«Le opportunità di mercato» A cura di Massimo D'Angelillo - Genesis

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«Le opportunità di mercato» A cura di Massimo D'Angelillo - Genesis"

Transcript

1 «Le opportunità di mercato» A cura di Massimo D'Angelillo - Genesis

2 Le opportunità del mercato

3 La casa La crisi del mercato immobiliare italiano, con un forte calo delle compravendite a causa della crisi economica, non toglie che l abitazione costituisca per i cittadini italiani un bene di fondamentale importanza, considerando che (fonte: Agenzia del Territorio, 2014) ben il 79,1% (il dato è più alto al sud: 85,0%) delle famiglie è proprietario della propria casa di residenza. La crisi del mercato immobiliare ha da alcuni anni un impatto pesante sulle agenzie immobiliari (il cui numero sta non a caso scendendo), cioè sui soggetti professionali che si occupano di intermediazioni. Ha inoltre un severo impatto sull edilizia, per quanto riguarda la costruzione di nuove abitazioni, molto diminuite negli ultimi anni dopo il boom terminato nel 2008.

4 Il mercato delle ristrutturazioni immobiliari è in crescita. Questo anche per contenere i costi di gestione: gli interventi di efficientamento energetico (coibentazioni, pannelli solari, impianti elettrici efficienti, caldaie a basso consumo, ecc.) possono abbassare significativamente i costi correnti e quindi essere un investimento redditizio nel medio periodo. Anche le costruzioni in bio-edilizia vengono concepite per limitare i consumi energetici e in generale l impatto ambientale, e ciò coniugando le più moderne tecnologie con antiche tecniche costruttive, impiegando materiali quali il legno, l acqua, la terra, la sabbia e la pietra, rispettosi della natura e poco impattanti sull ambiente e sulla salute

5 Una tipologia di costruzioni che si sta diffondendo nel nostro paese è quella degli edifici in legno, da sempre abituali in vaste parti del Nord Europa, in Giappone e nel Nord-America: in Germania il 15% delle abitazioni è in legno, in Giappone il 50%, in Nord America oltre l 80%. In Italia la quota è ancora molto bassa (se non nelle località dell arco alpino), ma in veloce espansione. Il segmento della costruzione di case in legno viaggia infatti a una crescita annua del 20%. Inoltre non si espande soltanto l edilizia residenziali: il 18% degli edifici costruiti in legno in Italia (fonte: Promolegno) è costituito da palestre, teatri, uffici, ecc. Importante è anche il mercato delle soluzioni da esterno, con gazebo, bungalow, elementi di arredo urbano, ecc. Gli edifici in legno sono costruiti in cantiere e montati prefabbricati nel sito di destinazione, dove spesso esteticamente non si distinguono da quelli costruiti con le tecniche tradizionali in mattone e cemento.

6 Il recupero di casali, stalle, fienili, ecc. può costituire un investimento conveniente, sia a fini residenziali, sia per quelle persone che scelgono il ritorno alla campagna per gestire attività agricole o agrituristiche. In Italia esistono poi molte seconde case considerando che su 60 milioni di residenti, l Agenzia del Territorio ha censito 59 milioni di immobili, cioè uno per abitante. Di queste case molte (3,5 milioni secondo una indagine di Halldis) sono case lasciate vuote per gran parte dell'anno; esse spesso necessitano anch esse di interventi manutentivi e di ristrutturazione, e potrebbero essere anche gestite meglio, aumentandone l utilizzo e quindi abbassandone i costi per i proprietari. Si tratta di costruzioni che in molti casi hanno anche notevoli potenzialità di utilizzo a fini turistici, se proposte sul mercato ricettivo. Infatti, dei 3,5 milioni di seconde case, solo il 15 per cento è usato per affitto stagionale o di breve durata, quello più congeniale per i turisti (o viaggi d'affari). La ottimizzazione del patrimonio edilizio significa anche lo svolgimento di efficaci attività di manutenzione, da quelle obbligatorie (caldaie), a quelle che servono a mantenere in efficienza l edificio (impianti elettrici, idraulici, ecc.) e a preservarle da rischi idrogeologici. Sempre nell ambito della spesa per l alloggio, le famiglie italiane hanno operato forti tagli all'arredamento e agli elettrodomestici, ridotti complessivamente di circa il 30% (dati Nielsen). Più favorevole potrebbe essere la vendita on line, visto che l e-commerce di beni per la casa, di cui fanno parte anche gli arredi, è cresciuta nel primo semestre del 2014 di ben il 31,4% sull anno precedente. Dell arredamento, con andamenti favorevoli, fa parte anche il segmento dei mobili su misura o nati dal recupero e restauro di mobili esistenti. Mobili abbandonati (altrimenti da portare in discarica), ma anche piccoli elettrodomestici, schermi di computer, ecc. possano avere una seconda vita, anche trasformandone le originarie funzioni d uso. Molti oggetti di arredamento, poi, possono rilanciare antiche tradizioni artigianali, quali la lavorazione della ceramica, del vetro, del ferro battuto, della pietra.

7 L alimentazione Al recente salone fieristico SANA (Bologna, settembre 2014) è stato sottolineato quanto i prodotti bio continuino a crescere le vendite anche per tipologie di prodotti che sono in calo (ad esempio nei primi 5 mesi dell anno: lattiero caseari + 3,2% contro 1,3%; ortofrutta + 11,2% contro 3,2%; carni fresche e trasformate + 11,3% contro -2,0%). Inoltre negli ultimi 4 anni sembra essere diminuito, per tutte le tipologie di prodotti, il differenziale di prezzo con i prodotti convenzionali (non bio).

8 Contemporaneamente, sono in forte aumento gli italiani affetti da disturbi alimentari: secondo i dati dell Istituto Superiore di Sanità, circa l 8% dei bambini e il 2% della popolazione adulta soffre di reazioni avverse ad uno o più cibi. Oggi 7 italiani su 10 non digeriscono il lattosio, mentre un italiano su cento soffre di celiachia. Secondo il Rapporto Coop 2014 Consumi e distribuzione, che cita dati sulle vendite nei punti vendita della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) il fatturato dei prodotti senza glutine e di quelli a base di cereali alternativi al frumento (soia, farro, kamut, ecc.) raggiunge i 250 milioni di euro all anno, con un incremento dei volumi nel 2013 del 18%. I prodotti dimagranti, sportivi, multivitaminici sembrano esenti da crisi, con un incremento di oltre il 6% rispetto al 2013.

9 Interessanti sviluppi, che favoriscono le piccole produzioni e distribuzioni a livello locale, coinvolgono i cosiddetti prodotti a km zero : carne, frutta e verdura di stagione, ma anche con prodotti industriali/artigianali quali olio, vino, salumi, pasta, latticini, dolciumi, birra, ecc. Alla svolta verso il km zero stanno sempre più contribuendo i consigli di molti medici e dietologi, che raccomandano diversamente dal passato il consumo di frutta e verdura di stagione, piuttosto che di quella proveniente da posti lontani e quindi sottoposta a trattamenti conservanti. La cosiddetta filiera corta, con l eliminazione di alcuni passaggi commerciali, consente di abbattere il prezzo finale (fino al 25-30% del totale), con vantaggi sia per il consumatore sia per il produttore. Nell ambito dell ortofrutta biologica, ad esempio, il produttore a spuntare tramite la vendita diretta discreti margini in più rispetto alla vendita ad operatori che si trovano in stadi più a monte della filiera.

10 Oggi il successo dei prodotti tipici italiani si gioca molto sui mercati esteri, per cui assumono particolare rilevanza anche quelle iniziative commerciali che utilizzano canali nuovi di vendita, ad esempio l e-commerce. Può trattarsi di portali specializzati oppure di vendite online che si affiancano a vendite tradizionali in azienda, per gli agricoltori e i trasformatori (vino, olio, ecc), oppure a quelle in negozio, per i piccoli commercianti. Oggi 36 milioni di italiani bevono birra e di questi il 44% sono donne, mentre il consumo pro capite ha raggiunto quasi i 30 litri all anno (29,6 litri). In pochi anni sul territorio nazionale sono sorti 16 stabilimenti industriali e circa 500 microbirrifici, hanno prodotto ettolitri di birra, pari a +0,5% rispetto al 2011 ( ettolitri). Molti micro birrifici sono annessi ad attività esistenti (pub, agriturismi, ecc.), ma per molti altri la produzione di birra è l attività principale.

11 Molta più cautela che fino a qualche anno fa bisogna invece avere oggi nel progettare nuove imprese di artigianato alimentare take away (asporto). I dati di mercato oggi segnalano infatti una inversione della tendenza favorevole continuata per molti anni per questo tipo di attività (pizzerie al taglio, piadinerie, focaccerie, ecc.). Oggi 2 italiani su 3 limitano le uscite fuori casa (67%). Secondo i dati Ipsos è possibile stimare che rispetto al 2010 le famiglie hanno rinunciato a 2 occasioni di consumo alimentare extra domestico al mese.

12 La cura del corpo I nutraceutici - alimenti che hanno un effetto benefico sulla salute umana, quali antiossidanti, acidi polinsaturi (omega 3, omega 6), vitamine, ecc.- hanno un mercato in crescita (2013) di ben il 6% annuo. Altro segmento interessante è quello delle parafarmacie. Una indagine di IMS Consumer Health (Il mercato in farmacia, 2013) ha mostrato che il mercato dei prodotti parafarmaceutici cresce del 7,5%, e ciò nonostante si tratti di prodotti non ammessi al finanziamento del Sistema Sanitario Locale.

13 Entrate nel panorama commerciale italiano solo in epoca recente (Legge Bersani n. 248/2006) le parafarmacie continuano quindi la loro crescita. Sul mercato commerciale le parafarmacie in un anno sono passate dal 6,4% al 6,8% del totale della rete distributiva.

14 Un capitolo importante della cura del corpo riguarda il fumo. Qui si deve registrare una inaspettata controtendenza: secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute nel 2014 in Italia il numero dei fumatori è tornato a crescere, si conterebbero infatti circa 700 mila fumatori in più, con una popolazione di fumatori che conta 11,3 milioni di individui, cioè il 22% della popolazione adulta (era il 20,6% nel 2013). Il dato sulla diffusione dell abitudine al fumo registra una inversione di tendenza, interrompendo un fenomeno più che decennale di costante diminuzione: nel 1975 fumava il 34% della popolazione adulta, nel 1990 la quota era ancora pari al 32%.

15 La sigaretta elettronica aveva fatto irruzione nella scena economica (e medica) per le sue promesse di minore dannosità rispetto alla sigaretta tradizionale, e ai suoi minori costi. La rapida ascesa della sigaretta elettronica, diventata quasi una moda, aveva portato in pochi anni il business a valere in Italia circa 350 milioni di euro (2012). Tale ascesa è stata prevedibilmente contrastata dallo Stato con la equiparazione alle normali sigarette ai fini fiscali. Metà dei circa 6 mila rivenditori che avevano avviato un attività in Italia ha chiuso. Gli utilizzatori sono scesi dal 4,2% del totale dei fumatori nel 2013 all 1,6% del 2014: i consumatori abituali sono crollati da circa 510 mila a circa 255 mila, quelli occasionali dai circa 1,6 milioni a 550 mila. Pur con questo rapido dietro-front, riteniamo tuttavia che la sigaretta elettronica mantenga una certa quota di mercato e possa dare luogo a nuove aperture di imprese, in quanto una parte della clientela continua ad usarla e nonostante la maggiore tassazione, essa rimanga ancora economicamente molto più conveniente della sigaretta tradizionale.

16 L abbigliamento L abbigliamento è infatti uno dei settori che maggiormente stanno subendo la crisi. Anche nel 2013 la riduzione nelle vendite è stata pesante, pari al 6,7% delle vendite dell anno precedente, e nonostante cali dei prezzi e la estensione di forme promozionali messe in atto dai commercianti. Fa eccezione la spesa in abbigliamento per bambini e adolescenti, trainata dalla crescita demografica di questi gruppi di età.

17 Un laboratorio artigiano di produzione potrebbe ad esempio specializzarsi nella realizzazione di capi di abbigliamento che impieghino fibre naturali (lana, canapa, juta, bamboo, ortica, ecc.) e ricavate senza l'impiego di coloranti e sbiancanti di origine chimica (allergenici e tossici), ma invece con tinture naturali ottenute con estratti di piante (quali spinaci, zafferano, prezzemolo, ecc.) secondo le tecniche utilizzate prima dell'avvento dei moderni prodotti chimici. Altro segmento interessante è quello della sartoria e maglieria su misura. Si tratta di mestieri quasi scomparsi, per i quali esiste comunque un mercato interessante, sia per capi nuovi sia per la riparazione di capi già esistenti. E evidente che occorrono abilità artigianali non comuni, ma del resto tali abilità sarebbe grave che venissero a mancare in un paese come l Italia che ha prodotti alcuni tra i migliori creatori di moda del mondo. Aspetto specifico della sartoria su misura è quello delle piccole riparazioni veloci e adattamenti sartoriali. Laboratori di questo tipo stanno diffondendosi soprattutto nelle città di grande e media dimensione.

18 Cultura e informazione In Italia nel 2013 le vendite di libri sono diminuite del 2,3% in numero e del 5,2% in valore, in coerenza con quanto avviene nei vari paesi occidentali. In un paese come l India, invece le vendite sono cresciute in un anno dell 11,3%. Il calo del 2013 è più attenuato rispetto a quello del 2012, che era stato del 6,9%. Fra i settori, il libro per bambini è in crescita (+3,1%), mentre la fiction cala del 5,4% e la non fiction del 4,2%.

19 I lettori degli e-book sono il 3,6% del totale (1,9 milioni), mentre gli acquirenti sono il 2% del totale (1 milione). I lettori degli e-book sono quindi il 90% in più rispetto agli acquirenti, percentuale che scende al 14% per i libri di carta (21,9 milioni di lettori contro 19,2 di acquirenti). Rispetto all anno precedente, gli e-book sono cresciuti del 14% come acquirenti e del 17% come lettori. I lettori degli e-book nel 20% hanno acquistato nel 2013 solo e-book; l 80% ha acquistato anche libri cartacei. Il numero di chi compra e-book è cresciuto del 27%, quindi molto di più del mercato in generale degli e-book. Una quota crescente di lettori quindi tende ad acquistare soltanto e- book. Questo ha trainato ad esempio la diffusione degli e-reader, i dispositivi elettronici che immagazzinano e servono a leggere i libri in formato digitale. Nell ultimo anno sono stati effettuati 6,3 milioni di download dalle diverse piattaforme di acquisto, anche grazie ad una espansione importante dell offerta dell editoria (oggi sono disponibili 62 mila titoli tra italiani e stranieri, +63%).

20 Viceversa, proprio per i rapidi progressi dell editoria elettronica, molta cautela deve essere messa oggi nell orientarsi oggi verso l apertura di una edicola per la rivendita di giornali, un attività tradizionalmente tranquilla anche perché protetta dal regime di licenze. Non a caso negli ultimi cinque anni il numero delle edicole italiane è diminuito da punti vendita a poco più di , e molte edicole oggi aperte risultano in vendita. Il motivo è chiaro: secondo i dati della FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali) le tirature e le vendite di giornali sono in continuo calo. Le vendite di quotidiani sono diminuite ad esempio in un solo anno (2013) rispettivamente del -6,0, quelle dei settimanali del - 5,2 e quelle dei mensili del -6,0. L unica soluzione per una edicola è quella di integrare la vendita di giornali con quella di altri prodotti (dalle figurine alle schede telefoniche) e servizi (ad esempio fax), ma questo è possibile in misura significativa soltanto in particolari contesti, ad esempio piccoli centri dove scarseggiano altre attività simili e dove è possibile ampliare le merceologie trattate, ad esempio agli articoli di cartoleria.

21 Oggi esistono App per svariati utilizzi: ricevere una dieta personalizzata, giocare, fotografare e creare effetti grafici, leggere libri, ascoltare la radio, consultare una cartina turistica, prenotare un taxi, cercare una ricetta. Messe in formato di App, le informazioni diventano più facilmente accessibili e di immediato utilizzo. Per giovani informatici la creazione di App può diventare una opportunità di reddito e occupazione, anche se non va sottaciuto il fatto che gli italiani mostrano ancora una certa ritrosia a spendere per una App, anche perché esiste una offerta praticamente sconfinata di contenuti gratuiti che si ripagano con la pubblicità o vendendo soluzioni più avanzate: in media solo 3 App per ogni utente sono acquistate dagli store. L Italia ha grandi potenzialità di crescita del mercato delle App, in quanto è ben posizionata nella graduatoria mondiale per possesso di smartphone. Fino a qualche anno fa lo smartphone era un telefono di elite (l primo fu il mitico Blackberry). Oggi vi sono i51 milioni di possessori di un telefono cellulare, e di questi 31 milioni di italiani sono proprietari di uno smartphone (62%), una incidenza non distante da quella degli Usa e certamente destinata a raggiungere in poco tempo pressoché l intera popolazione.

22 Tempo libero e sport Rispetto al 2008, la spesa del 2012 è risultata più bassa di circa il 16% per le discoteche, del 12% per i teatri. Forte calo anche per i cinematografi, nonostante le nuove proposte di film in 3D. In controtendenza sono soltanto le vendite di biglietti per le mostre, cresciuti del 40% tra il 2008 e il Negli ultimi 2 anni gli spettatori televisivi medi sono cresciuti del 12%, anche grazie alle diffusione della Pay TV e alla progressiva diversificazione dell'offerta.

23 Secondo il CONI sono 17 milioni e 715 mila sono le persone di 3 anni e più che nel 2013 dichiarano di praticare uno o più sport nel tempo libero, a cui vanno aggiunti i 16 milioni e 326 mila sono coloro che pur non praticando uno sport svolgono qualche attività fisica. Questa massa di persone supera ampiamente i 24 milioni e 766 mila persone che si dichiarano completamente sedentarie Forte sviluppo continua ad avere il gioco on line: i consumi di gaming e del mobile entertainment sono cresciuti nel 2013 dell 11,3%, mentre la spesa media per giocatore è di ben Euro a persona, un valore in Europa uguagliato solo dalla Gran Bretagna.

24 Viaggi e turismo Il turismo è un settore che anche negli anni peggiori di crisi ha manifestato una discreta tenuta (con differenze ovviamente tra le diverse aree del paese); solo nel 2014, complice una situazione meteorologica sfavorevole, si è assistito a un calo significativo del giro di affari del settore. Il turismo è però un settore che continua ad offrire opportunità per iniziative imprenditoriali su piccola e piccolissima scala, anche perché il cliente tende a ridurre il budget e la durata del soggiorno, pur di non rinunciare alla vacanza.

25 Ne beneficiano soluzioni a basso costo, come ad esempio i Bed & Breakfast, tipologia ricettiva a basso investimento, in quanto svolta nell abitazione di residenza del gestore. In pochi anni i B&B sono molto aumentati di numero e la tipologia ricettiva incontra il favore di una parte crescente della clientela, sia per i prezzi contenuti, sia per il contatto che riesce a favorire tra il turista e la popolazione locale. Un altra tipologia che mantiene un mercato favorevole è l agriturismo, che beneficia anche del favore di gran parte dell opinione pubblica (non solo italiana) verso una valorizzazione delle tradizioni gastronomiche e del rapporto con la natura. L agriturismo diventa in molti casi anche un centro di organizzazione di escursioni, corsi di cucina, attività sportive, dando risposte che il turismo alberghiero tradizionale non riesce evidentemente a dare. La gestione di piccoli alberghi e ostelli per la gioventù costituisce una prospettiva fattibile per piccole imprese, ma si scontra in molte località con la indisponibilità degli immobili o con i costi molto elevati degli affitti pretesi dai proprietari.

26 Fra le attività di piccola dimensione legate al turismo vi è la organizzazione di escursioni con finalità sportive, culturali, fotografiche, ecc. L animazione turistica, soprattutto per bambini e anziani, mantiene una buona diffusione e in alcune località può ancora svilupparsi. Un attività con deboli prospettive è quella delle agenzie viaggi, molto diminuite di numero negli ultimi anni, soprattutto per effetto di Internet, che rende possibile un contatto diretto tra cliente e fornitori di servizi oppure il passaggio tramite piattaforme di prenotazione per alberghi e voli aerei.

27 La cura delle persone deboli L ambito dell infanzia è ancora quello più aperto per piccole iniziative imprenditoriali: ludoteche, nidi d infanzia, fattorie didattiche, servizi di baby-sitting, attività di animazione, centri estivi. L aumento demografico, in molte realtà territoriali, ha aumentato l esigenza di questo tipo di servizi, giù sviluppatisi molto nel recente passato. Sono attività spesso regolamentate con standard fissati per legge, che richiedono generalmente (con la eccezione ad esempio dei nidi d infanzia) investimenti contenuti.

28 Negli ultimi anni, però, si sono diffuse altre attività afferenti al più ampio comparto sociale. Fra queste va segnalata senz altro l attività delle case famiglia. Una casa-famiglia è una piccola struttura che può ospitare un certo numero di anziani, garantendo un servizio di ospitalità e un pronto ricorso a strutture sanitarie esterne in caso di urgente necessità. I limiti massimi dimensionali e gli standard strutturali e professionali sono fissati da specifiche leggi regionali, ma sono generalmente tali da consentire iniziative imprenditoriali anche su piccola scala. L edificio in cui si svolge il servizio per gli anziani può coincidere con l abitazione del gestore. La casa-famiglia, diffusasi soprattutto per fare fronte alle esigenze dell ampia platea degli anziani, è però impiegata anche per altre tipologie di utenti non autosufficienti, come i disabili o minori senza famiglia.

29 Gli animali domestici Infatti, secondo il Rapporto Assalco- Zoomark 2014 il mercato dei prodotti per l alimentazione e la cura degli animali da compagnia in Italia nel 2013 continua a presentare dinamiche positive, con un nuovo aumento del fatturato dell 1,7%. Secondo dati Eurispes, il 39% degli italiani ha almeno un animale in casa e il 12% ne ha più di uno. Cani, gatti, uccelli e altri piccoli animali sono diventati una presenza importante nelle case degli italiani, dove continua a diminuire il numero medio dei componenti della famiglia degli umani.

30 L animaletto (il cosiddetto Pet ) è ormai considerato a tutti gli effetti un membro della famiglia e quindi circondato di cure adeguate. Una volta adottato, il Pet entra a far parte della vita delle persone che la compongono e gli sono riservati attenzioni e affetto. All interno del dato generale di mercato, relativo al complesso dei prodotti e servizi per animali domestici, ancor più favorevole è l andamento degli accessori (quali ad esempio prodotti per l igiene, giochi, guinzagli, cucce, ciotole, gabbie, voliere, acquari, ecc.) che continuano a mostrare un andamento positivo con un +3,1% rispetto al Il segmento giochi cresce del 2,5%, mentre molto dinamici sono gli antiparassitari, con un aumento del +12,7%, segno che il consumatore non intende rinunciare alla igiene e al benessere dell animale. Vi sono però anche segmenti in contrazione, per i quali l avvio di un attività rischia di essere problematica. Si assiste ad esempio a una contrazione delle spese veterinarie, dopo lunghi anni di sviluppo. Il 52,1% dei proprietari dichiara infatti di averle ridotte abbastanza, mentre il 34,7% le ha ridotte molto e il 12,9% le ha lievemente ridotte.

31 I trasporti Oggi si parla sempre di più di mobilità sostenibile e di smart cities, quindi dell utilizzo di forme nuove di trasporto, che vedono come protagonista la bicicletta. Le due ruote sono diventate infatti un mezzo di spostamento apprezzato ed utilizzato da quasi un quarto dei cittadini e soprattutto nelle Regioni del Nord. Aprire un negozio per la vendita di biciclette (e accessori), con annesso un servizio di riparazione ed eventualmente di costruzione (tramite montaggio) di nuove bici personalizzate è ritornato ad essere un business interessante.

32 Oltre ad una maggiore attenzione verso l ambiente e all esercizio fisico, la crescita dell utilizzo della bicicletta è favorita dall estensione delle aree a traffico limitato nelle grandi città (come a Milano, città capofila in tale senso) e dall ampliamento della rete delle piste ciclabili. Nei capoluoghi di Provincia la densità di piste ciclabili ha raggiunto 17,4 chilometri per 100 chilometri quadrati di superficie, in crescita del 30% negli ultimi 5 anni. Oggi è anche possibile caricare la bicicletta sui treni, mentre la fabbricazione di bici pieghevoli e portatili (anche da parte di piccoli artigiani) consente una intermodalità con l auto. Oggi le due ruote significano anche la diffusione delle biciclette elettriche a pedalata assistita. Nel 2013, a fronte di sole 860 automobili elettriche, sono state vendute ben biciclette a pedalata assistita, in crescita del 12%. Le bici elettriche rappresentano il 3,3% del mercato: iniziano ad essere un numero elevato, per le attività di produzione, ma anche per quelle di manutenzione e noleggio.

33 L economia della condivisione Car pooling, bike sharing, scambi di casa per vacanze, ecc. sono concezioni nuove che coinvolgono il trasporto e il tempo libero delle persone, un nuovo modo di soddisfare le proprie esigenze sostituendo la proprietà esclusiva del mezzo con l impiego di beni e servizi in cooperazione con altri. Se oggi la sharing economy è ancora marginale ed è sperimentata soprattutto dai giovani, essa è però in rapida espansione e potrebbe diventare una pratica diffusa in larghe fasce della popolazione, soprattutto in Italia.

34 Oggi il bike sharing, ad esempio, è attivo in buona parte dei grandi Comuni italiani. Secondo la Nielsen Consumer confidence survey 2013, tra gli italiani che usano internet, oltre il 50% ha già provato o si dichiara pronto a sperimentare questa nuova modalità di consumo. Le modalità in cui si realizza il consumo collaborativo sono diverse e possono essere organizzate a livello locale (da imprese private anche in collaborazione con enti pubblici interessati a promuovere questa modalità) oppure concepite per abbracciare un territorio vasto, rendendo visibile l iniziativa tramite portali Internet.

35 Usato e riuso Il restauro e la rigenerazione di un capo di abbigliamento può significare in alcuni casi il lavaggio (ad esempio per i capi di abbigliamento), in altri l effettuazione di piccole riparazione (ad esempio per i mobili o per i giocattoli), in altri ancora la revisione, la riparazione e la copertura con una nuova garanzia (ad esempio per gli elettrodomestici).

36 Una delle aree di maggiore spreco consumistico ad esempio è quello dei prodotti per l infanzia. Carrozzine, seggiolini per auto, vestitini, giocattoli sono prodotti abbastanza costosi che hanno un ciclo di vita che dura pochi mesi. Il prodotto dismesso spesso finisce nel cassonetto. Di qui l idea che si sta diffondendo di dare vita a negozi per la compravendita di prodotti usati (opportunamente puliti e rigenerati) per l infanzia.

37 L e-commerce Secondo il Rapporto Coop 2014 Consumi e distribuzione nei prossimi 4 anni le vendite on line in Italia raddoppieranno. Questo genera prospettive molto interessanti anche per le microimprese. I settori con i più forti incrementi sono stati l abbigliamento (+44,2%), il dettaglio non alimentare tra cui i libri (+42,7%) e i beni per la casa (+31,4%). Seguono gli alimentari (+24,3%), i viaggi e trasporti (+21,0%), i servizi vari (+15,7%), gli alberghi e ristoranti (+11,3%) e l informatica (+7,0%).

38 La spesa media è di 240 euro pro capite. Quasi il 40% è destinato all acquisto di viaggi e servizi di trasporto, il 30% in servizi, il 9% in telecomunicazioni, il 6% in prodotti informatici e tecnologici, il 3% in abbigliamento e calzature. Per l Osservatorio Cartasì, i cambiamenti interessano soprattutto, ma non esclusivamente, i più giovani: il 45% degli acquirenti ha meno di 45 anni, ma il 31% ha un età compresa tra 45 e 54 anni, il 16% tra 55 e 64 anni, l 8% oltre 65 anni. Secondo dati della Banca Centrale Europea, in Svezia un cittadino compie circa 200 pagamenti on line all anno, quasi 2 ogni 3 giorni, in Francia ciò avviene 130 volte, in Spagna 52, in Germania 39 e in Italia 31, poco più di 2 volte al mese. Alle spalle dell Italia si collocano Ungheria, Romania e Grecia.

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE ATTIVITÀ 42.99.01 LOTTIZZAZIONE DEI TERRENI CONNESSA CON L URBANIZZAZIONE ATTIVITÀ 68.10.00 COMPRAVENDITA DI

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO Pagina 1 di 7 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO DECRETO 12 febbraio 2015 Disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta agli esercizi ricettivi, agenzie di

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA Bologna, 12 settembre 2008 Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità Denis Pantini Coordinatore di Area Agricoltura e Industria alimentare

Dettagli

Quando un pavimento è ben fatto: Un brevetto esclusivo ne preserva il valore e garantisce l igiene dell aria interna all edificio

Quando un pavimento è ben fatto: Un brevetto esclusivo ne preserva il valore e garantisce l igiene dell aria interna all edificio Costruire, ristrutturare e risanare Quando un pavimento è ben fatto: Un brevetto esclusivo ne preserva il valore e garantisce l igiene dell aria interna all edificio GEV spiega gli aspetti da considerare

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

GE.NE Srl - MERCATOPESCA Srl - GEM Srl

GE.NE Srl - MERCATOPESCA Srl - GEM Srl 1 Ge.Ne S.r.l è un'azienda che opera con successo da 20 anni nel commercio di prodotti ittici freschi e congelati, carne fresca confezionata di alta qualità, verdure e primi piatti surgelati. I moderni

Dettagli