degli anni Venti alle grandiose, e velleitarie, promesse di Gorbačëv il cui fallimento, nel 1991, fece colare a picco l impero sovietico. Fu il Brežnev terminale con un autonomia fisica e mentale limitata a mezza mattinata a mettere in pratica il metodo che, sotto occultamento, resta in vigore tuttora: la tattica del galleggiamento con qualche mossa brusca ogni tanto. È un metodo ovviamente pericoloso, come ubriacarsi in un bar sull orlo dell abisso, ma alla lunga narcotizza il cittadino, che può dedicarsi ai fatti propri, e tranquillizza la nomenklatura, che è sempre in allerta, visto che conosce, partecipandovi, tutti i segreti dell inconfessabile sottosuolo politico, a cominciare dalla corruzione e dalla spartizione delle tangenti distribuite «là dove occorre» del comparto industrial-militare e dei grandi commerci con l estero che presuppongono maneggi di valuta pregiata. Per ammissione dei funzionari responsabili delle entrate il peso dell economia illegale è tale da rendere inattendibile ogni statistica a cominciare dal Pil e dal gettito fiscale. Ogni aspetto della vita è soggetto alla krysha, alla protezione, perfino la scuola pubblica. Ai genitori viene chiesto un contributo annuale pari a 10mila rubli, circa 260 euro. «Il sistema si regge sull impunità di una massa di burocrati che hanno licenza di appropriazione indebita e di pretendere tangenti», ha scritto il quotidiano in lingua inglese «The Moscow Ti-

19 18 SERGIO CANCIANI mes». È stato calcolato che il 15 per cento della popolazione carceraria è composto da uomini d affari incastrati da concorrenti o da funzionari ai quali non è stato versato il «pizzo» richiesto. In questo modo la Russia ha perso posizioni nella graduatoria dei Paesi virtuosi stilata da Transparency International: nel 2011 è scivolata al 143mo posto, a pari merito con la Nigeria. «Come va da voi in Russia, cher ami?», si sentì chiedere nel 1891 il ministro delle Finanze di Alessandro III Sergej Witte, in vacanza a Deauville. «Esimio collega, tutto come sempre», fu la risposta, «si ruba». Se vuole evitare un precipitare del declino, la squadra del presidente deve accelerare la modifica della geometria dell amministrazione dello Stato e della gestione dell economia. Secondo una formula spesso enfatizzata da Dmitrij Medvedev, quando si presenta in veste di «liberal», questo significa affermare il primato di una società davvero aperta, incardinata in uno stato di diritto, e sbarazzarsi di un apparato burocratico, la cui inefficienza è pari alla voracità. È sufficiente capitare in qualche ufficio amministrativo per rendersi conto di come girano i mulini della burocrazia. «Tutti danno ordini a tutti, tutti hanno un sottoposto, anche l usciere e la donna delle pulizie, tutti siglano rapporti, attestati di controlli mai o mal fatti e circolari vergate in linguaggio criptico e riguardanti questioni astratte. Cumuli di carta che nessuno legge». Esattamente come facevano i personaggi nei racconti di Gogol. Kafka sarebbe venuto dopo. Il sistema è antico, risale a Pietro il Grande che lo ha imposto «per meglio disciplinare il suo popolo», come scrive lo storico Henri Troyat. Per tenere l apparato sotto stretto controllo l imperatore si era inventato il chin, o grado, la tavola delle gerarchie. La scala dei valori annoverava quattordici chin, che andavano, per i civili, dall umile scriba all onnipotente cancelliere dell impero, e per i militari dal giovanissimo alfiere al feldmaresciallo. Con poche varianti lo schema, semmai appesantito

20 ROULETTE RUSSIA 19 dalla tendenza leninista a regolare e controllare orwellianamente le esistenze di ogni individuo, resta in funzione. I titolari di un chin, i chinovniki, distribuendo privilegi e manovrando carriere negli «uffici quadri», come ai tempi degli zar assicurano l ubbidienza e la fedeltà dei sudditi al vertice. Tutti i chinovniki sono schierati lungo una scala gerarchica infinita, una piramide che sale dal basso, e dalla periferia, verso l alto, e verso il centro, e che non serve solo come catena di comando ma anche come graduatoria per la distribuzione di «proventi integrativi», ovvero di regalie e di mazzette. Una delle amministrazioni più fameliche è quella doganale, con la quale ho avuto spesso da fare come capo di un ufficio che si occupava di televisione e quindi spesso necessitava di importare materiale tecnico dall Italia. Le operazioni di sdoganamento erano sempre una spossante odissea che inevitabilmente terminava quando una busta con un tot di dollari passava di mano. A un certo punto negli uffici preposti a sbloccare la consegna delle merci si innescò un repentino ricambio di funzionari. Che sia iniziata un «operazione pulizia»? Lo chiesi a un amico avvocato, esperto di queste cose. «Ma quale operazione pulizia», fu la risposta, «il ministero ha messo in atto una rotazione per dare modo a un maggior numero di chinovniki di partecipare a turno alla spartizione del bottino. Gli esclusi avevano protestato molto in alto minacciando di boicottare il lavoro». Così finisce che ogni gerarca da scrivania ha il suo tariffario. «Come i killer e le puttane», conclude l amico avvocato. È questo il segreto peggio custodito della Russia. Lungo il Novyj Arbat, lo stradone che collega il Cremlino con il Palazzo Bianco, dove siede il governo, le urgenze corrono veloci come le Mercedes ministeriali, nere e dai finestrini oscurati. Fin da subito per Putin una delle grandi sfide è rappresentata dalla recente cooptazione della Russia nel Wto, l Organizzazione mondiale del commercio, un obiettivo rag-

21 20 SERGIO CANCIANI giunto con fatica dopo 18 anni di complesse negoziazioni. È un traguardo che dovrebbe aiutare la crescita del Paese partendo da una diversificazione dell economia oggi sbilanciata verso l estrazione di materie prime, a cominciare dagli idrocarburi che però non sono inesauribili e comunque restano esposti alle variabili dei mercati e delle relazioni internazionali. L entrata nel «club Wto» impone alla Russia un maggiore rispetto delle regole e quindi la costruzione rapida di un clima più favorevole al business, come si afferma negli uffici moscoviti delle principali banche occidentali. Le promesse sono molte. Putin si è impegnato a ridurre le tariffe sulle importazioni, a eliminare progressivamente i sussidi all export e a erigere difese verificabili contro gli abusi sulla proprietà intellettuale. Il tutto secondo i guru vicini al Cremlino dovrebbe portare a una crescita supplementare dell economia del 3,3 per cento nel breve e dell 11 per cento nel lungo periodo. Questa perestrojka dei commerci dovrebbe dare impulso alla crescita di una nuova borghesia formata da piccoli e medi imprenditori «che parlano inglese», aperti cioè all innovazione tecnologica e ai mercati globalizzati. Seguirà per questo ceto emergente un adeguata capacità di rappresentanza politica, ammesso che crescano leader capaci e credibili, il che finora non è avvenuto. La necessità della formazione di una classe media è una storia che viene dibattuta da oltre un secolo e mezzo. Sarebbe stata essa il pilastro della Russia, un ceto «che non sta né al fondo né al vertice, ma nella zona intermedia della società». Lo dice verso il 1850 Aleksandr Herzen, in polemica con Marx. Per paradosso il novyj buržujche ha preso il posto della spodestata (espropriata, fisicamente liquidata o esiliata) élite protocapitalista è stato un prodotto del leninismo quando fu varata la breve stagione della Nep, la nuova politica economica. Nel 1926, visitando la Russia, il grande scrittore austriaco Jo-

22 ROULETTE RUSSIA 21 seph Roth (l autore de La cripta dei cappuccini) ne fa un ritratto per il «Frankfurter Zeitung». «Dalle macerie del capitalismo distrutto», scrive Roth, «sta emergendo il nuovo commerciante e il nuovo industriale, primitivo come agli esordi del capitalismo, senza borsa né listino delle quotazioni, armato soltanto di penna stilografica e di cambiali». E ancora: «Il nuovo borghese rasenta spesso la prigione, e in prigione ci è già stato più volte. La perdita dei diritti civili può essergli indifferente, dato che di diritti non ne ha neanche uno. Non vuole comandare, non vuole governare, vuole solo guadagnare. E guadagna». Con Stalin la musica sarebbe cambiata, ma questo ritratto fatto da Roth del novyj buržuj si adatta perfettamente, settant anni dopo quel viaggio nella Russia di Lenin, a quello di tanti oligarchi della Russia di Putin. Esclusa però la questione del comando e del governo, ma incluso invece il carcere. I personaggi che hanno l ambizione di assumere il ruolo di rappresentanti politici del novyj buržuj post sovietico sono molti ma sembrano tutti scendere dalla Torre di Babele, vista la confusione e la incompatibilità tra i vari programmi politici e anche tra gli stili personali. Boris Nemcov, che anche dall aspetto sembra appena uscito da qualche public school britannica, parla di liberalismo ma il suo tentativo di applicarne almeno i concetti base, quando fu giovane ministro sotto Eltsin, restò negli intenti. Non riuscì ad arieggiare l economia ma le promesse liberalizzazioni, in assenza di un adeguata intelaiatura di leggi e controlli, finirono in un caos di privatizzazioni selvagge. Spuntarono i «turbocapitalisti», che come gli antichi signori del latifondo alla Golicyn e alla Šeremetev considerano i loro sottoposti non come individui ma come servi della gleba appena un po emancipati. I grandi proprietari terrieri in realtà non parlavano nemmeno di sudditi ma di «anime». I nuovi principi si sono lanciati nell acquisto all inclusive di intere città industriali della Siberia, come la polare Norilsk,

23 22 SERGIO CANCIANI capitale del nichel e del palladio, o di enormi bacini carboniferi dove si scava a mille metri sotto terra, tra esplosioni e crolli che provocano ogni anno centinaia di morti. Oppure si sono accodati al monopolista Gazprom, ritagliandosi quote minoritarie ma molto remunerative di giacimenti metaniferi e petroliferi. Per rendere sopportabile il lavoro in territori estremi dove per sei mesi all anno la temperatura scende a meno 50 e durante la breve estate non c è modo di difendersi da sciami di zanzare tigre, le paghe sono almeno il triplo della media (che non supera i 600 dollari) e le ferie raddoppiate con viaggio a carico della ditta. Gli altri campioni dell antiputinismo, meno portati a discutere di economia, esibiscono un passato magari glorioso ma un presente confuso. Garri Kasparov è popolarissimo come può esserlo un campione di scacchi in Russia, dove questo gioco è una religione e un esercizio quasi esoterico, che contiene una inconfessabile brama: uccidere il re. Ma in politica lo šachmatist Garri non ha indovinato una mossa, finendo annichilito come lo fu Boris Spasskij, bandiera scacchistica sovietica, in quel duello mortale di Reykjavík con Bobby Fischer, bandiera americana (però alla fine il perdente salvò il proprio equilibrio psichico e il vincitore impazzì). Non depone a favore di questi due oppositori, che si definiscono «moderati», la loro incapacità di smarcarsi dagli estremisti. La compromissione dei «liberal» che parlano di necessità contingente con quell arcipelago di intolleranza formato a Sinistra dai nazional-bolscevichi e a Destra dagli xenofobi naziskin può solo prefigurare una resa dei conti. Il vožd ( duce ) nazional-bolscevico e antisemita Eduard Limonov un mingherlino occhialuto con il pizzetto considerato grande scrittore dagli intellò parigini continua a vantarsi di aver combattuto in Bosnia contro «i turchi» a fianco delle Tigri serbe di Arkan: «Nei Balcani come nel Caucaso bisogna difendere la nostra civiltà contro la nuova invasione islamica».

24 ROULETTE RUSSIA 23 In effetti, lo si vide nel 1993 sulla montagna di Pale, quartier generale degli armigeri di Karadžić, sparare sulla sottostante Sarajevo mezza morta con una mitragliatrice da 20 mm. Il vecchio comunista Zjuganov e lo sciovinista Žirinovskij, con i loro gruppi parlamentari di minoranza, sono considerati dei maggiordomi, si pagano e loro abbaiano ma non mordono. Ma in fondo, nel vento della protesta, le voci di questi personaggi si sono affievolite, lasciando il campo a Internet e a cyber-dissidenti alla Aleksej Naval nyj, 36 anni, una popolarità in seguito messa in discussione da eccessive tirate contro i čërnye, i neri, che sarebbero i disprezzati immigrati caucasici e centro-asiatici in prevalenza di religione musulmana. Il montare dell intolleranza etnica e religiosa è uno dei problemi che preoccupano di più i responsabili della sicurezza interna. Il cuore nero della Russia, Paese che inventò i pogrom, continua a produrre rigurgiti di antisemitismo oggi alimentato anche dall odio nei confronti degli oligarchi che sono quasi tutti di origine ebraica, anche se Putin ha instaurato buone relazioni con Israele spendendosi per «il suo diritto alla sicurezza» e quindi prendendo le distanze dalle minacce degli ayatollah iraniani. Se la Chiesa ortodossa continua a proclamarsi antemurale Christianitatis, baluardo della Cristianità, come ai tempi di Bisanzio e dell assedio di Belgrado, nelle aree a prevalenza islamica 23 milioni di musulmani delle repubbliche del Caucaso, del Caspio e nel Tatarstan, sul Volga cresce l influenza del fondamentalismo wahabita alimentato da consuetudini tribali, dal sottosviluppo e dalla disoccupazione giovanile. La mano dura di Putin in Cecenia ha motivazioni molteplici colpire il separatismo, sradicare la criminalità organizzata che con i taliban afgani controlla il narcotraffico, mettere in sicurezza i percorsi dell energia ma la più importante riguarda forse la volontà di bloccare manu militari la diffusione dell influenza dell integralismo jihadista con il suo carico di terrori-

25 24 SERGIO CANCIANI smo, già esploso negli anni recenti, da Beslan al cuore di Mosca, provocando migliaia di vittime. Questa «battaglia di civiltà» è forse la sola che trova concordi i giovani della nascente classe media «che parla inglese», quelli dell invernale «rivoluzione bianca» anti-putin. Questi happy few che finalmente possono viaggiare e che preferiscono il bistrot «Jean Jacques» e Burger King al ristorantone sovietizzante credono che la Russia del Terzo millennio, la «nostra» Russia, dovrà sbarazzarsi di un sistema che è autoritario, o nel caso migliore paternalista, ostile alla meritocrazia, alla concorrenza e al pluralismo. Rispetto al loro stile e alle loro aspirazioni il politico russo è volgare, nei salotti dell alta finanza è pesato per i soldi che porta o che promette, ma fa brutta figura. Allora? Una primavera dai cento fiori in un trionfo di bon ton? Vedremo. La battaglia per aprire una pista nella foresta pietrificata del potere sarà dura, e il suo esito incerto. Secondo Maksim Trudoljubov bisognerà cominciare stabilendo i percorsi per la formazione e la legalizzazione di nuovi partiti, regolare il loro finanziamento e dare a tutti libero accesso ai media. Per usare un po quella enfasi declamatoria che piace ai russi «siamo al primo capitolo di un epopea degna di pionieri temerari». Le prime carovane (formate da Suv) sono già in marcia affardellate con antenne satellitari, computer e ipod.

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA L Impero russo alla fine del XIX secolo Un territorio immenso e multietnico retto da una monarchia assoluta che reprimeva ogni forma di opposizione. Profonda arretratezza nelle campagne: Il 90% della terra

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe IV F Insegnante: Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti proposti dall insegnante e del manuale

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Il 1848. Il II impero in Francia

Il 1848. Il II impero in Francia Il 1848. Il II impero in Francia Le rivoluzioni del 48 in Europa Dimensioni più ampie: eccetto Inghilterra e Russia, tutta l Europa è coinvolta, compresa l Austria di Metternich. Più ampio coinvolgimento

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Risale ad un anno fa, all indomani dell annuncio della sua

Risale ad un anno fa, all indomani dell annuncio della sua LA RUSSIA E LO SPAZIO EX SOVIETICO Angelica Attolico Risale ad un anno fa, all indomani dell annuncio della sua candidatura alle presidenziali di marzo 2012, la prima menzione ufficiale del progetto di

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

I GENERALI SOTTO ACCUSA

I GENERALI SOTTO ACCUSA Mondo in fiamme Algeria Il conflitto algerino Habib Souaïdia, l ex ufficiale autore del libro La Sale Guerre, torna ad attaccare i vertici militari algerini. Per questa intervista la procura di Algeri

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo IL FASCISMO La via italiana al totalitarismo LA MARCIA SU ROMA La Marcia su Roma (inizia il 27 ottobre) colpisce lo Stato nel pieno disfacimento dei suoi poteri. Facta si dimette il 28 ottobre. Il Re,

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

DENTRO il LIBRO LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando IL CONTENUTO

DENTRO il LIBRO LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando IL CONTENUTO DENTRO il LIBRO dai 9 anni LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando Illustrazione di copertina: Annalisa Ventura Pagine: 96 Codice: 978-88-566-4991-8 Anno di pubblicazione: 2015 IL CONTENUTO Il libro si struttura

Dettagli

Promemoria del Giocatore

Promemoria del Giocatore Stagioni Dopo che qualcuno ha ottenuto il quinto avanzamento, vengono sbloccati gli Avanzamenti di Stagione e rimane un altra sessione dopo questa, prima che la stagione si concluda. Gli Avanzamenti di

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano.

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano. IL MEDIO ORIENTE Medio Oriente è una denominazione convenzionale, di origine francese, che viene data all Asia occidentale, a quella parte compresa tra l Africa e l India. I suoi confini sono: A Nord il

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa Anno Scolastico 2013/2014 5^A Liceo Scientifico Tecnologico PROGRAMMA DI STORIA L Europa e il mondo di inizio 900: Guerre prima della guerra (Inglesi, Boeri, Russi e Giapponesi) La crisi marocchina Il

Dettagli

La rivoluzione russa: le cause ( 1905)

La rivoluzione russa: le cause ( 1905) La rivoluzione russa: le cause ( 1905) assolutismo politica populismo Rivoluzione contadina 85% della popolazione contadini, ex servi della gleba sociale Arretratezza Malcontento e disagi per a guerra

Dettagli

I compiti vanno in vacanza

I compiti vanno in vacanza Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Camillo Bortolato I compiti vanno in vacanza 2 Il disfa-libro per la primaria CLSS

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza Uscire dalla violenza si può Centro Antiviolenza Thamaia Guida per le donne che subiscono violenza SUCCEDE ANCHE A TE? Ti dice continuamente che è tutto suo perchè è lui che guadagna i soldi? Devi giustificare

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi INCENDI FRA CENTRO E PERIFERIA 6 «Visto i giornali di oggi?» esordì Marco Cantelli con i suoi due assistenti.

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni Menu Il mondo diviso Francesco Ciafaloni 30 gennaio 2016 Sezione: Mondo, Società Oggi circa l 80% della popolazione del mondo possiede solo il 6% della ricchezza. Circa il 61% non ha un contrattto di lavoro

Dettagli

IL CARDINALE RICHELIEU

IL CARDINALE RICHELIEU In Francia la monarchia fu rafforzata dall opera di due abili ministri IL CARDINALE RICHELIEU Tra i propositi di Richelieu alla guida dello stato, c'erano il rafforzamento del potere del re di Francia e

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Senso della storia e azione politica

Senso della storia e azione politica Francesco Rossolillo Senso della storia e azione politica II. La battaglia per la Federazione europea a cura di Giovanni Vigo Società editrice il Mulino L Europa e la guerra nel Kosovo La guerra del Kosovo

Dettagli

INTRODUZIONE "La mia storia 2015",

INTRODUZIONE La mia storia 2015, INTRODUZIONE Questa raccolta scaturisce dalla selezione finale delle opere che hanno partecipato al Premio letterario "La mia storia 2015", alla sua seconda edizione. Ancora una volta, il tema è stato

Dettagli

L età dell imperialismo 1870-1900

L età dell imperialismo 1870-1900 1870-1900 Argomenti La seconda rivoluzione industriale L imperialismo L'Europa ed il mondo fra 1870 e 1900 La seconda rivoluzione industriale I CARATTERI GENERALI 1870 1914: crescita mondiale Paesi leader:

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

PUNTIAMO SULL EXPO. Intervista LUCA PATANÈ

PUNTIAMO SULL EXPO. Intervista LUCA PATANÈ PUNTIAMO SULL EXPO LUCA PATANÈ È da alcuni mesi presidente di Confturismo. Nel 2001 diventa presidente di Uvet American express corporate travel, polo distributivo di servizi turistici nel mercato italiano

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

Catechesi, catechesi, catechesi

Catechesi, catechesi, catechesi Atto di speranza Mio Dio, spero dalla tua bontà, per le tue promesse e per i meriti di Gesù Cristo, nostro Salvatore, la vita eterna e le grazie necessarie per meritarla con le buone opere, che io debbo

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva La

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

a) Democrazie e stati in via di sviluppo: due realtà inconciliabili?

a) Democrazie e stati in via di sviluppo: due realtà inconciliabili? INTRODUZIONE: a) Democrazie e stati in via di sviluppo: due realtà inconciliabili? Il Novecento è stato uno dei secoli più contraddittori della storia dell umanità. Da un lato, abbiamo avuto, soprattutto

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

della tematica e azioni per favorire la formazione e la pratica della nonviolenza nelle scuole, attraverso lo sport e nelle carceri.

della tematica e azioni per favorire la formazione e la pratica della nonviolenza nelle scuole, attraverso lo sport e nelle carceri. Presentazione È interessante notare come, oggi, il tema del perdono sia passato da un ambito specificamente religioso a uno psicologico, sociale, umano. Da un po di tempo (primi anni 2000), in Colombia,

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Parlare della malattia?

Parlare della malattia? L aspetto spirituale della malattia e della sofferenza nel dignitoso cammino verso il fine vita Sabato 10 maggio 2014 Villa Dei Cedri, Merate Relatore Padre Fiorenzo Reati 1 Parlare della malattia? Ricordo

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS

IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS INTRODUZIONE In Ideology: The War of Ideas, ogni giocatore interpreta una delle più potenti ideologie del 20 secolo: Capitalismo, Comunismo, Fascismo, Imperialismo e Fondamentalismo

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli