MARCELLO CHERUBINI - MASSIMO BETTI BAGNI DI LUCCA. il fascino di un antica stazione termale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MARCELLO CHERUBINI - MASSIMO BETTI BAGNI DI LUCCA. il fascino di un antica stazione termale"

Transcript

1 MARCELLO CHERUBINI - MASSIMO BETTI BAGNI DI LUCCA il fascino di un antica stazione termale Bagni di Lucca Terme J.V. & Hotel S.r.l Progetto Thermae Europae Iniziativa Comunitaria Cultura 2000 Bagni di Lucca, 2008

2 La stampa riprodotta in copertina e quelle nel corpo del testo appartengono a collezione privata: SIX VUES DES BAINS DE LUCQUES Peintes exactement d après nature PAR PANIERAI et lithographiées par I. Iacollet Publiées par Joseph Cordon Imprimées par Auguste Bry, rue Favart, 8 A PARIS Bagni di Lucca Terme J.V. & Hotel S.r.l Proprietà artistica e letteraria riservata Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata Edizione gennaio 2008 Realizzazione Foto Pastrengo Bagni di Lucca (Lu), 2008 Le fotografie sono state realizzate da: Bagni di Lucca Terme J.V. & Hotel S.r.l, Bagni di Lucca Foto Pastrengo, Bagni di Lucca

3 Mi trovo nella piacevole circostanza di esprimere alcune considerazioni e riflessioni su di una pubblicazione che certamente contribuirà a far conoscere le Terme di Bagni di Lucca ad un vasto pubblico internazionale perché promossa da una iniziativa di Cultura Comunitaria, rientrante nel Progetto Thermae Europae L affascinante storia delle Terme di Bagni di Lucca che il prof. Marcello Cherubini ed il dott. Massimo Betti hanno steso con la loro conosciuta competenza e passione, ci induce a riflettere sulla inderogabile necessità che il prestigioso nostro passato debba esser ben conosciuto da tutti e specie da chi è chiamato ad amministrare la nostra comunità, perché siamo convinti che la cultura in senso lato, e specie quella storica, deve costituire il fondamento di ogni iniziativa di sviluppo elaborata per il presente, ma proiettata verso il futuro. Il passato deve essere infatti un ispirazione ed un riferimento per la continuità. Ci complimentiamo pertanto con gli autori e con il signor Paolo Mazzei, Amministratore delle Terme di Bagni di Lucca, che ha fortemente voluto realizzare questa importante pubblicazione che certamente contribuirà a richiamare sul nostro territorio gran numero di visitatori. Il Sindaco di Bagni di Lucca Giancarlo Donati

4

5 PRESENTAZIONE E dall anno 2000 che ha avuto inizio la gestione delle Terme di Bagni di Lucca da parte della nostra Società: la Bagni di Lucca Terme J.V. & Hotel S.r.l. E da quel momento in poi che si sono sviluppati programmi e interventi mirati a far rivivere queste Terme con l obbiettivo di ridare ai suoi antichi stabilimenti Jean Varraud e Casa Boccella un livello di efficienza, di innovazione e di gradimento pari alla notorietà di cui ancora godono sia per l eccelsa qualità delle proprie acque sia per le cure che vi si praticano. Il cammino è stato duro e faticoso ma, paghi del lavoro fatto fino a qui, possiamo continuare sulla stessa strada con lo stesso ottimismo che ci ha animato dall inizio. Il nostro impegno, da ora in poi, è quello di dare alle Terme di Bagni di Lucca un immagine autonoma e ben definita, con una considerazione: per essere realmente innovativi bisogna essere anche conservatori: conservatori di paesaggi, di tradizioni, di culture e di lingue, perché si tratta di un patrimonio enorme, perché si tratta del lavoro di intere generazioni. Un percorso che non trascura niente, ma esalta il passato, sicuri come siamo di poterne trovare le vestigia in un presente proiettato a rinverdirne gli splendori. Queste Terme fondano il proprio equilibrio nel bilanciamento incessante tra innovazione e tradizione che viene esaltato proprio nel loro tenace lavoro di marketing territoriale. Thermæ Europæ, inserito nel Programma Comunitario Cultura 2000 diventa, così, un evento importante e determinante per proiettare le Terme di Bagni di Lucca su nuovi territori oltre a farle ottenere anche un importante riconoscimento a livello europeo. Con grande interesse e con grande piacere abbiamo affidato la realizzazione di questa pubblicazione, che andrà a far parte di un volume internazionale comprendente le più grandi realtà termali d Europa, agli studiosi che più e meglio di altri hanno saputo presentare la storia di Bagni di Lucca in quanto, alle indubbie capacità di storici e di scrittori, hanno saputo unire l amore e il vanto per la loro terra. Questa pubblicazione, di grande rilevanza letteraria, per la qualità degli autori, e promozionale per la città di Bagni di Lucca, va ad aggiungersi alla già notevolissima produzione letteraria su questa realtà termale, arricchendola e completandola di nuovi studi. Si ringraziano gli autori per il loro lavoro e la loro preziosa collaborazione. Un ringraziamento particolare va a Alberto D Alessandro, che ci ha chiamati a far parte di questo gruppo (orgogliosi di farne parte) e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Lucca che ha contribuito in maniera determinante alla stampa di quest opera. Paolo Mazzei Amministratore di Bagni di Lucca Terme J.V. & Hotel S.r.l 5

6 6

7 PREFAZIONE Una pubblicazione, destinata a far conoscere e conseguentemente a veicolare il Centro Termale di Bagni di Lucca in un circuito di turismo europeo e quindi internazionale, dovrebbe essere impostata principalmente a presentare le strutture turistico-ricettive e culturali a disposizione, la realtà socio-economica, le capacità e le prospettive di sviluppo. Noi non abbiamo, di proposito, ubbidito rigorosamente a questi criteri perché Bagni di Lucca è particolare e diremo unica - come cercheremo di dimostrare - rispetto a moltissimi centri termali italiani ed europei e perché, d altra parte, l indicazione data dal Progetto Thermae Europae è quella di procedere ad un analisi storica dell eredità termale in Europa, con lo scopo di inventariare anche il patrimonio architettonico-termale, per procedere quindi alla programmazione di un piano di valorizzazione della cultura del termalismo in Europa. Per molti anni, nell intraprendere progetti di recupero del patrimonio termale e ricettivo, l iniziativa pubblica e privata di Bagni di Lucca ha dovuto fare i conti con i troppi vincoli imposti dalle Istituzioni preposte alla tutela del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, con la conseguenza che sia il pubblico che il privato hanno lasciato importanti strutture termali e turistiche abbandonate a se stesse. Oggi, fortunatamente, sembra che le maglie del vincolismo si siano un poco allargate. La Comunità Europea e i vari Governi nazionali hanno inoltre dimostrato sensibilità e interesse al recupero di un comune patrimonio culturale, così che fondi finalizzati sono pervenuti nelle casse dell Amministrazione locale. E conseguentemente iniziata una faticosa, costosa, difficile e paziente opera di recupero di tutti gli antichi stabilimenti termali, del Casinò dei Giuochi e di altre strutture importanti e significative per il nostro passato, ma anche indispensabili ad un auspicabile importante futuro. Di tutti questi interventi di recupero daremo conto nella presente pubblicazione. Di tutti gli stabilimenti termali e di altri importanti architetture riferiremo il racconto della loro storia, attingendo alle numerose fonti scritte costituite da diari di viaggio, epistolari, studi che, nel corso dei secoli, sono state lasciate da quanti furono attratti dapprima dalla fama delle capacità terapeutiche delle nostre acque termali, quindi dalla bellezza della nostra vallata e dalla spensierata aria di mondanità europea che il soggiorno ai Bagni di Lucca, specie nel XIX secolo, sapientemente sapeva loro offrire. Oggi i privati hanno iniziato a riordinare gli alberghi, le pensioni e i ristoranti, ammodernandone le strutture per adeguarle sempre più e sempre meglio alle esigenze del turismo del tempo 7

8 presente. Molti stranieri e italiani hanno acquistato e ristrutturato vecchie case, casali ed anche interi borghi antichi per condurvi una vita a più significativa dimensione umana o per dar vita a positive esperienze di agriturismo. Auspichiamo, quindi, che la presente pubblicazione solleciti il moderno turista europeo a ritornare ai Bagni di Lucca spinto innanzi tutto dalla curiosità di riconoscere, di rileggere e di ritrovare nelle architetture, nei paesaggi, nel calore e nella freschezza delle acque, quegli incanti che fecero dire le più belle parole a molti poeti, scrittori e artisti giunti qua da ogni Paese. Perché le molte memorie e pagine di Michel de Montaigne, di Elizabeth Barrett e Robert Browning, di George Gordon Byron, di Mary e Percy Bysshe Shelley, di Ouida, di Heinrich Heine, di Alphonse de Lamartine, di Charles Montesquieu, di Alexandre Dumas padre e di moltissimi altri loro connazionali, furono scritte con le emozioni e con i sentimenti suscitati dal rigoglìo dei nostri colli e dei nostri boschi e con l incanto profuso dalla nostra sorridente vallata solcata da corsi di limpide acque. gli autori 8

9 IL territorio Bagni di Lucca, nella regione toscana, è a circa 27 Km dalla città di Lucca, lungo la strada statale n 12 del Brennero in direzione dell Abetone, stazione sciistica, da cui dista appena 37 Km. Venticinque sono i paesi più o meno grandi che costituiscono il Comune di Bagni di Lucca, il cui capoluogo è La Villa, a 150 m s.l.m.. Il Comune ha una popolazione di 6421 abitanti. La valle è solcata dal torrente Lima arricchito dalle fresche acque di non pochi torrenti che scendono dalle fiancate dei monti. Il Lima, che nel corso dei millenni ha limato, con la sua forza erosiva i fianchi vallivi, affluisce nel fiume Serchio. Come ebbe a scrivere il poeta tedesco Heinrich Heine che qui soggiornò nell estate del 1828, il fascino della valle sta senza dubbio nel fatto che essa non è troppo grande né troppo piccola, che l anima di chi guarda non è sopraffatta, ma armonicamente nutrita dal paesaggio delizioso, che le stesse cime dei monti, come dovunque negli Appennini, non hanno la forma sgraziata, bizzarramente e goticamente sublime, delle caricature di montagne, di cui la Germania è piena come di caricature d uomo, ma sembrano esprimere nelle forme nobilmente modellate, di un verde gaio, una civiltà superiore, e accordarsi melodicamente col cielo di un pallido azzurro. La sorridente vallata 9

10 Il clima della vallata è caratterizzato da temperature non rigide durante l inverno e non troppo calde durante l estate; la valle è infatti riparata dai venti e la calura è mitigata dalle brezze montane. La temperatura media annua è di circa 13,5 C, con medie invernali di 6 C ed estive di 21 C. Le piogge sono moderate con una media annua di 1523 mm. L innevamento invernale è generalmente limitato alle alte quote. La flora e la fauna sono quelle tipiche delle regioni italiane appenniniche: i boschi ricchi di pinastri, querce, alloro e ginestre, di castagni, faggi, carpini e di abeti, costituiscono l habitat ideale per molti animali fra i quali oggi particolarmente numerosi i cinghiali, ma anche caprioli e cervi, capre selvatiche e poi volpi, faine, lepri, scoiattoli ed altri piccoli mammiferi. Sono di recente apparsi anche i lupi dell Appennino. Il sottobosco è ricchissimo dei suoi pregiati frutti: mirtilli, lamponi, more e tanti e tanti saporiti funghi porcini. Numerosi gli uccelli di ogni specie. Nell impervia zona dell Orrido di Botri, Riserva Naturale Protetta affidata alla gestione del Corpo Forestale dello Stato, non è raro assistere al solenne volo dell aquila reale. L Orrido di Botri si trova nel territorio di Bagni di Lucca, alle falde del monte Tre Potenze (m 1940). E una profonda forra formata dal letto del torrente Mariana, chiamato nel secondo tratto Rio Pelago. La prima parte della forra è denominata Solco Grande; la seconda Le Chiuse. Sull origine di questa spaccatura, lunga circa 4 chilometri, che separa nettamente le pendici del Monte Mosca (m 1480) dalla dorsale dell Ospedaletto (m 1314), sono state avanzate dai geologi molte ipotesi. La più accreditata è quella della cosiddetta regressione erosiva, la cui genesi però va ricercata in una regressione di una soglia di caduta dovuta a cause tettoniche. Dalla foce del torrente Rio Pelago nel torrente Fegana, in località Ponte a Gaio, può avere inizio l escursione dentro l Orrido, che presenta punti di una certa difficoltà e richiede una particolare attenzione. Il corridoio ha pareti a strapiombo che non distano più di tre/quattro metri l una dall altra. Tra i monti, meta di escursioni di grande interesse e bellezza paesaggistica, dobbiamo ricordare il Prato Fiorito (m 1297) che esercita ancora quel fascino già descritto nella prima metà del sec. XIX da una gentile signora inglese, Elizabeth Clotilda Stisted, che avremo poi occasione di conoscere meglio: Noi partimmo ieri per esplorare alcuni villaggi della montagna. La nostra via segue il fiume e noi risalimmo la Lima lungo una bella via fino alla Fabbrica di Ferro...Alcuni piccoli cavalli e una portantina aperta ci trasportarono alla fabbrica, di dove, dopo aver traversato il torrente asciutto, nel luogo del villaggio, noi proseguimmo attraverso una foresta di castagni, i quali ci offrirono una deliziosa ombra, finché sbucammo in una aperta pianura circondata da un anfiteatro di montagne. 10

11 Il tappeto di verde velluto del Prato Fiorito A destra si elevano i fianchi rocciosi del Prato Fiorito. La sua forma è simile a un mezzo cono: il lato in pendio è coperto di un tappeto di verde velluto, ricamato di fiori. Una quantità di giunchiglie, genziane, peonie e molti altri fiori, che sono la bellezza dei nostri giardini, qui fioriscono senza coltivazione ed attirano molte persone a faticose ascensioni verso la sommità durante i mesi di maggio e di giugno. E un bel campo per un botanico. Noi abbiamo sentito dire di gite che sono partite a mezzanotte per vedere il sole sorgere dalla vetta e sbocciare i fiori ingemmati dalle perle della rugiada, per finire in un allegro picnic con il ritorno al lume della luna: il che è molto pittoresco. Il panorama di lassù è vasto e si estende da Livorno alle altre città della costa con un ampio tratto di mare blu, ornato dalle isole della Corsica, Elba ed altre. Le acque minerali dei Bagni sono ritenute, dalla tradizione paesana, scorrere al di sotto del Prato Fiorito e contribuire alla sua straordinaria vegetazione. E anche da ricordare che qui sulla sommità, nei tempi pagani, c era un tempio dedicato ad Esculapio, dove erano coltivate erbe medicinali in onore della divinità, di cui questi fiori sono ritenuti avanzi. E certo però che nessun altro monte all intorno li produce. La sezione del cono presenta rocce a perpendicolo. Il precipizio dall alto è pauroso e contrasta col velluto fiorito dell altro lato. 11

12 Anche il poeta Percy Bysshe Shelley ascese il Prato Fiorito nell estate del 1818 e, scrivendo all amico, maestro e suocero William Godwin, ricorda: Mary ed io abbiamo raggiunto un posto chiamato Prato Fiorito in cima alle montagne. La strada si inerpica fra boschi e torrenti e dal ciglio di grandi burroni si scorgono scenari magnificamente belli. Io non posso descriverteli, ma ti prego, anche se invano: vieni a vederli!! Nell estate del 1853 Elizabeth Barrett con il suo amato sposo Robert Browning raggiunsero a dorso di mulo la vetta del Prato Fiorito:... sei miglia all andata tutte in salita e sei miglia al ritorno A questa esperienza particolarmente piacevole e gioiosa ispirò a Robert quella bellissima lirica d amore che è By the Fire-side. ***** Le acque dei numerosi torrenti che solcano la Val di Lima sono ricche di pesci. Barbi, lasche, anguille e soprattutto trote, anche di grosse dimensioni, attraggono sulle rive dei corsi d acqua un gran numero di appassionati pescatori. L agricoltura e la pastorizia, un tempo cardini dell economia, sia pur di sussistenza, delle popolazioni locali, oggi hanno ceduto il passo alla prevalente economia del terziario. Nel fondovalle sono abbastanza vitali alcune industrie artigianali, fra cui quella delle figurine e dei presepi in gesso, oggi realizzati anche in materiale plastico, che vengono esportati in tutto il mondo. La raffinata arte di far figurine indusse sulla fine del XIX secolo e per i primi decenni del XX molti abitanti ad intraprendere la faticosa strada dell emigrazione in tutti i Continenti. I paesi sono distribuiti sul fondovalle e sul versante sinistro e destro del Lima. Sul fondovalle il capoluogo, La Villa, e le frazioni di Ponte a Serraglio, Fornoli, Fabbriche di Casabasciana, Isola, Val Fegana. Sul versante destro le frazioni di Bagni Caldi, Granaiola, Pieve di Monti di Villa, Monti di Villa, Montefegatesi, S. Gemignano di Controne, Pieve di Controne, S. Cassiano di Controne, Palleggio, Cocciglia, Limano, Vico Pancellorum. Sul versante sinistro le frazioni di Lugliano, Benabbio, Brandeglio, Casabasciana, Crasciana, Casoli, Lucchio. Vi sono poi numerosi e caratteristici piccoli centri abitati, detti località, che fanno parte di alcune delle citate frazioni. Ciascun paese ha sue proprie caratteristiche e bellezze paesaggistiche che meritano di essere ammirate. 12

13 I paesi sono tutti facilmente raggiungibili dal Capoluogo per mezzo di comode strade asfaltate. Molte delle antiche mulattiere che collegavano i paesi tra di loro, sono ancora oggi percorribili e di queste ci si può servire per fare delle escursioni in paesaggi di una suggestione unica. I borghi, quasi tutti di origine altomedievale, sono generalmente posti su alture dominanti le vallate sottostanti. Sono di antichissima origine e custodiscono preziose e ineguagliabili memorie del loro passato. Tutti hanno una loro chiesa che fu ed è il riferimento della memoria collettiva. Alcuni di questi sacri edifici sono ammirevoli per la peculiarità della loro struttura architettonica. Ricordiamo la Pieve di S. Giovanni Battista a Pieve di Monti di Villa, la Pieve di S. Giovanni Battista a Pieve di Controni, la Pieve di S. Paolo a Vico Pancellorum, la Pieve vecchia dei SS. Quirico e Giulitta a Casabasciana ed infine la Chiesa Monumentale di S. Cassiano di Controne. Tutte di stile romanico, hanno pregi architettonici e artistici di grande rilievo e risalgono ai primi secoli del primo millennio dopo Cristo. Da Bagni di Lucca si possono facilmente e in breve tempo raggiungere città e località di grande interesse turistico, quali Lucca (Km 24), Pisa (Km 43), Firenze (Km 84), Siena (Km 146) e la costa della Versilia (Km 42) con Viareggio, Marina di Pietrasanta, Forte dei Marmi, che sono fra i più rinomati centri balneari d Italia. Il comprensorio sciistico dell Abetone dista appena 37 Km. Lucchio e la sua rocca 13

14 BREVE EXCURSUS STORICO La Val di Lima fu certamente abitata sin dalla preistoria, così come documentano non pochi ritrovamenti effettuati in antri e grotte del territorio. Liguri, Celti, Etruschi hanno anch essi lasciato tracce della loro presenza. A partire dal II sec. a.c. iniziò la colonizzazione da parte dei Romani che lasciarono testimonianze, specie nella toponomastica locale. Con la conquista della Toscana da parte dei Longobardi nel 570 d.c. il territorio della Val di Lima vede la prenetazione di questo popolo che, convertitosi al Cristianesimo nel 603 d.c., darà inizio, con la fondazione di numerose chiese, alla costituzione di proprietà ecclesiastiche che passeranno, dopo il Mille, nelle mani di famiglie nobili lucchesi di origine longobarda. I Lupari, i Suffredinghi, i Porcaresi si contenderanno il territorio, arroccati nei loro castelli. Mentre la città di Lucca agli inizi del XII secolo dette vita al suo Comune, l organizzazione comunale in Val di Lima data dai primi anni del XIII secolo. Non fu facile per il potente Comune di Lucca assoggettare i feudi che si erano costituiti in Val di Lima, ma alla fine tutto il territorio fu annesso a Lucca, di cui seguì poi le sorti. Nacque in tal modo la Vicaria della Val di Lima, una delle Vicarie del Contado Lucchese, a sua volta divisa in Comunità, la cui vita sociale ed economica era regolata da precise norme statutarie. Lunga fu la vita della Vicaria e diverse le vicende delle circa sedici Comunità, che condussero sempre una vita sostanzialmente pacifica in un economia di tipo rurale. Nel 1802 la Vicaria cessò per entrare a far parte del Circondario degli Appenini; nel 1823 fu costituita la Comunità del Bagno a Corsena che, nel 1862, divenne l attuale Comune di Bagni di Lucca. La storia della Val di Lima e delle sue Terme si legge nella storia della Repubblica di Lucca, nella storia del Principato di Lucca affidato da Napoleone a sua sorella Elisa Baciocchi ( ), nella storia del Ducato di Maria Luisa di Borbone, prima, e di suo figlio Carlo Lodovico poi ( ) e, quindi nella storia del Granducato di Toscana ( ). Bagni di Lucca, divenuto, come già detto, comune autonomo nel 1862, seguirà quindi le vicende nazionali. 14

15 LE ACQUE E GLI STABILIMENTI TERMALI Il territorio di Bagni di Lucca fu conosciuto, sin dal Medioevo, soprattutto per le sorgenti termominerali che scaturiscono dai fianchi di uno sperone roccioso chiamato il Colle di Corsena. Come scrive il Prof. Giampiero Venturelli dell Università di Parma, le acque termali di Bagni di Lucca hanno attratto l attenzione di chimici, geochimici, geologi e medici soprattutto durante il corso del secolo scorso. La storia geologica di queste acque è assai interessante e documentata in numerose pubblicazioni scientifiche anche recenti (cfr. Venturelli G. et alii, 2005 in Journal of Hydrology, 307: ). Si tratta di acque ricche di calcio, solfato e cloruro derivati dall interazione con rocce antiche, di età Triassica. In particolare, calcio e solfato possono derivare da dissoluzione di gesso (solfato di calcio), sodio e cloro da minerali molto solubili, soprattutto salgemma (il sale da cucina!). In base a calcoli chimici effettuati nel lavoro citato, si è potuto dimostrare che acque di precipitazione meteorica (pioggia e neve disciolta), infiltratesi nel sottosuolo qualche decina di anni or sono o forse più, fino a profondità di 2-3 chilometri, raggiungono temperature di circa C a causa dell incremento di temperatura che si ha procedendo dalla superficie terrestre verso l interno della terra. Le acque calde, ricche di elementi acquisiti per dissoluzione dei minerali delle rocce con cui esse sono venute a contatto, risalgono poi velocemente lungo fratture per emergere alla superficie terrestre con temperature che possono raggiungere anche i 54 C, come avviene ad esempio al Doccione del Bagno Caldo. L infiltrazione delle acque piovane che alimentano le sorgenti avviene soprattutto in zone caratterizzate dalla presenza di rocce calcaree fortemente permeabili per fratturazione (ad esempio: Prato Fiorito-Monte Coronato, etc.). Le sorgenti più calde, quali Doccione, Bernabò e Demidoff, durante l arco dell anno mantengono pressoché costante sia la temperatura sia la composizione chimica. Ciò conferma il fatto che le acque si trattengono in profondità per un periodo di tempo talmente lungo da consentire una loro marcata omogeneizzazione sia chimica che termica. Recenti indagini geofisiche commissionate dall Amministrazione Comunale alle Università di Pisa e di Chieti, hanno evidenziato che ad una profondità di 600/700 metri vi è un alta probabilità di trovare la quantità di acqua termale sufficiente ad alimentare moderni stabilimenti termali con piscine, alberghi e nuovi centri di benessere. La pressione a cui queste acque sono sottoposte ne favorirebbe la spontanea fuoriuscita dal pozzo senza bisogno di pompe e le loro temperature sarebbero alquanto elevate e superiori a quella della sorgente del Doccione al Bagno Caldo che, coi suoi 54,1 C è, oggi, la più calda. 15

16 Ogni ipotesi di sviluppo del termalismo di Bagni di Lucca è stata sempre subordinata alla possibilità di avere quantità di acque termali tali da soddisfare le esigenze di una moderna realtà. In questo contesto territoriale ricco di acque torrentizie, di fresche sorgenti, di abbondanti acque termali, di gradevole clima e di scorci paesaggistici di raffinata armonia, si è sviluppato, a partire dal XII secolo, il termalismo che ha richiamato quanti ricercavano sollievo alle loro malattie nelle virtù salutari delle calde acque. I più insigni medici, scienziati, chimici e idrologi hanno studiato e analizzato le qualità e proprietà terapeutiche delle acque dei Bagni di Lucca. La ricca bibliografia sta a testimoniare della fama che queste sorgenti termali godettero nel corso dei secoli. Basti citare, per l arco temporale che va dal XVI al XIX secolo, Gentile da Foligno, Ugolino da Montecatini, Gabriele Falloppio, Ranieri Solenander, Francesco Redi, Fabrizio Ardizzone, Giuseppe Duccini, Giuseppe Benvenuti, Domenico Moscheni, Giacomo Franceschi, Alessandro Carina. Naturalmente, anche nel corso del XX secolo ed oggi le acque termali di Bagni di Lucca sono oggetto dell interesse di studiosi e saggisti e la relativa bibliografia è assai ricca. Le principali sorgenti per portata e calore sono quelle sulle quali furono edificati in epoche remote gli stabilimenti termali del Bagno Caldo, del S. Giovanni, delle Docce Basse, del Bernabò e del Bagno alla Villa. Vediamo quindi i singoli stabilimenti, indicando per ciascuno di essi le vicende storiche, le peculiarità architettoniche e le proprietà terapeutiche. L acqua del Bagno Caldo Giochi d acqua termale nella piscina dell Antico AlbergoTerme 16

17 Il Bagno Caldo, l odierno stabilimento Jean Varraud E fra tutti il più antico. Nelle vicinanze della sorgente di acqua che raggiunge la temperatura di 54,1 C, la Repubblica lucchese autorizzò nel 1291 la costruzione di ricoveri per i poveri, le albergarie o i chiusi. Lo stabilimento era costituito da due piccole vasche, nelle quali affluiva l acqua che scaturiva da un antro costituente il primo nucleo di quella oggi detta la Grotta Grande. Le vasche, riservate l una alle donne l altra agli uomini, permettevano al malato di immergersi e di sostarvi per qualche minuto. La Repubblica lucchese aveva a cuore la salute, specie dei meno abbienti, e a loro riservò ogni possibile attenzione. Poi, agli inizi del XVI secolo, lo stabilimento fu ingrandito e da allora si iniziò a far uso della grotta, cioè del bagno a vapore, e fu introdotto l uso delle docce. Quest ultimo metodo curativo incontrò grande fortuna perché l acqua calda, lasciata cadere a lungo sulla parte malata, dava in effetti risultati quasi miracolosi! La sorgente fu allora chiamata il doccione. Nella seconda metà del XVI secolo fu individuata una seconda sorgente, meno ricca e leggermente meno calda, chiamata il fontino, alimentava altri piccoli bagni per i poveri. Oggi questa sorgente alimenta la seconda grotta dello Stabilimento, di recente chiamata grotta Paolina in onore della bellissima sorella di Napoleone Bonaparte, andata in sposa al Principe Borghese, che fu spesso a Bagni di Lucca. Sempre nelle seconda metà del XVI secolo furono costruiti i tre lucernai a cupola emisferica che avevano, ed hanno, la funzione di illuminare i sottostanti locali e derivano dalla forma convenzionale del laconicum proprio delle terme romane. Il laconicum era infatti un piccolo ambiente molto riscaldato che serviva per il bagno di sudore; terminava in una cupola con apertura rotonda chiusa da un disco di bronzo appeso a catene. Il bagnante, avvicinando o allontanando il disco dall apertura, regolava il calore. Solo col 1808 iniziano i radicali lavori di ammodernamento dello stabilimento. Fu Elisa Baciocchi, dal 1805 principessa di Lucca, che commissionò l ampliamento di tutto l edificio. Fu avanzata la facciata di circa quattro metri, incorporando in tal modo un precedente grazioso porticato; fu ampliata la piazzetta antistante abbattendo le antiche albergherie ed altre costruzioni. L avanzamento della facciata consentì di costruire al piano superiore un ampio locale destinato a Casinò dei giuochi e a luogo di ritrovo per i villeggianti che affluivano sempre più numerosi ai Bagni di Lucca. Infatti la principessa Elisa, amante della vita mondana, si innamorò dei Bagni di Lucca: si costruì una splendida dimora reale con ampie scuderie per trascorrervi parte della stagione estiva attraendo intorno a sé i più bei nomi dell aristocrazia italiana ed europea. Bagni di Lucca venne così a trasformarsi da luogo di cura in ambita meta di villeggiatura. Elisa ampliò, abbellì tutti gli stabilimenti, aprì comode strade, viali e sentieri per fresche e riposanti passeggiate, incoraggiò la costruzione di nuove case, alberghi e luoghi di incontro per offrire ai Bagni di Lucca anche tutti i requisiti di elegante centro alla moda. 17

18 Per realizzare tutto questo ambizioso programma, Elisa si servì dei più famosi architetti e ingegneri lucchesi, ma anche francesi, che vennero chiamati al suo servizio. L odierno assetto architettonico degli stabilimenti e quello urbanistico dei paesi di Ponte a Serraglio e del capoluogo La Villa sono sostanzialmente quelli pensati e voluti da Elisa Bonaparte Baciocchi. Dopo questa necessaria digressione, riportando il discorso sullo stabilimento del Bagno Caldo, si può dire che nessun sostanziale rifacimento, dopo quello che abbiamo visto, fu apportato fino al 1923, quando l ingegnere Jean Varraud cui il Comune aveva affidato la gestione delle Terme, volle ulteriormente ampliare e ammodernare lo stabilimento, oggi a lui intitolato. In epoca più recente, intorno agli anni 70 del 1900, è stata acquisita, e trasformata in stabilimento collegato con quello ottocentesco, l antica e nobile casa Boccella dove oggi sono gli uffici di accettazione ed i reparti riservati a trattamenti specifici. In un capitolo a parte indicheremo le cure e i trattamenti termali offerti dallo stabilimento J. Varraud-Casa Boccella. Antico reparto dello stabilimento Jean Varraud 18

19 Il Bagno San Giovanni Si ha memoria di questo Stabilimento sin dal Ubicato in posizione dominante, il paese di Ponte a Serraglio fu intitolato al Santo Giovanni Battista, una cui immagine era venerata all interno. Il 24 giugno, giorno della ricorrenza del Santo, i paesani usavano bagnarsi con l acqua che scaturiva da un piccolo antro. La sorgente che lo alimenta non è molto copiosa ed ha una temperatura di 38 C. In antico era dotato di alcune vasche in comune per immersione, di modeste dimensioni. Nel XV secolo fu ampliato, forse da Domenico Bertini cui la Repubblica lucchese aveva commissionato il riordino di alcuni stabilimenti. Le vasche aumentarono di numero e furono destinate ciascuna ad una determinata categoria di persone, a seconda del loro rango sociale. Nel XIX secolo Elisa Baciocchi lo ampliò, lo ammodernò, lo abbellì rivestendo le vasche di marmo e il suo utilizzo durò fino ai primi anni del 900. Questo stabilimento era frequentato preferibilmente dagli statisti, cioè da cittadini dello Stato Lucchese, ed aveva, come ricordato da uno studio del medico Giuseppe Benvenuti del 1758, la seguente organizzazione: sette cove singole (qui cova sta per tinozza da bagno), un bagno a comune per i cittadini, un bagno a comune per le cittadine; un bagno per i cavalieri; uno per le donne forestiere; uno per le ebree. L introduzione in questo Stabilimento, ma anche negli altri del comprensorio, di vasche individuali, contraddistingue Prospetto ovest del Bagno San Giovanni 19

20 il riordino delle Terme lucchesi voluto da Elisa Baciocchi. Ma anche le vasche singole altro non erano che la riproposta del solium proprio delle terme romane. I romani con questo termine indicavano infatti la vasca, la tinozza. I bagni con vasche comuni erano dettati da ragioni di carattere funzionale, come il contenimento dell aria calda e la possibilità di un riscaldamento uniforme, ed erano presenti già negli impianti delle terme romane. La bella sala ottagonale del Bagno S. Giovanni ne è un austero esempio. Come già detto, anche la copertura a cupola emisferica è elemento tipico delle struttura delle terme romane. I recenti lavori di restauro hanno messo in luce quattro antiche vasche per i bagni in comune e altri antichissimi elementi architettonici. E stato altresì ritrovato un cartiglio di pietra con incisa la dicitura PER L EBREE. Quest ultimo ritrovamento ha confermato la destinazione delle vasche nel senso sopraindicato. In una parete è stata rinvenuta un incisione riproducente forse un marchio commerciale, su un altra le tracce dell originaria posizione dell immagine di S. Giovanni. L acqua di questo stabilimento, di non elevata temperatura, era usata per le immersioni, ma anche e, soprattutto, raccomandata per cure idropiniche e con essa si preparava una specie di pomata per la pelle, come del resto ricorda lo stesso Michel de Montaigne. Il cartiglio di pietra indicante la destinazione di una delle antiche vasche: per l ebree Planimetria dello stabilimento 20

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava.

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava. Nuova edizione Copyright 1995 Prima Ristampa 1996 Seconda Ristampa 2012 Edizioni ETS Piazza Carrara, 16-19, I-56126 Pisa info@edizioniets.com - www.edizioniets.com Finito di stampare nel mese di maggio

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

nuovimuri murogeopietra. ogni muro in pietra è unico

nuovimuri murogeopietra. ogni muro in pietra è unico murogeopietra. ogni muro in pietra è unico Geopietra offre l emozione autentica della muratura superando i limiti d utilizzo della pietra naturale. L unicità e la naturalezza, che consideravamo ormai archiviate

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO 3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO Anno 1781 Mulino di Gallina Località: Rio Piastroso Fiume: Dx Rio Piastroso Palmenti: 2 1781, Arch. Stor. S. Marcello, Lettere e Negozi, Vol. 799

Dettagli