Adesso no, richiamo poi io Franco Tosco Lessicom srl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Adesso no, richiamo poi io Franco Tosco Lessicom srl"

Transcript

1 Adesso no, richiamo poi io Franco Tosco Lessicom srl Il cliente che accede allo S. O. per curare una patologia del cavo orale pone, come tutte le volte che ricorre ad uno specialista clinico, la propria salute nelle sue mani. E vero che l aspettativa che il paziente ha è lontana dal concetto di malattia. Il dolore dentale è percepito molto di più come un fastidio, seppure elevato e talvolta da risolvere con urgenza [dottore, mi fa un male insopportabile!], che non come qualcosa che può incidere su altri organi del corpo in tempi più o meno ravvicinati. Difficilmente un paziente pensa che la carie contenga un nucleo di batteri da eliminare al più presto, perché raramente lo sa. Ma lo specialista dentale, sì. E quindi lo deve fare perché è suo dovere deontologico, perché ne è cosciente in quanto clinico, perché il paziente gli ha delegato la cura della sua salute orale. Quindi, ogni persona che transita all interno dello studio e accetta di essere curato, richiede -almeno implicitamente- di essere seguito. Lo strumento di cui il medico dispone per garantire nel tempo il mantenimento della salute orale è la detartrasi periodica, vale a dire semestrale, per i soggetti senza patologie particolari che hanno terminato una cura. Tutti i pazienti che costituiscono il pacchetto-clienti dello Studio Odontoiatrico devono quindi essere in mantenimento, cioè devono essere visti, sottoposti ad una seduta di detartrasi e controllati dal medico [o da specialista da lui delegato]. Se una persona non accetta questa prassi o si riserva il diritto di stabilire personalmente quando sottoporsi ad una visita di controllo con relativa detartrasi, non può essere considerata idonea a far parte del pacchetto-clienti dello Studio. O, meglio, il medico sarà sempre disponibile a intervenire se, a richiesta del paziente, dovrà risanargli la bocca, ma la responsabilità delle patologie nel frattempo insorte o di eventuali protesi malfunzionanti non potrà essere, in alcun modo, addebitata al clinico. E di ciò il paziente, al termine della cura, dovrà essere reso edotto. Se si concorda con questa premessa, quando si procede all organizzazione di una Azienda Odontoiatrica occorre, innanzitutto, rivedere tutti i pazienti a cui si sono prestate delle cure e motivarli, in quella sede, all inserimento nella condizione di mantenimento. 1. richiamo per il consolidamento del pacchetto-clienti Lettera di preavviso della telefonata per il controllo Telefonata per l appuntamento Controllo medico Motivazione clinica al mantenimento Non accettazione Sì accettazione Lettera di scarico di responsabilità Aggiornamento anagrafe detartrasi Appuntamento successivo Aggiornamento anagrafe

2 1.1 In molti casi è utile far precedere la telefonata per fissare l appuntamento iniziale da una lettera. In essa si ha l obiettivo di spiegare al paziente che, sulla base degli studi più aggiornati del settore, il medico ha il dovere di rendersi conto se, dopo l ultimo incontro, la bocca del paziente si è mantenuta sana. Non è detto che sia sempre necessario, soprattutto se in segreteria è presente una persona che lavora nello Studio da molti anni e che si presume che i pazienti degli ultimi 5/6 anni riconoscano. E poco utile inviare la lettera a persone che non si sono più viste oltre questo tempo, perché è ragionevole supporre che abbiano trovato una soluzione diversa. Se poi non sono andati da altri, allora l idea che hanno di salute dentale è così lontana da quella del medico che molto difficilmente accetterebbero di entrare in mantenimento. ( 1 ) 1 ) Si allegano due esempi di lettera utilizzata in altrettanti studi. Naturalmente si possono apportare tutte le variazioni necessarie, qualora il Titolare ritenga opportuno far precedere la telefonata con una lettera di avviso. Esempio a): Egr. Sig. / Gent.ma Sig.a «Tit» xxx yyy, lo Studio Odontoiatrico è onorato di annoverarla, «unitamente ad altri componenti del suo nucleo famigliare», tra coloro a cui ha potuto offrire nel tempo delle prestazioni per curare patologie della bocca. Ci permettiamo quindi, certi di farle cosa gradita, di fornirle alcune informazioni sullo sviluppo della struttura Odontoiatrica. Lo Studio ha avviato un processo di organizzazione per allinearsi sempre più alle innovazioni introdotte nell odontoiatria dei paesi occidentali. In essi il Servizio alla salute orale deve operare in ambiti che richiedono la presenza di vari specialisti, i quali possono raggiungere i loro obiettivi solo se collegati tra loro in modo sinergico. Lo Studio Odontoiatrico moderno può essere solo un team che ha gli strumenti per affrontare questioni che riguardano la prevenzione, l ortodonzia e la pedodonzia, la parodontologia, la gnatologia (che, se non considerata seriamente, può non prevenire adeguatamente l insorgere di malattie apparentemente lontane come l errata postura o le malattie cardiache), la conservativa, l endodonzia, l implantologia e la chirurgia e, infine, il mantenimento della salute orale con l azione costante del controllo e dell igiene periodica. Ognuno degli specialisti del team, a fronte di un caso di malattia della bocca, dà il suo apporto perché tutti possano intervenire nel loro settore con la massima efficacia ed efficienza. Questo Studio Dentistico ha scelto di perseguire e sviluppare ulteriormente la Qualità Totale attraverso l introduzione delle più aggiornate scoperte nel campo dell utilizzo delle attrezzature, della qualità dei materiali e della correttezza delle procedure. Per ottenerla ho scelto di lavorare in Team con altri professionisti che condividono con noi la scelta di fondo di dover essere all avanguardia per motivi scientifici e deontologici. Oltre che per il rispetto e l attenzione dovuta al paziente che ci affida la salute della sua bocca. Le comunichiamo, al fine di permetterle di utilizzare al meglio il nostro Servizio, l elenco delle specializzazioni che al momento sono presenti nella Struttura, con il relativo specialista di riferimento. Naturalmente resta assodato il fatto che l incontro iniziale per l individuazione della eventuale terapia di intervento [la cosiddetta prima visita] e la supervisione clinica generale saranno sempre affrontate da me o dalla d.ssa Xxxx. Settore di intervento Conservativa Endodonzia Parodontologia Protesi Fissa e mobile Chirurgia Implantologia Ortodonzia Pedodonzia Terapia di mantenimento descrizione Cura delle carie Devitalizzazione e terapia canalare Cura delle gengive e dei tessuti di supporto dei denti Sostituzione di denti mancanti o compromessi con manufatti fissi o mobili Estrazioni di elementi dentari, cisti, neoformazioni Sostituzione di denti mancanti con impianti endossei Correzione funzionale ed estetica delle anomalie dento-scheletriche Odontoiatria infantile Igiene orale, controllo periodico dello stato di salute di denti e gengive igienista specialista Nell ottica di sviluppare ulteriormente il processo di applicazione della Qualità Totale del Servizio alla Salute Orale dello Studio, il dovere deontologico e professionale ci portano a richiederle un incontro naturalmente gratuito- perché possiamo verificare, essendo ormai trascorso un po di tempo dall ultima seduta, se la sua bocca si è mantenuta in condizioni corrette. Dal momento in cui ci siamo incontrati io e successivamente la d.ssa Xxxx-, in quanto medici curanti, siamo diventati se non e- splicitamente, almeno in modo implicito- responsabili della sua salute orale. La visita di controllo periodica è lo strumento che ci permette di svolgere al meglio tale compito.

3 1.2 La telefonata, se segue la lettera, la richiama. Se invece è il primo contatto, allora la segretaria deve spiegarne il motivo ( 2 ) ed è fondamentale che segnali che il controllo è gratuito. Se la risposta è no allora si saluta, si dichiara la disponibilità dello studio per eventuali bisogni a venire e si procede con l invio della lettera in cui si declinano le responsabilità per future patologie o malfunzionamenti di manufatti che dovessero insorgere. 1.3 L accoglienza è cordiale, ci si alza e si saluta, si fanno PR e, soprattutto, si rispetta la massima puntualità sull orario concordato. 1.4 Il medico ha a disposizione 20 max 25, per la visita (10 ) e la motivazione (max 15 ), da cui deve scaturire l appuntamento di igiene, il primo della fase di mantenimento. 1.5 Se il paziente non accetta, viene accompagnato in reception dall assistente la quale saluta e ribadisce la disponibilità come già detto dal medico. Uscito il paziente, si invia la lettera di scarico di responsabilità e si aggiorna l anagrafe. 1.6 Se il medico intercetta delle patologie dal controllo, non è sempre opportuno che stili subito un preventivo. E meglio se chiede di fissare un appuntamento per una visita e, al momento, faccia la motivazione e proceda all igiene. Fatta l igiene, si passerà alla visita approfondita e si stilerà un piano di cura, come di routine. Accompagnato il paziente in segreteria e debitamente salutato, la segretaria fisserà i due appuntamenti, dando priorità all igiene e spiegando che, secondo le nuove procedure, lo studio telefonerà ogni volta per confermare l appuntamento. Chiederà così tutti i recapiti telefonici e l autorizzazione ad usare il cellulare, se non si riuscisse a rintracciarla in altro modo. Si precisa che non si lascerà mai un messaggio SMS, perché non si può essere certi Per questo motivo, la segreteria dello Studio la contatterà per fissare con lei un appuntamento [che non la impegnerà oltre mezz ora], compatibilmente con la sua disponibilità e i suoi impegni. In quella sede potremo meglio indicare l importanza degli incontri periodici che, come lei sa, rientrano nella terapia di mantenimento- i quali, oltre a fornirle la dovuta tranquillità sulla sua salute, permettono anche di individuare sul nascere delle eventuali patologie che, se trascurate, possono giungere a interessare altri organi, a procurare spiacevoli inestetismi o a generare fastidiosi costi che potrebbero essere evitati con rapidi interventi in fase iniziale. In attesa di poterci rivedere di persona, le porgiamo i più cordiali saluti. Dott. D.ssa P.S. Se, anziché attendere un segnale dalla nostra segreteria, volesse essere lei a chiamarci per fissare l incontro di controllo, ciò sarebbe inteso da noi come un aiuto di cui le saremmo particolarmente grati. Esempio b): Egr. Sig. / Gent.ma Sig.a «Tit» xxx yyy, lo Studio Odontoiatrico di cui sono tutt ora titolare è lieto di annoverarla, tra coloro a cui ha potuto offrire nel tempo la propria esperienza professionale. Mi permetto quindi, certo di farle cosa gradita, di fornirle alcune informazioni sullo sviluppo della mia struttura Odontoiatrica. Lo Studio ha avviato un processo di organizzazione per allinearsi sempre più alle innovazioni introdotte nell odontoiatria dei paesi occidentali formando un team che utilizza gli strumenti più avanzati per affrontare questioni che riguardano la prevenzione, l igiene, la parodontologia, la conservativa, l endodonzia, la chirurgia, l implantologia e l ortodonzia. Il rispetto e l attenzione dovuta al paziente che ci affida la salute della sua bocca partono dal controllo costante e dall igiene periodica del cavo orale. La visita di controllo periodica è lo strumento che mi permette di svolgere al meglio tale compito. Come lei sa, una terapia di mantenimento permette di intercettare sul nascere eventuali patologie che, se trascurate, possono giungere a interessare altri organi, a procurare spiacevoli antiestetismi e a generare fastidiosi costi che potrebbero essere evitati con rapidi interventi iniziali. Per questi motivi, il dovere deontologico e professionale mi portano a richiederle una visita di controllo naturalmente gratuita- perché possiamo verificare se, dall ultimo incontro, la sua bocca si è mantenuta in salute. La nostra segreteria la contatterà nei prossimi giorni per fissare con lei un appuntamento [che non la impegnerà oltre mezz ora], compatibilmente con i suoi impegni. In attesa di poterci incontrare, le porgo i più cordiali saluti a nome mio e di tutti gli Operatori dello Studio. Dott. P.S. Se, anziché attendere la nostra segreteria, volesse essere lei a chiamarci per fissare l incontro di controllo, ciò sarebbe un aiuto di cui le saremmo particolarmente grati. 2 ) Un esempio di telefonata potrebbe essere: Buon giorno Sig/Sig.a XXX, sono la segretaria del dottor Yyyy che lei sicuramente conosce [che ricorderà]. Le telefono perché il dottore, siccome non la vede da un certo tempo e avendo il dovere di assicurarsi che la sua bocca si sia mantenuta in salute, ha bisogno di vederla. Le fisserei un appuntamento di controllo, naturalmente gratuito, che le occuperà non più di ½ ora, forse meno, in data.le può andar bene?.

4 della lettura, perché spesso non si ha una risposta e che, in ogni caso, quel numero non sarà mai utilizzato per un motivo diverso dalla conferma. La segretaria, inoltre, aggiornerà l anagrafe rimandando la firma della documentazione d ufficio (privacy, consenso informato generico, anagrafe completa, anamnesi) al momento dell appuntamento di igiene che, per la prima e unica volta, sarà anticipato di 10 per la compilazione della documentazione sottoposta. 1.7 Se il paziente accetta, e non sono state rilevate patologie, l accompagnamento in reception sarà seguito dall appuntamento per la seduta di detartrasi, si spiegheranno le nuove procedure telefoniche, si chiederanno i recapiti e le autorizzazioni ad usarle, si chiederà l eventuale disponibilità ad anticipare gli appuntamenti se possibile- e si procederà al commiato. 2. motivazione a fine cura Dal momento dell avvio del mantenimento per tutti i pazienti, tutti coloro che terminano i cicli di cura vi saranno inseriti, previa azione di motivazione fatta dal medico al momento del commiato. L assistente accompagnerà il paziente in segreteria, dove sarà consegnato il documento con le relative norme di comportamento per salvaguardare la salute orale ( 3 ) e si fisserà l appuntamento per la successiva seduta di igiene e di controllo medico. ( 4 ) 3 ) Si allega un esempio di documento di dimissioni che naturalmente, come al solito, può e/o deve essere variato a seconda della tipologia di studio e del pensiero del medico. Gent.ma Sig.a/ Egr. Sig. [d.ssa/dr.] xxx yyy, Lo studio Dentistico del Dott. Xxxx Yyyy ha terminato le cure che erano state concordate. Adesso la sua bocca è sana. Sarà soprattutto compito suo, d ora in poi, mantenerla tale. Naturalmente non sarà lasciato/a solo/a. Continueremo ad occuparci di lei, come il nostro dovere di medici ci impone e come noi riteniamo di dover fare, per tutto il periodo in cui lei vorrà seguire le nostre indicazioni e quindi si considererà nostro/a paziente. Le indicazioni generali che lei dovrà seguire, affinché anche noi ci possiamo e dobbiamo sentire responsabili della sua salute orale, sono le seguenti: 1. Ovviamente dovrà mantenere l igiene quotidiana della bocca con il corretto uso dello spazzolino, del filo interdentale e scovolino, come le è stato spiegato dal personale addetto all Igiene Orale; nel caso di protesi, di placche e di apparecchi ortodontici eseguire una accurata manutenzione secondo le istruzioni ricevute 2. Lei da questo momento, terminata cioè la terapia, è stato/a inserito nel Programma di mantenimento. Ciò comporta per lei di recarsi presso questo Studio per sottoporsi ai periodici controlli che il medico odontoiatra ha previsto come necessari per verificare che la sua bocca rimanga sana com è in questo momento. Naturalmente la segreteria, come ha fatto in questo periodo, terrà conto delle sue esigenze personali e, in ogni caso com è consuetudine dello Studio, le telefonerà per confermarle l appuntamento già a suo tempo fissato; 3. Il Programma di mantenimento prevede, nel suo caso, una seduta di detartrasi ogni mesi. Il motivo è innanzittutto quello di mantenere la bocca in salute; poi quello estetico [poiché si vanno ad eliminare, oltre al tartaro, anche le macchie dello smalto che si sono formate nel tempo]; infine quello di ulteriore momento di controllo; 4. Le visite di controllo avranno lo scopo di intercettare sul nascere eventuali patologie insorgenti e quindi di potervi porre rimedio in tempi rapidi. La prima visita di controllo è fissata per lei in data I medici e tutto il personale del Team dello Studio Dentistico, le assicurano l impegno di continuare a seguirla clinicamente come deontologia e professionalità impongono. E se c e qualche problema imprevisto ci faccia una telefonata e saremo a disposizione da gennaio a dicembre, dal lunedì al sabato dalle ore alle ore I più cordiali saluti Dott. Xxxx Yyyy 4 ) Si suggerisce di fissare l appuntamento successivo direttamente in agenda, esattamente il mese, giorno e ora della seduta attuale, posticipato del periodo che il medico ha stabilito per il paziente. E da evitare l abitudine di segnare su un quaderno a parte solamente il mese del richiamo, perché si a- vranno dei seri problemi al momento in cui, ad inizio del mese di riferimento, si avranno tutti i pazienti da richiamare. Il rischio di dimenticarne qualcuno è molto elevato e i ritardi, anche di uno o due mesi, sono frequenti. In questo caso il messaggio che inconsciamente si trasmette è: Non è poi così importante rispettare le scadenze segnalate nella lettera di congedo a fine cura. Questo messaggio, unito al fatto che non c è coscienza [ancora?] dell importanza dell igiene periodica, è spesso alla base delle posticipazioni, delle disdette e dei mancati appuntamenti, con gravi danni di salute per il paziente ed economici per lo studio. Fissare gli appuntamenti a distanza di almeno sei mesi incontra spesso forti resistenze. L obiezione sollevata è che non so nemmeno se sarò vivo o morto tra 6 mesi e se potrò presentarmi. Sentiamoci più in là! La risposta da dare è:

5 3. il team dell igiene Spesso, nelle procedure degli studi odontoiatrici, si ritiene che l igiene sia un problema dell igienista. Noi riteniamo che sia un grave errore. Per questi motivi. 3.1 Tutti i trattamenti che vengono erogati ad un paziente nello Studio Odontoiatrico, sia per curare una patologia in atto e sia per prevenire quelle insorgenti, sono un problema del medico. Solo lui è il primo, unico e ultimo operatore con scienza e coscienza al quale risale ogni azione clinica. Ed è responsabile di tutto, nel male e nel bene. Quindi anche l Igiene è un problema del medico. 3.2 All igienista è delegata, se lui lo crede, la componente tecnica dell igiene, ma non per questo diventa responsabile dell Igiene. Perché la responsabilità rimane al medico, che la esercita ogni volta con un momento finale di controllo e stabilisce, anche avvalendosi del parere dell operatore tecnico, se la bocca è in salute, se è il caso di modificare il tempo tra una seduta e la successiva, se è il caso di fissare una visita per trattare le eventuali nascenti patologie intercettate. Il Team dovrà quindi operare con i seguenti operatori: Medico assistente segreteria paziente Igienista 4. motivazione da parte del team L igienista ha, inoltre, un altro compito che deve svolgere secondo il layout stabilito dalle procedure dello studio e da condividere con il medico, le assistenti e la segreteria: il rafforzamento costante della motivazione. Tale azione avviene: - Per il medico, al termine di un ciclo di cura e durante il controllo al termine della seduta di i- giene di mantenimento; - Per l assistente, durante ogni seduta del ciclo di cura; - Per la segretaria, durante i vari momenti di incontro con il paziente e, se opportuno e/o necessario, durante le telefonate di richiamo e di conferma; - Per l Igienista, durante il trattamento. - guardi, la inserisco in agenda per avere la certezza che in quel periodo ci sarà il posto per lei; questo è il motivo per cui la metto allo stesso giorno e alla stessa ora; - una settimana prima dell incontro le telefonerò, come lei ormai sa, per concordare se è possibile mantenere giorno e ora o, se del caso, dovremo fare qualche variazione. Esiste un terzo motivo, che non è il caso di esplicitare al paziente. Inserire l appuntamento di igiene permette di ipotizzare, con ragionevole realismo, la produzione e l incasso di quella giornata, cioè di cominciare a costruire gli strumenti per il budget preventivo di quel mese, cosa troppo spesso ignota agli operatori dentali. In tutti i casi, deve essere ben chiaro che non può essere accettata una risposta del tipo: richiamo io, perché le procedure dello studio non lo prevedono, né lo possono prevedere.

6 la motivazione in fase di cura assistente Medico paziente segreteria La motivazione alla cura, fornita inizialmente dal medico in sede di prima visita e che ha condotto il paziente ad accettare il preventivo, deve costantemente essere richiamata e rafforzata. Spesso il medico tende a considerare conclusa la questione finanziaria con la sottoscrizione del preventivo. Ma per il paziente non è così. Non si tratta di un esborso una tantum che si conclude in un solo momento, ma di un pagamento che sovente avviene in più tranches successive, molto più simile ad un leasing o ad un mutuo. Ma in questi casi, il cliente, che deve onorare delle rate, sortisce una forma di automotivazione generata dall uso del prodotto (il leasing per l automobile, il mutuo per la casa, il prestito rateale per un prodotto) perché ne sperimenta i vantaggi ogni volta che ne fruisce. Il paziente, invece, terminato il momento della fase acuta del dolore in cui è disposto a non considerare influente quasi qualunque prezzo, non ha più nel tempo la percezione dei vantaggi generati dalla cura, della quale non capisce molto se non il rapporto costo [elevato] e beneficio [che connette sempre meno alle prestazioni ricevute]. Ecco perché è necessario che sia l intero team di lavoro a richiamare nel paziente i vantaggi nelle sedute successive. Allo stesso modo deve anticipare la motivazione al mantenimento che, se non compreso nel suo valore (clinico ed economico) di prevenzione, rischia di essere valutato solo per il costo. E nasce quindi l obiezione: ma se sto bene [id est, non ho dolore], perché devo pagare per fare la detartrasi periodica? la motivazione in fase di mantenimento Igienista Medico paziente segreteria L indirizzo da dare alla motivazione per ognuno degli operatori interessati all igiene di mantenimento si ritiene che possa essere: - l igienista: prevalentemente tecnico; - il medico: prevalentemente deontologico; - la segretaria: prevalentemente economico [eliminazione di costi rilevanti dovuti a trascuratezza] ed estetico.

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Aggiornato a novembre 2008 La lettera di presentazione è necessaria nel caso di autocandidatura e facoltativa (quando non richiesta esplicitamente dall'azienda) negli altri

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Rapporto di indagine con interviste ai volontari delle associazioni partecipanti a Riguardiamoci il Cuore 2011

Rapporto di indagine con interviste ai volontari delle associazioni partecipanti a Riguardiamoci il Cuore 2011 Rapporto di indagine con interviste ai volontari delle associazioni partecipanti a Riguardiamoci il Cuore 2011 Presentazione Si presenta l indagine qualitativa, effettuata con interviste, nel mese di luglio

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Nella maggior parte dei casi, chi legge quest opuscolo ha da poco ricevuto una

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 Progetto Donna & Artigianato REGOLAMENTO ART. 1 OBIETTIVO DEL CONCORSO La Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, in collaborazione

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 in relazione al capo V della L. 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni (Delibere del Consiglio dell

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Gentile Cliente, Gradita è l occasione per porgere distinti saluti. TELECOM ITALIA Servizio Clienti Business

Gentile Cliente, Gradita è l occasione per porgere distinti saluti. TELECOM ITALIA Servizio Clienti Business Gentile Cliente, al fine di dare seguito alla Sua richiesta di variazione di categoria di contratto di abbonamento telefonico (di seguito Declassazione ), La invitiamo ad individuare tra i due casi sottoindicati

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. mini financial services CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia riposta in MINI Financial Services e congratulazioni per l acquisto della sua

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione

COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione Non esiste un'unica soluzione che vada bene per ogni situazione di molestie assillanti. Le strategie d azione rivelatesi efficaci nel contrastare

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli