Gruppo ALLIED. Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo ALLIED. Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP"

Transcript

1 Gruppo ALLIED Evoluzione nel Controllo di Gestione di un Gruppo PMI: dal modello logico alla implementazione di un ERP Summit ANDAF Pianificazione e Controllo Milano, 16 dicembre 2011 R.Velli S.Pilla M.Rosato D.Passannanti Gruppo Allied Ernst & Young

2 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 2

3 Il Gruppo Allied International in sintesi Il Gruppo Allied International opera nel settore dei raccordi forgiati con la Capogruppo ubicata a Nibbiano Val Tidone (PC) e le altre società produttive e commerciali localizzate sia in Italia sia all estero Allied International Srl - HQ Nibbiano Val Tidone (PC) Tectubi Raccordi Spa Podenzano (PC) Allied Int.l + Tectubi Racc. Castel San Giovanni (PC) Raccordi Forgiati Srl Nibbiano Val Tidone (PC) Pagina 3

4 Il Gruppo Allied International in sintesi Dai prodotti di base a mercati di sbocco sofisticati Engineering Procurement C o n s t r u c t i o n Upstream Midstream Downstream Power - Nucleare Power - Thermal Pagina 4

5 Il Gruppo Allied International in sintesi L evoluzione del Gruppo Alcune milestones principali 2000 fondazione di Allied International Srl 2001 piano industriale che prevede l acquisizione di produttori del settore e lo sviluppo di una piattaforma distributiva 2003 acquisizione di Tectubi Raccordi Spa (Podenzano, PC) 2004 costituzione di Allied France e acquisizione di Allied UK 2005 incorporazione di Raccordi Forgiati Srl (Nibbiano Val Tidone, PC) 2008 costituzione di Tectubi Tianjin, China 2008 nuovo stabilimento e piattaforma logistica in CS Giovanni (PC) 2009 Valter Alberici imprenditore dell anno E&Y (sezione Finance) 2009 partecipazione in OMP Mongiardino (Carbonara Scrivia, AL) 2009 costituzione di Allied Caspian (Aktau, Kazakhstan) 2010 acquisizione di Gieminox Spa (Schio, VI) Pagina 5

6 Il Gruppo Allied International in sintesi Struttura del Gruppo e Partecipogramma Marc Smith Herzstein 60% Valter Alberici 40% Produzione Allied International Srl Distribuzione Altre attività 100% Tectubi Raccordi Spa 100% 100% Raccordi Forgiati Srl Carim Srl Allied International France Sarl 100% 40% OMP-Mongiardino Srl Allied International UK Ltd 80% 50% 70% Carbo Gam Spa Gieminox Tectubi Raccordi Srl Allied The Netherlands BV Tectubi Tianjin Fittings, CO. 111 Piping Components Ltd 80% 100% 100% 6,417% S.I.E.T. Spa 100% Allied Holding Australia Ltd 100% Allied Asia Pacific Ltd Caspian Allied International Too 100% Pagina 6

7 Il Gruppo Allied International in sintesi La presenza di Allied nei diversi continenti Pagina 7

8 Il Gruppo Allied International in sintesi Alcuni riferimenti di base & Highlights Attività Produzione e distribuzione di raccordi forgiati industriali e prodotti correlati (tubi, flange, ) Mission One-stop solution partner nel comparto specifico Internazionalizzazione e penetrazione dei mercati locali Top class positioning Biz model Controllo della supply chain + project management Proattività commerciale + segmentazione Figures Circa 800 dipendenti (600 in Italia) CAGR fatturato consolidato: 13% Pagina 8

9 Il Gruppo Allied International in sintesi L evoluzione del Fatturato consolidato (milioni EURO) 250,0 200,0 199,6 CAGR: 11,8% 150,0 125,6 146,7 141,8 152,8 150,0 100,0 76,9 50,0 0, Est 2011 Nell arco temporale indicato i livelli occupazionali sono dapprima cresciuti e poi mantenutisi stabili nonostante il periodo di crisi diffusa mondiale. Pagina 9

10 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 10

11 Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo Con un Gruppo in costante espansione la Proprietà ed il Management decidono di guardarsi dentro considerando alcuni elementi rilevanti attuali e prospettici che caratterizzano il comparto PMI Alcuni elementi rilevanti Gruppo in espansione sia nei volumi che nella presenza internazionale Capex: oltre 80 milioni di EURO investiti nel periodo per fare acquisizioni, newco e nuovo stabilimento di oltre mq Ampliamento / diversificazione skills nel Management e nei Key-professionals Processi di business nuovi / estesi da presidiare e standardizzare meglio Necessità di maggiore integrazione fra processi e informazioni - chiave Previsioni e rendicontazioni devono divenire più standardizzate e tempestive Decisioni e direttrici evolutive 1. Migliorare & standardizzare i processi core RD, Commerciale, Produzione, Logistica, 2. Diffondere & radicare approcci effettivi di Project & Resources Management a livello di Gruppo 3. Riconsiderare l impostazione e l operatività dell Area AFC con una prospettiva unitaria ed evolutiva 4. Rafforzare infrastruttura Hw & Sw ai diversi livelli basic, gestionali, transazionali - contabili Pagina 11

12 Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo Per la direttrice Riconsiderazione evolutiva della AFC con il supporto di EY viene svolto un assessment prendendo a riferimento 4 macro-ambiti con valenza sia interna che esterna e definita una prima roadmap I II III IV ASSESSMENT INIZIALE Struttura Organizzativa / Corporate Governance Impostazioni di Accounting e Rendicontazione Modelli / processi di Pianificazione e Controllo Sistemi informativi e supporti Sw dedicati AFC ROADMAP e AMBITI PROGETTUALI FIRST WAVE A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci B C Modello comune in ambito Gestionale/Controllo Adozione di un nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Ad una 2nd wave successiva sono stati assegnati altri ambiti evolutivi: Riconsiderazione Organizzativa Corporate e AFC di Gruppo Sofisticazione dei processi di Budgeting e Forecasting Formalizzazione procedurali in ambito operativo Pagina 12

13 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 13

14 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Alla luce di quanto indicato, emerge chiaramente che il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo è una iniziativa rilevante di un più vasto ed articolato Programma evolutivo pluriennale del Gruppo Allied Nuovo Modello di Controllo e ERP di Gruppo Razionali di base 1. Leadership e PMO iniziativa by Allied (Dr. Velli e Dr. Bentivoglio) 2. Coesistenza / interazione di più entità che dovranno cooperare: Direzioni AFC, Commerciale e Logistica di Allied Ernst & Young SW Integrator (EOS per il nuovo SW ed Altri per precedenti ) 3. Nucleo-base per Modello di Gruppo ( Kernel Model ): Allied Int., Tectubi e Raccordi Forgiati 4. Omogeneizzazione e Centralizzazione delle diverse anagrafiche gestionali e contabili 5. Tempistica sfidante START Sett.2010 e Go-Live in Genn 2011 Altri riferimenti rilevanti A B C 1. Adottare un approccio bilanciato e compatibile con le risorse assegnate, impegni ordinari, etc. 2. Introdurre evoluzioni significative sui vari fronti mantenendo però il Dna Allied KEEP IT SIMPLE 3. Contemperare la scelta del nuovo sistema contabile MS NAVISION con la presenza di un Gestionale tailormade (ELFO) già operante ed in fase di estensione Pagina 14

15 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Relativamente alle tre componenti progettuali sono state sviluppate impostate e seguite specifiche direttrici di intervento : A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci Definizione di un Piano dei Conti unico per la gestione contabile ricorrente ma orientato al Cons.to Riconsiderazione degli schemi di bilancio anche in ottica IFRS, pur non essendoci un obbligo specifico Contestuale predisposizione di un apposito Manuale Contabile a supporto del PdC unificato B Modello comune in ambito Gestionale/Controllo Definizione di un Modello di Controllo (MdC) pluri-dimensionale cross - societario Delimitazione mirata dell applicazione MdC fra: Sistema Gestionale ELFO VS Sistema Contabile NAVISION Riconduzione della reportistica extra-sistema già in uso con gli Oggetti / Dimensioni del MdC Pagina 15

16 I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Relativamente alle tre componenti progettuali sono state sviluppate impostate e seguite specifiche direttrici di intervento : C Adozione di un nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Estensione logico-funzionale e rafforzamento dello strato ERP Gestionale ELFO su specifici ambiti del Ciclo attivo, Ciclo passivo, MRP e sua implementazione Identificazione di poche soluzioni Sw per lo strato di ERP Contabile in diretta relazione con la presenza di ELFO e con le sue funzionalità / architettura applicativa Stress-test Ante Acquisto della sostenibilità del nuovo Modello Contabile / Controllo già definito prima degli incontri mirati con i Sw vendors A valle della scelta di MSOFT Navision, immediato avvio di un team dedicato alla interazione applicativa fra i due strati ERP in diretta connessione con il lavoro di Omogeneizzazione delle Anagrafiche di base Pagina 16

17 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 17

18 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Le tre componenti progettuali sono state organizzate con una sequenza appositamente impostata per ottimizzare la durata complessiva della iniziativa A Modello comune per Gestione contabile e Bilanci B Modello comune in ambito Gestionale/Controllo C Adozione (SCELTA) del nuovo Sistema gestionale & contabile di Gruppo Configurazione Test e Training Primo avvio in produzione Sett 2010 Fine Ott.2010 Fine Nov Gen Pagina 18

19 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Principali attività svolte: Prima considerazione dei piani dei conti (PdC) esistenti Analisi strutturale dei singoli PdC per individuare casi di ridondanza ; tali casi sono spesso diffusi in mancanza di una Co.Analitica Accoppiamento / allineamento dei conti presenti nei singoli PdC al fine di individuare un PdC Unico ed omogeneo ai fini societari e orientato al consolidamento. Creazione di PdC strutturato su 6 livelli codificati di articolazione idoneo a fornire informazioni aggregate in maniera immediata ma al tempo stesso elementi di dettaglio (e/o sintesi intermedie) richiesti dall informativa di bilancio o da altri report per la comunicazione esterna. Utilizzo di una codifica flessibile dei livelli e dei conti funzionale ad accogliere l inserimento di nuovi conti anche a posteriori mantenendo invariata la struttura logico-funzionale del PdC complessivo. Inserimento di conti distinti e dedicati ai rapporti Intercompany (ICP) sia nello SP che nel CE al fine di meglio supportare elaborazioni di consolidamento Utilizzo di conti specifici riservati per la interrelazione e gestione di appositi moduli dedicati interni a MS Navision o esterni (ad es. modulo per gestione cespiti ammortizzabili, modulo per tesoreria e conti bancari). Zoom 1 Creazione del nuovo Piano dei conti Unificato Situazione di partenza: nelle 3 società del Kernel di Gruppo erano in uso tre Piani conti differenti operanti su tre sistemi contabili diversi Pagina 19

20 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Riconsiderazione degli Schemi di bilancio anche in ottica IFRS (pur non essendoci un obbligo specifico...) e articolazione del PdC E stata fatta un analisi circoscritta dei fenomeni più rilevanti ai fini di una possibile adozione di principi IFRS e conseguentemente riconsiderati schemi di SP e CE Valutazione Pro-Cons delle diverse soluzioni per gestire anche principi IFRS nello stesso Sistema contabile impostazione del PdConti con alcuni conti addizionali riservati a tali fenomeni. Zoom 2 Creazione del nuovo Piano dei conti Unificato Situazione di partenza: tre Piani conti differenti Assenza di supporti documentali / manuali etc. Contestuale formalizzazione di un Manuale Contabile a supporto del PdC unificato Predisposizione di un manuale contabile al fine di supportare le Dir. Amministrative delle singole Legal Entity nella rilevazione degli eventi contabili, nelle valutazioni e nelle rappresentazioni di fine periodo. Pagina 20

21 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Definizione MdC pluri-dimensionale cross-societario Situazione di partenza: analisi gestionali fatte extra-sistema (no Co.An.) con utilizzo di vari datamart, report. etc. + proliferazione Nature Co.Ge. Si è deciso di sviluppare un Modello di Controllo finalizzato a: Supportare le analisi dei Core Business e delle relative Dimensioni rilevanti Monitoraggio nativo degli elementi-chiave delle performance reddituali, patrimoniali e finanziarie Porre le basi per misurazioni ricorrenti della Cost responsibility a livello di Funzioni Aziendali STEP 1 ANALISI AREE DI BUSINESS E DIMENSIONI DI ANALISI RILEVANTI Analisi e individuazione delle SBU/ASA e dei Settori operativi rilevanti a fini interni (Management) ed esterni (Comunicazione finanziaria) e conseguente declinazione delle Dimensioni di analisi rilevanti, in particolare per ricavi e marginalità. STEP 2 ANALISI DELLA OPERATIVITA / STRUTTURA AZIENDALE e RELATIVE RESPONSABILITA Analisi della struttura operativa delle aziende del Gruppo al fine di individuare le principali unità aziendali in cui sono operativamente suddivise per ricavare i giusti livelli di responsabilità a fini Co.An. STEP 3 IDENTIFICAZIONE, DECLINAZIONE E CODIFICA DEGLI OGGETTI DI CONTABILITA ANALITICA Per tali oggetti (centri di ricavo, di costo, di profitto) si è fatto direttamente riferimento a quanto emerso dagli Step 1 e 2. Tale declinazione ha riguardato anche quei casi non direttamente riconducibili a funzioni aziendali specifiche, che sono stati comunque gestiti per avere una assiomatica quadratura Co.Ge = Co.An. Nel codificare i centri CoAn si sono usati gradi di libertà per inserimenti successivi. STEP 4 DEFINIZIONE INCROCI TRA NATURE CONTABILI E CENTRI DI ANALITICA Sono state stabilite con un attenta e mirata ponderazione le possibili relazioni (ossia gli incroci validi ) tra nature contabili e centri di analitica al fine di impostare il set up applicativo di Microsoft Navision in modo da meglio indirizzare il data entry manuale e quindi ridurre/evitare i rischi di errate assegnazioni Co.Ge. - Co.An. STEP 5 IDENTIFICAZIONE DELLE LOGICHE DI RIBALTAMENTO TRA CENTRI DI ANALITICA E RELATIVI DRIVERS Tenendo fede al principio Keep it simple prima indicato sono state individuate in via preliminare le situazioni oggetto di possibili cicli di ribaltamento e allocazione per gestire elaborazioni gestionali di 2 livello, successive al 1 livello di contabilità unica integrata. Pagina 21

22 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Definizione MdC pluri-dimensionale cross-societario Gli Oggetti e le Dimensioni definite STEP 1 STEP 3 STEP 2 Oggetti & Dimensioni Ubicazioni Società Codici Intercompany Generali Ricavi Ubicazioni di fatturazione Area geografica Nazioni (destinazione finale del prodotto) Area geografica Nazioni (sede del cliente) Agente Famiglia di materiale Settore Centri di Costo Direzione Generale Ricerca & Sviluppo Sicurezza e rispetto dell ambiente Ufficio Acquisti Commerciale Produzione Controllo di Qualità e prequalifiche Amministrazione Sistemi Informativi Servizi Generali Altri centri di attività per assiomatica quadratura Co.Ge=Co.An. (Gestione Tributaria, Gestione Finanziaria, ecc.) Pagina 22

23 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Dimensioni Ubicazioni e Centri di ricavo/costo Pagina 23

24 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 3 Dimensioni Ubicazioni e Centri di ricavo/costo STEP 4 INCROCI FRA NATURE CONTABILI & CENTRI DI ANALITICA Pagina 24

25 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 4 Razionalizzazione delle Anagrafiche ANAGRAFICHE Clienti Venditori/agenti Fornitori Materiali Articoli Condizioni di vendita pagamenti, Incoterms, BENEFICI RAGGIUNTI E ATTESI Nomenclatura condivisa e omogeneità a supporto dei processi / entità operative Riduzione di errori sia a livello gestionale che a cascata in AFC Miglioramento di Tempistica e Qualità nelle analisi e reporting std / ad hoc APPROCCIO E REGOLE Accesso alle Anagrafiche Centrali limitato a pochi key Users esperti ed istruiti Procedure di caricamento, validazione e aggiornamento strutturate e condivise (anche con segnalazioni di eventuali anomalie) Controlli mirati / incrociati periodici Pagina 25

26 Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Zoom 5 Rappresentazione sintetica della architettura applicativa REPORTING MS NAV + BUSINESS INTELLIGENCE Sistema Contabile MICROSOFT DYNAMICS NAV ERP Amministrazione Finanza - Controllo Sistema Gestionale ELFO ERP Ciclo attivo e passivo - MRP - Magazzino DB Anagrafiche Centralizzate Partendo dalle 3 Società a maggior rilevanza oggi il Gruppo Allied dispone di UN Modello base + ERP di Gruppo da estendere ad altre Società già esistenti o che entreranno mediante future acquisizioni Pagina 26

27 I n d i c e Il Gruppo Allied International in sintesi Verso il progetto Nuovo modello di controllo e ERP di Gruppo I razionali e le direttrici di riferimento del progetto Articolazione del progetto e zoom su alcune fasi di dettaglio Considerazioni conclusive e Prossimi passi Pagina 27

28 Considerazioni conclusive e Prossimi passi Il progetto descritto si è sviluppato nel comparto PMI in un Gruppo molto dinamico ed esperto nel Core business e che sul fronte AFC ha voluto affrontare un iniziativa complessa con approccio organico e strutturato Elementi di contesto Complessità / Novità della iniziativa Provenienza da approcci aziendali differenti sia per origini che per focalizzazione operativa ad es. Produzione vs. Distribuzione Supporto convinto e sistematico della Proprietà / Management Disponibilità dei Direttori AFC, IT ed altri a lavorare coordinati Presenza di molteplici soggetti progettuali esterni con competenze diverse Criteri e Scelte base che hanno / stanno orientando l iniziativa Progetto inserito in un più vasto programma evolutivo AFC di medio-termine Avvio rapido delle fasi di Foundation & Design + Scelta piattaforme Sw Creare modelli contabili-gestionali + Configurare SW per intero Gruppo Differenziare le tempistiche e le modalità di Go-Live per le diverse Società Allied International operativa dal 2011, Tectubi e RF dal 2012 Le altre aziende saranno inserite successivamente Elementi fondamentali di successo & lessons learned Reale collaborazione fra le diverse Entità e Persone coinvolte Competenze di alto profilo professionale portate dai diversi soggetti coinvolti Opportunità di apprendimento /coinvolgimento fattivo per tutte le Persone partecipanti Pagina 28

APPROCCIO S.O.F.T. Leader Mondiale. Dynamics NAV: ERP Solution. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico

APPROCCIO S.O.F.T. Leader Mondiale. Dynamics NAV: ERP Solution. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico Dynamics NAV: ERP Solution Leader Mondiale OGGI PIU DI 300.000 CLIENTI IN 42 PAESI UTILIZZANO MICROSOFT DYNAMICS NAV APPROCCIO S.O.F.T. Strategico Ottimizzato Flessibile Tecnologico Strategico: Innovazione

Dettagli

News del Comitato Pianificazione e Controllo

News del Comitato Pianificazione e Controllo Settembre 2012 News del Comitato Pianificazione e Controllo In questo numero: Relazione tra costing e strategia: l anello mancante tra obiettivi strategici e operativi La creazione di valore. Economics

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE SCEGLIERE PER COMPETERE : Soluzione Sme.UP per i processi metallurgici e siderurgici La logica Bringing Light per il governo dell azienda

Dettagli

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12 SYLLABUS Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Alessandro Cortesi Il primo macro-modulo ha l obiettivo di permettere ai partecipanti di utilizzare con efficacia i sistemi software per la corretta

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012

ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012 ERP NAV: la soluzione verticale per il settore vinicolo Castello di Nipozzano 1 Giugno 2012 Agenda Profilo Replica Sistemi Erp NAV, la soluzione verticale per il settore vinicolo Profilo Replica Sistemi

Dettagli

«La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015

«La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015 «La sfida della pianificazione integrata» Palazzo delle Stelline Milano, 23 Aprile 2015 AGENDA Dalla Distinta Base al Profit&Loss 23 Aprile 2015 Agenda Piacere, ABIC Perchè pianificare in modo integrato

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING)

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) EVOLUZIONE DEFINIZIONI SISTEMI INFORMATIVI E SISTEMI ERP I SISTEMI TRADIZIONALI I SISTEMI AD INTEGRAZIONE DI CICLO I SISTEMI

Dettagli

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Una crescita sostenibile attraverso il potenziamento dei clienti più redditizi 2012 Microsoft Dynamics AX con il modulo Professional Services offre una soluzione

Dettagli

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali Indice Obiettivi Architettura Rendiconto economico e Budget Personale Ammortamenti Break Even Point Cruscotto aziendale χ Budget Vendite χ Costi commerciali

Dettagli

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda Si Fides R7 Si Fides è un extended ERP realizzato interamente da Sinfo One. Si Fides nasce dalla conoscenza e dal monitoraggio dei processi dei nostri clienti e con i quali interagiamo in maniera proattiva.

Dettagli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli CONVENZIONE 2013-2015 Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il triennio 2013 2015 PREMESSA La novità più significativa che

Dettagli

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com PSA Project & Service Administration La soluzione verticale certificata per Microsoft Dynamics NAV per il Project Management integrato. PSA offre all azienda trasparenza e flessibilità in tutte le fasi

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

R&D Project and Portfolio Management

R&D Project and Portfolio Management R&D Project and Portfolio Management Il progetto ENI Refining and Marketing Marco Bistolfi, Resp. Pianificazione Tecnologica, Programmazione e Attività Operative Eni - La società Eni, impresa integrata

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL Prof. 1Corso: Supply chain management Docente: 1 Considerazioni di sintesi L azienda si posiziona tra le prime

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA Regione del veneto Direzione Controlli e Governo SSR Palazzo Molin San Polo n. 2514 30125 Venezia Allegato A Procedura negoziata ex art. 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. al fine dell

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE The ex tended ERP platform Gamma ENTERPRISE GAMMA ENTERPRISE The extended ERP platform La realizzazione di una piattaforma ERP estesa nasce dall'esigenza delle Aziende di ottimizzare l'intero flusso dei

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni

Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni Audit. Tax. Consulting. Corporate Finance. Servizi di Accounting Advisory Soluzioni operative ed efficaci, su misura per i vostri bisogni Supporto all area amministrazione, finanze e controllo Dovete risolvere

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Renato Ottina ACG Vision4 Channel Meeting 2011

Renato Ottina ACG Vision4 Channel Meeting 2011 Renato Ottina ACG Channel Meeting 2011 ACG VISION4 ROADMAP: GLI OBIETTIVI 1 MIGLIORARE LA COPERTURA FUNZIONALE DI VISION4 CON NUOVE AREE APPLICATIVE STRATEGICHE PER L AZIENDA 3 2 SEGUIRE I CLIENTI ITALIANI

Dettagli

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Fondo Interbancario: IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Indice Gli impegni normativi Gli impatti L approccio Banksiel Le soluzioni Banksiel Case study 2 Gli impegni normativi 3 Gli impegni normativi

Dettagli

Business modeling & profitability optimization. Budgeting & forecasting. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it

Business modeling & profitability optimization. Budgeting & forecasting. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it Business modeling & profitability optimization Budgeting & forecasting 1 INDICE BUSINESS MODELING & PROFITABILITY OPTIMIZATION BUDGETING & FORECASTING Business Modeling & Profitability Optimization. Pag.3

Dettagli

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Clément PERRIN / Daniela TAVERNA - Senior Project Manager Milano, 20 Aprile 2012 Con l acquisizione da parte di BNPP 6 anni

Dettagli

Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale. 18 aprile 2005 Carlo Masseroli

Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale. 18 aprile 2005 Carlo Masseroli Il ruolo dei sistemi di supporto alle decisioni nel recupero di efficienza aziendale 18 aprile 2005 Carlo Masseroli CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT: DEFINIZIONE I SISTEMI DI SUPPORTO ALLE DECISIONI O

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO LA SUITE JSIDIC La soluzione proposta, identificata da JSIDIC SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO, si presenta come un sistema capace di misurare le performance aziendali, con una soluzione unica

Dettagli

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Andrea Piazzetta Risk Manager Gruppo Banca Popolare di Vicenza Vicenza, 18 settembre 2009 Gruppo Banca Popolare di Vicenza Contesto regolamentare

Dettagli

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione integrata della produzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione e il controllo della produzione J-Mit di Revorg è la soluzione gestionale flessibile

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Tempo Zero Lavorazioni Meccaniche per Microsoft Dynamics NAV

Tempo Zero Lavorazioni Meccaniche per Microsoft Dynamics NAV Tempo Zero Lavorazioni Meccaniche per Microsoft Dynamics NAV L ERP su misura per le aziende metalmeccaniche 1 2 3 4 È INDICATA PER LE PMI DI SVARIATI SETTORI CON: Produzione discreta Produzione su proprio

Dettagli

Contabilità e fiscalità pubblica

Contabilità e fiscalità pubblica Contabilità e fiscalità pubblica Corso 60 ore Negli ultimi anni è in corso un consistente sforzo - che partendo dal piano normativo si ripercuote sull ordinamento e sulla gestione contabile di tutte le

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

map Master Accounting Platform map map map Versioni del software MAP ERP ONE

map Master Accounting Platform map map map Versioni del software MAP ERP ONE PIATTAFORMA GESTIONALE Master Accounting Platform La piattaforma MAP è composta da software gestionali di ultima generazione, che combinano la logica, le funzionalità e le caratteristiche di un sistema

Dettagli

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Picture Credit Gefran SAP. Used with permission. Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Partner Nome dell azienda Gefran SpA Settore Industria-Elettronica Servizi e/o prodotti forniti Progettazione e produzione

Dettagli

Adozione dei principi contabili internazionali (IFRS) in Banca delle Marche

Adozione dei principi contabili internazionali (IFRS) in Banca delle Marche Adozione dei principi contabili internazionali (IFRS) in Banca delle Marche Forum Bancario organizzato dal FITD: "L'introduzione degli International Financial Reporting Standards" Milano, 27 e 28 novembre

Dettagli

Business Intelligence Revorg. Roadmap. Revorg Business Intelligence. trasforma i dati operativi quotidiani in informazioni strategiche.

Business Intelligence Revorg. Roadmap. Revorg Business Intelligence. trasforma i dati operativi quotidiani in informazioni strategiche. soluzioni di business intelligence Revorg Business Intelligence Utilizza al meglio i dati aziendali per le tue decisioni di business Business Intelligence Revorg Roadmap Definizione degli obiettivi di

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE PER AZIENDE COMPETITIVE NEL MONDO

SOFTWARE GESTIONALE PER AZIENDE COMPETITIVE NEL MONDO SOFTWARE GESTIONALE PER AZIENDE COMPETITIVE NEL MONDO il software gestionale ERP completo, potente e facile dedicato alle aziende competitive nel mondo In un mercato globale, caratterizzato da crescenti

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

Sme.UP è artefice del successo insieme alle aziende che desiderano crescere

Sme.UP è artefice del successo insieme alle aziende che desiderano crescere Profilo aziendale Sme.UP è artefice del successo insieme alle aziende che desiderano crescere Attraverso business solution e infrastruttura tecnologica, soluzioni software, di infrastruttura IT e di processo

Dettagli

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione La missione Affiancare le aziende clienti nello sviluppo e controllo del loro business Servire il suo Cliente con una offerta illimitata e mirata a risolvere le Sue principali esigenze Selezionare Partners

Dettagli

TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE

TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE 1. STRUMENTI DELLA PROGRAMMAZIONE La Direzione aziendale elabora le linee strategiche per il governo del sistema dei servizi sanitari sulla base degli atti di indirizzo

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

Claudio Lattanzi. More Controllo Performance: i dati. unico progetto di modellazione

Claudio Lattanzi. More Controllo Performance: i dati. unico progetto di modellazione Claudio Lattanzi More Controllo Performance: i dati transazionali ed aggregati in un unico progetto di modellazione Le informazioni sono in continua crescita ma non sempre questo patrimonio aziendale viene

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

IL CASO DELL AZIENDA. www.softwarebusiness.it

IL CASO DELL AZIENDA. www.softwarebusiness.it LA SOLUZIONE SAP NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE IL CASO DELL AZIENDA Perché SAP Contare su un sistema che ci consente di valutare le performance di ogni elemento del nostro listino è una leva strategica

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

Equitalia S.p.A.: Il ruolo delle piattaforme di schedulazione nel sistema informatico della riscossione

Equitalia S.p.A.: Il ruolo delle piattaforme di schedulazione nel sistema informatico della riscossione : Il ruolo delle piattaforme di schedulazione nel sistema informatico della riscossione Sommario Chi è Equitalia Il percorso verso un sistema unificato della riscossione L evoluzione dei processi e dell

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

Pianificazione Budget e sistemi ERP

Pianificazione Budget e sistemi ERP Pianificazione Budget e sistemi ERP 1 A. A. 2 0 0 8 / 2 0 0 9 P R O G R A M M A Z I O N E E C O N T R O L L O, C L E M A N D R E A C I L L O N I L Ì, M E R C O L E D Ì 2 6 M A R Z O 2 0 0 9 Sintesi della

Dettagli

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali SCHEDA CASOTTI Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali Il commercio internazionale 15,0 10,0 Scambi manifatturieri e PIL mondiale (var. annua a prezzi costanti) var.

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

Dal dato alla Business Information!

Dal dato alla Business Information! Dal dato alla Business Information! Tutte le informazioni disponibili sul mercato integrate nel tuo sistema di credit management analisi di bilancio - capacità competitiva - esperienze di pagamento - informazioni

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP.

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. COMUNICAZIONE D IMPRESA Anno Accademico 2013/2014 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. 1, 2, 3) Unit 5 Slide 5.2.1 Lezioni del 29/30/31 ottobre 2013 IL

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale 1 Premessa Il Project Management da alcuni anni rappresenta uno dei temi all attenzione e in significativa espansione all interno delle organizzazioni complesse

Dettagli

COME GESTIRE LA NUOVA IMPRESA: FORNIRE CONOSCENZE, METODI E SISTEMI DI DI LAVORO SULLE AREE DELLA GESTIONE AZIENDALE

COME GESTIRE LA NUOVA IMPRESA: FORNIRE CONOSCENZE, METODI E SISTEMI DI DI LAVORO SULLE AREE DELLA GESTIONE AZIENDALE COME GESTIRE LA NUOVA IMPRESA: FORNIRE CONOSCENZE, METODI E SISTEMI DI DI LAVORO SULLE AREE DELLA GESTIONE AZIENDALE PROF. VALTER CANTINO 1 L AZIENDA Soggetto unitario composto di più elementi diversi

Dettagli

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1 00Pr_pag_CAROLI_2012 16/07/12 06.44 Pagina VII Prefazione alla quarta edizione Autori Ringraziamenti dell Editore In questo volume... XVII XXI XXIII XXV Parte I La strategia nel sistema impresa 1 Il sistema

Dettagli

Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane

Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane MORATO PANE S.p.A.. - Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Food Morato Pane Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane Partner Nome

Dettagli

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI 5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI Master Budget: insieme coordinato e coerente dei budget operativi, finanziari e degli investimenti è rappresentato

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Executive Summary Il settore delle utilities è fra quelli che avranno una maggiore crescita nei valori economici e nell occupazione.

Dettagli

Presentazione del progetto PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA

Presentazione del progetto PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA Il mercato 1. IL PROGETTO DI PARTNERSHIP Il Progetto nasce da una forte visione condivisa sul mercato di riferimento (le Imprese) e dalle modifiche in tema di mediazione

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

OPTILOG. La soluzione Siemens per la gestione del piazzale auto. Pagina 1 Siemens IS IT MES Solutions

OPTILOG. La soluzione Siemens per la gestione del piazzale auto. Pagina 1 Siemens IS IT MES Solutions La soluzione Siemens per la gestione del piazzale auto Pagina 1 I requisiti di un WMS Certezza operativa Utilizzo pieno dell impianto Conoscenza dello stato impianto Riduzione dei costi Tracciabilità dei

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. prof. Sergio Mascheretti

Facoltà di Ingegneria. prof. Sergio Mascheretti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Sistemi i di controllo di gestione prof. Sergio Mascheretti BUDGET ICT SCG-L11 Pagina 0 di 17 OBIETTIVI DELLA LEZIONE SPIEGARE LE LOGICHE DI COSTRUZIONE DEL BUDGET ICT

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Concetti generali sull informatica aziendale Copyright 2011 Pearson Italia Prime definizioni Informatica Scienza che studia i principi di rappresentazione

Dettagli

Gold Silver. Enterprise Resource Planning Customer Relationship Management. www.mhtnet.it

Gold Silver. Enterprise Resource Planning Customer Relationship Management. www.mhtnet.it www.mhtnet.it REALIZZIAMO IL CAMBIAMENTO CHE GARANTISCE LA PRODUTTIVITÀ MHT, leader nell implementazione delle piattaforme CRM e ERP Microsoft, è entrata a far parte del Gruppo Engineering nel febbraio

Dettagli

Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO

Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO ALLEGATO B Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO 1- Dati identificativi del Programma di investimento Titolo del Programma Acronimo Denominazione Beneficiario (in caso di aggregazione

Dettagli

Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci

Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci Obiettivi conoscitivi Il Budget nel sistema di programmazione e controllo I documenti che compongono il budget Le finalità e gli obiettivi di budget Il processo

Dettagli

SG Soluzioni Logistiche. SG Soluzioni Logistiche

SG Soluzioni Logistiche. SG Soluzioni Logistiche SG Soluzioni Logistiche SG Soluzioni Logistiche Information CommunicationTechnology elemento strategico per il consolidamento Information del vantaggio competitivo CommunicationTechnology elemento strategico

Dettagli

Controllo di Gestione Bilancio Sociale, Bilancio di Mandato e sistema informativo; l esperienza del Comune di Rimini

Controllo di Gestione Bilancio Sociale, Bilancio di Mandato e sistema informativo; l esperienza del Comune di Rimini l esperienza del Perugia, 30 marzo 2006 1 l esperienza del ovvero: le ragioni di un matrimonio Perugia, 30 marzo 2006 2 l esperienza del Controllo di Gestione Organigramma del Perugia, 30 marzo 2006 3

Dettagli

DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni

DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni DDway E-Fashion Uno straordinario patrimonio di esperienze comuni Luca Tonello - DDway Channel Manager Verona, 02/10/2014 DDway Fashion&Retail 200 Professionisti 180 Clienti 15.000 Utenti Soluzioni Gestionali

Dettagli

Chi è Cassa Forense?

Chi è Cassa Forense? Chi è Cassa Forense? Una fondazione di diritto privato che cura la previdenza e l assistenza degli Avvocati 10 0 % altri investimenti 415 e che gestisce un patrimonio a valori di mercato al 31.12.2011

Dettagli

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi di Vendor Assessment Tel. 02 38608265 Fax. 0238608901 Tel. 02 02 72546759 La valutazione del rischio fornitori in meno tempo, riducendo

Dettagli

Banca - Impresa verso un linguaggio comune Business planning in azienda. Fabio Tamburini

Banca - Impresa verso un linguaggio comune Business planning in azienda. Fabio Tamburini Banca - Impresa verso un linguaggio comune Business planning in azienda Fabio Tamburini Premessa Il business plan uno strumento a disposizione dell impresa per la pianificazione finanziaria a supporto

Dettagli

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Stefano Moni Resp. Servizio Validazione e Monitoraggio Convegno ABI - Basilea 3 Roma, 16-17 Giugno 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

HBS Soluzione per il settore Noleggi

HBS Soluzione per il settore Noleggi HBS Soluzione per il settore Noleggi HBS - Hire Business Solution Soluzione per il settore Noleggi HBS è una soluzione gestionale per le aziende che lavorano nel mondo del noleggio. Nato da esigenze di

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI I COSTI LOGISTICI COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI di Andrea Moneta Produzione e logistica >> Logistica DEFINIZIONE E AREE DI COMPETENZA Quando si parla di costi logistici generalmente si tende ad associare

Dettagli

Verticale Microsoft dynamics Nav nel settore metalmeccanico

Verticale Microsoft dynamics Nav nel settore metalmeccanico Verticale Microsoft dynamics Nav nel settore metalmeccanico ALCUNE PERSONALIZZAZIONI 1. Controllo di Gestione: Utilizzo delle dimensioni e delle situazioni contabili per la realizzazione di un controllo

Dettagli

Gamma ENTERPRISE. The extended ERP platform

Gamma ENTERPRISE. The extended ERP platform Gamma ENTERPRISE The extended ERP platform Gamma ENTERPRISE The extended ERP platform La realizzazione di una piattaforma ERP estesa nasce dall esigenza delle Aziende di ottimizzare l intero flusso dei

Dettagli