COMUNE DI PESCARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PESCARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE"

Transcript

1 COMUNE DI PESCARA CITTA' DI Medaglia PESCARA d oro aj Merito CNi~a- COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO A FAVORE DEL= LA DITTA TIME RIVESTIMENTI SRL. Seduta del Deliberazione N~ 133 L'anno duemiladodici it giorno ventotto del mese di settembre alle ore 9.57, in prosieguo di seduta previa convocazione e con l'osservanza delle formalità di.legge, si è riunito, nella consueta sala del Palazzo Municipale~ il Consigfio Comunale. in sesstone Ordinaria in seduta Pubblica sotto la presidenza di DE CAMILLIS ROBERTO con l'assistenza del V. Segretarto Generale, Dott. SILVERII GAETANO t coadiuvato dal Praf. ADDARIO LUIGI ~verbalizzante,. '. Risultano presenti ed assenti il Sindaco e i Consiglieri come da elenco che segue: Avv. ALBORE MASCIA LUIGI A FUSILLI GIANLUCA. '.A ALESSANDRINI MARCO A DEL VECCHIO ENZO 'e', ' SOSPIRllORENZO A DI PIETRANTONIO MORENO P. CHIAVAROll FEDERICA A CORNELI FLORIO P',' FOSCHI ARMANDO P MASel CARLO A, BERGHELLA VINCENZO A VOLPE AMEDEO,,'A' O,NCECCO VINCENZO A DI PINO SALVATORE -,p~. RANIERI RENATO A BRUNO GIUSEPPE LERRI DOMENICO A MAMBELLA MARCO A" SALVATI ANDREA A CREMONESE ALFREDO A MARINUCCI LIVIO P DI MARCO MICHELE A CAROLI ADELE P SULPIZIO ADELCHI A PASTORE MASSIMO P DI NISrO FAUSTO A DI LUZIO AUGUSTO P Dott DI BIASE LlelO p ARCIERI MASTROMATTEI A DOGAll VINCENZO P DANIELA SABATINI ANTONIO A PIGNOLI MASSIMlllANO A BLASIOLI ANTONIO P DI NOI VINCENZO P BALDUCCIALBERTO A DllACaVO GIOVANNI p D'ANGELO CAMllLO P DE CAMILLIS ROBERTO P DIODATI GIULIANO P ACERBO MAURIZIO A MARCHEGIANI PAOLA P Consiglieri presenti n. 18 Consiglieri assenti n. 23. Sono ~noltrepresenti VICE SINDACO FIORILLI ASSESSORI: RICOTTA ANTONELLI, PORCARO, FILIPPELLO, DEL TRECC0 1 RENZETTI, SECCIA Il Presidente accerta che i Consiglieri presenti sono in numero sufficiente per deliberare. Sono presenti gli scrutatori Sigg.: MARINUCCI LIVIO BLASIOLI ANTONrO DI NOI VINCENZO. A I -

2 Il Presidente dopo aver udito la richiesta del Consigliere Foschi di posticipare la discussione del punto n. 3 iscritto all'o.dig., avente ad oggetto U Salvaguardia degli equilibri di Bilancio esercizio 2012 ai sensi dell'art~ 193 del D.lg8. 267/00, dopo il punto n. 8 avente ad oggetto U Ratifica della deliberazione di Giunta Comunale n. 572 del " e ravvisato l'assenso dell'aula, pone in discussione Itargomento posto al n. 4 all'o~d.g. avente ad oggetto "RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BilANCIO A FAVORE DELLA DITTA TIME RJVESTIMENTI SRL." N.p. 106/12 t depositata agli atti dej Consiglio comunale. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che nel corso degli anni, per la gestione del Patrimonio, si sono accumulate diverse situazioni debitorie derivanti da affidamenti di lavori relativi ad immobili di proprietà comunali, prestazioni di servizi, stipula di atti notarili~.. canoni di fitti passivi, senza perfezionare n relativo impegno di spesa: -. 1'-," Accertato che tra questi è ancora sospesa la situazione debitoria riferita ai lavori di ristrutturazione e risanamento igienico-sanitario locali palazzo di Città ed Ex Inps effettuati dalla Ditta TIME Rivestimenti srl di Pescara tra gli anni 2006/2007 per un importo complessivo di ,49=;,. Dato atto che i suddetti lavori sono stati fatti eseguire alla Ditta TIME Rivestimenti Srl di Pescara senza che sia stato posto in essere il dovuto adempimento per l'assunzione dell:impegno di spesa previsto dall'art. 191, del Decreto Lgs. 267/2000; Evidenziato che: - il sopra citato art. 191 del D. Lgs. n, 267/2000 (T~U.E~L.)prevede che l'acquisizione di beni e servizi da parte degli enti locafi possa avvenire soltanto in presenza del relativo impegno contabile registrato sul competente intervento o capitolo del bilancio di previsione e del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria di cui alltart. 151, comma 4, del predetto D~Lgs.; - la violazione degli obblighi imposti dal suddetto articolo comporta la qualificazione del debito nascente dalla relativa obbligazione nei confronti della ditta esecutrice dei lavori, quale debito fuori bilancio; - il successivo art. 194 del T.U.E.L. stabilisce peraltro che gli enti locali possano procedere al riconoscimento della regittimità dei debiti fuori bilancio nascenti dalfacquisizione di beni e servizi in vio1azione degli obblighi di cui sopra:...il riconoscimento dei debiti fuori bilancio appartenenti alla fattispecie in esame possa avvenire soltanto nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servjzi di competenza; Accertato che i lavori di rjstrutturazione e risanamento igienico-sanitario locali palazzo di Città ed Ex Inps effettuati dalla Ditta TIME Rivestimenti srl di Pescara sono stati regolarmente eseguiti hanno effettivamente prodotto una utilità ed arricchimento nell'attività dell'ente, come attestato da Responsabile del Servizio sujle schede di rilevazione dei debiti, allegate al presente atto per farne parte integrante;

3 Ritenuto necessario procedere, anche al fine di evitare possibili contestazioni da parte della Ditta TIME Rivestimenti Srl di Pescara, da parte del Comune, al riconoscimento dei debiti fuori Bilancio ai sensi deh'art. 194 comma 1 lettera e del Decreto Lgs. n4 267/2000; Rilevato che la somma occorrente per il pagamento dei "debiti" sopra elencati, è stata stanziata nei Capitoli nel Bilancio di previsione esercizio finanziario 2011, al capitolo (Titolo IIA) per le spese correnti; Tenuto conto inoltre che la somma di ,49= dovuta alla Ditta TIME Rivestimenti Srl di Pescara dal Comune di Pescara, è stata impegnata con Determina Dirigenziale PI n. 154 del 28/12/2011, auo stanziamento iscritto nel Bilancio di Previsione Anno 2011 al Tjt4 2," Funz. 1, Serv. 1, Int. 1 Capitettlo , Impegno 7466/3; j'" ~~,. I Visti gli artt. 42 e 194 del Decreto Lgs. n. 267/2000; Visto il parere espres~o dalla- competente -Commissione Consiliare Finanze' in data , che si allega; Visti i pareri espressi, ai sensi dell'art. 49 del" D. 19S4 267/2000, dal Dirigenté"d'el servizio interessato e dal Dirigente della ragioneria; uditi gli interventi riportati nell'allegato resoconto redatto dalla ditta incaricata,' il Presidente pone in votazione la proposta di deliberazione. Con votazione espressa con il sistema elettronico, con il seguente risultato accertato e proclamato dal Presidente, come da documento allegato, con l'assistenza degli scrutatori prima designati e presenti in aula: consiglieri presenti n.20 votanti n.13 voti favorevoli n.13 Presenti non votanti n. 7 ( D'Angelo, Del Vecchio, Di Pietrantonio, Diodati, Corneli, Marchegiani, Di lacovo). Sulla base delle risultanze di voto sopra espresse, il Consiglio comunale, DELIBERA 1) di riconoscere, per le motivazioni e le norme espresse in narrativa, la legittimità dei debiti fuori bilancio efencati in premessa e riportati nelle schede allegate al presente atto per farne parte integrante, di complessivi ,49= riconducibili aba fattispecie disciplinata qall'art. 194, comma 1 lettera e) del Decreto LgS4 n. 267/2000 e S.m~ ed i., in violazione dell'art. 191 del predetto decreto legislativo; 2) di precisare che la spesa complessiva di ,49= trova capienza nel capitolo sotto indicato e precisamente:

4 - al Capitolo (Titolo IIA) per le spese d'investimento t impegnata con Determina Dirigenziale PI n. 154 del 28/12/2011, allo stanzia mento iscritto nel Bilancio di Previsione Anno 2011 al Tit~ 21 Funzr 1, SelV. 1, rnt. 1 Capitolo , Impegno 7466/3; 3) di precisare che i consequenziali adempimenti relativi all'impegno ed alla liquidazione deua spesa saranno effettuati con atto del Dirigente del Settore Gestione Patrimonio ed Impiantistica Sportivar

5 CITTA DI PESCARA Commissione Consiliare Permanen Proposta di Consiglio Comunale numero prowisorio 106 avente ad oggetto U Oggetto Riconoscimento debito fuori bilancio a favore della Ditta Time Rivestimenti Delibera srr' Verbale n. Seduta del?o Dopo la discussione di carattere generale si procede alla votazione dell'argomento di cui al1'oggetto; si riportano le presenze al voto di ogni Commissarlo e 'a loro singola espressione di voto: Voti Commissarto Commlssario delegato Pr ì,as Voti >< 3 RANIERI RENATO 3 X >< 4 D' PINO SALVATORE 4 ><:. 3 ARCIERI MASTROMATTE' DANIELA >< 3 SABATINI ANTONIO 3 4 D'ANGELO CAMILLO 4 3 FUStLLI GIANLUCA 3 3 -~ 3 DEL VECCHIO ENZO VOLPE AMEDEO >< 3 ;< 2 MAMBELLA MARCO 2 Esito votazion e F A C 2 DI NOI VINCENZO 2 2 BRUNO GIUSEPPE 3 2 DI N'SIO FAUSTO 2 1 DI IACOVO GIOVANNI 1.' 1 ACERBO MAURIZIO 1 'l MARINUCCI, livio 1'>< 1 CAROLI ADElE 1 3 DI BIASE lx (Legenda: Pr::: presente al voto As:: assente al voto F:: voto favorevole A::: astenuto C = voto contrario) Dalla votazione amer e Hse uente risuttato com \essivo: N. voti favorevoli Considerazioni: 1 ~ X. 3 -X N. Commissari astenuti N _voti contrari, ~ " ~ ~ ~ -' 'Il ~ ~ l'' '- ~...., r J I ~ t ~ " ~,. 'r J IL J. ~ ~ Il, l' ~ ~ I ~.f. 11'". ~ ~ I ~ r 'Il,. ~ J.. I - ' ~ IL ~ 1 r ', ~. ~ ~ r ~..Il, ~ ~ J IL Jl ~ ~..' ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ L' t ~ l Parere espresso b... Voto espresso A if o tltf'li o LtJ QfUvo Firma Commissario resente al voto MAMBELLA MARCO BRUNO DI N'SIO DI tacovo GIUSEPPE FAUSTO GIOVANNI Voto espresso D'ANGELO CAMILLO ACERBO MAURIZIO FUStLLl G'ANLUCA DEL VECCHIO ENZO fls --...".-r.. - Città di Pescara - Commissione Consiliare Permanente Fln

6 I:" -e,'ifedagua d oro al A1erÌio Civile SCHEDA DI RILEVAZIONE DI PARTITA DEBITORIA SETTO N O 6 DEL --'» /-9:1/2010 SERVIZIO~o.1l\-Z\)-~.o ~~~0UL FASC. no -, Il sotto scritto Responsabile del di propria competenza, ella qualità di Dirigente. )..A..J.O & ~, per quanto ATTESTA INTERESSI. DI CUI I.V.A. ACCESSORJ TOTALE CREDITO: ~ ~~~), ~---- /. Sulla base degli elementi documentati '.,ATTESTA disponibili e controllati a) che l'opera è/ma è stata realizzata o.kt-fomitura ~eni e/o -dei servizi di cui sepre è. av';etlùta per il seg,ue~tefme pubblico:, c..o.m...t..~~-\-.o JLo. JJo~ ~~ ~.!. ~ \J \ ~(. ~ Pagina l di 3

7 /~/<::~// /. 1-5;~y' ("-''1r--(;-; (;ti:. "._./ c~j('t:t,~,(;..,~led(1g1iad'oro al Alerito Civile b) che la.i.omitura 6IG l'opera acquisita al patrimonio del Comune ~ }9fcsmzioae è/~ stata effettivamente resa dal ereditare; c) che la documentazione acquisita al patrimonio <E è/f1ljm'r",possibile valutare congrui iprezzi praticati; d) motivazione per l'inclusione del debito fra quelli fuori bilancio: I f) e) che il debitc4/non è caduto in prescrizione ai sensi dell'artt 2934 e 58. del Codice Civile;, \! che il debito rientra nella seguente ipotesi di cui all'art. 194 D4Lgs. 267/ comma 1 -(barrare con una X la lettera interessata); -t'. "'-' A Sentenze esecutive B Disavanzi di cq~t}~qrzio _aziende speciali, istituzioni, nei limiti degli obblighi etc. purchè rispettato il pareggio bilancio ex. art.114 e il disavanzo derivi da fatti di gestione C Ri capitalizzazi OD_e.. di società di cap itali,costitu ite per.. esercizio servizi pubblici locali a D Procedura espropriati ve o di occupazlone d'urgrnza per opere dì _pubblica utilità X F E (*) Acquisizione di beni e servizi, in violazione dei co. 1,2,3 art. 191 D.Lgs.267/2000, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nello ambito di, espleta-mento di pubbl funzioni e servizi di competenza4 (*) fornire in alle ato relazione iustificativa del ricorso a tale ti 010 ìa e la dimostra zione il riconoscimento avviene nei limiti de li accertati e dim strati utilità ed arrichimento mbito dell'es letamento ~bbliche funzioni e servizi dì competenza -,, Da~ J SE 1. LO 1Ù IL DIRIGENTE Respons, h.., %%%%%%%%%%%%%%%%% Pagina 2 di 3

8 l.~,fedaglia cl coro al A1erito Civile SETTORE RAGIONERIA ED ECONOMA TO Il Dirigente Responsabile del Settore Ragioneria ed Econo~ato, per quanto di propria competenza, sulla scorta degli elementi documentali disponibili: ATTESTA -. 1) L'importo del credito vantato RISULTAI sussistente non essendo stato soddisfatto con pagamenti disposti dall'amministrazione e/o dal Giudice dell' esecuzione; 2) L~importo del credito RISULTAI N RISULTA sussistente per essendo stato soddisfatto per a) Mandato n...../20 di, H, b) Pagamento disposto dal ludice dell' esecuzione, c) L'importo del credito è insufficiente esse do stato soddisfatto: a) con mandato n. del /20 per ; b) con pagamento disposto dal " dice dell'esecuzione per l'importo di...-- ; ~.J 3) Di ~ / NON AVERE altri rilievi da esprimere dal punto di vìsta contabile in ordine alla presente partita debitoria. con: Data Il DirigentelResp.le Se ore -IL D "' ~','.,'< c io ~.. agioneria ed Economato ~TE. ua -. : 1'4 IL COLLEGIO DEI REVIS Vista la documentazione di cui alla presente scheda esprime il seguente parere;... ~ f.\~o {t.evo l,tr ' RJ Pagina 3 di 3

9 ..~.~Ef Città tfi ç1jescara Medtzflia dioro ~ Merito Civile Allegato alla Proposta di deliberazione C.C..N.n del 05/ Oggetto: RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO A FAVORE DELLA DITTA TIME RIVESTIMENTI SRL ,---, , PARERI AI ~ENSII2.EL~ ART.4~ ~e'ld.lg.vo.n,2~7/20qq Parere di regolarità tecnica, anche con specifico riferimento alla garanzia della tutela della privacy nella redazione degli atti e diffusione - pubblicazione dei dati sensibili ed agli altri contenuti ai sensi ed in conformità alla delibera di C.C. n~209 del 17/12/2010 in materia di pubblicità legale degli atti ex art. 32 della Legge n ,.come modificato ed integrato con D.L. n. 194/09 convertito in Legge n. 25/2010:.0-. FAVOREVOLE o-. io " Il Il Il Il' Il 'l'' Il Il Il il l',. ti '".., il, ti., 111 ", Li, os t) 1Izo~1J Il D'" Arch. To spasiado Parere di regolarità contabile: -...1A~J~~. tii " " -ti.. lo _ ti + ifii ti _ Il ti -ti 111 I. Il 1i ti 111 'Il 111., il,..." il II1II lo _. Li 1;UROPEf\N CllY Of-;'PORT

10 ALLEGATO ALLA DEliBERA. RELAZIONE La Ditta TIME Rivestimenti S.r.l., a seguito di esperimento di apposita gara d'appalto" è risultata aggiudicataria dei lavori di ristrutturazione e risanamento igienico sanitario dei locali posti al piano terra del Palazzo Di Città e di quelli del Palazzo Ex INPS. Durante l'esecuzione dei lavori si è reso necessario eseguire una serie di lavori aggiuntivi per rendere i locati fruibili nel più breve tempo possibile essendo gli stessi stati destinati ad un servizio di front-office destinati al pubblicq. Con l'occasione si è proceduto altresì a completare i lavori di riqualificazione di alcuni ambienti di lavoro. In merito si riferisce che la ditta esecutrice, appositamente interpellata, rt ha dato rimmediata disponibilità ad eseguire i lavori aggiuntivi, non previsti nella perizia originaria, applicando i prezzi unitari inferiori a quelli correnti di mercato opportunamente verificati e ritenuti congrui dal personale tecnico del Settore Patrimonio. La Ditta in parola ha inoltre accettato le condizioni di pagamento differite stabilite dall'ente. L'Ufficio LL.PP., autorizzando i lavori in parota, ha messo fine alla pressoché unanime lamentela dei dipendenti comunali che rivendicavano luoghi di lavoro più puliti e decorosi dove espletare la propria attività Javor~tiva, nonché idonei sotto "aspetto igienico sanitario. Per i lavori in argomento Itarea tecnica LL.PP. ha interessato l'ufficio scrivente al fine di predisporre la determina per Itaffidamento dei lavori secondo le modalità previste dau'art. 125, del D.Lgs n 163 che contempla e disciplina raffidamento dei lavori, servizi e forniture in economia, subordinando la copertura finanziaria all'introito di somme derivanti dai proventi delle vendite di beni immobili non più utilizzati per fini istituzionali previsti al Capitolo "Reinvestimento fondi per l'acquisto di

11 terreni e fabbricati ed interventi di manutenzione del patrimonio immobiliare dell'ente u Tale atto di affida~ento non si è perfezionato per mancanza di introiti e di conseguenza l'iter procedurale per IJaffidamento dei lavori non ha avuto definizione.

12 , Scheda n.....b.."... RICONOSCIMENTO (articolo 194 D.Lgs 267/2000) DEBITO FUORI BILANCIO SETTORE PROWEDITORATO Il Dirigente richiedente Ing. Marco Scorrano E PATRIMONIO DESCRIZIONE TIPOLOGIA DEBITO FUORI BILANCIO Il debito fuori bilancio si riferisce a lavori urgenti effettuati presso Le Sedi Comunali di Piazza Italia. IMPORTO DEL DEBITO ,49 (35.451, ,14 (IVA 100/0) DITTA CREDITRICE Impresa Edile TIME Rivestimenti S.r.l. Via "Musone, Pescara - RIFERIMENTO FATTURA Fattura 233" d"el '3A {o,or 106 i=attuia~ "3 ~ )s(..{ Or Fattura ~I t-o{ ow Ui" 0'1- I

13 ",l'-''.:l, Il {}.l.o';':;(~',:jr'l, t., \.11 r 'd 1.1 r ~_c ~ -.oi~' ~'r L) /~_ì ~ -r.j Copia n" 1/ 1 Pagina 1.",- I., I"l ~... i.,l ~ : ~ o) l'", Non18 Vote \ l" I p: c'" '] 5' l..., d,:t:~l., l.." (": t\:.::-... ~. t-..:~ <1 il ~-:;'lln"}" ~l'".,. -', ' ; i)a i;"lure."" "., c 1 -J (. ~.,! -, Berghetfa ---. r> [)t Luz.io -; Faschl ( : L)~"}gaH,~ L;. -., '.,.' Pres l)ecarnhhs I ()i r~o~ r L)i Blc!5~~, ~..... L.H nilj1--n""- h:-; ~\~~.) v. p~sio e..a l? ol \ j! ~ ~~C'I J. r::'.'::1 SI SI SI Si SI SI SI 51 CI...." S1 Sl SI Si / -:, -~r._, 1 "I - I ~, [l'angelo I)el Vecchio f)j Pietrantonio l)iùdati CQfTIC;!j l\j13rche'~lii;1n i -.} r ~ ~'l (' a") 0'-, j ~ ':;1 _.. "._J 1 Non votante Non votante Non VOt[-Hl~(:1 Non votante Non vot8nì~~" Non votante Non votant.::"; {'.',.-, "l "I. 11- l':' t't ì \;. ~L I ~" ~!..,... \... I I I o' 'f '(.., O)"~;,;1 \;~'"ì-i I ',~ ),'" " \,, ' ~,l " f". (/ o, l'" _o'~i' ',:, c',. ':' J.~ S'" ~ ~ o ~, " Io!.,! I _ \.... ", 13 O O 20.. Ef\lD OOC - I...

14 . Punto n~4 all'ordine del giorno: I/RiconosciDIento debito fuori bilancio a favore della ditta Time Rivestimenti. " Reglstrazl0ne e trascrl'llone a cura d\ SPRAY RECORDS - VLale Kennedy 52/7 - Moscufo (PE) - Tei. 085,

15 PRESIDENTE DE CAMILLIS Prego Assessore SECCIA. Assessore SECCIA Grazie Presidente. La delibera in oggetto, come ha annunciato lei, è un rìconoscimento di debito fuori bilancio per lavori che risalgono_ a qualche anno fa, e precisamente tra il 2006 e il 2007~ e nel corpo della delibera, ringraziando i commissari. Chìedo un po' di attenzione da parte del Consiglio che non riesco ad articolare.u PRESIDENTE DE CAMILLIS Consiglierì per cortesia un attimo di attenzione~ prendete posto e seguite i lavori dell'aula. grazie. Assessore SECCIA Dìcevo che dal settore patrimonio sono pervenute J e qui leggo del corpo della deliberai si sono accumulate alcune situazioni derivanti da affidamenti lav:ori senza un relativo impegno di spesa J uno di questo è quello relatìvo alla ditta tìme rivestimenti che nel 2006 e 2007 ha avuto un affidamento per le strutture del patrimonio comunale, del palazzo ex InpsJ e quindi non etera un impegno di spesa che ha generato un lavoro, e quindi per l'ente tecnicamente un debito fuori bilancio. Nel corso di questì anni, praticamente, abbiamo fatto una ricognizione. andando ad individuare con apposite schede debitorie sottoscritte con rorgano dì revisione~ quelle che sono queste situazioni debitorie, ed oggi, dopo un percorso amministrativo che è stato in itinere in questi tre anni, è arrivata una di quelle delibere che arriveranno in ConsigHo Comunale per questo riconoscimento. Liimporto è dì 38 mila euro cìrca, per resattezza attraverso la votazione di questa delibera ovviamente si andrà a riconoscere questo d-e.bito, è un atto dovuto pere-h,é com-e dicevo da tre anni a questa parte le attività vann,q av.anti e mano man,o- a.rrivera.nno in Consiglio Comunale, e per il riconoscimento sarà possibile alla ditta Time Rivestimenti riconoscere il pagamento di queste euro per i lavori che ha svolto. Ovvìamente ci sono tutti i pareri tecnici l la relazione del Dirigente} invito raula a votare questo atto per il riconoscimento di questo debito. PRESIDENTE DE CAMILLIS Ha chiesto la parola il Consigliere BLASIOLI, se è in aula.u Non ci sono più interventi, possiamo mettere in votazione la delibera., Dichiaro aperta la votazione. Dichiaro chiusa la votazione. Consiglieri presenti: 2 O Votì favorevoli: 13 Voti contrari: O Voti astenuti: O La delibera è approvata. Regtstrazionee trascrizione a cura di SPRAY RECORDS...Viale Kennedy 52/7 - Moscufo (PE) - Tel

16 Di quanto innanzi si è redatto il presente verbale. che viene firmato da~ Presidente, Segretario Generale e dal Verbalizzante. Il suesteso processo verbale di deliberazione verrà sottoposto, previa lettura, all'approvazione del Consiglio Comunale. in successiva seduta. dal IL PRESIDENTE F.to DE CAMILllS ROBERTO IL VERBALIZZANTE F.to Prot ADDARIO LUIGI IL V. SEGRETARIO GENERALE F.to Dott. SILVERII GAETANO Per copia conforme ah'originale. Pescara. lì 18 ottobre 2012 A seguito di conforme attestazione dell'addetto ali pubblicazioni, si certifica che copia della presente deliberazjone è stata pubbucata a~i'ajbo Pretorio dal al e che contro di essa non sono state prodotte opposizionl IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, Iì _ SI DICHfARA LA PRESENTE ESECUTIVA a seguito di pubblicazione all'albo Pretorio per 10. giorni consecutivì dal senza opposiztoni ai sensi e per gli effetti dell'art comma - D. Legislativo del.18.agosto 2000 N.267. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara t lì N...._ di prot. COMUNE DI PESCARA Pescara, n All'Ufficio FASCICOLO UFFICIO AI rufficio per i provvedlmenti IL FUNZfONARIO di competenza. RESPONSABILE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 in data 29/10/2013 OGGETTO: CIG: Z660B2D707 LIQUIDAZIONE ACCONTO FATTURA

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS...

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS... SAPIENZA 1 7 FEB. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 17 febbraio alle ore 16.00, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0009903 del 12.02.2015, per

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

COMUNE DI P E:SCARA. Numero 646 Del 08/08/2013. Generale Avv. Langiu Antonello

COMUNE DI P E:SCARA. Numero 646 Del 08/08/2013. Generale Avv. Langiu Antonello ~.~ COMUNE DI P E:SCARA C.ITTA' DI Mli!d "gli.d'oro P'ESCARA.ill Merfl:o C iiiile COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 646 Del 08/08/2013 Oggetto: REVOCA DELIBERAZIONE G~C. N.638

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 22 approvata il 23 marzo 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

CONSORZIO PER L'AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE PROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO. Numero 58 del 06/03/2015

CONSORZIO PER L'AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE PROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO. Numero 58 del 06/03/2015 CONSORZIO ER L'AREA DI SVILUO INDUSTRIALE ROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO Numero 58 del 06/03/2015 OGGETTO RATIFICA ORDINANZA RESIDENZIALE N. 15 DEL GIORNO 05/03/2015

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02.

tm \, ~. 'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,...  COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02. tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - r:..,... i f,p.:

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

«? COMUNE DI LIMINA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE. N.75 reg. delibere LA GIUNTA MUNICIPALE PROVINCIA DI MESSINA

«? COMUNE DI LIMINA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE. N.75 reg. delibere LA GIUNTA MUNICIPALE PROVINCIA DI MESSINA «? COMUNE DI LIMINA PROVINCIA DI MESSINA N.75 reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:Norme sulle esecuzioni forzate nei confronti degli Enti Locali II semestre 2014. L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO DETERMINAZIONE INGEGNERE CAPO SETTORE LL.PP. 3 SETTORE TECNICO Servizio di manutenzione beni comunali e servizi tecnologici DETERMINA N 263 DEL 28/07/2011

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria nominato

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 DETERMINAZIONE: 005/301. SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli