(servizi pulizie scadenza 2008) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(servizi pulizie scadenza 2008) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI"

Transcript

1 (servizi pulizie scadenza 2008) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto lo svolgimento del servizio di pulizia, da effettuarsi con le frequenze indicate nella scheda tecnica allegata che fa parte integrante del presente documento, nelle strutture specificate al successivo articolo 2. Art. 2 - Descrizione degli ambienti Le strutture oggetto dell appalto sono: Biblioteca dei Ragazzi - mq. 297 circa piano terra: ingresso, scalone con scaffali, tavoli e sedie, palco per rappresentazioni, ambiente di lettura per il pubblico, due bagni scala di accesso al 1 piano Piano primo: due sale lettura con tavoli, sedie e scaffali, piccolo ufficio con attrezzature informatiche Magazzini Via Roma mq- 455 circa Atrio, Ufficio, servizi igienici, corridoi, scala di accesso al piano superiore, magazzino librario al piano terra ed al primo piano, vialetto esterno. Biblioteca Labronica c/o Villa Fabricotti mq circa Piano terra :Atrio, 3 sale lettura, informazioni, locali depositi/disimpegni/stipetti, servizi igienici Piano primo: Atrio, corridoi, 3 sale lettura, 1 sala distribuzione, sala polivalente con locale di supporto, locali corridoi, servizi igienici, disimpegni Piano secondo: Atrio, sala riunioni, 6 locali uffici, 1 locale Direzione, 1 locale CED e impianti elettrici, servizi igienici, corridoi e disimpegni, terrazza Scale: Scala principale e scala di servizio (dal piano terra al piano secondo) Castelletto c/o Villa Maria mq. 340 circa Piano Terra: 1 salone, bagni Piano Primo: Ufficio con bagno, locale Museo Mascagnano, terrazze Archivio Banditella mq 950 circa Locali archivi Servizi igienici Ufficio corridoi Immobile Via delle Acciughe mq circa 1

2 piano terra:atrio, vano ascensore piano primo:corridoio, vano ascensore, 14 uffici, locali archivio, 2 ripostigli, chiostra, 1 bagno con tre servizi, 1 bagno per portatore di handicap piano secondo:corridoio, vano ascensore, 12 uffici, 1 bagno con tre servizi, locali archivio, 2 ripostigli, 2 locali uso ricovero attrezzi, 1 piccolo vano ufficio nel corridoio scale interne di accesso agli uffici Uffici Scali del Corso (suddivisi in due distinti appartamenti) mq. 150 circa 9 locali uso ufficio 1 soppalco accessibile con scale utilizzato come ufficio 2 locali uso archivio 2 ingressi 2 bagni di cui uno con antibagno 2 corridoi Immobile Via dei Pescatori mq circa Uffici sale riunioni corridoi e scale locale ascensore servizi igienici piazzale esterno Ufficio Manutenzioni Strade Via dei Bagnetti mq- 150 circa Uffici Bagni e antibagni Scale Museo Fattori mq circa Seminterrato Piano terra : 2 uffici, ingresso, 3 sale espositive, sala biliardo, sala moresca, bagni Piano 1 : 8 sale espositive compreso sala specchi, corridoio, bagno Piano 2 : 8 sale espositive, corridoio, bagno Mezzanino (con accesso dalle scale interne di servizio): locale spogliatoio del personale, stanza comando e bagni Locale mansarda Scalone principale Scala Minissi dal 1 piano al 2 Piano Biblioteca del Museo (ex Cappella) 2

3 Uffici del Mercato Centrale mq. 284 circa Portineria (piano terra) Ufficio Commercio su aree pubbliche (1 Piano):4 uffici, 1 servizio igienico con antibagno,1 corridoio, 1 sala riunioni, scale accesso, pianerottoli Ufficio Strutture Annonarie (1 Piano): 3 uffici, 1 servizio igienico, corridoio Ufficio Artigianato (1 Piano):2 uffici, corridoio Locali VV.UU. Noc 2 Via Lamarmora mq. 150 circa n. 6 Uffici n. 1 ingresso n. 1 corridoio n. 4 docce n. 4 servizi igienici n. 2 ripostigli Locali VV.UU. Noc 3 c/o Villa Mimbelli mq. 114 circa piano terra: 1 locale adibito ad ufficio piano primo :scale di accesso, servizi igienici, spogliatoi, disimpegni Cabina Semaforica Barriera Roma Locali VV.UU. Noc 5 Via Ozanam mq. 170 circa un vano scale un ingresso due stanze medie una stanza grande due locali spogliatoi con annessi bagni e docce. Circoscrizioni Circoscrizione n. 1 - Via delle Sorgenti n mq. 400 circa uffici, sale riunione, locali VV.UU., servizi igienici, corridoi Circoscrizione n.2 - Scali Finocchietti n.6 - mq. 800 circa uffici, sale, servizi igienici, corridoi, scale, pianerottoli, terrazzi, saletta Commissioni p.t. chiostra, Circoscrizione n. 3 - Via Corsica n mq. 600 circa uffici, servizi igienici, corridoi, ingressi, scale, pianerottoli, sale riunioni Circoscrizione n. 4? Via Menasci n. 2 - mq

4 uffici, corridoi, servizi igienici, magazzino, scale? Via Don Bosco mq. 180 biblioteca, ufficio, locale magazzino, servizi igienici? Servizi Igienici Parco G. Masini Via Don Bosco - mq. 16? Locale Via della Costanza - mq. 56 uffici, servizi igienici? Locali Via Guadalajara - mq 40 sala riunione, servizi igienici Circoscrizione n. 5? Via Machiavelli n mq. 600 uffici, saloni, servizi igienici, locali archivio, corridoi? Biblioteca Via Provenzal mq. 100 uffici, salone, ripostiglio, bagno Manutenzioni - Piazza del Cisternone n. 19 mq. 700 comprendente: Manutenzioni Edilizie (spogliatoi, bagni e doccie, uffici, locale fotocopiatrice, corridoio, ingresso) Impianti Termici (spogliatoio, bagno con docce, uffici, ingresso) Impianti Elettrici (spogliatoio, bagni con docce, uffici) Altri Uffici (8 uffici, 2 bagni, 1 ingresso, 1 atrio gabbiotto server Manutenzione del Verde Viale Carducci n. 4 mq. 312 comprendente: Palazzina - piano primo e parte del piano terra (uffici, corridoi, scale, bagni) Spogliatoi (spogliatoi, docce, servizi igienici) Art Durata del contratto 1. Il contratto ha la durata di quattro anni; inizia il giorno e termina il giorno Il Comune di Livorno avrà facoltà di ordinare, per un periodo limitato, la proroga del contratto oltre la data del e l impresa sarà tenuta a garantire la continuità del servizio fino all individuazione del nuovo contraente per un periodo, comunque, non superiore a tre mesi. Art. 4 Base d asta 4

5 L importo a base d asta dell appalto in oggetto ammonta a ,00= + Iva per l intero periodo contrattuale (compreso oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso percentuale stimati in ,00=). Con tale corrispettivo, o quel minor importo che risulterà dalla gara, l Appaltatore si intende compensato di qualsiasi suo avere o pretesa per l appalto in parola senza alcun diritto a nuovi o maggiori compensi. Il suddetto importo a base d asta è la sommatoria delle stime dei costi, per l intero periodo contrattuale, riferiti ai vari immobili come risulta da quanto segue: - Biblioteca dei Ragazzi Euro = + iva - Magazzini Via Roma = +iva - Biblioteca Labronica c/o Villa Fabbricotti = +iva - Castelletto c/o Villa Maria 8.500= + iva - Archivio Banditella = + iva - Immobile Via delle Acciughe = + iva - Uffici Scali del Corso = + iva - Immobile Via dei Pescatori = + iva - Ufficio Manutenzioni Strade Via dei Bagnetti = + iva - Museo Fattori = + iva - Uffici del Mercato Centrale = + iva - Locali VV.UU. Noc 2/3/ ,33= + iva - Circoscrizioni ,66= + iva - U. Manutenzioni c Verde = + iva Somma complessiva Euro ,00= oltre iva Art.5 - Presa visione dei locali L impresa che intende partecipare alla gara deve procedere alla ricognizione dei locali oggetto del servizio acquisendo gli appositi attestati di presa visione. L Amministrazione si rende disponibile a far visitare alle imprese interessate le strutture in oggetto, previo appuntamento da concordare con i seguenti uffici: - Per Biblioteca dei Ragazzi, Magazzini Via Roma, Biblioteca Labronica c/o Villa Fabricotti e Castelletto c/o Villa Maria tel Per Archivio Banditella tel Per Immobile Via delle Acciughe tel Per Uffici Scali del Corso tel Per Immobile Via dei Pescatori tel Per Ufficio Manutenzioni Strade tel

6 - Per Museo Fattori tel Per Uffici del Mercato Centrale tel Per Locali VV.UU. Noc 2 tel ** - Per Locali VV.UU. Noc 3 tel ** - Per Locali VV.UU. Noc 5 tel ** - Per Circoscrizione 1 tel Per Circoscrizione 2 tel Per Circoscrizione 3 tel Per Circoscrizione 4 tel Per Circoscrizione 5 tel Per U.Manutenzioni tel / Per U. Verde tel ** in caso di difficoltà nel contattare i numeri dei locali VV.UU. si prega telefonare alla centrale operativa del Comando VV.UU. al n. 0586/820420/1 Art. 6 Modalità di gara L appalto è effettuato a norma dell art. 83 del D.L.vo n. 163 del Art. 7 Modalità di aggiudicazione L aggiudicazione sarà effettuata a favore dell impresa che avrà presentato l offerta economicamente più vantaggiosa, risultante dalla somma dei punteggi attribuiti ai seguenti elementi: 1) offerta tecnico qualitativa massimo punti 60 2) prezzo massimo punti 40 Le offerte presentate dalle imprese concorrenti verranno sottoposte all esame di una Commissione appositamente costituita ai sensi dell art. 84 del D.L.vo 163/2006 che opererà in base ai parametri ponderali di seguito indicati. 1) OFFERTA TECNICO QUALITATIVA (MASSIMO PUNTI 60) L attribuzione dei 60 punti per la parte qualitativa sarà effettuata in base agli elementi sotto indicati: A) Schema organizzativo del servizio punti 20 B) Numero delle ore previste per il servizio punti 20 C) Personale punti 10 6

7 D) proposte migliorative punti 3 E) progetto per la gestione emergenze punti 5 F) progetti per l utilizzo di prodotti eco ambientali punti 2 A) schema organizzativo del servizio (punti 20) Dovrà essere descritta in forma chiara e sintetica (massimo 10 pagine in formato A4 - carattere Arial 11 - interlinea 1,5 margini superiori e inferiori uguali a 4, sinistro 3 e destro 2) la soluzione tecnico funzionale prevista per lo svolgimento del servizio in oggetto relativamente a: - organizzazione dell azienda in rapporto all appalto in oggetto ( metodologie e criteri tecnico operativi, presidi e loro localizzazione sul territorio, organizzazione delle attività in base alle cadenze temporali previste dalla scheda tecnica del capitolato, ecc.) - modalità di controllo delle attività e dei tempi di esecuzione per ogni servizio previsto dal capitolato e modalità di comunicazione/informazione che l offerente intende proporre - soluzione tecnico operative per la meccaniz zazione delle attività relativamente ad ogni servizio da prestare. In questa sezione dovranno essere descritti puntualmente i macchinari e le attrezzature che l impresa intende utilizzare, le loro caratteristiche tecniche, le modalità di utilizzo, la loro custodia e gli aspetti legati alla sicurezza (riferite a quelle da usare per l appalto e non alla dotazione generale dell impresa). - descrizione dei prodotti che l impresa intende utilizzare per l appalto in oggetto nel rispetto di quanto prescritto al successivo art. 12 del presente capitolato. - Eventuale gestione del servizio utilizzando il subappalto con l indicazione delle quantità e delle qualità delle lavorazioni (attenzione: non devono essere allegate le schede tecniche delle attrezzature e dei prodotti: tale materiale verrà richiesto unicamente alla impresa che risulterà aggiudicataria dell appalto) B) Numero delle ore previste per il servizio punti 20 La ditta deve indicare il numero delle ore annue che intende effettuare per lo svolgimento dell intero appalto, compreso quelle da utilizzare per l eventuale subappalto. Il numero complessivo deve essere suddiviso in ordine alle strutture specificate all art. 2 del presente capitolato. Dovrà essere specificata la distribuzione degli orari proposti in rapporto alla tipologia dei servizi da svolgere (interventi giornalieri, settimanali, mensili, semestrali) C) Personale punti 10 7

8 La ditta deve indicare: - il numero complessivo del personale, con il rispettivo livello di appartenenza, che intende utilizzare per lo svolgimento del presente appalto, nonché specificarne la suddivisione in rapporto alle strutture indicate all art. 2 del capitolato ed in particolare specificare se lo stesso dipendente viene utilizzato in più strutture nel rispetto degli orari previsti - il personale preposto al controllo operativo del lavoro svolto indicando la frequenza della presenza - la tipologia del personale da utilizzare per l eventuale subappalto - le modalità operative che intende adottare per le sostituzioni per ferie, malattie, infortuni, ecc. - piani di formazione del personale utilizzato per l appalto con l indicazione delle ore da assegnare e retribuire a ciascun lavoratore (specificare se le ore della formazione fanno carico al monte orario proposto) D) proposte migliorative punti 3 Dovranno essere presentate eventuali proposte migliorative rispetto a quanto richiesto espressamente dal presente capitolato e dalla scheda tecnica. Tali proposte devono essere compatibili e utili per lo svolgimento delle attività lavorative della Amministrazione Comunale e dovranno assicurare in particolare lo standard della qualità igienico sanitario agli operatori presenti ed all utenza, ove prevista, ed essere obbligatoriamente realizzate nel corso dell appalto, senza alcun onere aggiunto. Deve essere chiarito se viene utilizzata una parte delle ore indicate al punto B per le proposte migliorative ed in tal caso quantificarne il numero. In mancanza di tale dato il punteggio non sarà attribuito. E) progetto per la gestione emergenze punti 5 La relazione descrittiva dovrà illustrare e trattare puntualmente l organizzazione, gli obiettivi, i contenuti, le verifiche, l organizzazione operativa del progetto per la gestione delle emergenze nei giorni feriali e festivi in rapporto alla propria dislocazione territoriale ed al potenziamento del proprio organico. Dovranno essere specificati i tempi di intervento che la ditta prevede per assicurare la reperibilità e la disponibilità del personale nei casi di eventi eccezionali nonché i piani operativi da adottare per la soluzione degli stessi. F) progetti per l utilizzo di prodotti eco ambientali punti 2 L attribuzione di tale punteggio verrà effettuata in ordine alla percentuale più elevata di utilizzo di prodotti certificati secondo un sistema di etichettatura ambientale di tipi 1. (es. Ecolabel europeo, Blazer Engel, Nordic Swan o equivalenti). 8

9 Oltre alla percentuale di utilizzo,la ditta dovrà indicare ed illustrare con una relazione descrittiva o prodotti che utilizzerà in sede di esecuzione del servizio. Per opportuna conoscenza si sottolinea che non saranno valutate le proposte che offrono l utilizzo del 100% dei prodotti certificati Ecolabel in quanto il mercato non offre tipologie sufficienti a coprire l intera gamma di prodotti necessari Le offerte tecniche presentate dalle imprese concorrenti saranno sottoposte all esame della Commissione che opererà in base ai punteggi sopra indicati e con le modalità di seguito specificate. Per rendere omogenea l assegnazione dei punteggi delle diverse offerte per ognuna delle lettere A/B/C/D/E/F sopra indicate sono stati previsti cinque giudizi da attribuire per la valutazione e precisamente: OTTIMO al quale corrisponde il 100% del punteggio da attribuire BUONO 80% SUFFICIENTE 50% PARZIALMENTE SUFFICIENTE 20% INSUFFICIENTE 0% 2) PREZZO (MASSIMO PUNTI 40) I 40 punti a disposizione per il prezzo saranno attribuiti secondo la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente: prezzo più basso/ prezzo concorrente x 40 L offerta economica deve specificare il prezzo offerto al netto dell importo previsto per gli oneri della sicurezza; l impresa dovrà indicare la composizione del prezzo con riferimento ai seguenti elementi: - numero dei dipendenti utilizzati per l appalto corrispondente a quello indicato nell offerta progettuale - inquadramento nei livelli del CCNL dei suddetti dipendenti - ore di lavoro impiegate per l appalto - incidenza dell eventuale subappalto - costi macchinari e attrezzature varie - costi dei prodotti - costi per la sicurezza - spese generali - utile di impresa Le offerte ritenute dalla Commissione giudicatrice anormalmente basse verranno sottoposte a verifica in base a quanto stabilito dagli artt. 86,87,88 del D.L.vo n. 163/

10 L Amministrazione Comunale fa riferimento alla tabella approvata dal Ministero del Lavoro pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del L AGGIUDICAZIONE sarà disposta in favore dell impresa che avrà conseguito il punteggio complessivo più alto deriv ante dalla sommatoria dei punteggi attribuiti in relazione agli elementi di valutazione di cui ai sopra indicati punti 1) offerta tecnico qualitativa e 2) prezzo Art. 8 - Svolgimento del servizio 1. Il servizio dovrà svolgersi a regola d arte sulla base delle indicazioni contenute nella apposita scheda allegata, denominata Scheda tecnica per lo svolgimento del servizio di pulizie di varie strutture comunali, che fa parte integrante del presente capitolato, con le modalità ed i tempi ivi contenuti; la qualità del servizio dovrà corrispondere in maniera puntuale ed inderogabile alle predette indicazioni 2. Il servizio dovrà essere effettuato nelle fasce orarie indicate nella scheda tecnica suddetta per ciascuna struttura e comunque in orari diversi da quelli in cui viene svolta l attività lavorativa dei vari uffici comunali 3. La rilevazione dell orario di servizio del personale dell impresa aggiudicataria dovrà risultare da appositi fogli firma che dovranno essere lasciati a disposizione, in un locale delle strutture oggetto del presente appalto, per eventuali controlli che dovessero essere effettuati dal responsabile del contratto o suo delegato. Tali fogli firma, inoltre, dovranno essere allegati alle fatture mensili. Art. 9 - Verifica e controlli in corso di esecuzione Nel corso dell esecuzione del contratto l Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare verifiche e controlli sul mantenimento da parte dell impresa dei requisiti certificati e/o dichiarati dalla stessa ai fini della stipula del contratto. Art Personale dell impresa addetto al servizio 1. L impresa risultata definitivamente aggiudicataria dell appalto dovrà inviare all Amministrazione, prima dell inizio del servizio, l elenco nominativo, completo dei dati anagrafici, del personale che svolgerà il servizio stesso (anche eventuali sostituiti) presso ciascuna struttura oggetto dell appalto, con l indicazione, per ognuno, dell inquadramento nei livelli del CCNL. di categoria- Ogni variazione dovrà esser comunic ata all Amm.ne prima che il personale non compreso nel suddetto elenco, già consegnato, sia avviato all espletamento del servizio. 10

11 2. Il mancato invio dell elenco nei termini di cui al precedente comma, comporterà l applicazione delle penale di =, ovvero qualora l inadempienza dovesse persistere, questa sarà motivo di risoluzione contrattuale. 3. Il personale addetto al servizio dovrà essere a conoscenza delle modalità di espletamento dello stesso e dovrà essere consapevole degli ambienti in cui è tenuto ad operare. 4. Il personale dell impresa è tenuto anche a mantenere il segreto d ufficio su fatti e circostanze di cui sia venuto a conoscenza nell espletamento dei propri compiti. 5. L impresa deve incaricare del servizio persone in grado di mantenere un contegno decoroso ed irreprensibile, riservato, corretto e disponibile alla collaborazione con altri operatori ed in particolare nei riguardi dell utenza. 6. E facoltà del responsabile del contratto chiedere all impresa di allontanare dal servizio i propri dipendenti o soci che durante lo svolgimento del servizio abbiano dato motivi di lagnanza od abbiano tenuto un comportamento non consono all ambiente di lavoro. Art Obblighi dell impresa nei confronti del personale addetto al servizio. 1. Il personale che verrà messo a disposizione dell impresa per l espletamento del servizio in oggetto compreso i soci delle cooperative dovrà essere in regola con le norme di igiene e sanità ed in particolare l impresa dovrà predisporre i controlli sanitari richiesti dalla Regione Toscana. 2. In tal senso il responsabile del contratto ha facoltà di verificare in ogni momento la sussistenza delle condizioni sanitarie necessarie per l espletamento del servizio. 3. Il personale che verrà messo a disposizione dalla società per l espletamento del servizio in oggetto dovrà essere idoneo a svolgere tali prestazioni e di provata capacità, onestà e moralità. 4.Il personale dovrà inoltre essere dotato di apposita divisa e di cartellino di riconoscimento. 5. L impresa aggiudicataria si obbliga ad applicare nei confronti dei lavoratori dipendenti e, se cooperative, nei confronti dei soci lavoratori, condizioni contrattuali, normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi nazionali di lavoro di 11

12 categoria delle imprese di pulizia e dagli accordi integrativi territoriali sottoscritti dalle organizzazioni imprenditoriali e dei lavoratori maggiormente rappresentative, nonchè a rispettare le norme e le procedure previste dalla legge, alla data dell offerta e per tutta la durata dell appalto. L obbligo permane anche dopo la scadenza dei suindicati contratti collettivi e fino alla loro sostituzione. 6. I suddetti obblighi vincolano la società aggiudicataria indipendentemente dalla natura artigiana o industriale, dalla struttura o dimensione della società/impresa stessa e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica, o sindacale, ivi compresa la forma cooperativa. 7. L impresa aggiudicataria ha l obbligo di rispettare le prescrizioni di cui al D.L.vo n. 196/2003 in materia di protezione dei dati personali provvedendo tra l altro alla designazione degli incaricati del trattamento 8. La società aggiudicataria è tenuta inoltre all osservanza ed all applicazione di tutte le norme relative alle assicurazioni obbligatorie ed antinfortunistiche, previdenziali ed assistenziali, nei confronti del proprio personale dipendente e dei soci lavoratori nel caso di cooperative. 9. L impresa deve certificare a richiesta dell amministrazione, l avvenuto pagamento dei contributi assicurativi e previdenziali, nonchè l applicazione del trattamento retributivo previsto dal CCNL di categoria delle imprese di pulizia e dagli accordi integrativi territoriali, ai lavoratori, compresi i soci lav oratori qualora si tratti di cooperativa, impiegati nel servizio oggetto dell appalto. 10. Qualora l impresa non risulti in regola con gli obblighi di cui al comma precedente, l Amministrazione procederà alla sospensione del pagamento delle fatture, assegnando all impresa un termine entro il quale procedere alla regolarizzazione. 11. Qualora l impresa non adempia entro il predetto termine l amministrazione procederà alla risoluzione del contratto destinando le somme trattenute al soddisfacimento degli inadempimenti previdenziali e contrattuali. 12. Per tale sospensione o ritardo di pagamento la Società non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo al risarcimento dei danni. Art Materiale d uso, attrezzature e prodotti 1. L impresa aggiudicataria, nell espletamento del servizio, dovrà utilizzare prodotti ed impiegare attrezzature e macchine in propria disponibilità. L impiego degli attrezzi e delle 12

13 macchine, la loro scelta e le loro caratteristiche tecniche dovranno essere perfettamente compatibili con l uso dei locali, non dovranno esser rumorose, ai sensi del D.Lgs 277/1991, dovranno essere tecnicamente efficienti e mantenute in perfetto stato, inoltre dovranno essere dotate di tutti quegli accorgimenti e accessori atti a proteggere e salvaguardare l operatore e i terzi da eventuali infortuni. 2. Tutte le macchine dovranno essere conformi a quanto previsto dal D.P.R , N L impresa sarà responsabile della custodia sia delle macchine e attrezzature tecniche sia dei prodotti utilizzati. L Amministrazione non sarà responsabile nel caso di eventuali danni o furti delle attrezzature e dei prodotti. 4. A tutte le attrezzature e macchine utilizzate dall impresa per il servizio dovrà essere applicata una targhetta o un adesivo indicante il nominativo o il contrassegno dell impresa stessa. 5. Tutti i prodotti chimici, utilizzati dall impresa aggiudicataria nell espletamento del servizio, dovranno essere rispondenti alla normativa vigente per quanto riguarda etichettatura, dosaggi, pericolosità e biodegradabilità e modalità d uso. 6. E vietato l uso di sostanze acide ed eccessivamente alcaline e contenenti ammoniaca o coloranti, sui pavimenti di marmo, piastrelle, conglomerati; sulle superfici di gres si potranno usare dei detergenti lievemente acidi; sui pavimenti in pvc, linoleum e gomma non potranno essere usati prodotti contenenti idrocarburi, detersolventi o prodotti all anilina che li danneggerebbero irreparabilmente. 7. Sono altresì vietati prodotti spray con propellenti a base di clorofluorocarburi (CFC) 8. Sulle confezioni di tutti i prodotti utilizzati per la pulizia deve essere indicata in maniera visibile la eventuale pericolosità e nocività dei prodotti stessi. L Amministrazione comunale si riserva di sottoporre a verifica dell ASL i prodotti chiedendone la variazione nel caso di non adeguatezza Art Locali assegnati all impresa 1. L Amministrazione si impegna a mettere a disposizione dell impresa aggiudicataria i locali destinati a spogliatoio e a deposito di materiali ed attrezzature in ciascuna struttura oggetto del presente appalto, riservandosi la facoltà di attuare controlli e verifiche periodiche sullo stato d uso e di mantenimento dei locali, delle attrezzature e dei materiali custoditi. 13

14 2. Nel caso di impossibilità da parte della Amministrazione di mettere a disposizione della ditta aggiudicataria i suddetti locali, l impresa è tenuta a trovare idoneo ricovero con propri mezzi fissi o mobili, per le attrezzature, prodotti e materiale di proprietà. 3. L impresa è comunque responsabile dei locali assegnati. Art Periodo di prova L impresa aggiudicataria è soggetta ad un periodo di prova di sei mesi. Qualora durante tale periodo l esecuzione della prestazione non rispondesse alle norme previste dal presente capit olato l amministrazione ha facoltà di risolvere il contratto ed aggiudicare il servizio alla ditta che segue in graduatoria ove l offerta sia rispondente alle esigenze della Amministrazione. Art Supervisore della impresa L impresa aggiudicataria dovrà comunicare il nominativo del supervisore del servizio di pulizia che ha il compito di intervenire, decidere, rispondere direttamente riguardo ad eventuali problemi che dovessero sorgere relativamente all espletamento del servizio e ne dovrà garantire la reperibilità durante le fasce orarie di espletamento del servizio. Art Commissione di vigilanza e controllo 1. L Amministrazione ha facoltà di nominare un apposita commissione di vigilanza e controllo che avrà il compito di verificare il rispetto da parte dell impresa aggiudicataria di quanto previsto nel presente capitolato segnalando eventuali inadempienze al responsabile del contratto, nonchè di segnalare allo stesso la necessità di prestazioni di pronto intervento e di servizio straordinario. 2. Il supervisore del servizio, nominato dall impresa, dovrà eseguire quanto richiesto dal responsabile del contratto Art. 17 Esenzione dalla responsabilità solidale Si dà atto che l Amministrazione Comunale non è tenuta a corrispondere trattamenti retributivi ai dipendenti dell impresa appaltatrice non sussistendo alcuna responsabilità di tipo solidale. Art Rispetto accordo in materia salvaguardia occupazione Ai sensi di quanto disposto dal verbale di accordo del Ministro del lavoro e della Previdenza Sociale in data 24 ottobre 1997, art. 4 CCNL imprese di pulizia e successive 14

15 integrazioni e modificazioni l impresa aggiudicataria è tenuta al rispetto delle norme contrattuali vigenti in materia di salvaguardia dell occupazione. L impresa subentrante dovrà assumere mediante passaggio diretto ed immediato il personale dell impresa cessante, nel limite del numero dei dipendenti in forza da quattro mesi prima della scadenza dell appalto Art Rispetto D.Lgs 626/94 1. L impresa è tenuta all osservanza delle disposizioni del D. Lgs 626/1994 e ss.mm. ed in particolare a quanto disposto dall art. 4 comma 2 lett. a, b, c 2. L Impresa dovrà ottemperare alle norme relative alla prevenzione degli infortuni dotando il personale di indumenti appositi e di mezzi di protezione atti a garantire la massima sicurezza in relazione ai servizi svolti e dovrà adottare tutti i procedimenti e le cautele atti a garantire l incolumità delle persone addette e dei terzi 3. L Impresa dovrà comunicare, al momento della stipula del contratto, il nominativo del responsabile del Servizio Prevenzione e protezione ai sensi dell art. 4 comma 4 del D.Lgs sopra richiamato Art Danni a persone o cose 1. L Amministrazione non è responsabile dei danni, eventualmente causati ai dipendenti ed alle attrezzature dell impresa aggiudicataria, che possono derivare da comportamenti di terzi estranei all organico dell Amministrazione. 2. L Impresa è direttamente responsabile dei danni derivanti da cause a lei imputabili di qualunque natura che risultino arrecati dal proprio personale a persone o a cose, tanto dell Amministrazione che di terzi, in dipendenza di omissioni o negligenze nell esecuzione della prestazione. 3. A tal fine l impresa risultata aggiudicataria, prima della stip ula del contratto, dovrà essere in possesso di un adeguata polizza assicurativa:? per i danni comunque derivanti all amministrazione causati dal proprio personale, con massimali adeguati al valore dei beni mobili ed immobili;? per la responsabilità civile v erso terzi, con massimali adeguati. 4. L Impresa in ogni caso dovrà provvedere senza indugio a proprie spese alla riparazione e/o sostituzione delle parti o degli oggetti danneggiati Art Accertamento danni 1. L accertamento dei danni sarà effettuato dal responsabile del contratto alla presenza del supervisore del servizio 15

16 2. A tale scopo il responsabile del contratto comunicherà con sufficiente anticipo all impresa il giorno e l ora in cui si valuterà lo stato dei danni in modo da consentire alla stessa di intervenire 3. Qualora l impresa non manifesti la volontà di partecipare all accertamento in oggetto il responsabile del contratto procederà autonomamente alla presenza di due testimoni. 4. Tale constatazione costituirà titolo sufficiente al fine del risarcimento dei danni che dovrà essere corrisposto dall impresa. Art. 22 Penalità 1. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo imputabile all impresa, il servizio non venga espletato anche per un solo giorno o non sia conforme a quanto previsto dal Capitolato Speciale l Amministrazione applicherà all impresa una penale pari a = in caso di mancato espletamento del servizio e pari a =in caso di espletamento del servizio non conforme, fatta salva in questi casi la facoltà da parte dell Amministrazione di far svolgere il servizio ad altra impresa in danno dell Appaltatore. In caso di recidiva o di inadempienze più gravi il Comune si riserva la facoltà di adottare più severe misure da determinarsi di volta in volta. 2. Delle applicazioni delle eventuali penalità e dei motivi che le hanno determinate il responsabile del contratto renderà tempestivamente informata l impresa con lettera raccomandata A.R. 3. Le penalità a carico dell impresa saranno prelevate dalle competenze ad essa dovute operando detrazioni sulle fatture mensili emesse dall impresa Art Inadempimento e risoluzione del contratto Nel caso di mancato o non conforme adempimento del servizio l Amministrazione intimerà per iscritto all impresa di adempiere entro un congruo termine. Qualora l impresa non adempia nei termini indicati, l Amministrazione potrà procedere alla risoluzione del contratto incamerando la cauzione e salvo l ulteriore risarcimento del danno. Art Recesso L Amministrazione si riserva la facoltà, in caso di sopravvenute esigenze di interesse pubblico, di recedere in ogni momento dal presente contratto con preavviso di almeno un mese. Art Subappalto L impresa che intende subappaltare deve indicare in sede di gara ai sensi dell art. 118 del D.L.gs n. 163/2006 e ss.mm. i servizi che saranno oggetto di richiesta del subappalto non superiori al 30% dell importo complessivo del contratto 16

17 Art Scioperi Qualora nel corso del contratto si verifichino scioperi o cause di forza maggiore che impediscano l espletamento del servizio, l Amministrazione provvederà al computo delle somme corrispondenti al servizio non svolto da detrarre dalle relative fatture.- L Impresa aggiudicataria è tenuta a dare preventiva e tempestiva comunicazione all Amministrazione nonchè a garantire un servizio di emergenza. Art Pagamenti Il corrispettivo dovrà essere suddiviso in fatture mensili per ciascuna singola struttura e più precisamente per: o Biblioteca dei Ragazzi o Magazzini Via Roma o Biblioteca Labronica o Castelletto c/o Villa Maria o Archivio Banditella o Immobile Via delle Acciughe o Uffici Scali del Corso o Immobile Via dei Pescatori o Ufficio Manutenzioni Strade o Museo Fattori o Uffici del Mercato Centrale o Locali VV.UU. Noc 2 o Locali VV.UU. Noc 3 o Locali VV.UU. Noc 5 o Circoscrizione 1 o Circoscrizione 2 o Circoscrizione 3 o Circoscrizione 4 o Circoscrizione 5 o Manutenzioni o Verde 17

18 Le fatture dovranno essere corredate dei relativi fogli firma di presenza del personale dell impresa che ha prestato servizio per ciascuna struttura, come specificato nell art. 7 punto 3 del capitolato. Si avverte che, ai sensi del 2 comma dell art. 4 del D.leg.vo 231/2002 il pagamento del corrispettivo della fornitura dei beni e servizi verrà effettuato ent ro il termine di 60 (sessanta) giorni lavorativi dalla data di ricezione della relativa fattura L Amministrazione effettuerà il pagamento, dopo aver accertato il regolare servizio prestato, e previa esibizione da parte dell impresa della documentazione attestante il versamento dei contributi assicurativi e previdenziali (DURC), nonchè del trattamento retributivo previsto dal CCNL delle imprese di pulizia e dagli accordi integrativi territoriali. Art Revisione prezzi Non è prevista la revisione dei prezzi offerti in sede di gara per tutta la vigenza del contratto. Tuttavia ai sensi dell art. 115 del D.Lgs 12/4/2006 n. 163, tali prezzi, alla scadenza del 1 anno di servizio, su richiesta dell impresa appaltatrice da pervenire entro e non oltre 30 giorni dalla scadenza suddetta, saranno aggiornati in base al 75% dell incremento dell indice ISTAT dei prezzi al consumo. Art Garanzia provvisoria A garanzia della stipula del contratto i soggetti partecipanti alla gara dovranno costituire una garanzia provvisoria secondo le modalità e l importo di cui all art. 75 del D.Lgs n. 163 Art Garanzia definitiva 1. A garanzia dell esatta osservanza degli obblighi contrattuali, prima della stipula del contratto l impresa aggiudicataria dovrà costituire una garanzia definitiva secondo le modalità e gli importi di cui all art. 113 del D.Lgs n Resta salvo per il Comune l espletamento di ogni altra azione nel caso in cui la cauzione risultasse insufficiente 2. Detto deposito potrà essere costituito in una delle forme previste dalle leggi in materia (contanti, titoli di stato, fidejussione bancaria o polizza fidejussoria assicurativa rilasciata da compagnie di assicurazioni e ciò autorizzate) 3. Tale garanzia definitiva dovrà restare vincolata per tutta la durata del contratto e sarà svincolata e restituita all impresa soltanto dopo la conclusione del rapporto contrattuale, 18

19 dopo che sarà stato accertato il regolare soddisfacimento degli obblighi contrattuali da parte del Servizio che ha usufruito dell appalto. Art Aumento o diminuzione della prestazione L Amministrazione si riserva la facoltà di richiedere eventuali aumenti o diminuzioni della prestazione, conformemente a quanto previsto dall art. 11 del R.D. 2240/1923 Art Foro Competente Per qualsiasi controversia inerente il contratto ove l Amministrazione fosse attore o convenuto, resta inteso, tra le parti la competenza del Foro di Livorno con rinuncia di qualsiasi altro. Art Arbitrato Le controversie insorte fra l Amministrazione e l impresa possono essere risolte, ai sensi degli articoli 810 e ss. del c.p.c. da un collegio arbitrale composto da tre persone nominate una da ciascuna delle parti, e la terza d intesa tra le stesse o in caso di disaccordo dal Presidente del tribunale competente. Art Norme di rinvio Per quanto non espressamente previsto nel presente capitolato si rinvia a quanto disposto dalle norme vigenti in materia. 19

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO (capitolato emeroteca via del toro) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto lo svolgimento

Dettagli

La struttura oggetto del presente appalto, della superficie netta di circa mq. 1150, è distribuita su tre piani ed è costituita come segue:

La struttura oggetto del presente appalto, della superficie netta di circa mq. 1150, è distribuita su tre piani ed è costituita come segue: (appalto pulizie Uffici Pascoli) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA STRUTTURA ALL INTERNO DELLA RSA PASCOLI AD USO UFFICI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO III Settore Servizi alla Persona Dirigente: dott. Maurizio Durante CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann,

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

Per attribuire ad ogni Ditta il punteggio relativo a questo elemento, separatamente per ciascun lotto, si procederà secondo il seguente calcolo:

Per attribuire ad ogni Ditta il punteggio relativo a questo elemento, separatamente per ciascun lotto, si procederà secondo il seguente calcolo: (VESTIARIO VV.UU. 2009) QUADERNO D ONERI PER LA FORNITURA DI VESTIARIO E CALZATURE PER I VV.UU. PER L ANNO 2009 Art.1 Oggetto della fornitura Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di vestiario

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013 -

CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013 - Rep. n. 442 REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI POVOLETTO Provincia di Udine CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013-31.12.2014. L anno

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO INDICE Articolo 1 Affidamento del servizio pagina 2 Articolo

Dettagli

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI PULIZIA, DI SANIFICAZIONE E SANITIZZAZIONE, DI FACCHINAGGIO, DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE/DISTRIBUZIONE MERCI PRESSO I MAGAZZINI FARMACEUTICO ED ECONOMALE, DI PORTIERATO

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO AFFIDAMENTO SERVIZIO GESTIONE PARCHEGGIO A PAGAMENTO CON CUSTODIA LOC. VAL MARTINA NEL COMUNE DI SCARLINO CAPITOLATO D ONERI 1) Oggetto appalto : servizio di gestione del parcheggio pubblico a pagamento

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS INDICE 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2) NORMATIVA DI RIFERIMENTO PARTE I PRINCIPI GENERALI PARTE II CONTRATTI SOPRA SOGLIA 3) ACQUISTO

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA CAPITOLATO D ONERI Art. 1 (Locali oggetto di pulizia) Il servizio di pulizia riguarda

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

ART. 1. OGGETTO DELL APPALTO... 4 ART. 2. TIPOLOGIA DEL SERVIZIO... 4 ART. 3. ATTREZZATURE... 4 ART. 4. DURATA DEL CONTRATTO... 5

ART. 1. OGGETTO DELL APPALTO... 4 ART. 2. TIPOLOGIA DEL SERVIZIO... 4 ART. 3. ATTREZZATURE... 4 ART. 4. DURATA DEL CONTRATTO... 5 COMUNE DI LIVORNO DIPARTIMENTO Programmazione Economico Finanziaria Ufficio Economato 57123 LIVORNO P.zza del Municipio 1 Tel. 0586-820295 fax 0586 820574 e-mail economato@comune.livorno.it Cod. Fiscale

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

Capitolato Speciale d Appalto per il servizio di pulizia di immobili ad uso di uffici comunali

Capitolato Speciale d Appalto per il servizio di pulizia di immobili ad uso di uffici comunali Comune di Livorno Dipartimento 2 Programmazione economico finanziaria Ufficio Economato Capitolato Speciale d Appalto per il servizio di pulizia di immobili ad uso di uffici comunali 1 INDICE Art.1 Oggetto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Capitolato Speciale per programma di previdenza integrativa fondo pensione aperto - per il Corpo di Polizia Municipale

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. Art. l - PRINCIPI GENERALI Il presente capitolato ha per oggetto la gestione del servizio

Dettagli

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L.

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. MARINA SERVICE DI PORTO SAN GIORGIO GESTIONE SERVIZIO DI SALVATAGGIO A MARE NELLE SPIAGGE LIBERE DEL

Dettagli

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia Settore Economico Finanziario Amministrativo e di Supporto Capitolato speciale d appalto per l affidamento del servizio di: Pulizia dei locali destinati a

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate:

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate: Spett.le... Raccomandata a.r. Oggetto: Invito a presentare offerta per il servizio di pulizia e sanificazione dei locali della sede dell Automobile Club Pordenone e della sede di Sacile. Procedura in economia

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I. Pagina 1 di 5 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.G. 0437368F79 Pagina 2 di 5 INDICE ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno

DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno Via dei Lavoratori, 21 57016 Rosignano Marittimo (LI) tel. 0039 0586/724434 fax 0586/724274 Capitolato Speciale d Appalto per la fornitura di gas GPL per le

Dettagli

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 ******** I Settore Servizio Segreteria CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE,

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

CONTRATTO DI APPALTO PER SERVIZI DI PULIZIA RECEPTION E RISTORAZIONE IN ITALIA CON DISTACCO DI LAVORATORI ALBANESI

CONTRATTO DI APPALTO PER SERVIZI DI PULIZIA RECEPTION E RISTORAZIONE IN ITALIA CON DISTACCO DI LAVORATORI ALBANESI CONTRATTO DI APPALTO PER SERVIZI DI PULIZIA RECEPTION E RISTORAZIONE IN ITALIA CON DISTACCO DI LAVORATORI ALBANESI Con la presente scrittura privata, avente ogni valore giuridico, TRA - La società (ditta

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 1 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : Dal 1 MAGGIO 2012 AL 30 APRILE 2015 PRESCRIZIONI SPECIFICHE E TECNICHE ART. 1 - OGGETTO L

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Tra La (P.A..)...in persona del...pro tempore, Sig... nato a...e residente in...qui di seguito denominato Ente affidante. e l impresa...in

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

Città di Vigevano Provincia di Pavia CAPITOLATO GENERALE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI PULIZIA.

Città di Vigevano Provincia di Pavia CAPITOLATO GENERALE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI PULIZIA. Città di Vigevano Provincia di Pavia CAPITOLATO GENERALE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI PULIZIA. ART. 1 - OGGETTO Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento di servizi di pulizia generica presso

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO Pagina 1 di 7 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio assicurativo della responsabilità civile

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA TRA

CONTRATTO DI FORNITURA TRA REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE Oggetto: Contratto d appalto per l affidamento del servizio di manutenzione ed assistenza del sistema informatico contabile dell Istituto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto SCHEMA di Contratto d'appalto tipo CONTRATTO D APPALTO TRA Il sig. nato a il e residente a C.F. in seguito denominato

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ CONNESSE A PROGRAMMI DI RICERCA E PER L ATTIVAZIONE DI INFRASTRUTTURE TECNICHE COMPLESSE

Dettagli

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 AREA TECNICA E MANUTENTIVA 0964. 672324 0964.672300 e-mail ufficiotecnico@cert.comune.bovalino.rc.it SCHEMA

Dettagli