La seduzione di un attimo di Silvia Cossio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La seduzione di un attimo di Silvia Cossio"

Transcript

1

2 IL ROMANZO Massimo, ricco chirurgo plastico, si accorge di essere stato ripulito del suo portafoglio nell incontro scontro con una ragazza davvero intrigante. Inizia così una disperata ricerca per ritrovare quella che ha soprannominato Margot e, quando casualmente la rivede nelle vesti di cameriera, la convince a ripagare il suo debito in modo non proprio convenzionale. La passione tra i due non tarda a scoppiare, ma quando anche il denaro depositato sul conto dello studio di chirurgia si volatilizza, Massimo inizia a dubitare di Margot della quale non conosce nemmeno il vero nome. Seguire il cuore, questa volta, potrebbe rivelarsi un errore fatale. L AUTRICE Silvia Cossio è nata e cresciuta a Udine, è sposata e ha un figlio. Le sue grandi passioni sono la lettura di romanzi rosa e gli animali che fanno parte della sua famiglia a pieno titolo. Nel febbraio del 2013 ha pubblicato L inizio di una favola.

3 La seduzione di un attimo di Silvia Cossio

4 2015 Libromania S.r.l. Via Giovanni da Verrazzano 15, Novara (NO) ISBN Prima edizione ebook luglio 2015 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo volume può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma o con alcun mezzo elettronico, meccanico, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell Editore. Le riproduzioni effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da CLEARedi, Corso di Porta Romana n. 108, Milano 20122, e sito web L Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione. Progetto grafico di copertina e realizzazione digitale NetPhilo S.r.l. La storia, le vicende, i luoghi e i personaggi sono frutto di pura fantasia. Eventuali riferimenti a fatti realmente accaduti e a persone realmente esistenti sono da ritenersi puramente casuali.

5 La seduzione di un attimo

6 PROLOGO Oh! Mi scusi! Il dolore al piede, causato dal tacco di lei, non gli impedì di afferrarla al volo. Fu investito da una fragranza, un essenza floreale dolce come il viso a pochi centimetri dal suo. Due occhi lo fissavano imbarazzati, le mani che si staccavano veloci dal suo petto. Riacquistando una consona distanza, la sentì balbettare altre scuse prima di eclissarsi. Lui la udì appena, stordito com era da quella bellezza semplice, naturale. Rimase a fissarla, sul marciapiede fuori dal ristorante, mentre si allontanava a passo spedito. Il corpo flessuoso che ondeggiava a ogni passo. In parte deluso per non aver avuto la prontezza di dire qualcosa per trattenerla. Ogni giorno aveva a che fare con donne bellissime che mettevano l aspetto fisico davanti a tutto, come se fosse l unica cosa che contasse veramente. Lui lo sapeva bene. Il suo lavoro si basava proprio su quello: l estetica. Eliminava le imperfezioni e le insicurezze. E la giovane ragazza che gli era finita addosso non sembrava rientrare in quella categoria. Con poco trucco, aveva saputo valorizzare gli occhi azzurri a forma di mandorla e le labbra piene. Un viso d angelo dai tratti regolari, incorniciato da una fluente chioma di una non precisata tonalità di rosso... dannazione! Doveva smetterla di studiare le persone in quel modo. Deformazione professionale, certo, tuttavia gli risultava sempre più difficile separare il lavoro dal resto. Lavoro che lui amava e che gli aveva consentito di raggiungere una solida posizione sociale oltre che un conto in banca di tutto rispetto, rammentò a se stesso. Massimo, sei dei nostri? Il suo amico, nonché socio, sorrideva ironico avendo intuito il suo interesse per l incontro - scontro di pochi istanti prima.

7 Sì, certo. Fece il suo ingresso all interno del locale. Il ristorante a quell ora era affollato, ma lui e i suoi due soci avevano un tavolo riservato, così seguirono un cameriere fino al posto assegnato. Gustarono le pietanze prelibate conversando di affari, discutendo dei casi più complicati e dei pazienti più difficili. Questa routine settimanale permetteva loro di stilare una scaletta delle priorità, sebbene gli imprevisti fossero all ordine del giorno e non sempre sarebbe stato possibile rispettarla. Per quanto possibile, cercavano di anticipare gli eventuali problemi ed elaborare possibili soluzioni. Oggi tocca a me disse quando portarono il conto. Infilò la mano nella giacca per prendere il portafogli, ma non lo trovò. Dove l ho messo? L espressione perplessa, tastò anche le altre tasche. Devo averlo lasciato in ufficio anche se mi sembrava... Lascia, faccio io si offrì Daniele togliendolo dall imbarazzo. Questi, oltre a essere suo socio, era anche un amico dai tempi delle scuole superiori. Aveva conseguito una laurea in psicologia che si era rivelata utilissima nella loro attività. Daniele, infatti, selezionava i pazienti: quelli che necessitavano davvero di un intervento chirurgico da altri che, invece, erano vittime di fissazioni che poco avevano a che fare con l aspetto fisico. Nulla che non fosse risolvibile con qualche seduta nel suo studio. Grazie. Il telefonino vibrò. Almeno quello non lo aveva dimenticato, rifletté leggendo il messaggio. Dannazione! sbottò. In realtà erano altre le parole che avrebbe voluto dire, tuttavia la buona educazione gli impedì di aggiungere altro. Cosa succede? domandarono contemporaneamente Daniele e Giorgio. È la banca. A quanto pare, avrei appena fatto acquisti per un importo di millecinquecento euro. Ma come...? Giorgio sembrava confuso, mentre Daniele aveva già chiaro il quadretto. La ragazza del marciapiede? ipotizzò infatti. Già. Oh, wow! E pensare che per un attimo ti avevo invidiato.

8 I Per qualche strano motivo, cui non sapeva dare una spiegazione logica, non aveva voluto coinvolgere la polizia: viso d angelo era una criminale. Le immagini riprese dalle videocamere del negozio di elettronica parlavano chiaro. Andava fermata. La parrucca scura, con tanto di frangia coprente, e il sapiente trucco avrebbero tratto in inganno chiunque, ma non avrebbero depistato lui che aveva una predisposizione per la fisionomia delle persone. Nessun particolare sfuggiva al suo occhio esperto. Se aveva ottenuto riconoscimenti nella sua professione era per merito della sua capacità di cogliere i dettagli. Grazie alla squadra che si occupava della sicurezza della sua società, che su sua richiesta si stava occupando del caso, aveva ottenuto il video incriminante. Il proprietario era stato ben felice di collaborare, pur di non aver problemi con le autorità. Scosse la testa, guardando per l ennesima volta le sequenze sullo schermo. Non riusciva ancora a credere di essere stato così stupido da farsi abbindolare da un bel visetto. Era stata abile, la ragazza. Ma avrebbe pareggiato i conti. Presto, si augurava, anche se ancora non aveva idea di come fare a rintracciarla. L evento di quella sera avrebbe riunito la crème de la crème della città. Ne avevano parlato tutti i giornali. L albergo che ospitava la serata era uno dei più antichi e rinomati, uno di quei posti dove nulla veniva lasciato al caso. Ricchezza ed eleganza ovunque si posasse lo sguardo. Tutto era perfetto. E gli invitati non erano da meno. Aveva lavorato tanto per arrivare a quel punto, per far parte di quell élite di persone per cui le porte erano sempre aperte. La sua famiglia era ricca, ma lui aveva voluto dimostrare di sapersela cavare da solo. Nessun favoritismo, nessuno sconto. Aveva

9 colto la sfida che il padre gli aveva lanciato durante l ultima divergenza, molti anni prima, quando gli aveva dato del buono a nulla. E aveva vinto. Alla soglia dei trentacinque anni, poteva definirsi un uomo di successo dalla solida posizione lavorativa e dalla certa moralità. Un uomo rispettato e apprezzato. Un fotografo lo immortalò e lui sorrise alzando il suo bicchiere in segno di brindisi. L indomani, suo padre avrebbe visto la foto e il messaggio in essa contenuto. La scia di un profumo familiare lo investì all improvviso. Si girò di scatto scandagliando con lo sguardo la folla. Studiò le due cameriere che gli erano passate accanto, entrambe piuttosto corpulente, e gli invitati. Rise di se stesso. Sarebbe stato troppo facile. Nemmeno le sue conoscenze e un abile investigatore privato erano riusciti a scoprire qualcosa su viso d angelo. La sconosciuta sembrava essersi volatilizzata. Non poteva negare di aver sperato che quel ritrovo di ricchi potesse fungere da esca e che lei si fosse mescolata tra gli invitati, invece niente. E poi, di sicuro, non era la sola a portare quel profumo. Forse avrebbe dovuto lasciarsi quel capitolo alle spalle una volta per tutte, ma lui detestava perdere, lo dimostrava la strada che aveva fatto da quando aveva abbandonato la sicurezza economica nella quale era cresciuto. Sostenuto da pochi risparmi, animato solo dalla ferrea volontà di arrivare, aveva dato tutto se stesso nella realizzazione del suo sogno. Per il momento, comunque, avrebbe accantonato l idea di ritrovare la ladra e si sarebbe goduto la serata. Raggiunse Daniele al buffet. Entrambi si erano presentati senza accompagnatrice ben consapevoli, senza falsa modestia, che non sarebbero rimasti soli a lungo. Giovani scapoli di successo attiravano le donne come le api il miele; il fatto poi che la natura fosse stata generosa nei loro confronti, donando un aspetto piacevole, a voler essere limitativi, era un bonus in più. Il mattino seguente fu svegliato da un discreto bussare alla porta. Servizio in camera disse qualcuno, mentre lui cercava di mettere a fuoco l ambiente che lo circondava. Dove si trovava? Gli tornò in mente la festa. I ricordi erano confusi, ancora avvolti nella spirale del sonno, ma non solo. Un leggero cerchio alla testa gli confermò che doveva essersi concesso qualche bicchiere di troppo. L ultima cosa che rammentava era di aver pensato di non essere in grado di guidare. A quanto pareva, non era stato l unico a giungere a quella conclusione se gli avevano fatto occupare una delle stanze dell albergo. A fatica si alzò dal letto.

10 Dieci minuti rispose avviandosi verso il bagno. Solo dopo aver indossato lo smoking della sera prima e aver chiamato il centralino per ordinare la colazione in camera, fece entrare il personale delle pulizie. Dal terrazzo, con il caffè in mano, osservò la donna rotondetta, la stessa della sera prima, che si affaccendava veloce tra la camera e la toilette. Per essere così pienotta, si spostava con agilità. Le dita sottili stringevano uno strofinaccio per la polvere, le braccia esili che si muovevano su e giù sulla specchiera. Qualcosa non tornava. Sembrava sproporzionata. Si concentrò sul profilo dai tratti regolari: il collo delicato, le labbra carnose, il taglio degli occhi... Impossibile sbagliarsi, era lei! Senza perdere tempo, il cuore che batteva furioso nel torace, abbandonò la tazzina sul tavolo e la raggiunse all interno. Questa volta non se la sarebbe lasciata sfuggire. Con le braccia incrociate, la spalla appoggiata alla stipite della portafinestra, esibendo una sicurezza collaudata, disse: Salve Margot. Hai messo su qualche chilo dal nostro ultimo incontro. La ragazza si voltò di scatto, lasciando cadere lo straccio. Non mi chiamo Margot rispose, riavendosi prontamente dalla sorpresa. Mi sta confondendo con qualcun altra. Non dimentico mai un viso, contestò soprattutto quello di una donna che mi ha alleggerito... Non fece in tempo a concludere la frase che la ragazza puntò veloce verso l uscita. Non così in fretta le intimò sbarrandole il passo. Che cosa vuole da me? Mi lasci in pace o chiamo la sicurezza! Questa sì che è bella! ne aveva di faccia tosta. Tu chiami la sicurezza? non poté fare a meno di ridere. Ma sì, dai, facciamo questa telefonata concordò. E sentiamo, cosa avresti intenzione di raccontare... Abbassò la testa per leggere il nome sul cartellino appuntato sul petto.... Anna? Sempre ammesso che sia il tuo vero nome, cosa di cui dubito fortemente. Con una certa soddisfazione, notò la sua determinazione vacillare, la maschera crollare, lasciando il posto alla vera lei. Che cosa vuole? ripeté, la domanda intesa in un altro senso rispetto a poco prima. Immagino che pensare di riavere i miei soldi sarebbe troppo ingenuo da parte

11 mia, visto che li hai già spesi. A proposito, funziona bene il pc portatile? Mi lasci andare e le restituirò il denaro che le ho sottratto. Sicuro! Così sparirai più velocemente della prima volta. Stupida! Stupida! Avrebbe dovuto filarsela non appena lo aveva riconosciuto! Giocando con il fuoco, si era scottata. Ma non aveva resistito alla tentazione di dargli un altra sbirciatina da vicino. Le venivano ancora i brividi quando ripensava alla volta in cui lo aveva avvicinato. Guardare in quegli occhi scuri, percepire il calore del suo solido torace... tutto aveva cospirato contro la forza di volontà di ignorarlo, di considerarlo come tutti gli altri: un lavoro, niente di più. Schiuse la bocca per far giungere aria ai polmoni, leccò le labbra secche. Non te la cavi male con i travestimenti stava dicendo lui. Peccato che non fosse stata abbastanza brava. Avrebbe dovuto immaginarlo quando aveva indagato sul suo conto. Con il mestiere che faceva, certi trucchetti erano inutili. Risparmia la carta della seduzione per un altro momento disse lui ipnotizzato dalla sua bocca, dal movimento appena percettibile della lingua sulle labbra. Perché quella donna deteneva tanto potere su di lui? Non mi piacciono gli alberghi, preferisco casa mia per certe cose. Già! Perché non pensarci prima? I soldi non li avrebbe più rivisti, e onestamente la cosa non gli importava, quindi perché non farsi risarcire in altro modo? Il suo volto lo aveva accompagnato ogni giorno nell ultimo mese, lo aveva tormentato ogni notte, come un ossessione. Voleva affondare nel suo calore, levarsi una volta per tutte quella smania che lo aveva pervaso. Gli occhi della ragazza si spalancarono per lo shock. Se lo scordi! Per chi mi ha preso? attaccò, l indignazione che le scaldava le guance. Non resterò un minuto di più ad ascoltarla! Ferma, ferma. Il tono falsamente pacato, mentre bloccava nuovamente il suo tentativo di fuga. Ho le prove della tua colpevolezza, non sei nella posizione di trattare. Ciò non fa di me una prostituta! L atteggiamento deciso non faceva presagire nulla di buono, stava perdendo terreno. Se vuole chiamare la polizia, non sarò certo io a impedirglielo! Non scenderò a simili compromessi!

12 È questo che vuoi? Marcire in una cella piuttosto che essere carina con me? la stuzzicò per vedere la sua reazione. Reazione che non tardò ad arrivare. La ragazza, infatti, alzò la mano per colpirlo, ma lui parò il colpo senza difficoltà. Che caratterino focoso! Attenta... le intimò, trattenendola per il polso. Non vorrai aggiungere anche un reato per aggressione sul tuo curriculum? Con il pollice le accarezzò la pelle delicata dell interno percependo il battito frenetico. Lentamente la attirò contro il suo petto. Vuoi davvero negare questa attrazione? le sussurrò a un soffio dalla bocca. Captò la sua indecisione prima, la sua resa poi. Le labbra scivolarono sulle sue dolcemente. Voleva concederle la possibilità di ritrarsi, qualora lo avesse voluto. Nonostante le avesse fatto credere il contrario, non l avrebbe forzata in alcun modo. E quando lei lo cercò con più avidità, approfondì il bacio accogliendo il suo gemito di approvazione. Uno sconosciuto! Stava baciando uno sconosciuto! Un momento era sul punto di prenderlo a schiaffi, quello dopo lo baciava appassionatamente, aggrovigliata a lui come se fosse la sua ancora di salvezza. Il suo profumo, il suo sapore, tutto di lui l attraeva, spingendola a buttare alle ortiche il buonsenso. A sua discolpa, c era da dire che baciava divinamente. La parrucca finì per terra, i capelli scesero sulle spalle come lingue di fuoco. Le mani di lui la stavano facendo impazzire e Il suo corpo traditore si arrese all assalto senza sollevare la minima obiezione. Dalla nuca, una serie di brividi serpeggiò lungo la schiena. I seni si appesantirono, il basso ventre si riempì di umori. Bramava sentire quelle mani dappertutto. Non riusciva neanche a respirare e pensare era fuori discussione. Cosa gli succedeva? Era insolito per lui reagire così davanti a una donna, una ladra per di più. Invece di consegnarla alla giustizia, stava banchettando con le sue labbra, come un affamato a digiuno da troppo tempo. E non aveva nessuna intenzione di fermarsi all antipasto... non dopo aver scoperto la sua dolcezza, il suo sapore unico che, come un marchio indelebile, sarebbe stato impossibile scordare. Erano ormai parte di lui. Insaziabile, ne voleva ancora. Con la bocca stuzzicò la pelle sensibile vicino all orecchio e a seguire il collo. Le narici si riempirono del suo profumo, lo stesso che lo aveva fatto vibrare in precedenza. Le mani scesero impazienti ad accarezzarle i

13 fianchi, attirandola più vicino affinché comprendesse la portata del suo desiderio. Invece delle curve sinuose di lei, però, si ritrovò a cozzare contro l imbottitura del suo travestimento. Sorrise. Più efficace di una cintura di castità scherzò, nonostante l urgenza di continuare la sua esplorazione. La stessa impazienza che animava i gesti di lei. L accenno di barba le graffiava la pelle, ma non se ne curò, troppo presa ad assecondare quel bacio con tutta se stessa. Tuttavia, l impedimento del suo travestimento la riportò con i piedi per terra, ricordandole il motivo per cui si trovava lì. Aveva un lavoro da portare a termine. E per farlo doveva riuscire a togliersi dal pasticcio in cui si era cacciata. Non possiamo riuscì a dire tra uno sfioramento di labbra e un altro. Io dico di sì rispose lui accentuando la presa sul suo corpo accaldato. Dobbiamo solo raggiungere il letto. Avevi detto che non ti piacciono gli alberghi gli rammentò, passando al tu. Considerando che si trovavano a un passo dal conoscersi molto intimamente, venne naturale abbandonare certe formalità. Ho appena cambiato idea le disse, avvicinandola alla meta. Pur essendo l ultima cosa che desiderava, con un sforzo sovraumano si staccò da lui. Davvero, non posso. Io qui ci lavoro. Lo sguardo scettico dell uomo valeva, già da solo, più di mille parole. E cosa fai di preciso? insinuò. Ripulisci i clienti, oltre alle camere? L espressione del suo viso adesso era dura. Una dipendente modello, non c è che dire ironizzò, sebbene non ci fosse niente di divertente. Il proprietario di questo posto è una persona seria e rispettabile, non ti permetterò di infangare il suo nome e la sua attività e aggiunse: Considerati licenziata. Ma... Cosa? la sfidò. Vorresti darmi a bere di avere buone intenzioni? Travestita così? È chiaro che per te questo è solo un lavoro di copertura mentre cerchi delle entrate alternative. Hai intenzione di denunciarmi? lo interrogò. No. Emise un sospiro. Voglio solo riuscire a toglierti dalla testa ammise

14 sincero. Come ti chiami? Al silenzio ostinato di lei, continuò: D accordo, ci faremo bastare Margot per il momento. Così dicendo la prese per mano e la trascinò fuori dalla stanza. Cosa fai? Lasciami! protestò lei, cercando inutilmente di liberarsi dalla sua morsa e costretta a correre per stargli dietro. La parrucca! tentò ancora. Non ti servirà più. Ma... Ignorando le sue lamentele, la condusse al piano inferiore per poi fermarsi alla reception dove chiese il conto. Forse per non dare adito a sospetti tra gli impiegati che la scrutavano curiosi, le rimostranze della ragazza si interruppero, ma non i suoi contenuti tentativi di fuga. Le unghie piantate nella sua mano avrebbero dovuto fargli lasciare la presa, quantomeno costringerlo ad allentarla un po, ma stoicamente lui non diede segni di fastidio. Anzi, sorrise alla receptionist che gli chiedeva se la sistemazione fosse stata di suo gradimento. Tutto perfetto, grazie mille. Saluti Jonas da parte mia disse menzionando il proprietario dell albergo e gli riferisca che la signorina Anna si scusa, ma è costretta a lasciare il suo impiego senza preavviso. Le unghie della ragazza si fecero più decise e lui dovette reprimere un gemito di dolore. Certo, signore, non si preoccupi. Udì appena il saluto cortese del personale mentre si avviava a passo spedito verso l auto con Margot al seguito. Optando per non dare spettacolo, o forse solo perché inebetita di fronte al lusso del mezzo che le si parò davanti, acconsentì a salire in macchina senza indugi. Quando le sarebbe ricapitata un occasione del genere?

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

IL ROMANZO GLI AUTORI

IL ROMANZO GLI AUTORI IL ROMANZO Sette autrici e autori si sono dati appuntamento attorno a un unica frase da cui partire per raccontare storie accomunate soltanto dal fatto di svolgersi in un unica, limpida, giornata di sole.

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

minimum fax tutti i diritti riservati

minimum fax tutti i diritti riservati Tolstoj. Questo sì che è un grande romanziere. I piedi ben piantati nella pianura russa. La barba lunghissima. Il fiato grosso di chi ha scritto Guerra e pace. Alcune stravaganze dovute alla vecchiaia

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

I sussurri di cui non ti accorgi

I sussurri di cui non ti accorgi Titolo della tesina: La realtà come specchio del proprio dolore Sezione narrativa: racconto I sussurri di cui non ti accorgi Ogni mattina, quando andava a scuola, si guardava attorno. Le piaceva il modo

Dettagli

La donna che si baciava con i lupi

La donna che si baciava con i lupi guido catalano La donna che si baciava con i lupi 2010 LeBolleBlu Edizioni 2014 Miraggi Edizioni www.miraggiedizioni.it Progetto grafico Miraggi Il disegno sulla copertina è di Gipi Finito di stampare

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli ESPERIENZE MATEMATICHE A PARTIRE DA TRE ANNI QUALI COMPETENZE? L avventura della matematica

Dettagli