PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI VERONA MEMORIA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO REGIONALE DOTT. MIRKO RUGOLO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI VERONA MEMORIA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO REGIONALE DOTT. MIRKO RUGOLO"

Transcript

1 PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI VERONA MEMORIA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO REGIONALE DOTT. MIRKO RUGOLO Il sottoscritto dott. Mirko Rugolo, in qualità di Commissario Straordinario Regionale dell IPAB Casa di Riposo Benedetto Albertini, con sede in Isola della Scala (VR), via del Donatore di Sangue n. 4, espone quanto segue: a seguito del conferimento dell incarico di Commissario Straordinario avvenuto con Delibera di Giunta Regionale Veneto n. 38 del e del successivo insediamento, ho condotto verifiche sulle modalità di gestione dell attività dell IPAB con particolare riferimento al periodo compreso tra il 2008 ed i primi mesi del 2013, rilevando numerose e gravi irregolarità. Ad integrazione di quanto già segnalato, ritengo opportuno portare a conoscenza le risultanze acquisite, al fine di consentire alla Procura della Repubblica in indirizzo di assumere le iniziative che riterrà opportune. * * * LA RICOSTRUZIONE DEGLI AVVENIMENTI Questi, in estrema sintesi, i fatti principali: 1. Negli ultimi giorni del mese di dicembre 2012, a seguito dell avvenuta notificazione personale all allora Presidente del Consiglio di Amministrazione dell IPAB Casa di Riposo Benedetto Albertini, dott. Marco Biasia, di documentazione inerente ad un procedimento penale

2 pendente per mancati versamenti di contributi, sono stati avviati controlli in ordine all operato del rag. Gian Luca Alberti, il quale ha svolto sino al 2009 l incarico di Ragioniere Economo e dal 2009 al 2013 quello di Segretario Direttore (doc. 1 - verbale del CdA del ). 2. Con due successive lettere datate rispettivamente e sono stati contestati numerosi e significativi inadempimenti al citato Segretario Direttore, con conseguente irrogazione del provvedimento disciplinare del licenziamento tramite comunicazione datata (doc. 2). 3. Preso atto delle gravi irregolarità riscontrate direttamente dal CdA in capo al Segretario Direttore, rag. Alberti, e delle ulteriori irregolarità rilevate dalla Direzione Regionale Attività Ispettiva e Vigilanza Settore Socio-Sanitario (riassunte nella Deliberazione del Consiglio Regionale Veneto n. 523 del doc. 3), la Giunta Regionale Veneto ha dichiarato sciolto il CdA della Casa di Riposo e nominato Commissario straordinario regionale il sottoscritto dott. Mirko Rugolo, con effettivo insediamento avvenuto nelle settimane successive. 4. I componenti dell ultimo CdA in carica prima della nomina del Commissario straordinario hanno altresì sporto denuncia nei confronti del Segretario Direttore rag. Alberti, rimproverando allo stesso di aver, tra l altro, utilizzato svariati documenti ufficiali della Casa di Riposo riportanti firme non autografe dei consiglieri medesimi e riferendo anche alla Regione Veneto con lettera datata sugli inadempimenti di Alberti (doc. 4). 2

3 5. Per circa vent anni sino al l incarico di Segretario Direttore è stato ricoperto dal sig. Rino Gozzi. 6. Il citato rag. Gian Luca Alberti ha svolto sino dal 2009 l incarico di Ragioniere Economo e dal quello di Segretario Direttore, fin dall inizio con ampio mandato di gestione soprattutto nella redazione e poi anche nella autonoma stipula della documentazione inerente la gestione del personale. 7. All esito di ulteriori e più approfondite verifiche effettuate anche dopo l insediamento del Commissario Straordinario sono emersi, con riferimento alla situazione debitoria dell Ente nei confronti degli enti previdenziali e dell Erario, numerosi e gravi inadempimenti imputabili in via principale al rag. Gian Luca Alberti, riassunti in una relazione datata redatta da professionisti incaricati facenti parte di Studio Giallo Srl (doc. 5), tra cui ad esempio per il periodo il mancato versamento di contributi previdenziali ex-inpdap ed INPS, la mancata presentazione delle denunce obbligatorie agli enti di previdenza ed assistenza, il mancato versamento di ritenute d imposta. La relazione citata indica in ,22 Euro la somma dovuta dall IPAB comprensiva di linea capitale e stimati interessi, sanzioni e rivalutazione monetaria. 8. Come illustrato anche nelle comunicazioni di contestazione di addebito e di licenziamento indirizzate al rag. Alberti, sono state rilevate anche gravissime irregolarità nella gestione del personale, tra cui l errata compilazione delle buste paga, l errata quantificazione ed erogazione degli assegni familiari, l erogazione degli incentivi di produttività ed il 3

4 riconoscimento delle progressioni economiche orizzontali in assenza dei requisiti di legge, cessione del quinto del proprio stipendio senza alcuna autorizzazione, svolgimento di attività per altri Enti aventi attività similari senza alcuna preventiva autorizzazione da parte dell Ente. 9. A ciò si aggiunga che dall esame della documentazione rinvenuta presso l Ente è stato possibile appurare una gestione complessiva della parte economico-finanziaria a dir poco disinvolta da parte del citato rag. Alberti, il quale ha: - sottoposto all approvazione del CdA quantomeno negli anni dal 2008 al 2012 dei bilanci preventivi e consuntivi non corrispondenti al reale andamento ed in evidente contrasto con i dati forniti dalla Tesoreria (doc. 6 tabelle di riepilogo dei mandati suddivisi per anno); - utilizzato documenti riportanti firme certamente non apposte dal precedente Segretario Direttore, sig. Rino Gozzi, e/o dal Presidente del CdA, dott. Marco Biasia (doc. 7 documenti); - prelevato ingenti somme utilizzando la dicitura mandato economale, ma senza alcuna dimostrata ragione (doc. 8 verbale revisori ); - inviato alla Tesoreria mandati di pagamento riportanti somme da corrispondere allo stesso Alberti a titolo di salario di importo pari a circa il doppio della somma indicata a busta paga; - sembrerebbe aver utilizzato una automobile Land Rover, il cui contratto di leasing è intestato ad un fornitore dell Ente ed è 4

5 stato rinvenuto nell ufficio del rag. Alberti (doc. 9 contratto di leasing del ). 10. Partendo dall esame della gestione 2013 il primo anno in cui la direzione non è stata del rag. Alberti - che evidenzia un avanzo di gestione ed una costante disponibilità di cassa (pur avendo pagato interamente nel 2013 i contributi per l anno in corso ed avendo altresì spesato nel corso del 2013 ingenti somme imputabili alle gestioni degli anni pregressi, quali la rateazione dei contributi non versati nell anno 2010), si giunge alla conclusione che: - l avanzo annuo del 2013 si sarebbe raggiunto anche negli anni ; - la mala gestione ha fatto in modo che venisse utilizzato il possibile avanzo di gestione e la liquidità generata dal mancato versamento dei contributi, per sopportare spese eccessive ed inutili in particolare dei fornitori e per garantire gli ingenti prelievi economali non giustificati. 11. Appare evidente che tali comportamenti sono stati posti in essere e mantenuti quantomeno per il periodo grazie al mancato effettivo controllo da parte di alcune figure istituzionalmente preposte. 12. Con atto di citazione datato l IPAB ha promosso una causa civile ordinaria avanti al Tribunale di Verona (RG 15291/2013) nei confronti di tutti i soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, al fine di ottenere una condanna al risarcimento (doc. 10 atto di citazione). * * * I DANNI E LA QUANTIFICAZIONE 5

6 Gli inadempimenti sopra individuati hanno determinato l ammanco di una somma estremamente rilevante in capo all IPAB Casa di Riposo Benedetto Albertini. A seguito di puntuali accertamenti effettuati dai consulenti incaricati dall Ente è stato riportato nella relazione datata un conteggio dei mancati versamenti relativi al periodo da cui si evince che: - il totale dei mancati versamenti (ad Inps gestione ex Inpdap, ad Inps gestione separata e DS, Irap, Ritenute mod. 770, ad Inail) ammonta in linea capitale ad Euro ,14; - il totale delle sanzioni ed interessi da pagare al ammontava ad Euro ,60; - il totale delle sanzioni ed interessi pagati al ammonta ad Euro ,48; - il totale complessivo dell ammanco raggiunge pertanto Euro ,22. Tali conteggi sono in via di ulteriore verifica da parte degli organi ispettivi. I consulenti incaricati dall Ente hanno altresì accertato che sono stati corrisposti nel periodo : - assegni nucleo familiare non dovuti (non sussistendo le condizioni e non essendo stata aggiornata la posizione dei lavoratori) per Euro ,81; - somme a titolo di produttività per Euro ,60 in assenza di contrattazione decentrata e di adeguata costituzione del fondo. Una circolarizzazione dei fornitori in corso di effettuazione a cura dell Ente ha evidenziato mancati pagamenti per forniture pregresse ed i cui pagamenti 6

7 erano ampiamente scaduti per circa Euro ,00; il dato è in corso di aggiornamento sulla base dei riscontri dei fornitori e delle verifiche incrociate dei mandati di pagamento eseguiti. Risulta inoltre che dal 2008 al 2012 il rag. Alberti abbia liquidato sulla propria busta paga emolumenti senza giustificazione per Euro ,51. Da un esame dei mandati degli anni dal 2008 al 2012 sono stati evidenziati prelievi di somme in contanti effettuati direttamente dal rag. Alberti presso la Tesoreria, utilizzando molto spesso una voce generica rimborso spese economali per un importo complessivo di Euro ,66, in carenza di adeguate pezze giustificative e con imputazione del tutto casuale sui capitoli di bilancio. Sulla base di tali voci di danno e fermo restando il possibile emergere di ulteriori elementi mano a mano che gli accertamenti proseguono, l ammanco determinato in capo all IPAB risulta pari ad Euro ,80. A ciò si aggiunga che l anno in corso (2013) sta evidenziando un avanzo previsionale di circa Euro ,00, già utilizzato in corso d anno per pagare una minima parte del debito pregresso. Dal momento che il 2013 è il primo anno in cui la gestione dell Ente non è stata affidata, in tutto o in parte, al rag. Alberti ed agli altri soggetti ritenuti responsabili dell ammanco, risulta evidente che se la gestione fosse avvenuta sulla scorta dei criteri di efficienza ed efficacia e non fosse stata viziata dai numerosi e gravi inadempimenti sopra descritti, tale avanzo di gestione si sarebbe generato anche in ciascuno degli anni dal 2008 al 2012, mettendo così a disposizione dell Ente la somma complessiva di Euro ,00. 7

8 Vi sono poi numerose e rilevanti voci di spesa che l Ente si è trovato ad affrontare esclusivamente a causa della precedente mala gestio e dell omessa vigilanza; si pensi alle spese per consulenze esterne (necessarie, ad esempio, per ricostruire la complessa situazione previdenziale, oppure per la difesa legale, etc), per straordinari del personale dipendente, per trasferte, per la gestione in un momento di difficoltà delle relazioni esterne con ospiti, familiari e lavoratori, etc. Tali spese ammontano ad oggi a circa Euro ,00. Inutile dire che l eco della notizia riportato per mesi sulla stampa locale ha inoltre determinato un conclamato danno all immagine dell IPAB Casa di Riposo Benedetto Albertini, la quale ha registrato un drastico calo delle richieste e degli effettivi inserimenti di ospiti soprattutto nei primi mesi del Basti rilevare che la Casa di Riposo ha sempre avuto una lista di attesa ed ha sempre registrato una costante elevata presenza di ospiti. La perdita economica quantificabile per il significativo calo degli ospiti è quantomeno pari ad Euro ,00, mentre l ulteriore danno complessivo di immagine risulta quantomeno pari ad Euro ,00. Sulla base dei dati attualmente a disposizione e delle verifiche esperite, l ammanco e gli ulteriori danni subiti dall IPAB ammantano quindi complessivamente ad Euro ,80, così ripartibili per anno: 8

9 INPS gestione ex , , ,17 INPDAP Sanzioni/interessi gestione ex INPDAP INPS , , , , ,63 INPS gestione separata e , , , ,79 DS Sanzioni/interessi INPS , , , ,09 gestione separata e DS Sanzioni/interessi gestione separata INPS ,53 INPS DS ,99 Sanzioni/interessi DS INPS 7.852,27 IRAP , , , ,64 Sanzioni/interessi IRAP 1.029, , , , ,08 Ritenute modello , , , ,60 Sanzioni/interessi ritenute , , , , ,45 mod. 770 INAIL 16740, , ,00 Sanzioni/interessi INAIL 2.155, , , ,00 Assegni Nucleo Fam. non 9.138, , , , ,36 dovuti 9

10 Somme per produttività , , , , ,12 senza presupposti Rimborso economali spese , , , , ,74 Debiti verso fornitori , , , , ,00 Emolumenti Alberti senza 420, , , , ,18 giustificazione Mancato avanzo di , , , , ,00 gestione Spese sostenute dall Ente , , , , ,00 per consulenza e difesa Mancata presenza di , , , , ,00 ospiti Danno d immagine , , , , ,00 TOTALE per anno , , , , ,86 anno TOT. COMPLESSIVO Euro ,80 * * * Con osservanza. Verona, lì Commissario Straordinario Regionale Dott. Mirko Rugolo 10

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

Tempo massimo di svolgimento (gg.)

Tempo massimo di svolgimento (gg.) SERVIZIO PERSONALE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: CECCHINI BARBARA, TEL 0573 621286- mail barbara.cecchini@comunesanmarcello.it Per informazioni: Servizio Personale - Via Pietro Leopodo n. 10/24 - tel

Dettagli

RELAZIONE PERIODICA Dott.ssa Tiriolo Lucia Commissario Liquidatore A.S.S.E. P.I 02702760790 RELAZIONE PERIODICA

RELAZIONE PERIODICA Dott.ssa Tiriolo Lucia Commissario Liquidatore A.S.S.E. P.I 02702760790 RELAZIONE PERIODICA RELAZIONE PERIODICA La sottoscritta Dott.ssa Tiriolo Lucia, Commissario Liquidatore dell Azienda in epigrafe, presenta la prima relazione periodica, suddivisa, ai fini di una organica esposizione, nei

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE LAZIO S E N T E N Z A

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE LAZIO S E N T E N Z A Sent. 585/2013 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE LAZIO composta dai seguenti magistrati: Ivan DE MUSSO Andrea LUPI Pina Maria Adriana

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

Procedimenti Amministrativi

Procedimenti Amministrativi Procedimenti Amministrativi Denominazione del procedimento Organismo interno di Valutazione Sistema di valutazione e valutazione della performance Piano della Performance Relazione sulla Performance Documento

Dettagli

LA LIBERA PROFESSIONE

LA LIBERA PROFESSIONE LA LIBERA PROFESSIONE PRINCIPI DELLE RILEVAZIONI CONTABILI La determinazione del reddito di professionisti ed artisti avviene in modo analitico. Nel regime analitico il reddito è costituito dalla differenza

Dettagli

Sanzioni per indebite compensazioni

Sanzioni per indebite compensazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 68 05.03.2014 Sanzioni per indebite compensazioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione Come noto, in caso di effettuazione di

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2007 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO AL 31/12/2007 NOTA INTEGRATIVA BILANCIO AL 31/12/2007 NOTA INTEGRATIVA La presente Nota Integrativa costituisce parte integrante del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2007; è da considerarsi, pertanto, insieme allo schema di Stato

Dettagli

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA .1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA.1.1.2 Aspetti Previdenziali Sulle competenze lorde del personale dipendente gravano ritenute previdenziali di varia natura e misura,

Dettagli

Tribunale Ordinario di Milano Sezione Lavoro ORDINANZA EX ART 1 COMMA 49 L.92/2012

Tribunale Ordinario di Milano Sezione Lavoro ORDINANZA EX ART 1 COMMA 49 L.92/2012 Tribunale Ordinario di Milano Sezione Lavoro ORDINANZA EX ART 1 COMMA 49 L.92/2012 Il Giudice Dott. Laura Bertoli letti gli atti e i documenti della causa iscritta al n. 4422/2014 RGL pendente tra SALVIOLI

Dettagli

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia)

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) C I T T A DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI MANFREDONIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale N. 10

Dettagli

ORDINAMENTO PROFESSIONALE E CODICE DEONTOLOGICO: LA TARIFFA PROFESSIONALE

ORDINAMENTO PROFESSIONALE E CODICE DEONTOLOGICO: LA TARIFFA PROFESSIONALE INCONTRO DEL MARTEDI 1 FEBBRAIO 2011 ORDINAMENTO PROFESSIONALE E CODICE DEONTOLOGICO: LA TARIFFA PROFESSIONALE Relatrici Luciana Manno Daria Bottaro TARIFFA PROFESSIONALE DECRETO MINISTERIALE 15 LUGLIO

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO Il presente Regolamento disciplina l attività del Consiglio dell Ordine Forense di Tempio

Dettagli

Consiglio Superiore della Magistratura

Consiglio Superiore della Magistratura GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA SANITARIA PER IL PERSONALE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA CIG 06449841A2 ****** DISCIPLINARE DI GARA Pag 1

Dettagli

ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE

ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE Questo Ente, sprovvisto al suo interno di idonee figure professionali,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE Art.1 Oggetto REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE (emanato con Decreto del Direttore n. 237 del 05.06.2014, pubblicato in pari data all Albo Ufficiale on-line

Dettagli

UNITA DI DIREZIONE GESTIONE PATRIMONIO E RISORSE

UNITA DI DIREZIONE GESTIONE PATRIMONIO E RISORSE AZIEND A TERRI TORI ALE PER L EDILIZI A RESIDE NZI ALE DI POTENZ A Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it URP NUMERO VERDE 800291622 fax 0971 413201 UNITA DI DIREZIONE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività Linea di Attività 6.2.1.b Sostegno alla creazione e sviluppo di nuove imprese innovative Programma di aiuti per nuove imprese innovative ALLEGATO 1 CRITERI

Dettagli

ARCESE TRASPORTI S.P.A. Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 CODICE DISCIPLINARE

ARCESE TRASPORTI S.P.A. Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 CODICE DISCIPLINARE ARCESE TRASPORTI S.P.A. Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 CODICE DISCIPLINARE ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA DESCRIZIONE APPROVAZIONE 00 28/07/15 Codice _Disciplinare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO. Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia

FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO. Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Pagina 1 di 5 FOGLIO INFORMATIVO Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010 NOTA BENE: le parti evidenziate in giallo sono state

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione L anno.. il giorno. del mese di. in Milano nella sede del

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CASTEL DI SANGRO (AQ) C.so Vittorio Emanuele, 10 tel.0864/82421

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA CONVENZIONE TRA IL FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA IN NOME E PER CONTO DEL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUERZZA E LA SOCIETA CONVENZIONATA SULLE RITENUTE

Dettagli

Fondazione Franco Demarchi Regolamento contabile

Fondazione Franco Demarchi Regolamento contabile Fondazione Franco Demarchi Regolamento contabile Disposizioni in materia di contabilità e contratti Art. 1 Esercizio finanziario L esercizio finanziario della Fondazione coincide con l anno solare, 1 gennaio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. ALLEGATO 2 AL BANDO DI GARA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. Art. 1 Norme regolatrici dell appalto L appalto ha per oggetto l

Dettagli

F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof.

F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof. F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof. Avv. Francesco Fimmanò, è interessato a ricevere offerte

Dettagli

AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 3 MARCHE CENTRO MACERATA

AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 3 MARCHE CENTRO MACERATA AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 3 MARCHE CENTRO MACERATA Delibera Consiglio di Amministrazione Atto n. 19 Oggetto: Affidamento n. 3 incarichi a dipendenti del Comune di Macerata per la gestione

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA

DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA Al SINDACO del Comune di VEDUGGIO CON COLZANO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI

Dettagli

MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO

MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO www.revisori.eu 1. Inserimento del CD nel computer avvio automatico con il file autorun e posizionamento nella home che segue.

Dettagli

TRA SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Art. 1

TRA SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Art. 1 AFFIDAMENTO ALLA SOCIETA INFO LINE S.R.L. DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE INFORMATICA IN OUTSOURCING DI SERVIZI NELL'AMBITO RISORSE UMANE DAL 01/01/2013 AL 31/12/2013. (CIG: ZD207A5DB6). In esecuzione della

Dettagli

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati)

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) Doc.: PQ13 Rev.: 1 Data: 05/05/09 Pag.: 1 di 6 Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) EMESSA DA: VERIFICATA DA: APPROVATA

Dettagli

1 LIQUIDAZIONE DEL TFR IN BUSTA PAGA ISTRUZIONI INPS SULLA QUIR

1 LIQUIDAZIONE DEL TFR IN BUSTA PAGA ISTRUZIONI INPS SULLA QUIR Servizio circolari per la clientela Circolare n. 04 del 10 GIUGNO 2015 INDICE 1 LIQUIDAZIONE DEL TFR IN BUSTA PAGA ISTRUZIONI INPS SULLA QUIR 1.1 Destinatari; 1.2 Requisiti; 1.3 Misura; 1.4 Richiesta e

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il giudice dott.ssa Susanna Menegazzi ha pronunciato la seguente nella causa promossa SENTENZA da MARTIGNAGO ADRIANO (C.F. MRTDRN64C02F443X)

Dettagli

1. PREMESSA... 2 2. PANORAMICA SUGLI ARTICOLI DEL C.C... 2 3. IL CONTO CORRENTE CONDOMINIALE... 3 4. IL RENDICONTO CONDOMINIALE...

1. PREMESSA... 2 2. PANORAMICA SUGLI ARTICOLI DEL C.C... 2 3. IL CONTO CORRENTE CONDOMINIALE... 3 4. IL RENDICONTO CONDOMINIALE... 1. PREMESSA... 2 2. PANORAMICA SUGLI ARTICOLI DEL C.C... 2 3. IL CONTO CORRENTE CONDOMINIALE... 3 4. IL RENDICONTO CONDOMINIALE... 3 Il Registro di contabilità... 4 Il Riepilogo Finanziario... 4 La nota

Dettagli

Programma di aiuti per start up innovative

Programma di aiuti per start up innovative P.O.R. Sardegna 2007 2013 Linea di attività 6.2.1.d Sostegno alla creazione e sviluppo di imprese spin-off da Università e centri di ricerca e alla creazione e sviluppo di nuove imprese innovative Programma

Dettagli

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA UNITA DI STAFF GABINETTO DEL SINDACO E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Servizio Gestione Amministrativa del Personale DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Data 30.04.2013 Atto

Dettagli

Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010

Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010 Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010 ACCORDO TRA L UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI E L AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA (ASP) GIORGIO GASPARINI PER LA GESTIONE DI FUNZIONI

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 429 comma 1 c.p.c., la seguente

Dettagli

Linee guida per la presentazione dei progetti:

Linee guida per la presentazione dei progetti: Linee guida per la presentazione dei progetti: Avviso pubblico Sostegno ai giovani talenti 1. INTERVENTO Con l Avviso Sostegno ai giovani talenti si intende sostenere i giovani nell espressione del proprio

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE Il contratto per la fornitura del servizio di elaborazione paghe ha generalmente validità di 12 mesi e comprenderà tutte le elaborazioni mensili ed annuali,

Dettagli

tascabilihalley Bonus Irpef Art. 1 del D.L. 24 aprile 2014, n. 66 Daniele Conforti con la collaborazione di Giancarlo Mosciatti

tascabilihalley Bonus Irpef Art. 1 del D.L. 24 aprile 2014, n. 66 Daniele Conforti con la collaborazione di Giancarlo Mosciatti tascabilihalley Bonus Irpef Art. 1 del D.L. 24 aprile 2014, n. 66 Daniele Conforti con la collaborazione di Giancarlo Mosciatti Diritti Riservati HALLEY INFORMATICA L editore declina ogni responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno

REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno Allegato alla delibera camerale n. 145 del 1 ottobre 2013 Regolamento per l utilizzo delle carte di credito Articolo

Dettagli

Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali

Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali Gennaio 2014 INDICE 1. Premessa... 3 2. Anagrafiche... 4 2.1. Dati Ente... 4 2.2. Dati anagrafici degli Amministrati...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE. della Camera di Commercio di Livorno

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE. della Camera di Commercio di Livorno REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE della Camera di Commercio di Livorno Approvato dalla Giunta camerale con deliberazione n. 17 del 7 marzo 2014 INDICE Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2

Dettagli

RETI TELEMATICHE ITALIANE S.P.A. IN FORMA ABBREVIATA RETELIT S.P.A.

RETI TELEMATICHE ITALIANE S.P.A. IN FORMA ABBREVIATA RETELIT S.P.A. RETI TELEMATICHE ITALIANE S.P.A. IN FORMA ABBREVIATA RETELIT S.P.A. Sede in Milano, Viale F. Restelli n. 3/7 Registro delle Imprese di Milano n. 1595443 www.retelit.it Relazione illustrativa redatta dagli

Dettagli

PUBBLICATO SU BUR VENETO n. 87 del 26 novembre 2010 SCADENZA 27 dicembre 2010 ore 12.00 (salvo riapertura termini)

PUBBLICATO SU BUR VENETO n. 87 del 26 novembre 2010 SCADENZA 27 dicembre 2010 ore 12.00 (salvo riapertura termini) CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 5 POSTI DI "INFERMIERE A TEMPO PIENO E INDETERMINATO CATEGORIA D POSIZIONE D1 - CCNL 2006/2009. PUBBLICATO SU BUR VENETO n. 87 del 26 novembre

Dettagli

Regolamento per il servizio di Cassa Economale

Regolamento per il servizio di Cassa Economale Azienda di Servizi alla Persona Regolamento per il servizio di Cassa Economale Approvato con Delibera di CdA n. 4 del 27/02/2014 Sede Legale: Via Di Mezzo n. 1 47900 RIMINI Sede Amministrativa: Via Massimo

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA VIA CHIAPPONI, N.37 29100 PIACENZA TEL0523-327114- email info@acipiacenza.it

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA VIA CHIAPPONI, N.37 29100 PIACENZA TEL0523-327114- email info@acipiacenza.it AUTOMOBILE CLUB PIACENZA VIA CHIAPPONI, N.37 29100 PIACENZA TEL0523-327114- email info@acipiacenza.it Bando di gara per l affidamento del rapporto di conti correnti ordinari e di servizi bancari dell Automobile

Dettagli

REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 67 DEL 28.11.2012

REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 67 DEL 28.11.2012 REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 67 DEL 28.11.2012 IN VIGORE DAL 20.12.2012 INDICE Art. 1 - Oggetto e contenuto del Regolamento Art. 2 - Organizzazione

Dettagli

COMUNE DI BARDONECCHIA

COMUNE DI BARDONECCHIA COMUNE DI BARDONECCHIA PROVINCIA DI TORINO DETERMINAZIONE SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA N. 94 DEL 03 OTTOBRE 2014 OGGETTO: ATTIVITÀ GIUDIZIALE NELLE PROCEDURE ESECUTIVE PER RECUPERO CREDITI DERIVANTI DA SENTENZA

Dettagli

GUIDA ALLA RICHIESTA DI EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI

GUIDA ALLA RICHIESTA DI EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI GUIDA ALLA RICHIESTA DI EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI Progetti di innovazione delle micro e piccole imprese La rendicontazione tecnica amministrativa finale del progetto di ricerca dovrà essere presentata

Dettagli

Stato patrimoniale Passivo: debiti tributari, debiti previdenziali e altri debiti

Stato patrimoniale Passivo: debiti tributari, debiti previdenziali e altri debiti Le voci di bilancio sotto la lente di ingrandimento di Gianluca Marcheselli * Stato patrimoniale Passivo: debiti tributari, debiti previdenziali e altri debiti Il codice civile richiede che il bilancio

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI SINISTRI RAMO RCT/O DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI DESENZANO DEL GARDA

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI SINISTRI RAMO RCT/O DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI DESENZANO DEL GARDA PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI SINISTRI RAMO RCT/O DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI DESENZANO DEL GARDA INDICE 1. SCOPO. 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE.2 3. RIFERIMENTI 3 3.1 Glossario 4. RESPONSABILITA...4 5. MODALITA

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 Piano dei conti ATTIVITA' CREDITI PER QUOTE ASSOCIATIVE DA INCASSARE Crediti per quote associative da incassare Crediti

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ruolo ricoperto GIOVANNINI, GIOVANNA Direttivo Area Operativa - Settore Area Amministrativa - Finanziaria Tecnico

Dettagli

Dott. Fabrizio Mosca Commercialista Revisore Legale Via G. Verrotti n. 73 65015 Montesilvano (PE)

Dott. Fabrizio Mosca Commercialista Revisore Legale Via G. Verrotti n. 73 65015 Montesilvano (PE) - RELAZIONE AL BILANCIO D ESERCIZIO 2014. Il sottoscritto Dott. Fabrizio Mosca, nella sua qualità di Revisore dei Conti del Comitato Regionale F.I.S.E. Abruzzo, RICEVUTO lo schema del rendiconto per l

Dettagli

GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Sommario LE DOMANDE DI BASE QUALI SONO I PRINCIPALI DIRITTI DEL CONSUMATORE? COS E IL SECCI (Standard European Consumer Credit Information

Dettagli

La necessità di controllare l evoluzione

La necessità di controllare l evoluzione METODI LA COSTRUZIONE DEL BUDGET DI TESORERIA: L ESPERIENZA DI ALFA S.P.A. La necessità di controllare l evoluzione dell andamento finanziario in un ristretto arco di tempo viene soddisfatta dal budget

Dettagli

REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA

REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA CITTA DI STRESA (Provincia del Verbano-Cusio-Ossola) REGOLAMENTO DI ECONOMATO E DI CASSA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 104 del 27.12.2013 INDICE Art. 1 - Oggetto e contenuto del

Dettagli

Tomassetti & Partners

Tomassetti & Partners CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 12 DEL 5.11.2013 ARGOMENTO: ACCONTI DI NOVEMBRE 2013 Entro il 2.12.2013 i contribuenti sono tenuti al versamento degli acconti Irpef, Ires, Irap, Ivie e Ivafe, Ivs (per artigiani

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Il Tribunale adito, relativamente all eccezione sollevata, ritiene la propria competenza a giudicare della controversia ex art. 33, lett. u, c. cons. secondo il quale si presume la vessatorietà

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna

MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna Approvato con determinazione del Direttore Generale n 33/13 del 23.04.2013-2013 - Agenzia AGRIS Sardegna Pagina 1 di 8 Sommario ART.

Dettagli

C O M U N E D I S I L E A

C O M U N E D I S I L E A DISCIPLINARE DI INCARICO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO L anno duemiladodici, addì ( ) del mese di nella residenza Municipale, tra: la Sig.ra ZANETTE rag. Annalisa

Dettagli

Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO

Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO Il processo. Con decreto di citazione diretta dell 8.9.2010, emesso a seguito di opposizione

Dettagli

GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Sommario LE DOMANDE DI BASE... 2 QUALI SONO I PRINCIPALI DIRITTI DEL CONSUMATORE?... 4 COS E IL SECCI (Standard European Consumer Credit Information

Dettagli

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3 Via Dante 93 28047 OLEGGIO (No) C.F. 80000490039 CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3 In esecuzione alla deliberazione

Dettagli

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3 Via Dante 93 28047 OLEGGIO (No) C.F. 80000490039 CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N. 2 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO O.S.S. A TEMPO INDETERMINATO - FULL TIME CAT. B3 In esecuzione alla deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, IMPUTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DEI COSTI

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, IMPUTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DEI COSTI CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, IMPUTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DEI COSTI 1. Forma delle dichiarazioni di spesa Le dichiarazioni di spesa e le rendicontazioni dovranno essere redatte in conformità allo schema

Dettagli

SETTORE RISORSE E CONTROLLO Unità organizzativa Gestione del personale

SETTORE RISORSE E CONTROLLO Unità organizzativa Gestione del personale RISORSE E CONTROLLO SELEZIONE PUBBLICA PER CURRICULA E COLLOQUIO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI DIRIGENTE - A TEMPO DETERMINATO - RISORSE E CONTROLLO =========================================================================

Dettagli

Le retribuzioni del personale dipendente

Le retribuzioni del personale dipendente Le retribuzioni del personale dipendente Liquidate retribuzioni pari a 100,00 Variazione economica negativa (sostenimento di costi di competenza dell esercizio) Variazione finanziaria negativa (aumento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO . COMUNE DI USMATE VELATE Provincia di Milano Corso Italia n. 22 20040 USMATE VELATE Cod.Fisc.01482570155 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO - Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI A.MARTINI Castelfranco Veneto (TV) GARA NAZIONALE - ANNO - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento due parti, la parte A e la

Dettagli

OGGETTO: Recupero emolumenti corrisposti a personale assente per responsabilità di terzi - risarcimento danni - Azione di rivalsa -

OGGETTO: Recupero emolumenti corrisposti a personale assente per responsabilità di terzi - risarcimento danni - Azione di rivalsa - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Direzione Generale Ufficio V - Servizio Legale Via Ripamonti, 85-20141 Milano Tel. 02 574627233

Dettagli

P.O.R. Sardegna 2000 2006. Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio. Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE

P.O.R. Sardegna 2000 2006. Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio. Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE P.O.R. Sardegna 2000 2006 Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DEI COSTI Piano di sviluppo aziendale VRT 02/08-00

Dettagli

Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico e per centri di costo/responsabilità

Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico e per centri di costo/responsabilità ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N.R 06 DEL 27 FEBBRAIO 2015 Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico A VALORE DELLA PRODUZIONE Valore della produzione attività

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.0 Data rilascio: 30 Settembre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 -

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2001 31/12/2000 1 Immobilizzazioni materiali ed immateriali 48.372.772 39.519.419 a) beni immobili - - - beni immobili strumentali

Dettagli

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2010 PreviGen Assistenza 31021 Mogliano Veneto (TV), Via Marocchesa

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA DELL ANNO 2012 MODELLO 770/2013 SEMPLIFICATO E MODELLO 770/2013 ORDINARIO RIFERIMENTI NORMATIVI ARTT. 4 8/8BIS DPR 22.07.1998 N. 322; ART. 4 DPR 7.12.2001

Dettagli

COMUNE DI ASSEMINI RELAZIONE D INIZIO MANDATO

COMUNE DI ASSEMINI RELAZIONE D INIZIO MANDATO COMUNE DI ASSEMINI (Provincia di Cagliari) RELAZIONE D INIZIO MANDATO Sindaco Mario Puddu Proclamazione 11 giugno 2013 (Art. 4-bis, D. Lgs. 06/09/2011 n. 149 e s.m.) Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

BOZZA. ESTAV. si impegna allo svolgimento delle attività di seguito indicate, necessarie

BOZZA. ESTAV. si impegna allo svolgimento delle attività di seguito indicate, necessarie Allegato 2 ESTAV. si impegna allo svolgimento delle attività di seguito indicate, necessarie per il pagamento delle competenze al personale della SDS: 1 Gestione tabelle per trattamenti economici e giuridici

Dettagli

COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI

COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI Per presa visione (timbro e firma): Pag. 1 di 13 DEFINIZIONI Amministrazione o Ente: UNIVERSITA DI PISA, Contraente della polizza; Assicurato: il soggetto,

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA E CONTROLLO DI GESTIONE DELL ATER DI UDINE TITOLO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI CONTABILITA E CONTROLLO DI GESTIONE DELL ATER DI UDINE TITOLO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI CONTABILITA E CONTROLLO DI GESTIONE DELL ATER DI UDINE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento disciplina gli aspetti contabili e gestionali dell

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 19 del 10 marzo 2012 DL sulle semplificazioni fiscali (DL 2.3.2012 n. 16) - Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito di

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio Versione 2.0 del 04/07/2013 1 Indice Indice... 2 1 Gestione Stipendi... 5 1.1 Stipendi... 5 1.1.1 Aggiornamento

Dettagli

Versione 1.0 - Approvata in data 13.1.2012 IL RESPONSABILE DEL S.I.N. Antonio Zappi

Versione 1.0 - Approvata in data 13.1.2012 IL RESPONSABILE DEL S.I.N. Antonio Zappi Versione 1.0 - Approvata in data 13.1.2012 IL RESPONSABILE DEL S.I.N. Antonio Zappi L art. 35 del Regolamento Associativo dell A.I.A. regola le funzioni del Collegio dei Revisori Sezionali. In particolare

Dettagli

Domenico Sartor Castelfranco Veneto (Tv) Via Ospedale n. 12

Domenico Sartor Castelfranco Veneto (Tv) Via Ospedale n. 12 Castelfranco Veneto (Tv) Via Ospedale n. 12 REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITÀ in esecuzione all art. 8, comma 2, Legge Regionale 23 novembre 2012, n. 43 1 Articolo 1 Principi generali TITOLO I - DISPOSIZIONI

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 (CIG ZB415FBACD) Art.

Dettagli

STATUTO (approvato cda del 07/5/2008)

STATUTO (approvato cda del 07/5/2008) ALLEGATO ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMM.NE N. 19/08 DEL 07/05/2008 STATUTO (approvato cda del 07/5/2008) dell Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario del Piemonte TITOLO I NATURA E

Dettagli