CURRICULUM COOPERATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM COOPERATIVA"

Transcript

1 0

2 CURRICULUM COOPERATIVA 1

3 DATI AMMINISTRATIVI Atto costitutivo Notaio Concetta Priore 17 marzo 1994 La Spezia Ragione Sociale: Ma.Ris. Cooperativa Sociale Presidente: Dott. Antonio Maria De Giovanni Vice-Presidente: Sig. Salvatore Masiello Direttore Generale: Rag. Fabrizio Augello Codice Fiscale e Partita I.V.A.: Iscrizione al Registro delle Imprese di La Spezia: n (dal 1994) Numero di iscrizione C.C.I.A.A. La Spezia: R.E.A Numero di iscrizione C.C.I.A.A. Genova: R.E.A Iscrizione al Registro Prefettizio della Provincia di La Spezia: Sezione mista n 68, Sezione Coop. Soc. n 11 Iscrizione all Albo Regionale delle Cooperative Sociali: Sezione A/B n 41 Iscrizione all Albo delle Cooperative: n A

4 Sede Legale: Via Tommaseo, La Spezia Telefono: , Fax: Sede Amministrativa: Via Peschiera, 9/A Genova Telefono: Fax: Sito Internet: Sedi Operative: Via al Molo Giano Genova Attività settore portuale Genova. Via del Molo, La Spezia - Attività settore igiene e decoro urbano e verde Golfo della Spezia. Via Cisa, 6/C Sarzana (SP) - Attività settore Igiene e decoro Urbano e verde Val di Magra e Aulla. Via Arzelà, 7 c/o Leclerc-Conad Santo Stefano Magra (SP) - Attività settore pulizie La Spezia. 3

5 PERSONALE PERSONALE AL 31/12/2011 Personale comprensivo di soci e dipendenti: n 364 Soci lavoratori: n 193 Soci lavoratori svantaggiati: n 65 Lavoratori svantaggiati dipendenti: n 48 Dipendenti: n 166 Collaboratori stabili: n 5 Borse lavoro attive: n 18 4

6 ATTESTAZIONI ALBO AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI SENZA VINCOLI E LIMITI Provincia della Spezia - Numero di iscrizione SP S Posizione meccanografica d'archivio D9VNUS Preposto: Fabrizio Augello (trasporti nazionali) ATTESTAZIONE SOA Attestazione n 6576/16/00 Categ. OG1-Classe II Categ. OS24 Classe II ALBO PER IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DERATIZZAZIONE E SANIFICAZIONE N 274 del 10/11/1997 Provincia SP Fasce di Classificazione delle Imprese di Pulizia Fascia E - Volume d'affari ACCREDITAMENTO REGIONE LIGURIA Comunità Terapeutiche di Pitelli(SP) Delibera n del 07/12/2006 Comunità Terapeutiche di Isola Del Cantone(GE) Delibera n 288 del 22/03/2007 Struttura riabilitativa intermedia (SRI) La Spezia Delibera n 664 del 21/05/2009 ALBO ENTI AUSILIARI REGIONE LIGURIA Delibera Regionale n.5256 del 19/12/1997 modifica Decreto Giunta Regionale n 1282 del 01/06/2005 Struttura riabilitativa intermedia (SRI) di La Spezia Albo Enti Ausiliari decreto n 1272 del 23/05/2007 ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Raccolta e trasporto rifiuti per conto proprio ai sensi dell'articolo 212 comma 8 del D.Lgs 3 aprile 2006 N 152 Raccolta e trasporto rifiuti per conto terzi: 5

7 6

8 CERTIFICAZIONI CERTIFICAZIONE QUALITA' Certificazione n 17035/07/S Sincert RINA Sistema 9001: Gestione Qualità ISO CERTIFICAZIONE AMBIENTALE Certificazione n EMS-2906/S Sistema Gestione Ambie ntale ISO 14001:2004 CERTIFICAZIONE ETICA Certificazione SA N 832 Sistema Gestione Etica SA 8000:2008 CERTIFICAZIONE SICUREZZA Certificazione OHSAS n 829 Sistema Gestione Sicu rezza BS OHSAS 18001:2007 7

9 MISSION La Cooperativa sociale ha lo scopo di perseguire l interesse generale della comunità alla promozione umana e all integrazione sociale dei cittadini. La definizione di Cooperativa Sociale, richiamata più volte nello statuto e nel regolamento interno di Ma.Ris, è da sempre fonte d ispirazione per la cooperativa, che da fin dall inizio ha orientato le proprie strategie d azione allo scopo di: Migliorare la qualità della vita, privilegiando la persona e la sua unicità. Ma.Ris. Cooperativa sociale, nello sviluppare la propria azione sul territorio provinciale e non, si propone di cambiare in meglio la qualità della vita sostenendo l individuo e la sua unicità. Concorre perciò al benessere della collettività, attraverso un concetto di lavoro, fondato su relazioni capaci di valorizzare l identità e la soddisfazione del singolo. Partecipare attivamente alla costruzione d innovativi modelli di welfare comunitario. Ma.Ris. Cooperativa sociale si propone di prender parte attivamente, attraverso le più ampie sinergie, alla realizzazione di avanzati modelli di welfare comunitario, favorendo lo sviluppo territoriale di occupazione qualificata e da qualificare, nel rispetto dei principi sociali e dell identità imprenditoriale. Promuovere la dignità sociale, lavorativa ed economica. Ma.Ris. Cooperativa sociale favorisce la dignità sociale, lavorativa ed economica, attraverso un azione di solidarietà e tutela, anche normativa, dei propri soci, verso i quali si adopera per migliorarne le condizioni personali e lavorative. Valorizzare le risorse umane e le autonome capacità imprenditoriali Ma.Ris. Cooperativa sociale si impegna a potenziare le risorse umane attraverso la costante attenzione alla crescita personale e lavorativa, garantita da un accurata attività formativa incentrata sulla responsabilità soggettiva ed organizzativa (collettiva). Autonomia e indipendenza si mescolano offrendo la possibilità a ciascun individuo di poter 8

10 condividere in Cooperativa una gestione trasparente e partecipata, valorizzando le capacità imprenditoriali individuali e favorendo la progettualità, la professionalità e la solidarietà. Questi punti sono esplicativi del fatto che la prima dimensione della cooperativa è mirata al recupero e al reinserimento sociale e lavorativo di soggetti, che vivono la propria esperienza di vita in un contesto di disagio; mentre la seconda è rivolta alla comunità e al mercato, con il proposito di penetrare e permanere nel tessuto sociale attraverso una realtà insieme mutualistica ed imprenditoriale. Tutto ciò rappresenta una vera e propria sfida ; la Cooperativa promuove e incentiva lo sviluppo di sinergie con le altre realtà di settore (cooperative e consorzi), con le strutture territoriali pubbliche, quali servizi sociali, Ser.T. ed associazioni non-profit in genere, attraverso l adozione degli strumenti tecnici e gestionali caratterizzanti l impresa sociale moderna. Verificare le esigenze del mercato, programmare e diversificare l offerta dei servizi, promuovere la propria immagine come realtà di prestazione: sono queste le principali linee direttrici lungo le quali si muove Ma.Ris., con la consapevolezza di chi vuole portare la dimensione solidaristica nel mercato, per non dimenticare la propria natura sociale originaria. Lo slogan di Ma.Ris, verso l individuo, verso la società, sottolinea fortemente la voglia e la capacità di comprendere i bisogni di una collettività in costante divenire, con particolare attenzione alle fasce più deboli della società. Ma.Ris. Cooperativa sociale offre servizi diversificati assicurando innovazione, professionalità e qualità delle prestazioni. 9

11 LA NOSTRA STORIA IN BREVE 1994 Comune di Follo: Pulizia e manutenzione aree verdi Ritiro ingombranti 1995 Comune della Spezia Servizio di biglietteria e stewart Stadio Spezia Calcio Pulizia di condomini Comune di Follo: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi e ritiro ingombranti Comune si Serra Riccò: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi 1996 Comune della Spezia Pulizia e manutenzione scalinate comunali Sfalcio e pulizia dei canali scoperti comunali in ATI con Cooperativa Sociale Lunezia di Mulazzo (MS) Pulizia di condomini Comune di Follo: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi ritiro ingombranti Comune si Serra Riccò: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi 1997 Comune della Spezia Pulizia e manutenzione scalinate comunali 10

12 Sfalcio e pulizia dei canali scoperti comunali in ATI con Cooperativa Sociale Lunezia di Mulazzo (MS) Pulizia di condomini Comune di Lerici : Pulizia e manutenzione aree verdi Comune di Follo: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi ritiro ingombranti Comune si Serra Riccò: gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi Custodia e manutenzione del Parco Storico Villa Serra di Comago Comune di Ronco Scrivia : gestione lella pulizia e manutenzione aree verdi 1998 Comune della Spezia Potenziamento attrezzatura e sede Avvio settore edilizio a Genova 1999 Comune della Spezia Pulizia e manutenzione scalinate comunali Sfalcio e pulizia dei canali scoperti comunali in ATI con Cooperativa Sociale Lunezia di Mulazzo (MS) Pulizia di condomini 2000 Apertura alla Spezia del negozio Orologica My Watch in collaborazione con la cooperativa Orologica Pulizia e manutenzione scalinate comunali Sfalcio e pulizia dei canali scoperti comunali in ATI con Cooperativa Sociale Lunezia di Mulazzo (MS) Avvio del Progetto Natura e Lavoro per reinserimento ex tossicodipendenti Ingresso Nel Consorzio PROMOS della Spezia, per cooperative di tipo A e B; consorzio provinciale Ingresso Nel Consorzio PROGETTO LIGURIA LAVORO della Spezia, per cooperative di tipo A e B; consorzio provinciale 11

13 2001 Acquisizione certificazione SOA per applati pubblici nel verde categoria OG 1 Ampliamento Progetto Natura e Lavoro per reinserimento ex tossicodipendenti in collaborazione con ASTER di Genova Gestione stagionale parcheggio comunale di Moneglia Avvio Progetto EQUAL GEP 2001, per reinserimento soggetti che vivono situazioni di disagio personale e sociale 2002 Comune di Lerici: gestione aree verdi Servizio di supporto logistico in manifestazioni culturali, attraverso Consorzio Promos Gestione area ecologica per conto di C.I.S. Consorzio impianti e servizi Gestione stagionale parcheggio comunale con aggiunta gestione biglietteria e punto di informazione turistico a Moneglia Servizio di Pulizie condomini ARTE di Genova, attraverso Consorzio Progetto Liguria Lavoro 2003 Affitto dei rami di azienda della Associazione Quadrifoglio, riguardanti la gestione delle comunità terapeutiche residenziali di Isola del Cantone (GE) e Pitelli (SP) con avvio trattativa di acquisto terreni Sviluppo settore logistica e facchinaggio sul territorio di Genova con assegnazione di Commesse da parte della Società Autoportuale Genovese e DistriPark di Voltri (GE) 2004 Acquisto dei rami di azienda della Associazione Quadrifoglio, riguardanti la gestione delle comunità terapeutiche residenziali di Isola del Cantone (GE) e Pitelli (SP) Acquisto dell immobile ove risulta ubicata la Comunità Terapeutica Residenziale di Isola del Cantone (GE) Apertura Casa Alloggio sulla Spezia, per reinserimento soggetti provenienti da percorsi di recupero Avvio Progetto SIR, tramite Agenzia Servizi Integrati per gli Inserimenti Lavorativi, per la lotta alla droga Ampliamento dei Servizi con ACAM LA SPEZIA; con aggiunta del servizio lavaggio e ingrassaggio mezzi sede Pomara, spazzamento strade zone rivierasche e parte ponente della città e Portovenere Partecipazione attiva alla costruzione di n 6 pala zzine con lavorazioni commissionate dalla Cooperativa edile UNIECO Acquisizione servizio pulizie presso ISFORCOOP di Genova e La Spezia, oltre pulizie condominiali nei Comuni di Follo e Ceparana 12

14 Conclusione Progetto EQUAL GEP 2001, per reinserimento soggetti che situazioni di disagio personale e sociale vivono Avvio del Progetto EQUAL ESSERE, per reinserimento soggetti provenienti da situazioni carcerarie 2005 Ampliamento dei servizi con ACAM DELLA SPEZIA, con gestione delle aeree ecologiche e zona di spazzamento Avviamento progetti lavorativi per disabili in collaborazione ASL 5 Spezzino da inserire settore gestione giardini pubblici comunali Acquisizione servizio fronte office presso pubblici uffici e musei del Comune della Spezia 2006 Accreditamento della Casa Alloggio con la Regione Liguria per sede in Via Bologna 368 Alla Spezia 2007 Avvio collaborazione con Consorzio OMNIA & CO Aggiudicazione gara per pulizia centro commerciale La Fabbrica di Santo Stefano Magra Aggiudicazione pulizia canaloni Comune di Sarzana, in sostituzione alla commessa pulizia canaloni comune della Spezia Ammissione come soci nel Consorzio Ulisse operante nel porto di Genova per servizi alle imprese Acquisizione certificazione qualità ISO 9001 con RINA SpA 2008 Avvio collaborazione con Comuni di Vezzano Ligure Levanto e Bolano con assorbimento attività e personale della ditta Beight Acquisizione servizi raccolta ingombranti e pulizia piazzole per Comune della Spezi<, Portovenere e Riomaggiore Ampliamento settore servizi alle aziende in ambito portuale con acquisizione nuovi clienti (San Giorgio del Porto, Mariotti, Viacava, ecc) Consorzio OMNIA & CO Iscrizione dell azienda senza vincoli e limiti nell albo traportatori di cose e persone 13

15 2009 Avvio collaborazione con Comune di Levanto per pulizia, spazzamento strade cittadine, raccolta ingombranti, carta, cartoni e plastica, gestione aeree ecologiche, servizio lavaggio mezzi Ampliamento servizi ACAM per raccolta plastica nella città della Spezia e raccolta carta e cartone comuni di Arcola e Vezzano Ligure Assorbimento delle attività della ditta Rosa dei Venti per salvataggio, sorveglianza, pulizia e manutenzione spiagge 2010 Apertura Casa Alloggio a Genova, per reinserimento soggetti provenienti da percorsi di recupero Acquisizione Settore Servizio Preparazione pasti Somministrazione Ristorazione e bar c\o Circolo Ufficiali Esercito Italiano Genova con annesso stabilimento balneare Acquisizione certificazione ambientale ISO con RINA SpA 2011 Acquistati terreni ove risulta ubicata Comunità Terapeutica Residenziale Pitelli (SP) Acquisizione certificazione etica SA 8000 con RINA SpA 2012 Acquisizione certificazione Sicurezza OHSAS con RINA SpA 14

16 SETTORI: SETTORI Settore Logistica e Servizi Portuali Comunità Terapeutica Isola del Cantone (GE) Comunità Terapeutica Pitelli (SP) Settore Portierato Settore Inserimenti lavorativi Casa Alloggio La Spezia Casa Alloggio Genova Comunità per stranieri (Polo) Settore Pulizie civili e industriali Settore Salvataggio e Sorveglianza spiagge Settore Ristorazione Circolo Ufficiali Genova Settore Camere Mortuarie Settore manutenzione verde Settore Igiene e decoro Urbano 15

17 SETTORE A Dal 2003 la Cooperativa Ma.Ris. svolge anche attività appartenenti al Settore A attraverso i servizi socio-assistenziali per il trattamento riabilitativo di soggetti in cui sono riconosciuti disturbi da abuso/dipendenza da alcool e sostanze stupefacenti. Attraverso questa integrazione si è potuto realizzare, in modo organico ed esaustivo, la Mission che la Cooperativa ha da sempre avuto nel proprio progetto sociale e imprenditoriale. PROGETTI TERAPEUTICI Dal 1 gennaio gestione della Comunità Terapeutica Residenziale a Isola del Cantone (Ge), per il recupero di pazienti con problematiche inerenti all assunzione di sostanze stupefacenti e/o alcool. Dal 1 gennaio 2003 gestione della Comunità Terapeutica Residenziale a Pitelli (Sp), per il recupero di pazienti con problematiche inerenti all assunzione di sostanze stupefacenti e/o alcool. Dal 2004 gestione Casa Alloggio della Spezia, per ospitalità a persone che necessitano di uno spazio fra i percorsi prettamente residenziali e il raggiungimento della piena autonomia. Dal 2010 gestione Casa Alloggio a Genova, sull esperienza della Casa Alloggio della Spezia, è stata realizzata una nuova sede che permette il medesimo percorso di reinserimento. Dal 2011 gestione di un Polo di emergenza per stranieri alla Spezia. In sinergia con la Protezione Civile e in convenzione con la Regione Liguria, la Cooperativa ha avviato la gestione di un centro d accoglienza in cui sono ospitati 30/35 soggetti, in attesa di permesso per asilo politico. Le strutture terapeutiche della Cooperativa hanno sempre dato alloggio a persone non italiane, pertanto il personale già in forza in tali sedi, in collaborazione con quello della Protezione Civile, sta ottenendo una buona integrazione, riuscendo a dare una risposta adeguata a quanto richiesto dal territorio e dai singoli soggetti. 16

18 PERSONALE E PROFESSIONALITÀ Per la gestione delle Comunità Residenziali e dei vari progetti, la Cooperativa comprende nel suo organico le seguenti figure professionali: Psicologi Educatori professionali Operatori tecnici Legali Amministrativi PROGETTI DI PREVENZIONE E FORMAZIONE Dal 2006 Unità di Strada, progetto in sinergia con la ASL 5 Spezzina e gli altri Enti Ausiliari del territorio, per la riduzione del danno con la popolazione tossicodipendente, attività di promozione alla salute e prevenzione dei comportamenti a rischio degli adolescenti (progetto ancora in corso). Dal gennaio 2008 al 2011 Progetto Lucciola, progetto per la riduzione del danno derivante dallo sfruttamento della prostituzione. Dal 2008 al 2011 Progetto My-Day, la Cooperativa ha organizzato un percorso d intervento per la prevenzione e l informazione nell ambito dell uso di sostanze, prevedendo un lavoro congiunto con i gestori di locali di aggregazione giovanile. Dal 2008 Progetto My Space, in collaborazione con la ASL 3 Genovese, la Cooperativa si è attivata per la gestione di un centro diurno per adolescenti in difficoltà. Nel corso del 2009 il lavoro si è ampliato, in quanto il personale è stato inserito nelle strutture dei Ser.T., per una maggiore completezza del servizio (progetto ancora in corso). Dal 2009 al 2011 Progetto Patchwork, il nostro personale educativo ha effettuato colloqui e controlli a seguito dell applicazione della legge 49/2006. Dopo la segnalazione della Prefettura, i soggetti possono accedere a un programma terapeutico. 17

19 SETTORE INSERIMENTI LAVORATIVI/ INSERIMENTI SCOLASTICI Inserimenti lavorativi Dal 2003 la Cooperativa ha fatto sempre parte del tavolo per il servizio di reinserimento socio-lavorativo, denominato Progetto SIR alla Spezia. Tale progetto, è nato grazie a finanziamenti dei fondi dei Comuni del territorio spezzino, per l inserimento di soggetti segnalati dai rappresentanti del Comune per i tre distretti socio-sanitari, dalle U.O. Ser.T. del Dipartimento dell Asl 5 e dagli operatori del privato. Il progetto prevede di far sperimentare a soggetti in difficoltà una nuova fase educativa, lavorando sull autonomia e sulla gestione. Nel 2012 Ma.Ris. fa parte del gruppo di progettazione che si è aggiudicato il Progetto RELI, sia su Genova che La Spezia. Il progetto promosso dal Ministero è una prosecuzione del Progetto SIR. A La Spezia è stato ridenominato Progetto SIREL, a Genova Progetto Insieme e sono entrambi comunque rivolti all inserimento di persone svantaggiate. Dalla sua fondazione la Cooperativa riesce ad attuare progetti individuali di inserimento lavorativo, in accordo con i DSM territoriali della Spezia e Genova, con i Comuni della Provincia della Spezia per soggetti conosciuti dal Welfare Municipale, con i Centri per l Impiego del territorio regionale per l attuazione di progetti formativi e di orientamento al lavoro, con l agenzia Italia Lavoro in convenzione con il Ministero di Giustizia e con l agenzia di formazione Is.For.Coop. della Spezia e Genova per la strutturazione di diversificate esperienze professionalizzanti. Dal 2008 al 2011 la Cooperativa è stata parte integrante del Progetto Jonathan, che ha sostenuto, attraverso lo strumento della borsa lavoro, le persone soggette a misura penale e con problematiche correlate a stati di dipendenza o abuso di sostanze. Dal 2009 al 2011 si è allargato il raggio d azione, inerente alla Mission della Cooperativa, attraverso il Progetto Out Look, che ha offerto, attraverso la modalità della borsa lavoro, un inserimento lavorativo graduale e guidato a stranieri, alcuni dei quali sono poi stati stabilizzati in azienda. Dal 2009 al 2011, in collaborazione con la Provincia della Spezia, la Cooperativa ha aderito ai nuovi modelli d integrazione lavorativa, ex Art. 5 della L. 381/91, dando vita al Progetto Ipercritici. 18

20 Inserimenti scolastici Dal 2011 in collaborazione Con l Istituto Alberghiero M. Polo di Genova, è stata attivata una convenzione per gli stage scolastici degli alunni. La Cooperativa ha in forza sia personale lavorativo che educativo, è da considerarsi pertanto un valido ausilio per alunni che, oltre a effettuare esperienze lavorative, necessitano di supporto personale per problematiche individuali e/o familiari. Dal 2011 in collaborazione Con l Istituto Tecnico Commerciale di Genova, è stata attivata una convenzione per gli stage scolastici degli alunni; presso le nostre varie sedi amministrative vengono inseriti, periodicamente, alunni di tale scuola, che possono cosi sperimentare esperienze professionali idonee alla loro formazione scolastica. 19

21 SETTORE B PULIZIA Dal 2003 la Cooperativa ha avviato il settore pulizie, iniziando con piccoli gruppi e riuscendo ad avere attualmente un servizio ben strutturato, sia sul territorio spezzino, sia genovese. Il servizio oggi riesce a fornire soluzioni per esigenze di mansioni più semplici e manuali, come pulizie di condomini, o situazioni più complesse come la pulizia di Centri Commerciali e Ipermercati. La variabilità del servizio è risultata adeguata ai numerosi soggetti che, attraverso strumenti come le borse lavoro e/o gli stage, hanno potuto ri-avvicinarsi al mondo del lavoro e in seguito essere stabilizzati a livello lavorativo nella Cooperativa permettendo il realizzarsi della vera finalità della cooperativa. I maggiori clienti Dal 1997 pulizia di svariati condomini in provincia della Spezia. Dal 2003 servizio di pulizie dell Istituto di Formazione Is.For.Coop di Genova. Dal 2005 servizio di pulizie dell Istituto di Formazione Is.For.Coop della Spezia. Dal 2007 servizio di pulizie dell Ipermercato E. Le Clerc Conad di Santo Stefano di Magra. Dal 2007 servizio di pulizie del Centro Commerciale La Fabbrica di Santo Stefano di Magra. Dal 2007 servizio di pulizie dei locali del Multisala Moderno di Sarzana. Dal 2008 servizio di pulizia degli uffici della sede della Arcola Petrolifera. Dal 2008 servizi di pulizia di alcuni stabili comunali per il Comune di Levanto. Dal 2008 servizi di pulizia di uffici e stabili comunali per il Comune di Vezzano Ligure. Dal 2009 servizi di pulizia di uffici e stabili comunali per il Comune di Monterosso al Mare. Dal 2010 servizi di pulizia presso il Comune di Santo Stefano di Magra. Dal 2010 servizi di pulizia presso il Comune di Sarzana. 20

22 MANUTENZIONE DEL VERDE Il settore del verde è stato uno dei primi avviati dalla Cooperativa, che gradualmente si è ampliato, diventando un punto forte dell azienda. Le attività di tale settore permettono di inserire personale svantaggiato, che all interno di un gruppo di lavoro altamente professionale, può acquisire strumenti di crescita personale da poter utilizzare sia all interno che all esterno della Cooperativa. Le attività del settore manutenzione verde sono: Dal 2004 manutenzione e pulizia degli alvei dei canali del settore orientale della città della Spezia. Dal 2004 servizio di decespugliamento e pulizia delle scarpate lungo le strade della Provincia di Genova. Dal 2005 Lavori di manutenzione della rete dei percorsi e delle aree attrezzate dell Ente Parco Montemarcello-Magra. Dal 2006 manutenzione di parchi, giardini e aree verdi dei Comuni della Spezia, Sarzana, Lerici, Santo Stefano di Magra, Castelnuovo Magra e Bolano. Dal 2006 servizi di sfalcio erba dei bordi stradali e di cantonieraggio dei comuni di Arcola, Framura, Riccò del Golfo e Fosdinovo. Dal 2006 servizio di sfalcio erba nei comuni della Spezia, Sarzana e Lerici realizzati per conto di A.C.A.M. Ambiente S.p.a. Dal 2006 Servizio di pulizie delle cunette delle strade extraurbane del Comune della Spezia realizzati per conto di A.C.A.M. Ambiente S.p.a. Dal 2007 manutenzione delle aree verdi di pertinenza del Liceo Statale Parentucelli e per l Istituto Tecnico Commerciale Arzelà di Sarzana. Dal 2005 manutenzione della rete sentieristica e delle aree di sosta del Parco di Montemarcello-Magra. I maggiori clienti ACAM Ambiente S.p.a. della Spezia Comune della Spezia Comune di Sarzana (La Spezia) Comune di Lerici (La Spezia) Comune di Arcola (La Spezia) 21

23 Comune di Vezzano Ligure (La Spezia) Comune di Santo Stefano Magra (La Spezia) Comune di Castelnuovo Magra (La Spezia) Comune di Ortonovo (La Spezia) Comune di Levanto (La Spezia) Comune di Framura (La Spezia) Comune di Bolano (La Spezia) Comune di Aulla (Massa Carrara) Parco di Monte Marcello IGIENE E DECORO URBANO La Cooperativa ha avviato tale settore iniziando l attività di spazzamento manuale nel Comune della Spezia, affidatogli da ACAM Ambiente S.p.A. della Spezia. Gradualmente la Cooperativa è riuscita ad acquisire altre tipologie di servizi quali: Spazzamento manuale e meccanizzato di vie e strade cittadine Raccolta di rifiuti ingombranti e pulizia delle piazzuole Servizi di lavaggio e ingrassaggio dei mezzi di raccolta rifiuti Servizi di supporto alla gestione di Isole Ecologiche Raccolta e conferimento in piattaforma specializzata di R.A.E.E. Raccolta e conferimento in piattaforma specializzata di Toner I maggiori clienti I servizi vengono svolti, per tramite di Acam Ambiente nei seguenti Comuni: Comune della Spezia Comune di Sarzana Comune di Lerici Comune di Portovenere Comune di Riomaggiore 22

24 Comune di Castelnuovo Magra Comune di Arcola Comune di Vezzano Ligure e direttamente nei seguenti Comuni: Comune di Vezzano Ligure Comune di Levanto Comune di Aulla In collaborazione con altre Cooperative nei seguenti Comuni: Comune di Recco Comune di Bogliasco Comune di Sori Comune di Pieve Ligure FRONT OFFICE E PORTIERATO Sempre con lo scopo di portare avanti la sua mission e ampliare gli orizzonti lavorativi, allo scopo di ottenere un numero sempre maggiore d inserimenti lavorativi, la Ma.Ris. Cooperativa Sociale ha stipulato contratti con vari Enti Pubblici per servizi di Front Office e Portierato. I maggiori clienti Comune della Spezia (Sede Centrale) Comune della Spezia (Sede Servizi Sociali) Museo Amedeo Lia della Spezia Tribunale della Spezia 23

25 LOGISTICA E SERVIZI PORTUALI Dal 2002 la Cooperativa ha rilevato una attività di servizi alle imprese all interno del Settore industriale del porto di Genova avviando una serie di attività con il nostro personale a titolo esemplificativo di: Marineria Carpenteria Meccanica Saldatura Verniciatura Servizio di Pulizia Bacini Parallelamente si svolgono lavori di movimentazione merci presso varie ditte. Dal 2007 la Cooperativa è presente con un attività stabile all interno del porto con dei locali e attrezzature in concessione dall Ente Bacini. Nel 2011 mediante un affitto di azienda la Ma.Ris. Cooperativa Sociale ha rilevato le officine di aggiustaggio della ditta Mecmar in liquidazione, questo, oltre alla possibilità di avviare una nuova attività che permetta di svolgere lavorazioni presso una propria officina e non più presso terzi, come avviene ad oggi, permetterà l acquisizione della Concessione Demaniale. e la Licenza di Attività all interno del settore portuale, l iter burocratico dovrebbe concludersi nel 2012 I maggiori clienti San Giorgio al Porto Cantieri Mariotti General Montaggi Genovesi Leghe Leggere Campanella Amico & Co. Ente Bacini Viacava Stefano e Renato 24

26 CAMERE MORTUARIE Dal 2010 la Cooperativa si è aggiudicata servizio della ASL 3 Genovese per la gestione di tutte le camere mortuarie del territorio genovese, ad eccezione dell Ospedale San Martino. Nel gruppo iniziale di lavoro la Cooperativa ha inserito soggetti svantaggiati, che gradualmente, hanno raggiunto una professionalità adeguata al servizio richiesto. Le camere mortuarie attualmente gestite dalla Ma.Ris. sono presso: ASL 3 Genovese Ospedale Galliera Ospedale Villa Scassi Ospedale Gaslini Ospedale/RSA di Voltri Ospedale di Sestri Ponente Ospedale di Quarto Ospedale di Pontedecimo Ospedale di Arenzano RSA di Campoligure RSA Celesia RSA Rossiglione RSA Pastorino SERVIZIO PREPARAZIONE PASTI RISTORAZIONE BAR Dal 2011 la Ma.Ris. Cooperativa Sociale gestisce il Circolo Unificato dell Esercito Italiano di Genova, comprensivo dello stabilimento balneare sito nel centro della città. Il personale della Cooperativa si occupa di coordinare l intero complesso, la foresteria, il ristorante, ed il bar e al tempo stesso gestire l accoglienza dei soci e l organizzazione di tutte le manifestazioni e le attività ricreative. Nello stabilimento balneare oltre al servizio di ristorante, bar e pizzeria, viene gestita la spiaggia, offrendo sorveglianza e servizio di salvataggio. Oltre ad effettuare ulteriori inserimenti di soggetti 25

27 svantaggiati, in tale settore vengono spesso inseriti alunni di scuole professionali per stage. Il servizio è svolto nelle seguenti sedi: Circolo Unificato dell Esercito Italiano - Genova Stabilimento Balneare dell Esercito Italiano - Genova SORVEGLIANZA SPIAGGE E SALVATAGGIO GESTIONE SPIAGGE Dal 2009 la Cooperativa ha creato questo nuovo settore, stipulando contratti stagionali sia con il pubblico che con i privati. All interno di questo ambito, il personale Ma.Ris. si occupa di tutti quei servizi legati all attività balneare, comprendendo gli stabilimenti, le spiagge libere attrezzate e le piscine, sia pubbliche che condominiali. L organico impiegato si occupa delle varie mansioni, dall allestimento delle strutture balneari, alla gestione del servizio di Sorveglianza e Salvataggio, mettendo così a frutto il brevetto conseguito. Importante in questa attività, il nuovo punto di vista con cui si è intrapresa, ovvero instaurando un rapporto di stretta collaborazione con le Capitanerie di Porto e con le Autorità Comunali, al fine di garantire la massima osservanza delle leggi. L attività di gestione delle spiagge permette alla Cooperativa di affiancare al personale specifico, oltre a persone svantaggiate anche giovani che per la prima volta si affacciano al mondo del lavoro. In aggiunta all impiego di personale brevettato, Ma.Ris. si occupa anche di portare al conseguimento del brevetto chi, tra i propri soci e dipendenti, volesse intraprendere questa mansione, così da attribuire una valenza professionalizzante al settore. I maggiori clienti Comune di Sori Comune di Sestri Levante Comando Militare dell Esercito della Liguria - Genova Bagni Arenella Portovenere (Sp) Bagni La Rotonda Sori (Ge) Bagni Savoia Sori (Ge) 26

Progetti di Inserimento Lavorativo

Progetti di Inserimento Lavorativo Servizi e Lavori Progetti di Inserimento Lavorativo D al 1994, anno di fondazione, la Ma.Ris. Cooperativa Sociale si impegna nel perseguimento della propria mission: riflettere e realizzazione una reale

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI CHE INDIRIZZANO L AZIONE DELLA COOPERATIVA

PRINCIPI FONDAMENTALI CHE INDIRIZZANO L AZIONE DELLA COOPERATIVA LA COOPERATIVA SOCIALE Ma.Ris. nasce nel 1994 per iniziativa di un piccolo gruppo di persone giunte al termine dei propri percorsi di recupero da problematiche di dipendenza da sostanze. Le finalità che

Dettagli

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ Pagina 1 di 7 D.O.C. s.c.s., ai sensi della legge 381/91, è una cooperativa sociale di tipo A, che vede al centro della sua crescita organizzativa i valori cooperativi della centralità della persona, della

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO La Cooperativa sociale ITALCAPPA è consapevole dell importanza e della necessità di avvalersi di un Sistema di Gestione integrato per la qualità, l ambiente,

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGRICOLTURA SOCIALE

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGRICOLTURA SOCIALE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGRICOLTURA SOCIALE Art. 1 - Finalità e oggetto. 1. La Regione del Veneto promuove l agricoltura sociale quale aspetto della multifunzionalità delle attività agricole, per ampliare

Dettagli

Dipartimento salute mentale e dipendenze. Progetto. DOMINO/GREEN (sottoprogetto del progetto IRIS)

Dipartimento salute mentale e dipendenze. Progetto. DOMINO/GREEN (sottoprogetto del progetto IRIS) A.S.L.4 Chiavarese Dipartimento salute mentale e dipendenze Progetto DOMINO/GREEN (sottoprogetto del progetto IRIS) Premessa storica Il progetto Domino, è stato attivato nell aprile 2006, in collaborazione

Dettagli

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi Fondazione Opera Madonna del Lavoro Bilancio di missione 2013 sintesi Missione FOMAL è un Ente Diocesano che opera senza finalità di lucro per la promozione della persona nella società, realizzando attività

Dettagli

LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA

LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA Consegnate alla Commissione agricoltura della Camera dei deputati il 26 aprile 2012 1. Il Forum per una legge nazionale Il Forum

Dettagli

Carta Dei Servizi. Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie. Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2.

Carta Dei Servizi. Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie. Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2. Carta Dei Servizi Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2.0 Pagina 1 Premessa Il presente documento, denominato Carta dei

Dettagli

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE 0 PREMESSA La scienza dei trattamenti galvanici e di verniciatura e le attinenti applicazioni industriali sono relativamente antiche. Il progresso delle conoscenze in campo medico e scientifico ha evidenziato

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it IL CONSORZIO STABILE Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni Agoraa.it indice Cos è un consorzio pag. 4 Il Consorzio Stabile Agoraa pag. 5 Valori pag. 6 Servizi pag. 8 Vantaggi pag.

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA

POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA 01.04 La Politica per la Qualità e per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro definita dalla Direzione contiene

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 Chi siamo Il Forum nasce con l assemblea di Firenze il 21 maggio 2011. Il Forum sta raccogliendo le idealità, il lavoro, le esperienze, maturate in tutta Italia negli ultimi 10

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

Documentazione SGQ SIRQ Lettera Rev. 4 del 01/06/2010

Documentazione SGQ SIRQ Lettera Rev. 4 del 01/06/2010 RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALLEGATA AL CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO DELL ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il P.O.F. dell Istituzione Scolastica, regolarmente predisposto e deliberato

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 INDICE GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza, addestramento Infrastrutture Ambiente di lavoro MANUALE DELLA QUALITÀ Pag.

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 Finalità e strumenti per la realizzazione degli inserimenti lavorativi

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 Finalità e strumenti per la realizzazione degli inserimenti lavorativi REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DI PERSONE CON DISABILITA ATTRAVERSO LE PROCEDURE CONTRATTUALI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Finalità

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione 33 Valentina Croff * Premessa Contenuti e modalità di attuazione La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova Lo scorso mese di aprile il Consorzio Venezia Nuova

Dettagli

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA Progetto organizzativo - gestionale 1. Descrizione del contesto La cooperativa sociale Istituto San Giuseppe e la cooperativa sociale Sant Agostino hanno individuato

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I.

Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I. Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I. 20 MARZO 2007 CONSIDERATO che la sicurezza è un diritto primario dei cittadini da garantire in via prioritaria per assicurare

Dettagli

CONVENZIONE PER PROGETTI DI

CONVENZIONE PER PROGETTI DI CONVENZIONE PER PROGETTI DI Osservazione e Orientamento, Formazione in Situazione, Integrazione Sociale in ambiente lavorativo (Convenzione n del ) Tra L Azienda ULSS 18 Codice Fiscale 01013470297, rappresentata

Dettagli

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 REGIONE LIGURIA TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 INTERVENTI DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E MISURE

Dettagli

Professionalità, qualità dei servizi e valore sociale

Professionalità, qualità dei servizi e valore sociale Professionalità, qualità dei servizi e valore sociale 2 La Cooperativa Sociale Centro di Lavoro S. Giovanni Calabria è stata fondata nel 1975 con l obiettivo di creare un luogo di lavoro per la valorizzazione

Dettagli

Consiglio Regionale della Toscana

Consiglio Regionale della Toscana Consiglio Regionale della Toscana PROPOSTA DI LEGGE n. 35 Istituzione del Servizio civile regionale D iniziativa della Giunta Regionale Agosto 2005 1 Allegato A Istituzione del servizio civile regionale

Dettagli

COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI CARTA DEI SERVIZI COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI VIA C. BATTISTI, 63 98100 MESSINA TEL 090-671464

COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI CARTA DEI SERVIZI COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI VIA C. BATTISTI, 63 98100 MESSINA TEL 090-671464 COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI Messina COMUNITA ALLOGGIO PER DISABILI PSICHICI VIA C. BATTISTI, 63 98100 MESSINA TEL 090-671464 Società Cooperativa Sociale AZIONE SOCIALE P.zza S.Giovanni, 15

Dettagli

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione RATE SERVIZI Srl Via Santa Rita da Cascia, 3-20143 Milano Tel 0287382838

Dettagli

La Bussola. 1. Titolo del progetto. 2. Nuovo progetto - No. 3. Progetto già avviato - Si

La Bussola. 1. Titolo del progetto. 2. Nuovo progetto - No. 3. Progetto già avviato - Si 1. Titolo del progetto La Bussola 2. Nuovo progetto - No 3. Progetto già avviato - Si 4. Se il progetto dà continuità a servizi/strutture già attivati, indicare se amplia l ambito territoriale e/o l utenza

Dettagli

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE.

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE. Procedura Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: HSE 1 Frontespizio TITOLO: Politica

Dettagli

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ GENERALITÀ 1 / 10 Sommario Generalità 1 Politica della Qualità 3 DECALOGO DELLA QUALITÀ 4 Politica Ambientale PREVENZIONE 7 FORMAZIONE CULTURA ED ATTEGGIAMENTO 8 COMUNICAZIONE 8 COLLABORAZIONE CON FORNITORI

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ

SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ Per progetto si intende qualsiasi azione volta al perseguimento

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 2 FINALITA DEL CENTRO

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 2 FINALITA DEL CENTRO REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 1 IDENTITA DEL CENTRO DISABILI E istituito presso i locali di proprietà dell Ipab Manlio Canepa in V.le Vittoria loc. San Terenzo, un Centro diurno per disabili

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Azienda ASL RMB 2) Codice di accreditamento: NZ00156 3) Classe di iscrizione all

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA ROTALIANA KÖNIGSBERG TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA ROTALIANA KÖNIGSBERG, IL COMUNE DI LAVIS, IL COMUNE

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

Residenza per anziani "Le Querce"

Residenza per anziani Le Querce Residenza per anziani "Le Querce" La residenza Nata da una sinergia tra il Comune di Cavenago Brianza e la C.R.M Cooperativa Sociale a r.l., la Residenza «Le querce» è pensata per l assistenza agli anziani

Dettagli

C O M U N E DI N O R M A Piazza I Maggio, 13 04010 Tel. 0773/352808 Fax 0773/354186 www.comunedinorma.it P.I. 00125240598

C O M U N E DI N O R M A Piazza I Maggio, 13 04010 Tel. 0773/352808 Fax 0773/354186 www.comunedinorma.it P.I. 00125240598 C O M U N E DI N O R M A Piazza I Maggio, 13 04010 Tel. 0773/352808 Fax 0773/354186 www.comunedinorma.it P.I. 00125240598 SETTORE 3: POLITICHE SOCIALI E CULTURALI REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO DISABILI

Dettagli

POLITICA INTEGRATA QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA

POLITICA INTEGRATA QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA COMPLETIAMO IL TUO PROCESSO POLITICA INTEGRATA QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA Rifra Masterbatches S.p.A. Via T. Tasso, 8 25080 Molinetto di Mazzano (BS) Tel. +39 030 212171 Fax +39 030 2629757 R.I. 01006560179

Dettagli

ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013

ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013 APPARTAMENTI VERSO L AUTONOMIA ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013 Le politiche Regionali di sostegno all abitare Marzia Fratti Settore Politiche per l integrazione socio-sanitaria e la salute in carcere

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA

SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA COSA È IN PRATICA UN SISTEMA DI GESTIONE? L insieme delle regole e dei processi di funzionamento di un organizzazione. Comprende:

Dettagli

Oltre i 18 anni: Vita, Integrazione ed inclusione sociale nella disabilità psichica. Servizi in rete: l esperienza della Provincia di Genova

Oltre i 18 anni: Vita, Integrazione ed inclusione sociale nella disabilità psichica. Servizi in rete: l esperienza della Provincia di Genova Provincia di Genova Direzione politiche formative e del lavoro Ufficio Inclusione socio-lavorativa Oltre i 18 anni: Vita, Integrazione ed inclusione sociale nella disabilità psichica Seminario ALFaPP Sez.Tigullio

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DEGLI INVALIDI DEL LAVORO TRA L I.N.A.I.L. SEDE DI ROVIGO E LA PROVINCIA DI ROVIGO

PROTOCOLLO D INTESA PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DEGLI INVALIDI DEL LAVORO TRA L I.N.A.I.L. SEDE DI ROVIGO E LA PROVINCIA DI ROVIGO PROTOCOLLO D INTESA PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DEGLI INVALIDI DEL LAVORO TRA L I.N.A.I.L. SEDE DI ROVIGO E LA PROVINCIA DI ROVIGO L I.N.A.I.L. sede di ROVIGO nella persona della Dottoressa Patrizia

Dettagli

Indice. Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento delle attività amministrative e di supporto. ART. 1. Ambito di applicazione

Indice. Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento delle attività amministrative e di supporto. ART. 1. Ambito di applicazione Pag. 1 di 8 Indice ART. 1. Ambito di applicazione ART. 2. Funzioni e compiti del Dipartimento ART. 3. Direttore di Dipartimento ART. 4. L articolazione organizzativa del Dipartimento ART. 5. Funzioni e

Dettagli

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Camst. Il gusto di una bella storia. Camst è tra i più importanti gruppi di ristorazione in Italia ed è interamente costituito da capitale italiano. Nasce

Dettagli

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal.

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal. Chi siamo La Blu Global è una società di servizi in grado di operare su tutto il territorio nazionale, avvalendosi della collaborazione di operatori altamente qualificati. Il nostro obiettivo L obiettivo

Dettagli

LE FINALITA DEL PROGETTO

LE FINALITA DEL PROGETTO AMBITO N 5 LE FINALITA DEL PROGETTO La finalità del progetto è quella di organizzare e realizzare interventi mirati in modo da prevenire stili e comportamento a rischio ed innalzare le capacità di comprensione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Alternanza scuola/lavoro l alternanza non è uno strumento formativo, ma si configura piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria modalità di apprendere PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA

Dettagli

UN MODELLO DI GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATO E LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE. Dott.ssa Federica Gennaro Ente Parco Montemarcello-Magra

UN MODELLO DI GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATO E LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE. Dott.ssa Federica Gennaro Ente Parco Montemarcello-Magra UN MODELLO DI GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATO E LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE Dott.ssa Federica Gennaro Ente Parco Montemarcello-Magra ESPERIENZE IN REGIONE LIGURIA I comune certificato ISO

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO Città di Minerbio Provincia di Bologna LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO Approvato con deliberazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Direzione Scuola e Politiche Giovanili Settore Gestione Servizi per l Infanzia e le Scuole dell Obbligo Via di Francia

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

Allegato "A" alla delibera di Giunta Comunale n. 315 del 30/12/2005

Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n. 315 del 30/12/2005 Allegato "A" alla delibera di Giunta Comunale n. 315 del 30/12/2005 COMUNE DI SASSUOLO (Provincia di Modena) OGGETTO: CONTRATTO DI CONVENZIONE PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI E SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999;

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999; Protocollo d intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato Ministero) e Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (di seguito

Dettagli

Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7

Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7 Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7 I Dirigenti scolastici de: Istituto Statale d Arte F. Mengaroni Pesaro Liceo Classico T. Mamiani Pesaro Liceo Scientifico G. Marconi

Dettagli

D.P.C.M. 10 settembre 1999 (1).

D.P.C.M. 10 settembre 1999 (1). D.P.C.M. 10 settembre 1999 (1). Atto d'indirizzo e coordinamento alle regioni sui criteri generali per la valutazione e il finanziamento di progetti finalizzati alla prevenzione e al recupero dalle tossicodipendenze

Dettagli

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO La rete degli operatori - L.R. 22/2006 Il sistema regionale è composto da

Dettagli

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di:

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: 1. Interventi socio educativi finalizzati al sostegno di minori in affido e/o famiglie affidatarie; 2. Interventi socio educativi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI 79 REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 84 REG./29 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 12/04/2006 LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000

La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 Giorgio Capoccia (Direttore e Responsabile Gruppo di Audit Agiqualitas) Corso USMI 07 Marzo 2006 Roma Gli argomenti dell intervento

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 Definizione degli indirizzi in materia di certificazione di qualità delle imprese che effettuano trasporti di merci pericolose, di derrate deperibili,

Dettagli

Come adottare un Sistema di Gestione ambientale Dott. Giorgio Galotti - Gemini ist Come rendere verde un Ente Locale: dal GPP alla Contabilità ambientale GPP Net Forum Cremona, 11 Maggio 2007 Riferimenti

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI D.P.C.M. 30 marzo 2001: ATTO DI INDIRIZZO E COORDINAMENTO SUI SISTEMI DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ALLA PERSONA PREVISTI DALL ART. 5 DELLA LEGGE 8 novembre 2000, n. 328 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: PER UNA SCUOLA DELL INCLUSIONE 2014 AMBITO D INTERVENTO: Assistenza scolastica agli alunni diversamente abili AMBITO TERRITORIALE: I volontari svolgeranno

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE)

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) 1. Cosa significa gestione ambientale? La gestione ambientale è l individuazione ed il

Dettagli

INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE

INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE CIDIESSE COOPERATIVA SOCIALE R.L. INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE CARATTERISTICHE DELL AZIENDA La CIDIESSE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI EDUCATIVI PER PERSONE DISABILI ULTRADICIOTTENNI

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI EDUCATIVI PER PERSONE DISABILI ULTRADICIOTTENNI Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Comuni di: Rivoli Rosta Villarbasse REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI EDUCATIVI PER PERSONE DISABILI ULTRADICIOTTENNI APPROVATO DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome COLELLA ANNA MARIA Telefono Ufficio 011 Fax Ufficio 011 E-mail istituzionale 011 4322366 011-4325935 Agenziaadozioni-internazionali@regionepiemonteitinternazionali@regionepiemonteit

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO

AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO COMUNE DI NOICÀTTARO (Provincia di Bari) C.A.P. 70016 Tel. 080.4781313 Fax 080.4781298 C.F./P.Iva 05165930727 AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO AVVISO

Dettagli

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Il quadro Istituzionale organizzativo in Regione Veneto Dirigente Regionale Servizi Sociali dott. Mario Modolo

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto:

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto: ENTE 1) Ente proponente il progetto: Ente Capofila: COMUNE DI CELLOLE Enti partecipanti: NZ0316 COMUNE DI PIETRAMELARA NZ007 COMUNE DI MARZANO APPIO NZ0492 CONSORZIO TURISTICO BALNEARE BAIA DOMIZIA NZ04736

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

IL PRESENTE REGOLAMENTO È STATO DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30/11/2010 N. 67

IL PRESENTE REGOLAMENTO È STATO DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30/11/2010 N. 67 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO A COOPERATIVE SOCIALI DI SERVIZI CHE PREVEDONO L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE DI IMPORTO INFERIORE ALLE SOMME STABILITE DALLE DIRETTIVE COMUNITARIE IL PRESENTE

Dettagli

AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI

AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI CARTA D IDENTITÀ DELL AZIENDA Nome azienda * Partita IVA, codice identificativo* Indirizzo* Telefono e Fax* Referente aziendale* E-mail referente aziendale* Settore

Dettagli

.S.A. SRL. www.sogesasrl.biz. Società Gestione Servizi Ambientali. Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538

.S.A. SRL. www.sogesasrl.biz. Società Gestione Servizi Ambientali. Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538 SR.G.GE.S.A..S.A. SRL Società Gestione Servizi Ambientali www.sogesa.biz Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538 Il contenuto di questo documento è di proprietà della So.. La riproduzione, la comunicazione

Dettagli

Manuale di Gestione Integrata POLITICA AZIENDALE. 4.2 Politica Aziendale 2. Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI

Manuale di Gestione Integrata POLITICA AZIENDALE. 4.2 Politica Aziendale 2. Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI Pag.1 di 5 SOMMARIO 4.2 Politica Aziendale 2 Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI. Pag.2 di 5 4.2 Politica Aziendale La Direzione della FOMET SpA adotta e diffonde ad ogni livello della

Dettagli

CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino

CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino In un contesto normativo e sociale caratterizzato da una costante evoluzione, al Comune,

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25 agosto 2010 Pag. 1 di 5 1. Denominazione, sede e

Dettagli

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO.

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. dott. Antonio Compostella Direttore ARSS del Veneto Verona, 15.12.2008 Contesto

Dettagli