Il gruppo di lavoro Centro Studi Unioncamere - Gruppo CLAS che ha curato il presente volume è composto da: Claudio Gagliardi (coordinatore per

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il gruppo di lavoro Centro Studi Unioncamere - Gruppo CLAS che ha curato il presente volume è composto da: Claudio Gagliardi (coordinatore per"

Transcript

1

2

3 Il gruppo di lavoro Centro Studi Unioncamere - Gruppo CLAS che ha curato il presente volume è composto da: Claudio Gagliardi (coordinatore per Unioncamere e Direttore del Progetto Excelsior), Francesco Vernaci, Domenico Mauriello e Pietro Aimetti (coordinatore per Gruppo CLAS), Marco Bertoletti, Alessandro Giordani, Enrico Quaini, Silvia Scaramellini e Paola Zito. Le elaborazioni informatiche sono a cura di Luigi Benigni e Davide Biffi. V

4

5 Introduzione Da diversi anni il sistema informativo Excelsior rileva i fabbisogni professionali previsti dalle imprese. Nel corso delle varie edizioni dell indagine si è acquisito un rilevante patrimonio di informazioni che consente, tra i molteplici possibili utilizzi, di dar vita ad un inedito repertorio delle figure professionali. Questo tema rappresenta da anni nel nostro paese una esigenza sempre più avvertita e su questo terreno si muove più di una iniziativa sia sul piano nazionale che a livello locale e settoriale. Unioncamere vuole offrire un contributo originale in questa direzione, partendo dalle segnalazioni fornite da oltre centomila imprese di ogni dimensione e settore economico, distribuite su tutto il territorio nazionale. Questa grande mole di dati ha consentito la realizzazione di un dizionario delle professioni, che può costituire un valido punto di partenza per gli operatori e per quanti si occupano di analisi dei fabbisogni formativi e di orientamento al lavoro. L'indagine Excelsior utilizza tecniche di rilevazione e codifica delle figure professionali che si basano su una apposita metodologia in grado di semplificare la rilevazione, solitamente complessa nel caso di dati di questa natura. Nell ambito del progetto è stata, infatti, messa a punto una nomenclatura dinamica, utilizzabile già in sede di intervista telefonica, annualmente aggiornata sulla base delle segnalazioni di figure emergenti fornite direttamente dalle imprese e integrate sulla base di specifici repertori di settore. In altre parole, funzionalmente agli scopi dell indagine, è stata costruita negli anni una nomenclatura delle figure professionali - inquadrata nella struttura della classificazione internazionale delle professioni ISCO-88 - con la specifica caratteristica di essere utilizzabile e comprensibile dagli imprenditori e dalle aziende intervistate, in quanto basata sul linguaggio e sulle terminologie da questi stessi utilizzati. Tale nomenclatura è inoltre facilmente aggiornabile, in modo da poter recepire costantemente le naturali evoluzioni del mondo del lavoro ed è immediatamente raccordabile con altre fonti o classificazioni ufficiali. La nomenclatura delle figure elementari Excelsior conta circa voci di cui, nel corso delle 5 indagini svolte tra il 01 e il 05, sono state effettivamente citate dalle imprese e, tra queste, solo 1.0 circa risultano attualmente essere effettivamente distinguibili e quindi da non considerare alla stregua di sinonimi. Il Dizionario delle professioni intende presentare le figure professionali considerate stabili, cioè citate dalle imprese almeno cinque volte nel corso delle edizioni 04 e 05 dell indagine Excelsior, le due più recenti e consolidate che hanno costituito la nomenclatura di riferimento per la rilevazione dell edizione 06. Per le figure professionali più citate dalle imprese o più significative, si presenta, oltre all indicazione del nome della figura, anche una apposita scheda, che descrive la figura basandosi sulle caratteristiche più rilevanti segnalate in sede di intervista. Una parte delle schede riporta, inoltre, una selezione di alcune citazioni fornite dalle imprese con riferimento ai compiti che la figura sarà chiamata a svolgere in azienda. Le figure professionali sono state selezionate seguendo un duplice criterio: innanzitutto, sono state prese in considerazione le sole figure per le quali è disponibile un numero congruo di interviste, in modo tale da avere informazioni sufficientemente ampie da consentire la compilazione di una descrizione; secondariamente, sono state privilegiate le figure più significative in ciascuno dei microgruppi della classificazione di riferimento. La presentazione delle figure è basata sulla classificazione ISCO-88. Le denominazioni dei quattro livelli presenti in ISCO-88 sono state tradotte nel seguente modo: Major Group => Grande Gruppo Sub-Major Group => Classe Minor Group => Gruppo Unit Group => Microgruppo VII

6 Tabella riepilogativa dei microgruppi ISCO e delle figure citate nel dizionario Grande gruppo professionale Numero microgruppi ISCO-88 Numero microgruppi con figure citate Totale (n.) Figure citate Di cui con citazione dei compiti TOTALE Presentazione delle figure Per la presentazione delle figure si è seguito l ordinamento stabilito dai codici dei microgruppi della classificazione ISCO e, all interno di ognuno dei microgruppi, sono state proposte, in ordine alfabetico, le figure professionali stabilmente citate, per alcune delle quali è disponibile una scheda descrittiva. Nel dizionario vengono esposti esclusivamente i microgruppi in cui sono presenti figure stabilmente citate. In relazione a ogni microgruppo presentato, è stato riportato: 1) codice e denominazione 1 ; 2) la traduzione del testo inglese che ne costituisce la descrizione; 3) ove significative, la dimensione e il macrosettore economico propri delle imprese che con maggiore frequenza hanno citato figure in quel gruppo 2. Inoltre, per ciascuna delle figure elencate, in Appendice 1 è riportato il numero medio di assunzioni previste, calcolato sulla base dei risultati delle ultime due indagini Excelsior relative alle edizioni 04 e 05, arrotondato alla decina. Nei casi in cui il numero medio di assunzioni è risultato inferiore a 5 viene esposto il simbolo "- -", in quanto tale dato è poco significativo dal punto di vista statistico. In Appendice 2 si riporta, infine, l elenco, in ordine alfabetico, di tutte le figure contenute all interno del dizionario (inclusi eventuali sinonimi) e il rinvio alla pagina in cui sono citate. VIII 1 In massima parte, la denominazione e la descrizione dei microgruppi sono traduzioni precise del testo del volume in cui si espone la classificazione ISCO-88 (International Labour Office, ISCO-88 - International Standard Classification of Occupations, Ginevra 1990). In taluni casi, la denominazione può differire dal testo inglese per agevolare la comprensione dell insieme delle figure ivi incluse. Inoltre, in riferimento ad alcuni microgruppi relativi a classi residuali, seguendo la prassi consolidata nelle indagini Excelsior, sono state operate ulteriori suddivisioni per consentire una migliore presentazione delle figure. Infine, la notazione (NAC), presente nella denominazione di alcuni microgruppi residuali, significa Non Altrove Classificati. 2 L indicazione della dimensione e del macrosettore delle imprese non è quindi parte della classificazione ISCO-88, ma costituisce un integrazione basata sui dati delle ultime tre annualità dell indagine Excelsior.

7 2. Schede di descrizione delle figure Le schede descrittive si riferiscono, come si è detto, alle figure professionali più citate dalle imprese o più significative all interno del gruppo in cui sono incluse 3. La scheda relativa a una figura include le seguenti informazioni (o una parte di esse): - denominazione principale della figura; - eventuali altre denominazioni considerate sinonimi della principale; - eventuale presentazione esemplificativa di alcuni dei compiti che la figura sarà chiamata a svolgere, indicati dalle imprese al momento dell'intervista; quelle presentate sono le citazioni ritenute più interessanti e meno "prevedibili", non necessariamente le più frequenti. - livello di formazione e di esperienza richiesti, eventualmente dettagliato a seconda della tipologia di impresa; - competenza informatica, come programmatore o come utilizzatore di applicazioni, se richiesta; - competenza linguistica, se richiesta; - eventuali figure simili, per compiti e caratteristiche, alla figura presentata; Il livello di formazione, inoltre, propone elementi informativi sul livello di istruzione di ingresso e l ambito disciplinare di studio richiesto. La struttura standard della scheda è quindi la seguente: DENOMINAZIONE DELLA FIGURA (sin. : [EVENTUALI] SINONIMI) Presentazione delle citazioni ritenute più interessanti relative ai compiti della figura : Descrizione del livello di formazione e di esperienza richiesti : Descrizione [eventuale] della richiesta di competenza informatica : Descrizione [eventuale] della richiesta di competenza linguistica : Indicazione [eventuale] delle figure simili a quella descritta I campi indicati come [eventuali] non sono presentati in caso di assenza di informazioni o di informazioni poco significative. 3. Espressioni utilizzate come sintesi di dati quantitativi o qualitativi All interno delle descrizioni delle schede sono state usate alcune espressioni per sintetizzare dati quantitativi relativi al numero di citazioni delle imprese in cui emergeva una certa caratteristica. In particolare: tipicamente: il numero delle citazioni è superiore al 90% del totale in prevalenza: il numero delle citazioni supera il 70% del totale generalmente: il numero delle citazioni supera il 50% del totale 3 In alcuni casi, tuttavia, sono state compilate anche schede con riferimento a figure che, pur non essendo ampiamente citate, sono utili per meglio comprendere il significato di una specifica figura all interno dello stesso microgruppo. IX

8 Si è poi utilizzato l avverbio prevalentemente come sinonimo di in prevalenza. Così, per esempio, si richiede, tipicamente, una competenza informatica da utilizzatore significa che più del 90% delle imprese intervistate ha richiesto, in riferimento alla figura descritta, una competenza informatica come utilizzatore di applicazioni. In assenza di indicazione, si assume che la richiesta sia stata espressa dal 0% delle imprese: si richiede una competenza informatica da utilizzatore. In relazione all esperienza richiesta, si è adottata la seguente terminologia: esperienza breve: esperienza media: esperienza consistente: esperienza prolungata: minore di 1 anno tra 1 e 2 anni tra 2 e 5 anni maggiore di 5 anni E importante, infine, tenere presente che le informazioni proposte derivano esclusivamente dalle descrizioni delle imprese. Le schede non intendono, quindi, definire con completezza l insieme delle caratteristiche delle figure citate, ma descrivere il profilo che, di tali figure, emerge a partire da ciò che le imprese chiedono. Rispetto ai livelli di formazione, sono state usate le seguenti diciture sintetiche: istruzione universitaria: istruzione superiore: istruzione professionale: formazione regionale: formazione di base: diploma di laurea e laurea del vecchio ordinamento; laurea breve e laurea specialistica del nuovo ordinamento; diploma di scuola media superiore; istruzione conseguita presso istituti professionali; formazione conseguita presso centri di formazione professionale a livello regionale; nessuna formazione specifica (scuola dell obbligo). 4. Nota sulla descrizione di alcune figure Si ricorda che le figure in relazione alle quali è stata compilata una specifica scheda sono state scelte sulla base della disponibilità di informazioni sufficienti per la compilazione. Si tratta, pertanto, in massima parte, di figure significativamente citate dalle imprese. Le figure descritte si possono distinguere in due tipologie: 1) figure professionali standard 2) figure professionali generiche Le figure professionali generiche, appartenenti a un dato microgruppo, sono caratterizzate dalla possibilità di svolgere i compiti tipici delle altre figure dello stesso microgruppo. Così, per esempio, il microgruppo ISCO 8240 include le seguenti figure: OPERATORE MACCHINE LAVORAZIONE LEGNO ADDETTO FRESATRICE PER LEGNAMI ADDETTO SMERIGLIATRICI PER LEGNAMI TRANCIATORE LEGNO TRANCIATORE PANNELLI IN LEGNO La prima figura (operatore macchine lavorazione legno) è generica, perché le operazioni di fresatura, smerigliatura e tranciatura sono tutte presenti nel processo di lavorazione del legno. X

9 In riferimento a due tipologie di figure professionali presenti nel microgruppo 3119, i responsabili di produzione e controllo qualità e i tecnici di produzione e controllo qualità, si è scelto di distaccarsi dalle descrizioni usate nell ambito dell indagine Excelsior, al fine di alleggerire la lettura del dizionario. Nell'ambito dell'indagine, le figure sono distinte sulla base del settore economico in cui operano; di conseguenza, i tecnici di produzione e controllo qualità sono presentati come: TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ALIMENTARE TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE CARTA E CARTOTECNICA TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE CHIMICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE CINEMATOGRAFICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ELETTROMECCANICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ELETTRONICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ESTRAZIONE E LAVORAZIONE MINERALI TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE GOMMA E PLASTICA TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE GRAFICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE LEGNO E MOBILI TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE METALMECCANICO TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE SERVIZI TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE STAMPA E EDITORIA TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE TESSILE, CUOIO E ABBIGLIAMENTO Le descrizioni relative a queste figure sono, a prescindere dal riferimento al settore, del tutto simili e sono quindi state sintetizzate nell unica descrizione connessa con la figura: TECNICO PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA'. La stessa operazione è stata svolta in riferimento alla figura: RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA'. Tuttavia, in quest'ultimo caso sono stati aggregati solo le figure di "responsabile produzione e controllo qualità" presenti nel microgruppo , mentre le figure analoghe comprese in altri microgruppi - elencate di seguito - restano e- videnziate in tali sedi, mantenendo il dettaglio settoriale: Microgruppo Denominazione figura 3111 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE CHIMICO 3113 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ELETTROMECCANICO 3114 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ELETTRONICO 3117 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE ESTRAZIONE E LAVORAZIONE MINERALI 3116 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE GOMMA E PLASTICA 3115 RESPONSABILE PRODUZIONE E CONTROLLO QUALITA' SETTORE METALMECCANICO XI

10 5. Ulteriori osservazioni utili per la consultazione del dizionario Nelle schede si è scelto di omettere le richieste di competenze "obbligate", ad esempio la competenza informatica da programmatore per figure quali programmatori o analisti informatici o le competenze linguistiche per figure quali interpreti o insegnanti di lingue. Le descrizioni dei grandi gruppi e dei microgruppi ISCO-88 sono state mantenute integralmente, anche quando - con particolare riguardo al grande gruppo 1 - la descrizione fa riferimento anche a figure non considerate nel dizionario Excelsior in quanto escluse dal campo di osservazione dell'indagine, quali "legislatori e funzionari pubblici". Nella descrizione dei grandi gruppi professionali si fa riferimento ai livelli di abilità ISCO (skill levels nell'originale inglese), che riprendono quanto indicato dalla classificazione internazionale dei livelli di istruzione (ISCED - International Standard Classification of Education). Tali livelli di abilità vengono esplicitati qui di seguito: - il primo livello fa riferimento alla categoria 1 di ISCED, relativa all'istruzione elementare, che inizia a partire dai 5-6 anni di età e ha una durata di 5 anni; - il secondo livello è definito con riferimento alle categorie 2 e 3 ISCED, comprendente il primo e il secondo ciclo dell'educazione secondaria, corrispondente in Italia alla scuola media inferiore e superiore; tale livello di abilità può richiedere inoltre periodi di esperienza lavorativa e di apprendistato, che può integrare o talvolta sostituire in parte la formazione scolastica; - Il terzo livello è stato definito sulla base della categoria 5 ISCED (la categoria 4 è stata volutamente tralasciata), corrispondente all'istruzione che inizia a anni con una durata di 3 o più anni, che porta a un grado di i- struzione comunque inferiore alla laurea di primo livello; è quindi equivalente al post-diploma; - Il quarto e più elevato livello fa riferimento alle categorie 6 e 7 ISCED, corrispondenti all'istruzione universitaria e eventuali studi post-laurea (master, dottorato). XII

11 Dizionario delle professioni

12

13 1 - Dirigenti e direttori I legislatori, alti funzionari dello stato e dirigenti determinano, formulano, indirizzano o consigliano in materia di politiche di governo o di organizzazioni di interesse particolare, formulano leggi, decreti e norme pubbliche, rappresentano i governi o agiscono da parte loro, controllano l'interpretazione e l'attuazione delle politiche e delle leggi di governo o pianificano, dirigono e coordinano le politiche e le attività delle imprese o delle organizzazioni o delle loro aree o sezioni interne Direttori generali e amministratori delegati I direttori generali e amministratori delegati dirigono imprese o organizzazioni (ad eccezione delle organizzazioni di particolare interesse pubblico) e, con l'aiuto di almeno altri due dirigenti, determinano e formulano le politiche aziendali e pianificano, dirigono e coordinano il funzionamento generale dell'impresa o dell'organizzazione, normalmente in base alle direttive di un consiglio di amministrazione o di un gruppo dirigente verso cui sono responsabili per le operazioni intraprese e i risultati ottenuti. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono prevalentemente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. DIRETTORE GENERALE Supervisiona, coordina ed organizza l'attività aziendale Ha rapporti con i responsabili dei reparti amministrativi, vendite e produzione, supervisiona il loro lavoro, dà pareri e prende decisioni Dirige e gestisce l'azienda negli aspetti tecnici, di relazione, industriali e lavorativi Dirige e coordina sia l'aspetto produttivo che la gestione finanziaria aziendale Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria o superiore, associata ad una esperienza prolungata; l'ambito delle discipline di formazione varia in funzione del settore economico dell'impresa. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera Dirigenti area produzione industria manifatturiera I dirigenti area produzione dell'industria manifatturiera pianificano, dirigono e coordinano quelle attività dell'impresa che riguardano la produzione di beni, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese dei settori indicati nella descrizione. DIRETTORE PRODUZIONE Si occupa della direzione, gestione ed amministrazione del settore produttivo, gestisce il personale dipendente, tiene i contatti con clienti e fornitori Controlla la qualità del prodotto e il corretto funzionamento dei macchinari, gestisce il personale Controlla e decide i cicli di produzione e coordina i vari reparti Dirige e coordina i dipendenti nell'elaborazione e nella produzione dei prodotti da fabbricare e vendere Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, associata ad una esperienza prolungata; l'ambito delle discipline di formazione varia in funzione del settore economico dell'impresa. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera. DIRETTORE STABILIMENTO DIRETTORE TECNICO RESPONSABILE STABILIMENTO Dirigenti area produzione: commercio all ingrosso e al minuto I dirigenti area produzione del commercio all ingrosso e al minuto pianificano, dirigono e coordinano l'attività commerciale specifica dell'impresa, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese dei settori indicati nella descrizione. 1

14 DIRETTORE DI SUPERMERCATO DIRETTORE NEGOZIO DIRETTORE PUNTI VENDITA Dirigenti area produzione: alberghi, ristoranti e servizi turistici I dirigenti area produzione degli alberghi, ristoranti e servizi turistici pianificano, dirigono e coordinano quelle attività dell'impresa che riguardano la fornitura di servizi di alloggio, ristorazione e affini, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle piccole e medie imprese dei settori indicati nella descrizione. DIRETTORE D'ALBERGO Dirigenti area produzione: trasporti, logistica e comunicazioni I dirigenti area produzione dei trasporti, magazzinaggio e comunicazioni pianificano, dirigono e coordinano quelle attività dell'impresa che riguardano la fornitura di tali servizi, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono prevalentemente richieste nelle medie e grandi imprese dei settori indicati nella descrizione. DIRETTORE TRAFFICO Dirigenti area produzione: altri servizi Questo microgruppo comprende i dirigenti area produzione non altrove classificati nel Gruppo 122. Ad esempio, si dovrebbero qui classificare coloro che pianificano, dirigono e coordinano le attività delle imprese o delle organizzazioni operanti nei servizi di istruzione pubblici o privati, nei servizi sanitari e di assistenza sociale, nei servizi ricreativi, culturali e sportivi e delle organizzazioni ed enti extraterritoriali. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono prevalentemente richieste nelle medie e grandi imprese dei settori indicati nella descrizione. DIRETTORE FILIALE RESPONSABILE FILIALE E' responsabile dell'organizzazione e del coordinamento delle attività della filiale Dirige e coordina il lavoro all'interno della filiale della banca, si occupa del rapporto con i clienti fornendo assistenza informativa E' responsabile della gestione del conto economico e del personale di filiale Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria o superiore, nell'ambito delle discipline economico-commerciali o umanistiche, associata ad una esperienza consistente. vedi anche RESPONSABILE FILIALE Si differenzia dal responsabile filiale per il livello di inquadramento con cui è inserito Gestisce il rapporto con la clientela, segue le pratiche per la vendita di titoli, offre consulenza finanziaria, verifica l'operato dei cassieri Ha la responsabilità dell'agenzia, gestisce il portafoglio dei clienti e si occupa della negoziazione dei titoli Si occupa di seguire tutte le operazioni che vengono svolte dagli operatori della filiale Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria o superiore, nell'ambito delle discipline economico-commerciali, associata ad una esperienza consistente. vedi anche DIRETTORE FILIALE Si differenzia dal direttore filiale per il livello di inquadramento con cui è inserito COORDINATORE AGENZIE DIRETTORE AGENZIA ASSICURATIVA DIRETTORE ASSISTENZA CLIENTI DIRETTORE CENTRALE DIRETTORE DI PRODUZIONE TV E CINEMA DIRETTORE SANITARIO 2

15 RESPONSABILE COORDINAMENTO FILIALI Dirigenti area finanza e amministrazione I dirigenti dell'area finanza e amministrazione pianificano, dirigono e coordinano l'amministrazione interna o le operazioni finanziarie dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. DIRETTORE AMMINISTRATIVO Supervisiona la contabilità generale, redige il bilancio e coordina l'ufficio amministrativo Dirige il settore amministrativo, coordina il lavoro dei dipendenti, gestisce i rapporti con le banche, si occupa della clientela piu' importante Segue, controlla e coordina l'attività amministrativa dell'azienda e si occupa della gestione finanziaria Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline economico-commerciali, associata ad una esperienza consistente. Si richiede, generalmente, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche RESPONSABILE AMMINISTRATIVO DIRETTORE CONTABILITA' DIRETTORE FINANZIARIO DIRETTORE PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Dirigenti area personale e relazioni industriali I dirigenti dell'area personale e relazioni industriali pianificano, dirigono e coordinano le politiche che riguardano il personale e le relazioni industriali dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono prevalentemente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. DIRETTORE DEL PERSONALE (sin. DIRETTORE RISORSE UMANE). Si occupa della ricerca, selezione e formazione del personale da assumere in azienda Si occupa della selezione del personale, della gestione del processo di formazione e dello sviluppo del personale in forza nell'azienda Si occupa delle pratiche che riguardano assunzione, sviluppo e formazione del personale e delle relazioni sindacali Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, associata ad una esperienza consistente. Si richiede, generalmente, la conoscenza di una lingua straniera Dirigenti area vendite e marketing I dirigenti dell'area vendite e marketing pianificano, dirigono e coordinano le attività di vendita e di marketing dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono richieste in imprese di ogni dimensione e settore economico. 3

16 DIRETTORE COMMERCIALE DIRETTORE MARKETING DIRETTORE VENDITE Segue i clienti per i preventivi e per gli ordini, coordina i dipendenti, incrementa le vendite, riferisce al direttore generale Si occupa di espandere la rete di vendita aziendale inserendosi in nuovi mercati sia stranieri che italiani con procacciatori e agenti Gestisce i clienti, promuove iniziative per la vendita del prodotto, coordina il settore marketing Dirige e coordina il lavoro dei rappresentanti, ha l'obiettivo di incrementare le vendite Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline economico-commerciali, associata ad una esperienza prolungata. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche RESPONSABILE COMMERCIALE, DIRETTORE MARKETING Prepara i piani di marketing per lo sviluppo dei prodotti, gestisce il marketing mix, studia l'evoluzione delle variabili di mercato Coordina e controlla i lavori di promozione dei prodotti e il lavoro dei sottoposti Dirige l'ufficio marketing, studia le strategie di vendita, si occupa di promozione e pubblicità, dell'immagine dell'azienda, dell'esposizione dei prodotti sui cataloghi, delle fiere Coordina l'operato dei product manager e controlla lo sviluppo dei prodotti Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline economico-commerciali o politiche, associata ad una esperienza media. Si richiede, tipicamente, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche RESPONSABILE MARKETING, DIRETTORE COMMERCIALE Coordina la rete di vendita esterna nazionale, dirige i responsabili di area e gli agenti di vendita sul territorio Coordina e supervisiona la forza vendita, controlla che vengano visitati tutti i potenziali clienti delle varie aree Si occupa della direzione, supervisione e coordinamento del settore vendite occupandosi anche della direzione dell'aspetto commerciale E' responsabile del raggiungimento degli obiettivi di fatturato, definisce le strategie, gli obiettivi e i piani di vendita Formula obiettivi di vendita, gestisce e coordina la rete di vendita, si occupa di analisi e ricerche di mercato Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline economico-commerciali, associata ad una esperienza consistente. Si richiede, tipicamente, la conoscenza di una lingua straniera. RESPONSABILE PROMOZIONE Dirigenti area approvvigionamento e distribuzione I dirigenti dell'area approvvigionamento e distribuzione pianificano, dirigono e coordinano le attività di fornitura e di distribuzione dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. DIRETTORE ACQUISTI Dirigenti area servizi informativi I dirigenti dell'area servizi informativi pianificano, dirigono e coordinano i servizi informativi dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. DIRETTORE SISTEMA INFORMATIVO Dirigenti area ricerca e sviluppo I dirigenti dell'area ricerca e sviluppo pianificano, dirigono e coordinano le attività di ricerca e sviluppo dell'impresa o dell'organizzazione, in base alle direttive dei direttori generali e degli amministratori delegati e di concerto con i dirigenti di altre aree o settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. 4

17 DIRETTORE PROGETTAZIONE E' responsabile dello sviluppo e della progettazione dell'area tecnica e produttiva Coordina le attività svolte dal personale dell'ufficio tecnico Si occupa della gestione e del coordinamento del settore, realizza disegni tecnici e si occupa dello sviluppo del prodotto Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline tecnico-ingegneristiche, associata ad una esperienza prolungata. Si richiede, in prevalenza, una competenza informatica da utilizzatore. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera. DIRETTORE RICERCA E SVILUPPO Dirigenti altre aree aziendali (NAC) Questo microgruppo comprende i dirigenti di altre aree aziendali non altrove classificati nel Gruppo 123 (dirigenti altre aree aziendali). Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese in ogni settore economico. RESPONSABILE CONTROLLO (sin. QUALITY CONTROL MANAGER). QUALITA' Collabora con i settori della ricerca e sviluppo e della produzione per definire la qualità dei prodotti e il piano di controllo del processo produttivo Certifica i prodotti e si occupa della qualità degli stessi Controlla la qualità del prodotto e certifica lo stesso in base alle normative, segnala eventuali malfunzionamenti Programma la produzione monitorandone il corretto andamento, gestisce la qualità e sicurezza dell'ambiente di lavoro Mantiene aggiornato il sistema qualità (manuale e procedure) e raccoglie i dati per migliorare il sistema stesso Si occupa della certificazione e del controllo di qualita' dei prodotti e dei processi produttivi DIRETTORE CONTROLLO QUALITA' Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, associata ad una esperienza media; l'ambito delle discipline di formazione varia in funzione del settore economico dell'impresa. Si richiede, in prevalenza, una competenza informatica da utilizzatore. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera. 5

18 2 - Professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione Gli specialisti incrementano le conoscenze esistenti, applicano i concetti e le teorie scientifiche o artistiche, insegnano riguardo alla materia suddetta in modo sistematico o si dedicano a possibili combinazioni di queste attività. La maggior parte delle occupazioni comprese in questo grande gruppo richiedono capacità al quarto livello di abilità ISCO Fisici e astronomi I fisici e astronomi svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano concetti, teorie e metodi operativi o applicano le conoscenze scientifiche relative alla fisica e all astronomia in campo industriale, medico, militare o in altri settori. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono richieste in imprese di ogni dimensione, prevalentemente nel settore dei servizi avanzati alle imprese. RICERCATORE FISICO Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline matematico-scientifiche o elettronico-informatiche, associata ad una esperienza breve. Si richiede la conoscenza di una lingua straniera Chimici I chimici svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano concetti, teorie e metodi operativi o applicano le conoscenze scientifiche relative alla chimica, principalmente per testare, sviluppare e migliorare materiali, prodotti e processi industriali. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese, prevalentemente nel settore delle industrie chimiche e petrolifere. ANALISTA CHIMICO Si occupa delle analisi di laboratorio sui prodotti farmaceutici prodotti in azienda e di attività di ricerca e sviluppo Effettua analisi chimiche e strumentali su materie prime e prodotti finiti per controllarne la qualità Analizza prodotti chimici farmaceutici e verifica che siano conformi alle normative vigenti Si occupa di analisi di laboratorio finalizzate alla ricerca di nuovi prodotti chimici Esegue gli studi per la ricerca di nuovi prodotti chimici occupandosi dell'essiccamento delle cellule nel laboratorio chimico Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline chimiche-biochimiche, associata ad una esperienza media. Si richiede, in prevalenza, una competenza informatica da utilizzatore. Si richiede, generalmente, la conoscenza di una lingua straniera. INFORMATORE MEDICO - (sin. INFORMATORE DEL FARMACO, PROPAGANDISTA SCIENTIFICO). SCIENTIFICO Rilascia informazioni medico-scientifiche al personale sanitario delle asl relativamente ai prodotti farmaceutici Mantiene i rapporti con medici e specialisti ospedalieri, si aggiorna sui progressi scientifici per la cura di malattie gravi Si reca presso i medici e le farmacie per presentare i prodotti dell'azienda Informa il medico sulle proprietà del farmaco, la molecola che lo compone e il principio attivo Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline chimiche-biochimiche o mediche, non associata ad alcuna esperienza. RICERCATORE CHIMICO Studia nuovi modelli molecolari e processi di sintesi attraverso idonee metodologie Si occupa delle analisi su prodotti dermocosmetici facendo dei test con l'aiuto di apparecchiatura specializzata Si occupa della ricerca di nuove molecole e principi attivi farmaceutici per la produzione di nuovi farmaci Si occupa della ricerca e dello sviluppo in laboratorio degli elementi chimici Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline chimiche-biochimiche o tecnico-ingegneristiche, associata ad una esperienza breve. Si richiede, tipicamente, la conoscenza di una lingua straniera. RESPONSABILE LABORATORIO CHIMICO 6

19 Geologi e geofisici I geologi e geofisici svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano concetti, teorie e metodi operativi o applicano le conoscenze scientifiche relative alla geologia e alla geofisica in campi quali lo sfruttamento del petrolio, dei gas e dei minerali, la conservazione delle acque, l'ingegneria civile, le telecomunicazioni e la navigazione. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle piccole e medie imprese, tipicamente nel settore delle industrie estrattive e nel settore dei servizi avanzati alle imprese. GEOLOGO Matematici e assimilati I matematici e assimilati svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano concetti, teorie, metodi e tecniche operative di tipo matematico e attuariale e forniscono consulenze o si occupano dell'applicazione pratica in campi quali l'ingegneria, il commercio o la medicina così come in altre aree delle scienze naturali, sociali e della vita. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese, tipicamente nel settore del credito, assicurazioni e servizi finanziari. ATTUARIO Statistici Gli statistici svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano gli aspetti matematici e non di concetti, teorie, metodi e tecniche operative di tipo statistico e forniscono consulenze o si occupano dell'applicazione pratica in campi quali il commercio o la medicina così come in altre aree delle scienze naturali, sociali e della vita. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono generalmente richieste nelle medie e grandi imprese, tipicamente nel settore del credito, assicurazioni e servizi finanziari, e nel settore dei servizi avanzati alle imprese. STATISTICO Progettisti e analisti informatici I progettisti e analisti informatici svolgono ricerche, perfezionano o sviluppano concetti e metodi operativi in campo informatico e forniscono consulenze o si occupano dell'applicazione pratica degli stessi. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono richieste in imprese di ogni dimensione, prevalentemente nel settore dell'informatica e telecomunicazioni e nel settore dei servizi avanzati alle imprese. ANALISTA PROCEDURE Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline INFORMATICHE tecnico-ingegneristiche, non associata ad alcuna esperienza. Si richiede, tipicamente, la conoscenza di una lingua straniera. ANALISTA SISTEMISTA (sin. SYSTEM PROFESSIONAL). Si occupa della configurazione dei sistemi operativi in base alle esigenze dei clienti e dell'eventuale aggiunta di patch per adeguare il sistema operativo alle richieste Effettua studi ed analisi tecniche ed economiche per la valutazione e la scelta di hardware e software per la trasmissione di dati ed effettua studi per la progettazione generale del database E' consulente in materia informatica presso i clienti, forma il personale da inserire nell'organico e si occupa di assistenza tecnica Si occupa della definizione architetturale e della gestione dei sistemi unix e windows nt relativamente all'hardware e al software di base Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline informatiche e dell'elettronica, associata ad una esperienza breve. CONSULENTE ERP Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline informatiche e dell'elettronica, non associata ad alcuna esperienza. Si richiede la conoscenza di una lingua straniera. PROGETTISTA SITI WEB Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria o superiore, nell'ambito delle (INTERNET) discipline tecnico-ingegneristiche o matematico-scientifiche, associata ad una esperienza breve. Si richiede, generalmente, la conoscenza di una lingua straniera. 7

20 PROGETTISTA SOFTWARE Scrive e progetta codici alfanumerici e sistemi per la realizzazione di software per il controllo di macchine Sviluppa software cioè scrive i codici sulla base delle analisi effettuate a seguito dei progetti forniti Progetta software industriali per la produzione di macchine e processori industriali Sviluppa software in base alle esigenze del cliente per il funzionamento della macchina di produzione Sviluppa con il computer software applicativi per il cliente e segue il sistema informatico in azienda Programma software per la contabilità e la gestione di aziende e per l'elaborazione dati Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline informatiche e dell'elettronica o tecnico-ingegneristiche, associata ad una esperienza breve. Si richiede, tipicamente, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche ANALISTA PROGRAMMATORE INFORMATICO. Nelle piccole imprese la figura dell'analista programmatore informatico è difficilmente differenziabile dalla figura del progettista software. RESPONSABILE PROGETTI (sin. CAPO PROGETTO INFORMATICO). INFORMATICI Segue i clienti in prima persona, verifica che i lavori procedano secondo quanto programmato Progetta e sviluppa software tramite computer, analizza la situazione e i dati del cliente Coordina, dirige e verifica lo sviluppo dei progetti nei giusti termini e tempi Si occupa della gestione ed esecuzione del progetto e dei rapporti con i clienti PROGETTISTA BANCHE DATI PROGETTISTA RETI INFORMATICHE RESPONSABILE SVILUPPO SOFTWARE Il livello di formazione richiesto è tipicamente l'istruzione universitaria, nell'ambito delle discipline elettronico-informatiche o matematico-scientifiche, associata ad una esperienza media. Si richiede, generalmente, una competenza informatica da utilizzatore. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera Programmatori informatici I programmatori informatici scrivono, testano e provvedono alla manutenzione dei programmi informatici in modo da soddisfare i bisogni degli utenti dei sistemi informatici. Le figure professionali incluse in questo microgruppo sono richieste in imprese di ogni dimensione e settore economico. ANALISTA PROGRAMMATORE INFORMATICO Si occupa di analisi, sviluppo, assistenza e manutenzione di software presso i clienti Si reca dal cliente, cerca di capire le esigenze organizzative e di struttura, analizza e verifica le varie soluzioni, sviluppa il software insieme al programmatore Analizza, progetta e sviluppa software, cura l'assistenza tecnica ai clienti sul software programmato con attività d'affiancamento Implementa e migliora l'utilizzo di strumenti informatici, segue l'inserimento dati dell'attività economica dell'azienda Analizza le problematiche di un progetto e ottimizza il relativo software in base alle esigenze dell'azienda Si occupa della stesura dei programmi commissionati dai clienti, conosce il linguaggio java Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione universitaria o superiore, nell'ambito delle discipline matematico-scientifiche, informatiche e dell'elettronica o tecnico-ingegneristiche, associata ad una esperienza breve. Si richiede, in prevalenza, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche PROGETTISTA SOFTWARE, PROGRAMMATORE INFORMATICO. Nelle piccole imprese la figura del progettista software e del programmatore informatico è difficilmente differenziabile dalla figura dell'analista programmatore informatico. PROGRAMMATORE (sin. PROGRAMMATORE SISTEMI ELETTRONICI, TECNICO SISTEMI DI PROGRAMMAZIONE). INFORMATICO Sviluppa software su richiesta per aziende o banche, studia i linguaggi informatici piu' innovativi al fine di ottenere una maggiore qualità Sviluppa programmi informatici e software aziendali secondo le richieste delle aziende clienti, effettua supporto e assistenza tecnica Si occupa della stesura dei programmi informatici commissionati dai clienti dell'azienda, conosce i linguaggi cobol, cics, db2 Svolge attività di parametrizzazione per adeguare i prodotti standard alle esigenze del cliente Programma software utilizzando i programmi cad, cat-a e pro-engineering Assembla i computer e sviluppa il software per la loro programmazione Il livello di formazione richiesto è prevalentemente l'istruzione superiore, nell'ambito delle discipline tecnico-ingegneristiche o economico-commerciali, associata ad una esperienza breve. Si richiede, generalmente, la conoscenza di una lingua straniera. vedi anche ANALISTA PROGRAMMATORE INFORMATICO. Nelle piccole imprese svolge attività simili all'analista programmatore informatico. 8

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

2 imp. 3 imp. 1 imp. 1a ass.

2 imp. 3 imp. 1 imp. 1a ass. EDILE ARTIGIANO PMI Retribuzioni in vigore dall' 01/01/2014 per assolvere gratis alla formazione obbligatoria sulla sicurezza prevista da art.37 TU e Stato Regioni caricamento nominativo dipendente dal

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014

PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014 PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale di PEG 2014 AI SENSI DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE APPROVATO CON DGP N. 25 DEL 1/02/2011 DIRIGENTE BALOCCO PAOLO Contribuire a migliorare

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA circolare NSC M_D GCIV prot. div. Div data PARTENZA C/3-89180 29 novembre 2010 MINIERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE Dr. Fulvio Angelini Telefono 06.4986.2422 fax 06.4986.2409

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani 24 ottobre 2005 Classificazione Istat dei titoli di studio italiani Anno 2003 Nota metodologica 1. INTRODUZIONE In occasione del Censimento 2001 della popolazione, il settore Istruzione dell Istat è stato

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008 CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA IL SISTEMA CONFAPI Costituita nel 1947, Confapi è cresciuta insieme alla PMI italiana ed è oggi uno dei protagonisti della vita economica

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli