Indice. Riepilogo, 10 Concetti chiave, 11 Domande di ripasso, 11 Problemi e applicazioni, 11

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Riepilogo, 10 Concetti chiave, 11 Domande di ripasso, 11 Problemi e applicazioni, 11"

Transcript

1 Indice :30 Pagina III Indice xi Prefazione PARTE I INTRODUZIONE Capitolo 1 2 I dieci principi dell economia 2 Le decisioni individuali Principio 1. Gli individui devono affrontare scelte alternative, 3; Principio 2. Il costo di qualcosa è ciò a cui si deve rinunciare per ottenerla, 3; Principio 3. Gli individui razionali pensano «al margine», 4; Principio 4. Gli individui rispondono agli incentivi, 4 5L interazione tra individui Principio 5. Lo scambio può essere vantaggioso per tutti, 5; Principio 6. I mercati sono di solito uno strumento efficace per organizzare l attività economica, 6; Principio 7. A volte l intervento dello Stato può migliorare il risultato del mercato, 7 8 Il funzionamento dell economia nel suo complesso Principio 8. Il livello di benessere di un paese dipende dalla sua capacità di produrre beni e servizi, 8; Principio 9. I prezzi aumentano quando lo Stato stampa troppa moneta, 9; Principio 10. Nel breve periodo i sistemi economici si confrontano con l alternativa tra inflazione e disoccupazione, 9 10 Conclusioni Adam Smith e la mano invisibile del mercato, 7; Come leggere questo libro, 9 Riepilogo, 10 Concetti chiave, 11 Domande di ripasso, 11 Problemi e applicazioni, 11 Capitolo 2 13 Pensare da economista 13 L economista come scienziato Il metodo scientifico: osservazione, teorizzazione e ancora osservazione, 13; Il ruolo delle ipotesi, 14; I modelli economici, 15; Il nostro primo modello: il diagramma del flusso circolare, 15; Il nostro secondo modello: la frontiera delle possibilità di produzione, 16; Microeconomia e macroeconomia, L economista come consigliere politico Analisi positiva e analisi normativa, 19; Economisti a Washington, Perché gli economisti sono in disaccordo Differenze nell interpretazione scientifica, 21; Le differenze di valori, 21; Percezione e realtà, Andiamo avanti Economisti a Roma, 20; Le fonti dei dati sull economia italiana, 20 Riepilogo, 23 Concetti chiave, 23 Domande di ripasso, 23 Problemi e applicazioni, 24 APPENDICE Grafici: una breve rassegna, 25

2 Indice :30 Pagina IV IV Indice Grafici a una variabile, 25; I grafici a due variabili: il sistema delle coordinate cartesiane, 26; Le curve in un sistema di coordinate cartesiane, 26; La pendenza della curva, 28; Causa ed effetto, 29 Capitolo 3 32 Interdipendenza e vantaggi del commercio 32 Una descrizione semplificata dell economia moderna Le possibilità di produzione, 33; Specializzazione e commercio, Il principio del vantaggio comparato Il vantaggio assoluto, 35; Costo-opportunità e vantaggio comparato, 35; Vantaggio comparato e commercio, Le applicazioni del vantaggio comparato L erba del giardino di David Beckham, 37; È conveniente instaurare relazioni commerciali con altri paesi?, Conclusione L eredità di Adam Smith e David Ricardo, 37 Chi gode del vantaggio comparato nella produzione di agnelli?, 38 Riepilogo, 40 Concetti chiave, 40 Domande di ripasso, 40 Problemi e applicazioni, 40 PARTE II OFFERTA E DOMANDA I: COME FUNZIONANO I MERCATI Capitolo 4 44 Le forze di mercato della domanda e dell offerta 44 Mercati e concorrenza I mercati concorrenziali, 44; La concorrenza: perfetta e non, La domanda La curva di domanda: il rapporto tra prezzo e quantità domandata, 45; Domanda di mercato e domanda individuale, 46; Gli spostamenti della curva di domanda, L offerta La curva di offerta: il rapporto tra prezzo e quantità offerta, 50; Offerta di mercato e offerta individuale, 50; Gli spostamenti della curva di offerta, La composizione di offerta e domanda L equilibrio, 53; Un processo in tre fasi per analizzare le variazioni dell equilibrio, Conclusione: prezzi e allocazione delle risorse Due modi per ridurre la domanda di sigarette, 49 Madre natura sposta la curva di offerta, 56 Riepilogo, 59 Concetti chiave, 59 Domande di ripasso, 59 Problemi e applicazioni, 60 Capitolo 5 62 L elasticità e le sue applicazioni 62 L elasticità della domanda L elasticità della domanda al prezzo e le sue determinanti, 62; Il calcolo dell elasticità della domanda al prezzo, 63; Il metodo del punto medio: un modo migliore per calcolare variazioni percentuali ed elasticità, 64; Le tipologie di curva di domanda, 64; Ricavo totale ed elasticità della domanda al prezzo, 65; Elasticità e ricavo totale in una curva di domanda rettilinea, 67; Altri tipi di elasticità della domanda, L elasticità dell offerta L elasticità dell offerta al prezzo e le sue determinanti, 69; Calcolare l elasticità dell offerta, 71; La varietà delle curve di offerta, Tre applicazioni di offerta, domanda ed elasticità Le buone notizie per l agricoltura possono essere cattive notizie per gli agricoltori?, 72; Perché l OPEC non riesce a tenere alto il prezzo del greggio?, 73; Proibire la droga fa aumentare o diminuire i crimini a essa legati?, Conclusione Quanto far pagare l ingresso a un museo, 68 Elasticità sulla strada, 69 Riepilogo, 76 Concetti chiave, 76 Domande di ripasso, 76 Problemi e applicazioni, 77 Capitolo 6 79 Offerta, domanda e politica economica 79 I prezzi controllati Gli effetti di un limite superiore di prezzo, 80; Gli effetti di un limite inferiore di prezzo, 83; Valutare i controlli sui prezzi, Le imposte Gli effetti di un imposta sul consumo, 88; Gli effetti di un imposta sulla produzione, 89; Elasticità e incidenza della tassazione, Conclusione Le code al distributore di benzina, 81; L equo canone nel breve e nel lungo periodo, 82; Il salario minimo, 84; Il Parlamento può

3 Indice :30 Pagina V Indice V distribuire il peso degli oneri sociali?, 90; Chi paga le imposte sui beni di lusso?, 92 Una siccità provoca necessariamente una scarsità d acqua?, 85 Riepilogo, 93 Concetti chiave, 93 Domande di ripasso, 93 Problemi e applicazioni, 94 PARTE III OFFERTA E DOMANDA II: MERCATI E BENESSERE Capitolo 7 98 Consumatori, produttori ed efficienza dei mercati 98 Il surplus del consumatore La disponibilità a pagare, 98; Usare la curva di domanda per misurare il surplus del consumatore, 99; Un prezzo più basso fa aumentare il surplus del consumatore, 101; Che cosa misura il surplus del consumatore?, Il surplus del produttore Il costo e la disponibilità a vendere, 102; Usare la curva di offerta per misurare il surplus del produttore, 103; Un prezzo più elevato fa aumentare il surplus del produttore, L efficienza del mercato Il pianificatore saggio, 105; Valutare l equilibrio del mercato, Conclusione: efficienza e fallimento del mercato Il bagarinaggio, 108 Riepilogo, 109 Concetti chiave, 109 Domande di ripasso, 109 Problemi e applicazioni, 110 Capitolo Un applicazione pratica: il costo della tassazione 112 La perdita secca della tassazione Gli effetti della tassazione sui partecipanti al mercato, 113; La perdita secca e i benefici dello scambio, Le determinanti della perdita secca 118 Perdita secca ed entrate fiscali al variare dell ammontare dell imposta 121 Conclusione Il dibattito sulla perdita secca, 117; La curva di Laffer e l economia dal lato dell offerta, 120 Henry George e le tasse sui terreni, 119 Riepilogo, 122 Concetti chiave, 122 Domande di ripasso, 122 Problemi e applicazioni, 122 Capitolo Un applicazione pratica: il commercio internazionale 124 Le determinanti del commercio L equilibrio in assenza di scambi, 124; Il prezzo mondiale e il vantaggio comparato, Vincitori e vinti nel commercio internazionale I guadagni e le perdite di un paese esportatore, 126; I guadagni e le perdite di un paese importatore, 127; Gli effetti di un dazio doganale, 128; Gli effetti di un contingentamento delle importazioni, 130; Le conseguenze per la politica commerciale, Le argomentazioni a favore delle restrizioni al libero scambio L occupazione, 134; La sicurezza nazionale, 135; La tutela delle industrie nascenti, 135; La concorrenza sleale, 138; Il protezionismo come arma di trattativa, Conclusioni Gli accordi commerciali e la World Trade Organization, 138 La vita a Isolandia, 131; Le politiche commerciali in India, 135; La globalizzazione, 136 Gli altri vantaggi del commercio internazionale, 134; La globalizzazione e i suoi oppositori, 137 Riepilogo, 140 Concetti chiave, 140 Domande di ripasso, 140 Problemi e applicazioni, 141 PARTE IV L ECONOMIA DEL SETTORE PUBBLICO Capitolo Le esternalità 145 Esternalità e inefficienza del mercato L economia del benessere: un riepilogo, 145; Le esternalità negative, 146; Le esternalità positive, Le soluzioni private alle esternalità Le tipologie di soluzioni private, 148; Il teorema di Coase, 149; Perché non sempre le soluzioni private funzionano, L intervento pubblico e le esternalità La regolamentazione, 150; Le tasse pigoviane e i sussidi, 151; I permessi di inquinamento negoziabili, 152; Le obiezioni all analisi economica dell inquinamento, Conclusioni

4 Indice :30 Pagina VI VI Indice Diffusione delle tecnologie e politica industriale, 147; Perché le imposte sulla benzina sono così esose?, 152 I bambini come esternalità, 154 Riepilogo, 155 Concetti chiave, 156 Domande di ripasso, 156 Problemi e applicazioni, 156 Capitolo I beni pubblici e le risorse comuni 158 I diversi tipi di bene 159 I beni pubblici Il problema del free-rider, 160; Alcuni beni pubblici importanti, 160; Il difficile compito dell analisi costi-benefici, Le risorse collettive La tragedia dei terreni comuni, 163; Alcune importanti risorse collettive, Conclusione: l importanza dei diritti di proprietà I fari sono un bene pubblico?, 161; Quanto vale una vita umana?, 162; Perché la mucca non si è estinta?, 166 La soluzione di Singapore, 165; L ingresso a Yellowstone dovrebbe costare quanto quello a Disney World?, 167 Riepilogo, 167 Concetti chiave, 168 Domande di ripasso, 168 Problemi e applicazioni, 168 PARTE V IL COMPORTAMENTO DELLE IMPRESE E L ORGANIZZAZIONE DEI SETTORI INDUSTRIALI Capitolo I costi di produzione 172 Che cosa sono i costi? Ricavo totale, costo totale e profitto, 173; Il costo come costo-opportunità, 173; Il costo del capitale come costo-opportunità, 173; Profitto economico e profitto contabile, Produzione e costi La funzione di produzione, 174; Dalla funzione di produzione alla curva di costo totale, Le diverse misure del costo Costi fissi e costi variabili, 178; Costo medio e costo marginale, 178; Le curve dei costi e la loro forma, 179; Le curve di costo tipiche, I costi nel breve e nel lungo periodo Il rapporto tra costo medio totale di breve e di lungo periodo, 182; Economie e diseconomie di scala, Conclusione Profitti veri e profitti falsi, 175 A lezione in una fabbrica di spilli, 183 Riepilogo, 184 Concetti chiave, 184 Domande di ripasso, 185 Problemi e applicazioni, 185 Capitolo Le imprese in un mercato concorrenziale 187 Che cos è un mercato concorrenziale Il significato della concorrenza, 187; Il ricavo di un impresa in concorrenza perfetta, La massimizzazione del profitto e la curva di offerta dell impresa in concorrenza perfetta Un esempio semplice di massimizzazione del profitto, 189; La curva del costo marginale e le decisioni di offerta dell impresa, 190; La decisione di sospendere temporaneamente la produzione, 191; Latte versato e costi non recuperabili, 192; La decisione di lungo periodo di entrare o uscire dal mercato, 193; La misurazione grafica del profitto per l impresa in concorrenza perfetta, La curva di offerta in un mercato concorrenziale Il breve periodo: l offerta di mercato con un numero fisso di imprese, 194; Il lungo periodo: l offerta di mercato con libertà di entrata e di uscita, 194; Perché le imprese in concorrenza perfetta continuano a operare anche se i profitti sono nulli?, 196; Uno spostamento della domanda nel breve e nel lungo periodo, 196; Perché la curva di offerta di lungo periodo potrebbe avere pendenza positiva, Conclusione: dietro la curva di offerta Ristoranti quasi vuoti e minigolf fuori stagione, 192 Entrata o sovrainvestimento?, 198 Riepilogo, 199 Concetti chiave, 200 Domande di ripasso, 200 Problemi e applicazioni, 200 Capitolo Il monopolio 203 Perché esistono i monopoli Il monopolio delle risorse, 203; I monopoli di Stato, 204; Il monopolio naturale, Le decisioni di produzione e di prezzo in regime di monopolio Monopolio e concorrenza, 205; Il ricavo di un monopolista, 206; La massimizzazione del profitto, 208; Il profitto del monopolista, Il costo del monopolio in termini di benessere

5 Indice :30 Pagina VII Indice VII La perdita secca, 211; Il profitto del monopolista: un costo sociale?, Monopoli e politica economica Stimolare la concorrenza attraverso la normativa antitrust, 213; La regolamentazione, 214; La proprietà pubblica, 215; Non agire, La discriminazione di prezzo Una caso esemplare di politica dei prezzi, 217; La morale della favola, 218; Aspetti analitici della discriminazione di prezzo, 219; Esempi di discriminazione di prezzo, Conclusione: la prevalenza del monopolio Il monopolio dei diamanti di DeBeers, 203; Farmaci brevettati e farmaci generici, 210 I monopoli in Italia, 204; La normativa antitrust in Italia, 215; Il controllo sulle tariffe dei monopoli, 217 Perché l impresa monopolista non ha una curva di offerta, 209 Dai giornali italiani. Quel fascino indiscreto del monopolio, 209; Trasporto pubblico e iniziativa privata, 216; Perché le persone pagano più dei cani?, 220 Riepilogo, 222 Concetti chiave, 223 Domande di ripasso, 223 Problemi e applicazioni, 223 PARTE VI I DATI MACROECONOMICI Capitolo Misurare il reddito di una nazione 229 Il reddito e la spesa del sistema economico 230 La misurazione del prodotto interno lordo «Il PIL è il valore di mercato», 230; «di tutti», 230; «i beni e i servizi», 230; «finali», 230; «prodotti», 230; «in un paese», 230; «in un dato periodo di tempo», Le componenti del PIL I consumi, 232; Gli investimenti, 232; La spesa pubblica, 232; Le esportazioni nette, PIL reale e PIL nominale Un esempio numerico, 234, Il deflatore del PIL, PIL e benessere economico 240 Conclusione Le componenti del PIL degli Stati Uniti, 233; Il PIL reale negli anni scorsi, 235; Le differenze internazionali del PIL e la qualità della vita, 238; Chi vince alle olimpiadi?, 239 Le componenti del PIL in Italia nel 2001, 233; Il PIL reale in Italia ( ), 236 Altre misure del reddito negli Stati Uniti, 231 Il PIL si alleggerisce, 237 Riepilogo, 240 Concetti chiave, 240 Domande di ripasso, 241 Problemi e applicazioni, 241 Capitolo Misurare il costo della vita 243 L indice dei prezzi al consumo Come si calcola l indice dei prezzi al consumo, 244; I problemi nella misurazione del costo della vita, 246; Il deflatore del PIL e l indice dei prezzi al consumo, Depurare i valori delle variabili economiche dagli effetti dell inflazione Somme diverse in periodi diversi, 250; L indicizzazione, 251; Tassi d interesse reali e nominali, Conclusione Le rilevazioni dell indice dei prezzi in Italia, 246; Il paniere Istat, 248; Tassi nominali e reali in Italia, 253 Indici a Hollywood, 251 Che cosa c è nel paniere dell indice dei prezzi al consumo?, 245 Fare la spesa con l indice dei prezzi, 247 Riepilogo, 253 Concetti chiave, 254 Domande di ripasso, 254 Problemi e applicazioni, 254 PARTE VII L ECONOMIA REALE NEL LUNGO PERIODO Capitolo Produzione e crescita 259 La crescita economica nel mondo 260 La produttività: cos è, e come si determina Perché la produttività è così importante, 260; Che cosa determina la produttività, Crescita e politica economica L importanza del risparmio e degli investimenti, 264; Rendimenti decrescenti ed effetto catch-up, 265; Gli investimenti esteri, 265; L istruzione, 266; Diritti di proprietà e stabilità politica, 268; Il libero scambio, 268; Ricerca e sviluppo, 269; La crescita della popolazione, 271

6 Indice :30 Pagina VIII VIII Indice Conclusione: l importanza della crescita di lungo periodo Le risorse naturali sono un limite alla crescita?, 263; Il rallentamento e l accelerazione della produttività, 270 Siete più ricchi dell americano più ricco?, 260; La funzione di produzione, 262 Promuovere il capitale umano, 267; Una soluzione ai problemi africani, 272 Riepilogo, 274 Concetti chiave, 275 Domande di ripasso, 275 Problemi e applicazioni, 275 Capitolo Risparmio, investimenti e sistema finanziario 276 Le istituzioni finanziarie nell economia americana I mercati finanziari, 277; Gli intermediari finanziari, 278; In sintesi, Risparmio e investimenti nella contabilità nazionale Alcune importanti identità, 282; Il significato del risparmio e degli investimenti, Il mercato dei fondi mutuabili La domanda e l offerta di fondi mutuabili, 284; Provvedimento 1. Gli incentivi al risparmio, 285; Provvedimento 2. Gli incentivi agli investimenti, 286; Provvedimento 3. I surplus e i deficit del bilancio dello Stato, Conclusione I mercati finanziari italiani, 278; Gli intermediari finanziari, 280; Attività e passività finanziarie delle famiglie italiane, 281; L andamento del debito pubblico in Italia, in percentuale del PIL ( ), 290 Il debito pubblico nella storia degli Stati Uniti, 288 Leggere il listino di borsa sul giornale, 279 La finanza in Cina, 282 Riepilogo, 291 Concetti chiave, 291 Domande di ripasso, 292 Problemi e applicazioni, 292 Capitolo Gli strumenti di base della finanza 294 Il valore attuale: misurare il valore del denaro nel tempo 296 Gestire il rischio L avversione al rischio, 296; Il mercato delle assicurazioni, 296; La diversificazione del rischio idiosincratico, 297; Il rapporto di sostituzione tra rischio e rendimento, La valutazione delle attività finanziarie L analisi fondamentale, 299; L ipotesi dei mercati efficienti, 300; L irrazionalità del mercato, Conclusione I sentieri casuali e i fondi-indice, 300 La magia della composizione e la Regola del 70, 295 Gli insegnamenti del caso Enron, 302 Riepilogo, 303 Concetti chiave, 303 Domande di ripasso, 303 Problemi e applicazioni, 303 Capitolo Il tasso naturale di disoccupazione 306 Identificare la disoccupazione Come si misura la disoccupazione, 306; La disoccupazione misura proprio quel che vogliamo?, 312; Per quanto tempo i disoccupati restano tali?, 312; Perché c è sempre qualche disoccupato?, Il collocamento al lavoro Perché la disoccupazione frizionale è inevitabile, 314; Politica economica e collocamento al lavoro, 314; Il sussidio di disoccupazione, La legge sul salario minimo 318 Sindacalizzazione e contrattazione collettiva La teoria economica del sindacato, 318; I sindacati sono un bene o un male per l economia?, La teoria del salario di efficienza La salute del lavoratore, 321; Il ricambio di lavoratori, 321; L impegno del lavoratore, 321; La qualità del lavoratore, Conclusione La partecipazione al lavoro di uomini e donne negli Stati Uniti, 309; Henry Ford e il generoso salario di 5 dollari al giorno, 322 Il mercato del lavoro in Italia nel 2003, 307; Il tasso di disoccupazione in Italia ( ), 308; Le rilevazioni della disoccupazione in Italia, 310; Il ruolo dei sindacati e la contrattazione collettiva in Italia, 320 La disoccupazione tedesca, 316; Conviene iscriversi a un sindacato?, 318 Riepilogo, 323 Concetti chiave, 324 Domande di ripasso, 324 Problemi e applicazioni, 324

7 Indice :30 Pagina IX Indice IX PARTE VIII MONETA E PREZZI NEL LUNGO PERIODO Capitolo Il sistema monetario 329 Il significato della moneta Le funzioni della moneta, 329; Le forme della moneta, 329; La moneta nell economia degli Stati Uniti, La Federal Reserve L organizzazione della Fed, 333; Il Federal Open Market Committee, Le banche e l offerta di moneta Il caso semplificato della riserva del 100%, 335; La creazione di moneta attraverso un sistema bancario a riserva frazionaria, 336; Il moltiplicatore monetario, 337; Gli strumenti di controllo monetario della banca centrale, 337; I problemi nel controllo dell offerta di moneta, Conclusione E IN EUROPA Le misure dello stock di moneta nell Eurosistema, 332; La moneta unica europea e la sovranità monetaria, 334 Dov è tutta la moneta?, 333; L assalto agli sportelli e l offerta di moneta, 339 La moneta sull isola di Yap, 330 Carte di credito, carte di debito e moneta, 331 Riepilogo, 340 Concetti chiave, 341 Domande di ripasso, 341 Problemi e applicazioni, 341 Capitolo Crescita della moneta e inflazione 344 La teoria classica dell inflazione Il livello dei prezzi e il valore della moneta, 344; Offerta di moneta, domanda di moneta ed equilibrio monetario, 344; Gli effetti di una iniezione di liquidità, 346; Il processo di aggiustamento, in sintesi, 346; La dicotomia classica e la neutralità della moneta, 347; La velocità della moneta e l equazione quantitativa, 348; La tassa da inflazione, 350; L effetto Fisher, I costi dell inflazione Perdita di potere d acquisto? Un errore comune, 352; Il «consumo delle suole», 353; La «stampa del menu», 354; La variabilità dei prezzi relativi e la cattiva allocazione delle risorse, 354; Il drenaggio fiscale, 354; Confusione e inconvenienti, 356; Un costo particolare dell inflazione inattesa: la ridistribuzione arbitraria della ricchezza, Conclusione Moneta e prezzi durante quattro esperienze di iperinflazione, 349; Il mago di Oz e il dibattito sull argento, 357 La Russia si affida alla tassa da inflazione, 351; L iperinflazione in Serbia, 356; Come proteggere i nostri risparmi dall inflazione, 359 Riepilogo, 360 Concetti chiave, 360 Domande di ripasso, 360 Problemi e applicazioni, 361 PARTE IX LE FLUTTUAZIONI ECONOMICHE DI BREVE PERIODO Capitolo Domanda aggregata e offerta aggregata 364 Le fluttuazioni economiche: tre dati di fatto Le fluttuazioni economiche sono irregolari e imprevedibili, 364; La maggior parte delle variabili macroeconomiche fluttua sincronicamente, 365; Se il reddito diminuisce, la disoccupazione aumenta, Spiegare le fluttuazioni economiche di breve periodo Le differenze tra breve e lungo periodo, 367; Il modello elementare delle fluttuazioni economiche, La curva di domanda aggregata Perché la curva di domanda aggregata ha pendenza negativa?, 369; Che cosa può provocare uno spostamento della curva di domanda aggregata?, La curva di offerta aggregata Perché la curva di offerta aggregata è verticale nel lungo periodo?, 371; Che cosa può provocare uno spostamento della curva di offerta aggregata di lungo periodo?, 372; Un nuovo modo per descrivere la crescita di lungo periodo e l inflazione, 374; Perché nel breve periodo la curva di offerta aggregata ha pendenza positiva?, 374; Che cosa provoca spostamenti della curva di offerta aggregata di breve periodo?, Due cause delle fluttuazioni economiche Gli effetti di uno spostamento della domanda aggregata, 378; Gli effetti di uno spostamento dell offerta aggregata, Conclusione Le fluttuazioni economiche di breve periodo in Italia ( ), 366 Due storici spostamenti della domanda aggregata: la Grande Depressione e la seconda guerra mondiale, 379; La recessione del 2001, 380; Il petrolio e l economia, 383

8 Indice :30 Pagina X X Indice L indicatore spazzatura, 367 Le origini della domanda aggregata e dell offerta aggregata, 384 Riepilogo, 384 Concetti chiave, 385 Domande di ripasso, 385 Problemi e applicazioni, 385 Capitolo L influenza della politica monetaria e della politica fiscale sulla domanda aggregata 387 L influenza della politica monetaria sulla domanda aggregata La teoria della preferenza per la liquidità, 388; La pendenza negativa della curva di domanda aggregata, 390; Le variazioni dell offerta di moneta, 391; Il ruolo del tasso di interesse come obiettivo delle strategie monetarie, L influenza della politica fiscale sulla domanda aggregata Le variazioni della spesa pubblica, 394; L effetto moltiplicatore, 394; Una formula per il moltiplicatore della spesa, 395; Altre applicazioni dell effetto moltiplicatore, 396; L effetto crowding-out, 396; Le variazioni della tassazione, Usare la politica economica per stabilizzare l economia Le argomentazioni a favore di una politica attiva di stabilizzazione, 398; Le argomentazioni contrarie alle politiche attive di stabilizzazione, 400; Gli stabilizzatori automatici, Conclusione Perché la Fed sorveglia i mercati azionari (e viceversa), 393; Keynesiani alla Casa Bianca, 399 I tassi d interesse nel lungo e nel breve periodo, 390; I possibili effetti della politica fiscale sull offerta aggregata, 398 L indipendenza della Federal Reserve, 401 Riepilogo, 402 Concetti chiave, 403 Domande di ripasso, 403 Problemi e applicazioni, Glossario 410 Indice analitico

DOMANDE DI ESERCITAZIONE DI MACROECONOMIA. 2bis) Definire e confrontare i seguenti concetti: PIL, PIL pro-capite, PIL reale, PIL nominale.

DOMANDE DI ESERCITAZIONE DI MACROECONOMIA. 2bis) Definire e confrontare i seguenti concetti: PIL, PIL pro-capite, PIL reale, PIL nominale. DOMANDE DI ESERCITAZIONE DI MACROECONOMIA PARTE I: I FONDAMENTI DELLA MACRO 1) Dopo aver spiegato la distinzione tra micro e macro economia, lo studente definisca e spieghi il concetto di Prodotto Interno

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Domanda e offerta aggregata

Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata Breve e lungo periodo L andamento del Pil nel lungo periodo dipende dai fattori che spiegano la crescita: la forza lavoro, la disponibilità di capitale fisico e umano, le risorse

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CLASSE 3 INDIRIZZO AFM UdA n. 1 Titolo: SISTEMA ECONOMICO E STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO Interpretare il modello di funzionamento del sistema economico attraverso le relazioni tra le categorie di soggetti

Dettagli

Microeconomia Settima edizione

Microeconomia Settima edizione Robert S. Pindyck Daniel L. Rubinfeld Microeconomia Settima edizione Edizione italiana a cura di Emanuele Bacchiega Sommario breve PARTE I Introduzione: mercati e prezzi Capitolo 1 Concetti di base 3 Capitolo

Dettagli

b) Disegnate, in due grafici distinti, la frontiera di produzione di Zenobia e la frontiera di produzione di Ottavia.

b) Disegnate, in due grafici distinti, la frontiera di produzione di Zenobia e la frontiera di produzione di Ottavia. Esercizio 1 (Mankiw, capitolo 3) Vantaggi del commercio internazionale In due paesi, Zenobia e Ottavia, si producono 2 soli beni: pane e burro. L unico input produttivo è il lavoro. Ogni paese dispone

Dettagli

LE VARIABILI REALI: LA PRODUZIONE, IL TASSO DI INTERESSE REALE.

LE VARIABILI REALI: LA PRODUZIONE, IL TASSO DI INTERESSE REALE. LE VARIABILI REALI: LA PRODUZIONE, IL TASSO DI INTERESSE REALE. 0 COSA IMPAREREMO: Cosa determina la produzione totale di un economia. (Ripasso sulla remunerazione dei fattori di produzione e la distribuzione

Dettagli

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Francesco Prota Piano della lezione Le funzioni della moneta La teoria quantitativa della moneta Inflazione La domanda di moneta Moneta, prezzi e inflazione I costi

Dettagli

Semplificazioni, principali definizioni e obiettivi della macroeconomia

Semplificazioni, principali definizioni e obiettivi della macroeconomia Semplificazioni, principali definizioni e obiettivi della macroeconomia Lezione 1 Lezione 1 Economia Politica - Macroeconomia 1 Semplificazioni della macro Il livello di aggregazione è molto più spinto

Dettagli

Indice generale. Presentazione dell edizione italiana XIII Presentazione della terza edizione XV Prefazione XVII Ringraziamenti XXI

Indice generale. Presentazione dell edizione italiana XIII Presentazione della terza edizione XV Prefazione XVII Ringraziamenti XXI Pagine di apertura VII XXII 26-05-2003 14:45 Pagina VII Presentazione dell edizione italiana XIII Presentazione della terza edizione XV Prefazione XVII Ringraziamenti XXI Capitolo 1 L economia di mercato

Dettagli

Indice. 22 2.6. Produzione totale e felicità totale. ix Prefazione

Indice. 22 2.6. Produzione totale e felicità totale. ix Prefazione Indice ix Prefazione Capitolo 1 1 Che cos è la macroeconomia? 1 1.1. Di cosa si occupa la macroeconomia? 3 1.2. E quella definizione? 4 1.3. La differenza tra macroeconomia e microeconomia 5 1.4. Perché

Dettagli

Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda

Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 34 Domanda Aggregata e politica economica Quando

Dettagli

DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione di due; non sono previste penalizzazioni in caso di risposte non corrette)

DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione di due; non sono previste penalizzazioni in caso di risposte non corrette) In una ora rispondere alle dieci domande a risposta multipla e a una delle due domande a risposta aperta, e risolvere l esercizio. DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione

Dettagli

Equazione quantitativa della moneta

Equazione quantitativa della moneta Moneta e inflazione Equazione quantitativa della moneta Gli individui detengono moneta allo scopo di acquistare beni e servizi QUINDI la quantità di moneta è strettamente correlata alla quantità che viene

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

N.B. IL PROGRAMMA DEL CORSO FA RIFERIMENTO AL CORSO TENUTO NELL' A.A. 2005 2006 PROF. ANDREA MARIO LAVEZZI

N.B. IL PROGRAMMA DEL CORSO FA RIFERIMENTO AL CORSO TENUTO NELL' A.A. 2005 2006 PROF. ANDREA MARIO LAVEZZI ECONOMIA POLITICA (9 CFU) Corso per Operatore della Pubblica Ammistrazione Facoltà di Giurisprudenza Università di Palermo Polo didattico di Agrigento A.A. 2010-2011 1 N.B. IL PROGRAMMA DEL CORSO FA RIFERIMENTO

Dettagli

I DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA

I DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Corso di Laurea in Servizio Sociale Istituzioni di Economia Introduzione allo studio dell Economia I DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA (Capitolo 1) Il termine economia... Deriva da una parola greca che significa

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MACROECONOMIA Economia Urbana 2 L economia aperta Per economia aperta si intende l insieme

Dettagli

Economia Politica. Grazia Graziosi DEAMS

Economia Politica. Grazia Graziosi DEAMS Economia Politica Grazia Graziosi DEAMS Macroeconomia: un quadro generale Macroeconomia versus microeconomia La microeconomia studia il comportamento degli individui e delle imprese nei singoli mercati:

Dettagli

Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME

Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA 1) A B C D 2) A B C D 3) A B C D 4) A B C D 5) A B C D 6) A B C D 7) A B C D 8) A B C D 9) A B C D 10) A B C D 11) A B

Dettagli

FAC simile della prova intermedia di apprendimento (8/11/2006) Macroeconomia CLEA

FAC simile della prova intermedia di apprendimento (8/11/2006) Macroeconomia CLEA FAC simile della prova intermedia di apprendimento (8/11/2006) Macroeconomia CLEA Nome e cognome: Matricola: Anno di corso: Parte I: Domande a scelta multipla (1 punto a domanda, 12 punti disponibili)

Dettagli

Capitolo 12 Il monopolio. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl

Capitolo 12 Il monopolio. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl Capitolo 12 Il monopolio IL MONOPOLIO Il monopolio è una forma di mercato in cui un unico venditore offre un bene che non ha stretti sostituti, ad una moltitudine di consumatori La differenza fondamentale

Dettagli

Sintesi Introduzione all Economia

Sintesi Introduzione all Economia Sintesi Introduzione all Economia L esame di Economia Politica Le lezioni Lunedì ore 11-13 e 15-17; mercoledì ore 13-15 Integrazione lezioni: 6 ottobre (aula 6 ore 11.00); 13 ottobre (San Paolo ore 11.00).

Dettagli

Corso di Politica Economica

Corso di Politica Economica Anno accademico 2014/2015 Corso di Politica Economica Docente: Claudio Di Berardino Informazioni sito docente: http://claudiodiberardino.jimdo.com mail: c.diberardino@unich.it 1 lezione - Le teorie degli

Dettagli

PIL : produzione e reddito

PIL : produzione e reddito PIL : produzione e reddito La misura della produzione aggregata nella contabilità nazionale è il prodotto interno lordo o PIL. Dal lato della produzione : oppure 1) Il PIL è il valore dei beni e dei servizi

Dettagli

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 3 18 Aprile 2011

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 3 18 Aprile 2011 Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011 Macroeconomia Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 3 18 Aprile 2011 Nuovo Orario Riassunto lezione precedente Definizione e misurazione: PIL

Dettagli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli Lezione 14. Risparmio e investimento Leonardo Bargigli Risparmio e investimento nella contabilità nazionale Ripartiamo dalla definizione di PIL in termini di spesa finale Y = C + I + G + NX Consideriamo

Dettagli

CAPITOLO 18 L investimento

CAPITOLO 18 L investimento CAPITOLO 18 L investimento Domande di ripasso 1. Nel modello neoclassico dell investimento, le imprese traggono vantaggio dall aumentare la propria dotazione di capitale se la rendita reale del capitale

Dettagli

Capitolo 26: Il mercato del lavoro

Capitolo 26: Il mercato del lavoro Capitolo 26: Il mercato del lavoro 26.1: Introduzione In questo capitolo applichiamo l analisi della domanda e dell offerta ad un mercato che riveste particolare importanza: il mercato del lavoro. Utilizziamo

Dettagli

CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione

CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione Domande di ripasso 1. La moneta ha tre funzioni: riserva di valore, unità di conto e mezzo di scambio. In quanto riserva di valore, la moneta rappresenta un modo per

Dettagli

Capitolo 11. Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici. Francesco Prota

Capitolo 11. Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici. Francesco Prota Capitolo 11 Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici Francesco Prota Piano della lezione Lo stock di moneta e l equilibrio nel mercato monetario: la curva LM Il modello IS-LM

Dettagli

Principi di Economia - Macroeconomia Esercitazione 3 Risparmio, Spesa e Fluttuazioni di breve periodo Soluzioni

Principi di Economia - Macroeconomia Esercitazione 3 Risparmio, Spesa e Fluttuazioni di breve periodo Soluzioni Principi di Economia - Macroeconomia Esercitazione 3 Risparmio, Spesa e Fluttuazioni di breve periodo Soluzioni Daria Vigani Maggio 204. In ciascuna delle seguenti situazioni calcolate risparmio nazionale,

Dettagli

Capitolo 26. Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 26. Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 26 Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale In questa lezione Banca centrale Europea (BCE) e tassi di interesse: M D e sue determinanti; M S ed equilibrio del mercato monetario;

Dettagli

Università degli Studi di Macerata Dipartimento di Scienze politiche, della Comunicazione e delle Relazioni internazionali

Università degli Studi di Macerata Dipartimento di Scienze politiche, della Comunicazione e delle Relazioni internazionali Università degli Studi di Macerata Dipartimento di Scienze politiche, della Comunicazione e delle Relazioni internazionali ECONOMIA MODULO TEORIA A.A. 2013/2014 IL O Fabio Clementi E-mail: fabio.clementi@unimc.it

Dettagli

ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2

ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2 ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2 CAPITOLO 10 Crescita: i fatti principali 1) Spiegate cosa si intende per convergenza nella teoria della crescita e mostrate il grafico con cui si rappresenta. 2) Spiegate

Dettagli

studieremo quali sono gli indicatori più importanti per determinare lo stato di salute di un economia

studieremo quali sono gli indicatori più importanti per determinare lo stato di salute di un economia La Produzione Aggregata: metodi di misurazione del livello di attività e della congiuntura In questa lezione: studieremo quali sono gli indicatori più importanti per determinare lo stato di salute di un

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 26 Il sistema finanziario Il sistema finanziario fa in modo che

Dettagli

Disoccupazione e salario reale

Disoccupazione e salario reale Disoccupazione e salario reale Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 28 La disoccupazione Come si misura la disoccupazione? Come si interpretano i

Dettagli

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 A. Il modello macroeconomico in economia chiusa e senza settore pubblico. A.1. Un sistema economico

Dettagli

Macroeconomia. Mauro Visaggio Anno accademico 2014-15

Macroeconomia. Mauro Visaggio Anno accademico 2014-15 Mauro Visaggio Anno accademico 2014-15 CAPITOLO 4 Benchmark classico di breve e medio periodo: equilibrio in assenza di imperfezioni informative e di mercato Mauro Visaggio CAPITOLO 4 1 / 74 Copyright

Dettagli

Capitolo 4. Moneta e inflazione. Capitolo 4: Moneta e inflazione 1

Capitolo 4. Moneta e inflazione. Capitolo 4: Moneta e inflazione 1 Capitolo 4 Moneta e inflazione 1 Il percorso La moneta Cos è la moneta: funzioni e tipi. Offerta di moneta: strumenti. Domanda di moneta o o Teoria quantitativa. Teoria delle preferenze per la liquidità.

Dettagli

Introdurre la materia macroeconomica 1 CAPITOLO 1 - Variabili macroeconomiche. Contabilità nazionale ed equilibrio tra risparmio e investimento

Introdurre la materia macroeconomica 1 CAPITOLO 1 - Variabili macroeconomiche. Contabilità nazionale ed equilibrio tra risparmio e investimento INDICE XVII 1 2 4 5 Introdurre la materia macroeconomica 1 CAPITOLO 1 - Variabili macroeconomiche. Contabilità nazionale ed equilibrio tra risparmio e investimento 1.1 1.2 1.3 1.4 L'oggetto della macroeconomia

Dettagli

Economia del turismo

Economia del turismo Economia del turismo Anno Accademico 2014/2015 Dott. Ivan Etzo Economia del Turismo - Dott. Ivan Etzo 1 SEZIONE 5 Il turismo internazionale ARGOMENTI 5.1 Gli elementi caratteristici del turismo internazionale

Dettagli

Programmazione annuale di Economia Politica Classe 4^ Indirizzo Sistemi informativi aziendali (n. 2 ore settimanali) Sezione Tecnica

Programmazione annuale di Economia Politica Classe 4^ Indirizzo Sistemi informativi aziendali (n. 2 ore settimanali) Sezione Tecnica Programmazione annuale di Economia Politica Classe 4^ Indirizzo Sistemi informativi aziendali (n. 2 ore settimanali) Sezione Tecnica Modulo 1 LA TEORIA DEL REDDITO NAZIONALE (*) COMPETENZE ABILITA /CAPACITA

Dettagli

» 1 1. Premessa 2. Il punto di vista degli autori» 2 3. L organizzazione del volume» 7. Parte prima Economia internazionale e globalizzazione

» 1 1. Premessa 2. Il punto di vista degli autori» 2 3. L organizzazione del volume» 7. Parte prima Economia internazionale e globalizzazione Indice Indice figure, tabelle, schede e box pag. XIII Introduzione» 1 1. Premessa» 1 2. Il punto di vista degli autori» 2 3. L organizzazione del volume» 7 Parte prima Economia internazionale e globalizzazione

Dettagli

Economia politica. Compendio di. www.moduli.maggioli.it. Microeconomia e Macroeconomia per esami e concorsi pubblici

Economia politica. Compendio di. www.moduli.maggioli.it. Microeconomia e Macroeconomia per esami e concorsi pubblici Vincenzo Di Vita Compendio di Economia politica Microeconomia e Macroeconomia per esami e concorsi pubblici Tutti gli argomenti oggetto delle prove d esame Copyright 2011 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore

Dettagli

KEYNES E IL MODELLO IS-LM

KEYNES E IL MODELLO IS-LM Università degli Studi di Macerata Dipartimento di Scienze politiche, della Comunicazione e delle Relazioni internazionali ECONOMIA POLITICA MODULO TEORIA A.A. 2013/2014 KEYNES E IL MODELLO IS-LM Fabio

Dettagli

PRODUZIONE E CRESCITA

PRODUZIONE E CRESCITA Università degli studi di MACERATA ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2012/2013 PRODUZIONE E CRESCITA Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@unimc.it Web: http://docenti.unimc.it/docenti/fabio-clementi

Dettagli

Prezzi dei beni dal 1999 al 2002 Anno Sacchi di Borse per Bottiglie di Cotone Motorini

Prezzi dei beni dal 1999 al 2002 Anno Sacchi di Borse per Bottiglie di Cotone Motorini LEZIONE 12 CONTABILITA NAZIONALE Esercizio 1 DEFINIZIONI E CALCOLO DEL PIL Il PIL di un economia può essere calcolato in tre diversi modi: 1) Valore dei beni e servizi finali prodotti da un economia in

Dettagli

Fallimenti macroeconomici del mercato

Fallimenti macroeconomici del mercato Fallimenti macroeconomici del mercato Fallimenti macroeconomici del mercato i. Disoccupazione ii. Inflazione iii. Sottosviluppo iv. Squilibri di bilancia dei pagamenti Costituiscono altrettanti fallimenti

Dettagli

Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA

Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA 1) A Ω B Ω C Ω D Ω 2) A Ω B Ω C Ω D Ω 3) A Ω B Ω C Ω D Ω 4) A Ω B Ω C Ω

Dettagli

Il commercio internazionale (cap. 12)

Il commercio internazionale (cap. 12) Il commercio internazionale (cap. 12) Gli argomenti pro e contro il libero scambio Elementi di storia delle relazioni commerciali dagli anni trenta ad oggi I diversi tipi di accordi commerciali I vantaggi

Dettagli

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo Capitolo 5 Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima La

Dettagli

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri 1 Risparmio e investimento Risparmio è l ammontare di reddito che non viene consumato. Si origina nelle famiglie

Dettagli

Capitolo 14. Crescita economica e innalzamento del tenore di vita

Capitolo 14. Crescita economica e innalzamento del tenore di vita Capitolo 14 Crescita economica e innalzamento del tenore di vita La crescita economica è l'incremento della produzione di beni e servizi di un sistema economico nel lungo periodo Il raggiungimento di un

Dettagli

Indice. 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------ 3

Indice. 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI ECONOMIA POLITICA LEZIONE VII IL SETTORE MONETARIO PROF. ALDO VASTOLA Indice 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Il modello generale di commercio internazionale

Il modello generale di commercio internazionale Capitolo 6 Il modello generale di commercio internazionale [a.a. 2015/16 ] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania, Margherita Scoppola e Francesco Aiello) 6-1

Dettagli

UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario

UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario Inquadramento generale In questa unità didattica analizzeremo come i risparmi delle famiglie affluiscono alle imprese per trasformarsi in investimenti.

Dettagli

Equilibrio macroeconomico neoclassico

Equilibrio macroeconomico neoclassico Equilibrio macroeconomico neoclassico La teoria neoclassica (TN) Rappresentò il paradigma teorico di riferimento fino alla crisi del 1929 e prima di Keynes Ancora oggi alcune scuole di pensiero più recenti

Dettagli

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 9 gennaio 2014 Il punteggio di ogni domanda è fissato in uno o due asterischi. Il punteggio intero viene dato solo Non consegnare se non sei convinto di aver realizzato almeno 7 punti. 1.

Dettagli

Economia Politica (potete riferirvi al testo di esame di J. Hey o ad altri tipo il Varian)

Economia Politica (potete riferirvi al testo di esame di J. Hey o ad altri tipo il Varian) Introduzione al Corso Nozioni Propedeutiche di base: Economia Politica (potete riferirvi al testo di esame di J. Hey o ad altri tipo il Varian) Matematica generale Metodo e Finalità dell Apprendimento:

Dettagli

Corso di Macroeconomia. Il modello IS-LM. Appunti

Corso di Macroeconomia. Il modello IS-LM. Appunti Corso di Macroeconomia Il modello IS-LM Appunti 1 Le ipotesi 1. Il livello dei prezzi è fisso. 2. L analisi è limitata al breve periodo. La funzione degli investimenti A differenza del modello reddito-spesa,

Dettagli

Il modello generale di commercio internazionale

Il modello generale di commercio internazionale Capitolo 6 Il modello generale di commercio internazionale adattamento italiano di Novella Bottini 1 Struttura della presentazione Domanda e offerta relative Benessere e ragioni di scambio Effetti della

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE LEZIONE POLITICA COMMERCIALE. Diverse misure di politica commerciale

ECONOMIA INTERNAZIONALE LEZIONE POLITICA COMMERCIALE. Diverse misure di politica commerciale ECONOMIA INTERNAZIONALE LEZIONE POLITICA COMMERCIALE Diverse misure di politica commerciale Dazi Effetti di un dazio su: Consumatori Imprese Volume del commercio Effetti complessivi di un dazio sul benessere

Dettagli

Perché studiare la Microeconomia?

Perché studiare la Microeconomia? Perché studiare la Microeconomia? I temi della Microeconomia Cosa è un mercato? Prezzi reali e nominali? 1 Microeconomia Ramo dell economia che si occupa del comportamento di singoli agenti economici consumatori,

Dettagli

MICROECONOMIA: MACROECONOMIA:

MICROECONOMIA: MACROECONOMIA: MICROECONOMIA/MACROECONOMIA MICROECONOMIA: STUDIA IL COMPORTAMENTO DI SINGOLI SOGGETTI ECONOMICI (TEORIA DEL CONSUMATORE, TEORIA DELL IMPRESA), E IL FUNZIONAMENTO DI SINGOLE COMPONENTI (MERCATI) DEL SISTEMA

Dettagli

Lezione 15. La (non) neutralità della moneta e i meccanismi di trasmissione della politica monetaria

Lezione 15. La (non) neutralità della moneta e i meccanismi di trasmissione della politica monetaria Lezione 15. La (non) neutralità della moneta e i meccanismi di trasmissione della politica monetaria La moneta influenza la produzione reale e gli equilibri macroeconomici? Teoria quantitativa della moneta:

Dettagli

Economia Politica. Indicate Nome e Cognome, Numero di matricola e Corso di Laurea su ogni foglio.

Economia Politica. Indicate Nome e Cognome, Numero di matricola e Corso di Laurea su ogni foglio. 7 novembre 2013 1) Supponete che la domanda di appartamenti a Cagliari sia p = 1000 5q, mentre l o erta sia q = 100. Trovate l equilibrio nel mercato degli appartamenti e disegnate il gra co. Supponete

Dettagli

Presentazione. Ringraziamenti

Presentazione. Ringraziamenti Indice Presentazione Prefazione Ringraziamenti xi xiii xvii 1 Introduzione 1 1.1 Perché studiare l economia internazionale 1 1.2 Perché adottare una prospettiva europea 3 1.3 Uno sguardo d insieme 3 Parte

Dettagli

Il sistema monetario

Il sistema monetario Il sistema monetario Premessa: in un sistema economico senza moneta il commercio richiede la doppia coincidenza dei desideri. L esistenza del denaro rende più facili gli scambi. Moneta: insieme di tutti

Dettagli

Lezione 9 Macroeconomia: Le

Lezione 9 Macroeconomia: Le Corso di Economia Politica prof. S. Papa Lezione 9 Macroeconomia: Le regolarità empiriche Facoltà di Economia Università di Roma La Sapienza Alcune domande Da che dipende la disoccupazione? Da che dipende

Dettagli

Il monopolio (Frank, Capitolo 12)

Il monopolio (Frank, Capitolo 12) Il monopolio (Frank, Capitolo 12) IL MONOPOLIO Il monopolio è una forma di mercato in cui un unico venditore offre un bene che non ha stretti sostituti, ad una moltitudine di consumatori La differenza

Dettagli

La politica commerciale

La politica commerciale La politica commerciale Arcangelis 2005 1 Introduzione Se la Cina impone un dazio sulle importazioni dall UE e dagli USA, che cosa accade? E se sussidia le proprie esportazioni? Qual è stato l effetto

Dettagli

Le nozioni di base della domanda e dell offerta

Le nozioni di base della domanda e dell offerta Capitolo 2 Le nozioni di base della domanda e dell offerta A.A. 2005-2006 Microeconomia - Cap. 2 1 Questo file (con nome cap_02.pdf) può essere scaricato da www.klips.it siti e file Provvisoriamente anche

Dettagli

Il mercato di monopolio

Il mercato di monopolio Il monopolio Il mercato di monopolio Il monopolio è una struttura di mercato caratterizzata da 1. Un unico venditore di un prodotto non sostituibile. Non ci sono altre imprese che possano competere con

Dettagli

Università degli Studi dell Aquila

Università degli Studi dell Aquila Università degli Studi dell Aquila Esame di Microeconomia 9 crediti 3 settembre 2014 Docente: Giuseppe Pace ISTRUZIONI Riempire i campi relativi a nome, cognome (IN STAMPATELLO) e matricola sulla griglia.

Dettagli

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Università degli studi di MACERATA Facoltà di SCIENZE POLITICHE ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2009/2010 RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@univpm.it

Dettagli

Capitolo 8. Ricerca del profitto e mano invisibile. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke

Capitolo 8. Ricerca del profitto e mano invisibile. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke Capitolo 8 Ricerca del profitto e mano invisibile Mercati e motivazioni personali Non è dalla benevolenza del macellaio, del birraio, o del fornaio che ci aspettiamo il nostro desinare, ma dalla considerazione

Dettagli

La macroeconomia dei sistemi economici aperti

La macroeconomia dei sistemi economici aperti La macroeconomia dei sistemi economici aperti Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 31 Lo studio delle economie aperte Cosa si intende per economia

Dettagli

Modello neoclassico per la specializzazione internazionale: Heckscher-Ohlin

Modello neoclassico per la specializzazione internazionale: Heckscher-Ohlin Corso di Politica Economica Europee Stefano Papa spapa@uniroma1.it Modello neoclassico per la specializzazione internazionale: Heckscher-Ohlin Facoltà di Economica Università di Roma Sapienza Da produttività

Dettagli

Lezione 2: Teoria del commercio internazionale: Heckscher-Ohlin

Lezione 2: Teoria del commercio internazionale: Heckscher-Ohlin Corso di Economia e Politica economica nei mercati globali S. Papa spapa@unite.it Lezione 2: Teoria del commercio internazionale: Heckscher-Ohlin Facoltà di Scienze della Comunicazione Università di Teramo

Dettagli

Equilibrio generale ed efficienza economica

Equilibrio generale ed efficienza economica Equilibrio generale ed efficienza economica Analisi dell equilibrio generale Efficienza nello scambio Equità ed efficienza Panoramica sull efficienza nei mercati concorrenziali Perché i mercati falliscono

Dettagli

Il modello generale di commercio internazionale

Il modello generale di commercio internazionale Capitolo 6 Il modello generale di commercio internazionale [a.a. 2013/14] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 6-1 Struttura della presentazione Domanda e

Dettagli

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 14 23 Maggio 2011

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 14 23 Maggio 2011 Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011 Macroeconomia Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 14 23 Maggio 2011 Calendario residuo Oggi finiamo il capitolo 7: Curva AD-AD e sue implicazioni

Dettagli

Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Corso di Laurea in Scienze Economiche A.A. 2008-2009 LEZIONE 2

Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Corso di Laurea in Scienze Economiche A.A. 2008-2009 LEZIONE 2 Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Economia Internazionale Corso di Laurea in Scienze Economiche A.A. 2008-2009 MATERIALE DIDATTICO da integrare al libro di testo: Hill C.W.L. International

Dettagli

Modello keynesiano: il settore reale

Modello keynesiano: il settore reale Macro 4 Modello keynesiano: il settore reale La macroeconomia keynesiana La macroeconomia si occupa di studiare i meccanismi di determinazione delle grandezze economiche aggregate, così come definite dalla

Dettagli

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario 26 Risparmio Investimenti Sistema Finanziario Il Sistema Finanziario Il sistema finanziario è costituito dalle istituzioni che operano per far incontrare l offerta di denaro (risparmio) con la domanda

Dettagli

Indice. I Nozionidibase 9

Indice. I Nozionidibase 9 Indice Prefazione XXIII 1 Lineamenti generali 3 1.1 L economia internazionale come disciplina autonoma..... 3 1.2 Schemadellatrattazione.................... 5 1.2.1 La teoria delle relazioni finanziarie

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo Gli effetti dell intervento

Dettagli

APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE

APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE Abbiamo detto che le risorse che costituiscono il reddito nazionale possono essere

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA RELAZIONI INTERNAZIONALI CLASSE 3 INDIRIZZO RIM DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: TRASFORMAZIONI STORICHE E FUNZIONAMENTO DEI SISTEMI ECONOMICI E MODALITA DELL INTERVENTO PUBBLICO

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

I fallimenti del mercato

I fallimenti del mercato Esternalità I fallimenti del mercato Esternalità Quando una transazione tra un compratore e un venditore condiziona direttamente una terza parte, l effetto che questa subisce viene detto esternalità. In

Dettagli

Economia e Politica economica nei mercati globali

Economia e Politica economica nei mercati globali Economia e Politica economica nei mercati globali Prof. S. Papa Management e comunicazione d impresa Facoltà di Scienze della Comunicazione Prima parte Teoria del commercio internazionale Argomenti Teoria

Dettagli