-.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni." name="description"> -.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni.">

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE DISPOSIZIONE DI SERVIZIO DIRETTORE GENERALE. N. 55 del 12/12/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE DISPOSIZIONE DI SERVIZIO DIRETTORE GENERALE. N. 55 del 12/12/2014"

Transcript

1 /,,,;~~T... 1".>-.:'~..\ STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE DSPOSZONE D SERVZO DRETTORE GENERALE N. 55 del 12/12/2014 Oggetto: Posizione contributiva ECA determinazioni.

2 l. STTUTO ZOOPROFlLATCO SPERMENTALE DELL'UMBRA E DELLE MARCHE. PERUGA C.F. e P.VAOOl DSPOSZONED SERVZO Oggetto: Posizionecontributiva ECA determinazioni L DRETTOREGENERALE VSTA la nota protocollo NPSn /01/ , ns. prot. n del 03/02/2014, con cui l'nps ha trasmesso all'lzsum l'estratto conto dell'ente per il periodo 01/ /2010 con allegato avviso bonario di pagamento della somma di euro 294,30 da addebitare all'stituto; PRESOATTO CHEla somma addebitata a carico di questo Ente, di cui all'avviso bonario in questione, è riferibile, per come si evince dall'estratto conto e per come confermato per le vie brevi dal referente dell'stituto Previdenziale (Sig. Ambroglini), al tardato versamento di contributi dovuti nel mese di agosto 2010: versamento eseguito in data 20 agosto 2010 come da d.p.c.m ; VSTA la nota ns. prot. n del 20/02/2014 con cui l'zsum ha provveduto alla contestazione dell'avviso bonario, richiedendone l'annullamento in quanto il d.p.c.m. sopracitato all'art. 1, comma 1, dispone che "gliadempimenti fiscali e il versamento delle somme, di cui agli artt. 17 e 20, camma 4, del D.lgs., 9 luglio 1997, n. 241, che hanno scadenza nel periodo compresa tra il giorni 1 ed il giorno 20 del mese di agosto 2010, passano essere effettuati entra il medesimo giorno 20, senza alcuna maggiarazione", e che i soggetti destinatari del dispositivo, individuati nelle premesse del d.p.c.m., sono i "contribuenti" e quindi anche le Pubbliche Amministrazioni nonché l'zsum; RTENUTO, pertanto, che la scadenza indicata nel citato D.P.C.M. sia riferibile quanto contribuente; anche all'lzsum in VSTA la successiva nota protocollo NPS n /10/ , con cui l'nps ha trasmesso all'lzsum l'estratto conto dell'ente, elaborato in data , relativo al periodo 01/ /2011 con allegato avviso bonario di riepilogo; VSTA la successiva nota ns. prot. n del 06/11/2014 con cui l'zsum ha provveduto a nuova contestazione degli avvisi bonari pervenuti, richiedendone l'annullamento per le medesime motivazioni soprariportate; PRESOATTO che l'nps non ha risposto alle note di contestazione bonaria inoltrate dall'lzsum ma ha direttamente trasmesso avviso di addebito costituente titolo esecutivo ai sensi dell'art. 30, comma 1, del DL78/2010 conv. in L. 122/2010; ATTESO,pertanto, che con nota ns. prot del 25/11/2014 è stato trasmesso dall'lnps il controllo della posizione contributiva ECA avviso di addebito N , in allegato quale parte integrante sostanziale del presente atto, per complessivi euro 323,17 da pagare entro 60gg. dalla notifica all'agente della riscossione Equitalia Centro S.p.A.; RTENUTO pertanto, al fine di evitare l'esecuzione forzata, risultante dall'avviso in allegato, in quanto risulterebbe un'azione legale; di procedere al pagamento di quanto ecc ssivamente oneroso intraprendere ACQUSTOil parere favorevole del Direttore Amm' SEDE: PERUGA: ViaG. Silivemlnl, 1 -Te! Fax SEZON: 60100ANCONA: Via Cupa di Posalora, 3 - Tel Fax MACERATA: Via dei Velini, 11 - Tel Fax TERN: Via L.A. Muratori, 4" Tel Fax PESARO: Via Canonici, Villa Fastiggi - Te! n - Fax FERMO: C. da San Martino, 6fa - Tel Fax

3 Tutto'ciò premesso DSPONE ~.. /..:.....~>\~ / _~A~ ~-2,,':_~'.,,,-!.?- "-,. "\ \, ~\,~",~~~;L ". ;\,(:p.... '-;.,.,~,. - :.,. 1. di prendere atto dell'awiso di addebito in allegato, che si acquisisce quale parte intèg~'~"~ e sostanziale del presente prowedimento; -~' 2, di autorizzare l'ufficio Bilancio dell'uogefa prowedere al tempestivo pagamento della somma di euro 323,17 di cui all'allegato awiso; 3. di imputare l'importo di cui al punto 2) al gruppo B.7) Oneri diversi di gestione - conto elementare n Speseper multe e ammende e altri oneri amministrativi; 4. di trasmettere il presente prowedimento all'ub dell'uo Gestione Economico Finanziaria e all'utqp dell'uo Amministrazione Personale. 2

4 R, Pagina 1 di 14 Gestione Dipendenti Pubblici - Sede di PERUGA NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale ~ VA CANAL PERUGA PG Numero dell' atto Formato il 08 novembre 2014 \\\\\ \\\\\\\ \11\"" '" / /r5'~'~-\..;-t'-;-/ >\ N AO018964/14 dei 25/11/ 2014 i.{" ~~ <;" ~lj ' \ ~.:<.' r_ Z5 UMBRA E M.ARCHE i..,~. ~. REGSTRO D PR<1rOCOLLO j <'~.;.!." 1 ~,.\ \\\~~ i\\\\~\\\\~\il\\1\1~\\\\\\l\\\1\\\\\11\ \~;i/~,;/ RN RM02 0(0((0092 li STTUTO ZOOPROFlATTCO SPERMANTALE DELL'U VA G. SALVEMN ~ PERUGA PG i l i LA SEDE D PERUGA AVVSA La Spett. STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERMANTALE DELL'U codice fiscale progressivo Di aver proceduto al controllo della posizione contributiva so~ra riportata relativamente a: ECA l i, presente atto, riguarda i contributi accertati e dovuti a titolo di Gestione Dipendenti Pubblici per l'importo totale, comprensivo delle spese di notifica e dei compensi del servizio di riscossione, di: C 323,17 dettaglio e le motivazioni sono riportate nella sezione "DETTAGLq, DEGL ADDEBrn E DEGL MPORT DOVUT",

5 NPS Pagina 2 di 14 stituto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto dovuto mporto versato mporto richiesto Compensi di riscossione (entro 60 gg. dalla notifica) C.P.D.E.L.-DMP-Contributi obbligatori pensionistici - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, ett.a) _ Contributi obbligatori pensionistici mporto Dovuto Sanzioni per om!ssj,one - L.38B/20DO art.116 mporto Sanzioni Competenza letto a) Competenza ,29 L71 C.P.S.-DMP-Riscstti a fine pensionistici - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, ett.a) Riscatti a f1.ne pensionisticl..----mpol"'to-dovuto _.._.-_.- C.P.S._DMP_Contributi obbligatori pensionistici - Regime sanzionatorio L. n , art.116, comma 8t lett.a) Contributi obbligatori pensionistici mporto Dovuto Competenza ,22 4,15 \.':'.. '(~:..:.~.&/

6 ][1\f]ft~ Pagina 3 di 14 sttuto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto mporto mporto Compensi di dovuto versato richiesto riscossione (entro 60gg. dalla notifica) Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 letto a) mporto Sanzioni Competenza N.A.D.E.L.-DMP-TFS - Regime aanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, lett.a) TFS mporto Dovuto Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 mporto Sanzioni Competenza letto a) Competenza.N.A.D.E.L.-DMP-TFR - Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8. iett.a) TFR mporto Dovuto 8974 Sanzioni per omissione mporto Sanzioni Credito-DMP-Credito - - L.388/2000 art.116 Competenza letto a) Competenza ,90 0, ,02 D,DO 9,89 0,00 2,70

7 NPS Pagina 4 di 14 stituto Nazionale Previdenza Sociale SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici DETTAGLO DEGL ADDEBT E DEGL MPORT DOVUT mporti espressi in Euro prg. mporto dovuto mporto versato mporto richiesto Compensi di riscossione (entro 60 gg. dalla notifica) Regime sanzionatorio L. n. 388/2000, art.116, comma 8, lett.a) Credito mporto Dovuto 8974 _ Sanzioni per omissione - L.388/2000 art.116 mporto Sanz:toni Competenza letto a) Competenza SPESE D NOTFCA DEL PRESENTE AVVSO D ADDEBTO ,0) nps - Spese di notifica 0,-00 0,00 Totali 308,99 14,18 Totale complessivo dovuto Entro 60 giorni dalla data di notifica (1) (1)1 costo dùl servizio di riscossione B carico del debitore, in caso d plgamento entro 60 giorni dalla notifica dell'avviso di addebito, è nellfl percentuale del 4,65ì...::.~ sugli importi dovuti. n caso di ptlgamento oltre tale termine, la per~entuale del ~ompenso del servizio d! riscossione a carico del debitore è p,ni a11'8%, a cui andranno aggiunte anehe le sanzioni civili, come indicato nella sezione "COMUNCAZON DELL' NPS - Regime Sanzionatorio", nonché i compensi del servizio di riscossione dovuti sulle ultcrior'1 sanzioni ~ivili ffivturatc (ino alla data di effettivo pagamento (art. 17, COl'Jl\i l, del D.igs. n ) c le eventuali spese pcr 11 rccupcro forztlto....,:) ','"-;?~;..',

8 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina 5 di 14 ~DPERUGA AWSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici l presente avviso che costituisce titolo esecutivo ai sensi dell'arti 30, comma l, del DL n. 78/2010 convertito con modificazioni in Le9ge n. 122/2010, ha valore di intimazione ad adempiere l'obbligo di pagamento degli importi in esso indicati alll'agente della Riscossione Equitaiia Centro SpA i entro il termine di 60 giorni dalla notifica (art. 30, comma 2, del DJ n. 78/2010 convertito con modificazioni in Legge n. 122/2010), utilizzando le modalità di pagamento indicate nella sezione "Comunicazioni dell'agente della Riscossione". n caso di mancato pagamento, l'agente della Riscossione procederà ad espropriazione forzata, sulla base del presente avviso con i poteri, le facoltà e le modalità che disciplinano la riscossione a mezzo ruolo (art. 49 del DPRn. 602/1973). i l responsabile del procedimento di formazione, emissione e noti'fica del presente avviso di addebito è ANTONOCURT. l Direttore ANTONOCURT Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell'art. 3, comma t del del 1993 i

9 \ ' \'i'~".,.; ~~', : ~ '1':- ir-~!t:;.~/j J ~ ;.. ç::::#'. -,~~~/ stituto N~~é~;e.rPrevid~~~~OCiale '~~.:~~~/ Pagina 6 di 14 ~DPERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici COMUNCAZON DELL'NPS nformazioni generali Le informazioni generali relative all'avviso di addebito possono essere richieste:» alla Sede nps che ha emesso l'avviso di addebito» a qualsiasi altra Sede dell'stituto anche se in provincia diversa» al Contact center chiamando da rete fissa il numero gratuito oppure il numero da telefono cellulare, a pagamento, secondo il piano tariffario del proprio gestore telefon ico nformazioni e richieste di verifica delle partite debitorie Presso la sede nps che ha emesso l'avviso di addebito devono essere inoltrati i chiarimenti riferiti ai debiti indicati nell'avviso. Alla stessa Sede deve essere inoltrata la domanda e la documentazione diretta ad ottenere la verifica dell'importo addebitato. La domanda di sospensione e di annullamento dell'avviso di addebito deve essere trasmessa in via telematica dal titolare/legale rappresentante ovvero da persona appositamente delegata. l servizio è raggiungibile dal sito internet dell'stituto tramite gli appositi link posti all'interno i della sezione "Servizi On-Une" -> "Per Tipologia di Utente" differenziati in base alla tipologia dì. utente. Le domande presentate potranno essere consultate tramite visualizzazione dello stato della domanda e delle eventuali comunicazioni inserite dalla Sede competente. L'adozione dei provvedimenti della Sede nps avverrà nel rispetto del principio di autotutela. Modalità di Pagamento l pagamento deve essere effettuato entro 60 giorni dal ricevimento dell'avviso di addebito con le modalità indicate nella sezione "COMUNCAZON DELL'AGENTEDELLARSCOSSONE". Pagamento rateai e - l'avviso di Addebito può essere pagato ratealmente, nei casi previsti, presentando la domanda all'agente della Riscossione. Si rinvia alla sezione "COMUNCAZON DELL'AGENTEDELLARSCOSSONE- ALTRENFORMAZON- RATEAZON". Quando e come presentare ricorso l contribuente può proporre opposizione avverso l'avviso di addebito entro il termine di 40 giorni dalla notifica dell'avviso di addebito (art. 24, comma S, Decreto Legislativo , n. 46). l ricorso va presentato al Tribunale, in funzione di Giudice del Lavoro, nella cui circoscrizione ricade la Sede lnps che ha emesso l'avviso. L'opposizione va proposta contro l'lnps (Ente impositore) e, per i crediti oggetto di cessione, contro la S.c.c.. S.p.A. "SoCetà di cartolarizzazione dei crediti NPS", itisconsorte necessaria ex art. 13, comma 8, della Legge , n. 448 e successive modificazioni. La sede legale della S.c.c.. S.p.A. è in Largo Chigi n. 5, Roma. giudizio di opposizione è regolato dagli artt. 442 e seguenti del codice di procedura civile.

10 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina7 di 14 A'. / ~.,- o,.1'. ~ SEDED PERUGA i AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici Provvedimento di sospensione a seguito di opposizione i L'opposizione all'avviso di Addebito non sospende l'attività di i recupero dell'agente della Riscossione. Tuttavia, nel corso del giudizio di primo grado, ii Giudice del Lavoro può sospendere l'esecuzione dell'avviso di addebito. n tal caso il ~icorrente deve notificare il provvedimento di sospensioneal competente Agente della Riscossione(art, 24, commi 6 e 7, D.Lgs. n. 46/1999). i Modalità di calcolo delle sanzioni l regime sanzionatorio applicato e l'importo calcolato è riportato ileil'avviso di addebito nella sezione"dettaguodeguaddebte DEGU MPORTDOVUT". Le somme aggiuntive richieste a tale titolo, indicate nel dettaglio degli importi dovuti, devono essere rideterminate se il pagamento viene effettuato dopo il sessantesimogiorno dalla notifica dell'avviso. n tal caso il calcolo deve essere effettuato per ogni giorno di ritardo dalla data di scadenza di legge della contribuzione richiesta alla data in clii il relativo pagamento è effettuato. 1. Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 1996, n. 662, art. 1, comma 217, lett. a). Nel caso di omesso o ritardato versamento, entro la scadenza di legge, dei contributi dovuti mensilmente o periodicamente, per ogni giorno di ritardo è dovuta una somma aggiuntiva, in ragione d'anno (365 gg), neila misura pari al tasso dell'interesse di differimento e di dilazione, maggiorato di tre punti. La somma aggiuntiva così calcolata non può essere superiore al 10mper cento dell'importo dei contributi omessi o versati in ritardo., 2. Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 1996, n. 662, artl 1, comma 217, lett. b). Nei caso in cui la contribuzione richiesta con l'avviso di addebito risulta evasa in tutto o in parte, oltre alla somma aggiuntiva di cui al punto 1), è dovuta u?a sanzione a titolo di una tantum da un minimo del 50 per cento ad una massimo del 100 per cento di quanto dovuto a titolo di contributi, graduata secondoi criteri fissati con il D. M. 18 rrlarzo Regime sanzionatorio Legge 23 dicembre 2000, n. 388, artl116, comma 8, lett. a). Nel caso di omesso o ritardato versamento entro il termine stabilito dei contributi dovuti mensilmente o periodicamente, per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzionecivile, in ragione d'anno (365 gg), nella misura pari al TassoUfficiale di Riferimento maggiorato di 5,5 punti. La sanzione così calcolata non può superare il 40 per cento (c.d. tetto) dell'importo dei contributi indicati nell'avviso di addebito., Raggiunto tale limite, sono dovuti gli interessi nella misura degli inthessi di mora. Si rinvia al punto Regime sanzionatorio sanzioni civili legge 23 dicembre 2000, n. 388, art. 116, comma 8, lett. b). i Nel caso in cui la contribuzione richiesta con l'avviso di addebito ~isulta evasa in tutto o in parte, per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzione civile, in ragidne d'anno (365 gg). nella misura pari al 30 per cento dell'importo dei contributi addebitati. La sanzione così calcolata non può superare il 60 per cento (C.tt. tetto) dell'importo dei contributi indicati nell'avviso di addebito. l Raggiunto tale limite, sono dovuti gli interessi nella misura degli int~ressi di mora. Si rinvia al punto 5.

11 ~P~;;;~) stituto'.nazional e"prévidenz-à,sociale \' '-::'f ;j(';;"-".,/ Pagina 8 di 14 ~~~~~~~~~ AWSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione Dipendenti Pubblici 4.1 sanzioni civili legge 19 ottobre 2010, n. 183, art. 4, comma 1, lett. a). Nel caso di accertamento di lavoro subordinato irregolare, sulla contribuzione richiesta con l'avviso di addebito, la sanzione civile, una volta determinato l'importo nella misura prevista per l'evasione, è maggiorata del 50% del valore calcolato secondo le indicazioni riportate al punto nteressi nella misura degli interessi di mora, legge 23 dicembre 2000, n. 388, art. 116, comma 9. Dopo il raggiungimento del tetto, sia in caso di omissione sia in caso di evasione, sul debito contributivo maturano, per ogni giorno di ulteriore ritardo nel pagamento, in ragione d'anno, interessi nella misura degli interessi di mora. Per conoscere il tasso vigente per il calcolo delle somme aggiuntive si dovrà fare riferimento al provvedimento del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea con il Quale viene determinato il Tasso Ufficiale di Riferimento. Per conoscere il tasso vigente per il calcolo degli interessi di mora si dovrà fare riferimento alla determinazione del Direttore dell'agenziadelle Entrate. Costi del servizio di riscossione costi del servizio di riscossione(o aggio di riscossione) rappresentano la remunerazione delle attività svolte dall'agente della Riscossione. l costo del servizio è a carico del destinatario dell'avviso di addebito nella percentuale del 4,65% sugli importi dovuti e pagati entro il sessantesimo giorno dalla notifica dell'avviso di addebito. n caso di pagamento in ritardo, l'aggio, pari al'8%, è posto interamente a carico del destinatario dell'avviso di addebito. L'aggio di riscossione è dovuto anche sugli interessi di mora e sulle ulteriori somme aggiuntive (normativa di riferimento: art. 17, comma 1, del D.Lgs n. 112/99). Eventuali spese per l'attività esecutiva Le spese per l'eventuale attività esecutiva svolta dall'agente della Riscossione in caso di mancato pagamento sono determinate, ai sensi dell'art. 17, comma 6, D.Lgs 112/99, dal Decreto 21/11/00 del Ministero delle Finanze e vengono calcolate proporzionalmente all'azione intrapresa e all'importo del debito, rimanendo sempre a carico del destinatario dell'avviso di addebito.

12 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale Pagina 9 di 14 ~ SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale progressivo Gestione DiPend::t~:~:::ON DELL'AGENTE DELLA RSCJSSONE Equitalia Centro SpA L'Agente della Riscossioneè il soggetto competente alla gestione dei pag~menti degli importi dovuti in ragione del presente atto nonché, in caso di mancato pagamento, a pro~edere al recupero coattivo di tali somme. Modalità di pagamento (DOVE E COME PAGARE) pagamento dell'importo può essere effettuato: n talia entro le scadenze alle Poste, in Banca e presso le tabaccherie abilitate*, utilizzando il bollettino RAVallegato presso gli sportelli dell'agente della Riscossioneelencati in allegatd oltre le scadenze ' presso le ta baccherie abilitate* i presso gli sportelli dell'agente della Riscossioneelencati in allegatd. * per i dettagli del servizio consultare il sito i l All'estero in Banca, con bonifico su conto corrente bancario Codice BAN, T91UO i intestato all'agente della Riscossione presso Banca Mps BC PASCTMMPER indicando il numero dell'awiso di addebito ed il oroorio codice fisc le.

13 Pagina 10 di 14 ', -,, i, l l, codice fiscale Nelle ipotesi di pagamento in ritardo oltre le scadenze previste è, possibile utilizzare il bollettino F35, sommando gli importi dovuti per il ritardo nel versamento, con le modalità indicate nella sezione "eventuali pagamenti parziali". Eventuali PAGAMENT PARZAL, che non sospendono l'attività esecutiva degli Agenti della, Riscossione, possono essere effettuati: n talia Alle Poste, con l'apposito bollettino F35 sul quale è necessario indicare: il numero di çonto corrente postale intestato all'agente della Riscossione EQUTAUA CENTRO SPA PROVoPG - F35 - AGENTE RSCOSSONE il numero dell'awiso di addebito; i numeri progressivi e gli importi relativi, riportati -nel dettaglio degli addebiti e degli importi dovuti, che si intendono pagare; - il proprio codice fiscale Presso gli sportelli dell'agente della Riscossione elencati in allegato -, All'estero: - " E' possibile effettuare il pagamento tramite bonifico bancario con le modalità sopra menzionate. ALTRE NFORMAZON Rateazioni Nell'ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà nel pagamento, è possibile presentare domanda all'agente della Riscossione che può concedere la dilazione del pagamento delle partite a debito fino a un massimo di 72 rate mensili, salvo i casi non rateizza bili indicati nella sezione DETTAGLO DEGL ADDEBm E DEGL MPORT DOVUT. L'importo minimo di ciascuna rata non può essere inferiore a 100 euro. ' - Maggiori informazioni operative (modulistica, simulatori dhcalcolo, materia, ecc.) sono disponibili sul sito L normativa operante in Estratto conto on line " Sul sito :,tpropria POSZione debitoria aggiornata, utilizzando le credenziali fornite dall'agenzia delle entrate e/o il PN dell'nps e/o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). " " Contatti,-J, NFORMAZON ON UNE: per qualsiasi ulteriore informazione' o chiarimento sul presente,, documento è possibile contattare lo scrivente Agente della Riscossione tramite web collegandosi al sito compilando l'apposito FORM. l: j : numero verde unico da tel. fisso (gratuito); i da tel. cellulare o da estero (secondo piano tariffario). numeri sono attivi 24 ore su 24, con operatore dal lunedi' al 1- venerdi' dalle ore 8:00 alle ore 18:00. 'i

14 Pagina 11 di 14 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale "SEDE D PERUGA AVVSO D ADDEBTO N progressivo Gestione Dipendenti Pubblici codice fisdle Allegato: elenco sportelli ambito provinciale Perugia LOCALTA' ED NDRZZO GORN ED ORAR~ D APERTURA FOLGNO Via Daniele Manin 22 PERUGA Via Settevalli l LUN-VEN: 08:15-13:15 LUN-VEN: 08:15 J 13: 15

15 o/i~;;'~?~;\\ l in " ' p~$~{~"".~ ~l o,"o ll'\~';: Jstlft~to NaZional ~revipe~1.a Sociale ~o~""~;'."/' ~~~ SEDED PERUGA Pagina12 di 14 AVVSO D ADDEBTO N codice fiscale srogressivo estione Dipendenti Pubblici NFORMATVA SUL TRATTAMENTODE DAT PERSONAU (Art. 13 del d. g5. 30 giugno 2003, n. 196, recante "Codice in materia di protezione dei dati personali")!nps, Equitalia SpA e le sue partecipate (Agenti della Riscossione), in qualità di Titolari del trattamento, La informano che i dati personali che la riguardano, compresi quelli sensibili e giudiziari, saranno trattati, per le finalità istituzionali previste dalla legge e comunque in osservanza dei presupposti e dei limiti stabiliti dal Codice in materia di protezione dei dati personali. n particolare l'nps tratterà i suoi dati per finalità di natura previdenziale, assistenziale ed assicurativa, invece, gli Agenti della Riscossioneper finalità di riscossione dei crediti. lo trattamento avverrà, anche con l'utilizzo di strumenti elettronici, ad opera di soggetti opportunamente incaricati ed istruiti, attraverso logichestrettamente correlate alle finalità per le quali i dati sono utilizzati. suoi dati personali potranno essere comunicati, in quanto necessario ai sensi della vigente normativa in materia per il conseguimento delle finalità innanzi indicate, a soggetti che forniscono servizi o svolgono attività strumentali per conto dei Titolari e operano in qualità di Responsabilidesignati nonché soggetti a cui la comunicazionedei dati debba essere effettuata in adempimento di un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria nell'ambito del procedimento di riscossione, tra cui l'autorità giudiziaria, Equitalia Servizi e Poste!. Nessundato personale dei contribuenti può essereoggetto di diffusione. Per quanto attiene alla facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali, Lei può ottenere dai Titolari l'indicazione delle informazioni di cui ai commi 1 e 2 dell'articolo 7 (conferma dell'esistenza o meno di dati, loro comunicazione in forma intelligibile nonché origine dei dati, finalità e modalità del trattamento, logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, estremi identificativi del Titolare e dei Responsabili, soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati). Per quanto invece riguarda la necessità di ottenere le operazioni descritte al comma 3 del medesimo articolo 7 (aggiornamento, rettificazione ovvero, nei casi di interesse, integrazione dei dati o cancellazione), Lei deve rivolgersi direttamente all'nps. Sono di competenza esclusiva di Equitalia SpA e delle sue partedpate (Agenti della Riscossione) le istanze proposte nell'ambito delle eventuali fasi di rateazione o di recupero coattivo del credito. Le istanze vanno rispettivamente indirizzate, per l'nps, al Direttore della struttura che ha emesso l'awiso di addebito e, per gli Agenti della Riscossione,a EquitaliaCentro SpA competente per territorio. Una informativa completa e dettagliata in merito ai trattamenti è consultabile sui siti web dei Titolari. presente atto si compone di n. 14 paoine di cui 2 di bollettini.

16 ATTENZONE, PEGARE E STRAPPARE LUNGO LE PERFORAZON r::;:.., i:lcl:n di Euro ATTENZONE, PEGARE E STRAPPARE LUNGO LE PERFORAZON &>c= ~.!;in...'f(... ~~'ElNT!:ROSti'\tl;\ii;~Wi~jliV.r#ìiiiii\ììQ,;{{{}!t'!'"ii"iN'\!!liin&òp.òiil.ii.'{! ',:,'!!n'.!,n!!.{/i'rmth! ii? "'H!dll.!idlpi#t~r ii"! 323,17 ~ [i,ul(/(n ld 247 ;~t~~~;~la CENTRO SPA i,~~~~o;ala CENTRO SPA PROV-. P{;---R-MJ---AGfN+E-R l seoss ONE P-RO.ll.P_G~RA V. _.A.GENTE RLS_C_O.s_S1DJ'>~E~_ E,egu;to do, STTUTO ZOOPROFlLATTlCO SPER R.,;dente ;n, VA G. SALVEMN N.1 Cod,Fi>co!e, N, Doçumenlo' Cod,Rov' SCADENZA CODCE RAV BOllO OHl'U'F. fost,o.l!, 1_ DElL'UFF. lohale codi,. dente < > di Euro 1rn illllll~ m , o SCADENZA CODCE RAV ~ E"goll, d, STTUTO ZOOPROFLATTCO SPERi:Y--"~ J Relidel'lle in; VA G. SALVEMN N.1 //.. '- :.( ~, c,d, fi.", / i ~ N.O,,,m,o'" '0:0 0 } '0. ~''"=o"~o M~OUANTf: NON SC~llfU NflLA lonls'òtt,6's"':';"nte.. in. 0 n,,,,iro,otil,,' d. -~~~ / V... '." '. ",,/ > <' :..24'7>

17 NPS stituto Nazionale Previdenza Sociale postaraceomandata smatt AU. n" NAZi ~ Solo in caso di mancato recapito restituire a: Casella Postale Lamezia Terme CMP raccomandata A.R.l

18 ATTESTATO D PUBBLCAZONE DSPOSZONE D SERVZO Direttore Generale no: 55 del 12/12/2014 La disposizione viene pubblicata all' albo pretorio-online dell 'stituto ilgiomo: 12DC DC Perugla, {,-v'.... : '.- -: ~ ~'..., \' - i", -:~,<!-. "'~. -''t_ ESECUTVTA' conseguitajì,"12 D![;. 2014,/. ': '\ Trasmissione disposizione: Collegio dei Revisori

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Copia tratta da: SanzioniAmministrative.it

Copia tratta da: SanzioniAmministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 20 novembre 1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari Preambolo (G.U.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni

ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni CARTA DEI SERVIZI Dipartimento Economiche Aequa Roma S.p.A. 1 CONSIGLI AI CITTADINI 1. Se si desidera ottenere informazioni e chiarimenti, è sempre

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003 Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Vi informiamo che l art. 7 del d.lgs.196/03 conferisce agli interessati l esercizio

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Vista la vigente normativa in materia, applicabile all'imposta Comunale sugli Immobili e richiamata nel presente atto, AVVISA il contribuente, Coce Fiscale, residente in - (

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

http://www.normattiva.it/do/atto/export

http://www.normattiva.it/do/atto/export Pagina 1 di 51 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 29 settembre 1973, n. 602 Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito. Vigente al: 3-9-2014 TITOLO I RISCOSSIONE DELLE IMPOSTE ((Capo

Dettagli

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada).

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Aggiornamento 12.07.2014 COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Praticamente esistono due modi per proporre

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

COMUNE DI OLMEDO. Provincia di Sassari REGOLAMENTO

COMUNE DI OLMEDO. Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNE DI OLMEDO Provincia di Sassari REGOLAMENTO APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE ALLE VIOLAZIONI AI REGOLAMENTI COMUNALI ED ALLE ORDINANZE SINDACALI (Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato con deliberazione consiliare n. 45 del 27.9.2010 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI - ARTICOLO 1 FINALITA ED AMBITO

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA

DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA La riscossione coattiva DOSSIER TEMATICO A cura di Sandra Amovilli - Responsabile Relazioni esterne Alessandro Zambonelli Responsabile Ufficio Audit Esterno Aggiornamento

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy Kuwait Petroleum Italia SPA OO144 Roma, Viale dell oceano Indiano,13 Telefono 06 5208 81 Telex 621090 Fax 06 5208 8655 REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy 1. SOCIETA PROMOTRICE

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Flowchart della procedura in materia di accesso agli atti

Flowchart della procedura in materia di accesso agli atti RICEZIONE ISTANZA Flowchart della procedura in materia di accesso agli atti 30 gg. (salvo sospens. per integraz. docum.) Richiesta integrazione Ricezione integrazione Comunicazione accoglimento accesso

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 novembre 2013

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 novembre 2013 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 novembre 2013 Modalita' per la pubblicazione dello scadenzario contenente l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi introdotti,

Dettagli

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it GUIDA PRATICA La trasmissione degli esposti alla COVIP Cosa c'è in questa guida Le domande di base Cosa fare prima di inviare un esposto Come si prepara un esposto Come la COVIP esamina gli esposti Memo

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

(1). IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. Visto l'articolo 2120 del Codice civile, recante la disciplina del trattamento di fine rapporto;

(1). IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. Visto l'articolo 2120 del Codice civile, recante la disciplina del trattamento di fine rapporto; D.P.C.M. 20 febbraio 2015, n. 29 (1). Regolamento recante norme attuative delle disposizioni in materia di liquidazione del TFR come parte integrante della retribuzione per il periodo di paga decorrente

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli