INPS on-line. Forum P.A., Roma, 7 maggio 2002

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INPS on-line. Forum P.A., Roma, 7 maggio 2002"

Transcript

1 INPS on-line Forum P.A., Roma, 7 maggio 2002

2 La nuova opportunità per le aziende e per gli utenti La diffusione e la pervasività su scala mondiale delle reti telematiche, e la convergenza tra il settore informatico e quello delle telecomunicazioni, sta provocando il cambiamento sia delle strutture economiche che dei modelli di organizzazione del lavoro. Anche in Italia si stanno rapidamente diffondendo le tecnologie di telecomunicazione e della new economy e molte aziende pubbliche e private sono impegnate nella realizzazione dei propri progetti di modernizzazione. A tal fine occorre governare le trasformazioni, infatti i cambiamenti non sono solo relativi alla cultura organizzativa ma anche al funzionamento del sistema produttivo e dell amministrazione pubblica. Sul fronte economico, i "vantaggi competitivi" delle imprese, anche quelle che operano in settori definiti tradizionali, si spostano sempre più sull utilizzo delle nuove tecnologie. La vera novità dello scenario tecnologico è che, forse per la prima volta nella storia dell ICT, la convergenza delle nuove tecnologie della telecomunicazione, sia su rete fissa che su rete mobile (GSM, WAP, GPRS, UMTS), con le tecnologie hardware/software tipiche dei sistemi informatici non è solamente dichiarata dai fornitori, ma è reale. Queste tecnologie aprono inoltre importanti scenari sul fronte dell utilizzo di nuovi canali di comunicazione accesso al mondo Internet anche per disabili o non vedenti. Parallelamente a questa fibrillazione dello scenario tecnologico, crescono anche le aspettative degli utenti, che si sono rapidamente abituati alla flessibilità dei canali di contatto con le aziende fornitrici di servizi: - Disponibilità 24h su 365 giorni l anno - Call center - Internet - Posta ordinaria ed elettronica - ecc.

3 Il mercato dell ICT nel 2001 Dando uno sguardo ai dati, si osserva che il mercato mondiale dell ICT conferma il trend di crescita dell ultimo triennio, con un incremento della spesa nel 2001, rispetto al 2000, di circa il 5%, confermandosi il più grande settore industriale del mondo. Questo processo, a livello internazionale, modifica i rapporti tra i paesi, e favorisce i processi di globalizzazione, la valorizzazione delle realtà territoriali, la riduzione dei costi della produzione e trasmissione delle informazioni. Mercato mondiale ICT ( ) I valori sono in miliardi di dollari USA variazioni %. Fonte Assinform/NetConsulting (+11,3%) 2000 (+13%) 2001 (+4,9%) Resto del mondo ,8 293,4 323,1 Asia Pacifico ,4 435,3 474,5 Europa , ,3 Nord America ,7 761,2 759,2 Totale Anche in Italia la crescita del mercato ICT segue lo stesso trend (+8,3%), 3/4 volte superiore al tasso d inflazione, con un fatturato complessivo che supera i milioni di Euro, raggiungendo il 5,9% del PIL italiano (era al 5,5 nel 1999). Mercato italiano ICT ( ) I valori sono in milioni di euro variazioni %. Fonte Assinform/NetConsulting (+12,8%) 2001 (+8,3%) Informatica Telecomunicazioni Totale

4 La telefonia mobile in Italia Di particolare rilevanza è la crescita nel comparto delle telecomunicazioni, trainato dallo sviluppo eccezionale, in molte nazioni, della telefonia mobile, come dimostrano i dati seguenti. La telefonia mobile in Italia ( ) I valori sono in migliaia di linee attive variazioni %. Fonte Assinform/NetConsulting (+39,1%) 2001 (+21,1%) Carte prepagate Contratti Totale

5 Il programma di e-government Anche la Pubblica Amministrazione sta vivendo un momento di forte evoluzione, supportata dagli interventi del legislatore e del governo, e decisamente accelerata dalla rapida disponibilità delle tecnologie informatiche e di telecomunicazione. L intervento pubblico, oltre a garantire un livello qualitativo dei servizi agli utenti, cittadini ed aziende, sempre più esigenti verso una P.A. che sia efficiente ed informatizzata, deve nel contempo provvedere alla regolamentazione ed alla creazione di quelle condizioni che permettano lo sviluppo della new-economy, in termini di infrastrutture, normativa, interventi su formazione e mondo del lavoro. Occorre sottolineare che, sotto il profilo normativo, il nostro Paese si è dotato di regole tra le più avanzate riscontrabili a livello internazionale, in particolare per quanto riguarda la firma digitale, la formazione e conservazione dei documenti informatici della Pubblica Amministrazione, il protocollo informatico, la carta d identità elettronica. Nella logica della globalizzazione e nel progredire del processo di integrazione europea, la Pubblica Amministrazione italiana è chiamata a confrontarsi con le più evolute pubbliche amministrazioni internazionali non solo sul fronte normativo ma anche dal lato delle infrastrutture e dell uso delle tecnologie di telecomunicazioni. In tale contesto l ICT (Information Communication Technology) rappresenta una leva di cambiamento complessivo delle amministrazioni pubbliche per attuare interventi di modernizzazione volti a superare la visione settoriale limitata all esercizio dei propri compiti istituzionali e realizzare la cooperazione informatica paritetica tra: - amministrazioni locali, che sempre più assumeranno il ruolo di frontoffice, - amministrazioni centrali, che dovranno svolgere, in collaborazione, le attività di back-office. Il mantenimento al centro delle funzioni di indirizzo e controllo e il trasferimento ad agenzie o a enti locali delle funzioni gestionali deve essere attuato assicurando omogeneità di prestazioni, a cittadini e imprese, su tutto

6 il territorio nazionale, superando differenze territoriali o di condizioni di accesso. La disponibilità in rete, da parte di ogni amministrazione, delle proprie informazioni e servizi, consentirà la dematerializzazione di atti e documenti ed amplierà i canali di acceso per gli utenti. L'identificazione (autenticazione) del richiedente il servizio, cittadino o impresa, e la verifica delle sue autorizzazioni, potrà avvenire tramite la carta d identità elettronica, individuata come strumento privilegiato di accesso a tutti i servizi della Pubblica amministrazione. Queste iniziative sono connesse con il disegno di telematizzazione della società europea avviato con il Progetto di e-europe, previsto dal Consiglio Europeo di Lisbona. Successivamente l Italia, così come le altre nazioni, ha varato il proprio piano di e-government che si cala in un contesto di forte accelerazione del processo di cambiamento in atto nella Pubblica Amministrazione: nel modo di amministrare i propri processi, nel modo di rispondere alle esigenze degli utenti.

7 L Azienda virtuale Il concetto di utenza per l INPS supera quello di una comune azienda di servizi, l Istituto, infatti, deve interfacciarsi e fornire servizi ad utenti pubblici e privati, persone fisiche ed aziende, fornitori ed intermediari di servizi. La platea degli utenti INPS e variegata e con caratteristiche anche molto differenti: istituzioni, comprendendo la P.A. centrale e locale, gli istituti bancari, le Poste, i Consolati italiani all estero; utenti esterni: aziende, pensionati, assicurati, cittadini intermediari: Associazioni di categoria, Patronati, Caf, Consulenti del lavoro, commercialisti, ; utenti interni (oltre dipendenti INPS). Pertanto l INPS si è trasformata secondo un modello di una moderna azienda di servizi, caratterizzata dalla centralità degli utenti, cittadini ed imprese e modellata secondo criteri di flessibilità organizzative e di adattabilità alle esigenze del cliente. Quindi il livello di servizio offerto deve essere adeguato alle aspettative di milioni di utenti, che avendo sperimentato canali di fruizione alternativi al tradizionale sportello di sede, hanno dimenticato le limitazioni tipiche di tale modalità di accesso, vale a dire: le operazioni possono essere effettuate solo nei giorni lavorativi e negli orari di apertura degli uffici; dover affrontare, il più delle volte, code più o meno lunghe allo sportello; doversi presentare fisicamente presso gli uffici.

8 Inoltre, occorre considerare che l INPS tiene conto: sia delle esigenze dei grandi utenti (enti o imprese) o di utenticittadini esperti di tecnologie, utilizzando le tecnologie innovative che il mercato rende disponibili, sia degli utenti deboli, perché anziani, disabili o inesperti di tecnologie, che prediligono recarsi in sede o utilizzare il telefono di casa (eliminazione del digital divide) Condizione fondamentale per realizzare quanto sopra è che le diverse modalità di accesso ai servizi INPS siano integrate. Infatti l architettura adottata prevede: uniformità del livello di servizio offerto sui diversi canali che i sistemi non sono duplicati, con i relativi problemi di disallineamento o di duplicazione dei costi di gestione, ma prevedono un servizio unico con le diverse interfacce, specifiche dei diversi canali di accesso; la possibilità di seguire l iter di una domanda, da qualsiasi canale di accesso, indipendentemente dalla modalità utilizzata per la presentazione della stessa. I principali fattori su cui si fonda l archittettura adottata sono i seguenti: - la virtualizzazione dei punti di accesso ai servizi, dai quali l utente può fruire dei servizi, senza dover necessariamente recarsi in sede e in maniera indipendente dalla sua localizzazione fisica (24 ore su 24 e 365 giorni l anno); - la differenziazione dei canali di accesso: agli utenti si offre la possibilità di scegliere il canale di accesso ai servizi più congeniale, oltre alla sede sul territorio, il canale internet, il telefono, l , gli sportelli self-service; contemporaneamente viene garantita l omogeneità del servizio offerto poiché lo sviluppo dei servizi per i diversi canali avviene in modo parallelo e trasparente; - disponibilità di nuovi servizi personalizzati. - implementazione del portale intranet e dei sistemi di workflow come strumenti di lavoro per gli utenti interni.

9 La Direttiva 2002 per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione Al Piano di azione per l e-government del precedente governo, ha fatto anche seguito la Direttiva 2002 per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione emanata il 21 dicembre 2002, dal Ministero per l Innovazione e le Tecnologie. Tale Direttiva è finalizzata al conseguimento di risultati tangibili e rilevanti già nel corrente anno e fissa, per il 2002, i seguenti macro-obiettivi: favorire la creazione dei presupposti interni alle Amministrazioni per migliorare il livello dei servizi offerti agli utenti e per incrementare l efficienza interna; contribuire alla qualificazione del personale della Pubblica Amministrazione attraverso l innovazione ed un coinvolgimento diretto al processo di cambiamento in atto; affermare il ruolo della P.A. come promotore dell economia di rete, aggregatore della domanda di innovazione e volano per lo sviluppo del mercato delle nuove tecnologie in Italia. La Direttiva ha anche stabilito le linee di azione che si traducono in 10 obiettivi, che puntano in maniera decisiva verso: i servizi on-line ai cittadini e alle imprese (servizi prioritari, carte di identità elettroniche, firma digitale); efficienza (e-procurement, , sistemi di pagamento elettronici) valorizzazione delle risorse umane (formazione informatica ed e- learning).

10 L Inps e l e-government Da anni l INPS ha realizzato, attraverso le tecnologie dell informatizzazione, la semplificazione dei rapporti con gli utenti. Alcuni dati relativi al 2001: oltre 17 milioni di documenti inviati attraverso la rete 4 milioni di servizi in rete erogati, per un totale di 4 milioni di transazioni Punti cardine del processo di trasformazione nella direzione della centralità dell utente e della semplificazione dell accesso ai servizi: virtualizzazione dei punti di accesso: l utente può accedere ai servizi senza doversi recare negli uffici e indipendentemente dalla sua localizzazione fisica (24 ore al giorno, 365 giorni l anno) differenziazione dei canali di accesso e il superamento del digital divide (l handicap derivato dal non poter o saper utilizzare tecnologie avanzate): l utente può scegliere il canale più congeniale per acceder ai servizi (internet, telefono, , sportello selfservice, intermediari quali Patronati. CAF, consulenti e Associazioni di categoria in collegamento telematico con l Istituto) in concreta alternativa all utilizzo delle sedi sul territorio. omogeneità del servizio offerto tramite i diversi canali; coinvolgimento dell utente nei processi aziendali e la semplificazione dei rapporti con l Istituto; riduzione dei supporti cartacei a favore di quelli elettronici e ottici; registrazione automatica delle informazioni.

11 Architettura integrata dei sistemi di comunicazione L obiettivo principale per la realizzazione di una piattaforma unica di acceso ai servizi INPS è quello di consentire agli utenti di scegliere il canale di accesso all Istituto e di modificare tale scelta in qualunque momento in funzione delle proprie esigenze. Questo significa sviluppare e potenziare tutte le tipologie di canali di comunicazione, tradizionali o di nuova generazione: sportello di sede telefono call center sistemi self-service posta internet cellulare computer computer portatili e palmari I benefici che possono scaturire sono molteplici: da un lato gli utenti potranno accedere ai servizi senza vincoli temporali o geografici, e attraverso il riconoscimento individuale, potranno svolgere in maniera self service alcuni servizi (es. verifica dello stato della propria pratica, compilazione ed invio di modulistica, ), sicuramente con un alto livello di soddisfazione; dall altro, grazie alla semplificazione e alla maggiore efficacia dei processi di front office, si avrebbe un miglioramento delle modalità di lavoro degli operatori di sede e una maggiore gratificazione, poiché il loro ruolo sempre più convergerebbe verso attività di tipo consulenziale, favorendo anche un aumento della produttività. Un altro obiettivo che si raggiunge con l integrazione dei sistemi di comunicazione è rendere disponibile ogni informazione sugli utenti in tempo reale: avere una visione unica dell utente, che comprenda però tutti i rapporti tra esso e l INPS in modo tale che, da qualunque punto del fronte aziendale lo sportello presso le sedi, il sito internet, il call center, i sistemi self-service l utente possa ricevere informazioni e servizi completi.

12 Il sito web dell INPS Il sito internet dell INPS (www.inps.it) fornisce servizi di carattere sia informativo sia produttivo per utenti cittadini, aziende, e intermediari e macro-utenti quali Patronati, Associazioni di categoria, CAF, Comuni. Attraverso il sito WAI INPS (wai.inps.it), conforme alle specifiche dell organizzazione W3C è garantita l accessibilità ad Internet per non vedenti e ipovedenti. Alcuni dati relativi al 2001: pagine totali compongono il sito: nella sezione applicativa, nella sezione informativa, di normativa. 6 milioni di visitatori 5 milioni di pagine visitate al mese. Nel mese di gennaio 2002 l incremento dei navigatori è stato pari al 222% (dati Nielsen/NetRatings) e nel mese di febbraio gli accessi sono ancora raddoppiati rispetto al mese precedente. I servizi Servizi informativi (sul sistema previdenziale, sull Istituto, modulistica INPS, pubblicazione di concorsi e gare, ) e accesso alle banche dati documentali e statistiche Servizi produttivi (accesso consentito tramite registrazione): Cittadini attribuzione del PIN (Personal Identification Number) per l accesso ai servizi individuali: Visualizzazione e stampa Estratto Contributivo Simulazione calcolo Pensione Emissione duplicato modello Obis/M Emissione duplicato modello CUD Richiesta accredito del servizio di leva Contribuzioni lavoratori agricoli denuncia rapporto di lavoro domestico

13 Aziende e Consulenti Invio dichiarazioni DM10 Consultazione e stampa DM10 Consultazione estratto conto previdenza in Agricoltura (per associazioni di categoria e sindacati) gestione delle deleghe sindacali estratto conto aziendale rendiconto quote associative tariffazione elenchi dei lavoratori OTD (Operai a Tempo Determinato) software per il controllo dei DMAG invio di informazioni tramite posta elettronica (mailing list) Comuni ed altri Enti trasmissione dei mandati di pagamento per le prestazioni a sostegno delle famiglie dichiarazioni ISEE servizi INPS di sportello che i Comuni possono fornire direttamente al pubblico (Estratto contributivo, duplicati CUD e ObisM, ) Casellario dei trattamenti pensionistici Patronati Visualizzazione e stampa Estratto Contributivo Emissione duplicato modello Obis/M Emissione duplicato modello CUD Gestione deleghe Consultazione stato domande di prestazione

14 CAF Emissione duplicato modello CUD Trasmissione domande di prestazioni a sostegno delle famiglie Trasmissione modelli RED Trasmissione modelli 730/4 Domande di pensione on-line Attualmente le domande di pensione devono essere presentate all Istituto tramite l apposita modulistica predisposta presentandosi direttamente allo sportello oppure tramite Patronati. Gli attuali modelli di domanda di pensioni permettono di acquisire informazioni relativamente a: prestazione richiesta dati anagrafici del richiedente scelta del Patronato notizie sulla posizione assicurativa dell assicurato I Patronati sono 22 con circa uffici in Italia e all estero Nel corso del 2001 sono state le domande di pensione presentate all Istituto di cui presentate tramite Patronati. Con il progetto di invio telematico della domanda di pensione si consente ai Patronati di inoltrare le domande di liquidazione e ricostituzione delle pensioni all Istituto tramite il canale INTERNET, dando così un ulteriore valore aggiunto ai servizi forniti dall Istituto al Cliente esterno. Gli operatori degli Enti di Patronato potranno quindi: acquisire tutte le informazioni richieste per una domanda con un programma messo a disposizione dall Istituto e scaricato dal sito dell INPS, o con un proprio programma;

15 controllare quanto acquisito con un programma messo a disposizione dall Istituto e scaricato dal sito dell INPS; correggere eventuali inesattezze che il programma di controllo dovesse aver riscontrato; stampare la domanda su foglio A4 con un programma fornito dall Istituto o con un proprio programma; collegarsi dal proprio Browser Internet al Web Server dell INPS; identificarsi fornendo il proprio codice utente e la relativa password; inviare all Istituto il messaggio telematico contenente la/e domanda/e ed ottenere in risposta un messaggio di avvenuta ricezione, che costituisce l accettazione telematica, oppure, in alternativa, l eventuale rifiuto con relativa motivazione; ricollegarsi in seguito per prelevare la ricevuta definitiva con il numero assegnato, una volta che la domanda è arrivata sulla macchina di sede. Inps e Comuni L INPS eroga per conto dei Comuni prestazioni sociali relative ad assegni per il nucleo familiari (ANF) e per maternità (MAT). Dal mese di dicembre 1999 i Comuni inviano telematicamente all Istituto le domande. Numero totale domande pervenute: Per un importo totale di Servizi per aziende e consulenti Le aziende ed i consulenti hanno risposto positivamente all offerta del canale telematico per colloquiare con l Istituto. Infatti, il numero di DM/10 trasmessi tramite Internet è cresciuto costantemente nel corso dell anno. Tale fenomeno, anche se con tassi di crescita diversi, ha riguardato tutte le

16 regioni italiane, sottolineando quindi il ruolo fondamentale delle autonomie territoriali nella riuscita delle operazioni lanciate dal centro. Il servizio è rapidamente cresciuto nel corso del 2001: Periodo N. Dm10 trasmessi Gennaio Giugno Dicembre ANNO ISEE Nei mesi di giugno e luglio 2001, sono stati pubblicati due decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri propedeutici alla realizzazione della banca dati relativa al calcolo annuale dell Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) per i nuclei familiari che richiedono una prestazione sociale agevolata (la cui gestione è stata affidata all INPS dal decreto legislativo n. 130 del 3 maggio 2000). Entro i 120 giorni previsti, l Istituto ha realizzato il relativo sistema informatico, in architettura web, entrato in funzione nel mese di agosto. Attualmente Comuni e CAF possono acquisire dichiarazioni on-line ed inviare i propri flussi informativi o utilizzare il programma off-line di acquisizione delle dichiarazioni sostitutive uniche (al momento sono pervenute domande relative a circa mezzo milione di cittadini).

17 Il Call Center INPS Il call center INPS: - fornisce informazioni e servizi online - il servizio è erogato in automatico e/o con intervento dell operatore, in modalità inbound e outbound - sono attive circa 140 postazioni operatore Servizi informativi - indirizzi e orari di apertura degli uffici INPS; - Informazioni su tutte le materie dell Istituto e sul sistema previdenziale (pensioni, prestazioni temporanee e contributi); - informazioni in 7 lingue (inglese, francese, tedesco, arabo, polacco, russo, spagnolo) sulle problematiche generali e specifiche riguardanti i lavoratori extra-comunitari; Servizi gestionali - Sospensione di cartelle esattoriali INPS - Rilascio PIN on-line - Iscrizione lavoratore domestico - Spedizione estratto conto assicurativo - Spedizione duplicato dei modello CUD - Spedizione duplicato dei modello O bis M - Servizi per artigiani e commercianti (Estratto conto dei contributi utili a pensione, Estratti dei versamenti, Estratto della situazione debitoria, Tabelle contenenti le aliquote contributive) - Assistenza Modelli Reddituali La spedizione dei documenti sopra citati viene sempre effettuata all indirizzo ufficiale dell utente registrato negli archivi dell INPS. E possibile anche chiedere informazioni sui singoli casi, situazioni personali o pratiche in essere, senza doversi rivolgere agli sportelli: in questo caso l utente verrà ricontattato telefonicamente dalla sede INPS di competenza per ottenere la relativa risposta.

18 Dal 1 gennaio al 31 dicembre telefonate gestite inbound dal al ; contatti in outbound dal al ; di lire: è il totale degli importi sospesi su cartelle esattoriali; quesiti personali raccolti e smistati al back office delle sedi; utenti che hanno lasciato il recapito telefonico e/o e che sono stati ricontattati dagli operatori del call center anche più volte; servizi gestiti in lingua straniera; 4,4 giorni di tempo medio per ottenere la risposta della sede alle richieste inviate al back-office dell Istituto. Adeguamento al Milione (516 ) Successivamente alla campagna pubblicitaria dell adeguamento delle pensioni minime al valore di 516 il call-center INPS è stato in grado di gestire circa nuovi contatti inbound giornalieri Un dato significativo, ai fini della valutazione del gradimento, nonché fonte di riflessioni è costituito dalla distribuzione, per fascia di età, degli utenti che si sono registrati fornendo il loro recapito telefonico o l , e che sono stati ricontattati dal cal center anche più volte: Fascia di età N. utenti che hanno fornito recapito telefonico o fino a

19 oltre Totale

Il contact center INPS al servizio dell'utente

Il contact center INPS al servizio dell'utente Il contact center INPS al servizio dell'utente Francesco Colasuonno Responsabile sviluppo servizi di call center INPS Martedì, 4 giugno 2002 Hotel Excelsior Gallia Milano Martedì 11 giugno 2002 Sheraton

Dettagli

Il contact center INPS al servizio dell'utente

Il contact center INPS al servizio dell'utente Il contact center INPS al servizio dell'utente Francesco Colasuonno Responsabile sviluppo servizi di call center INPS Martedì, 4 giugno 2002 Hotel Excelsior Gallia Milano Martedì 11 giugno 2002 Sheraton

Dettagli

La Trasparenza nei procedimenti amministrativi Il punto di vista di INPS

La Trasparenza nei procedimenti amministrativi Il punto di vista di INPS La Trasparenza nei procedimenti amministrativi Il punto di vista di INPS Dionigi Spadaccia : Roma 29 Ottobre 2002 Il contesto La P.A. sta vivendo un momento di forte evoluzione, supportato dagli interventi

Dettagli

Presentazione del progetto La mia pensione. Aprile 2015

Presentazione del progetto La mia pensione. Aprile 2015 Presentazione del progetto La mia pensione Aprile 2015 Premessa Il montante contributivo correlato all estratto conto (legge n. 335/1995 cd. Riforma Dini) attualmente è disponibile per i soli collaboratori

Dettagli

Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012

Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012 Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012 La strategia comunicativa dell INPS: accesso multicanale

Dettagli

Domande presentate fino al 31/12/2009:

Domande presentate fino al 31/12/2009: InvCiv2010: il nuovo sistema informatico per gestire il processo dell invalidità civile dal 1/1/2010 Roma 3-4 novembre 2009 InvCiv2010 Sistema informatico dell invalidità civile obiettivi il processo dell

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 67 10.04.2015 CU2015: le modalità di rilascio Fornite le modalità alternative di rilascio della Certificazione Unica 2015 Categoria:

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 19/12/2012

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 19/12/2012 Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 19/12/2012 Circolare n. 146 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA 1 La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione dei servizi rivolti ai

Dettagli

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA L INPS: a) con la circolare n. 32 del 26 febbraio scorso (allegato 1) ha: - comunicato che, dal corrente anno, assolverà all obbligo

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità:

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità: Il Portale Integrato Il Portale per i servizi alle imprese (www.impresa-gov.it), realizzato dall INPS, è nato con l obiettivo di mettere a disposizione delle imprese un unico front end per utilizzare i

Dettagli

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Allegato 1) Provincia di Como Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Approvato con la deliberazione del Presidente della Provincia

Dettagli

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Dal 1 gennaio 2013, l indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti non sarà più erogata. Per coloro che nel 2012

Dettagli

Processo Assicurato Pensionato

Processo Assicurato Pensionato Direzione Centrale Organizzazione Progetto: Lavorare in tempo reale Processo Assicurato Pensionato Manuale per lavorare in tempo reale 30 MARZO 2006 Progetto: Lavorare in tempo reale Indicazioni di lavoro

Dettagli

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Periodico informativo n. 57/2015 CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la nuova Certificazione

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18/04/2012 Circolare n. 56 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 2 IL CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA. (Seduta del 4 febbraio 2003)

DELIBERAZIONE N. 2 IL CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA. (Seduta del 4 febbraio 2003) DELIBERAZIONE N. 2 Oggetto: Miglioramento della qualità dei dati assicurativi e contributivi e dei canali di comunicazione con l utenza. IL CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA (Seduta del 4 febbraio 2003)

Dettagli

Estratto Conto Elettronico e CUD previdenziale

Estratto Conto Elettronico e CUD previdenziale Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. 30 settembre 2009

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. 30 settembre 2009 Istituto Nazionale Previdenza Sociale 30 settembre 2009 Indice Executive summary Riferimenti normativi e organizzativi I vantaggi della PEC La situazione attuale: dati di utilizzo Una PEC per tutti i cittadini:

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Nota 28 maggio 2015, n.3667

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Nota 28 maggio 2015, n.3667 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Nota 28 maggio 2015, n.3667 Inoltro HERMES: Pensioni delle gestioni private. Avvio della campagna RED ITA e RED EST. Raccolta delle

Dettagli

Pensione - Progetto "La mia pensione" - Servizio di simulazione e calcolo del futuro trattamento pensionistico - procedura Simula

Pensione - Progetto La mia pensione - Servizio di simulazione e calcolo del futuro trattamento pensionistico - procedura Simula www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Messaggio 30 aprile 2015, n.3001 Progetto "La mia pensione": istruzioni operative. Pensione - Progetto "La mia pensione" - Servizio

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 18-11-2014. Messaggio n. 8862

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 18-11-2014. Messaggio n. 8862 Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18-11-2014 Messaggio n. 8862 Allegati n.1 OGGETTO: Disposizioni operative per la cooperazione con gli Istituti

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2013 - Numero 2 27 febbraio 2013 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 803.001 www.lineaamica.gov.it Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 1 Il Concept del servizio Linea Amica LINEA AMICA è un iniziativa del

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario)

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) 2 L INPS a garanzia del Sistema di Welfare Il Rapporto annuale dell INPS descrive il ruolo e le attività dell Istituto, offrendo un immagine dettagliata della società italiana

Dettagli

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco Vicenza, 1 Marzo 2013 Prot. N. 435/2013 VIA E-MAIL A tutti gli iscritti all Albo professionale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Loro Sedi OGGETTO: INPS VICENZA

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE VISTO l articolo 5 della legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena

Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena Osservatorio della mobilità: registrazione e statistica incidenti 1 IL SIT DEL COMUNE DI SIENA assolve alle seguenti funzioni: 1. gestisce, nell

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA CARTA

DESCRIZIONE DELLA CARTA PRESENTAZIONE Il Comune di Pisa, da sempre protagonista attivo del processo di riforma e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione, offre oggi ai propri cittadini un nuovo strumento per

Dettagli

La CNS e l accessibilità Progetto presentato dal Comune di Argenta, premiato durante il ForumPA 2006

La CNS e l accessibilità Progetto presentato dal Comune di Argenta, premiato durante il ForumPA 2006 Premio alle migliori azioni per rendere accessibili le amministrazioni e i servizi ai disabili e alle fasce deboli una iniziativa promossa da Commissione Interministeriale Permanente per l'impiego delle

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Stato dell arte Roma, 17 maggio 2010 2 Il processo di rinnovamento del sito web Inps procede per

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione

La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione Graziella Priulla Docente di Sociologia dei processi comunicativi presso l Università di Catania 1 Premessa Nelle società aperte non si può

Dettagli

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana Iniziativa del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione, in collaborazione con tutte le amministrazioni pubbliche che hanno

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

Il sito istituzionale: novità e prospettive

Il sito istituzionale: novità e prospettive Il sito istituzionale: novità e prospettive Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Inps Sempre più vicini a te Roma, 17 maggio 2010 2 Continua l impegno per essere sempre più vicini alle

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/12/2011 Circolare n. 172 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Sintesi del Rapporto annuale 2013

Sintesi del Rapporto annuale 2013 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 8 luglio 2014 Sintesi del Rapporto annuale 2013 L Inps al servizio del Paese L Inps esercita da sempre un ruolo di riferimento e di guida nell ambito della sicurezza

Dettagli

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL Seminario sulla Società dell informazione, cooperazione territoriale e sviluppo locale Catania, 9 novembre 2005 Mauro Savini CNIPA, Progetto

Dettagli

Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari. Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008

Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari. Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008 Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008 L obiettivo strategico dell e-government: una PA al servizio dei cittadini Gestire le informazioni Essere

Dettagli

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende INPS - Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Settembre 2014 Obiettivi Aumentare l accessibilità

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati.

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Marzo 2002 - Paolo Sensini 00 XX 1 Tipologie servizi (1) Servizi vetrina Esempio tipo Struttura Pregi e difetti Servizi

Dettagli

Studio Luciano Lancellotti

Studio Luciano Lancellotti News per i Clienti dello studio del 29 Aprile 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Modello CU 2015: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. Gentile cliente con la presente

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA ALLEGATO C PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE RISORSE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E AFFARI ISTITUZIONALI AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA 1 Mattiamoci la faccia: customer sui L ente ha già attivato un sistema di

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO SECONDO IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE Sommario: 1. Struttura e finalità del codice dell amministrazione digitale. - 2. La teleamministrazione e l atto elettronico. - 3. Il documento

Dettagli

Servizi online > Elenco di tutti i servizi > Ricorsi 22 aprile 2011 amministrativi (2)

Servizi online > Elenco di tutti i servizi > Ricorsi 22 aprile 2011 amministrativi (2) Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e Provincia via Imre Nagy n. 58 - Località Borgochiesanuova 46100 Mantova Telefono 0376 324660-366221 - 3652474 - fax 0376 365287 E-mail sab.mn@fabi.it Dal 1 ottobre,

Dettagli

CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto

CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto CIRCOLARE A.F. N. 40 del 5 Marzo 2013 CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto Ai gentili clienti Loro sedi Premessa L INPS, con la circolare n. 32/2013 ha fornito alcune

Dettagli

NOTA OPERATIVA PER PRATICHE INPDAP

NOTA OPERATIVA PER PRATICHE INPDAP NOTA OPERATIVA PER PRATICHE INPDAP RIUNIONE INPDAP DEL 24 GIUGNO Lo scopo della presente nota è di informare sul contenuto della riunione del 24 giugno. La discussione, incentrata sulle applicazioni che

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A.

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 22 aprile 2014 Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo fattura elettronica

Dettagli

Il servizio sarà via via esteso agli iscritti interessati dai prossimi lotti di lavorazione.

Il servizio sarà via via esteso agli iscritti interessati dai prossimi lotti di lavorazione. Istituto Nazionale Previdenza Sociale Spett.le Amministrazione Oggetto: Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni a un primo contingente di iscritti. Per consentire l erogazione delle

Dettagli

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n del 16 febbraio 2015 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE 1. Presupposti. Il Piano di Informatizzazione

Dettagli

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE Value proposition La gestione dei documenti cartacei è oggi gravemente compromessa: l accesso ai documenti e lo spazio fisico per la conservazione, cioè le key feature, sono messi

Dettagli

Innovare24 Spa - Gruppo 24Ore Presentazione Piattaforma Software e Servizi per i CAF

Innovare24 Spa - Gruppo 24Ore Presentazione Piattaforma Software e Servizi per i CAF Innovare24 Spa - Gruppo 24Ore Presentazione Piattaforma Software e Servizi per i CAF Roma 01/2010 Innovare24 Spa Gruppo 24Ore Innovare24 S.p.a Società del Gruppo Sole 24 Ore Software house leader nel mercato

Dettagli

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 803.001 www.lineaamica.gov.it Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 1 LINEA AMICA Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai cittadini informazioni e assistenza nei rapporti

Dettagli

CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc..

CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. CIRCOLARE A.F. N. 51 del 4 Aprile 2014 Ai gentili clienti Loro sedi CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia

EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia Portali EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia L ESIGENZA Nel quadro delle politiche di e-government e per migliorare i servizi ai cittadini, molte amministrazioni locali hanno

Dettagli

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Assegni familiari - per i dipendenti di aziende cessate o fallite richiesta solo telematica dal 01.01.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/10/2014 Circolare n. 136 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

ALLEGATO 2 BANDO. Servizio Sistema Integrato Servizi Sociali. Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

ALLEGATO 2 BANDO. Servizio Sistema Integrato Servizi Sociali. Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 + BANDO Servizio Sistema Integrato Servizi Sociali ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B DENOMINATA Offerta tecnica PROCEDURA APERTA, INDETTA

Dettagli

Equitalia spa Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle entrate, 49% Inps), incaricata dell attività di riscossione nazionale dei tributi. Il suo fine è di contribuire

Dettagli

!!" # $%!!& %!!& ' (

!! # $%!!& %!!& ' ( !!" # $%!!& %!!& ' ( )*+,- Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici si fa interprete dell evoluzione dell economia degli ultimi anni, che ha visto realizzarsi una convergenza sempre più incisiva

Dettagli

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A.

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. CBI 2008 e Forum Internazionale sulla Fattura Elettronica L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. Luca Poletto Responsabile Product & Marketing Cash management BNL Gruppo BNP Paribas

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO

Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO Giugno 2013 RELAZIONI ISTITUZIONALI INPS EMILIA ROMAGNA STRUTTURA RESPONSABILE MAIL Dir. regionale

Dettagli

Forum PA 2013. Big Data e Analytics: modelli, analisi e previsioni, per valorizzare l'enorme patrimonio informativo pubblico

Forum PA 2013. Big Data e Analytics: modelli, analisi e previsioni, per valorizzare l'enorme patrimonio informativo pubblico Forum PA 2013 Big Data e Analytics: modelli, analisi e previsioni, per valorizzare l'enorme patrimonio informativo pubblico Dr.ssa Giovanna Del Mondo DCSIT Area data warehousing, business intelligence

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

Pag 1. Approvato con la deliberazione della Giunta Comunale n. 19 del 11/02/2015

Pag 1. Approvato con la deliberazione della Giunta Comunale n. 19 del 11/02/2015 COMUNE DI VILLACHIARA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Pag 1. Approvato con la deliberazione di Consiglio Comunale

Pag 1. Approvato con la deliberazione di Consiglio Comunale COMUNE DI TOSCOLANO MADERNO Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014,

Dettagli

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali.

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali. Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 24/06/2015 Circolare n. 124 Ai Dirigenti

Dettagli

Contributo INPS al progetto Pane e Internet. A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014

Contributo INPS al progetto Pane e Internet. A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014 Contributo INPS al progetto Pane e Internet A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014 REFERENTI INPS EMILIA ROMAGNA SEDE REFERENTE MAIL Dir. regionale EMILIA ROMAGNA Dolores Nasolini

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Premesso. Ritenuta. Visti

Premesso. Ritenuta. Visti PROTOCOLLO D INTESA tra LA SEDE I.N.P.S DI TRAPANI e L Ordine dei Consulenti del Lavoro il sindacato ANCL L Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Trapani e Marsala In data presso la Direzione

Dettagli

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector PloneGov.org Open source collaboration for the public sector Assessora Fortunata Dini Navacchio, 04 Dicembre 2008 Quadro normativo Obiettivi strategici Conferenza di Lisbona del 2000 Il passaggio ad un

Dettagli