AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI"

Transcript

1 +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3 e 5, D. Lgs. 9/04/2008, n. 81 e Decret Crrettiv D.Lgs 3/08/09, n. 106) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : Frnitura del servizi di pulizia e sanificazine del Presidi Ospedalier Nstra Signra di Bnaria di San Gavin Mnreale. Ltt n 3 DITTA AGGIUDICATRICE : dicembre 2009 D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 1

2 1. FONTI NORMATIVE DI RIFERIMENTO Legge 3 agst 2007, n. 123, art. 3 Mdifiche al decret legislativ 19 settembre 1994 n. 626 Decret Legislativ 9 aprile 2008, n. 81, e Decret Crrettiv D.Lgs. 3 agst 2009, n Test Unic in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavr. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 2

3 2. PREMESSA Il dcument di valutazine dei rischi da interferenze (DUVRI), viene redatt dalla stazine appaltante, ai sensi dell art. 26, cmma 3 del D. Lgs 81/08, per prmuvere la cllabrazine e l rganizzazine tendente a: - cperare all attuazine delle misure di prtezine e prevenzine dai rischi sul lavr incidenti sull attività lavrativa ggett dell appalt; - crdinare gli interventi di prtezine e prevenzine dai rischi cui sn espsti i lavratri, al fine di eliminare i rischi dvuti alle interferenze nelle attività cstituenti l ggett dell appalt. Il presente DUVRI ha quindi l scp di: - prmuvere la cperazine ed il crdinament tra il Cmmittente, l Impresa aggiudicataria e le altre imprese già peranti nel medesim sit, per l attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr, inerenti l attività lavrativa ggett dell appalt cn particlare riguard all individuazine dei rischi dvuti alle interferenze tra tutti i lavratri impegnati ad perare nell stess ambiente; - ridurre gni pssibile rischi a cui i lavratri sn sggetti, nell ambit dell svlgiment delle lr nrmali mansini, tramite l adzine di un cmprtament cnsapevle e respnsabile, nnché l istituzine di prcedure/istruzini e regle a cui devn attenersi durante il lavr; - ridurre, anche per i pazienti ed i visitatri, gni pssibile rischi che dalle attività ggett dell appalt ptrebbe derivare. Racchiude perciò le principali infrmazini/prescrizini in materia di sicurezza da frnire all impresa appaltatrice dell attività di pulizie, per prmuvere quella cperazine e quel crdinament tra la Cmmittenza e la Ditta aggiudicataria indispensabili per l attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr inerenti l attività lavrativa ggett dell appalt. Cntiene infine dettagliate infrmazini sui rischi specifici esistenti negli ambienti in cui essi accedn ai fini dell svlgiment della prpria attività e sulle misure di prevenzine/prtezine da adttare, ltre alle eventuali misure di emergenza da rganizzare in relazine ad eventuali pssibili incidenti prevedibili, in funzine sempre dell appalt in questine. Nel rispett dei dettami dell articl e relativ cmma, precedentemente citati: Il datre di lavr cmmittente prmuve la cperazine e il crdinament elabrand un unic dcument di valutazine dei rischi che indichi le misure adttate per eliminare, ve ciò nn è pssibile ridurre al minim i rischi da interferenze pssibili nel crs delle reciprche attività. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 3

4 A tal fine il datre di lavr, ivi cmpresi i subappaltatri, devn prmuvere la cperazine ed il crdinament, in particlare: cperan all'attuazine delle misure di prevenzine e prtezine dai rischi sul lavr per incidenti sull'attività lavrativa ggett dell'appalt; crdinan gli interventi di prtezine e prevenzine dai rischi cui sn espsti i lavratri, infrmandsi reciprcamente anche al fine di eliminare rischi dvuti alle interferenze tra i lavri delle diverse imprese cinvlte nell'esecuzine di un determinat prgett iniziativa. Cnseguentemente prima dell affidament dei lavri dvrà essere attivata la seguente prcedura: verifica dell idneità tecnic-prfessinale dell impresa appaltatrice, attravers acquisizine del certificat di iscrizine alla camera di cmmerci, industria e artigianat; autcertificazine dell'impresa appaltatrice relativamente al pssess dei requisiti di idneità tecnic-prfessinale. Inltre la ditta appaltatrice dvrà cntestualmente prdurre il prpri dcument di Valutazine dei Rischi cnnessi alle attività specifiche (DVR), che cstituirà parte integrante del presente DUVRI. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 4

5 3. DESCRIZIONE SINTETICA DELL ATTIVITA Il Duvri viene elabrat, ai sensi del Test Unic, per l attività prestata in regime di appalt, da parte della Ditta che si aggiudicherà la cmmessa, cnsistente nell ergazine della frnitura del servizi di pulizia e sanificazine del Presidi Ospedalier di San Gavin Mnreale, cstituit dal patrimni immbiliare, cmprensiv degli impianti e delle attrezzature, di prprietà in dtazine all Azienda Sanitaria Lcale di Sanluri. 4. LUOGHI DI LAVORO / LOCALITA' L unica sede interessata ve viene realizzat l incaric del servizi di pulizia e di sanificazine da parte della ditta appaltatrice è il Presidi Ospedalier Nstra Signra di Bnaria, ubicat in via Rma a San Gavin Mnreale, ve vengn svlte attività sia di diagnsi e cura, sia amministrative e gestinale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 5

6 5. ORGANIGRAMMA AZIENDALE ASL Sanluri L rganigramma dell Azienda Sanitaria di Sanluri, ai fini della gestine dell attività in esame, risulta csì articlat: DATORE DI LAVORO ASL 6 Dr. Ottaviani Giuseppe Cmmissari pr-tempre dell Azienda Sanitaria di Sanluri. RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ASL 6 Ing. Perseu Francesc ADDETTI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ASL 6 TdP Medda Fabi MEDICO COMPETENTE : Dtt.Picchiri Gianfranc RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA: i sigg.: Artizzu Albert, Cngia Antnell, Ghiani Beniamin, Mameli Lenard, Orrù Giuseppina. DIRIGENTE RESPONSABILE ASL 6: Dr.ssa Mallica Gabriella Direttre del Servizi Prvveditrat D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 6

7 6. RISCHI GENERICI DELL AMBIENTE DI LAVORO Cnsiderat il tip di servizi che dvrà essere svlt, gli peratri della ditta ptenzialmente si trverann espsti a particlari rischi derivanti dalle strutture/impianti dai prcessi lavrativi della ASL; quest perché il servizi res dalla ditta appaltatrice, prlungat nel temp, si esplicherà all intern ve viene svlta l attività spedaliera prpria dell Azienda. Ad gni bun fine, i rischi generici per i quali ptrebbe verificarsi una pssibile espsizine, seppure circscritta entr limiti di sicurezza, sn i seguenti: RISCHIO INFORTUNISTICO RISCHIO INCENDIO RISCHIO ELETTRICO RISCHIO CHIMICO RISCHIO BIOLOGICO RISCHIO RADIAZIONI IONIZZANTI E NON RISCHIO MICROCLIMA RISCHIO INFORTUNISTICO Annveriam in questa categria gli eventi legati a scivlament, caduta, urti, scntri, investimenti, ecc Una particlare situazine di rischi può verificarsi in cas di piggia all estern dei fabbricati, in prssimità di marciapiedi/rampe di access; inltre ptrebbe riscntrarsi nell eventualità di cmpresenza degli peratri delle pulizie cn paviment appena lavat, vver quand vi sia accidentale sversament di liquidi di qualsivglia natura, anche a seguit di rttura di cntenitri. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 7

8 Occrre precisare che le pulizie vengn effettuate sia in rari antimeridiani, sia in rari pmeridiani. Nn può escludersi a priri la pssibilità che ptrebbe avvenire un scntr um-um, um-attrezzatura internamente ed esternamente all area di pertinenza lavrativa. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Organizzazine del lavr Perimetrazine della zna interna bagnata, segnalazine e diviet al passaggi delle persne. Adeguata asciugatura delle superfici. Utilizz di calzature cn sula antiscivl. Individuazine, ve necessari, di percrsi, interni/esterni dedicati e segnalati, ad esclusiv utilizz della ditta appaltatrice. RISCHIO INCENDIO Ai sensi della nrmativa antincendi, il lavr svlt all intern del Presidi Ospedalier è cnsiderata un attività a rischi elevat di incendi. Quindi quest tip di rischi è implicit nell attività spedaliera e viene facilitat innanzi tutt dal depsit e utilizz di materiali slidi (carta, cnfezini, tessuti), liquidi (alcl etilic, cmbustibili) e gasssi (gas medicali). Ess è ulterirmente raffrzat dal fatt che, per la natura dell attività svlta, negli ambienti del Presidi Ospedalier sn nrmalmente presenti mlte persne cn prblemi di handicap fisici e/ psichici, anche nn autsufficienti. Il rischi è ulterirmente cnslidat dall elevata superficie interna dei lcali citati, nnché dal fatt che alcune di questi ambienti presentan un indice di affllament abbastanza elevat specie nelle re di punta, per l affluss dell utenza e/ di visitatri. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 8

9 Per effett delle vigenti nrme di sicurezza la presente struttura, senz altr cn numer di persne presenti abbastanza elevat e cmunque superire a dieci, è dtata di un appsit Pian di Emergenza ed Evacuazine, cn cnseguente relativa dtazine strumentale (estintri e/ impiant idric fiss, armadi antincendi, cperte antifiamma, ecc ), e strutturale (impianti di rilevament fumi/calre, cmpartimentazine, scale antincendi etc). Inltre l rganizzazine interna ha previst la presenza in tutti i turni di lavr di un cngru numer di addetti antincendi. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Evitare accumuli e depsit temprane di cntenitri di cartne. Evitare di stccare materiale cartace e/ plastic nelle zne di passaggi e in maniera disrdinata. Adeguata frmazine antincendi. Evitare l stccaggi di grandi quantità di eventuale liquid infiammabile in us. Nn usare fiamme libere. RISCHIO ELETTRICO Durante l svlgiment del prpri lavr, i dipendenti della Ditta appaltatrice dvrann lavrare sprattutt in ambienti destinati ad us medic, in particlare sn lcali classificati secnd la nrma CEI 64-8, sezine 710, cme appartenenti sia al grupp 0, nei quali nn si utilizzan apparecchi elettrmedicali cn parti applicate, sia al grupp 1, nei quali gli apparecchi elettrmedicali presenti ptrann essere applicati a parti esterne del crp dei pazienti, sia al grupp 2, anche invasivamente entr qualsiasi parte del crp ad eccezine della zna cardiaca. I rischi di natura elettrica pssn essere causati da cntatti diretti e indiretti; per cntatt dirett si intende il cntatt cn una parte in tensine, per cntatt indirett si intende il cntatt cn una massa che nrmalmente nn è in tensine, ma che l diventa per il cediment del materiale islante. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 9

10 Si hann ancra ulteriri danni causati indirettamente dall elettricità, cme cadute dall alt a causa di una reazine di una scssa elettrica, incidenti di varia natura imputabili a mancanza imprvvisa di energia elettrica, ecc... Eventuali cllegamenti di apparecchi alla rete elettrica da parte della ditta appaltatrice devn sempre avvenire nel rispett della nrmativa vigente, quindi l utilizz deve essere imprntat alla buna tecnica e alla regla dell arte, tenend cnt che la ptenza dell apparecchi utilizzatre sia cmpatibile cn la sezine del cav di alimentazine della presa ed in relazine ad altri apparecchi utilizzatri già cllegati. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE L impiant elettric esistente deve essere peridicamente cntrllat ai sensi del D.P.R. 462/01; Eventuali mdifiche integrazini all impiant dvrann avvenire in cnfrmità alle specifiche nrme vigenti; L alimentazine dvrà essere frnita tramite quadr elettric cllegat a terra e munit di dispsitivi di prtezine; Psizinare eventuali cavi di alimentazine in md da evitare danni per usura meccanica prbabili inciampi; Verificare l stat di cnservazine dei cavi e segnalare eventuali danneggiamenti; Cntrllarne qutidianamente l efficienza e segnalare eventuali anmalie; Prvvedere alla manutenzine peridica delle apparecchiature; Evitare di usare fiamme libere; È vietat svraccaricare le prese di energia elettrica; È prescritta la manutenzine peridica dell impiant elettric. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 10

11 RISCHIO CHIMICO Nell attività sanitaria vengn usate innumerevli sstanze chimiche, nel qutidian si cncretizzan perazini tip: lavaggi, disinfezine e cura dei pazienti, lavaggi e disinfezine della strumentazine in us e degli arredi, trattament dei rifiuti, analisi di campini bilgici, us di farmaci, diagnsi strumentale, ecc.. Nel presente cntest il rischi è determinat dall espsizine, da parte dell peratre della ditta appaltatrice, legata a particlari situazini/cndizini di lavr, precedentemente citate e prprie della ASL, in cui può venirsi a trvare; quindi sussiste la pssibilità che agenti chimici periclsi pssan essere assrbiti dall rganism uman tramite: - ingestine mediante assrbiment gastric, - cntatt cutane mediante assrbiment transcutane, - inalazine mediante assrbiment plmnare. Dall analisi del Dcument di Valutazine dei Rischi del Presidi Ospedalier ricaviam che gli peratri esterni nn sn direttamente cinvlti in quelle prcedure/fasi per le quali ccrre intervenire cn sistemi mirati all abbattiment del rischi. Tuttavia i prdtti chimici, cmunemente in us, che ptrebber interessare anche la ditta appaltatrice sn i prdtti che abitualmente vengn utilizzati per la pulizia e la sterilizzazine delle attrezzature e degli ambienti, per i quali si cnscn le caratteristiche e i lr limiti perativi; sn prdtti irritanti, ncivi, crrsivi, tssici e infiammabili, la cui inalazine dei vapri ptrebbe prvcare snnlenza e vertigini. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE L utilizz di questi prdtti deve essere sempre segnalat e pssibilmente deve avvenire in lug ben areat, dedicat e deve essere interdett al passaggi di persne nn addette ai lavri. Durante l utilizz e/ la smministrazine di detti prdtti l impresa appaltatrice deve allntanarsi dalla zna interessata e aspettare l rdine di rientr da parte della D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 11

12 Direzine Sanitaria del Presidi Ospedalier. E buna nrma frmare il persnale della ditta appaltatrice sul rischi specific. RISCHIO BIOLOGICO Le attività svlte nell ambiente spedalier, in cui vengn frnite cure cntinue articlate vers pazienti in cndizini di salute precarie, spess cn difese immunitarie cmprmesse, prtan ad affermare cn certezza della presenza di agenti bilgici di divers tip, periclsità e classificazine. L agente bilgic è un qualsiasi micrrganism, anche se geneticamente mdificat, cltura cellulare ed endparassita uman che ptrebbe prvcare infezini, allergie intssicazini. Esiste un rischi iptizzabile derivante dal fatt che l attività esplicata dalla ditta appaltatrice si svlge in ambienti cn presenza di persne ptenzialmente sggette ad agenti bilgici. Peraltr nn è escludibile a priri un cntatt accidentale cn materiale/ambiente/persna, ptenzialmente infetti. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Utilizzare abbigliament adatt; Frnire tutte le infrmazini utili sugli agenti bilgici utilizzati; Predisprre cartelli cn indicate tutte le prcedure da seguire in cas di incidente; Predisprre la srveglianza sanitaria, mirata sul rischi, cn peridicità stabilita; Frmazine del persnale sul rischi specific; Intrdurre specifica prcedura cmprtamentale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 12

13 RISCHIO RADIAZIONI IONIZZANTI E NON La radiazine indica il fenmen per il quale dalla materia viene emessa energia sttfrma di particelle di nde elettrmagnetiche, che si prpagan nell spazi circstante, andand ad interagire cn cse e persne che trvan sul lr passaggi. I campi elettrmagnetici si prpagan cme nde (nde elettrmagnetiche) che si differenzian sulla base delle frequenze e pssn quindi classificarsi in base ad esse. Le radiazini inizzanti hann nde elettrmagnetiche cn frequenza superire a 300 GHertz e sn dtate di un ptere altamente penetrante, che permette lr di inizzare la materia. La inizzazine può causare negli rganismi viventi fenmeni chimici che prtan a lesini sservabili sia a livell cellulare che dell rganism, cn cnseguenti alterazini funzinali e mrflgiche, fin alla mrte delle cellule alla lr radicale trasfrmazine. Le radiazini nn inizzanti sn caratterizzate dall avere nde elettrmagnetiche cmprese nell arc di frequenza GHertz. I campi elettrmagnetici generati da quest tip di radiazini pssn riginare sull rganism uman crrenti elettriche superficiali, il riscaldament dei tessuti e tutta una serie di effetti assciati all espsizine a breve termine. Questi effetti bilgici nn si esclude che pssan tradursi in effetti sanitari, ciè in dann per la salute, sprattutt quelli a lung termine. La ASL segue rigrsamente gli bblighi e le prcedure dettate dalla nrmativa esistente, che assicuran per tale rischi una valutazine cstante e una sistematica assunzine di tutte le misure di prevenzine e prtezine previste, attravers la supervisine, cntrll e direttive dell espert qualificat incaricat e del medic autrizzat. Cnsiderata l incertezza sull insrgenza di specifiche patlgie dvute all espsizine a radiazini nn inizzanti, l entrata in vigre del D. Lgs 81/08, che fissa i valri limite e i valri di azine da rispettare, suggerisce che attualmente deve essere attuat il principi di precauzine, il quale sancisce la necessità di prevenire cnseguenze ptenzialmente gravi, anche senza attendere i risultati della ricerca scientifica, mediante l applicazine delle misure di prevenzine e di prtezine tendenti alla salvaguardia di tutte le situazini che pssn esprre i lavratri e i degenti al rischi specific. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Metdi di lavr che implichin una minre espsizine ai campi elettrmagnetici. Scelta di attrezzature che emettan campi elettrmagnetici di bassa intensità. Apprpriati prgrammi di manutenzine delle attrezzature, dei lughi e delle pstazini di lavr. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 13

14 Limitazine della durata e dell intensità dell espsizine. Dispnibilità di adeguati dispsitivi di prtezine individuali. Frmazine e infrmazine del rischi specific al persnale gravitante in questi ambienti lavrativi. RISCHIO MICROCLIMA Il cntrll micrclimatic nel Presidi Ospedalier viene assicurat in maniera differente nel perid primavera/estate e nel perid autunn/invern. Il cntrll della temperatura nel perid autunn/invern viene reglat da un impiant di riscaldament tradizinale, cmpst da una caldaia ad li cmbustibile semifluid e da tutta una serie di crpi scaldanti (radiatri) in ghisa, distribuiti in tutti gli ambienti del Presidi Ospedalier. Il riscntr della temperatura nel perid primavera/estate viene garantit in maniera differente a secnda degli ambienti. Esistn infatti alcuni ambienti specifici in cui il cntrll dei parametri micrclimatici di temperatura, umidità e velcità dell aria avviene in maniera autmatica. In altri ambienti sn presenti singli climatizzatri cald/fredd (split) a funzinament autnm cn cmand di accensine mediante interruttre fiss ( a parete a telecmand), per cui la reglazine micrclimatica avviene mediante l utilizz manuale dei cmandi di accensine e spegniment degli split. Infine ci sn ambienti sprvvisti di sistemi di climatizzazine, per cui un manteniment dei parametri di temperatura ed umidità ttimali può essere garantit attravers l apertura e chiusura manuale delle finestre e/ dei radiatri. MISURE DI PREVENZIONE PROTEZIONE Abbigliament adatt. Intrdurre specifica prcedura cmprtamentale. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 14

15 7. RISCHI INTRODOTTI IN AZIENDA DALL APPALTATORE Gli peratri della ditta appaltatrice, per l svlgiment del servizi accedn nei lcali dell Azienda Sanitaria qutidianamente in virtù dell aggiudicazine della relativa gara di appalt. Il servizi prestat viene effettuat cnsiderand che la ditta appaltatrice ha l bblig di mettere a dispsizine i mezzi e le attrezzature idnee all adempiment degli bblighi cntrattuali e che la finalità del servizi res è quella di garantire la pulizia e sanificazine girnaliera e peridica dei lcali dell Azienda. A frnte di tali prblematiche la ditta appaltatrice, cn l espletament del su lavr svrappne i seguenti rischi: Rischi di caduta per stacli e/ pavimenti resi scivlsi per sversament accidentale di liquidi materiali in us alla ditta, Rischi chimic per utilizz di prdtti in us, Rischi incendi per utilizz di fnti di calre, apparecchi elettrici nn cntrllati, vilazine del diviet di fum, accumul di rifiuti e scarti periclsi, Rischi elettrcuzine. MISURE DI PREVENZIONE - PROTEZIONE Intrduzine di pprtuna segnaletica mbile di presenza di rischi, repentina eliminazine dell sversament, Circscrivere l ambiente e delimitarl cn cngrua segnaletica; per eventuale eliminazine degli sversamenti dvrann essere seguite le prcedure indicate dalle schede di sicurezza e cn utilizz di idnei dispsitivi di prtezine individuali. È vietat fumare, usare fiamme libere, accumul di materiali cmbustibili; l eventuale utilizz di fiamme libere deve essere preventivamente autrizzat dal Servizi Tecnic Lgistic; durante gli interventi della ditta appaltatrice lasciare sempre libere e prive di struzine le vie di esd, nn devn essere blccate le aperture delle prte tagliafuc; nn devn essere né manmessi né spstati i sistemi di prtezine attiva antincendi delle strutture; la ditta appaltatrice dvrà prendere visine delle prcedure di gestine dell emergenza. Gli impianti elettrici devn essere mantenuti efficienti e cnfrmi alla nrme e leggi vigenti; l alimentazine di macchinari elettrici deve essere cncrdata cn il Servizi Tecnic Lgistic; le apparecchiature utilizzate devn essere rispndenti alle nrme D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 15

16 vigenti ed essere sttpste a verifiche preventive di sicurezza e a manutenzine peridica; il persnale della ditta deve essere frmat e addestrat all impieg in sicurezza degli apparati elettrici. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 16

17 8. STIMA DEI COSTI RELATIVI ALLA SICUREZZA Per quant spra, ai fini della prevista vce per la sicurezza, tenut cnt della cmplessità dell ggett dell appalt, la stima dei csti delle interferenze è determinata sulle iptesi delle attività e delle lavrazini tipiche di altre realtà già in essere. Si evidenzia cmunque che la Ditta appaltatrice dvrà essere in grad di garantire a priri che i prpri dipendenti sian idnei ed abbian le cmpetenze necessarie per pter lavrare all intern di un Presidi Ospedalier, per cui nn vengn previsti csti specifici, relativi alla sicurezza, dvuti ai rischi prpri dell appaltatre, i quali sn determinati e valutati dall stess cncrrente sulla base delle prprie specifiche attività che andrà ad eseguire. D.U.V.R.I. pulizie e sanificazine Presidi Ospedalier 17

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

Oggetto dell appalto:

Oggetto dell appalto: ALLEGATO 5 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art. 26 comma 3 D.Lgs. 81/08) Oggetto dell appalto: Servizio di vigilanza armata da effettuarsi con guardie giurate particolari fornite

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08).

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). Il giorno del mese di dell'anno duemila il sottoscritto titolare/legale rappresentante della

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Il primo documento internazionale per la definizione della sensibilitá al glutine

Il primo documento internazionale per la definizione della sensibilitá al glutine Il prim dcument internazinale per la definizine della sensibilitá al glutine Cnsensus Cnference n Gluten Sensitivity, Lndn 11/12 Februar 2011 Prfessr Alessi Fasan, M.D., Prfessr f Pediatrics, Medicine

Dettagli

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO 3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO FASE DI LAVORAZIONE : LAVAGGIO COD. INAIL : FATTORE DI RISCHIO : - Rischi per la salute e igienico ambientali: rumore prodotto dal motore delle

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli