NATASHA STEFANENKO DUE CHIACCHIERE CON LA BELLISSIMA NATASHA FRANCO NERI L IMPORTANZA DI ESSERE FRANCO, NERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NATASHA STEFANENKO DUE CHIACCHIERE CON LA BELLISSIMA NATASHA FRANCO NERI L IMPORTANZA DI ESSERE FRANCO, NERI"

Transcript

1 NATASHA STEFANENKO DUE CHIACCHIERE CON LA BELLISSIMA NATASHA GIORGIO FALETTI LA FATICA NELLO SCRIVERE UN ROMANZO FRANCO NERI L IMPORTANZA DI ESSERE FRANCO, NERI GEORGE AKERLOF INTERNET E NUOVE TECNOLOGIE PER SUPERARE LA CRISI ANTONELLA PARIGI E IL CIRCOLO DEI LETTORI EVENTI TORINESI MUSICA D AUTORE PATTINAGGIO INTERNAZIONALE E TORINO DANZA RECENSIONI TEATRO, LIBRI, CINEMA, FUMETTI, MOSTRE MAPPAMONDO ALEPPO: UNA DELLE PIÙ ANTICHE CITTÀ DEL MONDO Pubblicazione quadrimestrale - Numero XII - Ottobre 2009 PLUS MAGAZINE RUBRICHE E PROPOSTE 12 n MEDICINA E SALUTE n BENESSERE n GUSTI E PIACERI n IDEE E SERVIZI n HOBBY E PASSIONI n COMUNICAZIONE E IMMAGINE n SOLIDARIETÀ n SPORT E TEMPO LIBERO n APPUNTAMENTI n CORSI E CONFERENZE n CONVENZIONI Natasha Stefanenko

2

3

4 IN QUESTO NUMERO PLUS MAGAZINE Periodico quadrimestrale dell Associazione Fabi Plus per la cultura e il tempo libero Numero 12 - ottobre 2009 Reg. presso il tribunale di Torino n dell 8/11/2005 Redazione e Amministrazione Via Guarini, Torino Tel Fax Direttore editoriale Paola Gomiero Direttore responsabile Mauro Bossola Caporedattore Marcello Segre Segreteria di redazione Milena Lagnese Photo editor Alessandro Lercara Cosimo Torraco FABIPLUS SU 04 Copertina Natasha Stefanenko: due chiacchiere con la bellissima Natasha 08 Protagonisti Giorgio Faletti: un romanzo nasce da un idea e da molta fatica fisica 12 Protagonisti Franco Neri: l importanza di essere Franco, Neri 16 Cultura Antonella Parigi: Torino può diventare il territorio della sostenibilità 18 Eventi Musica d autore, pattinaggio internazionale e Torino Danza 46 Recensioni Teatro, film, libri, fumetti, mostre 52 Tecnologia George Akerlof: Premio Nobel 2001 per l economia 60 Mappamondo Storie di viaggi e viaggiatori: Aleppo Hanno collaborato a questo numero: Alessandro Barbero, Lucia De Masi, Elisabetta Ercole, Pietro Gentile, Francesca Guerini Rocco, Dario Migliardi, Giovanna Raballo, Giuliana Rebaudo, Mariangela Salvalaggio, Salvatore Taormina, Emanuela Truzzi, Giuseppina Verduci. Fotografie Archivio Circolo dei Lettori, Archivio Teatro Regio, Archivio Teatro Stabile, Giovanni Apostolico, Pietro Gentile, CUS Torino, Nuovoteatrottanta, Ufficio Stampa Stefanenko, Villa Serena. Pubblicità Nova Labor Servizi srl Via Guarini, Torino Tel Fax Grafica e impaginazione Fantinel Graphic Designers Torino Stampa Garabello Artegrafica San Mauro Torinese La redazione non si assume alcuna responsabilità per notizie, foto, marchi, slogan utilizzati dagli inserzionisti. Il materiale inviato non viene restituito. È vietata e perseguibile civilmente e penalmente ai sensi della legge sul diritto d autore ogni forma di riproduzione dei contenuti di questa rivista, compresi gli spazi pubblicitari, senza autorizzazione scritta dell editore. In copertina 2 Natasha Stefanenko LE RUBRICHE 22 Medicina e Salute 30 Benessere 34 Gusti e Piaceri 40 Idee e Servizi 44 Hobby e Passioni 45 Comunicazione e Immagine 54 Solidarietà 56 Sport e Tempo Libero 78 L architetto risponde 79 L avvocato risponde 80 La parola ai lettori LE PROPOSTE 64 Scoprire Torino 68 Appuntamenti 70 Convenzioni 75 Gite 76 Biglietteria

5 Paola Gomiero direttore Fabi Plus Il piacere della solidarietà Love in Turin (foto stijn) Negli ultimi anni abbiamo assistito al moltiplicarsi di gare di partecipazione solidale, una vera e propria corsa all organizzazione di iniziative che coinvolgono personaggi più o meno famosi che prestano il loro volto per maratone televisive, concerti e gare sportive, per raccogliere fondi e smuovere le coscienze delle persone. Gli scopi sono diversi e tutti meritevoli: aiuti ai terremotati, contributi ai centri di ricerca, ospedali, fondazioni, etc In tutte le parti del mondo vi sono situazioni di grave emergenza e non è ovviamente possibile sostenerle tutte, ma questo non deve essere un alibi per passare sempre oltre; rendersi partecipi si può e quando ciò avviene, quando scendiamo in campo anche noi, siamo poi pervasi da un sentimento di orgoglio per esserne stati capaci. Diciamo pure che il futuro collettivo dipende, in buona parte, da come riusciremo a vincere il nostro egoismo e la nostra indifferenza, a manifestare la nostra capacità di unire le forze, e a ritrovare quel senso di un comune destino con gli altri. Plus Magazine è una rivista che parla di spettacolo, cultura e tempo libero, proponendo ai lettori una vasta gamma di iniziative. In questo numero, parliamo di un iniziativa particolare, pensata invece a favore di persone meno fortunate. L occasione per intervenire in un campo tradizionalmente lontano dai nostri interessi (ma siamo poi sicuri che sia così lontano?), lo ha fornito il progetto Cuore FABI, intrapreso in Lituania dalla Federazione Autonoma Bancari Italiani e dalla Croce Rossa Italiana di Brescia. In quella che è una delle nuove nazioni in cui si estende l Unione Europea, e precisamente nella città di Kaunas, verrà realizzato quello che per ora è solo un sogno: un edificio che accoglierà le ragazze orfane maggiori di 18 anni, costrette una volta raggiunta la maggiore età - a lasciare gli orfanotrofi che le hanno allevate. La nuova struttura, costruita d intesa con le autorità municipali, consentirà di strapparle ad un destino precario e le ospiterà fino a che non avranno raggiunto una possibilità di vita decente e dignitosa. A finanziare l opera, oltre alle associazioni che abbiamo citato, vogliamo partecipare anche come FABI Plus, sia direttamente, sia con la raccolta dei fondi tra gli associati che vogliano aderire all iniziativa, come ben illustrato dall articolo alle pagine 54 e 55. Buona lettura. Editoriale Plus Magazine 12 ottobre

6 COPERTINA Due chiacchiere con la bellissima Stefanenko NATASHA di Paola Gomiero Natasha, sei laureata in ingegneria metallurgica, come è nata l idea di fare la modella? Non ho scelto questo percorso, è capitato per caso. In quel periodo vedevo la mia vita dall esterno come in un film. Succedevano delle cose e io mi aggrappavo a queste coincidenze, queste possibilità. Quando stavo per finire gli studi, prima della tesi, ho partecipato ad un concorso di bellezza e casualmente l ho vinto. Era l anno 1991 e noi ragazze dell est eravamo molto confuse nel campo della moda, non c era la cultura di fare la modella; insomma la moda per noi era qualcosa di molto strano, c erano mille pregiudizi. Con la vittoria del concorso Look of The Year mi si prospettava un contratto di 2 anni di circa centomila dollari e noi in quel periodo, per farti capire, vivevamo da pascià con dieci dollari al mese. Centomila dollari significava diventare miliardaria. Ma non era il mio mondo e non mi interessava. Ero molto giovane e molto patriota. E dovendo scegliere tra la professione di ingegnere e quella della modella scelsi ingegnere. Quindi finii di studiare e mi laureai. 04 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Copertina

7 COPERTINA Ingegnere metallurgico, campionessa di nuoto, modella, attrice ma soprattutto moglie e madre. Occhi chiarissimi e gambe mozzafiato, la russa Natasha Stefanenko da parecchi anni ha stregato gli italiani. Ma il suo fascino non è solo nella bellezza. Ironia e intelligenza, infatti, sono le sue doti migliori. E poi com è andata? La crisi economica in quegli anni era grande e vivere era veramente faticoso. Non c erano soldi, un caos totale. Tanti miei amici mi dicevano: tu puoi fare la modella e salvarti. E così pian pianino ho cominciato ad abituarmi all idea, tanto che la consideravo non più così scioccante. Quindi pensai di prendermi un po di tempo, circa due anni, aspettando che quella crisi così pazzesca si fosse attenuata, per poter ritornare nel mio paese quando le cose si fossero stabilite e fare la professione di ingegnere. E così iniziai. All epoca avevi viaggiato poco? Non poco, niente. Non ero mai stata da nessuna parte. Abitavo in un piccolo paesino della Siberia nei pressi di Sverdlovsk e per me andare a Mosca già significava andare molto lontano. Inoltre la Russia era talmente grande e non si aveva né la necessità né la voglia di partire. Forse c era la curiosità di vedere qualche altro Paese ma non la necessità. Ma era la situazione di crisi che mi costringeva ad andare fuori. Sei tu che hai scelto l Italia o è l Italia che ha scelto te? Sono io che ho scelto l Italia, ma anche questa è stata una scelta casuale. Con la vittoria del concorso avrei dovuto andare a New York, ma per me era troppo lontano e con l aiuto di Jonh Casablancas (allora boss dell Agenzia Elite a New York) presi in considerazione l Europa. Mi informai sulle filiali europee dell Agenzia, che erano Italia, Germania e Francia. Il visto per l Italia era di un giorno più veloce della Francia. Questa per me era una roulette russa e quindi ho detto ok, iniziamo dall Italia e poi vediamo. Copertina Plus Magazine 12 ottobre

8 COPERTINA All inizio mi sembrava di provare una gioia esagerata, tanto che c era da aspettarsi da un momento all altro qualche disgrazia. Ora capisco quella sensazione: avevo semplicemente paura di stare bene. Noi Europei abbiamo un ricordo delle donne russe soprattutto legato alle Olimpiadi, dove le atlete erano delle donne molto mascoline. Poi è caduto il muro di Berlino è abbiamo conosciuto delle donne bellissime come te. Ma dove eravate prima? Non avete guardato bene! Stiamo cercando ora di togliere questo mattone. Fin da bambini ci hanno insegnato che non è bello essere belli, non è bello volersi bene. C erano le donne belle anche allora, ma non si facevano vedere e non si valorizzavano. Le persone erano tutte uguali non dovevano distinguersi, non potevano emergere. Quindi dopo tutti questi anni che vivi in Italia, come ti senti quando torni in Russia? È stranissimo, io spesso vado in Russia, adoro la Russia e nello stesso tempo non la sopporto. Per me rappresenta odio e amore. Non sopporto ad esempio quella sensazione di pessimismo che trapela dai comportamenti delle persone. Ma è ampiamente giustificata. Il nostro paese è stato messo in ginocchio dalla storia; quindi le persone che ancora adesso, a volte, sembrano arrabbiate e deluse, lo sono perché hanno sofferto molto e non sono ancora riuscite ad uscire dal tunnel. So che stai lavorando molto in questo periodo, in che ruoli ti vedremo nel prossimo autunno? Su Rai 2 uscirà la terza serie della fiction Nebbie e Delitti, girata proprio a Torino. Il 6 ottobre precisamente è prevista la puntata incentrata sul mio personaggio. Sempre in ottobre, su Canale 5, ogni martedì andrà in onda Distretto di Polizia, dove interpreto il ruolo di una criminale. Su Sky Uno invece, condurrò la terza edizione di Italia s next top model, il reality che Che differenze trovi tra la cultura russa e quella italiana? Secondo me sono fantastiche; c è un intreccio fra due culture. In Russia la gente è più chiusa, gli italiani sono molto più aperti. Se in Italia mi chiedono come stai e io sto bene dico bene. In Russia se stai benissimo e ti fanno la stessa domanda io dico si tira avanti. Ma come se stai bene! Quando mi piace la mia vita, la mia famiglia, sto troppo bene io dico benissimo. Loro hanno paura, ma è normale. Ci hanno talmente bastonato che hai sempre paura di dire bene, perché pensi che poi finisca. Anch io ricordo un periodo con mio marito quando stavamo troppo bene. 06 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Copertina

9 seleziona 14 bellissime ragazze e si propone di lanciare la fortunata vincitrice nel mondo della moda. Saranno anche 12 puntate di consigli e suggerimenti sulle piccole malizie di questa professione. Per il look del programma Cambio Vita... Mi Sposo!, in onda sul canale Sky 109, ti sei affidata ai consigli dello stilista torinese Carlo Pignatelli. Come ti trovi con lui? Benissimo. Carlo oltre ad essere un grande stilista è un mio carissimo amico, ci vado molto d accordo e siamo in sintonia su molte cose. È una persona vera e creativa. È un torinese che avete adottato, nel senso che è un pugliese che vive a Torino, un po come me che sono russa e vivo in Italia. Grazie anche a lui, Torino anticipa la moda. Nonostante molte proposte per sviluppare il suo lavoro altrove, lui resta a Torino perché ci è affezionato. Visto che parliamo di torinesi, cosa ti ricordi della nostra città? A Torino ho girato Nebbie e Delitti lo scorso inverno. La ricordo piena di neve e mi sembrava di essere in Russia, a girare Il Dottor Zivago. È una città molto bella, elegante e con grandi piazze. Mi piace moltissimo il centro, ricco di belle vetrine. I torinesi sono molto ospitali e molto carini. Caratteristici i ristoranti, con la loro meravigliosa cucina, che ti fanno assaggiare di tutto e di più. È una città particolare, direi magica. Ho sentito di molte persone che quando entrano in questa città e cominciano a viverla, la amano alla follia e non vogliono più abbandonarla. Quale figura femminile di riferimento ti piace nel campo dello spettacolo? Sicuramente Meryl Streep è la mia preferita. Una donna non più giovanissima, con una grande carriera alle spalle, capace di proporsi ancora in un film come Mamma mia dove canta, balla, recita. Non si preoccupa delle piccole rughe e le porta con grande disinvoltura. Come riesci a conciliare il lavoro con la famiglia? È molto faticoso, soprattutto quando devo lasciare per qualche giorno mia figlia Sasha, che ha otto anni. I primi 5 anni di vita Sasha ha sempre viaggiato con me e con la sua tata, che l ha seguita fino ad un anno fa. Con l inizio della scuola non è stato più possibile e a volte la devo lasciare per qualche giorno, in compagnia dei nonni, oppure facendo i turni con Luca, ma sono pianti e infiniti abbracci, come per tutte le mamme. Grazie mille Natasha per la tua disponibilità, ti rivedremo presto, ma questa volta in televisione. Copertina Plus Magazine 12 ottobre

10 UN ROMANZO NASCE DA UN IDEA Giorgio 08 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Protagonisti

11 PROTAGONISTI E DA MOLTA FATICA FISICA di Dario Migliardi Quando poi mi sono trovato nel ruolo di scrittore, mi sono reso conto che tutte queste cose che nel tempo avevo imparato mi sono tornate utili. Penso che ci sia un percorso non so quanto casuale, ma se teniamo presente che il mio sogno nel cassetto di ragazzino, era quello di diventare un giorno uno scrittore, come vedi di casuale non c è proprio nulla. Guardando la tua carriera si rimane affascinati e ci si sente in soggezione. Diventa un mistero la semplicità con cui ti esprimi. È l umiltà dei grandi? Ma io non so se si possa chiamare umiltà, credo che la semplicità sia l espressione migliore per farsi capire da tutti. Poi io sono una persona pigra, nonostante tutto quello che faccio, e tirarsela è una cosa faticosa, dunque è un ruolo che non mi appartiene. Tutto quello che tocchi in ambito artistico diventa importante, c è un filo che lega tutti questi talenti? Penso che sia la mia immensa gioia nel comunicare o nel cercare di farlo. E fortunatamente la progressione della mia carriera ha fatto sì che nel corso del tempo potessi immagazzinare diverse tecniche di comunicazione, diverse metodologie e diverse chiavi. Io sono Dio è il tuo ultimo libro. Perché hai ambientato proprio in America alcuni tuoi libri? Cosa ami e cosa ti affascina degli States? È una passione? Non è sostanzialmente una passione, è che sono cresciuto leggendo libri e autori di matrice anglosassone e combinazione mi vengono in mente tutte idee e storie di romanzi che non avrebbero possibilità di essere ambientate dalle nostre parti. Mi sembra che l America sia il posto giusto. Quando mi verrà in mente una storia che troverò giusto e plausibile ambientare in Italia, non avrò nessun tipo di preclusione a farlo. Anche se ormai a forza di documentarmi sull America, sono diventato molto più esperto dei meccanismi di quel mondo che non di quello italiano. In Io sono Dio, c è un presupposto di una guerra recente, cosa che noi non abbiamo combattuto e poi c è il ricordo di un apocalisse, come le Torri Gemelle. Quindi era il posto giusto. I tuoi racconti sono molto d immagine, anche in Io sono Dio. Sembrano quasi delle sceneggiature, ma tu non vuoi fare lo sceneggiatore, vero? Io lavoro per immagini, perché cerco di vedere quello che ho intenzione di scrivere. Facendo lo sceneggiatore si demanda al regista l uso di queste immagini che a me piace descrivere con le parole. Probabilmente se scrivessi una sceneggiatura e se fossi io il regista di quello che scrivo potrebbe avere un senso, ma in questo momento non mi sento all altezza, e non mi sento in grado di cimentarmi nella regia di un film. Si dice che la scrittura sia tutta tecnica e artigianalità: è così anche per te? Un romanzo nasce da un idea e poi da molta fatica fisica. Moravia diceva che erano necessari i muscoli per scrivere un romanzo. Diventa un lavoro di costruzione manuale fisico, giornaliero, che comporta fatica, artigianalità e anche una quantità di autodisciplina che mi sono sorpreso di possedere. Quando facevo il cabarettista ero molto più abituato a essere un velocista, uno sketch comico si consuma in pochi minuti, per scrivere un romanzo si deve avere l andatura del passista o del maratoneta. Protagonisti Plus Magazine 12 ottobre

12 PROTAGONISTI C è sempre tanta polemica sui premi letterari. La tua impressione dei premi letterari? Il Premio Strega porta alla ribalta dei romanzi che sono difficili da proporre all attenzione del pubblico. Ci sono dei premi che invece sono una garanzia, basta vedere le classifiche. Ritengo che quando un premio è serio, non fazioso e non pilotato possa avere una grossa funzione ai fini della letteratura. Quali sono le letture della tua formazione? Il libro che mi ha fatto fantasticare quando ero bambino era di Mickey Spillane e s intitolava Io ti ucciderò, e inconsciamente credo di avere metabolizzato il titolo e sia poi diventato Io uccido. Poi mi sono piaciuti i grandi che hanno fatto grande la letteratura, Hemingway, John Steinbeck, Mark Twain. Tutti i romanzi che avevano un respiro ampio. L America ha il vantaggio di avere uno spazio talmente vasto all interno del quale si possono trovare molte sfaccettature. C è una tale effervescenza di popoli, di culture che la creatività viene stimolata quasi d ufficio. Quali sono adesso gli autori che leggi o che trovi interessanti? Ci sono diversi autori che trovo molto interessanti, primo fra tutti Jeffery Deaver con il quale siamo anche diventati amici. Poi mi piace molto Brian Freeman, anche se da quando scrivo leggo meno narrativa. Leggo molti saggi o trattati che riguardano il mio lavoro. Ho letto invece che sei tu il mito di Jefferey Deaver. Teniamo presente che stiamo parlando di un autore che sforna libri in continuazione e tutti di qualità. Io non so come faccia. Ho avuto modo di frequentarlo e ho notato che scrive in continuazione. Passa un quarto d ora di libertà e poi scrive, ha sempre il computer acceso. Ritieni che nella letteratura vi siano dei generi, chiamiamoli di svago e altri più impegnativi e formativi, oppure non ami differenziare le letture in questo modo? Le categorie appartengono all essere umano, come diceva quel tale ai posteri l ardua sentenza. Ci sono degli autori di letteratura di genere che nel tempo hanno fatto serenamente giustizia dei loro contemporanei che avevano aspirazioni più ampie, basta vedere certi grandi narratori popolari come Dumas, Dickens, Stevenson. Penso anche a Graham Greene che non ha avuto il Nobel solo per problemi di carattere politico e di relazioni, ma se lo meritava serenamente. Vivi all isola dell Elba cosa ti attrae? Il mare o la possibilità che nessuno ti rompa le palle? Come vedi con i nuovi mezzi di comunicazione i rompi palle sono sempre in agguato. (ride) Mi piace il posto, mi piace l idea di essere circondato dal mare e quando la mattina apro la finestra e vedo il mare, mi sento bene, mi sento a mio agio, non scomodo la parola felicità perché è sovradimensionata. O come si diceva negli anni settanta ne ricavo buone vibrazioni. La tua comicità ha fatto scuola e manca molto, e i tuoi personaggi rimangono ancora nel cuore del pubblico, primo fra tutti Vito Catozzo. Ti manca Vito Catozzo? Sì, un pochino, a volte succede che vado a vedere spettacoli di altri colleghi e quando si apre il sipario un briciolo di invidia la provo. Però non mi manca la ripetitività del teatro, che con gli anni è diventata gravosa dal punto di vista fisico. Non dimentichiamo che non sono più un ragazzino e qualche acciacco di salute l ho avuto anch io. Tu facevi ridere, ricordo che attendevo la domenica proprio per vedere Drive-in. Quali sono i comici che ti fanno ridere? Trovo molto divertenti e bravi Ale & Franz. Ci sono aspetti della comicità moderna che non ti piacciono? Quali sono? Non posso dire che non mi piaccia, ma la comicità di oggi è ancora figlia di quella di Drivein, quella piccola rivoluzione portata fuori un po con il talento e un po casualmente da quelli sciamannati che lavoravano a quella trasmissione. Vedo che molto spesso ci sono artisti che recitano personaggi con il fiato corto, che hanno poca durata. E una volta che si esaurisce la creatività non riescono a riproporsi con un nuovo personaggio. Io ho avuto la fortuna di cambiare i personaggi e quelli che sostituivo erano lo stesso convincenti. Sappiamo che sei appassionato di cinema, come i grandi comici sei bravissimo anche nei ruoli drammatici. Qual è il regista con cui vorresti recitare? Ho appena fatto un cameo nell ultimo film di Tornatore, che è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi piacerebbe molto lavorare anche con Gabriele Salvatores e anche con Ozpetek. Anche con Gabriele Muccino che ormai fa solo film americani, ma siamo nell ambito dei sogni, e visto che sognare non costa, sogniamo alla grande. 10 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Protagonisti

13

14 PROTAGONISTI L IMPORTANZA DI ESSERE La gente vuole conoscerti meglio, per esempio capire i tuoi percorsi prima di arrivare a Zelig. È stato un percorso simile a molti miei colleghi. Tanti piccoli spettacoli in teatri di periferia, locali di provincia in cui si cerca di raffinare uno spettacolo. Tutte quelle ore trascorse su palchi mi sono servite per dare risalto alla scrittura. Non ho mai calcato un palcoscenico perché volevo raccontare delle barzellette, ma l ho fatto per portare in scena uno spettacolo che potesse avere un inizio, un intreccio e un finale. Sei ormai un attore molto conosciuto e sei anche amato, la tua comicità è brillante ma soprattutto ti piace ridere dei luoghi comuni. I miei spettacoli sono sempre guardati da un pubblico eterogeneo. Mi piace creare e interpretare personaggi nazional-popolari che possano piacere sia ai bambini che a persone di una certa età. FRANCO NERI È UN BRAVO E DIVERTENTE CABARETTISTA DIVENTATO FAMOSO PER IL PERSONAGGIO DEL CALABRESE CHE VIVE A TORINO FRANCO OH! FRANCO E ANCHE PER LA CONDUZIONE DI STRISCIA LA NOTIZIA. I SUOI PERSONAGGI SONO SEMPRE PIENI DI UNA VITALITÀ E DI UN VIGORE CHE METTE IN LUCE LE DIFFERENZE CULTURALI E A VOLTE CULINARIE DEL SUD E DEL NORD. L INCONTRO CON FRANCO NERI È UN OCCA- SIONE PER CAPIRE IL SUO LAVORO E I SUOI METODI DI RECITAZIONE. di Dario Migliardi fotografie di Giovanni Apostolico Il tuo personaggio di Franco, Oh Franco è molto legato alla cultura o attenzione nei confronti del cibo. Mi fai venire in mente una grande attrice del passato Ave Ninchi. Anche lei era amante del buon cibo e veniva molto spesso comparata con Aldo Fabrizi. Hai mai pensato di lavorare in coppia? No! Credo che sia più difficile che lavorare da soli. Quando si lavora in coppia, occorre essere ben affiatati con il proprio partner, significa conoscerlo bene, avere gli stessi tempi comici. I personaggi che hai messo in scena infatti vivono di una propria luce, non hanno bisogno neppure di una spalla da cui farsi lanciare le battute. Qual è il valore di una spalla? Tutte le cose che ho scritto riguardano un passato che in qualche maniera ho vissuto. Ma soprattutto ho portato in scena personaggi che avevano un vestito che mi mettevo addosso. Il mio vestito non è nient altro quello che io sono. È inutile cercare cose lontane dalla propria personalità. Ho sempre fatto personaggi che erano vicini a me, al mio modo di pensare e di vivere. La spalla serve molto spesso solo per esaltare un processo comico che da solo non potrebbe essere risolto. La tua comicità regionale ha una capacità creativa molto personale, e non sembra che tu prenda in prestito da Maestri del passato. Hai dei Maestri a cui t ispiri? Non mi sono mai detto voglio diventare come lui, o spero di essere come lui, ma c è un personaggio del passato, che mi ha sempre affascinato e che ogni volta che lo rivedo mi fa sganasciare dalle risate è Aldo Fabrizi. Involontariamente lo abbiamo citato prima. Nei ritagli televisivi, Aldo Fabrizi non è una prima scelta, ma è un peccato perché da lui c è da imparare tantissimo, sia per la bravura dei tempi comici, che per il modo che aveva di ridersi addosso della sua fisicità. 12 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Protagonisti

15 PROTAGONISTI FRANCO, NERI Protagonisti Plus Magazine 12 ottobre

16 PROTAGONISTI Ma era anche un attore di cinema drammatico. Sì, tutti noi lo ricordiamo nel ruolo del prete don Morosini nel film Roma città aperta di Roberto Rossellini. Ma anche nelle commedie ha dato prova di grande personalità dove diventava la spalla di grandi come Totò, Nino Taranto o Peppino De Filippo. Aldo Fabrizi oltre a possedere una comicità di costume, che credo di fare anch io, sicuramente non a quei livelli, ha dato prova di essere un grande attore nel melodrammatico. Nelle commedie riusciva a far sorridere, ma contemporaneamente a far scappare la lacrima. Questo è un talento che solo i grandi hanno. Com è il pranzo di domenica in casa tua? Il pranzo per la mia famiglia è abbondante, tante volte eccessivo, pieno di calorie, in cui dobbiamo mangiare tutto e per forza. Mia madre sta già cucinando dalle cinque di stamattina, ha messo la pentola della pasta e spegnerà il fuoco solo verso mezzogiorno. Ci ha messo cinque litri d acqua per poi arrivare a due litri e consumare tutto il calcare. Nella cucina di mia madre ho visto delle pentole che il calcare le aveva trasformate nelle grotte di Toirano. In questi giorni hai ricevuto un premio, la Castagna d oro. Ricevere un premio è sempre un onore, anche perché se poi vai a vedere le persone che lo hanno ricevuto nelle edizioni passate, capisci l importanza che ha. Speriamo sia di buon augurio. Parliamo di cinema, qual è un film, che non sia un classico, che ti è piaciuto? È un film con Vin Diesel, Prova a incastrarmi, è girato interamente all interno di un aula di giustizia durante un processo per mafia. È una commedia di buon gusto, con un colpo di scena finale e consiglio a tutti la visione. Poi un altra commedia che mi piace sempre rivedere è Mio cugino Vincenzo, con un impareggiabile Joe Pesci. Ultimamente al cinema ho visto Ratatouille, ma sono stato obbligato a vederlo. I testi dei tuoi spettacoli diventano poi il canovaccio per la stesura di un libro? Franco Oh Franco raccoglieva i copioni degli anni passati, le tournée e gli sketchs televisivi. Non era una cosa voluta. Nel secondo libro Tutto il mondo è paese, ho provato a immaginarmi un calabrese nelle varie città del mondo. Come reagiva, e soprattutto come reagivano ai suoi comportamenti. Non credi che potresti cimentarti anche nella stesura di un romanzo? Ci sto pensando, ho un idea e vedremo se riuscirò a metterla in piedi, ma le idee vanno sviluppate bene, perché non mi piace fare qualcosa tanto per farla. Ti posso dire che è anche una storia d amore. Il tuo rapporto con Torino? È un rapporto bellissimo, interessante, amo molto la città, anche se è piena di parcheggi a pagamento e anche salati. Cosa ti piace di più di Torino? È una città che è vivibile perché è piena di verde, e non è solo una città, è un grande Paese nel senso nobile del termine. Sono molto affascinato per esempio della metropolitana, che è un esempio di alta tecnologia e sicurezza contemporaneamente. Ma ci sarà qualcosa che ti dà fastidio, che non ti piace? Non mi piacciono i semafori intelligenti, che se un semaforo fosse davvero intelligente vorrebbe dire che la multa non la dovrebbe fare. So che gli sposi quando si fanno i servizi fotografici passano direttamente con il rosso durante il tragitto. Progetti per il futuro? Sto partendo con una produzione cinematografica e poi c è una trasmissione televisiva per la quale sto in questi giorni trattando le condizioni artistiche. Sarai anche il conduttore della trasmissione? No, farò solo il comico, d altronde è la cosa che mi viene meglio. Sogni nel cassetto? Realizzare un film da protagonista con attori che sono dei maestri in modo da poter imparare e chiedermi ma davvero sono con loro a recitare? Parliamo di cose serie, la Juventus, come la vedi? Abbiamo grandi possibilità, ci siamo migliorati tantissimo, ma con tutto quello che c è capitato, è meglio essere scaramantici. Possiamo dire giochiamo per come sappiamo giocare e poi i risultati ci daranno ragione. 14 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Protagonisti

17

18 CULTURA TORINESE Antonella Parigi: Torino può diventare il territorio della sostenibilità di Dario Migliardi Sei stata la protagonista di alcune iniziative che hanno innovato la cultura nella nostra città. La nascita del Movieclub, la Scuola Holden e ora Il Circolo dei Lettori, quanto è cambiata Torino? Negli anni 80 questa città era morta. Alle venti di sera non c era più un cane per strada. Anche se ciò aveva un suo fascino, per quanto mistificatorio, quel mondo non lo conosco più. Torino è cambiata tantissimo e la cultura ha giocato un ruolo molto forte che le va riconosciuto. Ora dovremmo interrogarci su come continuare il cambiamento e non su come è cambiata. C è stato un fattore scatenante a far girare il senso della storia da un altra parte? Credo che ci sia stato un ambiente, nel senso che è solo negli ambienti che le cose crescono. Parliamo del Circolo dei Lettori, è un esperienza solo torinese o esiste anche in altre città? Nel mondo anglosassone esistono dei circoli ma in senso più aristocratico. Il nostro Circolo dei Lettori è pensato invece come una bocciofila della cultura. Che idea c è intorno al Circolo? Io mi innamoro delle idee e una sfida che mi piacerebbe fare è andare in un luogo sfigatissimo e aprirne uno là. Perché più che lavorare sulla lettura, io lavoro sulla comunità. Cioè? Penso che la cultura debba servire a fare comunità, a far sì che le persone si incontrino. Sembriamo un paese di ritardati mentali: quando gli altri mettono in discussione il liberismo, noi siamo ancora a predicare il liberismo e non ci siamo resi conto di essere sempre un po indietro rispetto al modello americano. Ma ci sarà qualcosa su cui siamo avanti? Abbiamo una virtù: quella di avere città dove le persone da duemila anni si incontrano nelle piazze, nelle chiese, nei teatri. La cultura oggi ha il dovere di difendere il centro come comunità. Perché è interessante venire al CDL? Utilizziamo i libri per capire cosa ci sta intorno. Io ho l entusiasmo per la cultura, perché in realtà non mi rende migliore, ma è una esperienza emozionale. E poi cerco di dare un posto in cui si possa venire a ciondolare, si possano trovare gruppi di lettura, un posto in cui leggere con altri e trovare delle opportunità di scoperta, per esempio le gite. Gite? Come gli scout; si chiamano Gite per letteratura. Siamo stati sul Lago Maggiore e a Verbania a Le Quarne, si va in giro per festival. Palazzo Granieri della Roccia è uno dei palazzi più belli di Torino. A chi avrebbe intenzione di partecipare alle vostre iniziative, ma è un po intimorito perché sembra un salotto chiuso, come rispondi? Qui dentro si respira un clima amichevole, dove uno può fare quello che vuole. Lo sforzo è quello di non dire mai di no a nessuna iniziativa. Lo facciamo anche per smitizzare questo luogo. I giorni del inaugurazione abbiamo fatto delle letture con persone normali, non vip, e un signore che era presente mi ha detto: sembra di essere nella rivoluzione francese quando il popolo prese il potere. Mi sembra una buona definizione per noi. E per i giovani ci sono iniziative? Facciamo dei librilive, che sono gruppi musicali che suonano insieme a scrittori. Poi c è una carta giovani: se uno viene otto volte riceve una nostra maglietta. Se frequenta 16 incontri diventa pioniere del Circolo e può organizzare un suo evento. 16 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Cultura Torinese

19 CULTURA TORINESE Quali sono gli incontri che ti hanno più colpita? Una persona che mi ha toccato per l amicizia che mi ha dimostrato in modo gratuito e che mi chiedo ancora perché è Enzo Bianchi. Ogni volta che vado a Bose mi sento a casa, mi sento in famiglia. Lui è talmente di un altro livello che sono onorata di essergli vicino. Un altra è Duccio Demetrio, sento che abbiamo dei percorsi molto simili. Solo italiani? No, Rick Moody, un grandissimo scrittore americano. Michele Di Mauro, che è un attore straordinario, ha letto i suoi testi e Rick Moody che con capisce l italiano si è messo a piangere, ha detto non aveva mai visto niente di così bello. Hai avuto una bella intuizione? Ho due principi fondamentali, credo nelle idee e credo nella verità. Qual è il programma del CDL per i prossimi mesi? Faremo un programma di economia sulle parole chiave, per esempio PIL, cosa vuol dire, è vero, non è vero che cosa è il profitto? Un consiglio di lettura? Stabat Mater di Tiziano Scarpa e l ultimo libro di Erri De Luca, Il giorno prima della felicità. Perché? Perché ha un titolo che vale il libro e perché è un intuizione incredibile lo stato d animo del giorno prima della felicità. Qual è per te un libro che non si può non leggere nella vita? Madame Bovary è un libro che una donna non può non leggere, E un libro sul velleitarismo femminile. E un contemporaneo? Il mondo secondo Garp ha segnato la mia formazione, c è un ritratto di una umanità dolente ma molto ironica, che è la tipologia di essere umano a cui io mi sento più assomigliante. Pensi che nella vita culturale torinese ci sia stato un vero ricambio generazionale? Il fatto che la cultura non abbia un mercato (in questo Baricco ha ragione), fa sì che le forme strutturali morte, obsolete, che non dicono più niente a nessuno se non a quattro ottuagenari, sopravvivono finché non muoiono fisicamente quelle persone. L agonia è lunghissima, chi fa cultura sa quando una cosa è viva o è morta; il resto è solo malafede. Qual è l errore più grande che non si deve compiere nell ambito della promozione culturale? Quello di dire che il pubblico non capisce; il pubblico va sempre rispettato. Circolo dei Lettori, Fiera del Libro, veicoli di diffusione della cultura ma le case editrici si trasferiscono da Torino a Milano. Qual è a tua riflessione? Torino ha fatto un grande lavoro per attrarre il turismo, ma si devono scegliere dei punti strategici su cui lavorare. Dovrebbe valorizzare i punti di forza che sono solo di questa città, come per esempio la formazione, unica in Italia. Per esempio Pietra Pistoletto si dedica alla moda sostenibile, mi sembra una grande idea. Dovremmo puntare ad essere l eccellenza della sostenibilità, c è la Pistoletto, c è Terra Madre. Su queste cose possiamo competere tranquillamente con Milano. Cultura Torinese Plus Magazine 12 ottobre

20 EVENTI UNA STAGIONE AL In programma musica d autore e pattinaggio internazionale p di Mariangela Salvalaggio Sta per iniziare una stagione di grande musica al Palasport Olimpico di Torino, splendida struttura progettata dal giapponese Isozaki e che vanta tra i suoi pregi un acustica invidiabile. Nei prossimi mesi saranno molti gli appuntamenti imperdibili e per tutti i gusti promossi dal Torino Olympic Park, l ente che ha il compito di gestire gli impianti Olimpici di Torino Sul palco dell impianto gestito dal Top si alterneranno alcuni tra i più importanti nomi del panorama nazionale e internazionale. Ad inaugurare la stagione saranno gli idoli dei teenager Jonas Brothers, il cui tour mondiale arriverà a Torino il 6 novembre. Dopo tanta attesa, i fans dei tre ragazzi statunitensi potranno finalmente assistere ad un loro show dal vivo. Il concerto fa parte del tour europeo che accompagna l uscita del loro quarto album. Il 12 novembre sarà il rock dei Green Day ad infiammare il Palasport. In seguito alla pubblicazione di 21st Century Breakdown, uscito a maggio contemporaneamente in tutto il mondo, la band californiana ritorna sulle scene dopo quattro anni. Non mancheranno le grandi stelle della musica italiana con i concerti di Gigi D Alessio (22 novembre), Renato Zero (29-30 novembre) ed Eros Ramazzotti (12-13 dicembre). Il cantautore napoletano, al termine della tourné italiana, partirà per un tour mondiale. Renato Zero presenterà invece l ultima fatica intitolata Presente che racchiude ben 17 canzoni inedite e che è stata realizzata in collaborazione con grandi nomi della musica italiana, tra cui figura anche il trombettista torinese Fabrizio Bosso. Per quanto riguarda il terzo big italiano in cartellone, Eros, dopo il successo del singolo Parla con me anche il cantante romano, da ottobre, sarà impegnato in un tour mondiale con l album Ali e radici. 18 Plus Magazine 12 ottobre 2009 Eventi

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 Che gibilée per quatter ghej! Con tutt el ben che te voeuri Il mercante di schiavi Qui si fa l Italia L ultimo arrivato e tutti sognano Chi la fa la spunti Chi

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli