LOTTO 1: CIG LOTTO 2: CIG BE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LOTTO 1: CIG 4475232645 LOTTO 2: CIG 44752358BE"

Transcript

1 CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA, SUDDIVISA IN DUE LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E LAVORI DI PICCOLA MANUTENZIONE ORDINARIA E PRONTO INTERVENTO PRESSO IL SISTEMA MUSEI CIVICI E ALTRI SITI GESTITI DA ZÈTEMA LOTTO 1: CIG LOTTO 2: CIG BE

2 2 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente appalto ha ad oggetto principale il servizio di pulizia e sanificazione, comprensivo del servizio di manutenzione delle aree verdi, ove presenti, e della fornitura di materiali di consumo, presso i musei appartenenti al Sistema dei Musei Civici del Comune di Roma, così come descritto, ai sensi dell art. 68 del Codice dei contratti pubblici, nel seguito del presente Capitolato, nonché nelle Schede allegate [Allegato n. 1 (Lotto 1) Allegato n. 2 (Lotto 2),], che ne costituiscono parte integrante e sostanziale. Sono altresì incluse nell oggetto del presente appalto le attività di manutenzione ordinaria, definibile di pronto intervento, che si concretizzano in situazioni non programmabili e caratterizzate dall urgenza dell esecuzione dell intervento. - Il servizio di Pulizia deve prevedere gli interventi giornalieri e periodici di cui al successivo articolo 4, restando a carico dell Appaltatore tutti gli oneri relativi all acquisizione delle attrezzature e dei materiali di consumo necessari per l espletamento del servizio medesimo, nonché l acquisto ed il rifornimento dei prodotti di consumo dei servizi igienici, mentre l acqua e l energia elettrica sono a carico della Società Appaltante. L Appaltatore dovrà osservare scrupolosamente ed inderogabilmente, salvo migliorie offerte in gara e salvo diverse esigenze future della Stazione Appaltante, le modalità, le frequenze stabilite, il numero di operatori, gli orari di intervento, la tipologia di prestazioni richieste, ivi incluse le attività quali la sanificazione, derattizzazione, la pulizia dei vetri e tutte le altre specifiche prestazioni puntualmente indicate nel presente Capitolato e nelle Schede allegate che ne costituiscono parte integrante e sostanziale oltre ad adottare sistemi basati sulla più larga meccanizzazione e sull impiego di tecniche e prodotti di alta qualità e resa. Gli indumenti, i macchinari e le attrezzature dovranno essere utilizzati esclusivamente all interno dei locali cui sono destinati. L Appaltatore si obbliga a provvedere al servizio senza interruzione per qualsiasi circostanza. Con riferimento all impegno orario minino inderogabile previsto per eseguire le prestazioni stabilite nel Capitolato e nelle relative Schede allegate, l Appaltatore dovrà considerare come minimo un monte ore complessivo pari a: - Lotto 1: h ca. - Lotto 2: h ca. Le eventuali ore offerte in aggiunta dall Appaltatore in sede di gara saranno prestate prioritariamente presso le sedi meglio specificate all art. 2, con facoltà della Società appaltante di richiedere all Appaltatore, senza ulteriori costi ed oneri di sorta, di svolgere le attività di pulizia in luoghi diversi. - Il servizio di Manutenzione ordinaria di pronto intervento comprende gli interventi richiesti dalla Società appaltante ai sensi del successivo articolo 6, nonché la fornitura di tutti gli strumenti e i materiali da impiegare nell ambito delle attività di pronto intervento e la manodopera necessaria alla sua realizzazione. In sede di avvio delle attività di cui al presente Capitolato, la Società Appaltante indicherà all Appaltatore il Direttore dell Esecuzione del Contratto, quale responsabile dei rapporti con l Appaltatore e, pertanto, interfaccia unica e rappresentante di Zètema nei confronti dell Appaltatore.

3 3 Sempre nella fase di avvio del Contratto saranno indicati da Zètema i Referenti di Sede, quali figure di riferimento per l organizzazione e la pianificazione operativa delle attività periodiche presso i luoghi e le sedi meglio indicate nel successivo art. 2, oltre che per veicolare le eventuali richieste di intervento. L Appaltatore, contestualmente, nomina un proprio Responsabile delle prestazioni oggetto del presente appalto. ART. 2 LUOGHI DI ESECUZIONE DELLE ATTIVITA AFFIDATE L appalto è suddiviso in n. 2 (due) Lotti, secondo quanto indicato nelle tabelle di seguito riportate e dovrà essere realizzato presso i seguenti musei e i luoghi della cultura: LOTTO 1 MUSEO MUSEI CAPITOLINI (Palazzo dei Conservatori, Palazzo Nuovo, Palazzo Caffarelli, Tabularium e Galleria di Congiunzione INDIRIZZO P.za del Campidoglio, 1 CENTRALE MONTEMARTINI Via Ostiense, 106 MUSEO DI ROMA - PALAZZO BRASCHI Piazza San Pantaleo, 10 MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE Piazza S. Egidio, 1/B MUSEO NAPOLEONICO Piazza di Ponte Umberto I, 1 MUSEO BARRACCO MUSEO DELL ARA PACIS C.so Vittorio Emanuele,166/A Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) MERCATI DI TRAIANO Via IV Novembre, 94 PLANETARIO, MUSEO ASTRONOMICO E MUSEO DELLA CIVILTÀ ROMANA Piazza G. Agnelli, 10 MUSEO DELLE MURA Via di Porta San Sebastiano, 18 SEPOLCRO DEGLI SCIPIONI Via di Porta San Sebastiano 9

4 4 CENTRO INFORMAGIOVANI Largo Corrado Ricci, 1 CASA DELLA MEMORIA Via San Francesco di Sales, 5 CASA DELLE LETTERATURE Piazza dell'orologio, 3 LOTTO 2 MUSEO CARLO BILOTTI MUSEO INDIRIZZO Viale Fiorello La Guardia MACRO TESTACCIO E LA PELANDA Piazza Orazio Giustiniani, 4 MACRO Via Nizza, 138 MUSEI DI VILLA TORLONIA (Casino Nobile, Casina delle Civette, Casino dei Principi, Scuderie vecchie magazzino, Propilei - Guardiola e biglietteria) MUSEO PIETRO CANONICA Via Nomentana, 70 Viale Pietro Canonica, 2 (Piazza di Siena) GALLERIA COMUNALE D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Francesco Crispi, 24 PUNTO INFORMATIVO LA MERIDIANA Viale dell'uccelliera, 37 Villa Borghese CASA MUSEO ALBERTO MORAVIA Lungotevere della Vittoria, 1 MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA CASINA DI RAFFAELLO Largo di Porta San Pancrazio Viale della Casina di Raffaello (piazza di Siena) TECHNOTOWN Via Lazzaro Spallanzani, 1 PIT FORI IMPERIALI PIT STAZIONE TIBURTINA Via dei Fori Imperiali (angolo via Tempio della Pace) Stazione Tiburtina

5 5 PIT STAZIONE TERMINI PIT MINGHETTI PIT S. ANGELO PIT OSTIA CASA DEL CINEMA CENTRO ELSA MORANTE CENTRO ALDO FABRIZI SILVANO TOTI GLOBE THEATRE Stazione Termini Via Giolitti lungo binario 24 Via Marco Minghetti (angolo via del Corso) Piazza Pia Lungomare Paolo Toscanelli, Ostia Lido (angolo Piazza Anco Marzio) Largo Marcello Mastroianni,1 Piazzale Elsa Morante Via Corinaldo angolo Via Treia Largo Aqua Felix Piazza di Siena Villa Borghese L estensione in metri quadrati dei suddetti luoghi è indicata, museo per museo, nelle schede contenute negli Allegati n. 1 (Lotto 1) e n. 2 (Lotto 2). Ciascuna scheda dettaglia la superficie interna ed esterna e specifica altresì la metratura delle aree che sono da pulire con le diverse cadenze temporali, evidenziando i servizi igienici (WC), le aree esterne (AE) e le aree verdi (AV). ART. 3 DURATA DELL APPALTO Il presente appalto avrà inizio a decorrere dal 17/12/2012, ovvero da diversa data eventualmente comunicata all Appaltatore dalla Società appaltante, e terminerà il 31/12/2014. Il termine di inizio dell appalto è posto a favore della Società appaltante e, pertanto, eventuali slittamenti dello stesso non dipendenti dall Appaltatore non comporteranno per quest ultimo alcun diritto di risarcimento o di indennizzo. In caso di ritardato inizio del servizio, l importo contrattuale del servizio di pulizia sarà proporzionalmente ridotto. Relativamente all attività secondaria di manutenzione ordinaria e pronto intervento, si precisa che il raggiungimento, prima della scadenza contrattuale, dell importo massimo di spesa stabilito per ciascun Lotto nell art. 15 potrà comportare, su decisione insindacabile della Società appaltante, la cessazione anticipata dell efficacia del Contratto limitatamente a dette prestazioni. Al contrario, alcun compenso o indennizzo di sorta è dovuto all Appaltatore qualora, alla scadenza naturale del Contratto, il plafont indicato per ciascun Lotto ( ,00 per il Lotto 1 ed ,00 per il Lotto 2) non sia stato speso nella sua interezza, trattandosi, come specificato meglio nel corpo del presente Capitolato, di una somma a disposizione per lavori di piccola manutenzione non prevedibili e non preventivabili. ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA Il servizio di pulizia dovrà essere realizzato a perfetta regola d arte, con l uso di materiali e mezzi idonei, secondo le frequenze minime indicate nel presente articolo e secondo quanto previsto nell offerta presentata dall Appaltatore in sede di gara.

6 6 Inoltre, il servizio di pulizia deve rispettare le specificità previste, ai sensi dell art. 68 del Codice dei contratti pubblici, nell Allegato n. 1 (Lotto 1) e nell Allegato n. 2 (Lotto 2) al presente Capitolato e deve essere garantito, con riferimento ai luoghi indicati all art. 2, in tutti i locali e gli ambienti ed in particolare nelle sedi espositive, nei laboratori, negli uffici, nelle biblioteche, nelle biglietterie, nei guardaroba, nelle librerie, nelle zone destinate al personale, nelle sale impianti di sicurezza, nei corridoi, negli androni, nei locali di servizio, nei servizi igienici, negli ascensori, nei magazzini, negli archivi, nelle scale e pianerottoli, nelle aree esterne, consistenti in terrazze e balconi aperti al pubblico, terrazze di copertura non aperte al pubblico, scale, camminamenti e cortili, nonché nelle aree verdi e sulle vetrate. Di seguito si indicano le prestazioni e le frequenze minime del servizio: PULIZIE ORDINARIE A) Interventi giornalieri : spazzatura ad umido di tutti i pavimenti; lavaggio manuale di scale, pianerottoli, ascensori e montacarichi; aspirazione della polvere da tappeti, nettapiedi, guide, moquettes e guide delle porte degli ascensori e montacarichi, con l utilizzo di macchinari; rimozione delle macchie da tutti i pavimenti, scale, pianerottoli, ascensori e montacarichi; pulizia, sanificazione e disinfezione dei servizi igienici, incluso il lavaggio manuale dei pavimenti; approvvigionamento in tutti i servizi igienici del materiale igienico-sanitario (sapone liquido per le mani e carta igienica); rimozione delle impronte dalle vetrate; spolveratura ad umido delle scrivanie, piani di lavoro, targhe, scaffalature e arredi vari ad altezza uomo; spazzatura delle aree esterne consistenti in scale, camminamenti e cortili; spolveratura di cancellate, ringhiere e muretti esterni presso il Museo dell Ara Pacis; vuotatura e pulizia dei portacenere, cestini gettacarte e contenitori di rifiuti vari posti in tutti i locali, sia interni che esterni con ricambio quotidiano dei sacchetti per la raccolta dei rifiuti, ove necessario, per tutti i cestini e raccoglitori presenti nei luoghi oggetto dell appalto; smaltimento giornaliero dei rifiuti attraverso la loro raccolta differenziata ed il loro trasporto negli appositi contenitori, nel rispetto della normativa vigente in materia, sia legislativa che regolamentare; PULIZIE PERIODICHE B) Interventi settimanali pulizia, sanificazione e disinfezione dei rivestimenti dei servizi igienici; lavaggio manuale di tutti i pavimenti; deragnatura; spolveratura ad umido dei davanzali, veneziane e persiane; spazzatura delle terrazze, dei balconi aperti al pubblico e delle aree verdi; spolveratura ad umido di porte, infissi e maniglie C) Interventi mensili spazzatura delle terrazze di copertura non aperte al pubblico; spolveratura ad umido dei termosifoni, lucernari, sopraluci, sopraporte;

7 7 spolveratura delle scaffalature, delle pareti scorrevoli e degli arredi (se sgombri) oltre altezza uomo; spolveratura cancellate, ringhiere e muretti esterni; lavaggio lato interno ed esterno delle finestre; taglio erba e pulizia giardini nelle aree verdi; D) Interventi trimestrali lavaggio meccanizzato di tutti i pavimenti (inclusi i magazzini e gli archivi) con lavasciuga; E) Interventi semestrali lavaggio lato interno ed esterno finestre ubicate nei magazzini e negli archivi; lavaggio lato interno ed esterno finestre raggiungibili con piattaforme aeree presso i Mercati di Traiano; aspirazione della polvere da scaffali, archivi e biblioteche con spostamento dei carteggi; lavaggio delle tende, compreso lo smontaggio e il rimontaggio delle stesse ove presenti; potatura arbusti e siepi nelle aree verdi ove presenti; lavaggio moquettes ove presenti; Si precisa che, in caso di contrasto tra quanto genericamente indicato sopra e quanto puntualmente riportato nelle Schede allegate al Capitolato e predisposte per ciascun sito oggetto del presente appalto, valgono, ai fini contrattuali, le indicazioni contenute nelle singole Schede. L Appaltatore deve fornire, a suo esclusivo carico, tutti i prodotti e i materiali (sacchi per la spazzatura, sacchetti per la raccolta degli assorbenti igienici, detergenti e deodoranti, stracci, detersivi, ecc.), nonché le macchine e le attrezzature necessarie all espletamento del servizio, che siano perfettamente compatibili con la tipologia dei locali e delle superfici da pulire e che tengano conto delle specifiche indicazioni fornite nelle Schede allegate al presente Capitolato [Allegati n. 1 (Lotto 1) e n. 2 (Lotto 2)], che ne costituiscono parte integrante e sostanziale e le cui prescrizioni, si ribadisce, hanno valore vincolante e prioritario rispetto a quanto riportato nel Capitolato. L Appaltatore deve fornire alla Società appaltante, senza oneri aggiuntivi in quanto già compresi nel corrispettivo offerto in sede di gara tutti i materiali di consumo come meglio specificati nelle singole schede (a titolo esemplificativo e non esaustivo: sapone liquido, carta igienica, scopini, tavolette wc in caso di rottura ecc.) e deve provvedere al loro approvvigionamento/sostituzione ogniqualvolta risulti necessario. Tutti i prodotti forniti, così come prescritto nelle Schede tecniche predisposte per ciascun museo e, comunque, come offerto in aggiunta nell offerta tecnica dell aggiudicatario, devono essere di primaria qualità e conformi e coerenti con i luoghi nei quali vengono inseriti. Fermo restando quanto sopra, tutti i prodotti chimici impiegati devono rispondere alle vigenti normative relativamente a biodegradabilità, dosaggi, avvertenze di pericolosità. Gli stessi devono essere utilizzati dal personale secondo le indicazioni fornite dalle case produttrici, con particolare attenzione a quanto concerne le concentrazioni e le temperature indicate sulle confezioni. Tutti i macchinari utilizzati per l espletamento del servizio devono essere rispondenti alle norme vigenti in tema di sicurezza e conformi alle prescrizioni antinfortunistiche. Tutti gli aspiratori per polveri devono essere provvisti di meccanismo di filtraggio dell aria in uscita, secondo le disposizioni di legge. É vietato l uso di prodotti tossici e/o corrosivi ed in particolare di acido cloridrico e ammoniaca, nonché di prodotti spray con propellenti a base di clorofluorocarburi (CFC).

8 8 L Appaltatore sarà l unico responsabile della custodia delle proprie macchine e attrezzature, manlevando la Società appaltante da qualsiasi responsabilità in caso di danni o furti delle suddette macchine ed attrezzature. ART. 5 ORARI DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA Ferme restando le frequenze indicate nell articolo precedente, il servizio di pulizia dovrà essere realizzato tassativamente nelle fasce orarie indicate nelle singole schede museo allegate al presente Capitolato e più in particolare, Allegato n. 1 (Lotto 1) e Allegato n. 2 (Lotto 2) salvo diversa disposizione della Stazione Appaltante dovuta ad esigenze sopraggiunte. Il servizio di pulizia giornaliera dovrà svolgersi nei giorni di apertura al pubblico, dal martedì alla domenica e nei giorni festivi di apertura al pubblico, anche se ricadenti di lunedì, nella fascia oraria precedente all apertura al pubblico del museo, secondo le indicazioni tassative a tal fine fornite, per ciascun luogo, nelle schede di cui agli Allegati già menzionati al comma precedente. Fermo restando quanto sopra, le pulizie periodiche ovvero da svolgersi con cadenza settimanale, mensile, trimestrale, quadrimestrale, semestrale e annuale - devono essere realizzate esclusivamente nei giorni di chiusura al pubblico e tassativamente nella fascia oraria specificata nelle schede di cui ai suddetti Allegati. Il servizio di presidio, finalizzato alla pulizia dei bagni e ad eventuali altri interventi che dovessero rendersi necessari, dovrà essere garantito come minimo per i luoghi e negli orari indicati nelle schede di cui agli Allegati n. 1 (Lotto 1) e n. 2 (Lotto 2). L Appaltatore inoltre, su richiesta del Direttore dell esecuzione e nei tempi e secondo le modalità concordate di volta in volta, dovrà eseguire ulteriori interventi, che saranno conteggiati a parte. A tal fine si segnala che il corrispettivo orario per tali ulteriori interventi di pulizia non potrà superare quello offerto in sede di gara per le pulizie ordinarie. La Società appaltante, fermo restando il monte ore offerto in sede di gara, potrà richiedere all Aggiudicatario una diversa distribuzione delle ore a seconda delle esigenze dei singoli musei. La Società appaltante potrà richiedere all Appaltatore variazioni nell orario di esecuzione del servizio. Considerato quanto sopra, le Parti potranno concordare, in qualunque momento e per qualunque ragione, specifiche modifiche alle modalità di prestazione delle attività oggetto del presente appalto senza che ciò faccia insorgere, in capo all Appaltatore, alcun diritto di risarcimento o indennizzo di sorta ed a qualunque titolo. L Appaltatore si impegna comunque a rispettare tutte le indicazioni strategiche e operative relative all esecuzione delle attività oggetto di affidamento impartite dal Responsabile di Zètema e ad eseguire anche prestazioni residuali non previste, qualora queste appaiano strumentalmente indispensabili alla realizzazione dei lavori oggetto di affidamento. ART. 6 MODALITA DI ESPLETAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA DI PRONTO INTERVENTO L Appaltatore dovrà eseguire i lavori di piccola manutenzione oggetto del presente appalto integralmente e a perfetta regola d arte, con la massima cura e diligenza, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, secondo i tempi e le modalità previsti nel

9 9 presente Capitolato e nel rispetto delle specifiche tecniche e operative previste nei singoli ordinativi. Gli interventi di manutenzione ordinaria oggetto del presente appalto sono di limitata entità, non programmabili e caratterizzati dall urgenza. Di seguito si elencano sommariamente e a titolo non esaustivo le tipologie di prestazioni che potranno essere richieste all Appaltatore nell ambito del presente affidamento: - manutenzione pavimenti e rivestimenti e opere in pietra; - manutenzione impianti idrico-sanitario; - manutenzione e riparazione di guasti idrici; - revisione o sostituzione di infissi, interni o esterni, sia lignei che in alluminio e ferro; - tinteggiature ed opere di rifinitura; - manutenzione piccoli impianti di condizionamento. L appalto include la fornitura di tutti gli strumenti e i materiali da impiegare nell ambito delle attività di manutenzione di cui sopra, nonché la manodopera necessaria alla sua realizzazione. L importo di spesa indicati per ciascun Lotto è destinato agli interventi di manutenzione ordinaria effettivamente eseguiti su richiesta di Zètema ed è indicato come somme a disposizione, che, pertanto, potrà anche non essere interamente utilizzato nel corso della durata contrattuale. In tale evenienza, l Appaltatore è edotto di non avere nulla a che pretendere, a qualunque titolo, sugli importi stanziati ma non spesi. Considerato quanto sopra, le Parti potranno concordare, in qualunque momento e per qualunque ragione, specifiche modifiche alle modalità di prestazione delle attività oggetto del presente appalto. L Appaltatore si impegna comunque a rispettare tutte le indicazioni strategiche e operative relative all esecuzione delle attività oggetto di affidamento impartite dal Responsabile di Zètema. L Appaltatore si impegna ad eseguire anche prestazioni residuali non previste, qualora queste appaiano strumentalmente indispensabili alla realizzazione dei lavori oggetto di affidamento. Zètema incaricherà l Appaltatore in relazione all esecuzione di lavori di piccola manutenzione su specifici beni attraverso singoli ordinativi, inviati a mezzo fax o , e in casi di urgenza anche tramite telefono, nei quali saranno indicati la tipologia di intervento, le lavorazioni da realizzare, il luogo di esecuzione e il relativo ammontare parziale e complessivo. L Appaltatore provvederà nei tempi e nei modi stabiliti ad effettuare l intervento il cui corrispettivo sarà calcolato secondo quanto indicato nell art. 15. In caso di lavori caratterizzati dall estrema urgenza o per i quali non sia possibile a priori definire le lavorazioni da realizzare e il relativo ammontare, il Direttore dell esecuzione procederà ad effettuare la richiesta di intervento per iscritto, a mezzo fax o o tramite telefono, indicando solamente la problematica riscontrata e il luogo di esecuzione dell intervento. ART. 6-BIS TEMPISTICA DI INTERVENTO E REPORTISTICA L Appaltatore è obbligato ad evadere le richieste di intervento e l eventuale impossibilità alla presa in carico di una richiesta dovrà essere comunicata in forma scritta a Zètema, la quale ne

10 10 valuterà l eventuale accoglimento o, ricorrendone i presupposti, provvederà ad applicare le penali previste nell articolo 18. L Appaltatore dovrà garantire la ricezione delle richieste di intervento e l esecuzione degli stessi tutti i giorni, domeniche e festivi compresi, dalle ore 7.00 alle ore L Appaltatore deve intervenire entro il termine massimo di 16 ore lavorative a decorrere dalla richiesta e deve provvedere alla piena esecuzione dell intervento richiesto entro il termine massimo di 16 ore lavorative dall inizio della prestazione. Sono esentati dal rispetto della tempistica indicata quei lavori per i quali l intervento, per esigenze delle varie direzioni dei musei, dovrà essere concordato con tempistiche specifiche. In caso di lavorazioni che siano definite dal Direttore dell esecuzione come urgenti per motivi di sicurezza o di pericolo (quali a titolo meramente esemplificativo tubazioni dell acqua rotte, bagni otturati, porte/cancelli da ripristinare) o per altri motivi dallo stesso specificati, l Appaltatore deve intervenire entro 4 ore lavorative dalla richiesta e deve provvedere alla piena esecuzione dell intervento richiesto entro il termine massimo di 4 ore lavorative dall inizio della prestazione sia in giorni feriali che festivi. Ai fini di cui sopra devono considerarsi lavorative le ore comprese tra le ore 7.00 e le ore di tutti i giorni, domeniche e festivi compresi. Nel caso di guasti, malfunzionamenti o lavorazioni la cui soluzione sia particolarmente complessa, l Appaltatore potrà richiedere a Zètema un prolungamento dei tempi di ripristino sopra indicati, motivando adeguatamente tale richiesta. Zètema, ove ritenga la richiesta accoglibile, accorderà il prolungamento delle tempistiche all Appaltatore. A conclusione del singolo intervento di manutenzione richiesto, l Appaltatore deve inviare tempestivamente, a mezzo fax o via , una comunicazione indirizzata al Responsabile di Zètema in cui si da atto dell intervento eseguito. Entro un giorno lavorativo dall ultimazione di ciascun intervento l Appaltatore deve altresì inviare al Direttore dell esecuzione il relativo foglio di lavoro controfirmato da un addetto di Zètema (addetto alla manutenzione, coordinatore del museo, custode) con il riepilogo in formato elettronico degli interventi eseguiti. Il 25 di ogni mese l Appaltatore è tenuto a compilare ed a trasmettere al Responsabile di Zètema un rendiconto dettagliato, in formato elettronico e cartaceo, degli interventi ultimati entro il 24 del mese in corso. Il rendiconto, suddiviso per siti, da redigersi secondo un formato preventivamente concordato con il Direttore dell esecuzione, dovrà, per ciascun intervento, dare conto delle seguenti informazioni: numero di ordinativo o dati relativi alla richiesta di intervento, descrizione della lavorazione e dettaglio della stessa, importo dell intervento, codice del prezziario di riferimento, prezzo di riferimento, prezzo scontato, sito, ubicazione esatta dell intervento, materiali utilizzati, data inizio e fine lavori, durata in ore della lavorazione, nominativo del personale che ha eseguito la lavorazione. Il rendiconto dovrà essere vistato dal Direttore dell esecuzione e successivamente allegato alla relativa fattura emessa dall Appaltatore. Nel caso in cui l Appaltatore non rispetti le tempistiche sopra indicate Zètema avrà la facoltà di applicare le penali di cui al successivo articolo 18.

11 11 ART. 7 OBBLIGHI DELL APPALTATORE Fermi restando gli obblighi previsti in altre parti del presente Capitolato, l Appaltatore dovrà eseguire le attività oggetto di affidamento nel rispetto di tutte le vigenti disposizioni in materia di sicurezza di cui al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.. L Appaltatore si impegna ad assicurare la completa e corretta esecuzione delle attività oggetto dell appalto, nel rigoroso rispetto di tutto quanto previsto negli atti di gara e nei relativi allegati, nonché nell offerta dallo stesso presentata. Con riferimento al Servizio di Pulizia, l Appaltatore si impegna ad adempiere a tutti gli obblighi di seguito elencati: - provvedere alla pulizia dei locali a perfetta regola d arte e nel rispetto di elevati standard qualitativi; - eseguire il servizio nel rispetto degli orari, periodicità e modalità previste negli atti di gara e nell offerta; - garantire l integrità dei luoghi e delle cose; - garantire la presenza, nei luoghi, nei giorni e negli orari in cui deve essere svolto il servizio di pulizia, di tutte le unità di personale dichiarate in sede di offerta; - garantire che il personale in servizio indossi sempre i cartellini di riconoscimento, come previsto dall art. 20 del D.Lgs 81/2008; - garantire che il personale in servizio indossi le divise dell Appaltatore e che queste ultime siano sempre in buono stato di pulizia e conservazione; - provvedere ad eseguire gli ulteriori servizi eventualmente richiesti dalla Società appaltante, anche in occasione di eventi straordinari, che saranno conteggiati a parte; - provvedere, a proprio esclusivo onere, ove necessario, al noleggio dei tra battelli, degli elevatori (certificati e a norma) e di qualsiasi altro strumento necessario all esecuzione del servizio; - provvedere a segnalare al Direttore dell esecuzione tutti i guasti rilevati nell esecuzione del servizio (ad esempio, a titolo meramente esemplificativo, segnalare eventuali guasti e/o mancanze nei bagni). Anche con riferimento ai Lavori di manutenzione ordinaria e Pronto intervento, l Appaltatore si impegna ad adempiere a tutti gli obblighi di seguito elencati: - non sospendere o ridurre di sua iniziativa le attività affidate, neppure in caso di controversia, salvo i casi di comprovata forza maggiore, dei quali l Appaltatore s impegna a dare tempestiva comunicazione a Zètema; - provvedere a propria cura e spese allo smaltimento dei rifiuti, classificati e cerniti, provvedendo alla loro collocazione nei siti all uopo destinati, in conformità delle disposizioni normative e regolamentari vigenti in materia e deve produrre la documentazione relativa al corretto smaltimento; - a richiesta scritta di Zètema ed entro 5 (cinque) giorni lavorativi dalla richiesta stessa, si impegna a sostituire il personale che non risulti gradito in termini di comportamento e/o rendimento o ritenuto non idoneo alla perfetta esecuzione dell appalto, senza che ciò possa costituire motivo di variazione dei prezzi contrattuali o di ulteriori oneri rispetto a quelli pattuiti in sede di gara;

12 12 - utilizzare attrezzature, materiali e prodotti conformi alle vigenti disposizioni di legge, di qualità e nella quantità necessarie alla buona esecuzione dei lavori; - provvedere, a propria cura e spese, all ottenimento di tutte le licenze e/o autorizzazioni eventualmente previste dalla normativa vigente in materia per l esecuzione delle attività oggetto del presente appalto, nonché dei permessi ZTL e dei permessi per ville e parchi di Roma Capitale. ART. 8 PERSONALE ADDETTO AD ESEGUIRE LE PRESTAZIONI CONTRATTUALI L Appaltatore dovrà impiegare personale specializzato, idoneo e in numero non inferiore a quanto tassativamente prescritto, come minimo inderogabile, nel Capitolato e nelle relative Schede allegate. Per i lavori di piccola manutenzione, il personale dovrà corrispondere, per numero e qualifiche, a quello offerto in sede di gara, che, in ogni caso, dovrà essere sufficiente a garantire l espletamento delle attività oggetto del presente appalto a perfetta regola. Fermo restando quanto sopra, l Appaltatore è tenuto alla osservanza delle disposizioni previste dalla contrattazione nazionale di categoria in materia di cessazione di appalto. Almeno 5 (cinque) giorni prima dell inizio delle attività appaltate, l Appaltatore dovrà comunicare alla Società appaltante l elenco nominativo del personale che sarà adibito al servizio di pulizia ed ai lavori di manutenzione ordinaria, con l'indicazione per ciascuna unità di personale delle rispettive qualifiche, della/e sede/i di lavoro, del numero delle ore giornaliere. Tale elenco dovrà essere costantemente aggiornato, entro il giorno 5 (cinque) del mese successivo a quello in cui le variazioni si sono verificate. La Società appaltante si riserva la facoltà di richiedere all Appaltatore la sostituzione di unità di personale che fossero dalla stessa ritenute non idonee alla perfetta esecuzione dell appalto. L Appaltatore è tenuto ad osservare ed applicare nei confronti dei propri dipendenti che saranno impiegati nelle prestazioni oggetto dell appalto condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e adempiere ad ogni obbligo contributivo in materia previdenziale, assistenziale ed assicurativa. Qualsiasi variazione di tali oneri è a carico dell Appaltatore, il quale non potrà rivalersi nei confronti di Zètema. Nel caso in cui vengano accertate delle irregolarità relativamente al pagamento dei contributi assicurativi e/o previdenziali, nonché dei trattamenti economici del personale dipendente dall Appaltatore, Zètema adotterà gli opportuni provvedimenti a garanzia dei crediti dei lavoratori impiegati e dei crediti contributivi degli enti previdenziali e/o assicurativi, con la facoltà di trattenere gli importi dovuti dalle fatture non ancora liquidate. Fermo restando quanto sopra, l Appaltatore sarà tenuto nei confronti dei propri dipendenti a rispettare le condizioni minime stabilite dal Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 17/03/2008 (pubblicato sulla GU n. 90 del 16/4/ Suppl. Ordinario n. 95). L Appaltatore solleva la Società appaltante da qualsiasi responsabilità derivante dal mancato rispetto, da parte dello stesso, di tutto quanto disposto nel presente articolo.

13 13 ART. 9 SEDE OPERATIVA E RESPONSABILE DELL APPALTO L'Appaltatore, prima dell inizio dell esecuzione del servizio, sarà obbligato ad istituire una sede operativa nel territorio del Comune di Roma. L'Appaltatore dovrà nominare una persona qualificata quale Responsabile dell Appalto, per assicurare che il servizio venga svolto regolarmente ed in conformità agli impegni contrattuali assunti, nonché per coordinare il personale addetto al servizio. Fermo restando quanto sopra, il Responsabile dell Appalto nominato dall Appaltatore deve gestire i propri rapporti con la Società appaltante attraverso il Direttore dell esecuzione dalla stessa nominato. Il Responsabile dell Appalto dovrà essere sempre reperibile per la risoluzione immediata di eventuali problemi. L Appaltatore dovrà altresì nominare, contestualmente alla nomina del Responsabile dell Appalto, un sostituto che opererà in caso di assenza del Responsabile stesso. ART. 10 VARIAZIONI QUANTITATIVE Qualora nel corso di esecuzione del Contratto occorra un aumento o una diminuzione delle prestazioni originarie, l Appaltatore vi sarà tenuto, agli stessi patti e condizioni del contratto originario, sempre che l aumento o la diminuzione sia contenuta entro il quinto dell importo contrattuale. In tali casi, il corrispettivo sarà aumentato o diminuito proporzionalmente. Qualora nel corso di esecuzione del Contratto occorra un aumento o una diminuzione della prestazione originaria oltre il quinto dell importo contrattuale, ovvero una nuova prestazione che non muti comunque il genere delle prestazioni originarie, si procederà, previo consenso dell Appaltatore, alla stipula di un atto aggiuntivo, nella stessa forma e condizioni del Contratto originario. Per tutte le ipotesi di variazione contrattuale si procederà ai sensi dell art. 311 d.p.r. n. 207/2010. ART. 11 ASSICURAZIONI E GARANZIE L'Appaltatore svolge il servizio sotto la propria ed esclusiva responsabilità, assumendone tutte le conseguenze. Tale responsabilità opera sia nei confronti dei propri addetti che nei confronti della Società appaltante e dei terzi. L Appaltatore, pertanto, deve predisporre ed attuare tutte le misure per assicurare la sicurezza delle persone e delle cose comunque interessate dalle attività appaltate ed è responsabile penalmente e civilmente dei danni di qualsiasi genere che possono derivare alle persone e alle cose durante lo svolgimento delle attività oggetto del presente appalto. L Appaltatore, in relazione agli obblighi assunti con l accettazione del presente Capitolato e/o derivanti dal Contratto, solleva la Società appaltante da qualsiasi responsabilità in caso di infortuni o danni eventualmente subiti da persone o cose della Società stessa, dell Appaltatore e/o di terzi, in dipendenza di omissioni, negligenze, incidenti verificatisi in occasione dell esecuzione dell appalto.

14 14 L Appaltatore, pertanto, è responsabile penalmente e civilmente dei danni di qualsiasi genere che possono derivare alle persone e alle cose durante lo svolgimento delle attività oggetto del presente appalto. L Appaltatore in ogni caso dovrà provvedere senza indugio a proprie spese alla riparazione e/o sostituzione delle parti o degli oggetti danneggiati. A tal fine, ferme restando le assicurazioni obbligatorie per legge a favore dei lavoratori impiegati nel servizio e nelle attività oggetto del presente appalto, l Appaltatore deve stipulare un apposita polizza con primaria compagnia di assicurazioni, di durata pari a quella del presente appalto, per eventuali danni causati a persone o cose nello svolgimento delle attività appaltate in ragione della presente procedura. Tale polizza dovrà prevedere l espressa rinuncia da parte della compagnia ad ogni azione di rivalsa nei confronti della Società appaltante, nonché, in deroga a quanto previsto dagli artt e 1893 del codice civile, la rinunzia dell assicuratore a qualsiasi riserva e/o eccezione nei confronti della Società appaltante, in caso di eventuali dichiarazioni inesatte e/o reticenti da parte dell Appaltatore. La polizza dovrà essere presentata a Zètema entro 7 (sette) giorni dalla ricezione della comunicazione di aggiudicazione. In caso di raggruppamenti temporanei ai sensi dell articolo 37 del D.Lgs. n. 163/2006, le garanzie assicurative sono costituite, su mandato irrevocabile, dall impresa mandataria in nome e per conto di tutti i concorrenti, così come previsto dall articolo 128 del d.p.r. n. 207/2010. Zètema non è responsabile dei danni, eventualmente causati ai dipendenti ed alle attrezzature dell Appaltatore, che possono derivare da comportamenti di terzi estranei all organico di Zètema stessa. L Aggiudicatario, a garanzia dell'esatto adempimento di tutte le obbligazioni assunte nonché dell eventuale risarcimento dei danni e dei maggiori oneri derivanti dall'inadempimento, è tenuto a costituire in favore di Zètema e prima della stipula del contratto di appalto, una garanzia fideiussoria, prestata a mezzo di fidejussione bancaria o assicurativa, per un importo pari al 10% (dieci per cento) dell importo contrattuale offerto in sede di gara, per il servizio di pulizia, in riferimento al Lotto aggiudicato. In caso di aggiudicazione con ribasso d asta superiore al 10%, la garanzia è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%; ove il ribasso sia superiore al 20%, l aumento è di 2 punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%. Tale garanzia fideiussoria, come stabilito nell art. 113 del D.Lgs. 163/06, deve prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Società appaltante. Resta salvo e impregiudicato il diritto di Zètema al risarcimento dell eventuale maggior danno, ove la cauzione non risultasse sufficiente. ART. 12 RESPONSABILITA PER DANNI L Appaltatore sarà sempre direttamente responsabile di tutti gli eventuali danni che, ad insindacabile giudizio della Società appaltante, derivassero dall uso di materiali inadatti e/o da incuria del personale addetto al servizio.

15 15 L Appaltatore, fermo restando quanto disposto nell articolo precedente, ove sia possibile, dovrà in ogni caso provvedere senza indugio e a proprie spese alla riparazione e/o sostituzione di quanto danneggiato. Il controllo circa la buona realizzazione delle riparazioni e/o sostituzioni di cui al comma precedente sarà effettuato dalla Società appaltante, tramite il Direttore dell esecuzione, in contraddittorio. ART. 13 NORME REGOLATRICI E DISCIPLINA APPLICABILE L esecuzione delle attività e delle prestazioni oggetto del presente appalto è regolata, in via graduata: a) dalle clausole del Contratto, che costituiscono la manifestazione integrale di tutti gli accordi intervenuti tra le Parti; b) dalle disposizioni degli Atti di gara e dei relativi allegati (Bando di gara Capitolato d Oneri e relativi allegati Disciplinare di gara); c) da quanto previsto nell Offerta tecnico-economica presentata dall Appaltatore in sede di gara; d) da tutte le disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia, dalle disposizioni del codice civile e delle altre norme applicabili ai contratti di diritto privato, per quanto non regolato dalle clausole contrattuali e dalle disposizioni sopra richiamate, fermo restando quanto disposto dal D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e ss.mm.ii. e del DPR n. 207/2010 e ss.mm.ii.; e) dalle disposizioni in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro di cui al D.lgs n. 81/2008 e ss.mm.ii.; f) dal Regolamento Edilizio e dal Regolamento d Igiene del Comune di Roma; g) da tutte le altre disposizioni normative e regolamentari relative alla natura delle attività affidate. Le clausole del Contratto saranno automaticamente sostituite, modificate o abrogate per effetto di norme aventi carattere cogente contenute in leggi o regolamenti che entreranno in vigore successivamente, fermo restando che, in tal caso, l Appaltatore rinuncia ora per allora a promuovere eventuali azioni volte all incremento del corrispettivo pattuito ovvero ad opporre eccezioni rivolte a sospendere o risolvere il rapporto contrattuale. ART. 14 SUBAPPALTO E ammesso il subappalto entro il limite del 30% (trenta per cento), nel rispetto dell art. 118 del D.Lgs. 163/2006, al quale espressamente si rinvia. Fermo restando quanto sopra, l affidamento di attività in subappalto è sottoposto alle seguenti condizioni: l Appaltatore deve avere indicato in sede di offerta, i servizi o parti di forniture e/o servizi che intende subappaltare. Qualora tale indicazione non venga fornita, ovvero venga fornita in modo generico, nessuna autorizzazione di subappalto potrà essere concessa all'appaltatore;

16 16 l Appaltatore deve trasmettere alla Società appaltante copia conforme all originale del contratto di subappalto almeno 20 (venti) giorni prima della data di effettivo inizio dell esecuzione delle relative forniture o servizi. Il contratto suddetto deve contenere esplicitamente l accettazione, da parte del subappaltatore di tutte le condizioni del presente capitolato, e di tutti gli impegni specificati in offerta dall Appaltatore relativamente alle parti di servizio subappaltato; al contratto di cui al punto precedente l Appaltatore deve allegare altresì una dichiarazione circa la sussistenza o meno di eventuali forme di controllo o di collegamento a norma dell art del codice civile con il titolare del subappalto; al momento del deposito del contratto di subappalto presso la Società appaltante l'appaltatore deve trasmettere altresì la certificazione attestante il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti di qualificazione prescritti dal codice in relazione alla prestazione subappaltata e la dichiarazione del subappaltatore attestante il possesso dei requisiti generali di cui all articolo 38 del D.Lgs. n. 163/2006; l Appaltatore deve dimostrare che non sussiste, nei confronti del Subappaltatore, alcuno dei divieti previsti dall articolo 10 della Legge n. 575/1965 e ss.mm.ii.; l esecuzione delle attività subappaltate non può formare oggetto di ulteriore subappalto; i pagamenti al Subappaltatore dovranno essere effettuati a cura diretta dell'appaltatore. E fatto comunque obbligo all Appaltatore di trasmettere, entro 20 (venti) giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei confronti del Subappaltatore, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Qualora entro il predetto termine l Appaltatore non trasmetta le suddette copie delle fatture quietanzate, la Società appaltante sospenderà il successivo pagamento a favore dell Appaltatore stesso. Quanto previsto dal presente Capitolato per l Appaltatore, in materia di verifiche e controlli, riservatezza ed obblighi nei confronti del personale dipendente, si applica anche nei confronti dell eventuale Subappaltatore. ART. 15 CORRISPETTIVO E MODALITÀ DI PAGAMENTO A) Servizio di pulizia Il corrispettivo complessivo ed omnicomprensivo spettante all Appaltatore a fronte della piena e corretta esecuzione del servizio di pulizia è pari a quanto dallo stesso indicato nell offerta economica presentata in sede di gara e comunque a quanto indicato nel Contratto stipulato con la Società appaltante. Il predetto corrispettivo sarà considerato fisso ed invariabile, nonché sempre riferito a prestazioni realizzate a perfetta regola d arte e nel pieno adempimento delle modalità e delle prescrizioni del presente Capitolato, del Contratto e, comunque, di quelle concordate con la Società appaltante, fermi restando ove compatibili e/o migliorativi per la Società appaltante gli impegni assunti dall Appaltatore con la presentazione dell offerta in sede di gara. Tutti gli obblighi ed oneri derivanti all Appaltatore dall esecuzione dell appalto e dall osservanza di leggi e regolamenti, nonché dalle disposizioni emanate o che venissero emanate dalle competenti autorità, saranno compresi nel corrispettivo di cui sopra. Tale corrispettivo sarà

17 17 comunque considerato remunerativo di ogni prestazione effettuata dall Appaltatore in ragione del presente appalto. Il suddetto corrispettivo sarà pertanto determinato dall Appaltatore a proprio rischio, in base ai propri calcoli, alle proprie indagini, alle proprie stime, facendosi carico di ogni relativo rischio e/o alea. L Appaltatore, al termine di ogni mese, dovrà emettere regolare fattura per un importo pari alla rata mensile prevista per il Lotto per il quale è risultato aggiudicatario, salva l eventuale applicazione di penali in compensazione. L esecuzione di eventuali ulteriori interventi di pulizia, preventivamente concordati e commissionati dalla Società appaltante, saranno fatturati autonomamente, considerando il corrispettivo orario indicato, per le pulizie ordinarie, nell offerta economica in sede di gara. B) Servizio di Manutenzione ordinaria di pronto intervento Il corrispettivo complessivo ed omnicomprensivo spettante all Appaltatore a fronte della piena e corretta esecuzione dei lavori di Manutenzione ordinaria di pronto intervento sarà dato dalla somma dei corrispettivi relativi ai singoli interventi di manutenzione realizzati nel periodo di durata contrattuale, nel rispetto del limite massimo di spesa pari ad ,00 (euro seicentomila/00) relativamente al Lotto 1 e ad ,00 (euro quattrocentottantamila/00) relativamente al Lotto 2. Resta inteso che l importo sopra indicato è da considerare come somma a disposizione (plafont) per pagare i lavori di manutenzione ordinaria, non prevedibili, effettivamente e regolarmente eseguiti su richiesta di Zètema. E evidente, quindi, che l importo massimo di spesa sopra indicato per ciascun Lotto potrebbe anche non essere raggiunto nel corso della durata del contratto e tale evenienza non fa sorgere alcuna pretesa ed a qualunque titolo in capo all Appaltatore, che, con la sottoscrizione del presente Capitolato, dichiara di conoscere ed accettare. L ammontare di ciascun intervento di manutenzione sarà quantificato nel relativo ordinativo o nel foglio di lavoro predisposto in seguito alla richiesta di intervento urgente e sarà calcolato applicando la percentuale unica di sconto offerta in sede di gara ai prezziari e listini di seguito individuati e nell ordine di utilizzazione di seguito indicato: 1. tariffario dei prezzi per opere edili e per opere impiantistiche del Provveditorato Regionale alle OO.PP. del Lazio - Regione Lazio e Comune di Roma - Assessorato ai Lavori Pubblici e Manutenzione Urbana approvata con Deliberazione di Giunta Regionale del 17 dicembre 2010, n. 603; 2. tariffario Prezzi informativi dell'edilizia. Recupero, ristrutturazione, manutenzione. Ottobre Dei tipografia del Genio Civile. Per ordine di utilizzazione deve intendersi che in prima istanza si deve utilizzare la tariffa di cui al riferimento 1), in difetto si ricorre alla tariffa di cui al riferimento 2). Alle predette tariffe e prezziari si applicherà la percentuale di sconto offerta dall Appaltatore in sede di gara. Qualora una voce non sia contemplata nei prezziari di cui sopra, si procederà mediante il concordamento nuovi prezzi, determinati mediante l elaborazione di analisi dettagliate divise per materiale, trasporto, manodopera, spese generali ed utile d impresa, ai quali dovrà applicarsi lo sconto offerto in sede di gara. Verificata l impossibilità di stabilire un nuovo prezzo, per la difficoltà e/o la particolarità delle lavorazioni richieste, si procederà in economia, con manodopera fornita dall Appaltatore.

18 18 In tal caso, il costo dei materiali sarà rimborsato da Zètema all Appaltatore dietro presentazione della documentazione contabile dei relativi acquisti, mentre per la mano d opera si farà riferimento ai costi ufficiali praticati al momento della prestazione, esenti da ribasso d asta. In merito alla quantificazione degli oneri per la sicurezza connessi ai lavori di piccola manutenzione, si precisa che gli stessi saranno quantificati, qualora se ne verifichino i presupposti, in sede di affidamento del singolo intervento. L Appaltatore dovrà fatturare con cadenza mensile gli interventi ultimati nel mese precedente, allegando alla fattura la rendicontazione degli stessi, così come previsto nel precedente art. 6- bis. Ciascuna fattura deve contenere l importo mensile e deve indicare, per i singoli siti nei quali sono stati realizzati gli interventi, il dettaglio dei relativi importi. C) Modalità di pagamento di tutte le fatture Le fatture di cui al presente appalto dovranno essere distinte relativamente al servizio di pulizia ed ai lavori di manutenzione. Tali fatture, da inviarsi con raccomandata A/R o consegnate brevi manu con cadenza mensile, devono essere intestate a Zètema Progetto Cultura srl P.I , Via Attilio Benigni n. 59, Roma, e riportare il Lotto di riferimento ed il relativo codice identificativo, come di seguito specificati: Lotto 1 - codice CIG: Lotto 2 - codice CIG: BE Il pagamento delle fatture, detratte le eventuali penalità, sarà effettuato entro 60 giorni d.f.f.m. dal loro ricevimento, mediante bonifico bancario da disporre presso l istituto bancario e sul conto corrente dedicato indicati sulla fattura medesima. L Appaltatore, sotto la propria esclusiva responsabilità, dovrà rendere tempestivamente note alla Società appaltante le eventuali variazioni delle modalità di accredito di cui sopra. In difetto di tale comunicazione, anche se le variazioni fossero pubblicate nei modi di legge, l Appaltatore non potrà sollevare eccezioni in ordine ad eventuali ritardi dei pagamenti già effettuati. Prima di effettuare il pagamento delle fatture, ove ne ricorrano i presupposti, Zètema accerterà presso il Servizio di verifica degli inadempimenti gestito da Equitalia S.p.A., se il beneficiario del pagamento sia inadempiente all'obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento, nel rispetto di quanto stabilito dalle norme in materia. D) Revisione del corrispettivo I corrispettivi di cui al presente articolo si riferiscono ai Servizi prestati a perfetta regola d arte e nel pieno rispetto di modalità, requisiti, termini stabiliti nel presente capitolato, e, ove migliorativi, nell Offerta tecnica; resta inteso, pertanto, che tali corrispettivi sono remunerativi di ogni prestazione contrattuale. I corrispettivi sono stati determinati a proprio rischio dall Appaltatore in base ai propri calcoli, alle proprie indagini, alle proprie stime e sono, pertanto, fissi ed invariabili indipendentemente da qualsiasi imprevisto o eventualità, facendosi carico l Appaltatore di ogni relativo rischio e/o alea. Tutti gli obblighi ed oneri derivanti all Appaltatore dall esecuzione del contratto e dall osservanza di leggi e regolamenti, nonché dalle disposizioni emanate o che venissero

19 19 emanate dalle competenti autorità, sono compresi nei corrispettivi di cui ai precedenti commi del presente articolo. ART. 16 OBBLIGHI DI TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI L Appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i. In particolare, l Appaltatore è tenuto a: a) comunicare a Zètema i dati relativi al conto corrente dedicato sul quale saranno effettuati i versamenti dei corrispettivi relativi al presente appalto, nonché le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su tale conto. In caso contrario Zètema non potrà effettuare i pagamenti dovuti; b) dare tempestiva comunicazione circa eventuali variazioni dei dati trasmessi e/o delle modalità di accredito anzidette; c) effettuare ogni transazione relativa al presente appalto avvalendosi di banche o Poste Italiane spa, esclusivamente con gli strumenti di pagamento consentiti dall art. 3 della legge n.136/2010; d) utilizzare il CIG nell ambito dei rapporti con subappaltatori - subcontraenti fornitori e prestatori di servizi impiegati nello sviluppo delle prestazioni dell appalto. Zètema verificherà, in occasione di ogni pagamento, l assolvimento da parte dell Appaltatore degli obblighi relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari. L Appaltatore deve inserire nei contratti con i subappaltatori ed i subfornitori specifica clausola con la quale gli stessi si impegnano ad assolvere a tutti gli obblighi previsti dall art. 3 della legge n. 136/2010 al fine di assicurare la tracciabilità dei movimenti finanziari relativi al subappalto e al subcontratto. ART. 17 VERIFICHE E CONTROLLI La Società appaltante si riserva, con ampia ed insindacabile facoltà e senza che l Appaltatore possa nulla eccepire, di effettuare verifiche e controlli circa la corretta osservanza di tutte le disposizioni contenute nel presente Capitolato e/o nel Contratto e, in modo specifico, controlli di rispondenza e di qualità. Qualora, a seguito dei controlli dovessero risultare aspetti di non conformità al Capitolato e/o al Contratto, l Appaltatore dovrà provvedere ad eliminare le non conformità rilevate entro il termine indicato dalla Società appaltante. Per ogni giorno di ritardo rispetto al termine di cui sopra, la Società appaltante si riserva la facoltà di procedere all applicazione di penali, il cui importo sarà calcolato sulla base di quanto indicato nel presente Capitolato. La Società appaltante si riserva inoltre la facoltà di effettuare controlli e attività di monitoraggio per la verifica dei livelli di servizio, anche avvalendosi di soggetti terzi, senza che a ciò sia opponibile alcunché da parte dell Appaltatore.

20 20 ART. 18 INADEMPIMENTI E PENALI Le attività oggetto del presente Capitolato devono essere pienamente e correttamente eseguite a decorrere dalla data indicata nell art. 3 del presente Capitolato e nel rigoroso rispetto della tempistica e delle modalità prescritte nelle relative Schede allegate oltre che in piena aderenza a quanto contenuto nell offerta tecnico-economica presentata dall Appaltatore in sede di gara, che dovrà obbligatoriamente avere carattere migliorative rispetto a quanto prescritto dagli atti di gara anche ai sensi dell art. 68 del Codice dei contratti pubblici. In difetto, si applicheranno le penali previste nel presente articolo e determinate come segue: A) Servizio di pulizia - Nel caso di ritardato avvio del servizio, non dipendente dalla Società appaltante, da caso fortuito o forza maggiore, si applicherà una penale pari ad Euro 2.000,00 (duemila/00) per ogni giorno di ritardo. - Nel caso in cui il Direttore dell esecuzione, o altra persona dallo stesso incaricata, accerti che il servizio non è stato realizzato a perfetta regola d arte anche limitatamente ad taluno dei musei e siti oggetto del presente Capitolato, l Appaltatore dovrà provvedere, previa richiesta della Società appaltante inviata a mezzo fax o , ad effettuare le prestazioni contestate a perfetta regola d arte entro la giornata in cui è stata ricevuta la predetta contestazione, laddove si tratti di prestazioni da effettuare con cadenza giornaliera o di presidi, ovvero entro il primo lunedì non festivo successivo alla suddetta contestazione, laddove si tratti di interventi periodici. Per ogni giorno di ritardo nella corretta esecuzione delle prestazioni nei predetti termini, non dipendente dalla Società appaltante, da forza maggiore o caso fortuito, la Società stessa avrà l insindacabile facoltà di applicare all Appaltatore una penale pari ad un minimo di Euro 50,00 (cinquanta/00) e fino ad un massimo di Euro 500,00 (cinquecento/00), a seconda della gravità dell inadempimento. - Nel caso in cui il Direttore dell esecuzione, o altra persona dallo stesso incaricata, accerti la mancanza in uno o più servizi igienici dei materiali di consumo, l Appaltatore dovrà provvedere, dietro richiesta, al loro approvvigionamento entro 2 (due) ore dalla richiesta. Per ogni ora di ritardo, rispetto al termine sopra indicato, non dipendente dalla Società appaltante, da forza maggiore o caso fortuito, la Società stessa, relativamente a ciascun inadempimento contestato, avrà l insindacabile facoltà di applicare all Appaltatore una penale pari ad Euro 50,00 (cinquanta/00). Le prestazioni eseguite a seguito di contestazione da parte della Società appaltante non daranno luogo ad alcun compenso, in quanto fornite a compensazione di prestazioni non effettuate ovvero effettuate in modo negligente e non a perfetta regola d arte - In caso di mancato rispetto del numero delle ore (monte ore) previsto inderogabilmente negli atti di gara e di quelle aggiuntive offerte in sede di gara dall Appaltatore, non dipendente dalla Società appaltante, da forza maggiore o caso fortuito, sarà applicata all Appaltatore una penale pari al doppio del costo orario previsto dalle tabelle ministeriali per il relativo inquadramento contrattuale per il numero totale di ore che non risultano coperte. - Per ogni giorno di assenza o irreperibilità del Responsabile dell appalto, ovvero del suo sostituto, la Società appaltante avrà l insindacabile facoltà di applicare all Appaltatore una penale pari ad Euro 500,00 (cinquecento/00).

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI N.

AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI N. AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI N. 4 PROPOSTE DI RESIDENZA CREATIVA DA REALIZZARSI NEL PERIODO 1 FEBBRAIO 31 MAGGIO PRESSO IL TEATRO DI VILLA TORLONIA NELL AMBITO DELLE ATTIVITA DEL SISTEMA CASA

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali.

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. SERVIZIO SEGRETERIA AA.GG. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. Pontecagnano Faiano,lì 28.07.2005 (Aggiornamento 4.08.2005) INDICE ART.1 NORME DI

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E SUPPORTO OPERATIVO PER GLI UFFICI, CENTRALI E DISTACCATI, DELL ACI IN ROMA E PER L UFFICIO PROVINCIALE ACI DI ROMA CIG n.5393972e7e tra L AUTOMOBILE

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli