-.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni." name="description"> -.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni.">

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE DISPOSIZIONE DI SERVIZIO DIRETTORE GENERALE. N. 55 del 12/12/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE DISPOSIZIONE DI SERVIZIO DIRETTORE GENERALE. N. 55 del 12/12/2014"

Transcript

1 /,,,;~~T... 1".>-.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni.

2 l. STTUTO ZOOPROFlLATCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE. PERUGA C.F. e P.VAOOl DSPOSZONED SERVZO Oggetto: Posizionecontributiva ECA determinazioni L DRETTOREGENERALE VSTA la nota protocollo NPSn /01/ , ns. prot. n del 03/02/2014, con cui l'nps ha trasmesso all'lzsum l'estratto conto dell'ente per il periodo 01/ /2010 con allegato avviso bonario di pagamento della somma di euro 294,30 da addebitare all'stituto; PRESOATTO CHEla somma addebitata a carico di questo Ente, di cui all'avviso bonario in questione, è riferibile, per come si evince dall'estratto conto e per come confermato per le vie brevi dal referente dell'stituto Previdenziale (Sig. Ambroglini), al tardato versamento di contributi dovuti nel mese di agosto 2010: versamento eseguito in data 20 agosto 2010 come da d.p.c.m ; VSTA la nota ns. prot. n del 20/02/2014 con cui l'zsum ha provveduto alla contestazione dell'avviso bonario, richiedendone l'annullamento in quanto il d.p.c.m. sopracitato all'art. 1, comma 1, dispone che "gliadempimenti fiscali e il versamento delle somme, di cui agli artt. 17 e 20, camma 4, del D.lgs., 9 luglio 1997, n. 241, che hanno scadenza nel periodo compresa tra il giorni 1 ed il giorno 20 del mese di agosto 2010, passano essere effettuati entra il medesimo giorno 20, senza alcuna maggiarazione", e che i soggetti destinatari del dispositivo, individuati nelle premesse del d.p.c.m., sono i "contribuenti" e quindi anche le Pubbliche Amministrazioni nonché l'zsum; RTENUTO, pertanto, che la scadenza indicata nel citato D.P.C.M. sia riferibile quanto contribuente; anche all'lzsum in VSTA la successiva nota protocollo NPS n /10/ , con cui l'nps ha trasmesso all'lzsum l'estratto conto dell'ente, elaborato in data , relativo al periodo 01/ /2011 con allegato avviso bonario di riepilogo; VSTA la successiva nota ns. prot. n del 06/11/2014 con cui l'zsum ha provveduto a nuova contestazione degli avvisi bonari pervenuti, richiedendone l'annullamento per le medesime motivazioni soprariportate; PRESOATTO che l'nps non ha risposto alle note di contestazione bonaria inoltrate dall'lzsum ma ha direttamente trasmesso avviso di addebito costituente titolo esecutivo ai sensi dell'art. 30, comma 1, del DL78/2010 conv. in L. 122/2010; ATTESO,pertanto, che con nota ns. prot del 25/11/2014 è stato trasmesso dall'lnps il controllo della posizione contributiva ECA avviso di addebito N , in allegato quale parte integrante sostanziale del presente atto, per complessivi euro 323,17 da pagare entro 60gg. dalla notifica all'agente della riscossione Equitalia Centro S.p.A.; RTENUTO pertanto, al fine di evitare l'esecuzione forzata, risultante dall'avviso in allegato, in quanto risulterebbe un'azione legale; di procedere al pagamento di quanto ecc ssivamente oneroso intraprendere ACQUSTOil parere favorevole del Direttore Amm' SEDE: PERUGA: ViaG. Silivemlnl, 1 -Te! Fax SEZON: 60100ANCONA: Via Cupa di Posalora, 3 - Tel Fax MACERATA: Via dei Velini, 11 - Tel Fax TERN: Via L.A. Muratori, 4" Tel Fax PESARO: Via Canonici, Villa Fastiggi - Te! n - Fax FERMO: C. da San Martino, 6fa - Tel Fax

3 Tutto'ciò premesso DSPONE ~.. /..:.....~>\~ / _~A~ ~-2,,':_~'.,,,-!.?- "-,. "\ \, ~\,~",~~~;L ". ;\,(:p.... '-;.,.,~,. - :.,. 1. di prendere atto dell'awiso di addebito in allegato, che si acquisisce quale parte intèg~'~"~ e sostanziale del presente prowedimento; -~' 2, di autorizzare l'ufficio Bilancio dell'uogefa prowedere al tempestivo pagamento della somma di euro 323,17 di cui all'allegato awiso; 3. di imputare l'importo di cui al punto 2) al gruppo B.7) Oneri diversi di gestione - conto elementare n Speseper multe e ammende e altri oneri amministrativi; 4. di trasmettere il presente prowedimento all'ub dell'uo Gestione Economico Finanziaria e all'utqp dell'uo Amministrazione Personale. 2

4 R, Pagina 1 di 14 Gestione Dipendenti Pubblici - Sede di PERUGA NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale ~ VA CANAL PERUGA PG Numero dell' atto Formato il 08 novembre 2014 \\\\\ \\\\\\\ \11\"" '" / /r5'~'~-\..;-t'-;-/ >\ N AO018964/14 dei 25/11/ 2014 i.{" ~~ <;" ~lj ' \ ~.:<.' r_ Z5 UMBRA E M.ARCHE i..,~. ~. REGSTRO D PR<1rOCOLLO j <'~.;.!." 1 ~,.\ \\\~~ i\\\\~\\\\~\il\\1\1~\\\\\\l\\\1\\\\\11\ \~;i/~,;/ RN RM02 0(0((0092 li STTUTO ZOOPROFlATTCO SPERMANTALE DELL'U VA G. SALVEMN ~ PERUGA PG i l i LA SEDE D PERUGA AVVSA La Spett. STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMANTALE DELL'U codice fiscale progressivo Di aver proceduto al controllo della posizione contributiva so~ra riportata relativamente a: ECA l i, presente atto, riguarda i contributi accertati e dovuti a titolo di Gestione Dipendenti Pubblici per l'importo totale, comprensivo delle spese di notifica e dei compensi del servizio di riscossione, di: C 323,17 dettaglio e le motivazioni sono riportate nella sezione "DETTAGLq, DEGL ADDEBrn E DEGL MPORT DOVUT",

5 NPS Pagina 2 di 14 stituto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto dovuto mporto versato mporto richiesto Compensi di riscossione (entro 60 gg. dalla notifica) C.P.D.E.L.-DMP-Contributi obbligatori pensionistici - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, ett.a) _ Contributi obbligatori pensionistici mporto Dovuto Sanzioni per om!ssj,one - L.38B/20DO art.116 mporto Sanzioni Competenza letto a) Competenza ,29 L71 C.P.S.-DMP-Riscstti a fine pensionistici - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, ett.a) Riscatti a f1.ne pensionisticl..----mpol"'to-dovuto _.._.-_.- C.P.S._DMP_Contributi obbligatori pensionistici - Regime sanzionatorio L. n , art.116, comma 8t lett.a) Contributi obbligatori pensionistici mporto Dovuto Competenza ,22 4,15 \.':'.. '(~:..:.~.&/

6 ][1\f]ft~ Pagina 3 di 14 sttuto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto mporto mporto Compensi di dovuto versato richiesto riscossione (entro 60gg. dalla notifica) Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 letto a) mporto Sanzioni Competenza N.A.D.E.L.-DMP-TFS - Regime aanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, lett.a) TFS mporto Dovuto Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 mporto Sanzioni Competenza letto a) Competenza.N.A.D.E.L.-DMP-TFR - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8. iett.a) TFR mporto Dovuto 8974 Sanzioni per omissione mporto Sanzioni Credito-DMP-Credito - - L.388/2000 art.116 Competenza letto a) Competenza ,90 0, ,02 D,DO 9,89 0,00 2,70

7 NPS Pagina 4 di 14 stituto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto dovuto mporto versato mporto richiesto Compensi di riscossione (entro 60 gg. dalla notifica) Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, lett.a) Credito mporto Dovuto 8974 _ Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 mporto Sanz:toni Competenza letto a) Competenza SPESE D NOTFCA DEL PRESENTE AVVSO D ADDEBTO ,0) nps - Spese di notifica 0,-00 0,00 Totali 308,99 14,18 Totale complessivo dovuto Entro 60 giorni dalla data di notifica (1) (1)1 costo dùl servizio di riscossione B carico del debitore, in caso d plgamento entro 60 giorni dalla notifica dell'avviso di addebito, è nellfl percentuale del 4,65ì...::.~ sugli importi dovuti. n caso di ptlgamento oltre tale termine, la per~entuale del ~ompenso del servizio d! riscossione a carico del debitore è p,ni a11'8%, a cui andranno aggiunte anehe le sanzioni civili, come indicato nella sezione "COMUNCAZON DELL' NPS - Regime Sanzionatorio", nonché i compensi del servizio di riscossione dovuti sulle ultcrior'1 sanzioni ~ivili ffivturatc (ino alla data di effettivo pagamento (art. 17, COl'Jl\i l, del D.igs. n ) c le eventuali spese pcr 11 rccupcro forztlto....,:) ','"-;?~;..',

8 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina 5 di 14 ~DPERUGA AWSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici l presente avviso che costituisce titolo esecutivo ai sensi dell'arti 30, comma l, del DL n. 78/2010 convertito con modificazioni in Le9ge n. 122/2010, ha valore di intimazione ad adempiere l'obbligo di pagamento degli importi in esso indicati alll'agente della Riscossione Equitaiia Centro SpA i entro il termine di 60 giorni dalla notifica (art. 30, comma 2, del DJ n. 78/2010 convertito con modificazioni in Legge n. 122/2010), utilizzando le modalità di pagamento indicate nella sezione "Comunicazioni dell'agente della Riscossione". n caso di mancato pagamento, l'agente della Riscossione procederà ad espropriazione forzata, sulla base del presente avviso con i poteri, le facoltà e le modalità che disciplinano la riscossione a mezzo ruolo (art. 49 del DPRn. 602/1973). i l responsabile del procedimento di formazione, emissione e noti'fica del presente avviso di addebito è ANTONOCURT. l Direttore ANTONOCURT Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell'art. 3, comma t del del 1993 i

9 \ ' \'i'~".,.; ~~', : ~ '1':- ir-~!t:;.~/j J ~ ;.. ç::::#'. -,~~~/ stituto N~~é~;e.rPrevid~~~~OCiale '~~.:~~~/ Pagina 6 di 14 ~DPERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici COMUNCAZON DELL'NPS nformazioni generali Le informazioni generali relative all'avviso di addebito possono essere richieste:» alla Sede nps che ha emesso l'avviso di addebito» a qualsiasi altra Sede dell'stituto anche se in provincia diversa» al Contact center chiamando da rete fissa il numero gratuito oppure il numero da telefono cellulare, a pagamento, secondo il piano tariffario del proprio gestore telefon ico nformazioni e richieste di verifica delle partite debitorie Presso la sede nps che ha emesso l'avviso di addebito devono essere inoltrati i chiarimenti riferiti ai debiti indicati nell'avviso. Alla stessa Sede deve essere inoltrata la domanda e la documentazione diretta ad ottenere la verifica dell'importo addebitato. La domanda di sospensione e di annullamento dell'avviso di addebito deve essere trasmessa in via telematica dal titolare/legale rappresentante ovvero da persona appositamente delegata. l servizio è raggiungibile dal sito internet dell'stituto tramite gli appositi link posti all'interno i della sezione "Servizi On-Une" -> "Per Tipologia di Utente" differenziati in base alla tipologia dì. utente. Le domande presentate potranno essere consultate tramite visualizzazione dello stato della domanda e delle eventuali comunicazioni inserite dalla Sede competente. L'adozione dei provvedimenti della Sede nps avverrà nel rispetto del principio di autotutela. Modalità di Pagamento l pagamento deve essere effettuato entro 60 giorni dal ricevimento dell'avviso di addebito con le modalità indicate nella sezione "COMUNCAZON DELL'AGENTEDELLARSCOSSONE". Pagamento rateai e - l'avviso di Addebito può essere pagato ratealmente, nei casi previsti, presentando la domanda all'agente della Riscossione. Si rinvia alla sezione "COMUNCAZON DELL'AGENTEDELLARSCOSSONE- ALTRENFORMAZON- RATEAZON". Quando e come presentare ricorso l contribuente può proporre opposizione avverso l'avviso di addebito entro il termine di 40 giorni dalla notifica dell'avviso di addebito (art. 24, comma S, Decreto Legislativo , n. 46). l ricorso va presentato al Tribunale, in funzione di Giudice del Lavoro, nella cui circoscrizione ricade la Sede lnps che ha emesso l'avviso. L'opposizione va proposta contro l'lnps (Ente impositore) e, per i crediti oggetto di cessione, contro la S.c.c.. S.p.A. "SoCetà di cartolarizzazione dei crediti NPS", itisconsorte necessaria ex art. 13, comma 8, della Legge , n. 448 e successive modificazioni. La sede legale della S.c.c.. S.p.A. è in Largo Chigi n. 5, Roma. giudizio di opposizione è regolato dagli artt. 442 e seguenti del codice di procedura civile.

10 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina7 di 14 A'. / ~.,- o,.1'. ~ SEDED PERUGA i AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici Provvedimento di sospensione a seguito di opposizione i L'opposizione all'avviso di Addebito non sospende l'attività di i recupero dell'agente della Riscossione. Tuttavia, nel corso del giudizio di primo grado, ii Giudice del Lavoro può sospendere l'esecuzione dell'avviso di addebito. n tal caso il ~icorrente deve notificare il provvedimento di sospensioneal competente Agente della Riscossione(art, 24, commi 6 e 7, D.Lgs. n. 46/1999). i Modalità di calcolo delle sanzioni l regime sanzionatorio applicato e l'importo calcolato è riportato ileil'avviso di addebito nella sezione"dettaguodeguaddebte DEGU MPORTDOVUT". Le somme aggiuntive richieste a tale titolo, indicate nel dettaglio degli importi dovuti, devono essere rideterminate se il pagamento viene effettuato dopo il sessantesimogiorno dalla notifica dell'avviso. n tal caso il calcolo deve essere effettuato per ogni giorno di ritardo dalla data di scadenza di legge della contribuzione richiesta alla data in clii il relativo pagamento è effettuato. 1. Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 1996, n. 662, art. 1, comma 217, lett. a). Nel caso di omesso o ritardato versamento, entro la scadenza di legge, dei contributi dovuti mensilmente o periodicamente, per ogni giorno di ritardo è dovuta una somma aggiuntiva, in ragione d'anno (365 gg), neila misura pari al tasso dell'interesse di differimento e di dilazione, maggiorato di tre punti. La somma aggiuntiva così calcolata non può essere superiore al 10mper cento dell'importo dei contributi omessi o versati in ritardo., 2. Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 1996, n. 662, artl 1, comma 217, lett. b). Nei caso in cui la contribuzione richiesta con l'avviso di addebito risulta evasa in tutto o in parte, oltre alla somma aggiuntiva di cui al punto 1), è dovuta u?a sanzione a titolo di una tantum da un minimo del 50 per cento ad una massimo del 100 per cento di quanto dovuto a titolo di contributi, graduata secondoi criteri fissati con il D. M. 18 rrlarzo Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 2000, n. 388, artl116, comma 8, lett. a). Nel caso di omesso o ritardato versamento entro il termine stabilito dei contributi dovuti mensilmente o periodicamente, per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzionecivile, in ragione d'anno (365 gg), nella misura pari al TassoUfficiale di Riferimento maggiorato di 5,5 punti. La sanzione così calcolata non può superare il 40 per cento (c.d. tetto) dell'importo dei contributi indicati nell'avviso di addebito., Raggiunto tale limite, sono dovuti gli interessi nella misura degli inthessi di mora. Si rinvia al punto Regime sanzionatorio sanzioni civili legge 23 dicembre 2000, n. 388, art. 116, comma 8, lett. b). i Nel caso in cui la contribuzione richiesta con l'avviso di addebito ~isulta evasa in tutto o in parte, per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzione civile, in ragidne d'anno (365 gg). nella misura pari al 30 per cento dell'importo dei contributi addebitati. La sanzione così calcolata non può superare il 60 per cento (C.tt. tetto) dell'importo dei contributi indicati nell'avviso di addebito. l Raggiunto tale limite, sono dovuti gli interessi nella misura degli int~ressi di mora. Si rinvia al punto 5.

11 ~P~;;;~) stituto'.nazional e"prévidenz-à,sociale \' '-::'f ;j(';;"-".,/ Pagina 8 di 14 ~~~~~~~~~ AWSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici 4.1 sanzioni civili legge 19 ottobre 2010, n. 183, art. 4, comma 1, lett. a). Nel caso di accertamento di lavoro subordinato irregolare, sulla contribuzione richiesta con l'avviso di addebito, la sanzione civile, una volta determinato l'importo nella misura prevista per l'evasione, è maggiorata del 50% del valore calcolato secondo le indicazioni riportate al punto nteressi nella misura degli interessi di mora, legge 23 dicembre 2000, n. 388, art. 116, comma 9. Dopo il raggiungimento del tetto, sia in caso di omissione sia in caso di evasione, sul debito contributivo maturano, per ogni giorno di ulteriore ritardo nel pagamento, in ragione d'anno, interessi nella misura degli interessi di mora. Per conoscere il tasso vigente per il calcolo delle somme aggiuntive si dovrà fare riferimento al provvedimento del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea con il Quale viene determinato il Tasso Ufficiale di Riferimento. Per conoscere il tasso vigente per il calcolo degli interessi di mora si dovrà fare riferimento alla determinazione del Direttore dell'agenziadelle Entrate. Costi del servizio di riscossione costi del servizio di riscossione(o aggio di riscossione) rappresentano la remunerazione delle attività svolte dall'agente della Riscossione. l costo del servizio è a carico del destinatario dell'avviso di addebito nella percentuale del 4,65% sugli importi dovuti e pagati entro il sessantesimo giorno dalla notifica dell'avviso di addebito. n caso di pagamento in ritardo, l'aggio, pari al'8%, è posto interamente a carico del destinatario dell'avviso di addebito. L'aggio di riscossione è dovuto anche sugli interessi di mora e sulle ulteriori somme aggiuntive (normativa di riferimento: art. 17, comma 1, del D.Lgs n. 112/99). Eventuali spese per l'attività esecutiva Le spese per l'eventuale attività esecutiva svolta dall'agente della Riscossione in caso di mancato pagamento sono determinate, ai sensi dell'art. 17, comma 6, D.Lgs 112/99, dal Decreto 21/11/00 del Ministero delle Finanze e vengono calcolate proporzionalmente all'azione intrapresa e all'importo del debito, rimanendo sempre a carico del destinatario dell'avviso di addebito.

12 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina 9 di 14 ~ SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione DiPend::t~:~:::ON DELL'AGENTE DELLA RSCJSSONE Equitalia Centro SpA L'Agente della Riscossioneè il soggetto competente alla gestione dei pag~menti degli importi dovuti in ragione del presente atto nonché, in caso di mancato pagamento, a pro~edere al recupero coattivo di tali somme. Modalità di pagamento (DOVE E COME PAGARE) pagamento dell'importo può essere effettuato: n talia entro le scadenze alle Poste, in Banca e presso le tabaccherie abilitate*, utilizzando il bollettino RAVallegato presso gli sportelli dell'agente della Riscossioneelencati in allegatd oltre le scadenze ' presso le ta baccherie abilitate* i presso gli sportelli dell'agente della Riscossioneelencati in allegatd. * per i dettagli del servizio consultare il sito i l All'estero in Banca, con bonifico su conto corrente bancario Codice BAN, T91UO i intestato all'agente della Riscossione presso Banca Mps BC PASCTMMPER indicando il numero dell'awiso di addebito ed il oroorio codice fisc le.

13 Pagina 10 di 14 ', -,, i, l l, codice fiscale Nelle ipotesi di pagamento in ritardo oltre le scadenze previste è, possibile utilizzare il bollettino F35, sommando gli importi dovuti per il ritardo nel versamento, con le modalità indicate nella sezione "eventuali pagamenti parziali". Eventuali PAGAMENT PARZAL, che non sospendono l'attività esecutiva degli Agenti della, Riscossione, possono essere effettuati: n talia Alle Poste, con l'apposito bollettino F35 sul quale è necessario indicare: il numero di çonto corrente postale intestato all'agente della Riscossione EQUTAUA CENTRO SPA PROVoPG - F35 - AGENTE RSCOSSONE il numero dell'awiso di addebito; i numeri progressivi e gli importi relativi, riportati -nel dettaglio degli addebiti e degli importi dovuti, che si intendono pagare; - il proprio codice fiscale Presso gli sportelli dell'agente della Riscossione elencati in allegato -, All'estero: - " E' possibile effettuare il pagamento tramite bonifico bancario con le modalità sopra menzionate. ALTRE NFORMAZON Rateazioni Nell'ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà nel pagamento, è possibile presentare domanda all'agente della Riscossione che può concedere la dilazione del pagamento delle partite a debito fino a un massimo di 72 rate mensili, salvo i casi non rateizza bili indicati nella sezione DETTAGLO DEGL ADDEBm E DEGL MPORT DOVUT. L'importo minimo di ciascuna rata non può essere inferiore a 100 euro. ' - Maggiori informazioni operative (modulistica, simulatori dhcalcolo, materia, ecc.) sono disponibili sul sito L normativa operante in Estratto conto on line " Sul sito :,tpropria POSZione debitoria aggiornata, utilizzando le credenziali fornite dall'agenzia delle entrate e/o il PN dell'nps e/o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). " " Contatti,-J, NFORMAZON ON UNE: per qualsiasi ulteriore informazione' o chiarimento sul presente,, documento è possibile contattare lo scrivente Agente della Riscossione tramite web collegandosi al sito compilando l'apposito FORM. l: j : numero verde unico da tel. fisso (gratuito); i da tel. cellulare o da estero (secondo piano tariffario). numeri sono attivi 24 ore su 24, con operatore dal lunedi' al 1- venerdi' dalle ore 8:00 alle ore 18:00. 'i

14 Pagina 11 di 14 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale "SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N progressivo Gestione Dipendenti Pubblici codice fisdle Allegato: elenco sportelli ambito provinciale Perugia LOCALTA' ED NDRZZO GORN ED ORAR~ D APERTURA FOLGNO Via Daniele Manin 22 PERUGA Via Settevalli l LUN-VEN: 08:15-13:15 LUN-VEN: 08:15 J 13: 15

15 o/i~;;'~?~;\\ l in " ' p~$~{~"".~ ~l o,"o ll'\~';: Jstlft~to NaZional ~revipe~1.a Sociale ~o~""~;'."/' ~~~ SEDED PERUGA Pagina12 di 14 AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale srogressivo estione Dipendenti Pubblici NFORMATVA SUL TRATTAMENTODE DAT PERSONAU (Art. 13 del d. g5. 30 giugno 2003, n. 196, recante "Codice in materia di protezione dei dati personali")!nps, Equitalia SpA e le sue partecipate (Agenti della Riscossione), in qualità di Titolari del trattamento, La informano che i dati personali che la riguardano, compresi quelli sensibili e giudiziari, saranno trattati, per le finalità istituzionali previste dalla legge e comunque in osservanza dei presupposti e dei limiti stabiliti dal Codice in materia di protezione dei dati personali. n particolare l'nps tratterà i suoi dati per finalità di natura previdenziale, assistenziale ed assicurativa, invece, gli Agenti della Riscossioneper finalità di riscossione dei crediti. lo trattamento avverrà, anche con l'utilizzo di strumenti elettronici, ad opera di soggetti opportunamente incaricati ed istruiti, attraverso logichestrettamente correlate alle finalità per le quali i dati sono utilizzati. suoi dati personali potranno essere comunicati, in quanto necessario ai sensi della vigente normativa in materia per il conseguimento delle finalità innanzi indicate, a soggetti che forniscono servizi o svolgono attività strumentali per conto dei Titolari e operano in qualità di Responsabilidesignati nonché soggetti a cui la comunicazionedei dati debba essere effettuata in adempimento di un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria nell'ambito del procedimento di riscossione, tra cui l'autorità giudiziaria, Equitalia Servizi e Poste!. Nessundato personale dei contribuenti può essereoggetto di diffusione. Per quanto attiene alla facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali, Lei può ottenere dai Titolari l'indicazione delle informazioni di cui ai commi 1 e 2 dell'articolo 7 (conferma dell'esistenza o meno di dati, loro comunicazione in forma intelligibile nonché origine dei dati, finalità e modalità del trattamento, logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, estremi identificativi del Titolare e dei Responsabili, soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati). Per quanto invece riguarda la necessità di ottenere le operazioni descritte al comma 3 del medesimo articolo 7 (aggiornamento, rettificazione ovvero, nei casi di interesse, integrazione dei dati o cancellazione), Lei deve rivolgersi direttamente all'nps. Sono di competenza esclusiva di Equitalia SpA e delle sue partedpate (Agenti della Riscossione) le istanze proposte nell'ambito delle eventuali fasi di rateazione o di recupero coattivo del credito. Le istanze vanno rispettivamente indirizzate, per l'nps, al Direttore della struttura che ha emesso l'awiso di addebito e, per gli Agenti della Riscossione,a EquitaliaCentro SpA competente per territorio. Una informativa completa e dettagliata in merito ai trattamenti è consultabile sui siti web dei Titolari. presente atto si compone di n. 14 paoine di cui 2 di bollettini.

16 ATTENZONE, PEGARE E STRAPPARE LUNGO LE PERFORAZON r::;:.., i:lcl:n di Euro ATTENZONE, PEGARE E STRAPPARE LUNGO LE PERFORAZON &>c= ~.!;in...'f(... ~~'ElNT!:ROSti'\tl;\ii;~Wi~jliV.r#ìiiiii\ììQ,;{{{}!t'!'"ii"iN'\!!liin&òp.òiil.ii.'{! ',:,'!!n'.!,n!!.{/i'rmth! ii? "'H!dll.!idlpi#t~r ii"! 323,17 ~ [i,ul(/(n ld 247 ;~t~~~;~la CENTRO SPA i,~~~~o;ala CENTRO SPA PROV-. P{;---R-MJ---AGfN+E-R l seoss ONE P-RO.ll.P_G~RA V. _.A.GENTE RLS_C_O.s_S1DJ'>~E~_ E,egu;to do, STTUTO ZOOPROFlLATTlCO SPER R.,;dente ;n, VA G. SALVEMN N.1 Cod,Fi>co!e, N, Doçumenlo' Cod,Rov' SCADENZA CODCE RAV BOllO OHl'U'F. fost,o.l!, 1_ DElL'UFF. lohale codi,. dente < > di Euro 1rn illllll~ m , o SCADENZA CODCE RAV ~ E"goll, d, STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERi:Y--"~ J Relidel'lle in; VA G. SALVEMN N.1 //.. '- :.( ~, c,d, fi.", / i ~ N.O,,,m,o'" '0:0 0 } '0. ~''"=o"~o M~OUANTf: NON SC~llfU NflLA lonls'òtt,6's"':';"nte.. in. 0 n,,,,iro,otil,,' d. -~~~ / V... '." '. ",,/ > <' :..24'7>

17 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale postaraceomandata smatt AU. n" NAZi ~ Solo in caso di mancato recapito restituire a: Casella Postale Lamezia Terme CMP raccomandata A.R.l

18 ATTESTATO D PUBBLCAZONE DSPOSZONE D SERVZO Direttore Generale no: 55 del 12/12/2014 La disposizione viene pubblicata all' albo pretorio-online dell 'stituto ilgiomo: 12DC DC Perugla, {,-v'.... : '.- -: ~ ~'..., \' - i", -:~,<!-. "'~. -''t_ ESECUTVTA' conseguitajì,"12 D![;. 2014,/. ': '\ Trasmissione disposizione: Collegio dei Revisori

Meno carta e più informazioni per la nuova cartella esattoriale

Meno carta e più informazioni per la nuova cartella esattoriale N. 130 A.L Servizi s.r.l. Via Bergamo n. 25 24035 Curno (Bg) P.Iva e C.F. 03252150168 Marzo 25.03.2010 Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371

Dettagli

Indirizzo. Indicazione eventuale qualità di coobbligato

Indirizzo. Indicazione eventuale qualità di coobbligato CARTELLA DI PAGAMENTO N. 000 0000 00000000 00 000 Emessa dadenominazione Agente Agente della riscossione - prov. di denominazione Provincia Indirizzo Cap Comune su incarico di: denominazione Ente Creditore

Dettagli

Vademecum della cartella di pagamento

Vademecum della cartella di pagamento in collaborazione con Direzione Regionale Veneto Vademecum della cartella di pagamento Guida pratica per il cittadino contribuente La cartella di pagamento 3 La notifica 3 Dove e come pagare 4 Dove chiedere

Dettagli

# INTIMAZIONE DI PAGAMENTO # numero 13720139008204203/000. 8LNiBrWJRhXHWhWmVIchX9

# INTIMAZIONE DI PAGAMENTO # numero 13720139008204203/000. 8LNiBrWJRhXHWhWmVIchX9 # INTIMAZIONE DI PAGAMENTO # numero 13720139008204203/000 8LNiBrWJRhXHWhWmVIchX9 13720139008204203000 Equitalia Centro SpA Agente della Riscossione per la provincia di Rimini Sig.ra CHEN XIUE Via IV Novembre

Dettagli

La nuova cartella di pagamento. Introduzione

La nuova cartella di pagamento. Introduzione Introduzione A partire dal 1 ottobre 2010 i ruoli consegnati agli Agenti della Riscossione saranno emessi utilizzando il nuovo modello di cartella di pagamento, approvato con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA 3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA >> LA RISCOSSIONE MEDIANTE CARTELLA L Agenzia delle Entrate svolge l attività di riscossione nazionale dei tributi tramite la società per azioni

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE DELIBERA C.C. N. 89 DEL 21.11.2000 DELIBERA C.C. N. 15 DEL 30.03.2010 DELIBERA C.C. N. 22 DEL 14.04.2014 Regolamento per la disciplina generale delle

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

Il blog del Commercialista Dott. Roberto Di Leo www.robertodileo.it Pagina 1

Il blog del Commercialista Dott. Roberto Di Leo www.robertodileo.it Pagina 1 Il blog del Commercialista Dott. Roberto Di Leo www.robertodileo.it Pagina 1 Giugno 2011 LA RISCOSSIONE COATTIVA Le modalità dell esercizio dell attività di riscossione nazionale dei tributi e contributi

Dettagli

NOTIZIE FLASH novembre 2011

NOTIZIE FLASH novembre 2011 NOTIZIE FLASH novembre 2011 Quota A: riscossione contributo 2011 Il 30 novembre scade la quarta rata del contributo Quota A. In caso di smarrimento o mancato ricevimento dell avviso di pagamento deve essere

Dettagli

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

Dati Anagrafici Del Debitore

Dati Anagrafici Del Debitore Prot. N del Rif. N. XXXX del XXXXX N. Lotto XXX/XXXX N avviso da utilizzare per ricevere informazioni da Aequa Roma (assistenza telefonica, allo sportello o per appuntamento) AVVISO DI ACCERTAMENTO PER

Dettagli

Notizie Flash Luglio 2011

Notizie Flash Luglio 2011 Notizie Flash Luglio 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

Notizie Flash giugno 2011

Notizie Flash giugno 2011 Notizie Flash giugno 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

DEBITI E CREDITI *** 1. I debiti

DEBITI E CREDITI *** 1. I debiti Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it DEBITI E CREDITI *** 1. I debiti Debiti con Banche

Dettagli

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI Dott.ssa Giovanna Castelli 1 PRINCIPALI NOVITÀ E MODIFICHE 1. AVVISI DI ACCERTAMENTO ESECUTIVI 2. INDAGINI BANCARIE 3. POTERI ATTRIBUITI AI COMUNI 4. MODIFICHE

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net I PROCEDIMENTI DERIVANTI DALL ISCRIZIONE A RUOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE AMBIENTALI Un contributo a cura di Marco Rubegni Parco Regionale della Maremma E vietato il plagio e la copiatura integrale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO IL REGIME SANZIONATORIO CIPAG 2014 Sommario SOMMARIO 1 Premessa... 1 2 Regolarizzazione del pagamento dei contributi... 2 3 Sanzioni sui pagamenti... 4 4 Sanzioni sulle dichiarazioni...

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 39 del 13 Marzo 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Nuova veste grafica per l avviso di intimazione ad adempiere al pagamento dei debiti tributari Gentile cliente, con

Dettagli

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2014 1 Sommario Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

Il contenzioso fiscale

Il contenzioso fiscale Il contenzioso fiscale 1. I servizi del Caf Nel caso di ricevimento di cartelle di pagamento che contestano il mancato pagamento, parziale o totale, di imposte o tasse, anche riferite a tributi locali,

Dettagli

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola Direzione Centrale delle Entrate Contributive Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola Roma, 23 Giugno 2005 Circolare n. 81 Allegati 4 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo

Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo CIRCOLARE A.F. N. 82 del 17 Maggio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 381 22.12.2014 Pagamento dell avviso bonario Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L'art. 3-bis del D.Lgs. 462/1997 dispone che le somme

Dettagli

convengono e stipulano quanto segue: TITOLO I Attività di riscossione attraverso la procedura GIA Art. 1 Avvisi di pagamento

convengono e stipulano quanto segue: TITOLO I Attività di riscossione attraverso la procedura GIA Art. 1 Avvisi di pagamento CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) l Azienda Ospedaliero Universitaria, in persona del., nato a domiciliato per la carica in Via...; tra con sede

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 9-bis Art. 10 Art. 11 Art. 12

Dettagli

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA Gli aggiornamenti più recenti rateizzazione delle cartelle di pagamento compensazione tra somme iscritte a ruolo e crediti d imposta o crediti verso

Dettagli

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI DETERMINAZIONE N. 7 Data 17/07/2013 ORIGINALE Oggetto : CONCESSIONE RATEAZIONE CARTELLE TARSU. IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI Visto il Decreto Sindacale

Dettagli

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia)

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) C I T T A DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI MANFREDONIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale N. 10

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 24/11/2010 Circolare n. 148 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

LA CARTELLA NON DEVE ESSERE PAGATA? CHIEDI AIUTO A EQUITALIA!

LA CARTELLA NON DEVE ESSERE PAGATA? CHIEDI AIUTO A EQUITALIA! Per avere informazioni e ricevere assistenza visita il sito www.gruppoequitalia.it o chiama il numero verde 800 178 078 da telefono fisso o il numero 02 3679 3679 da telefono cellulare o dall'estero (secondo

Dettagli

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009 Notizie Flash Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno è scaduta la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso sia pervenuto dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE ATTRAVERSO RUOLO CON PREVENTIVA PROCEDURA PRE-COATTIVA MEDIANTE GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) *****

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE ATTRAVERSO RUOLO CON PREVENTIVA PROCEDURA PRE-COATTIVA MEDIANTE GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) ***** Allegato delibera G.C. n 82 del 16.06.2011 CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE ATTRAVERSO RUOLO CON PREVENTIVA PROCEDURA PRE-COATTIVA MEDIANTE GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) ***** L anno 2011, il giorno del

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013);

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 ARGOMENTO: DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); Gentile Cliente, l art. 1 co. 618-624 della L. 27.12.2013 n. 147 ha introdotto

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. N. 27036 Approvazione del nuovo modello di cartella di pagamento e dei fogli Avvertenze relativi ai ruoli dell Agenzia delle entrate, ai sensi dell art. 25 del decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA Gli aggiornamenti più recenti termini per la notifica delle cartelle di pagamento pagamento a rate del debito compensazione tra somme iscritte a ruolo

Dettagli

Decreto ministeriale 25 giugno 2012

Decreto ministeriale 25 giugno 2012 Decreto ministeriale 25 giugno 2012 (1) Modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Sanitario

Dettagli

LA CARTELLA ESATTORIALE

LA CARTELLA ESATTORIALE LA CARTELLA ESATTORIALE Ricevere una cartella esattoriale non e' mai "cosa da niente" o da prendere sottogamba. Essa e' infatti un documento che da' la possibilita' all'agente della riscossione (Equitalia

Dettagli

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE INFORMAZIONI PER GLI UTENTI INTERESSATI ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI DEBITI RELATIVI A SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI AL CODICE

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO IL REGIME SANZIONATORIO CIPAG 2015 Sommario SOMMARIO 1 Premessa... 1 2 Regolarizzazione del pagamento dei contributi... 2 3 Sanzioni sui pagamenti... 4 4 Sanzioni sulle dichiarazioni...

Dettagli

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 ALLEGATO 5 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 SOCIETÀ DI PERSONE IN CONTABILITA ORDINARIA

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) L anno, il giorno del mese di, in, tra Il.., di seguito Ente, con sede in., Via n.., C.F., in persona del., nato

Dettagli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli CIRCOLARE A.F. N. 39 del 14 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la proroga del pagamento

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA REGOLARIZZAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (TARSU) PER GLI ANNI ARRETRATI NON PRESCRITTI Approvato con deliberazione consiliare n. 22 del

Dettagli

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Studio Commerciale e Tributario TOMASSETTI & PARTNERS Informativa fiscale Ai gentili clienti Loro sedi Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) L anno 2014, il giorno.. del mese di., in, tra Il Comune di Ollolai, di seguito Ente, con sede in,.. n..., C.F..,

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici. Roma, 12/07/2013

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici. Roma, 12/07/2013 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici Roma, 12/07/2013 Circolare n. 108 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) AGENZIA LAORE SARDEGNA - ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE N.331/2014 DEL 26.05.2014 CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) LAORE Sardegna, di seguito denominato

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

SERVIZIO AUTORIZZAZIONI IMPIANTI PUBBLICITARI

SERVIZIO AUTORIZZAZIONI IMPIANTI PUBBLICITARI DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI CATASTO E SUOLO PUBBLICO CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI SERVIZIO AUTORIZZAZIONI IMPIANTI PUBBLICITARI www.comune.torino.it/tasse/cimp Marzo 2015 www.comune.torino.it/cartaqualita

Dettagli

COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine

COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE per l applicazione dell istituto dell ACCERTAMENTO CON ADESIONE e dell AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1646 25 NOVEMBRE 2010 NUOVO MODELLO DI CARTELLA DI PAGAMENTO E TUTELA DEL CONTRIBUENTE

CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1646 25 NOVEMBRE 2010 NUOVO MODELLO DI CARTELLA DI PAGAMENTO E TUTELA DEL CONTRIBUENTE CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1646 25 NOVEMBRE 2010 NUOVO MODELLO DI CARTELLA DI PAGAMENTO E TUTELA DEL CONTRIBUENTE Le novità di Roberto Cattivelli La presente circolare monografica fornisce una panoramica

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE A cura dell Ufficio Relazioni Esterne Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia

Dettagli

Quota A - pagamento contributi 2010

Quota A - pagamento contributi 2010 Flash portale giugno 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno scade la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso pervenga dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI GORLA MAGGIORE Provincia di Varese SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione C.C. n. 56 del 30/11/1998 Modificato con

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 14 del 04/06/2015 Oggetto: Autorizzazione all'espletamento della missione a Tirana (Albania) del dotto

Dettagli

LA CARTELLA DI PAGAMENTO. 2.4 Il pagamento rateale delle somme che risultano dal controllo della dichiarazione

LA CARTELLA DI PAGAMENTO. 2.4 Il pagamento rateale delle somme che risultano dal controllo della dichiarazione Avvertenza: entro il termine di 30 giorni il contribuente, in sede di autotutela, può chiedere l annullamento dell invito. Se l ufficio provvede a riliquidare la posizione, il termine di versamento decorre

Dettagli

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) Quadro normativo di riferimento pag.3 2) Pagamento in forma rateale dei

Dettagli

Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013

Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013 Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013 Equitalia: aperti nuovi canali di pagamento nei punti Lottomatica e SysalPay Gentile cliente, desideriamo informarla che Equitalia ha recentemente annunciato la stipula

Dettagli

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO L anno -----------, il giorno -------- del mese di -------------, in Bolsena, tra Il Comune di Bolsena di seguito Ente con

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Allegato A COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 9.4.2014 INDICE Titolo I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU COMUNE DI CHIOMONTE Provincia di Torino SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU Approvato dal C.C. nella seduta del 20 Dicembre 20008 con atto n 40/08

Dettagli

L ESECUZIONE ESATTORIALE

L ESECUZIONE ESATTORIALE L ESECUZIONE ESATTORIALE CONVEGNO DEL 22 OTTOBRE 2010 PORDENONE Fabio Gallio - Avvocato e Dottore Commercialista in Padova e-mail: fgallio@terrineassociati.com Federico Terrin - Avvocato Tributarista in

Dettagli

Fiscal News N. 112. La circolare di aggiornamento professionale. 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito. Quattro aspetti da valutare

Fiscal News N. 112. La circolare di aggiornamento professionale. 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito. Quattro aspetti da valutare Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 112 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Varie Prima di impugnare una cartella esattoriale

Dettagli

CInÀ DIPOMFEI F RO\ INC I \ Di NAPOLI

CInÀ DIPOMFEI F RO\ INC I \ Di NAPOLI CInÀ DIPOMFEI F RO\ INC I \ Di NAPOLI Patrimomo dell Umanità Città daxte Settore Affari Generali e Finanziari Servizio Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Settore I Proposta di determinazione del Dirigente

Dettagli

ART.4 VIOLAZIONI NON SANZIONABILI, TUTELA DELLA BUONA FEDE ED ESTINZIONE DI CREDITI TRIBUTARI DI MODESTO AMMONTARE

ART.4 VIOLAZIONI NON SANZIONABILI, TUTELA DELLA BUONA FEDE ED ESTINZIONE DI CREDITI TRIBUTARI DI MODESTO AMMONTARE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI DI DETERMINAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE APPLICABILI NEI CASI DI VIOLAZIONI RELATIVE AL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO ART.1

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 25/03/1999 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 11 del

Dettagli

la mancata adozione delle misure minime di sicurezza (art. 162, comma 2-bis); mancata presentazione della notificazione al Garante (art.

la mancata adozione delle misure minime di sicurezza (art. 162, comma 2-bis); mancata presentazione della notificazione al Garante (art. Controlli e sanzioni Domande più frequenti Chi tratta dati personali può incorrere in sanzioni in caso di condotte illegittime? Sì. Il Codice in materia di protezione dei dati personali prevede sanzioni

Dettagli

SERVIZI Ta.R.S.U. CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI. www.comune.torino.it/tarsu. www.comune.torino.it/cartaqualita

SERVIZI Ta.R.S.U. CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI. www.comune.torino.it/tarsu. www.comune.torino.it/cartaqualita DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI CATASTO E SUOLO PUBBLICO CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI www.comune.torino.it/tarsu 2014 www.comune.torino.it/cartaqualita FINALITÀ DEI SERVIZI Finalità del Settore Ta.R.S.U.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI (Testo approvato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 5 settembre 2012) ART. 1 TIPOLOGIA DEI CONTRIBUTI 1. Sono dovuti alla Cassa in forza di quanto disposto dall art.

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

FAC-SIMILE PER AVERE REALMENTE QUELLO CHE HAI ORDINATO

FAC-SIMILE PER AVERE REALMENTE QUELLO CHE HAI ORDINATO FAC-SIMILE PER AVERE REALMENTE QUELLO CHE HAI ORDINATO Fac-simile lettera DIFFIDA ADEMPIMENTO nonché di risoluzione per acquisti on line, per telefono o corrispondenza Spett.le Società Via cap - Città

Dettagli

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011 Il riscatto della laurea ora è on line Il riscatto della laurea ora è on line Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, così come disposto dall INPS

Dettagli

Aspetti operativi del nuovo processo tributario

Aspetti operativi del nuovo processo tributario di Armando Urbano Aspetti operativi del nuovo processo tributario L accertamento esecutivo Il contributo unificato La nuova nota di iscrizione a ruolo Le controversie minori: Reclamo e mediazione La chiusura

Dettagli

Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione, Comunicazione e Consulenza PRESENTAZIONE DOMANDE

Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione, Comunicazione e Consulenza PRESENTAZIONE DOMANDE Direzione Sede Provinciale di Brescia Incontro del 17 marzo 2014, tra INPS Direzione Provinciale di Brescia e Aziende associate ad AIB Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione,

Dettagli

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CIRCOLARE N 2 del 22 dicembre 2008 Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali

Dettagli

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Allegato alla Circolare n. 10/2008 Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Oggetto: articolo 48-bis del DPR 29 settembre

Dettagli

COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE

COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni Gentile Signora/Signore, ogni anno l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a... (Prov...) il... codice fiscale.. residente in. (Prov...) indirizzo... C.A.P.. telefono fax.. e-mail...

Il/La sottoscritto/a nato/a... (Prov...) il... codice fiscale.. residente in. (Prov...) indirizzo... C.A.P.. telefono fax.. e-mail... Ad Equitalia Sportello di. ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19, DPR N. 602/1973 SOCIETÀ DI PERSONE IN CONTABILITA ORDINARIA - SOCIETA DI PERSONE IN CONTABILITA SEMPLIFICATA - DITTE INDIVIDUALI

Dettagli

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Circolare N.85 del 7 Giugno 2011 Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Giornalisti: entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla

Dettagli

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 01 agosto 2012 TITOLO I DISPOSIZIONE GENERALI Art.1

Dettagli