Trasmissione della fede a famiglie in crisi e ai giovani nella città di Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasmissione della fede a famiglie in crisi e ai giovani nella città di Roma"

Transcript

1 1 Trasmissione della fede a famiglie in crisi e ai giovani nella città di Roma Nel fare un primo quadro delle realtà familiari a Roma con l ausilio dei dati forniti dall ISTAT nel 2003 si nota come la situazione della Capitale è pienamente in linea con la realtà italiana: - Ci si sposa più tardi - Si fanno meno figli e l età media alla nascita del primogenito si è progressivamente innalzata dai 25,2 ai 30,2 nel Dalla mia esperienza personale (corsi in preparazione al matrimonio, matrimoni in più parrocchie di Roma e battesimi) direi che la tendenza è di un ulteriore e progressivo aumento anche per le crescenti difficoltà economiche e instabilità lavorativa, e in casi sempre maggiori, la celebrazione del matrimonio viene portata verso i 35 anni. Non per niente i papà italiani sono i più vecchi d Europa! - Il tasso di fertilità, che indica i figli per donna, è passato dal 2,4 del 1981 all 1,2 del Ciò significa che ci sono sempre più coppie senza figli - In crescita le famiglie con uno o due componenti, in calo le famiglie con quattro o più componenti. - Parallelamente sono aumentate le coppie di fatto e quelle cosiddette ricostruite - Sempre più spesso i coniugi risolvono le loro crisi coniugali con separazioni e divorzi. Basti pensare che se nel 1995 ogni matrimoni si verificavano circa 158 separazioni e 80 divorzi, nel 2002 le proporzioni sono arrivate a 257 ( / ) e 131 ( / ). In percentuale ciò viene altresì detto che in circa 15 (riferimento 1995 / 2005) anni le separazioni sono aumentate del 52,2% e i divorzi del 54,7%. È importante tenere presente che il 68,1% dei casi è chiesta dalla moglie. I tempi per procedimenti giudiziari, che sono i momenti più delicati e dolorosi per i figli e i più cattivi per i coniugi; in media richiedono 135 giorni per i divorzi congiunti e 617 per i divorzi giudiziali. Solo il 51% delle separazioni concesse nel 1995 si è tradotto in divorzio entro il I dati ISTAT ci rivelano che in media la rottura matrimoniale si verifica intorno il 13 anno dalla celebrazione. Ma per una coppia su quattro la frattura arriva molto prima, già nei primi anni di matrimonio. Negli ultimi anni, infatti, si è registrato un aumento delle separazioni entro i primi cinque anni. - Sono le donne, circa 7 su 10, che scelgono di più la via della separazione, mentre risultano soprattutto gli uomini da imboccare la definitiva strada del divorzio. L età del malessere coniugale si pone tra i 38 e i 44 anni: quando si separano i mariti hanno mediamente 42 anni, le mogli 38, quando divorziano gli uomini 45 anni le donne Altri due dati, specificamente legati al Lazio e alla città Roma possono esserci utili per comprendere meglio la situazione: nel 1991 i matrimoni religiosi furono l 83% e quelli civili il 17%. Nel 2003 i matrimoni religiosi furono il 71% e quelli civili il 29%. La regione Lazio si trova al 5 posto per il numero di divorzi su scala nazionale, al 6 per le separazioni al 13 per la celebrazione di matrimoni religiosi e la città di Roma, come si suol dire, fa la parte del leone Perché ci si separa Sempre con l ausilio dei dati ISTAT (2004) e dall esperienza personale si può dire che nel caso di separazione giudiziale nell 81,7% delle volte il divorzio viene concesso per intollerabilità della convivenza ma ci sono, spesso, motivazioni strumentalizzate per altri scopi, spesso economici. 1

2 2 La domanda che sorge spontaneamente è : come mai siamo arrivati a questi dati sconcertanti? Una prima risposta è che i valori dei giovani si sono trasformati nel tempo. Innanzi tutto appare evidente la mancanza di modelli e valori autentici, molto probabilmente da attribuire al mondo degli adulti che trasmettono ai figli sempre meno valori in cui credere sempre che i figli ne abbiano voluto avere. Risultano sempre più assenti quei valori fondamentali, senza i quali è difficile che una persona riesca a realizzare il senso del vivere: la schiettezza e la sincerità, la fedeltà, l impegno nel perseguire ciò in cui si crede, la Fede. Se a questo aggiungiamo che la nostra società è oramai pervasa dal relativismo morale, per cui tutto è in discussione e hanno valore solamente le cose materiali, il gioco è presto fatto: il Matrimonio Sacramento, in tale contesto, non può avere collocazione! Dietro il grande numero di divorzi stanno in generale errori di scelta (o rivendicati tali!), incapacità di porsi autenticamente in relazione con l altro, carenza di spirito di sacrificio, fa paura il per sempre (e ciò in tutti i campi anche nella realtà religiosa/sacerdotale), un assolutizzazione dell idea di felicità. Si vorrebbe, infatti, che la vita matrimoniale fosse un eterna luna di miele : così non è e non può essere. Vi è il desiderio di raggiungere quel grado di perfezione estetica matrimoniale che ci viene proposto dai media. Quando il matrimonio si rivela, di fatto, inferiore a queste altissime e talora spropositate aspettative, lo si rompe e ci si mette alla ricerca del partner ideale, che probabilmente non verrà mai trovato non almeno finché tali aspettative rimarranno estranee alla realtà. Occorre dunque un maggiore senso di responsabilità nell impostare la vita matrimoniale ma anche una maggiore preparazione al matrimonio (non un aumento degli incontri nei corsi in preparazione al matrimonio, ma verifica e richiamo alla volontà di celebrare un sacramento con la dovuta consapevolezza. Quanti matrimoni celebrati in Chiesa potrebbero essere dichiarati nulli? Non pochi.), senza dimenticare i maggiori supporti alle famiglie: quante giovani coppie diventano anonime, nei quartieri nuovi di Roma senza punti di aggregazione civile e religiosa! Quanti parroci non conoscono le nuove famiglie che sono venute ad abitare nel proprio quartiere! È anche vero che la nostra società non aiuta a realizzare tale processo di responsabilizzazione o preparazione molti non sono più educati al matrimonio né alla sua indissolubilità. Basti pensare che sempre un numero maggiore di giovani che si sposano arrivano da famiglie già segnate da situazioni di separazione e divorzio, spesso dolorose e traumatiche. Da ciò si comprende, peraltro, anche l aumento della cause ecclesiastiche di nullità di matrimonio a norma del can n. 2 e 3 ( incapaci di contrarre matrimonio) e del can ( la non volontà di contrarre il matrimonio) del Codice di Diritto Canonico. Infatti, andando ad analizzare i dati statistici del Tribunale Apostolico della Rota Romana e del Tribunale di I istanza del Vicariato di Roma nel 2004 si evidenzia che 134 matrimoni sono stati dichiarati nulli per esclusione della indissolubilità coniugale e 102 vincoli nuziali per l esclusione del bonum prolis. Con frequenza preoccupante si notano anche i motivi di nullità concernente la incapacitas assumendi onera matrimoni ed il defectus discretionis iudicii. Mentre sempre più rari appaiono i casi di nullità per esclusione della fedeltà coniugale, della dignità sacramentale, per impotenza, a causa di condizioni apposte al consenso, per error in qualitate o sulla persona, per difetto di forma A ciò dobbiamo porre un altro fattore: il divorzio, nella società, non è più visto in maniera negativa. Esiste una mentalità divorzista diffusa anche tra i cattolici e praticanti, come se il divorzio consistesse anche per essi, nell ultima ratio per risolvere i problemi di coppia e personali. 2

3 3 La diffusione della mentalità divorzista, non più solo in ambienti atei o politicamente avversi alla Chiesa, l attuale relativismo morale, la negazione del valore soprannaturale e sacramentale del matrimonio, l incapacità di porsi autenticamente in relazione con l altro, carenza di spirito di sacrificio, l assolutizzazione dell idea di felicità, il desiderio di rimanere figli il più lungo possibile, sono quelli elementi, lo voglio ribadire, che portano a quei risultati che sono sotto gli occhi di tutti sulla poca solidità dei matrimoni. La sclerocardia umana Data la grave incidenza di matrimoni nulli a causa dell esclusione del bonum sacramenti da parte, purtroppo, non solo di persone che si dichiarano apertamente atee o anticlericali ma anche tanti cattolici credenti e, spesso, anche praticanti, mi porta alla memoria il brano di S. Matteo (19, 6) riguardo all indissolubilità coniugale, ammessa in certe scuole rabbiniche al tempo di Gesù. Gesù, interpellato in merito è molto chiaro: la deroga da parte degli uomini a quella che era la norma espressa in Gn 1,27 e 2,24 : indissolubile ex iure nature è dovuta unicamente alla sclerocardia degli stessi, ossia alla durezza dei loro cuori, e perciò alla mancanza, in essi, di vero amore coniugale e di vera comprensione del significato intimo e naturale del matrimonio, che è intima e quotidiana comunione di vita, da viversi sia nella buona che nella cattiva sorte; quindi con uno spirito di donazione totale, che implica necessariamente l accettazione del sacrificio, da affrontarsi inevitabilmente nei momenti critici della convivenza coniugale. Proprio quella sclerocardia, già indicata da Cristo 2000 anni or sono come causa dell introduzione del divorzio e consiste nella incapacità o non volontà umana di amare attraverso una donazione totale di sé all altro costituisce, secondo me, la chiave attraverso la quale leggere i fenomeni della nostra società moderna. Rifiuto della sofferenza e del sacrificio Altro elemento da sottolineare è il rifiuto o la rimozione crescente nella società moderna della sofferenza e del sacrificio. Il rifiuto della sofferenza o del sacrificio, l egocentrismo, l idealizzazione puerile e superficiale, il culto dell immagine, tipiche della nostra società narcisista, in ultima analisi, non sono altro che aspetti di quella sclerocardia umana di cui accennavo precedentemente e indicataci da Cristo come causa ultima del fenomeno sociale e giuridico del divorzio. Sclerocardia che si esplica, in ultima analisi, nel rifiuto della stessa metafisicità dell uomo, come anche nel rifiuto della procreazione. Nessuna sorpresa, dunque, che proprio i casi di simulazione parziale del consenso, per esclusione del bonum sacramenti e del bonum prolis, risultino oggi i motivi più frequenti di nullità matrimoniali. Oggi, come duemila anni fa, il divorzio diventa sempre più frequente, a causa della mentalità individualista e divorzista della nostra società. Il divorzio, infatti, ormai da quasi trenta anni è divenuta nella mentalità comune della gente, anche in famiglie credenti e praticanti, realtà scontata! 3

4 4 Una realtà che ci interpella Quanto esposto ci richiama che una maggiore e migliore attenzione alla formazione di noi cristiani sia non solo auspicabile ma del tutto necessaria ed indispensabile. Tutto ciò deve trovare attuazione, innanzitutto in famiglia, attraverso la preghiera, l insegnamento e l esempio concreto e quotidiano di genitori, che siano umilmente consapevoli dei loro limiti umani (come individui, coniugi e genitori) e, dunque, consci della possibilità di trovare al di fuori di loro, in Dio e nella Chiesa, i mezzi utili per il superamento delle crisi coniugali, una scuola cattolica, che sia fedele al nostro Credo e alle nostre tradizioni, occasioni di riflessione e non di confusione. Nelle parrocchie attraverso una catechesi costante, che ci accompagni fino all età adulta e ci renda in grado di conoscere, comprendere e vivere appieno l insegnamento cristiano ed ecclesiale. Una società civile rinnovata capace di attuare politiche sociali ed economiche adeguate, che sostengano e non mortifichino la famiglia fondata sul matrimonio. Come muoverci con chi vive la difficoltà di una separazione, di un divorzio La lunga analisi e presa di coscienza di una difficoltà di vivere il matrimonio-sacramento, al di là di tutte le motivazioni non può farci dimenticare delle migliaia di persone che vivono il dramma di un fallimento e, in molti casi non per causa propria, del proprio matrimonio e da una separazione dalla comunione con la Chiesa che, a parole, viene annunciata, ma nel concreto moltissimi non sentono. È una realtà che ci interpella sempre più tanto da portare, il 26 settembre 2005 presso il santuario del Divino Amore più di 400 sacerdoti del clero romano ad incontrarsi con il cardinale Camillo Ruini per una riflessione guidata e condivisa con p. Giordano Muraro sul tema: Né esclusi né riammessi. Il volto missionario con i separati e i divorziati cristiani. Ne è uscito un discorso a 360 che ne rivela la vastità, la delicatezza e la complessità umana e teologica dove non è facile trovare una risposta esauriente a breve termine. La ricchezza della relazione e degli interventi ci ha fatto comprendere, però, come questa situazione stia sempre più entrando in un progetto di pastorale ordinaria per l accoglienza e l accompagnamento di molte famiglie segnate da questa sofferenza. Una sensibilità nuova capace di mettere in discussione ciò che, spesso, si era fermato ad una lettura legalista. In altre parole si sta cercando di capire quale atteggiamento sia più corretto tenere alla luce del vangelo che manifesta come l amore non sia per gli uomini un optional, ma un esigenza naturale, e tale resta anche dopo la separazione, sia per il coniuge, sia per i figli. Come dimostrare il volto di una Chiesa quale madre misericordiosa, invece di quella percepita come intransigente e dura nel momento in cui la persona ha più bisogno di essere aiutata? Se i sacramenti non sono un premio per i buoni, ma un sostegno per i deboli, fino a che punto è corretto negarli ai divorziati / risposati che fedelmente e con amore vivono la nuova unione? È evidente che vi è la necessità di passare dai sacramenti di Dio al Dio dei sacramenti attraverso la Parola, l eucaristia-sacrificio, la preghiera, la fraternità. In fondo è ciò che la Chiesa ha spesso ribadito gratia non alligatur sacramenti cioè La grazia non passa attraverso i soli sacramenti. È un discorso teologico articolato e lungo, già in San Tommaso se ne trova traccia, e che studiosi più preparati in materia possono disquisire in maniera appropriata. È importante, però, porsi un dubbio: siamo sicuri che i divorziati risposati siano sempre e tutti in stato di peccato escludente la grazia? È pensabile che alcuni divorziati risposati possano sentirsi incolpevoli sia per il modo con cui la separazione è avvenuta, sia per il modo con cui è stata maturata la decisione di risposarsi? 4

5 5 Più volte abbiamo incontrato persone che sono certe (con retta coscienza) della invalidità del matrimonio precedente e che non sono in grado di dimostrarla giuridicamente. Senza dimenticare coloro che arrivano a risposarsi per l impossibilità di reggere la solitudine o per evitare solo avventure che non portano ad alcun frutto. Sono argomentazioni che i documenti della Chiesa hanno ben presente, si veda Reconciliatio et Poenitentia e spesso articolato ma spesso sia la comunità cristiana che molti sacerdoti non hanno mai letto o hanno dimenticato. Risultato? Invece di una lettura oggettiva e ricca di misericordia si applica una lettura soggettiva e rigida in forza di una interpretazione di una normativa più frutto di una elaborazione personale che della voce Chiesa. La risposta data da Benedetto XVI al clero valdostano il luglio scorso dove così si è espresso: Direi particolarmente dolorosa è la situazione di quanti erano sposati in Chiesa, ma non erano particolarmente credenti, o lo hanno fatto per tradizione, e, dalla mia esperienza direi che siamo sul 75/80%, in questa situazione e poi trovandosi in un nuovo matrimonio non valido si convertano, trovano la fede e si sentono esclusi dal sacramento. Questa è realmente una grande sofferenza La situazione, come si comprende, è ancora in un continuo divenire. Ma è importante che si sia arrivati ad interrogarci a cercare delle vie che portino alla vera unità nella Chiesa che non può permettersi di avere figli e figliastri se vuole esprimere l unità del corpo mistico (la Chiesa) senza la quale non può esserci la salvezza. Stiamo facendo i primi passi. 15 parrocchie di Roma portano avanti degli incontri di ascolto e di preghiera per divorziati e coppie in crisi. È un modo per far sentir loro la vicinanza della Chiesa e aiutarli a compiere un cammino di fede. È sufficiente? Alcune chiese, come quella ortodossa, ammettono i divorziati, in chiesa, a seconde nozze dopo un cammino penitenziale. Il sinodo francese del 1980, rifacendosi alla pratica delle Chiese d Oriente, ha preso in considerazione la possibilità della riammissione dei divorziati risposati ai sacramenti, dopo un cammino penitenziale, senza la celebrazione di un nuovo matrimonio Qualche strada, come si vede, si può percorrere anche guardando alla storia della Chiesa. Concludendo ritengo che prima di tutto debba essere rivista e vissuta in maniera più unitaria tutta la catechesi dall iniziazione cristiana all unzione degli infermi, come già richiamato in altri passi. Una nuova sfida per il domani della Chiesa e il futuro dei giovani Il IV convegno ecclesiale nazionale di Verona ci dice che in questo millennio, carico di sfide e di possibilità, il Signore risorto chiama i cristiani a essere suoi testimoni credibili, mediante una vita rigenerata dallo Spirito e capace di porre i segni di un umanità e di un mondo di rinnovati. E ancora : il convegno vuole porre al centro dell attenzione delle nostre comunità cristiane la virtù teologale della speranza. Si è, infatti, consapevoli che non è cosa facile, oggi, la speranza. Non ci aiuta il suo progressivo ridimensionamento: è offuscato se non addirittura scomparso nella nostra cultura l orizzonte escatologico, l idea che la storia abbia una direzione, che sia incamminata verso una pienezza che va al di là di essa. Sono premesse importanti che ci interpellano su un problema di fondo: Come essere testimoni di Gesù risorto in un mondo che sembra aver perso la speranza? Una società che sta, via via, perdendo la dimensione trascendentale della propria esistenza ed è sempre più ripiegato sui propri bisogni, incapace di aprirsi al domani. La morte è vista come l ultima porta sulla vita, anche quella eterna. Dove i sacramenti sono, nella maggior parte dei casi, dei fatti da esplicare, ma che non interpellano più la propria vita. Una presenza religiosa che si sta assestando sul 7/8% dei battezzati. Come arrivare all annuncio per 90 / 92% di persone in fuga dopo aver ricevuto i sacramenti? Come uscire, ad quella che papa Benedetto XVI, ha definito nicchia della testimonianza della fede? Quali laici abbiamo cresciuto? Quali laici ci circondano? Laici che più che essere elementi di comunione, sono elementi di divisione come se le parrocchie, i gruppi ecclesiali fossero spazi elitari e di proprietà. Laici clericalizzati e incapaci di lasciarsi mettere in discussione nelle loro certezze. I migliori, purtroppo, sono 5

6 6 quelli che si allontano dalle parrocchie e chi cresce sotto l ombra del campanile, fa fatica a crescere anche nella fede. In una situazione come quella attuale, dove la situazione difficile (a livello di testimonianza di fede e credibilità di valori autentici) dove tanti ragazzi vivono e dove i genitori sono i primi a non credere, fino in fondo, né nel sacramento del loro matrimonio, né in quelli che richiedono per i figli Sacramenti richiesti e dati più per dovere che per un cammino di crescita cristiana. Crescita che non trova possibilità di esserci neppure in famiglia se non attraverso la fede dei nonni, derisa perchè non compresa o perché espressione più di un bigottismo che di una fede matura e adulta. Di fronte a una situazione come questa veniamo chiamati a interpellarci di come trasmettere la fede. La domanda che sorge spontanea è: a chi? Visto i vuoti che vediamo nella parrocchie sempre più espressione per bambini e dove giovani e giovani adulti sono i grandi assenti. Le stesse Giornate Mondiali della Gioventù devono essere riviste per non rischiare la classica sabbia negli occhi della realtà mediatica. Cosa riportano i giovani nelle comunità ecclesiali quando tornano dalla GMG? Poco. Quali giovani vi partecipano? Molti sono già inseriti in cammini come Neocatecumenali, Focolarini, Opus Dei, cioè piccole nicchie; Altri sono piccole rappresentanze parrocchiali. Teniamo presente anche l ostacolo economico e che molti giovani della prima ora ( I GMG 1984), hanno tra 35/40 anni! Se poi andiamo a fare dei calcoli sui numeri ci accorgiamo che purtroppo, sono un numero maggiore, giovani e adulti, che sono rimasti ai margini di queste manifestazioni di massa e poco raggiunti dai messaggi lanciati in tali occasione. Detto, forse, in maniera un po dura, parafrasando il vangelo. Oggi si deve lasciare la pecora rimasta nell ovile e metterci in cerca delle 99 che sono rimaste fuori. La Chiesa deve ritornare missionaria. Tornare in strada a vivere la quotidianità della gente. Molti sacerdoti, soprattutto a Roma, rischiano di divenire dei burocrati chiusi nei loro uffici, a scrivere sull essere Chiesa, ma senza essere nella Chiesa: popolo in cammino. Cristo, ci viene insegnato nel vangelo andava per le vie della Giudea e condivideva con la gente il loro vissuto. San Francesco d Assisi già nel 1200 aveva visto il rischio di questo allontanamento tra la chiesa istituzionale e il popolo di Dio. Ora necessita fare meno fogli ed educare ad essere più figli. Figli del Padre. Annunciatori di speranza camminando a fianco della gente. Padre Lucio Boldrin 6

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DISCERNIMENTO: QUALI CRITERI PER VALUTARE UNA RECIPROCA IDONEITA VERSO IL TUTTO E IL PER SEMPRE fr. Marco Vianelli ofm Giudice presso il Tribunale ecclesiastico

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO PASTORALE 12 dicembre 2013

CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO PASTORALE 12 dicembre 2013 Nei giorni 5 e 12 dicembre 2013 è stato convocato il Consiglio Pastorale della Comunità per riflettere sul questionario proposto quale strumento di lavoro per il Sinodo Straordinario sulla Famiglia indetto

Dettagli

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE III - Questionario Le seguenti domande permettono alle Chiese particolari

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA

DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA Premessa Le pagine seguenti, scritte a più mani, offrono una sintesi ragionata e condivisa dalla Commissione decanale di pastorale familiare che ha cercato

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio Flash** Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio di Laurie Israel* Uno degli aspetti più interessanti e soddisfacenti del mio lavoro è assistere le persone

Dettagli

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PERCHE FACCIAMO IL BATTESIMO? 1. Obbedienti al comando di Gesù: Andate, fate discepole tutte le genti battezzandole nel nome del Padre e del Figlio

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO SS. Protaso e Gervaso - Seveso 0362.501623 B.V. Immacolata Baruccana 0362.574486 San Carlo Altopiano 0362.553522 San Pietro martire 0362.70978 www.parrocchieseveso.it

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Distretto: torino nord - ciriè Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Animatore/trice: verderone daniela -momenti di aggregazione

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia

Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia ORIENTAMENTI E NORME PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO NELLA DIOCESI DI SORRENTO - CASTELLAMMARE DI STABIA La Chiesa che è in Sorrento-Castellammare di

Dettagli

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA?

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Sac. Don Magloire Nkounga Dott. D Ambrosio Giuseppina 1 Quando ci possono

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci CURIA VESCOVILE di Civitavecchia-Tarquinia Il Vicario Episcopale per la Pastorale Civitavecchia, 18 settembre 2014 Ai Rev.mi Parroci Ai Rev.mi Assistenti di Movimenti, Gruppi, Associazioni Ecclesiali Ai

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO Il patto matrimoniale con cui l uomo e la donna stabiliscono di vivere insieme per tutta la vita, per sua natura ordinato al bene dei coniugi ed alla procreazione

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Signore Gesù, tu ci inviti ad essere germe fecondo di nuovi figli per la tua Chiesa. Fa che possiamo diventare ascoltatori attenti della tua Parola

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO - Documentazione grafica - CONFERENZA STAMPA Zelarino, giovedì 16 febbraio 2012 1 Identità religiose del Nord Est - stime - 3,3 8,2 1,4 11,6 75,6 italiani cattolici immigrati cattolici italiani di altre

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 1 Il Rituale ispiratore Rito dell iniziazione cristiana degli adulti,

Dettagli

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo 1.1. Diocesi di Lugano Direttive per il ministero pastorale 1.1. Il Battesimo 8 Il Battesimo 1.1.0. Norme generali sul Battesimo Sommario I. Preparazione al Battesimo II. Ministro del Battesimo III. Luogo

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2.

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2. PRESENTAZIONE È urgente dovere della Chiesa accompagnare la famiglia nelle diverse tappe della sua formazione e del suo sviluppo 1. Questo lavoro del dottor don Omar Larios Valencia, nato dall esperienza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica

Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica Chiesa Neo-Apostolica pagina 1 di 5 1 Il Santo Battesimo con acqua (testo basilare) 1.1 Il sacramento del Santo Battesimo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Matrimonio e Divorzio

Matrimonio e Divorzio Matrimonio e Divorzio Dio creò l uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina (Genesi 1 :27). È evidente dal testo citato che Dio considera l uomo e la donna legati l uno all

Dettagli

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010 SAN GIUSTO MARTIRE Omelia +Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo di Trieste 3 novembre 2010 Distinte Autorità civili e militari, fratelli e sorelle, bratije in sestre, 1. La Chiesa di Trieste onora e

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

1 Incontro Missionarietà nel Battesimo IL REGALO PIÙ GRANDE

1 Incontro Missionarietà nel Battesimo IL REGALO PIÙ GRANDE 1 Incontro Missionarietà nel Battesimo (rivisitazione incontro pag. 69) I ragazzi si scoprono amati e custoditi da Dio e si interrogano su come essere autentici dell amore salvifico del Padre; riconoscono

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze

Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze CORSI PER FIDANZATI: PREPARARE A CELEBRARE BENE UN RITO O PREPARARE AD UNA NUOVA IDENTITÀ? Mons. Carlo Rocchetta Direttore del Centro di Pastorale Familiare

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli