LISTA TELEFONI NEOCALL COMPATIBILI AGGIORNATA AL 30/01/2008. N : Foto : Modello : Sistema Operativo : Appl. Compatibili :

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LISTA TELEFONI NEOCALL COMPATIBILI AGGIORNATA AL 30/01/2008. N : Foto : Modello : Sistema Operativo : Appl. Compatibili :"

Transcript

1 LISTA TELEFONI NEOCALL COMPATIBILI AGGIORNATA AL 30/01/2008 N : Foto : Modello : Sistema Operativo : Appl. Compatibili : 1. Arima U308 Symbian 7/8 2. BenQ P30 Symbian 7/8 3. BenQ P31 Symbian 7/8 4. Foma D701i Symbian 7/8 5. Foma D901i Symbian 7/8 6. Foma D901is Symbian 7/8 7. Foma D902i Symbian 7/8

2 8. Foma F2051 Symbian 7/8 9. Foma F2102v Symbian 7/8 10. Foma F700i Symbian 7/8 11. Foma F700is Symbian 7/8 12. Foma F880ies Symbian 7/8 13. Foma F881ies Symbian 7/8 14. Foma F900i Symbian 7/8

3 15. Foma F900iC Symbian 7/8 16. Foma F900iT Symbian 7/8 17. Foma F901iC Symbian 7/8 18. Foma F901iS Symbian 7/8 19. Foma F902i Symbian 7/8 20. Foma M1000 Symbian 7/8 21. Lenovo P930 Symbian 7/8

4 22. LG Joy Symbian 9 (Gratuito) 23. Motorola A1000 Symbian 7/8 24. Motorola A920 Symbian 7/8 25. Motorola A925 Symbian 7/8 26. Motorola Rizr Z8 Symbian 9 UIQ (Gratuito) 27. Nokia 3230 Symbian 7/8 28. Nokia 3250 Symbian 9 (Gratuito)

5 29. Nokia Symbian 7/8 30. Nokia Symbian 7/8 31. Nokia 5500 Symbian 9 (Gratuito) 32 Nokia 5700 Symbian 9 (Gratuito) 33. Nokia 6260 Symbian 7/8 34. Nokia 6290 Symbian 9 (Gratuito) 35. Nokia 6600 Symbian 7/8 NEO-PHONE

6 36. Nokia 6120 Symbian 9 (Gratuito) 37. Nokia 6121 Symbian 9 (Gratuito) 38. Nokia 6620 Symbian 7/8 39. Nokia 6630 Symbian 7/8 40. Nokia 6670 Symbian 7/8 41. Nokia 6680 Symbian 7/8 NEO-PHONE

7 42. Nokia 6681 Symbian 7/8 43. Nokia 6682 Symbian 7/8 44. Nokia 6708 Symbian 9 (Gratuito) 45. Nokia 7610 Symbian 7/8 NEO-PHONE 46. Nokia 7650 Symbian 7/8 47. Nokia 7710 Symbian 7/8 48. Nokia 9210i-9210 Symbian 7/8

8 49. Nokia 9290 Symbian 7/8 50. Nokia 9300 Symbian 7/8 51. Nokia 9500 Symbian 7/8 52. Nokia E50 Symbian 9 (Gratuito) 53. Nokia E60 Symbian 9 (Gratuito) 54. Nokia E61 Symbian 9 (Gratuito) 55. Nokia E61i Symbian 9 (Gratuito)

9 56. Nokia E62 Symbian 9 (Gratuito) 57. Nokia E65 Symbian 9 (Gratuito) 58. Nokia E70 Symbian 9 (Gratuito) 59. Nokia E90 Symbian 9 (Gratuito) 60. Nokia N6110 Symbian 9 NEO-GPS Localizzatore GPS (Gratuito) 61. Nokia N70 Symbian 7/8 62. Nokia N71 Symbian 9 (Gratuito)

10 63. Nokia N72 Symbian 7/8 64. Nokia N73 Symbian 9 (Gratuito) 65. Nokia N75 Symbian 9 (Gratuito) 66. Nokia N76 Symbian 9 (Gratuito) 67. Nokia N77 Symbian 9 (Gratuito) 68. Nokia N80 Symbian 9 (Gratuito) 69. Nokia N81 Symbian 9 (Gratuito)

11 70. Nokia N81 8Gb Symbian 9 (Gratuito) 71. Nokia N82 Symbian 9 NEO-GPS Localizzatore GPS (Gratuito) 72. Nokia N90 Symbian 7/8 73. Nokia N91 Symbian 9 (Gratuito) 74. Nokia N92 Symbian 9 (Gratuito) 75. Nokia N93 Symbian 9 (Gratuito) 76. Nokia N95 Symbian 9 NEO-GPS Localizzatore GPS (Gratuito)

12 77. Nokia N95 8Gb Symbian 9 NEO-GPS Localizzatore GPS (Gratuito) 78. Nokia NGAGE Symbian 7/8 79. Nokia NGAGE- QD Symbian 7/8 80. Panasonic X700 Symbian 7/8 81. Panasonic X800 Symbian 7/8 82. Samsung SGH- D720 Symbian 7/8 83. Samsung SGH- D730 Symbian 7/8 84. Samsung SGH- D750 Symbian 9 (Gratuito)

13 85. Samsung SGHi450 Symbian 9 (Gratuito) 86. Samsung SGHi520 Symbian 9 (Gratuito) 87. Samsung SGHi550 Symbian 9 NEO-GPS Localizzatore GPS (Gratuito) 88. Samsung SGHi560 Symbian 9 (Gratuito) 89. Samsung SGHi400 Symbian 9 (Gratuito) 90. Samsung Z600 Symbian 7/8 91. Sendo X Symbian 7/8

14 92. Siemens SX1 Symbian 7/8 93. Sony Ericsson M600 Symbian 9 UIQ (Gratuito) 94. Sony Ericsson P800 Symbian 7/8 95. Sony Ericsson P900 Symbian 7/8 96. Sony Ericsson P910 Symbian 7/8 97. Sony Ericsson P990 Symbian 9 UIQ (Gratuito) 98. Sony Ericsson W950 Symbian 9 UIQ (Gratuito) Ricordo che per i telefoni Symbian 9 sono disponibili solo le applicazioni NEO-SMS, NEO- LIST, NEO-LOG.

15 LEGGENDA APPLICAZIONI : NEO-GPS : Localizza il telefono tramite GPS (solo per telefoni con GPS integrato) invia Coordinate Latitudine e Longitudine via SMS ed , invia anche dati Cella BTS NEO-SUITE 2k8 7in1 : La versione per Symbian9 che incorpora le funzioni: Neo-PHONE, INTERCEPTOR, SMS, LIST, TRAX e SIM in unica soluzione NEO-PHONE : Ascolto Ambientale di prima generazione : Ascolto Ambientale di seconda generazione : Intercettazione chiamate : Registra conversazione in un file e lo invia tramite bluetooth : Inoltra copia degli sms inviati e ricevuti dal telefono ad un numero predefinito : Invia la lista delle chiamate Fatte Ricevute e Perse ad un numero predefinito : Registra SMS e Lista chiamate su un file di testo e lo invia tramite Bluetooth : Invia dati Cella e città in cui si trova il dispositivo : permette di personalizzare il file di installazione ideale per rivenditori NEO-SIM : Invia Dati se viene sostituito la Sim all interno del cellulare. NEO CALL LISTINO PREZZI al Pubblico EUR - TASSE INCLUSE Quantità 1pz. 2pz. 3pz. 4pz. 5pz. Sistema Operativo OS 7/8 OS 9 OS 7/8 OS 9 OS 7/8 OS 9 OS 7/8 OS 9 OS 7/8 OS 9 NEO-GPS Local.GPS / 499,00 / 499,00 / 499,00 / 499,00 / 499,00 NEO-SUITE 2K8 7in1 / 499,00 / 499,00 / 499,00 / 499,00 / 499,00 NEO-PHONE 199,00 / 195,00 / 190,00 / 185,00 / 180,00 / NEO-PHONE 2 199,00 / 195,00 / 190,00 / 185,00 / 180,00 / NEO-LOGPLUS 69,00 99,00 65,00 95,00 60,00 90,00 55,00 85,00 50,00 80,00 NEO-SMS 129,00 199,00 125,00 195,00 120,00 190,00 115,00 185,00 110,00 180,00 NEO-LIST 49,00 79,00 45,00 75,00 40,00 70,00 35,00 65,00 30,00 60,00 NEO-TRAX 49,00 / 47,00 / 45,00 / 40,00 / 35,00 / NEO-BRAND 29,00 / 25,00 / 20,00 / 15,00 / 10,00 / NEO-SIM 49,00 / 49,00 / 49,00 / 49,00 / 49,00 / NEO-RECORD 99,00 / 95,00 / 90,00 / 85,00 / 80,00 / NEO-INTERCEPTOR 199,00 / 195,00 / 190,00 / 185,00 / 180,00 / *I prezzi sopra esposti si intendono per l'acquisto di piu quantità della stessa funzionalità, il sito internet memorizza i vecchi ordini e quindi le quantità sopra esposte sono da intendersi NON per ORDINE ma in totale. Ordinando anche in diversi momenti piu volte la stessa opzione il sito applicherà al nuovo ordine il nuovo prezzo come da tabella. SERVIO INSTALLAZIONE NEO-CALL PRESSO I NOSTRI LABORATORI: Servizio a disposizione per gli utenti meno esperti, i nostri tecnici provvederanno a installare Neo-Call sul terminale fornito dal cliente stesso e ad aggiornare il terminale in caso di necessita. Installazione sul terminale fornito dal cliente da parte dei nostri tecnici : 55 Illustrazione funzionalità del software e relativo utilizzo : 90 /Ora N.B i telefoni con il software pre-installato in vendita sul sito non hanno costi di SETUP. Il minicorso di illustrazione non è obbligatorio è possibile scegliere l'installazione del solo software. Se si desidera usufruire di tali servizi è consigliabile concordare un appuntamento contattando il nostro servizio clienti all oppure scrivete a HAI UN AGENZIA INVESTIGATIVA UNO SPY SHOP oppure vuoi trattare i nostri prodotti? Contattaci al oppure scrivete a i vostri recapiti e sarete ricontattati da un nostro addetto commerciale che vi illustreà tutte le offerte e i prezzi riservati hai nostri rivenditori/distributori.

16 NOTE LEGALI - IMPORTANTI Gli articoli presentati sul sito NEOCALL.it sono destinati esclusivamente all'utilizzo in aree e ambienti privati, per la sorveglianza di beni propri e dei propri effetti personali. L'utilizzo improprio di alcuni prodotti in vendita in questo negozio e' contro la legge n.98 artt. 615 bis, 617 bis del 8/4/74 c.p. E art. 226 c.p.p. Sulla riservatezza della vita privata e intercettazione della comunicazione, e contro la legge 675 del 31/12/96 sulla raccolta dei dati personali e diritto alla privacy. Per quanto sopra specificato Discovery declina ogni responsabiltà civile e penale riguardante l'uso, l'utilizzo, l'installazione, e la diffusione e l'eventuale post commercializzazione di tali dispositivi. Si raccomanda di leggere con estrema attenzione istruzioni tecniche ed allegati informativi presenti nei prodotti. Discovery non incoraggia in alcun modo l'uso improprio di tali articoli e declina ogni responsabilita' sull'uso improprio di tali attrezzature. Confermando la mia volonta' di acquisto dichiaro implicitamente di aver preso visione ed essere a conoscenza di quanto sopra riportato, di impegnarmi fin da ora a prendere visione delle condizioni di vendita relative ai singoli prodotti e di accettarle senza riserva alcuna. Estratto dal C.p.p. Art Violazione di domicilio Chiunque si introduce nell'abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi, contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, ovvero vi s'introduce clandestinamente o con inganno, è punito con la reclusione fino a tre anni. Alla stessa pena soggiace chi si trattiene nei detti luoghi contro l'espressa volontà di chi ha diritto di escluderlo, ovvero vi si trattiene clandestinamente o con inganno. Il delitto è punibile a querela della persona offesa. La pena è da uno a cinque anni, e si procede d'ufficio, se il fatto è commesso con violenza sulle cose, o alle persone, ovvero se il colpevole è palesemente armato. Art. 615 bis. Interferenze illecite nella vita privata Chiunque, mediante l'uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti alla vita privata svolgentesi nei luoghi indicati nell'articolo 614, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Alla stessa pena soggiace, salvo che il fatto costituisca più grave reato, chi rivela o diffonde mediante qualsiasi mezzo d'informazione al pubblico le notizie o le immagini, ottenute nei modi indicati nella prima parte di questo articolo. I delitti sono punibili a querela della persona offesa; tuttavia si procede d'ufficio e la pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o ad un incaricato di un pubblico servizio, con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio, o da chi esercita anche abusivamente la professione d'investigatore privato. Art Cognizione, interruzione o impedimento illeciti di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche Chiunque, fraudolentemente prende cognizione di una comunicazione o di una conversazione, telefoniche o telegrafiche, tra altre persone o comunque a lui non dirette, ovvero le interrompe o le impedisce è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, la stessa pena si applica a chiunque rivela, mediante qualsiasi mezzo di informazione al pubblico, in tutto o in parte, il contenuto delle comunicazioni o delle conversazioni indicate nella prima parte di questo articolo. I delitti sono punibili a querela della persona offesa; tuttavia si procede d'ufficio e la pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso in danno di un pubblico ufficiale o di un incaricato di un pubblico servizio nell'esercizio o a causa delle funzioni o del servizio, ovvero da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio, o da chi esercita anche abusivamente la professione d'investigatore privato. Art.617bis Installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche Chiunque, fuori dei casi consentiti dalla legge, installa apparati, strumenti, parti di apparati o di strumenti al fine d'intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche tra altre persone è punito con la reclusione da uno a quattro anni. La pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso in danno di un pubblico ufficiale nell'esercizio o a causa delle sue funzioni ovvero da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio o da chi esercita anche abusivamente la professione di investigatore privato

POLO Consulting INFORMATION SYSTEMS ENGINEERING PRIVACY CORPORATE CONSULTANTS

POLO Consulting INFORMATION SYSTEMS ENGINEERING PRIVACY CORPORATE CONSULTANTS IL CODICE PENALE E LA PRIVACY Questa è una raccolta, non esaustiva, degli articoli del Codice Penale inerenti la privacy e la frode informatica, aggiornata con le modifiche introdotte dalla Legge 48 del

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 Modificazioni ed integrazioni delle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica. La Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

Dettagli

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III LIBRO SECONDO Dei delitti in particolare TITOLO III Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III Della tutela arbitraria delle private ragioni Articolo 392 Esercizio arbitrario delle proprie

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Delitti informatici e trattamento illecito di dati ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE

Dettagli

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa) e/o detentive (es. reclusione). Reati informatici

Dettagli

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI - PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI B.1. I reati di cui all art. 24 bis del D. Lgs. n. 231/2001 La legge 18 marzo 2008, n. 48, recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione

Dettagli

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa)

Dettagli

Parte speciale Reati informatici

Parte speciale Reati informatici Parte speciale Reati informatici Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs 231/2001 L Amministratore delegato APPROVAZIONE Il Presidente del CdA STATO DEL DOCUMENTO Redazione Revisione Modifica

Dettagli

Workshop ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL ESERCIZIO DEI MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO

Workshop ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL ESERCIZIO DEI MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Workshop ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL ESERCIZIO DEI MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Cosimo Comella Garante per la protezione dei dati

Dettagli

url: http://www.medialaw.it/deontologia/codpen.htm Stralci del Codice penale Art. 57 Reati commessi col mezzo della stampa periodica

url: http://www.medialaw.it/deontologia/codpen.htm Stralci del Codice penale Art. 57 Reati commessi col mezzo della stampa periodica url: http://www.medialaw.it/deontologia/codpen.htm Stralci del Codice penale Art. 57 Reati commessi col mezzo della stampa periodica Salva la responsabilita' dell'autore della pubblicazione e fuori dei

Dettagli

v. 2.0 NEO-CALL Software Suite Parental Control, monitoraggio attività minori, antifurto, Kit sopravvivenza Manuale di avvio rapido

v. 2.0 NEO-CALL Software Suite Parental Control, monitoraggio attività minori, antifurto, Kit sopravvivenza Manuale di avvio rapido v. 2.0 NEO-CALL Software Suite Parental Control, monitoraggio attività minori, antifurto, Kit sopravvivenza Manuale di avvio rapido Release 2.0 Document Version 01 Note legali Questo documento viene distribuito

Dettagli

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica Note preliminari I reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto Lezione 7-8 giugno 2004 Claudia Cevenini Reato = illecito penale. Diritto penale = prevede la pena come conseguenza della violazione

Dettagli

PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI

PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI INDICE 1. FATTISPECIE EX ART.24-BIS DLGS. 231/2001 2. PRINCIPI DI COMPORTAMENTO 3. PRINCIPI GENERALI DI CONTROLLO 4. AREE A RISCHIO E PRINCIPI DI CONTROLLO

Dettagli

IPHONE SPY. SUPPORT ios 4.0 / 4.0.1 / 4.0.2 / 4.1 SMS FORWARDING CALL LIST GPS POSITION CANTACT LIST WEB ADDRESS LIST PICTURE LOG

IPHONE SPY. SUPPORT ios 4.0 / 4.0.1 / 4.0.2 / 4.1 SMS FORWARDING CALL LIST GPS POSITION CANTACT LIST WEB ADDRESS LIST PICTURE LOG IPHONE SPY SUPPORT ios 4.0 / 4.0.1 / 4.0.2 / 4.1 SMS FORWARDING CALL LIST GPS POSITION CANTACT LIST WEB ADDRESS LIST PICTURE LOG Premessa Dopo aver completato l'acquisto, nel giro di qualche ora ricevere

Dettagli

PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI Energeko Gas Italia S.r.l. Versione 01 - Aggiornamento 01/2013 1 Sommario PARTE

Dettagli

ACAM Ambiente S.p.A.

ACAM Ambiente S.p.A. ACAM Ambiente S.p.A. Modello di organizzazione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 Delitti informatici e trattamento illecito dei dati Approvato con determinazione A.U. del 23.12.2014 1/11 Sommario 1. Ambito

Dettagli

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi PRIVACY ED INTERENT Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi 2014 1 ART. 13 - L informativa all interessato L informativa deve contenere: - Finalità e modalità del trattamento; - Natura obbligatoria o meno;

Dettagli

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela SOMMARIO Ipotesi di attacco informatico La procedibilità su querela o d ufficio La querela: contenuto e modalità di presentazione Cosa è la denuncia Brevi cenni sull esposto Le ipotesi di attacco informatico

Dettagli

Codice Penale. [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica. [...] Capo II

Codice Penale. [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica. [...] Capo II Codice Penale [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica [...] Capo II Della falsità in sigilli o strumenti o segni di autenticazione, certificazione

Dettagli

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il

Dettagli

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy 1 Linux e la sicurezza LL.M. Master of Laws Dottore di ricerca g.gallus@tiscali.it Principali computer crimes secondo il codice penale (introdotti dalla L. 547/1993) Accesso abusivo a un sistema informatico

Dettagli

PARTE SPECIALE G REATI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI

PARTE SPECIALE G REATI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI PARTE SPECIALE G REATI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI 1 PARTE SPECIALE G REATI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI 7.1 Le fattispecie dei delitti informatici richiamate dal d.lgs.

Dettagli

3250 5500 5700 E50 E51 E60 E61 E62

3250 5500 5700 E50 E51 E60 E61 E62 SIS-SPY SOFWARE For Nokia Symbian OS 3250 5500 5700 E50 E51 E60 E61 E62 E65 E70 E90 N73 N76 N77 N78 N80 N81 N82 N91 N95 N96 6110 6120 6121 6210 6220 3230 6260 6600 6620 6670 7610 SIS-SpySoftware è un Programma

Dettagli

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a.

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a. Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA EMAK s.p.a. con delibera del Consiglio di Amministrazione del 31Gennaio 2014 Parte Speciale H 1. I reati

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Penale per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 300 a 399 Liv. N.

Indice dei quesiti di diritto Penale per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 300 a 399 Liv. N. 300 Nel concorso di più persone nel reato, la rinuncia al diritto di querela da parte di colui al quale ne spetta l'esercizio, si estende a tutti i concorrenti? 301 Il diritto di querela può esercitarsi

Dettagli

ASPETTI DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEI SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO

ASPETTI DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEI SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Aviazione a controllo remoto: normativa e sviluppi ASPETTI DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEI SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Cosimo Comella Garante per la protezione dei dati personali

Dettagli

Milano (MI), lì 31 dicembre 2014. Spettabile Ordine degli Assistenti Sociali Regione Trentino Alto Adige Via Manci 25/8 38122 Trento (TN)

Milano (MI), lì 31 dicembre 2014. Spettabile Ordine degli Assistenti Sociali Regione Trentino Alto Adige Via Manci 25/8 38122 Trento (TN) Milano (MI), lì 31 dicembre 2014 Spettabile Ordine degli Assistenti Sociali Regione Trentino Alto Adige Via Manci 25/8 38122 Trento (TN) Oggetto: parere pro veritate in ordine alla legittimità delle registrazioni

Dettagli

La normativa tecnica ETS 300-328-2 impone di non irradiare con una potenza E.I.R.P. superiore ai 100 mw (equivalente a 20 dbm).

La normativa tecnica ETS 300-328-2 impone di non irradiare con una potenza E.I.R.P. superiore ai 100 mw (equivalente a 20 dbm). Viene definito come Radio Local Area Network (di seguito denominate Radio LAN" o R-LAN ) un sistema di comunicazioni in rete locale mediante radiofrequenze che utilizza apparati a corto raggio secondo

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO POLITECNICO DI MILANO "Digital forensics: un terreno di incontro tra diritto e informatica" DIPARTIMENTO ELETTRONICA E INFORMAZIONE Sala Seminari, 19 maggio 2008 Normativa europea di riferimento: Consiglio

Dettagli

LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN I REATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE. Lexellent via Borghetto 3 - Milano 25 marzo 2015 Avv.

LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN I REATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE. Lexellent via Borghetto 3 - Milano 25 marzo 2015 Avv. LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN I REATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE Lexellent via Borghetto 3 - Milano 25 marzo 2015 Avv. Marco Giangrande LA SENTENZA Registrazione di comunicazioni e videoriprese

Dettagli

PARTE SPECIALE SEZIONE XI DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO

PARTE SPECIALE SEZIONE XI DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO PARTE SPECIALE SEZIONE XI DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO INDICE 1. FATTISPECIE EX ART.25-BIS.1 D.LGS. 231/01 2. PRINCIPI DI COMPORTAMENTO 3. PRINCIPI GENERALI DI CONTROLLO 4. AREE A RISCHIO

Dettagli

LEGGE 15 febbraio 1996 n. 66. NORME CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE. (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 1996 n. 42 ) Art. 1.

LEGGE 15 febbraio 1996 n. 66. NORME CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE. (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 1996 n. 42 ) Art. 1. LEGGE 15 febbraio 1996 n. 66 NORME CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE. (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 1996 n. 42 ) Art. 1. 1. Il capo I del Titolo IX del libro secondo e gli articoli 530,

Dettagli

DELITTI CONTRO L INDUSTRIA ED IL COMMERCIO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE K

DELITTI CONTRO L INDUSTRIA ED IL COMMERCIO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE K MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 DI CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE K DELITTI CONTRO L INDUSTRIA ED IL COMMERCIO 1 IL RISCHIO SPECIFICO DEI

Dettagli

Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE

Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE Art. 600 Riduzione in schiavitù Chiunque riduce una persona in schiavitù, o in una condizione analoga alla schiavitù, è punito con

Dettagli

Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni

Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni prof. Monica Palmirani Definizione del problema Problema

Dettagli

Modifiche al codice penale ex legge 190/2012

Modifiche al codice penale ex legge 190/2012 Modifiche al codice penale ex legge 190/2012 Art. 32 quaterc.p. Casi nei quali alla condanna consegue la incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. Testo previgente Ogni condanna per i

Dettagli

UTILIZZO DI INTERNET/CELLULARE e RISCHI DI REATO

UTILIZZO DI INTERNET/CELLULARE e RISCHI DI REATO BULLISMO: Relazione tra ragazzi non di pari forza nella quale avvengono ripetute vessazioni di tipo verbale (prese in giro, insulti, offese, minacce), psicologiche (esclusioni sistematiche dal gruppo,

Dettagli

Richiesto di esprimere motivato parere riguardo al seguente quesito

Richiesto di esprimere motivato parere riguardo al seguente quesito Milano (MI), lì 03 dicembre 2015 Spett.le Ordine Assistenti Sociali Liguria Via Bensa 2/5a - 16124 Genova C.F. 95040780108 Oggetto: parere pro veritate in ordine alla legittimità delle registrazioni audio,

Dettagli

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS POLIZIA GIUDIZIARIA E AUTORITA GIUDIZIARIA PER TRATTARE

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Sommario 1.Le fattispecie di Reati Presupposto (Artic 25 bis 1 D lgs 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole

Dettagli

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Testo adottato con delibera del Consiglio

Dettagli

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 PROTOCOLLO DI COMPLIANCE 7 PREVENZIONE DAI REATI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI APPROVATO ED ADOTTATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI LE FONTI DIRETTE: CIO CHE IL CRONISTA VEDE (O APPRENDE DIRETTAMENTE: testimonianze, documenti...) INDIRETTE: CIO CHE IL GIORNALISTA APPRENDE (PER

Dettagli

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE . DEONTOLOGIA PROFESSIONALE Moderna definizione della DEONTOLOGIA Strumento di informazione e guida permanente nell esercizio professionale, diretto sin dalla preparazione universitaria a realizzare una

Dettagli

ACQUISTA SOFTWARE SPYPHONE PER CELLULARE SPIA

ACQUISTA SOFTWARE SPYPHONE PER CELLULARE SPIA ACQUISTA SOFTWARE SPYPHONE PER CELLULARE SPIA Versione Professional v9.4 595,00 Modelli Compatibili: 1 / 6 NOKIA: 3250, 5228, 5230, 5233, 5235, 5250, 5320, 5500, 5530, 5630, 5700, 5730, 5800, 6110, 6120,

Dettagli

Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone

Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone Prot. n. 4668/A-2 Frosinone, 15 luglio 2015 Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole. Grosseto, 17 giugno 2011

NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole. Grosseto, 17 giugno 2011 NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole Grosseto, 17 giugno 2011 Nuove Tecnologie e processo penale: Il dialogo processuale, la ricerca e la circolazione probatoria, il dibattimento stanno mutando. Sono

Dettagli

IITALIAN PENAL CODE. Per il solo fatto di partecipare all'associazione [c.p. 115], la pena è della reclusione da uno a cinque anni [c.p. 29, 32] (3).

IITALIAN PENAL CODE. Per il solo fatto di partecipare all'associazione [c.p. 115], la pena è della reclusione da uno a cinque anni [c.p. 29, 32] (3). IITALIAN PENAL CODE Art. 416 Codice Penale. Associazione per delinquere. 416. Associazione per delinquere (1). Quando tre o più persone si associano allo scopo di commettere più delitti [c.p. 576, n. 4],

Dettagli

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it 15 Novembre 2006 INDICE 1 Indice 1 Il Computer Crime 2 1.1 Il Panorama Europeo....................... 2 1.2 Il Panorama

Dettagli

CODICE PENALE LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE. TITOLO IX-BIS Dei delitti contro il sentimento per gli animali

CODICE PENALE LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE. TITOLO IX-BIS Dei delitti contro il sentimento per gli animali CODICE PENALE LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO IX-BIS Dei delitti contro il sentimento per gli animali Art. 544-bis Uccisione di animali Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona

Dettagli

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili.

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Da questo principio deriva, per tutti gli operatori sanitari,

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 PARTE SPECIALE H DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 25 maggio 2012

Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 25 maggio 2012 Robert Bosch S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, N. 231 PARTE SPECIALE H: REATI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Procedura per la gestione della sicurezza per i reati contro la personalità individuale

Procedura per la gestione della sicurezza per i reati contro la personalità individuale Procedura per la gestione della sicurezza per i reati contro la personalità Approvato da: Funzione Cognome e Nome Data Firma per approvazione Presidente del CdA RSPP Soc. di consulenza Verificato da::

Dettagli

ELENCO DEI REATI PRESUPPOSTO

ELENCO DEI REATI PRESUPPOSTO ELENCO DEI REATI PRESUPPOSTO (ALLEGATO DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ADOTTATO DAL FONDO FOR.TE. AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, n. 231) INDICE 1. PREMESSA... 3 2.

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE-E Delitti Informatici e trattamento illecito dei dati

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE-E Delitti Informatici e trattamento illecito dei dati Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE-E Delitti Informatici e trattamento illecito dei dati Adozione con delibera Consiglio di Amministrazione del 15 Aprile 2009

Dettagli

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01. PARTE SPECIALE D : I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI. La presente Parte Speciale, dedicata alla prevenzione dei reati

Dettagli

FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI

FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI Il D.Lgs. 231/01 ha recepito con la Legge n. 48, art.7, del 18 marzo 2008, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 80 del 4 aprile 2008,

Dettagli

MANUALE D USO JAVA. Manuale d uso Versione 2.10-beta. Copyright 2010 - All rights reserved.

MANUALE D USO JAVA. Manuale d uso Versione 2.10-beta. Copyright 2010 - All rights reserved. MANUALE D USO JAVA Manuale d uso Versione 2.10-beta Copyright 2010 - All rights reserved. Manuale d uso versione 2.10-beta - Copyright 2010 - All rights reserved Introduzione Questo manuale è rivolto a

Dettagli

di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli

di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli L ANZIANO MALTRATTATO NEL CONTESTO FAMILIARE. OBBLIGHI E DOVERI DELL ASSISTENTE SOCIALE di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli Studi didip

Dettagli

Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della

Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della standby! È possibile installare due SIM GSM e permettere loro l entrambi

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di 1 SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di controllo del settore doganale. Il nuovo testo è stato

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 Parte Speciale 5

Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 Parte Speciale 5 Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 Parte Speciale 5 Delitti informatici e trattamento illecito di dati (articolo 24-bis) Indice 1. LE FATTISPECIE DI REATO EX ART.

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 DI CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI 1 IL RISCHIO SPECIFICO DEI DELITTI INFORMATICI (ART.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5668 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Modifiche agli articoli 624, 624-bis e 625 del codice penale, concernenti le pene

Dettagli

REATI SOCIETARI ALLEGATO 3

REATI SOCIETARI ALLEGATO 3 ALLEGATO 3 REATI SOCIETARI 1. False comunicazioni sociali Art. 2621 c.c. Salvo quanto previsto dall articolo 2622, gli amministratori, i direttori generali, i dirigenti preposti alla redazione dei documenti

Dettagli

Istruzioni per l'uso. woistwer24app. Symbian OS 60 5. Generation Android (2.1 e 2.2)

Istruzioni per l'uso. woistwer24app. Symbian OS 60 5. Generation Android (2.1 e 2.2) Istruzioni per l'uso woistwer24app Symbian OS 60 5. Generation Android (2.1 e 2.2) pagina 1 di 17 Indice 1 Introduzione... 3 2 Scegliere l'hardware e il software e installazione... 4 Acquistare il software

Dettagli

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project IL MANUALE È AD USO ESCLUSIVO DEI CORSISTI: NE È VIETATA LA RIPRODUZIONE 1 Il D.Lgs. 231/01 Il D.Lgs.

Dettagli

D. Lgs. 231/2001. Catalogo dei reati presupposto. aggiornato a agosto 2011. Riferimento d.lgs. 231/01

D. Lgs. 231/2001. Catalogo dei reati presupposto. aggiornato a agosto 2011. Riferimento d.lgs. 231/01 D. Lgs. 231/2001 Catalogo dei reati presupposto aggiornato a agosto 2011 Riferimento Art. 24 Art. 24 Art. 24 Art. 24 Art. 24 Art. 316-bis c.p. (Malversazione a danno dello Stato) Art. 316-ter c.p. (Indebita

Dettagli

La violazione del marchio

La violazione del marchio +39.06.97602592 La violazione del marchio Le Sanzioni previste in tema di marchi d impresa Le sanzioni comminate a seguito delle violazioni previste in tema di marchi sono disciplinate dal codice civile,

Dettagli

REATI INFORMATICI Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico

REATI INFORMATICI Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico REATI INFORMATICI Le reti telematiche non sono spazi virtuali senza regole, sottoposti ad una sorta di extraterritorialità: le norme che ne regolamentano il funzionamento sono, infatti, sempre più numerose.

Dettagli

Particolarità di alcuni trattamenti: Dott. Daniele Gombi

Particolarità di alcuni trattamenti: Dott. Daniele Gombi Particolarità di alcuni trattamenti: Videosorveglianza, Marketing, Mobile Device Dott. Daniele Gombi ALCUNI DATI 20.000.000000 000 smartphone stimati in Italia +52% Rispetto al 2010 77% utenti che li usano

Dettagli

Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri. Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento.

Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri. Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento. Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento.it 1 Soggiorno per motivi di protezione sociale. (Legge 6 marzo

Dettagli

TABELLA REATI/ILLECITI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITA' EX D.LGS. 231/01, CON RIFERIMENTI LEGISLATIVI E SANZIONI (Rev. 19 del 14/06/2015)

TABELLA REATI/ILLECITI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITA' EX D.LGS. 231/01, CON RIFERIMENTI LEGISLATIVI E SANZIONI (Rev. 19 del 14/06/2015) ART. (Malversazione a danno dello Stato o di altro ente pubblico) Chiunque, estraneo alla pubblica amministrazione, avendo ottenuto 24 dallo Stato o da altro ente pubblico o dalle Comunità europee contributi,

Dettagli

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza il 18 ottobre 2013

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza il 18 ottobre 2013 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1119 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del deputato COSTA (V. stampato Camera n. 925) approvato dalla Camera dei deputati il 17 ottobre 2013 Trasmesso dal Presidente

Dettagli

MANUALE UTILIZZATORE ED ELENCO COMANDI PER LA GESTIONE DELLE PERIFERICHE NITRO GPRS/SMS FW V1.3 O SUPERIORE CON CELLULARI NOKIA E PALMARI

MANUALE UTILIZZATORE ED ELENCO COMANDI PER LA GESTIONE DELLE PERIFERICHE NITRO GPRS/SMS FW V1.3 O SUPERIORE CON CELLULARI NOKIA E PALMARI MANUALE UTILIZZATORE ED ELENCO COMANDI PER LA GESTIONE DELLE PERIFERICHE NITRO GPRS/SMS FW V1.3 O SUPERIORE CON CELLULARI NOKIA E PALMARI Data Rilascio: Giugno 2008 Versione: 2.1 SPEKTRA S.R.L. via pavia

Dettagli

Direzione. Ordine di servizio n 131/C. Firenze, 31/07/2004. Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo.

Direzione. Ordine di servizio n 131/C. Firenze, 31/07/2004. Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo. Direzione Ordine di servizio n 131/C Firenze, 31/07/2004 Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo Loro sedi Oggetto: Legge 20/07/2004 n. 189. Disposizioni concernenti il divieto

Dettagli

FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, per le Informazioni e per la Sicurezza

FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, per le Informazioni e per la Sicurezza IN COLLABORAZIONE CON IL CENTRO STUDI DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE DI ROMA ORGANIZZA IL I CORSO BASE PER COLLABORATORI INCARICHI INVESTIGATIVI ELEMENTARI (C.I.I.E.) SEDE DEL CORSO AREA NORD : BOLOGNA

Dettagli

REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA. Hanno contribuito

REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA. Hanno contribuito Responsabilità degli amministratori in ambito penale tipologie di reati specifici per le società quotate in borsa REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA a cura di Margherita Gardi per il

Dettagli

Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono

Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono Con la legge n. 189/2004 è stato introdotto nel Codice Penale il TITOLO IX-BIS DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI il quale modifica

Dettagli

La legionellosi nelle strutture ad uso collettivo: Aspetti giuridico legali in tema di responsabilità

La legionellosi nelle strutture ad uso collettivo: Aspetti giuridico legali in tema di responsabilità La legionellosi nelle strutture ad uso collettivo: Aspetti giuridico legali in tema di responsabilità Dott. Giovanni Valdinoci Ordinanza Comune di Cesenatico prot.n. 37311 del 20.12.2012 Oggetto: Recepimento

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO 1 AUTOSTRADA BRESCIA VERONA VICENZA PADOVA S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi dell art. 6, 3 comma, del Decreto Legislativo

Dettagli

PARTE SPECIALE F DELITTI CON LA PERSONALITA INDIVIDUALE

PARTE SPECIALE F DELITTI CON LA PERSONALITA INDIVIDUALE PARTE SPECIALE F DELITTI CON LA PERSONALITA INDIVIDUALE 1 PARTE SPECIALE F DELITTI CONTRO LA PERSONALITA INDIVIDUALE 1. Le fattispecie di delitti contro la personalità individuale richiamate dal d.lgs.

Dettagli

ALLEGATO A ELENCO REATI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI EX D.

ALLEGATO A ELENCO REATI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI EX D. ALLEGATO A ELENCO REATI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI EX D. Lgs. 231/2001 1 INDICE Art. 24 Reati contro il patrimonio della Pubblica Amministrazione... 5 Truffa

Dettagli

Delitti contro l attività giudiziaria

Delitti contro l attività giudiziaria Capitolo II Delitti contro l attività giudiziaria SOMMARIO: 2.1. Generalità. 2.2. Nozione di pubblico ufficiale. 2.3. Nozione di incaricato di pubblico servizio. 2.4. Nozione di esercente un servizio di

Dettagli

I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK

I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK - ingiuria (art.594 c.p.) - diffamazione (art. 595 c.p.) - sostituzione di persona (art.494 c.p.) - violazione della Privacy (Legge 196/2003)

Dettagli

Qualità e sicurezza. Anomalie

Qualità e sicurezza. Anomalie Qualità e sicurezza I requisiti di qualità e sicurezza sono contigui: i primi determinano l efficacia dei processi in condizioni di esercizio ordinario i secondi assicurano il raggiungimento dei risultati

Dettagli

Informazioni sul prodotto

Informazioni sul prodotto Informazioni sul prodotto Aprile 2004 Aftersales/Accessori/Comunicazione mobile/autotelefoni PI: SZ_014_03_04 Note sulla predisposizione telefono cellulare con interfaccia Bluetooth (optional 644) per

Dettagli

DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY

DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY 1.- Premessa 1.1 L applicazione "DoEatBetter" (di seguito, indicata anche come l App ) è di proprietà di Do Eat Better S.r.l.s. (di seguito, indicata anche come

Dettagli

Con un bonifico da qualsiasi banca o Banco Posta utilizzando le seguenti coordinate:

Con un bonifico da qualsiasi banca o Banco Posta utilizzando le seguenti coordinate: FAQ LOTTOMATICARD 1- Cos è la Carta Lottomaticard? 2- Dove e come posso acquistarla? 3- Quanto costa? 4- Come posso ricaricare la carta? 5- Dove posso controllare il saldo ed i movimenti della mia carta?

Dettagli

Attivazione di un telefono Android

Attivazione di un telefono Android ISTRUZIONI SOFTWARE ANTI FURTO CELLULARE SICUREZZA PERSONALE Il software nasce per avere una copia di tutti i dati, conversazioni, sms, mms, e dati gps su un server per poterli visualizzare sul web nel

Dettagli

Samsung Galaxy ACE con SpyPhone Avanzato/Professional. Cellulari Spia. Samsung Galaxy ACE con Software SpyPhone Avanzato/Professional 1 / 5

Samsung Galaxy ACE con SpyPhone Avanzato/Professional. Cellulari Spia. Samsung Galaxy ACE con Software SpyPhone Avanzato/Professional 1 / 5 Cellulari Spia Samsung Galaxy ACE con Software SpyPhone Avanzato/Professional 1 / 5 750,00 (IVA Compresa) Cellulare spia Samsung Galaxy ACE nuovo, imballato, con garanzia, fornito in KIT assieme al Software

Dettagli

LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN

LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN LE INCHIESTE DELL ISPETTORE GRANDE GIAN I REATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE Avv. Sergio Barozzi Prof. Paolo Aldrovandi Avv. Serena Muci Avv. Marco Giangrande Lexellent via Borghetto 3 - Milano 25 marzo

Dettagli

Codice Penale art. 437

Codice Penale art. 437 Codice Penale art. 437 TITOLO VI Dei delitti contro l'incolumità pubblica Dei delitti di comune pericolo mediante violenza Rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro. [I]. Chiunque

Dettagli

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI Realizzazione di programmi di formazione e di servizi a favore del personale finanziati con contributi pubblici Area di attività a rischio diretto con riferimento ai Corruzione pubblica 1 Truffa in danno

Dettagli

I reati informatici (appunti) Maggio 2010

I reati informatici (appunti) Maggio 2010 Massimo Farina I reati informatici (appunti) Maggio 2010 Diritti d autore: la presente opera è realizzata esclusivamente per finalità didattiche nell ambito degli insegnamenti di Informatica Giuridica

Dettagli

Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure. di Antonio Iorio

Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure. di Antonio Iorio Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure di Antonio Iorio Benefici: Riduzione delle sanzioni amministrative relative all omessa compilazione del quadro RW (art. 5-quinquies, comma 2 del D.L.

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli