Curriculum attività scientifica e didattica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum attività scientifica e didattica"

Transcript

1 Curriculum attività scientifica e didattica Dr. Stefano Vignolo Università di Genova DIME Sez. Metodi e Modelli Matematici Piazzale Kennedy, Pad. D Genova Tel Nato a Genova il 2 febbraio 1972 Cursus accademico Luglio 1996 Laurea in Matematica presso l Università di Genova, con la votazione di 110 e lode. Tesi dal titolo Un approccio geometrico-differenziale ai sistemi anolonomi (relatore Prof. Enrico Massa). Gennaio/Febbraio 1997 borsa di studio di Dottorato di Ricerca in Matematica presso l Università degli Studi di Genova sotto la direzione del Prof. Enrico Massa. A.A. 1997/98 Contratto per l affidamento di incarico di attività di supporto alla didattica per i corsi di Analisi Matematica 1 presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Genova. A.A. 1998/1999 Contratto per l affidamento di incarico di attività di supporto alla didattica per i corsi di Analisi Matematica 2 presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Genova. Febbraio 2001 titolo di Dottore di Ricerca in Matematica conseguito presso l Università di Genova. Tesi di Dottorato dal titolo Gauge-theoretical aspects in Classical Lagrangian and Hamiltonian Dynamics (relatore Prof. Enrico Massa). Febbraio 2001/Febbraio 2002 Borsa di Ricerca Senior presso l Istituto Nazionale di Alta Matematica Francesco Severi. Progetto di ricerca dal titolo Gauge-invariant intrinsic approach to non-holonomic Lagrangian and Hamiltonian Dynamics. A.A. 2001/2002 Contratto per l affidamento di incarico di attività di supporto alla didattica per il corso di Fisica Matematica 1 presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Genova, Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale. A.A. 2002/2003 Contratto per l affidamento di incarico di attività di supporto alla didattica per il corso di Fisica Matematica 1 presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Genova, Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale. Luglio 2002/dicembre 2003 Assegno di Ricerca presso il Dipartimento di Metematica dell Università di Genova. Programma di ricerca dal titolo Metodi di Geometria Differenziale in teoria dei Sistemi Dinamici Anolonomi. Luglio 2003 Vincitore concorso per un posto da ricercatore nel SSD Mat/07 Fisica Matematica presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Genova. Gennaio 2004 Presa di servizio presso l Università di Genova come ricercatore non confermato nel SSD Mat/07 Fisica Matematica.

2 Gennaio 2007 Conferma in ruolo di ricercatore presso l Università di Genova nel SSD Mat/07 Fisica Matematica Membro del Collegio dei Docenti del Corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Matematica e Simulazione attivato presso l Università di Genova. Progetti di Ricerca 2000 Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca Gauge-theoretical aspects in Classical Mechanics, Finanziamento Murst Giovani Ricercatori Membro del Progetto di Ricerca GNFM 2000 Vincoli anolonomi, integrabilità e non integrabilità coordinato dal Prof. Enrico Pagani dell Università di Trento Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca Geometrical approaches to non-holonomic Lagrangian and Hamiltonian Dynamics, Finanziamento Murst Giovani Ricercatori Membro delll unità di ricerca locale (Genova) del Prin Metodi avanzati di Fisica Matematica in teoria dei campi e dei sistemi continui, coordinatore scientifico nazionale Prof. M. Francaviglia, coordinatore scientifico locale Prof. R. Cianci Responsabile scientifico dell unità di ricerca locale (Genova) del PRIN Modellizzazione Matematica del Comportamento Naturale e Artificiale, coordinatore scientifico nazionale Prof.ssa E. Bilotta Membro dell unità di ricerca locale (Genova) del PRIN Controllo ottimo adattivo e stima dello stato, coordinatore scientifico nazionale Prof. G. Picci, coordinatore scientifico locale Prof. R. Zoppoli Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca f(r) theories with torsion. Finanziamento GNFM Progetti Giovani Ricercatori 2008 Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca di Ateneo Modelli Matematici per la simulazione ed il controllo ottimo in Ingegneria Navale Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca di Ateneo Spinor fields in f(r) theories of gravity Responsabile scientifico del Progetto di Ricerca di Ateneo Extended Theories of Gravity Responsabile del Progetto di Ricerca Sistema integrato per il controllo a la stabilizzazione automatica dei moti della nave (COSA); progetto 2: sviluppo delle logiche di controllo per la stabilizzazione integrata di moti/rotta/posizione finanziato dalla Regione Liguria tramite un assegno di ricerca della durata di due anni su fondi PO CRO FSE 2007/13 asse IV destinati al Distretto Ligure delle Tecnologie Marine. Contratti di Ricerca Membro dell unità di ricerca relativa al Contratto di Ricerca DINAV-Università di Genova Cantieri Navali Rodriquez n Vettore navale ibrido (foil-swath) a

3 basso impatto ambientale e ridotto wake wash (Enviroaliswath). Progetto legge 297 cofinanziato dal MIUR Membro dell unità di ricerca relativa al Contratto di Ricerca Simulazione dell impianto propulsivo di una nave tipo CODLAG, per la progettazione del sistema di controllo e per l esercizio dell impianto propulsivo delle fregate FREMM della Marina Militare Italiana, stipulato tra il DINAV (poi DINAEL, oggi DITEN)-Università di Genova e la società ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A.) Membro dell unità di ricerca relativa al Contratto di Ricerca MMI-PNRM 2011 Studio di simulazione numerica e sperimentale di apparato motore e manovrabilità per l ottimizzazione del controllo anche in relazione al degrado delle prestazioni nel tempo, alle possibili avarie ed ai loro effetti stipulato tra il Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) costituito tra Università degli Studi di Genova/DITEN (ex DINAEL) in qualità di mandatario e CNR/INSEAN in qualità di mandante, e Ministero Difesa (NAVARM). Attività di ricerca e interessi scientifici In una prima fase, l attività di ricerca ha riguardato in larga misura la Meccanica Analitica, con speciale interesse alle strutture fibrate coinvolte nella geometrizzazione delle equazioni del moto per sistemi ad un numero finito di gradi di libertà e, più in particolare, per sistemi soggetti a vincoli cinetici. Tale attività, si inquadra nel contesto più vasto di una tematica, sviluppata negli ultimi vent anni, avente come scopo lo studio degli aspetti fondazionali legati alla geometrizzazione della Meccanica nell ambito della teoria dei fibrati e degli spazi di getti. Le moderne teorie geometrico-differenziali sviluppate hanno permesso di inquadrare il problema meccanico in un ambito più generale, in cui si collocano anche aspetti legati alla teoria del controllo, al calcolo delle variazioni e alla teoria dei sistemi dinamici. Specifici argomenti di ricerca sono stati lo studio delle simmetrie dinamiche per sistemi anolonomi, la teoria dei sistemi Lagrangiani singolari soggetti o meno a vincoli cinetici, il calcolo delle variazioni anolonomo e vakonomico, la Meccanica anolonoma lagrangiana ed Ha miltoniana, lo studio di vincoli cinetici in meccanica dei continui, formulazioni geometriche unificate della dinamica dei sistemi Lagrangiani ed Hamiltoniani. Successivamente, gli interessi scientifici si sono spostati su aspetti di geometria-differenziale in teorie di campo, con particolare riguardo alle teorie di Gauge, alla Relatività Generale, alle teorie Einstein-Cartan like, alle Teorie Estese della Gravitazione. In tale ambito, specifici argomenti di ricerca sono stati la creazione e lo studio di opportuni spazi fibrati particolarmente idonei a moderne formulazioni geometriche delle teorie suddette, in cui le proprietà di Gauge e di simmetria delle teorie stesse sono state completamente razionalizzate. Più recentemente, l attività di ricerca ha riguardato le Teorie Estese della Gravitazione con particolare attenzione alle f(r) teorie in formulazione metrico-affine e tetrade-affine ed alle loro applicazioni in cosmologia

4 In particolare, sono state studiate f(r) teorie con torsione con l intento spiegare gli effetti dinamici oggi osservati sull universo e attribuiti a forme sconosciute di energia e materia (dark energy e dark matter) tramite attributi geometrici dello spazio-tempo (torsione) Infine, ulteriore argomento di ricerca è costituito dallo studio di modelli matematici per la simulazione ed il controllo ottimo in Ingegneria Navale, con l obiettivo di giungere alla messa a punto dell impianto teorico necessario alla modellazione e la simulazione di processi dinamici riguardanti la propulsione, il controllo ed il governo di moderne imbarcazioni. Partecipazione a congressi Agosto th Workshop on Differential Geometric Methods in Theoretical Mechanics, Tenerife (Spagna). Febbraio 2001 convegno Vincoli anolonomi, integrabilità a non integrabilità, Povo di Trento. Comunicazione dal titolo Variational principles in non-holonomic Dynamics. Giugno 2002 Workshop on algebraic geometry and physics k-theory, derived categories and strings, Genova. Settembre th Workshop on Differential Geometric Methods in Theoretical Mechanics, Levico Terme (Trento) Settembre th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics, Villa Mondragone Monte Porzio Catone (Roma). Comunicazione dal titolo On a new definition of a form-bundle and its applications to Yang-Mills theory. Agosto th Workshop on Differential Geometric Methods in Theoretical Mechanics, Jaca (Spagna). Settembre th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics, Vietri sul Mare (Salerno). Comunicazione dal titolo Gravity and Yang-Mills fields: geometrical approaches. Settembre th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics, Torino. Aprile 2007 Convegno Problemi attuali di fisica teorica Vietri sul Mare (Salerno). Marzo 2008 Convegno Problemi attuali di fisica teorica Vietri sul Mare (Salerno). Settembre th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics, Cosenza. Comunicazione dal titolo f(r) metric affine gravity: mathematical features. Settembre th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics Pisa. Settembre 2011 IMAM th Conference of the International Maritime Association of the Mediterranean, Genoa Italy. Comunicazioni dal titolo Offshore wind generators dynamics e A mathematical model of the propeller pitch change mechanism for the marine propulsion control design.

5 Attività didattica L attività didattica è stata svolta presso la Facoltà di Ingegneria e la Facoltà di Scienze MM.FF.NN dell Università degli Studi di Genova. Il dettaglio di tale attività e riportato nel prospetto seguente: A.A. 1997/98 Analisi Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso A, titolare del corso Prof. Baronti) - esercitazioni in aula; - attività di supporto per gli studenti; - correzione elaborati scritti; - assistenza agli esami; A.A. 1998/99 Analisi Matematica 2 (Facoltà di Ingegneria, corso A, titolare del corso Prof. Chicco) - esercitazioni del corso (I modulo); - attività di supporto per gli studenti; - correzione elaborati scritti; - assistenza agli esami; A.A. 1999/00 Meccanica Razionale (Facoltà di Scienze, corso di laurea in Fisica, titolare del corso Prof. E. Massa) - assistenza agli esami; A.A. 2000/01 Meccanica Razionale (Facoltà di Scienze, corso di laurea in Fisica, titolare del corso Prof. E. Massa) - assistenza agli esami; A.A. 2001/02 Meccanica Razionale 1 e 2 (Facoltà di Scienze, corso di laurea in Fisica, titolare del corso Prof. E. Massa) - assistenza agli esami; A.A. 2001/02 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2002/03 Meccanica Razionale 1 e 2 (Facoltà di Scienze, corso di laurea in Fisica, titolare del corso Prof. E. Massa) - assistenza agli esami;

6 A.A. 2002/03 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2003/04 Meccanica Razionale 1 e 2 (Facoltà di Scienze, corso di laurea in Fisica, titolare del corso Prof. E. Massa) - assistenza agli esami; A.A. 2003/04 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2004/2005 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2004/2005 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci). A.A. 2004/2005 Metodi Matematici per l ingegneria (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente, titolare del corso Prof. Roberto Cianci) A.A. 2005/2006 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2005/2006 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci). A.A. 2005/2006 Metodi Matematici per l ingegneria (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente, titolare del corso Prof. Roberto Cianci)

7 A.A. 2006/2007 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2006/2007 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci). A.A. 2006/2007 Meccanica Razionale 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale) - titolarità del corso. A.A. 2007/2008 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2007/2008 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci). A.A. 2007/2008 Meccanica Razionale 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale) - titolarità del corso. A.A. 2007/2008 Teoria del controllo e formalismo Hamiltoniano (Facoltà di Ingegneria, corso di Dottorato di Ricerca in simulazione e ingegneria matematica) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Dott. Angelo Alessandri). A.A. 2008/2009 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2008/2009 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci).

8 A.A. 2008/2009 Meccanica Razionale 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale) - titolarità del corso. A.A. 2009/2010 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Civile ed Ambientale, titolare del corso Prof. R. Cianci) A.A. 2009/2010 Fisica Matematica (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria dell Ambiente) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Roberto Cianci). A.A. 2009/2010 Meccanica Razionale 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale) - titolarità del corso. A.A. 2009/2010 Teoria del controllo e formalismo Hamiltoniano (Facoltà di Ingegneria, corso di Dottorato di Ricerca in Simulazione e Ingegneria Matematica) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Angelo Alessandri). A.A. 2009/2010 Dinamica degli impianti di propulsione di navi e imbarcazioni (Facoltà di Ingegneria, Dottorato di Ricerca in Ingegneria Navale) - cotitolarità del corso (docente cotitolare Prof. Massimo Figari). A.A. 2010/2011 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Nautica) - titolarità del corso A.A. 2011/2012 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Nautica) - titolarità del corso A.A. 2011/2012 Meccanica Razionale (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale) - titolarità del corso. A.A. 2012/2013 Fisica Matematica 1 (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Nautica) - titolarità del corso A.A. 2012/2013 Meccanica Razionale (Facoltà di Ingegneria, corso di laurea in Ingegneria Navale)

9 - titolarità del corso. Attività di relatore/correlatore tesi di laurea 1. A.A. 2008/2009, Stefano Vignolo è stato correlatore della tesi di laurea specialistica Simulazione dinamica della propulsione e dei moti di un imbarcazione veloce a dislocamento variabile, candidato Dott. Giorgio Vigna, relatore Prof. Massimo Figari, corso di laurea in Ingegneria Navale, Università di Genova. Alla tesi è stata riconosciuta la dignità di stampa. 2. A.A. 2009/2010, Stefano Vignolo è stato correlatore della tesi di laurea specialistica Floating offshore wind generators dynamics, candidato Dott. Matteo Masi, relatore Prof. Stefano Brizzolara, corso di laurea in Ingegneria Navale, Università di Genova. Alla tesi è stata riconosciuta la dignità di stampa. 3. A.A. 2012/2013, Stefano Vignolo è stato secondo relatore della tesi di laurea specialistica Numerical approach for the performance assessment of a cycloidal propeller, candidati Dott. Filippo John Canepa e Dott. Claudio Canaccini, primo relatore prof. Marco Altosole, corso di laurea in Ingegneria Navale, Università di Genova. Attività di supervisore Dottorandi di Ricerca 1. Dall A.A. 2010/2011 all A.A. 2011/2012 Stefano Vignolo è stato il supervisore del dottorando di ricerca Dott. Ing. Matteo Masi per il corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Matematica e Simulazione dell Università di Genova. 2. Dall Anno Accademico 2010/2011 ad oggi Stefano Vignolo è il supervisore del dottorando di ricerca Dott. Francesco Vietri per il corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Matematica e Simulazione dell Università di Genova. 3. Dall anno Accademico 2012/2013 ad oggi Stefano Vignolo è il supervisore della dottoranda di ricerca Dott.ssa Ing. Silvia Donnarumma per il corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Matematica e Simulazione dell Università di Genova. Pubblicazioni 1. P. Morando and S. Vignolo, A geometric approach to constrained mechanical systems, symmetries and inverse problems, J. Phys. A: Math. Gen., Vol. 31, 1998, pp S. Vignolo, A new presymplectic geometrical framework for time-dependent Lagrangian systems: the constraint algorithm and the second-order differential equation problem, J. Phys. A: Math. Gen., Vol. 33, 2000, pp

10 3. S. Vignolo, Presymplectic Lagrangian systems subject to non-holonomic constraints, Riv. Mat. Univ. Parma, Serie 6, Vol. 4, 2001, pp S. Vignolo, Aspetti di gauge in dinamica lagrangiana ed hamiltoniana classica, Bollettino U.M.I.,Serie VIII, Vol. IV-A, 2001, pp S. Vignolo and D. Bruno, Iper-ideal kinetic constraints in continuum Mechanics, J. Math. Phys., Vol. 43, 2002, pp E. Massa, S. Vignolo and D. Bruno, Non-holonomic Lagrangian and Hamiltonian Mechanics: an intrinsic approach, J. Phys. A: Math. Gen., Vol. 35, 2002, pp S. Vignolo and D. Bruno, Time-dependent vakonomic Dynamics and presymplectic geometry, Riv. Mat. Univ. Parma, Serie 7, Vol. 1, 2002, pp E. Massa and S. Vignolo, A new geometrical framework for time-dependent Hamiltonian Mechanics, Extracta Mathematicae, Vol. 18, 2003, pp R. Cianci, S. Vignolo and D. Bruno, On a new definition of a form-bundle and its applications to Yang-Mills theory, Recent Developments in Gravitational Physics: Proceedings of the 15 th SIGRAV Conference on General Relativity and Gravitational Physics, Villa Mondragone Monte Porzio Catone (Roma), September 9-12, Institute of Physics Conference Series 176. ISBN (HB); ISBN (HB). Published by Taylor & Francis, New York, NY USA 2006, p E. Massa, E. Pagani and S. Vignolo, Legendre Transformation and Analytical Mechanics: a geometric approach, J. Math. Phys.,Vol. 44, 2003, pp S. Vignolo, A geometric description of Routh s procedure, J. Math. Phys., Vol. 44, 2003, pp R. Cianci, S. Vignolo and D. Bruno, The geometrical framework for Yang-Mills theories, J. Phys. A: Math. Gen., Vol. 36, 2003, pp R. Cianci, S. Vignolo and D. Bruno, Geometrical aspects in Yang-Mills gauge theories, J. Phys. A: Math. Gen., Vol. 37, 2004, pp S. Vignolo and R. Cianci, A new geometric look at gravity coupled with Yang Mills fields, J. Math. Phys, Vol. 45, 2004, pp R. Cianci and S. Vignolo, Gravity and Yang-Mills fields: geometrical approaches, Proceedings of the 16 th Sigrav Conference on General Relativity and Gravitational Physics Vietri, 2004, september AIP Conference Proceedings, Vol. 751, 2005, pp S. Vignolo, R. Cianci and D. Bruno, On the Hamiltonian formulation of Yang Mills gauge theories, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 2, 2005, pp S. Vignolo, R. Cianci and D. Bruno, A first-order purely-frame formulation of General Relativity, Class. Quantum Grav., Vol. 22, 2005, pp

11 18. S. Vignolo, R. Cianci and D. Bruno, General Relativity as a constrained Gauge Theory, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 3, 2006, pp S. Vignolo and E. Massa, A vielbein formulation of unified Einstein Maxwell theory, Class. Quantum Grav., Vol. 23, 2006, pp E. Massa and S. Vignolo, Variational techniques in general relativity: a metric affine approach to Kaluza s theory, J. Math. Phys., Vol. 48, S. Capozziello, R. Cianci, C. Stornaiolo and S. Vignolo, f(r)-gravity with torsion: the metric-affine approach, Class. Quantum Grav., Vol. 24, 2007, pp S. Capozziello, R. Cianci, C. Stornaiolo and S. Vignolo, f(r)-gravity with torsion: a geometric approach within the J-bundles framework, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 5, 2008, pp S. Capozziello, R. Cianci, C. Stornaiolo and S. Vignolo, f(r)-cosmology with torsion, Physica Scripta, Vol. 78, 2008, S. Capozziello and S. Vignolo, On the well formulation of the Initial Value Problem of metri-caffine f(r)-gravity, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 6, 2009, pp S. Capozziello and S. Vignolo, A comment on the Cauchy problem of f(r) gravity, Class. Quantum Grav., Vol. 26, 2009, S. Capozziello and S. Vignolo, The Cauchy problem for metric-affine f(r)-gravity in presence of perfect-fluid matter, Class. Quantum Grav., Vol. 26, 2009, S. Capozziello and S. Vignolo, Metric-affine f(r)-gravity with torsion: an overview, Ann. Phys.(Berlin), Vol. 19, 2010, pp S. Capozziello, R. Cianci, M. De Laurentis and S. Vignolo, Testing metric-affine f(r)- gravity by relic scalar gravitational waves, Eur. Phys. J. C, Vol. 70, 2010, pp S. Capozziello and S. Vignolo, The Cauchy problem for metric-affine f(r)-gravity in presence of a Klein-Gordon scalar field, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 8, 2011, pp M. Figari, G. Vigna and S. Vignolo, Dynamic simulation of the vertical-longitudinal motion for a variable displacement, dynamically supported, high speed craft, Proceedings of the Institution of Mechanical Engineers, Part M: Journal of Engineering for the Maritime Environment, Vol. 225, n. 1, 2011, pp L. Fabbri and S. Vignolo, Dirac fields in f(r)-gravity with torsion, Class. Quantum Grav., Vol. 28, 2011, U. Campora, M. Figari, M. Martelli, S. Vignolo, M. Viviani and M. Ratto, Propulsion plant simulation for fast military vessels, in Proceedings of HSMV th Symposium on High Speed Marine Vehicles, 2011, 25th-27th May, Naples Italy, ISBN:

12 33. M. Masi, S. Brizzolara and S. Vignolo, Offshore wind generators dynamics, in Sustainable Maritime Transportation and Exploitation of Sea Resources, R. Rizzuto and C. Guedes Soares Eds., CRC Press Taylor & Francis Group, London, Proceedings of IMAM th Conference of the International Maritime Association of the Mediterranean, 2011, 13th- 16th September, Genoa Italy, ISBN: M. Altosole, M. Martelli and S. Vignolo, A mathematical model of the propeller pitch change mechanism for the marine propulsion control design, in Sustainable Maritime Transportation and Exploitation of Sea Resources, R. Rizzuto and C. Guedes Soares Eds., CRC Press Taylor & Francis Group, London, Proceedings of IMAM th Conference of the International Maritime Association of the Mediterranean, 2011, 13th-16th September, Genoa Italy, ISBN: S. Vignolo, L. Fabbri and R. Cianci, Dirac spinors in Bianchi-I f(r)-cosmology with torsion, J. Math. Phys., Vol. 52, 2011, L. Fabbri and S. Vignolo, The most general ELKO matter in torsional f(r)-theories, Ann. Phys. (Berlin), Vol. 524, 2012, S. Capozziello and S. Vignolo, The Cauchy problem for f(r)-gravity: an overview, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 9, 2012, S. Capozziello, M. De Laurentis, L. Fabbri and S. Vignolo, Gravitationally Generated Interactions, 2011, arxiv: v1, accepted for publication in Contemporary Fundamental Physics: Einstein and Others, V. Dvoeglazov Ed., Nova Science, NY, USA, in print. 39. S. Capozziello, M. De Laurentis, L. Fabbri and S. Vignolo, Running coupling in electroweak interactions of leptons from f(r)-gravity with torsion, Eur. Phys. J. C, Vol. 72, 2012, S. Vignolo and L. Fabbri, Spin fluids in Bianchi-I f(r)-cosmology with torsion, Int. J. Geom. Methods Mod. Phys., Vol. 9, 2012, L. Fabbri and S. Vignolo, A modified theory of gravity with torsion and its applications in cosmology and particle physics, Int. J. Theor. Phys., Vol. 51, 2012, M. Figari and S. Vignolo, Effects of mass and inertia changes on the equations of motion of a vessel, NAV th International Conference on Ships and Shipping Research, 2012, 17th-19th October, Naples, Italy, ISBN: (Volume extended abstracts + CR ROM), (ebook). 43. S. Vignolo, L. Fabbri and C. Stornaiolo, A square torsion modification of Einstein-Cartan theory, Ann. Phys. (Berlin), Vol. 524, 2012, M. Martelli, M. Figari, M. Altosole and S. Vignolo, Controllable pitch propeller actuating mechanism, modelling and simulation, Proceedings of the Institution of Mechanical Engineers, Part M: Journal of Engineering for the Maritime Environment, 2013, doi: /

13 45. M. Altosole, M. Figari, M. Martelli, M. Nataletti, S. Vignolo and M. Viviani, Numerical analysis of the ship propulsion control system effect on the manoeuvring characteristics in model and full scale, Proceedings of V International Conference on Computational Methods in Marine Engineering - MARINE 2013, 29th-31th May, 2013, Hamburg, Germany, CIMNE, B. Brinkmann and P. Wriggers Eds., ISBN: , pp Preprints 1. S. Carloni, S. Vignolo and L. Fabbri, The dynamics of Bianchi I universes in R n cosmologies with torsion, 2013, submitted for publication to, Class. Quantum Grav.. 2. S. Capozziello, L. Fabbri and S. Vignolo, Weak Forces and Neutrino Oscillations under the standards of Hybrid Gravity with Torsion, 2013, submitted for publication to Modern Physics Letters A. 3. S. Vignolo, S. Carloni and F. Vietri, Reconstructing exact scalar-tensor cosmologies via conformal transformations, 2013, submitted for publication to Physical Review. D. Works in progress 1. P. Bagnerini, S. Capozziello, M. De Laurentis and S. Vignolo, Fermions in f(r)-cosmology, work in progress. 2. M. Altosole and S. Vignolo, A mathematical model for cycloidal propeller, work in progress. 3. S. Capozziello and S. Vignolo, The Cauchy problem for hybrid metric-palatini f(x)-gravity, work in progress. 4. S. Carloni, S. Vignolo and L. Fabbri, Shear dynamics in Bianchi-I hybrid f(x) cosmologies with torsion, work in progress. Technical reports 1. M. Figari and S. Vignolo, Dynamic simulation of ship propulsion and ship motions for a variable displacement, dynamically supported, high speed craft, Technical Report, Contratto di Ricerca Aliswhat Cantieri Navali Rodriquez- DINAV, 2009.

14 2. M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso and G. Nervi, Modello dinamico per la simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora, G. Nervi and G. Ottaviani, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora, M. Martelli and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e EPM trascinati in assetto di navigazione, Technical Report, Contratto di Ricerca REMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e EPM trascinati in assetto di manovra prontezza, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e EPM trascinati in assetto di manovra ormeggio/ras a giri fissati, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora, M. Martelli and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e EPM trascinati in modalità rimorchio, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: EPM su entrambi gli assi in assetto di manovra a giri fissati, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: EPM su entrambi gli assi in modalità rimorchio, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e con SG funzionanti in assetto di navigazione, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, 2010.

15 11. M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su entrambi gli assi e con SG funzionanti in assetto di manovra, Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: TAG su un asse, l altro asse trascinato a passo impostato (assetto degradato), Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M. Altosole, S. Vignolo, M. Viviani, G. Dubbioso, U. Campora and G. Nervi, Simulazione del controllo della propulsione delle fregate FREMM: EPM su un asse, l altro asse trascinato a passo impostato (assetto degradato), Technical Report, Contratto di Ricerca FREMM ABB S.p.A. (poi Seastema S.p.A) - DINAV, M. Figari, M, Viviani, M. Altosole, M. Martelli and S. Vignolo, Studio di simulazione numerica e sperimentale di apparato motore e manovrabilità per l ottimizzazione del controllo anche in relazione al degrado delle prestazioni nel tempo, alle possibili avarie ed ai loro effetti, Contratto di Ricerca MMI-PNRM 2011 stipulato tra il Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) costituito tra Università degli Studi di Genova/DITEN (ex DINAEL) in qualità di mandatario e CNR/INSEAN in qualità di mandante, e Ministero Difesa (NAVARM). Genova, 5 giugno 2013 Dr. Stefano Vignolo

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta L. P. 22 Aprile 2015 Sommario L espressione della quantità di moto e dell energia in relatività ristretta

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Curriculum vit del docente

Curriculum vit del docente Curriculum vit del docente Nome: Davide Gabrielli. Nazionalit`a: Italiana. Data di nascita: 31 Ottobre 1967. Stato civile: Sposato, due figli. Lingue conosciute: Portoghese, Inglese, Tedesco (scolastico),

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Universitá di Firenze. Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho

Universitá di Firenze. Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho Universitá di Firenze FACOLTÁ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Matematica Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho What

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1. Andrea DALL AGLIO. Curriculum vitae et studiorum

Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1. Andrea DALL AGLIO. Curriculum vitae et studiorum Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1 Andrea DALL AGLIO Curriculum vitae et studiorum Andrea Dall Aglio è nato a Livorno il 27 aprile 1963. E sposato, ha due

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Valutazione della competizione ai cctld da parte dei nuovi gtld

Valutazione della competizione ai cctld da parte dei nuovi gtld Valutazione della competizione ai cctld da parte dei Ing. Stefano Trumpy Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Informatica e Telematica Pisa Second International Workshop on Global Internet Governance:

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca SEZIONE SITUAZIONE ANAGRAFICA SEZIONE POSIZIONE GIURIDICA (barrare la casella relativa) Pagina 1 di 7 SEZIONE DATI DI INSEGNAMENTO SEZIONE TIPOLOGIA DOMANDA (Barrare la casella di interesse) Pagina 2 di

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Acustica con una Bic e uno smartphone

Acustica con una Bic e uno smartphone 1 Acustica con una Bic e uno smartphone L. Galante #, 1, A. M. Lombardi*, 2 # LSS G. Bruno, Torino, Italy. * ITCS Primo Levi, Bollate (MI), Italy. Abstract. A smartphone, with its integrated sensors and

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza Watt e Voltampere: facciamo chiarezza White Paper n. 15 Revisione 1 di Neil Rasmussen > Sintesi Questa nota spiega le differenze tra Watt e VA e illustra l uso corretto e non dei termini utilizzati per

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi. Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.it) L analisi multicriterio e il processo decisionale L analisi multicriterio

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto " ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE TRA L'UNIVERSITA' DI SCIENZE GASTRONOMICHE E L'UNIVERSIT A' DEGLI STUDI DI TORINO. L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con sede legale

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli