CORE BANKING GUIDA UTENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORE BANKING GUIDA UTENTE"

Transcript

1 CORE BANKING GUIDA UTENTE

2 PREMESSA il servizio di assistenza tecnica Requisiti tecnici 7 2. INTRODUZIONE ALL APPLICAZIONE Glossario 8 3. ACCESSO AL SERVIZIO Il primo collegamento Collegamenti successivi SISTEMA AUTORIZZATIVO DELLE DISPOSIZIONI CON BLUCODE (TOKEN) SISTEMA AUTORIZZATIVO DELLE DISPOSIZIONI CON CHIAMATA A NUMERO VERDE (SECURE CALL) CARATTERISTICHE GENERALI Home Page Pozzetto Finestra di consultazione dei Log di lavoro Utilizzo delle finestre di lavoro Menù di ricerca Avanzata Report Diagnostico Errori Storia delle disposizioni Precompilazione dei campi in caso di scelta univoca Navigazione per Rapporto Personalizzazione delle colonne Visualizzazione Importo e numero elementi selezionati Blocco Utenza GESTIONE Gestione utenti Elenco Utenti Dettaglio Singolo Utente Gestione credenziali Utente selezionato Nuovo utente secondario Profilatura utente Copia di un utente Gestione rapporti Elenco Rapporti Attivi/Passivi Utilizzo dell Alias Personalizzato Dettaglio Rapporto 48 1

3 7.2.4 Nuovo Rapporto Passivo Gestione processi Elenco Servizi / Processi Dettaglio Servizio / Processo Variazione processo autorizzativo Esempi dei principali processi autorizzativi Dati personali Dati personali utente collegato Gestione credenziali Credenziali utente collegato Modifica credenziale Personalizzazione Acceleratori Rapporto di default Abilitazioni Varie CONTI CORRENTI Rendicontazione movimenti Elenco Movimenti di Conto Corrente Dettaglio singolo movimento Funzione 'REN-X-RC' RENDICONTAZIONE XML DA ALTRE BANCHE RIEPILOGO SALDI Riepilogo saldi di conto corrente e di portafoglio Navigazione Ipertestuale da Saldi a Movimenti Accesso ai Dati Storici: Storicizzazione PAGAMENTI Bonifico Italia Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Bonifico Singolo Nuova Disposizione Giroconto Nuova Disposizione Girofondo Nuova Disposizione Distinta Bonifici Nuova Disposizione Altri Bonifici Bonifico XML Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova disposizione singola di Bonifico.xml Sepa Nuova distinta stipendi XML Nuova distinta bonifici XML Sepa Conversione da bonifico Italia tracciato PC/EF a bonifico XML Descrizione processo di conversione Bonifico Estero Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Bonifico Estero Nuova Disposizione Distinta Bonifici Esteri 121 2

4 10.4. Stipendi Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Distinta Stipendi Bonifici (tutti) Elenco Distinte / Disposizioni Bollettino Bancario Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Disposizione singola Nuova Disposizione Distinta bollettini Pagamento F Elenco Distinte/disposizioni Revisione F24 Accettazioni e Quietanze Nuova Disposizione Pagamento Delega F Nuova Disposizione Pagamento Accisa F Nuova Disposizione Versamento con elementi identificativi F Nuova Disposizione Distinta Delega F Avvisi Elenco disposizioni Avvisi Ricevuti Avvisi di pagamento iter necessario all invio del flusso di pagamento/impagato effetti Dettaglio disposizione Nuova disposizione Disposizione di pagamento Riba singola Nuova disposizione Distinta di pagamento Nuova disposizione Disposizione di impagato singola Nuova disposizione Distinta di impagata Pagamento effetti on-line Descrizione processo di pagamento on-line Pagamento MAV on-line Descrizione processo di pagamento on-line Pagamento RAV on-line Descrizione processo di pagamento on-line Pagamento bollettino postale bianco o premarcato Descrizione processo di pagamento on-line Ricarica cellulare Descrizione processo di pagamento on-line INCASSI Ri.Ba Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Ri.Ba. singola Nuova Disposizione Distinta Ri.Ba Mav Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Mav singolo Nuova Disposizione Nuova Distinta MAV Rid 210 3

5 Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione Rid singola Nuova Disposizione Distinta Rid Sepa Direct Debit Elenco Distinte / Disposizioni Dettaglio disposizione Nuova Disposizione SDD Core Nuova Disposizione SDD B2B Nuova Disposizione Distinta SDD CORE Nuova Disposizione Distinta SDD B2B Castelletto Castelletto Inquiry Rischio diretto Inquiry Rischio indiretto Rendicontazione di Portafoglio Elenco Movimenti Dettaglio singolo movimento DISPOSITIVA GENERICA Dispositiva Generica Elenco Distinte / Disposizioni IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE FLUSSI CBI Importazione Flussi CBI Importazione senza forzature Importazione con applicazione di forzature Esportazione Flussi CBI Sezione Export Flussi CBI Export flussi dispositivi importati e inviati Esportazione Flussi CBI da sezione proprietaria Movimenti di C/C - Esportazione dei flussi informativi dalla ricerca avanzata STAMPE Formati di stampa Stampa.html Stampa.xls Stampa.pdf Stampa operazioni selezionate Funzioni di stampa all interno delle distinte di pagamento/incasso Focus su funzionalità di stampa Stampa di una singola disposizione contenuta all interno della distinta Stampa sintetica contenente i dati salienti della disposizione Inserimento numero distinte e totale importo degli elementi stampati nel footer di tutte le stampe COMUNICAZIONI Consultazione Ricerca per Tipologia documento Stampa massiva PDF 275 4

6 16. RUBRICA E AEA Rubrica e Aea Elenco Contatti Dettaglio Contatto Dettaglio Allineamento Nuovo - Contatto Nuovo - AEA IBAN Nuovo - AEA RID: Rich. Autorizzazione All Addebito in conto (caus ) Nuovo - AEA RID: Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) Nuovo - AEA RID: Proposta di Revoca Autorizzazione All Addebito in conto su iniziativa azienda (caus ) Nuovo - AEA RID: Variazione coordinate d Azienda (caus ) Nuovo - AEA RID: Proposta di Revoca Autorizzazione All Addebito per cessazione contratto (caus ) Operazioni contatti - AEA Iban (caus ) Operazioni allineamenti AEA Rid: Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa sottoscrittore (caus ) Operazioni allineamenti AEA Rid: Proposta di revoca autorizzazione all addebito su iniziativa azienda (caus ) Operazioni allineamenti AEA Rid: Proposta di revoca autorizzazione all addebito per cessazione contratto (caus ) Operazioni contatti - AEA Rid (caus ) Operazioni contatti - AEA Rid (caus , inquiry IBAN) Ulteriori funzioni della procedura Rubrica e AEA: SERVIZI IMPORTAZIONE ANAGRAFICHE DA FILE EXCEL Importazione anagrafiche da File excel 318 5

7 PREMESSA Gentile Cliente, UNIPOL Banca Le dà il benvenuto alla nuova di Corporate Banking Interbancario CORE Banking Attraverso l'applicativo di Core Banking è possibile gestire, tramite la rete Internet, disposizioni di incasso e pagamento e ricevere informazioni sui conti di tutte le Banche (CBI) con cui opera. Il prodotto è studiato per offrire un elevato grado di flessibilità rispetto alle proprie esigenze organizzative: è possibile personalizzare specifiche abilitazioni in base alle mansioni ed aree di responsabilità di dipendenti e collaboratori. La piattaforma CORE Banking di Unipol Banca è attrezzata per gestire tutti i servizi obbligatori erogati nell ambito del Consorzio C.B.I. (Costumer to Business Interaction), consorzio che raggruppa quasi tutte le banche italiane. Il CORE fornisce anche alcune funzioni non CBI, erogate on line. Il CBI è un circuito bancario telematico nato nel 1995 per consentire ai clienti, tramite messaggi standardizzati, l'invio di disposizioni di incasso e di pagamento, nonché la ricezione di tutti i flussi informativi relativi a conti correnti, rapporti di portafoglio, ecc... Il presente documento ha lo scopo di illustrare le funzionalità e la struttura della procedura CORE Banking. In particolare, verranno evidenziate, attraverso l ausilio di videate web, le principali operazioni che la procedura permette di svolgere, partendo dalla gestione della profilatura e dei ruoli all interno dei processi autorizzativi e proseguendo poi con tutte le funzionalità peculiari di questo innovativo Prodotto IL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA In caso di necessità non esiti a contattare il Servizio di Assistenza al numero verde: opzione 2 dell'albero vocale 6

8 1.2. REQUISITI TECNICI Per poter usufruire del Servizio è sufficiente disporre di un collegamento Internet veloce, di un computer con un sistema operativo costantemente aggiornato e dotato di un software antivirus/firewall che possa impedire infezioni da programmi malevoli. I requisiti per la navigazione sono i seguenti: Browser supportati: Internet Explorer dalla versione 7 in poi Safari dalla versione Mozilla Firefox dalla versione 2.00 in avanti; Google Chrome L applicativo risulta più veloce e fluido utilizzando Mozilla Firefox ver. 4.0 o successive o Google Chrome ver. 10 o successive. Applicativi: visualizzatore di file PDF (Acrobat Reader), decompressore di archivi Zip (WinZip, 7Zip, ecc..) Risoluzione video: Il sito è ottimizzato per la risoluzione 1024x768. Si consiglia di passare alla visualizzazione schermo intero ottenibile solitamente premendo il tasto funzione F11 sulla tastiera. 7

9 2. INTRODUZIONE ALL APPLICAZIONE 2.1. GLOSSARIO Drill Down -> doppio clic con il tasto sinistro del mouse, tramite il quale è possibile esplodere il dettaglio del singolo attributo. Combo Box -> pulsante che permette l accesso a tutte le funzionalità del Prodotto Core Banking. Frame -> sezione della pagina web Codice SIA -> Codice univoco identificativo dell azienda all interno del circuito interbancario. Tab ( Linguetta ) -> Identifica brevemente il foglio di lavoro corrispondente. Drag and Drop -> tale funzione consente di selezionare un icona, trascinarla (drag) da una finestra ad un altra, e rilasciarla (drop) in quest ultimo ambiente. In genere questo tipo di azione crea un associazione fra i due oggetti, basti pensare ad un file trascinato sino all icona del Cestino. Finestre Popup -> finestre utilizzate per scelte univoche o multiple all interno dell applicazione. Tasti acceleratori -> tasti che consentono di velocizzare le tempistiche di lavoro richiamando direttamente applicazioni parallele. 8

10 9

11 3. ACCESSO AL SERVIZIO Unitamente alla password di primo accesso consegnata dalla sua Filiale UNIPOL Banca, da modificare all'atto del primo collegamento per motivi di sicurezza, riceverà all'indirizzo indicato sul contratto di attivazione il codice utente. Non appena ricevuta l' di attivazione contenente il codice postazione (che nel seguito verrà denominato anche come codice utente), La invitiamo a prendere familiarità con il nuovo applicativo seguendo le istruzioni di primo accesso riepilogate nelle pagine successive Il primo collegamento Per l'accesso al servizio è sufficiente collegarsi al sito e selezionare il pulsante presente in alto sulla destra: Successivamente occorre selezionare il pulsante per accedere alla maschera di Logon: Il codice Postazione e la Password di accesso : Codice Postazione (lunghezza 10 caratteri): Viene inviato direttamente tramite all'indirizzo di posta elettronica indicato sul contratto di adesione. Alias: da utilizzare solo per gli utenti secondari definiti dall amministratore dell azienda. Per l accesso come utente master (utente principale amministratore) lasciare vuoto questo campo. Password di accesso: la password di primo accesso viene consegnata in Filiale all'atto della richiesta di attivazione del servizio. 10

12 Al primo accesso verrà richiesto all'utente di variare la password impostandone una a piacere al fine di garantire un elevato standard di sicurezza. Il PIN Successivamente verrà richiesto di creare un codice PIN numerico di 10 caratteri La pagina contiene un tastierino numerico necessario per la digitazione dei caratteri numerici al fine di garantire un elevato standard di sicurezza E' necessario impostare, nel campo Nuovo PIN una sequenza numerica a propria scelta con l'ausilio del mouse, confermando la stessa sequenza anche nel campo Conferma Nuovo PIN ; infine occorre confermare l'operazione con il tasto Salva e procedi. La variazione della password di accesso iniziale Successivamente all impostazione del inziale del codice PIN, al primo accesso è necessario cambiare la password iniziale. Occorre pertanto inserire la password con cui si è effettuato il primo login e la nuova password che sostituirà quella attualmente in uso e che verrà richiesta nei login successivi. La nuova password deve avere una lunghezza minima di 8 caratteri. 11

13 Associazione BluCode (token) all utente master Se il prodotto di Core Banking prevede l uso del BluCode all atto del primo collegamento, il sistema richiede di associare il token all utente master. Viene proposto una videata simile in cui si deve cliccare su SI In quella successiva cliccare sulla lentina presente nel riquadro della Password Dispositiva sotto evidenziata. Nella videata successiva cliccare sul bottone Avvia e salva 12

14 3.1. Collegamenti successivi L'accesso al servizio avviene sempre mediante il sito seguendo il percorso utilizzato durante il primo collegamento. Una volta inserito il codice postazione (che rimane immutato e non puo' essere variato) e la password di accesso precedentemente modificata, verrà evidenziata una pagina contenente un tastierino numerico, il quale varia ad ogni accesso la posizione della cifre, al fine di garantire un elevato standard di sicurezza 1 : l'utente deve procedere a selezionare con l'ausilio del mouse tre cifre delle 10 cifre del PIN creato in occasione del primo accesso, indi confermare l'operazione. Qualora le credenziali digitate non siano corrette, l utente deve provvedere ad inserire nuovamente i codici di autenticazione, integrando gli stessi con la stringa alfanumerica contenuta nel captcha. In caso di inattività superiore ai 15 minuti, l applicazione si blocca automaticamente. Per riprendere ad operare all interno del Prodotto Core Banking occorre inserire nuovamente la password, come da immagine seguente. In caso di inattività per un tempo superiore alle tre ore, l applicazione effettua un logout automatico completo. 13

15 4. SISTEMA AUTORIZZATIVO DELLE DISPOSIZIONI CON BLUCODE (TOKEN) L autorizzazione delle disposizioni avviene digitando il codice di 6 numeri generato ogni 30 secondi dalla chiavetta BluCode (token). Ciascun utente, master e/o utente secondario con poteri di firma deve essere in possesso di BluCode associato alla propria utenza. L associazione del BluCode con l utente master viene effettuata dalla Banca. Ulteriori dispositivi per eventuali utenti secondari con poteri di firma devono essere rilasciati dalla Banca. E compito dell utente master associarli sulla piattaforma di Core Banking a ciascun utente secondario con potere di firma delle disposizioni. 14

16 5. SISTEMA AUTORIZZATIVO DELLE DISPOSIZIONI CON CHIAMATA A NUMERO VERDE (SECURE CALL) L autorizzazione delle disposizioni avviene con l uso di un sistema di autentificazione basato sul Secure Call, ovvero di chiamata ad un numero verde da un numero di cellulare abilitato ed associato all utente firmatario. Al momento della firma di una disposizione (es: bonifico) il Core Banking propone questo pop up. L utente deve innescare il processo autorizzativo cliccando sul pulsante Avvia autentificazione. La pressione del pulsante innesca la videata di richiesta della password dispositiva. L utenza che sta firmando la disposizione (il master o un utente secondario dotato di poteri di firma e abilitato all operazione) deve chiamare il numero verde indicato a video, effettuando la chiamata dal numero di cellulare associato alla proprio utenza ( e solo da quello). 15

17 Il sistema controlla l effettiva associazione fra il numero di cellulare mittente e l utenza firmataria: in caso di riconoscimento viene attivata alla risposta una voce registrata che chiede al cliente di digitare, tramite la tastiera del cellulare, le quattro cifre casuali proposte a video. Una volta inseriti i primi quattro numeri viene chiesto all utente di digitare sul telefono l altra serie di 6 cifre, sempre esposta a video. Subito dopo la digitazione dell ultimo codice, se l iter di validazione si è completato con esito positivo la chiamata si conclude, la finestra bloccante si chiude e l ordine viene impartito in automatico. Dopo pochi secondi viene automaticamente inviata una mail di conferma dell avvenuta firma della disposizione, all indirizzo di posta elettronica associato al contratto di Core Banking. Se in qualunque fase si riceve un errore in fase di autenticazione (ad esempio nel caso di errata digitazione dei codici, ecc.), viene visualizzato, sempre nella finestra bloccante, l errore e l utente ha la possibilità tramite pulsante di ricominciare l intero processo di inizializzazione e autorizzazione: In qualunque fase del processo è sempre presente per l utente il pulsante Annulla che interrompe ogni operazione e chiude la finestra modale bloccante senza conseguenze applicative. Si precisa che per garantire elevati standard di sicurezza l utente master NON è autonomo nel variare il numero di cellulare associato alla sua utenza. Un eventuale variazione deve essere richiesta alla filiale dall utente master. L utente master NON ha inoltre la possibilità di visualizzare sulla postazione Core Banking il proprio numero di cellulare, ma può invece visualizzare, inserire o modificare il cellulare degli utenti secondari tramite le funzioni di Gestione utenti. 16

18 6. CARATTERISTICHE GENERALI 6.1. HOME PAGE Inseriti correttamente i codici di autenticazione, si accede alla Home Page dell applicazione, come da immagine seguente: Descrizione dei frames (Home Page standard senza Pozzetto): Frame superiore Frame di sinistra Frame di destra All interno del frame superiore è presente la Combo box, tramite la quale è possibile accedere alle diverse funzioni del Prodotto Core Banking. Nella parte destra di tale frame è evidenziata l azienda con la quale l utente sta operando. Nel frame di sinistra è situato, invece, un riquadro contenente i riferimenti personali dell utente che ha effettuato il Login. Nel frame di destra sono elencate le principali News che impattano direttamente o indirettamente sull ambito del cliente, quali ad es. normative entrate in vigore o modifiche nelle condizioni contrattuali. 17

19 6.2. POZZETTO La struttura dell Home Page può essere integrata con il Pozzetto, una comoda To Do List che consente di monitorare le attività dispositive non completate e riassumere gli esiti pervenuti. Sintesi Attività Dispositive Sintesi Accettazioni e Quietanze Deleghe F24 La sezione elenca in matrice una serie di Servizi Dispositivi comprensivi del relativo numero di distinte, spacchettate negli stati in cui versano. Gli stati mostrati sono quelli antecedenti al finale INVIO, ovvero gli stati in cui non si è concluso il processo autorizzativo della distinta, proprio per mostrare agli utenti che vi sono attività non completate. La funzione si propone di presentare gli esiti relativi ai Pagamenti di Deleghe F24, riportando in matrice rispettivamente Accettazioni/Rifiuti A4 e Quietanze di pagamento Q4 (suddivise in pagato e non pagato) 18

20 6.3. Finestra di consultazione dei Log di lavoro A fondo pagina di ogni sezione del Prodotto Core Banking, è presente un icona triangolare, selezionandola con l ausilio del mouse l utente accede alla finestra di consultazione dei log, riportanti l elenco di tutte le operazioni eseguite, comprensivo di data ed ora di riferimento UTILIZZO DELLE FINESTRE DI LAVORO Tramite il pulsante evidenziato in figura è possibile aprire la funzionalità desiderata in formato finestra, al fine di poter lavorare contemporaneamente in più ambienti e traslare i dati da una sezione all altra utilizzando l utile Drag & Drop. Figura Pulsante di apertura pagina in formato finestra Ecco un tipico esempio di lavoro simultaneo in più ambienti all interno del prodotto Core Banking. 19

21 Figura Finestre di lavoro appaiate con possibilità di utilizzo della funzione Drag and Drop 20

22 6.5. MENÙ DI RICERCA AVANZATA All interno di ogni sezione dispositiva del prodotto Core Banking, fra le voci del frame superiore, è presente il pulsante Ricerca, tramite il quale è possibile effettuare ricerche mirate sulle movimentazioni relative alla sezione. La maschera di Ricerca Avanzata varia da sezione a sezione, permettendo all utente di impostare numerosi filtri al fine di garantire un recupero immediato e preciso dei dati relativi alla disposizione/movimento ricercati. Ecco alcuni esempi di maschera di Ricerca Avanzata, all interno dei quali è possibile visualizzare i pulsanti utili ad impostare i criteri di inquiry desiderati Dal menù di ricerca avanzata della sezione Movimenti di C/C è possibile eseguire esportazioni massive di Flussi di rendicontazione in tracciato CBI, con la possibilità di aggregare tali flussi in un unico file utilizzando il comando Esporta in file unico (rif. Capitolo 9 Importazione ed Esportazione) Ricerca avanzata di una singola disposizione Ricerca avanzata C/C -> comandi di ausilio all esportazione dei flussi CBI 21

23 6.6. REPORT DIAGNOSTICO ERRORI Qualora la disposizione salvata presenti al suo interno una o più anomalie, l utente può consultare la finestra di diagnostico errori e visualizzare una breve ma esaustiva descrizione dello stesso, come da immagine sottoriportata: Report / Diagnostico errori Dalla pagina di Report è sempre possibile accedere al dettaglio della distinta o della singola disposizione al fine di correggere le anomalie riscontrate. Vi sono due differenti modalità di accesso alla maschera di Report / Diagnostico Errori: 1. Selezionando l apposita icona, posta nel frame superiore, all interno del dettaglio della disposizione errata, come evidenziato in figura: 22

24 Pulsante di accesso alla maschera di Diagnostico errori 2. Nella schermata di elenco distinte/disposizioni, selezionare la voce Report errori all interno della finestra popup che si apre cliccando singolarmente sulle icone di gravità (!!) poste accanto alla disposizione errata, come da immagine sottostante: 23

25 6.7. STORIA DELLE DISPOSIZIONI All interno del dettaglio di ogni singola disposizione, è presenta a Fondo Pagina la sezione STORIA : esplodendo tale sezione, avviene l accesso alla matrice di evidenza della storia della disposizione, che consente di monitorare tutti gli step elaborativi della stessa, fornendo inoltre informazioni circa quale utenza ha autorizzato ed inviato la stessa, e gli orari di ricezione degli esiti, molto importanti in ottica PSD. Attenzione: fatto salvo le disposizioni on line ( Pagamento MAV, Pagamento RAV, Pagamento effetti on line, Pagamento bollettini postali, Ricarica cellulare ), descritte nei paragrafi da a 10.14, per le quali l operazione si conclude in tempo reale, le altre disposizioni, tipiche invece del consorzio C.B.I., sono eseguite in differita dalla banca che riceve i flussi entro i termini previsti dal circuito stesso. La notifica via mail di avvenuta presa in carico della disposizione perciò non implica l effettiva esecuzione dell operazione, ma solo la ricezione del flusso da parte dell istituto. L esecuzione è al salvo buon fine e dovrà invece essere verificata dall utente: si pensi al tipico caso di un bonifico che naturalmente potrà essere eseguito sono se, dopo la ricezione del flusso, il conto di addebito presenterà la necessaria capienza PRECOMPILAZIONE DEI CAMPI IN CASO DI SCELTA UNIVOCA All interno di ogni funzione del Prodotto Core Banking, in caso di scelta univoca, il campo di riferimento risulterà già precompilato in automatico dalla procedura. Per esempio, nel caso l utente abbia un profilo caratterizzato dalla presenza di un'unica azienda, questa risulterà già pre-impostata all interno del campo corrispondente di tutte le sezioni del Prodotto, come da immagine sottoriportata. 24

26 Precompilazione campi in caso di scelta univoca 6.9. NAVIGAZIONE PER RAPPORTO E attualmente disponibile la possibilità di navigare nelle pagine dell applicazione Core Banking utilizzando unicamente il campo Rapporto, senza necessità di specificare i dati relativi al Codice SIA e all ABI ove tale rapporto è attestato. In ogni sezione di elenco/riepilogo del Core Banking, la casella di esposizione/ricerca del rapporto diviene dinamica, offrendo le seguenti possibilità Ricerche ipertestuali del rapporto desiderato, digitando nel campo stesso stringhe alfanumeriche relative all alias/intestazione o all IBAN. 25

27 Ricerca all interno dell elenco completo dei rapporti, ottenuto senza la necessità di digitare il relativo SIA e l ABI di appartenenza. Per l utilizzo di tale modalità, occorre vuotare i campi relativi al codice azienda e all ABI, al fine di ottenere l elenco completo dei rapporti aziendali PERSONALIZZAZIONE DELLE COLONNE Ogni sezione di Elenco Movimenti/Disposizione di Core Banking, si apre con una griglia riepilogativa, ove sono esposti i dati salienti dei movimenti, catalogati in colonne. E attualmente disponibile, all interno del menù Personalizza, la voce Imposta Colonne, tramite la quale determinare quali colonne esporre a video e, viceversa, quali nascondere. E sufficiente flaggare o deflaggare le voci che appaiono in elenco, al fine di attivare o nascondere la relativa colonna. 2 Selezionando il pulsante a forma di lente di ingrandimento a fianco del campo rapporto, l'elenco che viene restituito non terrà conto di eventuali caratteri digitati nel campo stesso, ma restituirà sempre l'elenco completo dei rapporti, compatibilmente con le selezioni di azienda ed istituto. 26

28 6.11. VISUALIZZAZIONE IMPORTO E NUMERO ELEMENTI SELEZIONATI All interno di ogni pagina di elenco di Core Banking, è possibile selezionare all interno del grid le disposizioni desiderate al fine di ottenere a fondo pagina l importo totale ed il numero degli elementi selezionati. E importante ricordare che: Selezionando una disposizione singola, il contatore a fondo pagina riporta n 1 elemento selezionato ed il relativo importo Selezionando una distinta il contatore riporta n 1 elemento selezionato con l importo totale della stessa Selezionando un elemento contenuto nella distinta, il contatore riporta n 1 elemento selezionato con l importo della singola disposizione Riassumendo, il contatore espone il totale degli elementi selezionati in grid, che siano essi disposizioni singole o distinte. NOTA: il contatore non viene mostrato negli elenchi misti dove potrebbero esser presenti disposizioni in valute diverse (es. Bonifici Tutti, Dispositiva generica) 27

29 6.12. BLOCCO UTENZA Dalla Home Page, dal Menù è disponibile una voce ad hoc che consente il blocco in autonomia della propria utenza. La funzione è disponibile per tutti gli utenti banca, master e secondari. 28

30 Selezionando questa voce di menù, un popup chiederà conferma dell operazione. Con la conferma verrà inviata all utente un di notifica in merito all avvenuto blocco. Al termine dell operazione verrà forzato il logoff. Il blocco avverrà a livello di singola utenza e non avrà effetto sull azienda. Lo sblocco delle utenze potrà essere richiesto come da standard contattando il servizio di Help Desk. 29

31 7. GESTIONE 7.1. GESTIONE UTENTI In questa sezione avviene la creazione e la profilatura delle utenze secondarie 3. La profilatura consiste nell abilitare le sottoutenze ai rapporti e alle funzioni su cui operare; tale processo non è indispensabile, è una funzionalità dedicata alle aziende di maggiori dimensioni e con struttura più articolata. Grazie alla profilatura, l utente Master, o gli utenti secondari opportunamente abilitati al livello di profilo 4, hanno la possibilità di definire utenze secondarie, associando ad esse un profilo indipendente per l accesso e l operatività, impostandone ruoli e abilitazioni all interno dei processi autorizzativi Elenco Utenti Descrizione: Tale pagina permette all utente Padre di visualizzare l elenco delle sottoutenze facenti capo ad esso o ad uno dei suoi utenti secondari ATTENZIONE: quando si accede alla maschera, viene visualizzato solo l utente principale (o in uso). Per visualizzare eventuali utenti secondari è necessario espandere l albero cliccando sul simbolo : Come si accede alla funzione Provenienza: Selezionare MENU, posizionarsi con il cursore sopra il menù Gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Gestione utenti. 3 Come default solo il Master può accedere alla Gestione Utenti; per consentire ai secondari di operare nella gestione utenti, occorre che il master agisca sulla casella ANAGRAFE all interno della profilatura dell utente desiderato, impostando abilitazioni dispositive per tale tipologia di servizio (rif. cap ). 4 Vedi nota precedente. 30

32 Descrizione dei campi: NUOVO UTENTE OPERAZIONI Codice Utente Tipo Data Creazione Intestazione Consente la creazione di un nuovo utente secondario partendo da un utenza padre Selezionando tale menù è possibile eseguire le seguenti operazioni: Apri-> consente di accedere al dettaglio dell utente selezionato Elimina -> consente l eliminazione dell utenza Sposta utente ->consente di variare l utenza creata assegnando ad essa un nuovo utente padre Codice postazione dell utente. Come abbiamo già indicato la postazione del Master è generata automaticamente al momento del censimento del contratto. E un codice alfanumerico di lunghezza pari a 10 caratteri e non può essere modificato. Ogni utente secondario creato dal Master ha un codice postazione composto dal codice del Master unito ad un progressivo di lunghezza pari a 3 caratteri Es: Master -> XXXXXU0001 Utenti secondari-> post. Master + progr. 3 caratteri -> XXXXXU Gli utenti secondari possono accedere al prodotto Core Banking utilizzando due metodi differenti: - inserendo il codice postazione di 13 cifre unito alla funzione di autenticazione per lui determinata dal Master, - utilizzando lo stesso codice postazione del Master differenziandosi l un l altro tramite l inserimento dell Alias code all interno dell apposito campo. Identifica la tipologia di utente: master principale utente Indica la data in cui è stato definito l utente Contiene i dati relativi all intestazione 31

33 Schema Autentic. Indica il tipo di autenticazione richiesta all accesso Dettaglio Singolo Utente Descrizione: Tale sezione mostra il dettaglio dell utente selezionato, comprensivo dei riferimenti anagrafici, del tipo di autenticazione e del profilo autorizzativo ad esso associato. Provenienza: Dalla pagina Elenco Utenti spuntare la casella in corrispondenza dell utente desiderato, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Utenti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno dei cinque campi riferiti all utente. Figura Dettaglio singolo utente Descrizione dei campi: OPERAZIONI CAMPI UTENTE Intestazione Cellulare Codice fiscale 32 Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Sposta -> consente di variare l utenza creata assegnando ad essa un nuovo utente padre Elimina -> consente di eliminare l utenza. Intestazione dell utenza Numero di cellulare di riferimento Codice fiscale dell utente

34 Mail Tipo Stato DATI ACCESSO Data collegamento Totale collegamenti Data collegamento ultimo primo Stato Autenticazione Utente Tentativi Di Accesso AUTENTICAZIONE Utente Alias Tipo autenticazione ELENCO PROFILI Azienda Indirizzo di posta elettronica di riferimento al quale verrà inviata con la comunicazione della creazione della nuova utenza Identifica la tipologia dell utenza selezionata: master principale utente Indica se l utente è in stato Definito (DE) o Eliminato (EL) Data dell ultimo accesso alla procedura Core Banking Totale dei collegamenti effettuati dall utente Data del primo accesso alla procedura Core Banking Indica lo stato di autenticazione in cui vige il cliente. Gli stati possibili sono: Abilitato Bloccato Indica i tentativi di accesso eseguiti dall utente Contiene il codice postazione dell utente secondario Contiene l alias code tramite il quale l utente si connetterà mantenendo il codice postazione identico a quello dell utente padre. Identifica la funzione di autenticazione assegnata all utente. Selezionando l icona di servizio posta a lato di tale campo, è possibile accedere alla maschera di Gestione Credenziali (rif. cap ) Aziende disponibili 33

35 7.1.3 Gestione credenziali Utente selezionato Descrizione: Tale sezione permette al Padre di selezionare il tipo di autenticazione desiderato per la propria utenza, nonché di gestire le credenziali degli utenti secondari facenti capo alla sua utenza, con la possibilità di resettare, modificare e sbloccare le chiavi d accesso di tali utenti. Grazie a tale pagina l utente Padre, per inverso, ha l ulteriore possibilità di bloccare l accesso a Core Banking agli utenti secondari. Provenienza: Dalla pagina Dettaglio utente selezionare l icona di servizio posta accanto all etichetta Gestione Credenziali situata all interno della sezione Autenticazione : Figura Gestione credenziali utente secondario selezionato Descrizione dei campi: CREDENZIALI Reset Password Reset PIN Blocco utente Pulsante di reset della Password, con la possibilità di inserire all interno dell apposito campo una nuova password d accesso da assegnare all utente secondario Pulsante di reset del Pin bloccato (se previsto) Flag che consente di bloccare l accesso al prodotto Core Banking all utente selezionato 34

36 7.1.4 Nuovo utente secondario Descrizione: Tramite tale funzione gli utenti in possesso della necessaria abilitazione a livello di profilo (master o eventuali utenti secondari a cui il master ha deciso di abilitare la funzione), hanno la possibilità di creare sottoutenze assegnando loro specifiche funzioni di autenticazione, peculiari abilitazioni e precisi ruoli all interno dei processi autorizzativi Utente Secondario con potere dispositivo Ogni utente secondario abilitato all inoltro alla banca delle disposizioni deve essere dotato di un dispositivo di autenticazione forte, chiavetta BluCode (token) o Secure Call analogo a quello utilizzato dall utente master in base alla tipologia di prodotto scelto. Nel caso in cui il prodotto prevede l uso del token, i dispositivi per gli utenti secondari con poteri di firma devono essere richiesti alla Banca. Viceversa non è richiesta alcun token o secure call qualora gli utenti secondari abbiamo solo un profilo informativo. Provenienza: Dalla pagina Elenco Utenti spuntare la casella in corrispondenza dell utenza rispetto la quale si desidera ricalcare le abilitazioni e alla quale verrà assegnata l utenza secondaria, dopodiché selezionare il bottone Nuovo Utente posto all interno del frame superiore. Viene proposta la seguente videata 35

37 a) Se il Core Banking prevedere l uso del Secure Call Figura Nuovo utente Descrizione dei campi: OPERAZIONI CAMPI UTENTE Intestazione Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Sposta -> consente di variare l utenza creata assegnando ad essa un nuovo utente padre Elimina -> consente di eliminare l utenza. Apri -> consente di accedere al dettaglio dell utenza secondaria Intestazione della sottoutenza Codice fiscale Mail Tipo Stato DATI ACCESSO Data ultimo collegamento Totale collegamenti Richiede l inserimento del codice fiscale dell utente secondario Indirizzo di posta elettronica di riferimento Tipologia di utenza desiderata; durante la creazione di utenze secondarie l unica tipologia selezionabile risulta essere: utente Indica se l utente è in stato Definito (DE) o Eliminato (EL) Data dell ultimo accesso alla procedura Core Banking Totale collegamenti effettuati 36

38 Data collegamento primo Stato Autenticazione Utente Tentativi Di Accesso AUTENTICAZIONE Utente Alias Tipo autenticazione Numero di cellulare ELENCO PROFILI Azienda Flag solo info Data del primo accesso alla procedura Core Banking Indica lo stato di autenticazione in cui vige l utente. Gli stati possibili sono: Abilitato Bloccato Indica i tentativi di accesso eseguiti dal cliente Contiene il codice postazione dell utente secondario Contiene l alias code tramite il quale l utente si connetterà mantenendo il codice postazione identico a quello dell utente padre. Identifica la funzione di autenticazione assegnata all utente. Deve essere inserito SOLO se l utente master vuole assegnare all utenza secondaria il potere di autorizzare le disposizioni tramite Secure Call. Il numero deve essere digitato avvalendosi del tastierino numerico presente a video. Aziende disponibili; selezionando l icona dettaglio si accede alla profilatura dei poteri di firma dell utente rispetto l azienda selezionata (rif paragrafo seguente) Campo molto importante. Spuntando tale casella ed effettuando il salvataggio, viene immediatamente creato un utente con gli stessi poteri del padre, ma solo a livello informativo. Attenzione: per esportare i files in tracciato CBI e salvare i contatti in Rubrica il flag solo info non deve essere selezionato. 37

39 b)se il Core Banking prevedere l uso del BluCode all eventuale Utente Secondario con poteri di firma deve essere assegnato un BluCode (token), dopo aver compilato tutti i campi cliccare sull icona del dado per effettuare l associazione con il token. Selezionando il pulsante di ricerca, si apre la tendina contenente tutti i Token associati all Azienda, comprensivi dell indicazione che identifica i dispositivi liberi rispetto a quelli già assegnati ad un utente. Selezionando un Token libero, e procedendo al salvataggio, si procederà alla relativa assegnazione dello stesso all utente esplorato. La videata garantisce anche le funzioni di Rimozione e di Sblocco del dispositivo. 38

40 7.1.5 Profilatura utente Descrizione: In questa sezione, a cui si accede cliccando sull icona dettaglio avviene la profilatura vera e propria dell utente, con la definizione dei ruoli che lo stesso ricoprirà all interno dei processi autorizzativi e le abilitazioni relative a rapporti e servizi. Mappa Dettaglio er profilatura utente secondario 39

41 Descrizione Campi: Azienda Descr. Azienda Cod. fisc. / P. Iva Contratto Modalità Intestazione dell azienda selezionata Riferimenti fiscali dell azienda selezionata Etichetta segnalante la modalità di lavoro. Cod. Contratto Numero del contratto, a fronte del quale si apre un rapporto di servizio 98 in anagrafe Massimale giornaliero Massimale giornaliero. Massimale mensile Come default appare il massimale associato al contratto di Core banking ed ogni utente (Master e secondario) contribuisce ad incrementarne l utilizzo. E facoltà del Master, durante la gestione degli utenti secondari, limitare ad essi l utilizzo del massimale censendo valori inferiori nei profili creati. Massimale mensile. Come default appare il massimale associato al contratto di Core banking ed ogni utente (Master e secondario) contribuisce ad incrementarne l utilizzo. E facoltà del Master, durante la gestione degli utenti secondari, limitare ad essi l utilizzo del massimale censendo valori inferiori nei profili creati. Ricezione nuovi servizi Spuntando tale casella, gli aggiornamenti relativi alla disponibilità di nuovi servizi (ad es. nuovi servizi CBI) vengono ricevuti anche dall utente che stiamo creando Ricezione rapporti nuovi Spuntando tale casella, gli aggiornamenti relativi alla disponibilità di nuovi rapporti (ad esempio un nuovo rapporto acceso in Anagrafe Generale) vengono ricevuti anche dall utente che stiamo creando 40

42 Ruoli Prima autorizzazione Invio Impostazioni Di Processo Obbligo firma congiunta Comunicazioni Inquiry per NDG Variazione Canale In questa sezione l utente Padre ha la possibilità di assegnare i task del processo autorizzativo alle utenze secondarie. Oltre a specificare i ruoli desiderati, il Master può impostare un importo massimo oltre il quale l utente secondario perde l abilitazione necessaria a far avanzare l operazione dispositiva. I ruoli presenti in tale sezione rappresentano tutti i processi autorizzativi messi a disposizione dall utente; alcuni ruoli potrebbero avere significato solo in precisi processi dispositivi (se più complessi), mentre negli iter più semplici potrebbero perdere di significato e, di conseguenza, non essere considerati. Ruolo che consente all utente di assegnare la prima autorizzazione all operazione dispositiva ma non l invio. Ruolo che consente l inoltro dell operazione alla Banca Assuntrice per la relativa Elaborazione, tramite Secure Call. Se nessuna delle due caselle appena esaminata è stata selezionata, l utente può solo inserire disposizioni in stato Bozza. Flag che impone una doppia autorizzazione alle disposizioni, verificato solamente se il servizio prevede quale processo autorizzativo il workflow che controlla la firma congiunta. Flag che consente di inibire il reperimento delle comunicazioni Bancacliente per NDG all utente esplorato: in tal modo, l utente NON potrà più consultare TUTTE le comunicazioni dell azienda, ma solo quelle relative ai rapporti per lui abilitati Flag che indica se l utente esplorato debba avere il potere di variare il canale di consultazione delle comunicazioni Banca-cliente 41

43 Rapporti / Servizi In questa sezione avviene la profilatura vera e propria: l utente master, tramite appositi flag, può decidere quali funzioni assegnare agli utenti secondari. Come default appare la profilatura dell utente master. Sarà cura del master decidere quali funzioni assegnare all utente secondario agendo sulle singole caselle, con l ulteriore possibilità di disabilitare una singola funzione per tutti i rapporti disponibili oppure, per inverso, disabilitare tutte le funzioni su un singolo rapporto. Risulta, inoltre, possibile abbassare i servizi ed i rapporti di un singolo utente al solo livello informativo, nonché impostare massimali mensili e giornalieri relativi ai singoli servizi o rapporti andando ad agire sui fumetti corrispondenti. I colori utilizzati per differenziare le tipologie di ruoli abilitati sono i seguenti: ruolo informativo ruolo dispositivo funzione deselezionata: l utente non può utilizzarla abilitazione non disponibile per la Banca rapporto non compatibile con la funzionalità Abilitazione per funzione E possibile abilitare/disabilitare/limitare un utente a compiere determinate funzioni (bonifici, info conto, ecc..) su tutti i rapporti dell azienda agendo sulle intestazioni delle colonne che rappresentano le funzioni. Le operazioni svolte sull intestazione delle colonne hanno effetto su tutti i rapporti. Cliccando sul flag si abilita/disabilita la funzione. Cliccando sul fumetto è possibile per ogni funzione: definire se l utente può accedere a questa funzione in ruolo dispositivo (dispo) per preparazione le distinte, o solo informativo (info) per visualizzare solamente le distinte preparate da altri utenti. impostare limiti ulteriori sull operatività riferita alla singola funzione: massimali giornalieri e mensili e un limite massimo generico. 42

44 Per visualizzare tutte le funzioni disponibili potrebbe essere necessario scorrere verso destra utilizzando la barra di scorrimento in basso nel browser Abilitazione per rapporto L abilitazione per rapporto permette di disabilitare/abilitare/limitare all utente l operatività su uno specifico rapporto. Si opera con il primo flag sulla destra del conto e con il fumetto. Togliendo il flag il rapporto viene disattivato. Agendo sul fumetto è possibile impostare la visibilità da Informativo a Dispositivo ed impostare dei massimali operativi. Abilitazione nel dettaglio di ogni singola operazione/rapporto Cliccando all interno della griglia delle abilitazioni, incrociando il rapporto con le funzioni, è possibile assegnare con granularità le funzioni disponibili agli utenti.per visualizzare tutte le funzioni disponibili potrebbe essere necessario scorrere verso destra utilizzando la barra discorrimento in basso nel browser 43

45 7.1.6 Copia di un utente E attualmente disponibile la possibilità di effettuare la copia di un utente, in modo tale da ricopiarne immediatamente tutte le abilitazioni di servizio/rapporto sancite. L utente viene ricopiato allo stesso livello dell utente di partenza, e ne ricalca in maniera identica i poteri operativi. Per effettuare una copia di un utente esistente, è sufficiente selezionare l utente da copiare, e lanciare il comando Copia dal menù operazioni, come da videata allegata GESTIONE RAPPORTI 44

46 La gestione rapporti 5 del Prodotto Core Banking differenzia la Gestione dei rapporti attivi rispetto a quelli passivi: I rapporti attivi provengono direttamente dall Anagrafe Generale della banca: qualora vengano censiti in Anagrafe nuovi rapporti, essi transitano puntualmente sul contratto Core (se attivo l automatismo relativo alle variazioni dei rapporti in Anagrafe). Per tali rapporti l utente può solamente variarne l alias, ossia la descrizione con cui compare on-line il rapporto. Stesso procedimento, per inverso, concerne i contratti estinti in Anagrafe Generale. I rapporti passivi provenienti dal canale CBI vengono censiti in automatico da Core Banking all arrivo dell informativo. Su tali tipologie di rapporti l utente può provvedere a: o inserire i dati che non arrivano dal circuito interbancario, quali codice BIC, descrizione ed alias; o confermare il rapporto così come viene censito in automatico dal Prodotto Core Banking o eliminare un rapporto estinto 6 o estinguere il rapporto Elenco Rapporti Attivi/Passivi Descrizione: Tale pagina mostra l elenco dei rapporti attivi e passivi agganciati all azienda selezionata Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Gestione rapporti Dalla pagina New selezionare il riquadro Gestione rapporti. Figura Gestione rapporti Descrizione dei campi: 5 Come default solo il Master può accedere alla Gestione dei Rapporti; per consentire ai secondari di operare nella gestione rapporti, occorre agire sulla casella CENS-RAPP all interno della profilatura dell utente desiderato, impostando abilitazioni dispositive per tale tipologia di servizio. 6 Qualora dal circuito CBI continui ad arrivare l informativo, tale rapporto verrà ricensito in automatico dal Prodotto Core Banking 7 Qualora non arrivi più l informativo, il rapporto trasformato in estinto viene visualizzato nelle tendine informative per poter consultare il pregresso, ma non nelle sezioni dispositive per evitare di inoltrare disposizioni utilizzando un rapporto estinto. 45

47 NUOVO RAPPORTO OPERAZIONI Azienda Banche (Categorie) Stato Rapporto Intestazione/Alias Categoria Divisa Consente l inserimento in procedura di nuovi rapporti passivi Selezionando tale menù è possibile eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di accedere al dettaglio del rapporto, nonché di modificarlo previa abilitazioni necessarie a tale funzionalità Conferma censimento automatico -> permette di confermare un nuovo rapporto passivo ricevuto dal circuito interbancario; Estingui rapporto passivo -> consente di estinguere un rapporto passivo limitandolo alle funzioni di inquiry per i dati storici; Elimina rapporto passivo estinto -> consente di eliminare dall ambiente Core Banking un rapporto passivo estinto Codice SIA dell Azienda selezionata. Tramite il bottone di servizio posto accanto a tale campo, è possibile selezionare le diverse aziende disponibili all utenza E possibile filtrare i rapporti differenziandoli per Istituto di appartenenza. Ulteriore filtro nella selezione dei rapporti: permette di visualizzare solo i rapporti appartenenti ad una o più categorie. Mostra lo stato in cui si trova il rapporto: confermato estinto eliminato Coordinate IBAN del rapporto Descrizione del rapporto Categoria del rapporto (Conto Corrente; Portafoglio; Titoli..) Codice della divisa del rapporto Utilizzo dell Alias Personalizzato All interno del dettaglio di ogni rapporto, è possibile specificare una descrizione personalizzata, denominata su Core Banking Alias. 46

48 Eseguendo tale operazione, l alias verrà mostrato in ogni grid riepilogativo della piattaforma, come attributo del campo rapporto ; ne sono un esempio la funzione Riepilogo Saldi o Movimentazione di Conto Corrente NOTA In assenza di alias personalizzato, viene mostrata l intestazione del rapporto proveniente da Anagrafe. Se il campo rapporto viene disattivato tramite la funzione di personalizzazione delle colonne, anche il relativo alias/intestazione verrà disattivato 47

49 7.2.3 Dettaglio Rapporto Descrizione: Tale pagina permette di esaminare il dettaglio di un singolo rapporto, contenente le coordinate bancarie, l azienda a cui è agganciato e la categoria di appartenenza. Provenienza: Dalla pagina Elenco Rapporti Attivi/Passivi spuntare la casella in corrispondenza del rapporto che si vuole analizzare, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Rapporti Attivi/Passivi utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno dei sei campi riferiti al rapporto. Figura Dettaglio singolo rapporto Descrizione dei campi: Rapporto Azienda Codice SIA dell azienda a cui è agganciato il rapporto Categoria Tipologia del rapporto selezionato (Conti Correnti / Portafoglio / Titoli.. ) Divisa Codice BIC Codice IBAN Codice Fiscale / Partita IVA Intestazione Alias Codice della divisa del rapporto Codice BIC del rapporto Coordinate IBAN del rapporto Identifica il codice fiscale o la partita IVA dell intestatario del rapporto Intestazione del rapporto da Anagrafe Generale Intestazione personalizzata assegnabile al rapporto 48

50 7.2.4 Nuovo Rapporto Passivo Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile inserire in procedura un nuovo rapporto passivo. I rapporti passivi solitamente vengono censiti in automatico non appena arriva il primo flusso informativo da parte della banca passiva. Se è necessario eseguire una disposizione prima che il conto sia stato autocensito, è possibile creare a mano il rapporto. Provenienza: Dalla pagina Elenco Rapporti Attivi/Passivi selezionare il pulsante Nuovo Rapporto posto nel frame superiore e scegliere la voce Nuovo. Figura Nuovo rapporto passivo con segnalazione di errore Descrizione dei campi: Rapporto Azienda Codice SIA dell azienda, richiamabile fra quelle agganciate al contratto tramite apposito bottone di servizio Categoria Tipologia del rapporto che l utente sta inserendo (Conti Correnti / Portafoglio / Titoli.. ) Alias Divisa Codice BIC Codice IBAN Codice Fiscale / Partita IVA Intestazione Breve descrizione che consente l identificazione del rapporto Codice della divisa del rapporto Codice BIC del rapporto Coordinate IBAN del rapporto Identifica il codice fiscale o la partita IVA dell intestatario del rapporto Intestazione del rapporto Nota: 49

51 qualora il rapporto passivo inserito presenti errori formali, la procedura non consentirà di effettuare il salvataggio GESTIONE PROCESSI Attraverso la gestione del Workflow è possibile definire i processi autorizzativi all interno delle applicazioni dispositive (es. applicazione dell area pagamenti, portafoglio, ) Il processo autorizzativo non copre l intero ciclo di vita della distinta, ma ne gestisce esclusivamente la parte centrale: tale processo inizia, infatti, nel momento in cui una distinta esce dallo stato di BOZZA e termina quando la stessa entra nello stato INVIATO. Gli stati BOZZA e INVIATO sono da considerarsi punti fermi nel ciclo di vita della distinta, gli stati intermedi invece dipendono dal processo autorizzativo scelto dall azienda per quella specifica applicazione/funzione. L unico stato in cui la distinta è modificabile è lo stato BOZZA; successivamente, all interno del processo vero e proprio, la stessa non può essere modificata, in quanto, in caso contrario, verrebbero a cadere tutte le autorizzazioni assegnate in precedenza. Per poter modificare una distinta che ha già iniziato l iter autorizzativo, occorre riportarla nello stato di BOZZA, effettuare le modifiche desiderate e riapplicare dall inizio l intero processo. Durante il processo autorizzativo alla distinta viene associato un task, che rappresenta la fondamentale unità elaborativa dell intero iter, sulla quale si basano tutte le operazioni di workflow. Operando sui task, visibili all interno dell applicazione in apposite griglie, l utente può effettuare una fra le due (salvo casi particolari) scelte possibili: Autorizza -> autorizzazione della disposizione Rigetta -> rinvio diretto allo stato BOZZA. La scelta fatta dall utente scatena la relativa transizione da uno stato ad un altro all interno del processo di workflow. L utente può innescare una specifica transizione solo se possiede il ruolo richiesto dalla procedura: grazie a tale abilitazione, l utente preposto al task dispone dei pulsanti necessari per far avanzare l operazione all interno del processo autorizzativo Elenco Servizi / Processi Descrizione: Tale pagina mostra l elenco dei processi associati ad ogni servizio del prodotto Core Banking Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Gestione processi. Dalla pagina New selezionare il riquadro Gestione processi. 8 E possibile associare ai ruoli informazioni aggiuntive, quali ad esempio l importo massimo per cui l utente è abilitato a dare l autorizzazione. La definizione del massimale sul ruolo piuttosto che sullo stato di arrivo, rende l intero processo più flessibile e garantisce l aumento di efficienza ed efficacia all interno dell iter procedurale. 50

52 Figura Gestione processi Descrizione dei campi: OPERAZIONI Azienda La voce apri presente all interno di tale menù, consente di aprire il dettaglio di ogni singolo servizio. Codice SIA dell Azienda selezionata. Tramite il bottone di servizio posto accanto a tale campo, è possibile selezionare le diverse aziende disponibili. Servizio Funzionalità selezionata (Bonifico Italia, RID, F24.. ) Processo Descr. Processo Versione Processo Codice rappresentante il processo autorizzativo assegnato al servizio. Breve descrizione del processo assegnato alla funzionalità Versione del processo autorizzativo selezionato Dettaglio Servizio / Processo Descrizione: Tale pagina mostra il dettaglio del processo autorizzativo assegnato alla singola funzionalità; Il processo in essere al momento della visualizzazione è contenuto nel riquadro Processo Attivo, mentre nel riquadro sottostante sono contenuti i diversi iter autorizzativi associabili alla disposizione. Provenienza: Dalla pagina Elenco Servizi/Processi spuntare la casella in corrispondenza del servizio riguardo il quale si vuole esaminare il processo autorizzativo in essere, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Servizi/Processi utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno dei quattro campi riferiti al servizio. 51

53 Figura 1 Dettaglio iter autorizzativo con evidenza del riquadro Processo attivo Descrizione dei campi: Servizio Processo attivo Processi associabili Codice identificativo del servizio selezionato. Processo attualmente in essere per il servizio selezionato. Il processo attivo è schematizzato nel frame di destra, ove sono evidenziati i task ed i ruoli necessari per fare avanzare l operazione. Tramite l icona di Dettaglio è possibile espandere a pagina intera lo schema del processo autorizzativi. In questa sezione sono contenuti i processi che l utente Master può assegnare al servizio selezionato. Spuntando la casella corrispondente al processo autorizzativo desiderato, appare nel frame di destra lo schema di tale processo; se l iter visualizzato corrisponde al meccanismo autorizzativo desiderato, occorre procedere selezionando il bottone Assegna Processo Variazione processo autorizzativo Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile variare il processo autorizzativo attualmente in essere per il servizio selezionato. Provenienza: Dalla pagina Dettaglio Servizio/Processo, spuntare la casella corrispondente all iter autorizzativo desiderato fra quelli presenti all interno del riquadro Processi associabili, dopodiché selezionare il pulsante Assegna Processo. 52

54 Figura 2 - Variazione processo autorizzativo La maschera di conferma soprariportata espone i dati della variazione in essere evidenziando: L iter autorizzativo che l utente Master sta abbandonando; Il nuovo processo che il Master sta per assegnare al servizio; Il servizio coinvolto nella variazione; Esempi dei principali processi autorizzativi Nelle prossime pagine sono riportati gli schemi dei principali processi autorizzativi assegnabili alle diverse operazioni dispositive, con evidenza dei task e dei ruoli necessari per fare avanzare l operazione. I task che identificano i ruoli all interno degli schemi sono i seguenti: Inserimento della disposizione in procedura Smistamento dell operazione in base all importo della stessa Approvazione della disposizione Operazione conclusa 53

55 Figura 3 Processo diretto Figura 4 Processo multiplo 54

56 Figura 5 Processo con valutazione soglia d importo Figura 6 Processo con firma congiunta e valutazione soglia di importo 55

57 Figura 6 Processo con gruppi di firma 56

58 7.4. DATI PERSONALI Dati personali utente collegato Descrizione: Consente di modificare i dati personali relativi alla propria utenza. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Dati personali. Dalla pagina New selezionare il riquadro Dati personali. Figura Dati personali Descrizione dei campi: Intestazione Mail Intestazione dell utenza Indirizzo di riferimento Il numero di cellulare non è visibile per gli utenti che hanno poteri autorizzativi (Secure Call). 57

59 7.5. GESTIONE CREDENZIALI Credenziali utente collegato Descrizione: Elenca le credenziali attive per il cliente collegato ed evidenzia quali fra esse sono modificabili. Come si accede alla funzione: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Gestione credenziali. Dalla pagina New selezionare il riquadro Gestione Credenziali Descrizione dei campi: Tipo Stato Modifica Tipologia del codice d autenticazione (pin, password ) Possibilità di modificare o meno tale codice Pulsante che consente la modifica di tale codice (si noti come il numero di cellulare NON compaia e NON sia modificabile dall utente. Figura Gestione credenziali 58

60 7.5.2 Modifica credenziale Descrizione: Tale maschera consente di modificare i codici di autenticazione relativi alla propria utenza. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Credenziali utente collegato selezionare il pulsante Modifica in corrispondenza del codice di autenticazione che si desidera variare. Figura Esempio di modifica credenziali: variazione password Descrizione dei campi: Password vecchia Password nuova Conferma password Note Utilizzo Digitare la password che si desidera variare Inserire il nuovo codice di autenticazione desiderato Re-inserire il nuovo codice di autenticazione desiderato Finestra all interno della quale è possibile riportare utili indicazioni in merito all utilizzo della sezione. 59

61 7.6. PERSONALIZZAZIONE Descrizione: Tramite la presente sezione, è possibile personalizzare (a livello di singolo utente) alcune sezioni della piattaforma Come si accede alla funzione: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Gestione e scorrere le voci apparse sino al bottone Personalizzazione Acceleratori A livello di utente, è possibile determinare quali pulsanti acceleratori debbano essere attivi nell apposita sezione. E sufficiente attivare/disattivare tramite flag il pulsante acceleratore relativo al preciso servizio, in modo tale da arrivare a comporre una lista di acceleratori confinata alle funzioni di maggiore utilizzo 60

62 Rapporto di default Il tab Rapporto di Default della sezione Personalizzazione consente di determinare il rapporto da preimpostare nelle varie sezioni. Il rapporto è selezionabile unicamente fra quelli di Banca Attiva. Il comando copia su tutte per SIA consente di propagare su tutti i servizi il rapporto di default impostato in un servizio Abilitazioni Varie Il Tab Abilitazioni Varie contiene un flag che consente di propagare la causale e la data valuta all interno delle distinte di Stipendi. Tale propagazione riprende causale e valuta impostate sulla prima disposizione, e le propaga non appena viene selezionato il comando Aggiungi Bonifico 61

63 62

64 8. CONTI CORRENTI 8.1. RENDICONTAZIONE MOVIMENTI Elenco Movimenti di Conto Corrente Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa ai rapporti (intestati o collegati) in capo alle aziende disponibili all utenza 9. Core Banking consente di visualizzare in tempo reale la movimentazione a valere sui rapporti di Banca Attiva. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Conti Correnti dopodiché cliccare sul bottone Movimenti di conto corrente. Dalla pagina New selezionare il riquadro Rendicontazione Movimenti CC Descrizione dei campi: OPERAZIONI La voce apri presente all interno di tale menù, consente di aprire il dettaglio di ogni singola movimentazione 9 Qualora l utente sia abilitato ad operare con più aziende all interno del prodotto Core Banking, la funzione imposta la rendicontazione sulla principale 63

65 RICERCA PERSONALIZZA Azienda Abi Rapporto Periodo riferimento DATA CONTABILE DATA VALUTA COD. SIA DARE AVERE DIVISA DESCRIZIONE RAPPORTO OL CAUSALE ABI CAUSALE INTERNA Saldo contabile iniziale/finale Saldo disponibile Accesso alla maschera di ricerca avanzata (dalla ricerca avanzata di tale sezione, è possibile eseguire esportazioni massive di flussi CBI, rif capito 9 - Importazione ed esportazione flussi CBI) Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di selezione delle aziende disponibili Campo di indicazione dell ABI del rapporto, ricavabile dalla base dati dell applicazione tramite apposito bottone di servizio. In questo campo occorre impostare il rapporto relativamente al quale si desidera eseguire l inquiry; è possibile accedere ai rapporti disponibili tramite apposita icona posta a lato del campo Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti accanto a tali campi. Data contabile dell operazione Data valuta dell operazione Codice SIA dell azienda selezionata Movimento che ha generato un uscita di denaro Movimento che ha generato un entrata di denaro Codice della divisa del movimento Breve descrizione che consente di catalogare la tipologia del movimento Rapporto coinvolto nella disposizione Se presente un simbolo di asterisco, significa che il movimento esposto è aggiornato on-line, non ancora oggetto di contabilizzazione Causale ABI del movimento Causale interna del movimento Saldo contabile relativo al range temporale oggetto di analisi Saldo disponibile alla data NOTA Core Banking garantisce la possibilità di consultare i movimenti aggiornati on-line non ancora contabilizzati, consentendo di tenere monitorati già nel corso della giornata i movimenti a valere sui conti di Banca Attiva, senza dover attendere la giornata lavorativa successiva ed il consolidamento degli stessi. A fondo pagina verranno perciò esposti il saldo contabile (relativo a quanto contabilizzato nella sera precedente) ed il saldo disponibile, aggiornato on-line 64

66 8.1.2 Dettaglio singolo movimento Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile esaminare il dettaglio del movimento desiderato Provenienza: Dalla pagina Elenco Movimenti spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Movimenti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti al movimento. Descrizione dei campi: RAPPORTO CODICE AZIENDA DATA CONTABILE DATA VALUTA IMPORTO CAUSALE INTERNA / ABI DAESCRIZIONE Codice del Rapporto interessato dalla disposizione Codice dell azienda (SIA reale o ID utente) Data contabile dell operazione Data valuta della disposizione Importo dell operazione Causale della disposizione Breve descrizione della disposizione RIFERIMENTO BANCA Codice identificativo dell operazione RIFERIMENTO CLIENTE INFO MOVIMENTO Ulteriori informazioni in merito al movimento esaminato 65

67 8.1.3 Funzione 'REN-X-RC' RENDICONTAZIONE XML DA ALTRE BANCHE I flussi di rendicontazione XML Intraday in arrivo dalla rete CBI vengono veicolati verso Core Banking dal GPA ed immediatamente resi disponibili ai clienti attraverso l attuale interfaccia dell applicazione Movimenti di Conto Corrente. Attualmente Core Banking rende visibili i movimenti non consolidati limitatamente ai rapporti su banca attiva. Attraverso il servizio di rendicontazione XML intraday sarà possibile visualizzare anche i movimenti non consolidati relativi a banche passive remote. Esempio di videata: I movimenti xml intraday vengono contrassegnati dal simbolo * nella colonna Op. non consolidate. Le banche passive remote inviano i movimenti xml intraday due volte nell arco della giornata, la prima entro le 10:00 del mattino, la seconda entro le 15:00 del pomeriggio. La rendicontazione del pomeriggio sovrascrive quella del mattino; dopo la mezzanotte, la procedura provvede all azzeramento degli intraday relativi alla giornata precedente. I corrispondenti movimenti appariranno infatti nel consolidato ricevuto al mattino seguente. 66

68 Il doppio click su un movimento provoca l apertura del dettaglio: Aprendo la sezione nascosta Dettagli info movimento è possibile visualizzare ulteriori dettagli sulla singola operazione: 67

69 9. RIEPILOGO SALDI 9.1. RIEPILOGO SALDI DI CONTO CORRENTE E DI PORTAFOGLIO Descrizione: Le sezioni Movimentazione C/C e Rendicontazione di Portafoglio presentano una funzione parallela denominata Riepilogo Saldi: in tali sezioni (il cui layout è identico per i due servizi) viene esposto per default il saldo relativo alla somma di tutti i rapporti di C/C (o di portafoglio) posseduti dall azienda. E poi facoltà dell utente incrementare i filtri per ottenere ulteriori tipologie di saldi globali (ad es. i saldi per ABI) Provenienza: Dal menù, selezionare la voce Conti Correnti o Incassi e scegliere la voce Riepilogo Saldi PERSONALIZZA STAMPA Servizio Azienda ABI Rapporto CODICE SIA DENOMINAZIONE AZIENDA CODICE SERVIZIO CODICE ABI DENOMINAZIONE BANCA RAPPORTO Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Accesso al menù di stampa, che consente di accedere ai seguenti formati Crea e stampa in.pdf Stampa pagina html Crea e stampa.xls Indicazione del Servizio di Appartenenza (C/C o Portafoglio) Tendina di selezione del codice SIA dell azienda da esaminare Tendina di selezione del Codice ABI sul quale esaminare i rapporti IBAN e descrizione dei rapporti Codice SIA dell azienda detentrice del rapporto Denominazione dell azienda Codice del Servizio Esaminato Codice ABI della Banca ove è presente il rapporto Denominazione della Banca Coordinate IBAN del rapporto 68

70 DIVISA DATA CONTABILI SALDO CONTABILE FINALE SALDO LIQUIDO Codice della Divisa del Rapporto Data contabile di riferimento per i saldi di seguito esposti Saldo contabile in vigore alla data contabile (relativo perciò alla giornata lavorativa precedente) Saldo liquido alla data Navigazione Ipertestuale da Saldi a Movimenti E attualmente disponibile la possibilità di richiamare le sezioni di Elenco Movimenti direttamente dalle pagine di riepilogo saldi. Le funzioni di partenza sono le seguenti: - Riepilogo saldi C/C - Riepilogo saldi Portafoglio - Riepilogo saldi C/C e Portafoglio Selezionando il saldo desiderato, è possibile richiamare l apertura della corrispondente sezione di Elenco Movimenti, già pre-filtrata in base al rapporto esploso, e con un range temporale che va dall inizio del mese al giorno del saldo selezionato, come da immagine seguente. 69

71 9.2. Accesso ai Dati Storici: Storicizzazione I dati relativi alle operazioni e alla movimentazione più vecchi vengono gestiti dal Core attraverso un semplice meccanismo chiamato storicizzazione. Questa modalità consente un aumento delle prestazioni, senza limitare in alcun modo la fruibilità del dato da parte del cliente. L utente viene sempre guidato nello switch da movimenti online e movimenti storici tramite l ausilio di semplici e appositi messaggi di notifica. Le applicazioni coinvolte dal processo di archiviazione sono: Bonifici (Italia, Estero, XML, Tutti) F24 Avvisi Riba Rendicontazione CC Rendicontazione Estratto conto Periodico (se attivo) Strutture Libere Gli elementi storicizzati continueranno a essere disponibili, in sola consultazione, dalle interfacce specifiche delle applicazioni coinvolte. Se la ricerca impostata dall utente include un data già storicizzata il CORE aprirà un popup di segnalazione che avvisa il cliente che potrebbero essere presenti dati storicizzati e un link che gli consentirà di accedere ai dati storicizzati. Il click sul link ricarica l'applicazione in sola consultazione (funzioni operative disabilitate) con la dicitura STORICO riportata in ogni suo pannello. All'interno della visualizzazione storica, è sempre presente un link per tornare alla visualizzazione dei dati in linea in cui le usuali funzionalità sono normalmente attive. A titolo esemplificativo vengono riportate di seguito alcune schermate relative all'applicazione Bonifico Italia. Le altre funzioni dispositive (F24, Avvisi, Bonifico Estero Xml e Tutti) seguono la stessa logica, con alcune ovvie differenze sulle voci di menu specifiche per applicazione. Le funzioni informative (rendicontazione conto corrente, ecc, mantengono il medesimo comportamento che verrà illustrato per le dispositive. Non avendo voci di menu dispositive non è stato necessario disabilitare nessuna delle funzioni presenti. Esempio: inserimento data di ricerca antecedente alla data di storicizzazione: 70

72 Pop-up di segnalazione della presenza di eventuali dati storici: Link di accesso ai dati storici. L'accesso ai dati storici mantiene le stesse informazioni di ricerca utilizzate per la ricerca online: 71

73 Denominazione STORICO nei pannelli: Denominazione STORICO nel dettaglio: 72

74 La ricerca tramite il pannello di Ricerca avanzata segue le stesse logiche. Se si sta interrogando un movimento storicizzato le funzioni dispositive relative a tale movimento (in particolare la copia e l eliminazione) sono disabilitate. Link per accesso ai dati On-Line. L'accesso ai dati online mantiene le stesse informazioni di ricerca utilizzate per la ricerca storica. 73

75 74

76 10. PAGAMENTI BONIFICO ITALIA Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni e alle distinte di Bonifici Italia presentate dall utenza o importate dalla stessa. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico Italia Generico. Dalla pagina New selezionare il riquadro Bonifico Italia Figura 6 Bonifico Italia Generico: Elenco movimenti Descrizione dei campi: 75

77 ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Bonifico singolo -> Bonifico con causale Distinta Bonifici -> Distinta di Bonifici Altri Bonifici -> Bonifici con causali differenti da Importazione Flusso CBI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante 76

78 Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 10 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 10 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 77

79 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di esaminare il dettaglio di un singolo bonifico. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla disposizione/distinta 11. Figura - Bonifico Italia Generico: Dettaglio singolo movimento Descrizione dei campi: 11 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 78

80 OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Beneficiario Flag salva contatto Ragione Sociale Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Modalità di pagamento Indica la modalità di pagamento dell operazione. IBAN Dati facoltativi Importi Importo Divisa Le tipologie possibili sono: - Bonifico/Giroconto/Girofondo - Assegno circolare - Assegno circolare non trasferibile - Assegno di Quietanza Per il bonifico singolo generico la modalità è fissa a Bonifico Coordinate IBAN del rapporto di accredito In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Indirizzo - CAP - città - Provincia - tipo codice beneficiario - Codice - codice fiscale - descrizione banca Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione (in tale sezione sempre EUR) 79

81 Descrizione Data esecuzione Data valuta banca beneficiario Campi facoltativi Breve descrizione della disposizione Data di esecuzione della disposizione Data valuta banca beneficiario In tale sezione è possibile inserire i dati relativi al tipo di esito richiesto: per default viene impostata a come da accordi fra banca e cliente, in cui la volontà di ricevere o meno l esito dipende dagli accordi in sede di stipula contrattuale (o di consegna della manleva). Per ricevere in ogni caso l esito, valorizzare il campo con la voce entrambi STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza 80

82 Nuova Disposizione Bonifico Singolo Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di bonifico. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico Singolo. Videata successiva: 81

83 Figura - Bonifico Italia Generico: Nuova disposizione di bonifico Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. 82

84 Codice Fiscale Beneficiario Flag salva contatto Ragione Sociale Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Modalità di pagamento Indica la modalità di pagamento dell operazione. IBAN Dati facoltativi Importi Importo Divisa Descrizione Data esecuzione Data valuta banca beneficiario Campi facoltativi Le tipologie possibili sono: - Bonifico/Giroconto/Girofondo - Assegno circolare - Assegno circolare non trasferibile - Assegno di Quietanza Per il bonifico singolo generico la modalità è fissa a Bonifico Coordinate IBAN del rapporto di accredito In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Indirizzo - CAP - città - Provincia - tipo codice beneficiario - Codice - codice fiscale - descrizione banca Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione (in tale sezione sempre EUR) Breve descrizione della disposizione Data di esecuzione della disposizione Data valuta banca beneficiario In tale sezione è possibile inserire i dati relativi al tipo di esito richiesto: per default viene impostata a come da accordi fra banca e cliente, in cui la volontà di ricevere o meno l esito dipende dagli accordi in sede di stipula contrattuale 12 (o di consegna della manleva). Per ricevere in ogni caso l esito, valorizzare il campo con la voce entrambi 83

85 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza Nuova Disposizione Giroconto Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare in maniera velocizzata, una nuova disposizione di giroconto. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Giroconto. L applicazione consente di inserire in maniera velocizzata una disposizione singola di giroconto. 84

86 Nel caso in cui l utente sia multi-azienda, se seleziona un unica azienda di lavoro e nelle preferenze utente ha correttamente provveduto a pre-impostare il rapporto di default, i dati dell azienda e del rapporto ordinante appariranno già valorizzati (la maschera superiore è stata privata di tali dati poiché sensibili). In base a quanto esposto, grazie a tale funzione, l utente dovrà completare la disposizione inserendo solamente i seguenti campi: - Iban di destinazione (tutti i possibili conti definiti sul contratto per quell Abi, precompilato nel caso che ve ne sia uno solo) - Importo - Descrizione del movimento Considerazioni su alcuni campi non compilati: - Denominazione beneficiario, verrà presa l intestazione del rapporto visibile in gestione rapporti. - La modalità di pagamento viene assunta come bonifico per cui non verrà impostato l indirizzo del destinatario. - Per la priorità si assume il valore ordinario. Tutti i campi facoltativi rimangono visibili e sono comunque digitabili, come si può vedere dall immagine sopra riportata. Questo comportamento è applicabile solo per singole disposizioni. Descriviamo comunque i singoli campi della disposizione: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Priorità Beneficiario Flag salva contatto 85 Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Bonifico Ordinario o Urgente Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica

87 Ragione Sociale Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica., richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Modalità di pagamento Indica la modalità di pagamento dell operazione. IBAN Dati facoltativi Importi Importo Divisa Descrizione Data esecuzione Data valuta banca beneficiario Campi facoltativi Le tipologie possibili sono: - Bonifico/Giroconto/Girofondo - Assegno circolare - Assegno circolare non trasferibile - Assegno di Quietanza Per il bonifico singolo generico la modalità è fissa a Bonifico Coordinate IBAN del rapporto di accredito In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Indirizzo - CAP - città - Provincia - tipo codice beneficiario - Codice - codice fiscale - descrizione banca Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione (in tale sezione sempre EUR) Breve descrizione della disposizione Data di esecuzione della disposizione Data valuta banca beneficiario In tale sezione è possibile inserire i dati relativi al tipo di esito richiesto: per default viene impostata a come da accordi fra banca e cliente, in cui la volontà di ricevere o meno l esito dipende dagli accordi in sede di stipula contrattuale 13 (o di consegna della manleva). Per ricevere in ogni caso l esito, valorizzare il campo con la voce entrambi 86

88 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza Nuova Disposizione Girofondo Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare in maniera velocizzata, una nuova disposizione di giroconto. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Girofondo. L applicazione consente di inserire in maniera velocizzata una disposizione singola di girofondo. Nel caso in cui l utente sia multi-azienda, se seleziona un unica azienda di lavoro e nelle preferenze utente ha correttamente provveduto a pre-impostare il rapporto di default, i dati dell azienda e del rapporto ordinante appariranno già valorizzati (la maschera superiore è stata privata di tali dati poiché sensibili). In base a quanto esposto, grazie a tale funzione, l utente dovrà completare la disposizione inserendo solamente i seguenti campi: - Abi di destinazione (risulterà precompilato nel caso in cui sia possibile scegliere solo uno) 87

89 - Iban di destinazione (tutti i possibili conti definiti sul contratto per quell Abi, precompilato nel caso che ve ne sia uno solo) - Importo - Descrizione del movimento Considerazioni su alcuni campi non compilati: - Denominazione beneficiario, verrà presa l intestazione del rapporto visibile in gestione rapporti. - La modalità di pagamento viene assunta come bonifico per cui non verrà impostato l indirizzo del destinatario. - Per la priorità si assume il valore ordinario. Tutti i campi facoltativi rimangono visibili e sono comunque digitabili, come si può vedere dall immagine sopra riportata. Questo comportamento è applicabile solo per singole disposizioni. Descriviamo comunque i singoli campi della disposizione: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Priorità Beneficiario Flag salva contatto Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Bonifico Ordinario o Urgente Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica 88

90 Ragione Sociale Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica., richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Modalità di pagamento Indica la modalità di pagamento dell operazione. IBAN Dati facoltativi Importi Importo Divisa Descrizione Data esecuzione Data valuta banca beneficiario Campi facoltativi Le tipologie possibili sono: - Bonifico/Giroconto/Girofondo - Assegno circolare - Assegno circolare non trasferibile - Assegno di Quietanza Per il bonifico singolo generico la modalità è fissa a Bonifico Coordinate IBAN del rapporto di accredito In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Indirizzo - CAP - città - Provincia - tipo codice beneficiario - Codice - codice fiscale - descrizione banca Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione (in tale sezione sempre EUR) Breve descrizione della disposizione Data di esecuzione della disposizione Data valuta banca beneficiario In tale sezione è possibile inserire i dati relativi al tipo di esito richiesto: per default viene impostata a come da accordi fra banca e cliente, in cui la volontà di ricevere o meno l esito dipende dagli accordi in sede di stipula contrattuale 14 (o di consegna della manleva). Per ricevere in ogni caso l esito, valorizzare il campo con la voce entrambi 89

91 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza Nuova Disposizione Distinta Bonifici Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di bonifici. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Bonifici. Dalla Pagina Nuova Disposizione - Bonifico Singolo selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. Videata successiva 90

92 Figura - Bonifico Italia Generico Nuova distinta Descrizione dei campi: DISTINTA BONIFICI OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. 91

93 Rapporto Codice Fiscale Priorità Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Bonifico Ordinario o Urgente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Frame inferiore Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione All interno del frame inferiore sono elencati tutti i bonifici inseriti dall utenza all interno della distinta, comprensivi dei seguenti dati: Data e ora di creazione/esecuzione di operazioni Importo e divisa del movimento Discriminatore Divisa Stato Beneficiario Rapporto Discriminatore L utente può accedere ad ogni singolo bonifico elencato tramite drill down. 92

94 Nuova Disposizione Altri Bonifici Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta con specifica causale differente dalla causale standard Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Altri Bonifici. Figura - Bonifico Italia Generico Altri Bonifici Descrizione dei campi: 93

95 DISTINTA BONIFICI OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Causale della disposizione di pagamento, a scelta fra: Giroconto Bonifici Generici Bonifici Previdenza Complementare Girofondi Rimborsi Utenti RID Bonifici da Società emittenti carte di credito ad esercenti Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. 94

96 Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione BONIFICO XML Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni e alle distinte di Bonifici XML effettuate dall utente. Come si accede alla funzione: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico XML. Dalla pagina New selezionare il riquadro Bonifico XML. Le funzioni presenti nella barra orizzontale sono: 95

97 Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: Bonifico singolo xml Distinta Bonifici xml Importazione Flusso CBI 96

98 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Modifica Flusso CBI Importato 15 -> consente di rendere modificabile il flusso CBI importato Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 15 L Istituto, tramite scelta parametrica, può decidere se consentire o meno la modifica dei flussi importati. 97

99 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 16 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 16 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 98

100 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di esaminare il dettaglio di un singolo bonifico XML Italia o Sepa. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla disposizione/distinta I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 99

101 OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Codice Fiscale Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Causale identificativa della disposizione, secondo lo standard CBI Codice Fiscale dell ordinante 100

102 Metodo Di pagamento Campo che consente di discriminare l inserimento di - Bonifico xml Sepa con esito all ordinate - Bonifico xml Sepa senza esito all ordinate Addebito commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Priorità Data esecuzione Debitore Effettivo Nome Stato Provincia Città Codice Postale Tipo indirizzo Indirizzo Numero Priorità normale o alta assegnata dal cliente alla disposizione (riservata agli accordi bilaterali banca-cliente) Data esecuzione della disposizione Ragione sociale del Debitore Effettivo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Provincia di residenza del debitore Città/comune di residenza del debitore Codice di avviamento Postale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Indirizzo di riferimento Numero Civico Beneficiario Flag salva contatto Ragione Sociale IBAN BIC Tipo identificativo Codice Identificativo Dati facoltativi Importi Importo Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica., richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Coordinate IBAN del rapporto di accredito BIC delle coordinate di accredito Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Stato - Provincia - città - CAP - tipo indirizzo - Indirizzo - Numero Importo della disposizione 101

103 Finalità del pagamento Identifica le causali di alto livello del pagamento, basate su un set predefinito di categorie Codice Fiscale/Partita Iva Comunicazioni Valutarie Tipo Comunicazioni Non strutturate Strutturate STORIA Riferimenti fiscali In base all indicazione della tipologia di comunicazione valutaria da effettuare, la maschera si compone dinamicamente di un set di tendine atte a guidare nell eventuale scelta della cvs Informazioni di riconciliazione in modalità non strutturata Informazioni di riconciliazione Strutturate (es. riferimenti a documenti commerciali). E ammessa un'unica occorrenza, per 140 caratteri totali. Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza 102

104 Nuova disposizione singola di Bonifico.xml Sepa Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di bonifico xml. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico xml. 103

105 OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Sepa Codice Fiscale Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Causale Sepa Codice Fiscale dell ordinante Metodo Di pagamento Importantissimo campo che consente di discriminare l inserimento di - Bonifico xml Sepa con esito all ordinate - Bonifico xml Sepa senza esito all ordinate Addebito commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Priorità Data esecuzione Debitore Effettivo Nome Stato Provincia Città Codice Postale Tipo indirizzo Indirizzo Numero Beneficiario Flag salva contatto Priorità normale o alta assegnata dal cliente alla disposizione (riservata agli accordi bilaterali banca-cliente) Data esecuzione della disposizione Ragione sociale del Debitore Effettivo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Provincia di residenza del debitore Città/comune di residenza del debitore Codice di avviamento Postale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Indirizzo di riferimento Numero Civico Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica 104

106 Ragione Sociale IBAN BIC Tipo identificativo Codice Identificativo Dati facoltativi Importi Importo Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica., richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Coordinate IBAN del rapporto di accredito BIC delle coordinate di accredito Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante In tale sezione è possibile inserire i seguenti ulteriori dati relativi al beneficiario: - Stato - Provincia - città - CAP - tipo indirizzo - Indirizzo - Numero Importo della disposizione Finalità del pagamento Identifica le causali di alto livello del pagamento, basate su un set predefinito di categorie Codice Fiscale/Partita Iva Comunicazioni Valutarie Tipo Comunicazioni Non strutturate Strutturate STORIA Riferimenti fiscali In base all indicazione della tipologia di comunicazione valutaria da effettuare, la maschera si compone dinamicamente di un set di tendine atte a guidare nell eventuale scelta della cvs Informazioni di riconciliazione in modalità non strutturata Informazioni di riconciliazione Strutturate (es. riferimenti a documenti commerciali). E ammessa un'unica occorrenza, per 140 caratteri totali. Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione L eventuale freccia verde posta a lato di uno step, rimanda alla pagina di esito/quietanza 105

107 Nuova distinta stipendi XML Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di bonifico xml. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico xml. DISTINTA BONIFICI OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Codice Fiscale Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Causale identificativa della disposizione, secondo lo standard CBI Codice Fiscale dell ordinante Metodo Di pagamento Campo che consente di discriminare l inserimento di - Bonifico xml Sepa con esito all ordinate - Bonifico xml Sepa senza esito all ordinate - Bonifico xml Italia (ammessi solo con forma di pagamento emissione assegno ) I Bonifici xml Italia sono eseguibili solo con forma di pagamento a mezzo assegno: fa eccezione la causale Italia "ZZ000" (Bonifici da società emittenti carte di credito) che consente una forma di pagamento a mezzo Bonifico Sepa Addebito commissioni Rapporto di addebito delle commissioni 106

108 Priorità Data esecuzione Debitore Effettivo Nome Stato Provincia Città Codice Postale Tipo indirizzo Indirizzo Numero Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Priorità normale o alta assegnata dal cliente alla disposizione (riservata agli accordi bilaterali banca-cliente) Data esecuzione della disposizione Ragione sociale del Debitore Effettivo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Provincia di residenza del debitore Città/comune di residenza del debitore Codice di avviamento Postale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Indirizzo di riferimento Numero Civico Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 107

109 Nuova distinta bonifici XML Sepa Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di bonifico xml. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico xml. DISTINTA BONIFICI OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Codice SIA dell ordinante. Dati anagrafici dell ordinante. 108

110 Banca Assuntrice Rapporto Causale Sepa Codice Fiscale Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Causale identificativa della disposizione Codice Fiscale dell ordinante Metodo Di pagamento Importantissimo campo che consente di discriminare l inserimento di - Bonifico xml Sepa con esito all ordinate - Bonifico xml Sepa senza esito all ordinate Addebito commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Priorità Data esecuzione Debitore Effettivo Nome Stato Provincia Città Codice Postale Tipo indirizzo Indirizzo Numero Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Priorità normale o alta assegnata dal cliente alla disposizione (riservata agli accordi bilaterali banca-cliente) Data esecuzione della disposizione Ragione sociale del Debitore Effettivo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Provincia di residenza del debitore Città/comune di residenza del debitore Codice di avviamento Postale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Indirizzo di riferimento Numero Civico Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. 109

111 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Conversione da bonifico Italia tracciato PC/EF a bonifico XML Descrizione processo di conversione E disponibile un apposito pulsante che, in fase di importazione di un flusso bonifico standard CBI (Flusso PC/EF Porting), converte lo stesso in un bonifico XML SEPA secondo lo standard XML ISO che saranno obbligatori nella tratta cliente banca dal Il pulsante è disponibile nel menu Bonifici (tutti) presente in Pagamenti: Accedendo alla nota funzione Importazione Flussi CBI presente in Nuova disposizione si accede alla maschera di selezione del file. Dopo aver scelti il file dal menu sfoglia è possibile cliccare sul pulsante Importa in XML per convertire in XML SEPA il flusso di bonifico: 110

112 Nel caso sia necessario modificare alcuni dati del flusso originario (es: conto di addebito) è disponibile anche il pulsante Import con modifica XML. La fase di controllo dei dati di input è quella applicata ai bonifici XML. Il CUC (codice che identifica univocamente il cliente sul circuito del corporate banking interbancario ed è associato univocamente al codice) è reperito automaticamente, naturalmente solo se il cliente è stato censito dalla sua banca attiva sul directory amministrativo del CBI. Una volta completata l importazione, il flusso sarà visibile, oltre che in questa sezione, anche nel menu Pagamenti/Bonifico XML Italia/Sepa. 111

113 10.3. BONIFICO ESTERO Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni e alle distinte di Bonifico Estero presentate dall utenza o importate dalla stessa. Come si accede alla funzione: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico Estero. Dalla pagina New selezionare il pulsante acceleratore Bonifico Estero Figura Bonifico Estero: Elenco movimenti Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare 112

114 NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Bonifico singolo Distinta Bonifici Esteri Importazione Flusso CBI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 113

115 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 18 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 18 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 114

116 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di esaminare il dettaglio di un singolo bonifico estero o di una distinta. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla disposizione/distinta 19. Figura - Dettaglio singolo movimento 19 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 115

117 Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Banca Assuntrice Dati Ordinante Rapporto Denominazione Ordinante BIC Indirizzo Località Beneficiario Flag salva contatto Ragione Sociale Stato Indirizzo Città Codice Paese Codice SIA BIC Importi Importo Divisa Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Dati anagrafici dell ordinante. Codice Internazionale Swift della Banca Ordinante Indirizzo di residenza dell ordinante Località di residenza dell ordinante Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Stato di Residenza Indirizzo civico Città di residenza Codice Paese Codice SIA del Beneficiario della disposizione Codice Internazionale Swift della Banca del Beneficiario Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione 116

118 Divisa conto addebito Codice della Divisa del Conto di Addebito con relativa indicazione del cambio concordato Divisa conto accredito Codice della Divisa del Conto di accredito con relativa indicazione del cambio concordato Identificativo disposizione Tipo Transazione Flag Clean Payment Codice univoco identificativo della disposizione Indicare se si tratta di una Transazione Domestica -> l accredito è su Banca Italiana (o filiale italiana di Banca Estera), ovvero quando la transazione avviene tra Banche in Italia, ed almeno uno dei due conti attinenti l operazione è di pertinenza estera: Internazionale -> la Banca del beneficiario è una Banca Estera Flag clean payment Riferimenti e Istruzioni Eventuali indicazioni da inserire nella disposizione per dettagliare il pagamento, che possono essere sotto forma di Testo libero Riferimenti strutturati, per i quali si indica con precisione il documento di riferimento CVS STORIA Indicare obbligatoriamente almeno una causale valutaria Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 117

119 Nuova Disposizione Bonifico Estero Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di bonifico. Come si accede alla funzione: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifico Singolo. Figura - Nuova disposizione di bonifico estero 118

120 Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Banca Assuntrice Dati Ordinante Rapporto Denominazione Ordinante BIC Indirizzo Località Beneficiario Flag salva contatto Ragione Sociale Stato Indirizzo Città Codice Paese Codice SIA BIC Importi Importo Divisa Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il bonifico singolo viene inserito all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Dati anagrafici dell ordinante. Codice Internazionale Swift della Banca Ordinante Indirizzo di residenza dell ordinante Località di residenza dell ordinante Flaggando tale casella verrà salvato il contatto all interno della Rubrica Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Stato di Residenza Indirizzo civico Città di residenza Codice Paese Codice SIA del Beneficiario della disposizione Codice Internazionale Swift della Banca del Beneficiario Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione Divisa conto addebito Codice della Divisa del Conto di Addebito con relativa indicazione del cambio concordato 119

121 Divisa conto accredito Codice della Divisa del Conto di accredito con relativa indicazione del cambio concordato Identificativo disposizione Tipo Transazione Flag Clean Payment Codice univoco identificativo della disposizione Indicare se si tratta di una Transazione Domestica -> l accredito è su Banca Italiana (o filiale italiana di Banca Estera), ovvero quando la transazione avviene tra Banche in Italia, ed almeno uno dei due conti attinenti l operazione è di pertinenza estera: Internazionale -> la Banca del beneficiario è una Banca Estera Flag clean payment Riferimenti e Istruzioni Eventuali indicazioni da inserire nella disposizione per dettagliare il pagamento, che possono essere sotto forma di Testo libero Riferimenti strutturati, per i quali si indica con precisione il documento di riferimento CVS STORIA Indicare obbligatoriamente almeno una causale valutaria Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 120

122 Nuova Disposizione Distinta Bonifici Esteri Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di bonifici. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Bonifici. Dalla Pagina Nuova Disposizione - Bonifico Singolo selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. Figura - Bonifico Estero Nuova distinta Descrizione dei campi: DISTINTA BONIFICI OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. 121

123 Banca Assuntrice Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 122

124 10.4. STIPENDI Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa alle distinte di Stipendi presentate dall utenza o importate dalla stessa. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Stipendi. Dalla pagina New selezionare il riquadro Stipendi. Figura Stipendi Elenco Movimenti con indicazione di errore Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: Distinta Stipendi Importazione Flusso CBI 123

125 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 124

126 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 20 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 20 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 125

127 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio delle singole distinte di stipendi. Provenienza: Dalla pagina Elenco Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla distinta 21. Figura Stipendi: Dettaglio Singola distinta Descrizione dei campi: DISTINTA BONIFICI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente 21 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 126

128 OPERAZIONI Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Causale della distinta di stipendi a scelta fra: Emolumenti Generici Emolumenti Pensione Emolumenti Stipendi Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. 127

129 Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 128

130 Nuova Disposizione Distinta Stipendi Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di Stipendi. Provenienza: Dalla pagina Elenco Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Stipendi. Figura - Stipendi Nuova distinta Descrizione dei campi: DISTINTA BONIFICI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente 129

131 OPERAZIONI Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bonifico alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bonifico singolo) Eliminare un bonifico precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bonifico o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Causale Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Causale della distinta di stipendi a scelta fra: Emolumenti Generici Emolumenti Pensione Emolumenti Stipendi Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bonifici Codice della divisa dell operazione. Numero di bonifici contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bonifici non inseriti nella distinta. 130

132 Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bonifico nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione BONIFICI (TUTTI) Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina accorpa in un'unica sezione i Bonifici Italia (di qualunque causale), le Distinte di Stipendi, ed i Bonifici Esteri permettendo agli utenti di visualizzare in un unico punto la movimentazione relativa alle disposizioni di bonifico presentate/importate. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Bonifici (tutti). Dalla pagina New selezionare il riquadro Bonifici (tutti) Descrizione dei campi: 131

133 ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Distinta / Bonifico singolo Italia (con qualunque causale) Distinta / Bonifico singolo Estero Distinta di Stipendi Importazione Flusso CBI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante 132

134 Numero Disposizioni Importo Divisa Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 22 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 22 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 133

135 10.6. BOLLETTINO BANCARIO Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni di pagamento singole/distinte di Bollettini Bancari importate dall utenza. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Bollettino Bancario. Dalla pagina New selezionare il riquadro Bollettino Bancario pagamento Descrizione dei campi: 134

136 ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Bollettino singolo Distinta Bollettini Importazione Flusso CBI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia -> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. 135

137 Importo Divisa Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 23 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di addebito della disposizione 23 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 136

138 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di esaminare il dettaglio delle disposizioni di pagamento. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla disposizione/distinta 24. Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Grazie a tale pulsante è possibile: Eliminare un bollettino precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bollettino o un intera distinta; Accedere alla maschera di Report degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la correzione/persistenza degli errori commessi Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile inserire la singola disposizione all interno di una distinta (se in stato Bozza) Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica di Allineamento Elettronico Archivi tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. 24 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 137

139 Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Dati Bollettino Codice pagamento Importo IBAN creditore Data scadenza A favore di Debitore Motivo pagamento Cin importo Cin intermedio Cin complessivo Carattere esenzione STORIA Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice identificativo del pagamento composto da: Codice SIA (5 caratteri) + Progressivo (16 caratteri) Importo della disposizione Coordinate IBAN del soggetto creditore Data di scadenza del bollettino Ragione sociale del beneficiario Ragione sociale del debitore Motivo del pagamento Codice CIN dell importo Codice CIN intermedio Codice CIN complessivo Codice Alfanumerico identificativo dell esenzione Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bollettino nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 138

140 Nuova Disposizione Disposizione singola Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di pagamento relativa ad un singolo bollettino bancario. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Disposizione singola. Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Grazie a tale pulsante è possibile: Eliminare un bollettino precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bollettino o un intera distinta; Accedere alla maschera di Report degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la correzione/persistenza degli errori commessi Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile inserire la singola disposizione all interno di una distinta (se in stato Bozza) Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica di Allineamento Elettronico Archivi tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. 139

141 Rapporto Dati Bollettino Codice pagamento Importo IBAN creditore Data scadenza A favore di Debitore Motivo pagamento Cin importo Cin intermedio Cin complessivo Carattere esenzione STORIA Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice identificativo del pagamento composto da: Codice SIA (5 caratteri) + Progressivo (16 caratteri) Importo della disposizione Coordinate IBAN del soggetto creditore Data di scadenza del bollettino Ragione sociale del beneficiario Ragione sociale del debitore Motivo del pagamento Codice CIN dell importo Codice CIN intermedio Codice CIN complessivo Codice Alfanumerico identificativo dell esenzione Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bollettino nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Nuova Disposizione Distinta bollettini 140

142 Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di stipendi. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta bollettini. Dalla Pagina Nuova Disposizione Disposizione singola selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. DISTINTA Descrizione dei campi: OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo bollettino alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo bollettino singolo) Eliminare un bollettino precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un bollettino o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) 141

143 Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Indicato l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti in tale Istituto; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta di bollettini Codice della divisa dell operazione. Numero di bollettini contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Bollettini non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del bollettino nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 142

144 10.7. PAGAMENTO F Elenco Distinte/disposizioni Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare i Pagamenti di Modelli F24 eseguiti; il default mostra tutte le tipologie di pagamento eseguite, ricordiamo però che Core Banking prevede una stretta aderenza al cartaceo, diversificando il Pagamento delle Deleghe rispetto al Pagamento delle Accise o delle imposte con elementi identificativi peculiari ( es. Pagamento IVA di autoveicoli. ) Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone F24. Dalla pagina New selezionare il pulsante Acceleratore F

145 Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Accettazioni Quietanze Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione di pagamento, a scelta fra: Pagamento F24 Accise F24 Modello con elementi Identificativi F24 Distinta di F24 Importazione flusso CBI 144

146 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo riferimento Data creazione Codice Sia Ordinante Numero Disposizioni Importo totale Divisa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato. Data di creazione/importazione della disposizione Codice SIA dell azienda che ha eseguito la disposizione Numero di disposizioni contenute all interno della distinta. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 145

147 Stato Data pagamento Contribuente Nome Rapporto Discriminatore Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 25 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Data pagamento della disposizione Cognome, Denominazione o Ragione Sociale del contribuente Nome del contribuente Rapporto di addebito della disposizione Indica la tipologia della disposizione: Dispo -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso 25 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 146

148 Revisione F24 Accettazioni e Quietanze Negli elenchi accettazioni e quietanze è possibile effettuare l esportazione flussi CBI accettazioni e quietanze, - prima presenti in accettazioni (distinte ricevute) e quietanze (distinte ricevute) 147

149 Per quanto riguarda le accettazioni, è possibile impostare il tipo esito in fase di ricerca: delle sole accettazioni 148

150 dei soli rifiuti I dettagli accettazioni vengono completati con i dati identificativi della delega di riferimento (dati mittente, dati contribuente, data pagamento e importo) in modo da poter essere individuati più facilmente: 149

151 Per quanto riguarda le quietanze, è possibile impostare il tipo quietanza in fase di ricerca: 150

152 I dettagli revoche vengono completati con i dati identificativi della delega di riferimento (dati mittente, dati contribuente, data pagamento e importo) in modo da poter essere individuati più facilmente: 151

153 Nuova Disposizione Pagamento Delega F24 Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare un nuovo pagamento di delega F24 standard, permettendo di espletare il pagamento di Imposte Regionali, ICI, INPS, INAIL nonché delle imposte dirette (per esempio IRPEF). Si coglie con immediatezza la stretta similarità al modello cartaceo. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Delega F

154 Descrizione dei campi: SEZIONE MITTENTE Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Mittente Codice Fiscale SEZIONE CONTRIBUENTE Codice Fiscale Dati Anagrafici Domicilio Fiscale Codice Fiscale del Tutore, curatore, erede SEZIONE ERARIO SEZIONE INPS SEZIONE REGIONI SEZIONE ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI SEZIONI ALTRI ENTI PREVIDENZIALI E ASSICURATIVI SEZIONE FINALE SALDO Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato. Codice ABI della Banca Mittente Codice CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. In tale sezione è necessario indicare i dati relativi al contribuente che deve espletare il pagamento della delega Codice Fiscale del Contribuente Dettagli anagrafici del Contribuente Domicilio fiscale Nei casi di presenza di tutore, curatore, erede indicare i relativi riferimenti In tale sezione occorre inserire i codici tributi dovuti all erario; procedendo a selezione delle tendine, il controllo sui dati inseriti è immediato, qualora, invece, si proceda digitando manualmente i codici, la verifica verrà lanciata all atto del salvataggio Inserire i dati relativi alla componente INPS Procedere inserendo i codici tributi eventualmente dovuti alla Regione Sezione di popolamento delle somme dovute quali tributi locali o ICI Indicare eventuali tributi dovuti ad enti previdenziali o assicurativi In tale sezione occorre inserire i dati relativi al codice dell agenzia presso la quale stiamo eseguendo il versamento, completando i dati inserendo il rapporto di addebito, da indicare se stiamo presentando deleghe per conto Terzi. 153

155 Nuova Disposizione Pagamento Accisa F24 Descrizione: Tale pagina consente di effettuare il Pagamento delle Accise tramite presentazione del peculiare modello F24 Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Delega F

156 Descrizione dei campi: SEZIONE MITTENTE Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Mittente Codice Fiscale SEZIONE CONTRIBUENTE Codice Fiscale Dati Anagrafici Domicilio Fiscale Codice Fiscale del Tutore, curatore, erede SEZIONE ERARIO SEZIONE INPS SEZIONE REGIONI SEZIONE ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI SEZIONI ALTRI ENTI PREVIDENZIALI E ASSICURATIVI SEZIONE FINALE SALDO Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato. Codice ABI della Banca Mittente Codice CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. In tale sezione è necessario indicare i dati relativi al contribuente che deve espletare il pagamento della delega Codice Fiscale del Contribuente Dettagli anagrafici del Contribuente Domicilio fiscale Nei casi di presenza di tutore, curatore, erede indicare i relativi riferimenti In tale sezione occorre inserire i codici tributi dovuti all erario; procedendo a selezione delle tendine, il controllo sui dati inseriti è immediato, qualora, invece, si proceda digitando manualmente i codici, la verifica verrà lanciata all atto del salvataggio Inserire i dati relativi alla componente INPS Procedere inserendo i codici tributi eventualmente dovuti alla Regione Sezione di popolamento delle somme dovute quali tributi localo o ICI Indicare eventuali tributi dovuti ad enti previdenziali o assicurativi In tale sezione occorre inserire i dati relativi al codice dell agenzia presso la quale stiamo eseguendo il versamento, completando i dati inserendo il rapporto di addebito, da indicare se stiamo presentando deleghe per conto Terzi. 155

157 Nuova Disposizione Versamento con elementi identificativi F24 Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare un nuovo pagamento di delega F24 con elementi identificativi, utilizzato ad esempio dai Concessionari di Auto / Motoveicoli per versare l IVA.. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Delega F24. Descrizione dei campi: SEZIONE MITTENTE Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. 156

158 Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Mittente Codice Fiscale SEZIONE CONTRIBUENTE Codice Fiscale Dati Anagrafici Domicilio Fiscale Codice Fiscale del Tutore, curatore, erede SEZIONE ERARIO ED ALTRO SEZIONE FINALE SALDO Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato. Codice ABI della Banca Mittente Codice CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. In tale sezione è necessario indicare i dati relativi al contribuente che deve espletare il pagamento della delega Codice Fiscale del Contribuente Dettagli anagrafici del Contribuente Domicilio fiscale Nei casi di presenza di tutore, curatore, erede indicare i relativi riferimenti In tale sezione occorre inserire i codici tributi dovuti all erario nonché tutti gli altri elementi dovuti; procedendo a selezione delle tendine, il controllo sui dati inseriti è immediato, qualora, invece, si proceda digitando manualmente i codici, la verifica verrà lanciata all atto del salvataggio In tale sezione occorre inserire i dati relativi al codice dell agenzia presso la quale stiamo eseguendo il versamento, completando i dati inserendo il rapporto di addebito, da indicare se stiamo presentando deleghe per conto Terzi. 157

159 Nuova Disposizione Distinta Delega F24 Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di Pagamento F24 Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta F24. Figura - Delega F24 Nuova distinta Descrizione dei campi: DISTINTA OPERAZIONI 158 Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo pagamento F24 alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo pagamento F24 singolo) Eliminare un pagamento F24 precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un pagamento F24 o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante.

160 Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta F24 Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Deleghe F24 non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del pagamento F24 nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 159

161 10.8. AVVISI Elenco disposizioni Avvisi Ricevuti Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare gli Avvisi di Pagamento giunti dal circuito CBI per i quali l utente può disporre il pagamento o inviare il flusso di impagato. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Avvisi. Dalla pagina New selezionare il riquadro Avvisi Descrizione dei campi: 160

162 ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco avvisi ricevuti -> In tale sezione vengono raccolti gli avvisi di pagamento pervenuti alla postazione dell utente. Gli avvisi in tale sezione (aperta per default accedendo al servizio) sono quelli per i quali non è ancora iniziato l iter di pagamento: non appena viene iniziato tale iter, gli avvisi non sono più visibili in tale sezione. Elenco avvisi per scadenza -> ordinamento degli avvisi in base alla scadenza Elenco avvisi per distinte-> in tale elenco gli avvisi sono elencate in base alle distinte di appartenenza Elenco pagamenti effetti -> non appena si inizia l iter di pagamento nella sezione Elenco avvisi ricevuti, gli effetti vengono accorpati automaticamente dalla procedura in distinte di pagamento omogenee per data di scadenza, codice ABI e codice SIA dell azienda: tali distinte sono visibili e autorizzabili in questa sezione Elenco impagati -> elenco delle disposizioni di impagato inviate Elenco generale -> elenca gli avvisi in stato caricato qualora l utente non abbia ancora provveduto ad autorizzarne il pagamento, oppure le distinte create in automatico dalla Procedura quando l utente provvede ad avviarne il processo autorizzativi. Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: Disposizione di pagamento singola Distinta di pagamento Disposizione di impagata singola Distinta di impagata 161

163 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo Riferimento Scadenza Azienda Banca Importo Divisa Stato Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Pagamento avvisi da selezione - Impagati avvisi da selezione Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Risulta, inoltre, possibile utilizzare i pulsanti oggi e 1 mese al fine di filtrare con immediatezza le disposizioni che concernono rispettivamente: - la data odierna - i 30 giorni antecedenti la data odierna Data di scadenza dell avviso Codice SIA dell azienda Codice ABI della Banca Assuntrice Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Caricato-> Flusso giunto dal circuito CBI e correttamente caricato sulla postazione dell utente Pag inviato -> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata 162

164 Discriminatore Numero Avviso Creditore Indica la tipologia della disposizione: Pagamento avviso -> disposizione presentata dall utente Impagato avviso -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Numero di riferimento dell effetto Ragione sociale del creditore Avvisi di pagamento iter necessario all invio del flusso di pagamento/impagato effetti Riportiamo la descrizione del corretto iter che deve svolgere l utente al fine di inoltrare il flusso di pagamento/impagato relativamente ad uno o più effetti. Attenzione. Nella giornata di scadenza delle Riba (o lavorativa successiva, se festiva) la prenotazione andrà a buon fine solo se autorizzata entro le ore 10.00, fatto salvo ritardi di ricezione del flusso dipendenti da problemi di linea estemporanei. Tale informazione è riportata anche nella mappa del Core Banking. Si noti che la procedura non segnalerà lo sforamento dei cut off. Per i pagamenti effettuati nella giornata di scadenza si consiglia perciò di utilizzare la funzione di Pagamento effetti on line (disponibile fino alle pomeriggio) descritta nel successivo paragrafo del manuale. Qualora l utente voglia disporre il pagamento di uno o più avvisi, deve procedere a flaggare gli effetti desiderati, dopodiché occorre selezionare il pulsante Operazioni e scegliere la voce Pagamento avvisi da selezione, come da immagine seguente. La Procedura provvederà ad accorpare gli avvisi in base alla relativa data di scadenza, alla Banca e all Azienda interessata dalla disposizione, come da immagini seguenti: 163

165 Confermata l operazione, gli avvisi di pagamento selezionati ed accorpati in distinte saranno visibili solamente all interno di un apposita sezione, denominata Elenco Pagamenti Effetti 26 : la Procedura, come visibile dalla maschera sopra riportata, indirizza automaticamente l utente in tale sezione all atto della creazione delle distinte di pagamento, altrimenti è possibile accedere a tale sezione selezionando il pulsante Elenco posto nel frame superiore e scegliendo la voce Elenco pagamenti effetti L utente accederà così alla maschera sotto riportata, e potrà proceder ad autorizzare ed inviare le distinte utilizzando i consueti pulsanti utili a fare avanzare le disposizioni all interno dell iter autorizzativo. Le disposizione presenteranno sempre una segnalazione di errore da correggere, dovuta all assenza del rapporto di addebito nel flusso elettronico di avvisatura di pagamento: è, infatti, il debitore che dovrà accedere al dettaglio della disposizione, e selezionare il conto sul quale desidera addebitare la Ri.ba in scadenza 26 In tale sezione è possibile visualizzare anche gli avvisi inseriti tramite data entry dall utente 164

166 Al fine di annullare l iter di pagamento dell avviso e far nuovamente tornare l effetto in stato RICEVUTO, visibile solo all interno del menù Elenco Avvisi Ricevuti, occorre selezionare la voce Elimina posta all interno del menù Operazioni Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di esaminare il dettaglio dell avviso di pagamento. Provenienza: Dalla pagina Elenco Pagamenti Effetti spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Pagamenti Effetti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla disposizione/distinta I dati contenuti nel dettaglio, nel caso l iter di pagamento abbia avuto inizio con la ricezione di avviso elettronico, sono modificabili solamente per quanto riguarda i dati dell ordinante. 165

167 Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Banca Assuntrice Rapporto Debitore Flag Salva contatto ABI domiciliataria CAB domiciliataria Indirizzo Località Codice fiscale / Partita I.V.A. Creditore Ragione Sociale Dati Avviso Importo Tipo Effetto Flag vista Data scadenza Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Report errori Pagamento avviso Impagato avviso Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di avvisi. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Codice ABI della Banca domiciliataria Codice CAB della Banca domiciliataria Indirizzo civico del debitore Città / Paese di residenza del debitore Riferimenti fiscali del debitore Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica.. Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione. Flag che identifica se l avviso prevede il pagamento a vista o a scadenza Data di scadenza dell avviso 166

168 Data esecuzione Numero avviso STORIA Data di esecuzione del pagamento Numero identificativo dell avviso Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del pagamento avviso nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Nuova disposizione Disposizione di pagamento Riba singola Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di pagamento avviso Riba. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Pagamento avviso Singolo. 167

169 Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Banca Assuntrice Rapporto Debitore Flag Salva contatto ABI domiciliataria CAB domiciliataria Indirizzo Località Codice fiscale / Partita I.V.A. Creditore Ragione Sociale Dati Avviso Importo Tipo Effetto Flag vista Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Report errori Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di pagamento avvisi Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Codice ABI della Banca domiciliataria Codice CAB della Banca domiciliataria Indirizzo civico del debitore Città / Paese di residenza del debitore Riferimenti fiscali del debitore Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica.. Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione. Flag che identifica se l avviso prevede il pagamento a vista dell importo 168

170 Data scadenza Data esecuzione Numero avviso STORIA Data di scadenza dell avviso Data di esecuzione del pagamento Numero identificativo dell avviso Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del pagamento avviso nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Nuova disposizione Distinta di pagamento Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di pagamento avvisi Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Avvisi. Dalla Pagina Nuova Disposizione Disposizione singola selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. 169

171 Descrizione dei campi: DISTINTA OPERAZIONI STAMPA Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo pagamento avviso alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo pagamento avviso singolo) Eliminare un pagamento avviso precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un pagamento avviso o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Accesso al menù di stampa Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. 170

172 Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Disposizioni non inserite nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del pagamento avviso nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Nuova disposizione Disposizione di impagato singola Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova disposizione di impagato singola. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Impagato avviso Singolo. 171

173 172

174 Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Banca Assuntrice Rapporto Debitore Flag Salva contatto ABI domiciliataria CAB domiciliataria Indirizzo Località Codice fiscale / Partita I.V.A. Creditore Ragione Sociale Dati Avviso Importo Tipo Effetto Flag vista Data scadenza Data esecuzione Numero avviso Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Report errori Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di impagate. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Codice ABI della Banca domiciliataria Codice CAB della Banca domiciliataria Indirizzo civico del debitore Città / Paese di residenza del debitore Riferimenti fiscali del debitore Dati anagrafici del beneficiario, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica.. Importo della disposizione. Codice della divisa dell operazione. Flag che identifica se l avviso prevede il pagamento a vista dell importo Data di scadenza dell avviso Data di esecuzione del pagamento Numero identificativo dell avviso 173

175 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del Impagato nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 174

176 Nuova disposizione Distinta di impagata Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di impagate. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta bollettini. Dalla Pagina Nuova Disposizione Disposizione singola selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. Descrizione dei campi: DISTINTA Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente 175

177 OPERAZIONI STAMPA Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere una nuova impagata alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di una nuova impagata singola) Eliminare una impagata precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare una impagata o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Accesso al menù di stampa Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Disposizioni non inserite nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. 176

178 STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento dell impagata nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 177

179 10.9. PAGAMENTO EFFETTI ON-LINE Descrizione processo di pagamento on-line Descrizione: Tale pagina consente di effettuare il pagamento on-line delle Riba Passive domiciliate sulla Banca Attiva. Questa funzione si affianca a quella di AVVISI, precedentemente descritta, ma si differenzia da quest ultima che è solo in differita, perché, come si desume anche dalla sua denominazione, il pagamento della Riba viene eseguito immediatamente, con contestuale addebito sul conto corrente. Come già indicato, è consigliabile utilizzare questa funzione in luogo della AVVISI qualora si desideri effettuare un pagamento il giorno di scadenza della Riba. Infatti il cut off per l utilizzo della procedura avvisi è fissato per le ore del giorno di scadenza, mentre la funzione di pagamento on line può essere impiegata fino alle ore Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra l area Pagamenti e scorrere le voci apparse sino al bottone Pagamento effetti. Descrizione dei campi: OPERAZIONI STAMPA Azienda C.fisc./P.IVA Scadenza Numero Avviso Numero ricevuta Creditore Descrizione Importo Pulsante di accesso al comando di pagamento effettivo degli avvisi Comando di stampa, disponibile in formato.pdf, html, e.xls Codice SIA dell azienda. Codice fiscale/partita Iva dell azienda. E possibile utilizzare anche la partita iva/cod. fiscale aggiuntivo, in modo da cercare gli avvisi domiciliati anche in base a questo secondo codice. Data scadenza dell effetto. Numero dell avviso. Numero ricevuta. Anagrafica del creditore dell effetto. Causale del pagamento. Importo dell effetto. Il cliente può flaggare gli effetti che intende pagare e selezionare la voce Pagamento avvisi da selezione nel menù Operazioni. 178

180 Eseguita l operazione si aprirà una finestra che elenca i soli effetti selezionati per il pagamento con l indicazione dei dati di riepilogo. In tale sezione occorre procedere ad indicare il rapporto di addebito desiderato: effettuata questa scelta, sarà possibile utilizzare il pulsante Visualizza Commissioni per visionare le informazioni preautorizzazione. Ecco un immagine della risultante ottenuta premendo il menù visualizza condizioni Nel caso l utente abbia i poteri di firma necessari, apparirà a video il pulsante conferma, tramite il quale scatenare l operazione di pagamento on-line della distinta. Il Pagamento genera on-line sul conto corrente un addebito complessivo per ciascuna scadenza (raggruppamento fino a 150 Ri.Ba. per scadenza con un massimo di 4 diverse scadenze) con valuta pari alla data di scadenza (a meno di personalizzazioni.) 179

181 PAGAMENTO MAV ON-LINE Descrizione processo di pagamento on-line Descrizione: Tale pagina consente di effettuare il pagamento on-line di MAV. Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra l area Pagamenti e selezionare Pagamento MAV on line. L interfaccia di pagamento che si apre è graficamente diversa rispetto allo standard del Core, trattandosi di una funzione tipicamente retail. 180

182 Cliccando sul bottone Nuovo pagamento MAV si passa alla semplice maschera di inserimento dei dati del MAV. Descrizione dei campi: RAPPORTO DI ADDEBITO Selezionare il conto corrente di addebito prescelto per il pagameno NUMERO DEL PAGAMENTO Indicare il numero di MAV che si desidera pagare e riportato sul relativo avviso DATA SCADENZA DEL MAV IMPORTO Data scadenza del MAV riportata sul relativo avviso Importo riportato sul relativo avviso Cliccando sul pulsante Procedi viene controllato che il numero di MAV digitato sia formalmente corretto, che il conto sia capiente e, solo in questi casi, il CORE richiede poi all utente di confermare l invio della disposizione apponendo la password temporanea generata con Token/Secure Call. ATTENZIONE: l operazione viene addebitata in tempo reale sul conto corrente. Dal pulsante Elenco Mav sarà possibile interrogare tutti i MAV pagati tramite Core Banking, impostando i filtri di ricerca per data e giorno PAGAMENTO RAV ON-LINE Descrizione processo di pagamento on-line Descrizione: Tale pagina consente di effettuare il pagamento on-line di RAV. Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra l area Pagamenti e selezionare Pagamento RAV on line. L interfaccia di pagamento che si apre è graficamente diversa rispetto allo standard del Core, trattandosi di una funzione tipicamente retail. 181

183 Cliccando sul bottone Nuovo pagamento RAV si passa alla semplice maschera di inserimento dei dati del RAV. Descrizione dei campi: RAPPORTO DI ADDEBITO Selezionare il conto corrente di addebito prescelto per il pagameno NUMERO DEL PAGAMENTO Indicare il numero di RAV che si desidera pagare e riportato sul relativo avviso DATA SCADENZA DEL RAV IMPORTO Data scadenza del RAV riportata sul relativo avviso Importo riportato sul relativo avviso Cliccando sul pulsante Procedi viene controllato che il numero di RAV digitato sia formalmente corretto, che il conto sia capiente e, solo in questi casi, il CORE richiede poi all utente di confermare l invio della disposizione apponendo la password temporanea generata con Token/Secure Call. ATTENZIONE: l operazione viene addebitata in tempo reale sul conto corrente. La contabile di addebito verrà prodotta dopo qualche giorno e sarà disponibile nel menu Comunicazioni. Dal pulsante Elenco Rav è possibile interrogare tutti i RAV pagati tramite Core Banking, impostando i filtri di ricerca per data e giorno PAGAMENTO BOLLETTINO POSTALE BIANCO O PREMARCATO 182

184 Descrizione processo di pagamento on-line Descrizione: Tale pagina consente di effettuare il pagamento on-line di bollettini postali bianchi o premarcati. AVVERTENZE: è possibile pagare bollettini di importo NON superiore a 1000 Euro. Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra l area Pagamenti e selezionare Pagamento Bollettini Postali. Vengono proposte le due tipologie di bollettino pagabili dal Core: Bianchi; Premarcati. Cliccando sul pulsante Bollettino Bianco si accede alla mappa di pagamento del Core. L aspetto della videata riproduce quello del bollettino postale cartaceo ed i campi relativi da digitare sono quelli presenti sul cartaceo stesso. 183

185 Cliccando invece sul pulsante Bollettino Premarcato si accede alla mappa relativa. 184

186 Cliccando sul pulsante Procedi viene controllato che il conto sia capiente e successivamente il CORE richiede di confermare la disposizione apponendo la password temporanea generata con Token/Secure Call. ATTENZIONE: l operazione viene addebitata in tempo reale sul conto corrente. Una volta autorizzato il pagamento con la password dispositiva non sarà possibile alcun annullo perché il regolamento con Poste avviene on line. In caso di errore il cliente dovrà contattare l intestatario del conto postale. La non stornabilità è ben evidenziata in rosso nella maschera di inserimento. 185

187 La quietanza di pagamento è disponibile all interno del menu Elenco e viene prodotta a seguito della conferma dell avvenuto pagamento emessa da Poste. Dal pulsante Elenco è possibile interrogare tutti i bollettini pagati tramite Core Banking, impostando i filtri di ricerca per data e giorno. L elenco dello storico dei pagamenti presenta i seguenti dati : lo stato, la data inserimento, la data pagamento, il tipo di bollettino, l intestazione e il canale con cui è stato eseguito il pagamento. E possibile aprire il dettaglio di ogni bollettino per verificarne i dati completi e stampare la quietanza. 186

188 Ricarica cellulare Descrizione processo di pagamento on-line Descrizione: Tale pagina consente di effettuare la ricarica cellulare con i principali operatori italiani. Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra l area Pagamenti e selezionare Ricarica cellulare. 187

189 Descrizione dei campi: RAPPORTO DI ADDEBITO GESTORE TELEFONICO NUMERO CELLULARE Selezionare il conto corrente di addebito prescelto per il pagameno Selezionare il gestore Impostare il numero di cellulare Dopo aver cliccato su Procedi vengono esposti i tagli di ricarica ammessi dal gestore prescelto. Una volta selezionato l ammontare desiderato della ricarica il cliente potrà autorizzare la disposizione con la password dispositiva generata dal token o tramite secure call. 188

190 ATTENZIONE: Una volta autorizzata la ricarica con la password dispositiva l operazione si completa in tempo reale e NON sarà in alcun modo annullabile. 189

191 11. INCASSI Si accede al menu incassi dal seguente percorso: RI.BA Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina permette agli utenti di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni di portafoglio Ri.Ba presentate o importate dagli stessi Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Incassi e scorrere le voci apparse sino al bottone Ri.Ba. Dalla pagina New selezionare il riquadro Ri.Ba. Descrizione dei campi: 190

192 ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione RI.BA Singola Distinta Ri.Ba Importazione Flusso CBI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante 191

193 Numero Disposizioni Importo Divisa Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Numero di Ri.ba contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 28 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di accredito della disposizione 28 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 192

194 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente accedere al dettaglio di ogni singola presentazione Ri.Ba Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti all utente 29. OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante la Ri.Ba singola viene inserita all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante. 29 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 193

195 Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Codice ABI della Banca assuntrice, richiamabile fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Soggetto non residente Qualora l ordinante sia un soggetto non residente, risulta compilata anche tale sezione, contenente i riferimenti del soggetto: Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale Codice Fiscale ABI CAB INDIRIZZO CAP Città Provincia Codice Cliente Descrizione Banca Tipo Cliente Importi Importo Data scadenza Descrizione - Stato di residenza -> stato di residenza dell ordinante - Titolare del conto -> soggetto titolare del conto - Conto di accredito -> c/c di accredito della presentazione - Banca di accredito -> Istituto di accredito della disposizione - Stato di accredito -> Stato di accredito Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica Codice fiscale/partita IVA del soggetto debitore Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della filiale. Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Codice identificativo del cliente. Breve descrizione identificativa della banca del debitore Tipologia di cliente, richiamabile da apposito elenco tramite icona di servizio posta a lato del campo. Importo totale della presentazione Data di scadenza della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. Breve descrizione identificativa della presentazione 194

196 Richiesta Esito Numero ricevuta Modalità di richiesta dell esito, a scelta fra: Come da accordi Banca-Cliente Richiesta pagato Non richiesta pagato Numero identificativo della ricevuta Descrizione: Tale pagina consente di creare una nuova presentazione Ri.Ba Nuova Disposizione Ri.Ba. singola Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Ri.Ba. Singola. Descrizione dei campi: OPERAZIONI Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico 195

197 DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice Fiscale Tramite tale pulsante la Ri.Ba singola viene inserita all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Codice fiscale/partita IVA dell ordinante. Soggetto non residente Se tale casella viene spuntata si apre una nuova sezione contenente i campi ove inserire i riferimenti del soggetto non residente: Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale Codice Fiscale ABI CAB INDIRIZZO CAP Città Provincia Codice Cliente Descrizione Banca Tipo Cliente - Stato di residenza -> stato di residenza dell ordinante - Titolare del conto -> soggetto titolare del conto - Conto di accredito -> c/c di accredito della presentazione - Banca di accredito -> Istituto di accredito della disposizione - Stato di accredito -> Stato di accredito Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica. Codice fiscale/partita IVA del soggetto debitore Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della Filiale Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Codice identificativo del cliente. Breve descrizione identificativa della banca del debitore Tipologia di cliente, richiamabile tramite apposita icona di servizio. 196

198 Importi Importo Data scadenza Descrizione Richiesta Esito Numero ricevuta Importo totale della presentazione Data di scadenza della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. Breve descrizione identificativa della presentazione Modalità di richiesta dell esito, a scelta fra: Come da accordi Banca-Cliente Richiesta pagato Non richiesta pagato Numero identificativo della ricevuta Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di Ri.Ba Nuova Disposizione Distinta Ri.Ba. Provenienza: Dalla pagina Ri.Ba. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Ri.Ba. Dalla Pagina Nuova Disposizione - RiBa Singola selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. 197

199 DISTINTA OPERAZIONI Descrizione dei campi: Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere una nuova Ri.Ba alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo Ri.ba singolo) Eliminare una Ri.Ba precedentemente inserita (in stato Bozza ); Copiare una Ri.Ba o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite in Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta F24 Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. 198

200 Disposizioni eseguite non Deleghe F24 non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento della RI.BA nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 199

201 11.2. MAV Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina permette agli utenti di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni MAV presentate o importate in Procedura Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Incassi e scorrere le voci apparse sino al bottone Mav. Dalla pagina New selezionare il riquadro Mav. ELENCO Descrizione dei campi: Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: MAV Singolo Distinta MAV Importazione Flusso CBI 200

202 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Modifica Flusso CBI Importato 30 -> consente di rendere modificabile il flusso CBI importato Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di Ri.ba contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 30 L Istituto, tramite scelta parametrica, può decidere se consentire o meno la modifica dei flussi importati. 201

203 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 31 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di accredito della disposizione 31 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 202

204 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio di ogni singolo Mav presentato/importato. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti alla presentazione 32. Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice ordinante Denominazione Ordinante Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il MAV singolo viene inserita all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. 32 I dati contenuti nel dettaglio sono modificabili solamente quando lo stesso si trova ancora nello stato Bozza. 203

205 Banca Assuntrice Rapporto Ordinante Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale Tipo Codice Debitore Codice Debitore ABI CAB INDIRIZZO CAP Comune Provincia Codice Fiscale Importo Importo Data pagamento Descrizione Numero disposizione Tipo Bollettino Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica Tipologia del codice debitore, utilizzato come mezzo univoco di identificazione Codice identificativo del cliente Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della Filiale. Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Codice fiscale del debitore Importo totale della presentazione Data di pagamento della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. Breve descrizione identificativa della presentazione Numero di univoca identificazione della disposizione Tipologia del Mav: Accordi Banca cliente Standard MAV bancario Standard MAV postale 204

206 Nuova Disposizione Mav singolo Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova presentazione di portafoglio. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Mav Singolo. Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA STAMPA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Report errori Riapplica Diagnostico Tramite tale pulsante il MAV singolo viene inserita all interno di una distinta. Pulsante di accesso alle funzioni di stampa in formato.pdf e.html Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. 205

207 Banca Assuntrice Rapporto Ordinante Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale Tipo Codice Debitore Codice Debitore ABI CAB INDIRIZZO CAP Comune Provincia Codice Fiscale Importo Importo Data pagamento Descrizione Numero disposizione Tipo Bollettino Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica Tipologia del codice debitore, utilizzato come mezzo univoco di identificazione Codice identificativo del cliente Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della Filiale. Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Codice fiscale del debitore Importo totale della presentazione Data di pagamento della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. Breve descrizione identificativa della presentazione Numero di univoca identificazione della disposizione Tipologia identificativa del Mav: Accordi Banca cliente Standard MAV bancario Standard MAV postale 206

208 Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di Mav Nuova Disposizione Nuova Distinta MAV Provenienza: Dalla pagina Mav. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Mav. Dalla Pagina Nuova Disposizione - Mav Singolo selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. Descrizione dei campi: DISTINTA Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente 207

209 OPERAZIONI STAMPA Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo MAV alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo MAV singolo) Eliminare un MAV precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un MAV o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Accesso al menù di stampa Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Disposizioni non inserite nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. 208

210 STORIA STORIA Frame inferiore Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del MAV nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del Mav nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione All interno del frame inferiore sono elencati tutti i bonifici inseriti dall utenza all interno della distinta, comprensivi dei seguenti dati: Creazione, data Discriminatore Divisa Importo Totale Stato L utente può accedere ad ogni singola presentazione elencata tramite drill down. 209

211 11.3. RID Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina permette agli utenti di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni RID presentate o importate in Procedura. Ricordiamo che la procedura RID ORDINARIO è stata dismessa nel 2014 a seguito dell introduzione dello strumento paneuropeo SEPA DIRECT DEBITI (SDD) che lo ha sostituito. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Incassi e scorrere le voci apparse sino al bottone Rid. Selezionare il riquadro RID all interno della pagina New Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: RID Singolo Distinta RID Importazione Flusso CBI 210

212 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di Ri.ba contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 211

213 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 33 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di accredito della disposizione 33 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 212

214 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio di ogni singola presentazione Rid. Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Rid singola. Descrizione dei campi: OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di presentazioni Rid. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. 213

215 Banca Assuntrice Rapporto Tipo incasso Rid Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tipologia identificativa del Rid, a scelta fra: Rid commerciale Rid utenze Rid veloce Soggetto non residente Se tale casella viene spuntata si apre una nuova sezione contenente i campi ove inserire i riferimenti del soggetto non residente: Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale ABI CAB Tipo Codice Debitore Codice Debitore Indirizzo Cap Città Provincia Flag tipo debitore Importi Importo Divisa Data destinatario Valuta - Stato di residenza -> stato di residenza dell ordinante - Titolare del conto -> soggetto titolare del conto - Conto di accredito -> c/c di accredito della presentazione - Banca di accredito -> Istituto di accredito della disposizione - Stato di accredito -> Stato di accredito Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della filiale Tipologia del codice debitore, utilizzato come mezzo univoco di identificazione Codice identificativo del cliente Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore In tale campo è visualizzata la tipologia del debitore Importo totale della presentazione Codice della divisa dell operazione Data di scadenza della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. 214

216 Descrizione Breve descrizione identificativa della disposizione RID Data decorrenza Data dalla quale decorre la garanzia garanzia Data limite pagamento Data limite per il pagamento Nuova Disposizione Rid singola Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova presentazione Rid. Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Rid singola. OPERAZIONI DISTINTA 215 Descrizione dei campi: Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa da client Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di presentazioni Rid.

217 Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Tipo incasso Rid Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di addebito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Tipologia identificativa del Rid, a scelta fra: Rid commerciale Rid utenze Rid veloce Soggetto non residente Se tale casella viene spuntata si apre una nuova sezione contenente i campi ove inserire i riferimenti del soggetto non residente: Debitore Flag Salva contatto Ragione Sociale ABI CAB Tipo Codice Debitore Codice Debitore Indirizzo Cap Città Provincia Flag tipo debitore - Stato di residenza -> stato di residenza dell ordinante - Titolare del conto -> soggetto titolare del conto - Conto di accredito -> c/c di accredito della presentazione - Banca di accredito -> Istituto di accredito della disposizione - Stato di accredito -> Stato di accredito Tramite questo flag, è possibile salvare i dati relativi al debitore all interno della Rubrica Contatti Dati anagrafici del debitore, richiamabili dalla rubrica selezionando una delle voci nella tendina che appare sotto il campo durante la digitazione, oppure utilizzando l icona posta a lato che apre in modalità multi-finestra la Rubrica Codice ABI dell Istituto Codice di Avviamento Bancario della filiale Tipologia del codice debitore, utilizzato come mezzo univoco di identificazione Codice identificativo del cliente Indirizzo civico del debitore Codice di avviamento postale del comune ove risiede il soggetto debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore In tale campo è visualizzata la tipologia del debitore 216

218 Importi Importo Divisa Data destinatario Descrizione Data garanzia Valuta decorrenza Importo totale della presentazione Codice della divisa dell operazione Data di scadenza della presentazione, selezionabile all interno di un utile calendario richiamabile tramite apposita icona di servizio. Breve descrizione identificativa della disposizione RID Data dalla quale decorre la garanzia Data limite pagamento Data limite per il pagamento Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di Rid Nuova Disposizione Distinta Rid Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta Rid. Dalla Pagina Nuova Disposizione Rid singola selezionare la voce Distinta presente nel frame superiore. Descrizione dei campi: 217

219 DISTINTA OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo RID alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo RID singolo) Eliminare un RID precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un RID o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice ABI Mittente CAB Codice Fiscale Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice SIA dell ordinante, richiamabile dalla rubrica tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Dati identificativi dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili all interno della Rubrica tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Codice ABI della Banca Mittente (Banca Attiva) CAB della Banca Mittente Codice fiscale/partita IVA del mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta Codice della divisa dell operazione. Numero di Deleghe contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. Disposizioni non inserite nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. 218

220 STORIA STORIA Frame inferiore Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del RID nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del Mav nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione All interno del frame inferiore sono elencati tutti i bonifici inseriti dall utenza all interno della distinta, comprensivi dei seguenti dati: Creazione, data Discriminatore Divisa Importo Totale Stato L utente può accedere ad ogni singola presentazione elencata tramite drill down. 219

221 11.4. SEPA DIRECT DEBIT Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina permette agli utenti di visualizzare la movimentazione relativa alle disposizioni di SDD presentate o importate in Procedura. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Incassi e scorrere le voci apparse sino al bottone SDD. Selezionare il riquadro SDD all interno della pagina New ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: SDD Singolo Distinta SDD Importazione Flusso CBI 220

222 OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Modifica Flusso CBI Importato -> consente di rendere modificabile il flusso CBI importato Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne STAMPA Pulsante di accesso al menù di stampa (rif.capitolo 11) Periodo Riferimento Data Creazione Ora Creazione Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato dei campi. Data di creazione/importazione della disposizione Orario di creazione della disposizione Codice SIA Ordinante Codice SIA dell Azienda ordinante Numero Disposizioni Importo Divisa Numero di SDD contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 221

223 Stato Discriminatore Beneficiario Rapporto Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 34 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stadio bozza per eventuali modifiche. Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI Ragione sociale del beneficiario Coordinate IBAN del Rapporto di accredito della disposizione 34 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 222

224 Dettaglio disposizione Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio di ogni singola presentazione SDD. Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la disposizione SDD da esplorare accedendovi tramite la funzione di drill-down (doppio clic con il puntatore) 223

225 224

226 OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di presentazioni Rid. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Addebito Commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Codice Fiscale Identificativo proprietario Tipo sequenza di incasso Finalità dell incasso Data scadenza richiesta dal mittente Beneficiario Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Codice Fiscale dell ordinante Codice CUC del soggetto Mittente Tipo sequenza/frequenza dell'incasso Identifica le causali di alto livello dell'istruzione, basate su un set predefinito di categorie Data richiesta dal mittente per la raccolta di fondi presso il debitore. Coincide con la data alla quale il conto del debitore deve essere addebitato. Ragione sociale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore 225

227 Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Emittente ID Importo Istruzioni Creditore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Informazioni Mandato su Da avvalorare in base al tipo identificativo (Codice SIA o codice CUC) Importo della presentazione SDD Ulteriori informazioni sulle modalità di processamento del pagamento bilateralmente concordate tra banca e cliente Ragione sociale del Creditore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Creditore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Identificativo Mandato Identificativo assegnato al mandato sottoscritto dal debitore. Data sottoscrizione Identificativo schema creditore Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Data di sottoscrizione del mandato Ragione sociale del Creditore Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Per presentaz su banca attiva il tipo identif può essere solo identif proprietario E nel campo EMITT ID deve essere valorizzato come SEPA Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico 226

228 Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo 35 Codice Identificativo Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Emittente ID Data sottoscrizione Indicatore rettifica/variazione Mandato Debitore Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo IBAN BIC Debitore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico di Deve essere valorizzato a SEPA Data alla quale il debitore ha sottoscritto il mandato Casella da spuntare qualora siano intervenute modifiche nel mandato originario. Cliccando su tale casella, si apre una sezione sottostante ove riportare i dati del mandato originario, del tutto simile ai dati indicati per il mandato in essere Ragione sociale del Debitore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code)- Obbligatorio per l estero. Da compilare se valorizzati gli altri dati dell indirizzo Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Coordinate di addebito del debitore BIC del debitore - Obbligatorio per l estero Ragione sociale del Debitore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico 35 Tipo identificativo/codice Identificativo/Emittente ID -> unico tipo identificativo obbligatorio 227

229 Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Obbligatorio per l estero Da compilare se valorizzati gli altri dati dell indirizzo Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Comunicazioni valutarie Tipo Comunicazioni Non strutturate Strutturate Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo In base all indicazione della tipologia di comunicazione valutaria da effettuare, la maschera si compone dinamicamente di un set di tendine atte a guidare nell eventuale scelta della cvs Informazioni di riconciliazione in modalità non strutturata Informazioni di riconciliazione Strutturate (es. riferimenti a documenti commerciali). E ammessa un'unica occorrenza, per 140 caratteri totali. Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da generare in base alla scelta sovrastante 228

230 Nuova Disposizione SDD Core Descrizione: Tale pagina consente di inserire tramite data entry una nuova disposizione SDD Core Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone SDD Core. 229

231 230

232 OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di presentazioni Rid. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Addebito Commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Codice Fiscale Identificativo proprietario Tipo sequenza di incasso Finalità dell incasso Data scadenza richiesta dal mittente Beneficiario Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Codice Fiscale dell ordinante Codice CUC del soggetto Mittente Tipo sequenza/frequenza dell'incasso Identifica le causali di alto livello dell'istruzione, basate su un set predefinito di categorie Data richiesta dal mittente per la raccolta di fondi presso il debitore. Coincide con la data alla quale il conto del debitore deve essere addebitato. Ragione sociale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore 231

233 Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Emittente ID Importo Istruzioni Creditore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Informazioni Mandato su Da avvalorare in base al tipo identificativo (Codice SIA o codice CUC) Importo della presentazione SDD Ulteriori informazioni sulle modalità di processamento del pagamento bilateralmente concordate tra banca e cliente Ragione sociale del Creditore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Creditore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Identificativo Mandato Identificativo assegnato al mandato sottoscritto dal debitore. Data sottoscrizione Identificativo schema creditore Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Data di sottoscrizione del mandato Ragione sociale del Creditore Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Per presentaz su banca attiva il tipo identif può essere solo identif proprietario E nel campo EMITT ID deve essere valorizzato come SEPA Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico 232

234 Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo 36 Codice Identificativo Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Emittente ID Data sottoscrizione Indicatore rettifica/variazione Mandato Debitore Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo IBAN BIC Debitore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico di Deve essere valorizzato a SEPA Data alla quale il debitore ha sottoscritto il mandato Casella da spuntare qualora siano intervenute modifiche nel mandato originario. Cliccando su tale casella, si apre una sezione sottostante ove riportare i dati del mandato originario, del tutto simile ai dati indicati per il mandato in essere Ragione sociale del Debitore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code)- Obbligatorio per l estero. Da compilare se valorizzati gli altri dati dell indirizzo Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Coordinate di addebito del debitore BIC del debitore - Obbligatorio per l estero Ragione sociale del Debitore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico 36 Tipo identificativo/codice Identificativo/Emittente ID -> unico tipo identificativo obbligatorio 233

235 Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Obbligatorio per l estero Da compilare se valorizzati gli altri dati dell indirizzo Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Comunicazioni valutarie Tipo Comunicazioni Non strutturate Strutturate In base all indicazione della tipologia di comunicazione valutaria da effettuare, la maschera si compone dinamicamente di un set di tendine atte a guidare nell eventuale scelta della cvs Informazioni di riconciliazione in modalità non strutturata Informazioni di riconciliazione Strutturate (es. riferimenti a documenti commerciali). E ammessa un'unica occorrenza, per 140 caratteri totali. 234

236 Nuova Disposizione SDD B2B Descrizione: Tale pagina consente di inserire tramite data entry una nuova disposizione SDD B2B Provenienza: Dalla pagina Elenco distinte/disposizioni. selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone SDD B2B. 235

237 236

238 OPERAZIONI DISTINTA Ordinante Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Grazie a tale menù, presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Copia Elimina Stampa Pulsante d accesso alla schermata d inserimento di una nuova distinta di presentazioni Rid. Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Addebito Commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Codice Fiscale Identificativo proprietario Tipo sequenza di incasso Finalità dell incasso Data scadenza richiesta dal mittente Beneficiario Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Codice Fiscale dell ordinante Codice CUC del soggetto Mittente Tipo sequenza/frequenza dell'incasso Identifica le causali di alto livello dell'istruzione, basate su un set predefinito di categorie Data richiesta dal mittente per la raccolta di fondi presso il debitore. Coincide con la data alla quale il conto del debitore deve essere addebitato. Ragione sociale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore 237

239 Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Importo Istruzioni Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Importo della presentazione SDD Ulteriori informazioni sulle modalità di processamento del pagamento bilateralmente concordate tra banca e cliente Creditore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Informazioni Mandato su Ragione sociale del Creditore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Creditore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Identificativo Mandato Identificativo assegnato al mandato sottoscritto dal debitore. Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Ragione sociale del Creditore Identifica la natura dell'indirizzo del Creditore Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Data sottoscrizione Data alla quale il debitore ha sottoscritto il mandato 238

240 Emittente ID Indicatore rettifica/variazione Mandato Debitore Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo IBAN BIC Debitore Effettivo Nome Tipo indirizzo Linea indirizzo Via/Piazza Numero Civico Codice Postale Città Provincia Stato Tipo identificativo Codice Identificativo Comunicazioni valutarie Tipo di Casella da spuntare qualora siano intervenute modifiche nel mandato originario. Cliccando su tale casella, si apre una sezione sottostante ove riportare i dati del mandato originario, del tutto simile ai dati indicati per il mandato in essere Ragione sociale del Debitore Identifica la natura dell'indirizzo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Debitore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante Coordinate di addebito del debitore BIC del debitore Ragione sociale del Debitore Effettivo Identifica la natura dell'indirizzo del Debitore Effettivo Le informazioni che individuano ed identificano un indirizzo specifico, come definito dai servizi postali (Es. Direzione Generale/Ufficio Amministrativo). Nome della via o piazza Numero Civico Codice di avviamento Postale del Creditore Città/comune di residenza del debitore Provincia di residenza del debitore Country Code di identificazione dello Stato di residenza (come definito nello standard ISO 3166, Alpha-2 code) Identificativo univoco di una organizzazione o di una persona Codice Identificativo, da popolare in base alla scelta sovrastante In base all indicazione della tipologia di comunicazione valutaria da effettuare, la maschera si compone dinamicamente di un set di tendine atte a guidare nell eventuale scelta della cvs 239

241 Comunicazioni Non strutturate Strutturate Informazioni di riconciliazione in modalità non strutturata Informazioni di riconciliazione Strutturate (es. riferimenti a documenti commerciali). E ammessa un'unica occorrenza, per 140 caratteri totali Nuova Disposizione Distinta SDD 240

242 CORE Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di SDD Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta SDD CORE. DISTINTA OPERAZIONI Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo RID alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo RID singolo) Eliminare un RID precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un RID o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. 241

243 Banca Assuntrice Rapporto Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Addebito Commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Codice Fiscale Identificativo proprietario Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice Fiscale dell ordinante Codice CUC del soggetto Mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta SDD Codice della divisa dell operazione. Numero di SDD contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. SDD non inseriti nella distinta. Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del SDD nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione 242

244 Frame inferiore All interno del frame inferiore sono elencati tutti i SDD inseriti dall utenza all interno della distinta, comprensivi dei seguenti dati: Creazione, data Discriminatore Divisa Importo Totale Stato L utente può accedere ad ogni singola presentazione elencata tramite drill down. Descrizione: Tale pagina consente di creare ed inoltrare una nuova distinta di SDD B2B Nuova Disposizione Distinta SDD B2B Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Distinta SDD B2B. DISTINTA Grazie a tale campo, presente nel frame superiore, è possibile copiare o eliminare la distinta. Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente 243

245 OPERAZIONI Grazie a tale pulsante è possibile: Aggiungere un nuovo SDD alla distinta ( in questo caso viene richiamata la maschera d inserimento di un nuovo SDD singolo) Eliminare un SDD precedentemente inserito (in stato Bozza ); Copiare un SDD o un intera distinta; Accedere alla maschera di reportistica degli errori Riapplicare il diagnostico per verificare la persistenza degli errori Tale campo diviene visibile ed utilizzabile solamente previa salvataggio dei dati del mittente STAMPA Accesso al menù di stampa (rif. capitolo 10) Mittente Codice SIA ordinante Denominazione Ordinante Banca Assuntrice Rapporto Codice SIA dell ordinante, richiamabile tramite apposito bottone di servizio posto a lato del campo. Denominazione dell ordinante. Codice ABI della Banca assuntrice. Una volta selezionato il codice SIA dell azienda, è possibile richiamare l ABI della Banca assuntrice fra quelli disponibili tramite apposito bottone di link posto a lato del campo. Rapporto di accredito dell operazione. Inserito l ABI, il prodotto Core Banking richiama tutti i rapporti agganciati all azienda presenti nell Istituto indicato; l utente può selezionare il rapporto desiderato fra quelli disponibili, utilizzando l apposita icona di servizio posta a lato del campo. Addebito Commissioni Rapporto di addebito delle commissioni Codice Fiscale Identificativo proprietario Stato Stato Nome Supporto Importo Divisa Numero Disposizioni Contatori Disposizioni elaborazione Disposizioni eseguite Disposizioni eseguite in non Codice Fiscale dell ordinante Codice CUC del soggetto Mittente Stato della distinta. Campo di libera composizione da parte dell azienda mittente; deve essere univoco nell ambito della data creazione e a parità di mittente e ricevente. Importo totale della distinta SDD Codice della divisa dell operazione. Numero di SDD contenuti all interno della distinta Disposizioni in elaborazione: conclusa l elaborazione la disposizione passerà in uno fra gli stati di seguito descritti Disposizioni inserite correttamente nella distinta. SDD non inseriti nella distinta. 244

246 Disposizioni in errore Disposizioni errate, occorre verificare di avere inserito correttamente tutti i dati richiesti. STORIA Frame inferiore Tale campo mostra gli step del processo autorizzativo che la disposizione ha eseguito. Le informazioni disponibili in tale sezione sono: Operazione -> step dell iter autorizzativo evaso dalla disposizione Codice utente -> Utente che ha autorizzato l avanzamento del SDD nel processo. Data creazione - Ora Creazione -> riferimenti temporali circa la creazione della disposizione Stato -> stato in cui si trova la disposizione All interno del frame inferiore sono elencati tutti i SDD inseriti dall utenza all interno della distinta, comprensivi dei seguenti dati: Creazione, data Discriminatore Divisa Importo Totale Stato L utente può accedere ad ogni singola presentazione elencata tramite drill down. 245

247 11.5. CASTELLETTO Castelletto Descrizione: Tale pagina consente di eseguire inquiry sulla situazione del Castelletto di portafoglio. Provenienza: Dall Home Page, selezionare il menù, posizionarsi con il cursore sopra la voce Incassi dopodiché cliccare sul bottone Castelletto. Dalla pagina New selezionare l acceleratore Castelletto Inquiry Rischio diretto Eseguendo l accesso alla sezione, l utente atterra sulla seguente pagina preliminare ove determinare il codice SIA, il rapporto di portafoglio e la categoria su cui effettuare l inquiry del rischio diretto. Selezionando i filtri desiderati e cliccando sulla freccia verde posta a lato dei campi, verranno richiamati i dettagli del rischio diretto. 246

248 Descrizione dei campi: OPERAZIONI STAMPA Azienda Rapporto Forma tecnica Codice Azienda Data ultima pres. Utilizzo Globale Pres.Non Lavorate Grazie a tale menù presente nel frame superiore della pagina, è possibile eseguire le seguenti operazioni: Visualizzazione rischio diretto Visualizzazione rischio indiretto Tramite il seguente pulsante è possibile eseguire la stampa HTML. Codice SIA della azienda. Coordinate IBAN del rapporto. Forma tecnica del rapporto. Codice SIA dell azienda. Data ultima presentazione di portafoglio. Utilizzo Globale Presentazioni non lavorate Inquiry Rischio indiretto Utilizzando il menù OPERAZIONI, è possibile accedere alla funzione di consultazione del rischio indiretto: anche tale sezione prevede due step; nel primo step l utente deve selezionare i dati rispetto ai quali lanciare l inquiry Selezionati i filtri, occorre cliccare la freccia posta a lato dei campi, in modo da visionare i dettagli come da immagine seguente. 247

249 11.6. RENDICONTAZIONE DI PORTAFOGLIO Elenco Movimenti Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare la movimentazione relativa ai rapporti di portafoglio disponibili all utenza. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Incassi dopodiché cliccare sul bottone Rendicontazione di Portafoglio. Dalla pagina New selezionare il riquadro Rendicontazione di Portafoglio Descrizione dei campi: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA Azienda Abi Rapporto La voce apri presente all interno di tale menù, consente di aprire il dettaglio di ogni singola movimentazione Accesso alla maschera di ricerca avanzata (dalla ricerca avanzata di tale sezione, è possibile eseguire esportazioni massive di flussi CBI, rif capito 9 - Importazione ed esportazione flussi CBI) Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di selezione delle aziende disponibili Campo di indicazione dell ABI del rapporto, ricavabile dalla base dati dell applicazione tramite apposito bottone di servizio. In questo campo occorre impostare il rapporto relativamente al quale si desidera eseguire l inquiry; è possibile accedere ai rapporti disponibili 37 tramite apposita icona posta a lato del campo 248

250 Periodo riferimento Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti accanto a tali campi. DATA CONTABILE Data contabile dell operazione DATA VALUTA Data valuta dell operazione COD. SIA Codice SIA dell azienda selezionata DARE Movimento che ha generato un uscita di denaro AVERE Movimento che ha generato un entrata di denaro DIVISA Codice della divisa del movimento DESCRIZIONE Non popolata RAPPORTO Rapporto di portafoglio Saldo contabile finale Saldo contabile alla data Dettaglio singolo movimento Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile esaminare il dettaglio del movimento desiderato Provenienza: Dalla pagina Elenco Movimenti spuntare la casella in corrispondenza della disposizione desiderata, selezionare il pulsante Operazioni posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Movimenti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti al movimento. Descrizione dei campi: 249

251 RAPPORTO CODICE AZIENDA DATA CONTABILE DATA VALUTA IMPORTO CAUSALE INTERNA / ABI DESCRIZIONE Codice del Rapporto interessato dalla disposizione Codice dell azienda (SIA reale o ID utente) Data contabile dell operazione Data valuta della disposizione Importo dell operazione Categoria del rapporto di portafoglio Non popolata RIFERIMENTO BANCA Codice identificativo dell operazione RIFERIMENTO CLIENTE INFO MOVIMENTO Ulteriori informazioni in merito al movimento esaminato 250

252 12. DISPOSITIVA GENERICA DISPOSITIVA GENERICA Elenco Distinte / Disposizioni Descrizione: Tale pagina racchiude in un unica sezione l area pagamenti e le disposizioni Ri.Ba, permettendo all utente di visualizzare tutte le disposizioni presentate o importate tramite flusso. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la voce Servizi e quindi il bottone Dispositiva Generica. Descrizione dei campi: ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Elenco presentazioni Elenco esiti Importati Da autorizzare Da inviare 251

253 NUOVA DISPOSIZIONE Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di una nuova disposizione, a scelta fra: OPERAZIONI RICERCA PERSONALIZZA STAMPA Periodo riferimento Creazione, data Codice Azienda Numero disposizioni Importo totale Divisa Distinta Stipendi Importazione Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Apri -> consente di aprire una disposizione ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato essa si trovi Copia -> permette di copiare una disposizione in stato Bozza Elimina -> consente di eliminare una disposizione in stato Bozza Unisci distinte -> consente di accorpare le distinte in stato Bozza all interno di un'unica distinta Separa dalla distinta-> consente di separare le singole disposizioni dalla distinta di appartenenza Esporta Flussi CBI Ricevuti -> consente di esportare in locale flussi di esiti/quietanze o movimentazioni Qualora la disposizione inserita non presenti errori, appaiono a video i pulsanti utili a far avanzare la stessa all interno del processo autorizzativo, in relazione al ruolo che l utente ricopre in tale iter: - Autorizza -> permette di autorizzare la disposizione - Autorizza e invia -> la disposizione viene autorizzata ed inviata - Invia-> la disposizione precedentemente autorizzata viene inviata - Rigetta -> regredisce la disposizione dallo stato autorizzato a bozza Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Pulsante di accesso al menù di stampa Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato. Data di creazione/importazione della disposizione Codice SIA dell azienda che ha emesso il bonifico o la distinta Numero di bonifici contenuti all interno della disposizione. Importo totale della disposizione/distinta Codice della divisa dell operazione 252

254 Stato Rapporto Discriminatore Stato della disposizione: Bozza -> primo stadio della disposizione, nel quale la stessa è ancora modificabile in tutte le sue parti Autorizzato 38 -> disposizione autorizzata, pronta per essere inviata o rigettata allo stato bozza per eventuali modifiche Inviato-> disposizione inoltrata al sistema informativo. Importato -> disposizione importata ma non modificabile Importato Modificabile -> disposizione importata e resa modificabile tramite il comando Modifica Flusso CBI Importato Ricevuto da Banca Proponente -> la disposizione ha ricevuto la cosiddetta CN (conferma applicativa) ed è stata presa in carico dalla Banca Proponente Spedito a Banca Ordinante -> la disposizione è stata spedita alla Banca assuntrice ; se la Banca Proponente e la Banca Ordinante coincidono, lo stato indica che la disposizione è stata trasmessa al legacy di elaborazione Eseguito -> Disposizione Esitata Rapporto di addebito della disposizione Indica la tipologia della disposizione: Presentazione -> disposizione presentata dall utente Importazione -> disposizione importata tramite flusso Esito -> esito della disposizione ritornato dal canale CBI 38 Qualora il processo autorizzativo del servizio preveda una doppia autorizzazione, tale campo si dividerà in Prima autorizzazione e Seconda autorizzazione. 253

255 13. IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE FLUSSI CBI IMPORTAZIONE FLUSSI CBI Ciascuna delle funzioni dispositive di Core Banking presenta la possibilità di importare da disco locale files in rigoroso tracciato standard CBI. L accesso alla maschera di importazione (comune per tutti i servizi) è sempre garantito dal menù Nuova disposizione, che sovrasta la griglia di elenco Importazione senza forzature Descrizione: Tale pagina consente di importare distinte o disposizioni senza applicare forzature ai dati contenuti nel flusso. Provenienza: Dalla pagina Elenco Distinte/Disposizioni selezionare la voce Nuova disposizione presente nel frame superiore e scorrere le voci apparse sino al bottone Importazione. Figura - Bonifico Italia Generico Importazione Descrizione dei campi: Sfoglia Import Modifica Flusso CBI Importato Reset Nuova Import Pulsante di accesso al disco locale, al fine di selezionare il file che si desidera importare in ambiente Core Banking. Pulsante che permette l importazione del flusso in procedura. Tale campo diviene visibile solo dopo aver selezionato nel disco locale il file che si desidera importare Pulsante di accesso alla maschera di applicazione di forzature al flusso Tale campo diviene visibile solo dopo aver selezionato nel disco locale il file che si desidera importare Pulsante che elimina il file selezionato prima dell importazione in procedura Tale campo diviene visibile solo dopo aver selezionato nel disco locale il file che si desidera importare Pulsante d accesso ad una nuova importazione. Tale campo diviene visibile a video solo dopo aver ultimato un processo di importazione 254

256 Riepilogo Frame inferiore Pulsante d accesso alla videata Elenco disposizioni/distinte con attivazione automatica del filtro di visualizzazione delle sole disposizioni importate Tale campo diviene visibile a video solo dopo aver ultimato un processo di importazione All interno dei tale sezione sono elencati i dati fondamentali del file importato/da importare: Elimina -> come il bottone di reset, tale pulsante permette di eliminare il file selezionato prima dell importazione in procedura Nome file -> nominativo del file importato Dimensione -> dimensione del file importato Load -> Icona che mostra lo stato dell importazione file selezionato dal disco locale, ancora da importare importazione ultimata Elab -> pulsante che mostra l esito di tale importazione, evidenziando eventuali errori intervenuti in tale elaborazione Elaborazione non avvenuta, disposizione non ancora importata Elaborazione corretta, nessuna presenza di errori L elaborazione ha prodotto una segnalazione di errore Importazione con applicazione di forzature 39 Descrizione: Tale maschera consente di importare distinte o disposizioni senza applicare forzature ai dati contenuti nel flusso. Provenienza: Selezionato il file da importare da disco locale, cliccare sul pulsante Modifica Flusso CBI Importato al fine di aprire la maschera di lavorazione che ora andremo ad esaminare 39 L applicazione di forzature, esclude il controllo formale sul relativo campo del tracciato CBI: per esempio, forzando il rapporto di addebito/accredito, non verrà verificata la validità formale sul tracciato originario in importazione 255

257 SIA Mittente SIA Ordinante Descrizione dei campi contenuti in maschera Forzature Codici SIA Genera nome supporto nuovo Codice ABI Tale casella, se spuntata, consente di forzare il codice SIA presente sul flusso in importazione, impostando quello associato all azienda che sta operando la forzatura. Tale pulsante consente di effettuare la forzature sul SIA ordinante, selezionando il nuovo codice da impostarvi. Nel caso si renda necessario importare un flusso precedentemente già importato, spuntando tale casella viene bypassato il controllo sul nome supporto già esistente, consentendone la relativa importazione Forzatura del codice ABI dell ordinante Data creazione Flusso Campo che consente di forzare una nuova data creazione Azienda/Istituto/Rappo rto Data Valuta Codice Ordinante Fiscale Questa triade di tendine in realtà serve esclusivamente per forzare il rapporto di addebito/accredito dell ordinante Campo che consente di forzare la valuta della disposizione, impostandone una valida Forzatura del codice Fiscale dell ordinante Descrizione Ordinante Forzatura della descrizione dell ordinante Data esecuzione Campo che consente di forzare la data esecuzione della disposizione, impostandone una valida 256

258 13.2. ESPORTAZIONE FLUSSI CBI L Esportazione dei flussi CBI può avvenire utilizzando tre distinte metodologie: Lanciando il comando di esportazione dalla sezione Servizi - Export Flussi CBI, ove ogni riga della griglia esposta a video corrisponde ad un flusso informativo pervenuto alla piattaforma. Agendo direttamente nelle sezioni proprietarie (Movimenti di C/C, Rendicontazioni Dossier Titoli, Bonifici Italia Esiti, etc..) ove è possibile richiamare dal menù Operazioni la voce Esporta Flussi CBI ricevuti Per la funzione di Rendicontazione Movimenti di C/C, è possibile lanciare l esportazione direttamente dal menù di ricerca avanzata Sezione Export Flussi CBI Descrizione: Tale pagina raccoglie tutti i flussi informativi pervenuti alla postazione dell azienda, consentendone la relativa esportazione, singolo a massiva Provenienza: Selezionare dal menù la voce Servizi e scegliere la voce Export Flussi CBI. ELENCO Tale menù consente di filtrare le disposizioni effettuate/importate, con le seguenti possibilità di differenziazione: Flussi Esportati Flussi Non Esportati Tutti i Flussi 257

259 OPERAZIONI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni: Esporta files.zip -> Esporta i flussi ricevuti creando tanti files.zippati quanti sono i flussi selezionati Esporta files.zip in un solo file -> Esporta i files selezionati creando un unico file di testo, compresso in.zip Esporta flussi CBI ricevuti -> Esporta i flussi ricevuti creando tanti files di testo quanti sono i flussi selezionati Setta a esportato -> comando che consente di settare lo stato dei flussi selezionati a esportato Setta a non esportato -> comando che consente di settare lo stato dei flussi selezionati a non esportato Preview file -> Preview del flussi in tracciato standard CBI RICERCA Azienda Istituto Periodo riferimento Data ricezione Data creazione Codice Sia Codice ABI Codice Servizio Accesso alla maschera di ricerca avanzata, ove è possibile ricercare i flussi informativi impostando numerosi filtri. Codice SIA dell azienda selezionata Codice ABI dell Istituto selezionato, rispetto al quale si stanno visionando i flussi informativi ricevuti Tramite questi due campi è possibile impostare il range temporale desiderato per l inquiry. Un utile calendario è richiamabile tramite i bottoni di servizio posti a lato. Data di ricezione dei flusso Data di creazione del flusso Codice SIA del ricevente Codice ABI della Banca rispetto la quale stiamo visionando i flussi rendicontati Codice del Servizio rendicontato 258

260 Tipo Record Tipo record nella codifica Standard CBI RH - Rendicontazione saldi e movimenti di c/c RP - Rendicontazione di portafoglio RA - Rendicontazione conti anticipi EC - Estratto conto periodico EP - Esito di pagamento AV - Avvisatura effetti BB - Bollettino bancario SL - Struttura libera da Banca a cliente DT - Dossier titoli IB - Esiti Ri.Ba IM - Esiti M.AV IR - Esiti R:I:D CN - Conferma ricezione A4 - Accettazione/Rifiuti Deleghe F24 Q4 - Quietanza Deleghe F24 AL - Esito allineamento Elettronico Archivi R.I.D Tipo Flusso Stato Data esportazione Disponibile Indica lo stato Ricevuto del flusso Indica se il flusso si trova in stato Esportato Non esportato Data in cui è avvenuta l esportazione del flusso Indica se il flusso è Disponibile -> disponibile all esportazione (standard) NON Disponibile -> non esportabile (rarissimo) 259

261 Export flussi dispositivi importati e inviati La funzionalità Export flussi CBI è stata ampliata con i flussi importati da client e inviati dal cliente, che possono così essere visualizzati o esportati analogamente ai flussi informativi. Per ogni tipologia (ricevuti, importati, inviati) è inoltre possibile filtrare ulteriormente tra quelli esportati e non esportati. Analoga funzionalità è disponibile anche alle utenze di Help Desk. 260

262 Ogni flusso (importato, inviato, ricevuto) può essere esportato o visualizzato: I flussi importati e inviati disponibili da export flussi possono anche essere esportati direttamente dall applicazione specifica a cui si riferiscono. Nell esempio sotto viene riportato il caso dell applicazione Bonifici esteri da cui è possibile esportare eventuali flussi di bonifico importati/inviati. 261

263 262

264 Esportazione Flussi CBI da sezione proprietaria Descrizione: ogni sezione informativa e dispositiva prevede un apposito comando dedicato all esportazione dei flussi informativi: nelle sezioni dispositive, esiste apposito elenco che consente la visione dei soli esiti pervenuti, ove è possibile lanciare il comando di esportazione, mentre nelle sezioni informative, selezionando anche un solo movimento contabile, viene esportata tutta la giornata rendicontata all interno della quale è contenuto tale movimento. Provenienza: Selezionare il flusso informativo che si desidera esportare e scegliere il comando Esporta flusso CBI dal menù Operazioni. Occorre ricordare che nelle sezioni dispositive è necessario precedere tale operazione con il filtro Elenco Esiti selezionabile dal menù Elenco Nell esempio sopra riportato, sono state selezionate in griglia alcune operazioni contabili, ed è stato catturato il momento in cui viene impartito il comando di esportazione dal menù Operazioni Al fine di esportare gli esiti delle disposizioni agendo direttamente nella sezione proprietaria, occorre selezionare il menù Elenchi ed attivare la voce Elenco Esiti ; in tal modo si accederà alla vista dei soli flussi di esito, con la possibilità di selezionarli ed esportarli in locale impartendo il comando dal menù Operazioni 263

265 Movimenti di C/C - Esportazione dei flussi informativi dalla ricerca avanzata Descrizione: per la funzione di rendicontazione C/C, è previsto un veloce metodo di esportazione dei flussi di rendicontazione CBI: in tale maschera è sufficiente impostare pochi criteri di filtro (data contabile iniziale e finale, rapporti da esportare) e lanciare i due comandi disponibili di esportazione: Esporta in file unico raccoglie tutte le giornate contabili e tutti i rapporti in un unico file di testo, mentre Esporta compone un file secondo i criteri appena esposti. Provenienza: nella sezione Movimenti di C/C lanciare il comando Ricerca posto nella barra dei menù che sovrasta la griglia movimenti Ricerche Salvate Criteri di Ricerca Servizio Grazie a tale sezione è possibile salvare criteri di ricerca, al fine di richiamarli in un secondo momento. Impostando nella sezione sottostante i criteri desiderati, è sufficiente attribuire un nome a tale ricerca e selezionare il bottone di salvataggio. Tendina che consente di filtrare fra: Movimenti di C/C Italia Movimenti di conto estero Azienda Istituto Rapporto Divisa Codice SIA dell Azienda rispetto la quale desideriamo filtrare i flussi informativi Codice ABI dell Istituto selezionato, rispetto al quale si stanno visionando i flussi informativi ricevuti Coordinate IBAN del rapporto, appartenente all Azienda selezionata ed attestato sull ABI impostato Codice della divisa del rapporto Data contabile (da/a) Range temporale contabile rispetto al quale si desidera visionare/esportare i movimenti 264

266 Data Valuta (da/a) Importo Causale Descrizione Range temporale di data valuta banca rispetto il quale si desidera visionare la movimentazione; tale campo NON è utilizzabile come filtro per l esportazione Il criterio di ricerca per importo è formato da tre caselle; nella prima casella si imposta facoltativamente se l importo ricercato deve esser uguale maggiore minore della cifra che viene inserita nella seconda casella. L ultima casella invece identifica il segno del movimento contabile. Ricerca del movimento selezionando specifiche causali ABI (non influente per l esportazione) Ricerca del movimento per descrizione ESPORTA IN FILE UNICO Comando che consente di accorpare tutti i flussi di rendicontazione CBI da estrarre all interno di un unico file ESPORTA CERCA RESET CHIUDI Comando che esporta i flussi di rendicontazione singolarmente, creando perciò un file di testo per giornata contabile e per rapporto. Pulsante che lancia la ricerca secondo i criteri impostati Pulsante che riporta a blank tutti i criteri di ricerca Chiusura della ricerca avanzata 265

267 14. STAMPE FORMATI DI STAMPA Ogni Sezione informativa e dispositiva di Co.Re Banking prevede un apposita voce di menù, presente nella barra superiore, che garantisce l accesso alle funzioni di stampa. Al fine di lanciare le funzioni di stampa, occorre in primis ricercare le informazioni da includere nel documento, impostando debitamente il range temporale da analizzare in modo da comporre la stampa con le disposizioni/movimenti desiderati Stampa.html Il formato.html consente di stampare la pagina esposta a video rispettando i criteri di ricerca selezionati nell apposita barra sovrastante o nella maschera di ricerca avanzata E importante ricordare che per tale formato le impostazioni di stampa, quali la dimensione dei caratteri o l orientamento del foglio, vengono dettate dalle impostazioni del browser internet Stampa.xls Lanciando la stampa.xls, viene creato un file excel che può essere stampato, salvato e lavorato con i classici comandi dello strumento Office. 266

268 Stampa.pdf Grazie a tale comando, è possibile creare un file.pdf contenente le informazioni desiderate, stampabile e salvabile con i comandi garantiti dallo strumento 267

269 Stampa operazioni selezionate Nelle pagine di elenco delle operazioni dispositive eseguite, è disponibile un ulteriore sottomenù di stampa, denominato stampa operazioni selezionate. Lanciando tale comando, senza accedere al dettaglio della disposizione, ne vengono richiamati per intero i dati, e viene composto con gli stessi un.pdf esportabile e stampabile 268

270 Funzioni di stampa all interno delle distinte di pagamento/incasso Le distinte di pagamento/incasso prevedono ulteriori funzioni di stampa: è possibile, infatti, attivare le seguenti possibilità: Stampa operazioni con dettagli sintetici: lanciando questo comando è possibile stampare l intera distinta le cui disposizioni vengono esplose in sintetici dettagli che andranno a comporre il.pdf. Stampa dettagli selezionati Forma completa: questo comando è lanciabile solamente previa selezione a fondo pagina delle singole operazioni da stampare; la forma completa attiva la stampa dell intero dettaglio dell operazione selezionata. Stampa dettagli selezionati Forma sintetica: questo comando è lanciabile solamente previa selezione a fondo pagina delle operazioni da stampare; la forma sintetica ne attiva la stampa solamente per quanto concerne i minimali ma esaustivi dettaglio. Ecco un esempio di stampa operazione con dettagli sintetici: 269

271 Focus su funzionalità di stampa Si riportano nel seguito i dettagli di alcune funzionalità di stampa attualmente disponibili Stampa di una singola disposizione contenuta all interno della distinta E possibile selezionare una singola disposizione contenuta all interno di una distinta e stamparne i dati di dettaglio 270

272 La suddetta stampa può essere eseguita in contemporanea alla selezione di n elementi del grid: la selezione di disposizioni singole (anche se contenute in una distinta) produrrà il dettaglio dei rispettivi dati, selezionando invece una distinta verrà composta una stampa contenente la testata della stessa, integrata da una griglia espositiva delle rispettive disposizioni contenute al suo interno, come da immagine sotto allegata 271

273 Stampa sintetica contenente i dati salienti della disposizione La funzione, disponibile solo per le funzioni di Bonifici Italia, Stipendi, Bonifico Estero e Pagamenti Avvisi, consente di stampare un.pdf contenente i dati salienti delle disposizioni contenute in elenco. A differenza della funzione di stampa PDF, che riporta in stampa tutte le colonne che sono state impostate a video dall utente (utilizzando la funzione personalizzazione colonne), la modalità di stampa sintetica riporta i dati più importanti senza possibilità di personalizzazione. 272

274 Inserimento numero distinte e totale importo degli elementi stampati nel footer di tutte le stampe All interno di tutte le stampe è previsto, a fondo pagina, apposito footer riepilogativo contenente il numero delle distinte e l importo totale degli elementi stampati NOTA: il contatore non viene mostrato se la stampa viene scatenata da elenchi misti, dove potrebbero esser presenti disposizioni in valute diverse (es. Bonifici Tutti, Dispositiva generica) 273

275 15. COMUNICAZIONI CONSULTAZIONE Descrizione: La funzione Consultazione Comunicazioni consente di visionare in formato.pdf, i documenti di comunicazione Banca-cliente. Provenienza: Dal menù principale, selezionare il menù comunicazioni e scegliere la voce consultazione. E possibile estrarre le comunicazioni Banca-cliente utilizzando come chiave NDG o lo specifico rapporto rispetto al quale visionare i documenti. 274

276 Ricerca per Tipologia documento E stata introdotta la possibilità di ricercare i documenti anche per Tipologia documento. Grazie a questo ulteriore criterio di ricerca, è possibile ricercare in maniera mirata i documenti Bancacliente desiderati Stampa massiva PDF E attualmente possibile lanciare il comando di stampa massiva delle comunicazioni: è sufficiente flaggare da elenco tutte le comunicazioni che si desidera stampare, dopodiché è possibile lanciare il comando stampa massiva pdf dal menù operazioni 275

277 276

278 16. RUBRICA E AEA La sezione Rubrica consente di gestire l elenco dei contatti comprensivo di eventuali disposizioni di allineamento elettronico archivi in essere RUBRICA E AEA Elenco Contatti Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile visualizzare l elenco dei contatti salvati nella Rubrica, comprensivi dei relativi allineamenti in essere. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box e scorrere le voci apparse sino al bottone Rubrica. Dalla pagina New selezionare il riquadro Rubrica 277

279 Descrizione dei campi: ELENCHI NUOVO OPERAZIONI CONTATTI Tale menù consente di filtrare i contatti/allineamenti presenti in Rubrica, con le seguenti possibilità di visualizzazione: Contatti AEA esiti AEA Importati AEA Presentazioni Grazie a tale voce è possibile accedere alla pagina di inserimento di un nuovo contatto/allineamento, a scelta fra: Contatto AEA Iban AEA Rid: o Rich. Autorizzazione all addebito in conto (caus ) o o o o o Importazione Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) Proposta di revoca autorizz. all addebito su iniziativa dell azienda (caus ) Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta da Banca (caus ) Proposta di revoca autorizz. all addebito per cessazione contratto (caus ) Richiesta informazioni deleghe Migrazione Sepa Direct Debit Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione ai contatti censiti in Rubrica: AEA Iban AEA Rid Apri -> consente di aprire un contatto ed accedere al relativo dettaglio, in qualunque stato esso si trovi Copia -> permette di copiare un contatto Elimina -> consente l eliminazione di un contatto 278

280 OPERAZIONI ALLINEAMENTI RICERCA PERSONALIZZA Tipologia Denominazione Tipologia Selezionando tale menù, situato anch esso all interno del frame superiore, è possibile lavorare sugli allineamenti, con la possibilità di eseguire le seguenti operazioni: AEA Rid: selezionando tale menù, è possibile accedere alle seguenti voci al fine di inoltrare una disposizione di diniego e di storno relativa ad un allineamento in essere: - Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito su iniziativa dell azienda (caus ) - Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta da Banca (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito per cessazione contratto (caus ) - Storno della variazione delle coordinate bancarie (caus ) Apri -> consente di accedere al dettaglio del singolo allineamento Convalida senza invio -> tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Aggrega in distinta -> pulsante che consente di aggregare più allineamenti all interno di un unica distinta. Aggrega e invia -> Oltre ad aggregare gli allineamenti, tale pulsante permette di inoltrare le disposizioni all interno del circuito CBI. Elimina -> consente l eliminazione di un Allineamento non ancora convalidato o un allineamento locale Annulla operazione -> consente di annullare un operazione di allineamento. Lo stato della disposizione deve essere operazione in corso Accesso alla maschera di ricerca avanzata Accesso al menù di personalizzazione che consente di salvare gli spostamenti eseguiti alle colonne Tale icona permette di filtrare i contatti visualizzati in base alla tipologia ad essi associata, con le seguenti possibilità di differenziazione: Debitori Creditori Dipendenti Denominazione del contatto Tipologia del contatto: Le tipologie non esclusive possono essere Debitore, Creditore e Dipendente. 279

281 Tipo Codice Indiv. Codice Indiv. Stato Causale Flag Allineamento Tipologia di codice utilizzato dall azienda per identificare il contatto.. Utenza Matricola Codice Fiscale Codice Cliente Codice Fornitore Portafoglio commerciale Altri Codice individuale di identificazione del contatto. Stato del contatto / allineamento. Causale di identificazione dell operazione di allineamento Indicatore della tipologia di allineamento. Le opzioni possibili sono: Locale CBI 280

282 Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio di un singolo contatto Dettaglio Contatto Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza del contatto desiderato, selezionare il pulsante Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Contatti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti al singolo contatto. Descrizione dei campi: OPERAZIONI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione ai contatti censiti in Rubrica: AEA Iban AEA Rid Copia -> permette di copiare un contatto Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Stampa -> stampa delle informazioni presenti a video 281

283 OPERAZIONI ALLINEAMENTI Attributi Anagrafica Tipologia Condivisione Azienda Condivisa Anagrafica Ragione Sociale Tipo Codice Selezionando tale menù, situato anch esso all interno del frame superiore, è possibile lavorare sugli allineamenti, con la possibilità di eseguire le seguenti operazioni: AEA Rid: selezionando tale menù, è possibile accedere alle seguenti voci al fine di inoltrare una disposizione di diniego e di storno relativa ad un allineamento in essere: - Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito su iniziativa dell azienda (caus ) - Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta da Banca (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito per cessazione contratto (caus ) - Storno della variazione delle coordinate bancarie (caus ) Apri -> consente di accedere al dettaglio del singolo allineamento, selezionabile all interno del frame inferiore della pagina Convalida senza invio -> tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Aggrega in distinta -> pulsante che consente di aggregare più allineamenti all interno di un unica distinta. Aggrega e invia -> Oltre ad aggregare gli allineamenti, tale pulsante permette di inoltrare le disposizioni all interno del circuito CBI. Elimina -> consente l eliminazione di un Allineamento non ancora convalidato o di un allineamento locale Tipologia del contatto: Le tipologie non esclusive possono essere Debitore, Creditore e Dipendente. Tale flag mostra la tipologia di condivisione in essere per il contatto: Azienda: contatto relativo alla specifica azienda Tutti: contatto condiviso fra le aziende holding e sub-holding Privato: contatto esclusivamente utilizzabile dall utente che lo ha Creato Codice SIA dell azienda condivisa, da utilizzare se la tipologia di condivisione indicata è Azienda Denominazione del contatto Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto 282

284 Codice Codice Fiscale Partita IVA Tipo Indirizzo Dati facoltativi Banca IBAN Abi Cab Conto Cin Frame inferiore Codice di univoca identificazione del contatto Riferimenti fiscali del contatto Partita IVA All interno di tale maschera sono indicati i riferimenti civici del contatto: Indirizzo CAP Comune Provincia I dati riportati fanno riferimento alla tipologia di indirizzo civico evidenziata dal tab attivo presente nella parte superiori della maschera. Scorrendo fra i vari tab è possibile verificare la presenza di ulteriori riferimenti civici. Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate bancarie del contatto In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie All interno del frame inferiore sono elencati tutti gli allineamenti in essere relativi al contatto, ordinati per: Stato Causale Disposizione Attuale Flag allineamento L utente può accedere ad ogni singolo allineamento elencato tramite drill down, oppure selezionando la voce Apri all interno del menù Operazioni allineamenti 283

285 Dettaglio Allineamento Descrizione: Tale pagina consente di visualizzare il dettaglio relativo ad un singolo allineamento Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza dell allineamento desiderato, selezionare il pulsante Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce Apri. Dalla pagina Elenco Contatti utilizzare la funzione di drill-down richiamabile tramite doppio clic su ognuno degli otto campi riferiti all utente. Nella Pagina di elenco gli allineamenti vengono agganciati al contatto a cui si riferiscono, e sono visibili tramite selezione del pulsante di esplosione ( ) posto accanto al relativo contatto. Qualora giungano dal CBI allineamenti che non si riferiscono a nessun contatto censito in rubrica, verrà contestualmente censito un nuovo contatto e l allineamento sarà visibile, come di default, agganciato ad esso. Descrizione dei campi: 284

286 OPERAZIONI Ordinante Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Beneficiario Tipo Riferimento Allineamento Codice Riferimento Codice Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Ragione sociale dell ordinante Codice ABI della banca di Allineamento Tale flag identifica se l allineamento creato si riferiva ad una disposizione già esistente, per la quale non è stato quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si è alimentato esclusivamente il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto Codice di univoca identificazione del contatto Intestazione Dati facoltativi IBAN ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Ragione sociale del contatto al quale si riferisce la disposizione di allineamento Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate bancarie del contatto In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione relativa alla disposizione di allineamento 285

287 Descrizione: Tale pagina consente di censire un nuovo contatto in rubrica Nuovo - Contatto Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo e scorrere le voci apparse sino al bottone Contatto. Descrizione dei campi: OPERAZIONI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione ai contatti censiti in Rubrica: AEA Iban AEA Rid Copia -> permette di copiare un contatto Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video 286

288 OPERAZIONI ALLINEAMENTI Attributi Anagrafica Tipologia Condivisione Azienda Condivisa Anagrafica Ragione Sociale Selezionando tale menù, situato anch esso all interno del frame superiore, è possibile lavorare sugli allineamenti, con la possibilità di eseguire le seguenti operazioni: AEA Rid: selezionando tale menù, è possibile accedere alle seguenti voci al fine di inoltrare una disposizione di diniego e di storno relativa ad un allineamento in essere: - Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito su iniziativa dell azienda (caus ) - Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta da Banca (caus ) - Proposta di revoca autorizz. all addebito per cessazione contratto (caus ) - Storno della variazione delle coordinate bancarie (caus ) Apri -> consente di accedere al dettaglio del singolo allineamento, selezionabile all interno del frame inferiore della pagina Convalida senza invio -> tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Aggrega in distinta -> pulsante che consente di aggregare più allineamenti all interno di un unica distinta. Aggrega e invia -> Oltre ad aggregare gli allineamenti, tale pulsante permette di inoltrare le disposizioni all interno del circuito CBI. Elimina -> consente l eliminazione di un Allineamento non ancora convalidato o di un allineamento locale Tipologia del contatto: Le tipologie non esclusive possono essere Debitore, Creditore e Dipendente. Tale flag mostra consente di indicare la tipologia di condivisione da assegnare al contatto: Azienda: contatto relativo alla specifica azienda Tutti: contatto condiviso fra le aziende holding e sub-holdings Privato: contatto esclusivamente utilizzabile dall utente che lo ha Censito in Rubrica Codice SIA dell azienda condivisa, da indicare se la tipologia di condivisione indicata è Azienda Denominazione del contatto 287

289 Tipo Codice Codice Codice Fiscale Partita IVA Tipo Indirizzo Dati facoltativi Banca IBAN Abi Cab Conto Cin Frame inferiore Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto Codice di univoca identificazione del contatto Riferimenti fiscali del contatto Partita IVA All interno di tale maschera è possibile indicare i riferimenti civici del contatto: Indirizzo CAP Comune Provincia Scorrendo fra i vari tab posizionati nel frame superiore della pagina, risulta possibile indicare ulteriori riferimenti civici riferiti alle diverse tipologie di indirizzo disponibili Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate bancarie del contatto In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie All interno del frame inferiore sono elencati tutti gli allineamenti in essere relativi al contatto, ordinati per: Stato Causale Disposizione Attuale Flag allineamento L utente può accedere ad ogni singolo allineamento elencato tramite drill down, oppure selezionando la voce Apri all interno del menù Operazioni allineamenti 288

290 Nuovo - AEA IBAN Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile eseguire un operazione di Allineamento IBAN. L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento IBAN comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica a cui si riferisce l allineamento Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo e scorrere le voci apparse sino al bottone AEA Iban. Descrizione dei campi: OPERAZIONI Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione dell allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video 289

291 Ordinante Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Beneficiario Tipo Riferimento Allineamento Codice Riferimento Intestazione Dati facoltativi IBAN ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Codice Ragione sociale dell ordinante Codice ABI della banca di Allineamento Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto Codice di univoca identificazione del contatto Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate bancarie del contatto In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione relativa alla disposizione di allineamento 290

292 Nuovo - AEA RID: Rich. Autorizzazione All Addebito in conto (caus ) Descrizione: Tale pagina consente di inoltrare nel circuito CBI la richiesta di autorizzazione all addebito in conto sottoscritta dal debitore. L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento con causale comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica al quale l allineamento fa riferimento. Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo presente nel frame superiore, posizionarsi con il cursore sopra la voce AEA Rid e scorrere le voci apparse sino a 90211: Rich. autorizzazione all addebito in conto. Descrizione dei campi: 291

293 OPERAZIONI Ordinante Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Tipo Codice Codice Intestazione Dati facoltativi IBAN Descrizione Sottoscrittore Intestazione sottoscrittore Codice Fiscale Addebito Flag di storno Allineamento Elimina -> consente l eliminazione dell allineamento in stato Bozza o Locale Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore/creditore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate Bancarie del debitore Eventuale descrizione Intestazione del sottoscrittore Riferimenti fiscali del sottoscrittore Flag che identifica le modalità di opposizione all addebito 292

294 Dati facoltativi Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi, da completare qualora la modalità di addebito pattuita sia rateale: Numero Rate Importo max rata Scadenza prima rata Scadenza ultima rata Nuovo - AEA RID: Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore (caus ) Descrizione: Grazie a tale pagina il sottoscrittore può compilare ed inoltrare in Rete la disposizione di revoca con causale L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento con causale comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica a cui si riferisce l allineamento. Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo presente nel frame superiore, posizionarsi con il cursore sopra la voce AEA Rid e scorrere le voci apparse sino a 90218: Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore. 293

295 OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Tipo Codice Codice Intestazione IBAN Allineamento ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Elimina -> consente l eliminazione dell allineamento in stato Bozza o Locale Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo completato automaticamente Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Coordinate Bancarie del debitore In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione 294

296 Nuovo - AEA RID: Proposta di Revoca Autorizzazione All Addebito in conto su iniziativa azienda (caus ) Descrizione: Grazie a tale pagina l azienda può inoltrare nel circuito interbancario la proposta di revoca all autorizzazione all addebito in conto L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento con causale comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica a cui si riferisce l allineamento Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo presente nel frame superiore, posizionarsi con il cursore sopra la voce AEA Rid e scorrere le voci apparse sino a 90219: Proposta di revoca autorizzaz. all addebito su iniziativa azienda. 295

297 OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Tipo Codice Codice Intestazione IBAN Allineamento ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Coordinate Bancarie del debitore In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione 296

298 Nuovo - AEA RID: Variazione coordinate d Azienda (caus ) Descrizione: Tale maschera consente l inserimento di una disposizione di allineamento relativa alla variazione delle coordinate d azienda L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento con causale comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica a cui si riferisce l allineamento Provenienza: 297

299 Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo presente nel frame superiore, posizionarsi con il cursore sopra la voce AEA Rid e scorrere le voci apparse sino a 90440: Variazione coordinate d azienda. OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Tipo Codice Codice Intestazione Allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore/creditore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento 298

300 IBAN ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Coordinate Precedenti Tipo Codice Riferimento Codice Riferimento Azienda Precedente Coordinate Bancarie del debitore In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione Tipologia di codice individuale utilizzato precedentemente identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore utilizzato precedentemente, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale dell azienda precedente per Nuovo - AEA RID: Proposta di Revoca Autorizzazione All Addebito per cessazione contratto (caus ) Descrizione: 299

301 Grazie a tale pagina è possibile avanzare la proposta di revoca all autorizzazione all addebito in conto per cessazione del contratto L inserimento ex novo di una disposizione di allineamento con causale comporta la relativa creazione di un nuovo contatto in Rubrica a cui si riferisce l allineamento Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti, selezionare il pulsante Nuovo presente nel frame superiore, posizionarsi con il cursore sopra la voce AEA Rid e scorrere le voci apparse sino a 90450: Proposta di revoca autorizzaz. all addebito per cessazione contratto. OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking 300

302 Tipo Codice Codice Intestazione IBAN ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore/creditore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Coordinate Bancarie del debitore In sostituzione al codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione 301

303 Operazioni contatti - AEA Iban (caus ) Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile eseguire un operazione di Allineamento IBAN in relazione al contatto selezionato Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza del contatto desiderato, selezionare il pulsante Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Iban. Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare il bottone Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Iban. OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Ragione sociale dell ordinante Codice ABI della banca di Allineamento Tale flag identifica se l allineamento creato si riferiva ad una disposizione già esistente, per la quale non è stato quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si è alimentato esclusivamente il Data Base di Core Banking 302

304 Beneficiario Tipo Codice Riferimento Codice Riferimento Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto Codice di univoca identificazione del contatto Intestazione Dati facoltativi IBAN ABI-CAB-Conto-cin Descrizione Ragione sociale del contatto al quale si riferisce la disposizione di allineamento Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate bancarie del contatto In sostituzione a codice IBAN, è possibile utilizzare tali coordinate bancarie Eventuale descrizione relativa alla disposizione di allineamento 303

305 Operazioni allineamenti AEA Rid: Revoca autorizzazione all addebito su iniziativa sottoscrittore (caus ) Descrizione: Tale pagina consente di eseguire un operazione di allineamento con causale in relazione al contatto selezionato Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza dell allineamento Rid desiderato (in stato definito), selezionare il pulsante Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare l allineamento Rid (in stato definito) a fondo pagina, spuntare il bottone Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore della pagina e scegliere la voce AEA Rid Grazie a tale funzione è possibile inoltrare una disposizione di allineamento con causale 9218 direttamente dalla pagina di elenco, senza effettuare la compilazione di ulteriori maschere 304

306 Anche all interno della pagina di dettaglio è possibile richiamare la funzione in esame, con la possibilità di inoltrare una disposizione di Allineamento senza compilare ulteriori maschere 305

307 Operazioni allineamenti AEA Rid: Proposta di revoca autorizzazione all addebito su iniziativa azienda (caus ) Descrizione: Tale pagina consente di eseguire un operazione di allineamento con causale in relazione al contatto selezionato Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza dell allineamento desiderato (in stato definito), selezionare il pulsante Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare l allineamento Rid (in stato definito) a fondo pagina, spuntare il bottone Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore della pagina e scegliere la voce AEA Rid Grazie a tale funzione è possibile inoltrare una disposizione di allineamento con causale direttamente dalla pagina di elenco, senza effettuare la compilazione di ulteriori maschere 306

308 307

309 Operazioni allineamenti AEA Rid: Proposta di revoca autorizzazione all addebito per cessazione contratto (caus ) Descrizione: Tale pagina consente di eseguire un operazione di allineamento con causale in relazione al contatto selezionato Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza dell allineamento desiderato (in stato definito), selezionare il pulsante Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare l allineamento Rid (in stato definito) a fondo pagina, spuntare il bottone Operazioni Allineamenti posto nel frame superiore della pagina e scegliere la voce AEA Rid Grazie a tale funzione è possibile inoltrare una disposizione di allineamento con causale direttamente dalla pagina di elenco, senza effettuare la compilazione di ulteriori maschere 308

310 Operazioni contatti - AEA Rid (caus ) Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile eseguire un operazione di Richiesta autorizzazione addebito in conto in relazione al contatto selezionato Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza della voce desiderata, selezionare il pulsante Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare il bottone Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid

311 OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Tipo Codice Codice Intestazione Allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore/creditore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento 310

312 Dati facoltativi IBAN Descrizione Sottoscrittore Intestazione sottoscrittore Codice Fiscale Addebito Flag di storno Dati facoltativi Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi: Codice SIA Codice CUC Telefono FAX Coordinate Bancarie del debitore Eventuale descrizione Intestazione del sottoscrittore Riferimenti fiscali del sottoscrittore Flag che identifica le modalità di opposizione all addebito Selezionando tale pulante viene esplosa un ulteriore maschera, all interno della quale è possibile inserire i seguenti dati facoltativi, da completare qualora si abbia pattuito una metodologia di addebito rateale: Numero Rate Importo max rata Scadenza prima rata Scadenza ultima rata Operazioni contatti - AEA Rid (caus , inquiry IBAN) Descrizione: Grazie a tale pagina è possibile eseguire un operazione di Richiesta informazioni deleghe ai fini della migrazione RID-SDD, indirizzata alla banca del debitore, allo scopo di reperire, in particolare, le coordinate IBAN associato alla delega. Provenienza: Dalla pagina Elenco Contatti spuntare la casella in corrispondenza della voce desiderata, selezionare il pulsante Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid Dalla pagina Dettaglio Contatto selezionare il bottone Operazioni Contatti posto nel frame superiore e scegliere la voce AEA Rid

313 OPERAZIONI Ordinante Descrizione dei campi: Tale menù, presente nel frame superiore della pagina, permette di eseguire le seguenti operazioni in relazione alla disposizione di allineamento: Elimina -> consente l eliminazione di un contatto Codice SIA Ordinante Codice SIA dell azienda ordinante Denominazione Ordinante Banca Allineamento Flag locale Debitore Intestazione Tipo Codice Codice Allineamento Stampa da client -> stampa delle informazioni presenti a video Denominazione dell ordinante Campo non digitabile Codice ABI della Banca d allineamento, da selezionare obbligatoriamente fra quelli disponibili tramite apposita icona di servizio posta a lato del campo Tale pulsante permette di considerare tale disposizione come già esistente, per la quale non è quindi necessario inoltrare in rete l allineamento, ma si vuole solo alimentare il Data Base di Core Banking Ragione sociale del beneficiario al quale si riferisce la disposizione di allineamento Tipologia di codice individuale utilizzato per identificare univocamente il contatto (matricola, utenza..) Codice univoco di identificazione del debitore/creditore, digitabile in relazione alla tipologia impostata nel campo precedente. 312

314 IBAN Coordinate Bancarie del debitore ABI CAB cin Alternativo al campo precedente Descrizione Debitore: Intestazione sottoscrittore Codice Fiscale Eventuale descrizione Intestazione del debitore Riferimenti fiscali del sottoscrittore 313

315 Ulteriori funzioni della procedura Rubrica e AEA: La funzione A.E.A consente di gestire distinte di allineamento in maniera omogenea rispetto le altre funzioni dispositive del Co.RE Banking; vi è quindi la possibilità di gestire e creare distinte AEA IBAN/AEA RID. Inoltre è possibile selezionare uno specifico debitore/beneficiario da rubrica (da elenco contatti o tramite ricerca ipertestuale) in sede di creazione della distinta. Infine la sezione contatti è stata arricchita con i dati specifici ai creditori esteri onde consentire il ribaltamento di tali dati nella mappa del bonifico estero, in fase di selezione contatto. Di seguito il dettaglio delle mappe. Possibilità di gestire e creare distinte AEA IBAN/AEA RID: 314

316 Possibilità di selezionare debitore/beneficiario da rubrica: 315

317 Inserita possibilità di ricercare per denominazione 316

318 Ampliamento dati contatto con dati specifici creditori esteri e loro ribaltamento in bonifico estero in fase di selezione contatto 317

319 17. SERVIZI IMPORTAZIONE ANAGRAFICHE DA FILE EXCEL IMPORTAZIONE ANAGRAFICHE DA FILE EXCEL Descrizione: Tale pagina consente di importare sul Core Banking le anagrafiche dei contatti caricati in precedenza dai clienti su piattaforme di altri istituti (es: TLQ Web), in base a specifici tracciati.xls; tali tracciati (che sono identificabili negli output.xls prodotti dalla piattaforma TLQ Web) sono consultabili dal cliente finale selezionando apposito link tab esposto a video. Provenienza: Dall Home Page, selezionare la combo box, posizionarsi con il cursore sopra il menù Servizi e scorrere le voci apparse sino al bottone Importazione Excel da Rubrica. Sfoglia Import Pulsante di accesso al disco locale, al fine di selezionare il file di anagrafiche che si desidera importare in ambiente Core Banking. Pulsante che permette l importazione del flusso in procedura. Tale campo diviene visibile solo dopo aver selezionato nel disco locale il file che si desidera importare 318

Core Banking. Gestione Utenti - Rapporti - Processi

Core Banking. Gestione Utenti - Rapporti - Processi Core Banking Gestione Utenti - Rapporti - Processi STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento 3 di 32 4 di 32 Sommario 1. > PREMESSA 6 2. > GESTIONE

Dettagli

Core Banking. Accesso alla Procedura

Core Banking. Accesso alla Procedura Core Banking Accesso alla Procedura STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento 3 di 16 4 di 16 Sommario 1. > PREMESSA 6 1.1. > Requisiti tecnici

Dettagli

Carife Impresa OnLine

Carife Impresa OnLine Premessa Carife Impresa OnLine Manuale dell utente Assistenza tecnica: Versione 4.0 febbraio 2014 1 di 206 Premessa Sommario 1. > PREMESSA... 6 1.1. > Glossario...6 1.2. > Requisiti tecnici...7 1.3. >

Dettagli

Carife Impresa OnLine

Carife Impresa OnLine Premessa Carife Impresa OnLine Manuale dell utente Assistenza tecnica: 1 di 201 Premessa Sommario 1. > PREMESSA... 6 1.1. > Glossario...6 1.2. > Requisiti tecnici...7 1.3. > Tipologie di postazioni...7

Dettagli

Core Banking. Bonifici

Core Banking. Bonifici Core Banking Bonifici STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento 3 di 41 4 di 41 Sommario 1. > PREMESSA 6 1.1. > Glossario 6 2. > PAGAMENTI 7

Dettagli

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Core Banking F24 STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento 3 di 19 4 di 19 Sommario 1. > PREMESSA 6 1.1. > Glossario 6 1.2. > Pagamento F24 7

Dettagli

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Manuale utente 2.02 STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Data emissione Versione Modifiche 01/06/2011 01.00 Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento. 20/05/2013 02.00 Inserita precisazione

Dettagli

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE

STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Manuale utente 2.02 STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Data emissione Versione Modifiche 01/06/2011 01.00 Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento. 20/05/2013 02.00 Inserita precisazione

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida rapida

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida rapida Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida rapida 1 SOMMARIO Accesso al programma e informazioni generali 2 Come creare e profilare gli utenti 5 Come leggere i dati informativi inviati dalle banche 8

Dettagli

Guida Rapida con strumento

Guida Rapida con strumento Guida Rapida con strumento sicurezza CPS www.bancaetica.it INDICE Introduzione...4 1) CPS...4 1.1. Quando si deve usare...4 2) Accesso al servizio...5 3) Primo contatto...6 4) Cambio password di collegamento...7

Dettagli

GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN. www.bancaetica.it

GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN. www.bancaetica.it GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN www.bancaetica.it INDICE Introduzione...4 1) Token...4 1.1 Quando si deve usare...4 2) Accesso al servizio...5 3) Primo contatto...6 4) Cambio password di

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Token... 3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Primo contatto...

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND

ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND Gentile Cliente, nelle prossime settimane il Suo servizio Online Business sarà parzialmente sostituito dal nuovo portale imprese Carige On

Dettagli

Corporate & Retail Banking. Front End per i servizi di Corporate Banking Interbancario

Corporate & Retail Banking. Front End per i servizi di Corporate Banking Interbancario Corporate & Retail Banking Front End per i servizi di Corporate Banking Interbancario Canali e Core Banking Front End Unico Soluzione integrata per l operatività di filiale Internet e Mobile Banking Soluzioni

Dettagli

Pagina di accesso...6 Come accedere al servizio...6 Richiesta password...6 Richiesta PIN...6 Accesso ai servizi...7

Pagina di accesso...6 Come accedere al servizio...6 Richiesta password...6 Richiesta PIN...6 Accesso ai servizi...7 On Line Premessa...3 Note generali...3 Prerequisiti...3 Per usufruire del servizio...3 Accesso al servizio...4 Regole da seguire nel corso del primo collegamento...5 Regole da seguire nel corso dei successivi

Dettagli

TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software. Manuale Utente

TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software. Manuale Utente TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software Manuale Utente INDICE PER ARGOMENTI ACCESSO PAG. 3 CONSULTAZIONE PAG. 5 BONIFICI (PROCEDURA ANALOGA A STIPENDI E RICEVUTE ELETTRONICHE) PAG. 8 PAGAMENTO EFFETTI

Dettagli

MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS

MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS SOMMARIO: 1. COME ACCEDERE AL PROGRAMMA E GUIDA ALLA NAVIGAZIONE 2. VISUALIZZAZIONE E STAMPE DEI MOVIMENTI DEI CONTI 3. COME

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Token... 3 1.1.1 Quando si deve usare...3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Cambio password di

Dettagli

Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI

Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI Inbank Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI Servizio Assistenza Inbank 800 837 455 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Token...3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio...4 1.3 Cambio

Dettagli

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti SOMMARIO 1 Anagrafica......2 1.1 Banche... 2 1.2 Gestione Rapporti... 2 1.3 Elenco Causali ACBI... 3 1.4 Clienti... 3 2 Informativa......5 2.1 Movimenti Banca... 5 2.2 Saldi Banca Contabili... 8 2.3 Strutture

Dettagli

Manuale operativo (ver. 1.0)

Manuale operativo (ver. 1.0) Manuale operativo (ver. 1.0) 1 Il Servizio di conversione 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio 2.1 Attivazione del periodo

Dettagli

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014 MANUALE OPERATORE Edizione Giugno 2014 Manuale Operatore PasKey tribunalionline - Giugno 2014 INDICE INTRODUZIONE... 4 ACCESSO OPERATORE... 5 SERVIZI ON LINE... 7 SITUAZIONE RAPPORTI... 7 DOCUMENTI ON

Dettagli

MANUALE UTENTE. TeamPortal Console Dipendente 20120200

MANUALE UTENTE. TeamPortal Console Dipendente 20120200 MANUALE UTENTE INTRODUZIONE... 3 PERMESSI (ACLA / ACLE)... 4 FUNZIONI DISPONIBILI... 5 Menu del modulo Consolle... 5 Documenti dipendente... 7 Cronologia / Novità...7 Consultazione documenti...8 Ricerca...

Dettagli

UN NUOVO PRODOTTO...3 CONTI CORRENTI...4

UN NUOVO PRODOTTO...3 CONTI CORRENTI...4 UN NUOVO PRODOTTO...3 Disponibilità del servizio...3 CONTI CORRENTI...4 Estratto conto...4 Dati storici...5 Assegni...6 Utenze...6 Il Mio Bilancio...6 PAGAMENTI...9 Bonifici on line Italia...9 Bonifico

Dettagli

1. Indice. 7. Sezione Carte 14. 8. Sezione Deposito titoli 15. 9. Sezione Servizi 24. 6.7 Mav / Rav 11 6.8 Riicariica Ricarica Carta EURA 11

1. Indice. 7. Sezione Carte 14. 8. Sezione Deposito titoli 15. 9. Sezione Servizi 24. 6.7 Mav / Rav 11 6.8 Riicariica Ricarica Carta EURA 11 1. Indice 1. Premessa 3 2. Come accedere al servizio 3 3. Assistenza, Numeri Utili e ricerca Filiali 4 4. Lettura dei messaggi Inbox 4 5. Come autorizzare are le disposizioni 5 6. Sezione Conti Online

Dettagli

Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE

Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE Sommario 1. HB NET PRIVATE... 3 1.A. COME COLLEGARSI AL SERVIZIO... 3 1.A.1. La Sicurezza ed i Codici di Identificazione... 4 1.A.1.1.

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 CPS... 3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Primo contatto... 5 1.4

Dettagli

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO INDICE Verifica dei requisiti tecnici... 1 *Rimozione blocco popup... 1 In Internet Explorer... 1 In Mozilla Firefox... 4 In Google Chrome...

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PAGAMENTI 4 1.1.1 Come inserire un nuovo Bonifico Italia 5 1.1.2 Come inserire un Bonifico Sepa 9 1.1.3 Come eseguire il pagamento di un

Dettagli

1 Tesoreria Statale - Articolo 18 Sistema informatico gestione dati -Manuale Utente v.1.0

1 Tesoreria Statale - Articolo 18 Sistema informatico gestione dati -Manuale Utente v.1.0 Manuale Utente 1 PREMESSA In forza di quanto disposto dall art.18, comma 1, del decreto legge 1 luglio 2009, n.78, convertito con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n.102 è stato emanato il decreto

Dettagli

TLQ Web Remote Banking Software

TLQ Web Remote Banking Software TLQ Web Remote Banking Software MANUALE UTENTE www.bancacarim.it SOMMARIO CONTATTI PAG. 3 LA TASTIERA VIRTUALE PAG. 3 ACCESSO A TLQ WEB PAG. 4 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO PAG. 5 INFORMAZIONI PAG. 6 DISPOSIZIONI

Dettagli

Inbank. Guida Rapida. Servizio Assistenza Inbank

Inbank. Guida Rapida. Servizio Assistenza Inbank Inbank Guida Rapida Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Accesso al servizio... 3 1.2 Lista movimenti conto...4 1.3 Invio Bonifici... 5 1.4 Invio Bonifico Singolo... 8 1.5 Invio Stipendi...

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PARTE PRIMA ACCESSO 4 1.1. Accesso al servizio 4 1.1.1 Come eseguire il login ed entrare in Home Banking 4 1.1.2 Come utilizzare il sistema

Dettagli

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi:

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi: CONDOMINI SUL WEB Cosa si intende per condomini sul Web? Dalla versione 1.45 del programma Metodo Condomini l amministratore ha la possibilità di rendere fruibili via WEB ai condòmini (proprietari e conduttori)

Dettagli

Guida alla compilazione del questionario elettronico

Guida alla compilazione del questionario elettronico Sommario 1. Il questionario elettronico... 1 1.1 Prerequisiti... 1 1.2 Accesso al questionario elettronico... 2 1.2.1 Procedura di primo accesso per i rispondenti... 3 1.2.2 Procedura di cambio/recupero

Dettagli

FRONT END INTERNET BANKING MANUALE UTENTI FEBBRAIO 2011. Pagina 1

FRONT END INTERNET BANKING MANUALE UTENTI FEBBRAIO 2011. Pagina 1 FRONT END INTERNET BANKING MANUALE UTENTI FEBBRAIO 2011 Pagina 1 SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 4 2.1 Primo accesso... 4 2.2 Accessi successivi... 5 3.

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

MANUALE UTENTE SEMPLICE. Servizi Online

MANUALE UTENTE SEMPLICE. Servizi Online Pag. 1 di 24 - - - Pag. 2 di 24 Sommario 1. Scopo del documento... 3 2. Strumenti per l accesso al servizio... 3 2.1 Eventuali problemi di collegamento... 3 2.2 Credenziali di accesso... 4 3. Consultazione

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo Pag. 1 di 41 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo INDICE Pag. 2 di 41 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA... 4 3. FUNZIONE BACHECA... 8 4. GESTIONE TIROCINANTI...

Dettagli

Manuale Operativo. Guida Pratica Area Riservata Cliente My Azimut Firma AZIMUT Consulenza SIM. Data 02 maggio 2016. Versione 2.0.

Manuale Operativo. Guida Pratica Area Riservata Cliente My Azimut Firma AZIMUT Consulenza SIM. Data 02 maggio 2016. Versione 2.0. Manuale Operativo Guida Pratica Area Riservata Cliente My Azimut Firma AZIMUT Consulenza SIM Data 02 maggio 2016 Versione 2.0 Stato BOZZA MY AZIMUT_Manuale Operativo Pagina 1 Azimut Consulenza SIM Sommario

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione semplificata del servizio PEC di TI Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argoment nti 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche

Dettagli

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile GUIDA AI SERVIZI DESIOLINE DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile Versione 1.8 del 10/6/2013 Pagina 1 di 96 Documentazione destinata all uso da parte dei clienti

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

Servizi On Line 2.2 MANUALE D USO

Servizi On Line 2.2 MANUALE D USO Servizi On Line 2.2 MANUALE D USO Questo manuale d uso è suddiviso in varie parti, ciascuna delle quali descrive in modo sintetico una delle operazioni che l utente può effettuare attraverso l utilizzo

Dettagli

SOMMARIO. IB Front End Clienti Manuale utente

SOMMARIO. IB Front End Clienti Manuale utente PCBANK FAMILY SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 4 2.1 Primo accesso... 4 2.2 Accessi successivi... 5 3. Come firmare le disposizioni... 6 3.1 Security O.T.P.

Dettagli

MANUALE OPERATIVO DENUNCIA ON LINE

MANUALE OPERATIVO DENUNCIA ON LINE 1/20 MANUALE OPERATIVO DENUNCIA ON LINE INDICE 1 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO... 3 2 RIFERIMENTI... 3 3 ACCESSO ALL APPLICATIVO... 3 3.1 Primo accesso... 4 3.2 Accessi successivi... 7 3.2.1 Password

Dettagli

RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE. Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE

RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE. Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE SGR-ILA: SISTEMA DI GESTIONE DELLA RILEVAZIONE Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE Introduzione... 3 Sistema di autenticazione... 4 OPERATORI...

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 1 di 38 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 2 di 38 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA...

Dettagli

Manuale per il Cliente Relaxbanking. Sommario

Manuale per il Cliente Relaxbanking. Sommario Manuale per il Cliente Relaxbanking Versione Impresa informativa / dispositiva Note Applicative Sommario Accesso...2 Funzioni informative...7 Gestione anagrafica...11 Disposizioni...14 Distinte...19 Disposizioni

Dettagli

Manuale Utente Carige Mobile 1. Manuale Utente Carige Mobile

Manuale Utente Carige Mobile 1. Manuale Utente Carige Mobile Manuale Utente Carige Mobile 1 Manuale Utente Carige Mobile Manuale Utente Carige Mobile 2 Accesso al servizio Se avete un iphone (versione Ios 5.1 o successive) o uno smartphone con sistema operativo

Dettagli

Guida rapida Intesa Imprese On-line

Guida rapida Intesa Imprese On-line Guida rapida Intesa Imprese On-line Riepilogo delle principali FAQ del servizio: Se nella tendina di Banca delle distinte compare no document found. Attivare il conto. Si fa riferimento anche alle coordinate

Dettagli

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici TMintercent-TMintercent-TMintercent-TMintercent Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici Guida alla registrazione e alle funzioni base Intercent-ER INTRODUZIONE 2 Sommario 1.

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Novembre 2008

Manuale di Attivazione. Edizione Novembre 2008 Manuale di Attivazione Edizione Novembre 2008 Manuale attivazione Internet Banking - 2008 INDICE 1. REQUISITI PRELIMINARI...3 2. DATI PER L ACCESSO AL SERVIZIO...4 2.1 UTENTI CHE UTILIZZANO IL CERTIFICATO

Dettagli

SERVIZIO AGENZI@BPB GRUPPO BANCA POPOLARE DI BARI

SERVIZIO AGENZI@BPB GRUPPO BANCA POPOLARE DI BARI SERVIZIO AGENZI@BPB GRUPPO BANCA POPOLARE DI BARI ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA REGISTRAZIONE E L ACCESSO AL SERVIZIO PROFILI CON FUNZIONI INFORMATIVE E DISPOSITIVE 1 Sommario PROFILI CON TOKEN FISICO (CHIAVETTA)

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Guida all amministrazione del servizio MINIMANU.IT.DMPS1400 002 Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione del servizio PEC di Telecom Italia Trust Technologies

Dettagli

V0_Ib-Fec. - BPLazio Web

V0_Ib-Fec. - BPLazio Web DIREZIONE GENERALE AREA MERCATO V0_Ib-Fec. - BPLazio Web (Internet Banking) Manuale Utente Edizione Ottobre 2008 SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 5 2.1 Primo

Dettagli

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010 BavInAzienda Manuale di Attivazione Edizione Maggio 2010 Manuale Attivazione BavInAzienda - Maggio 2010 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti COMITATO CENTRALE PER L ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI Bollettini online Guida

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

V1_Ib-Fec. - BPLazio Web

V1_Ib-Fec. - BPLazio Web DIREZIONE GENERALE AREA MERCATO V1_Ib-Fec. - BPLazio Web (Internet Banking) Manuale Utente Edizione Aprile 2009 SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 5 2.1 Primo

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA EDITORI APPLICAZIONE WEB GESTIONE CATALOGO EDITORI MANUALE UTENTE

ASSOCIAZIONE ITALIANA EDITORI APPLICAZIONE WEB GESTIONE CATALOGO EDITORI MANUALE UTENTE ASSOCIAZIONE ITALIANA EDITORI APPLICAZIONE WEB GESTIONE CATALOGO EDITORI MANUALE UTENTE v. 1.0-31/01/2014 INDICE 1 INTRODUZIONE...3 2 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...3 3 CONSULTAZIONE E AGGIORNAMENTO CATALOGO...4

Dettagli

Manuale utente Soggetti

Manuale utente Soggetti Applicazione SeTeGas Manuale utente Soggetti Modificato il: 27/10/2010 1/70 Stampato il: 27/10/2010 LOG MODIFICHE Tipo Riferimento Tipo modifica Data Da 2.1 a 2.7, da 2.10 a 2.13, 2.16, 3.1, Febbraio 2010

Dettagli

Manuale d Uso. Portale ERM Gestione Risorse Umane Web

Manuale d Uso. Portale ERM Gestione Risorse Umane Web Manuale d Uso Portale ERM Gestione Risorse Umane Web ACCESSO AL SISTEMA... 3 Apertura del programma... 3 Primo accesso al sistema... 4 UTILIZZO DEL PORTALE... 7 Il layout principale... 7 GESTIONI ANAGRAFICHE

Dettagli

Internet Banking Deposit@

Internet Banking Deposit@ Internet Banking Deposit@ Manuale Utente OPZIONE 1 DELL ALBERO VOCALE Internet Banking Deposit@ - Manuale Utente - 1 - MANUALE UTENTE INTERNET BANKING DEPOSIT@ I CODICI DI ACCESSO... - 3 - PRIMO ACCESSO...

Dettagli

TUTORIAL CORSI ONLINE

TUTORIAL CORSI ONLINE TUTORIAL CORSI ONLINE Via dell Artigianato, 7 47034 Forlimpopoli (FC) Fax 0543.747013 SOMMARIO Autentificazione piattaforma online... 3 Accesso al corso online... 4 Note sulle Chiave di iscrizione... 4

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni EdilnetSoldo EdilnetWeb Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 CfpInformaticaSrl Release1.4

Dettagli

Area Cliente Guida di avvio

Area Cliente Guida di avvio Area Cliente Guida di avvio 1. A proposito dell Area Cliente... 2 a. Nuove funzionalità... 2 b. Ripristino dei suoi documenti... 2 c. Migrazione verso l Area Cliente... 2 2. Accesso all Area Cliente...

Dettagli

Navigare in sicurezza 2.0

Navigare in sicurezza 2.0 Navigare in sicurezza 2.0 PRIMO ACCESSO A BANCA SEMPLICE CORPORATE 3 ACCESSO A BANCA SEMPLICE CORPORATE (SUCCESSIVAMENTE AL PRIMO) 6 AUTORIZZAZIONE DISPOSIZIONI 6 IL PHISHING 7 ALCUNI CONSIGLI PER EVITARE

Dettagli

Manuale Utente Iphone

Manuale Utente Iphone INTERNET BANKING MOBILE Manuale Utente Iphone Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio L. 22 aprile 1941, n. 633 - L. 18 agosto 2000, n. 248 La traduzione, l adattamento

Dettagli

INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013. Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE

INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013. Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013 SGR-SPA: SISTEMA DI GESTIONE DELLA RILEVAZIONE Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE Introduzione... 3 Sistema di autenticazione...

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008 Manuale di Attivazione Edizione Ottobre 2008 Manuale attivazione BT Internet Banking - 2008 INDICE 1. REQUISITI PRELIMINARI 3 2. DATI PER L ACCESSO AL SERVIZIO 4 2.1 UTENTI CHE UTILIZZANO IL CERTIFICATO

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11 Sommario ASSISTENZA TECNICA AL PROGETTO... 2 PREREQUISITI SOFTWARE PER L INSTALLAZIONE... 3 INSTALLAZIONE SULLA POSTAZIONE DI LAVORO... 3 INSERIMENTO LICENZA ADD ON PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO... 4

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Software Gestionale Politiche Giovanili

Software Gestionale Politiche Giovanili Software Gestionale Politiche Giovanili Guida all Uso Progettisti e Referenti tecnico-organizzativi Edizione 2012 1 INDICE DEI CONTENUTI: 1. NOZIONI GENERALI E ACCESSO AL SISTEMA 1.1 Requisiti di sistema...

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Giugno 2010

Manuale di Attivazione. Edizione Giugno 2010 Manuale di Attivazione Edizione Giugno 2010 Manuale Attivazione PasKey Internet Banking - 2010 INDICE 1. REQUISITI PRELIMINARI... 3 2. DATI PER L ACCESSO AL SERVIZIO... 4 2.1 UTENTI CHE UTILIZZANO IL CERTIFICATO

Dettagli

Manuale Amministratore

Manuale Amministratore Manuale Amministratore Indice 1. Amministratore di Sistema...3 2. Accesso...3 3. Gestione Azienda...4 3.1. Gestione Azienda / Dati...4 3.2. Gestione Azienda /Operatori...4 3.2.1. Censimento Operatore...5

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per stazione appaltante GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 19/10/2015 Pagina 1 di 22 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CARIM. online. www.bancacarim.it. manuale utente

CARIM. online. www.bancacarim.it. manuale utente CARIM online www.bancacarim.it Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio L. 22 aprile 1941, n. 633 - L. 18 agosto 2000, n. 248 La traduzione, l adattamento totale o parziale,

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti COMITATO CENTRALE PER L ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI Bollettini online Guida

Dettagli

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da:

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione dei ticket Manuale utente Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 Manuale Operatore Storage Trading System INDICE 1 GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 2 LAYOUT GENERALE...6 2.1 MENÙ DI NAVIGAZIONE... 6 2.2 PULSANTI DI AZIONE... 7 2.3 PAGINE ELENCO...

Dettagli

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet Manuale utente CERTIFICATI MEDICI... 1 VIA INTERNET... 1 MANUALE UTENTE... 1 COME ACCEDERE AI CERTIFICATI MEDICI ON-LINE... 3 SITO INAIL... 3 PUNTO CLIENTE...

Dettagli

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende)

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) MANUALE UTENTE Pagina 1 SOMMARIO 1. ACCESSO AL SISTEMA... 3 1.1 PRIMO ACCESSO... 3 1.2 ACCESSO SUCCESSIVO... 5 1.3 PASSWORD DIMENTICATA... 6 2. HOMEPAGE...

Dettagli

Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA ONLINE

Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA ONLINE Programma Statistico Nazionale Rilevazione IST-02082 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle Pubbliche amministrazioni locali Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA

Dettagli

Divisione Metrologia - FC Italia. Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente

Divisione Metrologia - FC Italia. Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente Divisione Metrologia - FC Italia Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente Guida per il Cliente Questa guida ha lo scopo di illustrare le modalità di accesso al portale a Voi dedicato per ottenere

Dettagli

1. SERVIZIO DI TELEFONIA MOBILE DI SERVIZIO... 1. 1.1. Pagina di autenticazione... 2

1. SERVIZIO DI TELEFONIA MOBILE DI SERVIZIO... 1. 1.1. Pagina di autenticazione... 2 Versione 25.03.2015 MG Indice generale 1. SERVIZIO DI TELEFONIA MOBILE DI SERVIZIO... 1 1.1. Pagina di autenticazione... 2 1.2. Telefonia Mobile di Servizio... 3 1.2.1. Procedura di Registrazione... 3

Dettagli

Guida utente alla compilazione delle richieste di contributo on-line per le Associazioni dei Consumatori

Guida utente alla compilazione delle richieste di contributo on-line per le Associazioni dei Consumatori Guida Utente RCP2 Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Guida utente alla compilazione delle richieste di contributo on-line per le Associazioni dei Consumatori

Dettagli

SERVIZIO DI INTERNET BANKING

SERVIZIO DI INTERNET BANKING SERVIZIO DI INTERNET BANKING Manuale Utente SOMMARIO 1. Premessa... 1 2. Come accedere al servizio... 2 2.1 Primo accesso... 2 2.2 Accessi successivi... 3 3. Come firmare le disposizioni... 4 3.1 Password

Dettagli

Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati

Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati INDICE 1 INTRODUZIONE...3 1.1 NOTE PER L USO DEL MANUALE...3 1.2 IL MOTORE DI WORKFLOW...4 2 IL MOTORE DI WORKFLOW - PANORAMICA...5 2.1 ACCEDERE

Dettagli

SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità

SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità Versione 2.0 14 Ottobre 2013 NSIS_SSW.MSW_PROGR_SIMES_ MTR.doc Pagina 1 di 323 Scheda informativa del documento Versione Data Creazione Stato 2.0

Dettagli

Sistema Informativo ClicPrevenzione

Sistema Informativo ClicPrevenzione Sistema Informativo ClicPrevenzione Controllo del documento Codice e titolo ClicVaccinazione Manuale Utente Versione 1.00 Data 04/11/2015 Autore Breve descrizione Stato Approvato da Lista di distribuzione

Dettagli

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 Nota tecnica. La procedura è stata progettata ed ottimizzata per essere utilizzata con il browser Internet Explorer, si consiglia

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia M.U.T. Modulo Unico Telematico Gestione Certificati Malattia Data Redazione Documento 15/03/2013 Data Pubblicazione Documento Responsabile Nuova Informatica Enrico Biscuola Versione 1.2.0 Indice dei contenuti

Dettagli

Presentazione servizio Inbank

Presentazione servizio Inbank Presentazione servizio Inbank Accesso al servizio Dal sito internet della Banca; Dal sito internet di Inbank: www.inbank.it. BANCA VIRTUALE Presentazione servizio Inbank 2 Accesso al servizio Inserire

Dettagli