Dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, senza possibilità di tacito rinnovo.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, senza possibilità di tacito rinnovo."

Transcript

1 Ufficio Patrimonio, Acquisti e Servizi Generali Giovanni Gismondi Tel fax Mail: CAPITOLATO TECNICO PRESTAZIONALE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE (DM 24 maggio 2012 Ministero Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare) DELLA SEDE DI ROMA DELL ICE AGENZIA PER IL PERIODO 01/01/ /12/2017 PREMESSA Il servizio oggetto del presente affidamento riguarda il fabbricato (ex sede dell Istituto nazionale per il Commercio Estero) sito in Via Liszt, n 21. Tale fabbricato è ora la sede rispettivamente dell ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane e dell Agenzia per l Italia Digitale. L Agenzia per l Italia Digitale provvede direttamente per l esecuzione dei servizi di pulizie negli ambienti di propria competenza, corpi C e D, 1/3 del fabbricato, (escluso 4 piano corpo D). Per la particolare strutturazione dell edificio rimangono in uso condiviso alcuni ambienti, per i quali l esecuzione delle prestazioni richieste nel presente capitolato saranno svolte, nel rispetto delle proporzioni esistenti complessivamente (2/3 ICE Agenzia, 1/3 AgID), per due quadrimestri dall Azienda che sarà affidataria del servizio in oggetto e per un quadrimestre dall Azienda che svolge il servizio per AgID. Di seguito, indicati con un asterisco, i servizi che dovranno essere eseguiti con le tempistiche sopra citate. 1. SERVIZIO RICHIESTO: Il presente capitolato ha per oggetto i servizi di pulizia, derattizzazione e disinfestazione a ridotto impatto ambientale, dei locali della Sede dell ICE Agenzia in Via Liszt n 21, Roma Eur. La ditta, dopo aver effettuato il sopralluogo obbligatorio (si richiama in proposito il Disciplinare di gara, art.4), dovrà formulare la sua migliore offerta per l esecuzione dei servizi indicati al punto 3, presentando il Piano Gestionale del servizio per l aspetto tecnico ed utilizzando preferibilmente per l Offerta Economica il modello fornito dall Amministrazione. 2. DURATA DEL CONTRATTO: Dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, senza possibilità di tacito rinnovo. 3. DESCRIZIONE DEI SERVIZI: Le pulizie dovranno essere effettuate con i tempi indicati secondo lo schema qui sotto riportato, che definisce la frequenza minima richiesta. 07/08/14 1 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

2 SERVIZIO DI PULIZIE A) SERVIZI GIORNALIERI 1) Asportazione carta dai cestini e svuotamento in appositi contenitori, spolveratura delle scrivanie, dei vari arredi e macchine, spazzatura dei pavimenti e successiva lavatura con acqua e materiali di prima qualità, biodegradabili (è vietato utilizzare piumini di origine animale) senza alterare le lucidature e le strutture particolari dei seguenti ambienti: Saloni Sale riunioni Cabine Fumatori * Locali sale corsi Centro Formazione E. Massacesi (piano 1s) * Uffici e locali di rappresentanza (con particolare cura per il mantenimento giornaliero e periodico della pavimentazione in legno della Presidenza, Direzione Generale, sala Dall Oglio, atrii, ecc.) Bar e mensa (compreso terrazzo) * Corridoi * Anticamere (portinerie, atri e sbarchi ascensori a tutti i piani) * Scale (n 2) e ringhiere (con particolare cura delle parti in vetro) * Androni ingresso principale piano terra * Uffici e segreterie dei Direttori degli Uffici di Coordinamento e di Supporto Centro Stampa Biblioteca (con particolare cura dei locali adibiti alla ricezione del pubblico) Ambienti corpo A piano terra * Ambienti adibiti alla ricezione e spedizione corrispondenza piano terra Stanze uffici piano terra 2) Pulitura di tutti gli arredi, i piani delle scrivanie, i tavolini ed il moblio vario presente nei locali sopra indicati, che dovranno essere trattati con panno umido dopo la spolveratura. 3) I tappeti e le guide, ove presenti, dovranno essere puliti con aspirapolvere. 4) Pulitura dei computer e schermi dei monitor, che dovranno essere puliti con prodotti adatti ed appositi panni, onde evitare danneggiamenti. 5) I corridoi, che dovranno essere puliti solamente con macchina industriale, con conseguente aspirazione, lavaggio e asciugatura, da effettuarsi nelle ore di assenza del personale dell ICE-Agenzia (è fatto assoluto divieto di uso di scope od altro che possa provocare spostamento di polvere). * 6) Pulitura e disinfezione di tutti i servizi igienici, con materiali adatti e non maleodoranti, comprese tutte le pareti metalliche e in maiolica, nonché dei lavabi, tali pulizie, si ripete, devono essere effettuate giornalmente. Nelle operazioni di sanificazione dei servizi igienici dovranno essere utilizzate attrezzature (panni, guanti, mop, etc.) diverse da quelle utilizzate per gli altri spazi. 7) Sostituzione, secondo necessità, degli asciugamani di stoffa posti negli appositi contenitori, forniti dall ICE. 07/08/14 2 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

3 8) Riempitura degli appositi contenitori, previo lavaggio degli stessi, con sapone liquido fornito dall ICE. 9) Sostituzione negli appositi contenitori della carta igienica, fornita dall ICE. 10) Spazzatura e lavaggio ascensori, con particolare cura di tutte le guide delle porte e tra pedana e parete. * 11) Spazzatura cortili, porticati, garage, con particolare cura davanti all ingresso principale (trattandosi di pulizia di zone esterne, con possibilità di presenza di guano, le attrezzature utilizzate devono essere differenziate). * 12) Pulitura di tutte le pareti vetrate interne. 13) Ritiro della carta da macero presso gli uffici redazionali e nei locali che verranno indicati dal competente Ufficio Patrimonio, Acquisti e Servizi Generali. 14) Raccolta della carta da macero che dovrà essere pressata con l apposita macchina di proprietà dell ICE, predisposta in balle, sistemata in apposito spazio e coperta con teli forniti dall azienda. E a carico dell azienda anche il materiale da utilizzare per la confezione delle balle. 15) Particolare attenzione dovrà essere prestata per la Biblioteca, dove dovrà essere garantita la presenza continua di un operaio, nel solo orario antimeridiano, che ne curi la pulizia e l ordine. 16) La ditta dovrà provvedere giornalmente ad assicurare che le autovetture dell Agenzia (attualmente 2 a noleggio) siano perfettamente pulite internamente ed esternamente, mediante aspirazione degli interni, svuotamento posacenere, spolveratura cruscotti e lavaggio esterno, quando necessario, affinché siano sempre mantenute in condizioni esteticamente adeguate al loro utilizzo. Per il lavaggio delle autovetture in questione, dovranno essere usati appositi detergenti neutri (del tipo specifico in commercio) e pelli scamosciate di qualità superiore al fine di garantire il mantenimento ottimale delle parti cromate, della verniciatura e delle parti in plastica o gomma ove esistenti. B) - PULIZIE DA EFFETTUARSI A GIORNI ALTERNI (Stanze piani 1, 2, 3 lunedì/mercoledì - Stanze piani 4, 5, 6 martedì/giovedì) 1) Spolveratura dei mobili ed arredi 2) Spazzatura di tutte le stanze, ripostigli e accessori e successiva lavatura con acqua e materiali che non deteriorino od alterino le lucidature e le strutture particolari. I piani delle scrivanie dovranno essere trattati con panno umido dopo la spolveratura 3) Svuotatura cestini e pulizia degli stessi con straccio umido 4) Spolveratura dei davanzali delle finestre 5) Pulitura dei tappeti con aspirapolvere 6) Pulitura dei computer con le accortezze indicate in precedenza Durante la pulitura delle stanze occorrerà provvedere alla spolveratura degli infissi interni e a quella dei davanzali esterni. 07/08/14 3 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

4 C) - PULIZIE PLURISETTIMANALI (2 volte a settimana) Spazzatura terrazzo secondo necessità (torrini, canali di scolo sul torrino ala nuova, quelli adiacenti la sala Pirelli, ecc.) trattandosi di pulizie zone esterne con possibilità di presenza guano, le attrezzature utilizzate devono essere differenziate. * D) - PULIZIE SETTIMANALI 1) Spazzatura e lavatura dei locali degli archivi generali e di quelli adiacenti 2) Pulitura con mezzi adatti delle porte dei bagni e delle pareti degli ascensoriù 3) Lucidatura pavimenti in marmo e in linoleum con macchina industriale e con prodotti adatti. 4) Pulizie delle vetrate del corpo A piano terra. * Solo il venerdì - Tutte le stanze ed uffici ai piani 1, 2, 3, 4, 5, 6 (vedi anche punto B pulizie da effettuarsi a giorni alterni). E) PULIZIE QUINDICINALI 1) Spolveratura degli infissi superiori delle finestre. 2) Pulitura dei vetri delle passerelle esterne dei vari ingressi. * 3) Spazzatura e lavatura intercapedini con getto d acqua. 4) Pulizia con macchinari e prodotti adatti di tutte le pavimentazioni in marmo, pietra e granito esistenti nell edificio. F) PULIZIE MENSILI 1) Pulizia fontana ornamentale esterna. 2) Pulizia e trattamento di tutte le pavimentazioni in legno e linoleum dei vari ambienti con i mezzi ritenuti più adatti ad una perfetta conservazione. G) PULIZIE BIMESTRALI 1) Pulizia di tutte le vetrate delle scale e degli androni della parte di fabbricato di pertinenza dell ICE Agenzia, 2) Pulizia interna ed esterna di tutte le finestre delle stanze della parte di fabbricato di pertinenza dell ICE Agenzia, con prodotti adatti (nel bimestre di riferimento per la pulizia esterna con autopiattaforma - vedi punto I lo stesso verrà considerato come intervento relativo) trattandosi di pulizie zone esterne con possibilità di presenza guano, le attrezzature utilizzate devono essere differenziate. 3) Pulizia vetrate interne ed esterne dell intero ambiente al seminterrato (sale corsi, riunioni, ecc.). * 07/08/14 4 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

5 H) PULIZIE QUADRIMESTRALI 1) Spolveratura delle pareti, soffitti, armadi ed apparecchi di illuminazione I) PULIZIE ANNUALI 1) Pulizia esterna di tutte le serrande, finestre e pannelli in alluminio delle facciate della parte di fabbricato di pertinenza dell ICE Agenzia, con auto-piattaforma con altezza di lavoro di almeno 28/30 metri, conseguente pulizia dei vetri, 2) Lavatura con mezzi adatti di tutte le pareti delle stanze, dei corridoi, degli atrii, degli ambienti di rappresentanza (compresi i sopraluce). L) PULIZIE UNA TANTUM Durante il periodo di gestione del contratto dovrà essere effettuata la pulizia, con prodotti adatti e con personale specializzato, di tutte le doghe della controsoffittatura dell edificio (stanze e corridoi). DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE DEI LOCALI La ditta dovrà provvedere inoltre all esecuzione delle seguenti prestazioni: A) Profilassi antimurina, B) Disinfestazione contro gli insetti striscianti, C) Disinfestazione nebulosa contro gli insetti volanti. I servizi dovranno essere effettuati secondo le normative previste dalle leggi vigenti e utilizzando materiali e prodotti che non siano di nocumento per le persone e che non danneggino cose di proprietà dell Agenzia. Tutti gli interventi dovranno essere effettuati nei tempi e momenti da concordare con il sopra citato Ufficio competente, evitando che durante l esecuzione si arrechino danni alle persone. La ditta dovrà utilizzare prodotti di prima qualità e che abbiano la dovuta efficacia per quanto richiesto. A) Profilassi antimurina I trattamenti dovranno essere effettuati a cadenza regolare ogni 45 giorni a partire dalla prima quindicina di gennaio nei seguenti locali dell ICE: - tutti gli ambienti siti nei terrazzo, in tutti i cavedi, nei locali Centro Formazione E. Massacesi e locali adiacenti, nel garage, nella Centrale Telefonica, Magazzino Fiere, laboratorio e deposito corpo A, tutte le intercapedini, fondali ascensori, tutta la superficie del piano 2s occupata o non dai vari impianti. 07/08/14 5 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

6 B) Disinfestazione contro gli insetti striscianti. I trattamenti dovranno essere effettuati a cadenza regolare ogni 4 mesi, a partire dalla prima quindicina di gennaio, oltre che in tutti i locali sopra citati, anche nei locali Biblioteca 1 p., sotto tutte le armadiature esterne ai piani, nel Centro Stampa, corpo A p.t., in tutti i servizi igienici ed in tutti i perimetri esterni. C) Disinfestazione nebulosa contro gli insetti volanti. I trattamenti dovranno essere effettuati a cadenza regolare, ogni sei mesi a partire dalla prima quindicina di giugno, in tutti i locali sopra indicati punto B -, con particolare cura per i locali adibiti a Biblioteca, per gli archivi dei vari piani e quelli installati nei seminterrati. Quanto sopra dovrà essere effettuato in conformità alle disposizioni legislative vigenti (in particolare D.Lgs. 81/08 e successive modifiche ed integrazioni). 4. ORARIO DI EFFETTUAZIONE DEI LAVORI: I servizi di pulizia dovranno essere effettuati nell ambito dell orario giornaliero dalle ore 6.00 alle ore di tutti i giorni feriali (secondo il programma già enunciato nel precedente articolo e che, comunque, può essere soggetto a modifica secondo le esigenze di questa Amministrazione). I turni e le modalità di effettuazione dei servizi dovranno essere concordati con l Ufficio competente dell ICE, assicurando tra l altro la continua presenza di personale in qualsiasi momento della giornata, nell ambito del suddetto orario. 5. SPECIFICHE TECNICHE PRODOTTI DETERGENTI E DISINFETTANTI: Per l effettuazione dei servizi oggetto del presente capitolato tecnico, dovranno essere utilizzati esclusivamente prodotti detergenti conformi ai requisiti minimi di cui ai paragrafi 6.1 e 6.2 dell allegato al Decreto del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DM del 24 maggio 2012 (G.U. n. 142 del 20 giugno 2012). Tutti i prodotti utilizzati per l espletamento del servizio devono avere caratteristiche rispondenti alle normative vigenti in ambito nazionale e comunitario e devono corrispondere ai prodotti dichiarati in sede di offerta. I materiali e prodotti utilizzati devono essere di prima qualità, biodegradabili, senza possibilità di alterare i materiali con cui vengono a contatto e atti a garantire il pieno rispetto e la salvaguardia delle persone e degli ambienti. I prodotti utilizzati devono essere quelli dichiarati in sede di presentazione dell offerta e, in ogni caso, conformi ai criteri ambientali minimi definiti nel presente capitolato. Se nel corso dell appalto si rendesse necessario sostituire i prodotti dichiarati in sede di offerta tecnica e usati per il servizio (elencati nella scheda B Prodotti ), ogni nuovo prodotto dovrà avere le stesse caratteristiche qualitative e un impatto ambientale non superiore di quello sostituito. L aggiudicatario si obbliga a trasmettere all ICE-Agenzia la scheda tecnica e la scheda di sicurezza dei nuovi prodotti e potrà utilizzarli solo a seguito di verifica e successiva autorizzazione da parte ICE-Agenzia. L impresa aggiudicataria non può utilizzare prodotti con funzione esclusivamente deodorante o profumante. 07/08/14 6 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

7 L aggiudicatario dovrà produrre un rapporto annuale sui prodotti consumati per le esigenze di sanificazione e detergenza (e per altri scopi, per esempio ceratura delle superfici) durante il periodo di riferimento. In tale rapporto, per ciascun prodotto verrà indicato il nome commerciale, il produttore e la quantità di prodotto utilizzata. La relazione dovrà essere accompagnata da opportune prove documentali, su richiesta dell ICE-Agenzia. Prodotti detergenti Per ogni singolo prodotto utilizzato dovrà essere indicato il nome del produttore, il nome commerciale del prodotto nonché l eventuale possesso dell etichetta ambientale Ecolabel Europeo. Per i prodotti non in possesso dell Ecolabel Europeo ma ritenuti conformi, l aggiudicatario, sulla base dei dati acquisiti dai produttori e/o riportati nelle etichette, nelle schede tecniche o di sicurezza dei prodotti, è tenuto a sottoscrivere la dichiarazione di cui al Mod.7 Prodotti detergenti D.M. 24/05/2012, con la quale attesta che i prodotti detergenti sono conformi ai criteri ambientali minimi. Per i prodotti non in possesso dell etichetta ecologica Ecolabel, l aggiudicatario dovrà produrre un rapporto di prova redatto da un laboratorio accreditato ISO 17025, che garantisca la conformità dei prodotti detergenti ai criteri ambientali minimi, con spese a proprio carico. I prodotti disinfettanti devono essere autorizzati dal Ministero della Salute: a) come presidi medico-chirurgici, ai sensi del D.P.R. n. 392/1998; in tal caso devono riportare in etichetta le seguenti diciture: Presidio medico-chirurgico e Registrazione del Ministero della Salute n. ; b) come prodotti biocidi, ai sensi del D.Lgs. n. 174/2000; in tal caso devono riportare in etichetta le seguenti diciture: Prodotto biocida e Autorizzazione del Ministero della Salute n.. I prodotti disinfettanti devono essere conformi ai criteri ambientali minimi di cui al punto 6.2 dell Allegato al D.M. 24/05/2012. Per ogni singolo prodotto utilizzato dovrà essere indicato il nome del produttore, il nome commerciale del prodotto, il numero di registrazione/autorizzazione, e dovrà essere sottoscritta la dichiarazione di cui al Mod.8 Prodotti disinfettanti superconc. D.M. 24/05/2012, allegando le schede tecniche o di sicurezza, come indicato nel Disciplinare al paragrafo Per tali prodotti, l aggiudicatario dovrà produrre un rapporto di prova redatto da un laboratorio accreditato ISO 17025, che garantisca la conformità dei prodotti detergenti ai criteri ambientali minimi, con spese a proprio carico. I prodotti diversi da quelli più sopra indicati (cere, deceranti, decappanti, deteresolventi, cere metallizzate, smacchiatori di inchiostri, pennarelli, graffiti nonché i prodotti classificati superconcentrati, ecc.) devono essere conformi al Regolamento CE n. 648/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio e ai criteri ambientali minimi di cui al punto 6.2 dell Allegato al D.M. 24/05/2012. E vietato l uso di alcool, acido cloridrico e ammoniaca. Sono altresì vietati i prodotti spray con propellenti a base di clorofluorocarburi. I contenitori, esaurite le quantità contenute, dovranno essere smaltiti secondo le norme vigenti. Non dovranno essere abbandonati al termine del servizio negli edifici dell ICE Agenzia i rifiuti provenienti dalla lavorazione effettuata. Modalità di utilizzo I prodotti detergenti e disinfettanti devono essere utilizzati con le concentrazioni d uso indicate dal produttore. 07/08/14 7 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

8 I detergenti superconcentrati (ovvero i prodotti per la pulizia di ambienti interni, inclusi i detergenti per finestre e per servizi sanitari, con elevata concentrazione di sostanza attiva) devono essere utilizzati solo con sistemi di dosaggio o apparecchiature (per esempio flaconi dosatori con vaschette di dosaggio fisse o apparecchi di diluizione automatici) che evitino che la diluizione sia condotta arbitrariamente dagli addetti al servizio. 6. FORMAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLE PULIZIE DEI LOCALI. L Impresa dovrà garantire che tutto il personale impiegato nell appalto sia adeguatamente formato ed aggiornato ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e che, nelle iniziative di formazione attuate ai sensi del citato D.Lgs.81/08, siano trattati anche i seguenti argomenti: - corrette modalità di dosaggio dei prodotti di pulizia, in particolare per i prodotti superconcentrati; - precauzioni d'uso (divieto di mescolare, come manipolare il prodotto, come intervenire in caso di sversamenti o di contatti accidentali, come leggere le schede di sicurezza); - differenze tra disinfezione e lavaggio; - modalità di conservazione dei prodotti; - caratteristiche dei prodotti per la pulizia a minore impatto ambientale e dei prodotti ausiliari ecologici ; - etichette, incluse quelle ecologiche, dei prodotti detergenti e disinfettanti per le pulizie; - corretto conferimento dei rifiuti secondo le modalità di raccolta differenziata previste nel Comune di Roma. L Impresa, entro 60 giorni dall inizio del servizio, dovrà presentare il proprio programma di formazione del personale, comprendente le ore di formazione e i docenti dei corsi con relativo profilo sintetico curriculare. L Impresa potrà verificare i contenuti formativi impartiti al personale già operante nella precedente gestione al fine di adeguare i propri interventi formativi. Per il personale destinato alla commessa assunto in corso di esecuzione del contratto, deve essere presentata analoga documentazione entro 60 giorni dall immissione in servizio. 7. ACCETTAZIONE DELLE NORME E CONDIZIONI DI APPALTO: La ditta dichiara: Di aver preso conoscenza e di accettare tutte le norme del presente capitolato tecnico prestazionale. Di aver vagliato tutte le circostanze generali e particolari, di luogo e di tempo, relative all appalto stesso e tutti gli eventi e gli elementi possibili e contingenti che possono influire sull esecuzione dell opera. Di rinunciare, come in effetti rinuncia, ad eccepire durante e dopo l esecuzione dei lavori, la mancata conoscenza di condizioni o la sopravvenienza di elementi che non appartengano alla categoria delle cause di forza maggiore contemplata dal Codice Civile. 8. ONERI ED OBBLIGHI GENERALI A CARICO DELL APPALTATORE: E responsabilità dell appaltatore l organizzazione e la conduzione di tutti i servizi. 07/08/14 8 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

9 La ditta si impegna ad aprire entro 60 giorni dalla data di aggiudicazione definitiva una sede operativa nella Regione Lazio. All atto della stipula del contratto oggetto dell appalto la ditta aggiudicataria si obbliga a produrre idonea documentazione atta a comprovare l impegno assunto. All appaltatore compete l osservanza, sotto la sua esclusiva responsabilità, di tutte le norme antinfortunistiche stabilite dalla legge, nonché delle norme interne di sicurezza sul lavoro ed in genere di tutti i provvedimenti e le cautele atte a garantire, in ogni caso, l incolumità del proprio personale (e di qualsiasi terzo) e di evitare danni di ogni specie, sia alle persone che alle cose. L appaltatore è tenuto a nominare il Responsabile tecnico il cui curriculum è stato presentato e valutato in sede di gara, egli ha funzione di rappresentante dell Impresa per i servizi ad essa assegnati in appalto. L eventuale sostituzione, in corso di esecuzione del contratto del Responsabile proposto in sede di gara, potrà essere effettuata esclusivamente con analoga figura professionale e previo invio di curriculum vitae che dovrà essere sottoposto ad approvazione dell ICE-Agenzia. Tale Responsabile deve essere un tecnico competente, di fiducia dell impresa, del cui operato l impresa stessa si rende completamente garante e responsabile; egli rappresenta l appaltatore nei confronti dell ICE-Agenzia e assume tutte le responsabilità che la legge mette a carico dell'impresa. L appaltatore, sotto la sua piena responsabilità, di concerto con l Ufficio competente dell ICE-Agenzia, organizza e provvede alla conduzione dei servizi appaltati nel modo e con i mezzi che ritiene più idonei ed adeguati, nel rispetto delle disposizioni contrattuali. L appaltatore è tenuto alla scrupolosa osservanza delle leggi, delle norme e dei regolamenti in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, nonché alla predisposizione di tutti gli apprestamenti ed all adozione delle cautele antinfortunistiche necessarie. L appaltatore si impegna a far rispettare tali norme e regolamenti a tutti i propri dipendenti e ad allontanare dal servizio il personale che non le osservasse. Con la firma del contratto, l appaltatore si assume tutte le responsabilità e gli oneri derivanti dall osservanza delle norme e regolamenti citati e si obbliga a tenere l ICE- Agenzia libera ed indenne da qualsiasi responsabilità che ne dovesse derivare. Il responsabile tecnico ha competenza esclusiva in materia e per i fini della sicurezza e dell igiene del lavoro, rispetto ai servizi appaltati. Al verificarsi di eventuali gravi situazioni d emergenza, disposizioni di immediata attuazione potranno essere direttamente date al personale dell impresa appaltatrice anche dal competente Ufficio, come meglio specificato nel piano di gestione delle emergenze dell ICE Agenzia. In tale ultima occasione il responsabile tecnico sarà subito reso edotto di detto straordinario intervento dell ICE-Agenzia dovuto a situazione di estrema urgenza e gravità, diretto a garantire la massima sicurezza alle persone. L impresa deve dotare il personale dipendente, adibito ai servizi appaltati, di tutti gli indumenti e i mezzi protettivi necessari ed esigerne il costante utilizzo. 07/08/14 9 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

10 Le attrezzature utilizzate dovranno tutte essere conformi alle normative di uso e sicurezza vigenti. I materiali ed i veicoli di qualsiasi genere (automezzi, aspirapolvere, lucidatrici, carrelli, ecc.) di proprietà dell impresa appaltatrice, come da elenco riportato nella Scheda A Attrezzature e Macchine presentata in sede di gara, che debbano entrare nell unità operativa in quanto occorrenti per l esecuzione dei servizi, devono essere registrati su apposito elenco che deve essere consegnato al Direttore per l'esecuzione del contratto presso l'ice-agenzia. In tale elenco l impresa dovrà, in particolare, dichiarare che ciascun mezzo è in buone condizioni d uso ed è sottoposto regolarmente alle verifiche di legge. Tale dichiarazione deve essere aggiornata e riconfermata non appena intervengano variazioni. I materiali e le attrezzature occorrenti per l esecuzione dei servizi sono a totale carico dell impresa appaltatrice (ivi comprese quelle della sicurezza, conformi alle vigenti norme di legge) Il responsabile dell esecuzione dei servizi dovrà comunicare giornalmente, al Direttore per l'esecuzione del contratto presso l'ice-agenzia, le prestazioni effettuate il giorno precedente. A tal uopo, l appaltatore dovrà accreditare presso l Ufficio competente un proprio dipendente responsabile di tutto il servizio, che dovrà consegnare, entro e non oltre le ore 8.30 di ogni giorno, copia della Scheda dei servizi eseguiti il giorno precedente, corredata dal foglio di presenza del personale incaricato dello svolgimento dei servizi programmati. Tale scheda, dovrà indicare tutti i servizi eseguiti in armonia con il programma indicato al punto 3. Una copia verrà restituita alla ditta firmata dall apposito incaricato dell ICE che darà il visto dell avvenuta esecuzione. 9. MANODOPERA La ditta dovrà impiegare tutto il personale necessario per lo svolgimento ottimale di quanto previsto nel presente capitolato tecnico e, comunque, per un monte ore di 72 ore giornaliere, provvedendo ad assicurare il servizio con personale adatto ed in maniera adeguata per svolgere il lavoro che viene richiesto, curando in modo particolare la disciplina, la pulizia ed il decoro degli indumenti di lavoro in uso al personale addetto, che potrà circolare negli uffici dell ICE soltanto se munito di tesserino identificativo. Si specifica che il numero di ore sopra indicato è da considerare il minimo inderogabile al di sotto del quale verranno conteggiate le penalità. Tutti gli emolumenti del personale suddetto, i relativi oneri (assicurazioni sociali, assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni e le malattie, oneri fiscali a norma delle disposizioni di legge vigenti in materia, ecc.) nonché ogni relativa responsabilità sono a completo carico della ditta. L ICE si ritiene completamente estraneo al rapporto di lavoro del personale e a qualsiasi altro obbligo e responsabilità comunque concernenti tale personale. 07/08/14 10 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

11 Prima dell inizio dell appalto l impresa comunicherà obbligatoriamente, per iscritto, all Ufficio Patrimonio, Acquisti e Servizi Generali, i nominativi delle persone impiegate, le rispettive qualifiche ed il numero delle ore giornaliere che ciascuno espleterà per lo svolgimento del servizio di pulizia oggetto dell appalto. Uguale comunicazione sarà data nel caso di sostituzione del personale impiegato. L ICE si riserva altresì la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di chiedere la sostituzione di qualsiasi persona impiegata dalla ditta nel servizio di pulizia. In tal caso, l impresa dovrà provvedere al necessario cambio entro e non oltre 5 giorni dal ricevimento della comunicazione. L eventuale protrarsi della presenza delle persone di cui è stata richiesta la sostituzione, entro i 5 giorni di cui sopra, comporterà una penale a carico della ditta per un importo pari ad 1/252 (unduecentocinquantaduesimo) dell importo contrattuale mensile pattuito per ogni giorno di presenza in più dal 6 giorno in poi, fermo restando la possibilità da parte dell ICE di risolvere il contratto per tale inadempienza, ai sensi dell art Risoluzione del contratto. Le persone impiegate nel servizio dovranno firmare all inizio e al termine del lavoro su apposito registro che la ditta si impegna a mettere a disposizione dell ICE sin dall inizio dell appalto. La ditta dovrà dichiarare di ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro e di assicurazione sociale. La ditta, dovrà inviare, su richiesta dell ICE, copia della documentazione giustificativa dei contributi mensili previdenziali (Mod. DM 10) e dovrà esibire in qualsiasi momento ed a semplice richiesta del competente ufficio ICE la documentazione nominativa degli stessi pagamenti riguardanti i contributi assicurativi e previdenziali del personale addetto al servizio di pulizia. Nel caso di inottemperanza a tale obbligo o qualora siano riscontrate irregolarità, l ICE- Agenzia segnalerà la situazione al competente Ispettorato del Lavoro. Il trattamento economico e normativo dei dipendenti della ditta dovrà essere quello risultante dai contratti collettivi di lavoro in atto per la categoria nella località in cui si svolgono i lavori, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni di detti contratti. Nel caso di violazione degli obblighi di cui sopra l ICE si riserva il diritto, previa comunicazione alla ditta, di operare una ritenuta fino al 20% dell importo annuo dell appalto. Tale ritenuta sarà liquidata soltanto quando l Ispettorato succitato avrà dichiarato che la ditta ha provveduto a regolarizzare la propria posizione; la ditta non potrà sollevare eccezione alcuna per il ritardato pagamento, né a titolo di risarcimento di danno, né per eventuali interessi. 07/08/14 11 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

12 10. PIANO DI SICUREZZA In conformità a quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge, prima di iniziare l appalto, la ditta, dopo aver preso conoscenza della valutazione dei rischi nei locali della Sede dell ICE, dovrà presentare un proprio piano di sicurezza. 11. ASSICURAZIONE L Impresa assume in proprio ogni responsabilità per infortuni o danni eventualmente subiti da parte di persone o di beni, tanto dello stesso Aggiudicatario quanto dell ICE-Agenzia e di terzi, a causa dello svolgimento del servizio oggetto del presente appalto ovvero in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative all esecuzione delle prestazioni contrattuali allo stesso riferibili, anche se eseguite da parte di terzi. E fatto obbligo alla ditta di stipulare adeguata assicurazione R.C. con una primaria compagnia, per danni a persone e cose eventualmente causati nei locali dell ICE, per un massimale di ,00. Tale polizza dovrà essere posseduta dall inizio del servizio, e copia dovrà essere depositata presso l ICE prima dell entrata in vigore del presente contratto. 12. FATTURAZIONE E PAGAMENTI Per l espletamento del servizio, l ICE-Agenzia erogherà il corrispettivo pattuito in quote mensili posticipate, dietro presentazione di regolari fatture. L Impresa provvederà, con cadenza mensile, ad emettere fattura per le prestazioni effettuate nel mese precedente, sulla base della seguente formula. L ICE-Agenzia provvederà al pagamento del corrispettivo dovuto alla Ditta previa acquisizione di regolare D.U.R.C. dagli Istituti competenti. Qualora l Impresa risultasse inadempiente con il pagamento delle retribuzioni dovute al personale dipendente e/o ai soci lavoratori (se cooperativa), con i contributi e premi obbligatori, l ICE-Agenzia procederà alla sospensione dei pagamenti ed assegnerà alla Ditta il termine di 30 giorni entro il quale dovrà provvedere alla regolarizzazione, comprovata da idonea documentazione. La liquidazione dei corrispettivi dovuti all Impresa, avverrà previa attestazione di regolarità e conferma dello svolgimento del servizio da parte del Direttore dell Esecuzione del Contratto. Le fatture ritenute regolari ed accettate saranno liquidate entro 30 giorni salvo termini diversi stabiliti in sede di sottoscrizione del contratto. L Impresa non potrà opporre il proprio inadempimento ad uno degli obblighi contrattuali per l eventuale ritardo nel pagamento del corrispettivo contrattuale. In caso di A.T.I. le fatture dovranno essere emesse dalla capogruppo e a favore della stessa saranno liquidate. Gli oneri per la sicurezza pari a 3.000,00 per il triennio, saranno liquidati al termine di ciascun anno contrattuale, a fronte di presentazione di apposita fattura separata, per un importo annuo di 1.000, INTERVENTO SOSTITUTIVO PER INADEMPIENZA CONTRIBUTIVA Nel caso di DURC negativo relativamente ad uno o più soggetti impiegati nell esecuzione del contratto dall Impresa o dal subappaltatore, l ICE-Agenzia trattiene dal pagamento l importo corrispondente all inadempienza. Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante DURC è disposto dall ICE-Agenzia direttamente agli enti previdenziali ed assicurativi. 07/08/14 12 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

13 In ogni caso sull importo netto progressivo delle prestazioni è operata una ritenuta dello 0,50%; le ritenute possono essere svincolate soltanto in sede di liquidazione finale del contratto al seguito della verifica di conformità delle prestazioni ed acquisizione di DURC positivo. 14. TRACCIABILITA DEI PAGAMENTI L Impresa si impegna ad assumere tutti gli obblighi di tracciabilità finanziaria previsti dalla Legge n Prima della sottoscrizione del contratto, l Impresa comunica le coordinate bancarie del conto corrente dedicato sul quale dovranno essere effettuati i pagamenti relativi all appalto indicando anche i dati anagrafici e fiscali dei soggetti che su tale conto possono operare. A pena di nullità assoluta del contratto: L impresa assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari; L impresa si impegna a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante ed alla prefettura/ufficio territoriale del Governo competente, della notizia dell inadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. Il contratto è risolto di diritto in caso di mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri mezzi idonei a determinare la piena tracciabilità delle operazioni finanziarie relative all appalto. Ogni transazione posta in essere e relativa al servizio in appalto dovrà indicare il Codice identificativo Gara (CIG B5). 15. REVISIONE DEI CORRISPETTIVI Conformemente a quanto previsto dalla disciplina della revisione prezzi, di cui all art. 115 del D.Lgs n. 163 i prezzi di aggiudicazione non potranno subire revisioni nel primo anno di esecuzione del contratto. A decorrere dal dodicesimo mese consecutivo di esecuzione del contratto, l Impresa potrà richiedere un adeguamento contrattuale in base alla variazione l indice ISTAT (FOI) previa adeguata istruttoria da parte dell ICE Agenzia. Ciò, in assenza dei dati di cui all art. 7, comma 4, lett. c) e comma 5 del D.Lgs. n. 163/ CASI DI FORZA MAGGIORE E INTERRUZIONE DEL SERVIZIO La ditta contraente deve immediatamente notificare all'ice, con il più celere mezzo di comunicazione, l'inizio e la cessazione di qualunque fatto od avvenimento, giudicato evento di forza maggiore, da cui possa derivare ritardo o altro pregiudizio nell'adempimento del contratto. 17. SINISTRI E DANNI Nel caso di sinistri alle persone, o danni alle proprietà, il Direttore dell esecuzione compila relazione da trasmettere al responsabile del procedimento indicando il fatto e le cause ed adotta gli opportuni provvedimenti finalizzati a ridurre per l Ice Agenzia le conseguenze dannose. Sono a carico dell Impresa tutte le misure e tutti gli adempimenti per evitare il verificarsi di danni alle opere, all ambiente, alle persone e alle cose nell esecuzione dell appalto. 07/08/14 13 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

14 L onere di ripristino di opere o il risarcimento di danni ai luoghi, a cose o a terzi determinati da mancata, tardiva o inadeguata assunzione dei necessari provvedimenti è a totale carico dell Impresa, indipendentemente dall esistenza di adeguata copertura assicurativa. 18. RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L'ICE si riserva la facoltà di risolvere il contratto, comunicando le relative motivazioni, in qualsiasi momento con preavviso a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, da inviarsi almeno 30 (trenta) giorni prima. Ai sensi dell art del Codice Civile, in caso di ripetute inadempienze non sanate a seguito di diffida formale o anche a seguito di una singola inadempienza, che tuttavia comporti disfunzioni particolarmente gravi o interruzioni del servizio, l ICE potrà recedere unilateralmente dal contratto con un preavviso di 15 (quindici) giorni, incamerando la cauzione prestata dall appaltatore, fatto salvo il risarcimento dell eventuale maggior danno, anche conseguente all affidamento temporaneo a terzi dell appalto con maggiori oneri per l Ente e/o terzi. E comunque causa di risoluzione del contratto: a) inadempimento dell appaltatore agli obblighi assunti contrattualmente; b) violazione del comma 2 dell art.118 del D.Lgs.163/2006; c) violazione degli obblighi previsti in tema di riservatezza per la disciplina del contratto, di cui al successivo art.24; d) scioglimento o liquidazione della società appaltatrice, cessazione dell attività, fallimento o altre procedure concorsuali a carico della medesima; e) variazione del prezzo del servizio in questione non autorizzata dall ICE; f) eventuale modifica delle clausole del presente documento, imposta da leggi regolamenti o provvedimenti amministrativi; g) nel caso in cui l'importo globale delle penali, calcolata su base annua, superi il 10% dell'importo complessivo del contratto su base annua. 19. CESSIONE DEI CREDITI DERIVANTI DAL CONTRATTO Si richiama la disciplina prevista dall art. 117 del Codice dei Contratti Pubblici. In particolare, con riferimento a quanto disposto al comma 3 del suddetto articolo, si precisa che qualsiasi cessione di credito dovrà essere obbligatoriamente comunicata all ICE Agenzia, che si riserva la facoltà di rifiutarla, dandone comunicazione scritta, al cedente e al cessionario, entro 45 (quarantacinque) giorni dalla notifica della cessione. 20. VICENDE SOGGETTIVE DELL ESECUTORE E DISCIPLINA DEL SUBAPPALTO L Impresa che nel corso dello svolgimento della gara o dell esecuzione del contratto cambiasse denominazione sociale, ovvero fosse soggetta a cessione d azienda, trasformazione, fusione o incorporazione, dovrà documentare con copia autentica degli atti originali il cambiamento della ragione sociale dell Impresa, la cessione d azienda, la trasformazione, la fusione o l incorporazione. Ai fini del subentro del nuovo soggetto nella titolarità del contratto, si applica l art. 116 del D. Lgs. 163/2006. Spetta comunque all ICE-Agenzia l eventuale proposizione al nuovo soggetto di subentrare negli obblighi e nei diritti contrattuali per il tempo che l ICE-Agenzia riterrà idoneo per la predisposizione di una nuova gara o sino al termine del contratto originario, fermo restando che (ai sensi del comma 2 dell art.116 cdcp) nei sessanta giorni successivi 07/08/14 14 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

15 alla notifica di cessione l ICE-Agenzia può opporsi al subentro del nuovo soggetto. È esclusa ogni altra forma di cessione del contratto a terze parti. E vietato all appaltatore di concludere contratti di fornitura a nome dell ICE. Tutti i contratti conclusi dall appaltatore per la gestione del servizio in questione, obbligano esclusivamente l appaltatore stesso e non costituiscono titolo, per le parti contraenti o per terzi, per far valere alcun diritto o pretesa nei confronti dell ICE. Il servizio di cui al presente Capitolato potrà essere subappaltato entro il limite del 30% (trentapercento) dell importo contrattuale, secondo il disposto e alle condizioni previste dall art. 118 del D.Lgs. 163/2006, comma 2. Il concorrente che intenda subappaltare a terzi parte del servizio dovrà dichiararne l intenzione in sede di offerta, indicando la percentuale del servizio che intende subappaltare (si richiama in proposito l art.8 del Disciplinare di gara). Il subappalto è disciplinato dall art. 118 del D.Lgs. 163/2006, al quale espressamente si rinvia. E fatto obbligo all Aggiudicatario di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei confronti di subappaltatori, copia delle relative fatture quietanzate con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. L Aggiudicatario è tenuto ad osservare integralmente quanto previsto dal comma 6 dell art. 118 del D.Lgs. 163/2006 ed è responsabile in solido dell osservanza, da parte dei subappaltatori delle norme, delle prestazioni e degli obblighi previsti nel presente Capitolato. 21. PENALI Premesso che l'applicazione delle penali non esclude il diritto dell ICE-Agenzia a pretendere il risarcimento dell eventuale ulteriore danno verificarsi causato da inadempienze e violazioni delle norme contrattuali, qualora l Impresa aggiudicataria non ottemperasse agli obblighi assunti con riferimento sia alla puntualità ed alla qualità sia alla perfetta esecuzione del servizio, saranno applicate le penali di seguito precisate. Il calcolo delle penali sarà effettuato in base all'importo complessivo indicato nella dichiarazione di offerta economica che costituirà parte integrante del contratto, sulla base delle incidenze sotto indicate: 1 - per i servizi giornalieri (punto A) 15% 2 - per i servizi a giorni alterni (punto B) 15% 3 - per i servizi plurisettimanali (punto C) 3% 4 - per i servizi settimanali (punto D) 5% 5 - per i servizi quindicinali (punto E) 3% 6 - per i servizi mensili (punto F) 10% 7 - per i servizi bimestrali (punto G) 12% 8 - per i servizi quadrimestrali (punto H) 8% 9 - per i servizi annuali (punto I ) 13% 10 - per i servizi previsti una sola volta (punto L) 6% 07/08/14 15 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

16 11 - per la derattizzazione e disinf.ne 12 Per il mancato rispetto delle condizioni previste dagli allegati 6.1 e 6.2 del DM 24 maggio 2012 in materia di detergenti e disinfettanti (punto M) 7% Verifica periodica a campione 3% da decurtare sull importo mensile relativo al mese successivo rispetto alla verifica 22. ONERI PER LA SICUREZZA Gli oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso, sono riferiti a: 1. Fornitura di nastri di delimitazione di zone di rischio. 2. Fornitura di appositi cartelli di segnalazione di aree momentaneamente bagnate o umide. 3. Riunioni tra i datori di lavoro delle imprese che operano nel fabbricato sui contenuti dei piani di sicurezza, sui rischi interferenziali ed il coordinamento delle attività di prevenzione. 4. Corsi di formazione ai lavoratori in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, in base a quanto prescritto dal D.Lgs. n 81/2008 e D.Lgs. 106/2009. Sono calcolati in Euro 1.000,00 annui. 23. REGISTRAZIONE DEL CONTRATTO E SPESE CONTRATTUALI L eventuale registrazione del presente contratto e le spese ad essa connesse saranno a carico della società appaltatrice, come pure tutte le spese accessorie, conseguenti alla stipula del contratto. 24. FORO COMPETENTE Per ogni controversia fra l'ice e l'appaltatore, il Foro competente è esclusivamente quello di Roma. 25. RISERVATEZZA PER LA DISCIPLINA DEL CONTRATTO La ditta aggiudicataria si impegna affinché tutte le informazioni, concetti, idee, procedimenti, metodi e/o dati tecnici, di cui il personale utilizzato verrà a conoscenza nello svolgimento del servizio, oggetto dell appalto, devono essere considerati riservati e coperti da segreto. In tal senso, la ditta aggiudicataria si obbliga ad adottare con i propri dipendenti e consulenti tutte le cautele necessarie a tutelare la riservatezza di tali informazioni e/o documentazione. La ditta aggiudicataria è tenuta ad adottare tutte le misure atte a garantire il trattamento dei dati personali, nonché i diritti delle persone fisiche e degli altri soggetti, secondo quanto stabilito dal D.Lgs 196/2003. La ditta aggiudicataria non potrà divulgare, comunicare o diffondere i dati da essa acquisiti in ragione delle attività, oggetto dell appalto, né altrimenti utilizzarli per la promozione e la commercializzazione dei propri servizi. Gli unici trattamenti ammessi sono quelli previsti e disciplinati dal bando di gara e dalla documentazione contrattuale. 07/08/14 16 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

17 26. RINVIO Per quanto non specificatamente previsto nel presente documento e nella Scheda Tecnica si fa rinvio alle norme del decreto legislativo 163/2006 e s.m. e a quelle del Codice Civile. La ditta appaltatrice avrà inoltre l obbligo di osservare e far osservare tutte le disposizioni derivanti dalle Leggi e dai Regolamenti in vigore a livello nazionale oppure che venissero eventualmente emanate nel corso del periodo di vigenza contrattuale. La Ditta L ICE Agenzia Per espressa accettazione, ai sensi dell art del Codice Civile, delle clausole relative alla Durata del contratto (2), Rescissione del contratto (18), Penalità (21). La Ditta 07/08/14 17 CAPITOLATO TECNICO PULIZIE doc

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali.

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. SERVIZIO SEGRETERIA AA.GG. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. Pontecagnano Faiano,lì 28.07.2005 (Aggiornamento 4.08.2005) INDICE ART.1 NORME DI

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi da prestare presso la sede di Roma - Piazza Poli, 37/42 00187

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

PROGETTO DEL SERVIZIO

PROGETTO DEL SERVIZIO GISEC S.p.A. a Socio Unico Gestione Impianti e Servizi Ecologici Casertani Società soggetta ad attività di Direzione e Coordinamento da parte della Provincia di Caserta Sede Legale in Corso Trieste, 133

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5 L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994): Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione. Art. 1 (Iscrizione delle imprese

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli