I dirigenti italiani: fedeltà o risultati?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I dirigenti italiani: fedeltà o risultati?"

Transcript

1 I dirigenti italiani: fedeltà o risultati? Gaeta, 24 maggio 2008 Oriana Bandiera, London School of Economics Luigi Guiso, Istituto Universitario Europeo Andrea Prat, London School of Economics Raffaella Sadun, London School of Economics

2 La fine della crescita Tasso di crescita annuo della produttività nell industria: Italia ,6% Italia 1995-oggi 0% USA ,8% USA 1995-oggi 3,1% Tante possibili cause... Obiettivo di questo lavoro: esplorare il ruolo di un fattore produttivo: il talento manageriale

3 I dirigenti italiani 1. Chi sono? 2. Come vengono selezionati, valutati, remunerati, promossi, licenziati? 3. Differenze tra Italia e altri paesi? Differenze tra imprese operanti in Italia? 4. Selezione e incentivi? 5. Effetti del sistema di selezione e incentivi sul sistema produttivo?

4 Dati: esistenti 1. Dati INPS sulle remunerazioni dei dirigenti dal 1985 al Indagine internazionale su pratiche gestionali in 4000 imprese in 12 paesi 3. Centrale dei Bilanci

5 Dati: nuovi 1. Indagine su dirigenti Manageritalia 600 interviste Caratteristiche personali Incentivi, selezione 2. Indagine su grandi manager 121 AD di maggiori società italiane Impiego del tempo

6 Tesi: modello risultati Tesi: esistono due sistemi (estremi) per selezionare e sviluppare il fattore produttivo manager 1. Risultati La proprietà stabilisce obiettivi e delega la realizzazione al manager Il dirigente è: assunto sulla base di aspettative di performance valutato sistematicamente sui risultati remunerato/promosso/licenziato sulla base delle valutazioni

7 o modello fedeltà? 2. Fedeltà La proprietà vede il manager come un esecutore fedele Il dirigente è: assunto sulla base di aspettative di fedeltà valutato solo informalmente remunerato/promosso/licenziato in base alla sua capacità di capire e realizzare i desideri della proprietà (con un continuo di casi intermedi )

8 Sommario: imprese Le imprese italiane mostrano un divario in termini di gestione delle risorse umane Tra le italiane, le imprese famigliari e quelle operanti solo sul mercato nazionale tendono a: assumere sulla base di contatti famigliari/personali non offrire valutazioni formali Imprese famigliari: 1/3. Imprese multinazionali USA: >80% licenziare per disaccordo piuttosto che per risultati negativi Imprese famigliari che licenziano per risultati: <20%. Imprese USA: >50% promuovere per buone relazioni (no fast track); non offrire bonus

9 Sommario: selezione Rispetto alle altre, le imprese che adottano il modello fedeltà hanno dirigenti che: Sono avversi al rischio fedeltà = sicurezza Hanno livelli di istruzione più bassi, sia università che executive training segnali di qualità non necessari Ma non c è una differenza di età Nuove generazioni di dirigenti in entrambi I modelli

10 Sommario: impegno I dirigenti che lavorano in imprese con modello risultati: 1. Trascorrono più tempo al lavoro 2. Sono più soddisfatti del loro lavoro 3. Sono pagati di più (sia parte fissa, sia variabile) Totale fedeltà: euro Totale risultati: euro

11 Sommario: stile Gli AD italiani trascorrono metà del loro tempo in riunioni, metà delle quali con esterni I manager che lavorano di più hanno uno stile di leadership diversa (meno riunioni, meno esterni) percentuale tempo trascorso lavorando da soli: AD +10 ore: 18% AD -10 ore: 12%

12 Sommario: performance Le imprese che adottano il modello risultati: Hanno un tasso di crescita più alto (numero dipendenti) Hanno un utile più elevato ROCE risultati: 24% ROCE fedeltà: 21% Discussione: problema di governance o cultura?

13 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

14 Dati: Manageritalia Manageritalia: dirigenti in imprese del settore servizi 2012 imprese collegate con Centrale dei Bilanci 600 interviste: divise tra finanza, marketing, direzione generale Biografia dei dirigenti, avversione al rischio Proprietà, nazionalità, multinazionale Assunzioni, licenziamenti, promozioni, valutazioni, struttura retributiva Ore lavorate/weekend

15 Dati: impiego del tempo 600 tra le maggiori imprese italiane Chiediamo all assistente dell AD di ricostruire l agenda di una settimana di lavoro. 121 risposte Per ogni attività Tipo (riunione, telefonata, ecc) Durata Partecipanti: interni (finanza, produzione, ecc.), esterni (clienti, fornitori, politici, sindacato, ecc.) Attività programmata da quanto tempo? Periodica? (Analisi preliminari)

16 Dati: INPS Campione rappresentativo di lavoratori dipendenti con qualifica di dirigente dal 1985 al 2004 Retribuzione fissa, retribuzione variabile Sesso, anno nascita

17 Dati: CEP survey Bloom, Sadun, Van Reenen (2008) 4000 aziende (industria), 12 paesi Direttori di stabilimento Politiche di impresa: domande con punteggio 1-5 su varie dimensioni Capacità di gestione delle risorse fisiche e delle risorse umane

18 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

19 Caratteristiche dirigenti Età Donne Istruzione

20 Caratteristiche dirigenti: età confronto internazionale Germany Italy UK US France Japan Plant Manager Age Source: CEP Survey

21 Caratteristiche dirigenti: donne percentuale: Share of Female Managers All Top 25%

22 Caratteristiche dirigenti: donne finanza

23 Caratteristiche dirigenti: laurea confronto internazionale UK Italy France US Germany Japan Percentage of Managers with a College Degree Source: CEP Survey

24 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

25 Incentivi Struttura degli incentivi (risultati e fedeltà) offerti dalle imprese: Confronto internazionale Manageritalia: Canali di assunzione Riunioni valutazione Promozioni Licenziamenti

26 Incentivi: confronto internazionale Sul management in generale, l Italia non va male France Italy UK Japan Germany US Overall Management Score Source: CEP Survey

27 Incentivi: confronto internazionale il problema è la gestione delle risorse umane France Italy Japan Germany UK US Operations (Physical Capital) Management - People (Human Capital) Management Source: CEP Survey

28 Incentivi: confronto internazionale siamo sempre ultimi o penultimi Italy UK France Japan Germany US UK Italy Germany France Japan US Hiring Talent Incentives and Appraisals Japan Italy France Germany UK US Japan Italy France Germany UK US Making Room for Talent Developing Talent Source: CEP Survey

29 Incentivi: selezione le imprese famigliari non usano headhunters e annunci Founder Private Individuals Family Government Dispersed Shareholders Private Equity Manager Hired through Market Channels

30 Incentivi: selezione le imprese famigliari assumono tramite amici e famigliari Dispersed Shareholders Government Private Equity Founder Private Individuals Family Manager Hired through Family or Friends

31 Incentivi: selezione le multinazionali utilizzano canali di mercato Domestic Italian MNE Other MNE US MNE Manager Hired through Market Channels

32 Incentivi: selezione le imprese domestiche usano canali informali Other MNE US MNE Italian MNE Domestic Manager Hired through Family or Friends

33 Incentivi: valutazione In 2/3 delle imprese famigliari o domestiche non esiste un processo di valutazione dei dirigenti Family Domestic Founder Government Italian MNE Private Equity Other MNE Private Individuals Dispersed Shareholders US MNE Presence of Appraisals (0/1) Presence of Appraisals (0/1)

34 Incentivi: promozioni Nelle imprese famigliari e domestiche le promozioni dipendono di più dal rapporto con la proprietà Dispersed Shareholders Other MNE Private Equity Government US MNE Founder Italian MNE Private Individuals Family Domestic Promotion Based on Relationship with Owners Promotion Based on Relationship with Owners

35 Incentivi: promozioni le promozioni fast-track sono rare nelle imprese famigliari e domestiche Family Domestic Government Founder Italian MNE Private Equity US MNE Dispersed Shareholders Private Individuals Other MNE Fast Tracks for Star Performers Fast Tracks for Star Performers

36 Incentivi: licenziamento Ie imprese famigliari e domestiche licenziano raramente per mancato raggiungimento obiettivi Founder Domestic Family Private Individuals Italian MNE Private Equity Other MNE Government Dispersed Shareholders US MNE Manager Turnover due to Failure in Meeting Objectives Manager Turnover due to Failure in Meeting Objectives

37 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

38 Fedeltà contro risultati Costruire indici aggregati di adozione del modello fedeltà e del modello risultati Utilizzare gli indici per misurare l effetto dei due modelli su: Selezione dirigenti Impegno Retribuzioni Soddisfazione Risultati dell impresa

39 Costruzione indici aggregati Indice fedeltà: Assunzione tramite amici/famiglia Promozione causa buoni rapporti con proprietà Licenziamento causa cattivi rapporti con proprietà Indice risultati: Esistenza bonus Percentuale bonus Valutazioni Fast track Regressione Controlli impresa e manager Indice fedeltà Indice risultati

40 Stima dei modelli Modello Risultati : Stime con: indice fedeltà : 25mo percentile indice risultati : 75mo percentile Modello Fedeltà : Stime con: indice fedeltà : 75mo percentile indice risultati : 25mo percentile

41 Stima dei modelli solo risultati 1 azienda tipo fedelta 1 solo fedelta

42 Fedeltà/risultati: selezione Il modello risultati attrae capitale umano più alto Risultati Fedelta' laurea executive

43 Fedeltà/risultati: selezione il modello risultati attrae dirigenti più risk-tolerant Risultati Fedelta' Tolleranza al rischio (-2.5;1.5)

44 Fedeltà/risultati: impegno I dirigenti lavorano di più nel modello risultati Risultati Fedelta' numero ore settimanali numero weekend di lavoro al mese

45 Fedeltà/risultati: retribuzioni I dirigenti guadagnano di più nel modello risultati Risultati Fedelta' retribuzione totale (euro) stipendio fisso (euro)

46 Fedeltà/risultati: soddisfazione I dirigenti del modello risultati sono più soddisfatti del proprio lavoro Risultati Fedelta' percentuale molto soddistatti

47 Fedeltà contro risultati: crescita Le imprese del modello risultati hanno un tasso di crescita più alto, sia in termini di vendite che di dipendenti Risultati Fedelta' crescita vendite (3 anni) crescita occupati (3 anni)

48 Fedeltà contro risultati: utile le imprese del modello risultati hanno un ROCE più alto Risultati Fedelta' return on capital employed (ROCE)

49 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

50 Impiego del tempo Il tempo dell AD è una risorsa scarsa La sua allocazione indica le priorità e I vincoli dell AD 121 AD Analisi preliminare Esterni/interni Tempo addizionale

51 Impiego del tempo: ore riportate Fraction weeklyhrs

52 Impiego del tempo: tipo attività (percentuale ore)

53 Impiego del tempo: persone incontrate: interni

54 Impiego del tempo: persone incontrate: esterni Clienti? Fornitori? Banche? Investitori? Consulenti? Avvocati? Sindacalisti? Politici?

55 Impiego del tempo: persone incontrate: esterni

56 Impiego del tempo: ore in più o in meno share hours hours more 10 hours less meetings w orking alone only insiders outsiders too consultants

57 Presentazione 1. Descrizione dati 2. Caratteristiche dei dirigenti 3. Modelli manageriali delle imprese 4. Fedeltà contro risultati: effetti in termini di selezione, impegno e performance 5. Impiego del tempo 6. Conclusioni

58 Tema 1: governance o cultura? Rispetto al modello risultati, il modello fedeltà: Attrae persone meno istruite e più timide Produce meno impegno Genera meno soddisfazione Produce una performance di impresa peggiore Perché si continua ad usare?

59 Tema 1: governance o cultura? 1. L impresa non vuole? Non solo successo commerciale, ma anche altri obiettivi Impresa famigliare: mantenere il controllo Dibattito su corporate governance 2. L impresa vuole ma non può? Know-how specifico, forse raro in Italia Impresa non multinazionale Dibattito su corporate culture: internazionalizzazione + business education

60 Tema 2: istruzione: domanda o offerta? I futuri dirigenti italiani investono poco in capitale umano. Perché? 1. Manca la domanda? Le imprese, soprattutto quelle del modello fedeltà, non premiano chi investe in capitale umano (laurea, business education) Argomento a favore: potrebbero assumere persone con voti di laurea più alti Problema di governance

61 Tema 2: istruzione: domanda o offerta? 2. La qualità dell offerta è scarsa? Confronto internazionale università: migliore italiana = numero 100 nel mondo FT: Miglior programma MBA italiano = 48 nel mondo (GB 2; Francia 6; Spagna 7) Importiamo talento estero (6% del campione Manageritalia) Test: gli italiani che fanno un MBA all estero tornano in patria più dei loro colleghi tedeschi/francesi/spagnoli?

62 Tema 3: una parità raggiungibile? Donne: 12% e meno nei livelli alti Discriminazione o scelta? Aumento del 50% negli ultimi 10 anni Successo nell area finanza: contro il mito delle soft skills Le professioni con più parità sono quelle in cui le qualificazioni professionali contano di più (diritto, medicina, ecc.) Capitale umano osservabile = meno discriminazione?

63 Tema 4: tre Italie? Predominanza di Milano 42% dei dirigenti italiani in Lombardia Ancora di più nei settori ad alta crescita. Scelta dagli stranieri Adozione del modello risultati Questione meridionale Solo il 5% dei dirigenti italiani lavora al Sud Manageritalia: nessuna inferenza statistica Riflette la distribuzione dell impresa privata italiana

64 Tema 4: tre Italie? Questione nordorientale Il modello risultati è molto meno diffuso nel Nord-Est (Triveneto + Emilia) che nel Nord-Ovest e nel Centro Anche dopo aver eliminato l effetto proprietà e della multinazionale Il Veneto ha la percentuale di laureati più bassa tra le grandi regioni

65 Tema 5: alla ricerca di nuovi modelli? Al 23% delle riunioni degli AD italiani sono presenti consulenti Rispecchia le priorità dell azienda? Dato comune ad altri paesi? Altri periodi? Oppure periodo di transizione? In questo caso: l AD sta cercando di importare (o imporre) nuovi modelli gestionali?

SAP Performance Management

SAP Performance Management SAP Performance Management La soluzione SAP per la Valutazione e per la Gestione delle Risorse Umane SAP Italia Agenda 1. Criticità e Obiettivi nella Gestione delle Risorse Umane 2. L approccio SAP alla

Dettagli

Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager

Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager Volterra, 19.6.2014 Prof. Roberto Barontini Istituto di Management Scuola Superiore Sant Anna E-mail r.barontini@sssup.it Matematica Statistica Storia

Dettagli

La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese

La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese Marco Valerio Morelli, Mercer Valerio Salone, Mercer Ripensare l età e la sua gestione La prospettiva dell Age Management

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

Introduzione. di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni. Introduzione

Introduzione. di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni. Introduzione di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni Introduzione I compensi dei top manager costituiscono da tempo oggetto di dibattito da parte di addetti ai lavori e opinione pubblica, sia in Europa

Dettagli

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali ECONOMIA DELL'ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE a.a. 2014/2015 - Prof. G. Favretto Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali Serena Cubico Ricercatore

Dettagli

Discussione di. Italian Managers: Fidelity or Performance. Luigi Zingales University of Chicago

Discussione di. Italian Managers: Fidelity or Performance. Luigi Zingales University of Chicago Discussione di Italian Managers: Fidelity or Performance Luigi Zingales University of Chicago Preambolo Questo e` il paper ideale da discutere perche`: 1) Affronta un tema molto importante 2) Presenta

Dettagli

Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS

Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS Avviso 2015D-01 del 14/03/2015 Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS La Fondazione Bologna University Business School (di seguito BBS o Scuola ) rappresenta

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino

commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino Andrea Gavosto Fondazione Giovanni Agnelli andrea.gavosto@fga.it la proposta La scuola Marilyn

Dettagli

Chi è Towers Watson: una società di consulenza leader a livello mondiale

Chi è Towers Watson: una società di consulenza leader a livello mondiale Chi è Towers Watson: una società di consulenza leader a livello mondiale 37 I nostri 14.000 dipendenti in paesi aiutano le organizzazioni ad affrontare are con successo cess una molteplicità di sfide legate

Dettagli

Percorso EXECUTIVE COMPENSATION

Percorso EXECUTIVE COMPENSATION AREA FORMATIVA: Personale & Organizzazione Percorso EXECUTIVE COMPENSATION Formula week-end Cod. Z3045 06 febbraio 2009 14 marzo 2009 COMITATO SCIENTIFICO Franco Fontana, Ordinario di Economia e Gestione

Dettagli

MIL-15.1/13.12-02052008-23022/MG

MIL-15.1/13.12-02052008-23022/MG MIL-15.1/13.12-02052008-23022/MG Quanti pensano che -Il primo della classe è un secchione -Una buona laurea è meno importante di una buona raccomandazione -A scuola si va per istruirsi -La meritocrazia

Dettagli

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE Sono fermamente convinto che nel nostro nuovo Gruppo Monier la performance del nostro staff sarà più importante che mai. I nostri ambiziosi obiettivi aziendali

Dettagli

ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership

ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership ELITE ELITE è una piattaforma di servizi integrati creata per supportare le Imprese nella realizzazione dei loro progetti di CRESCITA Supporto/stimolo ai cambiamenti

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing SALARY SURVEY 2015 Sales & Marketing Sales & Marketing Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it Sales & Marketing Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO

ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO Le proposte di Confindustria Le analisi comparative a livello internazionale indicano che uno dei fattori che più rallentano l innovazione e la crescita in Italia

Dettagli

Che cosa determina la qualità della ricerca in un sistema universitario pubblico?

Che cosa determina la qualità della ricerca in un sistema universitario pubblico? Che cosa determina la qualità della in un pubblico? Analisi di dati internazionali e discussione dell esperienza britannica. Oriana Bandiera e Andrea Prat London School of Economics Intergruppo Parlamentare

Dettagli

Brand Management. al Global Business Management nelle imprese Market-Driven *

Brand Management. al Global Business Management nelle imprese Market-Driven * Dal Brand Management al Global Business Management nelle imprese Market-Driven * Emilio Zito ** Abstract Le imprese più competitive, operanti nei mercati globali di massa (automotive, high-tech, largo

Dettagli

Paola Profeta Università Bocconi 28 October 2013

Paola Profeta Università Bocconi 28 October 2013 Paola Profeta Università Bocconi 28 October 2013 Il contesto Le donne sono sotto-rappresentate nei processi decisionali in Europa. In Italia il fenomeno è particolarmente accentuato Nonostante ciò, l Italia

Dettagli

Settimo Rapporto - Settembre 2012 FARE IL MANAGER OGGI

Settimo Rapporto - Settembre 2012 FARE IL MANAGER OGGI Settimo Rapporto - Settembre 2012 FARE IL MANAGER OGGI QUARTO RAPPORTO GIUGNO 2012_ FARE IL MANAGER OGGI I Indice LA NASCITA DELL OSSERVATORIO MANAGERIALE Cos è l Osservatorio Manageriale...... Pag. 6

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Performance-related Pay Policies for Government Employees. Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali

Performance-related Pay Policies for Government Employees. Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali Performance-related Pay Policies for Government Employees Summary in Italian Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali Riassunto in italiano Introduzione Vent

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELL ATTIVITA del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

LA VALUTAZIONE DELL ATTIVITA del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA VALUTAZIONE DELL ATTIVITA del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Università Bocconi 30 gennaio 2006 Ordine Dottori Commercialisti 1 IL CUORE, LA MENTE, LA TUTELA Se i manager fanno muovere la macchina organizzativa,

Dettagli

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA CIMBA CIMBA, in Italia dal 1991, è un consorzio di 36 Università americanecon sede a Paderno del Grappa (TV) che organizza programmi

Dettagli

Compliance Management

Compliance Management Tutto ciò che ti serve Executive Master in Compliance Management da e on i z a Sida Group Alta Form S 85 9 l1 Consulenza Formazione a i g e tra t Sedi: Roma Napoli Bologna Parma Chieti www.mastersida.com

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Sales & Marketing 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca

Dettagli

Il processo d introduzione della corporate governance in Costacurta si è svolto in quattro fasi:

Il processo d introduzione della corporate governance in Costacurta si è svolto in quattro fasi: PRESENTAZIONE DI PIERO MARCHETTINI MANAGING PARTNER DI ADELAIDE CONSULTING CONVEGNO INSEAD BERGAMO 24-25 OTTOBRE 2008 Il processo d introduzione della corporate governance in Costacurta si è svolto in

Dettagli

Risorse Umane e Performance Organizzativa

Risorse Umane e Performance Organizzativa Risorse Umane e Performance Organizzativa Perché Investire sulle Risorse Umane? Paula Benevene Università LUMSA, Roma Le persone costituiscono il fattore critico di successo Negli USA il costo dei dipendenti

Dettagli

LETTI PER VOI: " Qualità della vita delle donne caregivers: dalla Penisola Scandinava al Mar Mediterraneo "

LETTI PER VOI:  Qualità della vita delle donne caregivers: dalla Penisola Scandinava al Mar Mediterraneo LETTI PER VOI: " Qualità della vita delle donne caregivers: dalla Penisola Scandinava al Mar Mediterraneo " a cura di Cinzia Di Novi Università Ca Foscari di Venezia, Dipartimento Economia L Europa nel

Dettagli

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini Sommario Cos è il divario di retribuzione tra donne e uomini? Perché persiste il divario di retribuzione tra donne e uomini? Quali azioni ha intrapreso

Dettagli

POSIZIONE ATTUALE IN SINTESI

POSIZIONE ATTUALE IN SINTESI Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo(i) Maria Letizia Dini Via Liviabella, 8 61122 Pesaro Telefono(i) Cellulare: +39 335 7360138 E-mail marialetizia.dini@gmail.com

Dettagli

PhD+ PISA - 24/4/2012

PhD+ PISA - 24/4/2012 PhD+ PISA - 24/4/2012 Gli investimenti di capitale di rischio informale dei Business Angels le caratteristiche del mercato italiano e le modalità operative Tomaso Marzotto Caotorta Segretario Generale

Dettagli

MANAGEMENT PUBBLICO PER IL FEDERALISMO

MANAGEMENT PUBBLICO PER IL FEDERALISMO EXECUTIVE MASTER IN MANAGEMENT PUBBLICO PER IL FEDERALISMO Master EMMPF I a EDIZIONE DICEMBRE 2014 - LUGLIO 2016 EXECUTIVE MASTER IN MANAGEMENT PUBBLICO PER IL FEDERALISMO MASTER EMMPF Negli ultimi anni,

Dettagli

CAS Foundation in General Management

CAS Foundation in General Management DSAS 3.GMA.FG CAS Foundation in General Management Il Certificate of Advanced Studies (CAS) Foundation in General Management è il primo dei 4 CAS che compongono l (EMBA) e il primo dei due CAS in cui è

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2014. «La gente comune pensa soltanto a passare il tempo chi ha ingegno a renderlo utile». Schopenhauer

CATALOGO FORMAZIONE 2014. «La gente comune pensa soltanto a passare il tempo chi ha ingegno a renderlo utile». Schopenhauer CATALOGO FORMAZIONE 2014 «La gente comune pensa soltanto a passare il tempo chi ha ingegno a renderlo utile». Schopenhauer La Formazione Formazione a costo zero Lingue straniere La Sicurezza sul lavoro

Dettagli

PROCESSO AL LICEO CLASSICO

PROCESSO AL LICEO CLASSICO PROCESSO AL LICEO CLASSICO Andrea Ichino (European University Institute e Università di Bologna) Pubblico Ministero 14 novembre, 2014 A. Ichino (EUI) PROCESSO AL LICEO CLASSICO 14 novembre, 2014 1 / 23

Dettagli

Proteggere il proprio Business con BSI.

Proteggere il proprio Business con BSI. Proteggere il proprio Business con BSI. Siamo i maggiori esperti nello standard ISO/IEC 27001, nato dalla nostra norma BS 7799: è per questo che CSA ci ha coinvolto nello sviluppo della Certificazione

Dettagli

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends AGENDA Premessa : contesto e definizione di performance Metriche Impatti Conclusioni Il contesto "una provocazione" Quanto

Dettagli

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione Le problematiche organizzative e manageriali Milano, 30 maggio 2001 Agenda Sessione I INTRODUZIONE 3 Sessione II MANAGEMENT

Dettagli

LUISS Business School

LUISS Business School LUISS Business School per CONFINDUSTRIA L Aquila Executive Program on International Business 2014 1. Presentazione LUISS Business School LUISS Guido Carli - Libera Università degli Studi Sociali Guido

Dettagli

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE 2. 2.1 METODOLOGIA Il metodo di selezione delle aziende adottato per Executive Compensation è basato su un modello di campionamento strutturato in funzione di alcune caratteristiche proprie dell azienda.

Dettagli

MANAGEMENT BANCARIO: ORGANIZZAZIONE, GESTIONE OPERATIVA E COMPETENZE MANAGERIALI I edizione, 21/11/2011-02/04/2012 Codice RA098

MANAGEMENT BANCARIO: ORGANIZZAZIONE, GESTIONE OPERATIVA E COMPETENZE MANAGERIALI I edizione, 21/11/2011-02/04/2012 Codice RA098 MANAGEMENT BANCARIO: ORGANIZZAZIONE, GESTIONE OPERATIVA E COMPETENZE MANAGERIALI I edizione, 21/11/2011-02/04/2012 Codice RA098 Direttore Franco Fontana, Ordinario di Economia e gestione delle imprese

Dettagli

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro L indagine di Michael Page Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro Come sta cambiando il ruolo del Direttore Risorse Umane

Dettagli

Perché adottare una strategia. di customer experience. e perché misurare la experience quality

Perché adottare una strategia. di customer experience. e perché misurare la experience quality Mettere in pratica una strategia di customer experience Michele Gorgoglione, Politecnico di Bari Phil Klaus, ESCEM School of Business and Management Le strategie di customer experience stanno rapidamente

Dettagli

Creating Your Future. Linee guida

Creating Your Future. Linee guida Creating Your Future IL CICLO DEL PERFORMANCE MANAGEMENT Un approccio sistematico Linee guida Il focus si sta spostando dal personale inteso come un costo al personale come fonte di valore 35% 30% 25%

Dettagli

Capitolo 17. I mercati con informazione asimmetrica

Capitolo 17. I mercati con informazione asimmetrica Capitolo 17 I mercati con informazione asimmetrica Introduzione L incertezza sulla qualità e il mercato dei bidoni I segnali di mercato Il rischio morale Il problema agente-principale L informazione asimmetrica

Dettagli

EMBA Executive Master in Business Administration

EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario di Secondo Livello part-time 1 a EDIZIONE OTTOBRE 2015 MARZO 2017 LIUC UNIVERSITÀ CATTANEO La LIUC Università

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria 19 novembre 2013 Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria Studio su Scuola, Università e Lavoro dei giovani Milanesi tra il 1985 e il 2011 Autori: Massimo Anelli e Giovanni Peri (UC Davis) Introduzione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria. A.a. 2008/2009. Assetti proprietari e costo del capitale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria. A.a. 2008/2009. Assetti proprietari e costo del capitale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Analisi Finanziaria A.a. 2008/2009 Assetti proprietari e costo del capitale Gian Marco Chiesi Marco Tronchetti Provera GPI 60% (60%) [60%] Catena di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Analisi Finanziaria A.a. 2008/2009 Assetti proprietari e costo del capitale Gian Marco Chiesi Marco Tronchetti Provera GPI 60% (60%) [60%] Catena di

Dettagli

Turnaround e Crisi Aziendali

Turnaround e Crisi Aziendali Turnaround e Crisi Aziendali Agenda > Chi è EOD > Modalità di intervento > Valori Condivisi > Team > Contatti 2 Chi è Executive On Demand Temporary Manager specializzati nella gestione di Crisi Aziendali

Dettagli

2015 People & Organizational Development PEOPLE MANAGEMENT. Come motivare e gestire i propri collaboratori Z3139 1 2 3 LUGLIO

2015 People & Organizational Development PEOPLE MANAGEMENT. Come motivare e gestire i propri collaboratori Z3139 1 2 3 LUGLIO PEOPLE MANAGEMENT Come motivare e gestire i propri collaboratori 2015 People & Organizational Development Z3139 1 2 3 LUGLIO REFERENTE SCIENTIFICO Gabriele Gabrielli, Docente di Organizzazione e Gestione

Dettagli

La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza

La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza Il tema delle remunerazioni dei Vertici Aziendali continua a essere di grande attualità e oggetto di particolare

Dettagli

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA CIMBA CIMBA, in Italia dal 1991, è un consorzio di 36 Università americane con sede a Paderno del Grappa (TV) che organizza

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management

MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management Progetto di ricerca del CeRCA Centro di Ricerca sul Cambiamento e Apprendimento Organizzativo Prof. Vittorio D'Amato Direttore CeRCA 2 Indice Il CeRCA

Dettagli

PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ ABSTRACT QUOTATE ITALIANE SERGIO CARBONARA

PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ ABSTRACT QUOTATE ITALIANE SERGIO CARBONARA PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ QUOTATE ITALIANE ABSTRACT SERGIO CARBONARA Scopo e metodologia Lo studio sulle remunerazioni 2012 parte dalla constatazione che la gestione

Dettagli

SALARY SURVEY 2014. Retail. Specialists in retail recruitment www.michaelpage.it. Retail

SALARY SURVEY 2014. Retail. Specialists in retail recruitment www.michaelpage.it. Retail SALARY SURVEY 2014 Specialists in retail recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2014 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2014. Michael

Dettagli

Livelli Retributivi. Retribuzione (in migliaia di Euro) 0-3 anni. Front-office assistant legal 20/22 K 23/26 K 23/26 K

Livelli Retributivi. Retribuzione (in migliaia di Euro) 0-3 anni. Front-office assistant legal 20/22 K 23/26 K 23/26 K Livelli Retributivi Segretaria /Receptionist/Front-office Gestione reception (filtro chiamate,presa messaggi, accoglienza/registrazione ospiti ) Organizzazione viaggi Preparazione sale riunioni e relativa

Dettagli

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 La struttura piramidale 20% A B C D E 51% 51% 51% 51% A possiede indirettamente

Dettagli

Percorsi manageriali. Migliorare e crescere è innazitutto una questione di scelta, poi di volontà e determinazione. Presentazione dell iniziativa

Percorsi manageriali. Migliorare e crescere è innazitutto una questione di scelta, poi di volontà e determinazione. Presentazione dell iniziativa Percorsi manageriali Migliorare e crescere è innazitutto una questione di scelta, poi di volontà e determinazione Presentazione dell iniziativa Biella,6 ottobre 2008 Obiettivi dell iniziativa L unione

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Master di II livello in Management Agro-Alimentare

Master di II livello in Management Agro-Alimentare Master di II livello in Management Agro-Alimentare Dal 1984 valorizziamo talenti per l industria e la distribuzione alimentare XXXI Edizione 2014 2015 Con il patrocinio di Federalimentare (Federazione

Dettagli

Nuove iniziative per la crescita e lo sviluppo delle PMI italiane: il progetto Elite

Nuove iniziative per la crescita e lo sviluppo delle PMI italiane: il progetto Elite Nuove iniziative per la crescita e lo sviluppo delle PMI italiane: il progetto Elite 12 Dicembre 2012 Denny De Angelis Luca Peyrano 1 Come sarebbe l Italia con 1.000 società quotate Manuela Geranio, Emilia

Dettagli

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale La cultura è ciò che resta GT Cooperation Consulting Il nome GT, oltre a ricordare le iniziali dei nomi dei soci fondatori, Giulio Care e Tullio

Dettagli

La e leadership nella PA

La e leadership nella PA La e leadership nella PA Cittadinanza digitale, egovernment e open government Cultura digitale Competenze specialistiche ICT Competenze di e-leadership Competenze per la cittadinanza digitale Competenze

Dettagli

European Corporate Governance Service. Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005. Milano, 27 ottobre 2005

European Corporate Governance Service. Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005. Milano, 27 ottobre 2005 European Corporate Governance Service Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005 Milano, 27 ottobre 2005 1 Agenda Avanzi SRI Research e lo European Corporate Governance Service

Dettagli

MARIANNA CARBONARI CHI SIAMO MISSION E VALORI

MARIANNA CARBONARI CHI SIAMO MISSION E VALORI MARIANNA CARBONARI Presidente e Amministratore Delegato di Value for Talent. Ha maturato più di dieci anni di esperienza nella gestione di progetti di Executive Search articolati e complessi. Ha condotto

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

LEADERSHIP DEVELOPMENT

LEADERSHIP DEVELOPMENT 9 10 DICEMBRE 2014 LEADERSHIP DEVELOPMENT 2014 Area Executive Education & People Management XFZ8 Z8009 REFERENTE SCIENTIFICO Gabriele Gabrielli, Docente di Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane

Dettagli

Executive Master INNOVAZIONE E SVILUPPO DI PRODOTTI E SERVIZI

Executive Master INNOVAZIONE E SVILUPPO DI PRODOTTI E SERVIZI Executive Master INNOVAZIONE E SVILUPPO DI PRODOTTI E SERVIZI OBIETTIVI E evidente, soprattutto nei momenti di crisi, quanto importante sia lo sviluppo e la gestione della gamma prodotti per il successo

Dettagli

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079)

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) AUDIZIONE DELLA SVIMEZ c/o Camera dei Deputati Commissione VIª: Finanze INDICE DELL

Dettagli

Star Conference 2006. Presentazione del gruppo CAD IT. Marzo 2006

Star Conference 2006. Presentazione del gruppo CAD IT. Marzo 2006 Star Conference 2006 Presentazione del gruppo CAD IT Marzo 2006 Agenda Introduzione: chi è CAD IT Le attività del gruppo I dati economici Le strategie Allegati 2 Overview del gruppo CAD IT è fornitore

Dettagli

RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE)

RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE) RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE) Relazione sul punto 2 all ordine del giorno Politica in

Dettagli

Federmanager Confindustria Bilancio di Competenze gratuito riservato fase on line fase in presenza Ambire

Federmanager Confindustria Bilancio di Competenze gratuito riservato fase on line fase in presenza Ambire Il Bilancio delle Competenze: Essere artefici del proprio sviluppo professionale Il Bilancio di Competenze per i Dirigenti Industriali Il rinnovo del CCNL Dirigenti Industria, sottoscritto il 25/11/2009

Dettagli

Come redigere un bilancio integrato

Come redigere un bilancio integrato Come redigere un bilancio integrato Matteo Brusatori Partner EY DAL BILANCIO ALL INTEGRATED REPORTING UNA PROSPETTIVA POSSIBILE? Studio Mercanti Dorio e Associati - Verona, 26 marzo 2015 Come redigere

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

LE BEST PRACTICES SUL TERRITORIO: APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE. Laura Mengoni

LE BEST PRACTICES SUL TERRITORIO: APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE. Laura Mengoni LE BEST PRACTICES SUL TERRITORIO: APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE Laura Mengoni Roma, 17 Luglio 2012 LA TRANSIZIONE SCUOLA LAVORO Contratto di apprendistato (d.lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Nome vecchio

Dettagli

Dall agosto 2002 al luglio 2014 POSTE ITALIANE S.p.A.

Dall agosto 2002 al luglio 2014 POSTE ITALIANE S.p.A. C L A U D I O P I C U C C I DATI ANAGRAFICI Claudio Picucci nato a Roma il 10/7/54 INCARICO ATTUALE Da Aprile 2015 MILANO SERRAVALLE MILANO TANGENZIALI Assago (MI) Direttore Risorse Umane e Servizi L assetto

Dettagli

Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia

Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia Silvia Ghiselli - Responsabile Indagini e Ricerche Roma, 15 aprile 2015 Alcuni confronti internazionali Popolazione

Dettagli

@Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share. www.archittettidiapprendimento.it

@Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share. www.archittettidiapprendimento.it @Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share www.archittettidiapprendimento.it FINALITÀ DESTINATARI ORGANIZZAZIONE L Hdemia@ArchitettidiApprendimento si colloca fra le

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Prof. Carlo ODOARDI Firenze, 16 aprile 2010 VALUTARE PER VALORIZZARE GLI INDIVIDUI E PROMUOVERE

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Cinti Luciani Andrea. Esperienza professionale. Cognome Nome. a.cintiluciani@scsconsulting.

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Cinti Luciani Andrea. Esperienza professionale. Cognome Nome. a.cintiluciani@scsconsulting. Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome E-mail Cittadinanza a.cintiluciani@scsconsulting.it Italiana Data di nascita 30 gennaio 1975 Esperienza professionale Nome e indirizzo del datore di

Dettagli

La Gestione delle Risorse Critiche in Azienda: il quadro di riferimento europeo e intersettoriale

La Gestione delle Risorse Critiche in Azienda: il quadro di riferimento europeo e intersettoriale Roma, Palazzo Altieri 15 e 16 maggio 2006 La Gestione delle Risorse Critiche in Azienda: il quadro di riferimento europeo e intersettoriale Francesco Miggiani Amministratore Delegato, Hay Group 2 Il contesto

Dettagli

PERCORSO IN HUMAN RESOURCE MANAGEMENT

PERCORSO IN HUMAN RESOURCE MANAGEMENT PERCORSO IN HUMAN RESOURCE MANAGEMENT 2015 People Management & Organizational Development Z3141 24 MARZO 20 MAGGIO OBIETTIVI Condividere con un forte orientamento alla pratica visione, logiche di intervento,

Dettagli

FAMILY BUSINESS. L impresa familiare: il ruolo della Corporate Governance

FAMILY BUSINESS. L impresa familiare: il ruolo della Corporate Governance FAMILY BUSINESS L impresa familiare: il ruolo della Corporate Governance Roberto Schiesari Alcuni elementi di scenario La crisi ha messo in evidenza la debolezza e rischiosità di modelli d impresa basati

Dettagli

BANCA D ITALIA. Imprese femminili e credito. Donne, banche e sviluppo ABI, 25-26 settembre 2012

BANCA D ITALIA. Imprese femminili e credito. Donne, banche e sviluppo ABI, 25-26 settembre 2012 BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A Imprese femminili e credito Juri Marcucci Banca d Italia Donne, banche e sviluppo ABI, 25-26 settembre 2012 I lavori Che Genere di impresa? Differenziali di performance

Dettagli

Raffaele Jerusalmi Amministratore Delegato Borsa Italiana

Raffaele Jerusalmi Amministratore Delegato Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi Amministratore Delegato Borsa Italiana Introduzione Il sistema industriale italiano è perlopiù composto da piccole e medie imprese, nella maggior parte dei casi organizzate come società

Dettagli

Dipartimento di Economia e Management

Dipartimento di Economia e Management Dipartimento di Economia e Management Corsi di laurea magistrale 1) Consulenza aziendale e libera professione 2) Management in italiano (curriculum in Finanza; Marketing; Produzione e logistica) in inglese

Dettagli