AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI"

Transcript

1 +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3 e 5, D. Lgs. 9/04/2008, n. 81 e Decret Crrettiv D.Lgs 3/08/09, n. 106) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : Frnitura del servizi di pulizia e sanificazine del Presidi Ospedalier Nstra Signra di Bnaria di San Gavin Mnreale. Ltt n 3 DITTA AGGIUDICATRICE : dicembre 2009 D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 1

2 1. FONTI NORMATIVE DI RIFERIMENTO Legge 3 agst 2007, n. 123, art. 3 Mdifiche al decret legislativ 19 settembre 1994 n. 626 Decret Legislativ 9 aprile 2008, n. 81, e Decret Crrettiv D.Lgs. 3 agst 2009, n Test Unic in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavr. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 2

3 2. PREMESSA Il dcument di valutazine dei rischi da interferenze (DUVRI), viene redatt dalla stazine appaltante, ai sensi dell art. 26, cmma 3 del D. Lgs 81/08, per prmuvere la cllabrazine e l rganizzazine tendente a: - cperare all attuazine delle misure di prtezine e prevenzine dai rischi sul lavr incidenti sull attività lavrativa ggett dell appalt; - crdinare gli interventi di prtezine e prevenzine dai rischi cui sn espsti i lavratri, al fine di eliminare i rischi dvuti alle interferenze nelle attività cstituenti l ggett dell appalt. Il presente DUVRI ha quindi l scp di: - prmuvere la cperazine ed il crdinament tra il Cmmittente, l Impresa aggiudicataria e le altre imprese già peranti nel medesim sit, per l attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr, inerenti l attività lavrativa ggett dell appalt cn particlare riguard all individuazine dei rischi dvuti alle interferenze tra tutti i lavratri impegnati ad perare nell stess ambiente; - ridurre gni pssibile rischi a cui i lavratri sn sggetti, nell ambit dell svlgiment delle lr nrmali mansini, tramite l adzine di un cmprtament cnsapevle e respnsabile, nnché l istituzine di prcedure/istruzini e regle a cui devn attenersi durante il lavr; - ridurre, anche per i pazienti ed i visitatri, gni pssibile rischi che dalle attività ggett dell appalt ptrebbe derivare. Racchiude perciò le principali infrmazini/prescrizini in materia di sicurezza da frnire all impresa appaltatrice dell attività di pulizie, per prmuvere quella cperazine e quel crdinament tra la Cmmittenza e la Ditta aggiudicataria indispensabili per l attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr inerenti l attività lavrativa ggett dell appalt. Cntiene infine dettagliate infrmazini sui rischi specifici esistenti negli ambienti in cui essi accedn ai fini dell svlgiment della prpria attività e sulle misure di prevenzine/prtezine da adttare, ltre alle eventuali misure di emergenza da rganizzare in relazine ad eventuali pssibili incidenti prevedibili, in funzine sempre dell appalt in questine. Nel rispett dei dettami dell articl e relativ cmma, precedentemente citati: Il datre di lavr cmmittente prmuve la cperazine e il crdinament elabrand un unic dcument di valutazine dei rischi che indichi le misure adttate per eliminare, ve ciò nn è pssibile ridurre al minim i rischi da interferenze pssibili nel crs delle reciprche attività. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 3

4 A tal fine il datre di lavr, ivi cmpresi i subappaltatri, devn prmuvere la cperazine ed il crdinament, in particlare: cperan all'attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr per incidenti sull'attività lavrativa ggett dell'appalt; crdinan gli interventi di prtezine e prevenzine dai rischi cui sn espsti i lavratri, infrmandsi reciprcamente anche al fine di eliminare rischi dvuti alle interferenze tra i lavri delle diverse imprese cinvlte nell'esecuzine di un determinat prgett iniziativa. Cnseguentemente prima dell affidament dei lavri dvrà essere attivata la seguente prcedura: verifica dell idneità tecnic-prfessinale dell impresa appaltatrice, attravers acquisizine del certificat di iscrizine alla camera di cmmerci, industria e artigianat; autcertificazine dell'impresa appaltatrice relativamente al pssess dei requisiti di idneità tecnic-prfessinale. Inltre la ditta appaltatrice dvrà cntestualmente prdurre il prpri dcument di Valutazine dei Rischi cnnessi alle attività specifiche (DVR), che cstituirà parte integrante del presente DUVRI. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 4

5 3. DESCRIZIONE SINTETICA DELL ATTIVITA Il Duvri viene elabrat, ai sensi del Test Unic, per l attività prestata in regime di appalt, da parte della Ditta che si aggiudicherà la cmmessa, cnsistente nell ergazine della frnitura del servizi di pulizia e sanificazine del Presidi Ospedalier di San Gavin Mnreale, cstituit dal patrimni immbiliare, cmprensiv degli impianti e delle attrezzature, di prprietà in dtazine all Azienda Sanitaria Lcale di Sanluri. 4. LUOGHI DI LAVORO / LOCALITA' L unica sede interessata ve viene realizzat l incaric del servizi di pulizia e di sanificazine da parte della ditta appaltatrice è il Presidi Ospedalier Nstra Signra di Bnaria, ubicat in via Rma a San Gavin Mnreale, ve vengn svlte attività sia di diagnsi e cura, sia amministrative e gestinale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 5

6 5. ORGANIGRAMMA AZIENDALE ASL Sanluri L rganigramma dell Azienda Sanitaria di Sanluri, ai fini della gestine dell attività in esame, risulta csì articlat: DATORE DI LAVORO ASL 6 Dr. Ottaviani Giuseppe Cmmissari pr-tempre dell Azienda Sanitaria di Sanluri. RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ASL 6 Ing. Perseu Francesc ADDETTI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ASL 6 TdP Medda Fabi MEDICO COMPETENTE : Dtt.Picchiri Gianfranc RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA: i sigg.: Artizzu Albert, Cngia Antnell, Ghiani Beniamin, Mameli Lenard, Orrù Giuseppina. DIRIGENTE RESPONSABILE ASL 6: Dr.ssa Mallica Gabriella Direttre del Servizi Prvveditrat D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 6

7 6. RISCHI GENERICI DELL AMBIENTE DI LAVORO Cnsiderat il tip di servizi che dvrà essere svlt, gli peratri della ditta ptenzialmente si trverann espsti a particlari rischi derivanti dalle strutture/impianti dai prcessi lavrativi della ASL; quest perché il servizi res dalla ditta appaltatrice, prlungat nel temp, si esplicherà all intern ve viene svlta l attività spedaliera prpria dell Azienda. Ad gni bun fine, i rischi generici per i quali ptrebbe verificarsi una pssibile espsizine, seppure circscritta entr limiti di sicurezza, sn i seguenti: RISCHIO INFORTUNISTICO RISCHIO INCENDIO RISCHIO ELETTRICO RISCHIO CHIMICO RISCHIO BIOLOGICO RISCHIO RADIAZIONI IONIZZANTI E NON RISCHIO MICROCLIMA RISCHIO INFORTUNISTICO Annveriam in questa categria gli eventi legati a scivlament, caduta, urti, scntri, investimenti, ecc Una particlare situazine di rischi può verificarsi in cas di piggia all estern dei fabbricati, in prssimità di marciapiedi/rampe di access; inltre ptrebbe riscntrarsi nell eventualità di cmpresenza degli peratri delle pulizie cn paviment appena lavat, vver quand vi sia accidentale sversament di liquidi di qualsivglia natura, anche a seguit di rttura di cntenitri. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 7

8 Occrre precisare che le pulizie vengn effettuate sia in rari antimeridiani, sia in rari pmeridiani. Nn può escludersi a priri la pssibilità che ptrebbe avvenire un scntr um-um, um-attrezzatura internamente ed esternamente all area di pertinenza lavrativa. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Organizzazine del lavr Perimetrazine della zna interna bagnata, segnalazine e diviet al passaggi delle persne. Adeguata asciugatura delle superfici. Utilizz di calzature cn sula antiscivl. Individuazine, ve necessari, di percrsi, interni/esterni dedicati e segnalati, ad esclusiv utilizz della ditta appaltatrice. RISCHIO INCENDIO Ai sensi della nrmativa antincendi, il lavr svlt all intern del Presidi Ospedalier è cnsiderata un attività a rischi elevat di incendi. Quindi quest tip di rischi è implicit nell attività spedaliera e viene facilitat innanzi tutt dal depsit e utilizz di materiali slidi (carta, cnfezini, tessuti), liquidi (alcl etilic, cmbustibili) e gasssi (gas medicali). Ess è ulterirmente raffrzat dal fatt che, per la natura dell attività svlta, negli ambienti del Presidi Ospedalier sn nrmalmente presenti mlte persne cn prblemi di handicap fisici e/ psichici, anche nn autsufficienti. Il rischi è ulterirmente cnslidat dall elevata superficie interna dei lcali citati, nnché dal fatt che alcune di questi ambienti presentan un indice di affllament abbastanza elevat specie nelle re di punta, per l affluss dell utenza e/ di visitatri. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 8

9 Per effett delle vigenti nrme di sicurezza la presente struttura, senz altr cn numer di persne presenti abbastanza elevat e cmunque superire a dieci, è dtata di un appsit Pian di Emergenza ed Evacuazine, cn cnseguente relativa dtazine strumentale (estintri e/ impiant idric fiss, armadi antincendi, cperte antifiamma, ecc ), e strutturale (impianti di rilevament fumi/calre, cmpartimentazine, scale antincendi etc). Inltre l rganizzazine interna ha previst la presenza in tutti i turni di lavr di un cngru numer di addetti antincendi. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Evitare accumuli e depsit temprane di cntenitri di cartne. Evitare di stccare materiale cartace e/ plastic nelle zne di passaggi e in maniera disrdinata. Adeguata frmazine antincendi. Evitare l stccaggi di grandi quantità di eventuale liquid infiammabile in us. Nn usare fiamme libere. RISCHIO ELETTRICO Durante l svlgiment del prpri lavr, i dipendenti della Ditta appaltatrice dvrann lavrare sprattutt in ambienti destinati ad us medic, in particlare sn lcali classificati secnd la nrma CEI 64-8, sezine 710, cme appartenenti sia al grupp 0, nei quali nn si utilizzan apparecchi elettrmedicali cn parti applicate, sia al grupp 1, nei quali gli apparecchi elettrmedicali presenti ptrann essere applicati a parti esterne del crp dei pazienti, sia al grupp 2, anche invasivamente entr qualsiasi parte del crp ad eccezine della zna cardiaca. I rischi di natura elettrica pssn essere causati da cntatti diretti e indiretti; per cntatt dirett si intende il cntatt cn una parte in tensine, per cntatt indirett si intende il cntatt cn una massa che nrmalmente nn è in tensine, ma che l diventa per il cediment del materiale islante. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 9

10 Si hann ancra ulteriri danni causati indirettamente dall elettricità, cme cadute dall alt a causa di una reazine di una scssa elettrica, incidenti di varia natura imputabili a mancanza imprvvisa di energia elettrica, ecc... Eventuali cllegamenti di apparecchi alla rete elettrica da parte della ditta appaltatrice devn sempre avvenire nel rispett della nrmativa vigente, quindi l utilizz deve essere imprntat alla buna tecnica e alla regla dell arte, tenend cnt che la ptenza dell apparecchi utilizzatre sia cmpatibile cn la sezine del cav di alimentazine della presa ed in relazine ad altri apparecchi utilizzatri già cllegati. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE L impiant elettric esistente deve essere peridicamente cntrllat ai sensi del D.P.R. 462/01; Eventuali mdifiche integrazini all impiant dvrann avvenire in cnfrmità alle specifiche nrme vigenti; L alimentazine dvrà essere frnita tramite quadr elettric cllegat a terra e munit di dispsitivi di prtezine; Psizinare eventuali cavi di alimentazine in md da evitare danni per usura meccanica prbabili inciampi; Verificare l stat di cnservazine dei cavi e segnalare eventuali danneggiamenti; Cntrllarne qutidianamente l efficienza e segnalare eventuali anmalie; Prvvedere alla manutenzine peridica delle apparecchiature; Evitare di usare fiamme libere; È vietat svraccaricare le prese di energia elettrica; È prescritta la manutenzine peridica dell impiant elettric. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 10

11 RISCHIO CHIMICO Nell attività sanitaria vengn usate innumerevli sstanze chimiche, nel qutidian si cncretizzan perazini tip: lavaggi, disinfezine e cura dei pazienti, lavaggi e disinfezine della strumentazine in us e degli arredi, trattament dei rifiuti, analisi di campini bilgici, us di farmaci, diagnsi strumentale, ecc.. Nel presente cntest il rischi è determinat dall espsizine, da parte dell peratre della ditta appaltatrice, legata a particlari situazini/cndizini di lavr, precedentemente citate e prprie della ASL, in cui può venirsi a trvare; quindi sussiste la pssibilità che agenti chimici periclsi pssan essere assrbiti dall rganism uman tramite: - ingestine mediante assrbiment gastric, - cntatt cutane mediante assrbiment transcutane, - inalazine mediante assrbiment plmnare. Dall analisi del Dcument di Valutazine dei Rischi del Presidi Ospedalier ricaviam che gli peratri esterni nn sn direttamente cinvlti in quelle prcedure/fasi per le quali ccrre intervenire cn sistemi mirati all abbattiment del rischi. Tuttavia i prdtti chimici, cmunemente in us, che ptrebber interessare anche la ditta appaltatrice sn i prdtti che abitualmente vengn utilizzati per la pulizia e la sterilizzazine delle attrezzature e degli ambienti, per i quali si cnscn le caratteristiche e i lr limiti perativi; sn prdtti irritanti, ncivi, crrsivi, tssici e infiammabili, la cui inalazine dei vapri ptrebbe prvcare snnlenza e vertigini. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE L utilizz di questi prdtti deve essere sempre segnalat e pssibilmente deve avvenire in lug ben areat, dedicat e deve essere interdett al passaggi di persne nn addette ai lavri. Durante l utilizz e/ la smministrazine di detti prdtti l impresa appaltatrice deve allntanarsi dalla zna interessata e aspettare l rdine di rientr da parte della D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 11

12 Direzine Sanitaria del Presidi Ospedalier. E buna nrma frmare il persnale della ditta appaltatrice sul rischi specific. RISCHIO BIOLOGICO Le attività svlte nell ambiente spedalier, in cui vengn frnite cure cntinue articlate vers pazienti in cndizini di salute precarie, spess cn difese immunitarie cmprmesse, prtan ad affermare cn certezza della presenza di agenti bilgici di divers tip, periclsità e classificazine. L agente bilgic è un qualsiasi micrrganism, anche se geneticamente mdificat, cltura cellulare ed endparassita uman che ptrebbe prvcare infezini, allergie intssicazini. Esiste un rischi iptizzabile derivante dal fatt che l attività esplicata dalla ditta appaltatrice si svlge in ambienti cn presenza di persne ptenzialmente sggette ad agenti bilgici. Peraltr nn è escludibile a priri un cntatt accidentale cn materiale/ambiente/persna, ptenzialmente infetti. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Utilizzare abbigliament adatt; Frnire tutte le infrmazini utili sugli agenti bilgici utilizzati; Predisprre cartelli cn indicate tutte le prcedure da seguire in cas di incidente; Predisprre la srveglianza sanitaria, mirata sul rischi, cn peridicità stabilita; Frmazine del persnale sul rischi specific; Intrdurre specifica prcedura cmprtamentale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 12

13 RISCHIO RADIAZIONI IONIZZANTI E NON La radiazine indica il fenmen per il quale dalla materia viene emessa energia sttfrma di particelle di nde elettrmagnetiche, che si prpagan nell spazi circstante, andand ad interagire cn cse e persne che trvan sul lr passaggi. I campi elettrmagnetici si prpagan cme nde (nde elettrmagnetiche) che si differenzian sulla base delle frequenze e pssn quindi classificarsi in base ad esse. Le radiazini inizzanti hann nde elettrmagnetiche cn frequenza superire a 300 GHertz e sn dtate di un ptere altamente penetrante, che permette lr di inizzare la materia. La inizzazine può causare negli rganismi viventi fenmeni chimici che prtan a lesini sservabili sia a livell cellulare che dell rganism, cn cnseguenti alterazini funzinali e mrflgiche, fin alla mrte delle cellule alla lr radicale trasfrmazine. Le radiazini nn inizzanti sn caratterizzate dall avere nde elettrmagnetiche cmprese nell arc di frequenza GHertz. I campi elettrmagnetici generati da quest tip di radiazini pssn riginare sull rganism uman crrenti elettriche superficiali, il riscaldament dei tessuti e tutta una serie di effetti assciati all espsizine a breve termine. Questi effetti bilgici nn si esclude che pssan tradursi in effetti sanitari, ciè in dann per la salute, sprattutt quelli a lung termine. La ASL segue rigrsamente gli bblighi e le prcedure dettate dalla nrmativa esistente, che assicuran per tale rischi una valutazine cstante e una sistematica assunzine di tutte le misure di prevenzine e prtezine previste, attravers la supervisine, cntrll e direttive dell espert qualificat incaricat e del medic autrizzat. Cnsiderata l incertezza sull insrgenza di specifiche patlgie dvute all espsizine a radiazini nn inizzanti, l entrata in vigre del D. Lgs 81/08, che fissa i valri limite e i valri di azine da rispettare, suggerisce che attualmente deve essere attuat il principi di precauzine, il quale sancisce la necessità di prevenire cnseguenze ptenzialmente gravi, anche senza attendere i risultati della ricerca scientifica, mediante l applicazine delle misure di prevenzine e di prtezine tendenti alla salvaguardia di tutte le situazini che pssn esprre i lavratri e i degenti al rischi specific. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Metdi di lavr che implichin una minre espsizine ai campi elettrmagnetici. Scelta di attrezzature che emettan campi elettrmagnetici di bassa intensità. Apprpriati prgrammi di manutenzine delle attrezzature, dei lughi e delle pstazini di lavr. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 13

14 Limitazine della durata e dell intensità dell espsizine. Dispnibilità di adeguati dispsitivi di prtezine individuali. Frmazine e infrmazine del rischi specific al persnale gravitante in questi ambienti lavrativi. RISCHIO MICROCLIMA Il cntrll micrclimatic nel Presidi Ospedalier viene assicurat in maniera differente nel perid primavera/estate e nel perid autunn/invern. Il cntrll della temperatura nel perid autunn/invern viene reglat da un impiant di riscaldament tradizinale, cmpst da una caldaia ad li cmbustibile semifluid e da tutta una serie di crpi scaldanti (radiatri) in ghisa, distribuiti in tutti gli ambienti del Presidi Ospedalier. Il riscntr della temperatura nel perid primavera/estate viene garantit in maniera differente a secnda degli ambienti. Esistn infatti alcuni ambienti specifici in cui il cntrll dei parametri micrclimatici di temperatura, umidità e velcità dell aria avviene in maniera autmatica. In altri ambienti sn presenti singli climatizzatri cald/fredd (split) a funzinament autnm cn cmand di accensine mediante interruttre fiss ( a parete a telecmand), per cui la reglazine micrclimatica avviene mediante l utilizz manuale dei cmandi di accensine e spegniment degli split. Infine ci sn ambienti sprvvisti di sistemi di climatizzazine, per cui un manteniment dei parametri di temperatura ed umidità ttimali può essere garantit attravers l apertura e chiusura manuale delle finestre e/ dei radiatri. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Abbigliament adatt. Intrdurre specifica prcedura cmprtamentale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 14

15 7. RISCHI INTRODOTTI IN AZIENDA DALL APPALTATORE Gli peratri della ditta appaltatrice, per l svlgiment del servizi accedn nei lcali dell Azienda Sanitaria qutidianamente in virtù dell aggiudicazine della relativa gara di appalt. Il servizi prestat viene effettuat cnsiderand che la ditta appaltatrice ha l bblig di mettere a dispsizine i mezzi e le attrezzature idnee all adempiment degli bblighi cntrattuali e che la finalità del servizi res è quella di garantire la pulizia e sanificazine girnaliera e peridica dei lcali dell Azienda. A frnte di tali prblematiche la ditta appaltatrice, cn l espletament del su lavr svrappne i seguenti rischi: Rischi di caduta per stacli e/ pavimenti resi scivlsi per sversament accidentale di liquidi materiali in us alla ditta, Rischi chimic per utilizz di prdtti in us, Rischi incendi per utilizz di fnti di calre, apparecchi elettrici nn cntrllati, vilazine del diviet di fum, accumul di rifiuti e scarti periclsi, Rischi elettrcuzine. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Intrduzine di pprtuna segnaletica mbile di presenza di rischi, repentina eliminazine dell sversament, Circscrivere l ambiente e delimitarl cn cngrua segnaletica; per eventuale eliminazine degli sversamenti dvrann essere seguite le prcedure indicate dalle schede di sicurezza e cn utilizz di idnei dispsitivi di prtezine individuali. È vietat fumare, usare fiamme libere, accumul di materiali cmbustibili; l eventuale utilizz di fiamme libere deve essere preventivamente autrizzat dal Servizi Tecnic Lgistic; durante gli interventi della ditta appaltatrice lasciare sempre libere e prive di struzine le vie di esd, nn devn essere blccate le aperture delle prte tagliafuc; nn devn essere né manmessi né spstati i sistemi di prtezine attiva antincendi delle strutture; la ditta appaltatrice dvrà prendere visine delle prcedure di gestine dell emergenza. Gli impianti elettrici devn essere mantenuti efficienti e cnfrmi alla nrme e leggi vigenti; l alimentazine di macchinari elettrici deve essere cncrdata cn il Servizi Tecnic Lgistic; le apparecchiature utilizzate devn essere rispndenti alle nrme D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 15

16 vigenti ed essere sttpste a verifiche preventive di sicurezza e a manutenzine peridica; il persnale della ditta deve essere frmat e addestrat all impieg in sicurezza degli apparati elettrici. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 16

17 8. STIMA DEI COSTI RELATIVI ALLA SICUREZZA Per quant spra, ai fini della prevista vce per la sicurezza, tenut cnt della cmplessità dell ggett dell appalt, la stima dei csti delle interferenze è determinata sulle iptesi delle attività e delle lavrazini tipiche di altre realtà già in essere. Si evidenzia cmunque che la Ditta appaltatrice dvrà essere in grad di garantire a priri che i prpri dipendenti sian idnei ed abbian le cmpetenze necessarie per pter lavrare all intern di un Presidi Ospedalier, per cui nn vengn previsti csti specifici, relativi alla sicurezza, dvuti ai rischi prpri dell appaltatre, i quali sn determinati e valutati dall stess cncrrente sulla base delle prprie specifiche attività che andrà ad eseguire. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 17

SANLURI. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81)

SANLURI. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : PROCEDURA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : GARA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : FORNITURA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3 e 5, D. Lgs. 9/04/2008, n. 81 e Decret Crrettiv D.Lgs 3/08/09, n. 106) APPALTO

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti)

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti) Reglament per la sicurezza e la salute dei lavratri sul lug di lavr della Scula Nrmale Superire emanat cn D.D. n.168 del 29 marz 2006 e affiss all Alb Ufficiale in data 29 marz 2006 Titl I Definizini ART.

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi 4 Classificazine e definizine dei rischi lavrativi I rischi presenti negli ambienti di lavr, pssn essere divisi in tre grandi categrie riprtate in Tabella RISCHI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infrtunistica

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE ED ISTANZA DI PARTECIPAZIONE PER CONCORRENTI SINGOLI, SOCIETA MANDATARIE (IN CASO DI R.T.I.) O SOCIETA RESPONSABILI DEL CONSORZIO resa ai sensi degli articli 38, 46 e 47 D.P.R.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA Art. 26, cmma 3, D. Lgs. 81/2008 REVISIONE 0 LUGLIO 2015 Smmari 1. INFORMAZIONI GENERALI... 2 2. AREE DI LAVORO, FASI DI LAVORO, RISCHI SPECIFICI

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

T R A. (in caso di libero professionista) il libero professionista, nato a. il e residente a nella Via. (nato a il ), nella qualità di

T R A. (in caso di libero professionista) il libero professionista, nato a. il e residente a nella Via. (nato a il ), nella qualità di SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA FUNZIONE DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP), PER IL PERIODO 11.04.2011-31.12.2013, ai sensi del D.Lgs. n. 81 del 09/04/2008 e ss.mm.ii.

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI 1 SCOPO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IDENTIFICARE I PERICOLI VALUTARE I RISCHI STABILIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTROLLARE

Dettagli

ELETTRONICA GENERALE

ELETTRONICA GENERALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI ELETTRONICA GENERALE A - Aspetti Generali 1) Tutti i dcenti che, a qualsiasi titl, utilizzan il labratri devn: a)

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA SULLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO 1 PREMESSA L scp del presente puscl è di frnire infrmazini utili per gli adempimenti dcumentali in materia di scurezza ed igiene del lavr,

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Apprvat cn deliberazine del Cnsigli cmunale n. 73 dd.28.09.2010 IL PRESIDENTE

Dettagli

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di Reg. cntratti N 225 Prt.n.0005107/C41 del 06 Nvembre 2014 CIG:ZD611CCB7D CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE OCCASIONALE RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN QUALITA DI R.S.P.P. ai sensi

Dettagli

COMUNE DI SERMONETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SERMONETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SERMONETA (Prvincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Apprvat cn deliberazine di Cnsigli Cmunale n. 43 in data 22/12/2012 Entrat in vigre il 08/01/2012

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 41 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: Pagina 2 di 41

Dettagli

ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA ATTUALI DI GESTIONE

ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA ATTUALI DI GESTIONE PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO LA SEDE DI INFORMATICA TRENTINA S.P.A. CIG 6256549B8E ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4

INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4 INDICE 1. Premessa 3 2. Descrizine DEL SITO 4 2.1 Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale 5 2.2 Organizzazine per la Sicurezza 5 2.3 Rischi presenti nel sit 6 2.3.1 Rischi chimic 6 2.3.2

Dettagli

Proposta d Accordo Lavoratori, Preposti e Dirigenti

Proposta d Accordo Lavoratori, Preposti e Dirigenti Prpsta d Accrd Lavratri, Prepsti e Dirigenti Accrd in Cnferenza permanente per i rapprti tra l Stat le Regini e le Prvince Autnme per la Frmazine dei Lavratri ai sensi dell articl 37, cmma 2 del D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza)

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza) COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prv. di Csenza) SETTORE AMBIENTE E SERVIZI INTEGRATI Appalt integrat per SERVIZI DI IGIENE URBANA e gestine discarica COMUNALE del di Cassan All Ini DOCUMENTO DI VALUTAZIONE

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO VIA G.ADAMOLI

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO MAGAZZINO

Dettagli

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE]

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445

Dettagli

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com Criteri di qualificazine dei frmatri di salute e sicurezza Decret iintermiiniisteriialle 6 marz 2013 E.mail: inf@dadacnsulting.cm www.dadacnsulting.cm e VISTO il decret legislativ 9 aprile 2008, n. 81,

Dettagli

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3 Allegat B PROCEDURE PER LA GESTIONE DELLA DOTE LOGISTICA 1. DOTE FORMAZIONE... 2 1.1 Prentazine della dte... 2 1.2 Redazine del Pian di Intervent Persnalizzat (PIP) e cstruzine del grupp classe... 3 1.3

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia DOMANDA N. PRESENTATA IL AL COMUNE DI FOLLONICA Larg Cavalltti 1 58022 FOLLONICA (GR) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER CAMBIO DI ALLOGGI ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE DI GRUARO Assessrat alla Prtezine Civile INDICE 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischi...3 2. PROCEDURE...3 2 1. RISCHIO DA EVENTI AD ELEVATO IMPATTO AMBIENTALE 1.1 Premessa Questa classe di eventi

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 50 kw p SCOPO L scp della presente specifica è quell di

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

TABELLA RIASSUNTIVA TARIFFE PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE

TABELLA RIASSUNTIVA TARIFFE PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE TABELLA RIASSUNTIVA TARIFFE PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE Sggetti interessati 1 girnata 1/2 girnata F.S.N. e SOCIETA SPORTIVE (rimbrs spese) 160 110 ENTI, ASSOCIAZIONI e PRIVATI (tariffa

Dettagli

Gruppi di Continuità (UPS)

Gruppi di Continuità (UPS) Gruppi di Cntinuità (UPS) Generalità Il grupp di cntinuità frnisce una alimentazine di riserva che supplisce alla mancanza dell alimentazine nrmale, senza alcuna interruzine (n break). Si dicn gruppi rtanti

Dettagli

Laurea triennale in: Ingegneria Gestionale Ingegneria Informatica e dell'informazione. Vademecum per

Laurea triennale in: Ingegneria Gestionale Ingegneria Informatica e dell'informazione. Vademecum per Laurea triennale in: Ingegneria Gestinale Ingegneria Infrmatica e dell'infrmazine Vademecum per Tircini Prva Finale Piani di studi e crediti Erasmus Trasferimenti Tircini Quand. E' cnsigliabile che la

Dettagli

IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM

IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM La disciplina infermieristica è fndata su mdelli terici di riferiment es. Nightingale, Hendersn, Peplau. Per mdell teric s intende la rappresentazine che le discipline

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE COMUNE DI CISLIANO Prvincia di Milan LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE PREMESSA La crisi che sta investend il mnd del lavr determina l aument della fascia

Dettagli

Il/la sottoscritto/a, nato/a a prov. ( ) il.. in. qualità di... della. Altro Ente senza scopo di lucro. con sede legale in via.. n...

Il/la sottoscritto/a, nato/a a prov. ( ) il.. in. qualità di... della. Altro Ente senza scopo di lucro. con sede legale in via.. n... MODULO 1 LEGALE RAPPRESENTANTE (da inserire nella Busta 1 Dcumentazine Amministrativa) DICHIARAZIONE EX ARTICOLI 46-47 D.P.R. 445/2000 OGGETTO: CONCESSIONE AD USO GRATUITO DI UNA PORZIONE DELL IMMOBILE

Dettagli

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization Mnitring Valutazine rischi Wrk rganizatin Premessa In base ai dcumenti dell WHO(OMS), alle linee guida eurpee, all Accrd Eurpe del 2004 sull stress lavr crrelat e in base al dcument ICF dell OMS 2001 che

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO DIREZIONE GENERALE - L AQUILA Uffici di Vigilanza e Crdinament delle Scule nn Statali, Paritarie e nn

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema Cmune di Casavatre in cllabrazine cn Manuale di Gestine Dcumentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Prcedura Organizzativa Amministratri di Sistema Cd. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 06-11-2015 Smmari: Nel presente dcument

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA PRIVACY IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA ALLE DISPOSIZIONI DELL ALLEGATO B AL D. LGS. N. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI

Dettagli

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014.

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014. Respnsabile del prcediment: Agnese Giusti - Tel:. 0862/574220 e-mail: agnese.giusti@istruzine.it Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per l Abruzz Direzine

Dettagli

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Il Minister del Lavr e della Previdenza Sciale Direzine Generale per l Innvazine Tecnlgica e la cmunicazine Direzine Generale per il Mercat del Lavr TAVOLO TECNICO SIL Grupp Tabelle Verbale dell incntr

Dettagli

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK)

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK) Micrsft Kinect fr Windws Sftware Develpment Kit (SDK) Le presenti cndizini di licenza cstituiscn il cntratt tra Micrsft Crpratin (, in base al lug di residenza del licenziatari, una delle sue cnsciate)

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

AUTORITA PORTUALE PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO ELENCO ALLEGATI. o o. o o. o o.

AUTORITA PORTUALE PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO ELENCO ALLEGATI. o o. o o. o o. AUTORITA PORTUALE SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO DEGLI ARREDI DEL PONTILE ALISCAFI (INTERVENTO N. 22 P.O.T. 2013-2015) ELENCO ALLEGATI RELAZIONE

Dettagli

Promoform Ente di Formazione Professionale

Promoform Ente di Formazione Professionale E DELLE POLITICHE Prmfrm Ente di Frmazine Prfessinale CORSO DI QUALIFICA PER TECNICO DELLA PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI CONGRESSUALI, FIERE, CONVEGNI Denminazine crs N. re N. allievi

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA ALLEGATO A) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA [ ] C.F. 80017210727, cn sede in [ ], Via [ ], in persna del legale rappresentante pr tempre dtt. [ ] (di seguit, anche sl Operatre) E L Istitut di Servizi

Dettagli

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO Offrire ricevere regali aziendali e intrattenimenti è spess un md apprpriat utilizzat tra

Dettagli

Evoluzione delle propulsioni Implicazioni su Qualità, Affidabilità e Sicurezza

Evoluzione delle propulsioni Implicazioni su Qualità, Affidabilità e Sicurezza Evluzine delle prpulsini 22 aprile 2015 Analisi dei rischi di un impiant innvativ Dual Fuel (LNG-Diesel) per l alimentazine di autmezzi a cicl diesel Elena Stefana PhD student Prgett di Ricerca PROGETTO

Dettagli

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere Impianti per l applicazine delle vernici inplvere Gianluigi Barni Gema Eurpa Lay ut tipic dell impiant Lay ut tipic dell impiant Per la prduzine di piccle serie spess è sufficiente una cabina per l applicazine

Dettagli

PROGETTO EMERGENZA CASA 2012/2013

PROGETTO EMERGENZA CASA 2012/2013 Un prgett prmss da in cllabrazine cn: Cmune di Raccnigi PROGETTO EMERGENZA CASA /2013 RISERVATO ALL UFFICIO DOMANDA N DEL / /2013 IL FUNZIONARIO -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE

Dettagli

Salone del Cavallo Americano 2012. TEAMFORYOU s.r.l.

Salone del Cavallo Americano 2012. TEAMFORYOU s.r.l. Salne del Cavall American 2012 TEAMFORYOU s.r.l. D. U.V. R. I D.U.V.R.I. Dcument unic di valutazine dei rischi determinati dalle interferenze tra le cncmitanti attività svlte nell stess ambiente di lavr.

Dettagli

PROGETTO EMERGENZA CASA 2013/2014

PROGETTO EMERGENZA CASA 2013/2014 un prgett prmss da in cllabrazine cn: PROGETTO EMERGENZA CASA /2014 RISERVATO ALL UFFICIO DOMANDA N DEL / /2014 Il Funzinari Il sttscritt, intestatari del cntratt di lcazine dell abitazine, presenta dmanda

Dettagli

Modello: SCIA DISINFEZIONE DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE L. 82/1994. (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c.

Modello: SCIA DISINFEZIONE DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE L. 82/1994. (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c. REGIONE MARCHE ATTIVITA DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c. 3) SCIA L. 82/94 Segnalazine certificata di inizi

Dettagli

Guida pratica al diritto d accesso

Guida pratica al diritto d accesso PREMESSA Il Cmune di Perugia garantisce il diritt ai cittadini di accedere agli atti amministrativi del Cmune stess, al fine di assicurare la trasparenza e l'imparziale svlgiment dell'attività amministrativa.

Dettagli

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE ---------------------------------------------------------------------

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- ALLEGATO I DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- Mlte aziende inserisc la valutazine dei rischi dell studente in alternanza scula-lavr

Dettagli