Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1."

Transcript

1 RISULTATI INTERVISTE INTERNET GENERATION Allo scopo di valutare l impatto delle KMT sui pre-adolescenti, rispetto alle dimensioni di naturalizzazione, interattività, empowerment e gap culturale, sono state condotte alcune interviste ad alunni di una classe quinta di scuola primaria e di una prima e seconda classe di scuola secondaria di primo grado, indagando i vissuti legati alle tecnologie, a livello cognitivo, relazionale, emotivo, organizzativo,sociale e culturale. Entrambe le scuole appartengono allo stesso Istituto Comprensivo della zona 5 della città di Milano ed il loro bacino d utenza è di livello socio-economico medio-alto. Il campione risulta così composto: 42 soggetti di età compresa tra i 10 ed i 14 anni, di cui 18 maschi e 24 femmine. In particolare: 6 di 10 anni, di cui 3 maschi e 3 femmine; 21 di 11 anni, di cui 8 maschi e 13 femmine; 10 di 12 anni, di cui 6 maschi e 4 femmine; 4 di 13 anni, di cui 1 maschio e 3 femmine; 1di 14 anni, di genere femminile. La prima parte dell intervista era volta a delineare un quadro generale della diffusione e dell utilizzo delle Information&Comunication Technologies. Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1. Percentuali calcolate sul numero totale di risposte fornite dagli intervistati 14% 16% 13% 13% 22% 22% Grafico 1. Quali sono secondo te le nuove tecnologie? Le due categorie più rappresentate sono PC e telefono cellulare (22%). A causa del continuo miglioramento delle caratteristiche tecniche e delle funzionalità dei prodotti, il mercato dell elettronica di consumo è caratterizzato da una rapida obsolescenza. Probabilmente questo fenomeno conduce gli intervistati a categorizzare più facilmente PC e telefono cellulare come nuove tecnologie in quanto il processo di continua evoluzione che le caratterizza è reso ben visibile dai media e dalla pubblicità. è stata citata come nuova tecnologia solo nel 16% dei casi. In realtà, molti degli intervistati non considerano l accesso ad una nuova tecnologia, in quanto ammettono di averla sempre utilizzata (o indirettamente vista utilizzare) fin da piccoli e spesso dalle loro argomentazioni sembra trasparire l idea che internet ed il computer siano una cosa sola, come se l utilizzo del PC comporti automaticamente il consumo di servizi web. 1

2 Quanto appena detto permette di chiarire anche il senso delle risposte fornite dal campione alla domanda Quali tra queste nuove tecnologie è quella più importante? Percentuali calcolate sul numero totale di risposte fornite dagli intervistati 17% 7% 11% 45% Grafico 2. Quali tra queste nuove tecnologie è quella più importante? Il computer infatti è indicato come la tecnologia più importante (45%) seguito da internet () e dal telefono cellulare (17%). Probabilmente questo dipende anche dal fatto che il PC è la nuova tecnologia più diffusa ed utilizzata dal campione intervistato. L uso che i ragazzi ne possono fare è legato sia alla sfera scolastica che a quella personale ed inoltre il PC è la tecnologia attualmente più diffusa nelle scuole pubbliche, dove appositi Programmi didattici prevedono un area di insegnamento di tipo tecnologico, che sfrutta quasi esclusivamente questo strumento. Le consolle di gioco ricoprono una minoranza del 7% mentre la televisione satellitare non compare in nessuna delle risposte fornite. Per quanto riguarda i dispositivi digitali (in particolare i lettori mp3), essi vengono indicati come i più rilevanti solo dal 11%. I dati relativi al possesso delle Nuove Tecnologie mostrano la loro elevata diffusione anche tra i più giovani (Grafico 3). Coerentemente con quanto finora rilevato, a farla da padrone è il PC (9), seguito da (83%) e telefono cellulare (76%), tuttavia sono molto diffusi sia i dispositivi digitali portatili (76%) e le consolle di gioco (62%), queste ultime in particolar modo tra i maschi. Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti del campione Dispositivi Digitali Consolle di gioco Telefono cellulare Desiderata Posseduta Grafico 3. Nuove tecnologie desiderate e possedute. 2

3 E interessante confrontare i dati relativi alla diffusione con quelli che riguardano il desiderio di possesso (Grafico 3). Benché queste tecnologie appaiano largamente diffuse, risultano comunque fortemente desiderate, anche in virtù del fenomeno di rapida obsolescenza sopra descritto, che spinge i ragazzi a cercare sempre di possedere l ultima novità in campo tecnologico. Se l 83% dei soggetti ha la possibilità di accedere ad, la metà di essi dichiara di desiderarlo. Questo dato è coerente se si considerano le argomentazioni dei partecipanti: molti dei ragazzi coinvolti dichiarano di poter usufruire di dall ufficio dei genitori o solo in presenza dei/delle fratelli/sorelle maggiori e quindi di non avere sempre la possibilità di utilizzare questa tecnologia. Il telefono cellulare è desiderato solo dal 4 dei soggetti, che comunque il più delle volte rivelano di utilizzare il cellulare dei genitori. In effetti, l utilizzo di queste tecnologie (grafico 4) è spesso subordinato al possesso effettivo dello strumento, anche se, come già detto in precedenza, i partecipanti ammettono di utilizzare le tecnologie a casa di amici o in ufficio dai genitori. Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti del campione Telefono cellulare Consolle di gioco TV satellitare Dispositivi digitali Grafico 4. Utilizzo delle Nuove Tecnologie. Coerentemente con i dati relativi alla diffusione, ben l 88% dei soggetti utilizza abitualmente il computer ed il 78% utilizza anche e in generale tutte le tecnologie considerate vengono utilizzate in maniera abbastanza rilevante, anche se con modalità differenti in relazione a tempi e scopi. Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti che dichiarano di utilizzare queste tecnologie meno di 1 ora tra 1 e 3 ore più di 3 ore Grafico 5. Tempo di utilizzo delle Nuove Tecnologie. 3

4 Come è evidente dal grafico 5, tutte le tecnologie vengono utilizzate per meno di un ora al giorno nella maggior parte dei casi. Fa eccezione la, che risulta essere fruita prevalentemente per un tempo compreso tra 1 e 3 ore. In relazione agli scopi il principale utilizzo che i soggetti fanno del computer e dell accesso ad è la ricerca di informazioni, solitamente per svolgere compiti (66% internet, 71% PC). Una minoranza di soggetti significativa pari a circa il 36 % dichiara inoltre di utilizzare il web come mezzo di comunicazione, per parlare con amici, parenti o persone lontane, sfruttando per lo più i programmi di messaggistica istantanea. Al terzo posto nella classifica degli usi di internet sta lo svago, indicato dal 5 dei soggetti come tipologia di utilizzo di internet e del pc (57%) (grafico 6, grafico 7). Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti che dichiarano di utilizzare queste tecnologie Informazione Comunicazione Svago Acquisto Studio Grafico 7. Utilizzi del. Svago Grafico 6. Utilizzi di internet. Rispetto al telefono cellulare (grafico 8), l utilizzo più diffuso è l invio di sms o mms. Sebbene notevole, meno frequente è l utilizzo del telefono cellulare per le chiamate a voce ad amici e familiari, probabilmente a causa del loro maggiore costo. Solo una minoranza inferiore al dichiara di utilizzare il telefono cellulare per svago (fotografie o giochi). Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti che dichiarano di utilizzare queste tecnologie 5 45% 4 35% 3 25% 15% 1 5% Chiamare la famiglia Chiamare gli amici Invio Sms Svago Grafico 8. Utilizzi del telefono cellulare. I Portatili sono utilizzati esclusivamente per ascoltare musica: questo fa dei player mp3 la tipologia più diffusa tra i più giovani. 4

5 Per quanto riguarda la, essa è considerata quasi esclusivamente uno strumento di divertimento e relax, da fruire in modo passivo; solo un intervistato ha dichiarato di utilizzarla per rinvenire informazioni. I dati emersi hanno inoltre rivelato che il 28% del campione ha riscontrato almeno una volta problemi nell utilizzo del computer e ben il 19% nell utilizzo di internet. Il 17% dei partecipanti ha invece dichiarato di aver trovato problemi utilizzando le consolle di gioco (grafico 9). In generale si sono evidenziate due tipologie di problemi: difficoltà legate all inesperienza nell utilizzo o problemi tecnici causati dal malfunzionamento degli strumenti. Percentuali calcolate sul numero totale dei soggetti che dichiarano di avere incontrato problemi 3 25% 15% 1 5% Grafico 9. Problematiche nell uso delle nuove tecnologie. La seconda parte dell intervista era volta a cogliere aspetti più qualitativi dell esperienza di fruizione delle nuove tecnologie da parte dei ragazzi con riferimento ai vari livelli indagati (cognitivo, relazionale, emotivo, organizzativo,sociale e culturale) e delineando trasversalmente le quattro dimensioni (naturalizzazione, interattività, empowerment e gap culturale) riferite alle KMT. Livello cognitivo Le risposte degli intervistati sembrano confermare la naturalizzazione delle nuove tecnologie, in quanto si riscontra un utilizzo frequente ed un atteggiamento positivo nei loro confronti, specialmente in relazione al PC e al telefono cellulare. La maggior parte dei soggetti ha dichiarato che l introduzione o la presenza delle nuove tecnologie nella loro esperienza ha cambiato in positivo il loro modo di affrontare i compiti scolastici, in particolare per quanto riguarda lo svolgimento di ricerche e l utilizzo della videoscrittura. Il vantaggio percepito riguarda principalmente la facilità di reperimento delle informazioni tramite internet, rispetto a quella svolta nei testi scritti, e la loro maggiore attualità. Anche i casi in cui questo cambiamento non sembra aver avuto luogo, possono essere utilizzati come indicatori del fenomeno di naturalizzazione. Infatti i soggetti più giovani (scuola primaria) hanno affermato che, proseguendo negli studi, le nuove tecnologie avrebbero influenzato la loro modalità di lavoro scolastico, mentre quelli più grandi (scuola secondaria) hanno affermato che, avendo sempre utilizzato le nuove tecnologie per lo studio, non avvertivano nessuno scarto tra l esperienza attuale e quella precedente. Benché si riscontri una progressiva naturalizzazione delle KMT, buona parte degli intervistati (28) ha affermato di incontrare difficoltà nell utilizzo di tali tecnologie durante lo svolgimento di compiti scolastici legate principalmente a problemi di ordine tecnico (malfunzionamenti o scarsa padronanza del mezzo) o di gestione della complessità derivante dalla sovrabbondanza di informazioni. Tali difficoltà vengono generalmente affrontate ricorrendo all intervento di un adulto o, in generale, di un familiare e non sembrano comunque influenzare l atteggiamento generale nei confronti delle tecnologie indagate. Infatti rispetto alla domanda Questo modo di lavorare, di informarti, ti piace? le risposte sono state prevalentemente positive: MOLTO: 15 ABBASTANZA: 23 POCO: 2 PER NIENTE: 2 5

6 Livello relazionale Gli intervistati riconoscono in maniera pressoché unanime (34) l utilità delle nuove tecnologie di comunicazione nel favorire il contatto interpersonale e le relazioni in generale. La possibilità di essere sempre in contatto con gli adulti di riferimento ed i propri pari viene valutata in maniera fortemente positiva, specialmente in relazione all uso del telefono cellulare ed alla possibilità di inviare SMS. L utilizzo di modalità di comunicazione mediata dal computer (messaggistica istantanea, ) appare più diffuso tra i ragazzi più grandi. Al crescere dell età si estende anche il raggio delle relazioni supportate da queste tecnologie in quanto i più giovani le utilizzano principalmente per comunicare con i propri familiari ed in caso di emergenza, mentre i più grandi le sfruttano anche per mantenersi in contatto con gli amici o per fare nuove conoscenze. Questi appaiono inoltre più competenti, in quanto, a differenza dei più giovani, lamentano minori difficoltà nell utilizzo delle tecnologie di comunicazione. I problemi più comuni che emergono dalle interviste riguardano aspetti tecnici o limiti insiti negli strumenti considerati (costi, autonomia della batteria, assenza di campo), la gestione della possibilità di essere sempre connessi (invasività) e la gestione dell identità dell interlocutore, specialmente in relazione alla comunicazione mediata dal computer. In generale, anche se alcuni ragazzi hanno ribadito la superiorità della relazione faccia a faccia, la piacevolezza percepita in relazione all utilizzo di queste tecnologie di comunicazione risulta elevata. Infatti rispetto alla domanda Ti piace essere in contatto tramite il cellulare e internet? le risposte sono state: MOLTO: 25 ABBASTANZA: 12 POCO: 4 PER NIENTE: 1 Livello emotivo Le esperienze legate all uso delle KMT sono descritte dagli intervistati in tono positivo e talvolta entusiastico. Tra le connotazioni attribuite a tali esperienze le più comuni sono: divertente ed utile. Solo un intervistato esprime un giudizio negativo evidenziando l effetto deletereo di un uso eccessivo di queste tecnologie. Anche l esperienza del contatto sociale mediato dalle tecnologie di comunicazione è in generale considerata positivamente sebbene in questo caso le valutazioni negative siano più numerose (8) e relative principalmente alla inadeguatezza di tali strumenti se paragonati alla comunicazione faccia a faccia ed alla gestione della privacy. Considerando complessivamente le risposte fornite dagli intervistati è possibile ipotizzare che, sebbene l utilizzo delle tecnologie sia vissuto come un esperienza generalmente positiva, esso divenga più complesso e problematico quando comprende la gestione di una componente sociale. Livello organizzativo Dalle affermazioni degli intervistati, la diffusione e l utilizzo delle KMT all interno dei nuclei familiari risulta elevata, coerentemente con i dati relativi al possesso. Alla domanda In casa tua vengono utilizzate (queste tecnologie)? le risposte sono state: MOLTO: 16 ABBASTANZA: 16 POCO: 9 PER NIENTE: 1 Nella maggior parte dei casi il membro della famiglia ritenuto più abile nell utilizzare queste tecnologie risulta essere un adulto (25), solitamente il padre (15), anche se il numero di ragazzi che si ritengono i più capaci non è irrilevante (13) e ed è maggiore tra quelli più grandi (10). Le risposte relative alle modalità di apprendimento e familiarizzazione con le nuove tecnologie individuano tre principali possibilità: istruzione ad opera di un adulto, istruzione ad opera di un pari e auto-apprendimento Dalle interviste si evince che le modalità di apprendimento più comune consiste in una commistione di autoapprendimento (in particolare per telefoni cellulari e dispositivi digitali) e istruzione ad opera di un adulto (sopratutto per computer e ) o più raramente di un pari. E interessante notare che in relazione a dispositivi digitali e consolle di gioco, l apprendimento avviene esclusivamente o tra pari o autonomamente. Questi dispositivi sono pertanto una prerogativa dei ragazzi e non vi è alcuna mediazione degli adulti nel loro processo di familiarizzazione con essi. Livello sociale Tutti gli intervistati dichiarano di prevedere un miglioramento di queste tecnologie in un prossimo futuro. Le aspettative più diffuse sembrano essere quelle relative al miglioramento delle interfacce ed alla miniaturizzazione e combinazione dei dispositivi. Solo 4 intervistati hanno risposto di attendersi maggiori possibilità di comunicazione o una maggiore disponibilità di informazioni. I generale gli intervistati sembrano confidare nella possibilità che queste tecnologie migliorino la loro vita futura. Livello culturale La maggior parte degli intervistati (35) afferma di ritenere avvantaggiati coloro che sono in grado di utilizzare queste tecnologie rispetto a coloro che non lo sono. I vantaggi percepiti sono in maggioranza di tipo sociale 6

7 (maggiori possibilità di comunicare e stare in relazione), o di ordine pratico (maggiore comodità e velocità). Solo un ristretto numero di ragazzi (6) indica come vantaggio la maggiore disponibilità di informazioni. La quasi totalità degli intervistati (39) ha dichiarato di voler appartenere al gruppo di coloro che sono in grado di utilizzare le KMT. Le motivazioni addotte sono ancora una volta di natura sociale (per comunicare, per essere come gli altri) e pratica (per una maggiore comodità), ma anche ludica (per divertirsi). Le tre risposte che si declinano in senso opposto contemplano motivazioni quali: per avere più interessi, per stare di più con gli amici, per non essere consumista. Alla domanda Quanto pensi che ti possa avvantaggiare l utilizzo di queste tecnologie? le risposte sono state: MOLTO: 15 ABBASTANZA: 18 POCO: 8 PER NIENTE: 1 E interessante notare che, quando invitati esplicitamente a valutare il tipo di vantaggio personalmente esperito, gli intervistati fanno prevalentemente riferimento ad una maggiore possibilità di comunicare (19) e di trovare informazioni (15) I giovani (25) sono ritenuti più abili degli adulti (15). La maggior parte degli intervistati (20) ritiene che non vi sia una differenza di genere nell abilita di utilizzare queste tecnologie. Tra i soggetti che invece percepiscono una differenza si riscontra una prevalenza di risposte volte ad attribuire una maggiore abilità ai maschi. Questi ultimi sono ritenuti farne un utilizzo maggiore ed essere maggiormente interessati a queste tecnologie. Gli alunni (21) sono ritenuti più abili egli insegnanti (18) e questa valutazione si fa più frequente al crescere dell età degli intervistati. Le best practices che emergono dalle affermazioni degli intervistati riguardano nella maggior parte dei casi esempi di reperimento e gestione di informazioni (17) o utilizzi a scopo comunicativo e relazionale (10). Tra le pratiche scorrette ricorrono invece l utilizzo eccessivo (19), la fruizione di contenuti ritenuti inadatti o vietati (10) e i comportamenti volti a violare la privacy altrui (6). 7

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 0 0% Secondaria 281 100% Classe IV Primaria 0 0% V Primaria 1 0% I Secondaria 101 36% II Secondaria 84 30% III Secondaria 95 34% Comune di Cafasse

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 100% Secondaria 0 0% Classe IV Primaria 68 44% V Primaria 87 56% I Secondaria 0 0% II Secondaria 0 0% III Secondaria 0 0% Comune di Cafasse

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 36% Secondaria 281 64% Classe IV Primaria 68 16% V Primaria 88 20% I Secondaria 101 23% II Secondaria 84 19% III Secondaria 95 22% Comune

Dettagli

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni SINTESI GRAFICA S. 7953C Indagine basata su interviste ad un campione nazionale di genitori e di figli fra

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale OBIETTIVI GENERALI DELLA RICERCA Produrre strumenti utili

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI

SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI Analisi dei dati relativi al questionario di valutazione sulla qualità dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Progetto ICF Dal modello ICF

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di OSSERVATORIO IPSOS per conto di DIFFUSIONE di COMPUTER e INTERNET tra le famiglie italiane Base: Totale famiglie Possesso di un computer Connessione a Internet TOTALE famiglie italiane 57 68 Famiglie monocomponente

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui 27 dicembre 2005 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui Anno 2005 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Downloading, streaming e file sharing p2p: reperimento illegale di materiale audio-video e consapevolezza dei rischi

Downloading, streaming e file sharing p2p: reperimento illegale di materiale audio-video e consapevolezza dei rischi Downloading, streaming e file sharing p2p: reperimento illegale di materiale audio-video e consapevolezza dei rischi - Estratto dei risultati - Milano, Dicembre 2009 La metodologia L APPROCCIO QUALI-QUANTITATIVO

Dettagli

Continuità tra i diversi ordini di scuola

Continuità tra i diversi ordini di scuola Continuità tra i diversi ordini di scuola Criteri Formazione Classi Prime La commissione continuità è composta da docenti della scuola dell infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di

Dettagli

M-Payment, il futuro nei sistemi di pagamento

M-Payment, il futuro nei sistemi di pagamento ITALIA, il futuro nei sistemi di pagamento All alba di una nuova tecnologia nei sistemi di pagamento, indagine sulla propensione all utilizzo del telefonino come strumento d acquisto. 90 Nuove frontiere

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

Questionario genitori Scuola Primaria

Questionario genitori Scuola Primaria www.survio.com 23/06/2015 11:32:42 Generale Nome sondaggio Questionario genitori Scuola Primaria Autore ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE SUD Lingua Italiano URL Sondaggio http://www.survio.com/survey/d/i9m4l2p7a9r4a1j9r

Dettagli

La scuola italiana della provincia di Bolzano

La scuola italiana della provincia di Bolzano AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Italienisches Bildungsressort Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Departimënt Educazion y formaziun

Dettagli

L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi

L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi Ischia, 25 ottobre 2014 (Rif. 1914v114) Indice 2 Obiettivi e metodologia pag. 3 Le principali evidenze 4 La frequentazione dell isola di

Dettagli

Osservatorio sulle Differenze

Osservatorio sulle Differenze Comune di Bologna Assessorato scuola, formazione e Politiche delle differenze Osservatorio sulle Differenze Sintesi della ricerca: L integrazione scolastica delle seconde generazioni di stranieri nelle

Dettagli

RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV

RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV COMUNE DI SALUZZO RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV A cura dell'ufficio Controllo Interno di Gestione ottobre 2013 PREMESSA Nell'ottica del miglioramento

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

Informazioni Statistiche

Informazioni Statistiche Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Aprile 2015 I CITTADINI TOSCANI E LE NUOVE TECNOLOGIE- ANNO 2014 In sintesi: Il 67% delle

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

A chi appartengono questi dispositivi? Televisione Computer Cellulare MP3 Videogiochi Tablet

A chi appartengono questi dispositivi? Televisione Computer Cellulare MP3 Videogiochi Tablet A chi appartengono questi dispositivi? Personale Non posseduto Familiari Senza risposta 12 10 15 17 17 17 18 13 30 55 44 36 268 394 66 99 174 402 347 325 215 189 70 78 Televisione Computer Cellulare MP3

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica

Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica Novembre - Dicembre 27 Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica A cura di Francesca Dallago 4.. Caratteristiche dell indagine PERIODO DELLA RILEVAZIONE: Novembre-Dicembre 27 STRUMENTO

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI

Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI SERVIZIO DI MEDIAZIONE SCOLASTICA PLUS SARCIDANO E BARBAGIA DI SEULO Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI Classe 2 A Area supporto sociale e familismo Comprende gli item da

Dettagli

La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella Bartolomeo

La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella Bartolomeo Servizio di Psicologia dell'apprendimento e dell'educazione in Età Evolutiva Universi a confronto: adulti e bambini-ragazzi nei contesti di crescita La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella

Dettagli

Comitato di applicazione Codice di autoregolamentazione Media e Minori

Comitato di applicazione Codice di autoregolamentazione Media e Minori Comitato di applicazione Codice di autoregolamentazione Media e Minori RISULTATI DELLA RICERCA GIOVANI E MEDIA. LA TELEVISIONE CHE VORREI ALESSANDRIA 21 MARZO 2014 L'indagine campionaria è stata realizzata

Dettagli

I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014

I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014 I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014 L implementazione della chat in Telefono Azzurro è partita il 7 dicembre 2010, allineando l Italia ai diversi servizi di consulenza

Dettagli

Pronto? Ambiente? TVTTB!

Pronto? Ambiente? TVTTB! Pronto? Ambiente? TVTTB! Bologna-Granarolo 22 Aprile 2010 L indagine Questionari agli alunni: mirano a fornire un quadro sul livello di conoscenza dei meccanismi che fanno funzionare gli strumenti elettrici

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO VANNUCCI SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 06062 Città della Pieve (PG) Via Marconi, 18 Tel. 0578/298018 Fax 0578/2987 E-mail: pgic82100x@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311

ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311 ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311 elaborazione dati dei QUESTIONARI DI VALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico 100 Como (CO) Milano 15/04/014 Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico Oggetto: relazione finale progetto Pochi pesci nella rete A.S.

Dettagli

ALUNNI GENITORI. F.S. Autovalutazione e autoanalisi d Istituto prof.ssa Irene Vizzarri

ALUNNI GENITORI. F.S. Autovalutazione e autoanalisi d Istituto prof.ssa Irene Vizzarri ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISTRETTO SCOLASTICO N.1 6643 CASOLI (CHIETI) Via San Nicola, 34 82/8118 Fax 82345 Cod.Fiscale 812146 Cod.Mecc. CHIC86P www.istitutocomprensivocasoli.it

Dettagli

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI I PROSSIMI INCONTRI 28 APRILE Bullismo: azioni efficaci per contrastarlo 19 MAGGIO Rapporto famiglia-scuola:

Dettagli

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI Progetto in rete I CARE CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CURNO SCUOLA PRIMARIA DI CURNO GIOCHI LOGICI MATEMATICI REFERENTE: Ins. EPIFANI VINCENZA Tempi : II QUADRIMESTRE Classe

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI

ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA PROGETTO SPAZIO D ASCOLTO PSICOLOGICO PER ALLIEVI E FAMIGLIE E SUPPORTO ALLE DINAMICHE PONTE NEL CONTESTO SCOLASTICO Insegnante Valeria Sassu ISTITUTO

Dettagli

Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni

Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali clienti 2 L indagine Doxa Teens 2008 1.400 interviste a ragazzi 14-18 anni rappresentative di un universo

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANGELO CANOSSI, GARDONE VAL TROMPIA La scelta

Dettagli

Cocaina e il mondo della notte

Cocaina e il mondo della notte Cocaina e il mondo della notte Gruppo di ricerca formato da : Fabio Mariani e Claudio Marinelli Cooperativa Progetto sul cocainismo - Seconda Annualità anno 2009 FINALITA Emersione del cosiddetto sommerso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma. Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA e ORIENTAMENTO SCOLASTICO 2012/2013 RELAZIONE FINALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma. Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA e ORIENTAMENTO SCOLASTICO 2012/2013 RELAZIONE FINALE Dr. Giulio CASINI Psicologo, psicoterapeuta Via Chieti, 6 00161 ROMA Tel. 347 9392922 E-mail: giuliocasini@libero.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA

Dettagli

USA INTERNET HA UN COMPUTER

USA INTERNET HA UN COMPUTER Il dato circa l'utilizzo di interne mostra come nei ragazzi, almeno tra quelli raggiunti, non vi sia quel digital-divide tra nord e sud dovuto, principalmente alle scarse possibilità di connessione alla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE COMMENDA Scuola Secondaria Statale di 1 grado P. De Coubertin di Rende e di Zumpano

ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE COMMENDA Scuola Secondaria Statale di 1 grado P. De Coubertin di Rende e di Zumpano Unione Europea ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE COMMENDA Scuola Secondaria Statale di 1 grado P. De Coubertin di Rende e di Zumpano RELAZIONE FINALE della FUNZIONE STRUMENTALE per l AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

Dettagli

L'obiettivo di questa ricerca è stato quindi valutare la fruizione della rete Internet in Italia da parte dei nostri nativi digitali.

L'obiettivo di questa ricerca è stato quindi valutare la fruizione della rete Internet in Italia da parte dei nostri nativi digitali. Internet e minori Indagine sociale promossa dal Moige movimento italiano genitori ed elaborata dall ITCI - Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale presieduto dal Prof. Tonino Cantelmi Dati riferibili

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania È stata attivata una ricerca per misurare la conoscenza e la percezione dell efficacia del Programma attraverso

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

Sintesi. Indagine Ipsos per San Patrignano Genitori e figli allo specchio

Sintesi. Indagine Ipsos per San Patrignano Genitori e figli allo specchio Embargo: 12 novembre 2008 ore 11.30 Sintesi Indagine Ipsos per San Patrignano Genitori e figli allo specchio Padri e madri incerti, insicuri, in difficoltà, incapaci di lottare contro una società che sembra

Dettagli

Angela Maria Sugliano EPICT Italia (DIST Università di Genova)

Angela Maria Sugliano EPICT Italia (DIST Università di Genova) LA SCUOLA È PRONTA PER IL MOBILE LEARNING? LA CONCRETA FATTIBILITÀ DEL MOBILE LEARNING SECONDO GLI INSEGNANTI Angela Maria Sugliano EPICT Italia (DIST Università di Genova) La Scuola è pronta per il mobile

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI

ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI Adottato dal Commissario Straordinario con delibera n. 7 del 11/09/2015 INDICE Art. 1 - Soggetti Art. 2 Modalità

Dettagli

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata Perché la scuola si è occupata di tecnologie digitali Esperienza di didattica

Dettagli

MINORI E TELEFONIA MOBILE. Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi

MINORI E TELEFONIA MOBILE. Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi Centro Studi Minori & Media MINORI E TELEFONIA MOBILE Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi Direzione Scientifica Alberto Marradi Elaborazione dati e redazione

Dettagli

Le applicazioni vocali

Le applicazioni vocali Le applicazioni vocali semplice e naturale: usa la tua voce DOTVOCAL S.r.l. Piazza Pinelli 1/7 16124 Genova Tel. +39 010 275411 Fax +39 010 27541216 www.dotvocal.com www.portavoce.org Cosa sono le applicazioni

Dettagli

Questionario genitori scuola dell'infanzia

Questionario genitori scuola dell'infanzia www.survio.com 23/06/2015 11:36:10 Generale Nome sondaggio Questionario genitori scuola dell'infanzia Autore ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE SUD Lingua Italiano URL Sondaggio http://www.survio.com/survey/d/g4t6y5e1l5y8h3h7x

Dettagli

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta Progetto: Ragazzi digitali. Per un uso consapevole dei nuovi media. Agli studenti vi invitiamo a rispondere al seguente questionario, anonimo, al fine di comprendere il rapporto che i giovani hanno con

Dettagli

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011 La rete siamo noi Uso della rete internet e dei social network Bologna, 19 maggio 2011 Il progetto La Rete Siamo Noi è un progetto nato dalla collaborazione tra il Difensore Civico e il CORECOM Emilia-Romagna.

Dettagli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli Comunicare e relazionarsi in Rete Marco Gui Marina Micheli Prima parte L evoluzione dei media STAMPA TELEVISIONE 1456 d.c. 1940 3000 a.c. fine 1800 d.c. anni 90 SCRITTURA CINEMA INTERNET I media digitali

Dettagli

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA D O X A ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L ANALISI DELL OPINIONE PUBBLICA Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 di ricerche dell Istituto DOXA 1. Premessa In Italia vivono attualmente

Dettagli

C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio. Report di Ricerca

C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio. Report di Ricerca C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio Report di Ricerca *Calcolare la prevalenza dell uso problematico di Internet e Videogame tra gli adolescenti frequentanti

Dettagli

Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali. Ricerca SIA realizzata da SWG

Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali. Ricerca SIA realizzata da SWG Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali Ricerca SIA realizzata da SWG Metodologia e campione L indagine è stata realizzata attraverso una rilevazione online con metodo CAWI su un campione

Dettagli

IL CELLULARE E GLI AMICI

IL CELLULARE E GLI AMICI OSSERVATORIO MOBILE I EDIZIONE IL CELLULARE E GLI AMICI MILAN0, 25 NOVEMBRE 2009 NOVEMBRE 2009 METODOLOGIA E PERIODO DI RILEVAZIONE Tecnica di rilevazione: auto-compilazione di un questionario strutturato

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

Nuovo identikit dello spettatore Fruizione cinematografica in sala e downloading da Internet

Nuovo identikit dello spettatore Fruizione cinematografica in sala e downloading da Internet Indagine realizzata con il contributo della Direzione Generale Cinema Ministero per i Beni e le Attività Culturali Presentazione dei risultati Roma, 6 febbraio 2007 Premessa L ANICA ha chiesto all'istituto

Dettagli

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore.

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore. La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore. XXX CONVEGNO UMI - CIIM BERGAMO 25-27 OTTOBRE 2012 Antonio

Dettagli

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO INTRODUZIONE Anche quest anno, Piscine Forlì S.S.D. A.R.L. ha proposto ai suoi utenti un questionario per rilevarne la soddisfazione. L intento del gestore è stato molto ambizioso, non si è limitato infatti

Dettagli

LA PERCEZIONE DEL CIC PRESSO GLI STUDENTI. Ricerca effettuata presso gli istituti superiori appartenenti all ULSS 9 di Treviso

LA PERCEZIONE DEL CIC PRESSO GLI STUDENTI. Ricerca effettuata presso gli istituti superiori appartenenti all ULSS 9 di Treviso LA PERCEZIONE DEL CIC PRESSO GLI STUDENTI Ricerca effettuata presso gli istituti superiori appartenenti all ULSS 9 di Treviso 1 Alcune osservazioni sui dati emersi dalla tabulazione del questionario sulla

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE SCHEDA RELAZIONE ATTIVITÁ SVOLTE DALLE COMMISSIONI GRUPPI DI LAVORO (art. 37 CCNI 31/8/99) DOCENTE: BECCARI SARA Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE Finalità

Dettagli

Customer satisfaction Igiene urbana

Customer satisfaction Igiene urbana Novembre - Dicembre 2008 Customer satisfaction Igiene urbana A cura di Francesca Dallago 0.1. Caratteristiche dell indagine PERIODO DI RILEVAZIONE DEI DATI: Novembre-Dicembre 2008. STRUMENTO DI RILEVAZIONE

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori www.tecnostress.it Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori realizzata in collaborazione con: www.puntosicuro.it Il senso di questa ricerca Il tecnostress è una sindrome causata

Dettagli

Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009

Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009 ETICHETTA IDENTIFICATIVA Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009 Questionario studenti INTERNATIONAL ASSOCIATION FOR THE EVALUATION OF EDUCATIONAL

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9. Introduzione

00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9. Introduzione 00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9 Introduzione Sono 50 milioni i giovani europei in Internet. Quasi tutti hanno un telefono cellulare, scambiano e scaricano musica con i loro amici, leggono

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 LA RICERCA: TEMI, SCELTE DI METODO, ATTUAZIONE

RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 LA RICERCA: TEMI, SCELTE DI METODO, ATTUAZIONE 1 RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 1 Presentazione 2 Scheda individuale 3 Traccia di intervista individuale 4 Traccia focus group 1 Presentazione LA RICERCA:

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della scuola Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Giugno 2015

Dettagli

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO La ricerca La presente indagine, svoltasi nel mese di giugno 2006, aveva l obiettivo di indagare il rapporto degli Italiani con il risparmio e con le attività di investimento. Sono state raccolte 1.000

Dettagli

Regolamento per l uso dei telefoni cellulari e dispositivi mobili da parte degli alunni

Regolamento per l uso dei telefoni cellulari e dispositivi mobili da parte degli alunni Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Gino Capponi via Pestalozzi 13-20143 Milano Tel: 02 88444729 - Fax: 02 89123381 e-mail: miic8cy00p@istruzione.it - pec: miic8cy00p@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE ASPETTI FORMATIVI Gli obiettivi formativi di tecnologia e informatica sono: Formare le basi per il pensiero

Dettagli

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale REPORT EX ANTE 2015 Servizio civile nazionale Genere Età Titolo di studio Eventuali studi in corso IL CAMPIONE Genere VA Maschi 17 Femmine 45 TOTALE 62 Età degli intervistati 22 21 20 20 21 20 19 19-22anni

Dettagli

La comunicazione degli adolescenti di Bergamo in piazza reale e virtuale: dati del questionario

La comunicazione degli adolescenti di Bergamo in piazza reale e virtuale: dati del questionario La comunicazione degli adolescenti di Bergamo in piazza reale e virtuale: dati del questionario Marco Lazzari Università degli studi di Bergamo Facoltà di Scienze della formazione Questionario limiti:

Dettagli

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno CISALPINA TOURS CISALPINA RESEARCH Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno Cisalpina Research, il nuovo centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità

Dettagli

Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12

Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12 Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12 Totale rappresentanti genitori: 22 Totale questionari cartacei distribuiti: 22 Totale questionari ricevuti:

Dettagli

CENSIS CITTADINI DIGITALI

CENSIS CITTADINI DIGITALI CENSIS CITTADINI DIGITALI Secondo rapporto su Italiani e Internet Roma, 8 maggio 2003 INDICE 1 1. UFFICI VIRTUALI E UFFICI REALI: MIGLIORA IL GIUDIZIO DEGLI ITALIANI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE L ITALIA DELL E-FAMILY RAPPORTO 2005 In collaborazione con Niche Consulting EXECUTIVE SUMMARY 1.1 LA TECNOLOGIA IN CASA: NEL 2004 UNA CRESCITA DIFFERENZIATA Per quasi un decennio e fino al 2003 la diffusione

Dettagli

Torino, Milano, Verona, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio-Calabria, Catania

Torino, Milano, Verona, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio-Calabria, Catania I LAVORI MINORILI NELLE GRANDI CITTA ITALIANE Torino, Milano, Verona, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio-Calabria, Catania Indagine Ires Cgil 2006 Ipotesi della nuova indagine Ires Si possono individuare

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti Provincia di Milano Direzione Centrale Cultura e Affari Sociali Settore Sostegno e Prevenzione delle Emergenze Sociali Ufficio Teleassistenza Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione

Dettagli