3. Situazione patrimoniale ed economica riclassificata al 30 settembre Situazione finanziaria al 30 settembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3. Situazione patrimoniale ed economica riclassificata al 30 settembre 2003. 31. 4. Situazione finanziaria al 30 settembre 2003.."

Transcript

1 INDICE 1. Situazione patrimoniale ed economica al 30 settembre Note esplicative ed integrative alla Situazione patrimoniale....9 ed economica al 30 settembre Situazione patrimoniale ed economica riclassificata al 30 settembre Situazione finanziaria al 30 settembre Iniziative per il risanamento della gestione e per il mantenimento delle condizioni di continuità aziendale 6. Proposte del Consiglio di Amministrazione

2 Signori Azionisti, La presente Relazione, redatta ai sensi dell art del c.c., e nel rispetto di quanto previsto dall allegato 3/A, schema 5, al regolamento Consob n e successive modifiche, ha lo scopo di analizzare la situazione patrimoniale ed economica della Vostra società al 30 settembre 2003, da sottoporre all assemblea degli Azionisti convocata per il 31 ottobre, ed il 10 e 24 novembre 2003 rispettivamente in prima, seconda e terza convocazione. La Relazione, unitamente alle osservazioni del Collegio sindacale, sarà messa a disposizione del Pubblico, ai sensi dell art. 74 del Regolamento Consob, presso la sede sociale e Borsa Italiana S.p.A., a partire dal 23 ottobre 2003, e contestualmente trasmessa alla Consob. La presente Relazione risulta aggiornata, rispetto alla precedente già approvata dal Consiglio di Amministrazione, in data 21 ottobre u.s., per effetto della rideterminazione delle sanzioni tributarie relative alle imposte non versate, oggetto di verifica ispettiva da parte dell Amministrazione Finanziaria; in particolare, tali sanzioni erano state determinate, nella misura del 10%, sulla base del previsto pagamento dei debiti tributari entro il termine stabilito dall avviso bonario, scaduto lo scorso 3 novembre. A seguito del mancato adempimento di tale obbligazione tributaria, conseguente anche alla verificata impossibilità da parte della controllante Roma 2000 S.r.l., di rimborsare, come programmato, parte del proprio debito nei confronti dell A.S. Roma S.p.A., a titolo prudenziale le sanzioni tributarie sono state rideterminate applicando l aliquota nella misura massima prevista del 30%; tale maggiore onere ha prodotto un decremento complessivo del Patrimonio Netto al 30 settembre 2003 di 12,5 milioni di euro, passato da 44,7 milioni di euro a 32,2 milioni di euro; l effetto sulla perdita del primo Trimestre dell esercizio è stato di un incremento di 1,8 milioni di euro, mentre per l esercizio chiuso al 30 giugno 2003, il corrispondente incremento della perdita è risultato pari a 10,7 milioni di euro. Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto che dalla Situazione patrimoniale ed economica della A.S. Roma S.p.A. redatta per il primo Trimestre dell esercizio, chiuso al 30 settembre 2003, risulta una perdita di 26,9 milioni di euro, che sommata alla perdita dell esercizio chiuso al 30 giugno 2003, di 115,4 milioni di euro, determinano perdite complessive pari a 142,3 milioni di euro, a fronte di riserve patrimoniali per 122,4 milioni di euro, tenuto anche conto della prevista operazione di ricapitalizzazione, da effettuarsi nella forma di versamenti in conto futuro aumento del capitale sociale irreversibile, per 37,5 milioni di euro; il Patrimonio Netto risulta così ridotto a 32,2 milioni di euro. 2

3 1. Situazione Patrimoniale ed Economica al 30 settembre 2003 A.S. ROMA S.p.A. Via di Trigoria KM 3, ROMA C.F P.I Trib. Roma n. 862/67 - R.E.A ATTIVO A) CREDITI V/SOCI PER VERSAMENTI DOVUTI 1) versamento futuro aumento di capitale B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali 1) Costi d'impianto ed ampliamento ) Concessioni licenze marchi e diritti simili ) Capitalizzazione costi vivaio ) Dir. plurienn. prestazioni calciatori ) Oneri pluriennali ex art. 18 bis L. 91/ ) Altre immobilizzazioni Totale immobilizzazioni immateriali II - Immobilizzazioni materiali 1) Terreni e fabbricati ) Impianti e macchinari ) Altri beni Totale immobilizzazioni materiali III - Immobilizzazioni finanziarie 1) Partecipazioni in: a) società controllate b) società collegate c) altre società ) Crediti d) verso altri: - esigibili oltre l'esercizio successivo ) Altri titoli - Compartecipazioni ex art. 102 bis Noif Totale immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni (B) C) ATTIVO CIRCOLANTE I - Rimanenze II Crediti 1) Crediti verso clienti: - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Crediti verso controllate: - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 3) Crediti verso collegate: - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 3

4 4) Crediti verso controllanti: - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 5) Crediti verso altri: - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni IV - Disponibilità liquide 1) Depositi bancari e postali ) Denaro ed altri valori in cassa Totale disponibilità liquide Totale attivo circolante (C) D) RATEI E RISCONTI ATTIVI Risconti attivi Totale ratei e risconti (D) TOTALE ATTIVO

5 PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO I - Capitale sociale II - Riserva da sovrapprezzo azioni III - Riserve di rivalutazione IV - Riserva legale V - Riserva azioni proprie in portafoglio VI - Riserve statutarie VII - Altre riserve VIII - Utili (perdite) portati a nuovo ( ) ( IX - Utile (perdita) dell'esercizio ( ) ( ) ) Totale Patrimonio Netto (A) B) FONDI ONERI E RISCHI 2) Imposte ) Altri Totale fondi oneri e rischi (B) C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO D) DEBITI 3) Debiti verso banche - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso altri finanziatori - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso fornitori - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso imprese controllate - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso imprese collegate - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 10) Debiti verso controllanti - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti tributari - esigibili entro l'esercizio successivo ) Debiti verso istituti previdenziali - esigibili entro l'esercizio successivo ) Altri debiti - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo

6 Totale debiti (D) E) RATEI E RISCONTI PASSIVI - Ratei passivi Risconti passivi Totale ratei e risconti passivi (Sez. E) TOTALE PASSIVO E PATRIMONIO NETTO CONTI D'ORDINE Impegni per acquisti dir. Prestazioni pluriennali calciatori Impegni per cessioni dir. Prestazioni pluriennali calciatori Impegni per accolli di debiti da parte della controllante Impegni per effetti scontati Totale conti d'ordine

7 CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni a) Ricavi da gare b) Ricavi cessione temporanea giocatori 0 0 Totale ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Incrementi immobiliz. per capitalizzazione vivaio ) Altri ricavi e proventi b) Sponsorizzazioni c) Diritti televisivi e diritti d'immagine d) Proventi pubblicitari e) Altri proventi f) Contributi in c/esercizio Totale altri ricavi e proventi Totale valore della produzione (A) B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) - Acquisti materie di consumo ( ) ( ) ( ) 7) - Spese per servizi a) Spese per tesserati (70.401) ( ) ( ) b) Costi per attività sportiva ( ) ( ) ( ) c) Costi specifici tecnici ( ) ( ) ( ) d) Costi vitto, alloggio e locomozione ( ) ( ) ( ) e) Spese assicurative ( ) ( ) ( ) f) Spese amministrative e generali ( ) ( ) ( ) g) Spese pubblicità e promozione (75.766) ( ) ( ) Totale spese per servizi ( ) ( ) ( ) 8) Spese godimento beni di terzi ( ) (12.937) ( ) 9) Spese per il personale a) Salari e stipendi ( ) ( ) ( ) b) Oneri sociali ( ) ( ) ( ) c) Trattamento di fine rapporto (37.778) (38.122) ( ) d) Trattamento di quiescienza e simili (52.213) (56.099) ( ) Totale spese per il personale ( ) ( ) ( ) 10) - Ammortamenti e svalutazioni a) Amm.to immobilizzazioni immateriali ( ) ( ) ( ) b) Amm.to immobilizzazioni materiali ( ) ( ) ( ) c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni 0 ( ) Totale ammortamenti e svalutazioni ( ) ( ) ( ) 12) - Accantonamento per rischi 0 (36.243) ( ) 14) - Oneri diversi di gestione a) Oneri tributari indiretti dell'esercizio ( ) ( ) ( ) b) Sopravvenienze passive (6.740) (7.847) ( ) f) Altri oneri ( ) ( ) ( ) Totale oneri diversi di gestione ( ) ( ) ( ) 7

8 Totale costi della produzione (B) ( ) ( ) ( ) Differenza tra valore e costi della prod. (A-B) ( ) ( ) ( ) C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI 16) - Altri proventi finanziari d) Proventi diversi -da controllanti da collegate da terzi Totale altri proventi finanziari ) - Interessi ed altri oneri finanziari -da controllanti 0 (92.319) (93.065) - da terzi ( ) ( ) ( ) Totale interessi ed altri oneri finanziari ( ) ( ) ( ) Totale proventi ed oneri finanziari (C) ( ) ( ) ( ) D - RETTIFICHE VALORE ATTIVITA' FINANZIARIE 18) Rivalutazioni ) Svalutazioni a) di partecipazioni 0 0 ( ) Totale svalutazioni 0 0 ( ) Totale delle rettifiche (D) 0 0 ( ) E - PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI 20) - Proventi a) Plusvalenze da alienazioni b) Altri proventi straordinari Totale proventi straordinari ) - Oneri b) Minusvalenze relative ad alienazioni ( ) ( ) ( ) c) Imposte esercizi precedenti Totale oneri straordinari ( ) ( ) ( ) Totale proventi ed oneri straordinari (E) ( ) RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE ( ) ( ) ( ) 22 - Imposte sul reddito dell'esercizio a) Imposte correnti 0 0 ( ) b) Imposte differite 0 0 ( ) 0 0 ( ) 26 - UTILE (PERDITA) D'ESERCIZIO ( ) ( ) ( ) 8

9 2. Note esplicative ed integrative alla Situazione patrimoniale ed economica al 30 settembre 2003 A) CONTENUTO E FORMA DEL LA SITUAZIONE INFRANNUALE La Situazione patrimoniale ed economica al 30 settembre 2003 (qui di seguito brevemente anche la Situazione Infrannuale ), costituita da Stato Patrimoniale e Conto Economico, è stata redatta secondo le disposizioni previste dal codice civile, con l applicazione dei principi contabili generalmente accettati ed integrati, ove necessario, dai principi contabili internazionali (I.A.S.); in particolare, gli schemi di Stato Patrimoniale e di Conto Economico sono stati redatti in ottemperanza agli artt e 2425 c.c., tenuto anche conto delle disposizioni vigenti emanate dalla F.I.G.C., con particolare riferimento alla Raccomandazione Contabile in materia di svalutazione dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori. Nelle note esplicative alla Situazione patrimoniale ed economica al 30 settembre 2003, salvo quando diversamente riportato, i dati e le informazioni sono espresse in migliaia di euro; i prospetti sono comparati con i corrispondenti dati patrimoniali dell esercizio al 30 giugno 2003, ed economici dell esercizio al 30 giugno 2003, e del trimestre al 30 settembre B) CRITERI DI VALUTAZIONE, PRINCIPI CONTABILI E PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO La Situazione Infrannuale al 30 settembre 2003, è stata predisposta in base alla normativa vigente, applicando i medesimi criteri di valutazione e di redazione del Bilancio al 30 giugno Nella redazione della Situazione infrannuale è stato rispettato il principio, contenuto nel secondo comma dell art c.c., della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della Società e del risultato economico della frazione di esercizio. I criteri di valutazione applicati sono conformi alle disposizioni dell art c.c. e non si sono verificati nella frazione di esercizio casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe. Considerata la particolare attività svolta dalla Società, sono state rispettate, oltre alla normativa richiamata precedentemente, anche le regole e le indicazioni della Federazione Italiana Giuoco Calcio, che hanno permesso di interpretare, sotto l aspetto tecnico, le norme di legge che fissano i principi generali del bilancio. Nella redazione della Situazione Infrannuale sono stati osservati i seguenti principi: la valutazione delle voci è stata effettuata nel rispetto del principio della prudenza; sono stati indicati esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura del trimestre; si è tenuto conto dei proventi e degli oneri di competenza della frazione di esercizio, indipendentemente dalla data di incasso o di pagamento; si è tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza della frazione di esercizio, anche se conosciuti dopo la sua chiusura; gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente. La presente Situazione patrimoniale ed economica al 30 settembre 2003, è stata redatta in ipotesi di continuità aziendale, tenuto conto della: a) prospettata operazione di ricapitalizzazione, nella forma di versamenti in conto futuro aumento del capitale irreversibile, da effettuarsi entro la data del 31 dicembre 2003, da parte della Compagnia Italpetroli e della Villino Pacelli, per 37,5 milioni di euro, garantiti da apposite fideiussioni, in ottemperanza alla normativa federale vigente; b) implementazione di un Piano Industriale di ristrutturazione, in fase di studio, che preveda, tra l altro, un intervento strutturale sui costi operativi, il ritorno alla redditività delle operazioni di trading di calciatori, tenuto conto del mantenimento del livello tecnico della rosa, compatibile con gli obiettivi sportivi preposti, nonché la ristrutturazione della posizione finanziaria; azioni mirate al raggiungimento di un equilibrio economico e finanziario nel breve-medio periodo. 9

10 C) PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Costi di impianto e ampliamento Rappresentativi delle spese sostenute per l aumento di capitale sociale avvenuto a seguito del collocamento delle azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana S.p.A., sono iscritti con il consenso degli Organi di Controllo, ed ammortizzati in un periodo di cinque esercizi. Marchi Iscritti al costo di acquisto, si riferiscono alle spese sostenute per la creazione e la registrazione dei marchi sociali. Le quote di ammortamento sono calcolate in misura costante in un periodo di cinque esercizi. Diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori Sono iscritti al costo storico di acquisizione, comprensivo di eventuali oneri accessori di diretta imputazione specificatamente sostenuti, ovvero al valore di perizia ex art. 18-bis, Legge 91/1981, se inferiore; tali diritti sono ammortizzati sistematicamente, in ogni esercizio, in relazione alla residua durata dei contratti stipulati con i singoli calciatori professionisti. Il piano di ammortamento originario subisce un prolungamento in caso di rinnovo anticipato del contratto. Quando il diritto viene acquistato nel corso dell'esercizio l'ammortamento è imputato "pro rata temporis". Il momento d'iscrizione in bilancio dei diritti pluriennali per i trasferimenti nazionali, è quello della data di ottenimento del visto di esecutività, rilasciato dalla Lega Nazionale Professionisti, mentre per i trasferimenti internazionali, alla data di rilascio del transfert internazionale da parte della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Nell esercizio al 30 giugno 2003, la Società si è avvalsa della facoltà prevista dall art. 18-bis, Legge 91/1981, e, pertanto, è stata operata una svalutazione dei diritti alle prestazioni sportive sulla base di apposita perizia giurata, redatta dal Prof. Onesti. I debiti ed i crediti, derivanti dalle operazioni di compravendita dei diritti alle prestazioni dei calciatori, sono contabilizzati tra i debiti/crediti verso società calcistiche. Oneri pluriennali ex art. 18 bis Legge 91/1981 In tale voce è iscritta la svalutazione dei diritti alle prestazioni sportive dei calciatori, di cui all art. 18-bis, Legge 91/1981, determinata sulla base di perizia giurata rilasciata dal Prof. T. Onesti, con il consenso del Collegio Sindacale e tenuto anche conto della Raccomandazione Contabile in materia emanata dalla Lega Nazionale Professionisti. La svalutazione è stata operata, ove applicabile, con riferimento ai diritti alle prestazioni sportive in essere al 23 febbraio 2003, data di entrata in vigore della Legge n. 27/2003, confrontando il valore di perizia con il valore contabile netto del diritto alla data del 1 luglio Tali oneri vengono ammortizzati, in modo sistematico e costante, in un periodo di dieci esercizi, a partire da quello chiuso al 30 giugno Costi del vivaio I costi sostenuti specificamente per il settore giovanile, aventi utilità pluriennale, sono capitalizzati ed ammortizzati, previo consenso degli Organi di Controllo, in misura costante in cinque esercizi, a decorrere dall esercizio di sostenimento degli stessi, in ottemperanza alle Raccomandazioni Contabili emanate dalla F.I.G.C., unanimemente applicate dalle società di calcio professionistiche. I costi sostenuti per la promozione e l organizzazione dell attività sportiva del vivaio, volta alla formazione di giovani calciatori, sono assimilabili ai costi di ricerca e sviluppo sostenuti dalle imprese industriali; l A.S. Roma S.p.A. ha sempre posto particolare attenzione al proprio settore giovanile che, oltre ad aver ottenuto risultati sportivi di rilievo nelle relative competizioni, ha costantemente fornito calciatori professionisti a costi contenuti da inserire in prima squadra, o da trasferire ad altre società. 10

11 Immobilizzazioni materiali Sono iscritte al costo di acquisizione, comprensivo degli oneri accessori di diretta imputazione, aumentato delle rivalutazioni monetarie effettuate negli esercizi precedenti; il costo è rettificato dai rispettivi ammortamenti cumulati. Gli ammortamenti imputati a Conto Economico sono calcolati in modo sistematico e costante, ridotti al 50% per i beni acquisiti nell esercizio, sulla base delle seguenti aliquote, ritenute rappresentative della vita utile economico-tecnica stimata dei cespiti ed in relazione alla residua possibilità di utilizzo degli stessi: Cespite Aliquota Fabbricati e centro sportivo 3 % Impianti generici 10 % Attrezzature tecniche 15,5% Macchine elettroniche 20 % Mobili e macchine d ufficio 12 % Automezzi 20 % Autovetture 25 % Nel caso in cui il valore netto contabile subisca una perdita durevole di valore, l immobilizzazione viene corrispondentemente svalutata; qualora, in esercizi successivi, vengano meno i presupposti della operata svalutazione viene ripristinato il valore originario. I costi di manutenzione e riparazione sono imputati al Conto Economico nell esercizio in cui sono sostenuti, qualora di natura ordinaria, ovvero capitalizzati, se di natura incrementativa. I cespiti di importo unitario inferiore a 516 euro sono integralmente imputati al Conto Economico; non si rilevano effetti significativi sul patrimonio netto e sul risultato della frazione d esercizio, derivanti dall eventuale contabilizzazione di detti cespiti tra le immobilizzazioni materiali. Immobilizzazioni finanziarie Partecipazioni Le partecipazioni in imprese controllate, collegate ed in altre imprese sono valutate con il metodo del costo, sulla base del prezzo di acquisto o di sottoscrizione, rettificato nel caso in cui le partecipate abbiano sostenuto perdite durevoli e non sia prevedibile, nell immediato futuro, il conseguimento di utili in misura corrispondente alla diminuzione di valore. Il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F. Sono iscritte al costo sostenuto per l acquisto del diritto costituito dalla partecipazione, nella misura del 50%, agli effetti patrimoniali, al diritto alle prestazioni di calciatori nei confronti della Società titolare del diritto al tesseramento. Le compartecipazioni risultano, invece, esposte tra le passività nei debiti diversi, nel caso in cui i calciatori siano tesserati presso l A.S. Roma; conseguentemente, il debito di compartecipazione è rappresentativo del diritto vantato dalle società compartecipanti. Tali attività e passività finanziarie, iscritte al valore nominale, salvo un eventuale rinnovo o risoluzione anticipata, si definiscono alla fine dell esercizio di acquisizione, e possono determinare il realizzo di proventi ed oneri finanziari, che vengono contabilizzati in base alla data del contratto. Crediti e debiti I crediti a breve termine sono iscritti al presumibile valore di realizzo, determinato quale differenza tra il valore nominale ed il fondo svalutazione crediti; i debiti sono esposti al loro valore nominale. I crediti e i debiti in valuta estera, in essere alla data di chiusura del trimestre, sono allineati sulla base dei cambi di fine periodo; gli utili o le perdite, derivanti dalla valutazione delle poste correnti, sono imputati al Conto Economico tra i componenti di reddito di natura finanziaria. 11

12 Nella valutazione dei crediti e debiti a medio-lungo termine, le perdite nette sono imputate a Conto Economico, mentre gli utili netti sono differiti mediante iscrizione alla voce del passivo Fondo utili differiti su cambi. Disponibilità liquide Le disponibilità liquide sono iscritte al valore nominale. Ratei e risconti Sono calcolati secondo il principio della competenza economica e temporale, in applicazione del principio di correlazione dei costi e dei ricavi in ragione d esercizio. Non sussistono ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. Fondi per oneri e rischi Sono stanziati in base alla stima prudenziale dei rispettivi rischi ed oneri a cui si riferiscono per coprire perdite o passività di esistenza certa, o probabile, dei quali, tuttavia, alla chiusura della frazione dell esercizio non sono determinabili l ammontare, o la data di sopravvenienza. Gli stanziamenti riflettono la migliore stima possibile sulla base degli elementi a disposizione. I rischi, per i quali il manifestarsi di una passività è soltanto possibile, sono indicati nella nota di commento dei fondi, senza procedere allo stanziamento di uno specifico fondo rischi, secondo i principi contabili di riferimento. Fondo trattamento di fine rapporto lavoro subordinato E accantonato in base all anzianità maturata dai singoli dipendenti alla data di chiusura della frazione dell esercizio, in conformità alle leggi ed ai contratti di lavoro vigenti. Tale passività è soggetta a rivalutazione a mezzo di indici. Conti d ordine Iscritti al valore nominale, evidenziano, in calce allo Stato Patrimoniale, gli impegni assunti e le garanzie prestate in essere alla fine della frazione dell esercizio. Ricavi e costi Sono esposti secondo i principi della prudenza e della competenza e con rilevazione dei relativi ratei e risconti. I ricavi da gare e da licenza dei relativi diritti televisivi sono iscritti con riferimento all effettivo momento di svolgimento della gara. I costi relativi ai premi collettivi, spettanti ai calciatori per il raggiungimento di risultati sportivi prestabiliti, sono imputati al Conto Economico nell esercizio di competenza. I proventi e gli oneri finanziari sono imputati al Conto Economico per competenza. Tra di essi sono contabilizzati i proventi e/o gli oneri derivanti dalla risoluzione delle compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F. Le plusvalenze e minusvalenze derivanti dalla cessione dei diritti alle prestazioni sportive dei calciatori sono iscritti, sulla base dei relativi accordi contrattuali, nei proventi e oneri straordinari, secondo le raccomandazioni contabili della F.I.G.C.; tali plusvalenze e minusvalenze vengono calcolate quale differenza tra il prezzo di cessione ed il valore contabile netto alla data di cessione. Imposte sul reddito La Situazione infrannuale è stata redatta al lordo delle imposte. 12

13 Rapporti con entità correlate Nel corso della normale attività gestionale durante la frazione dell esercizio sono state effettuate operazioni con la controllante, con imprese controllate, collegate e con altre imprese facenti capo all Azionista di riferimento, regolate a normali condizioni di mercato. 13

14 D) INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI DOVUTI 1. Crediti v/soci in conto futuro aumento del capitale sociale Pari a migliaia di euro, al 30 settembre 2003, sono rappresentativi dell impegno assunto in sede di iscrizione al Campionato dalla controllante, direttamente e per il tramite di altre società appartenenti al medesimo gruppo, nell ambito dell operazione di ricapitalizzazione della società, nella forma di versamenti in conto futuro aumento del capitale irreversibile, da effettuarsi entro la data del 31 dicembre 2003, garantiti da apposite fideiussioni. Il credito di 502 migliaia di euro, in essere alla fine dell esercizio precedente, è stato versato dall azionista di controllo, Roma 2000 Srl, nel corso del corrente esercizio. B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali Ammontano al 30 settembre 2003 ed al 30 giugno 2003, rispettivamente, a e migliaia di euro, con un incremento netto di migliaia di euro, tenuto conto di ammortamenti contabilizzati nella frazione d esercizio per complessivi migliaia di euro, ( migliaia di euro al 30 giugno 2003); la movimentazione delle immobilizzazioni immateriali intervenuta nel trimestre viene di seguito riepilogata: (Dati in migliaia di Euro) Incrementi Decrementi Ammortamenti Costi di impianto e ampliamento (65) 206 Concessioni, licenze, marchi e simili (7) 66 Costi del Vivaio (433) Diritti pluriennali prestazioni calciatori (881) (9.310) Oneri pluriennali ex art. 18 bis L.81/ (3.341) Altre immobilizzazioni (4) 23 Totali (881) (13.160) Costi di impianto ed ampliamento Pari a 206 migliaia di euro, al netto dei relativi ammortamenti, sono rappresentativi delle spese sostenute per il collocamento delle azioni sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana S.p.A. 4. Concessioni, licenze, marchi e diritti simili Pari a 66 migliaia di euro, al netto dei relativi ammortamenti, si riferiscono alle spese sostenute per le registrazioni dei marchi sociali Testa di lupetto e A.S.R., a seguito della estensione merceologica o geografica. 7. Capitalizzazione costi del vivaio Pari a migliaia di euro, al netto dei relativi ammortamenti, si compone dei costi sostenuti per la gestione del vivaio, capitalizzati in base alle Raccomandazioni Contabili della F.I.G.C; tali costi si compongono principalmente da emolumenti corrisposti ad allenatori, istruttori e tecnici dedicati esclusivamente al settore giovanile, da spese di vitto, alloggio e trasporto, spese del pensionato del centro sportivo di Trigoria, nonché dal costo del materiale tecnico e sportivo. 8. Diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori Pari al 30 settembre 2003, a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), è riferibile per migliaia di euro, a calciatori professionisti, e per 239 migliaia di euro, al settore giovanile. Nel corso della frazione d esercizio sono stati effettuati investimenti in diritti per migliaia di euro ( migliaia di euro nell esercizio precedente), principalmente riferiti al calciatore Cristian Chivu, mentre i decrementi, pari complessivamente a migliaia di euro, si compongono di: ammortamenti, per migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003); 14

15 cessioni di diritti, per un valore netto contabile di 881 migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003); La voce in esame non include i valori dei diritti alle prestazioni dei calciatori acquisiti in regime di svincolo, o provenienti dal settore giovanile. Tali valori inespressi determinano, di fatto, una sottostima del patrimonio netto riportato nel bilancio. 9. Oneri pluriennali ex art. 18-bis Legge 91/1981 Pari a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), al netto della quota di ammortamento del periodo di migliaia di euro, sono relativi alle svalutazioni operate dei diritti alle prestazioni sportive, determinate nell esercizio precedente sulla base di perizia giurata rilasciata dal Prof. Onesti, con il consenso del Collegio Sindacale. 10. Altre immobilizzazioni Pari a 23 migliaia di euro (27 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), al netto dei relativi ammortamenti, si riferiscono alle spese sostenute nell esercizio precedente, pari a 40 migliaia di euro, per la realizzazione del nuovo sito internet dell A.S. Roma. II - Immobilizzazioni materiali Pari al 30 settembre 2003, a migliaia di euro (8.614 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), subiscono un decremento netto di 116 migliaia di euro nel periodo, per effetto di ammortamenti, per 136 migliaia di euro (543 migliaia di euro, al 30 giugno 2003 e 137 migliaia di euro, al 30 settembre 2002), e di investimenti, per 19 migliaia di euro, sostanzialmente relativi a migliorie apportate alla sede di Trigoria. La movimentazione delle immobilizzazioni materiali è riportata nel seguente prospetto: Valori al Costo storico Fondi ammortam.ti Valori al Dati in migliaia Costo Fondi Valore Incre- Decrementmentmenti Incre- Decre- Costo Fondi Valore di Euro storico amm.to bilancio menti storico amm.to bilancio Terreni e fabbricati (4.349) (93) (4.442) Impianti e macchinario (829) (17) (846) 231 Altri beni 923 (705) (26) (731) 196 Totali (5.883) (136) (6.019) Sui cespiti iscritti al 30 settembre 2003 sono state effettuate negli esercizi precedenti rivalutazioni volontarie, ex art.2425 c.c., che hanno riguardato la voce Terreni e fabbricati, per un importo complessivo di migliaia di euro, di cui migliaia di euro, nell esercizio e 770 migliaia di euro, nell esercizio ; nonostante tali rivalutazioni, il valore corrente di mercato del Centro Sportivo di Trigoria è, comunque, superiore al relativo valore netto contabile. Al 30 settembre 2003, le immobilizzazioni materiali non risultano gravate da vincoli di ipoteca, o da privilegi. III - Immobilizzazioni finanziarie Pari complessivamente a migliaia di euro, registrano un incremento netto di 352 migliaia di euro, rispetto all esercizio precedente; tali immobilizzazioni si compongono di: (Dati in migliaia di Euro) Valori al Incrementi Decrementi Valori al Partecipazioni in imprese controllate Partecipazioni in imprese collegate Partecipazioni in altre imprese Crediti verso altri Altri titoli Totale

16 1.a Partecipazioni in imprese controllate Pari a 445 migliaia di euro, invariate rispetto all esercizio precedente, sono riferite a: Roma International Football Service, società dedicata alle attività di merchandising ed editoriale; Roma Enterprises Limited, società in liquidazione per effetto delle deliberazioni dell Assemblea straordinaria del 18 maggio 2001; dalla procedura di liquidazione, che dovrebbe concludersi nel corrente esercizio, non sono attesi oneri significavi a carico della Società. S.S. Torrevecchia, attualmente non operativa. Il valore della partecipazione in Roma International Football Service tiene conto dell avviamento (goodwill) riconosciuto ai venditori, pari a 275 migliaia di euro, sulla base del valore commerciale dei punti vendita A.S. Roma Store e delle attività di sviluppo poste in essere dalla precedente gestione. 1.b Partecipazione in imprese collegate Pari a 156 migliaia di euro, invariate rispetto all esercizio precedente, si compongono delle seguenti partecipazioni: Stadio Olimpico S.p.A., per 130 migliaia di euro, relativa alla quota di capitale sottoscritto in sede di costituzione; l ultimo bilancio approvato, chiuso al , evidenzia un capitale sociale di 500 migliaia di euro; un patrimonio netto di 464 migliaia di euro, ed una perdita d esercizio di 33 migliaia di euro. S.D.S. Società Diritti Sportivi, per 26 migliaia di euro; sulla base dei dati contabili, desunti dal bilancio al , si rileva un capitale sociale di 104 migliaia di euro, un patrimonio netto di 291 migliaia di euro, ed una perdita d esercizio di 253 migliaia di euro. 1.d Partecipazioni in altre imprese Pari a 10 migliaia di euro, invariate rispetto precedente all esercizio, è rappresentativa della quota di minoranza nella Cooperativa Fidi Calcio S.r.l., società che ha il compito statutario di rilasciare fideiussioni a favore del CONI e della FIGC, a fronte di garanzie che tali soggetti rilasciano alle società affiliate alla FIGC. 2.d Crediti verso altri Pari a 192 migliaia di euro, con esigibilità prevista oltre 12 mesi, si compongono di: Crediti vs erario per anticipo IRPEF su TFR, per 41 migliaia di euro; Crediti vs INA per polizze di TFR, per 150 migliaia di euro; l incremento del credito verso l INA è conseguente alla rivalutazione monetaria registrata nel periodo. 3. Altri titoli Sono riferiti alle compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F., la cui movimentazione nella frazione dell esercizio è riferibile ai seguenti calciatori: (Dati in migliaia di Euro) Squadra compartecipata Valori al Compartecipazioni aperte nel periodo Compartecipazioni chiuse nel periodo Valori al Bovo Lecce Casavola Salernitana De Vezze Fiorentina Farina Cittadella Frezza Torino Fontana Torino Guastella Messina Martinetti Torino Meloni Cesena Musacco Grosseto Napoli Salernitana Pepe Palermo Ranalli Reggiana Rizzo Florentia Tinazzi Reggiana Totali

17 C) ATTIVO CIRCOLANTE Prima di procedere all analisi delle singole voci si espone nel seguito la composizione del capitale circolante netto al 30 settembre 2003, opportunamente raffrontato con i corrispondenti valori al 30 giugno 2003: (Dati in migliaia di Euro) Valori al Valori al Variazione Attivo circolante Ratei e risconti attivi Crediti, ratei e risconti esigibili oltre l esercizio successivo (1.198) (7.698) Attività correnti (48.546) Debiti ( ) ( ) Ratei e risconti passivi (23.469) (3.775) Debiti, ratei e risconti esigibili oltre l esercizio successivo Passività correnti ( ) ( ) Capitale circolante netto ( ) ( ) (23.190) II - Crediti Pari complessivamente a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), subiscono un decremento di migliaia di euro, rispetto al corrispondente valore dell esercizio precedente, principalmente dovuto alla variazione dei crediti verso le società di calcio e verso la controllante Roma 2000; in particolare, nei due esercizi, posti a confronto si compongono di: (Dati in migliaia di Euro) Valori al Valori al Variazione Crediti verso clienti (71.175) Crediti verso imprese controllate Crediti verso imprese collegate Crediti verso imprese controllanti Crediti verso altri (72) Totale crediti (56.527) 1. Crediti verso clienti Pari a migliaia di euro, si compongono principalmente dei crediti verso squadre di calcio relativi alla cessione dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori; nel corso della frazione dell esercizio, tali crediti si riducono di migliaia di euro, principalmente per effetto della confluenza dei crediti con scadenza entro l esercizio nel conto Lega c/trasferimenti, il cui saldo netto risulta pertanto attivo, per migliaia di euro. (Dati in migliaia di Euro) Valori al Valori al Entro 12 Oltre 12 Totale Entro 12 mesi Oltre 12 Totale mesi mesi mesi Società di calcio Lega c/trasferimenti Sponsor ufficiali Altri crediti commerciali Totali I Crediti verso le Società di calcio al 30 settembre 2003, pari a migliaia di euro, di cui 238 migliaia di euro esigibili oltre 12 mesi, sono riferiti a crediti derivanti dalla vendita di un calciatore ad una società spagnola. Il Credito verso Sponsor Ufficiali, pari a migliaia di euro (2.975 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), è nei confronti di Mazda Motor Italia S.p.a., main sponsor delle squadre dell A.S.Roma, per migliaia di euro (2.975 migliaia di euro, al 30 giugno 2003) e di Diadora- Invicta, sponsor tecnico dalla corrente stagione, per 250 migliaia di euro. 17

18 Gli Altri crediti commerciali, pari a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), tutti con esigibilità prevista entro dodici mesi, registrano un decremento netto di migliaia di euro; in particolare, si compongono di: credito verso Havas Sport France di (6.773 al 30 giugno 2003) migliaia di euro, relativo a proventi minimi garantiti derivanti dalla valorizzazione dei diritti di marketing maturati nell esercizio precedente. Nel corso del mese di luglio è stata incassata la rata scaduta il 10 gennaio 2003, mentre la società ha provveduto ad escutere presso BNP Paribas la fideiussione a prima richiesta rilasciata in sede di sottoscrizione del contratto, a garanzia delle obbligazioni assunte da Havas Sport France; attualmente la Società sta valutando le azioni legali da intraprendere nei confronti di Havas e BNP Paribas, a tutela del proprio credito; credito nei confronti dell UEFA, pari a 239 migliaia di euro (2.212 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), relativo a ricavi da gare e proventi commerciali derivanti dalla partecipazione alla Champions League nella stagione ; il decremento di migliaia di euro, è dovuto ad incassi avvenuti nel corrente esercizio; credito verso DLS Media Group, pari a 900 migliaia di euro, relativo a proventi da Minimo garantito derivanti dalla valorizzazione dei diritti di marketing, maturati nella frazione dell esercizio, con il nuovo partner che ha avvicendato Havas Sport France nel triennio Nel periodo è stato incassato il credito nei confronti di H3G, pari a migliaia di euro al 30 giugno 2003, relativo alla prima rata dei proventi da licenza dei diritti UMTS per la stagione Crediti verso imprese controllate Pari a migliaia di euro (2.386 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), con esigibilità prevista entro dodici mesi, sono così composti: Roma International Football Service, pari a migliaia di euro (2.107 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), è costituito per 629 migliaia di euro, da royalties maturate sul fatturato della controllata, per 313 migliaia di euro, da proventi per attività pubblicitaria, per 211 migliaia di euro, da finanziamenti infruttiferi erogati alla controllata, per esigenze temporanee di liquidità connesse all attività di merchandising, e per 955 migliaia di euro, da altri crediti commerciali e diversi; S.S. Torrevecchia, pari a 279 migliaia di euro e invariato rispetto all esercizio precedente, è rappresentativo del residuo importo di un finanziamento infruttifero, erogato per l acquisizione di un impianto sportivo. 3. Crediti verso imprese collegate Pari a migliaia di euro (1.325 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), nei confronti di S.D.S. - Società Diritti Sportivi, S.r.l., si compone per 266 migliaia di euro, da interessi di mora per ritardati pagamenti, e per migliaia di euro, da crediti derivanti dalla licenza di diritti televisivi. 4. Crediti verso imprese controllanti Pari a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), sono rappresentativi della posizione finanziaria netta a credito relativa al rapporto di c/c intrattenuto con Roma 2000 S.r.l., regolato a tassi correnti di mercato. La variazione, di migliaia di euro, registrata nel corso della frazione dell esercizio, è dovuta per migliaia di euro, ad anticipazioni finanziarie nette effettuate a favore della controllante, per migliaia di euro, ad addebiti a Roma 2000 S.r.l. per pagamenti di posizioni debitorie effettuati dall A.S. Roma, di passività precedentemente accollate dalla stessa controllante, per migliaia di euro, ad altri oneri addebitati alla controllante, e per 679 migliaia di euro, ad interessi attivi, maturati nel periodo. 5. Crediti verso altri Pari a migliaia di euro (2.235 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), si compongono, tra l altro, dei seguenti crediti nei confronti di: L.N.P., per 600 migliaia di euro, relativo al saldo netto residuo della gestione del conto campionato per la stagione ; 18

19 Anticipazioni a fornitori e terzi, per 440 migliaia di euro, di cui 124 migliaia di euro, nei confronti del CONI per l affitto dello Stadio Olimpico; Squadre di calcio, per 32 migliaia di euro, rappresentativi della posizione netta nei confronti delle squadre ospiti nel campionato di serie A, per la quota di mutualità degli incassi da gare e dei relativi proventi da licenza diritti televisivi. I crediti diversi con scadenza oltre 12 mesi, invariati nel periodo, includono principalmente: I crediti IVA, pari a 826 migliaia di euro, relativi a crediti di esercizi precedenti chiesti a rimborso, comprensivi dei relativi interessi maturati, I crediti verso l Erario per imposte dirette, pari a 102 migliaia di euro, relativi a Irpeg e Ilor di esercizi precedenti chiesti a rimborso, comprensivi dei relativi interessi maturati; IV - Disponibilità liquide Pari al 30 settembre 2003 ed al 30 giugno 2003, rispettivamente, a e migliaia di euro, registrano nel periodo un decremento netto di 568 migliaia di euro. D) RATEI E RISCONTI ATTIVI I risconti attivi, pari a migliaia di euro (508 migliaia di euro, al 30 giugno 2003), sono relativi a prestazioni contrattuali e consulenze professionali fatturate anticipatamente, per migliaia di euro, a commissioni finanziarie, per 253 migliaia di euro, all onere per il trasferimento temporaneo del calciatore John Alieu Carew dal Valencia, per 750 migliaia di euro, a costi per l acquisto della rivista ufficiale La Roma, destinata agli abbonati dell A.S. Roma allo stadio, per 150 migliaia di euro, e ad altri risconti, per 15 migliaia di euro. 19

20 A) PATRIMONIO NETTO Il patrimonio netto pari a migliaia di euro ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), tenuto conto del risultato del periodo, negativo per migliaia di euro, ha registrato nel periodale seguenti variazioni: (Dati in migliaia di Euro) Capitale sociale Riserv a legale Riserva sovrapprez -zo azioni Riserva Scuole Giovanili Altre Riserve Utili (perdite) a nuovo Utile (perdita) di periodo Patriomonio netto Saldi al ( ) c/futuro aumento del capitale sociale irreversibile Perdita infrannuale al 30 settembre (26.860) (26.860) Saldi al ( ) Il capitale sociale, interamente sottoscritto e versato, ammonta a Euro, suddiviso in n azioni dal valore nominale di un Euro. La perdita dell esercizio chiuso al 30 giugno 2003, pari a migliaia di euro, troverà copertura nelle riserve di patrimonio netto, sulla base delle deliberazioni che verranno assunte dalla convocanda Assemblea degli azionisti, tenuta ad approvare il bilancio di esercizio. Nel primo trimestre dell esercizio, in sede di iscrizione al Campionato , è stata definita un operazione di ricapitalizzazione della società, nella forma di versamento in conto futuro aumento di capitale irreversibile, da effettuarsi entro la data del 31 dicembre 2003, di cui 30,0 milioni di euro, da parte di Compagnia Italpetroli S.p.A., garantito da apposita fideiussione bancaria, rilasciata da Banca di Roma, e 7,5 milioni di euro, da parte della Villino Pacelli S.r.l., garantito da fideiussione bancaria, rilasciata da Meliorfactor S.p.A. B) FONDI PER RISCHI ED ONERI Pari a migliaia di euro, invariati rispetto al 30 giugno 2003, sono composti dalle seguenti voci: Fondo rischi per imposte: pari migliaia di euro, sono relativi ad accantonamenti effettuati in esercizi precedenti per fronteggiare eventuali rischi conseguenti a verifiche fiscali dell amministrazione finanziaria e non coperti dal condono fiscale effettuato nell esercizio precedente; Fondo per altri rischi: pari a migliaia di euro, è destinato per 408 migliaia di euro, alla copertura di eventuali passività di natura previdenziale (Inps-Enpals), e per migliaia di euro, alla copertura di eventuali rischi per cause legali in corso. C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO Pari a 892 migliaia di euro, ha subito la seguente movimentazione nel periodo: (Dati in migliaia di Euro) Valori al Valori al Valori ad inizio esercizio Utilizzo per risoluzione rapporti (48) (86) Altri utilizzi (4) (14) Accantonamento dell esercizio Valori a fine esercizio Il fondo è adeguato a coprire quanto dovuto dalla Società sulla base della normativa vigente e dei C.C.N.L. di riferimento. D) DEBITI Pari a complessivi migliaia di euro, al 30 settembre 2003 ( migliaia di euro, al 30 giugno 2003), si compongono dei seguenti debiti, la cui esigibilità è prevista entro cinque esercizi: 20

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

LA GESTIONE DELLE DETERMINANTI DEI COSTI DI UNA SOCIETA DI CALCIO: LA VALUTAZIONE DEL PARCO GIOCATORI

LA GESTIONE DELLE DETERMINANTI DEI COSTI DI UNA SOCIETA DI CALCIO: LA VALUTAZIONE DEL PARCO GIOCATORI Università Commerciale Luigi Bocconi Facoltà di Economia Corso di Laurea in Amministrazione, Finanza e Controllo LA GESTIONE DELLE DETERMINANTI DEI COSTI DI UNA SOCIETA DI CALCIO: LA VALUTAZIONE DEL PARCO

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO CHIUSO AL 30 GIUGNO 2014

APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO CHIUSO AL 30 GIUGNO 2014 Deliberazioni del Consiglio di Amministrazione di A.S. Roma S.p.A. APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO CHIUSO AL 30 GIUGNO 2014 Roma, 3 ottobre 2014 Il Consiglio di Amministrazione di

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: RIMINI RN VIA DARIO CAMPANA 63 Numero REA: RN - 259282 Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE)

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE) RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. III, Fasc. 1, 2007 IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli