-

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.valcavi.it - info@valcavi.it"

Transcript

1 Diapositiva 1 Studio Legale Valcavi Universitàdegli Studi di Bergamo Studio Legale Bellofiore IL COMMERCIO NELL ERA DIGITALE seminario sugli aspetti economici e legali dell'e-commerce LA CONCORRENZA ED INTERNET Bergamo, 25 maggio 2001 Aula 2-Via SalVecchio venerdì 25 maggio

2 Diapositiva 2 Concorrenza ed Internet PRINCIPI GENERALI GENERALI SULLA SULLA CONCORRENZA venerdì 25 maggio

3 Diapositiva 3 Origini delle regole della concorrenza Sono sorte come creazione giurisprudenzialenella seconda metà dell ottocento per colmare il vuoto creatosi in seguito all abolizione dei tradizionali ordinamenti corporativi e per fissare così le regole del gioco concorrenziale. venerdì 25 maggio

4 Diapositiva 4 Effetti TIPIZZAZIONE DEGLI ATTI CONCORRENZIALI produttivi di conflitti tra gli imprenditori. Condanna di tutti quei comportamenti che non erano rispettosi del principio fondamentale per cui l imprenditore deve trarre i frutti legittimi del suo lavoro senza che alcuno possa appropriarsene senza titolo. venerdì 25 maggio

5 Diapositiva 5 CREAZIONE DI UN MODELLO DI MERCATO Che fissa regole deontologiche per la professione imprenditore Consente anche un buon funzionamento dei mercati a vantaggio dell intera collettività venerdì 25 maggio

6 Diapositiva 6 Recepimento RECEPIMENTO del MODELLO di MERCATO Nell articolo 2598 codice civile, con il quale vengono sanzionati i comportamenti contrari al modello di mercato posti in essere da imprenditori in concorrenza tra loro venerdì 25 maggio

7 Diapositiva 7 DUBBIO Applicabilità delle regole di concorrenza (art codice civile) ai conflitti tra Professionisti intellettuali Artisti NO Netta distinzione tra impresa e professione intellettuale (v n 3 c.c danneggiare altrui azienda ) SI Applicazione analogica Ad esempio: concorrenza tra complessi di musica venerdì 25 maggio

8 Diapositiva 8 Principi generali FONTI Codice Civile: CODICE CIVILE ART venerdì 25 maggio

9 Diapositiva 9 Articolo 2598 n 1 c.c. Compie atti di concorrenza sleale chi Usa segni distintivi idonei a produrre confusione con i nomi o con i segni distintivi legittimamente usati da altri o imita servilmente i prodotti di un concorrente, o compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l attività del concorrente. venerdì 25 maggio

10 Diapositiva 10 CONCORRENZA SLALE PER CONFUSIONE Art n 1 c.c. Tre ipotesi di concorrenza accomunate dalla loro idoneità a creare confusione nel mercato sui prodotti o sulla attività di un dato imprenditore venerdì 25 maggio

11 Diapositiva 11 CONCORRENZA SLALE PER CONFUSIONE E vietato quel comportamento dell imprenditore che è idoneo ad incidere sulle libere scelte dei consumatori, così che gli stessi siano indotti ad attribuire determinati prodotti o attività ad un imprenditore diverso rispetto a quello cui appartengono effettivamente. venerdì 25 maggio

12 Diapositiva 12 CONCORRENZA SLALE PER CONFUSIONE Il giudizio di confondibilità è da effettuarsi caso per caso; perché possa versi confusione è necessario che l elemento imitato possa essere percepito dal consumatore come segno di riconoscimento; l imitazione deve avere una concreta idoneità a confondere il mercato (il comsumatore medio); il giudizio di confondibilità si fonda su una valutazione dell impressioneche la somiglianza dei segni o dell aspetto esteriore dei prodotti suscita nel consumatore medio sulla base di un esame rapido e sintetico venerdì 25 maggio

13 Diapositiva 13 Articolo 2598 n 2 c.c. Compie atti di concorrenza sleale chi diffonde notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull attività di un concorrente idonei a determinare discredito; si appropria di pregi dei prodotti o dell impresa di un concorrente venerdì 25 maggio

14 Diapositiva 14 Articolo 2598 n 2 c.c. CONCORRENZA SLEALE PER APPROPRIAZIONE DI PREGI venerdì 25 maggio

15 Diapositiva 15 CONCORRENZA SLEALE PER APPROPRIAZIONE DI PREGI Presenta soprattutto nella sua applicazione pratica notevoli punti di contatto con gli atti di confusione (art n 1 c.c.) ricorre nel caso in cui l imprenditore attribuisce ai suoi prodotti o alla sua impresa pregi propri della impresa concorrente, determinando così nel pubblico l idea che il prodotto da lui fornito o la sua impresa abbiano le stesse qualità o gli stessi pregi di quella concorrente. Esempio tipico è uso illecito di una denominazione di venerdì 25 maggio origine controllata.

16 Diapositiva 16 Articolo 2598 n 3 c.c. Compie atti di concorrenza sleale chi Si avvale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l altrui azienda. venerdì 25 maggio

17 Diapositiva 17 Articolo 2598 n 3 c.c. Norma di chiusura: consente un adeguamento del sistema Serie aperta in costante evoluzione. Si tratta di atti atipici, da valutarsi di volta in volta venerdì 25 maggio

18 Diapositiva 18 Articolo 2598 n 3 c.c. ESEMPI TIPICI Il parassitismo economico (imitazione e sfruttamento del lavoro altrui che non ricade nell ipotesi n 1 e 2); Imitazione sistematica di iniziative di mercato poste in essere da un imprenditore concorrente. Uso di prodotti altrui e venduti come propri dopo rimozione del marchio e sostituzione con uno proprio. Vendita dei prodotti sottocosto. venerdì 25 maggio

19 Diapositiva 19 Applicazione dei principi alla concorrenza in Internet Concorrenza e Domain name (Art nn. 1 e 2 c.c.) Concorrenza e linking (art n 3 c.c.) Concorrenza e meta-tags(art n 1 e 3) Concorrenza e framing(art n 1, 2 e 3 c.c.) venerdì 25 maggio

20 Diapositiva 20 Domain name Gli host computers (ovvero i computers collegati alla Rete e contenenti dati consultabili dal navigatore)sono identificati da un indirizzo univoco, cioè da un codice costituito da una serie di numeri divisi da punti (i.e. quelli che appaiono sulla barra in basso di Explorer) Questo è l indirizzo I.P. (Internet Protocol Number) venerdì 25 maggio

21 Diapositiva 21 Indirizzo I.P. Perfettamente funzionale per esigenze di identificazione e non confondibilitàdei siti Poco adatto ad un facile utilizzo e ad una Facile memorizzazione venerdì 25 maggio

22 Diapositiva 22 Soluzione Attribuzione accanto all indirizzo I.P. di un indirizzo costituito da parole /parole e numeri / gruppi di parole precedute dalla sigla WWW. (World Wide Web) Si tratta del c.d. Domain Name System (D.N.S.) venerdì 25 maggio

23 Diapositiva 23 Digitazione indirizzo D.N.S. Browser provvede alla conversione automatica dell indirizzo D.N.S. in indirizzo I.P. Collegamento al sito desiderato venerdì 25 maggio

24 Diapositiva 24 INDIRIZZO D.N.S. È composto da un numero di caratteri (lettere o numeri) posti dopo la tripla w (18 o 24 massimo complessivamente); Una parte dell indirizzo ovvero il suffisso di due o tre lettere posto dopo il punto è indicata come TOP LEVEL DOMAIN (T.L.D.); La restante parte è qualificata come SECOND LEVEL DOMAIN (S.L.D.). venerdì 25 maggio

25 Diapositiva 25 convegno (S.L.D.) www. (T.L.D.) venerdì 25 maggio

26 Diapositiva 26 T.L.D. Tematico.com (attività commerciali).gov (enti governativi).org(organizzazione no-profit).net (rete di reti) Geografico.it (Italia).uk (Regno Unito).fr (Francia) venerdì 25 maggio

27 Diapositiva 27 Nuovi T.L.D. tematici I.C.A.N.N. Internet Corporation for Assigned Names and Numbers.biz.info Prossimamente.aero /.coop /.museum /.name /.pro venerdì 25 maggio

28 Diapositiva 28 Il caso di.tv Si tratta del T.L.D. dell Isola di TUVALU Una società americana (www.tv) ha acquistato tutti i domini e li ha messi in vendita Da T.L.D. geografico a T.L.D. tematico per le stazioni televisive (www.rai.tv) venerdì 25 maggio

29 Diapositiva 29 Problemi per il T.L.D. Non esiste alcun reale controllo sulla effettiva congruità del suffisso prescelto rispetto alla attività svolta nel sito Necessità di effettuare un intervento di riforma. Difficoltà di sottrarre all ICANN il controllo venerdì 25 maggio

30 Diapositiva 30 SECOND LEVEL DOMAIN (S.L.D.) Parte centrale ( cuore ) dell indirizzo D.N.S. www. convegno.it venerdì 25 maggio

31 Diapositiva 31 SECOND LEVEL DOMAIN (S.L.D.) L internazionalità della Rete e la necessità che ad ogni indirizzo corrisponda in modo certo un unico utente hanno suggerito di di fissare degli standard internazionali e di creare delle apposite autorità che, a livello locale, verifichino il pieno rispetto di tali regole. venerdì 25 maggio

32 Diapositiva 32 SECOND LEVEL DOMAIN (S.L.D.) In ITALIA sono state istituite: la R.A. ( REGISTRATION AUTHORITY) (info: Il N.I.C. (NAMING AUTHORITY) venerdì 25 maggio

33 Diapositiva 33 Registration Authority Potere normativo ed organizzativo Gestisce e mantiene il database dei nomi a dominio sotto il cctld "it", detto anche "Registro dei Nomi Assegnati" (R.N.A.) Naming Authority Funzioni di carattere operativo venerdì 25 maggio

34 Diapositiva 34 Regole fissate dalla N.A. per domini.it. 1. Legittimati ad avanzare richiesta di registrazione sono le associazioni, le persone giuridiche e le persone fisiche purchè apparteneti alla U.E. 2. La persona non dotata di partita IVA non può registrare più di un dominio; 3. Non può essere avanzata richiesta di registrazione per assegnazione di nomi riservati. In sostanza, si tratta dei nomi geografici elencati all indirizzo venerdì 25 maggio

35 Diapositiva 35 Regole fissate dalla N.A. per domini.it. I domini vengono assegnati secondo l ordine cronologico delle richieste (FIRST COME, FIRST SERVED) La richiesta deve essere finalizzata all effettivo utilizzo del domain name, perché secondo una formula consolidatasi negli U.S.A. chi richiede un indirizzo deve avere la bona fide intention to use the domain name on a regular basis on the Internet non "visibilita'/raggiungibilita'" degli oggetti appartenenti al nome a dominio assegnato per piu' di tre mesi venerdì 25 maggio

36 Diapositiva 36 Regole fissate dalla N.A. per domini.it. La domanda deve essere inoltrata attraverso un modulo elettronico e deve essere accompagnata da una lettera di assunzione di responsabilità (lettera di A.R.) con cui il richiedente dichiara di conoscere i principi fondamentali di utilizzo di Internet e di aver preso visione delle norme predisposte dalla N.A.; Il nome una volta assegnato può essere sospeso o revocato su richiesta del titolare / per ordine dell Autorità Giudiziaria / del Collegio arbitrale /direttamente dalla R.A. venerdì 25 maggio

37 Diapositiva 37 Procedura di contestazione Se un soggetto ritiene che siano state violate le regole di naming può, in aggiunta al ricorso alla Autorità giudiziaria, inviare alla R.A. una raccomandata di contestazione (art. 14 regolamento versione 3.5, in vigore dal 16 maggio 2001), indicandone i motivi; L Autorità provvede ad informare l assegnatario e ad aggiungere il dominio nell apposito registro in cui sono inseriti tutti i nomi assegnati (R.N.A.) che si tratta di valore contestato/ challenged value Si deve dare avvio alla procedura arbitrale (art. 15) o a quella di riassegnazione(art. 16). venerdì 25 maggio

38 Diapositiva 38 Quando possono sorgere dispute sui nomi a dominio? Quando con il nome a dominio (ed in particolare con il suo S.L.D.) si mira a facilitare l individuazione del proprio sito utilizzando espressioni generiche (ad esempio: Quando il S.L.D. è composto da marchi o altri segni distintivi altrui DOMAIN GRABBING venerdì 25 maggio

39 Diapositiva 39 DOMAIN GRABBING Concorrenza sleale di tipo confusorioe per attività contraffattoria A) Conflitti relativi all uso, come nome a dominio di un marchio registrato; B) Conflitti relativi all uso, come nome a dominio di un marchio non registato, ma di fatto; C) Conflitti relativi all uso, come nome a venerdì 25 maggio dominio della ditta/insegna/ragione soc.

40 Diapositiva 40 DOMAIN GRABBING Casi pratici SUB A) Tribunale di Milano 3 giugno 1997 Amadeus Marketing c/ Logica S.r.l. Ha condannato una società che aveva registrato come indirizzo Internet un marchio registrato da altri. La società che utilizzava il domain name si limitava a gestire un sito Internet che ospitava links ad altri siti e che, pertanto, non era in diretta concorrenza con l attività del titolare del marchio. Il fatto che si trattasse di un marchio registrato e che fossero ospitati links a siti in potenziale concorrenza con l attività del titolare del marchio (operante nel settore turistico) è stato ritenuto sufficiente per qualificare la registrazione del dominio come domain grabbing. venerdì 25 maggio

41 Diapositiva 41 DOMAIN GRABBING Casi pratici SUB B) Tribunale di Cagliari 30 marzo 2000 TISCALI c/ Marcialis Tiscali registra il marchio ANDALAe, dopo averlo utilizzato di fatto. Dopo aver ottenuto il marchio chiede la registrazione del nome a dominio ma questo è stato già registrato da altri. La particolarità del caso era data dal fatto che, all atto della presentazione della domanda di assegnazione del dominio, il marchio non era ancora registrato, ma era stato di fatto utilizzato da Tiscali e divenuto celebre. SITUAZIONE OMOLOGA A QUELLA DEI MARCHI DI FATTO venerdì 25 maggio

42 Diapositiva 42 DOMAIN GRABBING Casi pratici SUB C) Tribunale di Milano 3 febbraio 2000 Bancalavoro.com S.r.l.c/ Jobber S.r.l. In questo caso Jobber aveva registrato il dominio bancalavoro.net Il Giudice ha ritenuto che in questo caso fosse illegittima la richiesta di registrazione non solo perchè in conflitto con il marchio registrato, ma anche perché identico alla ragione sociale di Bancalavoro.comS.r.l., non avendo il suffisso.net reale capacità distintiva. venerdì 25 maggio

43 Diapositiva 43 DOMAIN GRABBING Casi pratici Domain name = segni distintivi Tribunale Pescara 9 gennaio 1997; Tribunale Roma 2 agosto 1997; Pretura di Valdagno 27 maggio 1998; Tribunale Vicenza 6 luglio 1998; Tribunale Reggio E. 29 maggio 2000 Domain name=/ segni distintivi Tribunale Bari 24 luglio 1997; Tribunale Firenze 29 giugno venerdì 25 maggio

44 Diapositiva 44 DOMAIN GRABBING Casi pratici NO TUTELA Tribunale di Firenze 29 giugno 2000 Sabena S.p.A.c/ Ditta A&A In questo caso A&A (agenzia di viaggi) aveva registrato il nome a dominio Sabena S.p.A. (titolare del marchio Sabena e del dominio aveva chiesto la restituzione dell indirizzo. Il Tribunale ha ritenuto che non vi sarebbe alcuna corrispondenza tra marchio e domain name, perché questo rappresenterebbe non un segno distintivo, ma un semplice indirizzo di un computer collegato alla Rete, simile ad un numero telefonico. Siccome nessuno ha mai avanzato domanda di tutela per un indirizzo o per un numero telefonico NO TUTELA venerdì 25 maggio

45 Diapositiva 45 CONCORRENZA SLEALE E LINKING Link:Collegamento ipertestuale utilizzato nella Rete per collegare in modo rapido ed immediato pagine web. Si ricorre al linking anche per implementare il contenuto del proprio sito web. Linking in: permette di saltare da una pagina all altra di un sito (sempre lecito) Linking out: permette di saltare da una pagina di un sito a quella di un altro (problemi di tutela del diritto d autore e delle regole di concorrenza) venerdì 25 maggio

46 Diapositiva 46 DEEP LINKING Linking out SURFACE LINKING venerdì 25 maggio

47 Diapositiva 47 CONCORRENZA SLEALE DEEP-LINKING Con il deep-linking si aggira la homepageo welcomepage del sito cui si è reindirizzati con il link. Impedisce visibilità dell autore dei contenuti della pagina a cui si è linkati e degli sponsor (presenti normalmente sulla homepage) del sito. Riduce appetibilità al sito. Violazione diritto d autore perché soprattutto se effettuato con framing l autore del contenuto è ritenuto il titolare del sito che contiene il link. venerdì 25 maggio

48 Diapositiva 48 CONCORRENZA SLEALE SURFACE-LINKING Con il surface - linkingnon si aggira la homepage o welcomepage. Si consente la piena identificazione dell autore del testo e della pagina. Si evitano gli effetti negativi cui sopra si è accennato. Allo stato è considerato lecito,purchè non strumentalizzato per concorrenza sleale denigratoria. venerdì 25 maggio

49 Diapositiva 49 SI -lecito CONCORRENZA SLEALE DEEP-LINKING CASI PRATICI Tribunale Rotterdam Ogni titolare di un sito che si collega alla Rete implicitamente invita gli altri a costruire link nei suoi confronti (implied license to link). NO illecito Tribunale di Parigi 26 gennaio 2000 Viola la proprietà intellettuale del sito linkato; ; è necessaria autorizzazione venerdì 25 maggio

50 Diapositiva 50 CONCORRENZA SLEALE FRAMING L utilizzo deiframein un sito web consente di realizzare due o più sezioni indipendenti all interno di una unica pagina web: spesso si ricorre all utilizzo di frame per visualizzare all interno della propria pagina web il contenuto di un altro sito, evitando così l uscita dal proprio sito, come accade nel caso di semplice linking. venerdì 25 maggio

51 Diapositiva 51 CONCORRENZA SLEALE FRAMING venerdì 25 maggio

52 Diapositiva 52 CONCORRENZA SLEALE FRAMING Unica parte originale creata dal titolare del sito Parte realizzata da altri e sfruttata da chi utilizza il framing venerdì 25 maggio

53 Diapositiva 53 CONCORRENZA SLEALE FRAMING L utilizzo deiframein un sito web deve essere normalmente soggetto ad autorizzazione (licenza) intervenuta tra titolare del sito che utilizza il framing (c.d. framer) ed il titolare dei diritti sulla pagina ospitata. E necessario che sia anche specificato chi è il vero autore dei contenuti. venerdì 25 maggio

54 Diapositiva 54 CONCORRENZA SLEALE FRAMING: CASI PRATICI SI CONCORRENZA SLEALE Total News C/ Washington Post NO CONCORRENZA SLEALE Futuredontics C/ A.A.Inc. venerdì 25 maggio

55 Diapositiva 55 SI CONCORRENZA SLEALE Caso TOTAL NEWS (20 febbraio 97) Total News gestiva un sito che attraverso hyperlink e frames ospitava al suo interno le pagine web dei giornali del Southern District of New York I giornali ospitati hanno accusato Total News di essere un sito parassitarioperché privo di un proprio contenuto (sfrutta il lavoro di altri). Total News si richiama alla teoria della implied license to link. SOLUZIONE: accordo.total News può fare link, ma senza usare marchi e logo dei giornali. Il collegamento ipertestuale può essere fatto solo con indicazione URL venerdì 25 maggio

56 Diapositiva 56 NO CONCORRENZA SLEALE Caso FUTUREDONTICS (23 luglio 98) Caso FUTUREDONTICS (23 luglio 98) A.A. Inc. gestiva un sito che con l utilizzo dei frames richiamava le pagine del sito di Futuredontics. Contemporaneamente altri frames del sito di A.A. Inc. fornivano informazioni su prodotti e servizi di A.A. Inc. Corte di Appello del Ninth Circuit ha negato che vi sia alcun illecito o violazione del copyright venerdì 25 maggio

57 Diapositiva 57 CONCORRENZA SLEALE Meta Tags HTML: Acronimo per Hyper Text Markup Language. La caratteristica specifica di tale linguaggio di descrizione internazionale delle pagine web è quella di contenere i tags che determinano gli attributi grafici e di testo della pagina. Tra i più significativi tagsvi sono i meta- tags,, ovvero gli elementi descrittivi del contenuto della pagina, utilizzato dai motori di ricerca per identificare e classificare le migliaia di pagine e siti web. Maggiori informazioni sono ricavabili gratuitamente su venerdì 25 maggio

58 Diapositiva 58 CONCORRENZA SLEALE Meta Tags C.d.O. Milano, 3 febbraio 1997 Comunicato al C.d.O. di Milano il 22 Dicembre venerdì 25 maggio

59 Diapositiva 59 CONCORRENZA SLEALE Meta Tags <head> <title>studio Legale Valcavi - History</title> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=iso "> <meta name="generator" content="microsoft FrontPage 3.0"> <meta name="keywords keywords" content="studio legale law firm servizi legali legal service avvocato lawyer consulenza giuridica law consulting italian right diritto italiano diritto civile civil law. "> </head> venerdì 25 maggio

60 Diapositiva 60 CONCORRENZA SLEALE Meta Tags NO CONCORRENZA SLEALE Welles C/ Playboy Enterprises SI CONCORRENZA SLEALE Tribunale Roma 18 gennaio 01 venerdì 25 maggio

61 Diapositiva 61 SI CONCORRENZA SLEALE Tribunale Roma 18 gennaio 01 Genertel c/ Crowe S.r.l. Crowe gestiva un sito Internet per la vendita di polizze che all indirizzo aveva un codice HTML contenete la parola chiave, nella descrizione della pagina, GENERTEL. Il Tribunale ha condannato CROWE per sviamento della clientela e per concorrenza sleale contro Genertel. venerdì 25 maggio

62 Diapositiva 62 NO CONCORRENZA SLEALE Welles C/ Playboy Enterprises La Sig.raWellesera stata playmatedell anno 1981 ed erano stati pubblicati alcuni servizi su di lei in Playboy nei primi anni 80. Ha realizzato un sito che pubblicizzava la sua immagine e suoi prodotti; il codice HTML della pagina comeparole chiave playboy e playmate NO illecitoperché si tratta di un codice attraverso il quale si mirava unicamente a decrivere completamente la persona di Welles. venerdì 25 maggio

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema MARCO BIANCHI Internet è una rete telematica mondiale strutturata in codici di

Dettagli

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo Diritto Industriale e del Commercio Internazionale aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo CONCORRENZA SLEALE art. 2598 e ss. c.c. (primo intervento normativo statale specifico) atti di concorrenza sleale

Dettagli

Tutela giuridica delle banche di dati

Tutela giuridica delle banche di dati Norme di riferimento Tutela giuridica delle banche di dati Corso Nuove tecnologie e diritto 8 maggio 2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Legge 22 aprile 1941 n. 633. Protezione del diritto

Dettagli

lezione 8 Rapporti commerciali in internet La tutela dei segni distintivi e della concorrenza in internet

lezione 8 Rapporti commerciali in internet La tutela dei segni distintivi e della concorrenza in internet lezione 8 Rapporti commerciali in internet La tutela dei segni distintivi e della concorrenza in internet Tutela dei domain name Atti di concorrenza sleale (metatag, keywords, deep link e framing) Cosa

Dettagli

Lezione n. 10. La tutela delle informazioni commerciali: domain name e concorrenza sleale in internet

Lezione n. 10. La tutela delle informazioni commerciali: domain name e concorrenza sleale in internet Lezione n. 10 La tutela delle informazioni commerciali: domain name e concorrenza sleale in internet Disciplina della concorrenza in internet Tutela dei domain name Atti di concorrenza sleale (metatag,

Dettagli

I nomi di dominio. Domain Name Server

I nomi di dominio. Domain Name Server Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre I nomi di dominio Lezione 7 prof. Monica Palmirani Domain Name Server Gli IP sono quindi numeri che identificano una

Dettagli

I nomi a dominio Corso Nuove tecnologie e diritto

I nomi a dominio Corso Nuove tecnologie e diritto I nomi a dominio Corso Nuove tecnologie e diritto 3 maggio 2006 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Cos è un nome a dominio - Combinazione di lettere e numeri a cui sono associati univocamente uno

Dettagli

Proprietà Intellettuale

Proprietà Intellettuale Proprietà Intellettuale INTRODUZIONE PROPRIETA INDUSTRIALE DIRITTO D AUTORE La proprietà intellettuale comprende la proprietà industriale, il diritto d autore e i diritti connessi. La proprietà industriale

Dettagli

Rivoluzione industriale Liberismo economico LIVELLI OTTIMALI DI QUALITA E DI PREZZI

Rivoluzione industriale Liberismo economico LIVELLI OTTIMALI DI QUALITA E DI PREZZI fine XVIII inizio XIX Rivoluzione industriale Liberismo economico Libertà di accesso al mercato Regime concorrenziale GARANTISCONO LIVELLI OTTIMALI DI QUALITA E DI PREZZI VALORIZZAZIONE DEGLI OPERATORI

Dettagli

La tutela del marchio via internet

La tutela del marchio via internet 1 La tutela del marchio via internet Camera di Commercio di Genova 13 Ottobre 2009 Dott.ssa Loredana Mansi Consulente Marchi Community Trademark and Design Attorney Che cosa è Internet Mappa globale della

Dettagli

I nuovi domini Internet

I nuovi domini Internet I nuovi domini Internet Lucca, 2 Dicembre 2014 IP Attorney 1 giovedì 27 novembre 14 Internet Funziona attraverso la cooperazione di due programmi distinti: Client di cui è in possesso l utente finale e

Dettagli

CONTRATTO Tra. la società con sede in. cod. fiscale p. IVA/VAT REA

CONTRATTO Tra. la società con sede in. cod. fiscale p. IVA/VAT REA la società con sede in CONTRATTO Tra cod. fiscale p. IVA/VAT REA telefono e-mail legalmente rappresentata da nel seguito del presente accordo denominata Provider/Maintainer e l Istituto di Informatica

Dettagli

L utente generico può saltare da un punto all altro del documento o da un documento all altro seguendo i link

L utente generico può saltare da un punto all altro del documento o da un documento all altro seguendo i link WWW: World Wide Web Definizione di ipertesto Un Ipertesto è un documento che contiene al suo interno link (collegamenti) ad altri documenti o ad altre sezioni dello stesso documento. Le informazioni non

Dettagli

LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO

LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO PRINCIPI GENERALI E PROFILI APPLICATIVI Roma, 26 settembre 2007 IL NOME A DOMINIO Alla base della new economy il nome a dominio NON è una provocazione IL NOME A DOMINIO/2

Dettagli

La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology

La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology Il ruolo dei diritti di privativa per le aziende del web 2.0 Avv. Nicolò Ghibellini - www.avvghibellini.com I diritti di proprietà

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

La contraffazione su Internet dei segni distintivi dell impresa: quali tutele ad opera della legislazione in materia

La contraffazione su Internet dei segni distintivi dell impresa: quali tutele ad opera della legislazione in materia La contraffazione su Internet dei segni distintivi dell impresa: quali tutele ad opera della legislazione in materia - 10 dicembre 2013 - Camera di Commercio di Torino 1 PECULIARITA DI INTERNET visibilità

Dettagli

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza

Dettagli

I DOMAIN NAMES. I DOMAIN NAMES - Prima domanda: Cos e un domain name?

I DOMAIN NAMES. I DOMAIN NAMES - Prima domanda: Cos e un domain name? I DOMAIN NAMES 16/07/2002 M. C. De Vivo - Copyfree (*) 1 (*) Chiunque può copiare e distribuire questo documento per uso personale con l unico obbligo di citare la fonte e non modificare il contenuto per

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CASATASSO.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CELLASHIRLEY.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

LA PUBBLICITÀ NEL FRANCHISING

LA PUBBLICITÀ NEL FRANCHISING LA PUBBLICITÀ NEL FRANCHISING PROF. AVV. ALDO FRIGNANI Professore di diritto privato dell Unione Europea, Università degli studi di Torino Frignani Virano & Associati studio legale, Torino www.studiofrignani.com

Dettagli

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it Ver. 3.0 Assegnazione dei nomi a dominio nel SLD gov.it 1 Sommario 1 GLOSSARIO 3 2 RIFERIMENTI NORMATIVI E TECNICI 3 3 ASPETTI GENERALI 4 3.1 PREMESSA

Dettagli

I nomi a dominio. Cos è un nome a dominio. I ND nel Codice della proprietà industriale

I nomi a dominio. Cos è un nome a dominio. I ND nel Codice della proprietà industriale Cos è un nome a dominio I nomi a dominio Corso Nuove tecnologie e diritto 8 maggio 2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it - Combinazione di lettere e numeri a cui sono associati univocamente uno

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS)

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura Camera Arbitrale di Milano www.camera-arbitrale.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Nestlé Italiana S.p.A. (dott. Luca Barbero)

Dettagli

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 1 Internet è una rete che collega centinaia di milioni di computer in tutto il mondo 2 Le connessioni sono dei tipi più disparati;

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Ricorrente: Ermes Ceramiche s.p.a. (avv. Mario Preite) Resistente: Benson and Partner ltd Collegio (unipersonale): avv. prof. Andrea Sirotti

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT. Avv. Alessandra Ferreri. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT. Avv. Alessandra Ferreri. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): VITTORIA ASSICURAZIONI S.P.A. Rappresentata dall Avv. Marco Francetti VITTORIA

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT Vers.1/2013 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

Centro Studi Anticontraffazione LA CONTRAFFAZIONE ON-LINE. Avv. Daniele Caneva Milano, 24 marzo 2011

Centro Studi Anticontraffazione LA CONTRAFFAZIONE ON-LINE. Avv. Daniele Caneva Milano, 24 marzo 2011 Centro Studi Anticontraffazione LA CONTRAFFAZIONE ON-LINE Avv. Daniele Caneva Milano, 24 marzo 2011 Due gruppi di illeciti che riguardano la violazione on-line di diritti di proprietà industriale e intellettuale

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini, Trieste, 4 aprile 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini, Trieste, 4 aprile 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT Ricorrente: Total S.A. (avv. Fabrizio Jacobacci, dott. Massimo Introvigne) Resistente: sig. Luigi Marruso Collegio (unipersonale): prof. avv. Alfredo

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT Ricorrente: Missitalia s.r.l. (Avv. Vincenzo Annibale Larocca) Resistente: Sim Trader s.r.l. Collegio (unipersonale): avv. Giuseppe Loffreda

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima IL MERCATO E LE FONTI. Capitolo Primo IL MERCATO INFORMATICO E VIRTUALE

INDICE SOMMARIO. Parte Prima IL MERCATO E LE FONTI. Capitolo Primo IL MERCATO INFORMATICO E VIRTUALE Premessa... XV Parte Prima IL MERCATO E Capitolo Primo IL MERCATO INFORMATICO E VIRTUALE 1. Nozionediinformaticaetelematica... 6 2. Larivoluzionetelematica:dallospaziorealeallospaziovirtuale... 8 3. Le

Dettagli

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI 1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET: RETE ARPANET:collegava computer geograficamente distanti per esigenze MILITARI, poi l uso venne esteso alle UNIVERSITA ed in seguitoatuttiglialtri.

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 6 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 6 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT Ricorrente: Games Bond s.r.l. (avv. Marco Cucciatti) Resistente: Big One s.r.l. Collegio (unipersonale): avv. Francesca D Orsi Svolgimento della

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%.

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. La capacità di una rete, ovvero il volume di traffico che è in grado di trasmettere, dipende dalla larghezza

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT MEDIONET S.R.L. Dr. Luca Barbero. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT MEDIONET S.R.L. Dr. Luca Barbero. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Euronics Italia S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) MEDIONET

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO Normativa di riferimento: Decreto legislativo 10 febbraio 2005 n. 30 "CODICE DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE". DECRETO 13 gennaio 2010 n.

Dettagli

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it Ver. 2.1 Assegnazione dei nomi a dominio nel SLD gov.it 1 Sommario 1 INTRODUZIONE 3 1.1 PREMESSA 3 1.2 PRINCIPI DI BASE 3 1.2.1 NOMI A DOMINIO

Dettagli

TOMO I. Capitolo 1 IL COMMERCIO ELETTRONICO E LE REGOLE DEL MERCATO di Vincenzo Franceschelli

TOMO I. Capitolo 1 IL COMMERCIO ELETTRONICO E LE REGOLE DEL MERCATO di Vincenzo Franceschelli INDICE SOMMARIO TOMO I Premessa diguidoalpa... XVII Presentazione divincenzofranceschelli... XXXVII INTRODUZIONE ALLA TERZA EDIZIONE di Emilio Tosi 1. Interneteil«WorldWideWeb»:dalrealealvirtuale... 1

Dettagli

I Problemi Giuridici i Internet. dirittn dellf informatica 1. Giuffre editore. a cura di Emilio Tosi. Collana diretta da Guido Alpa

I Problemi Giuridici i Internet. dirittn dellf informatica 1. Giuffre editore. a cura di Emilio Tosi. Collana diretta da Guido Alpa dirittn dellf informatica 1 Collana diretta da Guido Alpa ' I Problemi Giuridici i Internet a cura di Emilio Tosi Premessa di G. Alpa Presentazione di V. Franceschelli Contributi di: M. Barbarisi - G.

Dettagli

PRIVACY POLICY. STARBYTES è il servizio di lavoro on line realizzato da Reply Spa.

PRIVACY POLICY. STARBYTES è il servizio di lavoro on line realizzato da Reply Spa. PRIVACY POLICY Le seguenti previsioni relative al trattamento dei dati personali sono indirizzate a tutti gli Utenti del sito www.starbytes.it ("Sito"), coerentemente con quanto previsto dal relativo Regolamento

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

LA GESTIONE DEL BUSINESS NELL ECONOMIA DIGITALE E-BUSINESS COME LEVA STRATEGICA D IMPRESA

LA GESTIONE DEL BUSINESS NELL ECONOMIA DIGITALE E-BUSINESS COME LEVA STRATEGICA D IMPRESA LA GESTIONE DEL BUSINESS NELL ECONOMIA DIGITALE CENTRO CONGRESSI PAPA LUCIANI di PADOVA Seminario del 20 febbraio 2007 Relatore: dr. Stefano Rossini E-BUSINESS COME LEVA STRATEGICA D IMPRESA 1 DEFINIZIONE

Dettagli

NetFun Italia Servizi Web e Business Telecommunications

NetFun Italia Servizi Web e Business Telecommunications CODICE DI CONDOTTA PER LA GESTIONE DEGLI ALIAS A seguito della Delibera n. 42/13/CIR circa le norme per la sperimentazione di indicatori alfanumerici per l'identificazione del soggetto chiamante negli

Dettagli

Il marchio collettivo

Il marchio collettivo Il marchio collettivo Natura e definizione Il marchio collettivo è un segno distintivo che svolge principalmente la funzione di garantire particolari caratteristiche qualitative di prodotti e servizi di

Dettagli

Modulo 7: RETI INFORMATICHE

Modulo 7: RETI INFORMATICHE Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Modulo 7: RETI INFORMATICHE Il modulo 7 della Patente europea del computer si divide in due parti:

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Università del Tempo Libero Caravaggio INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Prof. Roberto Foglia roberto.fogl@tiscali.it 21 gennaio 2016 COS È INTERNET È una rete di composta da migliaia di reti di computer

Dettagli

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT WWW.GUERINOSTYLE.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Versione aggiornata alla Dichiarazione dei diritti in internet 14 luglio 2015 Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è

Dettagli

Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 )

Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 ) Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 ) L'attività definita ''typosquatting'' consiste nella pratica di chi effettua una registrazione

Dettagli

INTERNET E LE IMPRESE: difendere i propri diritti ed evitare di violare i diritti altrui. di Alessio Canova

INTERNET E LE IMPRESE: difendere i propri diritti ed evitare di violare i diritti altrui. di Alessio Canova INTERNET E LE IMPRESE: difendere i propri diritti ed evitare di violare i diritti altrui di Alessio Canova Reggio Emilia, 11 aprile 2013 Le imprese e la loro presenza su internet Il sito internet ed i

Dettagli

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le

Dettagli

RCH SRL C.da Marignano snc 62018 Potenza Picena P.iva 01745060432 NOTE LEGALI. Copyright RCH srl

RCH SRL C.da Marignano snc 62018 Potenza Picena P.iva 01745060432 NOTE LEGALI. Copyright RCH srl NOTE LEGALI INTRODUZIONE Nella presente sessione la RCH srl intende comunicare a tutti gli utenti dei siti internet www.rchcases.it e www.roll-a-ramp.it le tutele legali relative ai contenuti, alle immagini,

Dettagli

La disciplina dei prodotti alimentari

La disciplina dei prodotti alimentari Associazione Italiana di Diritto Alimentare La disciplina dei prodotti alimentari Etichettatura, marchi e pubblicità dei prodotti alimentari Le normative europee e nazionali (Stefano Masini) Roma, Cassa

Dettagli

1. L ordinanza del Tribunale di Roma del 18 gennaio 2001.

1. L ordinanza del Tribunale di Roma del 18 gennaio 2001. Pagine Web, meta-tags e diritto. di Giovanni Ziccardi 1. L ordinanza del Tribunale di Roma del 18 gennaio 2001. Con ordinanza resa in data 18 gennaio 2001, la Nona Sezione Civile del Tribunale di Roma

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI A. LINEE GUIDA GENERALI. 1. Chi sono i Media?

DOMANDE FREQUENTI A. LINEE GUIDA GENERALI. 1. Chi sono i Media? DOMANDE FREQUENTI A. LINEE GUIDA GENERALI 1. Chi sono i Media? I media sono considerati la stampa (compresi i giornalisti del sito web), fotografi, emittenti radiofoniche e televisive a cui non sono stati

Dettagli

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4)

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) Architettura del WWW World Wide Web Sintesi dei livelli di rete Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) - Connessione fisica - Trasmissione dei pacchetti ( IP ) - Affidabilità della comunicazione

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA (Provvedimento del Garante per la Privacy pubblicato su G.U. n. 58 del 10/3/2007 - Circolare Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento Funzione Pubblica

Dettagli

Laboratorio Informatico: RETI E INTERNET I. Laerte Sorini. laerte@uniurb.it Lezione 06

Laboratorio Informatico: RETI E INTERNET I. Laerte Sorini. laerte@uniurb.it Lezione 06 Laboratorio Informatico: RETI E INTERNET I Laerte Sorini laerte@uniurb.it Lezione 06 o I TLD si dividono in due gruppi principali: o cctld (country code TLD): etichetta che identifica in maniera univoca

Dettagli

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Tecniche Informatiche di ricerca giuridica Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Seconda Lezione Le problematiche legali relative al sito web Premessa Quali sono le implicazioni legali

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA

SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA Reti Informatiche SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA INTERNET Il prototipo della grande rete si chiamava ARPAnet ed alla fine del 1960 collegava i computer dell UCLA, dello Stanford

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

All. 3 Termini per l utilizzo del servizio web e Allegato Tecnico per l accesso al Mercato Elettronico e suo utilizzo

All. 3 Termini per l utilizzo del servizio web e Allegato Tecnico per l accesso al Mercato Elettronico e suo utilizzo All. 3 Termini per l utilizzo del servizio web e Allegato Tecnico per l accesso al Mercato Elettronico e suo utilizzo Termini e condizioni per l utilizzo del servizio A. Accettazione dei Termini e Condizioni

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione NOVEMBRE 2008 Titoli generici ma distintivi. Tra marchio e concorrenza sleale Avv. Alberto Pojaghi Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione generica

Dettagli

EUROPEAN WEBSITE POLICY: REGOLAMENTAZIONE EUROPEA PER LA CREAZIONE DI SITI DA PARTE DEGLI INCARICATI

EUROPEAN WEBSITE POLICY: REGOLAMENTAZIONE EUROPEA PER LA CREAZIONE DI SITI DA PARTE DEGLI INCARICATI EUROPEAN WEBSITE POLICY: REGOLAMENTAZIONE EUROPEA PER LA CREAZIONE DI SITI DA PARTE DEGLI INCARICATI 1 EUROPEAN WEBSITE POLICY: REGOLAMENTAZIONE EUROPEA PER LA CREAZIONE DI SITI DA PARTE DEGLI INCARICATI

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Milano, 7 febbraio 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Milano, 7 febbraio 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT Ricorrente: Riso Gallo s.p.a. (Avv. Fabrizio Jacobacci, dott. Massimo Introvigne) Resistente: ing. Nadir Milani (Avv. Stefano Pugno) Collegio

Dettagli

Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa

Oreste Signore, <oreste@w3.org> Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa http://www.w3c.it/education/2012/upra/basicinternet/#(1) 1 of 16 Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa Master in Comunicazione

Dettagli

LEGAL NOTICE Gestore del Sito Oggetto Copyright

LEGAL NOTICE Gestore del Sito Oggetto Copyright LEGAL NOTICE LA NAVIGAZIONE NEL SITO E IL SUO USO SONO REGOLATI DALLA PRESENTE LEGAL NOTICE. LA NAVIGAZIONE NEL SITO COSTITUISCE ACCETTAZIONE ESPRESSA DELLE CONDIZIONI STABILITE NELLA PRESENTE LEGAL NOTICE

Dettagli

prof. Mario Dalessandro

prof. Mario Dalessandro INTERNET Internet in pratica è una rete vastissima, costituita dall interconnessione di migliaia di reti pubbliche e private, utilizzata per scopi differenti, ma comunque volta a creare e diffondere informazioni.

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Intesa Sanpaolo S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) DS Communications

Dettagli

Introduzione all uso di Internet. Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it

Introduzione all uso di Internet. Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it Introduzione all uso di Internet Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it TIPI DI RETI ( dal punto di vista della loro estensione) Rete locale (LAN - Local Area Network): collega due o piu computer in

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

IL VINO, L ETICHETTA E LA SUA TUTELA. Non c è dubbio che, negli ultimi tempi, il packaging (ovvero

IL VINO, L ETICHETTA E LA SUA TUTELA. Non c è dubbio che, negli ultimi tempi, il packaging (ovvero IL VINO, L ETICHETTA E LA SUA TUTELA Non c è dubbio che, negli ultimi tempi, il packaging (ovvero etichette e contenitori) ha rivestito sempre più un ruolo fondamentale nel fenomeno vino. Come evidenziato

Dettagli

Stop alla trasmissione abusiva delle partite di calcio e condanna dei principali fornitori di connettività

Stop alla trasmissione abusiva delle partite di calcio e condanna dei principali fornitori di connettività ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 11/05/2016 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/38196-stop-alla-trasmissione-abusiva-delle-partite-dicalcio-e-condanna-dei-principali-fornitori-di-connettivit Autore:

Dettagli

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Reti di calcolatori Rete = sistema di collegamento tra vari calcolatori che consente lo scambio di dati e la cooperazione Ogni calcolatore e un nodo, con un suo indirizzo di rete Storia:

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/2 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

Domini. Il Registro.it

Domini. Il Registro.it Domini. Il Registro.it Il contesto generale Il Registro italiano La natura del nome a dominio Le procedure alternative di risoluzione delle dispute: cenni L Istituto di Informatica e Telematica del CNR

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

InterNet: rete di reti

InterNet: rete di reti Internet e il web: introduzione rapida 1 InterNet: rete di reti Una rete è costituita da diversi computer collegati fra di loro allo scopo di: Comunicare Condividere risorse Ogni computer della rete può,

Dettagli

Notiziario settimanale 28 luglio - 3 agosto 2003. No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta. Sms promozionali e gestori telefonici

Notiziario settimanale 28 luglio - 3 agosto 2003. No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta. Sms promozionali e gestori telefonici Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta Sms promozionali e gestori telefonici A Sidney la Conferenza mondiale dei Garanti

Dettagli

I nomi di dominio. Domain Name Server

I nomi di dominio. Domain Name Server Informatica Giuridica A.A 2004/2005 II Semestre I nomi di dominio Lezione 6 prof. Monica Palmirani Domain Name Server Gli IP sono quindi numeri che identificano una determinata macchina Poiché è difficile

Dettagli

Diritto commerciale l. Lezione del 9/12/2015

Diritto commerciale l. Lezione del 9/12/2015 Diritto commerciale l Lezione del 9/12/2015 Privative e concorrenza Con il termine Proprietà industriale si intende una serie di istituti che, pur nella loro diversità, sono accomunati dalla circostanza

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini, Tarvisio, 22 agosto 2012. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini, Tarvisio, 22 agosto 2012. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT Ricorrente: LEGO Juris A/S (Avv. Alessandro del Ninno) Resistente: Carlotta Ganzetti (Avv. Nicoletta Riva) Collegio (unipersonale): Avv. Prof. Enzo

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO Regole per l accesso e l utilizzo delle gare telematiche Allegato 2 A. Accettazione dei Termini e Condizioni L accettazione puntuale dei termini, delle

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

Privacy Policy del sito www.cineca.it

Privacy Policy del sito www.cineca.it Privacy Policy del sito www.cineca.it INTRODUZIONE La presente informativa, che definisce le modalità di gestione del sito: http://www.cineca.it (di seguito, per brevità, si utilizzerà il termine Sito

Dettagli

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196.

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Ai sensi dell articolo 13 del decreto legislativo 30 maggio 203 n.196:

Dettagli

SEGNI DISTINTIVI E INTERNET. Camera di Commercio di Verona 18 Aprile 2012

SEGNI DISTINTIVI E INTERNET. Camera di Commercio di Verona 18 Aprile 2012 SEGNI DISTINTIVI E INTERNET Camera di Commercio di Verona 18 Aprile 2012 Il nome di dominio: particolarità tecniche Indirizzo IP: 147.123.147.58 Nome di dominio: bugnion.it Il nome di dominio rappresenta

Dettagli

EasyDNS2. Manuale d uso L EVOLUZIONE DEI SERVIZI DOMAIN NAME SYSTEM

EasyDNS2. Manuale d uso L EVOLUZIONE DEI SERVIZI DOMAIN NAME SYSTEM EasyDNS2 L EVOLUZIONE DEI SERVIZI DOMAIN NAME SYSTEM Manuale d uso TERMINOLOGIA IL PANNELLO DI CONTROLLO ELEMENTI DELL INTERFACCIA COMUNI IL TAB CNAME IL TAB MX IL TAB SOA IL TAB TXT IL TAB CUSTOM RECORDS

Dettagli