Gruppo ALLIED. Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo ALLIED. Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP"

Transcript

1 Gruppo ALLIED Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP Summit ANDAF Pianificazione e Controllo Milano, 16 dicembre 2011 R.Velli S.Pilla M.Rosato D.Passannanti Gruppo Allied Ernst & Young

2 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 2

3 Il Gruppo Allied International in sintesi Il Gruppo Allied International opera nel settore dei raccordi forgiati con la Capogruppo ubicata a Nibbiano Val Tidone (PC) e le altre società produttive e commerciali localizzate sia in Italia sia all estero Allied International Srl - HQ Nibbiano Val Tidone (PC) Tectubi Raccordi Spa Podenzano (PC) Allied Int.l + Tectubi Racc. Castel San Giovanni (PC) Raccordi Forgiati Srl Nibbiano Val Tidone (PC) Pagina 3

4 Il Gruppo Allied International in sintesi Dai prodotti di base a mercati di sbocco sofisticati Engineering Procurement C o n s t r u c t i o n Upstream Midstream Downstream Power - Nucleare Power - Thermal Pagina 4

5 Il Gruppo Allied International in sintesi L evoluzione del Gruppo Alcune milestones principali 2000 fondazione di Allied International Srl 2001 piano industriale che prevede l acquisizione di produttori del settore e lo sviluppo di una piattaforma distributiva 2003 acquisizione di Tectubi Raccordi Spa (Podenzano, PC) 2004 costituzione di Allied France e acquisizione di Allied UK 2005 incorporazione di Raccordi Forgiati Srl (Nibbiano Val Tidone, PC) 2008 costituzione di Tectubi Tianjin, China 2008 nuovo stabilimento e piattaforma logistica in CS Giovanni (PC) 2009 Valter Alberici imprenditore dell anno E&Y (sezione Finance) 2009 partecipazione in OMP Mongiardino (Carbonara Scrivia, AL) 2009 costituzione di Allied Caspian (Aktau, Kazakhstan) 2010 acquisizione di Gieminox Spa (Schio, VI) Pagina 5

6 Il Gruppo Allied International in sintesi Struttura del Gruppo e Partecipogramma Marc Smith Herzstein 60% Valter Alberici 40% Produzione Allied International Srl Distribuzione Altre attività 100% Tectubi Raccordi Spa 100% 100% Raccordi Forgiati Srl Carim Srl Allied International France Sarl 100% 40% OMP-Mongiardino Srl Allied International UK Ltd 80% 50% 70% Carbo Gam Spa Gieminox Tectubi Raccordi Srl Allied The Netherlands BV Tectubi Tianjin Fittings, CO. 111 Piping Components Ltd 80% 100% 100% 6,417% S.I.E.T. Spa 100% Allied Holding Australia Ltd 100% Allied Asia Pacific Ltd Caspian Allied International Too 100% Pagina 6

7 Il Gruppo Allied International in sintesi La presenza di Allied nei diversi continenti Pagina 7

8 Il Gruppo Allied International in sintesi Alcuni riferimenti di base & Highlights Attività Produzione e distribuzione di raccordi forgiati industriali e prodotti correlati (tubi, flange, ) Mission One-stop solution partner nel comparto specifico Internazionalizzazione e penetrazione dei mercati locali Top class positioning Biz model Controllo della supply chain + project management Proattività commerciale + segmentazione Figures Circa 800 dipendenti (600 in Italia) CAGR fatturato consolidato: 13% Pagina 8

9 Il Gruppo Allied International in sintesi L evoluzione del Fatturato consolidato (milioni EURO) 250,0 200,0 199,6 CAGR: 11,8% 150,0 125,6 146,7 141,8 152,8 150,0 100,0 76,9 50,0 0, Est 2011 Nell arco temporale indicato i livelli occupazionali sono dapprima cresciuti e poi mantenutisi stabili nonostante il periodo di crisi diffusa mondiale. Pagina 9

10 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 10

11 Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo Con un Gruppo in costante espansione la Proprietà ed il Management decidono di guardarsi dentro considerando alcuni elementi rilevanti attuali e prospettici che caratterizzano il comparto PMI Alcuni elementi rilevanti Gruppo in espansione sia nei volumi che nella presenza internazionale Capex: oltre 80 milioni di EURO investiti nel periodo per fare acquisizioni, newco e nuovo stabilimento di oltre mq Ampliamento / diversificazione skills nel Management e nei Key-professionals Processi di business nuovi / estesi da presidiare e standardizzare meglio Necessità di maggiore integrazione fra processi e informazioni - chiave Previsioni e rendicontazioni devono divenire più standardizzate e tempestive Decisioni e direttrici evolutive 1. Migliorare & standardizzare i processi core RD, Commerciale, Produzione, Logistica, 2. Diffondere & radicare approcci effettivi di Project & Resources Management a livello di Gruppo 3. Riconsiderare l impostazione e l operatività dell Area AFC con una prospettiva unitaria ed evolutiva 4. Rafforzare infrastruttura Hw & Sw ai diversi livelli basic, gestionali, transazionali - contabili Pagina 11

12 Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo Per la direttrice Riconsiderazione evolutiva della AFC con il supporto di EY viene svolto un assessment prendendo a riferimento 4 macro-ambiti con valenza sia interna che esterna e definita una prima roadmap I II III IV ASSESSMENT INIZIALE Struttura Organizzativa / Corporate Governance Impostazioni di Accounting e Rendicontazione Modelli / processi di Pianificazione e Controllo Sistemi informativi e supporti Sw dedicati AFC ROADMAP e AMBITI PROGETTUALI FIRST WAVE A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci B C Modello comune in ambito Gestionale/Controllo Adozione di un nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Ad una 2nd wave successiva sono stati assegnati altri ambiti evolutivi: Riconsiderazione Organizzativa Corporate e AFC di Gruppo Sofisticazione dei processi di Budgeting e Forecasting Formalizzazione procedurali in ambito operativo Pagina 12

13 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 13

14 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Alla luce di quanto indicato, emerge chiaramente che il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo è una iniziativa rilevante di un più vasto ed articolato Programma evolutivo pluriennale del Gruppo Allied Nuovo Modello di Controllo e ERP di Gruppo Razionali di base 1. Leadership e PMO iniziativa by Allied (Dr. Velli e Dr. Bentivoglio) 2. Coesistenza / interazione di più entità che dovranno cooperare: Direzioni AFC, Commerciale e Logistica di Allied Ernst & Young SW Integrator (EOS per il nuovo SW ed Altri per precedenti ) 3. Nucleo-base per Modello di Gruppo ( Kernel Model ): Allied Int., Tectubi e Raccordi Forgiati 4. Omogeneizzazione e Centralizzazione delle diverse anagrafiche gestionali e contabili 5. Tempistica sfidante START Sett.2010 e Go-Live in Genn 2011 Altri riferimenti rilevanti A B C 1. Adottare un approccio bilanciato e compatibile con le risorse assegnate, impegni ordinari, etc. 2. Introdurre evoluzioni significative sui vari fronti mantenendo però il Dna Allied KEEP IT SIMPLE 3. Contemperare la scelta del nuovo sistema contabile MS NAVISION con la presenza di un Gestionale tailormade (ELFO) già operante ed in fase di estensione Pagina 14

15 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Relativamente alle tre componenti progettuali sono state sviluppate impostate e seguite specifiche direttrici di intervento : A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci Definizione di un Piano dei Conti unico per la gestione contabile ricorrente ma orientato al Cons.to Riconsiderazione degli schemi di bilancio anche in ottica IFRS, pur non essendoci un obbligo specifico Contestuale predisposizione di un apposito Manuale Contabile a supporto del PdC unificato B Modello comune in ambito Gestionale/Controllo Definizione di un Modello di Controllo (MdC) pluri-dimensionale cross - societario Delimitazione mirata dell applicazione MdC fra: Sistema Gestionale ELFO VS Sistema Contabile NAVISION Riconduzione della reportistica extra-sistema già in uso con gli Oggetti / Dimensioni del MdC Pagina 15

16 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Relativamente alle tre componenti progettuali sono state sviluppate impostate e seguite specifiche direttrici di intervento : C Adozione di un nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Estensione logico-funzionale e rafforzamento dello strato ERP Gestionale ELFO su specifici ambiti del Ciclo attivo, Ciclo passivo, MRP e sua implementazione Identificazione di poche soluzioni Sw per lo strato di ERP Contabile in diretta relazione con la presenza di ELFO e con le sue funzionalità / architettura applicativa Stress-test Ante Acquisto della sostenibilità del nuovo Modello Contabile / Controllo già definito prima degli incontri mirati con i Sw vendors A valle della scelta di MSOFT Navision, immediato avvio di un team dedicato alla interazione applicativa fra i due strati ERP in diretta connessione con il lavoro di Omogeneizzazione delle Anagrafiche di base Pagina 16

17 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 17

18 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Le tre componenti progettuali sono state organizzate con una sequenza appositamente impostata per ottimizzare la durata complessiva della iniziativa A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci B Modello comune in ambito Gestionale/Controllo C Adozione (SCELTA) del nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Configurazione Test e Training Primo avvio in produzione Sett 2010 Fine Ott.2010 Fine Nov Gen Pagina 18

19 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Principali attività svolte: Prima considerazione dei piani dei conti (PdC) esistenti Analisi strutturale dei singoli PdC per individuare casi di ridondanza ; tali casi sono spesso diffusi in mancanza di una Co.Analitica Accoppiamento / allineamento dei conti presenti nei singoli PdC al fine di individuare un PdC Unico ed omogeneo ai fini societari e orientato al consolidamento. Creazione di PdC strutturato su 6 livelli codificati di articolazione idoneo a fornire informazioni aggregate in maniera immediata ma al tempo stesso elementi di dettaglio (e/o sintesi intermedie) richiesti dall informativa di bilancio o da altri report per la comunicazione esterna. Utilizzo di una codifica flessibile dei livelli e dei conti funzionale ad accogliere l inserimento di nuovi conti anche a posteriori mantenendo invariata la struttura logico-funzionale del PdC complessivo. Inserimento di conti distinti e dedicati ai rapporti Intercompany (ICP) sia nello SP che nel CE al fine di meglio supportare elaborazioni di consolidamento Utilizzo di conti specifici riservati per la interrelazione e gestione di appositi moduli dedicati interni a MS Navision o esterni (ad es. modulo per gestione cespiti ammortizzabili, modulo per tesoreria e conti bancari). Zoom 1 Creazione del nuovo Piano dei conti Unificato Situazione di partenza: nelle 3 società del Kernel di Gruppo erano in uso tre Piani conti differenti operanti su tre sistemi contabili diversi Pagina 19

20 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Riconsiderazione degli Schemi di bilancio anche in ottica IFRS (pur non essendoci un obbligo specifico...) e articolazione del PdC E stata fatta un analisi circoscritta dei fenomeni più rilevanti ai fini di una possibile adozione di principi IFRS e conseguentemente riconsiderati schemi di SP e CE Valutazione Pro-Cons delle diverse soluzioni per gestire anche principi IFRS nello stesso Sistema contabile impostazione del PdConti con alcuni conti addizionali riservati a tali fenomeni. Zoom 2 Creazione del nuovo Piano dei conti Unificato Situazione di partenza: tre Piani conti differenti Assenza di supporti documentali / manuali etc. Contestuale formalizzazione di un Manuale Contabile a supporto del PdC unificato Predisposizione di un manuale contabile al fine di supportare le Dir. Amministrative delle singole Legal Entity nella rilevazione degli eventi contabili, nelle valutazioni e nelle rappresentazioni di fine periodo. Pagina 20

21 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Definizione MdC pluri-dimensionale cross-societario Situazione di partenza: analisi gestionali fatte extra-sistema (no Co.An.) con utilizzo di vari datamart, report. etc. + proliferazione Nature Co.Ge. Si è deciso di sviluppare un Modello di Controllo finalizzato a: Supportare le analisi dei Core Business e delle relative Dimensioni rilevanti Monitoraggio nativo degli elementi-chiave delle performance reddituali, patrimoniali e finanziarie Porre le basi per misurazioni ricorrenti della Cost responsibility a livello di Funzioni Aziendali STEP 1 ANALISI AREE DI BUSINESS E DIMENSIONI DI ANALISI RILEVANTI Analisi e individuazione delle SBU/ASA e dei Settori operativi rilevanti a fini interni (Management) ed esterni (Comunicazione finanziaria) e conseguente declinazione delle Dimensioni di analisi rilevanti, in particolare per ricavi e marginalità. STEP 2 ANALISI DELLA OPERATIVITA / STRUTTURA AZIENDALE e RELATIVE RESPONSABILITA Analisi della struttura operativa delle aziende del Gruppo al fine di individuare le principali unità aziendali in cui sono operativamente suddivise per ricavare i giusti livelli di responsabilità a fini Co.An. STEP 3 IDENTIFICAZIONE, DECLINAZIONE E CODIFICA DEGLI OGGETTI DI CONTABILITA ANALITICA Per tali oggetti (centri di ricavo, di costo, di profitto) si è fatto direttamente riferimento a quanto emerso dagli Step 1 e 2. Tale declinazione ha riguardato anche quei casi non direttamente riconducibili a funzioni aziendali specifiche, che sono stati comunque gestiti per avere una assiomatica quadratura Co.Ge = Co.An. Nel codificare i centri CoAn si sono usati gradi di libertà per inserimenti successivi. STEP 4 DEFINIZIONE INCROCI TRA NATURE CONTABILI E CENTRI DI ANALITICA Sono state stabilite con un attenta e mirata ponderazione le possibili relazioni (ossia gli incroci validi ) tra nature contabili e centri di analitica al fine di impostare il set up applicativo di Microsoft Navision in modo da meglio indirizzare il data entry manuale e quindi ridurre/evitare i rischi di errate assegnazioni Co.Ge. - Co.An. STEP 5 IDENTIFICAZIONE DELLE LOGICHE DI RIBALTAMENTO TRA CENTRI DI ANALITICA E RELATIVI DRIVERS Tenendo fede al principio Keep it simple prima indicato sono state individuate in via preliminare le situazioni oggetto di possibili cicli di ribaltamento e allocazione per gestire elaborazioni gestionali di 2 livello, successive al 1 livello di contabilità unica integrata. Pagina 21

22 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Definizione MdC pluri-dimensionale cross-societario Gli Oggetti e le Dimensioni definite STEP 1 STEP 3 STEP 2 Oggetti & Dimensioni Ubicazioni Società Codici Intercompany Generali Ricavi Ubicazioni di fatturazione Area geografica Nazioni (destinazione finale del prodotto) Area geografica Nazioni (sede del cliente) Agente Famiglia di materiale Settore Centri di Costo Direzione Generale Ricerca & Sviluppo Sicurezza e rispetto dell ambiente Ufficio Acquisti Commerciale Produzione Controllo di Qualità e prequalifiche Amministrazione Sistemi Informativi Servizi Generali Altri centri di attività per assiomatica quadratura Co.Ge=Co.An. (Gestione Tributaria, Gestione Finanziaria, ecc.) Pagina 22

23 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Dimensioni Ubicazioni e Centri di ricavo/costo Pagina 23

24 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Dimensioni Ubicazioni e Centri di ricavo/costo STEP 4 INCROCI FRA NATURE CONTABILI & CENTRI DI ANALITICA Pagina 24

25 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 4 Razionalizzazione delle Anagrafiche ANAGRAFICHE Clienti Venditori/agenti Fornitori Materiali Articoli Condizioni di vendita pagamenti, Incoterms, BENEFICI RAGGIUNTI E ATTESI Nomenclatura condivisa e omogeneità a supporto dei processi / entità operative Riduzione di errori sia a livello gestionale che a cascata in AFC Miglioramento di Tempistica e Qualità nelle analisi e reporting std / ad hoc APPROCCIO E REGOLE Accesso alle Anagrafiche Centrali limitato a pochi key Users esperti ed istruiti Procedure di caricamento, validazione e aggiornamento strutturate e condivise (anche con segnalazioni di eventuali anomalie) Controlli mirati / incrociati periodici Pagina 25

26 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 5 Rappresentazione sintetica della architettura applicativa REPORTING MS NAV + BUSINESS INTELLIGENCE Sistema Contabile MICROSOFT DYNAMICS NAV ERP Amministrazione Finanza - Controllo Sistema Gestionale ELFO ERP Ciclo attivo e passivo - MRP - Magazzino DB Anagrafiche Centralizzate Partendo dalle 3 Società a maggior rilevanza oggi il Gruppo Allied dispone di UN Modello base + ERP di Gruppo da estendere ad altre Società già esistenti o che entreranno mediante future acquisizioni Pagina 26

27 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 27

28 Considerazioni conclusive e Prossimi passi Il progetto descritto si è sviluppato nel comparto PMI in un Gruppo molto dinamico ed esperto nel Core business e che sul fronte AFC ha voluto affrontare un iniziativa complessa con approccio organico e strutturato Elementi di contesto Complessità / Novità della iniziativa Provenienza da approcci aziendali differenti sia per origini che per focalizzazione operativa ad es. Produzione vs. Distribuzione Supporto convinto e sistematico della Proprietà / Management Disponibilità dei Direttori AFC, IT ed altri a lavorare coordinati Presenza di molteplici soggetti progettuali esterni con competenze diverse Criteri e Scelte base che hanno / stanno orientando l iniziativa Progetto inserito in un più vasto programma evolutivo AFC di medio-termine Avvio rapido delle fasi di Foundation & Design + Scelta piattaforme Sw Creare modelli contabili-gestionali + Configurare SW per intero Gruppo Differenziare le tempistiche e le modalità di Go-Live per le diverse Società Allied International operativa dal 2011, Tectubi e RF dal 2012 Le altre aziende saranno inserite successivamente Elementi fondamentali di successo & lessons learned Reale collaborazione fra le diverse Entità e Persone coinvolte Competenze di alto profilo professionale portate dai diversi soggetti coinvolti Opportunità di apprendimento /coinvolgimento fattivo per tutte le Persone partecipanti Pagina 28

News del Comitato Pianificazione e Controllo

News del Comitato Pianificazione e Controllo Settembre 2012 News del Comitato Pianificazione e Controllo In questo numero: Relazione tra costing e strategia: l anello mancante tra obiettivi strategici e operativi La creazione di valore. Economics

Dettagli

APPROCCIO S.O.F.T. Leader Mondiale. Dynamics NAV: ERP Solution. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico

APPROCCIO S.O.F.T. Leader Mondiale. Dynamics NAV: ERP Solution. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico Dynamics NAV: ERP Solution Leader Mondiale OGGI PIU DI 300.000 CLIENTI IN 42 PAESI UTILIZZANO MICROSOFT DYNAMICS NAV APPROCCIO S.O.F.T. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico Strategico: Innovazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI Case Study: Banca Lombarda e Piemontese Milano, 18 luglio 2003 Agenda Agenda (31/12/1999) Il Modello Organizzativo Il Modello Distributivo

Dettagli

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Fondo Interbancario: IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Indice Gli impegni normativi Gli impatti L approccio Banksiel Le soluzioni Banksiel Case study 2 Gli impegni normativi 3 Gli impegni normativi

Dettagli

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12 SYLLABUS Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Alessandro Cortesi Il primo macro-modulo ha l obiettivo di permettere ai partecipanti di utilizzare con efficacia i sistemi software per la corretta

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni

Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni Supporto all area amministrazione, finanze e controllo Dovete risolvere

Dettagli

Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni. Iris Pennisi Federcasse

Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni. Iris Pennisi Federcasse Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni Roma, 9 aprile 205 Iris Pennisi Federcasse Una premessa di metodo: «trasformare un vincolo

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione Introduzione ai software gestionali Corso Gestione dei flussi di informazione 1 Integrazione informativa nelle aziende Problemi: frammentazione della base informativa aziendale crescente complessità organizzative

Dettagli

Dynamici 7 su 7. consea.com

Dynamici 7 su 7. consea.com Dynamici 7 su 7 consea.com monday_lunedì_lundi_montag pronti, attenti, via Ogni giorno, da 30 anni, veniamo nelle tue sedi in tutta Italia e ci occupiamo dei tuoi obiettivi organizzativi, per darti la

Dettagli

«La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015

«La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015 «La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015 AGENDA Dalla Distinta Base al Profit&Loss 23 Aprile 2015 Agenda Piacere, ABIC Perchè pianificare in modo integrato

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA Regione del veneto Direzione Controlli e Governo SSR Palazzo Molin San Polo n. 2514 30125 Venezia Allegato A Procedura negoziata ex art. 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. al fine dell

Dettagli

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi di Vendor Assessment Tel. 02 38608265 Fax. 0238608901 Tel. 02 02 72546759 La valutazione del rischio fornitori in meno tempo, riducendo

Dettagli

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE SCEGLIERE PER COMPETERE : Soluzione Sme.UP per i processi metallurgici e siderurgici La logica Bringing Light per il governo dell azienda

Dettagli

Quando parlava Eschine, gli Ateniesi dicevano: senti come parla bene. Quando parlava Demostene, gli Ateniesi dicevano: uniamoci contro Filippo.

Quando parlava Eschine, gli Ateniesi dicevano: senti come parla bene. Quando parlava Demostene, gli Ateniesi dicevano: uniamoci contro Filippo. Quando parlava Eschine, gli Ateniesi dicevano: senti come parla bene. Quando parlava Demostene, gli Ateniesi dicevano: uniamoci contro Filippo. Noi siamo della scuola di Demostene. La Società Un progetto

Dettagli

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda Si Fides R7 Si Fides è un extended ERP realizzato interamente da Sinfo One. Si Fides nasce dalla conoscenza e dal monitoraggio dei processi dei nostri clienti e con i quali interagiamo in maniera proattiva.

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale. 18 aprile 2005 Carlo Masseroli

Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale. 18 aprile 2005 Carlo Masseroli Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale 18 aprile 2005 Carlo Masseroli CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT: DEFINIZIONE I SISTEMI DI SUPPORTO ALLE DECISIONI O

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli CONVENZIONE 2013-2015 Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il triennio 2013 2015 PREMESSA La novità più significativa che

Dettagli

Data aggregation and risk infrastructure

Data aggregation and risk infrastructure Data aggregation and risk infrastructure Il Contesto di riferimento: Principi applicabili in ambito IT I principi di Data Risk Aggregation indirizzano 4 specifiche aree di controllo: 4 - Revisione, strumenti

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Sistema Integrato Contabile

Sistema Integrato Contabile Sistema Integrato Contabile DETTAGLIO FUNZIONALITA PROGETTO S.I.C. Scenario di Riferimento Scenario di riferimento Sistema contabile 17/01/08 Pagina 2 di 26 AMBIENTE ESTERNO Altri strumenti Sezionali ENTE

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

I sistemi ERP. sistemi ERP 1

I sistemi ERP. sistemi ERP 1 I sistemi ERP sistemi ERP 1 Il portafoglio applicativo delle industrie manifatturiere Pianificazione delle operazioni Analisi strategica, pianificazione annuale, programmazione operativa, scheduling Esecuzione

Dettagli

Pianificazione. e controllo. Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale

Pianificazione. e controllo. Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale di Massimo Lazzari (*) Molti settori industriali si trovano oggi a dover operare in contesti estremamente competitivi, caratterizzati, da un lato,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI BUDGET E DEL CONTROLLO DIREZIONALE

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI BUDGET E DEL CONTROLLO DIREZIONALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI E DEL CONTROLLO DIREZIONALE INDICE 1. Inquadramento 1 2. Budget: definizione 2 3. Budget: finalità 2 4. Budget: struttura 2 4.1 Centri di tà () 2 4.1.1 Centri di Attività (CdA)

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER BECOMING BPER 5 S : Solidità - Semplicità Specializzazione Selettività Stakeholders Linee Guida del Piano 1. Rafforzamento

Dettagli

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Il nuovo posizionamento strategico di Lowendalmasaї Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? Un caso di successo Lowendalmasaї è

Dettagli

Contabilità e fiscalità pubblica

Contabilità e fiscalità pubblica Contabilità e fiscalità pubblica Corso 60 ore Negli ultimi anni è in corso un consistente sforzo - che partendo dal piano normativo si ripercuote sull ordinamento e sulla gestione contabile di tutte le

Dettagli

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Fabrizio Amarilli Fondazione Politecnico di Milano amarilli@fondazionepolitecnico.it Brescia, 6 maggio 2009 2009 - Riproduzione

Dettagli

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione Il controllo di gestione in azienda: le nuove linee guida di Borsa Italiana come possibile modello di riferimento Workshop Pianificazione e Controllo

Dettagli

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione.

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Interventi di Business Value

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 VALORIZZATO IL RUOLO DI BANCA COMMERCIALE RADICATA SUL TERRITORIO, PUNTO DI

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Organizzazione aziendale e controllo di gestione

Organizzazione aziendale e controllo di gestione Organizzazione aziendale e controllo di gestione I nostri servizi: Definizione procedure di pianificazione e controllo Studio e miglioramento lay-out Studio tempi e metodi di lavorazione Ottimizzazione

Dettagli

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali Indice Obiettivi Architettura Rendiconto economico e Budget Personale Ammortamenti Break Even Point Cruscotto aziendale χ Budget Vendite χ Costi commerciali

Dettagli

Memorandum sul Sistema di controllo di gestione. Format esemplificativo

Memorandum sul Sistema di controllo di gestione. Format esemplificativo Memorandum sul Sistema di di gestione Format esemplificativo Settembre 2011 Borsa Italiana S.p.A. Tutti i diritti riservati. Ai sensi della legge sui diritti d autore e del codice civile è vietata la riproduzione

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Il modello di governo delle spese e degli investimenti di un gruppo bancario

Il modello di governo delle spese e degli investimenti di un gruppo bancario Il modello di governo delle spese e degli investimenti di un gruppo bancario Il punto di vista di Accenture Giovanni Andrea Incarnato ABI Costi&Business 2006 Roma, 3 ottobre 2006 Agenda I. Lo scenario

Dettagli

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese SAP Business One è la soluzione di gestione aziendale completa, accessibile e di facile implementazione. Pensata specificatamente per le piccole e medie imprese, ne assicura la crescita aiutandole a incrementare

Dettagli

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1 IL PROFILO DELL AZIENDA 1 Chi siamo e la nostra missione Chi siamo: un gruppo di manager che hanno maturato esperienze nella consulenza, nel marketing, nella progettazione, nella vendita di soluzioni e

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica Profilo aziendale Chi siamo Siamo un gruppo di professionisti esperti di gestione aziendale, che si propone come valido supporto ad imprenditori, dirigenti e manager nel ricercare, sviluppare ed applicare

Dettagli

TECHNOLOGY SOLUTIONS

TECHNOLOGY SOLUTIONS TECHNOLOGY SOLUTIONS DA PIÙ DI 25 ANNI OL3 GARANTISCE AFFIDABILITÀ E INNOVAZIONE AI CLIENTI CHE HANNO SCELTO DI AFFIDARSI AD UN PARTNER TECNOLOGICO PER LA GESTIONE E LA CRESCITA DEL COMPARTO ICT DELLA

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

Assessment degli Operational Risk. Assessment. Progetto Basilea 2. Agenda. Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS

Assessment degli Operational Risk. Assessment. Progetto Basilea 2. Agenda. Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS Progetto Basilea 2 Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS degli Operational Risk 2003 Firm Name/Legal Entity Agenda Il nuovo contesto di vigilanza: novità ed impatti Analisi Qualitativa 1

Dettagli

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE The ex tended ERP platform Gamma ENTERPRISE GAMMA ENTERPRISE The extended ERP platform La realizzazione di una piattaforma ERP estesa nasce dall'esigenza delle Aziende di ottimizzare l'intero flusso dei

Dettagli

Progetto di Implementazione della Contabilità Analitica Una esperienza sul campo

Progetto di Implementazione della Contabilità Analitica Una esperienza sul campo Progetto di Implementazione della Contabilità Analitica Una esperienza sul campo Milano, 2 Dicembre 2005 Incontro Osservatorio Aziende Sanitarie Italiane: Lo stato di maturità dei sistemi di contabilità

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV permette di concentrarvi sulla vostra attività

Microsoft Dynamics NAV permette di concentrarvi sulla vostra attività Microsoft Dynamics NAV SielteCloud + Microsoft Dynamics NAV permette di concentrarvi sulla vostra attività Segue il vostro ritmo di crescita, accresce la vostra forza e ottimizza le risorse a disposizione,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1 00Pr_pag_CAROLI_2012 16/07/12 06.44 Pagina VII Prefazione alla quarta edizione Autori Ringraziamenti dell Editore In questo volume... XVII XXI XXIII XXV Parte I La strategia nel sistema impresa 1 Il sistema

Dettagli

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA ALLEGATO RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA Premessa. Le risposte alle domande

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO LA SUITE JSIDIC La soluzione proposta, identificata da JSIDIC SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO, si presenta come un sistema capace di misurare le performance aziendali, con una soluzione unica

Dettagli

ERP e oltre in Regione Emilia Romagna. Strumenti innovativi per la Gestione delle Risorse Finanziarie

ERP e oltre in Regione Emilia Romagna. Strumenti innovativi per la Gestione delle Risorse Finanziarie ERP e oltre in Regione Emilia Romagna Strumenti innovativi per la Gestione delle Risorse Finanziarie Forum PA 2010 - Roma 17 20 Maggio Il background Obiettivi e scelte strategiche della Regione Uno degli

Dettagli

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 Rev. 1-20/10/2010 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA 1. Sistema di governance organizzativa L assetto organizzativo, amministrativo e contabile

Dettagli

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione La missione Affiancare le aziende clienti nello sviluppo e controllo del loro business Servire il suo Cliente con una offerta illimitata e mirata a risolvere le Sue principali esigenze Selezionare Partners

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO PIANIFICAZIONE CONTROLLO PROGRAMMAZIONE AZIONE APPROCCIO «ANTICIPATO» PERCHE E NECESSARIO AFFRONTARE IL FUTURO IN MANIERA ANTICIPATA? MAGGIORE

Dettagli

CCIAA DI REGGIO EMILIA

CCIAA DI REGGIO EMILIA CCIAA DI REGGIO EMILIA RELAZIONE SUL FUNZIONAMENTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE, TRASPARENZA ED INTEGRITA DEI CONTROLLI INTERNI (ART.14, COMMA 4, LETTERA A E LETTERA G, D.LGS. 150/2009). 1 INDICE

Dettagli

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Stefano Moni Resp. Servizio Validazione e Monitoraggio Convegno ABI - Basilea 3 Roma, 16-17 Giugno 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Andrea Piazzetta Risk Manager Gruppo Banca Popolare di Vicenza Vicenza, 18 settembre 2009 Gruppo Banca Popolare di Vicenza Contesto regolamentare

Dettagli

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com PSA Project & Service Administration La soluzione verticale certificata per Microsoft Dynamics NAV per il Project Management integrato. PSA offre all azienda trasparenza e flessibilità in tutte le fasi

Dettagli

DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni

DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni Luca Tonello - DDway Channel Manager Verona, 02/10/2014 DDway Fashion&Retail 200 Professionisti 180 Clienti 15.000 Utenti Soluzioni Gestionali

Dettagli

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Una crescita sostenibile attraverso il potenziamento dei clienti più redditizi 2012 Microsoft Dynamics AX con il modulo Professional Services offre una soluzione

Dettagli

Verso il concetto di banca estesa : erogazione del credito ed offerta di servizi alle PMI dopo Basilea 2

Verso il concetto di banca estesa : erogazione del credito ed offerta di servizi alle PMI dopo Basilea 2 IX Convention ABI Basilea 2 e IAS Impresa per la Crescita Roma, 29-30 Novembre Verso il concetto di banca estesa : erogazione del credito ed offerta di servizi alle PMI dopo Basilea 2 Maurizio Bai Financial

Dettagli

ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012

ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012 ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012 Agenda Profilo Replica Sistemi Erp NAV, la soluzione verticale per il settore vinicolo Profilo Replica Sistemi

Dettagli

Gamma ENTERPRISE. The extended ERP platform

Gamma ENTERPRISE. The extended ERP platform Gamma ENTERPRISE The extended ERP platform Gamma ENTERPRISE The extended ERP platform La realizzazione di una piattaforma ERP estesa nasce dall esigenza delle Aziende di ottimizzare l intero flusso dei

Dettagli

TEMPO ZERO. NAV-lab. facilita le nuove idee per il tuo business MODELLI APPLICATIVI PER MICROSOFT DYNAMICS NAV

TEMPO ZERO. NAV-lab. facilita le nuove idee per il tuo business MODELLI APPLICATIVI PER MICROSOFT DYNAMICS NAV TEMPO ZERO facilita le nuove idee per il tuo business MODELLI APPLICATIVI PER MICROSOFT DYNAMICS NAV NAV-lab TEMPO ZERO per Microsoft Dynamics NAV Tempo Zero, add-on Microsoft, offre un concreto valore

Dettagli

L esperienza d integrazione in SSC

L esperienza d integrazione in SSC Roma, 10 dicembre 2010 Centro Congressi Cavour L esperienza d integrazione in SSC Approcci multimodello nelle pratiche aziendali Il presente documento contiene informazioni e dati di S.S.C. s.r.l., pertanto

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

Claudio Lattanzi. More Controllo Performance: i dati. unico progetto di modellazione

Claudio Lattanzi. More Controllo Performance: i dati. unico progetto di modellazione Claudio Lattanzi More Controllo Performance: i dati transazionali ed aggregati in un unico progetto di modellazione Le informazioni sono in continua crescita ma non sempre questo patrimonio aziendale viene

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

IL BUSINESS PLAN CCIAA Reggio Emilia Dott. Alessandro Garlassi IL BUSINESS PLAN. 07 Ottobre 2015 CCIAA Reggio Emilia. Dott. Alessandro Garlassi

IL BUSINESS PLAN CCIAA Reggio Emilia Dott. Alessandro Garlassi IL BUSINESS PLAN. 07 Ottobre 2015 CCIAA Reggio Emilia. Dott. Alessandro Garlassi IL BUSINESS PLAN 07 Ottobre 2015 PROGRAMMA DI FORMAZIONE 1 2 3 4 5 Il percorso d impresa Disegnare il business Dall idea all azione: il business plan I contenuti del Business Plan La valutazione del progetto

Dettagli

La soluzione Oracle per il Piano Esecutivo di Gestione degli Enti locali. White Paper Oracle Gennaio 2004

La soluzione Oracle per il Piano Esecutivo di Gestione degli Enti locali. White Paper Oracle Gennaio 2004 La soluzione Oracle per il Piano Esecutivo di Gestione degli Enti locali White Paper Oracle Gennaio 2004 La soluzione Oracle per il Piano Esecutivo di Gestione degli Enti locali INTRODUZIONE Oracle Italia,

Dettagli

I sistemi informativi a supporto del business. Roadmap evolutiva per generare valore.

I sistemi informativi a supporto del business. Roadmap evolutiva per generare valore. I sistemi informativi a supporto del business. Roadmap evolutiva per generare valore. Piacenza, 16 Marzo 2009 Agenda La Bussola dei valori Premessa La nostra comprensione del contesto Scenari evolutivi

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

Eccellere nel Governo dei Costi

Eccellere nel Governo dei Costi Eccellere nel Governo dei Costi Workshop n. 1 Roma, 17 Aprile 2015 (seconda parte) Milano Roma Londra San Paolo Rio de Janeiro Madrid Lisbona Tunisi Buenos Aires Kuala Lumpur Agenda Day 1 Data dalle alle

Dettagli

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA Microsoft Dynamics: soluzioni gestionali per l azienda Le soluzioni software per il business cercano, sempre più, di offrire funzionalità avanzate

Dettagli

Una gamma di soluzioni IT per il fashion

Una gamma di soluzioni IT per il fashion Una gamma di soluzioni IT per il fashion Modasystem propone una piattaforma software in grado di supportare in maniera rapida ed efficace ogni necessità di gestione delle aziende che trattano prodotti

Dettagli

Company Profile. BLU Consulting Srl

Company Profile. BLU Consulting Srl Company Profile Forniamo, prevalentemente a Banche, Compagnie di Assicurazione e Società di Gestione del Risparmio, servizi di consulenza aziendale correlati alla pianificazione, gestione e revisione di

Dettagli