RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo"

Transcript

1 Release 4.90 Manuale Operativo RITENUTE Ritenute e Certificazioni Il modulo per una gestione completa delle ritenute d acconto, dalla rilevazione fino alla stampa delle certificazioni, per una compilazione completa della scheda compensi.

2 2 Manuale Operativo Indice degli argomenti 1 RITENUTE D ACCONTO Tabelle di riferimento Tabella Imposte Ritenute Tabella Imposte e conti GESTIONE RITENUTE PASSIVE Impostazioni Anagrafica Fornitori Struttura Contabile Causali e Conti di base Focus sui principali movimenti generati Causali e Conti Enasarco e Enpals Gestione ritenute su FATTURE PROFESSIONISTI Registrazione della Fattura del Fornitore professionista Cartella Dati Ritenuta Rilevazione della Cassa di Previdenza e delle Spese Anticipate (Esempio) Cartella Visualizzazione Pagamento della Fattura del professionista (CASI) Gestione Ritenute in Sospensione Gestione Enasarco Gestione Enpals Gestione ritenute su NOTE DI COLLABORAZIONE Altre tabelle interessate Tabella Prestazioni Collaborazioni Tabella Causali Contabili Registrazione Contabile Registrazione contabile con protocollazione STAMPE DEL MENÙ MULTISOCIETA Stampa Certificazioni Stampa Conto Individuale Stampa Lista Percipienti Stampa Controllo Ritenute Effettuate Manutenzione Quadro per Dichiarazione GESTIONE RITENUTE ATTIVE (CONDOMINI) Impostazioni Tabelle e Anagrafica Clienti Struttura Contabilità Personalizzazione dei documenti di vendita Impostazioni grafiche dei documenti Alcune note tecniche Gestione ritenuta da modulo VENDITE Generazione fatture e fatture accompagnatorie Generazione fatture da documenti di trasporto Gestione ritenuta da modulo ASSISTENZA Fatturazione contratti di assistenza Inserimento Interventi Inserimento di fattura da PRIMA NOTA IVA Movimenti generati dalle fatture attive con ritenuta... 47

3 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Incasso della fattura (diverso da Ricevute Bancarie) Incasso della fattura (con pagamento da Ricevute Bancarie) Gestione Incasso Effetti Gestione Insoluti Stampa Elenco Incassi Fatture con Ritenute... 50

4 4 Manuale Operativo 1 Ritenute D Acconto Il programma permette di gestire automaticamente la trattenuta fiscale (detta ritenuta 1 ) presente sui compensi dei fornitori professionisti, oppure da applicare su alcune fatture clienti (come ad esempio i condomini). Al fine di rilevare l importo della ritenuta d acconto, è sufficiente impostare per ogni fattura i dati ad essa relativi, attraverso un apposita maschera di rilevazione, che si attiva automaticamente durante la: Registrazione di una fattura d acquisto di un fornitore percipiente Registrazione del pagamento (totale o parziale) della fattura percipiente Registrazione di una fattura d acquisto di un cliente soggetto a ritenuta Registrazione dell incasso (totale o parziale) della fattura cliente Possiamo quindi distinguere due tipi di operazioni relativi alla Ritenuta d acconto: il movimento di tipo A detto di apertura, e il movimento di P di pagamento. Naturalmente per ogni ritenuta d acconto si avrà un solo movimento di tipo A e almeno un movimento di tipo P. Per quanto concerne la gestione delle fatture di acquisto di fornitori percipienti, l importo relativo alla ritenuta maturerà al pagamento del compenso stesso, e dovrà essere versato all Erario entro il termine prestabilito (solitamente il giorno 16 del mese successivo al pagamento). E possibile pertanto gestire automaticamente la stampa del modello F24 (per effettuare il versamento) e la stampa delle certificazioni dei compensi. Il modulo gestisce anche le ritenute sulle note di collaborazione occasionale. 1 Note funzionali sulla Gestione delle Ritenute d Acconto: La modifica e l eliminazione dei pagamenti parziali è consentita solo se si tenta di agire sull ultimo dei pagamenti parziali. Questa funzionalità è corretta nel caso di pagamenti aventi date differenti (come dovrebbe essere nella realtà). Ogni volta che si conferma una ritenuta d acconto deve essere sempre rispettata la quadratura con il documento che ha generato il movimento. Dalla funzione Gestione Pagamenti Fornitori è possibile pagare rapidamente ritenute multiple con un unica operazione. La gestione ritenute richiede necessariamente la creazione della partita: pertanto, anche sulle società che non prevedono la gestione detta a Partite Aperte, il sistema provvederà autonomamente a creare le partite stesse.

5 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Tabelle di riferimento Tabella Imposte Ritenute La tabella Codici Imposte contiene i dati relativi ai codici tributi da impostare durante la rilevazione della ritenuta in fase di registrazione della fattura. Si accede alla funzione dal menù Tipologie Tabelle Comuni cartella Contabilità: Imposte Ritenute Sono presenti i campi: Codice Imposta e Descrizione: codice e descrizione dell imposta Il Codice Imposta è libero: non deve coincidere necessariamente con il codice Tributo, poiché ai fini fiscali il dato di riferimento è proprio il Codice Tributo. Codice Tributo: codice del tributo (in base a quanto stabilito nella tabella ministeriale) % Imponibile: stabilisce l importo dell imponibile soggetto a ritenuta (ad esempio, indicando 20 la base imponibile della ritenuta è il 20% rispetto al totale imponibile del documento) % Calcolo: percentuale applicata all imponibile per il calcolo della ritenuta

6 6 Manuale Operativo Tabella Imposte e conti E presente un utilissimo automatismo per agevolare la generazione dei movimenti automatici di rilevazione delle ritenute: permette infatti di associare ad ogni codice compenso un conto erario ritenute, erario ritenute sospese, e delle causali specifiche. Così, mentre nella Struttura Contabile è possibile impostare causali e conti genericamente associabili a tutti i movimenti di rilevazione delle ritenute (che siano esse effettive o sospese) in questa tabella è possibile impostare per ogni codice compenso (es. per il 1038) conti e causali particolari. Si accede alla funzione dal menù Tipologie Tabelle Società cartella Contabilità: Imposte e Conti Per esempio si può associare il conto Erario C/to Rivalse Agenti al codice 1038, anche se in Struttura Contabile è impostato il conto Erario C/to Rivalse Lav.Autonomi. Codice imposta: codice imposta Codice Tributo: relativo tributo (legato al codice imposta) Causale: utilizzata per il movimento di rilevazione della ritenuta d acconto durante la registrazione del pagamento della fattura di un fornitore/percipiente nel caso in cui si stia utilizzando questa specifica imposta Codice Conto: conto utilizzato nel movimento di rilevazione della ritenuta d acconto durante la registrazione del pagamento della fattura di un fornitore/percipiente nel caso in cui si stia utilizzando questa specifica imposta Causale in Sosp: utilizzata per il movimento di rilevazione della ritenuta d acconto in sospensione durante la registrazione della fattura di un fornitore/percipiente nel caso in cui si stia utilizzando questa specifica imposta Conto in Sosp: conto utilizzato nel movimento di rilevazione della ritenuta d acconto in sospensione durante la registrazione della fattura di un fornitore/percipiente nel caso in cui si stia utilizzando questa specifica imposta. Nell esempio indicato nell immagine: durante la registrazione delle fatture di acquisto dei fornitori/percipienti con codice Imposta 1038, verrà automaticamente generata la scrittura della ritenuta in sospensione con la causale e il conto sopra indicati (RTS e conto ) e, all atto del pagamento della stessa, sarà generato il movimento sempre con causale e conto sopra indicati (RIT e conto ) invece che con i dati impostati nella Struttura contabile.

7 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni GESTIONE RITENUTE PASSIVE In riferimento alle fatture passive, la procedura è studiata per automatizzare la registrazione delle fatture professionisti, con o senza contributi ENASARCO o ENPALS. 2.1 Impostazioni Per attivare la gestione delle ritenute, è necessario effettuare le seguenti impostazioni Anagrafica Fornitori Si illustrano di seguito i parametri da impostare. Dal menù Archivi Anagrafica Fornitori, nella cartella Percipienti Per identificare i fornitori soggetti a ritenuta d acconto, sono presenti i seguenti campi: Percipiente: flag da abilitare quando sul fornitore si deve gestire la ritenute d acconto. Lo stato del flag Percipiente non deve essere modificato una volta che il fornitore è stato movimentato. Codice compenso: (principale) se indicato, verrà automaticamente proposto in fase di conferma dei dati della ritenuta durante la registrazione della fattura di acquisto, eventualmente modificabile. Se non indicato, sarà comunque richiesto in fase di inserimento del documento. Non residente: per indicare se il fornitore non è residente. In questo caso sarà possibile anche inserire l indirizzo di residenza ed il codice di identificazione estero

8 8 Manuale Operativo Struttura Contabile All interno della Struttura di Contabilità è necessario impostare le causali ed i conti da utilizzare durante la generazione automatica delle scritture contabili relative alle ritenute d acconto Causali e Conti di base Si accede dal menù Contabilità Servizi Struttura Contabilità cartella Ritenuta Queste causali devono essere utilizzate esclusivamente dalla procedura per la generazione automatica dei movimenti, e per nessuna altra registrazione manuale, in quanto i dati inseriti direttamente in Prima Nota sono utilizzati per gestire e stampare le Certificazioni e per gestire la Dichiarazione dei sostituti d imposta. Alla registrazione del movimento di pagamento della fattura del fornitore, viene generato il movimento di giroconto tra il fornitore e il conto di rilevazione della ritenuta; questo movimento utilizza il conto e la causale qui indicati: Causale Ril. Ritenuta: associata alla rilevazione contabile del movimento di ritenuta Conto Ril. Ritenuta: contropartita al conto fornitore E possibile opzionalmente attivare una rilevazione della ritenuta all atto della registrazione della fattura di acquisto (ved. dettagli in Gestione Ritenute in Sospensione ): Ritenuta in sospensione in rilevazione: attivando il flag, diventeranno editabili i campi a seguire, per indicare : o o Causale Ril. Ritenuta in sospensione Conto Ril. Ritenuta in sospensione Scheda compensi: Estrarre i pagamenti dalla rilevazione della ritenuta (solo contabilità semplificate): per le società che non gestiscono i pagamenti, ma vogliono in ogni caso stampare le certificazioni, il modello F24 e passare i dati al 770 basandosi sui dati di rilevazione della ritenuta Conto Ritenute Interessi: per rilevare contabilmente (nel movimento di versamento del F24) gli eventuali interessi presenti sul modello F24 stesso.

9 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Focus sui principali movimenti generati Effettuate le impostazioni di base fin qui descritte, la gestione delle ritenute automaticamente rileva le movimentazioni contabili richieste: così, registrata la fattura fornitore: Codice Partita FATTURA Dare Avere F A00001 Morandi Luisa 1.200, Consulenze 1.000, Erario c\iva vendite 200,00 In seguito alla registrazione del pagamento: Codice Partita PAGAMENTO Dare Avere F A00001 Morandi Luisa 1000, Cassa 1000,00 Vengono generati i seguenti movimenti automatici, utilizzando la causale RIT inserita in Struttura Contabile): questi movimenti automatici sono modificabili dall utente, e riportano delle note che consentono l individuazione del documento di origine che ha generato il movimento Codice Partita RITENUTA Dare Avere Note * F A00001 Morandi Luisa Giroconto Ritenuta 200,00 D acconto Erario C/Rivalse Lav. Autonomi 200,00 FTA <partita> / <ndoc> <Rag_soc_fornitore> Questi riferimenti nelle Note sono molti utili per migliorare la lettura del movimento all interno della Consultazione o stampa dei Mastrini, consentendo una veloce individuazione dell evento che ha generato la registrazione. Le stesse note vengono anche riportate sul Giornale Bollato. Adottando la rilevazione delle ritenute in sospensione, verrà generato un movimento anticipato ( RTS ved. specifiche Gestione Ritenute in Sospensione ) direttamente alla registrazione della fattura: anche su questo movimento saranno compilate le note e da questo riportate sul successivo RIT. In questo caso, entrambe le note riporteranno la stessa dicitura (essendo entrambi un Conto Ritenute ).

10 10 Manuale Operativo Causali e Conti Enasarco e Enpals Le fatture dei professionisti, oltre a presentare la trattenuta fiscale a titolo di acconto, potrebbero presentare altri contributi aggiuntivi: è il caso dell ENASARCO per le fatture di agenti di commercio e dell ENAPLS per i professionisti del mondo dello spettacolo. Si accede dal menù Contabilità Servizi Struttura Contabilità cartella Enasarco/Enpals: Gestione ENASARCO Sulle provvigioni degli agenti di commercio il proponente è tenuto a versare un contributo di carattere previdenziale all ENASARCO; la misura dei contributi è attualmente fissata nelle seguenti misure: 12,5% per le persone fisiche 2% per le società di capitale Nel caso delle società di capitale che svolgono attività di agenzia, il contributo è totalmente a carico della società mandante e non dell agente, mentre nel caso delle persone fisiche il contributo è ripartito in parti eque tra proponente ed agente, anche se poi provvede al versamento dell intero importo il proponente. A tal fine, il proponente effettua al momento del pagamento della fattura dell agente una trattenuta del 6,25% sul compenso indicato in fattura. Per attivare la gestione dell Enasarco, è necessario impostare: Causale ENASARCO: per rilevare contabilmente i movimenti di rilevazione del contributo Conto riten. Enasarco Agente: per rilevare la quota a carico dell agente Conto riten. Enasarco Azienda: per rilevare la quota a carico dell azienda Conto costo Enasarco Azienda: per rilevare il costo da portare in bilancio Il saldo complessivo di questi Conti riten. Enasarco rappresenterà gli importi che l azienda dovrà versare: sul primo conto sarà rilevata la quota a carico dell agente, e come tale rappresenterà una diminuzione del compenso spettante all agente stesso. Il secondo conto avrà invece come contropartita il Conto Csto.

11 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 11 Percentuale Enasarco Persona Fisica: inserire la percentuale che sarà proposta in fase di inserimento delle fatture di percipienti. La % viene proposta solo nel caso in cui il fornitore percipiente sia anche persona fisica, mentre nel caso sia una società di capitale (dove la percentuale viene applicata solo all azienda e non al fornitore), la stessa percentuale dovrà essere impostata manualmente in sede di impostazione della ritenuta Gestione ENPALS Per gestire le particolarità dei fornitori percipienti iscritti all E.N.P.A.L.S. (Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo); sono presenti i seguenti campi: Causale Enpals: causale contabile che viene utilizzata automaticamente, in fase di registrazione della fattura di acquisto con Enpals, per la rilevazione contabile. Conto Enpals: conto del piano dei conti che viene utilizzato automaticamente, in fase di registrazione della fattura di acquisto con Enpals, per la rilevazione contabile.

12 12 Manuale Operativo 2.2 Gestione ritenute su FATTURE PROFESSIONISTI Registrazione della Fattura del Fornitore professionista La registrazione della fattura di un fornitore professionista è simile a quella di una fattura normale: è però necessario impostare anche i dati della ritenuta d acconto. Si accede alla funzione dal menù Contabilità Prima Nota IVA: Dopo aver compilato tutti i campi necessari per la rilevazione della fattura di acquisto, premere sul pulsante Imposta RA presente in fondo alla maschera della Prima Nota IVA: il pulsante si attiva se il Fornitore è un Percipiente. Alla pressione del pulsante appare la maschera: I dati indicati nella figura si riferiscono ad una fattura tipo: F A00001 Morandi Luisa 1.200, Consulenze 1.000, Erario c\iva vendite 200,02 Da questa maschera è possibile visualizzare una serie di informazioni relative al movimento che si sta inserendo, e si può procedere all inserimento dei dati relativi alla ritenuta. Inseriti i dati, premendo il pulsante Conferma la procedura si riposiziona sul movimento in Prima Nota Iva e lo stesso pulsante assume la dicitura Modifica RA per modificare (nella successiva fase di variazione del documento) i dati memorizzati.

13 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Cartella Dati Ritenuta Nella sezione superiore sono riportate, in automatico, le informazioni prelevate dal documento in fase di registrazione, quali il Percipiente, la partita ed il numero di documento. Viene quindi visualizzato il campo Data Pagamento che non è editabile e sarà compilato automaticamente dalla procedura all atto della registrazione del pagamento, mentre nel campo Anno di Competenza viene proposto in automatico l anno corrente: se la competenza riguarda l anno precedente è possibile modificarlo manualmente. Nella sezione denominata Tipo di Operazione (sulla parte destra della maschera) viene visualizzato il tipo di operazione che si sta effettuando: durante la registrazione del documento fattura, è presente la dicitura Rilevazione Apertura, dicitura che cambierà in Pagamento Parziale/A Saldo durante la registrazione del pagamento. Codice Compenso: identifica il Codice Tributo previsto dalla legge per il tipo di prestazione soggetta a ritenuta d acconto. Il codice è prelevabile dalla lista: l elemento selezionato contiene l indicazione dell aliquota e la percentuale d imponibile sul quale deve essere applicata. Se è stato inserito nell anagrafica del fornitore, questo campo verrà compilato automaticamente dalla procedura. Compenso: campo compilato automaticamente e riporta la somma degli importi (imponibili e non) indicati in fattura; è possibile modificare manualmente l importo proposto e la procedura provvederà ad aggiornare i campi relativi alla computazione dell imposta. Ad esempio nel caso in cui vi siano in fattura delle Spese Anticipate, il loro valore deve essere scorporato dall importo del Compenso ed indicato manualmente nel campo Spese Anticipate. Importo Iva: riporta automaticamente l Iva indicata in fattura. Spese Anticipate: se presenti, devono essere imputate in questo campo; l importo sarà sottratto dal compenso. Totale Documento: viene compilato in automatico e corrisponde alla somma tra l Imponibile, l IVA e le Spese Anticipate Non Soggetto: per indicare la parte d imponibile non soggetta a ritenuta d acconto. Il campo può essere automatico o non: Il campo è da compilarsi manualmente in caso di importo fisso, inserendo direttamente l importo; nel caso si trattasse del contributo per la Cassa Previdenza, occorre anche abilitare il flag Cassa Previdenza (in fondo) i campi sono compilati in automatico nel caso in cui il Codice Compenso selezionato abbia, precaricata, una percentuale diversa dal 100%, con riferimento all imponibile sul quale applicare la ritenuta: nel primo apparirà la percentuale e nel secondo il risultato del calcolo tra il compenso e la percentuale di non assoggettamento. Imponibile: importo su cui sarà applicata la ritenuta d acconto. Ritenuta: campo compilato in automatico ottenuto dal calcolo tra l imponibile soggetto e l aliquota imputata nel Codice Compenso. Cassa Previdenza: se selezionato, tale flag indica che il valore inserito nel campo Non Soggetto corrisponde alla Cassa di Previdenza. In tal modo, in fase di ripresa dalla procedura 770, non sarà compreso nell Ammontare Lordo Corrisposto e neppure indicato nelle Somme Non Soggette così come previsto dalle Istruzioni Ministeriali del Modello 770. L importo verrà calcolato nella misura del 4%, ma è comunque modificabile in base alle specifiche esigenze.

14 14 Manuale Operativo Rilevazione della Cassa di Previdenza e delle Spese Anticipate (Esempio) Nel caso in cui nella fattura del fornitore professionista sia presente anche un valore relativo alla Cassa di Previdenza (soggetto ad IVA, ma non soggetto a Ritenuta) e delle Spese anticipate, la compilazione della maschera di rilevazione ritenute dovrà avvenire come riportato nel seguente esempio. Fattura di 1.424,00, che presenta nel dettaglio del documento i seguenti conti di costo: Cliccando su Imposta RA, inserito il codice compenso, la procedura proporrà i seguenti valori: che dovranno essere rettificati in considerazione delle spese e della cassa, indicando: nel campo Compenso il valore netto del compenso (pari all imponibile Iva) nel campo Spese Anticipate il valore delle spese (esenti Iva) nel campo Non soggetto indicare il valore della cassa di previdenza (al netto di Iva) selezionare il flag Cassa Previdenza (abilitando il campo viene automaticamente compilato il campo adiacente, calcolando l importo in misura del 2% sull imponibile) In questa condizione, per determinare l effettivo importo soggetto a ritenuta, sarà necessario decurtare dal compenso il valore delle spese, che andranno indicate nell apposito campo, e abilitare il flag Cassa Previdenza impostando l importo della Cassa di Previdenza (solo imponibile) nel campo Non Soggetto.

15 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Cartella Visualizzazione 770 La maschera presenta altre cartelle: in particolare, nella cartella Visualizzazione 770 sono visualizzate le medesime voci così come verranno riprese dalla procedura 770. La compilazione di questa cartella non è obbligatoria ai fini della ritenuta. Ai fini di un corretto passaggio dati alla dichiarazione, si consiglia di imputare il codice identificativo del quadro del 770 e la relativa causale.

16 16 Manuale Operativo Pagamento della Fattura del professionista (CASI) La registrazione del pagamento di una fattura di un fornitore percipiente è simile a quella di un normale pagamento, può essere totale o parziale: è però necessario impostare anche i dati della ritenuta d acconto. La rilevazione della ritenuta, generata dal movimento di pagamento, incrementa il conto erario ritenute (indicato in Struttura Contabilità) secondo l importo effettivamente pagato: quindi, nel nostro caso, se il pagamento della fattura è totale, il conto erario ritenute aumenterà per il valore effettivo, mentre se il pagamento è parziale, il valore del conto aumenterà per il valore proporzionale alla quota realmente pagata. Riportiamo alcuni esempi di registrazione. [1] - Pagamento dalla funzione Prima Nota Diversi/Diversi Si accede alla funzione dal menù Contabilità Prima Nota DD: inserire la data di registrazione, la causale per il pagamento (di tipo DD) e richiamare il fornitore. Inserito il codice fornitore percipiente, cliccare sul pulsante SaldoPartite : Selezionare con il pulsante Sel la partita da saldare ed indicare il valore nel campo Importo che deve corrispondere all importo effettivamente da pagare, al netto della ritenuta: nel nostro caso la fattura ha un importo totale di 1.200,12, un imponibile di 1.000,10 e una ritenuta di 200,02; quindi l importo da editare nel campo deve essere 500,05 (nel nostro esempio effettuiamo il pagamento parziale al 50%). Alla conferma verrà visualizzata automaticamente la maschera della ritenuta con tutti i valori proporzionati: La maschera è la stessa compilata in fase di registrazione della fattura, completata in automatico del campo Data Pagamento nel quale viene riportata la data di registrazione del movimento.

17 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 17 I pannelli informativi segnalano all utente che si sta inserendo un pagamento parziale dell importo originario; viene effettuato un controllo di quadratura tra i dati immessi nella maschera della ritenuta d acconto e il documento di pagamento che ha generato la ritenuta. E impossibile confermare se il documento non quadra: la quadratura viene verificata non in base al totale documento ma in base al netto corrisposto (cioè il totale documento meno la ritenuta). Una volta confermato il pagamento, verranno generati automaticamente due movimenti contabili, che rappresentano rispettivamente il pagamento e il giroconto dal fornitore al conto ritenuta con causale RIT (causale e conto sono impostati nella Struttura Contabile) Pagamento Fornitore: Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere F A00001 Morandi Luisa 500, Cassa 500,05 Rilevazione Ritenuta (causale RIT inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Erario C/Rivalse Lav. 100,10 Autonomi F A00001 Morandi Luisa 100,10 [2] - Pagamento dalla funzione Gestione Pagamenti Fornitore Si accede alla funzione dal menù Contabilità Gestione Incassi e Pagamenti Gestione Pagamenti Fornitori: Inserire il codice del fornitore e premere sul pulsante Estrai Inserire nella colonna Pagamento l importo netto da pagare (nell esempio 500,50):

18 18 Manuale Operativo quindi premere sul pulsante Imposta RA : viene visualizzata la maschera della ritenuta con tutti i valori proporzionati: Dalla cartella Pagamenti Parziali è possibile consultare tutti i pagamenti già effettuati:

19 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 19 Alla conferma della maschera della Ritenuta d acconto, si ritorna alla funzione di Gestione Pagamenti fornitore: il campo Ritenuta della griglia viene compilato: Occorre ora indicare il conto di contropartita che verrà utilizzato per il pagamento, l importo totale pagato, la data di registrazione e la causale di pagamento per confermare l inserimento negli appositi campi della funzione. Una volta confermato il pagamento, verranno generati automaticamente due movimenti contabili, che rappresentano rispettivamente il pagamento e il giroconto dal fornitore al conto ritenuta con causale RIT (causale e conto sono impostati nella Struttura Contabile). Pagamento Fornitore (con causale PAGA impostata nella maschera): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere F A00001 Morandi Luisa 500, Cassa 500,05 Rilevazione Ritenuta (causale RIT inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Erario C/Rivalse Lav. 100,10 Autonomi F A00001 Morandi Luisa 100,10 [2] - Pagamento dalla funzione Gestione Pagamenti Fornitore con Sconti\Abbuoni La procedura consente di gestire lo sconto abbuono anche su documenti passivi con ritenuta: in questo modo, definito un valore dello sconto/abbuono, oltre alla registrazione che storna lo sconto dalla partita del fornitore, viene emessa un ulteriore registrazione per stornare la parte della ritenuta. Nel caso di pagamento di una fattura con ritenuta in sospensione (dove il valore totale della ritenuta è già stato rilevato in un conto transitorio), verrà automaticamente generato un ulteriore movimento di storno del conto della ritenuta sospesa. Partendo dalla funzione del menù Contabilità Gestione Incassi e Pagamenti Pagamenti Fornitori: indicato, in griglia, nel campo Importo un valore inferiore al totale della partita, selezionando il campo Saldo sarà generato un movimento di pagamento ed un movimento di sconto sulla partita. In questa ipotesi, abbiamo una fattura d acquisto di 1.200,00 con importo ritenuta pari a 200 e vogliamo pagarne solo il 50%, riportando 600,00 come sconto.

20 20 Manuale Operativo Gestione Ritenute in Sospensione La procedura prevede anche la possibilità di gestire le ritenute d acconto in sospensione: il meccanismo prevede di girocontare su un conto l importo delle ritenute rilevato e riferito a fatture non ancora pagate. Ne consegue che, registrando e confermando una fattura di un fornitore percipiente, si ottiene un nuovo movimento contabile che rappresenta il giro sul conto della ritenute in sospensione (movimento che utilizza il conto e la causale indicata in Struttura Contabilità). La gestione, attivabile abilitando l apposito flag in Struttura Contabilità, permette l inserimento della Causale e del Conto necessari all automatismo: Alla conferma del solo movimento di registrazione della Fattura del percipiente (con le modalità viste precedentemente) verrà generata una ulteriore scrittura contabile, che alimenta un conto di erario ritenute in sospensione, con la causale contabile RTS (causale e conto sono impostati nella Struttura Contabile). Avendo ad esempio una fattura di 3.600,00 (imponibile e ritenuta di 600) la scrittura generata automaticamente in contabilità relativa alla ritenuta in sospensione è la seguente: Rilevazione Ritenuta (causale RTS inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere F A00002 Morandi Luisa 600, Ritenuta in sospensione 600,00 Con questa modalità, l utente può decidere di visualizzare un erario ritenute provvisorio al fine di avere un controllo sulle ritenute che dovrà andare a versare, relative a fatture non ancora pagate: fino a quando la fattura non verrà pagata, l effettiva ritenuta non verrà rilevata. Per quanto concerne il pagamento della fattura con ritenuta in sospensione, verrà generato il movimento del pagamento (causale PAGA) ed inoltre un giroconto che rileva la ritenuta effettiva: Rilevazione Ritenuta (causale RIT inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Ritenuta in sospensione 600, Erario C/Rivalse Lav. Autonomi 600,00

21 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Gestione Enasarco Durante la registrazione della fattura percipiente è possibile gestire i dati relativi all Enasarco, proponendo l imponibile e le percentuali per il calcolo della ritenuta a carico dell agente e quella a carico dell azienda (che possono comunque sempre essere modificate). La registrazione della fattura del fornitore/agente avviene normalmente in Prima Nota Iva: durante la memorizzazione degli estremi della ritenuta d acconto, è possibile attivare la Gestione del contributo Enasarco, posizionandosi sulla cartella Enasarco e attivare il flag Calcolo Enasarco. Attivato il campo, se il fornitore è una persona fisica (flag impostabile nella maschera principale dell anagrafica fornitori) verrà proposta la % definita nella Struttura Contabile nei campi Enasarco Agente ed Enasarco Azienda. Il valore della % è in ogni caso modificabile dall utente. Nel caso in cui il fornitore non fosse una persona fisica, invece, verrà proposto il valore 0 (zero) in entrambi i campi. Il calcolo viene effettuato sul valore Netto: con la conferma della registrazione in Prima Nota Iva, vengono generati 3 movimenti: la Registrazione della Fattura di Acquisto, la rilevazione Ritenuta (causale RTS) e: Gestione Enasarco (causale ENAS inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Note * F A00003 LIPPI DR. FRANCO 230,00 GIRCONTO ENASARCO Erario C/Ritenute Enasarco Agente 230,00 FTA Spese Enasarco Azienda 230, Erario C/Ritenute Azienda 230,00 FTA * Per migliorare la leggibilità delle registrazioni nelle funzioni di consultazione mastrini e nelle varie stampe dei movimenti contabili, è inserita in automatico la nota di riga Giroconto Enasarco : La registrazione del pagamento della fattura con la Gestione dell Enasarco è simile a quella descritta nei paragrafi precedenti. Nel caso in cui l utente non adotta il meccanismo delle ritenute in sospensione, è importante fare attenzione all importo che si deve pagare in quanto, in presenza di gestione Enasarco, il pagamento coincide con il valore dell imponibile esclusa la ritenuta e l importo a carico dell agente.

22 22 Manuale Operativo Gestione Enpals Durante la registrazione della fattura percipiente è possibile gestire i dati relativi all Enpals: se risultano compilati i campi nella struttura contabile, viene abilitata la relativa cartella ENPALS nella quale è possibile impostare l importo del contributo (il campo è manuale e si attiva a seguito dell abilitazione del flag Gestione Enpals) 2. Attivato il campo ed indicato l importo, alla conferma della registrazione della fattura di acquisto viene creata, in automatico, una registrazione di prima nota con la causale impostata in Struttura Contabile per la rilevazione dei contributi Enpals. Gestione Enpals (causale ENP inserita in Struttura Contabile): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Note * F A00007 MORANDI LUISA 100 GIRCONTO ENPALS Enpals Contributi 100 FTA * Per migliorare la leggibilità delle registrazioni nelle funzioni di consultazione mastrini e nelle varie stampe dei movimenti contabili, è inserita in automatico la nota di riga Giroconto Enpals : La scadenza (indipendentemente dalla condizione di pagamento) viene calcolata detraendo il contributo Enpals dall importo della fattura di acquisto (nel caso di ritenuta in sospensione, alla scadenza verrà detratta anche la parte relativa alla ritenuta). Per effettuare la registrazione del pagamento si può procedere normalmente utilizzando le procedure standard di registrazione: aprendo la maschera della Ritenuta d Acconto nella sezione Enpals si vedrà il campo relativo all importo compilato, ma ingrigito (quindi non modificabile). La gestione dell Enpals può essere utilizzata solamente in Prima Nota IVA per l inserimento delle fatture di acquisto: non è attiva nella funzione Pagamento Collaboratori. 2 La gestione dell Enpals è alternativa alla gestione dell Enasarco: se si cerca di indicare anche l Enasarco (dopo aver inserito l Enpals) appare un messaggio in cui viene indicato che non si possono avere entrambe le gestioni.

23 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Gestione ritenute su NOTE DI COLLABORAZIONE Dalla maschera d inserimento dei movimenti di Prima Nota è possibile accedere alla gestione del Pagamento Collaboratori; la funzione è stata realizzata per rilevare in automatico le registrazioni collegate al pagamento delle note dei lavoratori autonomi che, in base alla tipologia di prestazione effettuata, sono soggette a norma di legge all applicazione della Ritenuta d Acconto Altre tabelle interessate Per effettuare una registrazione di pagamento collaboratori è necessario prima impostare correttamente la causale contabile e la tabella Contabilità: Prestazione Collab Tabella Prestazioni Collaborazioni E necessario creare i codici prestazioni da associare all inserimento del movimento contabile, al fine di predisporre i conti e le percentuali da associare all inserimento. Si accede alla funzione dal menù Archivi Tabelle Società sezione Contabilità: Prestazione Collab. Codice: codice della prestazione Descrizione: descrizione della prestazione Conto Cassa: conto di difetto relativo all addebito della cassa, utilizzato durante la registrazione dei pagamenti collaboratori Conto Costo: conto di difetto relativo all imputazione del costo, utilizzato durante la registrazione dei pagamenti collaboratori Conto ritenute da Versare: conto di difetto relativo all imputazione della ritenuta da versare, utilizzato durante la registrazione dei pagamenti collaboratori Conto Contr. a Carico Azienda: conto di difetto relativo al costo sostenuto dall azienda per i contributi versati Conto Contributo Inps: conto di difetto per l imputazione a patrimonio dei contributi Inps Conto Inps parte Lavoratore: conto di difetto per l imputazione a patrimonio dei contributi Inps a carico del lavoratore Recupero Spese: conto di difetto per l'indicazione dell importo per il recupero di spese fisse che in alcune attività vengono detratte dall importo da saldare al collaboratore.

24 24 Manuale Operativo Tabella Causali Contabili E necessario creare, innanzitutto, le causali contabili da associare alla movimentazione. Si accede alla funzione dal menù Archivi Tabelle Società sezione Contabilità: Causali Contabili Il Tipo Causale deve essere impostato come PC Pagamento collaboratori Normalmente nel campo Protocollo non deve essere indicato alcun dato. E però possibile indicare un protocollo precedentemente creato in Struttura Iva abbinato a Nessun Registro Iva: in questo caso sarà gestita anche la movimentazione del Percipiente sia nei Mastrini che nel Partitario. In caso contrario il movimento contabile si comporrà dei soli conti evidenziati nella cartella Movimenti. E comunque importante non inserire un protocollo IVA preventivamente creato in Struttura Iva associato a Clienti, Fornitori o Corrispettivi.

25 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Registrazione Contabile Si accede alla funzione dal menù Contabilità Prima Nota IVA Al fine di inserire una registrazione di pagamento collaboratori, occorre indicare nella campo causale la voce PCOL (causale di tipo PC): la procedura provvede automaticamente a visualizzare la finestra di input relativa al pagamento collaborazioni: Esaminiamo in dettaglio la maschera: Numero registrazione: contiene il numero progressivo interno di registrazione del documento. Viene assegnato automaticamente dalla procedura alla conferma del movimento; qualora si imputi un numero di registrazione già presente, o si richiami la lista mediante il tasto <F5> o cliccando sul pulsante, la procedura si posizionerà automaticamente in modalità di Variazione; una volta richiamata la registrazione, è attivato anche il pulsante Elimina, che consente l Eliminazione di una registrazione (tranne nel caso in cui il periodo di riferimento non sia già chiuso). La modalità nella quale ci si trova (inserimento o variazione) viene segnalata nella riga che contiene il titolo della maschera. Data registrazione: data di registrazione contabile dei documenti, in base alla quale verrà effettuata la rinumerazione dei movimenti inseriti non cronologicamente; viene proposta, in modalità inserimento, secondo quanto impostato nel menù Utilità Cambio Società/Data.

26 26 Manuale Operativo Causale: causale contabile da utilizzare per questo tipo di movimenti contabili (di tipo PC - Pagamento Collaboratori). Numero Documento: numero originale della Nota del collaboratore. Data Documento: data di emissione della Nota; viene proposta la data di registrazione. Codice Prestazione: codice della prestazione nel quale sono indicate le percentuali di calcolo del Contributo INPS per la compilazione della cartella Dati ed i conti con i quali verrà compilata la cartella Movimenti. Nel caso si trattasse di una Collaborazione Occasionale che non prevede pertanto il calcolo del contributo previdenziale, il codice selezionato non conterrà le percentuali e neppure i conti relativi al Contributo. Premendo il pulsante o <F5> verrà visualizzata la tabella dei codici presenti; è opportuno ricordare che tali codici sono modificabili dal menù Archivi Tabelle Società Contabilità: Prestazione Collab.: Collaboratore: la procedura consente la selezione attraverso il pulsante o <F5> unicamente dei fornitori identificati con il flag Percipiente, pertanto è indispensabile creare in Anagrafica Fornitore il prestatore d opera con il flag Percipiente anche se questo non verrà movimentato agli effetti della normativa Iva. Compenso: importo del compenso lordo corrisposto al collaboratore. Digitando un valore nel campo e premendo il tasto Invio sulla tastiera verranno compilati automaticamente i campi della cartella Dati: gli importi verranno quindi calcolati automaticamente, a seconda dell impostazione del codice tributo che dovrà essere inserito nella maschera di inserimento dei dati relativi alla ritenuta (di seguito dettagliata); è possibile intervenire manualmente, se necessario, modificando i valori calcolati dal programma: Da Periodo/A Periodo: estremi del periodo di attività al quale si riferisce il compenso, necessari ai fini della corretta compilazione del Mod. GLA/D.

27 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 27 Nella cartella Movimenti, invece, appaiono i conti collegati al codice compenso con i valori presenti nella cartella Dati. Nel caso in cui nei parametri della causale sia stato impostato il conto per il recupero delle spese, ma nella registrazione esse non devono essere inserite, è necessario pulire il relativo campo Recupero Spese cancellandone il conto da questa maschera. Cancellato il conto, sarà possibile procedere alla conferma della registrazione. Dopo aver inserito l importo del Compenso e le date del periodo al quale si riferisce, è possibile, tramite il pulsante Ritenuta d Acconto, rilevare la ritenuta con la stessa procedura della Fattura di un Professionista.

28 28 Manuale Operativo Dopo aver verificato i dati compilati automaticamente è necessario inserire il Codice Compenso richiamando l apposita lista con le modalità consuete. Una volta confermata la videata, l importo della ritenuta completerà la cartella Dati e valorizzerà il relativo conto nella cartella Movimenti Alla conferma della registrazione, il movimento generato dalla procedura sarà il seguente: Registrazione Pagamenti collaboratori (Causale PCOL): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere Cassa 960, Collaborazione Occasionale 1.210, Erario C/rivalse Lav. Autonomi 240, Ricavi per recupero spese 10,00 Nota: i conti utilizzati in questa registrazioni sono quelli impostati nella tabella dei Codici Prestazioni.

29 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni Registrazione contabile con protocollazione Riportiamo qui di seguito un esempio di registrazione Pagamento Collaboratori avendo inserito nella causale un protocollo impostato in Struttura IVA un protocollo (non IVA). Esempio di Registrazione: Registrazione Pagamento Collaboratori (dopo aver confermato la ritenuta):

30 30 Manuale Operativo Maschera Ritenuta: Alla conferma della registrazione, il movimento generato dalla procedura sarà il seguente: Registrazione Pagamenti collaboratori (Causale PCOL): Codice Partita Descrizione Conto Dare Avere F D00002 Morandi Luisa 2.000, Cassa 1.600, Collaborazione Occasionale 2.000, Erario C/rivalse Lav. Autonomi 400,00 F D00002 Morandi Luisa 400,00 F D00002 Morandi Luisa 1.600,00

31 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni STAMPE DEL MENÙ MULTISOCIETA Nel Menù sono accessibili una certo numero di stampe di controllo, per la verifica i dati gestiti in contabilità, e la stampa delle certificazioni vere e proprie. Le stampe possono essere prodotte in qualsiasi momento: considerando che il Menù può operare su tutte le società gestire (a prescindere dalla società nella quale si è posizionati) per ogni stampa viene richiesta dapprima la società sulla quale operare, la seconda la lista dei percipienti. All apertura di ogni funzione relativa alle stampe, appare la lista delle Aziende/Sostituti d Imposta presenti nella procedura. Selezionando, un Sostituto d Imposta e premendo sul pulsante Conferma, apparirà una maschera in cui verranno elencati tutti i fornitori/percipienti presenti in anagrafica Per le stampe delle certificazioni, nelle società in contabilità ordinaria verranno considerati i movimenti di pagamento, mentre nelle società in contabilità semplificata in cui non vengono gestiti i pagamenti, sarà possibile riprendere i dati dall inserimento della fattura. In questo caso è necessario attivare il flag Scheda Compensi Estrarre i pagamenti dalla rilevazione della ritenuta presente nella Struttura Contabile nella cartella Ritenute 3. 3 Il flag non è attivabile se è stata abilitata la gestione delle ritenute in sospensione

32 32 Manuale Operativo 3.1 Stampa Certificazioni Questa funzione permette di effettuare la stampa delle certificazioni dei compensi e delle provvigioni assoggettati a ritenuta di acconto. Si accede alla funzione dal menù Multi Società Scheda Compensi Stampa Certificazioni Alla conferma appare una maschera in cui l utente deve indicare i seguenti dati:

33 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 33 Sono richiesti i seguenti campi: Da/A Data Pagamento: indicare l intervallo (mese e anno) di pagamento. Flag Ristampe: abilitare il flag se, per il periodo selezionato, è già stata effettuata una stampa Anno di elaborazione: indicare l anno di elaborazione Flag Raggruppamento per Causale: se abilitato, il programma effettua il raggruppamento per causale (impostata nella maschera di ritenuta durante le registrazioni contabili) Flag Includi non soggetti in certificazione: se abilitato, l importo netto corrisposto comprenderà anche gli importi non soggetti Flag Includi iva e cassa in certificazione: se abilitato, l importo netto corrisposto comprenderà anche l importo dell Iva della Cassa Previdenza 3.2 Stampa Conto Individuale Questa funzione effettua la stampa su carta libera o prefincata del Conto Individuale di tutti i movimenti relativi a ciascun percipiente, ordinati per data di pagamento, codice causale, data documento, numero documento e data versamento. Consente di ottenere una situazione riepilogativa per singolo percipiente delle ritenute presenti in contabilità, indicando anche quali sono già state versate e riportando gli estremi del versamento. Si accede alla funzione dal menù Multi Società Scheda Compensi Stampa Conto Individuale. 3.3 Stampa Lista Percipienti Questa funzione permette di effettuare, per sostituto d imposta, la stampa dell elenco dei fornitori/percipienti presenti in anagrafica. Si accede alla funzione dal menù Multi Società Scheda Compensi Stampa Lista Percipienti. 3.4 Stampa Controllo Ritenute Effettuate Questa funzione permette di effettuare una stampa di controllo, su Modulo Laser, delle certificazioni dei compensi e delle provvigioni assoggettati a ritenuta d acconto. Genera quindi una stampa riepilogativa delle ritenute operate (ed eventuali importi non soggetti) per ogni percipiente di ogni sostituto d imposta selezionato. Prima di accedere a questa funzione è necessario effettuare l inizializzazione della stampante tramite la funzione Multi Società Inizializza Stampante Laser. E importante lanciare la stampa del controllo ritenute subito dopo aver inizializzato la stampante. Si accede alla funzione dal menù Multi Società Scheda Compensi Stampa Controllo Ritenute Effettuate

34 34 Manuale Operativo Manutenzione Quadro per Dichiarazione 770 Per gestire correttamente il passaggio dati alla procedura Tax 770, durante la fase di inserimento delle fatture percipiente, devono essere compilati i dati relativi al quadro e alla causale del 770 presenti nella cartella Visualizzazione per 770. Qualora l utente non abbia inserito tali dati, durante il trasferimento tra la procedura contabile e la procedura dichiarativa verrà aperto un file di log in cui viene segnalato che non sono stati inseriti il quadro e la casuale. La funzione consente di modificare rapidamente i dati senza dover richiamare le singole registrazioni. Esempio maschera di rilevazione della ritenuta: campi richiesti Si accede alla funzione dal menù Multi Società Manutenzione Quadro 770 All avvio della funzione appare una maschera con la lista delle società: selezionare quelle su cui si desidera effettuare il controllo e premere sul pulsante Conferma.

35 RITENUTE: Ritenute e Certificazioni - 35 Sono presenti le seguenti opzioni: Solo ritenute senza causale: estrae solo i movimenti senza Causale / Quadro (impostato di default) Tutte le ritenute: per estrarre tutte le ritenute (anche quella in cui è già stata inserita la causale o il quadro) Stesso quadro per tutti i percipienti: per compilare automaticamente il campo quadro per tutti i percipienti Stesso quadro per le ritenute di un percipiente: per compilare automaticamente il campo quadro per le ritenute di uno stesso percipiente. Ritenute relative all anno: anno che viene considerato per l estrazione delle ritenute (se assente, vengono considerati tutti gli esercizi). Di default è impostata l estrazione di Tutte le società che visualizza i movimenti di tutte le società selezionate: nel caso in cui si desideri effettuare il controllo per singola società, premendo sul combo è possibile selezionare la singola società. Nella griglia sono visualizzati i seguenti dati: Codice Società (se l estrazione è stata effettuata per più società, in caso contrario la colonna viene omessa). Fornitore Percipiente Ragione Sociale del percipiente Partita Data Documento Quadro: in questa colonna è possibile inserire il quadro LA Causale: in questa colonna è possibile inserire la causale Codice Imposta L utente dovrà quindi specificare per le ritenute incomplete il quadro e la causale: tali dati si possono inserire direttamente in griglia oppure si possono richiamare dalla lista. Indicare prima il quadro e successivamente la causale.

36 36 Manuale Operativo Per velocizzare la fase di inserimento, è presente la possibilità di riportare il quadro inserito nella prima riga su tutte le righe di ritenuta presenti nella maschera oppure solo su quelle dello stesso percipiente. Per fare questo abilitare uno dei due flag presenti nella testata della maschera, posizionarsi nel campo nella prima riga vuota, indicare il quadro e premere il tasto Invio: automaticamente verrà riportato il quadro in base alla selezione del flag (su tutte le righe se è stato impostato tutti i percipiente oppure su tutte le righe riferite allo stesso fornitore se è stato impostato tutte le ritenute dello stesso percipiente ). Procedere quindi alla compilazione della causale. Alla conferma verranno automaticamente compilati i dati sia nella fattura sia nel relativo pagamento (se presente). In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma Stampa Esci

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 5.20 Manuale Operativo

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo PROFESSIONISTI Caratteristiche e Impostazioni In questo manuale verranno descritte tutte le caratteristiche della contabilità professionisti, sia in regime ordinario sia

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 4.90 Manuale Operativo

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo PROFESSIONISTI Caratteristiche e Impostazioni In questo manuale verranno descritte tutte le caratteristiche della contabilità professionisti, sia in regime ordinario sia

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

CONTABILITA' Gestione Effetti. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Gestione Effetti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Gestione Effetti La gestione degli effetti permette, attraverso una serie di funzionalità fornite dalla procedura, di tener traccia del percorso di ogni effetto

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI GESTIONE DELLA FISCALITA (770,UNICO, CERTIFICAZIONE COMPENSI, F24, DICHIARAZIONI 36/41%,

Dettagli

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Nel presente manuale verranno analizzate tutte le stampe contabili, quali ad esempio la stampa del bilancio, quella

Dettagli

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa.

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa. Si distinguono tre tipologie di omaggio che devono essere gestite su e/satto in modo diverso seguendo le istruzioni date per ogni casistica. - Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale) - Omaggio con rivalsa

Dettagli

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Release 4.90 Manuale Operativo PASSAGGIO DATI INTRA Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Il modulo Intra permette il passaggio dei dati di ogni fine periodo delle fatture attive e passive in ambito CEE,

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 7 8 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Certificazione Unica

Certificazione Unica Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Certificazione Unica Premessa normativa Il decreto legislativo n. 175/2014 pubblicato in G.U. il 29 novembre 2014, recante disposizioni in materia di semplificazioni

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

CONDOM@T versione 11.00

CONDOM@T versione 11.00 CONDOM@T versione 11.00 L aggiornamento Condom@t 2014 prevede una serie di modifiche, di cui, una parte di maggiore entità e altre modifiche minori. Di seguito tratteremo dapprima le modifiche più importanti,

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H6 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Ritenuta 10%

Dettagli

Split payment consigli per gestirlo con e/satto

Split payment consigli per gestirlo con e/satto Split payment consigli per gestirlo con e/satto Cenni normativi e aspetti non definiti L art. 1, comma 629, lett. b), Legge n. 190/2014, Legge di Stabilità per l'anno 2015, introducendo il nuovo art. 17-ter,

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA DI PROCEDERE CON LE OPERAZIONI DI PASSAGGIO ANNO.

Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA DI PROCEDERE CON LE OPERAZIONI DI PASSAGGIO ANNO. PASSAGGIO ANNO Con le seguenti note vogliamo ricordare la sequenza operativa da seguire per svolgere correttamente le operazioni contabili di fine anno. Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA

Dettagli

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN PROFESSIONISTA

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN PROFESSIONISTA EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN PROFESSIONISTA In questa guida è illustrato come gestire la fatturazione di un libero professionista. La gestione di un attività professionale ha queste caratteristiche:

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens Apertura Contabile 2013 Contabilità Libens Apertura contabile 17 dicembre 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 AZZERAMENTO NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI DOCUMENTI... 2 3 APERTURA NUOVO ESERCIZIO CONTABILE 2013...

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

e/ - Iva per cassa casi particolari

e/ - Iva per cassa casi particolari INDICE 1. PREMESSA... 1 2. Omaggi... 2 2.1 Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale).... 2 2.2 Omaggio con rivalsa Iva (Omaggio Imponibile)... 4 2.3 Omaggio esente... 6 3. Anticipi... 8 4. Acconto/Abbuono...

Dettagli

Guida alla Compilazione online di una Fattura PA

Guida alla Compilazione online di una Fattura PA 2015 Guida alla Compilazione online di una CONTENUTI Area Fatture PA... 3 Accesso area riservata... 4 Compila una nuova Fattura online... 5 Selezione del Fornitore o Cedente/Prestatore... 5 Compilazione

Dettagli

King Shop. Gestione Negozi

King Shop. Gestione Negozi King Shop Gestione Negozi Gestione Negozi... 3 Elenco delle funzionalità di KING SHOP... 3 Velocizzazione delle attività del negozio... 4 Inserimento dello Scontrino... 6 Gestione dei Buoni... 7 Inserimento

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una fattura pro-forma cliente.

Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una fattura pro-forma cliente. GESTIONE FATTURE PRO-FORMA Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una fattura pro-forma cliente. Per l inserimento di una nuova fattura PRO-FORMA cliente: - Causale Contabile: selezionare

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

GESTIONE ORDINI. Sommario

GESTIONE ORDINI. Sommario GESTIONE ORDINI Sommario Inserimento e modifica Documento... 2 Automatismi Canale Cliente Mandanti... 7 Gestione delle Promozioni... 8 Modalità di Pagamento... 9 Statistiche Ordini... 11 1 Inserimento

Dettagli

Manuale Operativo ESTRATTO CONTO. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo ESTRATTO CONTO. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale Operativo ESTRATTO CONTO Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 NUOVI PROGRAMMI 2009... 3 1.1 ESTRATTI CONTO BANCARI... 3 1.1.1 Scomposizione di

Dettagli

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA In questo documento viene descritta l operatività per l immissione e la modifica di documenti di tipo fattura che si esegue dalla funzione Vendite Acquisti. FATTURA

Dettagli

La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo.

La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo. CERTIFICAZIONE UNICA La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo. ELABORAZIONE L elaborazione della Certificazione

Dettagli

Percorso: Menù Principale; Archivi di Base; Tabelle Generiche; Nazioni

Percorso: Menù Principale; Archivi di Base; Tabelle Generiche; Nazioni In ottemperanza ad una recente Normativa riguardante i Paradisi Fiscali è stata introdotta una nuova funzione; è infatti possibile generare una Lista di Controllo in cui vengono evidenziati tutti i movimenti

Dettagli

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Bollettino 5.00-335 9 VERTICALI 9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Con l attuale release è ora possibile rilevare in modo più dettagliato i costi a carico della commessa

Dettagli

RINTRACCIABILITA' MATERIALI

RINTRACCIABILITA' MATERIALI Release 5.20 Manuale Operativo RINTRACCIABILITA' MATERIALI Integrato a Produzione, Lotti e Matricole Il manuale descrive una serie di funzionalità che vengono attivate con il moduli Lotti di magazzino,

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

Installare i moduli proposti

Installare i moduli proposti Operazioni preliminari per l aggiornamento del gestionale SPRING SQ/SB Aggiornamento Spring SQ/SB Digitare su un browser il seguente indirizzo (rispettare i caratteri maiuscoli e minuscoli): ftp://s3ordini:s3ordini@www.s3web.it\antielusione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

Guida Software GestioneSpiaggia.it

Guida Software GestioneSpiaggia.it Caratteristiche Guida Software GestioneSpiaggia.it 1. Gestione prenotazioni articoli (ombrellone, cabina, ecc ) ed attrezzature (sdraio, lettino ecc ) 2. Visualizzazione grafica degli affitti sia giornaliera

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Multipunto L art. 10, Legge 8 maggio 1998, n. 146 ha previsto l obbligo di annotazione separata dei costi e dei ricavi relativi alle diverse

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi

1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi 1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi 2. Servizi Interni 2.a Servizi a Consulenti 2.b Gestione Servizi

Dettagli

Contabilità Generale

Contabilità Generale Contabilità Generale Personalizzazione della prima nota contabile Per rendere ancora più veloce l imputazione di documenti tramite la procedura di Prima Nota contabile, sonos tati introdotti i seguenti

Dettagli

2. Come si registrano le fatture a enti pubblici (Iva differita)? ------------------------------------------------------------------3

2. Come si registrano le fatture a enti pubblici (Iva differita)? ------------------------------------------------------------------3 2. Come si registrano le fatture a enti pubblici (Iva differita)? ------------------------------------------------------------------3 3. Non riesco a stampare il Libro Giornale. Come mai? ---------------------------------------------------------------------------3

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

Sistema Informativo per la Gestione del e Linee di Attivita - 1 -

Sistema Informativo per la Gestione del e Linee di Attivita - 1 - Siistema Informatiivo per lla Gestiione delllle Liinee dii Attiiviita - 1 - Novita introdotte in SIGLA INDICE 1. Utilita - 3-1.1. Estrazione excel - 3-1.2. Messaggi interni - 4-1.3. Inserimento facilitato

Dettagli

Gestione dello scadenzario

Gestione dello scadenzario Gestione dello scadenzario La gestione dello scadenzario consente di conoscere i debiti e crediti dell azienda in un intervallo di date, di verificare il dettaglio delle fatture da incassare da clienti

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

Manuale d'uso. Manuale d'uso... 1. Primo utilizzo... 2. Generale... 2. Gestione conti... 3. Indici di fatturazione... 3. Aliquote...

Manuale d'uso. Manuale d'uso... 1. Primo utilizzo... 2. Generale... 2. Gestione conti... 3. Indici di fatturazione... 3. Aliquote... Manuale d'uso Sommario Manuale d'uso... 1 Primo utilizzo... 2 Generale... 2 Gestione conti... 3 Indici di fatturazione... 3 Aliquote... 4 Categorie di prodotti... 5 Prodotti... 5 Clienti... 6 Fornitori...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa degli ordini e degli impegni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Gli ordini a fornitore... 5 Gli impegni dei clienti... 7 Evadere gli ordini

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE 2012 INDICE RITENUTE... 1 CREAZIONE ACCERTAMENTI CUMULATIVI PER LE RITENUTE FISCALI.1 MENU GESTIONE RITENUTE...1 INSERIMENTO ALIQUOTA

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 FATTURE AD ESIGIBILITA DIFFERITA Il quinto comma dell art. 6 del D.P.R. n. 633/72 prevede, in via di principio, che l IVA si rende esigibile nel momento in cui l operazione si considera effettuata secondo

Dettagli

GLI INCASSI CON RI.BA

GLI INCASSI CON RI.BA GLI INCASSI CON RI.BA Per riscuotere il pagamento delle fatture emesse ai clienti è possibile utilizzare la modalità Ri.Ba cioè Ricevuta Bancaria Elettronica. OPERAZIONI PRELIMINARI Prima di procedere

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

5.8.2 Novità funzionali

5.8.2 Novità funzionali - 176 - Manuale di Aggiornamento 5.8.2 Novità funzionali Le modifiche al programma contabile sono le seguenti: implementazione nei Parametri della procedura implementazione delle tabelle Intra per gestire

Dettagli