Tomassetti & Partners

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tomassetti & Partners"

Transcript

1 CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 12 DEL ARGOMENTO: ACCONTI DI NOVEMBRE 2013 Entro il i contribuenti sono tenuti al versamento degli acconti Irpef, Ires, Irap, Ivie e Ivafe, Ivs (per artigiani e commercianti), nonché del contributo Inps per la gestione separata dei lavoratori autonomi. Per l anno 2013, con effetto sul secondo acconto è previsto: l aumento dal 99% al 100% degli acconti dell Irpef e dell imposta sostitutiva per i nuovi contribuenti minimi; l aumento dal 100% al 101% degli acconti Ires e Irap (per l Irap limitatamente alle società di capitali ed enti); Per quanto riguarda l Irap, la msura dell acconto 2013 segue le regole delle imposte dirette previste per il soggetto obbligato al versamento. Il versamento della 2ª o unica rata non può essere rinviato ai 30 giorni successivi (neppure mediante il versamento della maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo) e non può essere oggetto di rateazione. L applicazione delle regole Irpef al versamento delle imposte patrimoniali per i beni e le attività detenute all estero, rende applicabile la maggiorazione dell acconto anche per IVIE e IVAFE Nel caso in cui sia opportuno ricalcolare le basi imponibili dalle quali derivano le imposte su cui calcolare gli acconti l operazione deve tener conto di specifiche norme di legge o meglio tenere conto di disposizioni peggiorative in vigore dal periodo d imposta 2013, quali, ad esempio, la riduzione al 20% della deducibilità dei costi auto per imprese e professionisti (*). PERSONE FISICHE: ACCONTI IRPEF - INPS Fino a 51,00 PERSONE FISICHE differenza RN PF Da 52,00 a 260,00 Da 261,00 Acconto nella misura del 100%, con effetti per il 2013 solo sulla 2ª o unica rata. Versamento in unica rata entro il mese di novembre ( ). Tutti gli importi indicati in dichiarazione sono espressi in unità di euro; l acconto risulta perciò dovuto qualora l importo del rigo RN33 risulti pari o superiore a 52,00. Entro il (1)-(2), senza maggiorazione. Nella misura del 39,60% (40% del 99%). Entro il mese di novembre ( ). Nella misura del 60,40% (100% - 1ª rata). CEDOLARE SECCA RB11 colonna PF 95% Imposta dovuta per anno precedente Acconto Rate Scadenza Scadenza 2013 Se inferiore Unica rata di ciascun anno Se pari o superiore 1ª rata: 40% del 95% = 38% 2ª rata: 60% del 95% = 57% (16.07 con maggiorazione 0,40%) , ovvero con lo 0,40% (salva la proroga stabilita dal Dpcm ) Non è dovuto acconto e l imposta è versata a saldo se l importo su cui calcolare l acconto (indicato nel rigo RB11, colonna 3 - Totale imposta cedolare secca) non supera 51,65 ( 52,00 con arrotondamento all unità di euro). CONTRIBUTI IVS ARTIGIANI E COMMERCIANTI Contributo minimale Contributi sul reddito eccedente il minimale Contributo annuo sul minimale di ,00, suddiviso in 4 rate scadenti al: ; ; ; Il contributo, calcolato sul reddito eventualmente eccedente il minimale, deve essere suddiviso in 2 rate di uguale importo: - entro il termine di versamento del saldo della Saldo dichiarazione per l anno precedente; 1ª rata acconto entro il ª rata acconto pag.1

2 L acconto è determinato sull ammontare dei redditi d impresa prodotti nel 2012, eccedenti il minimale 2013 (e fino al reddito massimale), applicando le percentuali previste per l anno Reddito Commercianti 2 Artigiani 2 Da ,00 a ,00 21,84% 21,75% Da ,01 a , ,84% 22,75% I versamenti a saldo e in acconto dei contributi, dovuti agli enti previdenziali dai titolari di posizione assicurativa in una delle gestioni amministrate da enti previdenziali, sono effettuati entro gli stessi termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche. Note 1. Per i lavoratori privi di anzianità contributiva, iscritti dal 1996, il massimale è pari a ,00, non frazionabile in ragione mensile. 2. Con età superiore a 21 anni; per i coadiuvanti con età fino a 21 anni la percentuale è ridotta di 3 punti. L acconto per il 2013 è determinato in misura pari all 80% del contributo dovuto sul reddito 2012 indicato nel Modello Unico. Il contributo dovuto a titolo di acconto per il 2013 deve essere calcolato applicando, al reddito conseguito nel 2012, le aliquote contributive previste per il Aliquote contributive anno 2013 Pensionati o iscritti ad altra forma pensionistica obbligatoria. Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie. Aliquota % 20,00 27,72 Reddito imponibile Fino a ,00 CONTRIBUTO GESTIONE SEPARATA Entro il termine di versamento del delle imposte risultanti da Unico 40% del contributo dovuto sui redditi di lavoro autonomo, risultanti dalla dichiarazione dei redditi relativa all anno precedente. Reddito netto 27,72 (o 20,00) 40 x x = professionale acconto Saldo Entro il di ciascun anno 40% del contributo dovuto sui redditi di lavoro autonomo, risultanti dalla dichiarazione dei redditi relativa all anno precedente. Reddito netto 27,72 (o 20,00) 40 x x = 2 acconto professionale Entro il termine di versamento del saldo delle imposte risultanti da Unico Saldo contributo dovuto per periodo compreso tra il 1.01 e il dell anno precedente. PERSONE FISICHE: ACCONTI IVIE - IVAFE PERSONE FISICHE RM 32 colonna 1 (IVIE Immobili) RM35 colonna 1 (IVAFE Attività finanziarie) PF Fino a 51,65 Da 51,65 D Acconto nella misura del 100%, con effetti per il 2013 solo sulla 2ª o unica rata. Versamento in unica rata entro il mese di novembre ( ). Tutti gli importi indicati in dichiarazione sono espressi in unità di euro; l acconto risulta perciò dovuto qualora l importo del rigo RN33 risulti pari o superiore a 52,00. Entro il (1)-(2), senza maggiorazione. Nella misura del 39,60% (40% del 99%). Entro il mese di novembre ( ). Nella misura del 60,40% (100% - 1ª rata). pag.2

3 PERSONE GIURIDICHE: ACCONTI IRES Tomassetti & Partners SOCIETÀ DI CAPITALI differenza RN SC Fino a 20,00 Da 21,00 a 257,00 Da 258,00 Per il 2013 l acconto è pari al 101%, con effetti solo sulla 2ª o unica rata. Versamento in unica soluzione nell 11 mese dell esercizio. Entro il giorno 16 del 6 mese successivo alla chiusura del periodo d imposta (2), senza maggiorazione. Nella misura del 40% (40% del 100%). Nell 11 mese dell esercizio. Nella misura del 61% (101% - 1ª rata). PERSONE FISICHE- SOGGETTI IRES - SOCIETA DI PERSONA: ACCONTI IRAP IRAP IR21 - Mod. Irap 2013 PF, SP, SC Persone fisiche Società di persone Soggetti Ires L acconto dell Irap è dovuto nella misura del 100%, a condizione che l importo su cui commisurare l acconto superi 51,00. Il versamento dell acconto deve essere effettuato in 2 rate: - 1ª, pari al 39,60% (40% del 99%), entro l ; - 2ª, pari al 60,40% (100% - 1ª rata), entro il mese di novembre 2013 ( ). Il versamento della 1ª rata non è dovuto se di importo non superiore a 103,00; in tal caso, si effettua un versamento unico entro novembre. Per i soggetti Ires l acconto è dovuto nella misura del 101%, purchè l importo su cui commisurare l acconto sia superiore a 20,00, da versare in 2 rate: - 1ª, pari al 40% [40% del 100% (importo minimo di 103,00)], entro lo stesso termine per il versamento dell imposta a saldo del periodo oggetto della dichiarazione; - 2ª, pari al 61% (101% - 1ª rata), entro l 11 mese del periodo d imposta di competenza. NOTE: Note 1. La 1ª rata di acconto dell Irpef doveva essere versata entro il con una maggiorazione dello 0,40%, oppure ratealmente, a condizione che il pagamento sia completato entro il mese di novembre. 2. Il D.P.C.M ha prorogato il termine al , e al , con la maggiorazione dello 0,40% per: - i soggetti che esercitano un attività per la quale è stato elaborato lo studio di settore, indipendentemente dall esistenza di cause di esclusione o di inapplicabilità, che non siano esclusi dall applicazione dello stesso a causa di ricavi/compensi superiori a e che sono tenuti, in base al termine ordinario, a effettuare il versamento delle imposte derivanti da modello Unico/Irap 2013, entro il Non possono fruire della proroga, ad esempio, le società che approvano il bilancio nel mese di giugno avvalendosi del maggiore termine di 180 giorni dalla chiusura dell esercizio, in quanto le stesse sono naturalmente tenute ad effettuare i versamenti entro il (20.08 con la maggiorazione dello 0,40%); - i soggetti titolari di redditi di partecipazione in società (artt. 5, 115 e 116 Tuir), per le quali sussistono le condizioni per poter beneficiare della proroga; - i contribuenti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (nuovi contribuenti minimi), se svolgono attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore. Il pagamento si effettua con Modello F24, mediante il quale è possibile avvalersi della compensazione tra posizioni debitorie e creditorie di tributi, contributi e premi facenti capo allo stesso contribuente. pag.3

4 Nota (*) Metodo e Principali casi di ricalcolo dell acconto Come noto esistono due metodi di calcolo degli acconti, a discrezione del contribuente: 1. Il metodo storico che utilizza, come base di calcolo, le imposte risultanti dall ultima dichiarazione dei redditi, quella relativa al periodo d imposta precedente (UNICO 2013 redditi 2012). 2. Il metodo previsionale che si basa, invece, su una stima del reddito/valore della produzione che si presume di conseguire nel In particolare, qualora il contribuente preveda di conseguire un reddito/valore della produzione inferiore rispetto a quello realizzato nel 2012, può effettuare un versamento in misura inferiore a quanto dovuto o non effettuare alcun versamento. Secondo quanto sostenuto da Assonime nella circolare n. 36 di venerdì 22 novembre l aumento al 100% per i soggetti Irpef e al 101% per i soggetti Ires del secondo o unico acconto delle imposte dirette si applica sia qualora il contribuente utilizzi il metodo previsionale che quello storico. 3. IVIE e IVAFE: Per quanto concerne IVIE e IVAFE, le cessioni avvenute nel corso del corrente periodo d imposta (anno 2013), il contribuente potrebbe determinare l acconto utilizzando il criterio previsionale. Rammentiamo, al riguardo, che gli acconti d imposta costituiscono una riscossione anticipata dei tributi per il periodo d imposta in corso, cioè prima che sia sorta l effettiva obbligazione tributaria; per questo motivo è consentito al contribuente di effettuare un ricalcolo degli stessi, tenendo conto della minor base imponibile prevista a seguito della cessione operata in corso d anno. 4. Anche per la CEDOLARE SECCA è possibile applicare il metodo previsionale e quindi, se il contribuente prevede una minore imposta da dichiarare per il 2013 rispetto a quella del 2012, può determinare gli acconti da versare sulla base di tale minore imposta. Questo metodo può essere utilizzato per ridurre l importo della seconda rata, ad esempio per considerare la riduzione della percentuale dell imposta nei contratti a canone concordato. Dal periodo di imposta 2013 infatti l articolo 4 del DL 102/2013 ha stabilito la riduzione dal 19% al 15% della percentuale applicabile ai contratti a canone concordato. 5. Modifiche alle disposizioni fiscali: Per la rideterminazione previsionale degli acconti è comunque necessario tener conto delle seguenti disposizioni: A. Società di comodo: reddito minimo (aumento aliquota per soggetti Ires al 38%); la società in perdita nel triennio 2009/2011 ma che ha chiuso il 2012 in utile ricalcola l acconto con il metodo previsionale. Quella in perdita 2010/202 che diventa di comodo nel 2013 non deve anticipare con il ricalcolo le maggiori imposte che verserà a giungo Quella che nel 2012 resta tale versa l acconto basandosi sul dato storico delle imposte dovute sul reddito figurativo per il 2012 con aliquota del 101%. B. Perdite su crediti: le società devono considerare due aspetti relativi alle perdite su crediti: i chiarimenti forniti dalla circolare delle Entrate 26/E del 1 agosto 2013 e le modifiche che potrebbero entrare in vigore per l esercizio 2013 se venisse confermato l articolo 6 commi 21 e 22 del disegno di Legge di stabilità 2014; C. Lavori frontalieri: detassazione parziale del reddito da lavoro dipendente. D. Titolari di redditi fondiari: occorre tener conto della rivalutazione reddito dominicale e agrario introdotta dalla Legge di stabilità E. Soggetti non residenti: Detrazioni per carichi di famiglia. F. Automezzi deducibilità limitata: ricalcolo con percentuali di deducibilità vigenti. G. Possessori imbarcazioni e navi da diporto: imposta sostitutiva per noleggio occasionale. H. Startup innovative: esclusione dal reddito imponibile Ires del 20% degli investimenti. I. Impianti distribuzione carburante: proroga deduzione forfettaria del reddito d impresa. J. Attività immateriali e partecipazioni: riallineamento dei valori ai fini Ires. L. Risarcimento danni sisma 2012: Non imponibilità ai fini imposte sul reddito e Irap. M. Immobili locati: non imponibilità se oggetto di sospensione dello sfratto. N. Reti imprese: detassazione utile accantonato a riserva. O. Obbligazioni specifiche: parziale irrilevanza ritenute subite. 6. Contributi Previdenziali e Riduzione dell acconto Per quanto attiene gli acconti del contributo Inps per artigiani, commercianti e liberi professionisti (Legge 335/1995), non è stata prevista espressamente la possibilità di autoriduzione nell ipotesi in cui il professionista artigiano o commerciante preveda di conseguire nel 2013 un reddito professionale o di impresa da assoggettare al contributo di importo inferiore rispetto a quello preso a base per la determinazione dell acconto. Si ritiene tuttavia che la riduzione possa effettuarsi anche in analogia a quanto confermato dalla Circolare 182 del 10 giugno 1994 dell'inps per artigiani e commercianti, tuttavia non ci risultano altre conferme ufficiali. Nel momento in cui verrà determinato il saldo, potrà accadere il caso in cui le somme versate risultato di importo superiore rispetto al dovuto; in tale situazione l eccedenza verrà, alternativamente: - scomputata dagli eventuali importi dei contributi dovuti nell anno successivo; - compensata nel modello F24 con i versamenti di altri tributi e contributi dovuti; - restituita dall Inps, con l aggiunta degli interessi, su richiesta degli assicurati (richiesta di rimborso). L imprenditore individuale o il socio di società di persone che è anche socio di una srl (ancorché non in regime di trasparenza), nella determinazione della base imponibile IVS deve tener conto anche della quota di reddito prodotto dalla srl. pag.4

5 Maggiora zione acconti e Impatto su IVIE e IVAFE IVIE IVAFE Per quanto riguarda IVIE e IVAFE, l art. 19, co. 17 e 22, D.L. 201/2011, come modificato dalla L. 228/2012 (legge di Stabilità per il 2013), rispettivamente per IVIE e IVAFE, prevede che per il versamento, la liquidazione, l'accertamento, la riscossione, le sanzioni e i rimborsi, nonché per il contenzioso, si applicano le disposizioni previste per l'imposta sul reddito delle persone fisiche. L applicazione delle regole IRPEF al versamento delle imposte patrimoniale estere rende applicabile la maggiorazione dell acconto anche per IVIE e IVAFE. E bene evidenziare che, in alcune circostanze, il secondo acconto IVIE non sarà dovuto, anche se nel rigo RM 32 del modello UNICO 2013 è evidenziato un importo superiore ad 52,00. In altri termini, nulla è dovuto dal contribuente nell ipotesi in cui i versamenti delle imposte effettuate per il 2011 sono risultate eccessive per il Questo è il caso, ad esempio, delle cessioni degli immobili esteri avvenute nel corso del 2012 (in tale circostanza non era nemmeno necessario versare il primo acconto per carenza del presupposto impositivo). I codici tributo da utilizzare per consentire il versamento, mediante il modello F24, delle imposte dovute a titolo di acconto, sono stati istituiti i seguenti codici tributo: denominato Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - art. 19, c. 13, DL. n. 201/2011, conv., con modif., dalla L. 214/2011, e succ. modif. SECONDA RATA O IN UNICA SOLUZIONE"; denominato Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all'estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - art. 19, c. 18, DL. n. 201/2011 conv., con modif., dalla L. 214/2011, e succ. modif. SECONDA RATA O IN UNICA SOLUZIONE. Nel modello F24 dovranno essere indicati questi due codici nella sezione Erario. RAVVEDIMENTO OPEROSO IMPOSTE: In caso di ritardo nei versamenti, il contribuente può avvalersi spontaneamente del ravvedimento: - sprint la sanzione ordinaria si riduce dal 30% al 0,2% per ogni giorno di ritardo e raggiunge un massimo del 2,% per i primi 14 giorni dopo la scadenza; - breve o mensile si utilizza a partire dal 15 giorno sino al trentesimo e la sanzione ordinaria fissa si riduce dal 30% al 3% oltre gli interessi nella misura legale (2,5%) - lungo o annuo dal giorno successivo alla scadenza del pagamento fino al giorno in cui si paga (entro 1 anno): la sanzione ordinaria fissa si riduce dal 30% al 3,75%% oltre gli interessi nella misura legale (2,5%) USO CONTRIBUTI: L articolo 116, comma 8, lettera b), della Legge numero 388 del 2000, stabilisce che è possibile versare una sanzione civile, in ragion d anno, pari al tasso ufficiale di riferimento maggiorato di 5,5 punti, qualora: - prima che siano iniziate contestazioni o richieste da parte degli enti impositori (comunque entro dodici mesi dal termine stabilito per il versamento dei contributi), sia stata eseguita una denuncia della situazione debitoria in modo spontaneo; - entro trenta giorni dalla denuncia deve essere effettuato il versamento dei contributi. In tal caso, la sanzione civile non può presentare un importo superiore al 40 per cento dell importo dei contributi non versati entro la scadenza di legge. Interessi di mora L articolo 116, comma 9, della Legge numero 388 del 2000, stabilisce che, dopo il raggiungimento del tetto massimo delle sanzioni civili, senza aver eseguito l integrale pagamento del dovuto, sul debito contributivo maturano gli interessi di mora di cui all articolo 30 del Decreto del Presidente della Repubblica numero 602 del Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento. Cordiali Saluti. T.& P. Consulting Srl a cura di Marco Tomassetti pag.5

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA a cura di Celeste Vivenzi IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA IL Premessa generale Entro il prossimo 01 Dicembre 2014 ( il 30

Dettagli

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI a cura di Celeste Vivenzi Entro il prossimo 02/12/2013 (il 30/11 cade di sabato) va versata la 2 o unica rata degli acconti

Dettagli

IL CALCOLO DEL SECONDO ACCONTO : SCADENZA AL 30 NOVEMBRE 2015

IL CALCOLO DEL SECONDO ACCONTO : SCADENZA AL 30 NOVEMBRE 2015 IL CALCOLO DEL SECONDO ACCONTO : SCADENZA AL 30 NOVEMBRE 2015 Entro il prossimo 30 novembre 2015 scade la 2 o unica rata degli acconti 2015 relativi alle imposte IRPEF, IRES, IRAP, alla cedolare secca

Dettagli

IL SALDO 2014 E L ACCONTO 2015 DELLE IMPOSTE ALLA LUCE DELLA PROROGA

IL SALDO 2014 E L ACCONTO 2015 DELLE IMPOSTE ALLA LUCE DELLA PROROGA INFORMATIVA N. 177 16 GIUGNO 2015 DICHIARAZIONI IL SALDO 2014 E L ACCONTO 2015 DELLE IMPOSTE ALLA LUCE DELLA PROROGA DPCM 9.6.2015 Istruzioni mod. UNICO 2015 Istruzioni mod. IRAP 2015 Informativa SEAC

Dettagli

OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013. Principali scadenze mese di novembre 2013

OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013. Principali scadenze mese di novembre 2013 > Circ. n. 9-M/2013 PC/pf Del 04 2013 OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013 Spett.le Ditta/Società In evidenza SOMMARIO Principali scadenze mese di 2013 Modello di comunicazione polivalente delle operazioni

Dettagli

imposte sui redditi e irap

imposte sui redditi e irap Imposte sui redditi e Irap ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE DOVUTI per l ANNO 2012 di Mario Jannaccone QUADRO NORMATIVO L art. 1, L. 23.3.1977, n. 97 [CFF ➋ 7316], ha introdotto nel nostro sistema tributario

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Circolare n. 14/2014 VERSAMENTO SALDI IMPOSTE 2013 E ACCONTI 2014. In questa Circolare

Circolare n. 14/2014 VERSAMENTO SALDI IMPOSTE 2013 E ACCONTI 2014. In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 14/2014 VERSAMENTO SALDI IMPOSTE 2013 E ACCONTI 2014 In questa Circolare 1. Termini di versamento 2. Modalità di versamento 3. Rateazione 4. Determinazione degli

Dettagli

SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014

SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014 Circolare informativa per la clientela Maggio 2014 SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014 In questa Circolare 1. Termini di versamento 2. Modalità di versamento 3. Rateazione 4. Determinazione degli acconti

Dettagli

SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015

SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015 STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società Circolare informativa per la clientela del 21 maggio 2015 SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015 In questa Circolare

Dettagli

SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014

SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014 Circolare informativa per la clientela n. 15/2014 dell'8 maggio 2014 SALDI d'imposta 2013 e ACCONTI 2014 SOMMARIO 1. TERMINI di VERSAMENTO... 2 2. MODALITÀ di VERSAMENTO... 3 3. RATEAZIONE... 6 4. DETERMINAZIONE

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 330. Soggetti esonerati dal versamento

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 330. Soggetti esonerati dal versamento SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 329 26 novembre 2014 121 /GD/FS/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare secca Acconti 2014 Sintesi Si illustrano le modalità di determinazione e versamento

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI. Pag. 1

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI. Pag. 1 Informativa - ONB Acconti IRPEF, IRES, IRAP, imposte sostitutive, addizionali, IVIE, IVAFE e contributo INPS ex L. 8.8.95 n. 335 - Riepilogo modalità di calcolo, versamento e sanzioni INDICE 1 Premessa...

Dettagli

SALDO 2013 E ACCONTO IMPOSTE 2014: DETERMINAZIONE, MODALITA E TERMINI DI PAGAMENTO, PROROGHE DEI VERSAMENTI

SALDO 2013 E ACCONTO IMPOSTE 2014: DETERMINAZIONE, MODALITA E TERMINI DI PAGAMENTO, PROROGHE DEI VERSAMENTI Via Battuti Rossi, 6/A 47121 Forlì Via dell Arrigoni, 308 47522 Cesena SALDO 2013 E ACCONTO IMPOSTE 2014: DETERMINAZIONE, MODALITA E TERMINI DI PAGAMENTO, PROROGHE DEI VERSAMENTI 1. TERMINI DI VERSAMENTO

Dettagli

Circolare per il professionista

Circolare per il professionista Circolare per il professionista Circolare n. 8 del 12 novembre 2014 Acconti IRPEF, IRES, IRAP, imposte sostitutive, addizionali, IVIE, IVAFE e contributo INPS ex L. 8.8.95 n. 335 - Riepilogo modalità di

Dettagli

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE Circolare 15 del 12 giugno 2015 Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE 1 Premessa... 3 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 3 2.1 Contribuenti interessati...

Dettagli

Focus di pratica professionale di Federico Salvadori. Il ricalcolo degli acconti in Unico 2013

Focus di pratica professionale di Federico Salvadori. Il ricalcolo degli acconti in Unico 2013 Focus di pratica professionale di Federico Salvadori Il ricalcolo degli acconti in Unico 2013 Si approssima ormai la scadenza per l effettuazione dei versamenti d imposta derivanti dal modello Unico, per

Dettagli

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 Vigevano, 15 giugno 2014 Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Contribuenti

Dettagli

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

STRUMENTI DI LAVORO RAVVEDIMENTO IMPOSTE E PAGAMENTI

STRUMENTI DI LAVORO RAVVEDIMENTO IMPOSTE E PAGAMENTI STRUMENTI DI LAVORO RAVVEDIMENTO IMPOSTE E PAGAMENTI Al fine di poter individuare il termine di versamento delle imposte è necessario far riferimento all articolo 17, D.P.R. n. 435/2001, in virtù del quale:

Dettagli

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott.

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott. 8.2016 Giugno PROROGHE VERSAMENTI per i contribuenti con Studi di settore Sommario 1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI INTERESSATI DALLA PROROGA DEI VERSAMENTI... 2 2.1 Soci di società e associazioni trasparenti...

Dettagli

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto AGRIPROGETTO SRL Ufficio fiscale REDDITI-IVA-PAGHE Marghera 11 giugno 2012 Oggetto: PROROGA SCADENZE Il 6 giugno 2012 è stato pubblicato in G.U. il Dpcm che

Dettagli

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL AVV. ROBERTO GRUTTADAURIA DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI AVV. VALERIA PAGANI DOTT. PIETRO COLUZZI DOTT. LUCA

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI Milano, 11 Giugno 2015 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 17/2015: Proroghe

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 07/06/2013 Circolare n. 88 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Studio Associato Renata SELLA & Fausto GALLO

Studio Associato Renata SELLA & Fausto GALLO Belluno, 13 Novembre 2012 Quaderni Bellunesi OGGETTO: acconti scadenti il 30 novembre 2012 dovuti dai contribuenti persone fisiche per IRPEF e cedolare secca anno d'imposta 2012. Termini di versamento

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2013

LEGGE DI STABILITA 2013 Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 1/2013 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730. 03 giugno 2013 Più tempo per consegnare il modello 730 ai Caf o ai professionisti abilitati. Un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato il 29 maggio scorso, ha fatto slittare dal 31

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 luglio 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3 Circolare n. 4 04 Febbraio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti... 3 2.1 Auto aziendali...

Dettagli

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità dei modello UNICO 2013 DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità del modello UNICO 2013 Persone fisiche Fascicolo 1 ARGOMENTI PRINCIPALI Tra le principali novità del modello Unico PF

Dettagli

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Il prossimo 30 novembre scade il termine ultimo per il versamento della seconda (o unica) rata di acconto, delle imposte dei redditi

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 06/06/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 06/06/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 06/06/2014 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Modena, 12 2014 SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Si segnala ai Signori clienti che tutti gli adempimenti sono stati inseriti, prudenzialmente, con le loro scadenze naturali, nonostante

Dettagli

B R U Z Z O D O T T. A D O L F O D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A - R E V I S O R E C O N T A B I L E

B R U Z Z O D O T T. A D O L F O D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A - R E V I S O R E C O N T A B I L E B R U Z Z O D O T T. A D O L F O D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A - R E V I S O R E C O N T A B I L E Padova, 8/11/2010 Circolare n. 12 Ai gentili Clienti Loro sedi 1. VERSAMENTO DEGLI ACCONTI

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 08/06/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 08/06/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 08/06/2016 Circolare n. 97 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. INFORMAT N. 156 29 GIUGNO 2011 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. LUGLIO Le scadenze dei versamenti riferite al mod. UNICO 2011 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef

Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef Novità ed esempi di compilazione Giorgio Gavelli Maggio 2013 Premessa Dal 2012 l Imu sostituisce l Ici per la componente immobiliare, l Irpef e le addizionali

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 15/06/2015 Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a:. Regimi agevolati utilizzabili

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

Modello Unico 2013: cosa non dimenticare per le persone fisiche

Modello Unico 2013: cosa non dimenticare per le persone fisiche Modello Unico 2013: cosa non dimenticare per le persone fisiche La dichiarazione dei redditi della persona fisica, relativa al periodo d imposta 2012, è interessata da alcune significative differenze rispetto

Dettagli

INFORMATIVA N. 2/2013

INFORMATIVA N. 2/2013 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 1.2.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 2/2013 LEGGE

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato firmato il Decreto che prevede lo spostamento dei termini, dal 18

Dettagli

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Circolare Informativa n 14/2014 Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Pagina 1 di 5 INDICE Premessa pag. 3 1) Gestione separata: aliquote, minimali e massimali pag. 3 2) Gestione artigiani

Dettagli

Circolare N. 147 del 7 Novembre 2014

Circolare N. 147 del 7 Novembre 2014 Circolare N. 147 del 7 Novembre 2014 Seconda o unica rata di acconto delle imposte 2014 alla cassa entro il 1 dicembre Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che entro il prossimo 1.12.2014

Dettagli

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI COMMERCIALISTI Circolare informativa n 3/2011 Cedolare secca sui canoni di locazione degli immobili abitativi Premessa La cedolare secca, ossia il nuovo regime opzionale di imposizione sostitutiva sul

Dettagli

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni E INTRODOTTO IL REGIME FISCALE AGEVOLATO RISERVATO AI

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 1 Premessa 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti 2.1 Auto aziendali 2.2 Auto dei professionisti 2.3 Auto concesse

Dettagli

ACCONTI D IMPOSTA SECONDA O UNICA RATA DI NOVEMBRE 2015

ACCONTI D IMPOSTA SECONDA O UNICA RATA DI NOVEMBRE 2015 Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 30/2015 Del 5 novembre 2015 ACCONTI D IMPOSTA SECONDA O UNICA RATA DI

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE dott. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 20.06.2011 CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il decreto legislativo n.23 del 14 marzo 2011, recante disposizioni

Dettagli

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 01/08/2012 Contenzioso Dal 1 agosto 2012 (e fino al 15 settembre 2012) inizia il periodo di sospensione feriale dei termini processuali per le giurisdizioni ordinarie, amministrative

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si

Dettagli

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 Circolare informativa per la clientela n. 6/2013 del 21 febbraio 2013 SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 In questa Circolare 1. Calcolo dell'iva dovuta 2. Modalità e termini di versamento

Dettagli

La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società. Roma, 18 marzo 2014

La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società. Roma, 18 marzo 2014 La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società Roma, 18 marzo 2014 La start-up innovativa Decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 (legge 17 dicembre 2012, n. 221, artt. 25-32) Favorire la nascita,

Dettagli

IMU ed imposte sui redditi

IMU ed imposte sui redditi I Dossier Fiscali IMU ed imposte sui redditi I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate (C.M. 5/E/2013) SOMMARIO IMU ed imposte sui redditi... 3 IMU in sostituzione dell IRPEF Effetti sui singoli redditi...

Dettagli

Fiscal Flash N. 108. La notizia in breve. 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga. Provvedimento firmato

Fiscal Flash N. 108. La notizia in breve. 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga. Provvedimento firmato Fiscal Flash La notizia in breve N. 108 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Scadenze Con il Comunicato stampa del MEF n. 144 del 14 giugno 2014 è stata

Dettagli

ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012

ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012 ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012 01 DOMENICA Antiriciclaggio Pagamenti in contante Dal 1.07.2012 le Pubbliche Amministrazioni potranno erogare stipendi, pensioni e ogni altro tipo di emolumento, di importo

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 LUGLIO

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 LUGLIO Bassano del Grappa, 4 Luglio 2012 Circolare n. 08/2012 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 Di seguito evidenziamo le prossime scadenze fiscali relative al 3 trimestre 2012, con il commento

Dettagli

OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti

OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 13 agosto 2010 OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti 2 INDICE 1 Soggetti fuori cratere.

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N. 20/2015

CIRCOLARE CLIENTI N. 20/2015 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 20 Gennaio 2014 OGGETTO : Legge 27.12.2013 nr. 147 Legge di stabilità 2014 pubblicata sulla G.U. nr. 302 del 27.12.2013 S.O. n.87. È stata approvata la

Dettagli

Circolare informativa n.1/2015

Circolare informativa n.1/2015 Dott. Giuseppina Sica D o t t o r e C o m m e r c i a l i s t a A l b o u n i c o A V n. 6 2 7 R e v i s o r e d e i C o n t i n. 1 3 6. 6 9 2 C o n s u l e n t e T e c n i c o t r i b u n a l e A V n.

Dettagli

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2014 dell Ufficio

Dettagli

Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative. Francesco Scuderi Pierangela Maugeri

Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative. Francesco Scuderi Pierangela Maugeri Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative Francesco Scuderi Pierangela Maugeri Con il provvedimento 31.1.2014 pubblicato sul sito internet dell Agenzia

Dettagli

Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI 2. AUMENTO IVA 3. NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE, FATTURAZIONE SEMPLIFICATA ED ELETTRONICA

Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI 2. AUMENTO IVA 3. NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE, FATTURAZIONE SEMPLIFICATA ED ELETTRONICA Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI A partire dal periodo d imposta 2013 la deducibilità degli oneri relativi alle auto aziendali e dei professionisti, finora pari al 40%, sarà ridotta al 20%. La modifica

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 01 Luglio 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 01 Luglio 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 01 Luglio 2013 Oggetto: Circolare n. 25/2013 del 01 Luglio 2013

Dettagli

2. COME È COMPOSTO E COME SI UTILIZZA IL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE 1

2. COME È COMPOSTO E COME SI UTILIZZA IL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE 1 2. COME È COMPOSTO E COME SI UTILIZZA IL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE 1 Il Modello UNICO Persone Fisiche 2016 comprende la dichiarazione dei redditi e la dichiarazione annuale IVA. Il Modello Unico per

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE A cura di Direzione servizi tributari dott.ssa Federica Sottotetti IMPOSTE SUI REDDITI

Dettagli

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE INFORMAT N. 243 30 SETTEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del QUARTO TRIMESTRE 2014. Si rammenta che a decorrere dell 1.10.2014 è operativo l obbligo di utilizzo dei servizi telematici

Dettagli

UNI. originale. Dati personali. Dati sensibili. Finalità. del trattamento. Modalità del trattamento. Titolari del trattamento.

UNI. originale. Dati personali. Dati sensibili. Finalità. del trattamento. Modalità del trattamento. Titolari del trattamento. Riservato alla Poste italiane Spa N. Protocollo Data di presentazione UNI COGNOME SERVILI NOME SARA Periodo 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. del D.Lgs. n. del 0 giugno

Dettagli

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI Milano, 11 gennaio LEGGE DI STABILITA La legge di Stabilità è approdata in Gazzetta Ufficiale (n. 302 del 30 dicembre 2015, Suppl. Ord. n. 70). Anticipiamo in estrema sintesi le principali novità in ambito

Dettagli

R O S S I & A S S O C I A T I

R O S S I & A S S O C I A T I R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s Main Office: Via S. Radegonda, 8 - Milano www.rossiassociati.it Tel +39 02.874271 Fax +39 02.72099377 NEWS SETTIMANALE Gennaio 2013 nr. 2

Dettagli

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013 Roma, 22 Gennaio 2013 Prot. n. 58/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 05/2013 Oggetto: nuovo Modello 730/2013, redditi 2012: principali caratteristiche Con il provvedimento

Dettagli

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e

Dettagli

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 INFORMAT N. 005 07 GENNAIO 2013 SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2013. Si riportano di seguito

Dettagli

LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto Gabrielli LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto LE NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE (Aggiornata al 24.02.2009) Riferimenti normativi Regime contabile introdotto, a partire dal periodo di imposta 2001, con l art. 13 della

Dettagli

ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE 2014. In questa Circolare

ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE 2014. In questa Circolare ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE 2014 In questa Circolare 1. Regole comuni 2. Regole specifiche per le diverse imposte 3. Casi particolari Acconti d'imposta di novembre 2014 Il mese di novembre è, per molti

Dettagli

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero 32/2010 Pagina 1 di 10 L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero : 32/2010 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : ADEMPIMENTI REGIME FISCALE DEI

Dettagli

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 Con i provvedimenti dell Agenzia delle entrate 15.1.2013 e 4.3.2013 è stato approvato in via definitiva (rettifiche comprese), il modello 730/2013 per l adempimento

Dettagli

Periodico informativo n. 118/2012. Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti

Periodico informativo n. 118/2012. Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti Periodico informativo n. 118/2012 Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza, che entro

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Per determinare il contributo dovuto per un determinato periodo d imposta l INPS deve fornire

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. LUGLIO Le scadenze dei versamenti derivanti dal mod. UNICO 2015 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli