App e libri per bambini sul tema dell igiene orale [ 11] del servizio dentario scolastico. N. 122 Primavera 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "App e libri per bambini sul tema dell igiene orale [ 11] del servizio dentario scolastico. N. 122 Primavera 2014"

Transcript

1 N. 122 Primavera 2014 del servizio dentario scolastico App e libri per bambini sul tema dell igiene orale [ 11] I social media nelle scuole [ 3 ] Amico dei denti e senza zucchero [ 9 ] Corsi [ 15 ]

2 [ 2 ] Attualità n. 122 / primavera 2014 EDITORIALE World Oral Health Day 2014 Dr. Felix Magri, redattore del Bollettino delle OPD Nel 2011, ogni giorno sono stati spediti 200 milioni di messaggi su Twitter. A metà 2013 erano già 400 milioni, tanti quanti un libro di circa 20 milioni di pagine o copie di «Guerra e pace» di Tolstoj. Uno sopra l altro, questi messaggi formerebbero una torre alta 896 metri, un bel pezzetto in più del Burj Khalifa di Dubai, il grattacielo più alto del mondo. Una cosa è certa: i social media hanno assunto un ruolo sempre più importante nella nostra vita quotidiana. Per questo motivo, piano piano si avvicina il momento di utilizzarli anche nelle scuole. Solo in questo modo i giovani imparerebbero a usare internet in modo responsabile e consapevole. In questo numero vi spieghiamo come si potrebbero includere i social media nelle lezioni. Nuovi media, quindi nuovi strumenti informativi e di apprendimento: sono molti i programmi che si prefiggono di illustrare in maniera allettante ai bambini come curare l igiene orale. Al momento non è ancora chiaro se questi programmi siano validi dal punto di vista pedagogico e di fatto efficaci. Per farvi un idea vostra, alle pagine trovate consigli su App e libri destinati ai bambini sul tema dell igiene orale. Il 20 marzo 2014 è in calendario il World Oral Health Day (WOHD), ossia la Giornata mondiale della salute orale. Questa giornata, organizzata dal 2007 dalla World Dental Federation (FDI) a cadenza annuale, vuole che la cura dei denti sia «sulla bocca di tutti». L opinione pubblica deve prendere coscienza dell importanza della salute orale e di quanto quest ultima possa influenzare la nostra esistenza: quando mangiamo, parliamo, ridiamo o cantiamo. Stando alla FDI, almeno una volta nella loro vita il 90% di tutti gli abitanti della Terra soffre di una malattia orale, ma poco più della metà della popolazione mondiale ha accesso a cure specifiche. Inoltre, tra il 60 e il 90% di tutti i bambini del mondo in età scolastica presenta carie! Ecco perché la prevenzione è così importante. La Giornata mondiale della salute orale vuole incoraggiare le famiglie e le scuole a parlare di più di igiene orale, ossia dell importanza di pulire i denti due volte al giorno con un dentifricio contenente fluoruri e di sottoporsi regolarmente a controlli dal dentista. Infine vi spieghiamo qual è la differenza tra un prodotto «amico dei denti» e uno «senza zucchero» (pag. 9) e come cambiare approccio e ottenere buoni risultati con le campagne di prevenzione, rifacendosi a quanto scoperto dall economia comportamentale (pagg. 7 e 8). Anche il World Oral Health Day, previsto per il prossimo 20 marzo, desidera migliorare la prevenzione. Questa giornata si prefigge, infatti, di migliorare in tutto il mondo le conoscenze sull igiene orale e di contribuire in questo modo a ridurre le malattie del cavo orale. Qui a lato potete scoprire come entrare a far parte di questo movimento. IMPRESSUM Editrice: Fondazione per le Operatrici di Prevenzione Dentaria (OPD), Redazione/abbonamenti: Moussonstrasse 19, 8044 Zurigo, CHF 40. all anno. Periodicità: 4 numeri all anno. Redazione: Dr. F. Magri, Fondazione per le OPD, Sandra Küttel, Gabriela Troxler e Rahel Brönnimann, Servizio stampa e d informazione SSO. I contributi senza sigla o senza nome dell autore e nome della ditta rispecchiano il parere degli autori, che non deve necessariamente corrispondere all opinione della redazione. Layout: Claudia Bernet, Berna. Stampa: Jordi Medienhaus, 3123 Belp Tiratura: 550 esemplari. Fotografie: istock, Fotolia, a disp., Azione Salvadenti La redazione si riserva tutti i diritti. Vietata la riproduzione e la diffusione di interi numeri. È permessa la riproduzione previa indicazione della fonte. Quest anno la Giornata mondiale della salute orale sarà all insegna del motto «Celebrating healthy smiles», quindi si vogliono festeggiare i sorrisi sani e concentrare l attenzione sulla cura della bocca e dei denti per tutta la vita. La FDI mette a disposizione diverso materiale con spunti per organizzare la giornata, che può essere scaricato gratuitamente dal sito web: sotto «Resources».

3 n. 122 / primavera 2014 Scuole e MEDIA [ 3 ] Facebook a scuola? I social media stanno prendendo sempre più piede e non si fermano davanti alle scuole. Ma Facebook & Co. possono essere effettivamente usati durante le lezioni? Che opportunità offrono e che rischi comportano? ^ Con i social media cambierebbe il ruolo dei docenti, che accompagnerebbero gli allievi a gestire la marea di informazioni presenti su internet, trasmettendo loro le competenze mediali. Gabriela Troxler Internet ha rivoluzionato il nostro modo di comunicare: in men che non si dica si elaborano, commentano e diffondono contenuti di tutti i generi. Molte persone, che sono sia autori che lettori dei contenuti, interagiscono in tempo reale tra loro. Questa realtà non è però esente da rischi e infatti tutti ormai hanno capito che la prima cosa da fare è insegnare ai giovani come usare in maniera responsabile i social media, ossia Facebook, Twitter ecc. Anche se i giovani conoscono questi media meglio dei loro genitori e dei loro docenti, gli adulti possono comunque aiutarli mettendo a disposizione le loro conoscenze generali e le loro esperienze di vita. Per fare un passo in questa direzione si potrebbero integrare i nuovi media nelle lezioni. Un nuovo modo di imparare Ma come fare? Si potrebbe, per esempio, dare agli allievi la libertà di scegliere se in un dato momento preferiscono ascoltare, leggere, parlare o scrivere. Tutti gli allievi comunicherebbero in contemporanea e in questo modo cambierebbe anche il ruolo del docente, che non avrebbe più solo il compito di trasmettere conoscenze, ma anche quello di incanalarle e di accompagnare gli allievi. In questo modo, gli allievi si assumerebbero maggiori responsabilità e deciderebbero in prima persona come e cosa imparare in un determinato momento. Così facendo, non sarebbero più costretti a rivolgere la loro attenzione esclusivamente al docente, e quest ultimo, a sua volta, potrebbe concentrarsi su singoli allievi e sui loro problemi. Queste forme d insegnamento non sarebbero legate a un luogo preciso, quindi gli allievi potrebbero studiare di più da casa, sempre comunque con un feedback da parte del docente. Già oggi si può osservare quanto internet e i social media stiano cambiando l apprendimento. Chi vuole imparare lo spagnolo, per esempio, non è più obbligato a iscriversi a un corso, basta cercare un App o un programma su internet (alcuni sono persino gratuiti). Quello che oggi rappresenta un eccezione, per esempio nell ambito dei lavori di maturità, grazie ai social media potrebbe diventare una prassi standard nelle scuole: lo studio sulla base di progetti specifici. In tal modo, ogni allievo raggiungerebbe un obiettivo di apprendimento usando un suo metodo personale, pur restando in contatto con l am- C continua a pagina 4

4 [ 4 ] Scuole e MEDIA n. 122 / primavera 2014 biente scolastico, dove raccoglierebbe feedback e idee. Ai docenti la metodologia Il docente fungerebbe da trait d union tra la scuola e gli allievi, e sarebbe responsabile della qualità e della correttezza dei contenuti che i ragazzi affronterebbero ed elaborerebbero personalmente. Va però detto che su internet le conoscenze e i fatti diventano effimeri e si rischia di perdere facilmente l orientamento: cosa è vero, cosa non lo è più e cosa non lo è mai stato? Il compito dei docenti, quindi, sarebbe soprattutto di insegnare agli allievi a lavorare seguendo un determinato metodo: come gestire la marea di informazioni presenti nella rete e come distinguere le informazioni vere da quelle false? Come realizzare un progetto usando i social media? Gli allievi acquisirebbero queste competenze mediali lavorando al loro progetto seguiti dai docenti, all insegna del learning by doing. Il vantaggio di questo approccio è che gli allievi dovrebbero essere attivi e in questo modo i docenti capirebbero cosa fa ogni singolo allievo e quali sono i suoi punti di forza. Inoltre, affrontando temi come la sfera privata e l uso di immagini su internet, i docenti imparerebbero qualcosa di nuovo, mentre gli allievi acquisirebbero maggiore sicurezza durante la navigazione su internet. Stimolare gli allievi insicuri Un altra possibilità per introdurre i social media nelle scuole potrebbero essere le discussioni in classe: gli allievi non dovrebbero più limitarsi a intervenire chiedendo la parola, ma potrebbero porre domande o fare commenti tramite i tablet, gli smartphone e i laptop. Spesso, nelle classi numerose, sono sempre gli stessi quattro o cinque allievi a intervenire durante le discussioni. I social media permetterebbero di ovviare a questo problema coinvolgendo maggiormente nella lezione gli ^ Sarà questa la scuola del futuro? Momenti di apprendimento individuale tramite i social media alternati a forme di insegnamento tradizionali. allievi timidi. Lo stesso varrebbe per i compiti a casa: gli allievi potrebbero riassumere le lezioni su un blog, fare ricerche o raccogliere informazioni supplementari su determinati temi tramite internet. In questo modo, tutti gli allievi si assumerebbero maggiori responsabilità e il contributo di ciascuno diventerebbe più importante. Rischi dei social media Usare i social media a scuola comporta alcuni rischi: gli allievi potrebbero sentire ulteriormente il bisogno di essere sempre reperibili e sempre online. Inoltre, quanto si afferma su internet può essere estrapolato dal suo contesto, dando così origine a malintesi. Senza dimenticare che quel che finisce su internet è difficile da eliminare definitivamente e può addirittura finire in mano a un pubblico ben più vasto di quanto si volesse inizialmente. Infine, non va sottovalutato il fatto che l uso di forme d insegnamento digitali è particolarmente oneroso sia a livello di tempo che di investimento finanziario: i docenti e gli allievi andrebbero formati e occorrerebbe trovare le risorse per finanziare l acquisto dell attrezzatura tecnica. Pensando agli sviluppi futuri in questo ambito sarebbe sbagliato mettere la testa sotto la sabbia e sottovalutare questa tendenza. Potrebbe quindi essere utile integrare nelle lezioni singoli momenti di apprendimento con i social media. Accanto alle forme tradizionali di insegnamento, questi momenti potrebbero aiutare gli allievi a diventare giovani adulti autodeterminati e consapevoli delle proprie responsabilità. Ci vorrà ancora un po di tempo prima che l uso dei social media venga integrato nei programmi di studio. Nel frattempo è certamente opportuno avviare, nelle varie materie, piccoli progetti con i social media e discutere con i vari istituti scolastici dei vantaggi e degli svantaggi di tali esperienze. Sul sito web Philippe Wampfler mette a disposizione dei promemoria e altro materiale sull uso dei social media nelle scuole. Per ulteriori informazioni: Philippe Wampfler (2013): «Facebook, Blogs und Wikis in der Schule: Ein Social-Media-Leitfaden». Vandenhoeck & Ruprecht Verlag.

5 L esperienza di un week end d autunno a Parigi 23 25/26 ottobre 2014 Workshop professionale in 3D Visiti insieme a CURADEN lo stabilimento Carestream a Parigi. Dalla vite più piccola al controllo di qualità potrà vedere come vengono realizzati i pregiati apparecchi. Approfondisca le Sue competenze e partecipi al workshop altamente professionale della linea 3D di Carestream. Il programma del workshop Le offre: esercitazione pratica con visualizzatore in 3D (anatomia sezionale sulla base di casi) 8 ore di formazione centrate sulla prassi addestramenti altamente professionali Cena nel leggendario ristorante 58 sulla Torre Eiffel

6 IGIENE ORALE COMPROVATA IN UN NUOVO DESIGN! PER BAMBINI A PARTIRE DAI 6 ANNI.

7 n. 122 / primavera 2014 Intervista [ 7 ] Perché spesso agiamo contro i nostri interessi? Noi esseri umani agiamo in modo irrazionale. Le nostre decisioni sono influenzate non solo dalla ragione, ma anche dalle emozioni e dagli aspetti sociali. Quanto scoperto dall economia comportamentale può contribuire a modificare sia le abitudini del singolo che la sanità pubblica. In un intervista con la giornalista Amy Gutman, Ichiro Kawachi, direttore del Dipartimento di scienze sociali e comportamentali alla Harvard School of Public Health, spiega per quale motivo spesso noi esseri umani non agiamo nel nostro interesse personale e come potremmo invece modificare il nostro comportamento. A cura di Felix Magri < Gli esseri umani dovrebbero scegliere automaticamente la variante più sana: un obiettivo realizzabile grazie alle nuove scoperte dell economia comportamentale. Spesso gli obiettivi delle campagne di prevenzione sono encomiabili, ma non sempre riescono a cambiare il comportamento delle persone. Come mai? Perché la maggior parte delle teorie in questo campo partono dal presupposto che noi esseri umani siamo razionali, il che non è vero. In realtà, i nostri processi mentali sono automatici e il nostro comportamento è guidato dalle emozioni, compresi gli stati d animo indotti dalla pubblicità. Può farmi qualche esempio di campagne di prevenzione fallite? Pensiamo al fumo. Le campagne di prevenzione cercano di dissuadere le persone dal fumare con messaggi secondo i quali dopo 20 anni il fumo può causare il cancro ai polmoni. Come se, ogni volta che si accende una sigaretta, una persona si mettesse a pensare a quello che succederà fra 20 anni! Questo è ciò che gli economisti comportamentali definiscono «the problem of intertemporal choice»: se da un lato soddisfiamo subito un bisogno, dall'al- tro il conto (per il danno) ci viene presentato solo più tardi. Quasi tutte le scelte in fatto di stile di vita sano rientrano in questa categoria. Vi sono, per esempio, «i comportamenti in cui investire», come fare ginnastica oggi per evitare un infarto cardiaco fra dieci anni oppure usare il filo interdentale oggi per evitare di dover pagare l onorario del dentista fra sei mesi. Vi sono anche i «beni peccaminosi», come i dolciumi, il sesso non protetto, il fumo, che sul momento sono piacevoli, ma i cui costi C continua a pagina 8

8 [ 8 ] Intervista n. 122 / primavera 2014 si possono far sentire in un secondo momento. Se fossimo esseri perfettamente razionali, saremmo in grado di valutare tutto e di prendere le decisioni giuste. Ma non siamo macchine calcolatrici: siamo invece motivati da quella parte del nostro cervello concentrata soprattutto sul presente. Cosa possono fare le autorità sanitarie per vincere questa irrazionalità? Possiamo influenzare le scelte delle persone in modo tale che optino spontaneamente per la scelta tendenzialmente più sana. Un trucco che possiamo prendere a prestito dall economia comportamentale sono le opzioni standard. Da McDonald, per esempio, l opzione standard per i bambini potrebbe essere una mela invece delle patatine fritte. Oppure invece di offrire una porzione grande e, solo su richiesta, una piccola, si potrebbe offrire come opzione standard quella piccola e solo su richiesta quella grande. Una terza opzione standard potrebbe consistere nel ridurre le porzioni in generale. Un motivo per cui in Europa l obesità è meno diffusa che negli USA è che nel Vecchio continente le tazze e i piatti sono molto più piccoli. Persino i trasporti pubblici rappresentano un opzione standard. Pur non facendo alcuna attività sportiva nel tempo libero, i Giapponesi riescono a rimanere magri. Il motivo è da ricercare nella diffusione capillare dei trasporti pubblici, che costringe gli abitanti del paese del Sol Levante a camminare da casa loro alla stazione e a salire e scendere le scale della stazione. Quali altri insegnamenti possiamo trarre dall economia comportamentale? L economia comportamentale ci ha insegnato che se le persone credono che un prodotto sia buono, tendono a vederci un numero maggiore di vantaggi che di svantaggi. La pubblicità alle sigarette gioca con le emozioni positive e suggerisce, per esempio, che fumando una data marca ci si può divertire tantissimo. Spesso queste pubblicità non mostrano nemmeno una persona che fuma. Fino a poco tempo fa, i messaggi delle campagne di prevenzione contro il fumo erano del tutto prive di emozioni: fra 20 anni vi verrà il cancro. Ora, con le avvertenze sui pacchetti di sigarette combattiamo finalmente ad armi pari e mostriamo immagini vere e cariche di emozioni... anche se negative. La paura, però, tende a far sì che le persone neghino la realtà. Credo che ci sia una vasta gamma di emozioni molto più sottili, come l orgoglio, la rabbia o la tristezza, per spingere le persone a fare scelte più sane. Cosa rischiamo se non teniamo conto di queste idee? Secondo Ralph Keeney, professore emerito all università di Durham, dovremmo smetterla di considerare il cancro e le malattie cardiocircolatorie i principali problemi di salute pubblica. Il fumo, una vita sedentaria e l ipernutrizione, infatti, fanno la parte del leone tra le cause evitabili di malattie. Si tratta di decisioni personali che stanno alla base dei nostri problemi di salute. Il nostro contesto socioeconomico, tuttavia, influisce in maniera determinante su queste nostre scelte. Sia l industria alimentare che quella del tabacco conoscono bene quanto scoperto dall economia comportamentale e usano deliberatamente queste tecniche per rendere convincenti i loro messaggi pubblicitari. Nel farlo, mirano proprio alle debolezze emotive di cui abbiamo parlato all inizio. Perché non dovremmo farlo anche noi, con le nostre campagne di prevenzione, per raggiungere i nostri obiettivi? Le è mai capitato di fare delle scelte di salute irrazionali come quelle che ha appena descritto? Quando vado all aeroporto di Boston, e più precisamente al terminal C, passo davanti a un Burger King. Anche se mi dico che sto per ricadere in un vecchio schema, anche se la sera prima mi ero ripromesso che stavolta non ci sarei cascato, quando arrivo lì sento il profumino delle patatine fritte e mi ritrovo all interno del Burger King... > Le campagne di prevenzione contro il fumo non dovrebbero alimentare solo emozioni negative, perché fumare mette sulle difensive. La traduzione non è stata autentificata. Per gentile concessione della Harvard School of Public Health: Q&A: The Science of Irrationality. Harvard Public Health Magazine, primavera

9 n. 122 / primavera 2014 Profil assi [ 9 ] Che differenza c è tra «senza zucchero» e «amico dei denti»? Che cosa significa «senza zucchero»? E che differenza c è tra un prodotto «senza zucchero» e uno che «risparmia i denti» o «amico dei denti»? Qui di seguito trovate una risposta a questa domanda che torna regolarmente quando si affronta il tema dell alimentazione e della salute orale e che merita quindi un approfondimento. Felix Magri La dicitura «risparmia i denti» sta a indicare gli effetti che un prodotto ha sui denti e non ha nulla a che fare con le componenti del prodotto stesso. In questo caso, quindi, non è determinante quel che contiene un prodotto, ma se il suo consumo provoca o no carie ed erosioni. «Senza zucchero», invece, significa semplicemente che un prodotto non contiene zuccheri. Spesso, però, per zucchero si intende unicamente lo zucchero raffinato. Nell ambito del test telemetrico del ph della placca, nei 30 minuti successivi all assunzione di prodotti che risparmiano i denti, il ph non può scendere al di sotto dei 5,7 punti. Solo i prodotti che soddisfano questa condizione possono essere dichiarati «amici dei denti».* Da qualche tempo esistono anche dei tipi di zucchero «amici dei denti», come l isomaltulosio e il tagatosio, che i batteri presenti nel cavo orale trasformano solo molto lentamente in acidi. Per questo motivo, nell'ambito del test telemetrico questi zuccheri non scendono al di sotto del valore critico e pertanto non sono cariogeni. Di conseguenza, possono essere utilizzati per produrre gli alimenti «amici dei denti». La dicitura «senza zucchero», invece, non garantisce che i prodotti non vengano trasformati in acidi e non aggrediscano lo smalto. Un prodotto senza zucchero può eventualmente soddisfare questa condizione, ma senza un test non vi è alcuna certezza e quindi non ci si può fidare. Una simile garanzia è data esclusivamente dalle diciture «risparmia i denti» e «amico dei denti», che hanno lo stesso significato, anche se oggi viene usata maggiormente la seconda. Il concetto «senza zucchero», invece, non è molto chiaro: un prodotto che non contiene zucchero raffinato, quindi saccarosio, può infatti contenere altri tipi di zuccheri cariogeni, per esempio il glucosio o il fruttosio. Inoltre, nel prodotto ci possono essere sostanze che a loro volta contengono molto zucchero (compreso il saccarosio). Pensiamo, per esempio, al miele, * Per quanto riguarda il test telemetrico, vi rinviamo alla pag. 5 del Bollettino n. 112 dell autunno 2011 e alla newsletter della primavera 2012 dell Azione Salvadenti, che potete scaricare in tedesco o francese al seguente indirizzo: > Für Fachpersonen / Pour des professionnels > Infomaterial zum Abgeben / Matériel d information à distribuer. Per ulteriori informazioni sul tema vi rinviamo a: > Für Zahnärzte > Downloads > Merkblätter Praxis Erwachsene > Zahnschonende Produkte / Produits ménageant les dents. allo sciroppo d acero o al birnel, che non sono considerati zuccheri e che, pertanto, non figurano come tali sull etichetta. Riassumendo: in certi casi i prodotti «senza zucchero» possono essere molto dannosi per i denti. Chi presta attenzione alla propria salute orale non deve quindi fidarsi. Solo i prodotti «amici dei denti» o che «risparmiano i denti» non sono cariogeni.

10 [ 10 ] PRODOTTI n. 122 / primavera 2014 GABA News n. 1/2014 Com è l igiene orale in Svizzera? Per festeggiare i suoi 50 anni, lo scorso anno elmex ha commissionato uno studio nazionale per valutare le abitudini della popolazione in fatto di pulizia dei denti. Dal sondaggio condotto nell ambito di questo studio risulta che nel nostro paese l igiene orale è esemplare. Oltre l 80% dei 470 partecipanti allo studio pulisce i denti almeno due volte al giorno e oltre un terzo li lava anche dopo pranzo. Il 72% ha indicato di pulire i denti per due-tre minuti, l 11% persino per quattro-cinque minuti. Le persone che hanno partecipato al sondaggio non usano solo il dentifricio, lo spazzolino manuale ed elettrico, ma anche il filo interdentale, i risciacqui orali e, di tanto in tanto, ricorrono anche alla fluorizzazione intensiva. In Svizzera romanda l igiene orale è addirittura migliore: il 56% degli interpellati ha indicato di pulire i denti anche dopo pranzo, rispetto al 24% di chi vive in Svizzera tedesca. Quindi apparentemente tutto bene. Ma qual è la realtà? Sei persone su sette hanno già avuto una carie Solo il 15% circa degli interpellati ha affermato di non avere mai avuto una carie e il 23% ne ha avuta una più di dieci anni fa. Tuttavia, più di un quarto delle persone ha dichiarato di avere avuto una carie negli ultimi due anni. In questo caso, è la Svizzera tedesca a vincere: il 19% degli interpellati ha dichiarato di non aver mai avuto una carie in vita sua contro il 5% delle persone che vivono in Romandia. quasi 45 kg di zucchero pro capite. O forse è perché non si mettono sempre in pratica le nozioni teoriche? Cornelia Jäggi, presidente centrale dell associazione Swiss Dental Hygienists, dichiara: «Per esperienza diretta sappiamo che la maggior dei pazienti dedica meno di due-tre minuti alla pulizia dei propri denti. Molti credono di pulirli per tre minuti, perché hanno l impressione di metterci molto, ma spesso sopravvalutano il tempo che dedicano di fatto ai loro denti. Io consiglio a tutti i pazienti di controllare per quanti minuti puliscono i denti.» Ordinazioni a GABA Svizzera Per tutte le ordinazioni, per esempio dei set per la profilassi per bambini (dai 3 ai 6 anni) e ragazzi (dai 6 ai 12 anni), dei prodotti in offerta, dei campioncini, degli opuscoli, dei riassunti di studi ecc., vi preghiamo di mettervi in contatto con il nostro servizio clientela: GABA Schweiz AG, 4106 Therwil, tel oppure Come si spiega la carie se l igiene orale è buona? Come mai si riscontrano ancora parecchi casi di carie nonostante le persone sappiano come curare la loro igiene orale? Un fattore determinante potrebbe essere il fatto che ogni anno in Svizzera si consumano

11 n. 122 / primavera 2014 App e LIBRI [ 11 ] App e libri per bambini sul tema dell igiene orale Il problema lo conosciamo: molti bambini non capiscono, neanche quando iniziano ad andare a scuola, perché mai dovrebbero pulirsi i denti. E allora sono lotte, che limano i nervi e fanno perdere tempo. Per fortuna ci sono libri e, da qualche tempo, anche App, che avvicinano i bambini all argomento dell igiene orale in modo compatto, divertente e chiaro. Camille Barras App L App Denti puliti della cassa malati CSS può essere scaricata gratuitamente sull iphone e l ipad. Con questa App pulirsi i denti diventa un gioco, nel quale l obiettivo è neutralizzare il maggior numero possibile di nemici dei denti. Chi non muove lo spazzolino nel modo corretto perde stelle. Nel frattempo sullo schermo viene mostrato dove e come pulire i denti. L App prevede inoltre un orologio regolato su due minuti. Allo scadere dei due minuti, un grafico evidenzia in rosso i punti che la prossima volta andranno puliti meglio. Chi pulisce bene i denti, riceve metà stella. Chi invece non ci riesce perde mezza stella. Chi ottiene dieci stelle diventa campione di pulizia dei denti. Animal Dentist In questo gioco il bambino si cala nei panni del dentista che cura pazienti un po fuori dall ordinario. Lo scopo è far passare il mal di denti a vari animali di una cinquantina di specie. Se porta a termine la sua missione, il dentista degli animali riceve, per esempio, degli spazzolini da denti nuovi. Questo gioco divertente permette ai bambini di fare pace con l igiene orale e anche con il dentista. L App, che esiste per iphone, ipad e ipod touch, è gratuita, ma vi è la possibilità di acquistare articoli legati al gioco usando denaro vero. Se non si vuole usare questa funzione, occorre disattivarla. Chirurgia dentale virtuale Chirurgia dentale virtuale è un App gratuita per iphone, ipad e ipod touch, che combina l aspetto ludico a quello didattico, essendo stata creata in collaborazione con professionisti della salute orale. Lo scopo del gioco è aiutare i pazienti a mantenere i loro denti perfettamente sani e il loro sorriso smagliante. Con i suoi 18 livelli, l App confronta il giocatore con tutta una serie di problemi e di operazioni: dall estrazione di un dente, alle otturazioni, passando per le radiografie. L App Coach Oral Care della Oral Care Pierre Fabre, disponibile in tedesco, francese e inglese, spiega come e quando pulire i denti, gli spazi interdentali e la lingua, senza dimenticare i risciacqui orali. L App include inoltre una scala cromatica, che permette di controllare come si modifica il colore dei denti con il passare del tempo e che effetto hanno i prodotti per l igiene orale sul colore dei denti. Ogni tre mesi, la funzione «il mio spazzolino da denti» ricorda di cambiare lo spazzolino. Un calendario, invece, mostra quando è previsto il prossimo appuntamento dal dentista o dall igienista. Inoltre, una volta al mese un igienista dentale dà alcuni consigli sul tema dei denti e dell igiene orale. L App può essere scaricata gratuitamente sull iphone e l ipad. Sito sul tema della salute orale:

12 [ 12 ] App e LIBRI n. 122 / primavera 2014 Libri Osso Lina e la fata del dente Brough Girling, Tony Blundell Editore: Gruppo Editoriale Mursia Prezzo: circa 13 franchi I denti a piccoli passi di Nathalie Tordjman Editore: Motta Junior Prezzo: circa 16 franchi Il libro, scritto da una giornalista scientifica, vuole dare alle giovani menti curiose spiegazioni complete sui denti, accompagnate da illustrazioni divertenti. Come si formano i denti? Come sono fatti? È vero che lo smalto che li riveste è la sostanza più resistente del corpo umano? Come si forma la carie? E soprattutto, come curare questo tesoro che ci accompagna per tutta la vita? Il libro contiene anche moltissimi dettagli incredibili su diversi temi, come la storia dello spazzolino, l importanza del colore dei denti a seconda della cultura, ma anche curiosità sui denti degli animali, che sono molto diversi da quelli degli esseri umani. Per esempio, lo sapevate che il pulcino buca il guscio dell uovo con un dente creato a tale scopo? In poche parole: una miniera d informazioni per sensibilizzare i bambini (dai 7-8 anni) sull importanza della salute orale. In fondo al libro trovate anche un glossario con parole ed espressioni sull argomento. Neanche i cani poliziotto sfuggono alla concorrenza. La padrona di Osso Lina ha deciso di renderle la vita dura: dubitando delle sue qualità, vorrebbe sostituirla con un cavallo poliziotto. Sta ora a Osso Lina dimostrare quanto vale: nel corso di un inchiesta, sotto il letto della piccola vittima, la cagnolina poliziotta incontra la fatina dei denti, che è stata testimone del furto e che quindi potrebbe aiutare Osso Lina a continuare a prestare servizio nella polizia... Il libro, riccamente illustrato, e il suo testo semplice, è adatto ai bambini che iniziano a leggere. Via dei Guasti di Anna Russelmann Editore: Nord-Sud Edizioni Prezzo: circa 19 franchi C erano una volta due batteri: Ingordicchio e Ghiottone, che abitavano nei buchi dei denti e si cibavano di caramelle, cioccolato e altri dolciumi. Così facendo, bucavano allegramente i denti, uno dopo l altro, con l idea di costruire un intera città. Ma un bel giorno comparve un enorme «scopa» con a bordo un ometto (in realtà si trattava di uno spazzolino con il dentifricio), che cominciò a distruggere la dispensa di Ingordicchio e Ghiottone. Il libro, gradevole soprattutto grazie alle sue variopinte illustrazioni di grande formato, spiega con umorismo come si forma la carie e perché è tanto importante lavarsi i denti. Altri libri per bambini sull igiene orale: Jo Hoestlandt: Il dentino di Chiara. Motta Junior. Anna Casalis: Topo Tip non vuole lavarsi i denti. Dami Editore. Stephanie Blake: Aaaah! Dal dentista no! Babalibri.

13 n. 122 / primavera 2014 App e LIBRI [ 13 ] Orco Osvaldo e topo Riccardo. La vera storia del topo dei denti di Ines Battaino Editore: Falzea Prezzo: circa 13 franchi Osvaldo è un omone grande e grosso, che tutti considerano un «orco» e nessuno gli vuole bene. Tutto cambia, però, il giorno che Osvaldo perde uno dei suoi pochi denti traballanti e Riccardo, il topolino dei denti, gli lascia in cambio un regalo: un meraviglioso pallone da calcio... Una storia toccante, grazie alla quale i bambini impareranno la vera storia del topolino dei denti, che viene di notte, piano piano, a cercare sotto il cuscino i denti caduti. Grazie! Nell ambito della campagna «Mese della salute orale», condotta nel settembre del 2013 all insegna del motto «La Svizzera sorride con Colgate», per ogni prodotto venduto Colgate ha fatto un offerta a favore della Fondazione per le operatrici di prevenzione dentaria. Complessivamente sono stati raccolti franchi, che verranno investiti nella formazione delle operatrici di prevenzione dentaria. Per questo gesto ringraziamo di cuore la GABA! La terribile lite del coccodrillo con il suo spazzolino di Enza Emira Festa Editore: Mondadori Prezzo: circa 11 franchi Beniamino, il piccolo coccodrillo, è davvero fortunato: il suo spazzolino da denti, l uccellino Filli, è anche il suo migliore amico. Tutti i giorni Filli beccuzza i resti di cibo dai 30 denti di Beniamino, che aspetta con impazienza di avere 68 denti, come i coccodrilli adulti. E così Beniamino ha sempre i denti puliti. Ma un giorno i due amici litigano: Filli non ne vuole più sapere di pulire i denti di Beniamino e così i denti cominciano a ingiallire e a Beniamino viene un alito talmente cattivo che, quando apre la bocca, la maestra sviene dalla puzza Una bella storia divertente di amicizia, che farà capire ai bambini perché conviene lavarsi sempre i denti! Lucilla la fatina dei denti di Nick Ellsworth Editore: Gribaudo Prezzo: circa 12 franchi Lucilla è una fatina che ha il compito di raccogliere i dentini da latte che i bambini lasciano sotto il cuscino. Spesso, però, perde un sacco di tempo a scovare dei dentini così minuscoli. Finché un bel giorno, la fata Fiordaliso viene in aiuto di Lucilla e le propone una soluzione: e se i bambini mettessero i loro dentini in un sacchettino di velluto? Questo libro rassicura i bimbi che stanno perdendo i primi denti da latte. Oltre a essere illustrato con dei bellissimi disegni ad acquarello, al libro è allegato un simpatico gadget: un (vero) sacchettino di velluto per custodire i preziosi dentini. Lucilla sarà felice! < Nei libri per bambini sull igiene orale di solito i personaggi delle storie fanno la parte del leone. Le rappresentazioni non devono quindi sempre corrispondere alla realtà. Le differenze si riscontrano soprattutto a livello del metodo di pulizia dei denti insegnato nelle scuole svizzere dalle operatrici di prevenzione dentaria. Le storie di fantasia piacciono molto ai bambini, ma bisogna fare in modo che non creino confusione sui veri e propri processi biologici e sulle tecniche di pulizia dei denti.

14 Philips Sonicare For Kids Favorisce una sana e autonoma pulizia dei denti Tecnologia sonica brevettata Come tutti gli spazzolini della linea Sonicare, il modello Sonicare For Kids si avvale della tecnologia sonica brevettata con movimenti dello spazzolino al minuto. Migliora la rimozione della placca Rimuove fino al 75 % di placca in più rispetto a uno spazzolino manuale per bambini.* Adatto per i bambini e sicuro Due modalità di pulizia adatte per i bambini che garantiscono una pulizia dei denti e delle gengive delicata e adatta all età. Consigliato a partire dai quattro anni. Otto diversi adesivi Con gli otto adesivi ogni bambino può configurare il proprio spazzolino Sonicare For Kids come preferisce. KidTimer + Musica Aiuta i bambini a raggiungere la durata consigliata della pulizia di due minuti. Alcune melodie segnalano al bambino di passare all area di pulizia successiva o di terminare il lavaggio dei denti. Due testine adatte all età L impugnatura è compatibile con due grandezze di testine per spazzolino e fa sì, per così dire, che lo spazzolino cresca insieme ai bambini. Impugnatura ergonomica L impugnatura sta perfettamente nella mano del bambino e ha due zone antiscivolo. * Studi clinici hanno effettivamente dimostrato che Sonicare For Kids può rimuovere fino al 75 % di placca in più nelle zone difficili da raggiungere rispetto a uno spazzolino manuale per bambini ed è risultato sicuro e delicato per i bambini di età compresa tra i quattro e i dieci anni. 1,2 Pertanto non c è da stupirsi che il 91 % dei genitori intervistati, che sono anch essi dentisti, scelgano Sonicare For Kids per i loro figli. 3 Maggiori informazioni su oppure per telefono al numero: (gratuito da rete fissa, i prezzi da cellulare possono divergere). 1) Pelka M, DeLaurenti M, Master A, et al. Int J Pediatr Dent. 2009;19:s1 2) Milleman J, Putt M, Olson M, et al. Int J Pediatr Dent. 2009;19:s1 3) Sonicare in-home survey of U.S. dental professionals with children ages 4-10

15 n. 122 / primavera 2014 CORSI [ 15 ] Corsi introduttivi proposti dalla Fondazione per le OPD 21 maggio 2014, Zurigo Corso preparatorio di un giorno 3 e 4 giugno 2014, Zurigo Corso introduttivo di due giorni 21 agosto 2014, Zurigo Corso introduttivo di un giorno 2 e 3 settembre 2014, Zurigo Corso introduttivo di due giorni Informazioni e iscrizioni: > Corsi Congresso annuale della Fondazione per le OPD 4 novembre 2014, Olten 3 congresso annuale svizzero Centro congressuale Arte delle OPD Il programma provvisorio si trova sotto > OPD novità. Iscrizioni a partire dal 1 Aprile sul sito Web. Regioni 12 e 26 marzo 2014, Sursee Servizio dentario scolastico di Lucerna: corso di formazione continua per le operatrici di prevenzione dentaria 3 aprile 2014, Lauerz Aggiornamento professionale per le OPD di SZ 8 maggio 2014, Palazzo dei congressi Muralto Corso di aggiornamento per le OPD di TI 15 maggio 2014 (da confermare) Congresso delle OPD di AG e SO Per ulteriori dettagli su questi eventi: > Le OPD nelle regioni Avete già mandato le vostre risposte? Sotto > OPD novità trovate quante persone ci hanno fatto pervenire le risposte del sondaggio. Per domande: Per favore indicare un numero di telefono. Il bus dentario scolastico 2014 Calendario degli appuntamenti per il 2014 aprile e Davos / GR Klosters / GR maggio Ittigen / BE Muralto / TI Hofstetten / SO Flüh / SO Metzerlen / SO Zofingen / AG giugno Bôle / NE Kaiseraugst / AG ottobre Buchs / LU I servizi offerti dal bus dentario scolastico non sono aperti a tutti. Con riserva di modifiche. Per avere una conferma dell orario, telefonateci allo sponsor DELLA FonDAZIOne PER LE OPD

16 Più efficace! Per una pulizia professionale anche negli spazi interdentali 1 Le setole interdentali più lunghe e finissime puliscono in profondità tra un dente e l altro Le setole di pulizia più corte rimuovono la placca dalla superficie dentale

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico.

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. è un nuovo composito fotopolimerizzabile per rivestimenti estetici di alta qualità. E adatto per la polimerizzazione

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Fumare o non fumare? Ragioni e motivi

Fumare o non fumare? Ragioni e motivi Giovani e fumo Uno strumento pedagogico per gli insegnanti delle scuole medie con proposte didattiche per strutturare le lezioni Guida pratica 2 Fumare o non fumare? Ragioni e motivi Chi influenza le decisioni

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano Che cos è il social engineering? Il social engineering è l arte di raggirare le persone. Si tratta

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli