La seduzione di un attimo di Silvia Cossio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La seduzione di un attimo di Silvia Cossio"

Transcript

1

2 IL ROMANZO Massimo, ricco chirurgo plastico, si accorge di essere stato ripulito del suo portafoglio nell incontro scontro con una ragazza davvero intrigante. Inizia così una disperata ricerca per ritrovare quella che ha soprannominato Margot e, quando casualmente la rivede nelle vesti di cameriera, la convince a ripagare il suo debito in modo non proprio convenzionale. La passione tra i due non tarda a scoppiare, ma quando anche il denaro depositato sul conto dello studio di chirurgia si volatilizza, Massimo inizia a dubitare di Margot della quale non conosce nemmeno il vero nome. Seguire il cuore, questa volta, potrebbe rivelarsi un errore fatale. L AUTRICE Silvia Cossio è nata e cresciuta a Udine, è sposata e ha un figlio. Le sue grandi passioni sono la lettura di romanzi rosa e gli animali che fanno parte della sua famiglia a pieno titolo. Nel febbraio del 2013 ha pubblicato L inizio di una favola.

3 La seduzione di un attimo di Silvia Cossio

4 2015 Libromania S.r.l. Via Giovanni da Verrazzano 15, Novara (NO) ISBN Prima edizione ebook luglio 2015 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo volume può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma o con alcun mezzo elettronico, meccanico, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell Editore. Le riproduzioni effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da CLEARedi, Corso di Porta Romana n. 108, Milano 20122, e sito web L Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione. Progetto grafico di copertina e realizzazione digitale NetPhilo S.r.l. La storia, le vicende, i luoghi e i personaggi sono frutto di pura fantasia. Eventuali riferimenti a fatti realmente accaduti e a persone realmente esistenti sono da ritenersi puramente casuali.

5 La seduzione di un attimo

6 PROLOGO Oh! Mi scusi! Il dolore al piede, causato dal tacco di lei, non gli impedì di afferrarla al volo. Fu investito da una fragranza, un essenza floreale dolce come il viso a pochi centimetri dal suo. Due occhi lo fissavano imbarazzati, le mani che si staccavano veloci dal suo petto. Riacquistando una consona distanza, la sentì balbettare altre scuse prima di eclissarsi. Lui la udì appena, stordito com era da quella bellezza semplice, naturale. Rimase a fissarla, sul marciapiede fuori dal ristorante, mentre si allontanava a passo spedito. Il corpo flessuoso che ondeggiava a ogni passo. In parte deluso per non aver avuto la prontezza di dire qualcosa per trattenerla. Ogni giorno aveva a che fare con donne bellissime che mettevano l aspetto fisico davanti a tutto, come se fosse l unica cosa che contasse veramente. Lui lo sapeva bene. Il suo lavoro si basava proprio su quello: l estetica. Eliminava le imperfezioni e le insicurezze. E la giovane ragazza che gli era finita addosso non sembrava rientrare in quella categoria. Con poco trucco, aveva saputo valorizzare gli occhi azzurri a forma di mandorla e le labbra piene. Un viso d angelo dai tratti regolari, incorniciato da una fluente chioma di una non precisata tonalità di rosso... dannazione! Doveva smetterla di studiare le persone in quel modo. Deformazione professionale, certo, tuttavia gli risultava sempre più difficile separare il lavoro dal resto. Lavoro che lui amava e che gli aveva consentito di raggiungere una solida posizione sociale oltre che un conto in banca di tutto rispetto, rammentò a se stesso. Massimo, sei dei nostri? Il suo amico, nonché socio, sorrideva ironico avendo intuito il suo interesse per l incontro - scontro di pochi istanti prima.

7 Sì, certo. Fece il suo ingresso all interno del locale. Il ristorante a quell ora era affollato, ma lui e i suoi due soci avevano un tavolo riservato, così seguirono un cameriere fino al posto assegnato. Gustarono le pietanze prelibate conversando di affari, discutendo dei casi più complicati e dei pazienti più difficili. Questa routine settimanale permetteva loro di stilare una scaletta delle priorità, sebbene gli imprevisti fossero all ordine del giorno e non sempre sarebbe stato possibile rispettarla. Per quanto possibile, cercavano di anticipare gli eventuali problemi ed elaborare possibili soluzioni. Oggi tocca a me disse quando portarono il conto. Infilò la mano nella giacca per prendere il portafogli, ma non lo trovò. Dove l ho messo? L espressione perplessa, tastò anche le altre tasche. Devo averlo lasciato in ufficio anche se mi sembrava... Lascia, faccio io si offrì Daniele togliendolo dall imbarazzo. Questi, oltre a essere suo socio, era anche un amico dai tempi delle scuole superiori. Aveva conseguito una laurea in psicologia che si era rivelata utilissima nella loro attività. Daniele, infatti, selezionava i pazienti: quelli che necessitavano davvero di un intervento chirurgico da altri che, invece, erano vittime di fissazioni che poco avevano a che fare con l aspetto fisico. Nulla che non fosse risolvibile con qualche seduta nel suo studio. Grazie. Il telefonino vibrò. Almeno quello non lo aveva dimenticato, rifletté leggendo il messaggio. Dannazione! sbottò. In realtà erano altre le parole che avrebbe voluto dire, tuttavia la buona educazione gli impedì di aggiungere altro. Cosa succede? domandarono contemporaneamente Daniele e Giorgio. È la banca. A quanto pare, avrei appena fatto acquisti per un importo di millecinquecento euro. Ma come...? Giorgio sembrava confuso, mentre Daniele aveva già chiaro il quadretto. La ragazza del marciapiede? ipotizzò infatti. Già. Oh, wow! E pensare che per un attimo ti avevo invidiato.

8 I Per qualche strano motivo, cui non sapeva dare una spiegazione logica, non aveva voluto coinvolgere la polizia: viso d angelo era una criminale. Le immagini riprese dalle videocamere del negozio di elettronica parlavano chiaro. Andava fermata. La parrucca scura, con tanto di frangia coprente, e il sapiente trucco avrebbero tratto in inganno chiunque, ma non avrebbero depistato lui che aveva una predisposizione per la fisionomia delle persone. Nessun particolare sfuggiva al suo occhio esperto. Se aveva ottenuto riconoscimenti nella sua professione era per merito della sua capacità di cogliere i dettagli. Grazie alla squadra che si occupava della sicurezza della sua società, che su sua richiesta si stava occupando del caso, aveva ottenuto il video incriminante. Il proprietario era stato ben felice di collaborare, pur di non aver problemi con le autorità. Scosse la testa, guardando per l ennesima volta le sequenze sullo schermo. Non riusciva ancora a credere di essere stato così stupido da farsi abbindolare da un bel visetto. Era stata abile, la ragazza. Ma avrebbe pareggiato i conti. Presto, si augurava, anche se ancora non aveva idea di come fare a rintracciarla. L evento di quella sera avrebbe riunito la crème de la crème della città. Ne avevano parlato tutti i giornali. L albergo che ospitava la serata era uno dei più antichi e rinomati, uno di quei posti dove nulla veniva lasciato al caso. Ricchezza ed eleganza ovunque si posasse lo sguardo. Tutto era perfetto. E gli invitati non erano da meno. Aveva lavorato tanto per arrivare a quel punto, per far parte di quell élite di persone per cui le porte erano sempre aperte. La sua famiglia era ricca, ma lui aveva voluto dimostrare di sapersela cavare da solo. Nessun favoritismo, nessuno sconto. Aveva

9 colto la sfida che il padre gli aveva lanciato durante l ultima divergenza, molti anni prima, quando gli aveva dato del buono a nulla. E aveva vinto. Alla soglia dei trentacinque anni, poteva definirsi un uomo di successo dalla solida posizione lavorativa e dalla certa moralità. Un uomo rispettato e apprezzato. Un fotografo lo immortalò e lui sorrise alzando il suo bicchiere in segno di brindisi. L indomani, suo padre avrebbe visto la foto e il messaggio in essa contenuto. La scia di un profumo familiare lo investì all improvviso. Si girò di scatto scandagliando con lo sguardo la folla. Studiò le due cameriere che gli erano passate accanto, entrambe piuttosto corpulente, e gli invitati. Rise di se stesso. Sarebbe stato troppo facile. Nemmeno le sue conoscenze e un abile investigatore privato erano riusciti a scoprire qualcosa su viso d angelo. La sconosciuta sembrava essersi volatilizzata. Non poteva negare di aver sperato che quel ritrovo di ricchi potesse fungere da esca e che lei si fosse mescolata tra gli invitati, invece niente. E poi, di sicuro, non era la sola a portare quel profumo. Forse avrebbe dovuto lasciarsi quel capitolo alle spalle una volta per tutte, ma lui detestava perdere, lo dimostrava la strada che aveva fatto da quando aveva abbandonato la sicurezza economica nella quale era cresciuto. Sostenuto da pochi risparmi, animato solo dalla ferrea volontà di arrivare, aveva dato tutto se stesso nella realizzazione del suo sogno. Per il momento, comunque, avrebbe accantonato l idea di ritrovare la ladra e si sarebbe goduto la serata. Raggiunse Daniele al buffet. Entrambi si erano presentati senza accompagnatrice ben consapevoli, senza falsa modestia, che non sarebbero rimasti soli a lungo. Giovani scapoli di successo attiravano le donne come le api il miele; il fatto poi che la natura fosse stata generosa nei loro confronti, donando un aspetto piacevole, a voler essere limitativi, era un bonus in più. Il mattino seguente fu svegliato da un discreto bussare alla porta. Servizio in camera disse qualcuno, mentre lui cercava di mettere a fuoco l ambiente che lo circondava. Dove si trovava? Gli tornò in mente la festa. I ricordi erano confusi, ancora avvolti nella spirale del sonno, ma non solo. Un leggero cerchio alla testa gli confermò che doveva essersi concesso qualche bicchiere di troppo. L ultima cosa che rammentava era di aver pensato di non essere in grado di guidare. A quanto pareva, non era stato l unico a giungere a quella conclusione se gli avevano fatto occupare una delle stanze dell albergo. A fatica si alzò dal letto.

10 Dieci minuti rispose avviandosi verso il bagno. Solo dopo aver indossato lo smoking della sera prima e aver chiamato il centralino per ordinare la colazione in camera, fece entrare il personale delle pulizie. Dal terrazzo, con il caffè in mano, osservò la donna rotondetta, la stessa della sera prima, che si affaccendava veloce tra la camera e la toilette. Per essere così pienotta, si spostava con agilità. Le dita sottili stringevano uno strofinaccio per la polvere, le braccia esili che si muovevano su e giù sulla specchiera. Qualcosa non tornava. Sembrava sproporzionata. Si concentrò sul profilo dai tratti regolari: il collo delicato, le labbra carnose, il taglio degli occhi... Impossibile sbagliarsi, era lei! Senza perdere tempo, il cuore che batteva furioso nel torace, abbandonò la tazzina sul tavolo e la raggiunse all interno. Questa volta non se la sarebbe lasciata sfuggire. Con le braccia incrociate, la spalla appoggiata alla stipite della portafinestra, esibendo una sicurezza collaudata, disse: Salve Margot. Hai messo su qualche chilo dal nostro ultimo incontro. La ragazza si voltò di scatto, lasciando cadere lo straccio. Non mi chiamo Margot rispose, riavendosi prontamente dalla sorpresa. Mi sta confondendo con qualcun altra. Non dimentico mai un viso, contestò soprattutto quello di una donna che mi ha alleggerito... Non fece in tempo a concludere la frase che la ragazza puntò veloce verso l uscita. Non così in fretta le intimò sbarrandole il passo. Che cosa vuole da me? Mi lasci in pace o chiamo la sicurezza! Questa sì che è bella! ne aveva di faccia tosta. Tu chiami la sicurezza? non poté fare a meno di ridere. Ma sì, dai, facciamo questa telefonata concordò. E sentiamo, cosa avresti intenzione di raccontare... Abbassò la testa per leggere il nome sul cartellino appuntato sul petto.... Anna? Sempre ammesso che sia il tuo vero nome, cosa di cui dubito fortemente. Con una certa soddisfazione, notò la sua determinazione vacillare, la maschera crollare, lasciando il posto alla vera lei. Che cosa vuole? ripeté, la domanda intesa in un altro senso rispetto a poco prima. Immagino che pensare di riavere i miei soldi sarebbe troppo ingenuo da parte

11 mia, visto che li hai già spesi. A proposito, funziona bene il pc portatile? Mi lasci andare e le restituirò il denaro che le ho sottratto. Sicuro! Così sparirai più velocemente della prima volta. Stupida! Stupida! Avrebbe dovuto filarsela non appena lo aveva riconosciuto! Giocando con il fuoco, si era scottata. Ma non aveva resistito alla tentazione di dargli un altra sbirciatina da vicino. Le venivano ancora i brividi quando ripensava alla volta in cui lo aveva avvicinato. Guardare in quegli occhi scuri, percepire il calore del suo solido torace... tutto aveva cospirato contro la forza di volontà di ignorarlo, di considerarlo come tutti gli altri: un lavoro, niente di più. Schiuse la bocca per far giungere aria ai polmoni, leccò le labbra secche. Non te la cavi male con i travestimenti stava dicendo lui. Peccato che non fosse stata abbastanza brava. Avrebbe dovuto immaginarlo quando aveva indagato sul suo conto. Con il mestiere che faceva, certi trucchetti erano inutili. Risparmia la carta della seduzione per un altro momento disse lui ipnotizzato dalla sua bocca, dal movimento appena percettibile della lingua sulle labbra. Perché quella donna deteneva tanto potere su di lui? Non mi piacciono gli alberghi, preferisco casa mia per certe cose. Già! Perché non pensarci prima? I soldi non li avrebbe più rivisti, e onestamente la cosa non gli importava, quindi perché non farsi risarcire in altro modo? Il suo volto lo aveva accompagnato ogni giorno nell ultimo mese, lo aveva tormentato ogni notte, come un ossessione. Voleva affondare nel suo calore, levarsi una volta per tutte quella smania che lo aveva pervaso. Gli occhi della ragazza si spalancarono per lo shock. Se lo scordi! Per chi mi ha preso? attaccò, l indignazione che le scaldava le guance. Non resterò un minuto di più ad ascoltarla! Ferma, ferma. Il tono falsamente pacato, mentre bloccava nuovamente il suo tentativo di fuga. Ho le prove della tua colpevolezza, non sei nella posizione di trattare. Ciò non fa di me una prostituta! L atteggiamento deciso non faceva presagire nulla di buono, stava perdendo terreno. Se vuole chiamare la polizia, non sarò certo io a impedirglielo! Non scenderò a simili compromessi!

12 È questo che vuoi? Marcire in una cella piuttosto che essere carina con me? la stuzzicò per vedere la sua reazione. Reazione che non tardò ad arrivare. La ragazza, infatti, alzò la mano per colpirlo, ma lui parò il colpo senza difficoltà. Che caratterino focoso! Attenta... le intimò, trattenendola per il polso. Non vorrai aggiungere anche un reato per aggressione sul tuo curriculum? Con il pollice le accarezzò la pelle delicata dell interno percependo il battito frenetico. Lentamente la attirò contro il suo petto. Vuoi davvero negare questa attrazione? le sussurrò a un soffio dalla bocca. Captò la sua indecisione prima, la sua resa poi. Le labbra scivolarono sulle sue dolcemente. Voleva concederle la possibilità di ritrarsi, qualora lo avesse voluto. Nonostante le avesse fatto credere il contrario, non l avrebbe forzata in alcun modo. E quando lei lo cercò con più avidità, approfondì il bacio accogliendo il suo gemito di approvazione. Uno sconosciuto! Stava baciando uno sconosciuto! Un momento era sul punto di prenderlo a schiaffi, quello dopo lo baciava appassionatamente, aggrovigliata a lui come se fosse la sua ancora di salvezza. Il suo profumo, il suo sapore, tutto di lui l attraeva, spingendola a buttare alle ortiche il buonsenso. A sua discolpa, c era da dire che baciava divinamente. La parrucca finì per terra, i capelli scesero sulle spalle come lingue di fuoco. Le mani di lui la stavano facendo impazzire e Il suo corpo traditore si arrese all assalto senza sollevare la minima obiezione. Dalla nuca, una serie di brividi serpeggiò lungo la schiena. I seni si appesantirono, il basso ventre si riempì di umori. Bramava sentire quelle mani dappertutto. Non riusciva neanche a respirare e pensare era fuori discussione. Cosa gli succedeva? Era insolito per lui reagire così davanti a una donna, una ladra per di più. Invece di consegnarla alla giustizia, stava banchettando con le sue labbra, come un affamato a digiuno da troppo tempo. E non aveva nessuna intenzione di fermarsi all antipasto... non dopo aver scoperto la sua dolcezza, il suo sapore unico che, come un marchio indelebile, sarebbe stato impossibile scordare. Erano ormai parte di lui. Insaziabile, ne voleva ancora. Con la bocca stuzzicò la pelle sensibile vicino all orecchio e a seguire il collo. Le narici si riempirono del suo profumo, lo stesso che lo aveva fatto vibrare in precedenza. Le mani scesero impazienti ad accarezzarle i

13 fianchi, attirandola più vicino affinché comprendesse la portata del suo desiderio. Invece delle curve sinuose di lei, però, si ritrovò a cozzare contro l imbottitura del suo travestimento. Sorrise. Più efficace di una cintura di castità scherzò, nonostante l urgenza di continuare la sua esplorazione. La stessa impazienza che animava i gesti di lei. L accenno di barba le graffiava la pelle, ma non se ne curò, troppo presa ad assecondare quel bacio con tutta se stessa. Tuttavia, l impedimento del suo travestimento la riportò con i piedi per terra, ricordandole il motivo per cui si trovava lì. Aveva un lavoro da portare a termine. E per farlo doveva riuscire a togliersi dal pasticcio in cui si era cacciata. Non possiamo riuscì a dire tra uno sfioramento di labbra e un altro. Io dico di sì rispose lui accentuando la presa sul suo corpo accaldato. Dobbiamo solo raggiungere il letto. Avevi detto che non ti piacciono gli alberghi gli rammentò, passando al tu. Considerando che si trovavano a un passo dal conoscersi molto intimamente, venne naturale abbandonare certe formalità. Ho appena cambiato idea le disse, avvicinandola alla meta. Pur essendo l ultima cosa che desiderava, con un sforzo sovraumano si staccò da lui. Davvero, non posso. Io qui ci lavoro. Lo sguardo scettico dell uomo valeva, già da solo, più di mille parole. E cosa fai di preciso? insinuò. Ripulisci i clienti, oltre alle camere? L espressione del suo viso adesso era dura. Una dipendente modello, non c è che dire ironizzò, sebbene non ci fosse niente di divertente. Il proprietario di questo posto è una persona seria e rispettabile, non ti permetterò di infangare il suo nome e la sua attività e aggiunse: Considerati licenziata. Ma... Cosa? la sfidò. Vorresti darmi a bere di avere buone intenzioni? Travestita così? È chiaro che per te questo è solo un lavoro di copertura mentre cerchi delle entrate alternative. Hai intenzione di denunciarmi? lo interrogò. No. Emise un sospiro. Voglio solo riuscire a toglierti dalla testa ammise

14 sincero. Come ti chiami? Al silenzio ostinato di lei, continuò: D accordo, ci faremo bastare Margot per il momento. Così dicendo la prese per mano e la trascinò fuori dalla stanza. Cosa fai? Lasciami! protestò lei, cercando inutilmente di liberarsi dalla sua morsa e costretta a correre per stargli dietro. La parrucca! tentò ancora. Non ti servirà più. Ma... Ignorando le sue lamentele, la condusse al piano inferiore per poi fermarsi alla reception dove chiese il conto. Forse per non dare adito a sospetti tra gli impiegati che la scrutavano curiosi, le rimostranze della ragazza si interruppero, ma non i suoi contenuti tentativi di fuga. Le unghie piantate nella sua mano avrebbero dovuto fargli lasciare la presa, quantomeno costringerlo ad allentarla un po, ma stoicamente lui non diede segni di fastidio. Anzi, sorrise alla receptionist che gli chiedeva se la sistemazione fosse stata di suo gradimento. Tutto perfetto, grazie mille. Saluti Jonas da parte mia disse menzionando il proprietario dell albergo e gli riferisca che la signorina Anna si scusa, ma è costretta a lasciare il suo impiego senza preavviso. Le unghie della ragazza si fecero più decise e lui dovette reprimere un gemito di dolore. Certo, signore, non si preoccupi. Udì appena il saluto cortese del personale mentre si avviava a passo spedito verso l auto con Margot al seguito. Optando per non dare spettacolo, o forse solo perché inebetita di fronte al lusso del mezzo che le si parò davanti, acconsentì a salire in macchina senza indugi. Quando le sarebbe ricapitata un occasione del genere?

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente

Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente Notte di Capodanno Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente casuali Nicola Gargano NOTTE DI CAPODANNO racconto A mia moglie Amore, una piccola parola che racchiude un universo

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com 2015 Atlantyca Dreamfarm s.r.l., Italia Per l edizione italiana 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Fabbri Editori: maggio 2015 www.fabbrieditori.eu ISBN 978-88-915-1548-3 Progetto e realizzazione

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

massimo carlotto e marco videtta

massimo carlotto e marco videtta Prologo Salí le scale di corsa e si fermò davanti alla porta aperta. Lo sentí respirare forte e si decise a entrare. Due mani le afferrarono le spalle e la spinsero contro la parete. La baciò fino a farle

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Quando al mattino Gellindo si sveglia al suono della prima

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone A Neretta piace molto andare a scuola. Anche i suoi amici della Compagnia del Cuore d Oro che frequentano la sua classe vanno volentieri. Ma le cose, all inizio di quest anno, non andavano troppo bene.

Dettagli

Sulle orme del cuore

Sulle orme del cuore Sulle orme del cuore GAIA TORTI SULLE ORME DEL CUORE A chi leggerà queste righe. A chi aprirà il suo cuore leggendole. Alle mie amiche, che mi hanno sempre incoraggiato a scrivere. Alla mia famiglia.

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e Natale a Sonabilandia Era la mattina di Natale e a Sonabilandia, un paesino dove tutti sono sempre felici, non c'era buon umore e in giro non si vedeva neanche un sorriso; questo perché in tutte le case

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Dai 7 anni. Le Risposte. Nei panni di...: a. Signor Bellometti; b. Desiderio; c. manichino del negozio di scarpe; d. commesso del negozio di scarpe.

Dai 7 anni. Le Risposte. Nei panni di...: a. Signor Bellometti; b. Desiderio; c. manichino del negozio di scarpe; d. commesso del negozio di scarpe. PIANO DI L ETTURA NESSUNO È PERFETTO EMANUELA NAVA Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Azzurra n 76 Pagine: 128 Codice: 978-88-384-3585-0 Anno di pubblicazione: 2005 Dai 7 anni L AUTRICE Emanuela

Dettagli

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico Riprendiamo sul nostro sito il testo pubblicato il 4 novembre 2015 dal sito www.aleteia.org Restiamo a disposizione per l immediata rimozione se la presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

A mio figlio, John Edward Clements

A mio figlio, John Edward Clements A mio figlio, John Edward Clements Titolo originale: The report card Traduzione di Elisa Puricelli Guerra 2004 Andrew Clements 2005 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Bur ragazzi giugno 2014 ISBN

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Tensioni Max Pedretti NEL NOME DEL MALE copyright 2010, caosfera www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Max Pedretti NEL NOME DEL MALE PROLOGO

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

IL PICCOLO CONSUMATORE CONSAPEVOLE. Piccola guida al valore delle cose e al valore dei soldi

IL PICCOLO CONSUMATORE CONSAPEVOLE. Piccola guida al valore delle cose e al valore dei soldi IL PICCOLO CONSUMATORE CONSAPEVOLE Piccola guida al valore delle cose e al valore dei soldi IL PICCOLO CONSUMATORE CONSAPEVOLE Piccola guida al valore delle cose e al valore dei soldi A cura di Edo Billa

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Borsa di studio/classe IV

Borsa di studio/classe IV 1 Borsa di studio/classe IV La storia va in fumetto Racconta la Storia di Clara dagli occhi grandi in un fumetto! 1. Riassumi la storia nelle scene che ti sembrano più importanti (per es. Clara che parla

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

«Vero» concordò lui, raddrizzandosi. Rivelò così di avere addosso solo un asciugamano intorno ai fianchi. Prese dalla toeletta una scatola e la

«Vero» concordò lui, raddrizzandosi. Rivelò così di avere addosso solo un asciugamano intorno ai fianchi. Prese dalla toeletta una scatola e la Prologo Sofie Antonetti emise un sospiro di appagamento senza avere sentore che quel giorno la sua vita sarebbe cambiata per sempre. Un momento dopo le arrivò alle narici un profumo familiare. «Caffè!»

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE Che strano sorriso vive per esserci e non per avere ragione in questa piazza chi confida e chi consola di colpo tacciono è giugno, in pieno sole, l abbraccio

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Neretta e Bertola suonarono

Neretta e Bertola suonarono Neretta e Bertola suonarono il campanello di via dei Mirtilli n 15, alle ore 17. Era il primo venerdì del mese e loro erano puntualissime, come sempre. Aprì loro una vecchina piccola, piccola che con un

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Il pensiero positivo! www.skilla.com

Il pensiero positivo! www.skilla.com Il pensiero positivo! www. Come accrescere la propria autostima fronteggiando le situazioni difficili. Il pensiero positivo! L avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge. Gustave

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

IL POTERE DELLA MENTE

IL POTERE DELLA MENTE PARTE PRIMA IL POTERE DELLA MENTE Dimagrisci senza dieta_ testo.indd 1 28/02/13 09.28 Aspettati di farcela Ci sono cose che vi posso insegnare, altre che potete imparare dai libri. Ma ci sono cose che,

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Disegnata da Olga Minardo Scritta da Rosario Frasca

Disegnata da Olga Minardo Scritta da Rosario Frasca Disegnata da Olga Minardo Scritta da Rosario Frasca C era una volta un extraterrestre, di nome Celestino, che viveva nel pianeta Oltresol, in un paese chiamato Regard. La sua vita scorreva lenta e tranquilla

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli