ffi] lstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia CAPITOTATO SPECIALE D'APPALTO Servizio di ristorazione aziendale presso I'INGV

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ffi] lstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia CAPITOTATO SPECIALE D'APPALTO Servizio di ristorazione aziendale presso I'INGV"

Transcript

1 i ROMA Via divigna Murata, 605 Tel : (39) Fax: (39) B1 ffi] lstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia CAPITOTATO SPECIALE D'APPALTO Servizio di ristorazione aziendale presso I' Via di Vigna Murata 605 Roma 1 Codice Fiscale e Partita lva N'

2 ffi INDICE 1. MODALITA' DI ESECUZIONE 2. DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI 3. ORARIO E SOSPENSIONE DEI LAVORI 4. RESPONSABILI DEL CONTRATTO 5. PENALITA' 6. ASSICURAZIONI 7. PREZZO UNITARIO _ QUANTIFICAZIONE DEL SERVIZIO _ PAGAMENTI 8. SOPRALLUOGO 9. DEPOSITO CAUZIONALE 10. REVISIONE PREZZI Allegati: A) Grammature Procapite (All. 1) B) Tabelle merceologiche degli alimenti (A11. 2)

3 ffi PREMESSE Forma oggetto del presente appalto il servizio di ristorazione dell'istituto NAZIONALE DEI GEOFISICA E VULCANOLOGIA. Nel servizio sono comprese tutte le prestazioni relative all'approvvigionamento dei generi alimentari e alla preparazíone, cottura e distribuzione dei pasti" nonché le operazioni di pulizia dei locali che I' affiderà all'appaltatore, come descritto di seguito. Il servizio è destinato esclusivamente agli utenti autorizzati. Sono considerati utenti aulorízzati: il personale dipendente dell', dell'inran (CRA) O equiparato; ospiti, collaboratori e altro personale esterno espressamente autorizzato. E' tassativamente vietato fornire il servizio a persone non rientranti nelle sopraelencate categorie. La Ditta è tenuta ad assicurare e a fornire n. 1 pasto giornaliero agli utenti che si presenteranno nel locale di distribuzione dei pasti, nel rispetto degli orari, dei prezzi e della composizione del pasto stabiliti nel presente capitolato d'appalto. L' mette a disposizione gratuitamente i locali destinati alla preparazione, distribuzione e consumazione pasti e all'immagazzínamento dei generi alimentari, nonché i relativi arredi, impianti e macchinari, necessari all'espletamento dei servizi appaltati il tutto risultante da un apposito "verbale di inventario e consegna" sottoscritto dalle parti alf inizio dell'attività. Alla scadenza dell'appalto la Ditta dovrà riconsegnare all' tutto quanto ha ricevuto dal medesimo per I'elfeltuazione del servizio e risultante dai verbali di cui al precedente comma, nello stato e quantità che risultava all'atto della consegna, tenuto conto dell'uso e del normale deperimento. Sarà addebitato alla Ditta tutto quello che risulterà mancante o danneggiato per incuria o dolo. 4 o

4 ffi L, forniràr, inoltre, nei limiti dei quantitativi occorrenti per il normale consumo/ salvo impedimento dovut o aforzamaggiore, I'acqua, I'illuminazione, la fotza motrice' il riscaldamento, il gas e telefono ad uso interno' L'Appaltatore si impegna ad utllizzare i locali messi a disposizione dall' ad esclusivo uso della mensa. L, si riserva il diritto drutilizzare i locali adibiti alla consumazione dei pasti fuori d.ell'orario di mensa o eccezionalmente anche durante tale orario In tal caso informerà I'Appaltatore con congruo anticipo e rimetterà a disposizione i locali stessi' L, si riserva, altresì, il diritto di esercitare in qualsiasi momento, avvalendosi di una Commissione Mensa interna o del proprio Referente per l',appalto in oggetto ed anche della consulenza di esperti e/o delle rappresentanze sindacali aziendali, sertza preawiso, idonei controlli sui generi alimentari e sulla qualità de1 servizio mensa, verifiche sul rispetto delle condizioni igienico-sanitarie, effettuando anche opportuni prelievi, da sottoporre ad analisi presso competenti laboratori certificati ed autotizzatr per verificarne la rispondenza a quanto previsto nell'allegato merceologico che fa parte integrante del presente documento' APPROWIGIONAMENTI 1- MODALITA' DI ESECUZIONE L'Appaltatore é tenuto a provvedere a sua cura e spese all'approvvigionamento di tutti i gu.,àri alimentari, nonché al trasporto degli stessi Pfesso i locali adibiti a magazzino, al relativo stivaggio negli appositi frigoriferi ed alla conservazione dei cibi' L'approwigionamento di cui sopra sarà effettuato nelle ore e nei giorni preventivamente concordati con il Responsabile di Contratto, che sarà individuato in?ase di stipula del contratto, al fine di consentire i controlli di competefiza' L' prowederà alla fornitura, a propria cufa e spese, delle stoviglie ed accessori,,"."rru.i per il servizio mensa (vassoi, Posate, bicchieri, brocche' stoviglie' saliere' oliere, piatti, contenitori ed accessori vari, con esclusione dei tovaglioli e salviette copri vassoi che saranno a carico delllappaltatore)'

5 ffif1 L'Appaltatore é tenuto a sua cura e spese a reintegrare quando necessario i materiali, della stessa qualità, che risulteranno non più idonei per usura e/o rottura o esauriti PREPARAZIONE DEI CIBI I cibi saranno sottoposti apreparazione e cottura giornalierastthzzando le attrezzatute fornite dall,, e adottando altresì le consuete modalità culinarie, con esclusione di cibi "prec otti".i generi dovranno essere di prima qualità, I cibi cotti residuati al termine dei turni giornalieri, non potranno essere fiutilizzali, ma dovranno essefe smaltiti entro 1o stesso giorno di preparazione. E'tassativamente vietato lltiuttlizzo di cibi avanzalt' eualora si rendesse necessario interrompere o limitare t"rnporu.eamente il funzionamento della cucina, per eventuali lavori di ristrutturazione o altra causa di Íorza maggiore, l'appaltatore si impegna a fornire cibi veicolati caldi, prelevati da idonea struttura per la preparazione dei pasti sita all'esterno dell', nel rispetto di tutte le normative vigenti in materia. I cibi veicolati potranno sostituire f intero pasto o alcune pietanze secondo quanto sarà indicato dall' DISTRIBUZIONE La distribuzione dei pasti sarà svolta nei locali messi a disposizione dall' secondo il sistema "se1f-service", dietro consegna da parte di ciascun commensale di un "buono pasto,, ovvero con altro sistema oggettivo di riscontro automatizzato (badge magnetico) appositamente PredisPosto. I pasti potranno anche essere pagati direttamente dei commensali in questo caso l'appaltatore si impegna altresì al rilascio di una ricevuta fiscale. Il personale addetto al servizio consegnerà agli utenti i cibi richiesti. Sarà cura del commensale provvedere al ritiro dal tavolo dei vassoi e delle stoviglie usate, sistemandoli negli appositi carrelli. L,Appaltatore sarà responsabile del controllo della regolarità dei buoni consegnati dai commensali o delle transazioni effettuate con badge magnetico, pena i1 mancato pagamento del Prezzo per il relativo pasto.

6 L' attraverso i sistemi di controllo che riterrà opportuni si riserva la facoltà in qualsiasi momento di effettuare verifiche sulle quantità dei cibi forniti. 1,.4 _PULIZIE La pulizia della cucina dell', dei locali mensa, dei locali adiacenti, dei magazzini e dei bagni ad uso del personale addetto al Servizio Mensa è a totale carico della Ditta aggiudicataria del Servizio Mensa (pulizia ordinaria quotidiana e di fondo). Tutti i lavori di pulizia dovranno essere eseguiti accuratamente e con ogni attenzione avendo cura a che non siano prodotti danni ai locali (pavimentt, pareti, infissi, ecc.) né agli arredi ed a tutti gli altri oggetti contenuti nei locali stessi. La Ditta é tenuta ad assicurare un risultato di livello qualitativo elevato e costante nel tempo per tutti i servizi di pulizia affidati con l'impiego, in misura adeguata, di atftezzature idonee, moderne ed efficienti" nonché di prodotti di prima qualità nel pieno rispetto di ogni norma di legge vigente in materia. In particolare, attrezzature e prodotti devono avere rispondenza specifica nei confronti delle superfici e degli oggetti con i quali vengono in contatto; é fatto assoluto divieto di un loro impiego generico e indiscriminato. I servizi dí puiízia, come di seguito specificato, saranno "di manutenzione. I servizi di manutenzione (pulizia ordinaria quotidiana) devono essere eseguiti quotidianamente in modo tale da conseguire risultati di normale ed adeguato mantenimento delle condizioni di pulizia durante tutto l'arco di tempo intercorrente tra due successivi interventi a fondo. L'Appaltatore si impegna a mantenere nel massimo ordine ed in perfetta pulizia nel rispetto delle modalità suddette: gli impianti, le stoviglie, il vasellame, le posaterie, ecc. la cucina e relative attrezzature, le aree di distribuzione pasti e le relative attrezzature, Ia sala mensa ed i relativi arredi (tavoli, sedie...), i magazzíni eie relative attrezzature (celle frigo, scaffali..,) bagni ed uffici. Durante l'orario di distribuzione dei pasti, l'appaltatore prowederà a mantenere puliti i tavoli e le sedie dai frammenti di alimenti o altri, per non recare disagio ai commensali; i pavimenti della sala mensa saranno tempestivamente puliti in caso di 6.-< /

7 ffi caduta accidentale di cibi, bevande, tovaglioli o altro. n materiale ed il personale occorrente Per dette dell'appaltatore. pulizie è a totale carico Al fine di accelerare lo sgombero dei tavoli r peí permettere la pulizia, i commensali prowederanno a collocare, alla fine del pasto, il proprio vassoio, su apposito carrello. Il conferimento dei rifiuti assimilabili agli urbani della mensa dovrà essere effettuato a cura dell'appaltatore, previa collocazione in appositi sacchi di plastica robusta ermeticamente chiusi e comunque secondo quanto stabilito dalle normative vigenti in materia, agli specifici contenitori di raccolta ubicati al di fuori delle aree esterne dell'. La Ditta dovrà altresì contribuire alla raccolta drffercnziata che I' effettua (plastica, vetro, lattine, ecc.) collocando, distintamente per ciascuna tipologia i rifiuti negli appositi contenitori ubicati nei locali adiacenti la cucina. L'olio di cucina usato, rimosso da friggitrici, brasiere, ecc..., deve essere stoccato, a cljra dell'appaltatore, in appositi contenitori (cisterna) gestiti direttamente da quest'ultimo che prowederà allo smaltimento dello stesso nel rispetto delle relative normative di legge. E' assolutamente fatto divieto alla Ditta di svuotare l'olio esausto nei lavandini MANUTENZIONI L'Appaltatore si impegna a mantenere nel massimo ordine ed in perfetta efficienza gli impianti, i macchinari e gli arredi messi a disposizione per la Mensa e per la preparazione e distribuzione dei pasti applicando corretti metodi di pulizia e manutenzione, nel rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza ed igiene. In caso di accertata incuria dell'appaltatore rispetto a quanto sopra, I' si riserva di procedere direttamente, addebitandone le spese all'appaltatore stesso. Sarà a carico dell' la manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali" nonché quella straordinaria degli impianti, dei macchinari e degli arredi, connessi al funzionamento dei servizi di cui sopra, con la riserva di addebitare all'appaltatore la spesa nei casi di accertata responsabilità del danno dovuto ad incuria o mancata manutenzione ord inari a. Al di fuori dell'ordinaria manutenzione I'Appaltatore non potrà eseguire nessun altro

8 ffi tipo di intervento sugli impianti e sulle reti delle utenze serrza il preventivo benestare dell' NORME IGIENICHE E CONTROLLI L'Appaltatore si impegna ad eseguire tutte le prestazioni oggetto del presente appalto nel rispetto delle norme igienico-sanitarie disposte dalle competenti autorità. L' si riserva il diritto di effettuare controlli sul rispetto delle norme igienicosanitarie, in qualsiasi momento, procedendo sia direttamente sia avvalendosi della consulenza di esperti PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO L'Appaltatore dovrà impiegare nell'esecu zronedel servizio personat" ai "ta conforme alle vigenti disposizioni di legge, opportunamente awicendato e qualificato alla mansione che andrà a svolgere. L' si riserva il diritto di richiedere all'appaltatore, in caso di gravi motivi, di sostituire il personale ritenuto non idoneo al servizio, settza che ciò possa costituire motivo di variazione dei prezzi contrattuali o di riconoscimento, di ulteriori oneri o risarcimenti di sorta, rispetto a quelli pattuiti in sede di gara. L'Appaltatore provvederà, a sua cura e spese, a far indossare al proprio personale una idonea divisa munita di placca ben visibile recante la ragione sociale dell'appaltatore stesso. L'Appaltatore dovrà comunicare all' i nominativi del proprio personale, dando altresì tempestiva comunicazíone scritta, di ogni sua variazione. L'Appaltatore si assumerà I'obbligo dell'apprestamento del servizio con l'organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio. Egli si assumerà, quindi, quale datore di lavoro, gli obblighi imposti dalla legge in materia di lavoro, nonché il rispetto del D. L.gs e successive modificazioni ed integrazíoni. L'Appaltatore dichiara, sotto la propria responsabiliti che, in favore del personale impiegato nel servizio, sia esso dipendente o socio di cooperative, saranno applicate le norme di cui al Contratto Collettivo Nazionale e/o Provinciale di Lavoro in vigore. è Ò c

9 ffi NORME ANTINFORTUNISTICHE - MISURE DI SICUREZZA Per tutti i servizi che si eseguono nell'ambito del presente appalto, i dipendenti della Ditta appaltatrice dovranno operare esclusivamente in base alle istruzioni del Responsabile del Servizio dell'appaltatore, che dovrà essere individuato in sede di contratto e a quanto riportato nel DUVRI. Si intende che il personale impiegato dalla Ditta appaltatrice per l'esecuzione del presente appalto dovrà essere a conoscenza dei rischi derivanti dal proprio lavoro, dovrà avere a disposizione i mezzi di prevenzione necessari, osserverà tutte le norme antinfortunistiche vigenti, sia quelle di legge che quelle prodotte dalla Ditta ed é coperto dalle assicurazioni di legge. 2.. DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI Fermo restando quanto detto alle premesse, I'Appaltatore é tenuto a fornire le seguenti prestazioni: ACCESSO AL SERVIZIO MENSA DA PARTE DI PERSONALE NON DIPENDENTE AUT ORIZZ ATO DALL' L'utilizzazrone della mensa é aperta oltre che al personale dell' anche a quello dell'istituto Nazionale di Ricerca e Nutrizione (INRAN - CRA) e ai soli ospiti esterni autotizzatr GESTIONE MENSA - COMPOSIZIONE PASTO GIORNALIERO I1 pasto giornaliero, per il personale, INRAN ed ospiti autorizzati sarà costituito secondo quanto previsto dall'allegato Merceologico (che e parte integrante del presente Capitolato Speciale) come segue: Un Primo Piatto a scelta tra Minestra, Pasta asciutta del giorno, Pasta e riso in bianco e al pomodoro; Un secondo Piatto tre prepar azíoni a base di carne e/o pesce, tre tipi di salumi" quattro tipi di formaggi, carne ai ferri: Un contorno con tre possibilità di scelta o in alternativa uno yogurt (normale o con frutta o magro con o serrza frutta). ò Ò o

10 '. it Frutta di stagione, almeno tre tipi. Pane fresco di giornata. Bevanda Acqua Yzlitro minerale, oppure bevanda in lattina 33 cl. La Ditta è tenuta a fornire pasti dietetici, previa esibizione da parte degli interessati della relativa prescrizione medica. 3 - ORARIO E SOSPENSIONE DEL LAVORO Si precisa che quanto di seguito riportato fa riferimento a quantitativi minimi e prestazioni minime richieste per il servizio. La distribuzione dei pasti dovrà essere effettuata dalle ore alle ore 14.30, dal lunedì al venerdì, salvo diversa comunicazione dal parte dell'. La distribuzione dei pasti dovrà essere effettuata di norma dal lunedì al venerdì di ogni settimana, con esclusione del sabato e domenica, delle festività nazionali e religiose previste dalla legge. I1 numero degli addetti dovrà essere congruo e tale da poter effettuare il servizio in modo perfetto. Il servizio non dovrà risentire minimamente delle assenze del personale, nei casi di malattia, Íerie, permessi, infortunj, in quanto la Ditta dovrà impegnarsi per le adeguate sostituzioni. In caso di sospensione del servizio per scioperi dei dipendenti dell'appaltatore, quest'ultimo si impegna ad assicurare il servizio di mensa con la distribuzione di "cestini freddi". 4 - RESPONSABILI DEL CONTRATTO La regolare esecuzione del servizio è affidata dalle due parti contraenti rispettivamente, per l'istituto, al Responsabile dei Servizi tecnici e Generali o a persona da lui delegata e per la Ditta, al Responsabile in loco che la stessa dovrà prowedere a nominare prima dell'inizio delle attività. 10 a o

11 ,ffil Compito di detti Responsabili è la puntuale esecuzione del disposto contrattuale, sia dal lato tecnico che amministrativo. In tale esecuzione essi rappresentano le due parti a tutti gli effetti, ma sempre e solamente nei limiti imposti dal contratto, limiti dai quali potranno derogare soltanto dopo che siano intervenuti, nelle forme prescritte, i necessari accordi tra le due parti contraenti relativamente a norme e accordi in difformità o non previste dal contratto. L', attraverso il suo Responsabile, si riserva di impartire alla Ditta tutte quelle disposizioni che dovesse ritenere necessarie per il buon andamento del servizio. Le due parti contraenti con la firma del relativo contratto, conferiscono ai rispettivi Responsabili tutte le facoltà ed i poteri relativi al pieno espletamento del compito loro affidato. 11 Responsabile della Ditta dovrà assicurare la sua presenza giornaliera presso I' ed avrà la responsabilità più ampia in ordine alla effettuazione del servizio a perfetta regola d'arte, nel rispetto di tutte le prescrizioni contrattuali ed aggiuntive che gli verranno impartite, nonché in ordine alla guida ed alla sorveglianza delle maestranze impiegate. I Responsabili delle due parti provvederanno a definire tutti gli aspetti esecutivi dei lavori" programmazione ed orari compresi" ad effettuare tutti i necessari controlli. 5. PENALITA' Le penalità sono stabilite per ogni inadempienzain: penalità minima 100,00 penalità massima 600,00 proporzionalmente alla gravità e/o frequenza della inadempienza stessa. Qualora nel corso dell'anno l'appaltatore dovesse incorrere più volte nella stessa inadempienza, l'ammontare della penalità potrà essere raddoppiata o triplicata. La somma di tutte le penali non potrà superare il 10% (dieci percento) delf importo del contratto stesso. In caso di accertate e ripetute inosserv anze inordine ai tempi di intervento, sarà facoltà 11 a o /*

12 ffiit insindacabile dell' risolvere il relativo contratto senza che l'appaltatore possa pretendere indennizzi di sorta. La risoluzione del contratto porterà alf incameramento da parte dell" del deposito cauzionale, ed al risarcimento, da parte dell'appaltatore, di ogni maggiore spesa. La non osservanza delle norme riguardanti l'allegato merceologico comporterà f immediata applicazione di penali e, in caso di reiterazione, la rescissione immediata dal contratto. 6 - ASSICURAZIONI La Ditta è tenuta a provvedete, a propria cura e spese, alla tempestiva riparazione efo sostifuzione di eventuali beni danneggiati per cause riconducibili ad un non corretto utilizzo; in caso di mancato intervento della Ditta, I' provvederà a quanto necessario, addebitando alla medesima i relativi costi diretti ed indiretti. La Ditt4 inoltre, è tenuta a stipulare un'apposita polizza di responsabilità civile verso terzi elo prestatori di lavoro con uno degli istituti indicati dal D.M. 5 agosto 1985 G.U. n. 201 dei con massimali minimi di ,00 per danni a persone e di ,00 per danni a cose, fatto salvo quanto previsto da eventuali disposizioni di legge. Detta poltzza dovrà contenere apposita clausola che descriva in modo esplicito l'attività di somministrazione pasti. 7 -PR.EZZO UNITARIO - QUANTIFICAZIONE DEL SERVIZIO - PAGAMENTI Ilprezzo unitario del pasto è fissato rn 5,75.cad. (I.V.A. ai4% esclusa). L'appalto sarà aggiudicato secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art. Art. 83 del D. Lgs. 163/06, valutabile in base agli elementi e parametri specificati nel bando e nel Disciplinare di gara. L'Appaltatore prende atto che presso I' verranno forniti circa pasti annui. Si fa presente che, di questi, circa pagti annui saranno somministrati a personale INRAN (CRA) con fattur azione specifica. Dunque i pasti annui previsti per personale e ospiti, sono circa e potranno essere corrisposti con le seguenti modalità: o L2,ft

13 o o a ticket restaurant; transazion e a mezzo badge magnetico; transazione a mezzo pagamento contate; 11 numero dei pasti é puramente indicativo in quanto il consumo é subordinato al numero degli utenti giornalieri che richiedono il servizio e da altre cause circostanti. Conseguentemente la fornitura potrà avvenire per quantitativi maggiori o minori rispetto a quelli indicati impegnando la ditta aggiudicataria alle stesse condizioni. Nei mesi di luglio, agosto e dicembre il numero dei pasti, per effetto ferie, potrà essere notevolmente inferiore a quello degli altri mesi. I pagamenti saranno effettuati a fronte di fatfure mensili posticipate indirizzate, in Il pagamento delle fatture verrà effettuato mediante bonifico bancario, previo esito positivo dell'accertamento della regolarità di svolgimento del servizio medesimo e della verifica della regolarità contributiva della Ditta acquisita mediante il D.U.R.C. 8 - SOPRALLUOGO La Ditta, in fase di elaborazione dell'offerta, dovrà constatare la consistenza dei servizi, le modalità di esecuzione delle stesse, Ie attrezzature, gli impianti ed i locali messi a disposizione dall'. AlIa Ditta saranno fornite tutte le tnforrnazioni necessarie per acquisire gli elementi sufficienti per una corretta valutazione degli oneri relativi al presente appalto. 9 _ DEPOSITO CAUZIONALE A garanzia del rispetto delle condizioni contrattuali e della buona esecuzione del servizio, la Ditta aggiudicataria dovrà costifuire, anche a mezzo fidejussione bancaria o assicurativa, deposito cauzionale pari ai 5% dell'importo contrattuale. Il deposito cauzionale sarà restituito alla stesso dopo che la medesima avrà esibito Previdenziali ed Assistenziali. Ditta ad awenuta scadenza del contratto il certificato liberatorio rilasciato dagli Enti a C 13 =,a

14 ffi 10 - REVISIONE PR.EZZI :. potranno essere riconosciuti aggiornamenti dei prezzi, secondo quanto disposto dall'art. 44 della le g ge n e succe ssive mo difica zioní e d inte gr azioni. Il Responsabile él Procedimento ONE l4

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze Il presente capitolato d oneri disciplina la concessione d uso

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16

CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16 CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16 ART.1 NATURA DELL INCARICO Il Comune di piancastagnaio

Dettagli

LICEO STATALE LEONARDO GIARRE (CT)

LICEO STATALE LEONARDO GIARRE (CT) LICEO STATALE LEONARDO GIARRE (CT) Liceo scientifico e liceo linguistico Via Veneto 91 95014 Giarre (CT) Tel: 095-7794755 Fax: 095-7794756 E-mail: liceo.leonardo@tiscali.it Codice Ministeriale : CTPS05000X

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164 DISCIPLINARE TECNICO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, STRADE E CORTILI DELLO STABILIMENTO MILITARE DEL MUNIZIONAMENTO TERRESTRE, BAIANO DI SPOLETO. ARTICOLO 1 Il servizio sarà atto

Dettagli

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi. Questo documento è fornito da PROGETTO SERVIZI SRL. Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.it Richiedi un preventivo

Dettagli

COMUNE DI POZZUOLO DEL FRIULI via xx Settembre 31 33050 Pozzuolo del Friuli UD

COMUNE DI POZZUOLO DEL FRIULI via xx Settembre 31 33050 Pozzuolo del Friuli UD REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI POZZUOLO DEL FRIULI via xx Settembre 31 33050 Pozzuolo del Friuli UD DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CIG: 6052035944 - ART. 1 - Oggetto del Capitolato Costituisce oggetto della presente gara il servizio comprendente la pulizia dei seguenti immobili:

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara BANDO DI GARA (scadenza presentazione offerte: 12 novembre 2012- ore 12,00) L Automobile Club Varese,

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona Allegato alla determina del R.F. n. 63 del 02.11.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura del servizio di pulizie degli uffici e della palestra comunali

Dettagli

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova C O M U N E D I V I A D A N A Provincia di Mantova AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA CONCESSIONE DEI LOCALI POSTI IN VIA AL PONTE NEI PRESSI DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE PER LA

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : biennale dal 01 FEBBRAIO 2007 al 31 GENNAIO 2009 Rinnovabile per ulteriori due anni. PRESCRIZIONI

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

CONTRATTO DI ASSEGNAZIONE POSTO DI RISTORO presso la sede centrale di Via Cesare Lombroso 120-00168 Roma

CONTRATTO DI ASSEGNAZIONE POSTO DI RISTORO presso la sede centrale di Via Cesare Lombroso 120-00168 Roma yt MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA, ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE " CARTESIO-LUXEMBURG " )! ", ' Reg. Contro n. 470 Prot. n. 2904 CONTRATTO DI ASSEGNAZIONE POSTO DI RISTORO

Dettagli

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST ALLEGATO N. 1.6 al Capitolato Speciale d oneri Azienda pubblica di Servizi alla Persona Cordenonese Arcobaleno FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST VERIFICA EFFETTUATA IL GIORNO / / DALLE ORE ALLE ORE TUTTI

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA - SCUOLA PUBBLICA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO.

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA - SCUOLA PUBBLICA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. COMUNE DI SERRENTI Provincia del Medio Campidano CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA - SCUOLA PUBBLICA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. PERIODO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2... DURATA

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo ALL. A PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN ECONOMIA, MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA DEI LOCALI DELLA SEDE DEL GABINETTO G.P. VIEUSSEUX, SITI IN PALAZZO STROZZI, PALAZZO CORSINI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici CAPITOLATO D ONERI CIG: 39919884B5 1/10 SOMMARIO ART. 1 Pag.

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO BAR

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO BAR Guardia di Finanza SCUOLA NAUTICA Ufficio Amministrazione Sez. Acquisti Via Nazario Sauro snc 04024 Gaeta tel. 0771/464371-72-73 - fax 0771/460044 lt1210000p@pec.gdf.it SERVIZIO BAR CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria CAPITOLATO D APPALTO PER AFFIDAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE MAGICA BULA E DELLA MENSA SCOLASTICA ALL. C Il Comune di Cagli intende provvedere all affidamento della gestione di alcuni servizi Nido

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA - SOSTEGNO, AUTONOMIA E COMUNICAZIONE A FAVORE DI ALUNNI IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ FREQUENTANTI LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO COMUNE DI DERUTA SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO ANALISI ECONOMICHE DEI SERVIZI REPORT PARZIALE ANNO 2013 CONFRONTO CON ANNI 2010-2011-2012 Servizi monitorati: Igiene urbana Asilo nido 1 COMUNE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO U.O.C. Acquisti Attrezzature e Beni Sanitari CAPITOLATO TECNICO Servizio di produzione, gestione, distribuzione dei documenti e degli stampati in uso presso l Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli

Comune di Castel del Rio PROVINCIA DI BOLOGNA

Comune di Castel del Rio PROVINCIA DI BOLOGNA Comune di Castel del Rio PROVINCIA DI BOLOGNA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA RIFERITA A PASTO DI DERRATE ALIMENTARI CRUDE, DI PRODOTTI E MATERIALI PER LA PULIZIA DELLA CUCINA E MATERIALI MONO USO,

Dettagli

PROCEDURA APERTA D. Lgs n. 163/2006 CIG: C.I.G. Z230657B1C

PROCEDURA APERTA D. Lgs n. 163/2006 CIG: C.I.G. Z230657B1C Allegato alla Det. del Responsabile dell Area A.mmva Sociale n 329 del 12.09.2012 COMUNE DI ZERFALIU (PROVINCIA DI ORISTANO) Via Roma, 1-09070 Zerfaliu (OR) - C.F.: 80001210956 P.I. 00083990952 Tel. 0783/27000

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD PER IL PARCO MEZZI COMUNALI PERIODO 01.01.2010 31.12.

FOGLIO CONDIZIONI PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD PER IL PARCO MEZZI COMUNALI PERIODO 01.01.2010 31.12. FOGLIO CONDIZIONI PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD PER IL PARCO MEZZI COMUNALI PERIODO 01.01.2010 31.12.2012 ART. 1 (OGGETTO DELLA FORNITURA) L'appalto ha per oggetto

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizi di disinfestazione e derattizzazione del territorio del Comune di Lanciano 1 TITOLO 1 PARTE GENERALE Art. 1 Oggetto L appalto ha ad oggetto i servizi di disinfestazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO INERENTE LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DEL COMUNE DI CON ONERI DI ALLESTIMENTO E MANUTENZIONE CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO STAMPANTI, FAX E FOTOCOPIATORI

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO STAMPANTI, FAX E FOTOCOPIATORI AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ARTICOLO N.1 - Oggetto Il servizio consiste nella sorveglianza delle sedi della S.I.S.S.A. di Via Beirut n.2-4 e relativo ampliamento (di seguito denominato Via Beirut n.0),

Dettagli

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (d ora in avanti: SAD)

Dettagli

CONTRATTO DI CATERING E BANQUETING. Tra la Società committente <<..>> c.f. <<..>>, nella persona del suo legale

CONTRATTO DI CATERING E BANQUETING. Tra la Società committente <<..>> c.f. <<..>>, nella persona del suo legale CONTRATTO DI CATERING E BANQUETING Tra la Società committente c.f. , nella persona del suo legale rappresentante , qui di seguito chiamato per brevità Cliente, da una parte, E la società

Dettagli

Settore Opere Pubbliche e Informatica INTEGRAZIONE AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER : Pulizia e gestione Servizi Igenici

Settore Opere Pubbliche e Informatica INTEGRAZIONE AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER : Pulizia e gestione Servizi Igenici COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA Provincia di Olbia Tempio Piazza Villamarina n.1 07028 S.TERESA GALLURA tel 0789 740900 fax 0789 754794 info@comunesantateresagallura.it Settore Opere Pubbliche e Informatica

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA

COMUNE DI BOVA MARINA COMUNE DI BOVA MARINA Prov. Di REGGIO CALABRIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA PASTI CONFEZIONATI PER LA REFEZIONE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO, PRIMARIA E DELL INFANZIA BIENNIO 2014/2016

Dettagli

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura dei seguenti servizi per gli anni 2007/2009: - manovalanza operai - prestazione

Dettagli

C I T T À D I P O T E N Z A

C I T T À D I P O T E N Z A 1 C I T T À D I P O T E N Z A Unità di Direzione Gestione Patrimonio - Manutenzioni e Servizi Tecnologici AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL CHIOSCO SITUATO NELL AREA INTERNA AL PARCO DI MONTEREALE PER LE

Dettagli

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto ALLEGATO SUB A) COMUNE DI TRIESTE Area Risorse Economiche e Finanziarie ed Economato-Provveditorato Gestione Appalti e Servizi prot. 15-38/4-06 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l esecuzione del servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

COMUNE DI IONADI ( Provincia di VIBO VALENTIA ) *************

COMUNE DI IONADI ( Provincia di VIBO VALENTIA ) ************* COMUNE DI IONADI ( Provincia di VIBO VALENTIA ) ************* AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO SCOLASTICO ********** Allegato alla determinazione Area Amministrativa n 74 del 10.10.2012 CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE 1 CAPITOLATO TECNICO TITOLO I: INDICAZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Edisu

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA STRAORDINARIO DELL EDIFICIO ADIBITO A NUOVA SEDE DEL CONSERVATORIO DI MUSICA DI TRENTO, UBICATO IN VIA S.G. BOSCO SCUOLE EX CRISPI Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Allegato A) COMUNE DI savignano irpino Provincia di Avellino CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA (Allegato alla determina Settore Finanziario n. 95 del 23.09.2014) Pagina 1 di 19

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA VILLA COMUNALE ED EDIFICIO NORD,CENTRO SOCIO CULTURALE, SPAZIO GIOVANI,SCUOLA MEDIA PER CENTRO RICREATIVO ESTIVO

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Oggetto: Affidamento del servizio di ritiro e recapito diretto della corrispondenza comunale nell ambito del Comune. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Art. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto: -il

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Procedura Aperta per l affidamento del Servizio Raccolta e Smaltimento Rifiuti Radioattivi presso l Azienda Sanitaria Locale n. 8 Cagliari. CIG 0014981AB3. CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108 CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108 CAPITOLO I Natura ed oggetto dell appalto Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il conferimento ad idonei impianti

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI di tutti i contratti specifici di: SicurNet Liguria S.r.l. SOMMARIO: 1. Fonti legislative e riferimento agli impianti; 2. Condizioni economiche; 3. Esclusioni,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI

Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI Prot. n. CONTRATTO DI GESTIONE BAR E DISTRIBUTORI AUTOMATICI - SEDI NOVERASCO DI OPERA E ROZZANO Codice identificativo di gara (C.I.G.): ZA60F17064 Con la presente scrittura privata tra le parti: Tra ISTITUTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza ALLEGATO A COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE INDICE CRONOLOGICO SCRITTURE PRIVATE N. CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978 TRA: COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA PASTI REFEZIONE SCOLASTICA PER ALUNNI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ED ELEMENTARI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA PASTI REFEZIONE SCOLASTICA PER ALUNNI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ED ELEMENTARI COMUNE DI COMABBIO (Provincia di Varese) P.zza G.Marconi n.1 C.A.P. 21020 Tel 0331/968572 Fax 0331/968808 C.F. / P.IVA 00261830129 E mail: segreteria@comune.comabbio.va.it CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA

Dettagli

FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO

FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO Viale Regina Elena, 299 00161 Roma Telegrammi ISTISAN ROMA Telex 06610071 Telefax 0649387130 FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto e durata

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI)

FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI) FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI) Art. 1 - Oggetto del servizio L'Azienda Comunale di Servizi S.r.l. intende attivare un servizio

Dettagli

Insiel Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con unico socio Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

Insiel Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con unico socio Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. Pag.1 di 9 Insiel Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con unico socio Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 AQ 01-12 - ACCORDO QUADRO AI SENSI DELL ART. 59 COMMA 5 DEL

Dettagli

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA COMUNE DI FORNI DI SOPRA PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA L anno duemilaquattordici il giorno ---- del mese di ------- (00.00.2014)

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI CAIRATE Provincia di Varese Cap. 21050 Via Monastero n.10 Tel.0331/362201- Fax 362204 C.F./P.I. 00309270122

COMUNE DI CAIRATE Provincia di Varese Cap. 21050 Via Monastero n.10 Tel.0331/362201- Fax 362204 C.F./P.I. 00309270122 COMUNE DI CAIRATE Provincia di Varese Cap. 21050 Via Monastero n.10 Tel.0331/362201- Fax 362204 C.F./P.I. 00309270122 CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO EDUCATIVO DELL ASILO NIDO COMUNALE

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI

CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITÀ E TEMPI DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO ART. 3 ONERI COMPRESI NEL CANONE DI MANUTENZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI LENDINARA PROVINCIA DI ROVIGO 45026 LENDINARA Piazza Risorgimento, 1 Tel 0425/605611 Fax 0425/600977 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA INDICE

Dettagli

Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione

Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE,INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale:

Dettagli

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n.

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n. COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza SETTORE AMMINISTRATIVO - SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE Piazza A.Moro n. 1 Tel 0971 947812/22 - fax 0971947825 e-mail : comunedibanzi@hotmail.it comune.banzi@cert.ruparbasilicata.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA BIBLIOTECA COMUNALE, SERVIZI IGIENICI PIAZZA ALPINI, PULIZIA E ASSISTENZA MENSA SCOLASTICA ART. 1 DEFINIZIONE DEI

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI Articolo 1 Oggetto dell appalto - L appalto ha per oggetto il Servizio di trasporto funebre e gli obblighi per la ditta

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO

CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO Allegato A) CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato disciplina l aggiudicazione del servizio postale per la corrispondenza

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Istituto dell Istituto Istruzione Superiore Marie Curie - Piero Sraffa nella riunione del 17 maggio 2013 CIG 5318685DB2

Approvato dal Consiglio di Istituto dell Istituto Istruzione Superiore Marie Curie - Piero Sraffa nella riunione del 17 maggio 2013 CIG 5318685DB2 BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL BAR E DELLA MENSA INTERNI Art 30 DL 163/2006 PRESSO IL CENTRO SCOLASTICO DI VIA F.LLI ZOIA130 MILANO Approvato dal Consiglio di Istituto dell

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA DISCIPLINARE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DE ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO ED AMBIENTE siti in Palermo nella via Ugo LaMalfa n. 169 Art. 1 Definizione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ARTICOLO N.1 Oggetto Il presente Capitolato speciale concerne la prestazione del servizio di reception alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, da

Dettagli

ART.1 OGGETTO ART.2 DURATA DEL CONTRATTO

ART.1 OGGETTO ART.2 DURATA DEL CONTRATTO CAPITOLATO PER GESTIONE COMPLESSIVA ASILO NIDO COMUNALE "A. SABIN SERVIZIO MENSA E PULIZIA CUCINA PRESSO LA SCUOLA MATERNA "A. MATTEI" - PERIODO 01.06.2012 31.05.2015. ART.1 OGGETTO Il presente contratto

Dettagli

COMUNE di CARBOGNANO. (Provincia di Viterbo) Servizio di Gestione della Casa di riposo per anziani Villa Flavia CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE di CARBOGNANO. (Provincia di Viterbo) Servizio di Gestione della Casa di riposo per anziani Villa Flavia CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE di CARBOGNANO (Provincia di Viterbo) Servizio di Gestione della Casa di riposo per anziani Villa Flavia CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SINDACO Dr. Agostino Gasbarri Progetto approvato con Determinazione

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A SETTORE ISTRUZIONE, CULTURA, SPORT, TURISMO E TEMPO LIBERO Via Pier Crescenzi, 1 Tel. 06.91146490 Fax 06.91146474 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico

Allegato 4 Capitolato Tecnico Progetto SICS (Sistema di Informazione e Comunicazione in Sanità) Regione Puglia Gara a procedura aperta per l affidamento del Servizio di somministrazione di lavoro a tempo determinato per il Progetto

Dettagli

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO Provincia di LUCCA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA ALUNNI SCUOLA MATERNA ED EVENTUALI DISABILI SCUOLA DELL OBBLIGO DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli