In ricordo di Mario Angiolini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In ricordo di Mario Angiolini"

Transcript

1 NOTIZIE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTENASO numero 26 giugno 2008 La Banca BiCiCinsieme DIFFERENTE In ricordo di Mario Angiolini Mario Angiolini, da alcune settimane ci ha lasciati e forte è il rimpianto nella nostra Bcc e in quanti l hanno conosciuto. Nato nel 1925, ha trascorso la sua vita lavorando nei campi con amore e dedizione riuscendo a conciliare le tante ore di faticoso ed intenso lavoro con la disponibilità verso gli altri, la solidarietà vera, l accoglienza sempre con il sorriso. Entrò nella nostra Bcc come sindaco revisore, poi, eletto consigliere, vi rimase per oltre trent anni. La sua saggezza, la sua pacatezza, la sua coerenza, i suoi profondi ideali di cooperazione e solidarietà, sono stati esempio e stimolo per i vari consiglieri che si sono succeduti negli anni e per tutta la compagine sociale. Uomo di grande modestia, ma portatore di altrettanta ricchezza interiore; pur avendo frequentato la scuola per pochi anni, come del resto avveniva per tanti in quegli anni, era persona colta, preparata e dotata di una vena artistica non comune. Alcuni mesi orsono Mario era stato insignito del titolo di Accademico dell Agricoltura. Nerino Rossi, giornalista e scrittore che, nella prefazione al libro Dalla semina al raccolto, voluto dalla Bcc per i festeggiamenti del centenario (2002) rendendo omaggio alla sua vena artistica e letteraria, scrisse fra l altro: il mondo contadino padano ha un nuovo testimone coi fiocchi. Si chiama Mario Angiolini e questa sua cavalcata a ritroso nel tempo, alla riscoperta di una società agricola ormai scomparsa, lo qualifica come un autentico cantore della sua amata terra. Il profondo amore per la campagna, il grande senso della famiglia, lo ha ispirato in un opera alquanto meritoria: ha rappresentato, con una tecnica povera ma molto efficace, innumerevoli scene di vita quotidiana ormai scomparse, documentando, con una precisione ed Le opere di Mario Angiolini sono raffigurazioni di momenti di vita agreste che l autore riporta con passione, fedeltà ed amore per la terra una dovizia di particolari, momenti da non dimenticare. Dalle sue tante e belle opere emerge la vena artistica che si è andata via via sempre più perfezionando. Mario, con i suoi quadri eseguiti nel tempo libero ci ha lasciato un messaggio: guardate quanta fatica, ma quanta solidarietà; quanta condivisione, quanto rispetto per i vecchi, per il cibo, per i più deboli quanta dignità; fermatevi un momento, riflettete, non dimenticate. Grazie Mario. Augusto Mioli Villanova / Ponticella / San Lazzaro Castenaso / Cadriano / Bo-Pontevecchio Ponte Rizzoli / Funo-Bentivoglio Sull Assemblea dei Soci per l approvazione del bilancio 2007, ampio resoconto alle pagine 2 e 3. La Banca differente, giugno Coordinamento redazionale: Patrizia Mondini. Hanno collaborato: Patrizia Buldini, Simone Casari, Marco Marabini, Patrizia Mondini, Bruno Spiga e Roberto Zalambani. Grafica: Ideapagina. Impaginazione: Marco Bugamelli. Stampa: Grafiche Roncagli, Castenaso.

2 Assemblea della Bcc Forte partecipazione dei Soci Sabato 24 maggio si è tenuta presso il Novotel di Villanova l annuale assemblea ordinaria della Banca di Credito Cooperativo di Castenaso che ha visto una notevole presenza di soci (in totale 329 di cui 268 in proprio e 61 per delega), a testimonianza dell intenso legame della base sociale con la Cooperativa di Credito. Ha presenziato alla riunione il Presidente della Federazione Regionale delle BCC dell Emilia Romagna, ing Giulio Magagni, confermando con ciò la solida interazione esistente con le strutture regionali e nazionali del movimento. L Assemblea presieduta dal Presidente Augusto Mioli, al primo punto all ordine del giorno era chiamata a discutere ed approvare il bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre Dallo stesso documento si sono rilevati l impegno di tutte le componenti della Banca (amministratori, dipendenti e soci) per la crescita della cooperativa di credito nonché i soddisfacenti risultati raggiunti nei volumi di lavoro, quali: consolidamento della Raccolta da clientela aumento dei A fianco e sopra, immagini dell Assemblea ordinaria della Bcc di GIAN CARLO SPADA crediti erogati (modesto ma qualitativamente significativo) Utile netto d esercizio in aumento di oltre il 50% sull anno precedente, nonostante il gravoso carico fiscale, in parte straordinario, dovuto alla modifica delle aliquote contenuta nella Legge Finanziaria. Oltre all intenso impegno per il consolidamento ed il rilancio della Banca al servizio dei soci e dell intera comunità locale, la relazione degli Amministratori sottolinea in particolare l intento di realizzare un profondo ripensamento del rapporto fra la banca ed i propri soci, indirizzato a rendere la partecipazione al capitale della società ed ai servizi dalla stessa forniti non un fatto formale ma, sempre più, un occasione per condividere concretamente, secondo i principi della Mutualità, i risultati economico-sociali della gestione dell impresa bancaria. Si sottolinea che sono già disponibili particolari prodotti riservati ai soci. E allo studio, fra l altro, la possibilità di introdurre il ristorno a loro favore, nonché di attuare la rivalutazione, nei limiti consentiti dalle norme vigenti, del valore delle azioni possedute dai soci. Alla lettura del bilancio e delle relazioni ha fatto seguito un ampio dibattito nel quale sono intervenuti undici soci, ognuno dei quali ha espresso il proprio punto di vista, il proprio consenso o esprimendo anche critiche tuttavia mosse con spirito costruttivo. Gli intervenuti, traendo spunto dalle recenti iniziative di aggregazione di BCC anche nell area bolognese, hanno proposto di avviare un confronto sul futuro della nostra cooperativa di credito, sempre tenendo presente la forte esigenza di rafforzare l identità della Banca e lo stretto rapporto con i soci ed il territorio di riferimento. L assemblea ha poi proceduto - a larghissima maggioranza all approvazione del bilancio dell esercizio LaBancaDIFFERENTE Bcc Castenaso / giugno 2008

3 Esaurita la trattazione degli altri punti all ordine del giorno (fra l altro su proposta del Consiglio di Amministrazione l Assemblea ha deliberato di eliminare il sovrapprezzo azioni allo scopo di agevolare l ingresso di nuovi soci) è intervenuto l ing. Giulio Magagni che ha portato il saluto della Federazione Regionale che presiede; ha poi brevemente accennato al tema delle fusioni affermando come le concentrazioni fra BCC consentano economie di scala e quindi maggiori possibilità di presenza e di servizi al territorio ed ai soci, ma al tempo stesso possono continuare a mantenere forte il legame fra i soci e le BCC di riferimento. Ha concluso esprimendo apprezzamento sulle linee strategiche delineate dal Consiglio di Amministrazione, ribadendo ancora il ruolo insostituibile dei soci in una cooperativa di credito. In chiusura di assemblea il presidente della banca, dopo aver illustrato brevemente il bilancio sociale, ha dato la parola a Massimiliano Rabbi, presidente della Fondazione Don Mario Campidori - Simpatia e Amicizia, che ha brevemente illustrato l attività del Villaggio senza frontiere promosso dallo stesso Don Mario Campidori ed ha ringraziato la Banca per i contributi ricevuti a sostegno della loro attività. Conclusa l assemblea i soci presenti hanno partecipato alla tradizionale cena sociale, svoltasi negli stessi locali del Novotel, trascorrendo così piacevoli momenti di incontro conviviale con l opportunità di scambiare ancora utili idee ed osservazioni. Convegno La normativa antiriciclaggio Il tema dell antiriciclaggio è una materia ostica e, per molti, difficile da metabolizzare. E ancora più complicata sarà la sua applicazione in questo periodo di transizione tra vecchia e nuova normativa. Per cercare di spiegare al meglio la normativa ed esortare tutti al massimo impegno (affinché si ottengano risultati soddisfacenti e non ci siano ritardi all attività di prevenzione e repressione del riciclaggio) la Banca di Credito Cooperativo di Castenaso ha organizzato lo scorso 11 giugno il convegno Normativa Antiriciclaggio Novità I lavori congressuali sono stati aperti dal Direttore Stefano Collina ed hanno avuto quale principale relatore il Prof. Ranieri Razzante, docente di legislazione antiriciclaggio, membro della Commissione del Ministero dell Economia per la redazione del Testo Unico in materia di antiriciclaggio e presidente di AIRA (Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio). Sono intervenuti inoltre il Ten. Coll. Paolo Barbato, Comandante del Gruppo di investigazione sulla criminalità organizzata del Nucleo di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Bologna e l Avv. Giuliano Berti Arnualdi Veli, già presidente dell ordine degli avvocati di Bologna, segretario della Fondazione La sala durante il convegno Normativa Antiriciclaggio Forense di Bologna e componente del consiglio della Scuola di Specializzazione Forense. Nutrita la partecipazione, in particolare di professionisti: l iniziativa aveva ottenuto l accreditamento per il riconoscimento ai fini della formazione continua obbligatoria per Avvocati, Notai e Consulenti del Lavoro. Tutti i partecipanti sono stati omaggiati della pubblicazione Banca di Credito Cooperativo di Castenaso IUS Consulting Normativa Antiriciclaggio 2008 Vademecum per i professionisti. Marco Marabini giugno 2008 / Bcc Castenaso LaBancaDIFFERENTE 3

4 Con sedi a San Lazzaro di Savena e Verona Macro Group SpA: soluzioni per l Information & Communication Technology Intervista raccolta da SIMONE CASARI Abbiamo avuto il piacere di incontrare Macro Group SpA, un azienda nata a metà degli anni ottanta e specializzata nel fornire consulenza, soluzioni e applicazioni nel settore ICT (Information & Communication Technology). L occasione ci ha dato l opportunità di approfondire la conoscenza di una realtà aziendale dinamica e giovane, seppur complessa e con radici robuste, ma in continua evoluzione, pronta a raccogliere le sfide del futuro. A fare gli onori di casa, con cortesia e disponibilità, il Presidente del CdA Andrea Fantoni, che ha illustrato nel dettaglio il profilo dell'azienda ed ha risposto ad alcune nostre domande. La prima preoccupazione, e ci preme sottolinearlo positivamente, è stata quella di evidenziare l'attenzione che l azienda pone nei confronti di quei valori come etica e serietà, comuni anche nel mondo cooperativo ma che, purtroppo, vengono oggi sempre più spesso relegati in secondo piano. Come convivono tradizione ed evoluzione? La tradizione Macro Group è nella mentalità; nel conservare e nel coltivare quei valori umani, culturali e professionali che sono la migliore garanzia per guardare con fiducia e sicurezza agli orizzonti che si aprono sulla vita aziendale attraverso le nuove tecnologie. Quali sono la mission aziendale e gli obiettivi di Macro Group? La mission termine che ormai è entrato nel linguaggio comune è quella di collaborare con aziende di ogni settore e dimensione, per potenziare il loro business e conquistare la loro fiducia attraverso la serietà e le capacità professionali dei nostri collaboratori. L obiettivo primario è quello di essere, per i nostri Clienti, un Solution Partner; sicuro, efficiente e sempre presente, in grado di fornire il supporto necessario per assisterli, consigliarli e creare i presupposti per farli crescere con tecnologie all avanguardia ma che devono essere alla portata di tutti. Cosa di non facile attuazione Vede, la nostra squadra è costituita da professionisti, alcuni dei quali con oltre vent'anni di esperienza, che sono in grado di interpretare i processi aziendali, trovando le soluzioni più adeguate alle problematiche più complesse. Ma qual è oggi lo scenario e, soprattutto, in che modo è cambiato il mercato con la rapida diffusione di Internet e delle nuove tecnologie? I mercati sono cambiati dal punto di vista geografico ma anche dal punto di vista delle regole e delle modalità operative; questo ha generato nuove esigenze. Lo sviluppo tecnologico apre nuovi orizzonti e permette di cogliere nuove opportunità ma questo impone una sempre maggiore apertura verso il mondo esterno in un contesto dove la rapidità di comunicazione e di scambio di informazioni precise e puntuali sono la vera forza del business. I clienti si rendono conto che lo sviluppo tecnologico in ambito ICT è indispensabile per garantire alle loro aziende competitività, efficienza e qualità in un'ottica di ottimizzazione dei processi e di contenimento dei costi; nello stesso tempo sentono l'esigenza di potersi concentrare sul proprio business e di non disperdere energie primarie in un settore in continua e rapida evoluzione. Macro Group raccoglie questa sfida e si propone come fornitore di soluzioni su misura per le esigenze delle aziende, dalla consulenza progettuale alla fornitura di prodotti e soluzioni, fino alla gestione esterna dei servizi (outsourcing). Qual è l approccio di Macro Group verso un contesto dove il cambiamento, possiamo dirlo, è quotidiano? Per mantenere una posizione all avanguardia occorre prima di tutto un impegno costante nello svolgimento del nostro lavoro affinché ogni attività, in qualunque divisione, venga eseguita nel migliore dei modi ed al meglio delle capacità di ciascuno; occorre inoltre investire sulle persone e sulle competenze in quella che definiamo una formazione permanente. Il Presidente Andrea Fantoni (seduto) con alcuni membri del CdA 4 LaBancaDIFFERENTE Bcc Castenaso / giugno 2008

5 Va ricordato inoltre che Macro Group ha stabilito da tempo rapporti di partnership con i più importanti attori del mercato ICT che ne certificano la competenza, in particolare con IBM (Premier Business Partner), Microsoft (Certified Business Solutions Partner), CISCO ed altri. I nostri prodotti, le nostre soluzioni, i nostri servizi hanno come finalità la completa soddisfazione del Cliente e sono realizzati per offrire vantaggi sia di tipo pratico sia di tipo economico, attraverso un elevato livello del servizio di assistenza. Inoltre, nelle comunità presso le quali operiamo, facciamo di tutto per favorire una migliore qualità del lavoro consapevoli che questa è una componente importante della qualità della vita. A questo punto viene naturale chiedere quali sono i prodotti e le soluzioni trattati da Macro Group. Intanto premetto che Macro Group sviluppa all'interno dei propri laboratori software molte delle soluzioni e delle personalizzazioni per le Aziende clienti. Le principali aree di attività sono quelle legate all Infrastruttura Tecnologica, allo sviluppo software, alle tematiche di e-collaboration e CRM, alla Business Intelligence ed alla consulenza applicativa su prodotti ERP. L esperienza maturata in tanti anni di attività ci ha portato a realizzare EGO, la soluzione ERP estesa che integra processi gestionali, persone e tecnologia. I moduli CRM integrati ed il configuratore (tecnico e commerciale) sono alcuni degli elementi qualificanti del prodotto. Completano l offerta i prodotti ACG (Applicazioni Contabili Gestionali) di IBM e i prodotti Microsoft Dynamics Nav e AX, ERP internazionali in grado di soddisfare un'ampia varietà di esigenze di business. Ma al di là dei prodotti mi preme sottolineare le caratteristiche professionali e umane dei nostri collaboratori: la competenza la professionalità la capacità di realizzare la capacità di dialogare in sintesi, le caratteristiche che fanno di Macro Group un Solution Partner. "Ed è proprio con il dialogo che nel tempo si è instaurato un buon rapporto con la Banca di Credito Cooperativo di Castenaso" dichiara infine Andrea Fantoni "che spinge una SpA a lavorare con un azienda di credito locale, capace di impegnarsi per soddisfare qualsiasi nostra esigenza". Taglio del nastro da parte del sindaco Macciantelli, per il 25 anniversario alla Ponticella di San Lazzaro di Savena. Al microfono il presidente della Bcc Mioli 25 anni insieme La Filiale di Ponticella compie gli anni Sono passati 25 anni e per festeggiare questo importante anniversario il Consiglio di Amministrazione ha organizzato un nutrito programma di eventi ideati per ricordare e valorizzare il territorio in cui opera la filiale. Il 14 marzo, presso il Circolo Culturale La Terrazza è stata inaugurata la mostra collettiva di pittura Terre Bolognesi: colori ed emozioni alla presenza dell Assessore alla cultura Marco Pondrelli. Il 15 marzo Soci e Clienti della nostra Banca hanno partecipato alla visita guidata al vicino Parco Regionale dei Gessi Bolognesi. Interessantissima è stata la riscoperta di questa roccia luccicante che dà luogo a forme carsiche spettacolari, ancora così poco note ai Bolognesi. Infine, il 16 marzo, tutti insieme, per festeggiare e brindare nell anniversario della filiale. Dopo i saluti portati dal Presidente Augusto Mioli ai numerosi Clienti e Soci presenti sono intervenuti il Sindaco di San Lazzaro di Savena Marco Macciantelli, l avv. Giovanni Calori e Celestino Rizzoli, rispettivamente a quel tempo Presidente e Direttore Generale ed infine i saluti del Direttore Generale della Bcc Stefano Collina. Erano presenti tra gli altri il Consigliere Sante Cervellati, il Presidente del Collegio Sindacale Marco Lelli, il Capo del Servizio Vigilanza della Banca d Italia di Bologna Francesco Vivona, Paolo Melega in rappresentanza della Federazione Regionale delle Bcc dell Emilia Romagna e l attuale Capo Filiale Patrizia Buldini. Successivamente don Luciano Prati, allora come adesso parroco della parrocchia di Ponticella, dopo il taglio del nastro d argento ha benedetto i locali della filiale. Negli interventi che si sono succeduti il Sindaco Macciantelli, l avv. Calori, e Celestino Rizzoli hanno ricordano il coraggio e le peripezie della scelta a suo tempo attuata, mettendo in evidenza il radicamento della nostra Bcc in questa parte del territorio del comune di San Lazzaro di Savena dove a tutt oggi siamo l unico sportello bancario. Il Presidente ha poi consegnato ai Clienti che aprirono il conto nell anno 1983 e sono tuttora nostri correntisti, l attestato di fedeltà per l attaccamento e la fiducia dimostrata alla Banca. Dopo il taglio della torta, la serata è terminata in allegria con uno spettacolo musicale nei locali del centro sociale e ricreativo La Terrazza. Patrizia Buldini giugno 2008 / Bcc Castenaso LaBancaDIFFERENTE 5

6 Investimenti Le buone azioni, aspettando l autunno Sono sicuramente quelle che ci contraddistinguono come persone caritatevoli e di buona volontà ma borsisticamente parlando sono invece quelle che, a prezzi adeguati, inseriamo volentieri nei nostri portafogli in misura consona alla nostra propensione al rischio. Le mille difficoltà dell economia internazionale stanno rendendo difficoltoso il cammino delle borse anche se, come spesso accade dopo un ribasso importante, nessuno si domanda più se quei titoli che nove mesi fa valevano dal 30 al 50% in più sono proprio da buttare via (gli stessi titoli che nove mesi fa compravamo con fiducia). La mia impressione è che le quotazioni attuali tendano a sottostimare le reali potenzialità delle aziende quotate e che acquistare piano piano (con piani di accumulo, piccole quote di fondi o modesti versamenti nelle nostre gestioni patrimoniali) potrà dare in un ottica di medio periodo delle ottime soddisfazioni. L autunno potrebbe rivelare sorprese interessanti agli investitori che iniziassero a prendere posizioni in questi giorni. Fondamentale, ribadisco, sarà la gradualità che farà vivere l investimento senza batticuori indesiderati: i nostri consulenti finanziari vi aspettano in filiale per consigliarvi per il meglio. Vi aspettiamo. Bruno Spiga Adesione al progetto Diamogli credito Banca di Credito Cooperativo di Castenaso ha aderito al progetto "Diamogli Credito", un interessante iniziativa volta a sostenere la formazione delle giovani generazioni. Vediamo concretamente in cosa consiste tale progetto. L ABI in collaborazione con il Ministero per le Politiche Giovanili e le Attiività Sportive, il Ministero per le Riforme e le innovazioni nella Pubblica Amministrazione ed il Ministero dell Università e della Ricerca, hanno sottoscritto lo scorso 19 dicembre un Protocollo d Intesa con il quale intendono promuovere il progetto denominato Diamogli Credito. L obiettivo dell iniziativa è quello di consentire ai giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni di accedere più facilmente al credito, grazie ad un prestito bancario a condizioni agevolate che potrà essere utilizzato per i seguenti scopi: finanziamento di corsi universitari di alta formazione master post-laurea partecipazione al programma comunitario Erasmus pagamento delle spese di contratti di locazione stipulati per motivi di studio acquisto di un computer portatile dotato di sistema di connettività senza fili. Banca di Credito Cooperativo di Castenaso, in deroga a quanto stabilito dal Ministero, ha deliberato di applicare ai finanziamenti in parola un tasso pari al 5,00% fisso annuo, anziché il 5,80%, senza spese aggiuntive. Per maggiori informazioni rivolgersi agli sportelli delle Filiali, oppure consultare il sito della banca Partner Bcc Il credito alle imprese agricole ed artigiane La Banca di Credito Cooperativo di Castenaso intende incrementare l operatività con i propri soci attivi nel settore agricolo e nel settore artigiano che, da sempre rappresentano la componente più vivace all interno della base sociale della nostra Bcc. Recentemente sono stati stretti accordi con importanti associazioni di categoria, operanti nel settore agricolo, per la concessione di finanziamenti agli agricoltori soci della Banca ha condizioni estremamente vantaggiose ed a loro esclusivamente dedicate. La Bcc offre consulenza, a tutte le imprese operanti nel proprio territorio, per le agevolazioni nazionali di cui possono beneficiare; a questo proposito sono stati recentemente riaperti il bando della legge 1329/65, meglio conosciuta come legge Sabatini, che consente di ottenere contributi statali per l acquisto di macchinari ed il bando della legge nazionale 598/94, che eroga contributi in conto interessi per l acquisto di beni strumentali, che perseguono obiettivi di innovazione tecnologica e tutela ambientale. L ANGOLO DEL BUONUMORE B. MAKARESKO Interventi a sostegno dell'artigianato Non mi piace il denaro ma calma i nervi. Si porta a conoscenza che la Giunta Regionale in data 17 marzo 2008 ha approvato il nuovo bando per la presentazione delle domande per contributi in c/interessi da parte delle imprese artigiane dell Emilia Romagna. Con tale provvedimento la Giunta ha inteso agevolare con un unico intervento gli investimenti delle imprese artigiane già previsti nelle Leggi nazionali 598/94, 949/1952, 1329/65 e nella legge Regionale n.20/94, in quanto compatibili con le spese ammesse nel bando. In particolare, saranno agevolabili gli investimenti per l'innovazione tecnologica, di servizio, organizzativa, commerciale, di prodotto e di processo produttivo nonché finalizzati alla riduzione dell'impatto ambientale del ciclo produttivo e dei prodotti, allo sviluppo sostenibile, ad introdurre sistemi di sicurezza sui luoghi di lavoro. Le domande possono essere presentate fino al 31 luglio Per ottenere maggiori informazioni rivolgersi agli sportelli delle Filiali 6 LaBancaDIFFERENTE Bcc Castenaso / giugno 2008

7 LE NOSTRE INIZIATIVE TURISTICHE Gita a Loreggia Sarsina Millenaria Domenica 22 giugno si è svolta la gita a Sarsina in occasione del Millenario della Cattedrale. Nel prossimo numero ne daremo un resoconto. Nella foto, l abbraccio degli abitanti di Sarsina alla loro chiesa. PROSSIMO APPUNTAMENTO Domenica 20 aprile si è svolta la gita a Loreggia (in provincia di Padova) e a Castelfranco Veneto. Nella foto a fianco, alcuni dei partecipanti in posa davanti alla tomba di Leone Wollemborg, fondatore della prima Cassa Rurale ed Artigiana d Italia. Dal 28 settembre al 5 ottobre 2008 Visita ad Istanbul e in Cappadocia Informazioni presso le Filiali della Banca Cracovia e dintorni La città, già capitale della Polonia nel medioevo fino al 18 secolo, è sede universitaria più importante del paese. Conta 750 mila abitanti, di cui 130 mila studenti; questo è ben evidente nel clima e nella vivacità della vita cittadina, soprattutto di sera. Con la visita della Madonna Nera di Czestochowa abbiamo toccato con mano, che questo, è certamente uno dei luoghi di culto mariano più frequentati al mondo. Successivamente abbiamo visitato il paese e la casa natale di Papa Giovanni Paolo II, luogo molto affollato di pellegrini. Ultima visita, nella giornata conclusiva prima del rientro, ad Auschwitz (foto sopra) e Birkenau con i luoghi e le cose ancora intatte a testimoniare la crudeltà dell uomo sull uomo. Concerto Bandistico Rotary Club Bologna Valle dell Idice, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Castenaso, il patrocinio del Comune e della pro loco di Budrio, ha organizzato per sabato 4 ottobre 2008 presso il Teatro Consorziale di Budrio il Gran Concerto Bandistico - M. Giuseppe Chielli Città di Noci (Bari). La banda Città di Noci trae grande rinomanza dalla sua secolare storia. In pedana da oltre centocinquant anni, rinnova, di stagione in stagione, una colta tradizione musicale cittadina. Noci, infatti, è particolarmente legata al piacere della musica. L evento servirà per finanziare la campagna mondiale Polio Plus, atta ad eradicare completamente la poliomelite nel mondo. Il programma del concerto prevede pagine Wagneriane, Carmen e musiche di Ennio Morricone. Per Soci e Clienti della Banca di Credito Cooperativo di Castenaso sono stati riservati dei posti in platea, al costo unitario di 30,00 euro (disponibilità limitata). Gli interessati possono rivolgersi per ulteriori informazioni e per la prenotazione dei biglietti direttamente alle filiali della Banca. giugno 2008 / Bcc Castenaso LaBancaDIFFERENTE 7

8 La Banca di Credito Cooperativo - Cassa Rurale sta dalla parte delle famiglie, delle piccole e medie imprese, degli artigiani, degli agricoltori, dei commercianti, dei giovani. Dando credito all economia reale: quella che produce occupazione e reddito. Solo una banca di sviluppo locale è capace di percepire le esigenze dei diversi interlocutori e di offrire risposte personalizzate. Ecco perché i soldi che ritiri nella BCC ti possono raccontare che hanno fatto essenzialmente un lavoro: sono stati lievito del tuo territorio. La mia banca è differente vuol dire anche questo. Anche per te.

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi.

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Lo fecero nelle caverne, dove più facilmente la natura avrebbe conservato le loro opere.

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 OGGETTO: CENTRO EUROPEO PER LE POLITICHE AMBIENTALI E "CHARTA DI

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI

CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI SEGRETERIA NAZIONALE Stazione di Roma Termini Via Marsala 65 00185 Roma Italia Po Box 2376 Roma 158 Tel. +39 0647826360 / 4 Fax +39 0648907864 redazione@onds.it direzione@onds.it

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete Risultati dell indagine Pro Loco del Veneto anno 2013 1 OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete 1.Premessa L

Dettagli

Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA

Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA Editoriale Futuro da scrivere. E questo il titolo del documento predisposto da Federcasse in preparazione del 14 Congresso Nazionale del Credito Cooperativo tenutosi

Dettagli

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Chi è Inter-Agire? Inter-Agire è un associazione di volontariato internazionale composta da candidati per una

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 8 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Codice Etico Pag. 2 di 8 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 FINALITA, CONTENUTI

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali La nostra identità si basa sulla coerenza con il progetto fondamentale di San Vincenzo

Dettagli

STATUTO TITOLO I. Denominazione, Sede e Scopi

STATUTO TITOLO I. Denominazione, Sede e Scopi STATUTO TITOLO I Denominazione, Sede e Scopi Art. 1 - DENOMINAZIONE È costituita ad opera di: - San Quirico S.p.A. - ERG S.p.A. Una Fondazione denominata Fondazione Edoardo Garrone (in breve Fondazione

Dettagli

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012 Benvenuti alla FESTA BISI. Paolo Bottaro Presidente Pro Loco Baone Siamo alla quattordicesima edizione e ancora una volta, siamo pronti a fare festa. L'abbiamo chiamata "Festa", e non semplicemente Sagra,

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015:

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: INTRODUZIONE Il corpo e l anima sono ugualmente importanti: se il primo va nutrito con il cibo, come appunto

Dettagli

Regolamento Associazione delle Donne del Credito Cooperativo idee

Regolamento Associazione delle Donne del Credito Cooperativo idee Regolamento Associazione delle Donne del Credito Cooperativo idee PREMESSA Il Regolamento dell Associazione Idee descrive il disegno organizzativo e rappresenta sinteticamente il complesso delle attribuzioni

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE DEL VOLONTARIATO PROVINCIALE DI VERONA DEL 2.05.2007 Il giorno 2 Maggio 2007 alle ore 20.

VERBALE DELL ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE DEL VOLONTARIATO PROVINCIALE DI VERONA DEL 2.05.2007 Il giorno 2 Maggio 2007 alle ore 20. VERBALE DELL ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE DEL VOLONTARIATO PROVINCIALE DI VERONA DEL 2.05.2007 Il giorno 2 Maggio 2007 alle ore 20.30, in seconda convocazione in quanto la prima convocazione è andata deserta

Dettagli

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009 Prot. 262/09 Venezia, 18 dicembre 2009 Ogg.: Presentazione del Progetto Europeo Sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo in Europa anno 2010-2011 Egregi Signori/Direttori scolastici, siamo lieti di

Dettagli

Portafoglio. prodotti

Portafoglio. prodotti Portafoglio prodotti 2015 Introduzione La crisi ha profondamente modificato la società: oggi non siamo più in un paese di benessere in cui il volontariato si occupava di alcune nicchie di svantaggio e

Dettagli

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena INTERVENTO INTRODUTTIVO di Emilio Tonini Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena Buongiorno a tutti e un cordiale benvenuto a questa 4 edizione del forum internazionale Montepaschi Vita che,

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n.

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n. PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005 SAPERI IN CAMPAGNA 1 PREMESSA Le nuove generazioni e la Sardegna: un rapporto che occorrerebbe rinsaldare attraverso

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Festa della Comunità di San Donnino 2013 (Uscita tangenziale Bologna - San Donato) dal 21 al 29 settembre 2013 apertura della Decennale Eucaristica

Festa della Comunità di San Donnino 2013 (Uscita tangenziale Bologna - San Donato) dal 21 al 29 settembre 2013 apertura della Decennale Eucaristica Notizie stampa da Bologna 1146 17 settembre 2013 8 anno Spec. San Donnino Festa della Comunità di San Donnino 2013 (Uscita tangenziale Bologna - San Donato) dal 21 al 29 settembre 2013 apertura della Decennale

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

RIPARTIRE DALLA SOSTENIBILITA - per una nuova generazione dei Piani Territoriali di Coordinamento delle Province

RIPARTIRE DALLA SOSTENIBILITA - per una nuova generazione dei Piani Territoriali di Coordinamento delle Province Le tecniche operative solitamente applicate in questa fase sono l intervista diretta a testimoni privilegiati (telefonica e/o verbale), e la ricerca con l ausilio di internet. I testimoni privilegiati

Dettagli

Via Braja, n 30-32 r 17100 Savona (Sv) Tel. 019/805722 fax 019/800457 e- mail coopbazzino@libero.it sito www.cooperajvabazzino.

Via Braja, n 30-32 r 17100 Savona (Sv) Tel. 019/805722 fax 019/800457 e- mail coopbazzino@libero.it sito www.cooperajvabazzino. Via Braja, n 30-32 r 17100 Savona (Sv) Tel. 019/805722 fax 019/800457 e- mail coopbazzino@libero.it sito www.cooperajvabazzino.it LA MISSION LA STORIA La Cooperativa Bazzino è stata fondata nel febbraio

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

Liberi di fare la differenza.

Liberi di fare la differenza. Liberi di fare la differenza. 4 l azienda il profilo Consulenza, a pieno titolo. Valori & Finanza Investimenti è una SIM (Società di Intermediazione Mobiliare) indipendente che opera secondo un modello

Dettagli

I DISTRETTI CULTURALI

I DISTRETTI CULTURALI I DISTRETTI CULTURALI Prima parte della ricerca I musei italiani e i distretti culturali: punti di forza e di debolezza Interesse nazionale Ottobre 2011 A cura di Fondazione Cariplo per Aspen Institute

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA Relazione del Presidente Fabio Sponghini Rigenerare comunità per ricostruire il Paese. Acli artefici di democrazia partecipativa e buona economia. Fabio Sponghini Care amiche e cari amici congressisti,

Dettagli

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze CODICE ETICO Il presente Codice Etico esprime gli impegni e le responsabilità etiche nella conduzione delle attività dell assunte dai suoi Rappresentanti, dagli Insegnanti, Musicisti nonché, in genere,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede, durata 1.1 E costituita in data 15 aprile 2011 l Associazione di Volontariato ONLUS sotto la denominazione

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Fondazione per l Università a Brindisi

Fondazione per l Università a Brindisi Fondazione per l Università a Brindisi Una Fondazione gestita dagli Enti pubblici e privati del territorio brindisino per il coordinamento e la promozione dell offerta formativa universitaria che altre

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Il Ministro dell Università e della Ricerca. Il Ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive

PROTOCOLLO D INTESA. Il Ministro dell Università e della Ricerca. Il Ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive Il Ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive Il Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione Il Ministro dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO D INTESA

Dettagli

"Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie"

Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie "Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie" STORIA DEL PROGETTO Il progetto denominato Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie, inserito nel programma di sviluppo del

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA ASSOCIAZIONI CHE PARTECIPANO ALLA GESTIONE IN RETE DEL PROGETTO. UISP Comitato regionale ER (capofila) Arci Comitato regionale Emilia Romagna CSI Comitato regionale Emilia

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------- www.vargroup.it Da 40 anni accompagniamo gli imprenditori. Sviluppare insieme progetti che partono dall innovazione pura per tradursi in processi più efficienti

Dettagli

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Grioni Mario Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE AIUTA I PIU

Dettagli

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Silvia Trampetti il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Riflessioni e idee per l inclusione finanziaria di studenti universitari meritevoli Prefazione a cura del Prof. Dott. G.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA Le associazioni dei pensionati del lavoro autonomo aderenti al CUPLA esprimono un giudizio

Dettagli

Richiesta di uno studio europeo sulla domanda nell ambito del turismo sostenibile e responsabile

Richiesta di uno studio europeo sulla domanda nell ambito del turismo sostenibile e responsabile Richiesta di uno studio europeo sulla domanda nell ambito del turismo sostenibile e responsabile EARTH e le organizzazioni firmatarie invitano le istituzioni europee a dare avvio a uno studio su scala

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Investiamo sul futuro del nostro territorio

Investiamo sul futuro del nostro territorio Il Rendiconto Sociale 2011 in sintesi Investiamo sul futuro del nostro territorio Gruppo Banca Popolare di Cividale: crescita e responsabilità sociale per il territorio Per il Gruppo Banca Popolare di

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 II Documento programmatico previsionale annuale determina le finalità, le priorità, le risorse disponibili e le modalità operative della Fondazione nello svolgimento

Dettagli

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi Fondazione Opera Madonna del Lavoro Bilancio di missione 2013 sintesi Missione FOMAL è un Ente Diocesano che opera senza finalità di lucro per la promozione della persona nella società, realizzando attività

Dettagli

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA 185 186 PROGETTO 16.1: CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Sostenere la legge contro

Dettagli

Una rete di agenzie per Arca L INTERVISTA

Una rete di agenzie per Arca L INTERVISTA Giorgio Munari, d.g. di Arca Vita e Arca Assicurazioni Una rete di agenzie per Arca di Maria Rosa Alaggio Da sempre attiva nella distribuzione di prodotti vita e danni attraverso il canale bancario, oggi

Dettagli

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA Introduzione: le strategie di marketing territoriale L Agenzia di Sviluppo Economico della Regione Sumadija-Pomoravlja, nell ambito

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI

ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI FACOLTA' DI ECONOMIA Università degli Studi di Bologna ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI dal 28 marzo 2003 al 4 giugno 2003 IL CORSO È VALIDO AI FINI DELLA FORMAZIONE CONTINUA

Dettagli

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio OLTRE LA CRISI MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio Nel nostro mondo sempre più globalizzato viviamo in una condizione di interdipendenza

Dettagli

FORNITORI DI SOLUZIONI GLOBALI

FORNITORI DI SOLUZIONI GLOBALI A Carla Casartelli FORNITORI DI SOLUZIONI GLOBALI Con una radicata tradizione di servizio al cliente e una profonda esperienza nel mondo degli stampi, una realtà che offre una risposta globale in grado

Dettagli

TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO

TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO Lo sviluppo turistico dell area sud della Basilicata attraverso la valorizzazione delle risorse e delle produzioni locali e la creazione

Dettagli

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione Presupposti PROGETTO SCUOLE L associazione Gli amici di Luca, visti i suoi intenti e gli ottimi risultati ottenuti l anno scorso con l inaugurazione del progetto, anche quest anno ha deciso di strutturare

Dettagli

Imprese edili: innovare per crescere

Imprese edili: innovare per crescere Imprese edili: innovare per crescere Peculiarità operative del settore e trend evolutivi Il settore dell edilizia sta attraversando una fase di profonda trasformazione, sia dal punto di vista dell organizzazione

Dettagli

Carige: il nuovo management per rinnovarsi dall interno

Carige: il nuovo management per rinnovarsi dall interno Carige: il nuovo management per rinnovarsi dall interno di Giovanni Berneschi Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige ha disegnato la nuova Direzione Generale dell Istituto. Su mia proposta, sono

Dettagli

Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia

Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia tra cooperazione e accessibilità ai servizi: i nuovi progetti della Presidenza del Consiglio

Dettagli

1 di 2 10/07/2009 17.19

1 di 2 10/07/2009 17.19 1 di 2 10/07/2009 17.19 Lunedì 13 dibatti alla Camera sui crisi e pari opportunità Venezia, domani seminario Cgil su federalismo fiscale Banche: Falcri-Confsal, valorizzare dipendenti per rapporto virtuoso

Dettagli

MASTER CLASS. Scholè < tempo della libertà e della identità>

MASTER CLASS. Scholè < tempo della libertà e della identità> MASTER CLASS Scholè < tempo della libertà e della identità> < Progetto di socializzazione multietnica attraverso al musica > Perugia, gennaio 2014 Logo Università per Stranieri Accademia di Belle Arti

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 Il Progetto Educativo di Istituto (PEI) che definisce l identità e le finalità educative e culturali dell istituto Bertoni

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Supplemento 1.2007 7 Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Venerio Brenaggi* Sommario 1. Il sistema turistico regionale nella l.r.

Dettagli

Linee generali dell'attività di Coopfond

Linee generali dell'attività di Coopfond INCONTRO CON I PARTECIPANTI AL MASTER DI 2 LIVELLO SULL'IMPRESA COOPERATIVA Linee generali dell'attività di Coopfond Aldo Soldi Direttore Generale Roma, 30 ottobre 2013 0 AGENDA 1 Cos è Coopfond 2 La rendicontazione

Dettagli

INFORMAGIOVANI CHIAVARI - VILLAGGIO DEL RAGAZZO - COMUNE DI CHIAVARI

INFORMAGIOVANI CHIAVARI - VILLAGGIO DEL RAGAZZO - COMUNE DI CHIAVARI CARTA DEI SERVIZI INTRODUZIONE Nel quadro, ampio e articolato, dei servizi e delle attività realizzate e promosse dal Villaggio del Ragazzo, il punto di riferimento è rappresentato dalla mission perseguita

Dettagli

Lo scopo. Finalità sociale ed efficienza economica possono camminare insieme.

Lo scopo. Finalità sociale ed efficienza economica possono camminare insieme. Èsotto gli occhi di tutti: nella realtàsociale che ci circonda il disagio e le difficoltàeconomiche stanno crescendo, coinvolgendo persone, famiglie, gruppi sociali. Cresce il bisogno ma non crescono le

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

Partecipa con le tue idee e conoscenze!

Partecipa con le tue idee e conoscenze! Comune di Ferrara Community Lab 15 novembre 2014 dalle 10 alle 17 presso la sala Wunderkammer- Palazzo Savonuzzi Via Darsena n.52 Ferrara Partecipa con le tue idee e conoscenze! Vi invitiamo a partecipare

Dettagli

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994 Aggiornato alla data del: 30 luglio 2011 1 Denominazione Sociale: Associazione di Volontariato Progetto Colapesce onlus Anno di costituzione: 2004 Codice Fiscale: 97074810835 Iscrizione Registro Volontariato:

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI CAVALESE PER L ANNO 2014

PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI CAVALESE PER L ANNO 2014 PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI CAVALESE PER L ANNO 2014 Allegato alla deliberazione giuntale n. 21/2014, dd. 18/02/2014 IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Dr. Mauro Girardi

Dettagli