2 trimestre Giugno Risultati & Commenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2 trimestre Giugno 2014. Risultati & Commenti"

Transcript

1 57 2 trimestre Giugno 2014 Risultati & Commenti

2

3 Signori Clienti, Archiviamo un primo semestre dell anno con mercati finanziari ancora benigni e delle buone performance delle nostre gestioni considerando il livello dei tassi di interesse. Che continuano a segnare nuovi minimi (il decennale sul bund ha registrato settimana scorsa il minimo storico) e pertanto rimangono di gran lunga il principale fattore di supporto al rialzo dei corsi degli strumenti finanziari vista l assenza di una robusta crescita economica globale. Questo scenario, che perdura da molti anni, potrebbe cominciare a mostrare un inversione di tendenza negli Stati Uniti a partire dall inizio del prossimo anno. Il che equivale a dire che i tassi di mercato potrebbero incominciare a salire già dopo l estate. Non è questa la sede per un analisi approfondita delle possibili conseguenze. È sufficiente essere consapevoli che la navigazione tranquilla che ci ha accompagnato in questi mesi (l indice di volatilità ha registrato il suo minimo storico pochi giorni fa) potrebbe aver raggiunto la sua fase finale. Noi abbiamo iniziato a modificare le asset allocation. Limando il rischio, spostando un po di capitale sui mercati emergenti, riducendo la parte obbligazionaria. Per adesso sono aggiustamenti, potrebbero essere qualcosa di più se la Fed decidesse di anticipare i tempi a causa di un economia americana più forte delle attese nei prossimi mesi. Nel frattempo l Europa preoccupa, Italia in testa. Quando riceverete questo rapporto ci saremo già trasferiti nella nostra nuova sede di Milano. Dove vi aspettiamo, il 29 settembre, per festeggiare il trasloco e soprattutto i nostri 15 anni. Sono stati difficili ma proprio per questo importanti. Grazie per la vostra fiducia. Paolo Basilico Milano, giugno 2014

4 Commento Macroeconomico Commento Gestionale Consulenza Fondi e Sicav Kairos Live

5 Bassa volatilità e scenari finanziari 2 Focus sui listini e selettività 4 Il Servizio di Investment Advisory 6 Kairos Income 10 Kairos Selection (fino al 30 aprile 2014 Kairos Small Cap) 12 Kairos International Sicav - Income 14 Kairos International Sicav - Dynamic 16 Kairos International Sicav - Bond 18 Kairos International Sicav - Bond Plus 20 Kairos International Sicav - Small Cap 22 Kairos International Sicav - Selection 24 Kairos International Sicav - Europa 26 Kairos International Sicav - Italia 28 Kairos International Sicav - Risorgimento 30 Kairos International Sicav - Key 32 Kairos International Sicav - America 34 Kairos International Sicav - Emerging Markets 36 Kairos International Sicav - Multi-Strategy UCITS 38 Kairos International Sicav - Global Bond 40 Sommario Published 44

6 Bassa volatilità e scenari finanziari È arrivato il momento di approfittare del basso costo della volatilità La volatilità delle principali asset class ha continuato a scendere nel corso del secondo trimestre dell anno, raggiungendo quei livelli minimi che avevano caratterizzato i mercati finanziari negli anni immediatamente precedenti l inizio della crisi. Ma cosa significa questa bassa volatilità e, soprattutto, quanto può durare una situazione simile? Innanzitutto questa è probabilmente il miglior indicatore del livello di incertezza sul fronte economico. E anche se la percezione di molti potrebbe apparire di segno opposto, la bassa volatilità che le principali asset class esprimono in questo periodo non è altro che il riflesso di dati macroeconomici che, sebbene non in maniera entusiasmante, hanno comunque continuato a migliorare nel corso degli ultimi anni. Tuttavia, come aveva brillantemente evidenziato a suo tempo l economista Hyman Minsky, il persistere di una situazione di questo genere porta inevitabilmente verso quello che viene normalmente chiamato il paradosso della volatilità, ovvero la continua tentazione di incrementare la propensione al rischio: investitori, famiglie e imprese tendono a considerare questo fattore come un dato di fatto per il futuro, dimenticando le esperienze passate e aumentando il rischio nei propri comportamenti, ricorrendo anche alla leva finanziaria. Ciò finisce con l originare crisi finanziare dovute alle bolle speculative che derivano della diffusione generalizzata di questo atteggiamento. È convinzione comune che i mercati, attraverso l operato delle diverse autorità di controllo, siano oggi meglio organizzati per evitare il ripetersi di cicli speculativi, ma come spesso succede in ambito finanziario, una maggiore attenzione e prevenzione verso le dinamiche delle crisi precedenti non elimina assolutamente l insorgere delle stesse su altri fronti. Spesso e volentieri l attività di prevenzione delle autorità di controllo finisce solo con lo spostare su altri elementi la causa scatenante di una nuova congiuntura negativa. Il timore che la persistente bassa volatilità possa indurre a comportamenti eccessivamente pericolosi è ormai all attenzione delle principali banche centrali. Lo ha evidenziato anche di recente il presidente della Federal Reserve Janet Yellen in un intervento durante il quale sono stati sottolineati i rischi che questa situazione pone alla stabilità dei mercati. Detto che questo scenario è comunque destinato a concludersi, resta da capire quali eventi potrebbero portare a un suo repentino innalzamento. Vista la stretta correlazione tra (bassa) volatilità e crescita economica, c è da supporre che notizie avverse sul fronte della ripresa avrebbero sicuramente un impatto negativo; ma il rischio che 2

7 appare più elevato continua a essere quello di un cambiamento di politica monetaria da parte delle banche centrali, in particolare l inizio di una fase di rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve, con effetti immediati sulla volatilità dei tassi di interesse che finirebbe comunque con il propagarsi alle altre asset class. In attesa che il quadro vada a mutare è interessante capire quali effetti tale scenario continuerà a esercitare, iniziando dal mercato valutario. Questa situazione ha di fatto ingessato in un trading range molto stretto l andamento delle principali valute a partire dallo stesso Euro contro Dollaro. Da questo punto di vista le aspettative di un aumento dei tassi negli USA finiranno con il rendere più attrattivi gli investimenti in Dollari e la bassa volatilità di oggi può essere sfruttata per porre in essere strategie in tal senso a costi piuttosto irrisori. Sul fronte dei mercati obbligazionari il livello estremamente basso raggiunto dai tassi di interesse rende questo ambito poco attrattivo e in linea teorica dovrebbe essere il primo a risentire di un incremento degli stessi da parte degli USA; molto probabile che, nel caso si verifichi questa eventualità, il livello generale degli spread sui titoli corporate - sebbene già estremamente basso - sia destinato comunque a ridursi ulteriormente. Un livello così contenuto della volatilità finisce inevitabilmente con il favorire gli investimenti nel settore azionario, in sintonia con la correlazione rispetto al ciclo economico espansivo cui abbiamo accennato; ma forse, se non altro nel breve periodo, è arrivato il momento di approfittare del basso costo della volatilità per cominciare a coprire una parte di questo rischio. Paolo Bosani Commento Macroeconomico

8 Focus sui listini e selettività Nel trimestre appena concluso i principali listini azionari mondiali si sono mossi positivamente, con variazioni oscillanti tra +3% e +5,6%. Il mercato italiano, dopo un primo trimestre fortissimo, ha subito una lieve flessione (-1,9%), mentre il listino giapponese e quello dei mercati emergenti sono stati testimoni di un ritorno di interesse da parte degli investitori, con indici in crescita del 5% e 5,6% rispettivamente. Nel commento relativo al 1 trimestre 2014 avevamo parlato di una probabile continuazione del trend favorevole sui mercati, con possibili momenti di flessione intermedi, legati a cause esterne, ma con volatilità contenuta. Così è stato in effetti, aiutati anche dall annuncio della Banca Centrale Europea che ha dato un seguito a quanto anticipato lo scorso aprile: vale a dire una politica monetaria espansiva, a supporto della crescita economica e del tasso di inflazione nell area e dei dati macroeconomici pubblicati negli Stati Uniti. Questi hanno mostrato una ulteriore discesa del tasso di disoccupazione, ma con ritmi di crescita ancora modesti che hanno permesso il mantenimento di una politica monetaria accomodante, rinviando il possibile aumento dei tassi al prossimo anno. Per il trimestre in corso ci aspettiamo mercati maggiormente volatili, dove grande importanza verrà data ai risultati societari e ai dati macroeconomici pubblicati; il trend ribassista sui tassi, continuato nel corso del primo semestre, sta rallentando dopo aver raggiunto nuovi minimi di rendimento. Il ritorno di interesse per i mercati giapponese ed emergenti è un ulteriore segnale della continua rotazione tra temi di investimento che ha condizionato dall inizio dell anno l andamento dei Nel prossimo trimestre controlleremo con attenzione l andamento dei listini mercati, alcuni dei quali hanno raggiunto e talvolta superato i massimi storici, generando tra gli investitori la percezione di essere entrati in una fase più estesa del ciclo rialzista iniziato dopo la crisi del I portafogli in gestione hanno avuto rendimenti compresi tra +0,5% e +2% nel periodo in esame; tra i principali contributori positivi segnaliamo i Comparti Bond Plus e America di Kairos International Sicav, e i fondi azionari europei e americani per le linee con advisory Julius Baer. L asset allocation è rimasta sostanzialmente invariata, così come la componente denominata in Dollari, fatto salvo una parziale riduzione della componente azionaria americana ed europea a cavallo di fine trimestre, per ridurre la volatilità complessiva dei portafogli. In questi mesi con- 4

9 tinueremo a monitorare l andamento dei listini, valutando una possibile riduzione parziale del peso della componente obbligazionaria corporate, che ha dato un importante contributo alla generazione di performance nel corso del primo semestre. Ciò anche perché siamo consapevoli che le ottime performance di cui siamo stati testimoni nel corso degli ultimi 2-3 anni sono irripetibili e sarà necessaria una sempre maggiore selettività sulla qualità degli emittenti e tipologia dei titoli oggetto di investimento, con un più elevato dinamismo a fronte dell approccio buy and hold che negli ultimi anni ha spesso premiato. Lo scenario divergente tra i tassi europei e americani, unitamente alla maggior crescita economica negli Stati Uniti rispetto all Europa, dovrebbe portare a un rafforzamento del Dollaro contro Euro, scenario più volte presentato nel corso degli ultimi anni, e mai realizzatosi sino ad ora. Stiamo quindi valutando anche l ipotesi di incrementarne leggermente il peso all interno dei portafogli gestiti. Il nostro obiettivo primario rimane come sempre il controllo della volatilità dei patrimoni e la generazione di rendimenti reali positivi, cercando al contempo di cogliere opportunità, anche momentanee, che possono presentarsi sui mercati. Angela Bellettato Commento Gestionale

10 Il Servizio di Investment Advisory L estrema personalizzazione fa sì che ogni portafoglio sia il risultato di diversi profili di rischio Il mondo del private banking sta attraversando in questi anni un importante cambiamento culturale. Essendo venuto meno il rendimento legato a strumenti percepiti come privi di rischio, dunque avendo perso terreno il fai da te che per anni ha rappresentato la via più praticata, si rende necessario un ripensamento dell asset allocation dei patrimoni. Inoltre è in discussione il ruolo delle banche tradizionali in qualità di principali protagonisti nell industria del wealth management: oggi viene data maggiore enfasi a strutture dedicate e indipendenti e ne consegue un ritorno verso la consulenza professionale. In questo scenario si inserisce la proposta di Kairos Julius Baer, nuovo polo di eccellenza nel settore del private banking e del wealth management, frutto di una partnership strategica siglata tra Kairos Partners, boutique italiana nell ambito del risparmio gestito indipendente e Julius Baer, la banca privata svizzera con maggiore presenza internazionale. Con il nuovo Servizio di Investment advisory il cliente ha la possibilità di scegliere tra due profili di investimento pensati per rispondere ad esigenze differenti. Il profilo Dinamico si caratterizza per la maggiore enfasi che viene posta sull analisi fondamentale su singoli titoli, emittenti di obbligazioni e fondi d investimento giudicati maggiormente rappresentativi del settore/ area geografica/asset class suggerita. Grande focus viene dato al raggiungimento di obiettivi di rendimento di breve-medio termine legati all apprezzamento/deprezzamento del singolo strumento proposto. Di conseguenza viene conferito maggior spazio all attività di trading. L estrema personalizzazione che contraddistingue il Servizio fa sì che ogni portafoglio sia il risultato del diverso profilo di rischio. Presupposti differenti sono invece alla base del profilo Strategico, impostato proprio sulla visione strategica e top down della casa rispetto all analisi fondamentale sui singoli titoli, da cui viene estratta un impostazione d investimento di medio-lungo termine coerente con la visione macroeconomica. In questo senso, di grande rilievo è l input che Alessandro Fugnoli, Strategist del Gruppo e opinion leader del settore, fornisce al Comitato di Consulenza. Il valore aggiunto del Servizio di Investment Advisory di Kairos Julius Baer, del resto, è dato da diversi fattori, in primis la ricerca: quella azionaria di Kairos, innanzitutto, realizzata in particolare sul contesto europeo e che si distingue per una profonda conoscenza del mercato italiano; è basata su analisi di bilancio nonché su una fitta rete di relazioni privilegiate costruita nel corso degli anni con le aziende e i principali investitori e broker. La ricerca su fondi terzi tiene conto dell andamento storico del singolo fondo e traccia un a- 6

11 nalisi a 360 gradi del team di investimento. La selezione è basata su riscontri qualitativi grazie ad un elevato numero di meeting attraverso cui si identificano i gestori più brillanti, favorendo i fondi di più ridotte dimensioni e che presentano maggiore flessibilità gestionale e diverse fonti di vantaggi competitivi. A questi asset si combina l accesso alla ricerca globale Julius Baer su titoli, fondi, valute, commodity ed ETF. Consapevole dell importanza di un informazione costante e puntuale, il team fornisce ai clienti commenti su eventi economici micro e macro di particolare rilievo, idee di trading, suggerimenti su eventuali incrementi di peso o parziali prese di profitto su singoli strumenti finanziari. Inoltre opportune modifiche di portafoglio vengono comunicate tempestivamente ogniqualvolta il mercato subisce delle variazioni significative oppure offre interessanti opportunità. Il Comitato di Investimento si compone di 4 persone. Responsabile del Servizio è Paolo Olivieri, in Kairos dal 2006 e con quasi 30 anni di esperienza nel settore. Carlo Sturlese è responsabile per la selezione dei fondi grazie alla sua decennale esperienza come analista di fondi hedge e long only. Francesca Bonfiglio, in Kairos dal 2000 come analista focalizzata sul mercato azionario, è invece dedicata alla selezione di titoli azionari. Infine Andrea Boella, parte del team di Investment Advisory di Julius Baer con oltre 10 anni di esperienza nel settore, si dedica alla generazione di idee di investimento focalizzandosi nella selezione di titoli obbligazionari e condividendo con il resto della squadra le migliori idee della ricerca globale di Julius Baer. Il team di Advisory è rafforzato dalla presenza di Marco Careri, a supporto nell attività di analisi e nel monitoraggio dei portafogli. Paolo Olivieri Consulenza

12

13 Fondi e Sicav

14 Kairos Income Si fosse stimato l andamento del trimestre sulla base di aprile le prospettive sarebbero state cupe: rialzo azionario americano concentrato su pochi titoli, violente prese di profitto su small cap e settori a più alto beta e tensioni in Ucraina si sommavano a volumi molto bassi e il classico sell in May appariva in ogni ricerca di mercato. Contrariamente alle aspettative, maggio si è svolto sotto il segno di operazioni non convenzionali di politica monetaria espansiva da parte della BCE superiori alle aspettative di mercato e di dati molto soddisfacenti provenienti dall economia americana. Forte il cambio di prospettiva del mercato: basta vedere come la situazione in Ucraina non abbia più fatto notizia, declassata a questione regionale, e i problemi sull immobiliare cinese abbiano cominciato ad essere interpretati come forieri di iniezioni di liquidità dalla Bank of China. Ha fatto poi seguito giugno, con la BCE capace di sorprendere ulteriormente con tassi negativi e l annuncio del TLTRO per rilanciare il lending bancario alle piccole e medie aziende e quindi ripristinare il funzionamento del principale canale di trasmissione della politica monetaria; in aggiunta, la FED è parsa molto meno propensa ad anticipare i tempi sul rialzo dei tassi. I volumi non si sono mai ripresi ed il rischio di squeeze violenti al rialzo o al ribasso è elevatissimo. Qualche dato: il mercato azionario USA ha vissuto una fase rialzista con una performance positiva dell indice S&P500 di 4,69%. L indice azionario europeo Euro Stoxx si è mosso in maniera contenuta, con un guadagno pari a 0,85%. Al rialzo i mercati emergenti, dove l indice azionario Morgan Stanley Emerging Markets ha segnato una variazione di 5,64%. Il mercato obbligazionario USA ha visto un movimento al ribasso dei rendimenti decennali (-0,19%), giunti al 2,53%. La curva americana, nel tratto 2-10, ha subito un flattening di 22,60 punti-base. In Europa il rendimento decennale tedesco è passato da 1,57% a 1,25%, con un flattening pari allo 0,19%. Sul fronte valutario, l Euro (trade-weighted) si è deprezzato di 1,39%; il Dollaro si è apprezzato di 0,57% contro Euro, mentre lo Yen giapponese ha subito un rialzo di 2,44% nei confronti della valuta unica. Il Fondo ha chiuso il trimestre con una performance pari a +0,16%. Date le dimensioni estremamente ridotte, si preferisce minimizzare l operatività di trading. La duration di portafoglio rimane attorno ai cinque mesi. Il profilo di rischio è sostanzialmente invariato. Gestori Rocco Bove Vittorio Fontanesi 10

15 NAV 30 giu ,080 Scomposizione per durata media finanziaria ,0% Riassunto performance (dalla partenza del Fondo) Rendimento complessivo 36,30% Rendimento annualizzato 2,26% Percentuale di mesi positivi 77,11% Percentuale di mesi negativi 22,89% Miglior mese 1,58% Peggior mese -0,65% Fonte: Bloomberg al 30 giu nov 00 giu 01 giu 02 giu 03 giu 04 giu 05 giu 06 giu 07 giu 08 giu 09 giu 10 Kairos Income giu 11 giu 12 giu 13 giu 14 Riassunto rischiosità Scomposizione del portafoglio per emittenti Rendimento del periodo 0,16% Rendimento da inizio anno 0,24% Volatilità mensile annualizzata 1,14% Rendimento ultimi 12 mesi in trimestri 0,25% Rendimento annuo composto 3 anni 0,25% Rendimento annuo composto 5 anni 0,42% Ex-ante: VaR (1 mese, 99%) -0,28% Ex-post: minor rendimento mensile* -0,06% Government 43,3% Financials 42,9% Industrials 4,5% Prime 5 posizioni per peso sul patrimonio del Fondo Crferr 3 1/2 03/23/15 17,8% Btps 3 04/15/15 12,5% Ccts 0 09/01/15 10,5% Btps 4 1/4 02/01/15 9,0% Ispim 0 03/30/15 8,7% Scomposizione del portafoglio per area geografica Italia 81,7% Francia 4,5% Spagna 4,5% *Il minor rendimento realizzato su base mensile (20 giorni) nel corso dell ultimo anno, escludendo l 1% dei peggiori risultati I risultati passati non sono indicativi di quelli futuri Risultati & Commenti 2 Trimestre Giugno 2014

16 Kairos Selection (fino al 30/04/2014 Kairos Small Cap) Il Fondo ha registrato nel secondo trimestre del 2014 una performance pari a -0,32%. La performance netta da inizio anno è +0,27%. I mercati azionari hanno registrato un trimestre positivo, sostenuti da utili societari in crescita, supporto delle banche centrali, flussi e operazioni straordinarie. L indice paneuropeo Stoxx Europe 600 ha chiuso il periodo su del 2,26%, guidato dai settori energy, healthcare e consumer staples. I settori technology, industrials e financials hanno invece registrato performance negative. Questi numeri riflettono una generale preferenza per gli investimenti a più alto rendimento e dividend yield, resi attraenti dalla discesa dei tassi governativi continuata nel periodo: il decennale americano ha chiuso il trimestre passando dal 2,72% di fine marzo al 2,53% a fine giugno, il Bund tedesco a 1,25% e il BTP a 2,85%. In questo scenario non sono comunque mancate le fasi di volatilità legate alla situazione geopolitica tra Russia e Ucraina, al momento parzialmente rientrata. Le elezioni europee hanno rafforzato il governo Renzi e rinnovato le speranze di riforme e ripresa in Italia. La BCE ha presentato nuove misure a sostegno del credito. Tra i contributori positivi del periodo si segnalano: Bellway Plc, Acea Spa e Mondi Plc. Gestore Kairos Investment Management Limited (UK) 12

17 NAV 30 giu ,930 Riassunto performance (dalla partenza del Fondo) Rendimento complessivo 108,90% Rendimento annualizzato 6,16% Percentuale di mesi positivi 64,86% Percentuale di mesi negativi 35,14% Miglior mese 7,86% Peggior mese -8,20% Fonte: Bloomberg al 30 giu 14 ott 10 mar 11 giu 11 set 11 dic 11 mar 12 giu 12 set 12 dic 12 mar 13 Kairos Selection giu 13 set 13 dic 13 mar 14 giu 14 Riassunto rischiosità Scomposizione del portafoglio per emittenti Rendimento del periodo -0,32% Rendimento da inizio anno 0,27% Volatilità mensile annualizzata 8,29% Rendimento ultimi 12 mesi in trimestri 4,40% Rendimento annuo composto 3 anni 2,48% Rendimento annuo composto 5 anni 4,05% Ex-ante: VaR (1 mese, 99%) -2,57% Ex-post: minor rendimento mensile* -1,61% Financials 7,52% Utilities 6,65% Cons. Discr. 5,00% Cons. St. 3,55% Financials 3,13% Materials 2,85% Info. Tech. 2,21% Energy 0,91% Telecom. Serv. 0,00% Prime 5 posizioni per peso sul patrimonio del Fondo Scomposizione del portafoglio per area geografica Bellway Plc 3,25% Airbus Group Nv 2,72% Mondi Plc 2,42% Cap Gemini 2,21% Acea Spa 2,19% Regno Unito 10,53% Italia 7,31% Francia 4,93% Stati Uniti 2,65% Svizzera 1,94% Finlandia 1,60% Danimarca 1,56% Austria 0,79% Svezia 0,44% Cipro 0,06% *Il minor rendimento realizzato su base mensile (20 giorni) nel corso dell ultimo anno, escludendo l 1% dei peggiori risultati I risultati passati non sono indicativi di quelli futuri Risultati & Commenti 2 Trimestre Giugno 2014

18 KIS Income Si fosse stimato l andamento del trimestre sulla base di aprile le prospettive sarebbero state cupe: rialzo azionario americano concentrato su pochi titoli, violente prese di profitto su small cap e settori a più alto beta e tensioni in Ucraina si sommavano a volumi molto bassi e il classico sell in May appariva in ogni ricerca di mercato. Contrariamente alle aspettative, maggio si è svolto sotto il segno di operazioni non convenzionali di politica monetaria espansiva da parte della BCE superiori alle aspettative di mercato e di dati molto soddisfacenti provenienti dall economia americana. Forte il cambio di prospettiva del mercato: basta vedere come la situazione in Ucraina non abbia più fatto notizia, declassata a questione regionale, e i problemi sull immobiliare cinese abbiano cominciato ad essere interpretati come forieri di iniezioni di liquidità dalla Bank of China. Ha fatto poi seguito giugno, con la BCE capace di sorprendere ulteriormente con tassi negativi e l annuncio del TLTRO per rilanciare il lending bancario alle piccole e medie aziende e quindi ripristinare il funzionamento del principale canale di trasmissione della politica monetaria; in aggiunta, la FED è parsa molto meno propensa ad anticipare i tempi sul rialzo dei tassi. I volumi non si sono mai ripresi ed il rischio di squeeze violenti al rial- zo o al ribasso è elevatissimo. Qualche dato: il mercato azionario USA ha vissuto una fase rialzista con una performance positiva dell indice S&P500 di 4,69%. L indice azionario europeo Euro Stoxx si è mosso in maniera contenuta, con un guadagno pari a 0,85%. Al rialzo i mercati emergenti, dove l indice azionario Morgan Stanley Emerging Markets ha segnato una variazione di 5,64%. Il mercato obbligazionario USA ha visto un movimento al ribasso dei rendimenti decennali (-0,19%), giunti al 2,53%. La curva americana, nel tratto 2-10, ha subito un flattening di 22,60 punti-base. In Europa il rendimento decennale tedesco è passato da 1,57% a 1,25%, con un flattening pari allo 0,19%. Sul fronte valutario, l Euro (trade-weighted) si è deprezzato di 1,39%; il Dollaro si è apprezzato di 0,57% contro Euro, mentre lo Yen giapponese ha subito un rialzo di 2,44% nei confronti della valuta unica. Il Comparto ha chiuso i tre mesi con una performance leggermente negativa pari a -0,14%, l esposizione al mercato è stata gestita tatticamente e la duration è stata mantenuta costante, prossima ai cinque mesi. La performance è stata negativamente influenzata dalle ridotte dimensioni del Fondo unite a flussi in entrata e in uscita che non hanno consentito di minimizzare le operazioni. Gestori Rocco Bove Vittorio Fontanesi 14

19 NAV 30 giu ,960 Scomposizione per durata media finanziaria % Riassunto performance (dalla partenza del Fondo) Rendimento complessivo 7,62% Rendimento annualizzato 1,01% Percentuale di mesi positivi 73,86% Percentuale di mesi negativi 26,14% Miglior mese 0,86% Peggior mese -0,58% Fonte: Bloomberg al 30 giu mar 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 KIS Income dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Riassunto rischiosità Scomposizione del portafoglio per emittenti Rendimento del periodo -0,14% Rendimento da inizio anno -0,05% Volatilità mensile annualizzata 0,66% Rendimento ultimi 12 mesi in trimestri -0,02% Rendimento annuo composto 3 anni 0,07% Rendimento annuo composto 5 anni 0,23% Ex-ante: VaR (1 mese, 99%) -0,21% Ex-post: minor rendimento mensile* -0,15% Government 67,1% Financials 50,2% Prime 5 posizioni per peso sul patrimonio del Fondo Crferr 3 1/2 03/23/15 17,7% Btps 4 1/4 02/01/15 14,9% Btps 6 11/15/14 11,8% Ccts 0 12/01/14 11,5% Sabsm 3 3/8 10/22/14 8,9% Scomposizione del portafoglio per area geografica Italia 82,5% Spagna 23,1% Francia 6,0% Stati Uniti 5,8% *Il minor rendimento realizzato su base mensile (20 giorni) nel corso dell ultimo anno, escludendo l 1% dei peggiori risultati I risultati passati non sono indicativi di quelli futuri Risultati & Commenti 2 Trimestre Giugno 2014

20 KIS Dynamic Si fosse stimato l andamento del trimestre sulla base di aprile le prospettive sarebbero state cupe: rialzo azionario americano concentrato su pochi titoli, violente prese di profitto su small cap e settori a più alto beta e tensioni in Ucraina si sommavano a volumi molto bassi e il classico sell in May appariva in ogni ricerca di mercato. Contrariamente alle aspettative, maggio si è svolto sotto il segno di operazioni non convenzionali di politica monetaria espansiva da parte della BCE superiori alle aspettative di mercato e di dati molto soddisfacenti provenienti dall economia americana. Forte il cambio di prospettiva del mercato: basta vedere come la situazione in Ucraina non abbia più fatto notizia, declassata a questione regionale, e i problemi sull immobiliare cinese abbiano cominciato ad essere interpretati come forieri di iniezioni di liquidità dalla Bank of China. Ha fatto poi seguito giugno, con la BCE capace di sorprendere ulteriormente con tassi negativi e l annuncio del TLTRO per rilanciare il lending bancario alle piccole e medie aziende e quindi ripristinare il funzionamento del principale canale di trasmissione della politica monetaria; in aggiunta, la FED è parsa molto meno propensa ad anticipare i tempi sul rialzo dei tassi. I volumi non si sono mai ripresi ed il rischio di squeeze violenti al rialzo o al ribasso è elevatissimo. Qualche dato: il mercato azionario USA ha vissuto una fase 16 rialzista con una performance positiva dell indice S&P500 di 4,69%. L indice azionario europeo Euro Stoxx si è mosso in maniera contenuta, con un guadagno pari a 0,85%. Al rialzo i mercati emergenti, dove l indice azionario Morgan Stanley Emerging Markets ha segnato una variazione di 5,64%. Il mercato obbligazionario USA ha visto un movimento al ribasso dei rendimenti decennali (-0,19%), giunti al 2,53%. La curva americana, nel tratto 2-10, ha subito un flattening di 22,60 punti-base. In Europa il rendimento decennale tedesco è passato da 1,57% a 1,25%, con un flattening pari allo 0,19%. Sul fronte valutario, l Euro (trade-weighted) si è deprezzato di 1,39%; il Dollaro si è apprezzato di 0,57% contro Euro, mentre lo Yen giapponese ha subito un rialzo di 2,44% nei confronti della valuta unica. Il Fondo ha chiuso il trimestre con una performance positiva pari a +1,86%. Abbiamo mantenuto un profilo di duration complessiva molto alto fino ad inizio giugno, soprattutto tramite futures sul bund, per poi parzialmente rimpiazzarlo con rischio di credito (mediante esposizione all indice itraxx Crossover). Data la scarsa liquidità del mercato abbiamo preferito ridurre l esposizione tramite titoli cash prendendo profitto, sostituendoli con l uso di derivati. In giugno abbiamo anche aumentato l esposizione valutaria, prevalentemente alla Sterlina. Gestori Rocco Bove Vittorio Fontanesi

21 NAV 30 giu ,090 Riassunto performance (dalla partenza del Fondo) Rendimento complessivo 24,62% Rendimento annualizzato 2,88% Percentuale di mesi positivi 61,29% Percentuale di mesi negativi 38,71% Miglior mese 2,13% Peggior mese -2,14% Fonte: Bloomberg al 30 giu ott 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 KIS Dynamic dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Riassunto rischiosità Informazioni Esposizione Obbligazionaria aggiuntive Rendimento del periodo 1,86% Rendimento da inizio anno 3,48% Volatilità mensile annualizzata 2,96% Rendimento ultimi 12 mesi in trimestri 4,24% Rendimento annuo composto 3 anni 2,67% Rendimento annuo composto 5 anni 2,76% Ex-ante: VaR (1 mese, 99%) -3,21% Ex-post: minor rendimento mensile* -0,72% Bond 2,76 2,76 EUR 0-2 0,09 0, ,07 1, ,73 0, ,50 0,50 USD ,10 0,10 GBp 5-7 0,26 0,26 Prime 5 posizioni per peso sul patrimonio del Fondo Dbri /15/23 6,90% Gtb 0 09/05/14 6,65% Eib 3 5/8 01/15/21 5,29% Kedgrp 4 5/8 04/24/19 4,53% Renaul 2 1/8 11/24/14 4,53% *Il minor rendimento realizzato su base mensile (20 giorni) nel corso dell ultimo anno, escludendo l 1% dei peggiori risultati I risultati passati non sono indicativi di quelli futuri Risultati & Commenti 2 Trimestre Giugno 2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

DAILY REPORT 20 Agosto 2014

DAILY REPORT 20 Agosto 2014 DAILY REPORT 20 Agosto 2014 I DATI DELLA GIORNATA PROVE DI TENUTA? Ieri abbiamo esaminato l indice Dax. Per certi versi le dinamiche degli ultimi 2 anni sembrano le stesse, anche se il terreno un tantino

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI Rassegna Stampa PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI 12 Giugno 2015 Scritto da: Redazione Grande successo per la prima serata

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli